Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Arte: Federico Solmi in conversazione con Lawrence Weschler

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2022

Bologna giovedì 17 marzo, l’Accademia di Belle Arti di Bologna Via delle Belle Arti, 54 ospita una conferenza dell’artista Federico Solmi che converserà del proprio lavoro tra arte e nuovi media con il famoso giornalista e scrittore americano Lawrence Weschler. L’incontro spazierà dalle influenze storico/artistiche che hanno influenzato la carriera dell’artista, passando per la sua critica corrosiva del potere fino all’esplorazione della recente produzione dell’artista di NFT e realtà virtuale, spiegando ragioni e meccanismi di questo universo digitale la cui diffusione è oramai planetaria. Le opere di Solmi, nato a Bologna nel 1973 e residente a New York dal 1999, sono state ospitate in musei e biennali in tutto il mondo, diventando anche installazioni di arte pubblica, come il video multicanale American Circus (2019) a Times Square a New York, oppure la gigantesca proiezione. The Great Farce all’Ocean Flower Island Museum in Cina. Utilizzando un’estetica satirica capace di ritrarre una visione distopica della società odierna, l’artista realizza installazioni composte da una varietà di media tra cui video, pittura, disegno ma anche realtà virtuale e aumentata. Fondendo umorismo e senso del grottesco con le nuove tecnologie, Solmi crea una realtà carnevalesca in cui leader politici del passato e del presente vengono inseriti in un teatro assurdo senza tempo e trasformati in pupazzi animati da motion captures e altre tecniche digitali. L’incontro tra Federico Solmi e Lawrence Weschler spazierà tra le influenze storico/artistiche che hanno influenzato la carriera dell’artista, fino all’esplorazione di nuovi media come la sua più recente produzione di NFT e realtà virtuale, spiegando ragioni e meccanismi di questo universo digitale la cui diffusione è oramai planetaria. Attualmente la ricerca di Solmi si è inoltre sviluppata su un nuovo affascinante filone riguardante il disegno: il reticolo virtuale e chiaro dello scheletro dei personaggi digitali viene riportato alla poetica analogica del disegno, operando un’inversione processuale della sua creazione artistica. Gli incontri nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti sono aperti al pubblico – fino a esaurimento posti – senza prenotazione, con green pass rinforzato obbligatorio e mascherina FFP2.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: