Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 28 Maggio 2022

Festival internazionale “Cerealia. La festa dei cereali”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Il festival si apre il 9 giugno 2022 con un evento culturale dedicato alla Giordania e ospitato nella splendida cornice di Villa Falconieri (Frascati), organizzato con l’ISMEO e l’Accademia Vivarium novum. A un incontro con Roberto Gabrielli (ricercatore CNR e direttore dell’Umm ar-Rasas Kastrum Project in Giordania), che parlerà delle Esperienze di tutela e accessibilità per i siti storico- archeologici della Giordania, seguirà il concerto del musicista giordano Tarek Yundi oud, in duo con Francesco Manna riq. Il maestro Yundi terrà poi il 10 giugno un workshop gratuito a Roma sulla musica del Mediterraneo, ospitato dall’INSOR. Tra giugno ed ottobre più di un appuntamento, a Roma e in altre località, sarà ancora dedicato alla Giordania, che tornerà protagonista a novembre per le iniziative in programmazione in occasione della Settimana Internazionale della Cucina Italiana nel Mondo- SICIM/Italian Taste promossa dal MAECI e a cui il Festival Cerealia aderisce dal 2018 quale membro del permanente del tavolo degli stakeholder. Altre iniziative della SCIM saranno in programma a Shanghai a cura di PROMOItalia e Comeunamarea APS.Il 19 giugno il Parco Romano – Mercato Contadino di Ariccia realizzerà un evento dedicato all’agripizza a km0, lievitazione lenta e grani autoctoni del Lazio macinati a pietra: lo chef Renato Bernardi creerà la pizza dedicata alla Giordania con il maestro pizzaiolo Daniele Dolciotti. Tra le attività internazionali segnaliamo l’evento online Design for co-partecipation and food community engagement, programmato l’11 giugno nell’ambito del primo New European Bauhaus-NEB Festival in collaborazione con The Fork e che vedrà la partecipazione di testimonianze da Italia, Spagna, Portogallo, Marocco e Giordania.Diversi anche gli appuntamenti di approfondimento scientifico, quale il convegno interdisciplinare in programma a Roma il 27 ottobre, a conclusione del festival e dedicato all’approfondimento degli pseudo cereali (grano saraceno, amaranto, quinoa, chia), promosso da CREA, FIDAF e INSOR. Agli pseudo cereali è dedicato anche il convegno organizzato il 20 ottobre in Sicilia dall’associazione Comeunamarea APS.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Robeco: La mancanza di dati ESG non è più una scusa per non essere sostenibili”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

A cura di Morgan Williams, ESG Data Strategist di Robeco. La mancanza di una quantità sufficiente di dati accurati riguardo le emissioni o altri ambiti della sostenibilità, come la biodiversità o l’uso delle risorse, ha portato alcuni a chiedersi se si possa davvero ottenere un quadro chiaro sulle attività aziendali. Un’area che si rivelerà probabilmente di fondamentale interesse è la misurazione delle emissioni Scope 3 delle aziende, dato che gli investitori perseguono obiettivi Net Zero. Si tratta delle emissioni che si verificano lungo la catena del valore di un prodotto, come quelle prodotte da un autista o quelle generate da un produttore di automobili (Scope 1), oppure ancora l’energia utilizzata per produrre l’auto stessa (Scope 2), tutti dati piuttosto semplici da raccogliere.Il vero problema è che ancora non sono molte le persone che guardano ai dati Scope 3, e che vi trovano errori e chiedono di migliorarli. Ma non si tratta solo di acquisire i dati, laddove siano disponibili. Tutti i dati, per definizione, guardano al passato, il che non ci aiuta a capire se un’azienda è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi di emissioni Net Zero. Una soluzione è quella di utilizzare proiezioni più lungimiranti, ma questo metodo ha i suoi difetti, in quanto i ‘dati lungimiranti’ sono solo previsioni, e non certezze. Tra i cambiamenti che sono stati apportati nell’analisi dei dati figura l’abbandono della misurazione delle emissioni, o di altre metriche di sostenibilità, rispetto al reddito di un’azienda – il cosiddetto “intensity approach”. Gli analisti ora le confrontano con il valore dell’azienda comprensivo di liquidità (EVIC, Enterprise Value Including Cash), ovvero la capitalizzazione di borsa di un’azienda più la sua liquidità e il debito, il cosiddetto “ownership approach”. Ora l’enterprise value è alla base delle nostre decisioni poiché fornisce un quadro molto più chiaro della nostra “ownership” di queste emissioni in tutti i tipi di investimenti, che si tratti di azioni o di obbligazioni. Un ulteriore vantaggio dell’enterprise value è la considerazione delle attività delle aziende indipendentemente dal ciclo economico. Ciò riflette maggiormente le dimensioni delle singole aziende. L’UE sta facendo grandi passi avanti in questo ambito, anche grazie alla tassonomia, che sarà una pietra miliare nella definizione dell’investimento sostenibile. Un’altra svolta è arrivata al summit sul clima COP26, con l’annuncio della creazione dell’International Sustainability Standards Board. Questa organizzazione, parte della fondazione International Financial Reporting Standards, fornirà principi globali completi di standard sulla divulgazione di dati relativi alla sostenibilità, molto simile a quello che esiste oggi con la contabilità finanziaria. Avendo un team sempre più ampio per l’analisi e la comprensione dei dati, e con l’avvento della Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR) che definisce più chiaramente i requisiti per la sostenibilità, diventerà sempre più chiaro cosa significhi per una società essere un investimento sostenibile. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Assunzioni previste in crescita del 23% nel terzo trimestre

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Secondo i risultati dell’indagine sulle prospettive occupazionali svolta da ManpowerGroup, che sarà uno degli insight sul mondo del lavoro che verranno discussi al World Economic Forum di Davos, i datori di lavoro italiani prevedono assunzioni in crescita da luglio a settembre 2022, registrando una previsione netta di occupazione (NEO) del +23%, al netto degli aggiustamenti stagionali. Sono più ottimisti rispetto al trimestre precedente, quando la previsione era inferiore di 6 punti percentuali. Inoltre, le prospettive sono di gran lunga migliori rispetto all’anno scorso: +13 punti percentuali rispetto al Q3 2021. Le prospettive sono quindi molto positive: il 34% dei datori di lavoro prevede un aumento della forza lavoro, contro il 12% che afferma che ci sarà una diminuzione delle assunzioni e il 50% che non prevede cambiamenti. A livello globale, ManpowerGroup ha intervistato più di 40 mila datori di lavoro in circa 40 Paesi e territori per misurare le previsioni di assunzione dei datori di lavoro per il terzo trimestre del 2022. I risultati dell’indagine per il periodo luglio-settembre 2022 riflettono un forte ottimismo, con una previsione media del +33%. Gli ambienti più favorevoli a un aumento dell’occupazione nei prossimi tre mesi sono segnalati in Messico (+59%), Brasile (+54%), India (+51%), Canada (+43%) e Colombia (+43%). D’altro canto, la crescita più debole è stata riscontrata in più deboli in Grecia (-1%), Taiwan (+3%) e Giappone (+4%). I datori di lavoro del Sud e Centro America hanno riportato le prospettive occupazionali più positive, seguiti da Nord America, APAC ed EMEA. A livello mondiale, la ricerca MEOS evidenzia inoltre che i ruoli più richiesti sono nel settore digitale: IT, Tecnologia, Telecomunicazioni, Comunicazioni e Media (44%), seguito dal settore Banche, Finanza, Assicurazioni e immobiliare (+38%). Le intenzioni di assunzione più basse a livello globale sono state riscontrate invece nel settore della ristorazione e ospitalità (+23%).Nel prossimo trimestre sono previsti aumenti di forza lavoro in tutte e quattro le macroregioni. I datori di lavoro del Nord Est (+39%) prevedono il ritmo di assunzione più sostenuto. Altrove, le prospettive di assunzione sono ancora buone con prospettive del +25% per il Nord Ovest. Anche i dati di Sud e le Isole sono inaspettatamente positivi con un NEO del +19%, 13 punti percentuali in più rispetto al trimestre precedente. In fondo alla classifica l’Italia centrale (+17%), con l’unica prospettiva inferiore al secondo trimestre (-2%). Tuttavia, tutte le regioni italiane si aspettano un clima più favorevole per l’occupazione rispetto al terzo trimestre del 2021: Nord Est (+27%), Nord Ovest (+18%), Sud/Isole (+16%) e Centro Italia (+5%). Il mercato del lavoro più favorevole è previsto nel settore IT, Tech, Telecomunicazioni e Media, dove le prospettive occupazionali nette sono pari a +39%. Altrove, si prevede una vivace attività di assunzione per le Costruzioni, il Manifatturiero e il Commercio all’ingrosso e al dettaglio, ciascuno con un +26%. Leggermente più basse le previsioni per il settore bancario, finanziario, assicurativo e immobiliare e quello della Produzione primaria: +23%. Il settore dell’istruzione, della sanità, dell’assistenza sociale e della pubblica amministrazione prevede un ritmo di assunzioni vivace, con una previsione del +16%, e quello della ristorazione e dell’ospitalità del +11%. Le aspettative sul personale sono aumentate rispetto al terzo trimestre 2021, con crescite significative nel settore manifatturiero (+18%), nel commercio all’ingrosso e al dettaglio (+17%) e nella produzione primaria (+16%). I datori di lavoro sono classificati in quattro dimensioni organizzative: le microimprese con meno di 10 dipendenti, le piccole imprese con 10-49 dipendenti, le medie imprese con 50-249 dipendenti e le grandi imprese con 250 o più dipendenti. Le prospettive di occupazione migliori sono previste dai grandi datori di lavoro, che registrano prospettive occupazionali nette del +26%, e anche le prospettive dei piccoli datori di lavoro sono molto vicine, con un +24%. Anche il NEO delle medie imprese è positivo, con un +19%, come pure quello delle microimprese con un +13%. Tutte le organizzazioni prevedono un clima occupazionale più forte rispetto al terzo trimestre del 2021: le piccole medie imprese (+17%), le microimprese (+13%), le medie imprese (+10%) e le grandi imprese (+3%).

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rinnovo contratti terziario distribuzione e servizi

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Proseguono le trattative sul rinnovo dei Contratti nazionali del Terziario Distribuzione e Servizi, scaduti nel 2019, applicati alla più vasta platea di lavoratori del settore privato in Italia, con oltre 3milioni di addetti impiegati nelle attività commerciali e nelle imprese di servizi. Le organizzazioni sindacali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno incontrato, in due distinte sessioni negoziali, le associazioni imprenditoriali Confcommercio e Confesercenti. Sul tavolo i temi della rivisitazione della sfera applicativa e dell’aggiornamento del sistema di classificazione, mercato del lavoro, lavoro agile, bilateralità, salario, contrattazione decentrata, concorrenza, franchising, appalti e terziarizzazioni. «Il complesso negoziato relativo ai Ccnl applicati al macrosettore del terziario di mercato sta provando a riattivarsi» ha dichiarato il segretario generale aggiunto della Fisascat Cisl nazionale Vincenzo Dell’Orefice sottolineando che «non sono mancate delle difficoltà derivanti dalla ripresa del fenomeno inflazionistico e dalla crisi negli approvvigionamenti che si sta appalesando sempre con più vigore nell’ambito della grande distribuzione organizzata in Italia» e che «occorre ribadire il ruolo centrale del contratto nazionale quale strumento di regolazione dei rapporti di lavoro, sia dei lavoratori riconducibili alla old economy sia per quei rapporti di lavoro che si sono formati negli ultimi tempi spinta della gig economy e dal massivo ricorso all’on line nell’ambito della richiesta di servizi e forniture». «La Fisascat – ha aggiunto il sindacalista – ritiene che occorra fare riferimento alle intese interconfederali che regolano i meccanismi di rinnovo dei contratti ma anche tenere conto dell’andamento di rinnovi contrattuali realizzati in altri settori» ma che parimenti «è necessario affrontare dei nodi che si trascinano irrisolti da tempo, a cominciare dall’ampliamento della sfera applicativa dei Ccnl fino alla rivisitazione del sistema di classificazione del personale per razionalizzare quelle nuove figure che è necessario integrare nel sistema classificatorio derivanti dalla massiccia digitalizzazione che in particolare i servizi, e il terziario di mercato in generale, hanno conosciuto negli ultimi tempi». Per la Fisascat è inoltre necessario ridare vigore all’esperienza della contrattazione decentrata. «Il settore del terziario di mercato – ha evidenziato Dell’Orefice – può trarre slancio da un rinnovato senso di responsabilità che le parti debbono dimostrare non solo a livello nazionale, dando un contratto in tempi ragionevoli a più di tre milioni di lavoratrici e lavoratori, ma soprattutto a livello territoriale e aziendale dove ormai da tempo l’autonomia collettiva non riesce ad indicare orizzonti nuovi». «La contrattazione di secondo livello – ha sottolineato – può rappresentare un elemento di stimolo sia per la crescita dei trattamenti economico retributivi che per l’introduzione di nuove forme di flessibilità negoziata, condivisa dai lavoratrici e lavoratori, che certamente aiuterebbero a far crescere la produttività media dei fattori impiegati nella fornitura dei servizi e delle attività». Infine un richiamo anche alla necessità di contrastare il dumping contrattuale. «Occorre reintrodurre dei criteri regolamentari di matrice contrattuale comuni a tutti i lavoratori che operano nell’ambito del terziario di mercato per fronteggiare dei fenomeni di dumping che in alcune aree del paese si vanno sempre più affermando» ha concluso il sindacalista.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripopolamento foreste marine italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Ha preso avvio a maggio a Capri una nuova iniziativa del team di algologi dell’Università di Trieste – CoNISMa (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare) che si occupa di ripristino ambientale dei fondali marini e che ha coordinato il progetto europeo ROC-POPLife* che ha portato al ripopolamento delle foreste marine nelle aree protette delle Cinque Terre e di Miramare. Le foreste marine, al pari di quelle terrestri, rappresentano uno degli habitat più produttivi e importanti che stanno rapidamente scomparendo in tutto il Mediterraneo. Le cause della loro scomparsa sono molteplici – spesso legate agli impatti antropici a cui si aggiungono i cambiamenti climatici – e la perdita di queste foreste inevitabilmente comporta una perdita critica dei servizi ecosistemici associati come la pesca e la mitigazione dei cambiamenti climatici. Il metodo sviluppato dall’Università di Trieste è applicato ormai in diverse aree del Mediterraneo e riconosciuto dalla Comunità Europea come buona pratica di riferimento per il restauro marino.Nei prossimi mesi il gruppo di ricerca dell’Università di Trieste sarà impegnato in attività scientifiche di studio e riforestazione dei fondali marini capresi. L’obiettivo è ripristinare la biodiversità dei Faraglioni dopo la desertificazione causato dalla pesca illegale del dattero di mare, attraverso un’azione concreta di restauro ecologico delle “foreste marine”, protette da direttive europee e accordi internazionali. Il progetto mira a innescare e accelerare il processo di mitigazione del danno ambientale causato dalla pesca illegale, che ha trasformato un paesaggio ricco di biodiversità in un deserto biologico, ma anche a tutelare e conservare le foreste marine, ormai in pericolo di estinzione.L’originalità della metodologia di restauro sviluppata dai ricercatori triestini nell’ambito del progetto europeo ROC-POPLife e che rappresenta oggi una buona pratica di riferimento per il Mediterraneo sta nella produzione in acquari di nuove “plantule” da reintrodurre in ambiente marino, senza danneggiare i siti donatori.La prima fase dell’operazione partita la scorsa settimana prevede la caratterizzazione tassonomica delle foreste marine capresi individuando i siti che sono stati maggiormente danneggiati dalla pesca di frodo e più idonei al restauro ecologico. A giugno e luglio, invece, è previsto l’intervento di riforestazione vero e proprio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La sanità digitale vale 1,69 Mld di euro, +12,5% rispetto al 2020

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Nel 2021 la spesa per la Sanità digitale in Italia è cresciuta del 12,5% rispetto al 2020, toccando quota 1,69 miliardi di euro, pari all’1,3% della spesa sanitaria pubblica. Una crescita superiore a quella degli ultimi anni, ma non ancora sufficiente a imprimere il “cambio di marcia” necessario a colmare il ritardo accumulato. La tanto attesa trasformazione digitale potrebbe arrivare grazie agli investimenti previsti dal PNRR, che dedica a riforme e investimenti nel settore Salute l’intera Missione 6, con ben 15,63 miliardi di euro di risorse. La pandemia ha influito decisamente sulla conoscenza e l’utilizzo del Fascicolo Sanitario Elettronico, spinto dalla necessità di scaricare green Pass, referti dei tamponi e certificati vaccinali. Dalla rilevazione svolta in collaborazione con Doxapharma, emerge che il 55% dei cittadini ne ha sentito parlare almeno una volta (era il 38% nel 2021) e il 33% lo ha già utilizzato (il 12% nel 2021). Tra i pazienti cronici o con problematiche gravi – coinvolti nella ricerca svolta in collaborazione con AISC, Alleanza Malattie Rare, APMARR, FAND, FederASMA, Onconauti e ROPI – le percentuali di conoscenza e utilizzo dello strumento sono ancora più elevate: l’82% lo conosce e il 54% lo ha utilizzato (nel 2021 era il 37%). Il digitale è molto utilizzato dagli italiani per cercare informazioni in ambito salute: il 53% dei cittadini ha utilizzato internet per identificare possibili diagnosi sulla base dei sintomi e il 42% per cercare informazioni su sintomi e patologie anche prima di una visita. Inoltre, il 73% di chi ha utilizzato Internet dichiara di prendere decisioni sulla salute basandosi sulle informazioni trovate online. Ma soprattutto, il digitale si è ormai affermato nella comunicazione tra professionista sanitario e paziente, come emerso dalla rilevazione svolta sui medici specialisti, in collaborazione con AME, ANMCO, FADOI, PKE e SIMFER, sui medici di medicina generale (MMG), grazie alla collaborazione con FIMMG, e sugli infermieri, in collaborazione con FNOPI. Il 73% degli specialisti, il 79% dei MMG e il 57% degli infermieri utilizza App di messaggistica (come WhatsApp) per comunicare con i pazienti, che sono molto interessati al loro uso soprattutto per la rapidità con cui è possibile ricevere risposte. Sono alcuni risultati della ricerca dell’Osservatorio Sanità Digitale della School of Management del Politecnico di Milano*, presentata oggi durante il convegno “Sanità Digitale: ora serve un cambio di marcia!”. Sin dai primi mesi della pandemia l’utilizzo dei servizi di Telemedicina è molto aumentato, perché ha facilitato la collaborazione tra i professionisti e garantito continuità di cura e assistenza ai pazienti. Per le aziende sanitarie è prioritario investire nella formazione del personale sanitario, soprattutto su ambiti come la Cartella Clinica Elettronica, privacy e sicurezza dei dati e Telemedicina, oltre alla formazione sugli strumenti informatici di base, necessaria per fornire ai professionisti una preparazione più completa”. Guardando alle Digital Soft Skills, la competenza maggiormente presidiata dai professionisti sanitari è legata alla capacità di comunicare in modo efficace con i colleghi utilizzando strumenti digitali. Per i medici sono da sviluppare le competenze di eLeadership, relative alla gestione del cambiamento e alla valutazione dei risultati dei progetti, aspetti chiave nel processo di trasformazione digitale. Per gli infermieri, invece, è migliorabile l’efficacia della comunicazione attraverso strumenti digitali con i pazienti, che sarà ancora più cruciale per poter utilizzare strumenti di Telemedicina.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Competenze trasversali per rinnovare la PA

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Roma. Il tema delle competenze sarà al centro anche di diversi appuntamenti al prossimo FORUM PA 2022 che si terrà all’Auditorium della tecnica a Roma (e online) dal 14 al 17 giugno. A tutti coloro che visiteranno lo stand di FPA Digital School durante la manifestazione sarà rilasciato un coupon di sconto del 20% per i corsi di formazione. Lo sviluppo delle competenze e la formazione dei dipendenti pubblici, insieme alle nuove assunzioni, sono gli aspetti su cui maggiormente si sta puntando per rafforzare la PA e metterla nelle condizioni di lavorare all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Ma quali competenze occorrono per avere davvero una PA rinnovata e motivata? Sono gli stessi dipendenti pubblici a sottolineare come l’offerta formativa dovrebbe puntare in particolare sulle competenze trasversali: il dato è emerso nell’indagine di FPA[1] indirizzata alla propria community di dipendenti pubblici. Il 62,5% dei rispondenti chiede un investimento sulle cosiddette soft skills, il 61,9% su competenze tecnologiche e il 57% sulle competenze organizzative. Conoscere, sviluppare e valorizzare le soft skill è vitale per favorire una sana cultura organizzativa orientata alla collaborazione e alla crescita personale. Per questo FPA Digital School ha ideato un percorso completo in cui sono approfondite tutte le competenze trasversali necessarie per attivare il cambiamento organizzativo nelle PA, e per favorire una maggiore consapevolezza verso sé e verso gli altri. Il percorso “Competenze trasversali per il cambiamento organizzativo”, disponibile sulla piattaforma di FPA Digital School prevede inoltre un “On-boarding kit | Competenze trasversali per i nuovi assunti” come proposta formativa per chi è appena entrato a lavorare nell’organizzazione per favorirne l’inserimento e sfruttare al massimo la motivazione, potenziandone le competenze di autodeterminazione, di team working e di leadership.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

PGIM Investments: I titoli growth offrono ancora buone opportunità

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

A cura di Tom Davis, co-portfolio manager del fondo PGIM Jennison Global Equity Opportunities. Inflazione, aumento dei tassi e la correzione azionaria del settore tecnologico sono tra le sfide principali per gli investitori growth di quest’anno. In questo contesto, troviamo buone opportunità in società con unique selling proposition, in grado di differenziarsi dalla concorrenza e di offrire ai consumatori beni e/o servizi utili e che vale la pena acquistare. Si tratta di attività profittevoli.Per un decennio abbiamo visto i titoli growth sovraperformare e alcuni pensano che ora sia il momento di guardare ai titoli value. A nostro avviso, è possibile trovare buone opportunità in entrambi gli ambiti, ma in quanto gestori growth, cerchiamo opportunità in questo segmento. Continuiamo a vedere opportunità tra i titoli growth come le realtà legate alla digitalizzazione dei consumatori o delle aziende o il fintech – tutti trend che sono in atto da diversi anni, ma che continueranno a crescere, emergere ed evolvere, in modo da creare nuove opportunità per gli investitori growth anche nell’attuale contesto. Attualmente ci stiamo focalizzando in alcuni settori come il tecnologico, beni discrezionali, servizi di comunicazione ed healthcare, ma pensiamo che la selezione anche in questi settori sia fondamentale. Si tratta di settori vasti e ben diversificati in cui troviamo molte idee ed innovazione, oltre a marchi interessanti con una forte presa sulla clientela.. In questo contesto volatile, troviamo opportunità interessanti tra le società europee dei beni di lusso, aziende con una crescita relativamente stabile, ma guardiamo anche alle società tecnologiche americane con solidi bilanci come Amazon, che vanta un crescente business nel cloud e nell’IT, o Apple che vanta una ricca gamma di prodotti. Cerchiamo di individuare e di concentrarci su aziende molto particolari e con una reale leadership di mercato, in grado di affrontare qualsiasi condizione di mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il caldo anticipato aumenta le preoccupazioni idriche

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Ormai i cambiamenti climatici obbligano ad aggiornare pure il lessico popolare perché, di fronte all’anticiclone africano in una primavera già eccezionalmente calda, non si può certo dire “piove sul bagnato”, ma vero è che l’anticipo d’estate cancella anche le ultime speranze riposte sulle piogge di Maggio, utili a riequilibrare il clamoroso deficit idrico invernale.Era invece accaduto così l’anno scorso, quando la prima metà del mese era stata caratterizzata da importanti perturbazioni primaverili, che avevano rimpinguato i corpi idrici del Centro-Nord Italia, tralasciando però il versante adriatico e la Sicilia, destinate a soffrire di siccità fino all’arrivo delle piogge ottobrine: nel Ferrarese, ad esempio, dove si sta velocemente tornando sotto ai minimi storici pluviometrici (così come nei bacini montani tra i fiumi Parma e Trebbia), le piogge cumulate nel 2021 da Gennaio a Maggio e quelle cadute nello stesso periodo di quest’anno sono praticamente identiche (poco sopra i 150 millimetri), facendo presagire un’altra stagione di grave sofferenza idrica (fonte: ARPAE).In tutta l’Emilia-Romagna tornano a calare vistosamente le portate dei fiumi e, dopo i picchi della scorsa settimana, il Secchia ridiscende ai limiti del minimo storico (2,8 metri cubi al secondo), sotto il quale è già sceso l’Enza (oggi mc/sec 2,9).Confrontando i dati 2021-2022 dei grandi bacini naturali del Nord, oggi tutti sotto media, si può notare come, ad eccezione del lago di Como, le differenze siano notevoli: 12 mesi fa, Garda ed Iseo erano quasi al colmo di piena come il Maggiore, cui oggi manca invece un buon 50% del volume d’acqua presente l’anno scorso (attualmente è al 39,5% di riempimento) e che, permanendo le attuali condizioni, segnerà prossimamente nuovi record di altezza idrometrica minima. A segnalare gli allarmanti trend idrici in un periodo tradizionalmente piovoso ed oggi addirittura afoso è l’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trentennale Capaci: “Cosa resta”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

“Cosa Resta” è pensato per raccontare ai giovani, a chi 30 anni fa era solo un bambino o non era ancora nato, la vita (e non solo la morte) di due magistrati che hanno cambiato per sempre la storia della lotta alla mafia, trasformandone il concetto stesso. Non più una battaglia solitaria di pochi coraggiosi, ma una vera e propria lotta collettiva. Attraverso un’accurata ricostruzione storica e le voci di chi gli è stato accanto, come il collaboratore Giovanni Paparcuri o il barbiere di Borsellino, il podcast racconta la vita “umanissima” di due uomini visionari che hanno rivoluzionato totalmente il metodo investigativo intorno a Cosa Nostra. Falcone e Borsellino erano due persone vive, capaci anche di ridere e scherzare, addirittura divertirsi (per quanto possibile), che hanno rivoluzionato le modalità di un lavoro antico, quello del magistrato. Eppure di loro si racconta quasi sempre la morte. Ma cosa resta della vita? “Cosa resta” è un podcast in 7 puntate prodotto da Will Media scritto da Francesco Oggiano e Carlo Notarpietro. Oggi “Cosa resta” è secondo in classifica su Spotify. Francesco Oggiano, digital journalist, è uno dei volti e socio di Will. Ha scritto e scrive di trend digitali e di come internet sta cambiando la società su diverse testate italiane. Cura Digital Journalism, newsletter con una community di migliaia di creativi digitali. Carlo Notarpietro è autore di Will, si è occupato per anni di strategie di comunicazione politica, lavorando sul campo per le campagne elettorali di partiti e istituzioni. Oggi si occupa di raccontare la politica e renderla accessibile, attraverso il monitoraggio quotidiano di quanto accade in Parlamento.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giuseppe Antonio Borghese: Fondamenti di una repubblica mondiale

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Collana i Fari, pp. 496, 20 euro. Nel settantesimo della sua morte, a 140 anni dalla sua nascita, una straordinaria riscoperta: l’opera mai pubblicata in Italia di uno dei grandi scrittori del secolo scorso, autore di Rubé. Nel luglio del 1931, a 48 anni, Borgese si imbarcò per gli USA, ove accettò l’incarico di visiting professor a Berkeley. Ormai il clima intorno era diventato rovente. Il soggiorno accademico si trasformò in volontario esilio, durato fino alla fine della guerra. Fu promotore assieme a Richard McKeon e segretario del “Committee to Frame a World Constitution” (Comitato per la Costituzione mondiale). Da quell’esperienza e dal confronto con gli intellettuali più prestigiosi del tempo nacquero Disegno preliminare di Costituzione mondiale (University of Chicago Press, 1948) e Fondamenti di una Repubblica Mondiale, pubblicato solo postumo nel 1953 e mai tradotto in Italia. Borgese aveva una profonda fiducia nella democrazia e dopo la vittoria degli Alleati credette che l’umanità fosse pronta per la democrazia mondiale. La sua conoscenza della letteratura, l’esperienza delle due guerre e la sua presenza all’Università di Chicago, quando furono condotti i primi studi sull’energia atomica, lo convinsero che la guerra poteva e doveva essere abolita, e che un governo mondiale democratico e dotato di pieni e reali poteri per raggiungere la pace e la giustizia era storicamente necessario e politicamente possibile. Tutto il suo insegnamento, i suoi scritti poetici e l’attività politica che condusse verso la fine della sua vita mirarono a dimostrare che la creazione del governo mondiale globale, il solo che, a suo giudizio, poteva abolire effettivamente la guerra, era una direttiva praticabile di politica estera per tutti gli Stati alla metà del XX secolo. In libreria dal 21 giugno

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luigi Contu: I libri si sentono soli

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Collana La nave di Teseo +, pp. 320, 19 euro. Tra epiche avventure di banditi sardi, drammatiche pagine di diari in trincea, testi futuristi e un giallo in poesia, I libri si sentono soli è un romanzo di avventure letterarie, per chi ama i libri e i segreti che nascondono. “I libri vivono una vita propria che si incrocia con la nostra. Se li lasci abbandonati sugli scaffali per troppo tempo si intristiscono. Non basta comprarli e leggerli. Vanno vissuti, curati, consumati, soprattutto quelli che ti sono piaciuti di più o che ti hanno colpito, emozionato, magari turbato. Devi continuare a viverli anche dopo che hai finito di leggerli. I libri si sentono soli Luigi, come noi”. Le parole di un padre al figlio passano il testimone di una biblioteca di famiglia e di tutte le storie che quei libri, raccolti per tre generazioni, hanno l’impazienza di raccontare. Luigi Contu insegue queste storie con l’intuito del cronista e la grazia dello scrittore, in un’indagine che parte da un appunto perduto per dare vita a un appassionante viaggio che attraverso i libri ci conduce nella storia di una famiglia, intrecciata con le vicende storiche italiane, dai primi del 900 ad oggi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vasco Brondi: Paesaggio dopo la battaglia

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Collana le Onde, pp. 128, 10 euro. Il libro che racconta il primo disco di Vasco Brondi dopo Le Luci della Centrale Elettrica. Un diario libero e intimo, uno strumento di connessione tra l’artista e i suoi fan. Il 21 giugno Vasco Brondi terrà il concerto live acustico L’arte di perdere, all’interno di una serata della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, alla quale parteciperanno anche il premio Pulitzer Andrew Sean Greer, Lisa Halliday e Enrico Rotelli (Seregno, Teatro San Rocco, ore 21). Paesaggio dopo la battaglia segna il primo lavoro di Vasco Brondi – cantautore, musicista e scrittore – dopo la conclusione del progetto artistico Le Luci della Centrale Elettrica, tra i più fecondi e incisivi sulla scena musicale indipendente del nuovo millennio. Questo libro raccoglie il diario tenuto da Brondi nel corso della lavorazione dell’omonimo disco, uscito nel 2021 e concepito in parte durante l’epoca più dura e particolare che l’Italia e il mondo hanno attraversato negli ultimi anni. Scritto in una nazione deserta dentro notti silenziosissime tra Milano, Ferrara e ricordi di viaggi in India, a Lampedusa e nei paesi disabitati dell’Italia interna, accoglie tutto ciò che dalle canzoni esonda e che chiede uno spazio e un tempo ulteriori per essere raccontato. Gli eventi incontrollabili, l’evolversi della storia e le circostanze del momento, le sensazioni e il divenire quotidiano catturati con lingua poetica e pura, nella tensione a cercare la trasparenza e il rintocco degli altri in sé e di sé negli altri per costruire nidi anche nei posti più impervi. Un testo limpido e autentico, dove risuonano echi di battaglie universali e minori e di quella pace fiduciosa, friabile e vivida che sopraggiunge in seguito; uno strumento di empatia e connessione con i fan e i lettori, una lente di ingrandimento sul sentire e fare di uno degli artisti più liberi, sensibili e sfaccettati del nostro tempo. In libreria dal 17 giugno

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Leila Slimani: E noi balliamo

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Collana Oceani, trad. Anna D’Elia, pp. 352, 20 euro Tornano i protagonisti del Paese degli altri nel secondo volume della saga famigliare best seller che copre tre generazioni, dal 1946 ai giorni nostri, tra il Marocco, la Francia e New York. L’autrice premio Goncourt sarà in Italia il prossimo 23 giugno, ospite della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi. Insieme a Slimani ci saranno anche Ludmila Ulitskaya e Elizabeth Day. Saluti del Rettore Alberto Lolli, prologo letterario di Lucrezia Lerro, concerto di Paolo Fresu (Pavia, Almo Collegio Borromeo, ore 21). Il paese degli altri, primo volume della saga di Leila Slimani, si concludeva nel 1956, in un Marocco incendiato dagli scontri per l’indipendenza, questo nuovo libro si apre su un periodo molto più stabile e tranquillo anche se la tensione cova sotto la superficie. È il 1968 e, con sforzi e tenacia, Amine ha trasformato quella che era una proprietà arida in una fiorente attività agricola. Il suo successo imprenditoriale ed economico lo accomuna a quella nuova borghesia che prospera, crede in un domani felice e lo celebra. Sua moglie Mathilde, però, si sente sempre più trascurata e spaesata in quella terra che non riesce a sentire sua. Mentre Aïcha, la figlia, parte per studiare medicina in Alsazia e intraprende una relazione con Mehdi, brillante studente di economia. Il Marocco indipendente sta lottando per fondare la sua nuova identità, combattuto tra arcaismi, le tentazioni illusorie della modernità occidentale e le ferite inferte dal recente passato coloniale. È in questo periodo travagliato, tra edonismo e repressione, che una nuova generazione dovrà fare delle scelte. Con E noi balliamo Leila Slimani continua ad arricchire lo splendido affresco familiare, ricco e vibrante di emozioni e con protagonisti dei personaggi sfaccettati e indimenticabili.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Claudio Magris e Paolo Di Paolo: Inventarsi una vita

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Collana le Onde, pp. 192, 16 euro. Due generazioni di scrittori a confronto in un dialogo serrato sulla vita e la letteratura. Il più giovane interroga e rilancia, il maestro mette in gioco la sua esperienza e soprattutto i suoi dubbi, ma non si limita a raccontare il passato: rompe le convenzioni aneddotiche dell’autobiografia, e immagina il futuro. Gli autori s’incontreranno il 14 giugno, ospiti della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi. Letture e dialogo Claudio Magris e Paolo Di Paolo Concerto di Antonio Ballista e Bruno Canino (Arianteo Chiostro dell’Incoronata, ore 21). L’incontro inatteso fra due scrittori di generazioni diverse. Claudio Magris e Paolo Di Paolo, partendo dal turbolento ingresso negli anni Venti di questo secolo, riflettono sui passaggi fra epoche e sulla velocità del mutamento, sulla impossibilità di “disattivare la Storia”. Né apocalittici né integrati, cercano uno spazio di lettura diverso del presente, e lo fanno esplorando le possibilità della scrittura, che fissa il volto “candido, comico, tragico, cinico, struggente, incantevole, repellente” del mondo. Consapevoli del fatto che scrivere possa avvicinarci alla vita ma anche allontanarcene irrimediabilmente, cercano di aggirare molte retoriche, o almeno di metterle alla prova. Ne risulta una meditazione a due voci sul misterioso rapporto fra il vissuto e lo scritto, sui limiti del dicibile, su ciò che sta prima e dopo ogni libro che si scrive. La freddezza di Thomas Mann e il cuore incendiato di Ibsen, i porcellini d’India sapienti e le polene che guardano la tempesta senza timore, i boccali di birra che mettono l’universo a posto e un Kafka immaginario finalista del Premio Strega…

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The stories and work of the AANHPI and Jewish communities are indispensable to the history of our nation

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

This month is a reminder that no single group of people drives the story of America. Our story reflects the best of everyone. Hope. It’s the reason we continue to push toward a more perfect union.It’s the spirit of hope that drove the Biden-Harris administration’s work to lift up AANHPI and Jewish communities. From the passage of the COVID-19 Hate Crimes Act spearheaded by Senator Mazie Hirono and Representative Grace Meng, to the American Rescue Plan that helped small businesses stay open, to the continued efforts to bring down costs, the administration remains committed to building a government that addresses the everyday needs of every American.I’m honored and grateful to work alongside DNC Vice Chair Tammy Duckworth and DNC AAPI Caucus Chair Bel Leong-Hong in support of those accomplishments and many more to come. Their example of leadership and service has no doubt inspired countless other members of the AANHPI community who will lead both the Democratic Party and the U.S. into the future. With all that we should be celebrating this month, it pains me to see the news that the Supreme Court might overturn Roe v. Wade. Make no mistake: This would deal a devastating blow to reproductive rights and Americans’ fundamental freedom to make their own decisions about their health care and families.Extremist Republicans and conservative justices have made it clear where they stand. We need to be just as clear in the midterm election. Each one of our voices needs to be heard, and we have to fight back with everything we have.Let’s make Republicans answer for their party’s relentless attacks on Americans’ rights. By Jaime Harrison Chair Democratic National Committee

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »