Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 11 aprile 2022

XV edizione Pordenone Docs Fest

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Si è conclusa ieri a Cinemazero una straordinaria edizione del Pordenone Docs Fest – Le Voci del Documentario. Il festival, dopo due anni di rimodulazioni dovute alla pandemia, ha saputo riportare in sala il pubblico, con oltre una decina di eventi sold-out, repliche speciali, più di cento ospiti dall’Italia e dal mondo e, soprattutto, oltre tremila ingressi alle proiezioni nelle cinque giornate, in un momento in cui le sale cinematografiche registrano ovunque un calo purtroppo consistente, pari a -65% di pubblico nazionalmente nel primo trimestre. Tutto esaurito al festival anche per gli eventi collaterali.«Abbiamo fortemente creduto e scommesso sul rilancio del festival come momento di incontro e riflessione sui temi che guidano l’attualità, con le sue contraddizioni, i suoi drammi e paradossi. La risposta del pubblico, il suo entusiasmo e affetto, ci rassicura sull’efficacia del cinema del reale nel coinvolgere ed emozionare gli spettatori: sono stati loro a decretare il successo di questa edizione del festival» commenta il curatore Riccardo Costantini. La giuria – composta dallo scrittore e sceneggiatore anglopakistano Hanif Kureishi e dalle registe e produttrici Penelope Bortoluzzi e Claudia Tosi – ha assegnato il Premio per il miglior film ex aequo a Les enfants terribles di Ahmet Necdet Cupur e a Ivan’s Land di Andrij Lysetskyj. Il primo narra una storia di conflitti generazionali nella Turchia di Erdoğan, in cui emergono le contraddizioni della società tradizionale, che chiede di essere superata dall’energia e dai sogni dei giovani. Ivan’s Land è invece il ritratto di un artista ucraino d’altri tempi, già affermato direttore della fotografia. I film premiati corrispondono a due esordi alla regia, segnale importante che racconta quanto il documentario sia un genere fresco e innovativo. Il racconto del pittore ucraino Ivan Prykhodko poi, alla luce della drammatica attualità della guerra, è il simbolo dell’arte e della bellezza che resistono alla violenza.Sul fronte dei premi più popolari, il verdetto dei giovani dello Young Audience Award ha incoronato Once Upon a Time in Uganda di Cathryne Czubek: un inno alla fantasia e al cinema che da Wakaliga conquista il mondo; mentre il Premio del Pubblico è andato a Revolution of Our Times: uno sconcertante documento sulle manifestazioni di piazza a Hong Kong, firmato dal collettivo Hongkongers e da Kiwi Chow. Il Pordenone Docs Fest dà quindi appuntamento al suo pubblico per la XVI edizione il prossimo anno, dal 29 marzo al 2 aprile 2023.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

XVI Conferenza dei ricercatori italiani nel mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Si è svolta a Città del Messico sabato 9 aprile, presso l’Istituto italiano di cultura di Città del Messico, la XVI Conferenza dei ricercatori italiani nel mondo.La manifestazione è stata organizzata dall’ARIM —Associazione dei Ricercatori Italiani in Messico— in cooperazione con la Texas Scientific Italian Community (TSIC) e con il patrocinio delle Camere dei deputati italiana e messicana, l’Istituto superiore di sanità, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea), l’Alleanza globale per lo sviluppo Stanford-USAID México Energía Limpia 2050, l’Accademia IWR e il Consiglio Nazionale della Scienza e Tecnologia del Messico (Conacyt).Nel corso della cerimonia di apertura — guidata da Simone Lucatello, presidente dell’ARIM, e Vincenzo Arcobelli, Chairman della conferenza e Consigliere del CGIE in video messaggio— sono intervenute varie autoritá italiane e messicane,che hanno presenziato l’evento sottolineando l’importanza della ricerca e della cooperazione scientifica tra l’Italia, il Messico e il mondo. L’ambasciatore italiano in Messico Luigi de Chiara ha ricordato l’importanza di promuovere le associazioni di ricerca e il loro lavoro che contribuiscono in forma sostantivaall’eccellenza italiana nel mondo.Sono poi intervenuti il presidente della commissione Affari esteri della Camera dei deputati messicana, Jesús Femat, il Segretario tecnico della stessa commissione, Luis Huacuja, il politico e politologo Porfirio Muñoz Ledo, e Cassio Luiselli, ex ambasciatore ed economista esperto in questioni rurali, con una vasta esperienza accademica, nel servizio pubblico e in diplomazia. Come key-note speakers hanno partecipato Pablo Yanes, coordinatore delle ricerche della Commissione economica per l’America Latina e i Caraibi dell’Onu, e Blas L. Pérez Henríquez, direttore dell’iniziativa Mexico Clean Economy 2050.E’ stato poi il momento delle presentazioni di circa 30 ricercatori provenienti da 10 Paesi di 3 continenti, tra cui rappresentanti della Miami Scientific Italian Community (MSIC), la Texas Scientific Italian Community (TSIC) e ARIM.Le presentazioni hanno riguardato temi cruciali e di avanguardia nelle scienze naturali (astronomia) , la struttura interna della Terra, i sistemi planetari, la medicina, la tecnologia, i diritti umani, gli ambienti urbani, le arti e le scienze sociali, musica e filosofia.La giornata è stata anche caratterizzata dalla presenza di ben 7 Presidenti delle Associazioni dei Ricercatori Italiani all’estero, l’Associazione dei ricercatori italiani in Brasile (ARIB), in Francia (RéCIF), la Società degli accademici italiani in Svizzera (SAIS) e nella Cina Orientale, con L’Associazione dei Ricercatori Italiani in Messico (ARIM),la Miami Scientific Italian Community (MSIC) e la Texas Scientific Italian Community(TSIC). Nello spazio dedicato alle associazioni, si sono identificati temi e date per gli Stati Generali, un progetto che rimetta la questione delle Associazioni italiane all’estero al centro dell’agenda politica ed aprire un confronto con il Governo.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostenere transizione green dei viticoltori

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Cambiamenti climatici e contraccolpi economici e geopolitici della guerra in Ucraina non salvano neanche il settore del vino Made in Italy, tra i più forti a livello internazionale per produzione e qualità. Ecco perché serve più innovazione e ricerca in ambito vivaistico, ma anche una legge Ue per l’uso delle nuove tecniche di miglioramento genetico, strategiche nel rafforzare un settore che vuole rispettare l’impegno per la sostenibilità preso con il Green Deal Ue, ma anche tutelare la sua crescita e competitività. A dirlo è Cia-Agricoltori Italiani dalla 54° edizione di Vinitaly con il convegno nell’Area Meeting Spazio Mipaaf dal titolo “La qualità delle produzioni vitivinicole a partire dal materiale di moltiplicazione. Stato dell’arte e prospettive” insieme ai Moltiplicatori Italiani Viticoli Associati (M.I.V.A.) e al Centro di Ricerca in Viticoltura ed Enologia (CREA-VE). Per Cia occorre una normativa comunitaria che regoli il settore in materia di genome editing che è in grado di garantire un taglio dei fitofarmaci fino al 70%. Serve che l’Europa superi nel concreto l’attuale legislazione, ormai obsoleta e superata dallo stesso studio della Commissione Ue di un anno fa secondo cui le nuove biotecnologie agrarie non hanno nulla a che vedere con gli Ogm. Il genome editing non presuppone, infatti, inserimento di Dna estraneo mediante geni provenienti da altre specie, ma opera internamente al Dna della pianta, che rimane immutato e assicura la continuità delle caratteristiche dei prodotti. Si perfeziona il corredo genetico delle piante in maniera simile a quanto avviene in natura, ma con maggior precisione e rapidità, costi minori e più adattabilità alle tipicità dei territori.“L’Europa deve dare un valore alla transizione ecologica che sia tangibile per le imprese agricole affinché non la subiscano e fare del genome editing uno degli asset principali del progresso da realizzare -ha detto il presidente nazionale di Cia Dino Scanavino-. Ci aspettiamo molto, quindi, dalla nuova analisi d’impatto Ue sulle nuove tecniche genomiche come dalla consultazione pubblica del secondo trimestre 2022 per avere una proposta di legge a inizio del prossimo anno. È già tardi e i vigneti, come l’intera agricoltura, hanno stagioni che non possono aspettare”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Visita in Ucraina del Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Da ieri fino al 16 aprile il Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, Fr Massimo Fusarelli, accompagnato dal ministro provinciale di Assisi, Fr Francesco Piloni, effettuerà una visita in Romania, Ucraina e Polonia. Il Ministro Generale sarà parte di una delegazione internazionale di leaders reiligiosi per un “Pellegrinaggio Interreligioso di solidarietà con il popolo ucraino”. Obiettivo ultimo della missione – organizzata del Peace Department e Elijah Interfaith Institute cogliendo l’ispirazione dl Glocalities – è dimostrare con l’esempio che in tempi di guerra e di divisione possiamo e dobbiamo continuare ad appellarci ai più alti valori dell’umanità che ci uniscono e che accomunano tutte le fedi religiose. La delegazione di leaders religiosi – che effettueranno questa visita cruciale ai campi dei rifugiati e alla città di Chernivtsi – sarà composta da: l’arcivescovo di Canterbury (emerito), Rowan Williams (anglicano, Regno Unito), il rabbino Jonathan Wittenberg (Ebreo, Regno Unito), il Gran Mufti (Emerito) Mustafa Ceric (Musulmano, Bosnia), l’arcivescovo Nikitas Lulias (arcivescovo ortodosso del Regno Unito), Grand Imam Yahya Pallavacini (Musulmano, Italia), Swami Sarvapriyananda (Hindu, India/USA) e Badessa Suor Giác Nghiêm (Buddista, Francia). Apice della visita della delegazione sarà un evento pubblico che si terrà il 12 aprile, nel teatro principale di Chernivtsi in Ucraina. Le parole dei partecipanti alla delegazione saranno accompagnate dalle testimonianze di rifugiati. Questo sarà il primo evento pubblico consentito al teatro dall’inizio della guerra. È un evento e occasione che riveste una importanza storica. James Sternlicht, fondatore di Peace Department, ha detto: “In questo momento, in un mondo attanagliato da una profonda oscurità, dobbiamo unirci per guarire l’umanità”, a cui fa eco il rabbino Goshen-Gottstein, fondatore e direttore esecutivo di Elijah Interfaith Institute, che ha affermato: “Per quanto ne so, questa è la prima volta in assoluto che una delegazione interreligiosa ha intrapreso una missione di amicizia e solidarietà, entrando in un paese in guerra. Ciò è tanto più notevole se si considera l’alto livello dei rappresentanti religiosi.” È possibile accedere all’evento tramite streaming video live su una pagina che sarà disponibile il giorno dell’evento, all’indirizzo http://www.FaithinUkraine.com/Stream

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jóvenes promueven procesión en honor a San José en mayo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

MADRID. La Asociación Benéfica de Jóvenes de San José e Hijos de San José organiza el próximo 1 de mayo una procesión en honor de su patrono, con motivo de la festividad de San José Obrero y el inicio del mes dedicado a la Virgen María. La procesión tendrá lugar en el Colegio Corazón Inmaculado de María, en la población de Sentmenat (Barcelona). El objetivo es honrar a nuestro padre y señor San José, así como implorar su auxilio y protección para todos los asistentes, sus familias y amigos. El mundo está pasando por unos años de dificultades sanitarias, sociales y políticas, y en estos momentos difíciles tenemos que seguir el consejo de la Iglesia Católica: Ite ad Ioseph (Id a José). En momentos de incertidumbre en Egipto y alrededores, los hombres, siguiendo el mandato del faraón, acudían a José, hijo de Jacob, en busca de auxilio y alimento. Hoy le pedimos a San José que no nos falte el sustento diario, pero sobre todo la bendición de la fidelidad a María, nuestra Madre, y a Jesús, nuestro Señor y Salvador. La fecha del 1 de mayo es providencial, pues se unen el Corazón Inmaculado de María, nuestra Madre, al que la Iglesia dedica todo el mes de mayo, y el Corazón Justo de San José, cuya fiesta se celebra ese mismo día bajo el título de San José Obrero. De esta forma honramos a los esposos Santa María y San José. Es de vital importancia que muchos fieles católicos se unan a esta fiesta, pues el estar presente en este acto resultará en una lluvia de bendiciones celestiales para todos. http://www.jovenesdesanjose.org

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo approva nuove misure per aumentare la condivisione dati intra-UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Bruxelles. L’Atto sulla governance dei dati (Data Governance Act – DGA), concordato con il Consiglio nel novembre 2021, mira ad accrescere la fiducia dei cittadini nell’intensificazione della condivisione dei dati, creare nuove norme UE sulla neutralità dei mercati dei dati, favorire il riutilizzo di alcuni dati detenuti dal settore pubblico e creare spazi europei dei dati in settori strategici.Durante i negoziati con i ministri UE, il Parlamento ha ottenuto che non ci fossero scappatoie per permettere agli operatori dei Paesi non-UE di abusare del sistema, rafforzando le disposizioni sulla fiducia e sull’accesso equo, oltre a requisiti precisi per stabilire quali servizi rientreranno nel campo di applicazione delle nuove regole.Il testo è stato approvato con 501 voti favorevoli, 12 contrari e 40 astensioni.Utilizzare i dati per sostenere la ricerca, l’assistenza sanitaria, la lotta al cambiamento climatico I deputati hanno sostenuto l’idea di sfruttare il potenziale dei dati messi a disposizione su base volontaria dagli interessati per finalità di interesse generale, come la ricerca scientifica, l’assistenza sanitaria, la lotta ai cambiamenti climatici o il miglioramento della mobilità. In aggiunta, le organizzazioni di intermediazione e quelle per l’altruismo dei dati riconosciute nell’Unione avranno una maggiore visibilità e useranno un logo comune riconoscibile in tutta l’Unione che certifichi la loro conformità al DGA. Gli enti pubblici non potranno inoltre creare diritti esclusivi di riutilizzo di alcuni dati. Il periodo di esclusiva sarà limitato a 12 mesi per i nuovi contratti, e a due anni e mezzo per quelli esistenti, così da rendere un maggior numero di dati accessibili a start-up e piccole e medie imprese.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

3,4 miliardi di euro ai Paesi UE per affrontare la crisi dei rifugiati ucraini

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Bruxelles. I deputati hanno deciso di liberare immediatamente un importo pari a circa 3,4 miliardi di euro (dei 10 miliardi di euro disponibili) dalle risorse REACT-EU e rendere più celere l’accesso dei governi UE ai fondi per finanziare infrastrutture, alloggi, attrezzature, occupazione, istruzione, inclusione sociale, assistenza sanitaria e assistenza ai bambini per i rifugiati. Le nuove misure permetteranno un incremento del prefinanziamento iniziale (15% rispetto all’11% previsto originariamente) delle risorse REACT-EU per tutti i Paesi UE. Gli Stati membri che confinano con l’Ucraina (Ungheria, Polonia, Romania e Slovacchia) e quelli che hanno ricevuto un numero di rifugiati equivalente a più dell’1% della loro popolazione nazionale (Austria, Bulgaria, Cechia ed Estonia) possono ottenere immediatamente il 45% (rispetto all’11% previsto) del fondo (senza, al momento, dover presentare alcun resoconto. Il testo legislativo è stato adottato con 549 voti favorevoli, uno contrario e 8 astensioni.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Direttiva UE cancella ‘uomo’ e ‘donna’

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

«Per risolvere il divario retributivo tra uomini e donne l’Unione Europea propone una soluzione folle: eliminare uomini e donne. Secondo il Parlamento Europeo la direttiva sulla parità salariale richiesta dalla Commissione dovrebbe sostituire sistematicamente le parole “sesso” con “genere” e “uomini e donne” con “lavoratori di genere diverso”. Eliminare la differenza sessuale dalle norme significa disconoscere e calpestare proprio decenni di lotte per i diritti delle donne, in nome della neolingua gender politicamente corretta», il commento di Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia. «Una direttiva dell’UE è un atto giuridico con effetti diretti sulle legislazioni degli Stati Membri, questo crea un precedente pericoloso per l’uso della parola “genere” in sostituzione di “sesso”. Chiediamo quindi a tutti i decisori e politici europei di bloccare la direttiva e pretendere un dibattito equo che coinvolga tutti. Il Parlamento, infatti, ha anche deciso di bypassare il dibattito in plenaria e avviare direttamente i negoziati interistituzionali con gli altri organi legislativi dell’Ue, senza il voto di tutti i 705 eurodeputati, privando i parlamentari del diritto di discuterne e opporsi. Nel dettaglio – conclude la nota della Onlus – con l’emendamento n.10 si vuole modificare la dicitura “principi comuni per i lavoratori di sesso maschile e per quelli di sesso femminile” con “principi comuni neutri sotto il profilo del genere”. Nell’emendamento n.5, invece, si parla di “persone registrate legalmente come aventi un terzo genere, spesso neutro”».

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Paura ai Grandi Magazzini di Giuseppe Esposito

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

E’ l’ultimo giallo pubblicato da Stamperia del Valentino e ora in tutte le librerie italiane e sulle piattaforme online. Inserito nella collana Giallo Valentino, euro 21, il libro conta 350 pagine per un noir ambientato nella Napoli dei primi anni del Novecento. Qui il commissario Ruffo, durante le sue indagini, esplora vite che si intrecciano sullo sfondo di fatti storici realmente accaduti. In una Napoli che vive gli ultimi sprazzi della Belle Époque, nel 1912, Ruffo è chiamato ad investigare sul caso dell’omicidio di una giovane donna, trovata nel cortile di un palazzo della zona di Chiaia. Mentre Ruffo e il suo aiutante, ispettore Lezzi, avviano le indagini, arriva la notizia del ritrovamento del cadavere di un’altra giovane donna. Il luogo del ritrovamento, la stazione della funicolare del corso Vittorio Emanuele, non è lontano dal primo. Da quel momento il timore del commissario è quello di ritrovarsi a dare la caccia ad un serial killer, primo esempio del genere, nella cronaca nera cittadina. Ma, purtroppo per lui, gli omicidi non si arrestano e si ritrova di fronte al ritrovamento di un terzo cadavere di giovane donna, abbandonata sulla scalinata di Montesanto. Non avendo esperienza alcuna di quel genere di omicidi, il commissario, tramite la direttrice de Il Giorno, Matilde Serao, cui spesso si rivolge per un consiglio, ottiene un colloquio col dottor Leonardo Bianchi, fondatore della psichiatria moderna, presso lo studio del dottor Antonio Cardarelli, luminare eccelso della scuola medica napoletana. Le vittime sono tutte commesse dei Grandi Magazzini Mele, azienda all’avanguardia nel panorama italiano e fondata dai fratelli Emiddio e Alfonso Mele. Tra i tanti provvedimenti a favore dei dipendenti, l’azienda Mele dispone anche di un servizio di assistenza medica. E la cosa porta in un primo tempo gli investigatori su una falsa pista. Successivamente seguendo le orme di una giovane abitante nel fabbricato in cui il primo cadavere è stato ritrovato, Ruffo scopre una verità sconcertante che lo porta sulle orme di uno strano scienziato…

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Terzo settore lancia l’allarme: è a rischio se non si approvano le modifiche alla parte fiscale

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

“Da quattro anni abbiamo posto la necessità di mettere mano alla fiscalità. Se non si provvede subito è a rischio la tenuta del non profit e il suo contributo alla coesione sociale”.A lanciare il grido d’allarme è il Forum del Terzo Settore, nell’incontro che si è tenuto questa mattina a Roma nella Sala Capranichetta in piazza Montecitorio, il primo appuntamento di una serie di iniziative per chiedere con forza a governo e parlamento la rapida approvazione del nuovo dispositivo fiscale che manca per completare la riforma del Terzo settore, attesa ormai da 5 anni.“La riforma avanza lentamente, alle nostre sollecitazioni non abbiamo avuto adeguate risposte, lanciamo un appello affinché la riforma del Terzo settore venga messa finalmente in cima all’agenda politica: non possiamo più aspettare” ha detto la portavoce del Forum Vanessa Pallucchi. “Stiamo parlando di 5 milioni volontari, quasi 400mila realtà no profit e quasi 900mila dipendenti, non di una nicchia: se vogliamo che continuino a dare risposte durante le emergenze umanitarie e le crisi sociali, sanitarie rie ed economiche come hanno dimostrato durante la pandemia e ora per la guerra in Ucraina, è necessario che la riforma venga portata a termine”.La revisione è ancora incompleta: è stato istituito il registro unico del Terzo settore, ma non il dispositivo fiscale, di conseguenza molti enti sono indecisi se iscriversi non conoscendo il regime fiscale a cui saranno sottoposti in base alle proprie attività. Sulle associazioni, anche quelle che non svolgono attività commerciale, pesa poi anche la spada di Damocle dell’introduzione dell’Iva, solo sospesa per due anni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso secondaria con test a crocette

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Continuano le contestazioni sulla prova del concorso ordinario della scuola secondaria, composta da 50 quesiti a risposta multipla, alcuni dei quali anche errati: “è una selezione farsa, un’offesa all’intelligenza dei docenti”, sostengono altri diretti interessati, la maggior parte dei quali esclusi dal colloquio perché non hanno raggiunto la soglia minima di 35 risposte corrette proprio a causa dei quesiti “a crocetta” e con risposte nozionistiche. Anief, che ha ribattezzato quanto accaduto “la strage degli innocenti”, conferma la volontà di volere chiedere l’inserimento dei ricorrenti alle prove successive, con riserva di accertamento del merito della erronea procedura. “Non è più possibile continuare ad assistere a selezioni del genere”, ribadisce il suo presidente nazionale Marcello Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un certificato di compatibilità alla didattica integrata

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Una nuova spada di Damocle incombe sull’assistenza sanitaria ai cittadini erogata dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, un pasticcio burocratico che rischia di scaricare sui medici un ulteriore carico di adempimenti a causa di una certificazione incomprensibile nella ratio quanto nella sua attuazione pratica.Il problema è che il ministero dell’Istruzione ha diramato la circolare 410 che, in coda al punto 2, riporta esattamente e letteralmente quanto disposto dal comma 4 dell’articolo 9 del DL N° 24 del 24 marzo 2022. «Posta in questo modo – spiegano il segretario generale di Fimmg Silvestro Scotti e il presidente nazionale di Fimp Antonio D’Avino – la circolare dispone che gli alunni delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e del sistema di istruzione e formazione professionale che sono in isolamento in seguito alla positività al Covid, possono seguire l’attività scolastica nella modalità della didattica digitale integrata. La cosa incomprensibile è che lo stesso comma stabilisce che questo può avvenire “su richiesta della famiglia o dello studente, se maggiorenne, accompagnata da specifica certificazione medica attestante le condizioni di salute dell’alunno medesimo e la piena compatibilità delle stesse con la partecipazione alla didattica digitale integrata”.Al medico di famiglia o al pediatra di libera scelta non spetterebbe inoltre l’attestazione della positività all’infezione da Sars-Cov-2 (del resto inutile, visto che si parla di “alunni in isolamento in seguito all’infezione”), quanto alla “compatibilità delle condizioni di salute di questi alunni in isolamento con la partecipazione alla DDI”. Dunque, una misura che non riguarda la Salute Pubblica o il contenimento della diffusione del contagio epidemico (già salvaguardati dalla misura dell’isolamento domiciliare), bensì la compatibilità delle condizioni cliniche dell’alunno in isolamento domiciliare con la partecipazione alla didattica digitale integrata. «Difficile, per usare un eufemismo, comprendere la ratio sulla base della quale il medico dovrebbe certificare questa compatibilità» prosegue Scotti. «Forse l’unica è quella di giustificare l’assenza dello studente, anche se in realtà lo studente o la famiglia possono tranquillamente non richiedere la partecipazione alle lezioni integrate».Critico anche il profilo economico per le famiglie, che sarebbero esposte ad una spesa ingente per ottenere una certificazione medica che appare francamente inutile, e che avrebbe come unico effetto quello di sovraccaricare con carte e ulteriore burocrazia i medici chiamati a certificare. Per tutte queste ragioni la Fimmg e la Fimp hanno scritto al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e per conoscenza al ministro della Salute Roberto Speranza, oltre che alla FNOMCeO, per chiedere una indispensabile revisione del testo del comma 4 dell’articolo 9 DL 24 marzo 2022. «Dobbiamo evitare che ancora una volta a pagarne le spese siano i medici e i cittadini – conclude Silvestro Scotti – i primi costretti a sacrificare tempo alle visite dei propri assistiti, e i cittadini, costretti ad attese estenuanti e spese del tutto inutili».

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fine del boicottaggio della filiera tessile in Uzbekistan

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Nella conferenza stampa congiunta tenutasi presso il Ministero dell’Occupazione e delle Relazioni dell’Uzbekistan, per discutere le condizioni di lavoro nel settore del cotone, il gruppo ONG “Cotton Campaign” (Organizzazione Internazionale per i Diritti Umani e dei Lavoratori) ha ufficializzato la fine della sua richiesta di boicottaggio dell’industria tessile uzbeka.All’evento hanno partecipato i rappresentanti della Cotton Compaign; Tanzila Narbayeva, Presidente del Senato e del Parlamento dell’Uzbekistan; Nozim Khusanov, Ministro dell’Occupazione e delle Relazioni Sindacali, e rappresentanti di aziende e marchi internazionali.Alla conferenza stampa è stato rilevato che dal 2017 il governo dell’Uzbekistan ha condotto una serie di consultazioni e negoziazioni con la Cotton Campaign al fine di rimuovere il cosiddetto “boicottaggio del cotone”. Nel giugno 2019, l’ONG ha presentato al governo uzbeko una “tabella di marcia per le riforme” al fine di eliminare il ricorso al lavoro forzato nell’industria del cotone.È stato inoltre sottolineato che, sotto la guida del Presidente Shavkat Mirziyoyev, l’Uzbekistan ha compiuto un passo importante vietando il lavoro forzato e abolendo le quote per la produzione di cotone; in accordo con le raccomandazioni dell’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro delle Nazioni Unite) e della Banca Mondiale, gli stipendi dei lavoratori del settore sono stati aumentati e quindi il numero dei volontari è aumentato considerevolmente. In cinque anni nel Paese è stato fatto un lavoro massiccio per eliminare questo flagello. Per l’Organizzazione si sono concretizzati gli sforzi del governo uzbeko in occasione della stagione del raccolto 2021 e l’Uzbek Human Rights Forum, uno dei principali partner della Cotton Campaign, l’organismo che dal 2009 monitora le condizioni della raccolta di cotone, ha segnalato per la prima volta l’assenza del ricorso sistematico al lavoro forzato nel 2021.Si tratta di un importante traguardo storico che potrebbe aprire la strada all’industria tessile uzbeka verso i mercati internazionali, compreso quello italiano. L’Uzbekistan ha il potenziale per diventare un Paese attraente per l’approvvigionamento di tessuti e indumenti in cotone, offrendo nuove strutture all’avanguardia. L’industria del cotone, del tessile e dell’abbigliamento di questo Paese ha tutte le carte in regola per diventare leader del mercato globale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Polonia, Ungheria e i fondi europei, cioè nostri

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

A volte occorre sbattere la testa contro il muro per sapere che il muro è più duro della nostra testa. Così, l’invasione putiniana della Ucraina e le orribili stragi degli occupanti russi, hanno condotto la Polonia a riflettere sulle posizioni di contestazione all’Ue e alle decisioni assunte in violazione allo Stato di diritto. Restare nell’Ue offre maggiori garanzie di sicurezza perché Putin è un pericolo, sicchè, le autonomistiche posizioni polacche sono cambiate e un accordo con la Commissione europea, per l’attivazione dei fondi comunitari, compresi i 36 miliardi del Next GenerationEu, è in dirittura di arrivo. Diverso è il caso dell’Ungheria, contestata dalla Commissione europea per violazione dello Stato di diritto, in particolare per le norme relative alla indipendenza della magistratura (utile avere giudici amici), per la utilizzazione dei fondi comunitari versati ad amici e parenti di Orban e per i conflitti di interesse dei suoi ministri (è così che si acquisisce consenso elettorale). Già dallo scorso anno il governo ungherese era stato posto sotto osservazione dall’Ufficio antifrode europeo e, ora, a rischio sono 40 miliardi di euro, compresi i 7,2 del Next GenerationEu. Ricordiamo che i fondi europei sono anche nostri. La lezione è sempre la stessa: se vuoi stare dentro la Ue devi rispettare le regole comunitarie, che tu stesso hai sottoscritto, altrimenti, non pensare di avere la botte piena, la moglie e il marito ubriachi e l’uva in vigna. Primo Mastrantoni, Aduc

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Melanie Francesca: Il Maestro

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Ed. CAIRO Collana quante STORIE In libreria dal 14 aprile 2022 Pagine: 333. Dall’osservatorio privilegiato di Abu Dhabi e Dubai, tra una corsa in barca e castelli di sabbia durante il lockdown, Anna osserva il nuovo assetto mondiale dove la differenza tra vita reale e virtuale si annulla e gli uomini si trasformano in esseri internettiani. La rete anestetizza la capacità di provare emozioni vere, allontanandoci l’uno dall’altro e anche dal proprio corpo, mentre la mente corre sedotta dal gioco frenetico del bombardamento digitale, di fronte al quale la concretezza della quotidianità risulta lenta e insoddisfacente. L’unico antidoto a tutto questo sembrano essere gli insegnamenti di un Maestro, figura enigmatica e potente che guida al risveglio interiore attraverso insegnamenti antichi provenienti da un mondo lontano. Vivere nel presente, esercitarsi a non coltivare desideri inutili, conoscere e amare sé stessi per essere a propria volta amati; combattere le ossessioni schiavizzanti dei social, dell’ultimo prodotto tecnologico o della fidanzata sempre più giovane e bella. Perché solo l’incontro con gli altri, la ricerca spirituale, il ritorno al vecchio mondo fisico in difesa dell’ambiente, sono le tappe di un processo di guarigione personale che è la vera rivoluzione da cui ognuno dovrebbe partire per salvare il pianeta. Quella di Melanie Francesca è la divertente narrazione della rutilante giostra dubaiana tra il jet set internazionale e una patinata vita familiare – con le problematiche del matrimonio interculturale, del ruolo di madre e moglie da copertina e dell’intramontabile paradossale velleità di paladina dei diritti sociali – ma pure un’accorata riflessione sulla libertà che non può essere strappata con la forza. Come succede ora, in un mondo malato, dove i governi comandati da uomini dominati dal proprio ego carico di cupidigia tengono in scacco le masse derelitte dell’umanità.La lettura risulta piacevole e divertente. La materia trattata, seppur impegnativa, si affida a una scrittura chiara e scorrevole attraverso l’elemento autobiografico del Diario, e diviene appassionante grazie alle doti di grande sensibilità e pacatezza di comunicazione rivelate dall’autrice. Alla Dubai avveniristica e irriverente del passato, dove Anna è sempre stata intrappolata nel suo ruolo di bellissima moglie da esibire e di madre perfetta, si contrappone un presente incerto tra pandemia, lockdown e conflitti. E i ricordi di scenari da mille e una notte, di una vita annegata nel lusso, si mescolano a sua volta a un passato ancor più remoto. In fondo la pandemia ha insegnato al mondo che quello che può sembrare il tuo nemico può essere, in realtà, il tuo prezioso alleato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Famiglie italiane, l’inflazione fa più paura della guerra

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

A un mese e mezzo dall’inizio del conflitto in Ucraina, che nelle preoccupazioni degli italiani ha sostituito totalmente la pandemia, restano molto forti i timori dei capifamiglia per le ricadute economiche della guerra, anche se in quattro settimane i “molto allarmati” sono passati dal 69,6% al 43%. Non è affatto diminuita invece l’apprensione per l’inflazione, che angoscia il 44,5% delle famiglie, mentre un altro 54% si dice “abbastanza preoccupato”. Nonostante questo, oltre il 70% ritiene che sia un dovere accogliere con generosità i profughi. Ci si attende dunque un lungo periodo di instabilità geopolitica, con ripercussioni importanti sul nostro Paese e risvolti negativi per i prezzi e i consumi: per il 43,1% degli italiani le sanzioni e le restrizioni al commercio con la Russia (valutate con favore dal 63%, nonostante le ripercussioni sull’Italia) porteranno un ulteriore aumento dei prezzi e nei prossimi mesi il 62,5% crede di dover ridurre i consumi, a fronte di una minore capacità di risparmio (63,2%). Addirittura una famiglia su due (53,9%) prevede una diminuzione nell’uso dell’auto. A dirlo sono le rilevazioni effettuate tra fine marzo e inizio aprile del Termometro Italia, indagine avviata nel marzo 2020 da Innovation Team, la società di ricerca del Gruppo Cerved, per monitorare l’impatto del Covid19 e che oggi prosegue per rilevare come le famiglie vivono la ripresa, l’inflazione e le tensioni internazionali, le prospettive future. L’indagine periodicamente intervista oltre 500 capifamiglia ed espande i dati all’universo delle famiglie italiane (26 milioni) in funzione di area geografica, tipologia familiare e professione della principale fonte di reddito.Proprio per evitare ricatti e tariffe-capestro, ben il 78% ritiene che si debba aumentare la produzione italiana di gas per raggiungere l’indipendenza energetica e il 67,5% è favorevole alla riduzione delle importazioni da Russia e Paesi inaffidabili, anche se ciò dovesse comportare sacrifici e razionamenti. Prevale largamente (71,4%) l’idea che la transizione verde debba essere gestita gradualmente, in modo da non bloccare lo sviluppo economico, ma senza alcun ritorno agli idrocarburi, anzi, puntando decisamente sulle fonti rinnovabili (66,5%). Anche sulle aspettative a medio e lungo termine il futuro non è roseo: 8 famiglie su 10 prevedono che i prossimi mesi saranno difficili, 1 su 4 teme addirittura di dover rinunciare a bisogni primari. Né si vedono miglioramenti a un anno: due terzi degli intervistati, al contrario, si attendono addirittura un peggioramento nella condizione economica del Paese, in netto aumento rispetto a un mese fa, e il 41,3% ha previsioni fosche anche sul futuro della propria famiglia, il 23,5% per la propria posizione lavorativa (dato stabile da gennaio). In questo contesto il fronte pandemico non può che passare in secondo piano, anche se – complice l’ennesimo aumento dei contagi – è in calo la percentuale di ottimisti, oggi “solo” il 36,4% contro il 50,7% di fine febbraio, quando il 41,5% degli intervistati si aspettava un ritorno alla normalità entro la fine dell’anno, il 23,6% già con l’arrivo dell’estate. Tuttavia, appena il 15,7% delle famiglie si dice veramente preoccupato per il Covid19 e il 44% crede che si tornerà a viaggiare come prima della pandemia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ruolo dei nutraceutici per tenere sotto controllo le allergie

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Se ormai non ci stupiamo che per ridurre i livelli di colesterolo o di trigliceridi si possa ricorrere a prodotti naturali, è sicuramente una novità il fatto che degli estratti vegetali possano contribuire al controllo delle allergie. “L’aggiunta di preparati nutraceutici potrebbe infatti consentire di ottenere un risparmio di farmaci. Sull’argomento abbiamo effettuato alcuni studi clinici – precisa Gianluigi MARSEGLIA, Direttore della Clinica Pediatrica della Università degli Studi di Pavia-Policlinico San Matteo e Presidente del Congresso insieme a Michele MIRAGLIA DEL GIUDICE dell’Università Vanvitelli di Napoli – che hanno dimostrato come grazie all’utilizzo di neutraceutici in bambini con rinite allergica è possibile ridurre l’uso di steroide nasale e di antistaminico”. In una delle ricerche realizzate dai ricercatori della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, 63 bambini con rinite allergica sono stati divisi in due gruppi: nel primo i bambini hanno ricevuto un integratore contenente estratto secco di Perilla, Quercetina e Vitamina D3 accanto alla normale terapia antiallergica. Nel secondo gruppo la terapia standard veniva associata a un placebo. Il numero di giorni in cui i bambini hanno dovuto assumere la terapia antistaminica è stato significativamente inferiore di quelli del secondo gruppo (rispettivamente 15 e 30 giorni).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The Senate voted to confirm Judge Ketanji Brown Jackson to the U.S. Supreme Court

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Washington. As a Black boy growing up in Orangeburg, South Carolina, I never saw enough government leaders who looked like me. So today, I’m thinking of everyone who didn’t get to see this incredible day, more than 200 years in the making, come: My grandfather, who was born at a time when Black people were often denied the right to vote. Constance Baker Motley, our country’s first African American woman to serve as a federal judge, who broke barrier after barrier. So many ancestors who fought for equal justice under the law.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EDSX – European Digital Assets Exchange

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

The European Digital Assets Exchange – EDSX – has completed the compliance procedure to provide a secondary market for security tokens for institutional and retail investors and plans to open it in Q3 2022. EDSX http://www.edsx.ch , founded back in 2019 and based in Zug, has gone through a long compliance procedure, almost two years and a half, to be able to provide today one of the first platform in Europe to trade and exchange security tokens.“In the last few months, we have seen an increased interest from traditional financial players for asset tokenization. We have built EDSX because we believe that the blockchain technology will have a disruptive impact on the capital market infrastructures and we want to be part of this change” said Mauro Andriotto CEO of EDSX.EDSX has created a demo of secondary market and made it available on its platform. The launch could help the security token issuing and asset tokenization industry to take off as today there are many providers offering tokenization services but without the possibility to list the tokens. EDSX is already providing a primary market and will open the secondary in a few months. The decentralized exchange will allow trading in a peer-to-peer way but without the counterparty risk thanks to the blockchain technology.On the primary market there are several “coming soon” projects that will open in a few weeks: start-ups, NFT blistered diamonds, a French biotech launching a pre-IPO in tokens that will be listed later this year on the Frankfurt stock exchange and one of the biggest mining and exploration group in Zambia that is digitizing $1 billion of copper on EDSX. EDSX projects are the signs of the digital revolution that Blockchain technology is bringing in the traditional financial sector and that is expected to grow considerably in the next few years.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »