Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 23 febbraio 2022

Mostra “Fabbricare nell’emergenza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Il prossimo venerdì 25 febbraio 2022 alle ore 18,30 presso la Real Academia de España en Roma avrà luogo l’evento di finissage della mostra “Fabbricare nell’emergenza – Il mondo maker e la sfida del COVID 19”.L’evento sarà aperto da un talk a cui prenderanno parte – oltre ad alcuni autori dei progetti – Cristian Fracassi, ingegnere inventore delle valvole stampate in 3D che hanno salvato la vita a molti durante la pandemia, Valentino Catricalà, Curatore SODA Gallery di Manchester e lecturer alla Manchester Metropolitan University, Rosella Siani, architetto e fondatrice del gruppo di fabbricazione digitale VAHA, e Ramon Rispoli, coordinatore scientifico del programma di ricerca internazionale “Actuar en la Emergencia”. Al termine dell’incontro, Michela Musto, architetto, CEO di The Spark Creative Hub e curatrice della mostra, ne farà una visita guidata. L’obiettivo di questa mostra è svelare il lavoro dei maker spagnoli e italiani e gettar luce su alcuni dei modi in cui il mondo della fabbricazione digitale si è mobilitato, dalla primavera del 2020 ad oggi, per far fronte all’emergenza pandemica.Questa mostra fa parte del programma di ricerca triennale “Agire nell’Emergenza”, ormai prossimo a compiere un anno di traiettoria, che ha già prodotto una serie di interessanti analisi riguardanti in generale la capacità di azione del design (nel suo senso più ampio di progetto), delle arti visive e delle scienze sociali di fronte alla sfida del Covid-19.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Exposición: Fabricar en la emergencia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

El próximo viernes 25 de febrero de 2022 a las 18.30 horas en la Real Academia de España en Roma tendrá lugar el evento de clausura de la exposición “Fabricar en la emergencia – El mundo de los makers y el desafío del COVID 19”.En el encuentro participarán -junto con algunos de los autores de los proyectos expuestos- Cristian Fracassi, ingeniero e inventor de las válvulas impresas en 3D que tantas vidas han salvado durante la pandemia, Valentino Catricalà, comisario SODA Gallery de Manchester y profesor en la Manchester Metropolitan University, Rosella Siani, arquitecta y fundadora del grupo de fabricación digital VAHA, y Ramón Rispoli, coordinador científico del programa internacional de investigación “Actuar en la Emergencia”. Al término del encuentro, Michela Musto, arquitecta, CEO de The Spark Creative Hub y comisaria de la exposición, realizará una visita guiada a la misma. El objetivo de esta muestra es visibilizar el trabajo de makers tanto españoles como italianos y arrojar luz sobre las formas en que el mundo de la fabricación digital se ha movilizado, desde la primavera de 2020 hasta hoy, para hacer frente a la emergencia pandémica.Esta exposición se enmarca en el programa de investigación trienal “Actuar en la Emergencia”, próximo a cumplir un año de trayectoria, que ha producido ya una serie de interesantes análisis relacionados con la agencia del diseño (en su sentido más amplio), de las artes visuales y de las ciencias sociales frente al desafío de la Covid-19.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Expo 2030, M5S-LcR: “Grande soddisfazione per Raggi presidente di commissione”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

“Esprimiamo grande soddisfazione per l’elezione di Virginia Raggi a presidente della commissione speciale su Expo 2030, che dovrà accompagnare la candidatura di Roma a ospitare uno dei più importanti eventi internazionali. L’Expo 2030 rappresenta una vetrina internazionale che, oltre a generare sviluppo e benessere per i cittadini romani, deve presentare al mondo il volto di una città finalmente all’avanguardia. E’ stato stimato da uno studio di settore che i benefici economici diretti e indiretti che l’indotto generato da Expo sulla Capitale e sull’Italia sarà di oltre 11 miliardi di euro. Nessuno migliore quindi di Virginia, promotrice dell’iniziativa quando era sindaca di Roma, a gestire un dossier così fondamentale e complesso come quello di Expo: metterà la sua grande esperienza a servizio della cittadinanza. Facciamo un grande in bocca al lupo a lei e a tutti i commissari, tra cui il vicepresidente Antonio De Santis: grazie alla disponibilità di tutti i consiglieri possiamo rimboccarci le maniche e metterci subito al lavoro”. Così in una nota congiunta i gruppi capitolini M5S e Lista Civica Raggi Ecologia e Innovazione.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incentivi ad impianti biogas

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

“Con l’approvazione del Milleproroghe, il comparto primario potrà contare sul rinnovo degli incentivi previsti per la produzione di energia elettrica da parte di impianti di biogas fino a 300 KW, alimentati da sottoprodotti provenienti da attività di allevamento, nonché su ‘Granaio Italia’, lo strumento di monitoraggio di farine e cereali, i cui decreti attuativi verranno emanati entro il prossimo 30 aprile”. Lo dichiara la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in commissione Agricoltura, a margine del voto dell’Aula di Montecitorio sul decreto Milleproroghe che passa ora a Palazzo Madama per la definitiva approvazione.“Ringrazio i colleghi Gianpaolo Cassese e Luciano Cillis per il proficuo lavoro svolto in queste settimane – aggiunge – volto, da un lato, a garantire l’incentivazione di energia da fonti rinnovabili e, dall’altro, a definire le modalità di applicazione della norma sul registro telematico di carico e scarico del settore cerealicolo”.“Il lavoro di valorizzazione delle produzioni nazionali e di supporto alle imprese agricole affinché diventino circolari e sostenibili, prosegue ora con l’esame del decreto Sostegni Ter al Senato” conclude. (fonte: MoVimento 5 Stelle Camera dei Deputati)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La soluzione proposta da Cdp al fine di garantire un approvvigionamento sicuro e resiliente delle materie prime”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

“Le valutazioni di Cdp sono strategiche e fondamentali per comprendere come garantire un approvvigionamento sicuro e resiliente delle materie prime investendo in innovazione, diversificando le forniture e rafforzando l’uso circolare delle risorse”. Ha commentato il Senatore Vincenzo Presutto membro della Commissione di Vigilanza di Cassa Depositi e Prestiti. Continua il Senatore Presutto: “È necessario ed importante capire da dove vengono i rincari delle materie prime e come affrontarli in un contesto nel quale la transizione energetica gioca certamente un proprio ruolo sui futuri fabbisogni della popolazione”. Spiega Presutto: “Le ragioni dei rincari sono riconducibili a fattori congiunturali, strutturali, geopolitici e speculativi: tra i primi lo squilibrio tra domanda e offerta ma anche i tagli alla produzione del petrolio, tra le cause strutturali invece rientra il forte incremento della domanda delle commodities necessarie per il raggiungimento degli obiettivi connessi alla transizione ecologica. Bisogna sempre tenere a mente che la fornitura di materie prima è comunque soddisfatta da Paesi terzi.”Ha concluso Presutto: “Pertanto, la soluzione per l’Europa come evidenziato da Cdp, è quella di investire in innovazione, diversificare le forniture da Paesi terzi al fine di garantire un approvvigionamento sicuro e resiliente delle materie prime. Mi preme sottolineare inoltre che l’Italia si conferma virtuosa ed in cima alla classifica tra i paesi in Europa per quanto riguarda il trattamento del riciclo dei rifiuti.”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi militare tra Russia e Ucraina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

La crisi militare tra Russia e Ucraina non è una crisi di religione o di ideologia, non è una crisi di terrorismo fanatico, è una crisi geologico-politica per la gestione dei possenti giacimenti minerari presenti nell’Ucraina: è una guerra mineraria, è una guerra per le fonti energetiche fossili e come tale deve essere considerata anche da noi in Italia per progettare un futuro meno dipendete da chi gestisce le fonti fossili. L’Ucraina, estesa appena due volte l’Italia, vanta ricchi giacimenti di materie prime come carbone, minerali di ferro, gas, petrolio, argilla, uranio. All’Ucraina appartiene il record nella produzione del carbone all’interno dell’Europa e occupa il tredicesimo posto nel mondo per la sua produzione. È il quarto Paese in Europa per riserve di gas e petrolio. Nel territorio ucraino sono presenti i più grandi giacimenti di uranio d’Europa (fonte Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale https://www.infomercatiesteri.it/materie_prime.php?id_paesi=96)”. Ha affermato Antonello Fiore, geologo, Presidente Nazionale della Società Italiana di Geologia Ambientale.“Per questo diciamo che questa è una crisi mineraria annunciata. Già all’indomani dell’annessione nel 2014 da parte della Russia della penisola di Crimea – ha proseguito Fiore – nel Mar Nero si sapeva che la Russia non avrebbe rinunciato ai grandi giacimenti ucraini. E noi in Italia cosa abbiamo fatto in questi 8 anni? Cosa hanno fatto il Parlamento e l’esecutivo italiano per diversificare i consumi energetici, per destinare le fonti fossili solo ed esclusive a situazioni senza alternative e in attesa di avviare la riconversione dello sviluppo egoistico in sviluppo sostenibile, senza aspettare il rientro di investimenti basati sul consumo di fonti fossili?Per essere più espliciti chi ha impedito al Governo guidato da Mario Draghi di inserire la geotermia a bassa entalpia tra le fonti rinnovabili da finanziare con il PNRR?Chiediamo ora più che mai di avviare sin da subito incentivi per facilitare l’utilizzazione dell’energia geotermica a bassa entalpia: un’energia inesauribile, senza diritti di proprietà o brevetti, rinnovabile, ecocompatibile, a disposizione in tutti i luoghi e per tutti i giorni dell’anno. Chiediamo ora più che mai di avviare sin da subito incentivi per dotare ogni edifico pubblico, ogni edificio residenziale e ogni struttura che necessita di impianto di riscaldamento e raffrescamento di sistemi geotermici a bassa entalpia da realizzare sulla base di un programma economico/finanziario di 10 anni.I sistemi geotermici a bassa entalpia sono diffusi, in ambito residenziale soprattutto nel nord Europa, quindi non sarà difficile proporre di seguire il percorso già avviato per diffondere questa tecnologia su tutto il territorio nazionale, sempre se questo non rovina i piani di rientro finanziario di investimenti basati sulle fonti fossili”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia ha accolto con grande entusiasmo l’Action Plan

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

E’ la vera sfida di un’Europa che si pone nuovi obiettivi, che può assolutamente raggiungere con grandi risultati”. Lo ha affermato il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, intervenendo alla “First InformalConference of European Ministers for Social Economy”, organizzata dal Segretario di Stato francese per l’Economia Sociale, Solidale e Responsabile, Olivia Grégoire, alla presenza del Commissario Europeo, Nicolas Schmit. All’incontro hanno partecipato 23 ministri europei responsabili dell’economia sociale. Stiamo lavorando moltissimo su tutti questi aspetti. Credo che sia altrettanto importante sviluppare la parte degli strumenti di finanziamento, in particolare sui Social Bond, un tema sensibile per molti. Credo, insieme ad altri Paesi, si possa spingere fortemente l’utilizzo, affinché si possa utilizzare uno strumento di finanza di impatto capace di parlare già subito di obiettivi e realizzare così progettazioni ambiziose”. “Comprendere appieno l’importanza dell’economia sociale è il primo passo per rafforzarne l’ecosistema, rendendo poi possibile l’applicazione di politiche pubbliche specifiche o la creazione di etichette e certificazioni. Per fare questo, però, è indispensabile disporre di tutti i dati necessari per avere un quadro delineato e completo. La riunione odierna – ha commentato Castelli, a margine dell’iniziativa – segue gli incontri, sullo stesso tema, che come Italia ho promosso nei mesi scorsi e rappresenta un nuovo formato che dimostra in modo plastico il desiderio condiviso, in tutto il continente, di sviluppare l’economia sociale, nel rispetto delle differenze culturali e storiche di ciascuno. Per noi una bella occasione per dare seguito al confronto già avviato con il Commissario Schmit, e per ribadire l’importanza delle molteplici sfide economiche, climatiche e sociali che l’Europa deve affrontare oggi”. In Europa, l’economia sociale rappresenta circa 2,8 milioni di soggetti con diverse forme giuridiche (cooperative, mutue, associazioni, fondazioni, imprese sociali), 13 milioni di lavoratori e oltre il 10% del PIL in alcuni paesi come Italia, Francia e Spagna. Realtà, queste, che condividono il comune principio di mettere le persone, e lo scopo sociale, al di sopra del profitto. Si tratta di un settore che ha un grande potenziale per creare posti di lavoro ad alto valore aggiunto sociale, anche assumendo lavoratori più vulnerabili, e per contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico. L’economia sociale e l’economia di prossimità è stata, infatti, sono stati identificati dalla Commissione Europea come uno dei 14 ecosistemi industriali del mercato unico. Proprio in questo contesto, il 9 dicembre 2021 la Commissione europea ha presentato il suo primo “Action Plan for the Social Economy”, che contiene gli obiettivi da perseguire, a livello europeo, per sbloccare il potenziale, anche con riferimento alla creazione di posti di lavoro ed ai progetti di coesione sociale. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pagamenti contanti di nuovo a 2000. Rinviare non serve e complica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

In commissione Camera, emendamento Milleproroghe, i pagamenti in contanti tornano massimo a 2000 euro dopo che da inizio 2022 erano a 1000, su cui dovrebbero tornare nel 2023: voto di parte della maggioranza con l’opposizione. Politicamente è da ascrivere al meccanismo di consenso elettorale che tratta ogni innovazione come nemica del popolo, considerato pigro e conservatore. Il dato di fatto è che i pagamenti con carte non sono nemici del popolo, ma il contrario: l’evasione fiscale, anche a piccoli livelli, non è una baggianata e l’uso dei pagamenti elettronici, al momento, è valutato come uno dei tanti per farvi fronte: se non è oggi è domani, e rimandarlo serve solo a prolungare la situazione attuale. L’abbassamento a 1000 avrebbe stimolato e ampliato la diffusione, la praticità, la familiarità e i minori costi delle carte. Le norme in vigore facilitivano l’evasione, per esempio, non sanzionando gli esercenti che non applicavano il limite, e il Parlamento ha deciso nella stessa logica di timore e ostilità. Ci ritroveremo quindi fra un anno a parlare della stessa storia (che non può che andare verso il consolidamento dei “pagamenti di plastica”), come se un anno non fosse passato, con inesistenti benefici per consumatori e fisco e, soprattutto, con le banche che si sentiranno legittimate a mantenere i troppo alti costi di esercizio di queste carte. Bel risultato! Forse è il caso che il governo metta mano ad un rilancio e miglioramento della Lotteria degli scontrini, creata proprio per incentivare i pagamenti con carte. Lotteria che ha scarsa diffusione, soprattutto presso gli esercenti. François-Marie Arouet – Aduc http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Women on Web starts providing abortion pills in advance

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

With the help of this new service, women can request abortion pills in advance and take them as soon as they discover they are pregnant. Women on Web’s medical team will prescribe the abortion pills to people who are not yet pregnant but who anticipate that they may need them in the future. Today, 41 percent of women of reproductive age live in countries under restrictive abortion laws. Advance access to the medicines mitigates the impact of legal restrictions, unnecessary medical requirements, and other financial and logistical access barriers. It expands the window of care and enables women to access abortions faster and therefore have safer pregnancy terminations in the earliest gestations. Medical abortion is a protocol that involves taking two different drugs, Mifepristone and Misoprostol, and is a safe and highly effective method to end an early pregnancy, endorsed and recommended by the World Health Organization. With good information and instructions, women can manage their abortions in the privacy of their own home, with very low risk of complications. Many women prefer taking abortion medications outside a formal medical setting for a range of reasons, including increased privacy, control over the process, and easier access, especially for those who live in remote areas. Since 2006, Women on Web has provided over 100,000 medical abortion services in almost 200 countries. Our mission is to provide accessible and dignified abortion care that meets the needs, rights, and autonomy of women and pregnant people. We are committed to advancing a future where at-home abortions are common, where health providers work as supportive partners in abortion self-care, and where abortion pills are available over the counter.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Potere e bellezza nel Rinascimento Caterina Sforza di Pierluigi Moressa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

La figura di Caterina Sforza si innalza sullo sfondo delle vicende rinascimentali che attraversarono l’Italia e l’Europa. A capo di uno Stato piccolo per superficie ma strategico negli equilibri di potere della penisola, Caterina apparve signora capace di strategie spietate, virago dagli appetiti erotici insaziabili, vedova di tre mariti, esperta di studi alchemici. Figura di donna guerriero, Caterina intese esaltare la bellezza e la salute secondo le prescrizioni di un ricettario che diede conto di lunghe sperimentazioni e di una cultura tradizionale tipica delle ricerche dell’epoca. La contessa seppe conservare il valore degli avi e lo spirito di suo padre, e fino al termine della propria vita volle proclamare il senso di fierezza della stirpe sforzesca e l’incarnazione di un valore destinato, forse per sempre, a far stupire il mondo. Pierluigi Moressa (Forlì, 1959), medico psichiatra, membro ordinario della Società psicoanalitica italiana e giornalista pubblicista, si interessa del rapporto tra processi di pensiero e attività creativa. Ha scritto saggi su figure appartenenti al mondo dell’arte e della cultura; si è dedicato all’approfondimento di temi locali, pubblicando alcune guide storico-artistiche riguardanti città e luoghi della Romagna. Tra i libri che ha pubblicato: Caterina Sforza. Il mistero della bellezza (2009), Gli alberi del Paradiso. Amore e potere alla corte di Caterina Sforza (2009), L’autoritratto. Scene dal Rinascimento romagnolo (2010), La Romagna di Dante. Percorsi del desiderio e della nostalgia (2020). By Gloria Pisana https://www.diarkos.it/

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per un nuovo modo di lavorare e di vivere a Venezia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Si chiama Venywhere ed è il nuovo progetto nato dalla collaborazione tra la Fondazione di Venezia e l’Università Ca’ Foscari per offrire alla città e alla popolazione emergente dei workers from anywhere un innovativo strumento di contatto e interazione. La piattaforma faciliterà l’attrazione e l’inserimento di una nuova comunità attiva di persone che potranno arricchire la città di nuove energie e attivare un’offerta di nuovi servizi e opportunità economiche per la comunità locale.Venywhere partirà operativamente nei primi giorni di marzo con Cisco, leader mondiale nelle tecnologie abilitanti le modalità di lavoro innovativo. 16 dipendenti provenienti da vari Paesi europei saranno chiamati a misurarsi, per primi, con questa nuova esperienza. Il team di Cisco sperimenterà non solo le funzionalità della piattaforma Venywhere e l’impatto che l’intera iniziativa avrà sulla città di Venezia, ma anche le tecnologie abilitanti il futuro del lavoro e le nuove forme di collaborazione tra persone di team distribuiti. Le piattaforme di collaborazione innovative come Cisco WebexTM creano modelli che vanno oltre le attuali esperienze di lavoro remoto, ridefinendo nuovi standard più inclusivi e coinvolgenti.Il progetto parte dal presupposto che la città lagunare potrebbe essere il luogo ideale per un nuovo equilibrio tra lavoro e vita personale, e per la sperimentazione di un rinnovamento urbano innescato dalla presenza di una nuova popolazione di “cittadini temporanei” che potrebbero diventare col tempo nuovi residenti. A questo fine sta consolidando una rete che comprende istituzioni di ricerca, associazioni, fondazioni, musei e strutture private che sostengono il progetto contribuendo a creare offerta di spazi di lavoro e di servizi, a cui singoli o gruppi di lavoratori potranno accedere attraverso un sistema di prenotazione flessibile. Online in versione sperimentale da poche settimane, la piattaforma https://www.venywhere.it/ ha già destato moltissimo interesse, con 15000 visite e oltre 1200 iscrizioni di workers potenzialmente interessati a trasferirsi a Venezia per sperimentare una nuova modalità di lavoro e per vivere la città in forma attiva e coinvolgente.Tre sono le aree chiave su cui il progetto si focalizza. Offrire ai workers from anywhere supporto nell’individuazione di soluzioni residenziali e di spazi lavorativi adeguati. Sviluppare una offerta di servizi, che permetta di partecipare alla vita quotidiana della città mediante attività quali lo sport, l’arte, l’artigianato, l’enogastronomia, la conoscenza della lingua, le visite in città e in laguna, generando al contempo un potenziale significativo indotto economico locale alternativo al turismo, e contribuendo a favorire lo spostamento di una parte significativa dell’offerta residenziale dal breve termine, legato al turismo, verso una offerta a medio-lungo termine. Infine, promuovere l’innovazione sociale, coinvolgendo i workers from anywhere in forme di cittadinanza attiva al servizio della comunità. Promosso e sostenuto dalla Fondazione di Venezia in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari, Venywhere è sviluppato da un team di giovani laureati residenti a Venezia coordinati da Massimo Warglien, docente a Ca’ Foscari e ideatore e fondatore dell’iniziativa.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Martin Mosebach: Viaggio nella terra dei martiri copti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Prefazione del Card. Robert Sarah. A cura di Leonardo Allodi. Quello dei 21 giovani cristiani copti decapitati dall’Isis il 15 febbraio del 2015 sulle spiagge libiche di Sirte è stato definito come “il più grande caso di martirio cristiano del nostro tempo” (Anba Macarius). La straordinaria compostezza mostrata dai 21 martiri, che affrontano la morte invocando il nome di Gesù Cristo, ha suggerito a Martin Mosebach, uno dei più brillanti scrittori tedeschi in vita, l’idea di un reportage narrativo, che si rivela anche la scoperta di una storia perduta, quella del cristianesimo copto. Gli incontri e i dialoghi con le famiglie dei giovani martiri e con alcuni rappresentanti del clero copto aprono ad un contatto vivo con una fede millenaria. La secolare persecuzione subita dai copti, vittime di discriminazione sociale e, spesso, di attentati, testimoniata e denunciata negli ultimi anni anche dall’attivista egiziano Patrick Zaki, sembra oggi rivelarsi una speciale grazia. Questa “Chiesa dei martiri” nasconde un destino, un tesoro, un compito: contribuire a trasmettere, in modo credibile, ad un tempo incerto e desolato come il nostro, la fede e la liturgia del primissimo cristianesimo. Quel cristianesimo apostolico nato dalla predicazione di San Marco e, ancor prima, dalla presenza della Sacra Famiglia di Nazareth in terra egiziana, di cui i copti custodiscono gelosamente segni e testimonianze sconosciute ai più. Un viaggio, dunque, nella “storia perduta del cristianesimo”, in quel millennio d’oro della Chiesa mediorientale a cui un’Europa smarrita e sazia dovrebbe ricominciare a guardare per riscoprire se stessa. Un nuovo, straordinario miracolo, che si aggiungere alle storie ammalianti raccolte da Martin Mosebach. Cantagalli 2022 | pp. 264 | euro 22,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LGIM: siamo già a fine ciclo, ma la recessione è lontana per quest’anno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Commento a cura di Emiel van den Heiligenberg, Head of Asset Allocation di LGIM. L’anno è iniziato da poco, eppure molto è già accaduto. Ad esempio, i rendimenti USA hanno guadagnato oltre 40 punti base fino a oggi e i mercati azionari sono crollati di quasi il 10% prima di recuperare il 5% nello spazio di tre giorni per poi di nuovo indebolirsi.L’inflazione continua a sorprendere anche in misura superiore alle nostre previsioni, che già erano al di sopra del consenso. Nel corso dell’anno potremmo assistere a un allentamento delle interruzioni sul lato dell’offerta, ma vi è una notevole incertezza sulla rapidità con cui questo potrà accadere. E, per ora, sembra avvenire più lentamente di quanto sperato in precedenza. Il mercato ha rapidamente accettato di dover scontare quasi sette rialzi dei tassi USA entro la fine dell’anno, mentre a fine 2021 se ne prevedevano solo due per l’anno nuovo.Le banche centrali, poi, sono di fronte a un dilemma. L’equilibrio per il futuro tra crescita e inflazione appare peggiore di quanto previsto. Ciò ha portato a una linea decisamente aggressiva senza alcun corrispondente aggiornamento delle prospettive di crescita. Tuttavia, l’aumento dell’inflazione potrebbe ancora vedere una correzione una tantum legata alle riaperture delle economie dalla pandemia e le forze disinflazionistiche che operavano in precedenza potrebbero riaffermarsi. Queste dinamiche di fine ciclo sono ancora più evidenti se guardiamo anche la performance delle asset class rispetto al ciclo stesso. La solida performance delle materie prime, l’appiattimento della curva e la performance al contrario debole del credito sono segnali tipici di un trend di fine ciclo.Nonostante gli indicatori, rimaniamo del parere che una recessione nei prossimi 12 mesi sia improbabile. I consumatori hanno accumulato molto risparmio, i tassi di crescita economica sono al di sopra del trend e le previsioni sull’inflazione nel lungo termine fanno sì che banche centrali possano procedere in modo graduale nei rialzi dei tassi, sebbene non si possano escludere un errore politico o reazioni istintive della Federal Reserve.Il nostro framework ci avverte che i rischi di correzione nei mercati azionari sono in aumento. Tuttavia, riteniamo che occorra un ulteriore rialzo del rischio di recessione per giustificare una correzione più vicina alla soglia del mercato ribassista del 20%. A parte il breve ma violento crollo del mercato azionario del 1987, negli ultimi 50 anni l’S&P 500 non è mai sceso di oltre il 20% al di fuori di un ambiente recessivo (sebbene ci sia andato vicino alcune volte).Nonostante l’attuale correzione sia a nostro avviso principalmente dovuta al re-pricing dei rialzi dei tassi, riteniamo che i titoli azionari di solito “digeriscano” bene i rialzi dei rendimenti obbligazionari. Tuttavia, può sempre verificarsi un’”indigestione temporanea” se l’aumento è rapido e se l’inflazione o una politica monetaria aggressiva sono i principali fattori trainanti. Questo, insieme al pricing del rischio geopolitico sui mercati, è quanto accaduto nelle ultime settimane. In questo momento, tuttavia, le mosse delle banche centrali sono prezzate correttamente, soprattutto perché un allentamento delle interruzioni sul lato dell’offerta potrebbe mascherare temporaneamente un surriscaldamento nei mesi a venire. Possiamo dire che su una scala da -3 a +3 manteniamo la nostra posizione +1 a medio termine nei portafogli multi-asset, ma in modo più tattico rispetto allo scorso anno. Ad esempio, vogliamo essere più prudenti in un eventuale buy the dip: nel 2021 abbiamo iniziato a valutare di aumentare marginalmente la nostra esposizione in prossimità di un calo azionario del 5%, ma ora aspetteremo livelli più bassi prima di considerare un aumento del rischio nel nostro portafoglio.Gli spread creditizi hanno seguito il trend dei mercati azionari durante il selloff. Sono passati da estremamente expensive a expensive e adesso attendiamo un’ulteriore discesa prima di mutare la nostra posizione sottopesata a medio termine nel settore del credito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid: Primo anticorpo per prevenire la malattia nei pazienti fragili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

È disponibile nel nostro Paese la prima opzione farmacologica a base di anticorpi per la prevenzione del Covid-19. L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato l’utilizzo della combinazione di due anticorpi monoclonali a lunga durata d’azione (tixagevimab e cilgavimab) per prevenire i sintomi del Covid-19, prima dell’esposizione al virus, nelle persone ad alto rischio, cioè coloro che hanno un sistema immunitario compromesso e per i quali è necessaria una protezione supplementare al vaccino. Nello studio internazionale di fase 3 PROVENT su circa 5200 individui, la combinazione ha mostrato una riduzione statisticamente significativa, pari all’83%, del rischio di sviluppare la malattia in forma sintomatica, con una protezione che continua per almeno sei mesi dopo una sola dose. La profilassi pre-esposizione al Covid-19 è un’arma particolarmente importante per proteggere i più vulnerabili, come le persone affette da leucemia linfatica cronica, da immunodeficienze primitive o acquisite o quelle sottoposte a trattamenti immunosoppressivi come i trapiantati. Si tratta dell’unica opzione farmacologica a base di anticorpi autorizzata per l’utilizzo in emergenza anche in Italia per la profilassi pre-esposizione al Covid-19 ed è approfondita oggi in un media tutorial virtuale. A seguito delle valutazioni dell’AIFA, il Ministero della Salute, lo scorso 28 gennaio, ha concesso l’autorizzazione all’uso di emergenza per la combinazione dei due anticorpi per la profilassi pre-esposizione al Covid-19 in adulti e adolescenti (di età pari o superiore a 12 anni) con compromissione immunitaria da moderata a grave dovuta a una condizione medica o a farmaci immunosoppressivi e che potrebbero non sviluppare una risposta immunitaria adeguata alla vaccinazione anti Covid-19, e per le persone per le quali l’immunizzazione non è raccomandata. I destinatari non devono essere infetti o avere avuto una recente esposizione nota con una persona con infezione da SARS-CoV-2. Tixagevimab più cilgavimab è anche in sperimentazione come potenziale trattamento per i pazienti già colpiti da Covid-19. Lo studio di fase 3 TACKLE ha raggiunto l’endpoint primario dimostrando di ridurre il rischio di progressione della malattia da lieve-moderata a severa o di morte rispetto al placebo in pazienti non ospedalizzati con Covid-19 sintomatici da un periodo pari o inferiore a 7 giorni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Clima di fine secolo e agricoltura “eroica”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Pubblicata su «Nature Food» la ricerca dal titolo “Future climate-zone shifts are threatening steep-slope agriculture”, coordinata dal Professor Paolo Tarolli del Dipartimento di Territorio e Sistemi Agro-Forestali dell’Università di Padova, in cui si mostra quale sarà l’impatto del cambiamento climatico sulle aree agricole a forte pendenza alla fine del secolo. Lo studio è basato sulla proiezione delle zone climatiche attuali (1980-2016) a fine secolo (2071-2100) secondo lo scenario di concentrazione di gas serra RCP8.5, ovvero senza l’adozione di iniziative a favore della protezione del clima e, pertanto, con crescita delle emissioni ai ritmi attuali. Sono stati utilizzati dati satellitari e territoriali open-access, analizzati tramite la piattaforma online Google Earth Engine, in modo che la metodologia possa essere replicata non solo da scienziati, ma anche da operatori del settore agricolo ed enti per la gestione del territorio.I sistemi agricoli in aree a forte pendenza, sebbene rappresentino una frazione ridotta della superficie agricola globale, sono di grande rilevanza per diversi aspetti. La loro importanza agronomica, così come il valore storico e culturale che li contraddistingue, sono ampiamente riconosciuti dalle Nazioni Unite e protetti con iniziative come i siti patrimonio dell’umanità UNESCO e patrimonio agricolo globale GIAHS (FAO). Le coltivazioni in pendenza sono soprattutto concentrate in Messico, Italia, Etiopia e Cina: si tratta di colture di altissima “specializzazione”. Tra gli esempi si possono citare le aree terrazzate Honghe Hani nella provincia cinese dello Yunnan, gestite dalle minoranze Hani da oltre 1300 anni, le quali producono 48 varietà di riso, dando vita ad un habitat ideale anche per l’allevamento di bovini, anatre e pesci, in un’ottica di economia circolare, oppure, in Italia, la viticoltura eroica sulle colline del Prosecco e del Soave.Sul totale, l’agricoltura in forte pendenza si trova principalmente in zone climatiche temperate (46%) e fredde (28%): insieme, esse ospitano quasi tre quarti di questi paesaggi. Le coltivazioni in aree in pendenza delle regioni tropicali sono pari al 17%, nelle aride al 9% e in quelle polari arrivano all’1%, coprendo insieme il restante quarto del totale. Il cambiamento climatico rappresenterà una seria minaccia per tutta l’agricoltura e i sistemi rurali, con un impatto su raccolti e prezzi alimentari. In particolare, esso provocherà una variazione nell’estensione delle aree climatiche globali, con ripercussioni significative sui versanti agricoli in forte pendenza. Fonte: https://rdcu.be/cGZ1M

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Younited registra un 2021 record

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Younited ha registrato una crescita senza precedenti nel 2021, con un aumento annualizzato del GMV di oltre il 140%, con 1,2 miliardi di euro, di cui quasi il 50% al di fuori della Francia. Younited prevede di raggiungere il traguardo di 5 miliardi di euro di GMV aggregato nel 2022. I ricavi annualizzati superano i 150 milioni di euro nel 2021.In Italia, dove Younited è presente dal 2016, l’azienda evolve con tassi di crescita significativi: nel 2021, il numero di clienti è aumentato del 263% rispetto al 2020, è raddoppiato il Gross Merchandise Value e la previsione per il 2022 è di un ulteriore miglioramento (+78%). In termini di organico, il numero di dipendenti dell’azienda è cresciuto del 18% a fronte di un mercato del credito al consumo che sta tornando ai livelli pre-pandemia. Sempre nel 2021, Younited ha siglato importanti partnership commerciali (Apple Premium Reseller, con Microsoft per il supporto del lancio di Xbox All Access nel nostro Paese) e altre sono previste per il 2022. Nel 2022, il GMV di Younited è previsto che cresca in modo importante per arrivare a oltre 2 miliardi di euro. La community dei clienti Younited segue lo stesso trend: il traguardo del milione di utenti dovrebbe essere raggiunto nel 2022. In meno di 5 anni, Younited è diventata leader nel credito istantaneo in 5 Paesi che rappresentano il 60% del mercato europeo, con quasi la metà del suo GMV ottenuto al di fuori della Francia. Questa rapida espansione della presenza europea è il risultato della decisione di Younited di optare sin dall’inizio per un posizionamento normativo strategico. In qualità di istituto di credito regolamentato e approvato dall’UE, Younited può implementare la sua tecnologia di credito istantaneo in 30 Paesi europei. Una delle principali priorità strategiche di Younited è continuare a espandersi in nuove aree geografiche europee. Con tre nuovi Paesi nei prossimi tre anni, Younited servirà l’80% del mercato europeo entro il 2025.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I deputati chiedono una strategia dell’UE più efficace per sconfiggere il cancro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Bruxelles. Poiché oltre il 40 % di tutti i tumori è prevenibile mediante azioni coordinate “in relazione ai determinanti della salute di carattere comportamentale, biologico, ambientale, professionale, socioeconomico e commerciale”, i deputati chiedono misure di prevenzione efficaci a livello nazionale ed europeo, fondate su competenze scientifiche indipendenti. Le misure raccomandate includono il finanziamento di programmi che incoraggiano le persone a smettere di fumare. Nel testo si evidenzia anche che il consumo nocivo di alcol è un fattore di rischio per molti carcinomi differenti, e si chiede di inserire nell’etichettatura delle bevande alcoliche informazioni su un consumo moderato e responsabile di alcol. Il Parlamento chiede inoltre l’adozione di sistemi europei di etichettatura obbligatori sulla parte anteriore delle confezioni dei prodotti alimentari e la fissazione di valori limite di esposizione professionale per almeno 25 altre sostanze. Tra le altre principali raccomandazioni contenute nella relazione figurano: · garantire il “diritto all’oblio” (in base al quale gli assicuratori e le banche non dovrebbero tenere conto della storia clinica delle persone affette da cancro) a tutti i pazienti dell’UE dieci anni dopo la fine del trattamento (e fino a cinque anni per i pazienti che sono stati diagnosticati prima dei 18 anni di età); · aggiungere altri tipi di cancro (oltre al cancro al seno, al collo dell’utero e al colon-retto) al nuovo programma di screening sostenuto dall’UE; · assicurare una maggiore trasparenza del settore farmaceutico, in particolare per quanto riguarda le componenti di definizione dei prezzi, i criteri di rimborso e i prezzi netti dei medicinali nei diversi Stati membri.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza dei giocattoli: servono regole UE più forti per proteggere i bambini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Bruxelles. Secondo i deputati, nonostante la direttiva sulla sicurezza dei giocattoli (DSG) garantisca un elevato livello di protezione dei bambini, alcuni dei fabbricanti di paesi terzi che vendono i propri prodotti nel mercato unico, in particolare attraverso i mercati online, non rispettano la legislazione dell’UE. Di conseguenza, molti giocattoli venduti nell’UE presentano ancor dei rischi significativi. In una risoluzione non legislativa approvata con 688 voti favorevoli, 6 contrari e un’astensione, i deputati chiedono alla Commissione e ai Paesi UE di intensificare le misure per garantire che tutti i giocattoli immessi sul mercato UE siano conformi alla DSG, indipendentemente dal luogo di fabbricazione. I giocattoli che vengono immessi sul mercato dell’UE devono essere conformi alle norme UE sulle sostanze chimiche. La Commissione dovrebbe garantire che gli interferenti endocrini siano vietati nei giocattoli subito dopo la loro identificazione. Inoltre, la Commissione dovrebbe decidere se abolire l’attuale distinzione tra i giocattoli destinati ai bambini sotto i 36 mesi e quelli destinati ai bambini più grandi.Una futura revisione della DSG dovrebbe anche permettere di adattare rapidamente, se necessario, i valori limite per le sostanze chimiche pericolose, evitando situazioni in cui siano fissati valori diversi a livello nazionale.Il Parlamento invita i Paesi UE a coordinare le loro attività di vigilanza del mercato e a migliorare i controlli per individuare più efficacemente i giocattoli non sicuri. A tal fine, la Commissione dovrebbe esplorare l’uso di nuove tecnologie, come l’etichettatura elettronica e l’intelligenza artificiale.Sottolineando come i giocattoli connessi possano esporre i bambini a nuovi pericoli e rappresentare un rischio per la loro sicurezza, privacy e salute mentale, i deputati incoraggiano i produttori a integrare meccanismi di sicurezza nella progettazione dei loro giocattoli, ad esempio contro le minacce informatiche. Inoltre, chiedono alla Commissione di proporre delle regole per disciplinare tali questioni.La Commissione dovrebbe inoltre valutare se le etichette dei giocattoli non debbano includere anche informazioni sulla durata e la riparabilità del prodotto.I mercati online “dovrebbero essere tenuti ad assumersi maggiori responsabilità nel garantire la sicurezza e la conformità dei giocattoli venduti sulle loro piattaforme”, ad esempio rimuovendo i giocattoli non conformi e impedendone la ricomparsa.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione didattica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Nora, l’assistente virtuale ideato da Heres.ai (https://heres.ai/) e scelto da Mondadori Education e Rizzoli Education per HUB Scuola, la piattaforma per la didattica digitale più grande d’Italia, arricchisce l’offerta del libro di testo e favorisce una didattica sempre più stimolante e versatile, diventata ormai necessaria in ambito scolastico e formativo. L’obiettivo dell’agente conversazionale – chatbot – è infatti rendere lo svolgimento delle attività su HUB Scuola semplice e veloce: un tutor virtuale a cui potranno fare affidamento più di due milioni di studenti e genitori iscritti, ma anche tutti i docenti che utilizzano la piattaforma per la didattica, per essere guidati nelle fasi del loro lavoro: dall’attivazione dei libri alla scoperta delle applicazioni di lettura HUB Kids e HUB Young progettate per ragazzi della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria.Nora nasce per assistere e fornire una guida a studenti e docenti nelle diverse fasi del loro lavoro all’interno di HUB Scuola: dalle istruzioni per la registrazione all’attivazione dei volumi, l’esperienza di navigazione sulla piattaforma si adatta al livello di interazione del fruitore con un grado di personalizzazione del servizio che non può più lasciare indietro nessuno.“La personalizzazione delle conversazioni e dei percorsi tracciabili all’interno di HUB Scuola sono la chiave che porta i nostri chatbot evoluti a rendere l’esperienza di navigazione degli utenti semplice e intuitiva per tutti, con un approccio Human-AI in cui l’essere umano è al centro del processo”, spiega Andrea Gabrielli, Amministratore delegato di Heres.ai.Nora, infatti, non si limita a rispondere alle domande poste tramite il linguaggio naturale, ma propone percorsi guidati a livello visivo per risolvere velocemente le richieste di studenti e docenti che così possono esaurire in pochi click i loro intenti. Un approccio che aggiunge all’esperienza conversazionale un’interazione diretta con il sito ospitante, attraverso la comparsa di pop-up e aree segnalate.Il funzionamento del chatbot si basa sull’implementazione di sofisticati algoritmi di supervised machine learning che perfezionano continuamente la performance del sistema virtuale, ricevendo aggiornamenti continui, alimentati dalle conversazioni con gli utenti. L’interazione diretta con il sito è favorita dalle innovative interfacce grafiche sviluppate dal team tecnico di Heres.ai e dalla funzione di dispatch-event che, in determinati punti del flusso conversazionale, invia al sito dei comandi specifici che innescano un determinato comportamento sulla piattaforma, come l’evidenziazione di un campo o l’apertura di un pop-up.200.950 conversazioni, con una media di 718 scambi al giorno, più di 65.800 gli studenti coinvolti, 19.800 i docenti e 11.440 i ticket gestiti sono i numeri rilevati dalla data di rilascio del sistema virtuale, il 6 maggio 2021, fino al 10 febbraio 2022.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetto espositivo: ML Fine Art

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Milano. ML Fine Art Via Montebello 30 a cura di Francesco Guzzetti, si concentra su un momento tanto significativo quanto ancora non sufficientemente approfondito del percorso artistico di Jannis Kounellis (Il Pireo 1936 – Roma 2017), uno tra i più importanti esponenti dell’Arte povera.Pittore e scultore di origine greca, Kounellis si trasferisce a vent’anni a Roma per studiare presso l’Accademia di belle arti sotto la guida di Toti Scialoja. Dalla prima influenza dell’espressionismo astratto e dell’arte informale, il suo percorso artistico si smarca presto sulla spinta di un’urgenza comunicativa molto forte, che lo porta al rifiuto di prospettive individualistiche del linguaggio artistico in favore del rafforzamento del suo valore pubblico e collettivo.Attraverso alcune opere di assoluta qualità, la mostra intende raccontare quel momento, a cavallo tra 1961 e 1963, in cui l’artista transitò dalla stagione folgorante dei cosiddetti Alfabeti – nati dal desiderio di superare l’arte informale dominante in quegli anni affidandosi a segni volutamente semplici – verso un graduale recupero di forme più articolate di rappresentazione.Una formidabile tela del 1961 ben illustra la serie degli Alfabeti, in cui segni tipografici ingranditi (frecce, numeri, lettere) sono dipinti a monocromo scuro su una superficie chiara. Resi in questo modo indecifrabili, tali frammenti linguistici perdono la loro valenza semantica e, ricomposti in una struttura ordinata di memoria costruttivista, emergono con forza dalla superficie dell’opera, esaltandone l’aspetto visivo. Una tela del 1963, eccezionale anche per dimensioni, è invece uno splendido esempio di quel ristretto gruppo di opere – che prelude alla serie delle Rose del 1964-66, in cui l’artista mostra un rinnovato interesse per la materia e per gli elementi naturali – costituito da dipinti meno noti, ma molto significativi, che articolano e ampliano il raggio della sperimentazione di Kounellis su tecniche e materiali. La tela, che evidenzia il legame con Mario Schifano, testimonia il passaggio a una fase pop nel percorso dell’artista, in coincidenza con la presentazione dell’arte pop statunitense alla Biennale di Venezia del 1964.Attraverso una selezione di opere raramente esposte in passato e con l’apporto di una ricerca scientifica condotta da Francesco Guzzetti (Università degli Studi di Firenze), la mostra vuole dunque rivelare al pubblico una stagione in cui l’artista seppe confrontarsi e anticipare le tendenze allora emergenti nella nuova avanguardia, imprimendo la propria cifra stilistica su un intero periodo della storia dell’arte a cavallo tra anni Cinquanta e Sessanta. By http://www.mlfineart.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »