Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 12 febbraio 2022

Tonitto 1939 Ambasciatore dell’Italia a Dubai per la Gulfood 202

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

Dal 13 al 17 febbraio Tonitto 1939, l’azienda produttrice di gelati e leader in Italia per il Sorbetto, sarà a Dubai come Ambasciatore dell’Italia per rappresentare il gelato italiano alla Gulfood 2022, la fiera internazionale di riferimento del Medio Oriente per il food&beverage. L’azienda ligure, da tre generazioni di proprietà della famiglia Dovo, sarà infatti la sola realtà tricolore a portare un prodotto tipicamente italiano come il gelato presso una delle manifestazioni fieristiche più importanti del settore e dell’anno. La partecipazione a Gulfood 2022 si inserisce nel progetto continuo e costante di internazionalizzazione di Tonitto 1939, anche per il 2022. La realtà italiana è già presente nel mercato dell’UAE, in particolare a Dubai, ma punta, anche grazie alla visibilità che la manifestazione offre di espandersi anche in altri paesi del Medio Oriente come Bahrein, Kuwait, Arabia Saudita, ma anche Israele. Nella manifestazione internazionale Tonitto 1939 proporrà gelati che certificano la qualità del Made in Italy, ma creando gusti che si discostano da quelli del Bel Paese più vicini ai mercati angloamericani, come per esempio brownie, caramello salato, chocolate fudge e cheescake. L’area del Golfo rappresenta dunque uno snodo strategico per l’intero comparto del food, trasformandosi in porta d’accesso ai mercati mediorientali e includendo alcuni dei paesi con i redditi pro capite più alti del mondo, anche grazie all’influenza dell’Expo. La Gulfood 2022 vedrà infatti la presenza, all’interno del Dubai World Trade Centre, di 120 Paesi del Mondo, più di 4000 aziende, 21 sale di esplorazione del cibo e più di 100 chef premiati

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

beSharp cresce e chiude il 2021 con +40% di assunzioni

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

beSharp, la specialista italiana di AWS, annuncia oggi gli importanti traguardi raggiunti nel 2021 e i prossimi step per il 2022. L’azienda pavese ha infatti chiuso l’anno passato con un +40% nelle assunzioni, passando dai 29 dipendenti del 2020 ai 41 del 2021, con la previsione di assunzione di ulteriori 20 figure professionali entro la fine dell’anno. La crescita del fatturato è stata invece stimata in fase di chiusura al +46% rispetto all’anno precedente. Importante anche la recente trasformazione da Srl a SpA, che testimonia la volontà di gettare le basi per un progetto a lungo termine, con la creazione di un ecosistema di imprese specializzate che condividano l’altissimo livello di know-how pur mantenendo ognuna un forte focus verticale sui servizi offerti. L’attenzione ai professionisti identificati sul territorio si traduce nella valorizzazione delle risorse e delle loro competenze e nella creazione di un equilibrio ottimale tra lavoro e vita privata. La sede aziendale, oltre che luogo di lavoro, diventa un luogo di scambio ed opportunità di confronto tra profili senior e junior neoassunti, che possono così acquisire esperienza e competenze solide entrando a far parte di un team di valore riconosciuto. Il focus sulle risorse di beSharp è testimoniato anche da un ricco programma di welfare, che offre ai dipendenti la possibilità di una crescita personale: vengono infatti offerti corsi ad-hoc e la possibilità di partecipare a eventi sia sul territorio nazionale che in ambito internazionale. Inoltre, in aggiunta al servizio mensa inaugurato lo scorso anno, sono in fase di implementazione nuove iniziative a sostegno dei collaboratori con figli e iniziative di funding per il tempo libero. beSharp è la specialista italiana di AWS. AWS Advanced Consulting Partner dal 2011, beSharp aiuta i propri clienti a progettare, implementare e gestire infrastrutture e servizi Cloud su AWS. Con un team di esperti AWS in continua crescita, beSharp ha contribuito a migliaia di diversi progetti Cloud per le più prestigiose aziende di tutto il mondo in molti campi diversi, dalle migrazioni Cloud allo sviluppo Cloud-native, da IoT e Big Data ai progetti AI/ML.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nasce la collana Universo del Mistero

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

A cura dello scrittore Mario Contino. La casa editrice i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno è lieta di annunciare la nascita di una nuova singolare collana dal titolo Universo del Mistero a cura dello scrittore Mario Contino. Universo Del Mistero era il nome di un popolarissimo forum creato e gestito dallo scrittore pugliese tra gli anni 2000 e il 2013, sulla celebre piattaforma forum community, che dominava prima dell’avvento dei social network facebook, twitter, tik tok. Contino, sotto lo pseudonimo di Black_Ghost, gestiva il forum che era senza ombra di dubbio tra i portali più visitati e frequentati dagli amanti del mistero. All’interno del portale erano presenti varie sezioni tematiche e moltissimi articoli su esoterismo, occultismo, ufologia, spiritismo, scienza di confine, antropologia, alchimia, teosofia e diversi settori del sapere altro, iniziatico ed esoterico che tutt’oggi non smettono di affascinare e incuriosire lettori di ogni età e gusto. Universo del mistero, presente anche come blog omonimo sulla piattaforma blogger, faceva registrare migliaia di visite giornaliere, non solo dall’Italia ma da tutto il mondo, con interventi di utenti interessati ma anche di studiosi di fama internazionale come scrittori, professori, noti scienziati Nel 2022, dopo diversi anni dalla chiusura dei progetti sopra descritti, Mario Contino ha voluto dare nuova vita a Universo Del Mistero, trasformando quel progetto in un canale YouTube nel quale i vari argomenti sono trattati in maniera semplice e diretta, con video esaustivi e d’impatto Ora tutto il background di conoscenze ed esperienze editoriali nel settore del mistero, del mistico, dell’esoterico, dell’iniziatico, saranno riversati dall’autore pugliese anche nella collana che prende per l’appunto il nome di Universo del Mistero per i tipi de I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno.“Sono contento di offrire un contenitore totale circa argomenti di confine attraverso la collana Universo del Mistero diretta da Mario Contino sotto il marchio i Quaderni del Bardo Edizioni – dichiara l’editore Stefano Donno – potendo offrire così ai lettori della nostra casa editrice sempre più libri dai contenuti singolari. Infatti il termine Mistero possiede in sé diverse declinazioni che possono e devono essere affrontate da pubblicazioni valide da un punto di vista scientifico, proprio come quelle che proporremo scoprendo che libro dopo libri si andrà oltre tutto ciò che rimane escluso dalle normali possibilità intuitive o conoscitive dell’intelletto umano”

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione crescente: il dilemma delle banche centrali

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi. La politica dei soldi facili ha “drogato” la finanza e l’economia, facendo aumentare i debiti e la propensione per maggiori rischi, e ha determinato la crescita dell’inflazione.Dopo molto tempo anche la Federal Reserve ha ammesso di aver sottovalutato l’impennata inflazionistica, che è più ampia e persistente delle previsioni. Ora, per tutte le grandi economie, la sfida è come correggere le azioni “dettate” dall’inflazione interpretata come “transitoria”.Le banche centrali da anni, in merito all’inflazione, si basano su tre principi molto “soggettivi” e poco scientifici. Il primo è il target arbitrario del 2% annuo. Il secondo riguarda le “aspettative di inflazione”. I banchieri affermano che sono le aspettative a muovere l’inflazione e che le banche centrali guidano le aspettative. Perciò tutto, secondo loro, sarebbe sotto controllo. Il terzo è il cosiddetto “forward guidance”, una guida anticipata attraverso, per esempio, il controllo della curva dei rendimenti dei titoli pubblici. Con la Grande Crisi Finanziaria prima e con la pandemia poi, le banche centrali bene hanno fatto ad aprire i rubinetti della liquidità con salvataggi immediati e necessari per il sistema. A lungo andare, però, i rischi di inflazione sono inevitabili. Infatti, già la scorsa estate, sarebbe stato opportuno riconoscere che i fattori cosiddetti “transitori” erano accompagnati da problemi strutturali. Non si può giustificare tutto con gli effetti della pandemia. Oltre le irrisolte speculazioni sulle commodities, le aziende, in verità, descrivevano la natura persistente delle interruzioni nelle loro catene di approvvigionamento e la mancanza di manodopera specializzata. Gli imprenditori, a differenza di molti economisti accademici, affermavano che questi problemi non sarebbero stati risolti in tempi brevi.Le banche centrali certamente non hanno tutti gli strumenti per sbloccare le catene di approvvigionamento e il reperimento della forza lavoro. Ma rimanere nella “mentalità inflazionistica transitoria”, rischia di mettere in moto quelle “aspettative” con tassi di inflazione non facilmente tollerabili dall’economia. Anche i crescenti risparmi dei mesi passati, erosi da un’inflazione del 6% o più, potrebbero essere spinti con forza verso l’acquisto di beni, ma troppo velocemente per trasformarsi in nuovi investimenti e in maggiori produzioni, alimentando così la stessa inflazione. Non si può aspettare. Si rischia una più marcata recessione. E’ un modello conosciuto: dentro la trappola della curva dell’inflazione c’è il rischio di inasprire la politica monetaria in modo brusco, colpendo duramente la domanda e l’occupazione e mettendo fuori gioco le imprese già in difficoltà. Per i mercati si prospetterebbero situazioni d’illiquidità destabilizzante.In verità, già a novembre, il governatore della Fed, Jerome Powell, ha fatto un improvviso cambiamento di politica monetaria, annunciando una riduzione degli acquisti mensili di attività, quello che si chiama in gergo il “tapering” del quantitative easing. Da parte sua, la Banca centrale europea ha ancora una posizione attendista, credendo fermamente nella “transitorietà” dell’inflazione, che alla fine dovrebbe ritornare al fatidico 2%. Se le pressioni inflazionistiche dovessero, però, diventare generalizzate, non si può escludere una qualche “frenata” disordinata nella politica monetaria. In questa situazione, secondo noi, le principali banche centrali dovrebbero comunicare con puntualità le proprie azioni politiche in modo da non innescare confusione o una overreaction dei mercati. A differenza del positivo sincronismo pre pandemico, l’attuale disallineamento tra la Fed e la Bce non è di buon auspicio.D’altra parte, se l’inflazione diventasse più alta rispetto alle previsioni, si ridurrebbero anche i redditi reali, innescando un inevitabile scontro sociale, in particolare sui salari e le pensioni. Indubbiamente, non vi sono facili soluzioni. Però, se nei passati 15 anni le banche centrali sono state super interventiste, non possono adesso diventare troppo attendiste. In questa situazione sono i governi e i parlamenti a dover entrare in gioco con decisione e definire le priorità degli interventi. Sono chiamati a favorire attivamente l’economia reale, le imprese produttive, l’occupazione e i redditi dei cittadini e svincolarsi dalla “presa” prolungata e soffocante della grande finanza. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libri in edicola con Il Sole 24 Ore

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

Il Sole 24 Ore porta in edicola ogni martedì nel mese di febbraio la Collana Instant con i titoli “Instant Storia Contemporanea” di Simone Guida dal primo febbraio; “Instant Latino” di Stella Merlin Defanti dall’8 febbraio e “Instant Greco Antico” di Roberta Meneghel dal 15 febbraio. Ogni volume resterà in edicola per un mese.Dopo il successo del primo volume, da martedì 8 febbraio sarà in edicola la seconda uscita “Instant Latino. Il corso facile e divertente che renderà questa lingua più viva che mai” a cura di Stella Merlin Defanti al prezzo di 12,90€. Ideale per appassionati e studiosi, ma anche per studenti in difficoltà, il volume vuole dimostrare come sia possibile rendere interessante e moderno anche lo studio di una lingua complessa come il latino. L’autrice porta il lettore alla scoperta di che cos’è il latino, il suo alfabeto, la pronuncia, permettendo subito l’apprendimento della frase semplice, degli aggettivi, dei pronomi fino ad arrivare alle frasi più complesse e articolate. In più alle spiegazioni si alternano esercizi, box di approfondimento sulla letteratura e curiosità.Il volume si conclude con una parte dedicata alle espressioni latine passate nell’italiano contemporaneo e con un ricco glossario. L’autrice è una docente universitaria giovane, ironica e brillante, che trasforma ogni lezione in un’opportunità di cose scoprire nuove cose, sempre con un tono fresco e leggero. Roberta Meneghel Il Sole 24 ORE Martedì 15 febbraio sarà la volta di “Instant Greco Antico. Il corso facile e veloce per riscoprire una lingua più viva che mai” di Roberta Meneghel. Conoscere una lingua è uno dei mezzi, forse il migliore, per aver accesso alla cultura di un popolo. Conoscere il greco antico significa, dunque, avere accesso potenzialmente a ciò che spesso è indicato come pensiero o civiltà occidentale. Un viaggio alla scoperta di una lingua solo apparentemente lontana da noi. La fonetica, le declinazioni, il sistema verbale e molto altro sono spiegati in modo chiaro e comprensibile. Tra le pagine tanti esercizi originali e mirati per consolidare le conoscenze acquisite capitolo dopo capitolo, curiosità etimologiche per scoprire l’origine di parole che usiamo tutti i giorni e approfondimenti sulla cultura e la letteratura dell’antica Grecia. Un’opera ideale non solo per gli studenti. Ma anche per tutti gli appassionati e i curiosi. Pagine: 352 Prezzo:12,90€ Uscita:15 febbraio 2022 in edicola

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumo libri. Il futuro in mano a giovani e donne

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

I dati Istat 2020 su pubblicazione e tiratura di libri, indicano numeri negativi, mentre tra quel 41,4% che legge almeno un libro all’anno, si registra una crescita del 3% . Certo c’è il 58,6% della popolazione che non legge neanche un libro, ma almeno chi legge ha deciso di dedicarsi di più a questa conoscenza, probabilmente complice il fatto che il 2020 siamo rimasti per molto tempo chiusi in casa per prevenire il covid. Inoltre, il fatto che il libro sia una sorta di compagno di cultura da trattare con cura e accarezzare, ce lo dice il fatto che il 73,6% di chi legge lo fa sui testi cartacei.E se qualcuno crede che i giovani siano i meno attenti, è bene sapere che il 58,6% dei ragazzi tra 11 e 14 anni, ha letto, non per motivi scolastici, almeno un libro. Inoltre le donne (46,4%) sono più degli uomini (36,1%), Con un record tra le ragazze 11-24: oltre il 60% ha letto almeno un libro.Insomma i giovani e le donne sembrano essere più dedite ad informarsi su un libro. Se si considera che la lettura di un libro è mediamente indice di maggiore attenzione a cultura e istruzione, siamo felici di avere conferma che il nostro futuro si basa su giovani e donne. Certo, si possono considerare anche altri tipi di futuri, quelli legati alla cultura e all’informazione di social e alcuni festival canori, per esempio. Ma al momento, se la storia non ci inganna, le persone più istruite, e più riflessive come solo la lettura di un libro può rappresentare, sono quelle che ci hanno fatto stare meglio economicamente, umanamente e socialmente.Non auspichiamo che ci siano continui lockdown perché il numero di lettori di libri cresca, ma grazie al confinamento domestico registriamo la scoperta di se stessi, l’apertura e la riflessione mentale che caratterizza la lettura di un libro. E auspichiamo che questo “contagio culturale”, questo “consumo” di libri si faccia sempre più strada.Un consiglio per tutti: quando leggete un libro, non tenetelo solo per voi, invitate amici a leggere altrettanto libro e a confrontarsi per capire quanto lo scrittore ci ha voluto comunicare. Riuscendo, così, anche a capire meglio, oltre alle riviste e rubriche letterarie, quanto un autore e il suo metodo/pensiero ci possa aiutare a vivere meglio. http://www.aduc.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Formare i futuri professionisti del mondo dei New Media

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

Il settore dei contenuti digitali di informazione e intrattenimento come editoria, audio e video entertainment, sta vivendo a livello globale un periodo da protagonista. Come rileva una ricerca dell’Osservatorio Digital Content del Politecnico di Milano nel 2021, il mercato del Video Entertainment negli ultimi 12 mesi ha oltrepassato quota 1,3 miliardi di euro, e la sua componente principale è oggi rappresentata dal 61% della spesa dei consumatori. Si tratta di uno sviluppo che ha mutato profondamente la filiera produttiva e distributiva, aprendo a nuovi scenari competitivi e richieste di nuove figure lavorative. In questo scenario, la 24ORE Business School rafforza l’impegno nei confronti della formazione dei giovani grazie alla collaborazione con Banijay, società attiva nel mercato italiano per la produzione di contenuti audiovisivi scripted e unscripted, nel Master in Content Creation per Podcast, Radio, TV e New Media.Il Master vuole offrire ai suoi partecipanti una formazione concreta per lavorare nel settore dei media e dell’intrattenimento, accompagnando giovani neolaureati in un percorso di sei mesi che possa dare loro l’opportunità di acquisire competenze crossmediali e multipiattaforma tramite cui valorizzare le specificità del content per l’audio e il video, passando dalla radio alla TV e poi dalla stampa al web.Da sempre Banijay si impegna a creare contenuti interessanti e in linea con le richieste di mercato. La collaborazione con il Master, pertanto, mira a trasferire know-how e competenze sempre più aggiornate per rispondere alle nuove esigenze del mercato dell’intrattenimento, formando dei professionisti completi, in grado di lavorare sui contenuti su tutte le piattaforme nate negli ultimi anni. E sarà la business unit di Veronica Ferrari, attiva in tutte le società del gruppo Banijay in Italia, a guidare il progetto di formazione e a seguire i partecipanti del master attraverso la realizzazione di project work sul branded content. A conclusione, inoltre, verrà data la possibilità al giovane più talentuoso di entrare a far parte del team del dipartimento di Branded Content attraverso uno stage curriculare.Il dipartimento guidato da Veronica Ferrari, costituito da diverse attività commerciali e di marketing e specializzato nell’estensione del prodotto a partire dai programmi televisivi prodotti da Banijay, è player chiave del settore. Tra i suoi compiti principali, quello di creare brand extension per le singole produzioni promuovendo attività di brand integration, licensing e merchandising. Insieme al dipartimento digitale si lavora alla valorizzazione e alla promozione dei format di punta, partendo da una strategia editoriale, passando per la produzione diretta dei contenuti, e, infine, curando tutta la gestione promozionale online. Mentre, insieme al dipartimento creativo, vengono realizzati nuovi branded content televisivi o digitali attraverso la creazione di veri e propri formati stand-alone.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sondaggio Nestlè sul lavoro giovanile

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

Tornare a lavorare in ufficio o continuare a lavorare da casa? Nestlé lo chiede a chi ha meno di 30 anni. La strada da seguire è quella di un modello ibrido che tenga conto della flessibilità e del giusto bilanciamento tra vita privata e vita lavorativa ma che, allo stesso tempo, faciliti una costante presenza in ufficio, fattore imprescindibile per il futuro del lavoro. Questa richiesta emerge in modo chiarissimo dalla survey “Il futuro del lavoro in Italia” commissionata da Nestlé in Italia a Toluna con l’obiettivo di indagare le preferenze e necessità dei ragazzi e delle ragazze più giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Volendo ascoltare e dare voce a chi ha appena concluso gli studi o a chi ha appena iniziato a lavorare, lo studio riflette sul rinnovato mondo del lavoro raccontando come gli ultimi 2 anni abbiano modificato i modelli organizzativi tradizionali aprendo nuove prospettive per il futuro. In generale, nonostante le preoccupazioni, i giovani hanno dimostrato forte capacità di adattamento alla nuova situazione lavorativa: infatti, il 74% valuta positivamente l’esperienza di lavoro degli ultimi mesi in quanto ha contribuito a favorire la propria autonomia (47%) e ha accelerato l’acquisizione di nuove competenze utili per crescere (44%). È chiaro, non mancano, alcuni aspetti negativi (a cui le aziende dovranno prestare massima attenzione) come la ridotta socializzazione (33%) e la difficoltà di “staccare” dal lavoro e godersi il tempo libero (26%): se da un lato, infatti, lo smart working regala più tempo da dedicare alle proprie attività, dall’altro rischia di portare alla mancanza di un confine netto e necessario tra lavoro e casa, a scapito della sfera privata.Insomma, la prospettiva futura di un modello di lavoro ibrido è la preferita da più della metà degli intervistati (52%), ma circa un terzo dei giovani preferirebbe tornare totalmente in ufficio, riconoscendo i benefici e i vantaggi del lavorare in presenza rispetto al lavorare sempre da casa (12%).Nonostante l’incertezza determinata dalla pandemia, questa apertura al cambiamento ha permesso al Gruppo Nestlé di attivare oltre 203 stage e assumere 566 giovani under 30 nelle diverse sedi italiane. Inoltre, Nestlé nel nostro Paese continua a promuovere progetti per supportare le startup e favorire l’imprenditoria giovanile, in particolare all’interno della filiera agricola. Numeri particolarmente significativi, soprattutto se si considera il periodo che abbiamo attraversato e che dimostrano l’impegno che da sempre Nestlé rivolge alle giovani generazioni, volendo continuare a offrire opportunità concrete di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro attraverso l’iniziativa globale Nestlé Needs YOUth.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorsi marina militare

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

Oggi l’Accademia Navale apre di nuovo le sue porte “virtuali” a chi vorrà scoprire dettagli e curiosità sulla vita dell’allievo, informarsi sui diversi iter formativi offerti e sulle modalità di svolgimento del concorso. Tra pochi giorni scadranno i termini del bando di concorso per 133 posti da allievo della 1^ classe dei ruoli normali dell’Accademia Navale di Livorno, un’opportunità formativa imperdibile per ragazzi e ragazze che aspirano ad una carriera entusiasmante e avventurosa.“L’Accademia Navale è, per i giovani che vogliono investire sul loro futuro, un’opportunità formativa e di vita di altissima valenza– ha detto l’ammiraglio di divisione Flavio Biaggi, comandante dell’Accademia Navale- Il nostro Istituto forma da 140 anni tutte le nuove generazioni di ufficiali di Marina, professionisti del mare capaci di guidare personale e mezzi e di affrontare con successo le complesse sfide del futuro. Sono ben sei i corsi di laurea specialistica offerti, oltre a numerosi indirizzi professionali”.Corsi di laurea in scienze marittime e navali, ingegneria navale, ingegneria delle telecomunicazioni, ingegneria civile ed ambientale, giurisprudenza, medicina e chirurgia rappresentano un ventaglio di opzioni accademiche a cui si affiancano esperienze formative nel campo sportivo e della crescita caratteriale ed individuale, tasselli inscindibili di una personalità evoluta, capace di muoversi in diversi ambienti e contesti, in modo professionale, appropriato e disinvolto.“Il mare è un fattore essenziale per la prosperità dell’Italia, oltre che per la sua sicurezza. I giovani sono il futuro del Paese. In Accademia Navale avviciniamo i giovani al mare offrendo loro una formazione di eccellenza e prospettive professionali di grande soddisfazione” ha concluso l’ammiraglio Biaggi. Maggiori informazioni su: http://www.marina.difesa.it – sezione “Entra in Marina”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Malattia renale cronica

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

E’ un problema di salute che interessa oltre il 7% della popolazione italiana – afferma il prof. Dario Manfellotto, Dipartimento di Medicina Interna dell’Ospedale Fatebenefratelli di Roma e Presidente della Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti (FADOI) -. Dalla patologia possono nascere diverse complicanze, tra cui l’anemia che riguarda in totale oltre il 20% dei casi. I dati epidemiologici dimostrano come l’incidenza della malattia stia aumentando soprattutto a causa dell’invecchiamento della popolazione. Lo stesso vale per tutte quelle diverse condizioni cliniche che portano ad un rischio di danno renale, come il diabete, la sindrome metabolica, l’ipertensione o la dislipidemia. Per contrastarla diventa così indispensabile la fase della diagnosi che deve essere quanto più è possibile precoce. A tale scopo abbiamo deciso di creare, nell’ambito del progetto Kidney Anemia Network (KAN), una scheda di valutazione per la pratica clinica quotidiana, semplice ma efficace. Attraverso pochi quesiti e la misurazione di parametri prestabiliti e condivisi è possibile favorire la tempestiva individuazione dell’anemia che contraddistingue la malattia renale, complicandone l’evoluzione. La complessità del malato nefropatico deve essere vista in un’ottica di approccio clinico globale nel quale il «riferimento» ad un altro specialista avviene in modo collaborativo e non sostitutivo o alternativo, esaltando le rispettive competenze, perché in una medicina moderna il rapporto non può essere separato, e ciò che serve in ospedale e sul territorio è la collaborazione fra i vari specialisti e il medico di medicina generale. Infine, è molto importante anche il ruolo della formazione che deve avvenire su criteri condivisi della patologia e coinvolgere anche i medici di famiglia”. “Si tratta di una patologia asintomatica, che si manifesta con sintomi importanti solo quando la riduzione della funzione renale è estremamente avanzata, quando si ha già la comparsa di complicanze, prima fra tutte la presenza di anemia. C’è ancora tanta patologia renale non diagnosticata, ed il nostro servizio sanitario deve ancora compiere importanti passi in avanti in modo tale da avviare il paziente ad un trattamento tempestivo – sostiene Stefano Bianchi, Direttore UOC Nefrologia e Dialisi, Area Livornese Sud, Azienda Sanitaria Toscana Nordovest -. Un altro dei motivi per cui la malattia renale cronica viene diagnosticata “troppo” tardi, è il tardivo riferimento del paziente con malattia renale al nefrologo da parte dei distretti sanitari territoriali e da altri specialisti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »