Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Marco Damilano: Le trame, gli intrighi e le congiure nel voto per il Quirinale

Posted by fidest press agency su domenica, 16 gennaio 2022

Marco Damilano con un suo libro aggiunto all’Espresso e a La Repubblica ci offre uno spaccato della vita repubblicana italiana alle soglie del Quirinale. I fatti narrati, prima e dopo l’evento, sono senza dubbio degni di una curiosità legittima da parte degli italiani che non sempre, per questa salita sul colle dei cosiddetti “migliori”, mostrano un interesse particolare se non stimolati da curiosità e intrighi degni proprio di una trama da giallo e che avrebbero potuto scriverlo autori della classe di Arthur Conan Doyle, Edgar Wallace, Agatha Christi, tanto per citare alcuni più noti. Oggi la novità ce la offre in prima persona un personaggio per altri versi molto chiacchierato che oltre alle sue frequentazioni a palazzo Chigi ha anche quelle dei tribunali italiani e sino alla Cassazione dove ha avuto condanne, assoluzioni e prescrizioni di comodo con leggi ad personam. Ora si presenta in solitaria senza rivali all’appuntamento dei grandi elettori per il Quirinale. E’ il suo canto del cigno? Gli amici si affrettano a dire che fa sul serio e che ci tiene moltissimo a vedere la sua foto alle spalle degli inquirenti che lo hanno giudicato e rinviato a giudizio. Ma è questa la verità? Per altro non sarebbe un giallo se non si attendesse l’ultima pagina dove l’autore della trama è solito svelare il finale. Ma i lettori non rimangono a bocca asciutta in quanto non mancano coloro che sono pronti a darci le versioni più svariate tanto per tenere in caldo il grande evento dell’anno a dispetto del virus che impazza e provoca centinaia di migliaia di contagi e preoccupazioni a non finire per le famiglie e le imprese con l’aumento stellare delle tariffe energetiche e le ricadute sul costo della vita. Si vede che gli italiani non rinunciano a qualche svago tanto per alleggerire le ansie e i timori del futuro in specie per i loro figli. L’ultima che abbiamo sentito è che la candidatura del prediletto degli dei è “strumentale”. Vuole dimostrare di avere un grosso seguito e che ha i numeri per diventare il Presidente della Repubblica ma per poi cedere il “suo pachetto” all’amico Draghi. Ma potrebbe accadere anche l’imprevisto con un’elezione quasi plebiscitaria dove i “franchi tiratori” gli diventono alleati per far esplodere tutte le contraddizioni del sistema paese. Come si vede la partita è aperta ad ogni opzione e il giallista che sta dietro le quinte mostra d’avere tutti gli ingredienti per darci la consolazione di dimenticare per qualche ora i nostri affanni quotidiani. Ma ne vale la pena? Siamo tanto vanesi da trasformare l’elezione più importante in Italia in un “grotesque” all’italiana? (Riccardo Alfonso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: