Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 1 marzo 2022

Levi: “Sostegno anche al mondo del libro russo che oggi si oppone alla guerra”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

L’Associazione Italiana Editori (AIE) sostiene con forza la decisione della Bologna Children’s Book Fair di sospendere ogni collaborazione con le organizzazioni ufficiali russe per la partecipazione alla prossima edizione della Fiera. “È una decisione dolorosa ma doverosa – ha affermato il presidente AIE Ricardo Franco Levi – come gesto concreto di supporto alla cittadinanza ucraina e al mondo della cultura in particolare che oggi subisce l’aggressione militare russa”. “Allo stesso tempo – ha aggiunto Levi – sosteniamo e applaudiamo al coraggio di editori, librai, distributori, autori, bibliotecari, traduttori russi che in più di mille hanno firmato un appello a favore della pace e per la fine delle operazioni militari in Ucraina, dimostrando così il loro dissenso rispetto alle scelte del presidente Vladimir Putin. Sappiamo tutti quanto in condizioni come queste manifestare e comunicare il proprio dissenso possa essere pericoloso: consapevoli e ammirati di tanto coraggio, siamo loro vicini”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inflazione: Istat, febbraio +5,7%

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Secondo i dati provvisori di febbraio resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione sale su base annua dal +4,8% di gennaio al +5,7%.”Una calamità! Italia nei guai! Se si considera che nei prossimi mesi potrebbe aggiungersi un effetto Ucraina, il quadro diventa ancor più grave e allarmante. Il Governo deve bloccare questi rialzi catastrofici che stanno svuotando le tasche degli italiani, intervenendo sulle sue cause, ossia luce, gas e benzina, quest’ultima voce del tutto dimenticata dal Premier Draghi e che invece, incidendo sui costi di trasporto, ha effetti sui prezzi finale di tutti i beni, al pari dell’energia che grava sui costi di produzione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Da giugno a febbraio, in appena 8 mesi, l’inflazione è passata da +1,3% a +5,7, più che quadruplicata, 4,4 volte in più, mentre senza i rincari dei beni energetici sarebbe pari solo al 2,1 e al netto anche degli alimentari, su cui i rialzi di luce, gas e benzina incidono indirettamente, sarebbe appena +1,5%” prosegue Dona.”L’inflazione a 5,7% significa, per una coppia con due figli, un aumento del costo della vita pari a 2051 euro su base annua, 1015 solo per Abitazione, acqua ed elettricità, 486 euro per i Trasporti, 367 per prodotti alimentari e bevande. Per una coppia con 1 figlio, la maggior spesa annua è pari a 1931 euro, 1018 per l’abitazione, 424 per i trasporti, 330 euro per cibo e bevande, in media per una famiglia il rialzo complessivo è di 1668 euro, 955 per l’abitazione, 311 per i trasporti, 273 euro per mangiare e bere. Ma il record spetta alle coppie senza figli con meno di 35 anni che, spendendo di più di quelle con i figli per la cura della casa, hanno un aggravio annuo di 2127 euro, 1203 solo per l’abitazione e alle famiglie numerose con più di 3 figli con una batosta pari a 2305 euro, 402 solo per il cibo” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ucraina SUBITO in Ue: stop alla guerra, Europa forte e argine all’autoritarismo

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Un moribondo arriva al pronto soccorso, c’è disponibilità di letti e medici per le cure, ma all’accettazione dicono che non è possibile ricoverarlo perché la procedura prevede che per la formalizzazione dell’ingresso occorrono minimo sei ore. Chissà cosa ha pensato la signora Darina Melnik, cassiera in un supermercato di Kiev che lavora alternandosi tra bottega e rifugio in base ai vari coprifuoco di questi giorni, quando, visto in tv il suo presidente Volodymyr Zelensky che con vestiti militari in un luogo imprecisato ché si nasconde dagli invasori russi che vogliono ammazzarlo, ha firmato la richiesta di adesione all’Unione europea e che si è sentito rispondere che la procedura è lunga e ci vogliono anni perché forse vada in porto. La signora Melnik può solo aspettare, sperando che tra una bomba e l’altra rimanga viva per vedere come andrà a finire. Questo a Kiev, mentre a Bruxelles la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen dice “l’Ucraina è una di noi e la vogliamo nell’Unione Europea” e Javier Borrell, Alto Rappresentante Ue per la politica estera: “Oggi non è in agenda, dobbiamo fornire una risposta per le prossime ore, non per i prossimi anni”. L’ingresso è stato bloccato come all’accettazione del pronto soccorso italiano. Dispersa nel nulla la dichiarazione della von der Leyen; mentre il presidente del Consiglio europeo Charles Michel parla di tempi lunghi; a cui si accoda, nonostante quanto detto in precedenza, Javier Borrell; fanno loro eco la ministra tedesca degli Esteri Annalena Baerbock; e la Francia del presidente Emmanuel Macron, anche presidente di turno del Consiglio Ue e che in questi ultimi giorni saltella tra un tavolo e l’altro con Putin e dintorni; per finire, al momento, anche coi Paesi Bassi di Mark Rutte.Al presidente ucraino Zelensky, spiegata la vicenda, forse comprenderà pur non condividendo… ma, spiegandoglielo mentre entra ed esce da un rifugio, lo capirà anche la signora Melnik? O piuttosto si chiederà: ma cos’è questa Unione europea se, potendo, non fa il massimo… che me ne faccio dell’Ue dopo che la mia casa sarà distrutta insieme al supermercato dove lavoro o, peggio, dopo che sarò morta? E chi glielo spiega alle “anime” di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi che “l’Europa unita” oggi è quella che, per burocrazia, procedura, formalità, prassi, decide di uccidere persone e diritto? O forse c’è ancor qualcuno che non coglie la portata rivoluzionaria di questa Unione europea che – stabilite sanzioni e condanne come non mai contro un Paese terzo invasore – oggi è il vero grande argine contro la Russia di Putin, rafforzandosi ulteriormente inglobando subito l’Ucraina, ché impensabili truppe russe invadano un Paese Ue? E che questa è occasione storica e imperdibile perché l’Ue affermi nel continente il proprio ruolo politico (e non solo economico come ora) verso gli Stati Uniti d’Europa? François-Marie Arouet – Aduc

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Invasione Ucraina. La complicità di neutrali e nazionalisti

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Via via che l’invasione russa procede viene fuori il letame di alcune nostre culture cresciute nella bambagia concessa (e che mai non dovrebbe esserla) ad alcuni angeli della morte: i neutrali e i nazionalisti, magari ammantati da un buon strato di erudizione e cultura. I neutrali si mettono sulla sponda del fiume in piena, vedono i cadaveri (reali e figurati) che passano e attendono di non vederne passare più per continuare nel loro elogio coprofago della neutralità. Essere neutrali con la guerra in atto significa stare con l’aggressore. L’unico metodo efficace per difendere gli aggrediti candidati alla morte è impedire che l’assassino vada avanti. Ogni morte in più è segno di sconfitta, per questo sono complici anche quelli che si trincerano dietro procedure burocratiche che hanno bisogno di tempo per giustificare il non intervento immediato. Si è complici di ogni morte e distruzione anche facendo i nazionalisti, come il premier ungherese Orban che, per la presunta difesa del suo territorio, non interviene più di tanto e sta già ponendo paletti contro alcuni interventi dell’Ue. Orban continua a non capire cosa sia l’Europa e come sia importante la sua iniziativa contro l’aggressione russa che è soprattutto contro l’Europa politica unita, così come aveva fatto col covid affidandosi allo scarsamente efficace vaccino russo. Neutrali e nazionalisti vanno combattuti, emarginati nelle scelte, accolti nei nostri dibattiti di Paesi liberi col rispetto che si deve alla libertà di espressione. In momenti come questo non è proprio il caso di dire ai nostri figli che ci fanno domande, fesserie del tipo “la verità sta nel mezzo”. La verità non c’entra nulla, si tratta solo di scelte politiche precise per impedire che anche una sola persona continui a morire. François-Marie Arouet : http://www.aduc.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ucraina: Rojc (Pd), momento storico e drammatico

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

“L’intervento di Draghi in Senato segna un momento storico e drammatico, per il nostro Paese e per la libertà dell’Europa intera. Sono fiera di far parte di un’assemblea democratica che ha saputo tenere la schiena dritta di fronte alla minaccia dei missili e tank di Putin. Siamo lontani da ogni stupida pulsione bellicista, ma oggi il Senato dimostra che ci sono valori che vanno messi avanti a tutto, perché prima di tutto la nostra identità è in quei valori: libertà, diritti, democrazia, autodeterminazione dei popoli vanno difesi. A questo non si può rinunciare e questo dice la risoluzione che oggi, dopo aver contribuito a costruirla, il Pd voterà con responsabilità e determinazione”. Lo ha dichiarato la senatrice Tatjana Rojc (Pd) oggi a Roma dopo le comunicazioni del presidente del consiglio Mario Draghi nell’aula del Senato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le bufale sulla Nato

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Mentre il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, dichiara guerra a due popoli, quello ucraino con l’invasione e quello russo con il dispiegamento di poliziotti che reprimono e arrestano i manifestanti, nel nostro Paese circolano bufale che, come il solito, trovano una marea di creduloni. La Nato ha circondato la Russia, che è obbligata a difendersi, si narra. Ora, il concetto di circondare, come ha fatto Putin con le sue truppe nei confronti dell’Ucraina, presuppone intenzioni aggressive. Per smentire questa credenza basterebbe ricordare le date: la Nato si è costituita nel 1949 con scopi difensivi non offensivi è cioè, uno scudo, non una lancia e non ha invaso nessuna nazione, come ha fatto Putin. La Nato si è allargata sempre più, dicono. Ricordiamo agli smemorati che l’adesione alla Nato è volontaria e la sottoscrive il Paese che vuole aderire. L’altra bufala che circola, alimentata dai media, è che c’era un accordo tra la Russia e la Nato che non si sarebbe espansa ad est. Purtroppo, per i bufalari, non c’è nessun accordo, non ci sono documenti a sostegno di questa tesi. C’è, invece, un verbale proveniente dal Regno Unito, di una conversazione sull’argomento tra diplomatici: il livello è quello dello scambio di valutazioni. Il verbale della conversazione è del marzo 1991, quando c’era ancora l’Unione sovietica. Più tardi Russia, Bielorussia e Ucraina decretarono la dissoluzione dell’Urss. Come si poteva fare un accordo con la Russia se ancora non esisteva? C’è, invece, un documento del 1994, sottoscritto tra Russia e Nato che stabiliva la denuclearizzazione dell’Ucraina e l’impegno a tutelarne la integrità territoriale e la sicurezza. Chi ha violato quei patti è stato Putin, non la Nato! L’aggressione putiniana ha avuto l’effetto di compattare i Paesi Nato e di aggiungere Svizzera, Finlandia e Svezia, tra i sostenitori delle sanzioni alla Russia. Bel risultato per Putin che ora si sentirà “circondato” anche dalla Svizzera! Primo Mastrantoni, Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prevenzione per la tutela del territorio

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Gli incendi colpiscono con sempre maggiore frequenza e intensità e il trend è destinato a proseguire con questi ritmi nei prossimi trenta anni – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Lo prevedono le Nazioni Unite in un nuovo rapporto intitolato “Spreading like wildfire: the rising threat of extraordinary landscape fires”. La causa principale del fenomeno è identificata nei cambiamenti climatici. Il risultato è che ormai i roghi interessano anche aree considerate in precedenza sicure.L’Onu avverte che un cambio di passo nel contrastare il riscaldamento globale, seppur necessario, non avrebbe effetti rilevanti a breve termine – continua Tiso. È perciò indispensabile investire sulla tutela del territorio e sulla prevenzione degli incendi, che nel nostro Paese sono spesso il frutto di azioni dolose facilitate dal clima sempre più caldo. Non bisogna dimenticare, infatti, che la stragrande maggioranza degli incendi che si sviluppano in Europa è provocata direttamente o indirettamente dall’uomo.Un ruolo centrale devono quindi avere la gestione del patrimonio forestale e la presenza degli agricoltori, che possono contribuire a rafforzare il sistema di sorveglianza e allerta precoce e sottrarre molte terre all’abbandono. La diffusione di pratiche agricole sostenibili anche in aree remote e l’introduzione di un sistema di gestione integrata del fuoco possono inoltre limitare l’impatto degli incendi, rendendo i loro effetti meno devastanti per l’ambiente e le persone.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telenova cambia look

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Telenova, la storica emittente televisiva di Multimedia San Paolo srl, società parte del Gruppo Editoriale San Paolo, si sposta dal canale 14 alla posizione 18 del digitale terrestre, a seguito della graduale riorganizzazione delle frequenze televisive che prende il nome di refarming.Un processo tecnologico, previsto dal Piano Nazionale di Assegnazione Frequenze del Ministero dello Sviluppo Economico, per dismettere le frequenze della banda 700 Mhz che passano alla telefonia mobile per la rete 5G. Telenova, trasmessa in tutta la Lombardia e nel Piemonte orientale, è già visibile sul canale 18 del digitale terrestre nelle province di Piacenza, Como, Varese e nella zona del Lago Maggiore. La migrazione si completerà l’8 marzo. Per continuare a vedere i programmi di Telenova sarà necessario risintonizzare i canali del proprio televisore. Telenova, in vista del cambio di canale, sta già rinnovando il suo palinsesto con il lancio di alcuni nuovi programmi. Per quanto riguarda lo sport, accanto alle dirette sempre molto seguite di “Novastadio” con la presenza di opinionisti come Evaristo Beccalossi ed Enzo Gambaro, si è aggiunto dal 7 febbraio il format “Mezzogiorno di calcio”, trasmesso dal lunedì al venerdì alle ore 12.30. Dall’8 marzo prenderà il via “Junior gol”, un programma pensato per i ragazzi, in onda ogni martedì alle ore 18.00. Dal 10 marzo partirà il rilancio di “Griglia di Partenza”, storico appuntamento con i motori condotto da Riccardo Scarlato, in palinsesto al giovedì alle ore 21.00.Continuano i programmi d’informazione, come “Linea d’Ombra”, condotto da Adriana Santacroce, uno spazio dedicato all’attualità in onda il martedì e il venerdì in prima serata, e “Metropolis”, al servizio dei telespettatori, in palinsesto dal lunedì al venerdì alle ore 13.15. Nella fascia delle ore 18.00, accanto a “Il punto di luce”, momento di riflessione sulla fede in onda ogni giovedì, si sono aggiunti i nuovi format: “In gita con l’archeologo” condotto da Aristide Malnati (il lunedì); “Volti di speranza” presentato da don Luigi Ginami che affronta tematiche sociali (il mercoledì); “Dentro l’armadio” spazio dedicato al mondo della moda (il venerdì). Per ulteriori informazioni, consultare il sito di Telenova.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Invasione russa e aumento prezzi. Occhio ai profittatori

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

L’invasione russa dell’Ucraina ha ripercussioni su tutti i prezzi, all’ingrosso e al dettaglio. Non c’è altro da aggiungere a quanto in corso per i prezzi energetici, coi provvedimenti del governo appena approvati e coi molteplici dubbi sollevati da più parti e la Germania che ha bloccato il gasdotto russo Nord Stream2. Non c’è altro da aggiungere anche al blocco dei camionisti che protestano per l‘aumento dei carburanti… se non capiscono da soli che bloccare la mobilità su gomma serve solo ad esasperare la situazione dei consumatori ché è già esplosivo in sé (anche peggio di uno sciopero) il fatto che non trasportano le merci. Con la “novità” della guerra è altamente probabile che diversi prezzi, pur non direttamente coinvolti dall’invasione, schizzeranno in alto: alla richiesta del consumatore, il dettagliante è probabile che ci risponderà “è la guerra”… anche se sono le arance che vengono dalla Sicilia o il grano che arriva dal Canada. In situazioni del genere i furbi e le canaglie non demordono, ma si perfezionano. Per difendersi e individuare i profittatori: – non accettare passivamente l’aumento di un prodotto o servizio, non rassegnarsi alle spiegazioni del dettagliante e verificare presso altri negozi, segnalando ovunque, anche sui media e i social, ciò che sta accadendo, sì da punire il profittare con la principale arma del consumatore: il non-acquisto! – verificare, soprattutto nella grande distribuzione, se si verificano pratiche commerciali scorrette (per esempio: prezzi garantiti bloccati per tot tempo che invece cambiano). Pratiche commerciali scorrette anche per eventuali cartelli di prezzi: aumenti nello stesso momento degli stessi prodotti pur in catene diverse. E di conseguenza segnalare all’Antitrust e denunciare pubblicamente. Insomma, l’invasione russa è in corso, ma non è detto che dobbiamo pagarla anche oltre il dovuto.François-Marie Arouet http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editoria: Fieg, preoccupazione per il permanere della crisi del settore

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Gli editori della Fieg, riuniti nel Consiglio generale tenutosi oggi, esprimono preoccupazione per il permanere della crisi del settore ulteriormente aggravata dall’incremento del prezzo della carta e dell’energia, per alcune voci più che raddoppiate, e da un andamento del mercato pubblicitario che stenta a recuperare il crollo registrato a seguito della crisi pandemica.Gli editori preso atto con soddisfazione degli interventi già previsti per il settore dal Governo e dal Parlamento, nel confermare il loro impegno a garantire ai cittadini una informazione responsabile e corretta, svolgendo così un importante servizio di interesse pubblico, auspicano il rafforzamento delle misure di sostegno pubblico e la loro rapida attuazione.In questa situazione di grave aumento dei costi di produzione, gli editori rilevano la difficoltà di mantenere i programmati investimenti per la transizione e lo sviluppo digitale e per la produzione d’informazione di qualità con le professionalità adatte, e sottolineano la necessità di ulteriori risorse, considerato che quelle stanziate saranno erose dai costi crescenti di carta ed energia.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio europeo Letteratura, in anteprima a Passaggi Festival

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

FANO (PU) Sarà Passaggi Festival ad ospitare la prima presentazione italiana del romanzo “Flama” dello scrittore albanese Tom Kuka, vincitore del Premio dell’Unione Europea per la Letteratura 2021. L’appuntamento andrà ad arricchire la decima edizione dell’evento culturale in programma a Fano (PU), dal 20 al 26 giugno. Il romanzo uscirà in Italia a maggio per Besa Muci Editore e sarà uno dei titoli di punta della rassegna ‘Europa/Mediterraneo’ dedicata alla narrativa straniera. Enkel Demi (questo il vero nome di Tom Kuka) è autore pluripremiato e popolare giornalista albanese, ed è legato a Passaggi dalla scorsa edizione, quando presentò a Fano “L’Ora del male’, la sua prima opera edita in Italia. Insieme con l’annuncio della presentazione di giugno, Tom Kuka ha inviato al festival un suo racconto inedito, che è possibile leggere sul sito di passaggifestival.it La storia di ‘Flama’ è ambientata a Tirana negli anni 30 del secolo scorso e racconta le strane avversità che scuotono la capitale albanese, stretta in una morsa di inspiegabili ed enigmatici avvenimenti. La città, già colpita da un’epidemia che ne sovverte l’ordine delle cose, è anche teatro di un crimine efferato sul quale cerca di far luce l’ispettore Di Hima: l’assassinio di una veggente, una donna nana che nasconde e protegge una bambina di quattro anni. Tra personaggi singolari, una trama avvincente e la capacità di una scrittura abilmente evocativa, emerge la metafora del “male individuale nello smarrimento collettivo”, mentre si staglia sullo sfondo la passione per le storie tramandate oralmente e la forza del mito.passaggi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concessioni balneari

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Sono circa 27mila le concessioni balneari in Italia per un totale di 19,2 milioni di metri quadrati di spiaggia e un incasso per lo Stato di 103 milioni di euro. Ma dal 1 gennaio 2024 dovrà tutto cambiare, in virtù principalmente del libero mercato.La Commissione europea dal 2009 sta chiedendo, a furia di moratorie e di infrazioni, che le spiagge siano messe a bando internazionale, rispetto al “tacito rinnovo” a lungo adottato nel nostro Paese e alla mancanza di concessioni per concorso. A mettere fine alla continua dilazione delle concessioni (l’ultima con la Legge di Bilancio 2018 che le aveva prorogate al 2034) è stato il Consiglio di Stato, che ne ha fissato la scadenza al 31 dicembre 2023.Avvicinandosi quella data, la questione diventerà sempre più esplosiva: ci sono almeno 27mila famiglie – ma in realtà sono molte di più coinvolte nei contratti – che rischiano di vedere scomparire da un giorno all’altro il proprio business, che complessivamente è stimato in non meno di due miliardi di euro, di cui lo Stato riceve appena il 5 per cento. “Lontani da tentazioni protezionistiche, va però evidenziato che la problematica è molto impattante, perché coinvolge un numero rilevante di piccole aziende, molte a carattere familiare – spiega Domenico Mamone, presidente del sindacato Unsic. “Ovviamente concordiamo sulla necessità di un moderno mercato europeo dei servizi, con tutte le garanzie del caso. Ma per costruirlo occorrono modelli virtuosi, come ad esempio quello adottato da anni dai francesi: concessioni a 12 anni, criteri ecologicamente sostenibili con strutture smantellabili, attenzione per i disabili, adeguato riconoscimento economico allo Stato e tetto di occupazione delle spiagge con priorità al pubblico accesso. Insomma, da una parte occorre superare la situazione ricca di criticità che si è trascinata per anni, garantendo più trasparenza ed equità – finora l’Italia ha soltanto prorogato l’esistente, da qui le procedure d’infrazione – ma nel contempo sarà necessario che ai titolari storici delle concessioni sia assicurato un diritto di prelazione per non lasciare migliaia di famiglia in mezzo ad una strada”. Mamone sottolinea che il problema è principalmente giuridico: “Manca un’armonizzazione tra le diverse legislazioni nazionali, che la direttiva non ha il potere di imporre, e che lascia scettici sull’effettiva creazione di un unico mercato liberalizzato dei servizi balneari. In pratica, i regimi nazionali si avvicineranno, ma rimarranno separati ancora a lungo. Ci vuole quindi innanzitutto una legge che recepisca la direttiva. Esiste un disegno di legge, tuttora piuttosto scarno essendo un progetto di legge delega che poi avrà decreti attuativi successivi, però stabilisce alcuni principi notevoli: il punteggio per le nuove concessioni favorirà le aziende preesistenti, con esperienza, e sfavorirà quelle che hanno già una o più concessioni: insomma si va costituire un meccanismo di selezione controllata che favorirà significativamente le realtà locali. Poi c’è il punto chiave dell’indennizzo: previsto in legge, garantirà la ‘buonuscita’ di coloro che rinunciano o perdono la concessione. Inoltre il Ddl menziona una clausola sociale di tutela dell’occupazione e una serie di garanzie sulla remunerazione dell’investimento e l’ammortamento delle spese. Occorrerà accompagnare il disegno di legge per arricchirlo, tenendo conto di alcuni punti fermi: tutela delle piccole aziende e delle aziende a conduzione familiare e difesa dei modelli locali, che possono essere aggiornati ma non cassati per un modello astratto di liberalizzazioni e concorrenza che appare ideologico e sprezzante delle tradizioni e della cultura locale. Inoltre vanno privilegiati i modelli partecipati e condivisi, che non riducano il passaggio alla sola maggiore economicità dell’offerta da parte del concessionario”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rafforzamento della sicurezza marittima

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Sono state adottate due serie di conclusioni del Consiglio dell’UE per estendere e rafforzare il concetto di presenza marittima coordinata (CMP) dell’Unione nel Golfo di Guinea e nell’Oceano Indiano nord-occidentale, confermando il costante impegno dell’UE e dei suoi Stati membri a favore della sicurezza marittima. L’ECSA accoglie con favore l’estensione della CMP nel Golfo di Guinea fino al 2024, poiché questa regione rimane un pericoloso focolaio di pirateria e un’area a rischio per l’operatività delle navi e la sicurezza dei loro equipaggi. Infatti, nonostante la riduzione del numero complessivo di incidenti nell’ultimo anno, i casi registrati di recente sono un valido promemoria della continua minaccia della pirateria. Sebbene gli armatori continuino a svolgere il loro ruolo per mitigare il rischio, l’azione del governo rimane fondamentale attraverso lo spiegamento di risorse navali adeguate, lo sviluppo delle capacità e il supporto all’Architettura Yaoundé.L’ECSA è stata da subito favorevole allo sviluppo della presenza marittima coordinata e continua a sostenerne l’applicazione. La presenza marittima coordinata nell’Oceano Indiano nordoccidentale, avviata dalle conclusioni del Consiglio, può migliorare il coordinamento e le sinergie tra le iniziative dell’UE nell’area e la cooperazione con gli attori regionali e internazionali.Inoltre, l’ECSA esprime forte apprezzamento per il riconoscimento da parte degli Stati membri dell’importanza dell’operazione ATALANTA e del ruolo che questa ha svolto e che continua a svolgere per la sicurezza nella regione. Gli armatori europei sostengono il mandato dell’Operazione che garantisce stabilità nella regione e fornisce un supporto essenziale in termini di condivisione e comunicazione delle informazioni.“L’Unione europea ha dimostrato la sua leadership con iniziative all’avanguardia per affrontare la pirateria nell’Oceano Indiano nord-occidentale come l’operazione ATALANTA. L’estensione della presenza marittima coordinata è un’ulteriore conferma dell’impegno dell’UE e degli Stati membri a rafforzare la sicurezza marittima in aree chiave, e in particolare nel Golfo di Guinea. L’ECSA evidenzia la sua volontà di continuare a lavorare con la Commissione e con gli Stati membri per garantire la sicurezza dei nostri marittimi e un ambiente stabile per il trasporto marittimo dell’UE, lo sviluppo regionale e il commercio mondiale ” ha dichiarato Luisa Puccio Direttrice per la politica marittima e commerciale dell’ECSA.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CIBC and Pollinate announce exclusive partnership to launch “Tyl by CIBC” in Canada

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

TORONTO and LONDON /CNW/ – CIBC announced today that it is partnering with Pollinate to bring “Tyl by CIBC” to Canada later this year. Tyl is a cloud-based digital-first platform for small and medium-sized businesses (SMBs), that enables safe and secure payments acceptance, provides easy point-of-sale technology, and helps users administer loyalty programs. The platform also offers seamless integration into CIBC business banking services.Under the partnership, CIBC is making a strategic financial investment in Pollinate, joining Insight Partners, NatWest, National Australia Bank, Mastercard, Fiserv, and EFM Asset Management with an ownership stake in the company and its growing business. CIBC’s partnership with Pollinate will give Canadian businesses access to the Tyl platform, which is being used successfully in other global markets, and is generating a strong, positive response from owners by helping them run and grow their business.Tyl by CIBC will allow entrepreneurs to enroll quickly and easily, allowing them to receive payments in-person and online, and providing transaction information and insights through a central hub. It is expected to roll out to entrepreneurs later this year. News and more information about Pollinate can be found at http://www.pollinate.co.uk.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Masterpieces by Lucas Cranach the Elder & Jan Den Uyl from the Collection of Cecil & Hilda Lewis

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

London – Lucas Cranach the Elder’s (1472-1553) The Nymph of the Spring (estimate: £6,000,000-8,000,000) and Jan Jansz. den Uyl’s (1595-1639) Pewter jug and silver tazza on a table (estimate: £2,500,000-3,500,000) from The Collection of Cecil & Hilda Lewis, will be leading highlights in the Old Masters Evening Sale on 7 July, during Classic Week London. Revered within collecting circles, Cecil and Hilda Lewis were true connoisseurs and generous philanthropists, who supported wide-ranging charitable and cultural endeavours, from the V&A and National Gallery to the Weizman Institute of Science. The Cranach will be on public view at Christie’s London headquarters from 24 February to 1 March, ahead of both paintings touring to New York and Hong Kong, prior to being in the pre-sale London exhibition from 1 to 7 July. The undisputed masterpiece of Jan den Uyl – one of the most talented and highly original still-life painters of the Dutch Golden Age – Pewter jug and silver tazza on a table has always been lauded for its compositional daring and dazzling technical virtuosity. Beautifully signed with the artist’s device of an owl (uyl being the Dutch word for owl), on the table cloth (illustrated right), the picture is coming to the market for the first time in over 30 years, having been acquired by Cecil and Hilda Lewis in 1988. Three years earlier the picture was described as the ‘most beautifully perfect Dutch monochrome still-life in existence’ in Art+Auction (D. Gimelson, September 1985). This work has not been seen in public since 1999, when it was exhibited at The Rijksmuseum in Still-Life Paintings from the Netherlands 1550-1720.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: la volatilità spinge gli investitori a un cambiamento significativo”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

A cura di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Gennaio è stato un mese caratterizzato da volatilità. I mercati, e in particolare i titoli growth, hanno evidenziato debolezza a causa delle preoccupazioni riguardanti l’inflazione e i rendimenti obbligazionari. La rotazione ha determinato la sovraperformance di settori in cui siamo sottopesati a causa di una carenza di società di qualità (finanziari ed energia), nonché una rotazione all’interno di settori come l’industria e i materiali lontano dalla fascia di qualità dello spettro. Tra i titoli che hanno messo a segno le performance migliori nel corso del mese segnaliamo la compagnia di assicurazione AIA, la fonderia di semiconduttori TSMC e la società tecnologica cinese Tencent. Dai risultati del quarto trimestre di TSMC emerge un utile netto in crescita del 16% su base annua, mentre le previsioni positive hanno dimostrato la capacità della società di rialzare i prezzi. Tencent ha sovraperformato, riflettendo la scarsa fiducia provocata dalle modifiche normative dell’anno scorso. Da una riunione con il gruppo è emersa la crescente attività di riacquisto di azioni proprie e la conferma della solidità dell’attività di videogiochi. La compagnia di assicurazione AIA ha registrato buoni risultati nel corso della rotazione del mercato, dato che ha beneficiato del rialzo dei tassi di interesse. La volatilità registrata a gennaio ha portato a un cambiamento significativo dei rapporti rischio-rendimento e tra le società di alta qualità coerenti con questo nuovo paradigma segnaliamo Align Technology, il produttore di allineatori trasparenti, Recruit Holdings, la società giapponese proprietaria del motore di ricerca di lavoro indeed.com, il leader nel design di calzature Nike e il fornitore di servizi di pagamento Adyen.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »