Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 22 novembre 2021

Sergio Mattarella visita in anteprima la mostra DIS/INTEGRATION

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Questa mattina, al Rettorato della Sapienza, al termine della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha visitato in anteprima la mostra DIS/INTEGRATION, realizzata dagli artisti con disabilità dei Laboratori d’Arte di Sant’Egidio insieme a César Meneghetti e con la collaborazione di altre firme affermate in campo internazionale. L’esposizione, visitabile dal 29 novembre al prossimo 28 gennaio, è incentrata sui temi della fragilità e della disabilità, dell’accoglienza e dell’integrazione, legati anche a questioni di attualità come le migrazioni, i conflitti e le loro drammatiche conseguenze. Poco prima, il presidente Mattarella, in un passaggio del suo messaggio nell’Aula Magna della Sapienza, aveva parlato della necessità di “coniugare l’eccellenza con l’inclusione”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Maria Pia Rossignaud il PAM Prize 2021

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Maria Pia Rossignaud, Vicepresidente dell’Osservatorio TuttiMedia e Direttrice ed editrice della rivista di cultura digitale Media Duemila ha ricevuto venerdì scorso a Roma, nella sede del Senato della Repubblica, il “PAM Prize 2021” per il progetto dell’Osservatorio “Donna è Innovazione”, che promuove la parità di genere condividendo pratiche e percorsi di chi fa la differenza nel proprio territorio. A consegnarlo il Segretario Generale del Parliamentary Assembly of the Mediterranean, l’Ambasciatore Sergio Piazzi. La PAM è un ente che associa 34 Parlamenti creato per sostenere attraverso scambi e iniziative il benessere in tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e la sua sede italiana è a Napoli. Ogni anno premia figure di organizzazioni, Istituzioni e governi e dei diversi campi della società civile che hanno messo in campo attività e progetti che hanno dimostrato un impegno visibile e rigoroso sensibilità verso la promozione degli ideali mediterranei condivisi dalla PAM come espressi nel suo Statuto e nella sua Dichiarazione di intenti. Lo scorso giugno erano stati annunciati i Premi della PAM consegnati nel corso della Cerimonia di novembre. “Facendoci l’onore di questo premio, il Pam ha riconosciuto che l’Osservatorio TuttiMedia, come l’Assemblea stessa, è alla ricerca di equilibri sostenibili da promuovere”, così la giornalista premiata. “Onorata di essere in questo prestigioso contesto, emozionata per il Premio, felice di essere nata in questo Paese del Mediterraneo – ha detto ancora Maria Pia Rossignaud – perché ancora oggi conta il luogo dove si nasce, soprattutto in relazione alle libertà ed alla parità di genere, sostengo appieno la necessità sottolineata dall’ambasciatore Sergio Piazzi di continuare a costruire ponti insieme e che connettere le persone è il modo più veloce per superare le differenze. Lasciatemi dire, da giornalista, che per unire le persone servono storie da condividere per ricreare una coesione sociale che oggi sembra perduta”.Nell’occasione, Maria Pia Rossignaud ha anche accennato al progetto neonato di casa TuttiMedia: si chiama “NewsMedia4Good” e sarà presentato ufficialmente a Roma il prossimo 1° Dicembre: “Lo scopo di NewsMedia4Good è riconoscere l’informazione di qualità come essenziale per creare una società equilibrata, giusta, basata sulla parità di genere, e strumento utile per la coesione sociale e la collaborazione. Nell’era del chiacchiericcio dei social media, stiamo vivendo una nuova crisi epistemologica che molti sottovalutano e dobbiamo recuperare anche il modo di scrivere o digitalizzare storie di informazione che è il cibo del cervello. Ecco perché spero che NewMedia4Good ottenga l’appoggio di questa prestigiosa Istituzione che unisce 29 Paesi affacciati sul Mediterraneo”. By Diana Daneluz

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Gas ed effetto serra: Il punto dopo Cop26

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Domani, martedì 23 novembre dalle ore 10.00 è in programma un evento on line (https://bit.ly/Web2311) organizzato da ICOS, per commentare quanto emerso dalla XXVI Conferenza internazionale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Il webinar, titolato “Dopo COP26. Scienza, sfide e prospettive per il monitoraggio dei gas a effetto serra”, rappresenterà un momento di riflessione e condivisione per inquadrare il ruolo di ICOS in tale ambito.Partecipano alla conferenza – che intende aggiornare sullo stato delle conoscenze e ragionare sulle strategie nazionali in termini di pianificazione degli interventi orientati agli obiettivi di decarbonizzazione e di carbon neutrality – Maria Chiara Carrozza (Presidente CNR), Carlo Calfapietra (ICOS Italia, CNR), Gianluigi Consoli (Ministero dell’Università e della Ricerca), Federica Fricano (Ministero della Transizione Ecologica), Alessandra Stefani (Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali), Lucia Perugini (ICOS Italia, CMCC), Dario Papale (ICOS ITALIA ETC, CMCC, Unituscia), Gelsomina Pappalardo (CNR), Andrea Taramelli (ISPRA), Riccardo De Lauretis (ISPRA) e Gianluca Cocco (Conferenza delle Regioni).Nato nel 2008, ICOS RI è una infrastruttura di ricerca europea che ha l’obiettivo di fornire dati accessibili e di alta qualità per migliorare la nostra comprensione delle emissioni e degli assorbimenti di gas a effetto serra. L’infrastruttura è formata da diversi network di stazioni distribuiti in 13 paesi, per un totale di oltre 150 stazioni e il coinvolgimento di centinaia di scienziati e ricercatori. Il Network di ICOS Italia consiste di 17 stazioni, di cui 10 per l’ecosistema, 4 l’oceano e 3 l’atmosfera. Inoltre, ICOS Italia, insieme ad ICOS Belgio e Francia, ospita anche l’Ecosystem Thematic Centre (ETC). Le stazioni dedicate all’ecosistema coprono i territori più tipici dell’Italia: diversi tipi di foreste, campi coltivati, e macchie di arbusti. Le stazioni atmosferiche sono localizzate nel nord dell’Italia, come sulle Alpi, e nell’isola di Lampedusa, nel Mar Mediterraneo. Le stazioni che monitorano l’oceano sono situate nel Mar Adriatico e nel Mar Ligure. Nell’ambito di ICOS-RI, l’Università di Padova partecipa con la stazione di monitoraggio a Negrisia in provincia di Treviso coordinata dal Prof. Andrea Pitacco, docente di Interazione Vegetazione-Atmosfera nel Corso di Laurea magistrale in Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio dell’Università di Padova. Per partecipare al webinar è sufficiente registrarsi al seguente link: https://bit.ly/Web2311

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A margine della mostra “Dante illustrato nei secoli”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Modena martedì 23 novembre, martedì 30 novembre, giovedì 16 dicembre tre incontri a margine della mostra “Dante illustrato nei secoli. Testimonianze figurate nelle raccolte della Biblioteca Estense Universitaria” visitabile a ingresso gratuito fino al prossimo 8 gennaio presso la Biblioteca Estense Universitaria di Modena (vedi allegato). Le conversazioni, che si terranno nella Sala Conferenze della Biblioteca, recentemente rinnovata, sono a cura di studiosi che approfondiranno lo straordinario impatto della Commedia fino ai nostri giorni. Dalle illustrazioni negli incunaboli danteschi alla figura di Gerione, fino ai manoscritti della Commedia di Dante alla Biblioteca Estense di Modena, incontri con grandi esperti per celebrare, a 700 anni dalla morte, l’eredità letteraria e visionaria del Sommo Poeta.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “Ferite nell’anima e corpi prigionieri”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Parma martedì 23 novembre dalle 17, nell’Aula dei Filosofi dell’Ateneo di Parma (Palazzo centrale, Via Università 12), si terrà il secondo incontro del ciclo di seminari Contemporary Authors in Bioethics, organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (University Center for Bioethics – UCB) e dedicato alla presentazione (in dialogo con gli autori) di libri sulle principali questioni del dibattito bioetico/biogiuridico contemporaneo. L’evento vedrà la presentazione del libro Ferite nell’anima e corpi prigionieri. Suicidio e aiuto al suicidio nella prospettiva di un diritto liberale e solidale di Stefano Canestrari, docente di Diritto penale all’Università di Bologna, in dialogo con Paolo Veronesi, docente di Diritto costituzionale all’Università di Ferrara e Ludovica De Panfilis, ricercatrice sanitaria e responsabile dell’Unità di Bioetica dell’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia. Ad introdurre l’incontro sarà Antonio D’Aloia, Direttore del Centro Universitario di Bioetica. L’appuntamento rappresenta l’occasione per riflettere, secondo una prospettiva interdisciplinare, sul tema del suicidio assistito, a seguito del caso di Dj Fabo, delle pronunce della Corte costituzionale intervenute sul tema, (nn. 207/2018, 242/2019), e alla luce della richiesta di referendum per la parziale abrogazione dell’art. 579 c.p. (omicidio del consenziente). L’incontro si terrà in presenza, nel rispetto delle normative anti-Covid. Per accedere è necessario essere in possesso di green pass (si consiglia la prenotazione del posto.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Pilotta, Dante negli splendidi disegni di Scaramuzza

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Parma fino al 13 febbraio 2022, nell’ambito del progetto “Dante e la Divina Commedia in Emilia Romagna”, un percorso espositivo diffuso che valorizza il patrimonio dantesco di 14 biblioteche e archivi storici in cui l’autore della Commedia, dopo l’esilio, trovò la sua seconda patria. Il titolo del progetto – Un splendor mi squarciò ’l velo – tratto dal trentaduesimo Canto del Purgatorio ha ricevuto il prestigioso patrocinio del comitato per le celebrazioni Dantesche. È l’apporto della Nuova Pilotta voluto dal direttore Simone Verde ed è tra quelli di maggiore qualità e che di fatto chiude in grande stile i festeggiamenti in onore del sommo poeta in questo 2021.A prefigurarne il contenuto della mostra sono le due citazioni del sottotitolo, ovvero “il codice 3285” e il nome di Scaramuzza. Il codice citato è uno dei maggiori tesori della Biblioteca Palatina, capolavoro già appartenente ai Danti del Cento, è riconosciuto come una delle più antiche trascrizioni della Commedia dantesca (risale ai primi del ’300), dotato di uno straordinario apparato decorativo. Il volume è stato recentemente oggetto di una campagna di restauro e della completa digitalizzazione finanziato dal Lions Club di Parma. Intorno, e accanto, Giuseppa Zanichelli ha ideato un percorso che svela al pubblico l’importantissimo patrimonio di opere dantesche, manoscritte e a stampa, posseduto dalla Biblioteca Palatina. Tesori bibliografici (e artistici) acquisiti nei secoli dai Farnese, dai Borbone e, infine, da Maria Luigia d’Austria per arricchire la loro Biblioteca.La seconda citazione proposta nel sottotitolo menziona “Scaramuzza”. È riferita all’artista parmense Francesco Scaramuzza, che eseguì i dipinti murali con tecnica ad encausto a freddo tra il 1841 e il 1857, al fine di impreziosire con la sua opera la Sala Dante della Biblioteca Palatina, che conserva la magnifica raccolta di manoscritti, incunaboli ed edizioni rare dantesche, passione e vanto della ducea di Maria Luigia d’Asburgo. Questo prestigioso incarico diede spunto al pittore per una ulteriore impresa: illustrare l’intera Divina Commedia e già nell’anno del centenario, il 1865, a Firenze vennero esposte le sue tavole riguardanti l’Inferno.Nel 1876 Scaramuzza termina l’avvenutura titanica di illustrare l’intera Commedia, in tutto 243 cartoni a penna, che sono l’oggetto dell’esposizione a lui riservata alle Scuderie Ducali. Lo studio di queste affascinanti opere ha consentito a Simone Verde di rileggere, in catalogo, l’opera di Scaramuzza alla luce della riscoperta (o scoperta) della Commedia dantesca che, dopo secoli di sostanziale oblio, ebbe inizio nel secondo Settecento e nell’Ottocento, dapprima in Inghilterra per contagiare in successione la Francia e la Germania e influenzare infine anche l’Italia e lo stesso Scaramuzza.Un splendor mi squarciò ’l velo offre, quindi, al visitatore la prima organica esposizione di codici danteschi che di norma sono aperti alla sola ammirazione degli studiosi e la scoperta dell’intero corpus – straordinario – di disegni danteschi dello Scaramuzza. Il tutto nel contesto delle restaurate Scuderie Ducali, nuovo spazio espositivo della Pilotta. Magnifiche e monumentali, le Scuderie sono collocate al piano terra dell’ala nord del Palazzo. “Rappresentano – afferma il Direttore Verde – un contesto di altissimo pregio architettonico e spaziale, datato alla fine del Cinquecento, che si estende per una superficie complessiva di circa 1.500 mq ed è contraddistinto da una distribuzione volumetrica a manica posta parallelamente al cortile del Guazzatoio. Altezze e maestosità dei solai voltati sono le caratteristiche di grande rilevanza che definiscono il luogo; inoltre, all’interno sono ancora perfettamente conservate sul perimetro le 90 mangiatoie antiche per i cavalli in pregevole materiale.Una occasione davvero da non perdere, ulteriore anteprima della Nuova, e sempre più grande, Pilotta. Orari: Dal martedì alla domenica dalle 10:30 alle 18:30 (chiusura della biglietteria alle ore 17.45) Lunedì chiusura settimanale Accesso alla mostra da via Bodoni; Biglietto intero: 10 € Biglietto ridotto gruppi: 8 € Ridotto dai 18 ai 25 anni € 2,00; Gratuito per i minori di 18 anni, Biglietto solo mostra con accesso alle Scuderie, (con validità estesa per 3 mesi, con possibilità di soli 2 ingressi): 8 € Biglietto integrato Complesso monumentale della Pilotta e mostra con validità 1 solo giorno: 15 € Biglietto integrato ridotto gruppi € 13,00 (massimo 25 persone con guida abilitata esterna).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lo slalom in pista a Obereggen

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Mercoledì 15 dicembre 2021, la 38esima edizione della Coppa Europa sulla neve della Val d’Ega (BZ)A 38 anni dalla prima volta, la neve della Val d’Ega (BZ) torna a lanciare il proprio richiamo verso i massimi livelli dello sport invernale, trasformando nuovamente Obereggen nell’olimpo dello sci. Mercoledì 15 dicembre 2021, il comprensorio replica infatti l’ormai mitologico appuntamento con la Coppa Europa di Slalom, in un evento che dal 1983 attira sulle piste del cuore del Patrimonio dell’Umanità UNESCO un numero di campioni che non conosce eguali in manifestazioni dello stesso genere. Sarà ancora una volta l’impegnativo tracciato della Pista Maierl a mettere alla prova i migliori specialisti della disciplina a livello internazionale con una pendenza fino al 55 per cento, un dislivello di 433 metri e una lunghezza 1,6 chilometri. Tappa più antica della Coppa Europa, quello con Obereggen è diventato un momento clou per i protagonisti della Coppa del Mondo, che hanno imparato a considerare la discesa lungo la pista Maierl – all’ennesima presenza in calendario – una sfida di grande prestigio. Il luogo della gara può essere raggiunto, anche senza sci ai piedi, con l’impianto Laner, dotato di seggiole a sei posti e cabine da otto posti con partenza direttamente dalla stazione a monte della cabinovia Obereggen-Ochsenweide. Per una giornata da veri campioni dell’ecosostenibilità, l’invito è inoltre quello di spostarsi in maniera ecologica, utilizzando l’efficiente linea skibus che collega i paesi dell’area più soleggiata delle Dolomiti con i centri sciistici Obereggen e Val d’Ega.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dentro la vita di Luciana Boccardi

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

La signorina Crovato è diventata grande. Adesso lavora stabilmente per la Biennale organizzando le principali manifestazioni culturali a Venezia. Grazie a incontri speciali con personaggi del teatro e della musica, Luciana impara a coltivare la sua spinta vitale e ad affinare il suo carattere, bilanciandoli sempre con un atteggiamento di sana umiltà e un’incessante voglia di migliorarsi. Intanto, nella sua vita privata, la morte dell’amatissimo padre porta con sé inevitabili conseguenze e Luciana, in cerca di sicurezze, decide di accettare un insolito patto d’amore e d’amicizia. In seguito a questi avvenimenti, è costretta a lasciare la Biennale ma, grazie alla sua tenacia e a un pizzico di fortuna, trova subito lavoro a Parigi. Più avanti, avrà l’occasione di firmare i primi pezzi per il giornale della sua città occupandosi di moda, un incarico che la porterà a girare il mondo e a conoscere i personaggi più in vista dell’epoca, aprendole le porte di una realtà sconosciuta ed eccitante. Cambia l’universo nel quale si muove Luciana, ma la sua vita prenderà una direzione ancora diversa quando una notizia del tutto inaspettata la porterà a fare scelte impegnative, di responsabilità e di coraggio. Fazi editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I docenti dell’università di Parma tra i più citati al mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Parma I docenti dell’Università di Parma Daniele Del Rio, Giuseppe Mingione e Marco Ventura si confermano tra i ricercatori più citati al mondo. I tre studiosi figurano infatti anche quest’anno nella classifica “Highly Cited Researchers 2021” stilata dal Web of Science Group – Clarivate Analytics. Il ranking identifica gli scienziati che hanno prodotto le pubblicazioni più citate nel proprio settore nell’anno di riferimento, esercitando un’influenza significativa nel campo della ricerca, e si basa sull’analisi eseguita dagli esperti di bibliometria dell’Istituto di informazione scientifica del Web of Science Group. Per un ricercatore, l’appartenenza a questa lista Highly Cited Researchers è da tempo ritenuto uno dei maggiori riconoscimenti internazionali: un riconoscimento che rappresenta anche un parametro importante nei ranking mondiali di qualità delle università. Giuseppe Mingione, docente di Analisi matematica al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche, è in classifica per l’ottava volta, cosa riuscita solo a una decina di altri scienziati italiani, tra tutte le discipline. Compare nella categoria Mathematics, che quest’anno include 74 presenze in tutto il mondo. L’Impatto della ricerca di Mingione appare anche da una rilevazione recentemente effettuata sulla banca dati Scopus da un gruppo di statistici di Stanford, secondo la quale Mingione compare, unico italiano, tra i primi 25 ricercatori al mondo per Indice H nel settore di General Mathematics (Matematica Teorica). Mingione ha vinto il Premio Caccioppoli 2010, la Stampacchia Medal 2006 e un ERC grant nel 2007. Daniele Del Rio, docente di Nutrizione umana al Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco e Presidente della Scuola di Studi Superiori in Alimenti e Nutrizione, è in classifica per la quinta volta (2014, 2015, 2019, 2020, 2021). Figura nella categoria Cross-Field, che riunisce i ricercatori che pubblicano in maniera trasversale in più settori scientifici. La ricerca del prof Del Rio si incentra in particolare sulla comprensione degli effetti degli alimenti di origine vegetale e dei loro componenti molecolari, soprattutto non-nutrienti, sulla salute dell’uomo. Da anni il suo gruppo è riconosciuto a livello internazionale. Ne fanno parte Pedro Mena e Letizia Bresciani, e vi sono “cresciuti” ricercatori che sono poi approdati in altri Atenei, come Daniela Martini (ora a Milano), Donato Angelino (ora a Teramo) e Margherita Dall’Asta (ora all’Università Cattolica del Sacro Cuore), cui va aggiunto Furio Brighenti, che ha fondato il gruppo e lo ha indirizzato verso il successo internazionale. Marco Ventura, docente di Microbiologia al Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, è invece in classifica per il secondo anno consecutivo. Anche lui figura nella categoria Cross-Field. ll prof. Ventura nella sua attività di ricerca si occupa in particolare dello studio del microbiota e della sua interazione con l’uomo e gli animali, nonché della biologia dei microrganismi probiotici con particolare attenzione all’ambito dei bifidobatteri e al loro ruolo nell’ecosistema intestinale. Coordina il laboratorio di Probiogenomica ed è direttore del Centro Interdipartimentale “Microbiome Research Hub” dell’Ateneo di Parma (al quale afferisce anche Daniele Del Rio, come vicedirettore). Il gruppo di ricerca coordinato da Marco Ventura vede coinvolti anche diversi giovani ricercatori dell’Ateneo, quali Francesca Turroni e Christian Milani, vincitori di diversi premi e riconoscimenti internazionali nel campo della microbiologia. Quest’anno gli studiosi di affiliazione italiana inclusi nella lista sono stati 98, tra atenei, enti di ricerca e istituzioni. Per l’Emilia-Romagna, le uniche altre Università presenti sono quella di Bologna (7 ricercatori) e di Modena e Reggio.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Internet: il miglior video virale d’Europa è italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Un’impresa senza precedenti quella appena compiuta da Visit Italy, che batte in finale la BBC e si aggiudica la vittoria nella categoria “Best Viral Video” ai Lovie Awards 2021 di Londra, la più importante competizione d’Europa nel mondo di Internet (il nome è proprio un omaggio ad Ada Lovelace, la prima programmatrice della storia).Ogni anno i leaders della comunicazione globale si sfidano a colpi di marketing in questa prestigiosa competizione. A contendersi la statuetta nelle diverse categorie, aziende come: Adidas, Nike, CNN, The Guardian, VICE, Al Jazeera, BuzzFeed o VOGUE Spain.Poche ore fa la International Academy of Digital Arts & Sciences, l’organizzazione fondata per guidare il progresso di internet, ha annunciato in diretta streaming i vincitori dell’11ª edizione. Visit Italy, il canale di promozione dell’Italia nel mondo, con una vittoria storica si aggiudica il premio “People’s Lovie” come miglior video virale d’Europa, beffando in finale il colosso inglese BBC.Più di 55.000 votanti online hanno eletto la campagna pubbblicitaria di Visit Italy intitolata “Italia: bellezza da condividere”, lo spot virale migliore del continente. Uno spot dove vengono raccontate egregiamente le emozioni che può trasmettere una visita in Italia, attraverso i più bei contenuti condivisi dagli stessi viaggiatori su Instagram.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Codici: occhio alla Margherita, non è tutto Dop quello reclamizzato

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Un plauso ai Carabinieri, un avviso ai consumatori. Li rivolge l’associazione Codici, in riferimento all’operazione “Margherita Due” che ha visto i Carabinieri per la Tutela Agroalimentare protagonisti di una serie di controlli su tutto il territorio nazionale nei confronti di note pizzerie. Il blitz ha prodotto sanzioni per 12mila euro e la denuncia dei titolari di 13 attività per frode in commercio. “Parliamo afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici di rinomate pizzerie, che attirano i consumatori grazie al proprio nome ed a quello dei loro pizzaioli, proponendo menù di qualità, a base di prodotti Dop. Peccato che nella realtà i prodotti utilizzati non erano iscritti al circuito tutelato. Nel corso dei controlli sono state accertate irregolarità sulla rintracciabilità ed uno dei titolari sanzionati è stato denunciato anche per aver utilizzato alimenti scaduti. Da qui nasce il nostro avviso ai consumatori: fate attenzione. Non basta il nome a fare grande una pizzeria. Prima di metterci seduti al tavolo, cerchiamo di capire se l’offerta contenuta nel menù è veramente di qualità o se i prodotti Dop reclamizzati sono solo fumo negli occhi. Non è facile, lo sappiamo, ma è sempre bene controllare e, in caso di dubbi, segnalare. Perché non si tratta di una semplice pizza, ma di alimentazione e di salute, da tutelare con la massima attenzione, come fatto dai Carabinieri con questa preziosa operazione”. (n.r. Quanto ha citato Codici è purtroppo una tendenza diffusa e non riguarda solo le pizzerie. Per porvi riparo occorrerebbe potenziare la vigilanza, servendosi, ad esempio di poliziotti in pensione, e fare in modo che i loro clienti lo sappiano con la chiusura del locale e la comunicazione pubblica delle malefatte dei loro gestori.)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Dove vivi e dove vorresti vivere”: il sondaggio di Immobiliare.it

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Nella scelta del luogo in cui vivere concorrono diversi fattori e molto spesso bisogna scendere a compromessi fra le proprie possibilità economiche e i bisogni personali e familiari. Eppure, secondo l’ultimo sondaggio di Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, nel nostro Paese la metà degli abitanti è soddisfatto del luogo in cui vive. A guardare bene però le risposte del panel di 3.000 persone, si nota come un quinto di chi abita nei grandi centri metropolitani andrebbe volentieri a vivere subito in un piccolo paesino ma non il contrario: dai piccoli centri, infatti, soltanto il 12% farebbe a cambio con chi vive in città. Grandi centri urbani (oltre 250.000 abitanti): abitanti soddisfatti ma per un terzo di loro bisognerebbe intervenire subito sul costo delle case ancor prima che sull’inquinamento In una scala da 1 a 5 che misura il livello di gradimento del luogo in cui si vive, nelle grandi città il 52% ha votato fra 4 e 5. La cosa più apprezzata in questo caso sono le pressoché infinite opportunità di scelta di servizi essenziali (per il 39% dei rispondenti), l’offerta culturale (28%) e quella di ristoranti e locali di svago (13%). A piacere meno c’è invece al primo posto il traffico (per il 34% degli intervistati), seguito dallo smog (29%). Ma alla domanda su cosa cambierebbero gli abitanti delle grandi città se potessero, il problema dell’inquinamento diventa secondario rispetto al ben più sentito desiderio del calmieramento dei prezzi degli immobili, prioritario per un terzo dei rispondenti. Il 51% di chi vive in città di medie dimensioni (50.000 – 250.000 abitanti) è felice della sua scelta Se più di un abitante su due di una città di medie dimensioni dichiara che, potendo scegliere senza condizionamenti, vivrebbe comunque in un contesto simile, uno su tre risponde invece che preferirebbe vivere più a contatto con la natura scegliendo quindi un centro più piccolo. Rispetto alla metropoli, la fonte di soddisfazione principale è l’equilibrio tra la disponibilità di servizi e la vivibilità della città (31%). Il traffico è il principale motivo di non gradimento dei centri medi, ma anche in questo caso quando si chiede cosa si cambierebbe, avendone la possibilità, la risposta vira su un altro settore: il 30% dei partecipanti al sondaggio ha infatti dichiarato che amplierebbe la disponibilità di luoghi ricreativi, culturali e sociali. Al secondo posto degli interventi più desiderati si trova il miglioramento della qualità dell’aria (29%) e al terzo l’ampliamento della rete dei trasporti pubblici per contenere il traffico (22,4%). Dalle città più piccole (10.000 – 50.000 abitanti) il 39% si trasferirebbe in un paesino. Nonostante il 47% di chi vive in una città che conta fino a 50.000 abitanti è soddisfatto della sua scelta e non la cambierebbe, c’è un 39% che invece vorrebbe trasferirsi in un centro ancora più piccolo. Soltanto il 14% invece sogna la metropoli. I motivi di maggiore insoddisfazione in questo caso sono legati alla limitata presenza di luoghi ricreativi, culturali e sociali – per il 23% dei cittadini – e all’altrettanto limitata disponibilità di trasporti e servizi (22%). Tra le cose più apprezzate invece spiccano l’assenza di traffico e di inquinamento acustico (30%) e l’ampia disponibilità di spazi verdi (28%). Nei comuni con meno di 10.000 abitanti la soddisfazione è legata al contatto con la natura anche se ai più pesa l’uso obbligatorio dell’auto per raggiungere qualsiasi destinazione. Chi ha scelto la vita tranquilla dei paesini più piccoli è mediamente soddisfatto: infatti il 43%, pur avendone la possibilità, non si sposterebbe altrove. A giustificare questo alto livello di gradimento è principalmente il contatto ravvicinato con la natura, indicato dal 27% dei rispondenti di questa categoria. Un quarto di loro, poi, dichiara di apprezzare di più l’assenza di traffico. Ma, analizzando le risposte, anche in assenza di lunghe code, l’auto resta una nota dolente: il 29% di chi abita in un paesino, infatti, lamenta la necessità di doverla utilizzare per raggiungere qualsiasi destinazione.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È disponibile in Italia Euspiran spray nasale di Zentiva

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

E’ un nuovo dispositivo medico a base di Resveratrolo e Carbossimetilbetaglucano (CMG), brevettato, indicato per ridurre e prevenire i tipici sintomi influenzali, quali ostruzione nasale, starnuti, tosse, febbre e rinorrea, e adatto a favorire la fluidificazione e la rimozione della secrezione nasale, facilitando la respirazione.Recenti studi in vitro hanno dimostrato che Resveratrolo più CMG mostrano una spiccata capacità di limitare la replicazione del ben noto coronavirus SARS-CoV-2, responsabile della pandemia Covid-19.Il prodotto contiene due ingredienti in soluzione salina tamponata: il Resveratrolo (0,05%), polifenolo estratto dall’uva con proprietà antiinfiammatorie e antivirali, e il Carbossilmetilbetaglucano (0,01%), un polisaccaride noto per le sue proprietà mucoadesive che, inglobando il Resveratrolo, lo rende da subito più stabile, solubile e disponibile, potenziandone le attività biologiche.Il Resveratrolo ha la capacità di inibire la replicazione dei virus quali rinovirus, virus dell’influenza e virus respiratorio sinciziale, e di ridurre drasticamente la sintesi di molecole pro-infiammatorie indotte dall’infezione, principali responsabili dei sintomi associati alle infezioni virali delle alte vie respiratorie.”Da sempre Zentiva è attenta a rispondere alle esigenze di salute delle persone. Con il nuovo prodotto Euspiran rafforziamo questo impegno di Zentiva, offrendo un prodotto innovativo adatto a tutta la famiglia per affrontare l’inverno e prevenire disturbi respiratori, soprattutto nel periodo così delicato come quello che stiamo vivendo, di evidente emergenza pandemica” – afferma Cinzia Falasco Volpin, General Manager Zentiva Italia – “Il lancio di Euspiran spray nasale conferma il nostro impegno nell’offrire soluzioni innovative e utili a promuovere sempre più la prevenzione”. Euspiran, dispositivo medico adatto per adulti e bambini, prevede 1-2 spruzzi per narice 3-4 volte al giorno.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piantumazione degli alberi

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

“Noi come Fareambiente ci siamo battuti per anni per l’inserimento nelle scuole dell’educazione ambientale, che è ‘cura della casa comune’, come dice Papa Francesco. Ci siamo riusciti con la legge del 2019. L’ambiente è lo stare bene ed è stile di vita. Purtroppo la legge Rutelli 113 del ‘92, sulla piantumazione di un albero ogni neonato o bambino adottato, nei comuni di nascita, non trova applicazione. È una vergogna che una legge così importante sia lettera morta e trovi un’insensibilità da parte dei ministeri competenti”. Lo afferma Vincenzo Pepe, presidente dell’associazione ambientalista FareAmbiente, in occasione della conferenza stampa “Cambiamento del clima e messa a dimora degli alberi. Una proposta di modifica della legge del 1992. Manifesto di protesta di FareAmbiente” alla sala stampa della Camera dei Deputati. “In prossimità della festa dell’albero, che cade il 21 novembre, siamo a sottolineare l’importanza di una coscienza ecologica strettamente collegata con l’economia e la società. Un processo olistico che deve toccare tutti gli aspetti della vita a partire dall’educazione dei giovani, affinché nel costruire la società del domani possano agire consapevolmente. Ecco perché – spiega Simona Vietina deputata di Coraggio Italia – ho ritenuto doveroso presentare due interrogazioni, affinché si focalizzi il problema e si rendano concrete due leggi già esistenti: la L.113 del 92 leggermente modificata dalla L.10 del 2013 che richiede di mettere a dimora un albero per ogni nato, ancora non applicata e l’altra la ‘92 del 2019 che introduce l’educazione civica”. Dello stesso avviso Maria Teresa Baldini, deputata di Coraggio Italia: “Una giornata importante quella del 21 novembre perché solo attraverso un gesto comune e concreto possiamo iniziare la vera rivoluzione green. L’albero e’ vita, e’ bellezza, e’ impegno ambientale e sociale per chi si impegna al rispetto del luogo dove vive. Coraggio italia condivide il fare ambiente che significa dare voce a progetti ambientali sostenibili che partono dai vari territori nel rispetto della loro identità e specificità”. “Se il G20 – conclude Pepe – ha stabilito di piantare 1000 miliardi di alberi entro il 2030, perché non iniziamo mettendo in pratica la cosiddetta Legge Rutelli? Possiamo utilizzare il Pnrr anche per destinare fondi ai comuni per la piantumazione degli alberi e prevedere sanzioni per le amministrazioni inadempienti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Clima e tutela delle aree costiere del Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

L’impatto dei cambiamenti climatici in Italia potrebbe essere più severo del previsto e richiede già da ora un piano per tutelare le aree a rischio, concentrate nel Mezzogiorno e lungo le coste – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Se a livello politico la Cop26 si è chiusa con pochi progressi, la discussione innescata dal vertice ha portato nuova luce sul futuro che ci attende e sui principali cambiamenti in vista per il nostro Paese. Ne è un esempio il rapporto commissionato dal governo all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Secondo gli studiosi dell’ateneo veneziano, sono diversi i possibili scenari per il nostro Paese, ma in ogni caso a subire i maggiori danni sarebbe il Sud. Le regioni più vulnerabili sono in particolare Sicilia, Sardegna e Calabria – continua Tiso. Tra gli effetti più preoccupanti dell’aumento delle temperature ci sono la siccità e l’innalzamento dei livelli dei mari. Quest’ultimo fenomeno potrebbe innescare flussi di migrazione interna e mettere a rischio città come Venezia.Non sappiamo con esattezza quale scenario si realizzerà, ma conosciamo già quali sono i settori e le aree più a rischio. È quindi possibile agire sin da ora per prepararci al meglio a convivere con il clima che verrà. L’agricoltura del Mezzogiorno, per esempio, deve essere messa nelle condizioni di affrontare la scarsità di piogge anche grazie a investimenti per migliorare le infrastrutture idriche. Oltre alle misure specifiche, è poi necessario accelerare la transizione verso un sistema produttivo sostenibile, a partire dall’agricoltura e dalle fonti di energia. A poco servirebbe infatti intraprendere una corsa per riparare i danni dei cambiamenti climatici senza agire sulle loro cause.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: docenti e Ata sarà dura tornare al Sud per le feste di Natale

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Mentre la politica continua a mantenere in vita l’articolo della Legge 159/19, non andando oltre alla riduzione da 5 a 3 anni del vincolo sui trasferimenti per i neo immessi in ruolo grazie al Decreto Legge n. 73/2021, un alto numero di lavoratori della scuola, tra insegnanti, amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici, ma anche dipendenti su altri ruoli, deve fare i conti con la lontananza da casa. Una condizione che diventa intollerabile in presenza di una pandemia importante e pericolosa come quella che stiamo vivendo e assurda nei tanti casi in cui i posti per collocare i neo assunti sono disponibili e vanno a supplenza. La stampa specializzata descrive bene la situazione di “docenti e gli ATA fuori sede che provengono dalle regioni meridionali. In particolar modo pensiamo agli insegnanti costretti a lavorare fuori sede a causa dei vincoli della mobilità”. Per loro “quest’anno, a quanto pare, la situazione voli resta alquanto complicata. Le tratte principali tipiche del rientro di fine anno, da Roma, Milano e Torino verso la Sicilia, ad esempio, hanno raggiunto già prezzi esorbitanti”.Anche La Repubblica si è soffermata sul problema, scoprendo che “prenotare un volo Milano- Palermo senza scali con partenza il 23 dicembre e ritorno il 7 gennaio” ha un costo di “373,99 a persona. Per spendere meno di 200 euro, l’alternativa è prevedere scali a Tolosa o a Budapest”. Quest’anno i costi sono saliti alle stelle. Soprattutto per chi ha deciso di prenotare i biglietti solo ora. “L’anno scorso, in realtà, la stessa tratta prenotata a fine novembre, costava 39,99 nel pieno delle misure restrittive a causa della pandemia e con le tratte sociali per i residenti appena lanciate”. Il problema è generale: “da Milano a Catania, nelle stesse date senza scali, il costo è di 338,08 euro a testa”. Addirittura la tratta Torino- Catania, attualmente con date dal 23 dicembre al 7 gennaio, costa 449,09 euro”. Come spiegato i giorni scorsi dalla rivista Orizzonte Scuola, “i famosi vincoli di permanenza sulla stessa sede dei docenti” da superare sono due: “abbiamo i docenti della scuola Secondaria di I e II grado assunti dalle graduatorie di merito del concorso straordinario 2018, per i quali si applica l’articolo 13 comma 3 del D.lgs 59/2017, come modificato dalla Legge n. 145/2018”; come abbiamo da risolvere “il vincolo degli insegnanti immessi in ruolo nell’anno scolastico 2020/21, qualunque sia la procedura utilizzata per il loro reclutamento e a prescindere dall’ordine o grado di istruzione di assunzione”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il prelibato tartufo, che prima si fa cacciare e poi degustare

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Esalta in tavola e diverte tra i boschi, è il re indiscusso dell’autunno il pregiato tartufo, protagonista di esperienze di gusto ma anche di emozionanti attività nella natura. Nomen Omen dicevano gli antichi: “il destino è nel nome”, mai così vero come al ristorante Il Tartufo di Borgotufi, albergo diffuso di Castel del Giudice (IS) in Molise, dove il fungo ipogeo è l’ingrediente di diversi piatti dello chef Marco Pasquarelli come La “Tartare di Manzo autunnale” (Nocciola, rape, senape e tartufo) o il “Tortello di pecora, zafferano, caciocavallo e tartufo”. Tra le bellissime terre dell’Appennino molisano-abruzzese, ci si può dedicare alle visite guidate per conoscere da vicino il re dei boschi e partecipare a deliziose degustazioni con Le Tartufaie di Ateleta (AQ) – fornitrici ufficiali del ristorante – e visitare il Museo del Tartufo a San Pietro Avellana (IS) con sezioni multimediali e multisensoriali. (Tel. 0865946820, http://www.borgotufi.it). In Umbria, al Relais Borgo Campello a Campello sul Clitunno (PG), l’inverno è il momento ideale per degustare il tartufo nero pregiato Umbro che si raccoglie proprio tra dicembre e gennaio. Il piccolo gioiello sospeso nel tempo, da scoprire in un percorso lento tra natura, storia e arte, organizza un’esclusiva caccia al tartufo con il cavatore e il suo fidato cane. Il profumato tesoro trovato tra i boschi sarà poi l’ingrediente della prelibata cena preparata dalla chef del relais. Tra l’altro, il processo di cerca del tartufo è candidato per il 2021 a Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO. (Tel. 3204549321, https://www.borgocampello.com/it/). In Emilia Romagna, anche il territorio modenese, sul suo Appennino, vede crescere buonissimi tartufi neri. Lo sa bene lo Chef Paolo Balboni del ristorante EXÉ di Fiorano Modenese (MO) che rielabora la tradizione italiana esaltandone le caratteristiche con una buona dose di fantasia applicata a ingredienti di primissima scelta, tra cui appunto gli ottimi funghi ipogei. Per i gourmet l’esperienza ad Exè è ghiotta, perché prima si impara a fare e stendere la pasta all’uovo con la sfoglina, come nella migliore tradizione emiliana, poi lo chef insegna a cucinare qualche piatto al tartufo, che si mangia poi tutti insieme a fine lezione, in una cena conviviale e gustosa. (Tel. 327 3034870, http://www.exerestaurant.com). Infine nei boschi della Valtaro, in provincia di Parma, nel periodo tra novembre e marzo, “Una giornata da tartufaio” è l’indimenticabile escursione alla ricerca del diamante del sottosuolo. Accompagnati da una Guida Ambientale Escursionistica, con l’ausilio del cane da cerca, e grazie alla collaborazione dello chef Mario Marini dell’agriturismo “Il Cielo di Strela”, i partecipanti imparano a individuare, raccogliere e perfino pulire e cucinare il tartufo nero. L’escursione, della durata di circa 3 ore, costa 200 euro (minimo 2 – massimo 6 persone); il pranzo a base di tartufo ha un costo di 40 euro a persona, tutto incluso. http://www.turismovaltaro.it. (fonte: News Ella Studio)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Ai precari negati scatti stipendiali, mensilità estive e carriera

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Per il sindacato il danno prodotto contro i supplenti storici è evidente. E ha un costo, che ora viene quantificato: bastano pochi clic. Perché non vengono immessi in ruolo e lasciati in uno stato professionale che li danneggia. Come i supplenti al 31 agosto, ai quali sono negate le ferie non godute e gli scatti di anzianità; quelli con contratti fino al 30 giugno per il mancato pagamento delle mensilità estive e i precari che stipulano contratti di breve durata o su organico Covid senza nemmeno la retribuzione professionale docenti. Per far valere questi diritti, negati da un’amministrazione sorda, occorre rivolgersi al tribunale: al giudice si chiede anche lo specifico risarcimento per chi ha svolto più di tre anni di servizio. Come pure il riconoscimento totale della ricostruzione di carriera, da realizzare dopo l’immissione in ruolo e l’anno di prova, visto che si riconoscono per intero solo i primi quattro anni di precariato. E che dire dei neo-assunti il cui stipendio rimane fermo fino al nono anno di servizio?Per capire quanti soldi recuperare, Anief propone un Calcolatore ad hoc, proprio per andare a scoprire qual è il credito che spetterebbe per gli anni svolti durante il precariato ma pagati solo in parte: può essere utilizzato sia da chi è ancora supplente, sia di chi è entrato di ruolo. I precari hanno una posizione lavorativa poco stabile ma sono “una risorsa importante perché garantisce allo Stato in più di 150mila unità di personale”, ha ricordato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, nel corso di un’intervista rilasciata a Verona Economia, in occasione del 30esimo anniversario del Salone dell’Orientamento Job&Orienta. I supplenti, ha detto il sindacalista, “sono penalizzati perché continuano ad avere uno stipendio iniziale nonostante, magari, anni e anni di precariato, non riescono ad avere lo stesso trattamento del personale di ruolo”. E “sono penalizzati anche nel salario accessorio. Addirittura devono pagarsi i corsi di formazione”. Eppure, ha aggiunto Pacifico, “svolgono un importante servizio, sono una risorsa preziosa per lo Stato”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federico Greco. Star Wars: La poetica di George Lucas

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Le avventure di un ragazzaccio con ambizioni eroiche. Collana i Delfini, pp. 672, 17 euro.Per la prima volta un’analisi a tutto tondo dell’universo di Star Wars, tra rigorosa riflessione sulla scrittura cinematografica e affascinante viaggio nel profondo del nostro inconscio. Federico Greco coniuga storie e suggestioni, genesi e influenze del più formidabile prodotto audiovisivo (e non solo) di tutti i tempi: la saga di Guerre stellari, dalla prima, mitica, trilogia, fino alle uscite più recenti. Dall’antropologia alla storia, dalla psicanalisi alla filosofia, le vicende e le storie che hanno portato alla creazione di una grande mitologia contemporanea. Un libro utile per tutti gli appassionati di cinema, filosofia, cultura pop e fantascienza. Un tentativo ambizioso, ma riuscito, di ricollegare i punti, in un gioco di specchi che consente per la prima volta una visione completa, esaustiva e al tempo stesso accessibile e leggera della genesi ideale e della realizzazione del capolavoro di George Lucas.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mario Biondi: Rosa d’oriente

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Collana Oceani, pp. 400, 18 euro. Dal traduttore dell’Ulisse di Joyce e vincitore del premio Campiello 1985 con Gli occhi di una donna. Sullo sfondo delle vicende storiche dell’antichità romana, accanto alle vicende di personaggi leggendari come Cesare, Antonio, Ottaviano e Cleopatra, si dipana la storia di Rosa e del suo amore conteso. Mentre infuria la battaglia di Zela (47 a.C.), Wu Ruz, aspirante sacerdotessa del quasi estinto popolo degli Hatti è in pellegrinaggio verso il sacrario di Hattusa. Catturata, diventa schiava di un romano, commerciante e uomo politico in Asia Minore, legato a Marco Antonio. Nella sua casa vivrà quasi come una figlia. Il suo nome a poco o poco si trasforma da Ruz in Rosa. La giovane sa tutto delle piante medicinali e si fa una solida fama di guaritrice, tanto che Antonio la vuole con sé a Tarsus e poi la porta ad Alessandria nella reggia di Cleopatra. Entrambi gli amanti si giovano dei suoi servigi e le si affezionano. A poca distanza dalle ragazze viaggiava anche un gruppo di aspiranti sacerdoti degli Hatti, catturati da Cesare e deportati a Roma, diventando una specie di sua piccola legione di schiavi e poi liberti, a lui affezionatissima. Tra Rosa e uno dei ragazzi esisteva un legame sacro che doveva portarli al matrimonio, ma quale di loro?

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »