Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 27 novembre 2021

Premio nazionale di divulgazione scientifica

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Roma Giovedì 16 dicembre 2021 ore 15,00-17,00 Aula Convegni del CNR. Nona edizione per il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica – Giancarlo Dosi, la manifestazione orientata a divulgare la cultura scientifica attraverso un concorso rivolto alle migliori produzioni editoriali sull’argomento che ogni anno vede la candidatura di centinaia di autori, tra ricercatori, docenti, giornalisti, studiosi e autori italiani o stranieri. Come di consueto, la cornice della manifestazione sarà l’Aula Convegni del CNR di Roma, a cui, per problematiche di sicurezza legate all’emergenza Covid, potranno avere accesso solo autori, relatori e stampa, mentre in diretta online, sul sito del Premio, sui canali social e sulla CNR Web Tv, sarà possibile per tutti partecipare in remoto all’iniziativa, in programma dalle ore 15 alle 17 di giovedì 16 dicembre. La particolarità di questa finalissima vedrà votare, proprio seguendo la cerimonia online, sia la giuria nazionale, per decretare i vincitori delle diverse aree e il vincitore assoluto, sia il pubblico, che sancirà il vincitore di un premio speciale.Novità di questa edizione è la sezione riservata ai membri di “HuB Divulgazione”, un progetto che nasce con l’obiettivo di costruire una rete di organizzazioni che si occupano di divulgazione e che sono accomunate dalla stessa finalità: sensibilizzare i pubblici verso un approccio critico all’informazione e suscitare curiosità e interesse verso gli argomenti scientifici. In tale ambito, le organizzazioni hanno partecipato al Premio candidando la loro scheda-progetto con il racconto di quanto realizzato durante lo scorso anno e gli obiettivi futuri.Confermata invece la sezione “Libri” con le 5 aree dedicate (Scienze matematiche, fisiche e naturali, Scienze della vita e della salute, Scienze dell’Ingegneria e dell’Architettura, Scienze dell’uomo, storiche e letterarie, Scienze giuridiche, economiche e sociali), a cui si aggiunge la sezione “Libri di Divulgazione per ragazzi”: quest’ultima vedrà l’assegnazione dei Premi senza la votazione da parte della giuria.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

LGIM nomina Kurt Morriesen Head of Investment Stewardship

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Kurt entrerà in LGIM a gennaio 2022 e avrà l’incarico di guidare il team pluripremiato* di global Investment Stewardship: lavorerà per conto dei nostri clienti impegnandosi ad alzare ulteriormente gli standard di mercato e le best practice, per responsabilizzare ancora di più le imprese circa i cambiamenti climatici, l’indipendenza dei consigli d’amministrazione e la diversity.Kurt arriva in LGIM dal Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), per il quale è Senior Adviser per la sezione Impact Investment ed SDG dal 2018. Kurt vanta oltre 15 anni di esperienza nell’impact investment e nelle strategie ESG, in organizzazioni e realtà internazionali come la Banca Mondiale, la Società finanziaria internazionale, i Principi per l’Investimento Responsabile delle Nazioni Unite, l’ONU, la GIZ e la Banca Interamericana di Sviluppo; inoltre ha lavorato anche per società private, specializzate in investimenti sostenibili in Africa, Asia Meridionale e America Latina. Infine, Kurt è l’autore della Impact Investing Market Map (UN-PRI), la prima fonte disponibile per gli investitori volta ad aiutare questi ultimi a identificare le opportunità di impact investing nel mercato dei titoli azionari quotati. Come una delle società di asset management più grandi al mondo, LGIM si impegna per portare un cambiamento positivo al fine di generare valore sostenibile nel lungo periodo, favorendo buone pratiche di governance in alcune delle più grandi tematiche che determinano il comportamento e l’azione delle imprese. Nel 2020, LGIM si è confrontata con oltre 600 realtà aziendali per discutere di tematiche che vanno dalla disparità salariale ai cambiamenti climatici, fino alla diversity in termini di genere, etnia; inoltre, nel primo semestre del 2021, LGIM ha espresso oltre 50mila voti attraverso la sua attività di stewardship, continuando a incoraggiare le società investite a comportarsi in modo responsabile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Sindacati, 13 dicembre nuovo sciopero generale servizi ambientali

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Nuovo sciopero generale lunedì 13 dicembre dei servizi ambientali per rivendicare il diritto al rinnovo del contratto. Un’astensione dal lavoro che sarà per l’intera giornata e per tutti i turni di lavoro, con la garanzia dei servizi minimi previsti, e che interesserà gli oltre 100 mil addetti del settore, tra pubblico e privato, per rivendicare il diritto al rinnovo di un contratto scaduto da oltre due anni. A darne notizia sono Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel, aggiungendo che: “Nonostante lo straordinario successo dello sciopero dello scorso 8 novembre, e dopo il nostro ennesimo tentativo di provare a chiudere il contratto, l’atteggiamento intransigente delle associazioni datoriali nega ancora una volta i legittimi diritti dei lavoratori e le loro aspettative di avere il rinnovo del contratto collettivo nazionale, scaduto da 29 mesi”.I sindacati puntano ancora una volta il dito contro le associazioni datoriali, Utilitalia per la parte pubblica, Confindustria Cisambiente e Fise/Assoambiente per quella privata, insieme alle tre centrali cooperative, Agci, Confcooperative e Legacoop, le quali, “nonostante la forte mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori, non hanno rimosso le pesanti condizioni poste al tavolo di trattativa. Evidentemente le imprese vogliono perseverare sul loro obiettivo di non far crescere industrialmente il settore e, attraverso la riduzione del costo del lavoro e la cancellazione della rappresentanza sindacale dei lavoratori e delle lavoratrici, destrutturare il settore verso la povertà”.Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel lamentano un atteggiamento “intransigente e irresponsabile da parte delle controparti che nasconde un solo obiettivo: quello di precarizzare il lavoro, di destrutturare il settore e con esso i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori che il contratto tutela. Non possiamo più tollerare questo ritardo: lo straordinario lavoro che migliaia di lavoratrici e lavoratori garantiscono ogni giorno attraverso un servizio pubblico indispensabile va riconosciuto e il rinnovo del contratto è la sola condizione per farlo. Lunedì 13 dicembre sarà una nuova straordinaria giornata di lotta: lavoratrici e lavoratori uniti nelle piazze per tutelare il loro futuro, il settore e le comunità nelle quali viviamo. Abbiamo un solo obiettivo, il rinnovo del contratto, e non faremo un passo indietro”, concludono.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il WAS Annual Report

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

E’ l’appuntamento annuale che traccia l’evoluzione del waste management e del riciclo, fornendo un quadro del mercato dei rifiuti urbani e degli speciali per comprendere le tendenze strategiche prevalenti. Nel corso dei lavori, che potranno essere seguiti anche in streaming, sarà presentato il rapporto “Rifiuti urbani e speciali, l’evoluzione del settore italiano del waste management”, a cura di Alessandro Marangoni, ceo di Althesys e a capo del think tank Waste Strategy.Principali evidenze del rapporto: Il settore rifiuti ha resistito bene alla crisi, reagendo con maggiori investimenti e operazioni straordinarie;il processo di cambiamento, sempre più veloce, vede l’innovazione tecnologica e la convergenza tra settori modificare la fisionomia del settore;le risorse dedicate al settore rifiuti dal PNRR sono circa 4-5 volte gli investimenti annui delle imprese e possono favorire lo sviluppo e l’innovazione.Partecipazione libera, accesso consentito solo agli utenti correttamente registrati, dotati di Green pass. Per accedere alla struttura è obbligatorio indossare la mascherina.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Labomar acquista il 51,2% di Labiotre

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Istrana (TV) Labomar SpA (Ticker: LBM), azienda nutraceutica italiana attiva a livello internazionale quotata sul mercato Euronext Growth Milan, rende noto di aver acquisito in data odierna il residuo 51,2% del capitale di Labiotre Srl, specializzata nella produzione di estratti vegetali con sede in Toscana, rilevandolo dalla società Biodue Spa.Questa è controllata da Aurora Dodici SpA, veicolo di investimento controllato indirettamente da Armònia SGR SpA, in nome e per conto del Fondo di Investimento Alternativo “Armònia Italy Fund”, e partecipato dalla holding Fidim Srl della famiglia Rovati.Labomar porta così dal 48,8% al 100% la propria partecipazione complessiva nella società.Il prezzo corrisposto a Biodue Spa è pari a 8,4 milioni di euro e non è soggetto ad aggiustamenti. Il prezzo tiene conto della possibile futura acquisizione degli stabilimenti produttivi di Labiotre, di circa 2.000 metri quadrati, attraverso l’esercizio dell’opzione di acquisto di cui al contratto di Rent to Buy di cui è parte Labiotre e che potrà essere esercitata entro gennaio 2023.Il pagamento è avvenuto utilizzando risorse proprie di Labomar SpA, senza ricorrere pertanto al sistema bancario. L’attuale acquisizione si congiunge a quella precedentemente realizzata nel mese di settembre, a valere sul 17,6% del capitale sociale di Labiotre Srl, con un esborso di 1,2 milioni di euro. Labiotre è una società fondata nel 2011 localizzata in Toscana in località Tavarnelle Val di Pesa, nel cuore del Chianti, nata dalla fusione di pluriennali esperienze di professionisti che operano nel settore dell’estrazione di erbe officinali e della formulazione di integratori alimentari.Labiotre produce estratti vegetali con tecniche innovative, titolati in principi attivi a documentata azione fisiologica. Realizza studi clinici esclusivi su specifici estratti o frazioni a discrezione e richiesta della clientela ed è in grado di lavorare sui principi attivi dell’estratto anche dal punto di vista tecnologico e su specifica richiesta del cliente, facendo ricorso alle più moderne tecniche farmaceutiche.Labiotre ha chiuso l’esercizio 2020 con un fatturato pari a 6,1 milioni di euro, un Ebitda pari a 1 milione di euro e un utile netto di 426 mila euro (valori da Bilancio redatto secondo principi OIC).L’operazione è stata realizzata sulla scorta dei risultati economico patrimoniali di Labiotre, espressi al 30 Giugno 2021, nonché sul forecast di dimensione atteso per l’intero esercizio. Labiotre entrerà nel perimetro di consolidamento del Gruppo Labomar a partire dall’1 dicembre 2021.Nell’operazione Labomar è stata assistita da BModel come Corporate Advisor, nelle persone del Founder dr. Claudio De Nadai e della Senior Partner dr.ssa Martina Torresan.Labomar è stata assistita dallo Studio Pavia e Ansaldo, con il Partner Mia Rinetti e l’Associate Francesco Savi, per gli aspetti legali dell’operazione e da Consimp – Consulenza d’Impresa, con il Senior Partner Michele Graziani, per gli aspetti contabili e fiscali.Lo Studio Legale Associato Gatti Pavesi Bianchi Ludovici, con il partner Gianpaolo Scandone, l’Associate Fabiola Capparelli e Lorenzo Arrigoni, ha assistito Biodue Spa ed i relativi azionisti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I microrganismi fotosintetici in agricoltura

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

A cura di Vincenzo Michele Sellitto. L’obiettivo di questo volume, dedicato al mondo delle alghe, è quello di approfondire l’uso dei microrganismi fotosintetici partendo dal suolo e dal suo microbioma.Oltre a descrivere le più importanti classi di metaboliti algali e i loro principali usi industriali, viene proposta un’ampia documentazione sulle possibili applicazioni delle microalghe e dei cianobatteri nel settore agricolo e nei diversi sistemi colturali, sia come biostimolanti sia come agenti di biocontrollo. Il volume si completa descrivendo le tecnologie di produzione delle colture algali e illustrando alcuni esempi pratici sul loro utilizzo per ripristinare la fertilità di suoli degradati e in agricol­tura protetta. Si è dato inoltre spazio anche alle macroalghe, già ampiamente utilizzate come fertilizzanti o biostimolanti naturali, per rendere l’opera ancora più completa e utile per chi la­vora nel settore agricolo.Il volume si chiude con un approfondimento sulla tassonomia algale, sempre in continua evoluzione, per meglio contestualizzare questi importanti microrganismi che popolano la biosfera.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La riforma della Pac è un’occasione persa

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

La sessione plenaria del Parlamento europeo ha adottato formalmente la riforma della Politica Agricola Comune (PAC) dell’UE, che indirizzerà le pratiche agricole nell’Unione fino al 2027. Secondo Greenpeace, l’UE ha perso l’occasione di varare una riforma della PAC all’altezza delle sfide ambientali e sociali che ci attendono.«Il testo approvato avvantaggia solo le aziende più grandi e più inquinanti, taglia fuori i piccoli agricoltori e non fa nulla per affrontare il terribile impatto dell’agricoltura industriale sull’ambiente e sulla salute delle persone», commenta Simona Savini, campagna agricoltura di Greenpeace Italia. «È tempo che l’UE affronti il tema dell’alimentazione e dell’agricoltura in modo organico, con una politica alimentare comune che garantisca alimenti sani e accessibili anche alle persone con meno disponibilità economiche, ricavi equi per gli agricoltori e la tutela dell’ambiente da cui tutti dipendiamo».L’accordo sulla PAC, raggiunto dopo le trattative tra la Commissione UE, il Parlamento europeo e i governi nazionali, è stato sostenuto da parlamentari europei di estrema destra, dai gruppi conservatori e liberali, nonché da una parte dei socialisti, guidati dalle delegazioni italiana e spagnola. Il gruppo dei Verdi, la maggior parte dei gruppi di sinistra e gli eurodeputati socialisti tedeschi hanno votato contro l’accordo. Gli Stati membri dell’UE dovrebbero ratificare la riforma della PAC durante la prossima riunione del Consiglio dei ministri dell’Energia, prevista per il 2 dicembre.Un’ampia fetta della società civile aveva già criticato l’accordo sulla PAC quando erano stati resi noti i dettagli finali, avvertendo che questa riforma avrebbe continuato a distribuire la maggior parte dei sussidi in base alle dimensioni delle aziende agricole – premiando quindi le aziende più grandi – e a finanziare ampiamente il sistema degli allevamenti intensivi, senza dedicare abbastanza attenzione alla protezione della natura, nonostante questo fosse uno dei principali obiettivi della “nuova” PAC.A giugno la Corte dei conti europea ha pubblicato un rapporto in cui rivela che il contributo alle emissioni di gas serra da parte dell’agricoltura europea non è affatto calato nell’ambito dell’attuale PAC, nonostante lo stanziamento di 100 miliardi di euro del suo bilancio per combattere il cambiamento climatico. La Corte dei conti aveva precedentemente criticato la proposta di riforma della PAC proprio per la scelta di continuare a erogare la maggior parte dei sussidi in base all’estensione della superficie coltivata, considerando questa scelta inadatta a una politica più rispettosa dell’ambiente e fondata sui risultati.«Il nostro governo ha tuttavia ancora l’opportunità di migliorare il futuro dell’agricoltura italiana con il Piano Nazionale Strategico della PAC, a partire da una graduale riduzione della produzione e del consumo di carne e latticini, che attualmente sono la principale causa degli impatti ambientali del nostro sistema agroalimentare», conclude Savini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rendere più efficiente la Banca Dati Nazionale Zootecnica

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

“Nonostante l’innovazione tecnologica e informatica, la Banca Dati Nazionale Zootecnica presenta tuttora molte lacune a cui il Ministero della Salute, seppur sollecitato, non sembra voler dare seguito prendendo in considerazione possibili soluzioni attuative. Permangono, dunque, diverse criticità paradossali per uno strumento elettronico che dovrebbe essere dotato di sistemi automatizzati in grado di escludere il verificarsi di casi diffusi di incongruenze”. Lo dichiara il deputato Alberto Manca, esponente M5S in commissione Agricoltura, a margine dell’interrogazione svolta in Aula a Montecitorio a cui ha risposto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.“Ad esempio, potrebbe essere certificata l’assegnazione ad una pecora di un allevamento anche cinquanta agnelli – aggiunge – o, altro esempio, non vi è un limite anagrafico per gli animali presenti su database: solo in Sardegna ci sono 106mila pecore con oltre 12 anni di vita. Non si comprende, dunque, perché demandare ai controlli quando si possono trovare soluzioni per il tramite della tecnologia. Il mancato collegamento con il sistema informativo comunitario Traces, peraltro, fa emergere ulteriori criticità: sono diverse centinaia di migliaia i capi esteri che sono stati evidentemente venduti sul mercato come prodotto nazionale”.“A tutela dei consumatori e della zootecnia di qualità italiana, ci auguriamo che il Ministero della Salute provveda quanto prima a porre rimedio a queste evidenti criticità” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“L’agricoltura italiana si colloca in posizioni di avanguardia in termini di sostenibilità ambientale”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Rappresentando appena il 7 per cento delle emissioni nazionali come emerge dai dati dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) contro il 44,7 dell’industria e il 24,5 dei trasporti. Per questo, auspichiamo che le politiche di contenimento delle emissioni di anidride carbonica vengano programmate e condivise con il settore agricolo e quello della pesca, in modo da evitare eventuali conseguenze negative che possano mettere a rischio la capacità produttiva e la sicurezza alimentare”. Lo dichiara il deputato Filippo Gallinella, presidente della commissione Agricoltura e relatore del parere approvato oggi all’unanimità al ‘Piano per la transizione ecologica’, frutto del lavoro collettivo del Comitato interministeriale della transizione ecologica (Cite) nell’ambito del Green Deal, il programma europeo per una nuova crescita sostenibile dell’Unione europea finalizzato a rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050.“In linea con gli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, pertanto – aggiunge Gallinella – è importante lavorare per raggiungere diversi traguardi: rinnovare il parco delle macchine agricole circolanti nonché il rinnovo della flotta peschereccia; promuovere lo sviluppo da fonti rinnovabili scongiurando il consumo di suolo agricolo; potenziare ulteriormente le linee di investimento dedicate allo sviluppo degli impianti di biogas e biometano; incentivare lo smaltimento delle coperture di amianto”.“Inoltre è necessaria una strategia multisettoriale per la gestione delle foreste come chiave principale per lo stoccaggio della CO2, incrementare la capacità di stoccaggio della risorsa idrica e investire per interventi di manutenzione dei canali irrigui nonché sfruttare le potenzialità delle nuove tecnologie innovative per migliorare il contenimento degli incendi” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura:Incentivare una gestione del rischio omogenea su tutto il territorio nazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

“Nonostante l’escalation di eventi estremi in Italia, il numero di aziende agricole assicurate appare in marginale flessione. Sebbene nel 2020 siano aumentate le risorse per la gestione del rischio, le variazioni operate dalle regioni sono prevalentemente in diminuzione, poi compensate dagli incrementi di spesa di due sole regioni: Emilia-Romagna e Sicilia. Per questo riteniamo importante che si intervenga per adottare ogni iniziativa utile a garantire una diffusione uniforme sul territorio nazionale degli strumenti di polizza assicurativa a copertura delle perdite di produzione causate da eventi atmosferici avversi nel settore agricolo, anche considerando l’importanza sempre maggiore di strategie di prevenzione dei rischi, sia climatici sia economico-finanziari, da cui larga parte dipende la crescita stessa del sistema Paese”. Lo dichiara il deputato Dedalo Pignatone (M5S), primo firmatario di un question time sulla gestione del rischio nel comparto primario che sarà discusso domani in commissione Agricoltura a Montecitorio. “Secondo il rapporto Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare del Ministero delle Politiche agricole – aggiunge -, il primato delle assicurazioni spetta alle regioni settentrionali dove si registra il 79,5% del totale nazionale dei valori assicurati, lo 0,6% in meno rispetto all’anno precedente. La graduatoria nazionale vede in testa il Veneto (20%), seguito da Emilia-Romagna (17,3%), Lombardia (15%), Trentino-Alto Adige (11,4%) e Piemonte (11%): le prime quattro regioni concentrano il 60% del mercato. Al Sud il primato resta alla Puglia (5%), seguita a distanza da Sicilia, Abruzzo e Campania, che insieme cumulano il 3,5%”.“Auspichiamo che il Mipaaf possa intervenire per invertire questa tendenza, facendo in modo tale che lo strumento assicurativo si diffonda in maniera uniforme sul territorio nazionale” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Best in Sicily 2021, tredicesima edizione

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Messina Si terrà il 13 dicembre, alle ore 17.00, al Teatro Vittorio Emanuele II. È l’edizione del ritorno, dopo la forzata pausa del 2020, causata dalle restrizioni anti-covid. Si riparte dalla città dello Stretto, per premiare l’enogastronomia d’eccellenza e non solo. “Una scelta simbolica -dice Fabrizio Carrera- ideatore del premio- ricominciare dalla città che rappresenta la porta della Sicilia per riaprirci al nuovo e alla rinascita”. L’evento, organizzato dal giornale online Cronache di Gusto, dal 2008 ad oggi ha visto sfilare tanti produttori di vino e di cibo, titolari di ristoranti, chef, pizzaioli, proprietari di alberghi, sindaci, tanti personaggi protagonisti della filiera agroalimentare e turistica. Vario il parterre delle categorie che riceveranno il riconoscimento: dal Miglior produttore di Vino al Migliore Ristorante, dal Migliore Comune per l’enogastronomia al Migliore Albergo. Inoltre, note e autorevoli personalità, i cui nomi saranno diffusi nei prossimi giorni, saliranno sul palco per arricchire e confermare l’importanza di un evento divenuto ormai un riferimento del settore in Sicilia. I nomi dei premiati, invece, saranno resi noti solo il 13 dicembre, nel corso della cerimonia.

Posted in Cronaca/News | Leave a Comment »

Finalmente l’agricoltura europea avrà una nuova Pac che sostiene il reddito degli agricoltori

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Riuarda il settore verso la transizione ecologica. Così Cia-Agricoltori Italiani commenta il via libera dal Parlamento Ue alla riforma della Politica agricola comune, oggi a Strasburgo, spiegando che ora bisogna lavorare senza sosta alla costruzione di un Piano Strategico Nazionale che tuteli la competitività del comparto, con aiuti e agevolazioni concrete alle imprese impegnate nell’obiettivo di un sistema produttivo più sostenibile. “Dopo oltre tre anni dalla presentazione della proposta, si è concluso il lungo iter legislativo e parlamentare e di questo siamo contenti -dichiara il presidente nazionale Dino Scanavino-. La riforma della Pac poteva essere scritta meglio, ma siamo a un buon punto di partenza. Ora l’Europa può essere più forte di fronte alle sfide post pandemia e l’agricoltura dei Paesi membri in grado di guardare con ottimismo al ruolo di protagonista della transizione. Dal primo gennaio 2023, gli agricoltori potranno infatti contare su nuove norme, più robuste e strutturate, per giungere a un sistema produttivo più equo e green”. L’Europa agricola guadagna, con la nuova Pac, maggiore rispetto della sfera ambientale e sociale, che dovrà però muoversi in costante equilibro con la garanzia del reddito per gli agricoltori. Nel dettaglio -precisa Cia- tra il primo e il secondo pilastro, almeno il 60% delle risorse saranno dedicate alla nuova architettura verde, con il 25% delle risorse del primo pilastro da destinare agli eco-schemi. Un punto chiave per dare impulso all’agricoltura del futuro.Sarà, inoltre, inglobata nella Pac anche la dimensione sociale, obbligatoria a partire dal 2025, ma da intendersi -ribadisce Cia- come un’ulteriore valorizzazione di una Pac rivolta anche alla collettività e ai lavoratori, senza ostacoli o aggravi burocratici. “La Pac deve rimanere, prima di tutto, la politica economica per gli agricoltori e, quindi, costante opportunità di sviluppo imprenditoriale, oltre che strumento utile a rigenerare e valorizzare le aree rurali. Per questo -aggiunge Scanavino- è importante il lavoro di definizione del Piano Strategico Nazionale, che deve consentire agli agricoltori italiani di essere all’altezza di tutti i cambiamenti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Personale dimenticato, solo 250 euro l’anno per la contrattazione integrativa

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

“Il personale della scuola non è tenuto in debita considerazione da chi governa il Paese”: lo denuncia Marcello Pacifico, intervistato da Italia Stampa. “Nonostante gli impegni presi dal Governo con il Patto per la scuola dello scorso mese di maggio – ha ricordato Pacifico -, non ci sono risorse purtroppo per gli aumenti contrattuali: questo si vede anche dai finanziamenti che vengono messi in contrattazione integrativa, appena 250 euro in media di aumento per tutto l’anno per il personale della scuola; a fronte di 1.250 euro, invece, per il personale amministrativo dell’Università. Chiediamo quindi al Governo – è l’appello del leader dell’Anief – di sanare questa disparità di trattamento. E poi di parlare di risorse vere, per fare anche la formazione del personale che deve essere svolta in orario di servizio”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola e impresa: Zanon, Malignani, Uccellis e Bearzi vincitori

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Assegni dalla Cciaa per un totale di 5 mila euro per i video racconti dei progetti per le competenze trasversali e l’orientamento realizzati dagli studenti nel difficile anno scolastico 2020-2021. Allo Zanon, al Malignani e all’Uccellis, nonché al Centro di Formazione Professionale Bearzi. A loro sono andati i “maxi-assegni”, per un totale di 5 mila euro, quali vincitori per la provincia di Udine del Premio Storie di Alternanza, che premia appunto i migliori video-racconti dei progetti per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO, ossia quella che in precedenza veniva definita “alternanza”), realizzati dai ragazzi e valutati da una commissione camerale. Per Pordenone, giovedì 25 saranno conferiti due premi agli studenti vincitori del Liceo Galvani.Il Premio Storie di Alternanza è promosso da Unioncamere e realizzato poi a livello locale dalle singole Camere di Commercio, ma i vincitori locali partecipano di diritto anche al premio nazionale messo in palio proprio dall’Unioncamere e così faranno anche i video dei ragazzi friulani.A consegnare gli assegni, per la Camera di Commercio, la consigliera camerale Lucia Cristina Piu. «Una giornata importante – ha commentato la Piu nel conferire i premi – che rimarca la volontà della Cciaa di mettere sempre in migliore comunicazione il mondo dell’economia e quello della formazione, strada imprescindibile per guardare al futuro, ancor di più con la consapevolezza che ci ha dato e ci sta dando questo periodo di pandemia. È sempre un orgoglio premiare studenti che hanno messo in campo idee e progetti per prepararsi al meglio al lavoro e all’impresa, anche e soprattutto in un momento complesso come quello che stanno vivendo da oltre un anno e mezzo».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“La porta sbagliata. Controstoria dell’economia dal fascismo ad oggi”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Milano. Giovedì 2 dicembre alle 18:30 al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano in via San Vittore 21 a Milano si terrà un importante incontro pubblico dedicato alle cause che frenano la ripartenza economica del nostro Paese: “La porta sbagliata. Controstoria dell’economia dal fascismo ad oggi”. Un dibattito pubblico per discutere della storia economica italiana da Mussolini in poi, a cavallo tra passato e presente in un momento cruciale per il nostro paese e l’Europa, tra Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e Next Generation EU. Un grande evento che vede a confronto l’appena rieletto sindaco di Milano Beppe Sala, il presidente di Confindustria Carlo Bonomi e l’editorialista e vicedirettore ad personam del Corriere della Sera Federico Fubini, per riflettere sugli effetti della storia recente sull’Italia di oggi, e per ragionare sulle strategie per un’efficace ripresa e accelerazione post-pandemia. Con loro è sul palco Mara Gergolet, caporedattore Esteri del Corriere della Sera a cui è affidata la moderazione, mentre a introdurre l’incontro è Danco Singer, amministratore di Frame e direttore del Festival della Comunicazione.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Carcinoma mammario triplo negativo

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

“Rappresenta circa il 15% dei tumori mammari, è la forma più aggressiva di tumore della mammella, e pur essendo ancora il sottotipo a prognosi più sfavorevole, l’armamentario terapeutico si è arricchito in modo importante negli ultimi anni. L’immunoterapia in combinazione con la chemioterapia nel setting di malattia metastatica ha dimostrato un miglioramento significativo della sopravvivenza nel sottogruppo di pazienti il cui tumore esprime il marker PD-L1 (circa il 40% dei casi). Più recentemente un ADC (antibody-drug conjugate/anticorpo-farmaco-coniugato) diretto contro TROP2 ha dimostrato un prolungamento della sopravvivenza anche in pazienti con malattia refrattaria alla chemioterapia. È importante ricordare che i tumori triplo-negativi spesso presentano anche dei deficit dei geni nel meccanismo di riparo del DNA che si identificano come alterazioni nei geni BRCA, e questo è un importante marcatore di possibile efficacia dei farmaci inibitori di PARP. Tutte queste strategie che ad oggi sono disponibili per i pazienti con malattia in fase avanzata hanno anche dato risultati importanti nei setting più precoci di malattia, dove l’intento è curativo”, ha spiegato Valentina Guarneri, Professore Ordinario Direttore Scuola di Specializzazione Oncologia Medica, Università di Padova e Direttore SC Oncologia Medica 2 IRCCS Istituto Oncologico Veneto. Triplo negativo deriva dal fatto che, a differenza degli altri tumori mammari, si caratterizza per l’assenza di recettori estrogenici e progestinici e per la mancata sovra espressione del recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano (HER2), rendendo quindi molto difficile il trattamento mirato della malattia con gli approcci standard. Infatti, secondo i dati, il carcinoma mammario triplo-negativo ha una sopravvivenza media dalla diagnosi nettamente inferiore rispetto alle altre forme. Questo è il motivo per cui la ricerca è molto impegnata per lo sviluppo di nuove strategie che migliorino le conoscenze delle caratteristiche del tumore e permettano di utilizzare terapie quali ad esempio l’immunoterapia, consentendo il più possibile una personalizzazione della cura. In questa area terapeutica è importante che la strategia di accesso alle nuove terapie e l’organizzazione rispondano ai nuovi bisogni della donna con tumore triplo negativo, coniugando efficienza e sostenibilità, creando una massa critica comune di competenze, sia cliniche sia produttive, che possano lavorare insieme come sistema anche utilizzando nuovi approcci cellulari e molecolari. Il contesto più appropriato si è dimostrato essere quello delle “Breast unit”, unità multidisciplinari specializzate nella cura del tumore mammario, in cui diagnosi, trattamento medico e chirurgico, riabilitazione, consentano una pianificazione ottimale delle opzioni terapeutiche disponibili, al fine di raggiungere i migliori risultati possibili”, ha dichiarato Manuela Roncella, Direttore U.O. Senologia A.O.U. Pisana

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Malattie cardiovascolari, ogni anno 1,7 mln di morti in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Le malattie cardiovascolari, oggi, sono la prima causa di morte in Europa, responsabili del 37,1% di tutti i decessi, ovvero circa 1,7 milioni di morti l’anno – numero notevolmente superiore al cancro che rappresenta la seconda causa di morte più diffusa (neoplasie maligne; 25,8%). Tale tendenza è confermata anche in Italia con oltre 220mila morti (dati ISTAT 2017). Tra le malattie cardiovascolari maggiormente rappresentative (insufficienza cardiaca, ictus, fibrillazione atriale) rientrano le Malattie Strutturali Cardiache, ovvero patologie cronico-degenerative caratterizzate dall’alterazione della struttura del cuore e di cui fanno parte anche le malattie valvolari (come la stenosi aortica e l’insufficienza mitralica che sono le più frequenti tra gli over 65). In Italia, le Malattie Strutturali del Cuore sono tra le patologie più diffuse nella popolazione anziana, colpendo ogni anno oltre 1 milione di persone, ovvero il 12,5% degli over 65 (pari a 1 su 10). Un numero destinato a salire a 2,5 milioni entro il 2040, considerando l’attuale tendenza demografica legata all’invecchiamento della popolazione che vede la fascia anziana italiana raggiungere la soglia del 27% nel 2030, fino a sfiorare il 33% nel 2040 (Dati ISTAT consultati il 10 novembre 2021).Le Malattie delle Valvole Cardiache rappresentano una minaccia sommersa: si stima infatti che il numero di persone che vivono in Europa con la malattia della valvola cardiaca raddoppierà entro il 2040 e triplicherà entro il 2060 a causa dell’invecchiamento della popolazione. Si tratta di patologie correlate all’età con una storia naturale che include un lungo periodo iniziale asintomatico; pertanto, le persone non sono consapevoli dell’insorgenza delle malattie se non sottoposte a controlli periodici (auscultazione con stetoscopio). All’insorgere dei sintomi, il rischio di morte è di circa il 50% a 2 anni e sale al 75% a 3 anni e la qualità di vita diminuisce dopo l’insorgenza dei sintomi con riduzione del funzionamento fisico, della salute generale, della vitalità, del funzionamento sociale e del benessere emotivo.Le cardiopatie valvolari sono trattabili grazie a cure e trattamenti salvavita e pertanto affrontare le lacune nell’individuazione, riconoscimento e diagnosi è diventato urgente. Da qui, i punti chiave proposti da Cuore Italia per il percorso migliore che è necessario garantire:Sensibilizzazione del paziente, che, reso consapevole dei sintomi, si presenta al medico di famiglia o suo medico curante di fiducia; Riconoscimento della patologia: il medico di medicina generale utilizza uno stetoscopio per verificare la presenza di un soffio al cuore; Diagnosi: al paziente viene prescritto un ecocardiogramma per confermare la diagnosi (idealmente in una clinica per le valvole cardiache/specialista); Trattamento: si decide se il paziente sia idoneo alla riparazione o sostituzione della valvola cardiaca attraverso un approccio chirurgico o trans catetere; oppure si attiva un attento monitoraggio della progressione della malattia. Nel caso in cui non fosse possibile effettuare l’intervento, le opzioni di trattamento, comprese le cure palliative per aiutare ad alleviare i sintomi, vengono discusse con il paziente e la famiglia. Follow up e monitoraggio: viene offerto un follow-up multidisciplinare al paziente per garantire il recupero e il ritorno alla normale funzione cardiaca.Un percorso ideale questo che per poter essere fattivo ha bisogno di essere implementato attraverso alcune iniziative.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Covid: Vaccino necessario ma non risolutivo

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

“Il vaccino è necessario e sostenere che non serva è come dire che non serve l’acqua nel deserto. Dobbiamo ringraziare la scienza che ce lo ha messo a disposizione e mi associo all’appello rivolto a tutti quegli italiani che possono farlo, di vaccinarsi. Il punto però è un altro e bisogna essere chiari: il vaccino non è sufficiente, non funziona allo stesso modo su tutti e non copre al 100 per cento. E’ necessario partire da questo dato di fatto per poter prevedere giusti interventi a riguardo, continuando a garantire il distanziamento e continuando ad usare tutti i dispositivi di sicurezza. Io ad esempio sono d’accordo ad usare la ffp2 sui mezzi di trasporto e nei luoghi più affollati. Inoltre, il campo in cui si doveva fare molto di più è quello delle cure domiciliari e tempestive. Proprio ieri la dott.ssa Gismondo ha denunciato come sia difficile parlare di questo argomento, ricordando che l’Italia ha sprecato ben 6 milioni di dosi di anticorpi monoclonali, regalati alla Bulgaria, perché inutilizzati e prossimi alla scadenza”:Così il senatore di Fratelli d’Italia Alberto Balboni, vicepresidente della Commissione Giustizia, intervenendo su Rainews 24.”Per quanto riguarda l’obbligo vaccinale che di fatto si sta applicando in Italia invece, noi di FdI crediamo che abbia un senso solo se prima lo Stato si prenderà chiaramente la responsabilità di riconoscere per legge il risarcimento per chi dovesse subire eventi avversi del vaccino, in quanto rappresenta l’unico modo per convincere gli indecisi e i timorosi” conclude il senatore Balboni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

Per il suo 35° compleanno, ALT – Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari – Onlus è online con un nuovo sito http://www.trombosi.org completamente rinnovato non solo nella sua veste grafica. Colori e immagini nuove ma anche una consultazione più immediata e fluida, con un layout pensato per offrire tutte le informazioni riguardanti le malattie da Trombosi, meglio conosciute come: Infarto, Ictus, Embolia polmonare, Trombosi nelle vene e nelle arterie, e il mondo di ALT Onlus. Il nuovo sito moderno, intuitivo e colorato pone l’utente al centro presentando i contenuti dell’Associazione in una veste fresca e dinamica. Una finestra virtuale sulla Trombosi che permette un’agile navigazione in continuità con il vecchio sito nelle macro-tematiche, così da far sentire a casa gli utenti più affezionati. Per il suo compleanno, ALT ha voluto eliminare i segni del tempo continuando a rappresentare i valori e la mission che da sempre la contraddistinguono: conoscere la Trombosi per evitarla. Il nuovo sito web spiega cosa è una Trombosi, come riconoscerla, se si è soggetti a rischio e a chi affidarsi per le cure. Immancabile lo spazio #STORIEDITROMBOSI, dedicato al racconto di chi ha avuto un incontro ravvicinato con la Trombosi in cui è possibile inviare ad ALT la propria storia. Tra le sezioni più amate dagli utenti, quella relativa a SALTO, il periodico con cui ALT racconta, con un linguaggio semplice e alla portata di tutti, le malattie cardiovascolari e come riconoscerle. Tramite la nuova piattaforma è possibile, inoltre, contribuire a finanziare con un click la ricerca scientifica interdisciplinare che studia i meccanismi della Trombosi, attraverso il sostegno ai Fondi nella pagina SOSTIENI ALT e alla richiesta dell’Agenda del Cuore 2022, una preziosa alleata che incoraggia a prendersi cura di sé: un utile regalo di Natale da scartare sotto l’albero.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lo screening gratuito per epatite C sarà avviato entro la fine dell’anno in quasi tutte le Regioni italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2021

A livello locale si stanno concludendo le fasi istruttorie pressoché ovunque e in tempi brevi ci si auspica si possa partire con lo screening sui nati tra il 1969 e il 1989, sui detenuti e sugli afferenti ai SerD. Questo è quanto emerso oggi nel corso dell’evento FASE II: cronoprogramma e modalità operative pro screening HCV. Web Conference conclusiva dei tavoli di confronto regionali 2021 Evidenze ed opportunità dall’ “arena” locale, nuove proposte procedurali e gestionali dove i rappresentanti regionali si sono confrontati e hanno fornito i dettagli sullo stato dell’arte delle attività a livello locale. La Web Conference organizzata da MAPCOM Consulting, promossa da AISF – Associazione Italiana per lo Studio del Fegato e da SIMIT – Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, con il patrocinio di EpaC onlus, e realizzata con il contributo non condizionato di AbbVie, ha annunciato la conclusione della serie di incontri regionali realizzati da maggio a novembre per ricordare l’importanza dello screening, incentivare e supportare le Regioni nell’attivazione e monitoraggio dei risultati sul territorio. Ad aprile il Governo ha varato il Decreto attuativo (ex-post Decreto “Milleproroghe”) che destina 71,5 milioni di euro all’avvio di una strutturata attività di screening a livello nazionale, fondamentale per l’eliminazione del virus dell’HCV; lo scorso 8 luglio il Decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il testimone è successivamente passato in mano alle Regioni che negli scorsi mesi si sono messe al lavoro per completare le fasi istruttorie, definire i piani operativi e avviare in tempi rapidi le attività di screening. La pandemia ha causato un’inevitabile battuta d’arresto, ma le Tavole rotonde istituzionali sono servite proprio a stimolare le istituzioni locali a recuperare il tempo perso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »