Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 16 marzo 2022

Guerre en Ukraine

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

Les Ministres des Affaires intérieures de l’Union européenne ont franchi le Rubicon en activant à l’unanimité la directive sur la Protection temporaire immédiate pour faire face à l’afflux exceptionnel et sans doute durable des Ukrainiens forcés par la guerre à quitter leur pays. La rapidité des décisions prises en quelques jours par le Conseil Justice et Affaires intérieures (JAI) à l’initiative de la présidence française contraste avec les atermoiements de ce même Conseil autour de l’adoption du nouveau Pacte sur la migration et l’asile initié par la Commission européenne à l’automne 2020. Mais si le flux des personnes fuyant l’intensification des combats en zone urbaine devait s’accroître ou simplement se poursuivre à un rythme élevé, il est difficile d’imaginer que les pays de première entrée puissent continuer d’assumer seuls une telle charge. La question d’une forme de relocalisation entre les États membres se posera et doit d’ores et déjà être anticipée.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Carburanti: Accisa mobile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

“Nell’informativa di oggi al Senato, il Ministro Cingolani ha ben tracciato le aree di intervento, soprattutto a livello europeo, per arginare i rincari del costo dell’energia ed ha parlato di un’accisa mobile sui carburanti. È un’ipotesi concreta per ridurre le accise su carburanti e combustibili per uso civile. Si tratta di un’operazione straordinaria, che si richiama ad un meccanismo previsto per la crisi del 2007, utile a contenere l’impatto dell’aumento del costo dei carburanti sui consumatori finali. In sostanza, il maggior gettito IVA dovuto all’aumento della base imponibile, che abbiamo registrato a causa dall’incremento dei prezzi dell’energia, verrebbe utilizzato per ridurre l’accisa corrispondente e avere quindi una diminuzione del prezzo finale”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bonus cultura per i 18enni, da domani possibile farne richiesta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

Parte domani 17 marzo il bonus cultura per i 18enni nati nel 2003. Tutti i maggiorenni che compiono 18 anni quest’anno, inclusi i giovani diciottenni stranieri con regolare permesso di soggiorno, potranno accedere al bonus di 500 Euro registrandosi sul sito http://www.18app.italia.it o sull’app 18app utilizzando Spid o Cie. Le iscrizioni saranno aperte fino al 31 agosto 2022, mentre il bonus dovrà essere speso entro il 28 febbraio 2023. Il bonus consiste in una carta elettronica utilizzabile per acquistare biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo, libri, abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale, musica registrata, prodotti dell’editoria audio- visiva, titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche e parchi naturali nonché per sostenere i costi relativi a corsi di musica, di teatro o di lingua straniera (anche russa). By: http://www.aduc.it

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

21 Marzo 2022, Giornata mondiale della poesia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

Bologna La Galleria Portanova12, Orario: inizio alle ore 19 fino alle 21. presenta un omaggio alla figura del poeta Bartolo Cattafi, con opere e illustrazioni dedicate. Nell’anno della ricorrenza del centenario della nascita del poeta, il direttore artistico della galleria, Massimo Cattafi, col sostegno di Eva Laudace, poeta membro del Consiglio Direttivo del Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna, introdurranno al progetto e alla figura del letterato. Seguirà la lettura dei testi poetici prescelti e la presentazioni delle opere inerenti. L’happening rientra nelle iniziative promosse dal programma di ‘Boom!’ all’interno del ‘Bologna Children’s Book Fair’, assieme alla mostra “Furie, paesaggi e figure” di Mariana Chiesa, che inaugurerà il 22 Marzo sempre presso gli spazi della galleria fino al 22 Aprile. Portanova12, unita a questa figura letteraria da un legame particolare – Massimo Cattafi è infatti parente del poeta siciliano – vuole tributare un autore che, a poco più di 40 anni dalla sua scomparsa, risulta essere una delle voci più contemporanee della poesia del secondo ’900 italiano. Un poeta che riesce a parlare incisivamente al nostro tempo, sottovalutato dalla critica dell’epoca, e che oggi è fra le figure più originali, attuali e durature nel panorama della poesia moderna, oggetto di continua rivalutazione e analisi.L’omaggio al poeta Bartolo Cattafi consiste nella scelta di quattro suoi componimenti, che sono stati affidati alla capacità interpretativa di quattro artisti contemporanei provenienti dal mondo dell’urban art e dell’illustrazione. Le opere portano la firma di alcuni artisti rappresentati dalla galleria: Nicola Alessandrini: muralista che ripropone in veste contemporanea soggetti dal sapore atavico, che attraversano la storia dell’arte, attingendo dai capolavori della pittura. Chekos: stencil artist, con la sua distintiva creazione iconografica degli “optical portraits”. Opiemme: con una ricerca incentrata sulla parola e interventi di arte pubblica volti a diffondere poesia, il loro lavoro ha un forte legame con le ricerche verbo-visive delle avanguardie del ‘900.Ufficio Misteri: trio di giovani illustratori dediti alla manifestazione visiva dell’imperscrutabile.Mariana Chiesa: artista argentina, allieva del maestro Alberto Breccia, dedita al disegno, all’illustrazione, alle incisioni e alla sovrapposizione e impressione di queste in un originalissimo ‘progetto sartoriale’, alla realizzazione di strabilianti opere in tessuto. Questo fugace evento anticipa quella che sarà una mostra dedicata al Bartolo Cattafi, che coinvolgerà 22 artisti presso gli spazi della Galleria Portanova12, e che inaugurerà il 6 Luglio 2022, data della ricorrenza della nascita del poeta.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“De Animis Mundi”, dal 19 marzo una nuova collettiva alla Galleria Soquadro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

Ragusa. L’inaugurazione si terrà sabato 19 marzo 2022, nei locali della Galleria Soquadro in via Napoleone Colajanni 9, a partire dalle ore 19:00. La mostra sarà fino al 23 aprile 2022, dal martedì al sabato, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 17:00 alle ore 20:00. Dopo il successo felicemente riscontrato a seguito della bipersonale di Giovanni Blanco e Domenico Grenci “Come Isole nel Mare”, la Galleria Soquadro ha il piacere di presentare la collettiva dal titolo “De Animis Mundi” a cura di Eleonora Aimone. Le opere dei quindici artisti partecipanti si compongono attorno al tema fondante dell’anima, delle anime, anzi – come detta il titolo della mostra. Un titolo che rimanda al concetto di Anima Mundi, ma che intende superarlo e contemplare quanto di sensibile e intelligibile – per rimanere, ancora una volta, in ambito filosofico – evochi il concetto di anima nel creato. Una tematica che lascia, dunque, ampio campo all’analisi e all’elaborazione di un soggetto ultimo in cui ciascun artista ha saputo far confluire l’esperienza personale e stilistica necessaria alla produzione di un’opera unica o in edizione. Gli artisti in mostra, alcuni già promossi in passato da Soquadro – come Giovanni Blanco, Sandro Bracchitta, Daniele Cascone, Giuseppe Giordano, Luca Grechi, Domenico Grenci, Giovanni La Cognata, Gaetano Longo, Angelo Ruta, Ignazio Schifano, Giovanni Viola – ed altri che approdano per la prima volta, non solo in questa galleria, ma nel territorio ragusano tutto – quali Alessia Armeni, Marco Circhirillo, Elisa Muliere e Maurizio Cugnata – espongono opere che spaziano dalla pittura alla fotografia, dalla scultura all’illustrazione e che fanno di questa mostra un prezioso contenitore di arte transdisciplinare, non solo del contemporaneo locale, ma anche di quello nazionale.www.soquadro.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

19°Journées du cinéma québécois en Italie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

In sala il 24 marzo a Milano e Avellino, il 28 marzo a Bologna. Online dal 25 marzo su MYmovies liberamente accessibile da tutta Italia.Organizzata durante il mese internazionale della Francofonia, con la rinnovata direzione artistica dell’autore e regista canadese Joe Balass, la rassegna indagherà il tema della memoria affettiva: il cinema come generatore di inconscio collettivo, archivio di sogni e frammenti di memorie, attivatore di emozioni, di richiami e ricordi delle memorie affettive individuali. Ispirato all’omonimo film di culto canadese di Francis Leclerc, storia di un incidente, di un’amnesia, di una perdita d’identità, il tema sarà sviluppato attraverso una selezione di titoli che presentano grande varietà stilistica e nuove formule narrative, dal documentario di memoria biografica al film di formazione, fino a opere dalle atmosfere surreali.Ed è proprio il tema della memoria e dei legami che si costruiscono nel tempo e nello spazio condivisi, quella memoria che dà continuità alla nostra identità, il filo conduttore dell’anteprima italiana di Je m’appelle humain pluripremiato documentario di Kim O’Bomsawin: un’incursione dentro alla storia di un popolo plurimillenario, la lotta contro la scomparsa di una lingua, di una cultura e delle sue tradizioni, accompagnati per mano dalla poetessa Innu, Joséphine Bacon, una donna libera che ha dedicato la vita a trasmettere il suo sapere e quello dei suoi antenati.Non meno potente, l’altra anteprima italiana, sempre ambientata nelle comunità indigene del Canada. È Bootlegger, primo lungometraggio dell’artista multidisciplinare Caroline Monnet, nota ai cinefili per i suoi audaci cortometraggi selezionati in diversi festival internazionali, che qui affronta la questione dell’autodeterminazione delle comunità autoctone, attraverso il dibattito sulla legalizzazione della vendita di alcool nei territori delle riserve. La sceneggiatura, scritta in collaborazione con Daniel Watchorn, ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura al Festival di Cannes 2017 (Best Screenplay CNC & Cinéfondation).In programma anche il film candidato agli Oscar 2022 per il Canada, Les oiseaux ivres di Ivan Grbovic, già premiato come miglior film al Noir In Festival 2021 di Milano. Ambientato nella verde campagna del Québec, il film racconta la storia di un lavoratore stagionale messicano, Willy (interpretato da Jorge Antonio Guerrero, attore rivelazione in Roma di Alfonso Cuarón), e della famiglia che lo assume in Québec, accogliente ma minata da conflitti interiori.Con il suo primo lungometraggio, Le Bruit des moteurs, Philippe Grégoire regala un film sorprendente, coraggioso, insolito per un’opera prima. Presentato all’ultimo Torino Film Festival, il film racconta di Alexandre, un istruttore doganale del Québec ed esperto di armi da fuoco, che sospeso dal servizio per rapporti sessuali inappropriati, ritorna nella sua città natale, Montréal. Un film audace, ironico e capace di non prendersi troppo sul serio.A chiudere la selezione dei lungometraggi, il nuovo film d’animazione di Félix Dufour-Laperrière, Archipel, presentato in anteprima al Rotterdam International Film Festival e passato anche all’ultimo Future Film Festival di Bologna. Due voci, una donna (Florence Blain Mbaye) e un uomo (Mattis Savard-Verhoeven) ci guidano in un’avventura attraverso un viaggio poetico lungo il fiume San Lorenzo, con le sue migliaia di isole, reali e immaginate, raccontando e sognando un territorio e i suoi abitanti, il Québec, la patria del regista. Informazioni & programma http://www.cinemaquebecitalia.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Carcinoma midollare tiroideo, diagnosi e follow-up

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

La calcitonina (Ct) è il marcatore biochimico di riferimento per la diagnosi e il follow-up del carcinoma midollare della tiroide (MTC). «Nonostante ciò» precisa Simona Censi, UOC Endocrinologia, AOU di Padova «la sua accuratezza può essere influenzata da svariate condizioni, la cui conoscenza è fondamentale per evitare diagnosi errate: 1) limiti analitici intrinseci: la Ct è instabile a temperatura ambiente, da cui la necessità di conservare il campione in ghiaccio subito dopo il prelievo, per evitarne la rapida degradazione; inoltre, ha un’emivita di 15-40 minuti, bifasica e concentrazione-dipendente; 2) in commercio esistono numerosi kit, che producono risultati non confrontabili tra diversi laboratori; 3) esistono differenze genere-specifiche nei valori di Ct, come riflesso di una maggiore quantità di cellule-C nei maschi rispetto alle femmine; 4) rialzi aspecifici della Ct possono essere riscontrati anche in numerose patologie extra-tiroidee (altri tumori neuroendocrini, alcune leucemie, mastocitosi sistemica, carcinoma polmonare a piccole cellule, carcinoma pancreatico o mammario, insufficienza renale, iperparatiroidismo), nonché in seguito all’uso di farmaci (es. inibitori di pompa protonica) o come effetto del fumo di sigaretta (Censi S, et al. Clin Chem Lab Med 2016). Infine, esiste il problema del cut-off dei livelli basali di Ct diagnostico di MTC: mentre il 100% dei pazienti con Ct pre-operatoria > 100 pg/mL ha un MTC, questo valore cala fino al 5% nei pazienti con valori tra 10 e 20 pg/mL» (Wells SA, et al. Thyroid 2015). Per superare le criticità della Ct, è stato, quindi, suggerito l’utilizzo del suo precursore procalcitonina (ProCt), come marcatore alternativo di MTC, spiega Censi. «Vantaggi: è estremamente stabile a temperatura ambiente, senza necessità di conservazione in ghiaccio dopo il prelievo; l’emivita è concentrazione-indipendente di 20-24 ore; non è influenzata da patologie o farmaci che ne elevino i valori in modo aspecifico; tutti i kit presenti in commercio utilizzano gli stessi tipi di anticorpi per la misurazione, rendendo quindi i risultati confrontabili tra diversi laboratori. Svantaggi: la ProCt è anche un marcatore diagnostico e prognostico di sepsi, ma in assenza di infezioni in corso è prodotta quasi esclusivamente dalle cellule-C». Di recente, segnala la specialista, è stata pubblicata una metanalisi della letteratura disponibile per ottenere dati più robusti sul possibile impiego della ProCt come marcatore di MTC, allo scopo di rispondere a due quesiti: 1. i livelli sierici di ProCt sono predittivi di MTC nei soggetti portatori di nodo tiroideo? 2. i livelli post-operatori di ProCt sono indicativi di risposta al trattamento nei pazienti con MTC? Considerando solo gli studi che hanno analizzato l’accuratezza della ProCt nel follow-up post-operatorio (4 studi, 364 pazienti, con prevalenza di MTC del 48.6%) – riferisce l’endocrinologa – la sensibilità era 0.93 (IC 95% 0.85-0.97), la specificità 0.91 (IC 95% 0.20-1.00), il LR+ e il LR- erano rispettivamente di 10.8 (IC 95% 0.3-337.4) e 0.08 (IC 95% 0.04-0.15); inoltre, non si registravano significative variazioni di sensibilità e di specificità al variare del kit di laboratorio impiegato per la misura della ProCt. La metanalisi ha dimostrato come la ProCt possa avere un’utilità clinica nella diagnosi e nel monitoraggio dell’MTC, conclude Censi.Per ora sembra ragionevole impiegare la ProCt come marcatore di MTC complementare alla Ct, specialmente in pazienti con nodi tiroidei e livelli di Ct positivi (per escludere la diagnosi) o in pazienti con MTC e livelli post-operatori di Ct non conclusivi». (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini Covid e reazioni avverse

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

I vaccini a mRNA contro Covid-19 sono sicuri. Una nuova conferma arriva da un’analisi dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) americani, pubblicata su The Lancet, che ha fatto ordine tra le segnalazioni di eventi avversi registrate dopo circa 300 milioni di somministrazioni di vaccino mRNA nei primi 6 mesi di campagna vaccinale. Nel 92% dei casi le reazioni hanno riguardato disturbi lievi. Meno dell’1% dei vaccinati ha avuto bisogno di assistenza medica.L’analisi fa riferimento a due sistemi di sorveglianza attivi in Usa: VAERS (che ha ricevuto 340.522 auto segnalazioni) e v-safe (che ne ha raccolte 7.914.583). Il 92,1% delle segnalazioni arrivate al VAERS non erano gravi, il 6,6% invece lo erano. Il sistema ha raccolto le segnalazioni di 4.496 decessi, l’80% dei quali tra persone con più di 60 anni. I ricercatori avvertono però che non esiste correlazione tra decessi e vaccini. “Gli operatori sanitari sono tenuti a segnalare tutti i decessi successivi alla vaccinazione, indipendentemente dalla potenziale associazione diretta con il vaccino”, scrivono. Le reazioni sono state più frequenti dopo la seconda dose che non dopo la prima. Quanto al tipo di reazione, dal sistema v-safe emerge che il 66-68% dei vaccinati ha segnalato dolore al sito di iniezione dopo la prima e la seconda dose; il 33% ha provato affaticamento dopo la prima dose, la quota è salita al 55% dopo la seconda; il 27% dei vaccinati ha avuto mal di testa dopo la prima dose, il 46% dopo la seconda. Dopo la dose due il 32,1% dei vaccinati non è stato in grado di lavorare e svolgere attività normali, quota molto più alta rispetto alla prima dose (11,9%). Nella maggior parte casi si è trattato, comunque, di sintomi lieve, risolti in uno o due giorni. “I vaccini sono lo strumento più efficace per prevenire i casi severi di Covid-19”, afferma Hannah Rosenblum, prima autrice dello studio, secondo la quale i dati emersi dai due sistemi di sorveglianza “dovrebbero rafforzare la fiducia che i vaccini mRNA contro il Covid-19 sono sicuri”. Nel frattempo, il Gruppo tecnico di esperti Oms sulla composizione dei vaccini contro Covid-19 (Tag-Co-Vac), ha aggiornato le sue indicazioni al nuovo contesto epidemico caratterizzato dalla circolazione di Omicron negli ultimi mesi, sottolineando come “per continuare a garantire una protezione ottimale in futuro, devono essere aggiornati man mano che emergono nuove varianti” di Sars-Cov-2. I vaccini aggiornati possono essere monovalenti, mirati cioè contro la principale variante in circolazione, o multivalenti, in grado di dare copertura contro più varianti. Secondo gli esperti Oms, inoltre, in futuro i vaccini dovranno prevenire anche l’infezione e la trasmissione virale, oltre a proteggere da malattia grave e decesso: “lo sviluppo di vaccini ‘universali’, nonché di prodotti in grado di suscitare l’immunità mucosale, possono essere opzioni auspicabili, ma i tempi per la messa a punto e la produzione restano incerti”, sottolineano gli esperti del Tag-Co-Vac, che incoraggiano i produttori a generare e inviare all’Oms i dati sui vaccini allo studio. Tag-Co-Vac continua comunque a sostenere “con forza l’accesso immediato e ampio agli attuali vaccini contro Covid-19 per il ciclo primario e le dosi di richiamo, in particolare per i gruppi a rischio di sviluppare malattia grave, dato che gli attuali vaccini Covid-19 continuano a fornire alti livelli di protezione contro la patologia severa e il decesso, anche durante la circolazione di Omicron”. (Fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medicina territoriale: che cosa cambia nel post Covid

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

Il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) può essere una grande opportunità per le cure domiciliari e territoriali, ma occorra partire dall’ascolto dei territori. Nasce da questi presupporti il Talk Web “LA NUOVA GESTIONE DELLA MEDICINA TERRITORIALE NEL POST-COVID” promosso da Motore Sanità, che ha riunito professionisti sanitari, parlamentari e rappresentanti regionali, proprio per dare voce alle nuove proposte, capire le criticità e, soprattutto, capire da quale punto partire per riformare la medicina territoriale. “Già prima del Covid la nostra sanità aveva dei limiti: il ritardo nell’adeguare il nostro Servizio Sanitario Nazionale a un mutato contesto demografico ed epidemiologico sia dei professionisti sia dei cittadini; la mancata digitalizzazione della sanità; la crescita progressiva delle diseguaglianze nell’accesso ai Livelli essenziali di assistenza”, evidenzia l’On. Fabiola Bologna, Segretario XII Commissione Affari Sociali e Sanità Camera dei Deputati. “Siamo per lo più un Paese che invecchia e quindi “esplodono” le patologie croniche, si moltiplica la pressione sui servizi sociosanitari, quando la risposta non si trova sui territori rimbalza sugli ospedali, senza contare le grandi differenze regionali nell’organizzazione sanitaria. A tutto questo manca personale sanitario. Per cui con il PNRR noi vogliamo cambiare strada e i nostri obiettivi sono: prossimità, innovazione, uguaglianza, interventi sulla rete territoriale che ammoderna tecnologicamente, messa in sicurezza degli ospedali, investimenti sulla formazione, investimenti sulla ricerca, trasferimento tecnologico. Le Case della Comunità rappresentano il cuore della nostra nuova rete territoriale e la riforma prevede che realizzazione di una Casa della Comunità hub ogni 40-40mila abitanti, con assistenza medica di 24 ore, 7 giorni su 7. Siamo insomma di fronte a un’importante rivoluzione in ambito sanitario e la mia domanda è: i medici di medicina generale sono pronti?”. “La medicina generale sta chiedendo da 30anni una riorganizzazione del modello. Il problema è che questo modello è stato proposto rispetto alle strutture, non ai professionisti”, replica Gerardo Medea, Responsabile nazionale della ricerca SIMG. “Parliamo prima di funzioni, di compiti, di come possiamo aiutare con una migliore organizzazione la medicina generale. Se i COT (Centrale Operativa Territoriale), le cure di prossimità, gli specialisti, gli esami di primo livello fossero già stati organizzati all’interno di qualsivoglia struttura – come la Casa di Comunità – noi avremmo recuperato già da un pezzo il ritardo sulla gestione dei cronici”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nicola Pesce:«L’uomo più piccolo del mondo»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

E’ pubblicato da Edizioni NPE. Arriva proprio dopo l’ultimo grande successo. È la storia del commendator Carlo Valenti, un cosiddetto squalo della finanza, che ha sempre ottenuto tutto quello che desiderava. Ma un avvenimento terribile gli mostrerà quanto la sua vita sia in realtà fatta di cartapesta: quando rapiscono il suo figlio autistico, il piccolo Luca, si rende conto di essere un uomo solo, di non avere veri amici, si accorge che il suo matrimonio si sta disintegrando. La trama, come sempre nei romanzi di Nicola Pesce, è una scusa per approfondire la psicologia dei personaggi: dal lento e disilluso Commissario Branca, cui le indagini vengono affidate, alla giovane cameriera Yuliya, che si sente fuori posto in un mondo fatto solo di apparenza; dalla moglie Mina Valenti, frustrata e svuotata del suo ruolo di madre ma ancora forte, a Canio, uno dei rapitori che finisce per fare amicizia con il piccolo ostaggio. Chi è l’uomo più piccolo del mondo? Non lo sappiamo. Un bambino già così maturo, o forse un grand’uomo che non è più nessuno, o ancora un commissario che non crede più in quello che fa, o un rapitore che nella vita ha sempre cercato soltanto scorciatoie e adesso si rende conto che non c’è più tempo. In libreria dal 10 marzo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Malala Yousafzai on the young women you need to know about

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

The Nobel peace-prize laureate Malala Yousafzai is By Invitation’s first guest editor. This is an extract from the introduction to her series on girls’ education. Visit our hub to read more.Young women want equal access to education. We want leaders to invest in our future. We also want our perspectives to inform the plans and policies that affect us. In honour of International Women’s Day, I’m excited to collaborate with The Economist to expand my work to amplify young women’s voices as By Invitation’s first guest editor. I have invited four young women to each contribute a guest essay to By Invitation on issues that are deeply connected to girls’ education: conflict, climate, digital inclusion and discrimination. Freshta Karim, an Afghan women’s rights activist, writes about her experience fleeing her home and about the future for Afghanistan’s women and girls. Kiara Nirghin, an inventor from South Africa, considers how the pandemic has widened gender gaps in science and the value of getting more girls involved in technical subjects. TK Saccoh, an anti-colourism advocate from Sierra Leone, reflects on the ways in which racism and gender discrimination affect girls’ learning and how teachers can help. Vanessa Nakate, a climate activist from Uganda, calls for an inclusive approach to discussing, teaching and legislating on global environmental issues. The world puts a lot of pressure on young women’s shoulders. We put pressure on ourselves to fight for our futures, too. Right now it feels like no one else will. But it is not girls’ sole responsibility to do so. We should all work together for a safer, more equal world. So despite the odds, we are trying our best. Will you? Malala Yousafzai Nobel peace-prize laureate (font: The Economist)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Two years on, how has covid changed the world?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

Two years ago on March 11th, the World Health Organisation declared covid-19 a pandemic. What lessons has the world learned? Americans are taking stock and eager to leave the wretchedness behind them. But as they move into a new phase of the pandemic, planning for the future should involve a frank look at the country’s poor performance over the past two years. In our Britain section, we look at how London has recovered from covid. The declaration of the pandemic was an existential crisis for the city. Much of what had made the capital ever more appealing and successful—the crowding together of clever people, the excellent public-transport network, the restaurants and culture—was drastically curtailed. In China, the outlook is not so optimistic. Not since the early days of the pandemic has the country seen so many new, locally transmitted cases of covid. Clusters have been found in most of China’s provinces. While many countries are learning to live with the virus, in China each new case is testing the government’s “zero-covid” strategy, which uses mass testing and lockdowns to crush any hint of an outbreak. China’s scientists are looking for a way out of this policy. Politicians will have the ultimate say but the Omicron variant may force them to act. Zanny Minton Beddoes Editor-In-Chief The Economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Modern British And Irish Art Day Sale Live For Browsing

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2022

LONDON – Christie’s Modern British and Irish Art Day Sale, taking place on 23 March 2022 is highlighted by William Turnbull’s Sculpture (1956, estimate: £100,000–150,000, illustrated above right). Another example from this edition is currently featured in the Postwar Modern New Art in Britain 1945-1965 exhibition at the Barbican in London along with work by Prunella Clough, whose painting Fishermen with Sprat Nets II (1949, estimate: 30,000–50,000) is included in the online sale. Coming to auction for the first time in more than 70 years, the work depicting fishermen and dockers, has been in the same private collection since 1949 and a related work is in the collection of Pembroke College, Oxford. Also included in the Postwar Modern New Art in Britain 1945-1965 exhibition at the Barbican, Aubrey Williams’ work is currently exhibited in the Life Between Islands Caribbean-British Art 1950s – Now at the Tate Britain in London, and Williams’ painting Orinoco I (1964, estimate: £3,000–5,000) is also included in the Modern British and Irish Art Day Sale. As part of the sale, there are two works by the Australian artist, Brett Whiteley, who left Australia in 1960 for Europe and quickly established himself in London. In 1961, he became the youngest contemporary artist to have their work bought by the Tate, when they purchased his Untitled Red Painting, 1960. He was a close friend of Francis Bacon’s and was greatly influenced by him. Whiteley’s Sketch for Large Monkey Drawing (1964, estimate: £30,000–50,000) was at one time in the collection of the artist Kenneth Armitage.There is a strong offering of works from the St. Ives School, including Dame Barbara Hepworth’s Mother and Child (1972, estimate: £50,000–80,000). She carved several Mother and Child sculptures in 1934 when she was pregnant and unaware she was carrying triplets. These works were initially conceived in stone and then later in bronze. Ben Nicholson’s Feb 13 – 52 (salmon + grey) (1952, estimate: £100,000–200,000), Patrick Heron’s Sydney : 18 December : 1989 (1989, estimate: £18,000–25,000) a vibrantly colourful celebration of Sydney Harbour in Australia, Sir Terry Frost’s Fields (c.1955, estimate: £40,000-60,000) and Peter Lanyon’s Near Cloud, May (1963, estimate: £7,000–10,000) complete the group. Lanyon started gliding in 1959 and by the time he painted Near Cloud, May in 1963, he was frequently flying alone over the land and seascapes of West Cornwall which influenced this work and his practice in general at the time. A further highlight, David Hockney’s Study for Chelsea Arts Ball (1992, estimate: £25,000–35,000) was acquired by the consignor at a Kensington & Chelsea Arts Council Charity event, as the lucky winner of a raffle prize.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »