Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 13 Maggio 2022

Proroga mostra: Oltre il ghetto. Dentro&Fuori

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Ferrara Proroga fino a domenica 3 luglio della mostra Oltre il ghetto. Dentro&Fuori presso il MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah in Via Piangipane 81. La mostra è a cura di Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel. Tra le oltre 80 opere e oggetti presenti in mostra spiccano quadri provenienti da prestiti prestigiosi, come Ester al cospetto di Assuero di Sebastiano Ricci (1733) del Quirinale; Interno di sinagoga di Alessandro Magnasco (1703) dalla Galleria degli Uffizi e Il rapimento di Edgardo Mortara di Moritz Daniel Oppenheim (1862) della Jay and Jeanie Schottenstein Family Collection of Judaica. L’arte dialoga con testimonianze come la chiave di uno dei portoni del ghetto di Ferrara (XVIII secolo), il Manifesto di Sara Copio Sullam (1621) della Biblioteca del Museo Correr e la porta dell’Aron Ha-Qodesh, l’Armadio sacro (fine del XVIII-inizio del XIX secolo) che venne donato nel 1884 dalla Università Israelitica locale al Museo Civico di Torino.Un viaggio dentro e fuori dal ghetto che, attraverso macro e microstoria, si interroga su temi ora più che mai attuali come l’integrazione e l’esclusione dalla società; l’identità di gruppo e quella individuale; la capacità di trovare un “fuori” nel quale evadere nonostante i limiti imposti dal potere e un “dentro” nel quale tornare nei momenti di smarrimento. Oltre il ghetto. Dentro&Fuori ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica ed è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo, The David Berg Foundation, Fondazione Guglielmo De Lévy, TPER e il patrocinio del Ministero della cultura, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Ferrara, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Ferrara. Si ringraziano la Fondazione CDEC e il compianto Ambasciatore Giulio Prigioni.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Morte della giornalista di Al-Jazeera Sheerin Abu Akleh

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

L’ufficiale di collegamento dell’Autorità Palestinese con Israele, Hussein a-Sheikh, ha dichiarato giovedì che l’Autorità Palestinese non metterà a disposizione di Israele il proiettile estratto dal corpo della giornalista di Al-Jazeera per un’ispezione balistica. La corrispondete della tv Al-Jazeera Shireen Abu Akleh, 51 anni, è stata mortalmente colpita alla testa, mercoledì mattina, mentre copriva un violento scontro a fuoco fra terroristi e soldati israeliani nella cittadina palestinese di Jenin.Al-Jazeera ha detto che è stata “uccisa deliberatamente a sangue freddo” dai militari “dell’occupazione”.L’Autorità Palestinese ha rifiutato la proposta di Israele di condurre un’indagine congiunta sulle circostanze della morte di Sheerin Abu Akleh. Israele si era anche detto disponibile a includere un organismo internazionale indipendente in qualsiasi indagine congiunta.Il capo di stato maggiore delle Forze di Difesa israeliane, Aviv Kochavi, ha nominato una squadra dedicata all’indagine sull’incidente durante il quale, ha ribadito Kochavi, “i palestinesi hanno sparato indiscriminatamente alle nostre forze, sparando in ogni direzione”. Alti funzionari israeliani hanno affermato giovedì che il rifiuto dei palestinesi di mettere a disposizione degli inquirenti israeliani il proiettile che ha ucciso la giornalista di Al-Jazeera suscita sospetti: “Israele ha chiesto un esame congiunto, ma al momento i palestinesi si rifiutano. Chi non ha nulla da nascondere non ha motivo per non collaborare”, ha affermato la Direzione Informazione presso l’ufficio del primo ministro.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival dell’Economia, arrivare in treno costa meno

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Dal 2 al 5 giugno prossimi sarà più conveniente per chi sceglie le Frecce di Trenitalia. Il Frecciarossa è treno ufficiale della manifestazione ed è disponibile l’offerta “Speciale Eventi” grazie alla quale sarà possibile raggiungere il Festival e rientrare a casa con Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca con sconti dal 20% al 50% rispetto al biglietto Base. Sarà sufficiente selezionare la “Speciale Eventi” in fase di acquisto e utilizzare il codice “FESTIVALECONOMIA”. L’offerta “Speciale Eventi’’ dedicata al Festival dell’Economia di Trento, di cui il Gruppo FS Italiane è partner, riguarda i viaggi con destinazione Trento o Verona da effettuarsi nel periodo tra il 31 maggio e il 5 giugno 2022 e i viaggi in partenza da Trento o Verona da effettuarsi nel periodo tra il 2 e il 7 giugno 2022.I biglietti sono acquistabili su tutti i canali di vendita di Trenitalia.La seconda iniziativa pensata da Trentino Marketing con il supporto di Apt di Trento riguarda gli studenti universitari di tutta Italia e i vantaggi per chi, tra di loro, deciderà di usufruire della promozione di Trenitalia, vettore ufficiale del Festival. Trento e il Trentino aspettano gli studenti universitari per accompagnarli al meglio durante tutta la loro vacanza offrendo delle agevolazioni imperdibili. Tutti gli studenti che sceglieranno il treno approfittando della speciale offerta Trenitalia per raggiungere Trento nei giorni del festival, esibendo il biglietto o prenotando l’offerta soggiorno, riceveranno in omaggio la “Trentino Guest Card” per scoprire gratuitamente o con tariffa scontata musei e castelli del Trentino e, soprattutto, usufruire a titolo gratuito dei mezzi pubblici locali. L’offerta soggiorno include il pernottamento a partire da 35,00 euro a persona in camera doppia con prima colazione prenotabile contattando l’APT Trento Monte Bondone allo 0461 216000 o via e-mail all’indirizzo info@discovertrento.it. Basta presentarsi all’Ufficio Informazioni di APT Trento Monte Bondone in Piazza Dante, 24 a due passi dalla stazione ferroviaria per ritirare la Trentino Guest card.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le perdite nel settore del trasporto marittimo diminuiscono

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Johannesburg/Londra/Monaco/New York/Parigi/Sao Paulo/Singapore. L’industria marittima internazionale rappresenta circa il 90% del commercio mondiale, quindi la sicurezza delle navi è fondamentale. L’anno scorso il settore ha mantenuto il suo trend positivo in materia di sicurezza a lungo termine, ma l’invasione russa dell’Ucraina, il crescente numero di problematiche dai costi importanti che coinvolgono le grandi navi, le sfide per gli equipaggi e la congestione dei porti derivante proprio dall’incremento del trasporto marittimo, insieme alla gestione degli impegnativi obiettivi di decarbonizzazione, non lasciano spazio alla tranquillità, secondo quanto emerge dal Safety & Shipping Review 2022 di Allianz Global Corporate & Specialty SE (AGCS).Lo studio annuale di AGCS analizza le perdite e i sinistri (incidenti) di navigazione segnalati per navi oltre le 100 tonnellate lorde. Nel 2021 sono state riportate 54 perdite totali di navi a livello mondiale, rispetto alle 65 dell’anno precedente. Questo rappresenta un calo del 57% in 10 anni (127 nel 2012), mentre durante i primi anni ’90 la flotta mondiale perdeva più di 200 navi all’anno. La riduzione delle perdite totali nel 2021 è resa più impressionante dal fatto che oggi esistono circa 130.000 navi nella flotta mondiale rispetto alle circa 80.000 di 30 anni fa. Tale progresso riflette la maggiore attenzione alle misure di protezione attraverso programmi di formazione e sicurezza, il miglioramento del design delle navi, la tecnologia e la regolamentazione.Secondo il rapporto, si sono verificate quasi 900 perdite totali negli ultimi dieci anni (892). La regione marittima della Cina meridionale, Indocina, Indonesia e Filippine è la zona dove se ne registrano di più, con una su cinque nel 2021 (12) e una su quattro nell’ultimo decennio (225), conseguenza dell’alta concentrazione di commercio in quelle aree, porti congestionati, flotte più vecchie e condizioni meteorologiche estreme. A livello mondiale, le navi da carico (27) rappresentano la metà delle navi perse nell’ultimo anno e il 40% nell’ultimo decennio. Il naufragio (affondamento/sommersione) è stata la causa principale delle perdite totali nell’ultimo anno, pari al 60% (32).Mentre le perdite totali sono diminuite nell’ultimo anno, il numero di incidenti di navigazione segnalati è aumentato e le Isole britanniche ne hanno registrato la maggior parte (668 su 3.000). I danni ai macchinari hanno rappresentato più di un incidente su tre a livello globale (1.311), seguiti da collisioni (222) e incendi (178), con un aumento del numero di questi ultimi di quasi il 10%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetto “Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Roma sabato 14 maggio alle ore 11.00 e alle ore 16.00 un doppio appuntamento di visita animata alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. L’arte e la scienza sono accomunate dall’immaginazione, dall’indagine della realtà e dallo sguardo curioso che contraddistingue gli artisti e gli scienziati. Il doppio appuntamento di visita animata per famiglie alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea è dedicato alla scoperta delle opere di artisti come Lucio Fontana, Pino Pascali, Giuseppe Penone e Giulio Turcato e consentirà ai piccoli e grandi partecipanti di allenare il loro sguardo sul mondo per creare nuove connessioni sull’arte e la natura e di rielaborare in maniera personale le pratiche artistiche contemporanee attraverso brevi attività laboratoriali. Le attività di questa giornata potranno essere fruite dalle famiglie di “AC- Affido Culturale”, progetto nazionale selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile. “Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura, società che da oltre dieci anni si occupa di progettazione e gestione di servizi educativi e di mediazione culturale per musei, ha presentato l’edizione conclusiva del progetto triennale “Scegli il Contemporaneo. Tutte le immagini del mondo” che si è svolta a Roma dal 2 aprile al 14 maggio 2022 attraverso video narrazioni, documentari, conferenze, laboratori per le scuole, visite per le famiglie. Questa edizione è stata dedicata in particolar modo all’approfondimento di tematiche legate alla conoscenza di due ambiti: lo spazio come luogo in cui si possono effettuare alcune operazioni e stabilire determinate relazioni e l’ambiente naturale verso il quale si è sviluppata, tra gli anni Sessanta e Settanta, una maggiore attenzione per le azioni praticabili a favore della sua sostenibilità e la tutela delle sue risorse. Carattere distintivo del progetto, a cura di Elena Lydia Scipioni, è stata la promozione dell’incontro tra artisti e ricercatori, storici dell’arte, divulgatori scientifici e educatori museali, per costruire un’ampia “narrazione” trasversale e partecipata per un pubblico differenziato con l’obiettivo di raccontare gli esiti dell’incontro tra scienza e arte in relazione al patrimonio artistico e naturalistico di Roma e approfondendo, attraverso appuntamenti di diversa natura, quei processi comuni che sottendono i due ambiti di ricerca.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PGIM Fixed Income: previsioni per il secondo trimestre, un cambiamento tettonico nell’economia globale

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

A cura di Robert Tipp, Chief Investment Strategist, Head of Global Bonds at PGIM Fixed Income. L’evoluzione incerta del conflitto e i relativi costi umani destano la massima preoccupazione. Il suo impatto economico su elementi chiave, tra cui l’energia, le altre materie prime, il commercio e i vincoli di natura finanziaria, non è chiaro. La disruption in questi ambiti sarà probabilmente esacerbata dal deterioramento del sentiment e dalle interruzioni della catena di approvvigionamento. La Russia è un attore di rilevanza globale sul fronte della produzione di energia e fornisce all’Europa circa il 25% del fabbisogno energetico. La Russia e l’Ucraina sono anche importanti fonti per altre materie prime fondamentali, come fertilizzanti, cereali e metalli preziosi. Di conseguenza, l’isolamento di Mosca da regioni focali per l’economia globale e l’interruzione della produzione in Ucraina si riverbereranno in tutto il mondo in una varietà di impreviste modalità.All’inizio del 2022 ci si attendeva una crescita globale moderata, ma al di sopra del trend. Il conflitto rappresenta un chiaro shock negativo al ribasso per la crescita economica, mentre spinge verso l’alto l’inflazione: dunque i rischi di stagflazione globale sono aumentati notevolmente, a nostro avviso, con un rischio di recessione in Europa al 50%. La situazione energetica russa costituirà un freno significativo alla crescita per diversi anni; abbiamo recentemente abbassato la previsione di crescita del PIL 2022 da un tasso prebellico del 4,2% al 2,7%. L’impatto sarà asimmetrico, con Germania e Paesi Bassi particolarmente esposti per via di legami commerciali e dipendenza energetica con la Russia. Essendo un grande importatore di gas russo per mezzo di un gasdotto ucraino, l’Italia costituisce ancora una volta un elemento di vulnerabilità cruciale per la coesione e la crescita della zona euro. Ma se le forniture energetiche russe venissero interrotte del tutto, ci aspetteremmo di vedere tagli alla produzione e distruzione della domanda che porterebbero la crescita annuale della regione in territorio negativo.Escludendo la Cina, nei mercati emergenti gli esportatori di materie prime e i Paesi che beneficiano del divario commerciale e della regionalizzazione – come Colombia e Nigeria – potrebbero beneficiare di ricadute positive. Ma molti altri, tra cui Tunisia e Cile, hanno accusato un colpo significativo alle ragioni di scambio, dato che i beni di prima necessità, come alimentari ed energia, sono diventati molto più costosi. Questo, a sua volta, sta creando tensioni sociali: alcune economie dei mercati emergenti (ad esempio, Sri Lanka ed Egitto) si sono rivolte alla comunità internazionale per pacchetti di sostegno. Anche gli esportatori di petrolio e gas – che probabilmente beneficeranno di prezzi e domanda più elevati – dovranno pagare di più per le importazioni di beni alimentari, limitando così il guadagno. Inoltre il deterioramento della propensione al rischio, insieme alla stretta monetaria in corso negli Stati Uniti e nell’area dell’euro, rappresenta uno shock negativo, soprattutto per i Paesi che devono già finanziare grandi deficit delle partite correnti. La Turchia è particolarmente esposta a questi shock multipli. Al contrario, l’economia statunitense è molto più isolata dal conflitto. Essendo un esportatore netto di energia con legami commerciali minimi con la Russia, l’impatto immediato sull’economia reale sarà probabilmente relativamente attenuato. Detto questo, le ricadute degli elevati prezzi dell’energia e dei beni alimentari a livello globale sta spingendo l’inflazione ancora più in alto, comprimendo ulteriormente i salari reali delle famiglie. Con la fine dello stimolo fiscale e condizioni finanziarie più rigide, ci aspettiamo un probabile rallentamento della domanda nel corso del prossimo anno, e una riduzione delle pressioni inflazionistiche.La Cina si trova in una posizione un po’ diversa. Lo sforzo dell’anno scorso per raffreddare il mercato immobiliare ha smorzato la crescita più del previsto, implicando forti venti contrari al raggiungimento dell’ambizioso obiettivo di crescita del 5,5%. Data la nostra aspettativa di un allentamento della crescita globale, questo indica la necessità di un ulteriore sostegno politico per il raggiungimento dell’obiettivo di crescita di Pechino. Più a lungo tale stimolo viene ritardato, più sostanziale sarà la spinta politica necessaria. Considerando l’importanza cruciale del 2022 nella definizione della leadership politica per i prossimi 5 anni, ci aspettiamo che le autorità facciano di tutto per raggiungere l’obiettivo di crescita; ciò rappresenterà uno dei pochi rischi alle aspettative di crescita quest’anno.Benché l’Ucraina rappresenti solo una parte molto esigua dell’economia globale, l’impatto del conflitto sui prezzi dell’energia continuerà a riversarsi in tutto il mondo, influenzando l’inflazione sia nelle economie avanzate, sia in quelle emergenti. Un’ulteriore interruzione della catena di approvvigionamento dovuta alle continue misure di lockdown in Cina ha indotto le banche centrali a mantenere la rotta verso una stretta delle condizioni finanziarie. Con le economie emergenti – tra cui Ungheria, Repubblica Ceca e Brasile – così come le più piccole economie sviluppate aperte – come la Norvegia – a guidare la carica, il mercato ora si aspetta rialzi dei tassi più aggressivi da parte della Federal Reserve. La posizione della BCE dovrebbe rimanere espansiva, con pochi o nessun segno di surriscaldamento dell’inflazione generata internamente. Detto questo, la BCE sembra pronta a porre fine agli acquisti di asset prima di fine anno e a iniziare ad alzare i tassi verso la fine dell’anno. Né il suo programma di acquisto di asset né i tassi negativi sono stati leve politiche decisive durante la pandemia, quindi se un grave rischio al ribasso dovesse cristallizzarsi nella regione potremmo assistere a una nuova serie di misure ad hoc.Dove la politica monetaria sta facendo un passo indietro, un sostegno fiscale aggiuntivo potrebbe colmare il vuoto. È ancora presto, ma i politici europei hanno già indicato un sostegno immediato per compensare le famiglie e le imprese dei costi più elevati dell’energia. Detto questo, l’ipotesi di un pacchetto fiscale espansivo finanziato da debito comunitario richiederebbe probabilmente diversi anni per l’unanimità politica a livello UE. Altrove, come nel Regno Unito, l’austerità fiscale resta molto probabile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid, Ricciardi: “Ha capacità di mutazione con rapidità senza precedenti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Lo ha detto Walter Ricciardi, presidente del Comitato Scientifico Fondazione Italia in Salute, consigliere del Ministro della Salute, durante la presentazione alla Casa dei Cavalieri di Rodi del volume “Responsabilità, rischio e danno in sanità – La sicurezza delle cure dopo la pandemia di Covid-19” il nuovo libro curato da Federico Gelli e da Maurizio Hazan, insieme a Daniela Zorzit e Fidelia Cascini (edito da Giuffrè in collaborazione con Fondazione Italia in Salute), dedicato a un’analisi critica e aggiornata della legge 24/2017. “La lotta perenne che noi abbiamo da sempre contro i virus e i microrganismi, nella maggioranza dei casi ci ha visto prevalere anche quando non avevamo gli enormi strumenti tecnologici che abbiamo oggi. Quello che è incredibile è che gli strumenti tecnologici che abbiamo non li usiamo fino in fondo per sconfiggere una pandemia che invece continuerà. Mi spiace disilludervi. Vengo dagli Stati Uniti dove i colleghi sono terrorizzati perché quello che sta succedendo nella lotta contro questo Coronavirus è qualcosa che non si è mai visto precedentemente: una capacità di mutazione così rapida. L’hanno tutti i virus, ma una “immune escape” così non si è mai vista. Negli Usa sono già in rapidissima evoluzione due sottovarianti, di Omicron che hanno una capacità di contagiosità enormemente superiore al ceppo di Wu Han. E questo crea problemi nel momento in cui noi non utilizziamo appieno quello che sono le tecnologie e le conoscenze di sanità pubblica, cioè una campagna vaccinale estensiva in tutto il mondo, la capacità di convincere le persone a vincere la loro esitazione vaccinale, convincere le persono a usare le mascherine”.Per vincere queste sfide “abbiamo bisogno di un livello avanzato di conoscenze scientifiche ma anche di efficacia ed efficienza dell’organizzazione sanitaria”. “Nel nostro Paese – ha detto Ricciardi – abbiamo bisogno di una grande operazione di verità per mantenere l’efficienza del servizio sanitario nazionale: continuare a essere orgogliosi di quello che il servizio sanitario nazionale rappresenta ma smettere di raccontare la favola che è il migliore al mondo perchè quello che si sta determinando dopo la tempesta perfetta del Covid è la tempesta perfetta della fine del servizio sanitario nazionale: tutte le forze politiche sono d’accordo nel mantenerlo ma c’è una incapacità nel prendere tempestivamente le misure necessarie per renderlo competitivo”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mobilità. Mezzo privato scelto dall’84%. Si spenderebbe meno

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Gli italiani sono abitudinari negli spostamenti: l’82,5% non li varierà nei prossimi tre mesi. Così i dati Istat (1) che ci confermano una terribile verità: il mezzo privato è preferito dall’82,9%. E anche se il 7,6% prevede un aumento del mezzo pubblico (il 3,5% una diminuzione) sono sempre numeri irrisori rispetto al quasi 83% che lo snobba (pur se in calo rispetto all’84,3% dei sei mesi precedenti).Le variazioni, per quel poco che ci sono, si devono all’aumento dei costi del carburante e ai timori covid. Questi dati confermano che le politiche per incentivare il mezzo pubblico sono ancora insufficienti e non riescono a comunicare l’opportunità ecologica, sanitaria ed economica di questa scelta. Forse è il caso di un qualche provvedimento radicale che, per esempio, preveda la gratuità del mezzo pubblico, almeno a livello sperimentale per un certo periodo. Occorrerebbe uno studio istituzionale di quanto peserebbe economicamente e se, come è probabile, il costo dell’operazione non fosse conveniente rispetto a tutti i problemi connessi alla mobilità privata: inquinamenti di vario tipo (combustione, rumore, traffico, tempi etc) e salute dei singoli. Scelta che dovrebbe servire anche a ridare fiducia all’uso del mezzo pubblico dopo la psicosi da covid. Se si prendesse una decisione del genere, già vediamo la mobilitazione di varie corporazioni: produttori e venditori di mezzi privati perché quelli venduti si consumano meno e meno gente ne acquisterebbe di nuovi; produttori e venditori di carburanti e accessori per i minori consumi; autoriparatori con meno mezzi da aggiustare; autonoleggi con meno clienti; etc Mentre ne potrebbero gioire: ospedali con meno pazienti da incidenti; salute urbana ed individuale; le tasche dei consumatori; etc. Insomma: una questione di scelte. Qualcuno felice e qualcun altro meno. Si tratta di decidere se la felicità di alcuni (meno) vale quella di altri (tanti). Senza sottovalutare che aiuti anche economici a questi “meno” sarebbero molto più bassi dei costi di questi “tanti” che continuano ad usare il mezzo privato. François-Marie Arouet http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Moneyfarm continua a crescere

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Moneyfarm, società internazionale di investimento con approccio digitale e tra i principali digital wealth manager nel panorama del Fintech europeo, è alla ricerca di 60 risorse per i mercati in cui è operativa, Italia e Regno Unito. Le nuove assunzioni, previste per il 2022, puntano al rafforzamento del team internazionale della Società, che cresce così di circa il 50% rispetto alle 130 risorse totali di fine 2021. Insieme all’ultimo round di finanziamento del valore di circa €53 milioni, sottoscritto da investitori importanti come M&G plc (lead investor) e Poste Italiane – che ha portato la raccolta complessiva di capitali della Società a oltre €166 milioni – la crescita del personale è un’ulteriore conferma del consolidamento di Moneyfarm, che ad oggi conta 2,4 miliardi di euro di masse in gestione e oltre 80mila clienti su una base di oltre 450mila utenti attivi, e del successo del suo modello di servizio “ibrido”, che integra tecnologia e consulenza tradizionale, mettendo un consulente a disposizione del cliente durante tutto il percorso di investimentoDi seguito il dettaglio di alcune delle posizioni ricercate: 15 risorse per il team Tech tra frontend, backend, test engineer ed engineering lead; 15 consulenti finanziari e 4 Customer Support Representative da inserire nei due team di Investment Advisory (italiano e britannico); 7 risorse per il team di Operations; 4 specialisti per il team Marketing; 2 Business Developer; Senior HR Generalist; Compliance officer

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Come la pandemia ha trasformato il mondo del lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Con l’inizio di maggio si è fatto un nuovo importante passo verso il ritorno alla normalità, un altro step nella road map che, lentamente, ci accompagnerà fino al momento in cui si lasceranno definitivamente alle spalle mascherine e Green pass. Il Covid-19 in quel momento resterà solo un terribile ricordo. Ma non si può certo dire che il mondo tornerà a essere realmente quello di prima: una pandemia come quella che abbiamo vissuto non può non lasciare sul campo cambiamenti importanti. Non tutti negativi, peraltro. Si pensi all’evoluzione conosciuta dal mondo del lavoro, oggi così diverso sotto molti aspetti rispetto a quello di fine 2019.Mentre il mondo del lavoro sta vivendo la contro-migrazione verso gli uffici al rientrare dell’emergenza sanitaria, quindi, si allarga il fronte dei lavoratori desiderosi di mantenere lo smart working nella propria vita professionale: «è ormai normale, nei colloqui conoscitivi, incontrare professionisti dei più diversi settori e con le più differenti esperienze professionali porre come prerequisito fondamentale la possibilità di lavorare in smart working. Nello specifico, la maggior parte dei candidati punta a uno o due giorni di lavoro in agilità alla settimana, per meglio equilibrare sfera professionale e personale».Non si parla però solo di smart working: la pandemia ha cambiato in modo diretto e indiretto anche altri aspetti del mondo del lavoro. «Da una parte il Covid-19 ha portato le aziende a cercare qualcosa di diverso nei propri nuovi assunti, con la consapevolezza di vivere in uno scenario in cui la situazione lavorativa può cambiare da un momento e l’altro: per questo cerchiamo con maggiore frequenza agilità e flessibilità mentale. Dall’altra la pandemia ha portato i dipendenti a focalizzarsi maggiormente sull’importanza del proprio benessere fisico e psicologico. In generale, le persone sono meno disposte a fare dei compromessi su questi aspetti, e il significativo aumento di dimissioni volontarie che hanno avuto luogo anche in Italia lo dimostra».A dimostrare che la Great Resignation non è unicamente un fenomeno americano c’è per esempio una recente indagine Aidp, l’Associazione italiana per la direzione del personale, effettuata su 850 rispondenti tra direttori del personale e aziende, la quale dice che il 75% delle aziende italiane ha già avuto a che fare con un aumento delle dimissioni volontarie, in particolar modo per quanto riguarda le aree di informatica, marketing e produzione.«L’aumento delle dimissioni è in linea con la volontà via via più forte dei dipendenti di avere un lavoro quanto più possibile ideale: si mira a posti in cui sia possibile fare davvero la differenza, in cui ci si possa sentire un elemento integrante e indispensabile», continua la Adami.Come spiega l’head hunter, nel caso dei lavoratori più giovani ci sono ulteriori aspetti da prendere in considerazione: «per i Millennial è particolarmente importante il tema della formazione continua in azienda, con la possibilità di crescere, di imparare e di fare carriera, che finisce per superare per importanza il fattore stipendio.Non va poi sottovalutato il fatto che i giovani sono sempre meno disposti a lavorare per realtà che non rispecchiano i loro valori: anche questo punto deve essere tenuto in grande considerazione per non vedere calare inesorabilmente le candidature in risposta ai propri annunci di lavoro».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’algoritmo che migliora la Radiodiagnostica

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Grazie agli investimenti in tecnologie, l’ASST Gaetano Pini-CTO si è dotata di innovative tomografie computerizzate (TAC) in grado di processare le immagini utilizzando l’algoritmo cosiddetto Smart MAR (Smart Metal Artifact Reduction). Si ottengono in questo modo immagini tomografiche chiare anche se il paziente ha impiantate delle protesi o mezzi di sintesi. Gli artefatti metallici creano ‘rumore’ e, utilizzando le macchine tradizionali, si corre il rischio di non identificare le fratture o altri processi patologici perimetallici, come la mobilizzazione dell’impianto conseguente al progressivo distacco dall’osso o all’individuazione di patologie in organi o tessuti molli adiacenti al metallo stesso. Lo spiegano le dottoresse Giovanna Marra e Lucia Tongiani, tecnici radiologi del Presidio Pini, che hanno pubblicato uno studio, Ricostruzione 3D con algoritmo Smart MAR con sottrazione di artefatti metallici sulla rivista JAHC, Journal of advanced health care.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quarta dose di vaccino anti Covid-19: come valutare se farla?

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Al via un nuovo servizio dedicato a tutte le persone vaccinate oppure guarite da Covid-19 che vogliono conoscere il proprio grado di protezione dal virus. A proporlo è Cerba HealthCare Italia, che nei suoi centri mette a disposizione un test innovativo chiamato IGRA (Interferon Gamma Release Assay), che valuta la risposta immunitaria delle cellule T memoria che hanno un ruolo chiave nel ridurre la severità del Covid-19.Ogni individuo infatti risponde diversamente alla vaccinazione anti Covid-19 in base a fattori eterogenei (assetto genetico, immunodepressione, patologie autoimmuni, tipologia di vaccino). Nei centri Cerba HealthCare è possibile effettuare un test per valutare gli anticorpi neutralizzanti protettivi verso le infezioni da SARS-COV2e il nuovo test IGRA che misura i linfociti T della memoria per valutare l’efficacia della protezione contro la malattia e l’infezione stessa.I due test si combinano per definire i soggetti cosiddetti “no responder” o che comunque sono ad alto rischio di infezioneda SARS-CoV-2 o di sviluppare la malattia. Per effettuarli basta un semplice prelievo del sangue.Inizialmente, però, non si era capito se le cellule T “funzionassero” anche contro le nuove varianti del Coronavirus, e soprattutto non era disponibile un test per misurarne la risposta. Ora, grazie alla ricerca scientifica, le cose sono cambiate: «Gli ultimi studi fanno ben sperare sulla prospettiva di una durata a lungo termine dell’immunità al virus indipendentemente dalla variante incontrata – conferma Broccolo – e parallelamente è stato sviluppato l’IGRA test che Cerba HealthCare propone. Il suo principio si basa sulla misurazione delrilascio di interferone gamma (IFN-γ) a seguito del contatto con il pool di antigeni spike di SARS-CoV». Il test IGRA consente quindi una valutazione più completa della risposta immunitaria dopo un’infezione da SARS-CoV-2 o la vaccinazione (soprattutto in caso di basso titolo di anticorpi neutralizzanti), ed è un importante strumento a disposizione in particolare di chi è più esposto ai rischi della Covid-19, come i pazienti in trattamento con farmaci immunosoppressivi, che sono sottoposti a terapie oncologiche o che presentano immunodeficienze congenite o acquisite (infezione da HIV, necessità di dialisi ecc).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Acquisizione strategica in Spagna per Celli

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Il Gruppo Celli, azienda specializzata nella progettazione e produzione di impianti e accessori per l’erogazione di bevande, annuncia di avere finalizzato – attraverso la neo controllata Celli España – l’acquisizione strategica del 100% del capitale di Reductores Y Variadores Del Sur S.A “Reyvarsur”.Reyvarsur, azienda a conduzione familiare fondata oltre 45 anni fa, è specializzata nella progettazione e produzione di attrezzature per l’erogazione di bevande, componenti e accessori come rubinetti, testate fusto, regolatori di pressione, cambia fusti e fob detector. Con più di 30 dipendenti produce nello stabilimento di 4.000 mq a Siviglia, per fornire più di 300 clienti in Spagna e all’estero. “Siamo sempre stati focalizzati sull’alta qualità e sull’innovazione dei prodotti che produciamo – dice Paola Corbalan, CEO di Reyvarsur – motivo per cui i nostri clienti hanno fiducia in noi. Siamo onorati di entrare a far parte di un’azienda leader a livello internazionale come il Gruppo Celli. Questa acquisizione ci darà l’opportunità di far crescere ulteriormente il nostro business in Spagna e nel mondo”.”Reyvarsur è leader nella progettazione e produzione di componenti e accessori nel settore dell’erogazione di bevande, con un chiaro focus sul mercato spagnolo – afferma Joost Samyn, Celli España Managing Director e Region Business Director WEMEA – L’acquisizione di Reyvarsur arricchirà la nostra gamma prodotti e accrescerà la nostra reputazione sul mercato, permettendoci di accelerare la nostra presenza e crescita in Spagna. Sono inoltre felice di lavorare insieme a Paola Corbalan, che continuerà a guidare le operazioni di Reyvarsur al fine di sviluppare ulteriormente il nostro business congiunto e soddisfare pienamente i clienti spagnoli”.”Creare valore all’interno del mercato spagnolo è una priorità strategica per il Gruppo – afferma Mauro Gallavotti, amministratore delegato del Gruppo Celli – ed è per questo che abbiamo deciso di fondare Celli España, che sarà dedicata alla commercializzazione dell’ampia gamma di attrezzature per la distribuzione di birra, soft-drinks e acqua. Con Reyvarsur possiamo rafforzare la nuova filiale spagnola, accogliendo una delle aziende più rilevanti nel segmento degli accessori per l’erogazione della birra. Questa acquisizione rappresenta un nuovo capitolo di crescita nel Paese, un’altra storia di eccellenza familiare che si unisce con successo al nostro Gruppo”.Il Gruppo è stato assistito dagli studi legali Ughi & Nunziante e Argali Abogados, da BDO per la due diligence finanziaria e fiscale, e da Ramboll per quella HSE. Reyvarsur è stata assistita da Deloitte per gli aspetti finanziari e da Cuatrecasas per quelli legali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editoria di varia in flessione del 2,5% a copie

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Nei primi quattro mesi del 2022 l’editoria italiana di varia, ovvero romanzi e saggi venduti nelle librerie fisiche e online e nella grande distribuzione, è in flessione del 3,7% a valore e del 2,5% a numero di copie rispetto ai primi quattro mesi del 2021, che avevano registrato un andamento particolarmente positivo. Le vendite a prezzo di copertina nelle prime sedici settimane sono state pari a 469,1 milioni di euro, le copie vendute 31,585 milioni. L’incremento rispetto ai primi quattro mesi del 2019, ovvero rispetto al periodo pre-pandemia, è del 16% a valore e del 17,1% a numero di copie.Sono i dati rielaborati dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) su rilevazione di Nielsen BookScan, aggiornati mensilmente e disponibili online nella pagina Studi e ricerche del sito AIE.A partire dai dati di mercato e in collaborazione con il programma Aldus Up finanziato dalla Commissione Europea attraverso Europa Creativa, AIE annuncia una mattinata di confronto tra editori sul futuro del settore in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino. L’incontro “Il mercato del libro nei primi quattro mesi del 2022. Nuovi generi e formati, la rivoluzione dei canali e social network: dove va l’editoria” si tiene venerdì 20 maggio dalle 11.00 alle 12.30 in Sala Blu. Con la moderazione di Sabina Minardi (L’Espresso) e sulla base dei numeri presentati da Gianni Peresson (ufficio studi AIE) si confronteranno sul palco due panel. Il primo, composto da Sandro Ferri (Edizioni E/O), Renata Gorgani (Editrice Il Castoro), Giuseppe Laterza (Editori Laterza) e Stefano Mauri (GEMS) dibatterà sul tema “Il futuro dell’editoria: i canali di vendita e l’offerta editoriale nel post pandemia”. Il secondo, composto da Lorenzo Armando (Lexis Compagnia Editoriale in Torino), Alessandra Carra (Giangiacomo Feltrinelli Editore), Antonio Sellerio (Sellerio Editore), Enrico Selva Coddè (Gruppo Mondadori) dibatterà sul tema “Il futuro dell’editoria: nuovi generi, i formati digitali e la promozione in Rete”.“Vogliamo andare oltre ai semplici numeri di mercato per riflettere sulle trasformazioni che ci aspettano nei prossimi anni – spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi, che introdurrà l’incontro –. Il peso dei diversi canali nelle vendite, l’imporsi di generi come i fumetti e nuovi formati come l’audiolibro, la promozione della lettura tra i più giovani e la ricerca dei canali più adatti per raggiungerli sono tutti temi che vogliamo portare alla luce della riflessione pubblica”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Empieza el rodaje de una gran película sobre las apariciones de Guadalupe y su impacto en el mundo actual Madrid

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Ha comenzado en México el rodaje de un largometraje que trae un nuevo enfoque de las misteriosas apariciones de la Virgen en Guadalupe y su sorprendente impacto actual en la vida de millones de personas.La cinta, producida por la española Goya Producciones en colaboración con la estadounidense Ave María Films, mezcla ficción con documental y aspira a desvelar aspectos desconocidos del acontecimiento guadalupano. De la mano de los máximos expertos descifrará el mensaje de la Virgen a Juan Diego, los descubrimientos de los científicos, y los impactantes testimonios de milagros actuales. Una trama de ficción focalizará la emoción hacia las gracias insospechadas que derrama la Madre de la Humanidad.Una parte especialmente emotiva de esta cinta, de 90 minutos, serán las historias de personas cuya vida cambió radicalmente gracias a un contacto con la Virgen de Guadalupe, ya sea en México, en España, o en otro rincón del mundo. La lista incluye desde personas muy humildes hasta evangelizadores, artistas, cantantes famosos… como Manuel Capetillo, el Padre Héctor Ramírez, Wilson Tamayo y otros nombres que todavía no pueden desvelarse. Parte de este documental se está ya grabando en España, con testimonios de milagros, y de expertos que descubren sucesos imprevisibles que facilitaron la evangelización de México, por ejemplo, la temprana reforma de la Iglesia española, de la que saldrían los mejores misioneros de la época.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

14th EAACI/UEMS Knowledge Exam

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Monday, September 26 2022 at 13:00 CET will take place fully digitally. The EAACI/UEMS Knowledge Exam is entirely dedicated to allergology and clinical immunology, and aims to further improve the standards of our specialty. In order to make this exam accessible to an ever growing audience at the safety of your own home, we decided to once again use a fully digital set up, incorporating the latest proctoring levels to guarantee the highest levels of security. This test covers all relevant areas of clinical allergy and immunology and related basic immunology aspects according to UEMS European standards of medical training in allergology. It will help you to further increase your standard of Allergology/Clinical Immunology, and promotes the knowledge among young people trained in Allergology and Clinical Immunology in Europe. You can use this Knowledge Test as a tool for self-evaluation. If you have not yet taken a national exam, combining basic information from books or review papers together with EAACI guidelines and position papers is a good approach. If you have already taken a national exam, concentrating on updates for each subject can save time.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mobility: No one-sided focus on e-cars

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Maggio 2022

Brussels/Berlin. Ahead of the vote on stricter CO2 emission standards for new cars and vans in the EU Parliament’s Environment Committee, experts are warning against a one-sided regulation. “E-mobility alone will not do justice to climate protection,” said Ralf Diemer, managing director of the eFuel Alliance. “For one thing, not everyone in the EU will be able to afford an electric car in the future either. For another, the Ukraine war and the resulting energy crisis we face today shows us that fixation on a single option can lead to dangerous dependencies when confronted by disruptions to the global economic system. To prevent Europe from slipping into another crisis when it comes to importing battery raw materials, we need to take a broad stance and offer other climate-friendly solutions in addition to Europe’s electrification efforts, such as the use of CO2-neutral eFuels.” Indeed, according to the International Energy Agency, China processes 87% of the world’s rare earth deposits, 65% of cobalt, 58% of lithium and 40% of copper. Therefore, renewable fuels should be counted towards CO2 targets for new vehicles in order to offer consumers another climate-friendly alternative to fossil-fuelled cars and keep individual mobility affordable,” Diemer emphasised. “Cutting emissions, not choices – that should be the guiding principle of European climate policy. MEPs should take into account the contribution that sustainable renewable fuels like eFuels can make to reducing transport emissions in their vote,” said Ralf Diemer, CEO of the eFuel Alliance.”Instead of pitting climate protection technologies against each other, we need to focus on phasing out fossil fuels. A voluntary crediting system counting CO2 emission savings from renewable fuels towards EU fleet targets for new vehicles, would allow for a technology-mix of climate-friendly solutions that could complement Europe’s electrification efforts. This will accelerate the decarbonisation of transport while keeping mobility affordable,” Ralf Diemer explained the concept. As only small quantities of eFuels will initially be blended with conventional fuels, the price at the pump will rise very slightly. For example, a blend of 5% eFuels would increase the price of fuel by only 7 ct/l.The current EU regulation on CO2 standards for cars and vans focuses solely on a vehicle’s tailpipe emissions, thereby unnecessarily limiting customers’ options, and ignoring the positive carbon-neutral impact that renewable fuels can have on internal combustion engines or plug-in hybrids. Emissions that occur in earlier or later stages of a vehicle’s lifecycle, such as during the production of the vehicle or the generation and provision of its operating power, are not taken into account in the current regulatory logic.The European electricity mix is still heavily based on fossil fuels. Yet, under the current regulation, an e-car charged with electricity generated predominantly from fossil fuels always qualifies as a zero-emission vehicle whereas a vehicle powered by eFuels is always considered a fossil fuel vehicle. This makes no sense – neither for the consumer nor for the climate – and should be corrected by the EU Parliament. Further information: http://www.efuel-alliance.eu

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »