Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

Libro “Mio fratello ha sempre freddo”

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2021

Roma 2 dicembre alle ore 19:00 presso la Cappella Orsini Club Via di Grotta Pinta, 21, si terrà la presentazione del libro “Mio fratello ha sempre freddo” dell’autrice esordiente Maria Francesca Tiraterra. Modera la giornalista scrittrice Fausta Speranza. Il libro finalista al Concorso Letterario 2021 “Lettere al Sempione” è un viaggio nella relazione con il mondo della tossicodipendenza. L’autrice, nata e cresciuta a Roma, è formatore in ambito sanitario presso l’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma ed è prof. a.c. di Scienze Infermieristiche e Ostetriche all’Università degli studi di Roma Sapienza. È un mondo di chiaroscuri quello narrato da Maria Francesca Tiraterra, autrice esordiente del libro “Mio fratello ha sempre freddo” pubblicato da Robin Edizioni nel marzo del 2020, quando il tempo sospeso in cui la pandemia ci ha costretti iniziava a paralizzare le nostre vite.È il racconto – attraverso il dialogo a due voci, di un fratello e una sorella – del tempo sospeso dei “tossici”, spesso stigmatizzati senza possibilità di riscatto. Con grandissima ironia, grazie anche all’utilizzo del dialetto romanesco, offre un viaggio emozionale nel terreno impervio dell’incomunicabilità nelle famiglie, problematica trasversale di ogni ceto sociale.È una fotografia senza filtri che non chiude però la porta alla speranza, questa scattata dall’autrice nel libro finalista al Concorso Letterario 2021 “Lettere al Sempione”. Un libro diffuso nelle scuole superiori della cittadina pugliese di Molfetta, in quanto spunto di riflessione sulle dipendenze e devianze sociali, su iniziativa del sindaco Tommaso Minervini, per anni operatore sociale nelle carceri.“La Persona che cade nelle spire della dipendenza da sostanze tossiche vive un dramma esistenziale profondo che inevitabilmente coinvolge tutta la sua famiglia, la quale deve trovare la forza di imboccare con consapevolezza un cammino comune di rinnovata accoglienza. Il mio auspicio è che questo libro possa essere uno sprone alle istituzioni e alla società civile per il riconoscimento dei diritti degli ultimi e dei dimenticati” dichiara l’autrice Maria Francesca Tiraterra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: