Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Pensioni: Riscatto gratuito della laurea, Anief d’accordo con il presidente Inps

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2021

Dalla Legge di Bilancio potrebbe arrivare un ulteriore valorizzazione del diploma di laurea, ai fini del calcolo pensionistico. “Al momento – scrive Il Corriere della Sera – chi vuole riscattare gli anni di studio ha a disposizione il riscatto «agevolato» che come ricordato dall’Inps varrà anche nel 2022. La norma prevede che si possano riscattare, salvo alcune eccezioni, gli anni degli studi universitari a fini pensionistici senza limiti di età ma a patto di non avere versato contributi prima del 1996 e di essere iscritti all’assicurazione generale obbligatoria (dipendenti, autonomi o gestione separata). Al momento sono esclusi gli iscritti alle casse di previdenza dei professionisti”.Ma quanto costa, in pratica, oggi riscattare la laurea? “In concreto è possibile riscattare fino a 5 anni di università, a un costo parametrato alla retribuzione ma agevolato e che in media si è attestato attorno a 5.200 euro per anno di studio. La domanda va fatta all’Inps e l’importo si può saldare in una unica soluzione o in massimo 120 rate mensili non inferiori a 30 euro”. La convenienza di accettare o meno l’attuale possibilità è soggettiva. Altroconsumo per valutare il vantaggio ha detto che bisogna “confrontare il costo del riscatto con il numero delle rate mensili di pensione che si potranno riscuotere in anticipo rispetto al raggiungimento dell’età pensionabile e con l’incremento dell’importo della pensione»” ‘Recuperare’ la contribuzione degli anni di laurea è quasi sempre conveniente ma lo è di più per chi non ha retribuzioni particolarmente elevate e per chi ha iniziato a lavorare molto presto. Si legge sul sito dell’associazione dei consumatori: «Se, per esempio, hai finito di studiare perfettamente in corso a 22 anni e hai subito iniziato a lavorare e non hai mai smesso di farlo, il riscatto della laurea può essere una scelta che ti avvicina al requisito attuale dei 42 anni e 10 mesi (se uomo, uno in meno se donna) di anni di lavoro (e di versamenti) che devi avere per poter anticipare la pensione”. Diverso il quadro se si è iniziato a lavorare tardi. Il riscatto oneroso della laurea porterebbe comunque ad uscire dal lavoro a 67 anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: