Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 6 marzo 2022

“Psoriasi e artrite psoriasica” all’Accademia di medicina di Torino

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

Venerdì 11 marzo alle ore 21, l’Accademia di Medicina di Torino terrà una riunione scientifica, sia in presenza, sia in modalità webinar, dal titolo “Psoriasi e artrite psoriasica. Dalla patogenesi alla terapia”. L’incontro verrà introdotto da Pietro Quaglino, Professore Associato di Dermatologia, Università di Torino ed Enrico Fusaro, Primario di Reumatologia, Città della Salute di Torino. Entrambi sono soci dell’Accademia di Medicina. I relatori saranno Paolo Dapavo, Dirigente medico SC Dermatologia, Città della Salute di Torino e responsabile Rete Piemontese Psoriasi e Luisa Brussino, Direttore SSDDU Immunologia, Allergologia, Ospedale Mauriziano, Torino.Il prof. Quaglino rileva come la psoriasi sia una patologia cronica invalidante molto frequente che può essere associata a un significativo rischio di coinvolgimento articolare e a varie comorbidità tra cui quelle cardio-vascolari, metaboliche e immunologiche. Negli ultimi anni, un sempre maggiore comprensione dei meccanismi patogenetici ha portato allo sviluppo di terapie biologiche innovative che hanno migliorato le nostre potenzialità di gestione nei pazienti con malattia cutanea estesa e/o coinvolgimento articolare. La gestione attuale del paziente con psoriasi è basata su una stretta collaborazione multidisciplinare tra i vari specialisti coinvolti. Il dott. Fusaro sottolinea come l’artrite psoriasica sia una patologia che può colpire anche più del 30% delle persone affette da psoriasi. Si tratta di una malattia eterogenea con più quadri clinici: una forma poliarticolare, forme oligo-articolari o monoarticolari, la forma assiale, la dattilite e l’entesite. L’obiettivo principale è prevenire l’eventuale danno articolare permanente per cui è necessaria una diagnosi precoce. Nuovi farmaci sono in grado di interagire riducendo l’infiammazione e quindi i sintomi e la progressione del danno.Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina di Torino (via Po 18, Torino), e dietro presentazione del Green Pass, sia collegandosi da remoto al sito http://www.accademiadimedicina.unito.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Capital Group: Il futuro dei media – che il gioco abbia inizio!

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

A cura di Julien Gaertner, Analista degli investimenti azionari di Capital GroupLe azioni relative ai software cloud degli Stati Uniti — che sono schizzate alle stelle durante la pandemia — sono al centro di una dolorosa spirale al ribasso da novembre. Per il trimestre chiuso al 31 gennaio 2022, il BVP NASDAQ Emerging Cloud Index, una misura delle società di software basate su cloud, è crollato del 33,4%. Ciò si confronta con un calo del 3,9% per lo Standard & Poor’s 500 Composite Index, che misura il mercato azionario più ampio statunitense. Perché queste aziende sono crollate così improvvisamente? In parte, è dovuto alle aspettative che la Federal Reserve presto aumenterà i tassi di interesse. Tali aumenti tendono ad avere un impatto più negativo sulle aziende in rapida crescita come quelle di software cloud, note anche come SaaS (software as a service), rispetto al mercato più ampio. Tassi di interesse più alti riducono il valore attuale dei guadagni molto più elevati che tali imprese si aspettano di generare ulteriormente nel futuro.Gli investitori potrebbero anche domandarsi se molte di queste aziende sono cresciute troppo velocemente. Dopo uno sprint decennale a cui la pandemia aveva messo il turbo, il software cloud adesso è sotto pressione? Intense raffiche di volatilità non sono nulla di nuovo per le azioni del comparto software. Negli ultimi anni, le società di software come gruppo hanno sostenuto forti diminuzioni pari al 20%-35% circa ogni 18 mesi, pertanto gli investitori devono avere lo stomaco forte e molta pazienza. La transizione al cloud ha accelerato il passaggio a un nuovo approccio alla sicurezza informatica, denominato architettura zero trust. Tradizionalmente, le aziende conservavano le applicazioni e i dati nei data center centrali che solitamente avevano un unico punto di ingresso protetto da un firewall, la cosiddetta architettura “a castello e fossato”. L’architettura zero trust sostituisce il singolo data center con una serie di server, utenti finali, carichi di lavoro cloud e la rete che li connette. Ciò richiede l’autenticazione e la gestione degli utenti per ogni servizio e per tutte le informazioni a cui si accede. I provider di sicurezza legacy sono stati lenti ad adattarsi al modello zero trust. E diverse aziende di software innovative e di piccole dimensioni sono emerse per colmare il vuoto. Zscaler, ad esempio, una società di sicurezza di rete aziendale basata su cloud fondata nel 2007, fornisce un accesso sicuro alle applicazioni ospitate localmente ed esternamente. Okta, una società di gestione delle identità e degli accessi, offre un sistema che consente a un utente di accedere a più sistemi utilizzando un unico processo di accesso.Meno visibile della cybersecurity, ma non meno pronto per la disruption è il mercato del software per database. Ogni applicazione creata necessita di un database sottostante per essere eseguita. La chiave per gli investitori è la selettività e la pazienza. Il cloud è l’ultima generazione in fatto di tecnologia da 10 anni a questa parte, ma crediamo che sia ancora il prossimo futuro. Nulla dura per sempre, ma, fintanto che i computer e i software continuano a diventare più intelligenti, non vediamo perché la loro ascesa dovrebbe terminare a breve. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lettera aperta del mondo scientifico russo contro l’invasione dell’Ucraina

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

“Noi, scienziati e giornalisti scientifici russi, dichiariamo la nostra risoluta protesta contro le azioni militari lanciate dalle forze armate del nostro paese sul territorio dell’Ucraina. Questo passo fatale porta a enormi perdite di vite umane e mina le fondamenta dell’attuale sistema di sicurezza internazionale. La responsabilità di scatenare una nuova guerra in Europa ricade interamente sulla Russia.Non c’è alcuna giustificazione ragionevole per questa guerra. I tentativi di usare la situazione nel Donbass come pretesto per dispiegare un’operazione militare non ispirano alcuna fiducia. È ovvio che l’Ucraina non rappresenta una minaccia per la sicurezza del nostro paese. La guerra contro di lei è ingiusta e francamente inutile. L’Ucraina è stata e rimane un paese vicino a noi. In Ucraina molti di noi hanno parenti, amici e colleghi nel lavoro scientifico. I nostri padri, nonni e bisnonni hanno combattuto insieme contro il nazismo. Scatenare una guerra per il bene delle ambizioni geopolitiche della leadership russa, guidata da dubbie fantasie storiosofiche, è un cinico tradimento della loro memoria.Rispettiamo la statualità ucraina, che si basa su istituzioni democratiche realmente funzionanti. Siamo favorevoli alla scelta europea dei nostri vicini. Siamo convinti che tutti i problemi nelle relazioni tra i nostri paesi possano essere risolti pacificamente. Scatenando la guerra, la Russia si è condannata all’isolamento internazionale, alla posizione di uno stato canaglia. Ciò significa che noi, scienziati, ora non saremo in grado di svolgere normalmente la nostra attività: dopotutto, condurre ricerche scientifiche è impensabile senza la piena collaborazione con colleghi di altri paesi. L’isolamento della Russia dal mondo significa un ulteriore degrado culturale e tecnologico del nostro paese in completa assenza di prospettive positive. La guerra con l’Ucraina è un passo verso il nulla. È amaro per noi renderci conto che il nostro paese, insieme ad altre repubbliche dell’ex URSS, che hanno dato un contributo decisivo alla vittoria sul nazismo, è ora diventato l’istigatore di una nuova guerra nel continente europeo.Chiediamo l’immediata cessazione di tutte le operazioni militari dirette contro l’Ucraina. Chiediamo il rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dello Stato ucraino. Chiediamo la pace per i nostri paesi.” Primo Mastrantoni, http://www.aduc.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce il Centro di Formazione Integrale UER

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

“La Formazione Integrale rappresenta l’ideale educativo del nostro ateneo”, spiega Padre Gonzalo Monzón LC, Direttore del Centro. “Non vogliamo limitarci a proporre agli studenti soltanto un percorso accademico, ma anche e soprattutto un cammino di crescita personale ed umano”.L’attività di Formazione Integrale è presente nell’Università Europea di Roma fin dalla sua fondazione. Ora è stato istituito il Centro di Formazione Integrale ed approvato il suo regolamento, con una delibera del Consiglio di amministrazione. “La nascita del Centro di Formazione Integrale rappresenta, per noi, una grande gioia e uno stimolo ad impegnarci ancora di più nel percorso iniziato in questi anni”, afferma Padre Monzón. “L’obiettivo è sempre quello di cercare la realizzazione di tutte le potenzialità dei giovani, in modo armonico, attraverso quattro aree educative: la formazione intellettuale, umana, spirituale e sociale”.Il Centro di Formazione Integrale è suddiviso in settori, che rappresentano i suoi ambiti di azione: Eccellenza, Responsabilità sociale, Sport e Attività extracurriculari, Divulgazione. Ogni settore tocca aspetti diversi della formazione dei giovani: la ricerca dell’eccellenza umana e l’impegno di leadership positiva nella società, le attività sociali svolte con associazioni di volontariato, lo sport proposto come palestra di vita, le attività extracurriculari e di divulgazione, per dare spazio alla creatività dei giovani. Ad esempio, con il concorso UER’S Got Talent, ispirato a temi di solidarietà, e la partecipazione alle trasmissioni di Radio Onda UER, web radio che ha festeggiato recentemente il suo primo anniversario.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andamento dei mutui fissi

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

Come emerge dall’analisi di Facile.it, l’IRS, l’indice di riferimento che guida l’andamento dei mutui fissi, negli ultimi giorni è salito superando quota 1% (indice a 20 anni), cosa che non accadeva da maggio 2019. Questo ha determinato che per un mutuo fisso da 126.000 euro al 70%, da restituire in 25 anni, il miglior tasso (TAEG) disponibile oggi online* è pari a 1,44%, con una rata da 489 euro al mese; dodici mesi fa, per un’operazione analoga, il miglior tasso era 1,04% e la rata 466 euro. Questo significa che chi chiede adesso un mutuo a tasso fisso paga, per tutta la durata del finanziamento, circa 6.900 euro in più di interessi rispetto a un anno fa. «Da mesi» – spiegano gli esperti di Facile.it – «l’Europa è alle prese con l’aumento dell’inflazione, determinato in larga parte dal rincaro del prezzo dell’energia, e la situazione di crisi tra Russia e Ucraina potrebbe complicare ulteriormente lo scenario.». Se i mutui a tasso fisso sono oggi già ben più costosi di quanto non fossero un anno fa, sul fronte del variabile, per ora, la situazione è ancora stabile; «L’Euribor» – continuano da Facile.it – «è ancora in negativo, ma per il futuro sarà determinante l’andamento dell’inflazione. Se il livello attuale diventerà strutturale, sarà inevitabile un intervento da parte della BCE sui tassi di interesse e questo avrebbe un impatto diretto sulle rate dei mutui variabili, sia per coloro che hanno già un finanziamento in essere, sia per coloro che lo sottoscriveranno in futuro».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’acqua è un elemento essenziale per la vita

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

Ed è fondamentale per tutte le funzioni del corpo umano, composto per la maggior parte proprio da liquidi. È necessario quindi imparare a mantenersi adeguatamente idratati durante la crescita per favorire il corretto sviluppo delle capacità fisiche e mentali evitando di incorrere in uno stato di disidratazione. Questa condizione, specialmente negli adolescenti, è in grado di compromettere le normali funzioni vitali e il loro processo di crescita. Sappiamo che il fabbisogno di liquidi che garantisce un’idratazione adeguata varia a seconda dell’età delle persone, ma è soprattutto durante la crescita che una giusta assunzione di acqua può facilitare lo sviluppo dei processi fisici e neurologici dell’individuo. I livelli di assunzione quotidiana di liquidi raccomandati dall’EFSA sono di 1.900 ml al giorno per le ragazze e 2.100 ml al giorno per i ragazzi di età compresa tra 9 e 13 anni. Tuttavia, secondo uno studio condotto negli Stati Uniti, solo il 15% dei giovani in questa fascia d’età consuma il corretto quantitativo di acqua ogni giorno. Questo dato è stato confermato anche da studi condotti in Europa.Numerosi studi dimostrano che la disidratazione può compromettere le capacità fisiche e mentali degli adolescenti. Un deficit di acqua pari all’1-2% può causare un calo nelle prestazioni sportive. Inoltre, è dimostrato che bere adeguatamente, può portare a un miglioramento significativo delle capacità di resistenza nell’esercizio fisico non solo durante la giovinezza ma, se si mantengono queste buone abitudini, anche in età adulta.Per favorire un livello di idratazione corporea equilibrato non basta solo bere tanto, ma è necessario anche seguire una corretta alimentazione. Cibi ad alto contenuto di acqua come frutta e ortaggi possono ottimizzare l’idratazione corporea. Bere sufficienti quantità di acqua e assumere questo tipo di alimenti con costanza può aiutare ad evitare il presentarsi di problematiche legate alla disidratazione, ad esempio, alla salute renale e metabolica, o al verificarsi di disturbi cognitivi e dell’umore, sia nel presente che nel futuro. Giovani che non bevono abbastanza diventano adulti che non bevono abbastanza: è quindi fondamentale il contributo educativo da parte di persone che appartengono non solo al contesto familiare ma anche a quello scolastico, dove l’acqua può aiutare nelle attività di apprendimento, e in quello sportivo, ambito in cui questo elemento è di primaria importanza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A giugno il nuovo libro di Woody Allen: “Zero gravity”

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

Collana Oceani, trad. Alberto Pezzotta, pp. 224, 19 euro Uscita in contemporanea con gli Stati Uniti. “Difficile immaginare la sorpresa di sapere che Woody Allen darà alle stampe un nuovo libro. Lo pensavamo in una pausa di riflessione dopo la bellissima autobiografia, A proposito di niente, tutto dedito al nuovo film, e invece la notizia è arrivata, e dopo 15 anni da Pura anarchia, la nuova raccolta di racconti vedrà la luce. Per La nave di Teseo e me è un onore, oltre che un piacere, continuare il rapporto con Woody Allen, straordinario scrittore, un rapporto iniziato con Umberto Eco.” Elisabetta Sgarbi, Publisher La nave di Teseo Dopo quindici anni, il più classico Woody Allen torna con una nuova raccolta di brevi racconti umoristici. Zero Gravity è la quinta raccolta di sketch comici del regista Premio Oscar, che ancora una volta si dimostra capace di prose esilaranti, che i lettori avevano già assaporato dai tempi di Citarsi addosso, Effetti Collaterali, Pura Anarchia. Questo suo nuovo lavoro combina pezzi apparsi su The New Yorker con dieci scritti inediti, ognuno ricco di brillante comicità. Che stia scrivendo di cavalli che dipingono, di macchine che pensano, della vita sessuale delle celebrità o di come la ricetta del pollo del generale Tso abbia preso questo nome, Allen è sempre lui, originale, sofisticato e popolare insieme, acuto e capace di cogliere dettagli fondamentali e, soprattutto, inesorabilmente spassoso. Accanto a titoli come “Le alette di pollo escono stasera” e “Quando lo stemma sul cofano dell’auto è Nietzsche”, la raccolta comprende anche il racconto, toccante e molto divertente, “Crescere a Manhattan”. Zero Gravity ci dimostra, ancora una volta, come la scrittura umoristica sia qualcosa di molto serio. Editore: La nave di Teseo

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

European Federation of Journalists (EFJ): We stand in solidarity in support of Ukraine

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

Human rights, media freedom and journalists’ organisations issued a statement in condemnation of invasion and attacks on the press in Ukraine and Russia. We, the undersigned organisations, stand in solidarity with the people of Ukraine, but particularly Ukrainian journalists who now find themselves at the frontlines of a large-scale European war. We unilaterally condemn the violence and aggression that puts thousands of our colleagues all over Ukraine in grave danger. We call on the international community to provide any possible assistance to those who are taking on the brave role of reporting from the war zone that is now Ukraine. We condemn the physical violence, the cyberattacks, disinformation and all other weapons employed by the aggressor against the free and democratic Ukrainian press. We also stand in solidarity with independent Russian media who continue to report the truth in unprecedented conditions. By Christian Flammia

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Post-War and Contemporary Art Day

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

London – The Post-War and Contemporary Art Day Sale realised a total of £14,168,940, selling 98% by value and 89% by lot. Banksy’s iconic Love is in the Air realised the top price, selling for £978,000. Yayoi Kusama’s Pumpkin [TOWSSO] achieved £831,600 against a pre-sale estimate of £200,000 while Waves at Daybreak sold for £201,600 (estimated at £50,000-70,000). This level of bidding reflected the depth of interest witnessed in the Shanghai to London Evening Sale series on 1 March and was followed by MR.’s May – Blue Hawaii, which soared above estimate to realise a world auction record for the artist (£504,000). Günther Förg’s Untitled sold for £604,800, Etel Adnan’s Untitled realised £201,000 and Stanley Whitney’s Untitled achieved £163,800.Further records were set for Atanda Quadri Adebayo’s Let Love Lead (£20,160)*, Winston Branch’s When I need my Father’s Eyes (£126,000), Anne Collier’s Woman Crying (Comic) #16 (£100,800), Peter Uka’s Invisible Guardian (£56,700)*, and Adjei Tawiah’s Pink Suit (£50,400)*, with a record in the medium for a painting by Eileen Agar’s Harlequin (£63,000).Outstanding results were achieved for Flora Yukhnovich’s Study of Putti (£302,400), Hilary Pecis’ Kitchen Counter (£252,000), Isshaq Ismail’s Unknown Faces No 3 (£138,600), Tomokazu Matsuyama’s Losing You More (£214,200), and Paula Rego’s School for Little Witches (£415,800).Italian Masters attracted strong bidding with Arnaldo Pomodoro’s Sfera con perforazione (£567,000), Lucio Fontana’s Concetto spaziale, Attese (£592,200), and Alighiero Boetti’s Far quadrare tutto (To Square Everything Up) (£189,000).Christie’s 20th/21st Century Art Sales continue on 4 March with The Impressionist and Modern Art Day and Works on Paper Sale while First Open: Post-War and Contemporary Art Online remains open for bidding until 9 March 2022.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Christie’s Historic Shanghai to London Sale Series Realises

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

20/21 March 2022. To the post-sale press conference for comments from: Guillaume Cerutti, Christie’s CEO; Rebecca Yang, Chairman, Christie’s China; Katharine Arnold, Head of Post-War & Contemporary Art Europe; Giovanna Bertazzoni, Vice-Chairman, 20th / 21st Century Department; Olivier Camu, Deputy Chairman of Impressionist and Modern Art; Cristian Albu, Co-Head of Department, 20th / 21st Century Art, Asia Pacific. Franz Marc’s The Foxes (Die Füchse), a seminal work by a father of 20th Century Modernism sold for £42,654,500, breaking the record for the artist, and is now among the top 5 selling works offered in London in the last decade. Francis Bacon’s Triptych 1986-7 sold for £38,459,206, one of the top ten prices achieved in London in the last decade Sell-through rates of 90% by lot and 93% by value demonstrate the global appetite for art from the 20th and 21st centuries, and confidence in the market for 2022 As part of Christie’s continuing innovation around the 20/21 platform, a cultural dialogue was instigated between major international art hubs in tonight’s auction marking a historic moment in a first of its kind relay auction between Shanghai and London. Christie’s is the only international auction house licensed to operate auctions in Mainland China The 20th / 21st Century: Shanghai Evening Sale inaugurated Christie’s new galleries at BUND ONE, No. 1 East Zhongshan Road Spirited international bidding delivered record prices, which were achieved for 10 artists including Franz Marc, Mario Schifano, Emmanuel Taku, Genieve Figgis, Gabriele Münter and Eugène Boudin Lucian Freud’s intimate masterpiece Girl with Closed Eyes realised £15,174,500 Antony Gormley’s Root, offered as part of Artists for ClientEarth, brought the total raised for the environmental charity to £4,989,064 (hammer price) to date The Art of the Surreal Evening Sale, the only platform dedicated to the art of the Surreal and Dada, realised a total of £39,888,380 Picasso’s surrealist masterpiece, La fenêtre ouverte, led the 21st edition of The Art of the Surreal Evening Sale (£16,319,500)Shanghai and London – Christie’s historic Shanghai to London sale series established a pioneering cultural dialogue between two of the art market’s major hubs, achieving a total of £249,070,155 / RMB 2,087,955,108 / $334,003,078 / €297,389,765. Sell-through rates of 90% by lot and 93% by value demonstrate the confidence of the market, building on the successes we witnessed in 2021. Across the three sales, registered bidders from 34 countries and 5 continents reflect the strength of global demand, with 21% of buyers from Americas, 31% APAC and 49% EMEA. Millennial collectors accounted for 28% of registrants.

Posted in Recensioni/Reviews | Leave a Comment »

A special edition on our coronavirus coverage

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

The arguments over where covid-19 came from started almost as soon as the first samples of SARS-CoV-2 were discovered. Was it a spillover event at a wet market in the Chinese city of Wuhan? Or was the pandemic seeded by a leak of virus from a scientific laboratory in China? Tribes have dug in on both sides. This week, in the Science section, we report on new research that seems to tilt the evidence firmly in the direction of the wet markets—the explanation the majority of scientists have favoured all along. But will it persuade the lab-leak crowd to change their minds? Covid has brought about many social changes that look likely to endure, including the “Great Resignation”, in which millions around the world have quit their jobs. There has also been a boom in e-commerce, leaving warehouses and many other businesses struggling to recruit workers. These gaps will be increasingly filled by robots. In a Leader, we welcome the future rise in automation, arguing that fears of mass human unemployment are overblown. Zanny Minton Beddoes Editor-In-Chief The economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A new era of high-risk economic warfare

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2022

Russia’s invasion of Ukraine could yet become the biggest military action in Europe since 1945. It also marks a new era of high-risk economic warfare that could further splinter the world economy.An energy-and-commodity price shock is now ripping through the world economy as supplies from Russia are disrupted. Europe is assessing how to lower its dependence on Russian energy.Meanwhile the measures the West has imposed on Russia are so potent that they have triggered chaos in its $1.6trn economy and prompted the president, Vladimir Putin, to issue nuclear threats. The instant immiseration of a big economy is unprecedented and will cause alarm around the world, not least in China, which will recalculate the costs of a war over Taiwan. The West’s priority must be to win the economic confrontation with Russia. Then it must create a doctrine to govern these weapons in order to prevent a broader shift towards autarky.The fact that Russia did not take the threat of sanctions seriously at first is no surprise. For years they have been plentiful but ineffective. Reluctant to use hard power, America and Europe have reached for economic penalties instead. Some 10,000 people or firms are subject to American sanctions, affecting over 50 countries making up 27% of world GDP, and covering everything from torture to cryptocurrencies. Often they make little difference. Autocrats can evade targeted measures. Full embargoes on Iran and Venezuela have been crippling but not toppled regimes. The deterrent effect has been weak, as malefactors have assumed that America would never apply “maximum pressure” on a big economy. But that Rubicon has now been crossed. Matthieu Favas Finance correspondent The Economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »