Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 137

Archive for 15 dicembre 2021

Crisi energetica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

E’ a 3,8 miliardi di euro lo stanziamento del governo contro il nuovo aumento delle bollette di luce e gas che scatterà da gennaio 2022.In questo modo, gli aumenti che dal 1 gennaio erano previsti del 50% per il gas e del 25% per la luce, saranno contenuti al 35% per il gas e 15% per l’elettricità. Rincari comunque insostenibili per il sistema economico.Nel frattempo il mercato si comporta in modo irrazionale. Il gas in Europa viene estratto al costo di 5 euro per Megawattora (Mvh) ma, a fine filiera, costa 102 euro. Una speculazione che potrebbe subire dei freni se fosse aperta la fornitura russa Nord Stream, ma non è dietro l’angolo. Intanto le bollette rimarranno sostanzialmente le stesse, con una serie di oneri fiscali (il maggiore costo) che temporaneamente vengono ridimensionati ma di cui non se ne può fare a meno (fiscalità generale ed investimenti per energie rinnovabili). Ma mentre si lavora per le energie rinnovabili come panacea di questa situazione, sembra che non sia chiaro che prezzi alle stelle e mercato irrazionale potrebbero portare i consumatori allo stremo, con possibile disastro economico e sociale. E i 3,8 miliardi stanziati per evitarlo, potrebbero essere inutili.Motivo questo per tornare al fossile o incrementare il gas? Tecnicamente improbabile.Siamo quindi bloccati. Stiamo pagando il prezzo di essere marginali nelle politiche di produzione energetiche. E non c’è possibilità, politica e temporale, che il governo e il legislatore decidano per qualche altro modello energetico che ci dia possibilità di non soccombere. URL: http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cuori in trappola di Jennifer Hillier

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Collana Darkside Un avvincente thriller psicologico in cui protagonista è il fascino torbido delle doppie vite degli adolescenti di provincia. Candore e perversione, ossessione e gelosia: le atmosfere di Twin Peaks. Questa è la storia di tre amici: una è stata assassinata, una è finita in prigione e il terzo ha cercato di scoprire la verità nel corso degli anni. Con più di 100.000 copie vendute negli USA, Cuori in trappola è in corso di traduzione in 13 paesi e già ne sono stati venduti i diritti cinematografici.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Candidatura di Cecilia D’Elia alle elezioni suppletive di gennaio per il collegio Roma 1

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Roma “Accolgo con entusiasmo la notizia della decisione della direzione del Pd di Roma di candidare Cecilia D’Elia alle elezioni suppletive di gennaio per il collegio Roma 1. Una figura di grande competenza e spessore culturale e politico, da sempre in ascolto del territorio, impegnata in prima linea per i diritti delle donne e le battaglie femministe. Una candidatura che parla all’intera coalizione di centro-sinistra e non potrà che avere il mio pieno sostegno”. Così in una nota la capogruppo della Lista Civica Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio Marta Bonafoni.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19: ricercatori italiani scoprono la causa dei danni cellulari nella fase acuta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Un team italiano di scienziati ha identificato alcuni dei meccanismi con cui particolari cellule dell’infiammazione acuta vengono attivati e rilasciano molecole capaci di danneggiare cellule e tessuti molecolari ritenuti responsabili del danno cellulare durante l’infiammazione acuta da SarsCov2. Lo studio, condotto dai ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Andrea Cossarizza e Lara Gibellini, insieme a Rebecca Borella e Sara De Biasi, può aprire la strada ad approcci terapeutici innovativi indirizzati a modificare il metabolismo cellulare nelle fasi acute dell’infezione dal coronavirus. La pubblicazione è sull’European Journal of Immunology. Hanno partecipato anche i professori Cristina Mussini, Massimo Girardis, Daniela Quaglino e Federica Boraldi. I ricercatori hanno descritto in particolare alcuni dei meccanismi molecolari con cui particolari cellule dell’infiammazione acuta – i granulociti neutrofili – vengono attivati in modo massivo e rilasciano molecole capaci di danneggiare le cellule e i tessuti dei pazienti con la sindrome Covid-19.Lo studio, spiegano i ricercatori, ha dimostrato che i granulociti neutrofili circolanti nel sangue dei pazienti con Covid-19 rilasciano in modo massivo il contenuto dei loro granuli capaci di causare un forte stress ossidativo nelle cellule circostanti e di degradare l’elastina, una componente fondamentale della matrice extracellulare dei tessuti connettivi e in particolar modo dei polmoni. La degradazione della elastina e la sua sostituzione con materiale fibrotico causa un danno irreversibile con perdita della elasticità tessutale e della funzionalità respiratoria. Aver identificato questo meccanismo, rvidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non solo allarga lo spettro delle nostre conoscenze della patogenesi del Covid-19, ma potrebbe anche aprire la strada ad innovativi approcci terapeutici atti a modificare il metabolismo cellulare nelle fasi acute dell’infezione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dodicesima edizione del Premio Lattes Grinzane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Il Premio Lattes Grinzane, riconoscimento internazionale che chiama in gara autrici e autori dall’Italia e dal resto del mondo, si conferma progetto culturale e didattico di promozione alla lettura e di diffusione della letteratura contemporanea, in particolare tra i giovani, e indice la dodicesima edizione. Il bando per poter partecipare scade il 31 gennaio 2022 ed è scaricabile sul sito http://www.fondazionebottarilattes.it, con tutte le informazioni e le modalità di adesione.Organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e dedicato a Mario Lattes, il Premio Lattes Grinzane 2022 è rivolto a opere di narrativa italiana e internazionale pubblicate in Italia fra gennaio 2021 e gennaio 2022. Dopo la selezione di cinque romanzi finalisti da parte della Giura Tecnica entro aprile 2022, la scelta del vincitore è affidata al giudizio di 400 studenti delle Giurie Scolastiche, create in 25 scuole superiori, che a ottobre 2022 con i loro voti proclameranno il miglior libro tra i cinque in gara.Accanto al Premio Lattes Grinzane, è istituito il Premio Speciale Lattes Grinzane, assegnato dalla Giuria Tecnica a un’autrice o autore internazionale che nel corso del tempo si sia dimostrato meritevole di un condiviso apprezzamento critico e di pubblico.Il Premio Lattes Grinzane è storicamente sostenuto da Regione Piemonte, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Banca d’Alba.I libri che giungeranno in concorso per il Premio Lattes Grinzane saranno valutati dalla Giuria Tecnica, che sceglierà anche il vincitore del Premio Speciale Lattes Grinzane. Per il 2022 la Giuria Tecnica è composta da: presidente Gian Luigi Beccaria (linguista, critico letterario e saggista), Valter Boggione (docente), Vittorio Coletti (linguista e consigliere dell’Accademia della Crusca), Giulio Ferroni (critico letterario e studioso della letteratura italiana), Loredana Lipperini (scrittrice, giornalista, conduttrice radiofonica), Alessandro Mari (scrittore ed editor), Laura Pariani (scrittrice), Lara Ricci (giornalista culturale) e Bruno Ventavoli (giornalista, critico letterario). Le cinque opere finaliste sono scelte sulla base del loro valore letterario e della rappresentatività delle tendenze più vive e originali della narrativa contemporanea.La cinquina dei romanzi finalisti sarà annunciata mercoledì 13 aprile 2022 a mezzo stampa, sul sito e di canali social della Fondazione Bottari Lattes. Il nome del vincitore o della vincitrice del Premio Speciale Lattes Grinzane sarà reso noto entro il mese di settembre 2022.La parola passerà quindi ai giovani, che continuano a essere i veri protagonisti del Premio. Tra aprile e settembre 2022 i cinque romanzi finalisti saranno letti e discussi dai 400 studenti delle 25 Giurie Scolastiche, una all’estero e ventiquattro in Italia, che variano ogni anno, per dare la possibilità al maggior numero di ragazze e ragazzi di confrontarsi con la lettura di autori contemporanei e con l’espressione e l’affinamento del giudizio critico, utile a sapere meglio interpretare le tante complessità del mondo.Sabato 15 ottobre 2022 al Teatro sociale Busca di Alba (Cn) ragazze e ragazzi esprimeranno in diretta il loro voto per proclamare il vincitore nel corso della cerimonia di premiazione in cui saranno presenti i finalisti. Scrittrici e scrittori in gara terranno inoltre un incontro con gli studenti delle scuole del territorio cuneese.Lo stesso giorno il vincitore del Premio Speciale Lattes Grinzane terrà una lectio magistralis, aperta al pubblico, su un tema letterario a propria scelta e sarà insignito del riconoscimento.I due appuntamenti saranno inoltre trasmessi in diretta streaming sul sito e sui canali social della Fondazione Bottari Latte, permettendo così di raggiungere pubblici diversi e lontani e mettendo a disposizione di tutti importanti contenuti della grande narrativa contemporanea.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

211 borse di studio agli studenti del Lazio per un totale di € 25.115 di sussidi erogati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Anche per quest’anno la Mutua sanitaria Cesare Pozzo conferma il suo sostegno allo studio assegnando 211 borse di studio agli studenti del Lazio per un totale di € 25.115 di sussidi erogati.Un impegno, quello della Mutua, messo in atto a livello nazionale. Nel 2021 in tutta Italia sono stati premiati 1.966 studenti per un totale di 258.000 euro di sussidi assegnati.A ricevere il premio sono stati gli studenti più meritevoli delle scuole primarie, secondarie di primo grado, secondarie di secondo grado, delle università di primo livello, specialistiche, di università estere e di altri percorsi di studio.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: migliorare la funzionalità delle istituzioni scolastiche

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Assunzione per chi ha lavorato almeno 6 mesi durante la pandemia e conferma nei ruoli di tutti i docenti che hanno superato l’anno di prova, lo chiede Anief con emendamenti alla Manovra. La Scuola ha una percentuale doppia di dipendenti precari rispetto alla media degli altri comparti, che durante l’emergenza pandemica non solo non si è sottratto ai propri doveri ma ha anche acquisito esperienze e una professionalità che non può essere dispersa: per dire anche basta alla supplentite, dopo che i vecchi e nuovi concorsi non possono essere risolutivi, è ora il caso di immettere nei ruoli dello Stato tutti i supplenti della scuola che abbiano svolto anche non continuativamente un periodo minimo di servizio. L’esigenza, che diventa ancora più rilevante in tempo di pandemia, è stata presentato formalmente dal sindacato Anief attraverso alcuni emendamenti alla Legge di Bilancio 2022, in questi giorni all’esame della Commissione Bilancio di Palazzo Madama. Il sindacato chiede, “al fine di migliorare la funzionalità delle istituzioni scolastiche e consentire la valorizzazione della professionalità acquisita dal personale che ha prestato servizio anche durante il periodo di emergenza”, di assumere in ruolo tutti i lavoratori della scuola che abbiano “maturato al 30 giugno 2022 alle dipendenze alle dipendenze del sistema nazionale di istruzione almeno 18 mesi di servizio, anche non continuativi, di cui almeno 6 mesi nel periodo intercorrente tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022”. Questa procedura, fa notare, il sindacato autonomo, sarebbe analoga a quella adottata già in Italia “per il personale sanitario e risponde al reclamo collettivo accolto dal Comitato europeo dei diritti sociali n. 146/2017 e alla procedura d’infrazione 4231/2014 ancora attiva”, oltre che risolvere “la carenza di disponibilità per le immissioni in ruolo registrate negli ultimi anni, favorendo la continuità didattica”. Il sindacato chiede, inoltre, di confermare in ruolo tutto “il personale docente assunto a tempo indeterminato con riserva dal Ministero dell’Istruzione, in esecuzione di provvedimenti cautelari giurisdizionali”, nel caso di già avvenuto “superamento dell’anno di prova”. La disposizione, chiede ancora Anief con apposito emendamento, prevede anche la cancellazione “dei provvedimenti di licenziamento già notificati dall’amministrazione e previsto il reintegro nei ruoli. Tutto chiesto, spiega l’organizzazione guidata da Marcello Pacifico, “allo scopo di garantire la continuità didattica, anche nelle nuove modalità, in ragione della semplificazione delle nuove procedure concorsuali.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Classi al gelo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Non bastavano gli alunni ammassati in piccole classi, ora c’è pure il freddo a rendere difficili le lezioni in presenza: è di queste ore la protesta degli studenti, che ha allargato il fronte comune che ha portato ieri a manifestare nelle vie di Roma e davanti al ministero dell’Istruzione per la modifica della Legge di Bilancio e non solo; come se non bastasse, in numerose città d’Italia, tra cui Genova, Milano e Napoli gli studenti non hanno potuto svolgere le lezioni normalmente a causa della temperatura troppo bassa, che in alcune scuole è scesa sotto i dieci gradi. Una circostanza complicata dall’obbligo di tenere aperte le finestre, per prevenire i contagi da Covid19 in assenza di mezzi meccanici di areazione.“I fondi del Pnrr e della manovra di bilancio – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – dovevano servire al rilancio della scuola e all’elevazione della didattica, finalmente da attuare in ambienti più consoni e verso un minore numero di alunni. Invece, stiamo assistendo ad un depauperamento dell’offerta formativa, con organici del personale che continuano ad essere sottodimensionati, non confermati nemmeno in piena pandemia, e sedi che continuano a contenere migliaia di alunni con un solo dirigente scolastico a gestire l’impossibile carico di impegni e necessità organizzative”. Secondo il sindacalista autonomo, “il personale si continua a non valorizzare, non prevedendo alcuna forma di carriera, e negando quell’aumento di contratto utile ad avvicinarsi ai compensi Ocse. Servivano 4 miliardi per rinnovare il contratto e adeguare gli stipendi all’inflazione registrati negli ultimi cinque anni, invece sono arrivati 200 milioni e non per tutti. Come non c’è traccia delle indennità: di rischio biologico, di incarico, di sede.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro domestico e salario minimo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Nelle ultime settimane è tornato al centro del dibattito il tema del salario minimo, visto favorevolmente dal Parlamento Europeo. A livello europeo, in effetti, in molti Paesi è previsto un minimo salariale orario, mentre in altre realtà (tra cui l’Italia) la tutela dei lavoratori è garantita dai Contratti Collettivi. Secondo l’Associazione DOMINA, l’introduzione di un salario minimo renderebbe ancora più gravoso il peso dell’assistenza alle famiglie, rendendo di fatto ancora più appetibile il ricorso al lavoro nero. A partire da questa constatazione, l’Osservatorio DOMINA sul lavoro domestico analizzato l’impatto dell’assistenza familiare sul bilancio familiare di un pensionato o di una famiglia italiana tipo, confrontando lo scenario attuale e quello (ipotetico) con l’introduzione del salario minimo. Partendo dai dati delle dichiarazioni dei redditi, rileviamo che i contribuenti per i quali la pensione è la principale fonte di reddito sono 13,5 milioni. Si può quindi stimare il reddito netto per rilevare la capacità di spesa per l’assistenza. Oltre il 60% degli anziani ha un reddito complessivo al di sotto dei 20 mila euro annui, ovvero al di sotto di circa 14.600 euro annui spendibili (al netto delle tasse), e oltre un quarto è addirittura sotto i 10 mila euro annui. Secondo l’Osservatorio DOMINA, l’introduzione del salario minimo aumenterebbe i costi annui del +41,1% nei casi di utilizzo solo per 25 a settimana, fino ad un +91,5% nel caso di 54 ore settimanali con convivenza. Per stimare quanti anziani possono sostenere la spesa di una badante, l’Osservatorio DOMINA ha sommato alla spesa annua per consumi il costo di ogni lavoratore domestico e confrontato questa spesa con il reddito netto da pensione di quasi 14 milioni di pensionati. Ne risulta che il margine di risparmio dei pensionati da destinare ad un aiuto è molto ridotto. Attualmente a potersi permettere un’assistenza continuativa con il solo reddito da pensione è solo del 10% dei pensionati; mentre con il salario minimo questa percentuale si ridurrebbe al 2,2%, rendendo necessario l’intervento dei familiari (generalmente i figli) o l’utilizzo di risparmi. Secondo Lorenzo Gasparrini, Segretario Generale di DOMINA, le elaborazioni dell’Osservatorio DOMINA sul lavoro domestico evidenziano come il costo medio di un’assistente alla persona già oggi non sia sostenibile per la maggior parte dei pensionati italiani, che quindi devono essere sostenuti dai figli o attingere ai risparmi. L’introduzione del “salario minimo” anche per i lavoratori domestici renderebbe di fatto impossibile questa spesa per le famiglie italiane, alimentando inevitabilmente il lavoro nero. Considerando che già oggi il lavoro domestico registra il 57% di irregolarità, l’obiettivo dovrebbe essere quello di ridurre gli oneri per le famiglie, non certo aumentarli.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il futuro delle risorse idriche in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Un servizio di consiglio irriguo e fertirriguo, in grado di organizzare ed elaborare i flussi di dati (informazioni satellitari più quelle derivanti da sensori posizionati in campo) in mappe leggibili da macchine irrigatrici 4.0: è questa l’innovazione della ricerca POSITIVE (Protocolli Operativi Scalabili per l’Agricoltura di Precisione), presentata all’Università di Parma e che ha coinvolto numerosi partner ed atenei con capofila CIDEA- Centro Interdipartimentale per l’Energia e l’Ambiente.A conclusione delle attività, POSITIVE rende disponibili protocolli operativi, aperti per interconnettere i componenti, che abilitano l’irrigazione di precisione (oggi in Emilia Romagna), ottenendo il miglioramento delle colture con una riduzione dei consumi idrici ed energetici; inoltre, l’agricoltore potrà crearsi un archivio di esperienze d’irrigazione, associate alle proprie colture ed alle specifiche rese stagionali. Le informazioni, frutto della ricerca, avvalorano l’importanza di integrare i dati satellitari con quelli, che derivano dal bilancio idrico del sistema “intelligente” Irriframe voluto da ANBI.L’immagine dettagliata dello status della vegetazione consente di ottenere un più mirato consiglio per l’irrigazione, basato su sviluppo e stadio di maturazione: in questo scenario, se l’imprenditore agricolo “informato” dispone anche di adeguata tecnologia d’irrigazione “a rateo variabile” 4.0, otterrà in tempo reale l’indicazione della quantità d’acqua da distribuire in ognuna delle aree del suo campo, in funzione delle colture a dimora e dei relativi consumi idrici. “Il sistema POSITIVE – evidenzia Stefano Anconelli, Direttore Ricerca e Sviluppo Agronomico del Consorzio Canale Emiliano Romagnolo (C.E.R.) – consente di risparmiare fino a 200 metri cubi per ogni ettaro. Una simulazione realizzata basandoci sui dati più recenti, considerando solo i circa 110.000 ettari di superficie emiliano-romagnola, coltivata a mais e pomodoro, indica in circa 20 milioni di metri cubi, il risparmio idrico annuo.” “La siccità prolungata in numerose aree regionali durante l’anno – aggiunge il Presidente del Consorzio C.E.R., Nicola Dalmonte – stimola la ricerca tecnico-scientifica dei nostri laboratori in campo, consolidando collaborazioni fattive con università e portatori d’interesse. Immagazzinare acqua, grazie alla costruzione di invasi adeguati alle necessità ed impiegare moderne tecnologie irrigue, contribuirà ad incrementare le sicurezze della produzione agricola, di fronte alle ripercussioni dell’emergenza climatica.” Prosegue intanto anche lo studio, che ANBI e CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) stanno conducendo nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Agri4food; in particolare ci si sta concentrando , attraverso l’analisi della sperimentazione in un’area agricola della provincia di Oristano, sulla quantificazione dei benefici ecosistemici, apportati dall’irrigazione, al fine di determinarne il valore, secondo le Direttive Europee (obiettivo prize water). Oltre a ciò, l’impegno di esperti e ricercatori è indirizzato a definire lo sviluppo di linee di trattamento e di disinfezione innovative delle acque reflue (obiettivo grey water), l’individuazione di nuove tecniche di aridocoltura per aumentare l’efficienza d’uso dell’acqua (obiettivo green water), l’adattamento dell’irrigazione di precisione a risorse idriche limitate (obiettivo precision water), la gestione idrica e l’adattamento di fronte ai cambiamenti climatici (obiettivo future water). “Disponibilità e qualità dell’acqua sono diventati elementi fondamentali di competitività per le aziende agricole e di sicurezza alimentare per i consumatori in una logica ormai indispensabile di multifunzionalità d’uso” conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Europa sta entrando nel 2022 con ottime prospettive in termini di crescita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

La crescita economica quest’anno è stata particolarmente robusta in Europa e le previsioni stimano un aumento dei profitti aziendali di circa il 50% su base annua per il 2021. Grazie al forte incremento della domanda, molte aziende sono state finora in grado di scaricare sui prezzi gli aumenti delle materie prime e mantenere invariati i margini. Se le pressioni inflattive dovessero attenuarsi, come nelle previsioni della Bce, potremmo avere nuovamente tassi di crescita molto interessanti, nell’ordine del 8- 9%, nel 2022. Questo permetterebbe alla Banca Centrale di accompagnare il pieno recupero dell’economia con una politica monetaria ancora accomodante, a differenza della Fed che sembra ormai orientata ad una stretta sui tassi a partire dal secondo semestre del prossimo anno. L’Europa è inoltre ben posizionata per beneficiare della tendenza alla riorganizzazione delle catene di approvvigionamento, che molti paesi stanno riconfigurando a causa sia della pandemia che delle tensioni geopolitiche. In particolare, le società di macchinari e strumenti utilizzati nei processi di produttivi dovrebbero beneficiarne, così come le aziende di attrezzature per semiconduttori. Per non parlare della possibile ripresa dell’area asiatica, con la Cina in testa, che farebbe da traino all’industria automobilistica e dei beni di lusso. Anche i consumi interni potrebbero essere di supporto; a differenza di quanto visto negli Stati Uniti, dove lo stock di risparmio dei privati è tornato ai livelli pre-pandemia, nell’Area Euro la situazione è ben diversa. Seppur in discesa dai picchi del 2020, resta ampiamente superiore ai livelli precedenti ma dovrebbe normalizzarsi nel corso del 2022. C’è infine un ulteriore stimolo a supporto delle aziende Europee: il Multilateral Facility Framework (MFF) e il Next Generation EU fund metteranno a disposizione circa 1800 miliardi di euro da qui al 2027. Una buona parte di questa spesa sarà indirizzata a progetti destinati mitigare il cambiamento climatico. L’Europa ha molte aziende leader di mercato nelle tecnologie sostenibili che potrebbero beneficiare di una maggiore attenzione alle questioni climatiche in tutto il mondo. Se andiamo poi a guardare le valutazioni, il divario in termini di multipli fra i listini europei e quelli americani si è ulteriormente ampliato nel corso del 2021, quindi in termini relativi l’investimento in azioni europee potrebbe risultare interessante per gli investitori d’oltre oceano. A fronte di un quadro macro incoraggiante, ci sono ovviamente fattori di rischio che non possono essere sottovalutati. L’Europa ha visto un costante aumento delle infezioni dalla fine dell’estate e si sono resi necessari nuovi lockdown in alcuni paesi. Sebbene le conseguenze della nuova variante Omicron sembrino meno gravi del previsto, il Covid resta comunque un rischio che dovrà essere monitorato costantemente. Da ultimo, il fattore che oggi è maggiormente osservato dagli operatori è sicuramente il trend dell’inflazione. Se dovesse perdurare sugli attuali livelli più del previsto, metterebbe in discussione le politiche espansive della Bce, con gravi ripercussioni sui listini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ictus pazienti e riabilitazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

In Italia un terzo dei pazienti colpiti da ictus avrebbe la necessità di ricevere terapie riabilitative subito dopo il ricovero. Tuttavia solo il 18% dei malati riesce ad usufruire di questi servizi mentre oltre il 53% ritorna a casa dopo le dimissioni ospedaliere. Da qui la necessita di potenziare la fase di riabilitazione per migliorare l’assistenza ai malati e ridurre così l’impatto socio-sanitario di una patologia in forte crescita. E’ quanto emerge durante la prima giornata dell’ottavo Congresso Nazionale dell’ISA-AII Italian Stroke Association – Associazione Italiana Ictus. Trattamenti tradizionali, come la fisioterapia, o nuove tecniche, risultano sempre più fondamentali per assicurare un ritorno alla vita di tutti i giorni dopo la fase acuta della patologia. Ogni anno nel nostro Paese 45mila persone riescono a sopravvivere all’ictus ma con esiti gravemente invalidanti. E la disabilità, più o meno grave, può anche persiste per tutta la vita. I costi in termini socio-economici e sanitari sono perciò veramente importanti tanto per il singolo individuo ed i suoi familiari, che per l’intera società”. “In Italia esistono centri di assoluta eccellenza per il trattamento dell’ictus – prosegue il prof. Danilo Toni, Past President ISA-AII -. Uno degli obiettivi che dobbiamo porci ora è la prevenzione, soprattutto quella primaria. In Italia sarebbero 15mila pazienti in meno che necessitano di cure e di un’assistenza specifica. E’ un obiettivo raggiungibile nei prossimi anni attuando strategie ed interventi di salute pubblica. C’è dunque bisogno nel nostro Paese di un “Piano Nazionale per l’Ictus” che comprenda a 360 gradi la gestione della patologia cardio cerebro vascolare: dalla prevenzione primaria fino alla riabilitazione. E’ molto importante il ruolo della ricerca dal momento che negli ultimi anni ci sono stati dei progressi nella comprensione della fisiopatologia. Non sempre però le scoperte si sono tradotte in nuovi trattamenti a disposizione di pazienti e clinici. È perciò necessario l’impegno dell’Unione Europea e delle singole nazioni per favorire investimenti nella ricerca sull’ictus in modo proporzionato all’entità e alla prevalenza del problema sanitario. Infine se vogliamo raggiungere gli obiettivi del SAP-E bisogna aumentare la preparazione di tutto il personale medico-sanitario e non solo quella degli specialisti. Un ruolo importante è quello rivestito dai medici di medicina generale che possono favorire la prevenzione primaria e secondaria della malattia nonché assistere il paziente nella fase del post-acuto”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guerra di infanzia e di Spagna di Fabrizia Ramondino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Collana Le strade Con la prefazione di Nadia Terranova. Torna in libreria, con Guerra di infanzia e di Spagna, una delle autrici più importanti del Novecento italiano, amata da scrittrici come Elsa Morante, Anna Maria Ortese e Natalia Ginzburg. Fabrizia Ramondino è stata in grado di mescolare in maniera ipnotica storia, finzione e autobiografia, scavando nell’intimità e nei conflitti interiori delle sue protagoniste.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quels livres allez-vous offrir à Noël?​

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Noël approche à grands pas et vous êtes à court d’idées? Pas de panique, nous vous proposons des idées cadeaux pour toute la famille! Des ouvrages primés, des beaux livres, des romans policiers ou encore des livres de voyage : plaisir et dépaysement garantis. Le coffret exceptionnel David Bowie, réunissant les deux tomes d’une étude musicale approfondie, par Jérôme Soligny. L’édition illustrée de La panthère des neiges de Sylvain Tesson (prix Renaudot 2019), enrichie des photographies de Vincent Munier. Le catalogue de l’exposition exceptionnelle « Icônes de l’Art moderne » organisée par la Fondation Louis Vuitton à Paris, réunissant plus de 170 chefs-d’œuvre inestimables de la collection d’art moderne français et russe des frères moscovites Mikhaïl et Ivan Morozov. En 2019, Sylvain Tesson publie le récit d’une expérience hors du commun : répondant à l’invitation du photographe Vincent Munier, l’écrivain aventurier part sur les traces d’un animal aujourd’hui en sursis, la panthère des neiges. Le récit de son expédition a été couronné par le Prix Renaudot 2019 et fait l’objet d’un documentaire réalisé par Marie Amiguet et Vincent Munier. Dessine-moi Le Petit Prince: à l’occasion du 75e anniversaire de la publication française, plus de 30 auteurs de bande dessinée rendent hommage au personnage le plus célèbre de la littérature. Surnommé « l’homme qui répare les femmes », le gynécologue et chirurgien Denis Mukwege (Prix Nobel de la paix 2018) a consacré sa vie aux femmes victimes de sévices sexuels. La force des femmes est son récit. Franz-Olivier Giesbert dresse « un passionnant portrait psychologique, politique et même spirituel » (Jacques Julliard, Marianne) du général de Gaulle dans cette Histoire intime de la Vᵉ République. Marcel Gauchet revisite d’un œil neuf la singularité de notre histoire politique et reconstitue les étapes du clivage droite-gauche.

Posted in Recensioni/Reviews | Leave a Comment »

How prepared for Omicron are America and Europe?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Welcome to our weekly newsletter highlighting the best of The Economist’s coverage of the pandemic and its effects. This week our data journalists looked at how prepared America and Europe are for Omicron. They found that the availability of arms, not vaccines, will be the greatest constraint on booster campaigns. We examined why America’s response to the Omicron variant has been so weak. Politics and the courts have hampered President Biden’s efforts against covid-19.The early data on Omicron show surging cases but milder symptoms. The variant’s capacity for reinfection appears unprecedented. Meanwhile, in South Africa, Omicron is already dominant. It appears to have rapidly outcompeted Delta and set off another wave of infections.In a “By Invitation” article, Melissa Fleming and Jeremy Heimans, a UN official and a social entrepreneur, wrote about countering vaccine falsehoods. Traditional health messages don’t convince the vaccine-hesitant, they say, but there are digital techniques that can move the needle.In England, people marked “Freedom Day” on July 19th, when most covid restrictions in the country were lifted. However, for those who are clinically vulnerable, true freedom has yet to arrive. When will those who have spent 21 months isolating be able to mingle freely again? As office life approaches some sort of new normal, remote working is here to stay. In our Business section, we look at the various ways in which countries are trying to legislate to maintain some boundaries between work and home life. By Zanny Minton Beddoes Editor-In-Chief The Economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’omino rosso (Sandro Teti Editore) di Doina Ruşti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Torino sabato 18 dicembre ore 18 | Circolo dei lettori, sala biblioteca Uno spaccato della Romania di oggi tra realtà e virtuale con Roberto Merlo a cura di Accademia di Romania in Roma e Libreria Internazionale Luxemburg partner Dipartimento di Lingue e letterature straniere e culture moderne Università di Torino Laura Iosa è una quarantenne costretta a competere con una società che delle donne apprezza soprattutto aspetto, giovinezza e impudenza. Trattata con sufficienza dalle case editrici a cui chiede invano di pubblicare un suo dizionario e delusa dall’ambiente che la circonda, Laura decide di scrivere la sua storia su un blog, aperto ai commenti dei visitatori, imprimendo così una svolta radicale alla sua vita: sviluppa una relazione con due strani personaggi, un ragazzo solitario, mago dell’informatica e un sorprendente omino saggio che la condurrà in un paradiso virtuale e allucinante. Doina Ruşti è una delle scrittrici romene contemporanee più celebrate dalla critica e dai lettori per la forza epica e l’originalità della narrazione.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La cucina di famiglia (Einaudi) di Antonino Cannavacciuolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Torino venerdì 17 ore 18.30 Circolo dei lettori, sala grande 40 ricette spiegate come a casa con Elena Loewenthal Quella di Antonino Cannavacciuolo è una cucina che nasce dal cuore, fatta di ingredienti scelti con cura ed elaborati con passione, sempre attenta a mantenere un perfetto equilibrio fra tradizione e innovazione. Ora, per la prima volta, le preparazioni complete, i suggerimenti per rendere eccezionale ogni piatto e i segreti che hanno conquistato migliaia di appassionati sono raccolti da Antonino in un libro che è una sintesi della sua arte: dall’antipasto al dolce.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’ultimo lupo (Rizzoli) di Corrado Fortuna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Torino giovedì 16 dicembre ore 19 Circolo dei lettori, sala biblioteca Enigmi e passioni nelle montagne della Sicilia con Petunia Ollister. Tancredi Pisciotta ha quarant’anni, è nato a Palermo ma vive a Milano. Sente forte la mancanza di un figlio, che sembra non arrivare mai. E sente forte la Camurrìa, che invece sembra perseguitarlo. Ha bisogno di staccare e così si rifugia a Piano Battaglia, nelle Madonie. In quel pezzetto di terra sperduto tra le montagne siciliane, mezzo secolo prima, suo nonno Adelmo ha portato una casa mobile, che è diventata l’abitazione di famiglia. In quel luogo Tancredi spera di ritagliarsi qualche giorno di pace. Mai però avrebbe immaginato di essere catapultato tra le maglie di un mistero. Dopo una notte di luna piena infatti è lui a ritrovare il corpo di Amir, un pastore marocchino: è riverso a terra, con un grosso ramo vicino alla testa. Dalla sua bocca escono due parole debolissime: «Il lupo». Ma l’ultimo lupo delle Madonie è stato ammazzato tanto tempo prima. A Piano Battaglia la gente mormora; c’è anche Angela. È bionda, sulla ventina, di una bellezza selvatica, e non parla da quando era bambina. Dentro i suoi occhi si celano segreti più grandi di lei. Toccherà a Tancredi guadagnarsi la fiducia di questa strana ragazza, per riportare a galla verità nascoste in un remoto passato. In un romanzo caldo e amaro come la Sicilia, Corrado Fortuna si misura con le passioni indecifrabili dell’animo umano. Rivelazione dopo rivelazione, esplora i lati più inaspettati di personaggi sorprendenti, costretti a fare i conti con le proprie vite e con un enigma insondabile custodito dai boschi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Estetica dell’improvvisazione (il Mulino) di Alessandro Bertinetto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

Torino giovedì 16 dicembre ore 18 | Circolo dei lettori, sala musica Quella miscela di abitudine e creatività alla base dell’agire con Pietro Cavallotti, Gaetano Chiurazzi, Nicola Perullo e Federico Vercellone. L’improvvisazione è un tema in auge fin dal secolo scorso, come testimoniano i grandi nomi dei filosofi che se ne sono interessati, fra gli altri Derrida ed Eco. Felice miscela di abitudine e creatività, di norma e libertà, l’improvvisazione è costitutiva dell’agire. La consentono e spesso la richiedono in gradi variabili molte pratiche umane anche ben regolamentate, come il gioco degli scacchi, il pilotaggio di aeroplani o la medicina. Ed è anche la sorgente stessa dell’esperienza artistica. L’arte nasce come improvvisazione, eppure quest’ultima ha una sua dimensione estetica specifica: quella di una «grammatica della contingenza» in cui nozioni quali emergenza, presenza, curiosità e autenticità spiegano il piacere dell’avventura improvvisativa e il coinvolgimento empatico che essa può generare. Questo libro propone una teoria estetica generale dell’improvvisazione nell’arte, in tutte le arti, performative e non, in riferimento a molti casi concreti.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Rhomanife ritornano con il nuovo studio musicale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2021

I Rhomanife, dopo un periodo di stallo di quasi tre mesi, per la demolizione dello studio musicale, che è stato una casa di eventi, collaborazioni artistiche e registrazioni musicali per quasi 25 anni, ritornano sulla scena musicale realizzando un nuovo studio di registrazione. Subito al lavoro, i Rhomanife stanno organizzando il tour musicale che li vedrà impegnati in Italia ed all’estero, stanno realizzando un nuovo brano musicale con video annesso, dedicato alle sofferenze dei bambini e dei più deboli della società ed inoltre come fatto eccezionale stanno stampando la prima volta una maglietta, sempre che il Signore lo permetta per questo periodo di restrizioni. Per tanto i Rhomanife ringraziano tutta la gente, le redazioni, le organizzazioni, i club, i festival, i comitati e le associazioni che segue sui social la band e collabora per la diffusione del messaggio d’amore. Attualmente la band è composta da musicisti pugliesi della terra di Bari: Gianni Somma (voce e chitarra), Pino Di Taranto (basso), Filomena De Leo (voce), Antonella Lacasella (voce), Nicola Boccuzzi (chitarra), Cosimo Lagioia (tastiere) e Francesco Bartoli (batteria). I Rhomanife pertanto vi invitiamo ad iscrivervi a canali social Rhomanife band, mettere un like, commentare sotto il video e condividere quanto più, per diffondere il messaggio d’amore e di salvezza ai veri adoratori in spirito ed in verità. I Rhomanife sempre con amore per te.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »