Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 10 febbraio 2022

Primo trattamento di chemioelettroporazione eseguito al Santo Stefano

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

By Vania Vannucchi. Prato – Applicata per la prima volta al Santo Stefano di Prato la tecnica di chemioelettroporazione, una nuova metodica per il trattamento di un tumore in un paziente ultraottantenne.La procedura è stata eseguita dall’equipe di Radiologia interventistica diretta dal dottor Massimo Falchini, in collaborazione con la Chirurgia generale: dottor Stefano Cantafio e dottoressa Vita Maria Mirasolo e l’Oncologia: dottoresse Laura Biganzoli e Samantha Di Donato.Il caso è stato valutato dal GOM, il gruppo oncologico multidisciplinare. Al paziente, sottoposto a prelievo bioptico, è stato riscontrato un carcinoma epatocellulare di grado 2-3 (tumore primitivo del fegato). Considerata la presenza di altre comorbilità e la sede della lesione, l’équipe ha deciso di procedere con un trattamento locoregionale di chemioelettroporazione.La metodica apre nuove frontiere per i tumori non rimuovibili attraverso l’intervento chirurgico o che non possono essere trattati con chemioterapie sistemiche per le comorbilità dei pazienti. L’elettrochemioterapia si aggiunge come trattamento locoregionale nelle patologie tumorali e può essere applicata in diversi campi: tumori primitivi cutanei, metastasi cutanee e sottocutanee non trattabili chirurgicamente; metastasi cutanee da tumore mammario e tiroideo; tumori del distretto cervico-facciale; tumori dei genitali esterni; metastasi ossee; tumori localmente avanzati del pancreas; metastasi epatiche da tumore del colon retto, adenocarcinoma del canale anale. Il principio su cui si basa la nuova procedura è l’elettroporazione, un fenomeno fisico che, attraverso l’applicazione di impulsi elettrici su un tessuto vitale, produce una modificazione delle membrane cellulari e consente l’aumento della loro permeabilità cellulare.Durante la procedura viene iniettato per via endovenosa un farmaco chemioterapico; gli impulsi elettrici prodotti da un generatore dedicato agiscono direttamente sul tessuto tumorale attraverso elettrodi ad ago che permettono di trattare la lesione in sedi diverse sia superficiali che profonde. Il farmaco entra all’interno della cellula tumorale causandone la morte per apoptosi, morte controllata e selettiva che colpisce solo le cellule tumorali.Questa tecnica non produce innalzamento della temperatura del tessuto trattato e quindi il tessuto sano, adiacente alla lesione tumorale, viene completamente preservato. Ciò permette di sottoporre a questa tipologia di trattamento lesioni che si trovano in prossimità di strutture “nobili” sensibili ad un eventuale danno termico come i grossi vasi, o i rami biliari e, essendo eseguito per via percutanea, evita eventuali rischi di infezione da ferita chirurgica. “La procedura é mininvasiva, ha spiegato il dottor Falchini, il paziente è stato ricoverato due giorni, senza comparsa di complicanze maggiori, ed ha eseguito ambulatorialmente i controlli successivi con esito di ablazione completa della neoplasia. Il paziente, asintomatico, è attualmente in follow-up ed in caso di recidiva di malattia può essere candidabile anche a ripetizione del trattamento locoregionale”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

International Day of Women in Science

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Nel 2015 le Nazioni Unite hanno dichiarato l’11 febbraio come International Day of Women and Girls in Science per favorire la partecipazione femminile in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM). Secondo il Women in Digital Scoreboard 2021 della Commissione Europea, le donne rappresentano solo un terzo dei laureati STEM in Europa. Il divario di genere colpisce anche l’imprenditorialità, dato che le donne costituiscono solo il 15,5% dei fondatori di start-up nell’UE.Oltre ad avere meno donne laureate nei campi STEM, quest’ultime incontrano ulteriori ostacoli nel ricevere finanziamenti. In Europa centrale e orientale solo l’1% del capitale disponibile va a start-up fondate da donne, e che un ulteriore 5% viene destinato a team di sesso misto. Tuttavia, i dati mostrano anche che le imprenditrici appartenenti a quest’area geografica realizzano di più con il denaro che ricevono, superando gli uomini in termini di produttività del capitale e generando il 96% di entrate in più ogni per 1 euro di finanziamento ricevuto rispetto alle start-up fondate da uomini. Le donne costituiscono la grande maggioranza degli operatori sanitari in Europa (70-80%). E nell’Europa centrale, orientale e meridionale, la percentuale di donne medico è la più alta tra i paesi sviluppati. Nei paesi baltici, nei paesi di Visegrád, in Slovenia e in Portogallo, la maggioranza dei medici sono donne, superando la media OCSE del 49%. Tuttavia, anche se le esperienze professionali delle donne medico avrebbero potuto innescare un cambiamento innovativo nel settore sanitario, il loro slancio imprenditoriale è stato meno evidente di quello dei loro colleghi uomini. Fortunatamente, questo si dimostra essere lo scenario di ieri, poiché l’andamento di oggi ha portato a un numero crescente di donne imprenditrici nella sanità. Secondo la dottoressa Monika Paule, che ha un dottorato di ricerca in scienze sociali ed è esperta nello sviluppo del business high-tech e nel trasferimento tecnologico nell’industria biotecnologica, “dobbiamo rimodellare l’industria biotecnologica in modo che siano favoriti entrambi i generi”. Infatti le donne nell’industria biotecnologica si dimostrano più sensibili all’utilizzo degli ultimi sviluppi nel campo ambientale. Secondo un’indagine dell’OCSE, le donne in tutto il mondo tendono ad essere più attente alle preoccupazioni ecologiche, sono più propense a riciclare, ad acquistare cibo biologico e prodotti con marchio ecologico, ad impegnarsi nel risparmio idrico ed energetico e ad usare forme di trasporto a basso consumo energetico. Questo può anche essere tradotto in idee di sostenibilità più vicine alle sensibilità femminili.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La Riconciliazione Pacifica della Penisola Coreana”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

L’incontro si terrà a Seul dall’11 al 13 febbraio 2022. Il Summit Mondiale sarà inaugurato in sessione plenaria presso l’Assemblea Nazionale della Repubblica di Corea. E’ sponsorizzato da Universal Peace Federation (UPF) e dal Regno di Cambogia. Al Summit parteciperanno relatori da tutto il mondo in presenza e online, per affrontare una serie di tematiche collegate alla pace nella penisola. Molti di loro provengono dalle 157 nazioni che hanno relazioni diplomatiche con le due Coree. A presiedere la manifestazione saranno la cofondatrice di UPF, dottoressa Hak Ja Han Moon, il Primo Ministro del Regno di Cambogia Samdech Hun Sen e l’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. Momento particolarmente significativo del Summit sarà la cerimonia di assegnazione del “Premio Sunhak per la Pace” giunto alla sua quinta edizione. Il riconoscimento è stato assegnato alla professoressa di vaccinologia dell’Università di Oxford Sarah Gilbert e a Gavi, The Vaccine Alliance, per il loro impegno a servizio dell’umanità nel corso della pandemia da Covid-19. “L’innovazione scientifica, la solidarietà internazionale e la cooperazione multilaterale sono necessarie per combattere la pandemia da Covid-19. La salute non è solo una questione di scienza e di medicina, ma una questione di diritti umani. Sono questi diritti che i due premiati hanno contribuito a promuovere”, ha dichiarato il Presidente del premio Josè Manuel Barroso, già Presidente della Commissione Europea. A Sua Eccellenza Hun Sen sarà assegnato il “Premio Speciale Sunhak dei Fondatori ”. Giunto alla sua seconda edizione l’onorificenza è riconosciuta a leader mondiali che si sono particolarmente distinti per il loro impegno a favore della pace. Il Premio Sunhak è stato fondato nel 2013 dalla dottoressa Moon per onorare l’eredità del marito, il Reverendo Sun Myung Moon. Il riconoscimento ha lo scopo di “trovare e incrementare le soluzioni migliori per promuovere la pace”, hanno dichiarato gli organizzatori nella conferenza stampa svoltasi il 7 febbraio, per annunciare i nomi dei vincitori del premio. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato l’Ambasciatrice della Cambogia in Corea del Sud, Chring Botum Rangsay; il Presidente del premio Josè Manuel Barroso, in video; e il Presidente del Washington Times, Thomas P. McDevitt. Il Premio Sunhak prevede per i vincitori una somma in denaro, una medaglia e una placca. “La Guerra di Corea si è conclusa con un armistizio, non con un trattato di pace. La penisola coreana è abitata da un popolo che ha una storia, una cultura e una lingua comuni da migliaia di anni. E’ possibile risolvere questo conflitto e realizzare la pacifica riunificazione della penisola coreana? Cercheremo di dare una risposta a queste domande nel corso dell’evento”, ha dichiarato il Presidente di UPF Thomas Walsh. Il programma del Summit 2022 prevede l’Assemblea Generale dei Capi di Stato e di Governo, il Summit Interreligioso dei leader delle fedi e il Rally per la Pace nella Penisola coreana che coinvolgerà più di un milione di persone.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giorno Ricordo: Serracchiani, esuli sono nostra storia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

“Ricordare le violenze, le sofferenze e l’indifferenza subite dagli esuli Istriani, fiumani e dalmati significa confermare che sono parte indissolubile della nostra storia, che le loro ferite sono state inferte a tutto il popolo italiano. La guerra fece tante vittime innocenti, ma qui su uno dei più tormentati confini d’Europa si è accumulato più odio di quanto sia sopportabile, contrapposizioni stratificate di rivendicazioni nazionali, ideologie e intolleranze. Non c’è e non ci dev’essere oblio né superamento: le foibe sono state un orrore metodico, la paura è stata strumento di sgombero di città e villaggi. Il Giorno del Ricordo è stato istituito perché le Istituzioni dovevano colmare un vuoto colpevole e il lavoro che stanno facendo è semplicemente giusto. Inique sono le strumentalizzazioni di chi lo usa politicamente, resuscitando odio dove si deve costruire pace. Ringraziamo il presidente Mattarella che ci conduce sulla strada del rispetto e della pace”. È la riflessione della presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, formulata oggi alla Foibe di Basovizza (Trieste), in occasione del Giorno del Ricordo.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito del disegno di legge italiano sulla morte medicalmente assistita

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Il rischio di ridurre tutto a una rigida attuazione di protocolli di Alberto Gambino (pubblicato su L’Osservatore Romano 9 feb 2022) Il Parlamento italiano si appresta a discutere il disegno di legge “Disposizioni in materia di morte volontaria medicalmente assistita”. Il testo si propone di raccogliere le indicazioni della sentenza n. 242 del 2019 con cui la Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo 580 del codice penale, nella parte in cui non esclude la punibilità di chi, a certe condizioni, agevola l’esecuzione del proposito suicida di un paziente. La Corte, nella stessa sentenza, ha invitato il Parlamento a legiferare. Un testo normativo, che legittimi la compartecipazione al suicidio di un essere umano, non lascia spazio ad alcuna approvazione. Né, di per sé, lo si può considerare ineluttabile in ragione dell’invito a legiferare della Consulta. In realtà, il controllo di legittimità sulle leggi da parte della Corte costituzionale non impone al Parlamento l’adozione dell’esercizio del potere legislativo. Nel prendere atto che la Camera dei deputati ha, comunque, deciso di avviare la discussione sul ddl e che — nelle intenzioni — i proponenti intendono recepire le indicazioni della richiamata sentenza n. 242 del 2019, pare opportuno valutare la coerenza del testo a tali prescrizioni.La Corte costituzionale indica espressamente sette requisiti: 1) che il proposito suicida si sia formato autonomamente e liberamente; 2) che il paziente sia tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale; 3) che il paziente sia affetto da una patologia irreversibile; 4) che tale patologia provochi sofferenze fisiche o psicologiche intollerabili; 5) che il paziente sia pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli; 6) che le condizioni e le modalità di esecuzione siano state verificate da una struttura pubblica del servizio sanitario nazionale; 7) che tale verifica sia preceduta da un parere del comitato etico territorialmente competente. A tali requisiti, la Corte ne antepone uno: che il paziente, prima della scelta, sia coinvolto in un percorso di cure palliative. Marcate criticità del ddl manifestano una certa distanza dalle indicazioni della Corte. Si rileva, innanzitutto, come tra i presupposti dell’accesso a un suicidio medicalmente assistito, il ddl manchi di precisare le caratteristiche dei «trattamenti sanitari di sostegno vitale», il cui sussistere rappresenta nell’impianto argomentativo della Corte l’elemento che motiva la praticabilità eccezionale di un’assistenza al suicidio e, altresì, l’unica condizione di rilievo oggettivo che appare concretamente in grado di circoscrivere l’accesso all’assistenza suddetta.Il ddl, inoltre, aggiunge alla sussistenza di una «patologia irreversibile», come previsto in via esclusiva dalla Corte costituzionale, anche la possibilità che la persona interessata sia «portatrice di una condizione clinica irreversibile» (art. 3, co. 2, lett. a), ampliandone l’orizzonte applicativo alle persone con disabilità e pur in assenza di una malattia. Si tratta di un salto radicale e contrastante con il disposto della Corte costituzionale, con un messaggio culturale particolarmente insidioso: anche la vita di chi versa in condizione di menomazione clinica può legittimare l’agevolazione di un intento suicidario. Circa il ruolo del medico e del Comitato per la valutazione clinica (art. 7) — da istituirsi capillarmente presso ogni azienda sanitaria locale — si rileva la problematicità di quanto previsto dall’art. 5, co. 8, del ddl, ove il loro disaccordo può sfociare, su richiesta del paziente, in un vaglio giudiziale, evidentemente condizionando la serenità dell’esame clinico della vicenda. Si evidenzia con particolare preoccupazione, inoltre, come il ddl abbia travisato il richiamo della Corte alla pre-condizione dell’effettiva fruizione di un programma adeguato di medicina palliativa. Nel ddl tale condizione pregiudiziale si realizza in una mera certificazione (“rapporto”) redatta da un sanitario con la sommaria indicazione che la persona è genericamente a conoscenza del diritto di accedere alle cure palliative (art. 5, comma 3), in contraddizione anche con l’inquadramento legislativo della medicina palliativa nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza e la sua qualificazione quale risorsa ordinaria da affiancarsi a qualsiasi trattamento terapeutico in condizioni di sofferenza. Il coinvolgimento in un percorso di cure palliative deve costituire, secondo il disposto della Corte, «un pre-requisito della scelta, in seguito, di qualsiasi percorso alternativo da parte del paziente». Dunque, la Consulta prescrive che soltanto dopo l’attivazione di un percorso di palliazione e terapia del dolore, al paziente possa essere consentita una scelta suicidaria assistita. Secondo il ddl, poi, «Gli enti ospedalieri pubblici autorizzati sono tenuti in ogni caso ad assicurare l’espletamento delle procedure previste dalla presente legge» (art. 6, co. 4); il che impone (come previsto nei commi precedenti dell’art. 6) la previsione dell’obiezione di coscienza per il personale sanitario. Il tema è cruciale e riguarda il ruolo del Servizio sanitario nazionale (Ssn), cui la sentenza n. 242/2019 assegna una funzione di controllo procedurale circa la sussistenza dei requisiti dell’assistenza al suicidio, senza invece attribuire alcun obbligo di assicurare attraverso il personale sanitario l’esecuzione di suicidi assistiti. A detta della Corte, dunque, nessun coinvolgimento diretto di medici e, pertanto, nessun problema — neppure astratto — di obiezione di coscienza, rimanendo «alla coscienza del singolo medico scegliere se prestarsi, o no, a esaudire la richiesta del malato». Il ddl ribalta la prospettiva della Corte costituzionale trasformando l’aiuto al suicidio in una sorta di pratica sanitaria inclusa nei livelli ordinari di assistenza, che si cristallizza — come ricordato — nella presenza diffusa dei Comitati di cui all’art. 7, con tutti gli evidenti riflessi consequenziali sul piano del messaggio sociale. Il che impone (come indicato nel ddl) la previsione dell’obiezione di coscienza per il personale sanitario; previsione, che, peraltro, appare lacunosa e indebitamente parziale (lo si evince dalla persistenza di un obbligo di assistenza nella fase precedente l’intervento).Un coinvolgimento diretto e capillare delle strutture sanitarie aprirebbe a veri e propri protocolli e prassi mediche di enorme impatto sulla percezione collettiva. Non può tacersi, in questo senso, l’inquietudine che tutto ciò finisca per rappresentare una spinta verso scelte esiziali drammatiche ed esito di solitudine esistenziale, che certamente non è nelle intenzioni degli stessi proponenti del ddl.In definitiva, il testo ora all’esame della Camera anziché far valere una prospettiva solidaristico-relazionale verso i problemi del fine vita scivola in una rigida procedimentalizzazione di protocolli di risoluzione di quei problemi, orientata a procurare la morte del paziente.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palermo: Una serata a tutta dance

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Palermo concerto dei WeMan di venerdì 11 febbraio al Dorian, ovvero il locale, ma anche il brand, simbolo di musica a Palermo e provincia, sotto la guida artistica di Alessio Ciriminna, in via Rosario Gerbasi 6, di fronte al molo Santa Lucia del porto di Palermo. con una band che quando inizia a suonare non si ferma mai, una cantante davvero speciale e un dj che riporterà tutti in pista a ballare. La musica pop, dance, elettronica e chi più ne ha più ne metta si fan forza inizierà alle 20. I clienti del locale potranno scegliere o il menù-pizza a 20 euro che comprende antipasto, pizza e birra o bibita analcolica, oppure il menù alla carta. Dopo la cena l’entrata è con drink card. In sala potranno entrare fino a 150 persone. Alle 22 saliranno sul palco i WeMan. La band capitanata da Paola Russo porterà sul palco tutta l’energia delle loro canzoni pop, dance e disco rivisitate a modo loro, per non smettere mai di ballare. Chi vorrà potrà anche comprare il cd della band. I primi cinquanta che lo faranno riceveranno anche un gadget. Seguirà dj Francesco Mistretta, che sul mixer alternerà fino a notte fonda brani dance. Per prenotare un tavolo telefonare al 3807980615.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Sole 24 Ore porta in edicola la Collana per bambini

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

La Collana sarà in edicola a partire da venerdì 11 febbraio per celebrare la Giornata Internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza e a seguire ogni giovedì. Scienze, tecnologia, ingegneria e matematica ovvero le materie STEM (l’acronimo delle iniziali in inglese) è un metodo sviluppato dal 2000 negli Stati Uniti con l’obiettivo di avvicinare i bambini alla matematica e alla scienza. Su queste discipline si è posta l’attenzione negli ultimi anni perché identificate come quelle al centro dell’incremento dei posti di lavoro negli anni Duemila. Le abilità STEM abbracciano le 4 C: collaborazione; pensiero critico; comunicazione; creatività. Data la loro rilevanza e in occasione della Giornata Internazionale delle donne e delle ragazze nella Scienza che ricorre ogni anno l’11 febbraio, Il Sole 24 Ore propone in edicola proprio da venerdì 11 febbraio, e a seguire ogni giovedì, la Collana per bambini “Wow!”, una serie di quaderni operativi dedicati alle discipline STEM per bambini a partire dai 7 anni. Attraverso giochi e piccoli esperimenti i volumi rappresentano una valida risorsa per approfondire queste discipline. I libri sono acquistabili singolarmente a 8,90€ in edicola e su Shopping24. Il primo quaderno in edicola da venerdì 11 febbraio si chiama “Fisica Wow!”. Come funziona una calamita? Com’è nato il Big Bang? Perché durante un temporale prima vediamo il lampo e poi sentiamo il tuono? A queste e ad altre interessanti domande il libro dà risposte semplici e chiare, che appassioneranno i futuri fisici e scienziati.Libro cartaceo Pagine: 40 Formato:22,5×21,5cm Prezzo edicola: 8,90€ oltre al prezzo del quotidiano. Il secondo si intitola “Matematica Wow!” e sarà in edicola da giovedì 17 febbraio. Quando si confrontano i prezzi al supermercato o si pesano gli ingredienti di una ricetta o si controlla il tempo in una gara sportiva non si può fare a meno della matematica. Alla base di ogni materia scientifica, la matematica appassiona tutti i tipi svegli. Il terzo quaderno in uscita giovedì 24 febbraio si intitola “Scienza Wow!” e risponde a tanti interrogativi appassionanti come sapere a cosa servono le pale eoliche e i pannelli solari oppure come vibrano le onde sonore e quanta forza c’è in una calamita. La quarta uscita è “Ingegneria Wow!” e sarà in edicola da giovedì 3 marzo. Come fa un aereo a decollare? Come può essere utile un drone? Che cos’è il coding? Questo libro spiega alcuni concetti scientifici in modo semplice e con giochi divertenti, che ispireranno i giovani ingegneri di domani. Il quinto quaderno che compone la Collana è “Tecnologia Wow!” in edicola da giovedì 10 marzo. Come funziona Internet? Cosa sono le microonde? Com’è fatta la cerniera lampo? Ecco alcune domande a cui questo libro dà risposte con spiegazioni facili e giochi curiosi per i giovani inventori di domani.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le premier anniversaire de Radio Onda UER

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Radio Onda UER, la webradio de formation intégrale dell’Università Europea di Roma (UER) fête son premier anniversaire. Radio Onda UER est créé par l’équipe de formation intégrale en collaboration avec les étudiants de l’Università Europea di Roma. Pendant cette première année, de nombreux étudiants ont collaboré avec Radio Onda UER. Chacun a apporté son concour, avec engagement et enthousiasme: avec émissions, témoignages, le montage technique des programmes, mais aussi avec propositions, idées et suggestions. Récemment, Radio Onda UER a également commencé a diffuser émissions en plusieurs langues et tentera d’être, de plus en plus, une webradio internationale. Parmi les initiatives, une série d’émissions a été lancée avec des entretiens avec les recteurs de toutes les universités du réseau Regnum Christi, éditées par le Père Gonzalo Monzón LC, Directeur du Bureau de formation intégrale dell’Université européenne de Rome. La devise de Radio Onda UER est «Communiquer la culture de la rencontre». Radio Onda UER, en effet, veut diffuser une culture du dialogue, de la rencontre et de l’accueil. Elle ne se limite pas seulement à communiquer, mais veut avant tout écouter, donner de l’espace à tous. Voici le lien pour écouter et télécharger gratuitement les émissions de Radio Onda UER: https://www.universitaeuropeadiroma.it/formazioneintegrale/radio-onda- uer/ Voici le lien avec le message du Père Pedro Barrajón LC, Recteur de l’Università Europea di Roma, à l’occasion du premier anniversaire de Radio Onda UER:https://www.universitaeuropeadiroma.it/formazioneintegrale/ultime_news/auguri-del-rettore-per-lanniversario-di-radio-onda-uer/

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Las Manos de la “Virgen Ver Pelicula”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Madrid. Con motivo de la 30ª jornada Mundial del Enfermo que se celebra el 11 de febrero, Goya Producciones estrena en su plataforma de alquiler online estrenosdecinedigital.com la película documental dedicada al Santuario de Lourdes “HOSPITALARIOS: LAS MANOS DE LA VIRGEN”. Coincidiendo con la Fiesta de Nuestra Señora de Lourdes, se podrá alquilar esta película, dirigida por Jesús García y producida por Gospa Arts, que tuvo un exitoso estreno en cines en 2019, convirtiéndose en uno de los documentales más vistos del año. La gruta de Lourdes reabre sus puertas este viernes, 11 de febrero tras dos años de cierre por la pandemia. En estos dos últimos años, la enfermedad y la muerte se han hecho omnipresentes, llenando los corazones de tristeza y miedo. Esta película nos devuelve la esperanza y nos ayuda a abrirnos al verdadero mensaje evangélico: la confianza en Dios y el amor al prójimo. Ahora más que nunca necesitamos el abrazo de la Virgen y estamos llamados a ser sus manos para abrazar, acoger y consolar al que tenemos al lado. ¡María, salud de los enfermos, ruega por nosotros!. EN EXCLUSIVA PARA ESPAÑA

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso materie Stem, assumiamo tutti i docenti idonei

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

C’è anche la questione irrisolta degli idonei Stem nelle richieste di emendamento al Disegno di legge n. 3431, ovvero alla Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228, recante disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, il cosiddetto Decreto Milleproroghe. Sull’ingiusta mancata considerazione di migliaia di candidati che a seguito di regolare concorso sono stati reputati idonei a svolgere la professione su determinate materie in ambito scientifico, sono stati infatti presentati ben cinque emendamenti: a sposare la “causa” sono stati rappresentanti del PD, di Forza Italia, del M5S, della Lega e del Gruppo Misto.Sostanzialmente, tutte le richieste presentate alle commissioni di competenza del Senato puntano alla creazione di una Graduatoria di Merito a scorrimento, da utilizzare già per le prossime immissioni in ruolo, considerando anche la vastità di cattedre vacanti a disposizione. Il problema è che la graduatoria non è prevista nel bando originario del concorso ordinario (indetto con Decreto Direttoriale 499, pubblicato il 21-04-2020, modificato nel Decreto “sostegni-bis” del 25-05-2021 n. 73, art. 59) e quindi serve un intervento legislativo.“Poiché il decreto Milleproroghe è stato già pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 dicembre scorso e dovrà essere approvato dall’Aula del Senato per la fine di febbraio e poi proiettarsi per l’approvazione definitiva che lo porterà a diventare legge – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – , riteniamo che almeno come tempistica la richiesta possa coincidere con le necessità. Il fatto che anche questa volta diversi parlamentari di tutti i gruppi ci abbiano ascoltato, non può che confermare la nostra posizione corretta: adesso, spetta però alla maggioranza di questo Governo approvare quanto suggerito da tempo, già dal 2012, in occasione di ogni tornata concorsuale: il sacrosanto inserimento degli idonei nelle graduatorie di merito”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Gli studenti che seguono la scuola non in presenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Secondo i dati prodotti oggi dal ministero dell’Istruzione, che ha monitorato il 78% delle scuole italiane, fino a pochi giorni fa ben 1.085.225 studenti seguivano la scuola non in presenza: sarebbe quindi irrilevante la percentuale dei vaccinati nelle classi in base all’ordine di scuola. La forbice tra scuola primaria e secondaria è di 6 punti, a fronte dell’85% degli alunni vaccinati nella scuola secondaria e del 30% nella scuola primaria. I numeri non placano, quindi, la polemica sulle nuove regole sulla quarantena: aumenteranno i contagi e discrimineranno ulteriormente gli alunni. È esemplare il passaggio da uno a cinque casi per far andare in Dad nella scuola dell’infanzia, dove protestano anche le maestre: come si fa a fare lezione in presenza con diversi contagiati e con i bambini che non devono o possono portare la mascherina? Secondo Marcello Pacifico, presidente Anief, “sta passando l’idea che le scuole si debbano trasformare in ospedali o caserme, quando invece dobbiamo difenderle da certi irrigidimenti perché rimangono luoghi naturali di inclusione e apprendimento”. A sostenere questa tesi non è solo il sindacato: “anche i due attuali sottosegretari all’Istruzione non sono d’accordo a discriminare gli alunni tra vaccinati e no nell’adottare la Dad, allora – conclude Pacifico – i due rappresentanti di governo chiedano ai loro gruppi parlamentari di non votare la fiducia al provvedimento, il decreto legge approvato il 2 febbraio dal CdM, durante la discussione nelle aule parlamentari”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Allianz Partners Italia ha ottenuto la Certificazione EDGE Move

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

E’ un importante riconoscimento riservato alle aziende capaci di distinguersi per l’impegno a favore della parità di genere sul posto di lavoro. Sviluppata dalla Edge Certified Foundation e lanciata in occasione del World Economic Forum nel 2011, la Certificazione EDGE (Economic Dividends for Gender Equality) è una valutazione globale e di business standard per la parità di genere, che utilizza un approccio basato sull’evidenza per identificare non solo le politiche e le pratiche aziendali volte a promuovere le pari opportunità di genere sul posto di lavoro, ma anche il modo in cui queste vengono utilizzate e quale possa essere il loro impatto.Frutto anche di una recente iniziativa legata ai temi dell’inclusione e della meritocrazia – la cui importanza è fondamentale per l’intero Gruppo Allianz – la nuova certificazione rappresenta una pietra miliare nel percorso che vede Allianz Partners Italia impegnata da anni a rappresentare un modello di promozione di un cambiamento culturale che, partendo dal luogo di lavoro, possa coinvolgere le comunità in cui opera e la società nel suo complesso.Non a caso Allianz Partners Italia nel 2019 è stata tra le prime delle attuali 19 aziende ad aver ottenuto la Certificazione di Gender Equality rilasciata dal Winning Women Institute, prima certificazione sulla parità di genere nel nostro Paese.“L’inclusione e l’integrazione delle diversità, l’equità di genere e la valorizzazione del talento femminile sono per noi elementi fondamentali ai quali dedichiamo da tempo molte energie. Negli anni abbiamo sviluppato diverse iniziative, fuori e dentro l’azienda, ottenendo risultati concreti, e riconoscimenti come la Certificazione EDGE Move ci rendono particolarmente orgogliosi proprio perché confermano il valore del nostro percorso” ha dichiarato Paola Corna Pellegrini, CEO di Allianz Partners Italia. “Oggi l’importanza delle certificazioni sulla parità di genere è sempre più riconosciuta, tanto che la creazione e l’implementazione di uno standard nazionale rappresenta uno dei pilastri della Missione 5 del PNRR. Noi già dal 2019 possiamo vantare la Certificazione di Gender Equality del Winning Women Institute e continuiamo a porci sempre nuovi obiettivi, nella convinzione che la parità di genere, oltre a rappresentare un fine di giustizia ed equità, determini un vantaggio competitivo per le imprese e per il sistema Paese”. Allianz Partners Italia registra oggi una presenza femminile pari al 54,8% sul totale dipendenti, al 43,5% nei ruoli manageriali e al 42,9% all’interno del top management. Gli indicatori di performance sulla parità di genere sono costantemente monitorati, a testimonianza dell’attenzione ad assicurare parità di trattamento tra uomo e donna, anche e soprattutto in tema di remunerazione e avanzamenti di carriera, per i quali l’elemento guida rimane comunque la meritocrazia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si prospetta una crisi del gas di lungo periodo

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Le accuse per l’aumento del prezzo del gas naturale sono state rivolte contro molteplici player e fattori esterni: il tempo atmosferico, la pandemia, la produzione in generale, il rallentamento delle trivellazioni, l’Opec, gli scenari geopolitici e molti altri ancora; tuttavia, noi di LGIM riteniamo che la vera responsabilità per questa crisi incombente sia da ricercare in anni di investimenti insufficienti, che hanno portato a un’offerta di commodity per la produzione di energia di lungo periodo a livello globale scarsamente diversificata. Ne conseguirà che gli effetti negativi dell’inflazione crescente e dalla contrazione dei redditi reali saranno avvertiti principalmente da Europa e Asia, con i ceti più poveri generalmente più colpiti. Oggi, il quesito a cui serve dare una risposta immediata è come conciliare la necessità di aumentare gli investimenti con gli obiettivi climatici sottoscritti. L’incertezza che si è diffusa porterà gli investimenti interni a restare su livelli bassi, soprattutto in Europa, e questo farà aumentare le possibilità di carenze di gas prolungate nel tempo. Negli Stati Uniti, questo dovrebbe tradursi in un supporto ai costi dell’energia da parte del governo, dato che si sta andando verso una generale omologazione dei mercati energetici.La spinta verso una parità dei prezzi in questi mercati sta iniziando ad essere maggiormente percepita: se si moltiplicasse il prezzo unitario del gas per sei, si otterrebbe il prezzo di un barile di greggio; e considerando che il prezzo del gas negli States è di 4 dollari, si otterrebbe che il petrolio costa 24 dollari. Poiché questa risorsa oggi costa molto di più, è facile intuire che in questo mercato il gas ha un costo molto basso.Asia ed Europa pagano un prezzo per che è nettamente superiore ai 150 dollari al barile del petrolio, il quale in un mese è arrivato a costare anche 250 dollari nel mercato a termine e 300 dollari nel mercato a pronti. Questa impennata è stata avvertita principalmente dall’industria, ma ora inizia ad avere ripercussioni anche sui consumatori. I policymaker continueranno comunque a spingere per politiche di zero emissioni nette, che rendono estremamente improbabile un’ulteriore espansione della domanda di gas. Al contrario, dovrebbe ridursi a partire dal 2030. Tuttavia, oggi domanda e offerta semplicemente non coincidono e questo crea incertezza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Estate 2022: Air France rafforza il suo network per gli USA

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Per la stagione estiva 2022 (aprile-ottobre), Air France intende continuare ad aumentare la propria capacità verso gli USA. Dal 27 marzo 2022 la compagnia riprenderà i suoi voli tra Parigi-Orly e New York JFK, con 1 volo giornaliero. New York sarà quindi collegata ai due aeroporti parigini di Paris-Charles de Gaulle, hub globale di Air France, e Paris-Orly, con un totale di 7 voli giornalieri.Lo stesso giorno, Air France riaprirà anche la rotta Parigi Charles de Gaulle – Dallas (Texas), con un massimo di 5 voli settimanali.Infine, il 4 maggio 2022, Air France aprirà per il secondo anno consecutivo un servizio stagionale tra Parigi-Charles de Gaulle e Denver (Colorado), con 3 voli settimanali. Durante l’estate del 2022, Air France servirà quindi 14 destinazioni negli Stati Uniti in partenza da Parigi: Atlanta, Boston, Chicago, Dallas, Denver, Detroit, Houston, Los Angeles, Miami, Minneapolis, New York JFK, San Francisco, Seattle e Washington DC, con quasi 200 voli settimanali, il 20% in più rispetto all’estate 2019. Air France ricorda che, nell’ambito della sua politica commerciale, la compagnia offre attualmente biglietti modificabili al 100% fino al 28 febbraio 2022 per viaggi fino al 30 giugno 2022. I clienti possono così modificare[1] la prenotazione gratuitamente, oppure ottenere un credito rimborsabile[2] se desiderano rinunciare definitivamente al viaggio. In caso di cancellazione del volo da parte della compagnia, il cliente ha la possibilità di posticipare il viaggio, richiedere il rimborso integrale del biglietto o beneficiare di una nota di credito, rimborsabile anche se non utilizzata. Frequenze, giorni di apertura, orari e tariffe possono essere visualizzati su http://www.airfrance.it

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contagi da covid e donne in gravidanza

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

“L’andamento dei contagi da Covid19 nella popolazione generale non ha risparmiato, e continua a colpire, anche le donne in gravidanza per le quali le evidenze scientifiche consigliano la vaccinazione quale misura di prevenzione da forme gravi di malattia. Raggiungere tempestivamente quante più gestanti possibili è diventato, quindi, un obiettivo strategico che necessita di potenziamento del personale ostetrico in tutti i setting assistenziali. Nei punti nascita, in particolare, oltre che per prevenire è garanzia di sicurezza dell’assistenza, visti i grandi numeri di gestanti affette da Covid. L’ostetrica/o, professionista di riferimento per i futuri/neo genitori, fornisce, infatti, informazioni concrete, corrette e scientificamente valide in merito alla vaccinazione anti Covid19 consentendo alle famiglie una scelta informata e consapevole”, afferma il Comitato Centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica/o.“L’International Network of Obstetric Survey Systems (INOSS), al quale partecipa anche il gruppo dell’Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS) dell’ISS coordinato dalla dott.ssa Serena Donati, segnala un aumento dei casi gravi di malattia da SARS-CoV-2 in gravidanza e puerperio, nel periodo della variante Delta, nei Paesi dotati di sistemi di sorveglianza che partecipano all’INOSS. Inoltre, da un recente studio, è stato evidenziato che tra le donne risultate positive al momento del parto, il 60% non era vaccinato e il 5% aveva sviluppato sintomi respiratori e polmonari tipici della malattia da Covid”, spiegano i vertici della Professione ostetrica.Le Ostetriche/i continuano a fronteggiare quotidianamente, con grande impegno, il rapido e progressivo mutamento dei bisogni delle donne e delle famiglie, a favore di un’assistenza qualitativamente valida e sempre più individualizzata, adeguando e potenziando le proprie competenze per gestire responsabilmente percorsi mai tanto difficili come quelli legati all’epoca che stiamo vivendo. «Incrementare il personale ostetrico in tutti i setting assistenziali è fondamentale per promuovere la salute di genere e delle donne, e consente di fare un’efficace prevenzione. Prendere in carico tempestivamente, infatti, significa avere maggiori probabilità di ottenere buoni esiti di salute – spiegano i rappresentanti nazionali della professione ostetrica -. Una buona politica sanitaria deve garantire assistenza dove e quando serve, potenziando il territorio nella quantità, qualità e sicurezza dei servizi. In particolare, una buona Politica sanitaria non può dimenticare che le famiglie e le persone, mai come in questo periodo, specialmente se in precarie condizioni di salute, non possono e non devono MAI essere lasciate sole.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Miocardite dopo vaccino anti-Covid-19, chi colpisce e quanto è grave

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Dall’analisi dei casi di miocardite segnalati negli Stati Uniti a seguito della vaccinazione contro il SARS-CoV-2 con un vaccino a mRNA, è emerso che il rischio di incorrere in questo effetto collaterale è maggiore negli adolescenti maschi e nei giovani uomini, soprattutto dopo la seconda dose. La miocardite sembra avere comunque una durata inferiore rispetto a quella che si presenta a seguito di un’infezione virale, e spesso si risolve con la sola assunzione di antinfiammatori. Come riportato in uno studio pubblicato su JAMA, su un totale di oltre 354 milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech o Moderna, somministrate a oltre 192 milioni di persone, le miocarditi segnalate al Vaccine Adverse Event Reporting System sono state 1.991. Di queste, 1.626 rientravano nella definizione di caso di miocardite probabile o confermato del Centers for Disease Control and Prevention. Si è visto che l’età media delle persone colpite era 21 anni e la maggior parte (73%) delle miocarditi si è verificata in giovani con meno di 30 anni. L’effetto collaterale ha riguardato soprattutto gli uomini, che rappresentavano l’82% degli individui interessati, e nella stragrande maggioranza (82%) è insorto dopo la seconda dose di vaccino, prevalentemente entro 7 giorni e con un tempo mediano di insorgenza dei sintomi di 2 giorni. Tra i più colpiti dopo la seconda dose c’erano i maschi di 12-15 anni (con un tasso di miocardite pari a 70,73 per milione di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech), tra quelli di 16-17 anni (105,86 per milione di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech) e di 18-24 anni (52,43 e 56,31 per milione di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech e del vaccino Moderna, rispettivamente). Tra i sintomi riferiti nelle persone con meno di 30 anni, vi erano per lo più malessere, pressione o dolore al petto, ma anche dispnea o respiro corto. Tra i 676 casi di cui si disponeva di dati sul trattamento, l’87% ha ricevuto farmaci antinfiammatori non steroidei e il 12% glucocorticoidi e immunoglobuline per via endovenosa. Per 12 casi è stato necessario ricorrere a medicinali vasoattivi e in 2 si è arrivati all’intubazione o alla ventilazione meccanica. Comunque, quando lo studio si è concluso, il 98% dei ricoverati in ospedale era stato dimesso. Inoltre, alla dimissione i sintomi si erano risolti per l’87% dei pazienti. Gli autori ricordano come, al contrario delle miocarditi insorte dopo un vaccino, i tipici casi di miocardite virale possono avere un decorso clinico più variabile. «Per esempio, fino al 6% dei tipici casi di miocardite negli adolescenti richiede un trapianto di cuore o provoca il decesso» ricordano. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Covid-19, si fa strada l’ipotesi vaccino under-5

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Presto anche i bambini più piccoli, sotto i 5 anni di età, potranno essere vaccinati contro il virus SarsCoV2: uno scenario che potrebbe concretizzarsi già dalla prossima primavera. Ad indicare l’orizzonte temporale di questo ulteriore passo nella campagna vaccinale anti-Covid è il coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) Franco Locatelli.A fronte di una flessione generale della curva dei contagi nelle ultime settimane, proprio la fascia dei bambini in età scolare rappresenta un’eccezione. Secondo i dati dell’Istituto superiore di sanità, infatti, nell’ultima settimana i casi in età scolare sono aumentati dal 24%, di sette giorni fa, al 30%, e il 18% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nei bambini sotto i 5 anni. E i pediatri ricordano come anche tra i bambini si verifichino dei casi gravi e ricoveri in intensiva. Da qui l’importanza di poter vaccinare pure gli under5. «All’inizio della primavera potrebbe essere a disposizione in Italia il vaccino anti Covid per la fascia di età 0-5 anni», ha spiegato Locatelli sottolineando che anche in questo caso saranno previste due dosi e ci sarà un dosaggio “ulteriormente ridotto” rispetto a quello che viene proposto per i bambini tra 5 e 11 anni. «Direi che potrebbe essere ragionevole – ha detto – ipotizzare l’orizzonte dell’inizio della primavera per avere questi vaccini a disposizione, dopo che le agenzie regolatorie avranno dato il via libera». Tuttavia, per i bambini di poco più grandi della fascia 5-11 anni, le vaccinazioni procedono con ritardo: negli ultimi sette giorni, rileva la Fondazione Gimbe, si è infatti registrato un ulteriore crollo dei nuovi vaccinati con un – 23,4%. L’ipotesidel vaccino anti-Covid per la fascia d’età under 5vede favorevoleAnnamaria Staiano, presidente della Società italiana di pediatra (Sip) «anche perché stiamo assistendo ad un aumento dei positivi nelle fasce pediatriche», spiega aprendo alla possibilità che questo vaccino sviluppato Pfizer-BioNTech, che ha chiesto il via libera al’Fda, venga incluso nelle vaccinazioni pediatriche annuali «probabilmente sarà così, avrà senso farlo una volta l’anno insieme agli altri». «ll sistema immunitario dei bambini risponde meglio alle stimolazioni dei vaccini – ricorda la presidente dei pediatri – se pensiamo che proprio sotto i cinque anni si fanno le principali vaccinazioni dell’età pediatrica anche in maniera concentrata. Questo si fa proprio perché l’organismo è molto recettivo, pensiamo all’immunità generata dalla vaccinazione contro l’epatite che è molto più vigorosa rispetto a quella che si crea negli adulti». Staiano rimarca poi che «stiamo assistendo a un aumento dei positivi nelle fasce d’età scolare. Siamo passati dal 24% al 30% in una settimana, secondo l’ultimo report dell’Iss, e vanno un po’ a rilento le vaccinazioni tra i 5-11enni: solo il 14,6% ha completato il ciclo vaccinale e il 32% ha fatto una dose. Sarebbe importante implementare la platea”. Nel report dell’Iss si legge che “nell’ultima settimana il 18% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nei bambini sotto i 5 anni, il 44% nella fascia d’età 5-11 anni, il 38% nella fascia 12-19 anni». (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura: olio campano

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

“Il dossier per il riconoscimento dell’IGP Olio Campania, inviato a Bruxelles nei primissimi giorni dello scorso agosto, alla prima valutazione ha ricevuto solamente piccole osservazioni di carattere tecnico. Nulla di sostanziale che possa pregiudicare il seppur lungo e complesso iter. Il comitato promotore, presieduto dal presidente Raffaele Amore, ha due mesi di tempo per dare riscontro, attraverso il Ministero delle Politiche agricole, recependo le osservazioni comunitarie”. Lo dichiara il deputato Pasquale Maglione, esponente M5S in commissione Agricoltura, il quale sin dal 2019 ha seguito il procedimento, affiancando il lavoro del Comitato Promotore.“Dobbiamo avere pazienza – aggiunge – ma siamo consapevoli che gli step più complessi, a iniziare dall’esame del dossier in ambito nazionale, sono stati ampiamente superati. Lo stesso riscontro dell’Ue, con rilievi di natura non sostanziale, ci incoraggia a pianificare le future azioni. Dovremo, infatti, trovarci pronti a saper promuovere l’importante traguardo dell’IGP, dando valore alla produzione olivicola campana, che ci vede tra le regioni più vocate d’Italia, dove occupiamo la quarta posizione”. “La certificazione d’origine deve essere vissuta come un importante punto di partenza e non di arrivo, soprattutto nel comparto dell’olio extravergine di oliva. Ringrazio il Comitato Promotore e gli uffici del Mipaaf, guidato dal ministro Stefano Patuanelli, per l’eccellente lavoro svolto: confido nelle loro professionalità per raggiungere il traguardo dell’IGP Olio Campania” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leila Slimani: Regardez-nous danser

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Collection Blanche, Gallimard «Année après année, Mathilde revint à la charge. Chaque été, quand soufflait le chergui et que la chaleur, écrasante, lui portait sur les nerfs, elle lançait cette idée de piscine qui révulsait son époux. Ils ne faisaient aucun mal, ils avaient bien le droit de profiter de la vie, eux qui avaient sacrifié leurs plus belles années à la guerre puis à l’exploitation de cette ferme. Elle voulait cette piscine, elle la voulait en compensation de ses sacrifices, de sa solitude, de sa jeunesse perdue. » 1968 : à force de ténacité, Amine a fait de son domaine aride une entreprise florissante. Il appartient désormais à une nouvelle bourgeoisie qui prospère, fait la fête et croit en des lendemains heureux. Mais le Maroc indépendant peine à fonder son identité nouvelle, déchiré entre les archaïsmes et les tentations illusoires de la modernité occidentale, entre l’obsession de l’image et les plaies de la honte. C’est dans cette période trouble, entre hédonisme et… 368 pages, 140 x 205 mm Achevé d’imprimer : 01-01-2022

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »