Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 17 marzo 2022

Master in Open Innovation & Intellectual Property

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

RomaLuiss Business Shool Villa Blanc – Via Nomentana, 216 Il Master inter-ateneo Open Innovation & IP si propone di formare esperti in innovazione e proprietà intellettuale. Il programma fornisce le competenze per lo studio dell’intero ciclo di vita dell’innovazione che va dalla concezione dell’idea, alla creazione, alla protezione, fino allo sfruttamento commerciale e agli utilizzi anti-competitivi.L’offerta formativa consente di fornire una formazione mirata a manager, imprenditori, professionisti che desiderano acquisire nuove competenze per essere più competitivi nel mondo del lavoro. È ’necessario possedere una laurea di II livello (o ordinamento a ciclo unico).Il Master è indirizzato a: Manager e imprenditori attivi nel settore della ricerca e sviluppo e dell’incubazione di impresa Funzionari e dirigenti della pubblica amministrazione operanti nel settore della R&S Responsabili uffici legali di aziende, consulenti legali e avvocati, non solo operanti nel campo della tutela della proprietà intellettuale Esperti del trasferimento tecnologico, tra cui i dipendenti degli uffici di trasferimento tecnologico (TTO) delle Università, Politecnici e Centri di ricerca Ricercatori e ingegneri che lavorino in Università, Politecnici e Centri di ricerca Laureati in discipline economiche e giuridiche

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio letterario “Città di Castello” per giovani talenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Città di Castello. L’Associazione Culturale Tracciati Virtuali indice la XVI edizione del Premio Letterario «Città di Castello», riservato a opere inedite di Narrativa, Poesia e Saggistica. Il concorso è patrocinato dalla Provincia di Perugia, dal Comune di Città di Castello, dall’Associazione Italiana Biblioteche, dalla Società Dante Alighieri e dalla Federazione Unitaria Italiana Scrittori. Il Premio Letterario “Città di Castello” è una manifestazione annuale a carattere internazionale ideata da Antonio Vella e riservata agli scrittori di ogni fascia d’età, anche ai non residenti nel nostro Paese purché le opere pervengano in lingua italiana. Il Premio è diventato nel corso degli anni uno dei concorsi letterari di riferimento nel panorama culturale italiano, e ha contribuito a promuovere talenti di notevole caratura. Il concorso, a tema libero, è diviso in tre sezioni: Narrativa, Poesia e Saggistica, alle quali si può accedere solo con opere inedite, che dovranno essere tali sia al momento dell’iscrizione che al momento della premiazione finale. La quantità di pagine (circa 2.000 caratteri cad.) per la sezione Narrativa dovrà essere compresa tra un minimo di 50 pagine e un massimo di 180; per la sezione Saggistica il quantitativo minimo dovrà essere di 60 pagine per un massimo di 200; per la sezione Poesia, le raccolte dovranno contenere un minimo di 25 poesie per un massimo di 60. Il Premio prevede anche due sezioni speciali: “Mondi e Culture sulle sponde del Mediterraneo”, che ha come obiettivo quello di promuovere l’interazione tra la cultura italiana e quella araba, e “Riprendiamoci il futuro”, dedicata agli studenti degli Istituti Superiori. Il Premio Letterario “Città di Castello” si avvale di una giuria altamente qualificata, nominata e coordinata dall’Associazione Culturale Tracciati Virtuali, ed è da sempre presieduta da Alessandro Quasimodo, critico letterario, attore e regista teatrale. Il primo evento, il lancio della XVI edizione 2022 del Premio Letterario “Città di Castello”, è previsto per il giorno 23 marzo alle ore 17:30 presso la Società Dante Alighieri, sede centrale di Roma – Sala del Primaticcio di Palazzo Firenze in piazza Firenze, 27. Termine per l’invio delle opere: 30 giugno 2022

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti precari, GAE riaperte anche per i 7mila esclusi dall’ultimo rinnovo

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Tra pochi giorni riaprono le Graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo valevoli per il triennio scolastico 2022/2025: lo ha stabilito il decreto ministeriale, che stabilisce l’invio della domanda tramite l’applicazione “Istanze on Line (POLIS)” dalle ore 9.00 del 21 marzo fino alle ore 23.59 del 4 aprile 2022. Una delle novità più importanti di questo aggiornamento, che riguarda oltre 50mila candidati, è stata messa in risalto da Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: durante un’intervista ad Italia Stampa, il sindacalista autonomo ha detto che “quest’anno, grazie all’intervento del legislatore, successivo ai ricorsi vinti da Anief, potranno presentare domanda nelle GAE anche quei 7mila insegnanti che in passato erano inseriti in graduatoria ma nell’ultimo aggiornamento ma non avevano fatto domanda di aggiornamento della propria posizione e ora dopo un triennio-quadriennio potranno finalmente presentare domanda per aspirare alle immissioni in ruolo che saranno assegnate a settembre”. Questo significa che coloro che erano stati esclusi dalla graduatoria nei bienni/trienni precedenti per non aver presentato domanda, potranno ora, dal 21 marzo, inviare domanda di reinserimento con recupero del punteggio maturato al momento della cancellazione e con la possibilità di aggiungere nuovi titoli e servizi conseguiti. C’è infine da segnalare che, ai fini dell’integrazione degli elenchi di sostegno, coloro che conseguiranno il relativo titolo di specializzazione entro il 15 luglio 2022 avranno la possibilità di iscriversi con riserva.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Enzo Ragazzini

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Roma. 19 marzo — 30 aprile 2022 Maja Arte Contemporanea Via di Monserrato 30 a cura di Ria Lussi. Si si presenta una selezione di 40 ritratti fotografici realizzati in diverse parti del mondo, in un arco temporale tra il 1965 e il 2022. Enzo Ragazzini, forse il meno riverito dei grandissimi fotografi italiani, si può considerare un vero genio\ingegno italiano, predecessore se non inventore dell’optical art e dell’etnofotografia.La sua sconfinata ricerca sperimentale ha indagato, con stile inconfondibile, i molti ambiti del paesaggio umano, geografico e industriale, al fianco di grandi personaggi come Boris Biancheri, Cornell Capa, Alan Fletcher, Enzo Muzii, Ludovica Ripa di Meana, Vittorio Sermonti, Giorgio Soavi, Cesare Zavattini, Federico Zeri, solo per citarne alcuni.À rebours, lungo il percorso della mostra, passando dal colore in stampa digitale al bianco e nero realizzato in camera oscura con retini di invenzione dell’artista, risaliamo ai prodromi di una infaticabile ricerca, tutt’ora in corso con il progetto di fotografia antropologica: “Aspettando Godot”.Dal Maracanà di Rio de Janeiro all’Isola di Wight, dal Perù al Nepal, dalla Toscana alla stazione Termini di Roma, l’obiettivo di Enzo Ragazzini ci mostra con delicata eleganza e sincerità, i volti, le posture, le attese di genti nel mondo.Grazie al suo sguardo, che esprime in ogni contesto sensibilità e rispetto per le persone ritratte, unitamente ad una tecnica di stampa straordinariamente sofisticata e in costante evoluzione, Ragazzini riesce a mappare, eternizzandolo, il genere umano, nella sua moltitudine come nella sua solitudine.In mostra fino al 30 aprile 2022, “GENS” è un emozionante viaggio nel tempo per scoprire uno dei più grandi artisti italiani che attraverso la sua instancabile ricerca ci fa capire che i protagonisti siamo sempre noi. Che guardiamo loro. Che guardano il grande fotografo che li ritrae con sguardo gentile. Inaugurazione: Sabato 19 marzo 2022, ore 11-20. L’artista sarà presente dalle ore 18. Orario mostra: martedì – venerdì h. 15.30-19.30; sabato h. 11-13 / 15-19. Altri orari su appuntamento. Ingresso libero. Sito: http://www.majartecontemporanea.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scopertura straordinaria del Pavimento del Duomo di Siena

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Siena. (27 giugno – 31 luglio / 18 agosto – 18 ottobre). il Pavimento del Duomo di Siena sarà straordinariamente scoperto.L’invito dell’Arcidiocesi di Siena – Colle di Val d’Elsa – Montalcino, dell’Opera della Metropolitana e di Opera Laboratori, costantemente impegnati nella tutela e promozione del Pavimento, è quello di compiere una visita con una maggiore consapevolezza, con un desiderio di rinascita verso la “luce” di bellezza, sapienza e spiritualità “poiché non vi sarà più notte” (Apocalisse 21, 25).Prenotando la visita al pavimento della Cattedrale è possibile avere sul proprio smartphone l’audioguida gratuita del complesso del Duomo oppure richiedere una visita guidata. Con il QR Code presente su tutto il materiale informativo sarà possibile inoltre assicurarsi l’accesso alla Cattedrale, evitando le code in biglietteria, presentandosi direttamente agli accessi dei musei.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Senior Italia FederAnziani: no alla guerra e sì all’accoglienza

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

guerra è una cosa bruttissima, basta la parola” (Anselma, 88 anni), “Ricordo le notti nei rifugi perché ci bombardavano continuamente, era un vero terrore”, (Maria Felice 93 anni). “Sono stato prigioniero, i Paesi in guerra appena potevano si facevano il male reciproco” (Antonio, 105 anni). Sono le parole di chi la guerra l’ha vissuta, i nostri anziani, quelli che si ricordando l’orrore, la paura, la vita continuamente in sospeso. E’ una guerra di molti anni fa, ma la sua tragedia è la stessa di quella di oggi in Ucraina. C’è una memoria della guerra che non finisce mai, sicuramente finché c’è chi la racconta. Senior Italia FederAnziani ha raccolto le testimonianze di questi libri parlanti, di questi anziani patrimonio insostituibile in una serie di video (“Guerra di ieri e di oggi. La memoria dei senior italiani”) per raccontarlo a chi l’ha letta solo sui libri di storia. Le video testimonianze sono diffuse in questi giorni sui canali social della federazione, raggiungono i ragazzi, gli studenti, tutti, invocando un messaggio che non potrebbe essere più esplicito nella sua brutalità: bisogna porre fine alla guerra, aiutare chi ne ha bisogno. “Le loro parole ci scuotono dal distacco a cui troppo spesso ci sentiamo autorizzati di fronte a una guerra, sì in Europa, ma che forse distrattamente riteniamo abbastanza lontana. E non è vero: la guerra è qui, nella memoria dei nostri anziani, ed è qui nel volto delle migliaia di profughi che stanno arrivando nel nostro paese”, dichiara la Presidente Senior Italia FederAnziani Eleonora Selvi, “Donne, bambini, e anziani, malati in molti casi, portatori di malattie croniche, proprio come tanti anziani del nostro Paese. I profughi della guerra non sono solo profughi, ma sono anche persone come le altre, coi loro bisogni e la loro condizione di salute che pre-esiste alla guerra. E il nostro Paese è chiamato a rispondere al bisogno di accoglienza e di salute: il che significa non solo emergenza Covid, con cui ancora bisogna fare i conti, ma anche appunto cronicità, come malattie respiratorie, oncologiche, cardiocircolatorie, diabete, con un impatto sul nostro sistema sanitario che dobbiamo saper affrontare. Ed è anche questo il messaggio dei video: nei volti e nella voce dei nostri anziani si riflettono i bisogni di tanti, anziani come loro, e anche loro libri parlanti, patrimonio inestimabile, e allo stesso tempo fragili tra i fragili”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva La Natura e la Preda

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Torino 19 marzo – 29 maggio 2022 OPENING: 18 marzo 2022, ore 18.00 Via Giordano Bruno 31 a cura di Marco Scotini. Affronta il tema della memoria coloniale attraverso i lavori di alcuni giovani artisti italiani: Irene Coppola con Vito Priolo, Edoardo Manzoni, Daniele Marzorati e Alessandra Messali.Lontano dall’essere una condizione innata, indifferente alle circostanze, l’essere preda è un posizionamento che viene conferito in rapporto ad altri soggetti, l’oggetto della strategia mirata del predatore. Possiamo dire che qualcosa diventa preda – e quindi cacciabile – per effetto di un processo di distinzione, gerarchizzazione o esclusione da ordini condivisi.Per tracciare una teoria della preda è necessario pensare sia alle politiche della rappresentazione, sia ai modi in cui il potere costruisce le identità sociali attraverso la repressione. Rispetto ad altre strategie di conflitto, la caccia non è una lotta tra pari, ma prevede un disequilibrio originario dato dalla supremazia materiale del cacciatore.Confrontarsi oggi con la memoria coloniale, italiana e non solo, non significa avere a che fare soltanto con un passato dimenticato e rimosso: le forme di oppressione che pensavamo di aver lasciato ai tempi dello schiavismo o della piantagione, riemergono nelle riconfigurazioni neo-arcaiche spinte dalla potenza delle politiche economiche neoliberiste.Le scene di caccia, le trappole e i richiami per uccelli di Edoardo Manzoni riflettono sull’estetizzazione della violenza delle immagini prodotte in Africa durante il periodo coloniale. La rappresentazione della “bestia” domata e uccisa, esasperate al fine di rendere la battuta di caccia un’impresa eroica, è funzionale alla caccia grossa come strumento esotizzante, metafora dell’assoggettamento delle popolazioni. Il progetto di Daniele Marzorati, a sua volta, ripercorre alcune delle tracce fisiche del rimosso coloniale nel territorio italiano, una ricerca fotografica che attiva connessioni tra il potere normativo della storia ufficiale e oggetti apparentemente neutrali, guardando al legame tra fascismo, colonialismo e razzismo avvalendosi dei concetti di “razza” e “razzializzazione”, così come espressi da Mellino, ossia la gerarchizzazione attraverso l’ideologia della “razza”, che invisibilmente permane nella struttura sociale italiana.Nel periodo in cui la mostra sarà aperta al pubblico, su prenotazione, le AEF Attività Educative e Formative del PAV propongono alle scuole e ai gruppi l’attività laboratoriale Wunderkammer d’Altrove, una raccolta di curiosità immaginifiche, in bilico fra il vero e il falso. In relazione alla ricerca di La Natura e la Preda, viene indagato l’esercizio dell’immaginario di ciò che è lontano da noi e, proprio per questo, altamente desiderabile.Nell’ambito della rassegna di Workshop con gli artisti, sabato 14 maggio Alessandra Messali condurrà il workshop pubblico dal titolo Tigre contro tigre nella giungla delle rappresentazioni.La Natura e la Preda inaugura il programma espositivo del PAV per il 2022, che proseguirà con le mostre personali di Elena Mazzi e Regina José Galindo.La mostra è realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CRT, della Regione Piemonte e della Città di Torino.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Film “Una storia d’amore e di desiderio”

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Roma Il film arriverà nelle sale italiane dal 25 marzo grazie a Cineclub Internazionale Distribuzione. Secondo lungometraggio della cineasta tunisina Leyla Bouzid, già alla regia del pluripremiato “Appena apro gli occhi – Canto per la libertà”, è stato presentato come film di chiusura alla 60° Semaine de la Critique del 74° Festival di Cannes. Al centro della vicenda una storia che assume una risonanza forte e singolare nel presente, raccontando l’emancipazione sentimentale e sessuale che si raggiunge grazie all’educazione, agli studi che danno accesso alla cultura, all’amore per i libri e le parole. Protagonista è Ahmed, giovane francese di origini algerine, cresciuto in una banlieue parigina. Appassionato di letteratura, sceglie di studiare lettere alla Sorbona, anche se fin dall’inizio mette in dubbio la sua legittimità e la sua adeguatezza a seguire questo corso nel prestigioso Ateneo. Le domande legate alla sua identità aumentano con l’incontro con Farah, giovane tunisina vitale e appassionata: studiando insieme scopriranno un corpus di letteratura araba erotica di cui non immaginava l’esistenza. http://www.dimillamacchiavelli.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Virginia Raggi: Indipendenza energetica e rinnovabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

“Dobbiamo uscire dal ricatto energetico che ci sta portando ad un aumento insostenibile delle bollette di luce e gas. Ora si sta pensando anche a tagli dell’illuminazione pubblica e alla riduzione delle ore per il riscaldamento. Questo momento difficile possiamo superarlo rendendoci indipendenti e puntando sulle energie rinnovabili. Lo Stato deve investire nella trasformazione energetica finanziando gli investimenti delle famiglie e delle imprese per acquistare, ad esempio, un impianto fotovoltaico o sistemi che riducono i consumi. Se nelle nostre periferie, sugli edifici pubblici e privati, installassimo pannelli solari, riusciremmo a produrre energia che ci renderebbe più liberi, non inquinerebbe e, indirettamente, darebbe un contributo economico a chi non riesce a pagare le bollette.A Roma negli ultimi anni abbiamo posto le basi per questa trasformazione, grazie all’approvazione del Paesc: si tratta del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima che traccia le azioni da realizzare per rendere la città e le persone meno dipendenti dalle fonti fossili. Il Paesc, realizzato grazie al contributo di Dario Tamburrano ed approvato da Giunta e Consiglio Comunale, ha avuto il placet dei principali protagonisti del settore.Ora può essere finalmente realizzato. In termini concreti significa aiutare chi è in difficoltà e, allo stesso tempo, rispettare l’ambiente.C’è un progetto che in questo periodo è particolarmente interessante: le Comunità Energetiche Rinnovabili per l’autoconsumo. In un quartiere dove può abitare chiunque di noi il mercato, la chiesa il condominio possono mettersi insieme e produrre energia da condividere o mettere in rete. È un sistema che può aiutare chi è in difficoltà. Facciamo queste cose: aiutiamoci. Mettiamo insieme aziende di distribuzione, cittadini, mondo produttivo e Istituzioni.Intanto, il Governo contribuisca con l’istituzione di un bonus a disposizione di famiglie ed imprese affinché possiamo renderci energeticamente liberi”. Lo dichiara, in una nota stampa, la consigliera capitolina del M5S Virginia Raggi

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Oltre 34mila domande di pensionamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2022

Quest’anno le domande di pensionamento nella scuola sono state oltre 34mila: si tratta di 24.531 istanze presentate dai docenti, alle quali si aggiungono 9.559 specifiche presentate dal personale Ata, per un totale di domande complessive pari a 34.090. Potevano e dovevano essere molte di più, osserva il sindacato Anief: la trasformazione di Quota 100 in Quota 102, peraltro solo per un anno, ha infatti costretto molti docenti, Ata e presidi a dovere rimandare l’appuntamento con la pensione. A questi, vanno aggiunti poi i tanti che hanno preferito non fare domanda di pensionamento per non incappare nei tagli che scattano per aderire a questo genere di anticipo pensionistico. Solo una parte dei docenti, in servizio nella scuola l’infanzia e primaria, hanno infatti potuto aderire all’Ape Sociale, che considera usurante il lavoro svolto permettendo così di anticipare l’uscita dal lavoro da 63 anni, con almeno 38 di contributi, con tagli minimi all’assegno di quiescenza.“La verità è che la scuola, dove l’età media è tra le più alte al mondo, deve necessariamente essere allargata a tutto il personale docente la facoltà di chiedere la pensione attraverso l’Ape Social – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief -. Dal quest’anno, grazie alle nostre denunce, anche insegnare nella scuola primaria è stato considerato un lavoro usurante per la pensione. È chiaro che non può bastare: non ora ci proveremo anche per la secondaria e per il personale Ata, anch’essi sottoposti ad un burnout senza eguali”.“La Commissione che stabilisce quali sono i lavori più stressanti e faticosi non può annoverare tra questi l’estetista, mentre lascia fuori buona parte dei lavoratori della scuola, dove, numeri alla mano, l’incidenza tumorale a fine carriera risulta molto più alta rispetto ad altri comparti pubblici e privati. Inoltre, va assolutamente prevista la possibilità del riscatto gratuito della laurea. La soluzione non può essere quella ‘Opzione per tutti’, che come Opzione Donna sottrae dall’assegno pensionistico fino al 35-40% che corrispondono a 500-600 euro al mese in meno”.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »