Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 21 marzo 2022

Ucraina: Mura (Pd), no parlamentari ambigui su Putin stragista

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

“I criminali responsabili della peggiore sciagura umanitaria in Europa dalla Seconda guerra mondiale non trovino sostenitori nel Parlamento italiano: non c’è ideologia d’alcuna matrice che possa mettere sullo stesso piano chi si difende e chi ordina di radere al suolo città facendo strage di donne e bambini. Auspico che saranno sempre meno i colleghi parlamentari capaci di rimanere silenti o ambigui di fronte alla guerra di Putin, che minaccia l’intera Europa, inclusa l’Italia”. Lo afferma la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), alla vigilia dell’incontro informale del Parlamento italiano con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: La Notte poco prima delle Foreste

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Roma Da martedì 22 a venerdì 25 marzo 2022, all’OFF/OFF Theatre Via Giulia 19 – 20 – 21, il regista Marco Mattolini dirige la pièce “La notte poco prima delle foreste”, spettacolo tratto dal testo del drammaturgo francese Bernard – Marie Koltes, nella traduzione di Francesco Bergamasco, con l’interpretazione di Fabio Vasco.Un labirinto di mondi, incontri, situazioni, desideri è attraversato dal un protagonista senza nome, che disegna sul palco il delirio di uno straniero, forse un immigrato, o un barbone, un omosessuale. Non importa. Rivolto all’invisibile ragazzo abbordato a un angolo di strada, forse, in tutta questa confusione, un angelo oppure semplicemente l’altro da sé, nel dedalo di periferie urbane senza nome. Il bisogno acuto di condividere con qualcuno la propria disperazione, il senso di oppressione, la mancanza di radici, di riferimenti certi, in una notte cupa, sotto il battere di una metaforica pioggia, alla ricerca di un tetto sotto cui rifugiarsi e proteggersi dal freddo e dalle paure dell’esistere.La ricerca dell’altro: la madre, una donna, un proprio simile, un compagno di viaggio, un complice, un sognatore a cui far riferimento nella sofferenza infinita di una notte come tante, eppure speciale per la lucidità angosciante dei ricordi, per la velleità di sogni legittimi eppure impossibili, le utopie fondanti eppure negate.Un capolavoro estremo e sconcertante che, per l’interazione circolare dei temi e della memoria, fa pensare a Bernhard o, per l’ambiguità straniante dei personaggi evocati, ricorda Genet o Pinter o ancora, è associabile ad Athol Fugard, per le indagini extracomunitarie in particolare dell’Africa, come cattiva coscienza del bianco europeo. Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over 65 18€; Ridotto Under35 15€ – Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00 Prevendita online: http://www.vivaticket.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi ucraina: quale impatto per il mercato azionario USA?

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

A cura di Andrew Smith, Gestore di portafoglio clienti, Azioni USA, Columbia Threadneedle Investments. L’invasione russa dell’Ucraina ha scioccato il mondo e scatenato la volatilità dei mercati, causando un significativo tributo umano che probabilmente continuerà, e il nostro pensiero va al popolo ucraino e a tutti coloro che ne sono colpiti. Rimangono molte incognite e nessuna visibilità sulla durata e sugli effetti a lungo termine del conflitto. Ciò che sappiamo è che ha fatto aumentare notevolmente i rischi estremi per l’economia globale, con una probabilità conseguentemente maggiore che la crescita subisca un rallentamento. Inoltre, la volatilità sui mercati è chiaramente aumentata, generando speculazioni e turbolenze ma anche creando opportunità per i gestori attivi. Pertanto, l’impatto del conflitto si manifesterà principalmente attraverso effetti secondari, come i prezzi energetici e le interruzioni delle filiere produttive. È probabile che i prezzi dell’energia rimangano persistentemente elevati, pesando sui portafogli dei consumatori e determinando un rincaro dei fattori produttivi per alcune aziende, e anche i rischi di inflazione restano orientati al rialzo. Il rischio di ulteriori interruzioni delle filiere produttive, già colpite dalla crisi pandemica, rimane elevato, in quanto il conflitto acuisce i problemi delle catene di approvvigionamento. Ciò imprimerà ulteriore slancio al trend di diversificazione e rilocalizzazione delle filiere produttive.Alla luce del contesto di maggiore rischio sopra descritto, gli aumenti dei tassi di interesse potrebbero essere più contenuti quest’anno, ma crediamo che la Federal Reserve rimanga intenzionata a operare un primo rialzo a marzo. Un aumento potenzialmente più moderato dei tassi dovrebbe favorire i titoli growth a lunga duration, che hanno già beneficiato della “fuga verso la sicurezza” e dell’annesso calo del rendimento dei Treasury a 10 anni, sceso dal 2% all’1,7%.Questo nuovo evento di rischio si inserisce in un contesto già colmo di incertezze, in cui ci si interroga sulle valutazioni elevate e prosegue il dibattito sui tassi, legato alle dinamiche d’inflazione. Di conseguenza, nel valutare l’impatto sui portafogli, non reagiamo come se il conflitto in Ucraina fosse un incidente geopolitico isolato, ma analizziamo come esso modifica il quadro generale. Data la distanza che, a più livelli, separa gli Stati Uniti dalla Russia, l’impatto diretto sui portafogli sarà probabilmente limitato ai fattori sopra descritti; pertanto, non abbiamo apportato alcun cambiamento ai portafogli come conseguenza diretta della guerra. La fuga verso i beni rifugio a cui stiamo assistendo è incentrata sul dollaro USA, e stiamo già elaborando modelli sull’impatto di posizioni nettamente più lunghe sulla valuta statunitense per le società in portafoglio. La diffusione del contagio attraverso le banche europee colpite dalla crisi è un rischio, data la natura del sistema bancario mondiale, ma abbiamo già ridotto le esposizioni in quest’area. Il nostro vantaggio è poter fare leva sul nostro forte orientamento alla ricerca per individuare le società che riteniamo possano continuare a generare una crescita degli utili, che sarà un fattore cruciale in un anno caratterizzato da tassi di interesse in rialzo e da un minore supporto all’economia e ai prezzi degli attivi a livello più ampio.Per ulteriori informazioni si veda il sito internet di Columbia Threadneedle Investments: http://www.columbiathreadneedle.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’anima della materia: il volto degli apostoli tra testimonianza e destino”

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Ancona. Dal 22 marzo al 26 aprile 2022 Museo Tattile Statale Omero Mole Vanvitelliana Banchina Giovanni da Chio 28. La Fondazione Verona Minor Hierusalem, fondata dalla Diocesi di Verona e sostenuta in particolare dalla Fondazione Cariverona che opera anche nella città di Ancona, intende valorizzare le opere del Maestro Antonio Amodio con questa mostra ideata dalla direttrice Paola Tessitore in linea con il suo modello valoriale e organizzativo “Tessere relazioni per il bene comune”, e curata da Davide Adami, storico dell’arte.Antonio Amodio ha creato dodici dipinti e dodici sculture in legno di cedro dedicate all’interpretazione del volto degli apostoli, nei momenti intensissimi e drammatici degli ultimi giorni di Gesù. La pittura materica di Amodio qui si è espansa nella piena tridimensionalità – corporea, tattile, olfattiva – della scultura lignea aprendo così una suggestiva e intima stratificazione temporale e una più intensa interrogazione esistenziale dei soggetti.Le sculture in legno, fruibili tattilmente, suggellano l’incontro tra arte e sostenibilità ambientale: sono state realizzate infatti usando il legno degli alberi caduti il 23 agosto 2020 durante una forte tempesta a Verona.È evidente inoltre il significato spirituale di un’arte che vuol restituire vita ad oggetti fortemente simbolici, come gli alberi abbattuti dalla forza della natura e trasformati dal magistero dell’arte nei volti degli apostoli, supportati da testi ispirati da fonti bibliche.La mostra è inclusiva e accessibile anche grazie ai dipinti “udibili” che accompagnano le sculture.In ogni dipinto è presente un QR Code che riporta a un testo scritto dal biblista Monsignor Martino Signoretto, Vicario alla cultura della Diocesi di Verona, e letto e interpretato dall’attore Alessio Tessitore. La trasformazione dei dipinti in opere parlanti assume il valore di rinascita e resilienza, particolarmente significativo anche in relazione all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.La mostra rientra nel progetto “Musei integrati” promosso dall’ICOM Italia, dal Muse e dall’Associazione Nazionale Musei Scientifici, che mira a far crescere la consapevolezza della sostenibilità nell’ecosistema dei Musei italiani. Dal 29 aprile al 28 maggio la mostra sarà allestita nella cripta della chiesa di Santa Maria in Organo a Verona. Orario: da martedì a domenica 16:00 – 19:00; domenica e festivi anche 10:00 – 13:00.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GAM: Il ciclo di rialzo dei tassi sarà più lungo?

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Commento a cura di Adrian Owens, Investment Director Global Macro e Currency Fixed Income di GAM Il conflitto Russia-Ucraina ha accresciuto l’incertezza in diverse aree. Un aspetto su cui possiamo essere più sicuri è l’inflazione, che quasi certamente sarà esacerbata dalla guerra in Ucraina. I banchieri centrali devono affrontare sfide significative perché, anche se la crescita sta reggendo in generale per ora, i rischi intorno ad essa sono chiaramente aumentati. Crediamo che la guerra in Ucraina accelererà un processo che stiamo osservando da un po’ di tempo, cioè un deterioramento del trade off tra crescita e inflazione.Cosa significa questo per i mercati? Le ultime due settimane hanno mostrato che gli investitori continuano a preoccuparsi dell’inflazione; quindi, i breakeven dell’inflazione hanno continuato a registrare una buona performance. Di solito, in una situazione come quella attuale, le obbligazioni si riprendono, ma non è stato così. Le obbligazioni hanno tentato di recuperare quando sono scoppiate le ostilità tra Russia e Ucraina, ma da allora gli investitori si sono convinti che, anche se le prospettive di crescita si stanno deteriorando, i banchieri centrali dovranno agire. Di conseguenza, abbiamo visto un calo dei tassi front-end.Guardando al futuro, pensiamo ancora che i tassi di mercato non corrispondano perché, a meno che i banchieri centrali non siano preparati a guardare attraverso l’inflazione, non c’è ancora molto da prezzare. Ciò che viene prezzato, tuttavia, è l’opinione che l’inflazione sarà finita nei prossimi 18 mesi e per allora le banche centrali avranno dovuto iniziare a tagliare i tassi.Negli Stati Uniti, per esempio, nel corso del prossimo anno gli investitori stanno prezzando 175 punti base di aumenti dei tassi. In due anni aumenterà a 195, ma entro il terzo anno ci si aspetta che i tassi comincino ad essere tagliati. Questo è ancora più evidente nel Regno Unito, dove sono previsti meno aumenti e i tagli in arrivo nel terzo anno sono ancora più aggressivi. Noi crediamo che questo punto di vista sia sbagliato, perché anche al picco dei tassi nell’anno due, essi non saranno affatto vicini a un livello neutrale. Questo non sarà sufficiente a rallentare l’inflazione, a nostro avviso. Dal nostro punto di vista, per quanto riguarda le implicazioni per gli investimenti bisogna rimanere corti sui tassi, soprattutto all’inizio, perché c’è un’ottima possibilità che le curve da due a 10 anni si invertano. I breakeven dell’inflazione si sono spostati un po’. Vediamo ancora del potenziale lì, ma non nella stessa misura delle posizioni short sui tassi. Ci sono tre valute che riteniamo particolarmente convenienti: Corea, Svezia e Polonia. Riconosciamo che lo zloty polacco è attualmente scosso nel breve termine dalla situazione geopolitica. Pensiamo che i mercati latinoamericani selettivi (tassi brasiliani e messicani) appaiano attraenti, ma c’è bisogno di essere consapevoli, dal punto di vista del rapporto rischio-rendimento, che i movimenti sono attualmente determinati dai tragici eventi in Ucraina. (abstract by verinieassociati.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Leave a Comment »

Inflazione, crescita del salari e forza del dollaro alla base della stretta monetaria

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

A cura di Jeffrey Cleveland, Chief economist di Payden & Rygel. Nonostante l’ultimo rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti abbia evidenziato il fatto che siano stati 12 mesi complessivamente positivi per la crescita dei posti di lavoro (quasi 600.000 in media negli ultimi tre mesi), alcuni temi sembrano preoccupare particolarmente gli investitori. Anzitutto il fatto che la crescita dei salari reali sia negativa, dal momento che, se si guarda al guadagno medio orario del 5% su base annua e lo si corregge all’inflazione, i salari reali risultano effettivamente in calo e questo, nel complesso, non rappresenta un dato positivo per i consumi. Le curve dei rendimenti a due e 10 anni, inoltre, si sono appiattite e la differenza tra i rendimenti è scesa a meno di 30 punti base. Nei tre o quattro cicli precedenti, l’appiattimento della curva dei rendimenti ha solitamente preceduto un rallentamento economico, così come l’inversione della curva ha solitamente preceduto una recessione. Un altro dato che rende nervosi gli investitori è rappresentato dall’aumento del prezzo del greggio in un breve periodo di tempo, che spesso anticipa l’arrivo di una recessione. Per quanto riguarda l’inflazione, il quadro è ancora piuttosto preoccupante, con l’inflazione core a livelli elevati che, presumibilmente, continueranno a salire, spingendo i banchieri centrali ad intervenire, quando invece, se avessimo avuto uno shock dell’offerta come quello attuale in qualsiasi altro periodo, con il prezzo del greggio in aumento, sarebbe stato più prudente per la Fed limitarsi ad attendere. Il tema chiave che dovrà essere affrontato dal meeting della Fed di oggi è quello di un possibile aumento di 25 o di 50 punti base nel mese di marzo. Sembra più probabile che l’aumento possa essere di 25 punti base. Questo significa che, per il momento, l’assenza di pressione sulla crescita salariale potrebbe essere dovuta ad alcuni effetti di composizione e che, in futuro, potremmo assistere ad una nuova accelerazione. Il timore di una spirale inflattiva e salariale sembra per ora ingiustificato alla luce degli ultimi dati. Anche la ripartizione dei posti di lavoro è importante. Gli impieghi meno qualificati sono quelli che stanno assistendo ad un trend positivo, come dimostrano gli oltre 36.000 posti di lavoro registrati dal settore manifatturiero. Con i livelli dei prezzi del petrolio più alti dal 2008, l’oro in aumento e il dollaro forte rispetto all’euro, la Fed sembra essere in una posizione più favorevole rispetto alla BCE per avviare un inasprimento della politica monetaria e Powell ha dichiarato l’intenzione di procedere su questa strada nonostante le tensioni geopolitiche. La BCE si trova invece in una situazione diversa, a causa della vicinanza delle tensioni e di livelli di inflazione più contenuti e guidati dall’energia. Inoltre, in Europa non stiamo assistendo ad una dinamica salariale altrettanto forte, quindi sembra più probabile che la BCE sarà molto più lenta nell’irrigidimento della politica monetaria rispetto alla Fed.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riunione scientifica dal titolo “Il consenso informato. Novità sul piano del Diritto. Informare per aiutare a decidere”

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Torino Martedì 29 marzo alle ore 21, l’Accademia di Medicina di Torino terrà una riunione scientifica, sia in presenza, sia in modalità webinar, dal titolo “Il consenso informato. Novità sul piano del Diritto. Informare per aiutare a decidere”. L’incontro verrà introdotto da Giancarlo Di Vella, Professore Ordinario di Medicina Legale, Università di Torino. I relatori saranno Vladimiro Zagrebelsky, Direttore del Laboratorio dei Diritti Fondamentali di Torino, già Giudice della Corte europea dei Diritti dell’Uomo, e Silvana Quadrino, Psicologa, psicoterapeuta, docente di comunicazione nelle relazioni di cura.Il prof. Zagrebelsky illustra la legge 219/2017 che definisce il rapporto tra medico e paziente: la relazione di cura e di fiducia tra paziente e medico si basa sul consenso informato nel quale si incontrano l’autonomia decisionale del paziente e la competenza, l’autonomia professionale e la responsabilità del medico. Si tratta di una descrizione che corrisponde alla nozione che discende dalle regole deontologiche del medico. Ma nella pratica il divario di conoscenze che distingue il paziente dal medico rende complessa la piena realizzazione di ciò che la legge prescrive. Il tema della fine della vita (disposizioni anticipate di trattamento, pianificazione condivisa di trattamento, suicidio medicalmente assistito), anche a seguito delle recenti sentenze della Corte costituzionale, presenta aspetti specifici della informazione e del consenso sia per il paziente, che per il medico. La prof.ssa Quadrino sottolinea come dalla legge sopracitata emerga un concetto: il tempo della comunicazione è tempo di cura. Se si passa dal “cosa” è buono e giusto fare al “come” farlo, la faccenda si complica: “come” il medico può favorire l’autonomia decisionale del paziente – e dei suoi famigliari – nelle diverse fasi dell’intervento di cura, tenendo conto della realtà attuale che a ragione è stata definita “caos informativo”. Come tenere conto delle informazioni che paziente e famiglia inevitabilmente raccolgono quando compare una malattia, come affiancarli nel percorso decisionale. Tutto questo va appreso, basarsi solo sul buon senso e sulla buona volontà del medico è ingiusto, pericoloso e troppo gravoso per entrambi i protagonisti di quel percorso decisionale informato di cui parla la legge.Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina di Torino (via Po 18, Torino), previa prenotazione da effettuare via mail all’indirizzo accademia.medicina@unito.it e dietro presentazione del Green Pass, sia collegandosi da remoto al sito http://www.accademiadimedicina.unito.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lo stato della digitalizzazione nelle imprese in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Il processo di digitalizzazione delle imprese non è facile, ma è un percorso necessario. Fra i primi effetti di questo processo troviamo la tendenza delle software house ad ampliare la propria offerta di servizi, per rimanere competitive sul mercato. Molte le acquisizioni e le partnership strategiche che vanno in questo senso, come quella appena annunciata fra Innoova, società nata per guidare le grandi e medie imprese nel processo di trasformazione digitale, e Centro Software, leader italiano nello sviluppo di software gestionale per l’impresa. L’integrazione tra le soluzioni tecnologiche di Innoova e la completezza funzionale delle soluzioni ERP di Centro Software, permette oggi alle aziende di raggiungere in poco tempo i massimi livelli di automazione e competitività, caratteristiche indispensabili per crescere ed essere protagonisti anche nell’era digitale. Innoova nasce dall’unione di imprenditori provenienti da specifici settori, complementari ed interconnessi con l’obiettivo di guidare le grandi e medie imprese nel processo di trasformazione digitale. Innoova coinvolge i leader d’azienda nel definire i processi di sviluppo e la trasformazione digitale attraverso un approccio integrato e data-driven. In 30 anni di esperienza, Innoova, ha sviluppato la capacità di colmare le lacune culturali per accelerare la trasformazione digitale per i clienti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Precari, buone notizie dal Senato

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

L’aggiornamento delle Gps, le graduatorie provinciali per le supplenze, si farà a breve e non nel 2023 come chiedeva incautamente più di qualcuno: le forze politiche della maggioranza hanno trovato l’accordo confluito nel testo dell’emendamento al decreto Sostegni Ter riformulato dal Ministero e approvato in Commissione cultura e istruzione del Senato. La stampa specializzata ricorda che l’apertura è giunta “dopo la spaccatura avvenuta nel corso dell’approvazione del decreto milleproroghe lo scorso mese di febbraio” e che probabilmente sarà “un’ordinanza ministeriale a regolare il funzionamento delle Gps per le supplenze e non il nuovo Regolamento”, con la scadenza che “rimane biennale”.Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, apprezza la decisione presa in Senato, perché in linea con quella proposta dal giovane sindacato: “Noi siamo sempre stati convinti del rispetto della cadenza di aggiornamento biennale – dice il leader dell’Anief – e quindi abbiamo chiesto in tutte le sedi che ciò accadesse, innanzitutto per non tradire il principio di affidamento maturato dai 400mila iscritti nelle graduatorie per le supplenze. Averlo fatto, e nel contempo avere deciso anche di aggiornare le Gae e la prima fascia delle graduatorie di istituto, è certamente un’altra vittoria del nostro sindacato”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Mobilità dirigenti Scolastici

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Anche la Commissione di competenza di Palazzo Madama, dopo la riformulazione del ministero dell’Economia e delle Finanze, dà il via libera all’emendamento 19.0.44 segnalato da Udir al Decreto sostegni ter che apre alla mobilità dei dirigenti scolastici su quasi due posti su tre da occupare. Con questa norma, quindi, i presidi potranno spostarsi, a domanda, sul 60% dei posti, in deroga temporanea al limite fissato in sede contrattuale del 30% (art. 53 CCNL 2016/18 sottoscritto dai sindacati rappresentativi). Udir aveva chiesto il 100% dei posti: la riformulazione presentata e poi approvata almeno consentirà il doppio dei trasferimenti nel triennio 2022/2025 rispetto a quanto disposto dalla contrattazione: è da sottolineate che l’operazione riguarderà sia ai neo-assunti sia i tanti colleghi dirigenti da anni in attesa di essere trasferiti su una sede più a loro agevole.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investimenti nel sistema idrico italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

“Quasi un miliardo di euro tra fondi statali e risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è stato previsto per investimenti nel sistema idrico italiano. Un finanziamento certamente non sufficiente ma che dobbiamo far sì di spendere nel migliore dei modi. I Consorzi di Bonifica hanno dimostrato grande capacità progettuale ma è necessario uno sforzo comune dei diversi enti coinvolti per raggiungere risultati ambiziosi e determinanti. Basti pensare che non siamo in grado di raccogliere e gestire l’89 per cento dell’acqua piovana”. Lo ha dichiarato Filippo Gallinella (M5S), presidente della commissione Agricoltura, durante il ‘Focus Emergenza climatica: il paradosso Italia’ organizzato oggi da ANBI (Associazione Nazionale Consorzi di Bonifica) dove sono stati presentati i dati dell’Osservatorio sulle risorse idriche. All’evento hanno partecipato la sottosegretaria al Sud, Dalila Nesci, il presidente della commissione Agricoltura del Senato, Gianpaolo Vallardi e il deputato Giuseppe L’Abbate. “Il Parlamento – prosegue – è impegnato a trovare ulteriori risorse per finanziare i progetti sinora presentati. Inoltre, a fronte di una terribile crisi energetica, potremmo allungare le concessioni idroelettriche rivedendo le tariffe e, inoltre, potremmo permettere ai Consorzi di utilizzare la grande potenza elettrica che producono”. “Dobbiamo, poi, aumentare i campi coltivati in irriguo, pari oggi a circa 3 milioni e 300mila ettari, efficientando la rete e valorizzando una risorse primaria per la vita, per l’alimentazione e per fare energia” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FreeBalance Wins PFM Reform Award in Sri Lanka

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2022

Colombo, SRI LANKA FreeBalance, a global Public Financial Management (PFM) solutions and advisory services firm, was recognized with the ‘Excellence in Public Finance Reform’ award at the Asian Digital Finance Forum and Awards event held yesterday in Colombo, Sri Lanka.FreeBalance was lauded for the important work it has delivered with the Ministry of Finance of the Government of Sri Lanka to develop and implement a modern Integrated Treasury Management Information System (ITMIS). The ITMIS is a cornerstone of the government’s Public Financial Management (PFM) reform agenda as articulated in the Fiscal Management Efficiency Project and Fiscal Management Reform Program.Matthew Olivier, Vice President, Revenue Marketing, FreeBalance collected the award on behalf of the company and said: “FreeBalance has been supporting public financial management reform in Sri Lanka for nearly a decade. The progress has been remarkable and would not have been possible without the commitment and dedication of the Ministry of Finance team.”The digital transformation and automation of Treasury operations in Sri Lanka through the ITMIS provides the government with a modern budgeting and accounting system and a sustainable platform to support continued reform, development and service delivery to citizens. By leveraging the ITMIS, the Ministry of Finance has seen improvements in budget planning, execution, and control, and better access to key financial data for decision-making in support of citizens.FreeBalance has been working with the Government of Sri Lanka since 2013 and the ITMIS, built on the FreeBalance Accountability Suite™, has supported a number of important reforms in the country. These reforms include linking planning and budgeting, enabling commitment accounting, centralizing payments, the development of a unified Chart of Accounts, and progressive moves towards accrual accounting. This last development is of particular importance as it provides a clear view of the government’s impact on the economy and enhances transparency on the total resource cost of the government activities.Dignitaries at the Asian FinTech Academy event included Mr. Dharmasri Kumaratunge (Assistant Governor of the Central Bank of Sri Lanka), Mr. Rajkumar Kanagasingam (President of the FinTech Association of Sri Lanka (FASL), and Mr. Takeshi Kito (Vice-chair, Fintech Association of Japan). In addition, a number of senior FinTech academics and business leaders delivered addresses virtually to the audience at the Hilton Hotel.Other winners included People’s Bank, Hatton National Bank, Commercial Bank and Bank of Ceylon who were all praised for their innovative use of FinTech to deliver enhanced financial services in Asia.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »