Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 29 Maggio 2022

Terzo appuntamento “Lagrime mie”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Roma Sabato 4 giugno, ore 11.00 e 12.00 Galleria Borghese Piazzale Scipione Borghese 5 terzo appuntamento “Lagrime mie”. Donne cantate, Donne cantanti con l’Ensemble Concerto Regio.i musicisti dell’Ensemble Concerto Regio offrono ai visitatori un’esperienza immersiva nella cultura Barocca e settecentesca, eseguendo brani di diversi autori, attivi prevalentemente a Roma o nel nord Italia nel XVII secolo (eccezion fatta per Palestrina, morto sul finire del XVI secolo).In questo periodo, dal punto di vista vocale, si sviluppa la cantata da camera, genere profano che ha origine nel cinquecentesco canto a voce sola accompagnato da viola o liuto, non scenico ma in un certo senso già “teatrale” poiché destinato a “muovere gli affetti” attraverso l’espressione del testo poetico. Genere di grande successo nelle corti romane e diffusosi poi nel nord Italia e in alcune zone europee, è diviso solitamente in sequenze di arie, recitativi, brani strumentali etc. (esempio lampante sarà la cantata “Lagrime mie” della mirabile compositrice e cantante Barbara Strozzi).Se il repertorio composto fino al 1650 circa prevede quasi esclusivamente la voce e il basso continuo, a partire dalla seconda metà del secolo troviamo spesso anche l’accompagnamento di uno strumento concertante, quale ad esempio il violino.Questo strumento conoscerà un incredibile sviluppo che lo porterà a divenire il protagonista della musica strumentale anche grazie alle sue potenzialità virtuosistiche ed espressive, evidenziate nelle sonate di Legrenzi, Castello e Cima. In virtù di queste sue caratteristiche, già all’epoca il violino fu portato anche ad “affiancarsi” alla voce, come ascolterete in alcuni duetti dove i quattro componenti hanno deciso di sostituire una delle due voci proprio con il violino o addirittura a sostituirsi alla voce stessa (come nel madrigale di Palestrina). Come era prassi dell’epoca, anche i quattro esecutori odierni hanno inserito una nuova parte di violino laddove inizialmente non era previsto, ad esempio nei brani di Barbara Strozzi. L’iniziativa è gratuita, inclusa nel regolare biglietto d’ingresso al museo. Prenotazione obbligatoria chiamando lo 06 32810 oppure sul sito web http://www.galleriaborghese.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“GAM: Incertezza sui mercati cinesi, i segnali che indicano un’inversione positiva del trend”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

A cura di Wendy Chen, Senior Investment Analyst di GAM Investments. L’anno scorso, con la stretta regolamentare, la Cina ha perso il suo premio per il rischio rispetto ai mercati emergenti per la prima volta dal 2007. Con le preoccupazioni per il coinvolgimento della Cina nel conflitto russo-ucraino, a metà marzo l’indice cinese ha toccato il minimo storico. Tuttavia, questa caduta è stata seguita dal più alto volume di scambi e dal più grande rimbalzo giornaliero per le azioni cinesi, alimentato dal discorso del vicepremier cinese Liu He, che si è espresso sulle principali preoccupazioni dei mercati.Crediamo che le soluzioni proposte da Liu He e dal governo cinese possano essere attuate con diversi gradi di difficoltà. Inoltre, gli Stati Uniti e la Cina stanno lavorando su un piano di coordinamento concreto per la revisione degli American Depository Receipt (ADR). Anche se ciò richiederà una cooperazione internazionale, dal nostro punto di vista, le parole dei regolatori cinesi, relative alla possibilità di revisione dei bilanci della maggior parte delle aziende, è promettente.Un po’ più difficile da risolvere è la crisi diffusa del mercato immobiliare. Infine, crediamo che la questione più difficile da affrontare riguardi la politica Covid. Non stiamo vedendo alcun cambiamento in questo trimestre e ci si vuole assicurare che non ci siano nuove impennate di Covid. Questo è evidenziato dal raddoppio del periodo di lockdown a Shanghai, nonostante l’ovvio impatto economico e l’aumento dei malumori dell’opinione pubblica. Crediamo, quindi, che sia necessario trovare un equilibrio tra il contenimento del Covid e la crescita economica, dato che le varianti si evolvono rapidamente.Dalla seconda metà del 2021, gli shock negativi relativi alla regolamentazione, alla geopolitica e alle relazioni USA-Cina hanno fatto defluire molta liquidità dalle azioni cinesi, spingendo le valutazioni in territorio favorevole. L’impatto macroeconomico e sugli utili aziendali ci porta a pensare che probabilmente le società patiranno ancora nella prima metà del 2022. Verso la fine del primo trimestre del 2022, vediamo, invece, un potenziale abbassamento degli shock normativi e rischi geopolitici attenuati (con la Cina che mostra una posizione neutrale nel conflitto Russia-Ucraina) dopo il discorso di Liu He. Speriamo che le condizioni macroeconomiche e gli utili delle aziende seguano questa tendenza nella seconda metà per creare una posizione più neutrale su tutta la linea. Le relazioni USA-Cina sono ancora difficili da prevedere: molto dipenderà dalla SEC e dalla possibilità che possa eliminare comunque i titoli cinesi dai listini americani. Riteniamo che un calo degli utili societari nel primo trimestre dovrebbe incoraggiare sia le banche centrali sia i regolatori ad essere più proattivi, sperando di portare ad una ripresa di successo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Leave a Comment »

Fixed Income – Una Fed meno aggressiva?

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

A cura di Patrick Zweifel, Chief Economist di Pictet Asset Management. Presto raggiungeremo il picco dell’aggressività della Fed, se non l’abbiamo già fatto. Ciò significa che la banca centrale più importante del mondo, la Federal Reserve statunitense, è vicina a raggiungere la vetta in termini di atteggiamento aggressivo nel ciclo inflazionistico attuale. Non solo le pressioni sui prezzi inizieranno ad allentarsi nei prossimi mesi, ma un recente aumento dei rendimenti obbligazionari mostra che la retorica aggressiva della Fed ha già fatto parte del suo lavoro.Il fatto che nella sua riunione di maggio la Fed abbia alzato i tassi di interesse di 50 punti base e annunciato ulteriori rialzi di simile entità nelle prossime riunioni è semplicemente una conferma di ciò che il mercato aveva già previsto. C’è motivo di credere che non si realizzeranno le aspettative più pessimistiche degli investitori riguardo alla stretta monetaria. Prevediamo che l’inflazione proseguirà il suo cammino nel secondo trimestre, raggiungendo un picco dell’8,6% negli Stati Uniti (si veda la Fig. 1). L’inflazione statunitense è salita in modo più significativo rispetto a quella delle altre regioni del mondo sviluppato a causa della politica economica aggressiva adottata in risposta alla pandemia di COVID, non da ultimo tramite enormi stimoli fiscali. I rubinetti fiscali, però, si stanno chiudendo e la Fed ha iniziato a invertire la sua politica ultra-accomodante. Allo stesso tempo, alcune delle strozzature delle catene di approvvigionamento, causa di un aumento dei prezzi delle materie prime e di altri fattori di produzione, stanno iniziando a risolversi. E, anche se il conflitto in Ucraina potrebbe ancora provocare un ulteriore aumento nei prezzi dell’energia e delle materie prime, è improbabile che ritornino sui massimi precedenti visti il rallentamento della crescita globale e la diminuzione dell’accumulo di scorte di emergenza. I prezzi del petrolio sono stati uno dei principali motori dell’aumento delle pressioni inflazionistiche, ma sono in calo dai massimi e questo movimento sta già mostrando i suoi effetti sull’inflazione headline. Se i prezzi del petrolio resteranno sui livelli attuali (intorno ai 107 dollari, da un picco di poco meno di 140 dollari), ciò avrà inevitabilmente un effetto disinflattivo sull’inflazione headline. Quindi, a meno che le sanzioni occidentali nei confronti della Russia non provochino un ulteriore calo delle forniture energetiche russe, i prezzi dell’energia non dovrebbero alimentare le pressioni inflazionistiche nei prossimi trimestri. L’inflazione core, che non tiene conto dei prezzi di generi alimentari ed energia (in quanto più volatili), è destinata quindi a scendere in virtù dell’effetto base. I prezzi delle merci hanno già raggiunto il picco, mentre quelli dei beni durevoli sono in lieve calo e i costi di produzione in forte calo. Nel frattempo, l’aspettativa del mercato di un aumento dei tassi di interesse statunitensi ha portato a un inasprimento delle condizioni finanziarie: i Treasury USA a 30 anni hanno perso un terzo del loro valore dai massimi, a causa della prospettiva di una stretta monetaria da parte della Fed. Questo movimento si è ripercosso sui tassi ipotecari: quello fisso medio a 30 anni è salito di circa 220 punti base nell’ultimo anno quasi fino al 5,4%. L’effetto sulla domanda di mutui è stato netto e ha fatto scendere bruscamente le richieste sia di prestiti che di rifinanziamenti. L’inflazione è diventata un problema politico significativo. Considerato il consenso crescente del Consiglio della Fed verso l’adozione di un atteggiamento aggressivo per contrastare l’inflazione, è probabile che qualsiasi prova che suggerisca che l’inflazione è effettivamente transitoria segnerebbe sia il culmine dell’aggressività della banca centrale che il segnale di una fine imminente della stretta monetaria. (abstract) fonte: http://www.bc-communication.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi e perdita dei valori: perché restare investiti paga

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Nei periodi di forte volatilità gli investitori sono sottoposti a un livello di stress molto elevato. Assistere alla perdita di valore dei propri investimenti è senz’altro un’esperienza traumatica, anche se in realtà la perdita non si concretizza fino al momento in cui si decide di disinvestire (ossia di vendere i propri asset finanziari). Durante la crisi ucraina, così come allo scoppio della pandemia, abbiamo assistito a una volatilità fuori dalla norma sui mercati ed è proprio in queste situazioni che si amplificano i bias (distorsioni) cognitivi più comuni tra gli investitori. Certo era lecito farsi prendere dal panico di fronte a una discesa importante dei mercati come quella registrata a marzo 2020 – quando i listini azionari hanno perso oltre il 30% e il VIX ha raggiunto livelli superiori a quelli del 2008 – e lo stesso può dirsi oggi con il forte calo registrato dopo l’invasione dell’Ucraina a fine febbraio, un calo a cui stiamo ancora assistendo. Ma è proprio in questi momenti che l’educazione finanziaria e il supporto di un esperto possono veramente fare la differenza, perché aiutano l’investitore a gestire l’emotività e rappresentano realisticamente l’unico vero appiglio per non farsi travolgere dall’alluvione delle notizie, diventare preda dell’irrazionalità e perdere di vista il senso dell’investimento che si è fatto, l’orizzonte temporale e i propri obiettivi. La storia ci insegna che le scelte dettate dall’emotività possono portare a compiere errori che hanno un costo. Un costo che Moneyfarm ha calcolato andando ad analizzare il comportamento degli investitori. Negli investimenti naturalmente non si possono prendere come riferimento gli scenari passati per prevedere con esattezza il futuro. Tuttavia, questi dati servono a rendersi conto che nelle fasi di volatilità sui mercati, anche quelle più estreme e difficilmente replicabili come quella che abbiamo vissuto nel 2020, agire sulla scia delle emozioni o “uscire e rientrare” sui mercati può rivelarsi una scelta costosa. È vero che durante la pandemia abbiamo visto i mercati recuperare in modo straordinariamente rapido, ma è vero anche che il mercato si è sempre ripreso da tutte le crisi avvenute in passato, anche le più drammatiche. Semmai il tema è quanto tempo sia necessario per recuperare ed è per questo che avere un orizzonte temporale lungo è fondamentale per investire con successo; si noti che, dal secondo Dopoguerra, sono serviti in media 13 mesi ai mercati per passare dai massimi ai minimi e in media 27 mesi per recuperare le perdite.Una strategia d’investimento lungimirante, che minimizza la volatilità nel tempo, unita al supporto di una consulenza professionale che aiuta a gestire la pressione emotiva rappresentano l’antidoto migliore agli imprevisti. Molti investitori hanno potuto capirlo e apprezzarlo, come si evince dalla seconda parte dell’analisi Moneyfarm, che è andata a indagare come si sono comportati quegli stessi investitori durante la crisi scatenata dall’invasione dell’Ucraina: il 100% dei Lungimiranti ha scelto il medesimo approccio adottato durante la pandemia mentre il 91% degli Speculatori questa volta ha scelto di non uscire dal mercato ed è diventato Lungimirante in seguito all’esperienza della crisi precedente e, ovviamente, ai risultati. Interessante, infine, far emergere il comportamento dei nuovi investitori, coloro che hanno iniziato a investire nei portafogli Moneyfarm nel 2021 e quindi non avevano fatto esperienza della crisi innescata dalla pandemia sui mercati: la loro propensione al disinvestimento è risultata 16 volte superiore a coloro che invece avevano già vissuto lo stress test della pandemia. (abstract fonte: http://www.moneyfarm.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La volatilità dei mercati può essere affrontata con titoli di qualità

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

A cura del Team di Ricerca di Intermonte. Si prevede che la recente volatilità e l’incertezza dei mercati continueranno, almeno nel breve termine, e probabilmente limiteranno gli afflussi nei prossimi mesi. Per quanto riguarda le nostre previsioni di afflussi per il 2022, abbiamo già evidenziato come fossero basate su ipotesi troppo aggressive. Alla luce dell’attuale scenario e dei dati ufficiali di Assogestioni relativi al 1° trimestre ‘22, stiamo assumendo un atteggiamento più prudente: la nostra nuova stima di afflussi per il 2022 di 838 milioni di euro implica comunque che i prossimi tre trimestri vedranno afflussi complessivi di quasi 680 milioni di euro. Nel lungo termine, le nostre ipotesi si basano sull’aspettativa che l’interesse per questo prodotto rimanga piuttosto alto grazie al beneficio fiscale e, dal punto di vista dei distributori, al fatto di poter contare su un impegno a lungo termine da parte dell’investitore.Le principali ipotesi alla base delle nostre attuali stime sono le seguenti:Per il 2022, ipotizziamo una raccolta lorda di nuovi sottoscrittori di PIR pari a 600 milioni di euro, in calo rispetto a 1,8 miliardi di euro; Per quanti sottoscrivono Pir in modo continuativo, prevediamo che la raccolta complessiva nel secondo anno sarà pari a una parte della somma accantonata nel primo anno (dal 35% al 40% nel nostro modello); nei restanti anni (cioè dal terzo al quinto anno) ci aspettiamo afflussi stabili, pari in media al 60% degli investimenti effettuati nel secondo anno; Infine, calcoliamo l’ammontare del capitale che sarà ritirato dagli investitori che decideranno di uscire dal fondo prima del prima del termine dei cinque anni (per qualsiasi motivo) a ~4% delle attività in gestione nel 2022 e oltre. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Necessario in Italia un sistema di monitoraggio cerealicolo

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

“L’operazione antipirateria agroalimentare condotta dalla Guardia di Finanza, in collaborazione con il centro di ricerca Crea di Foggia, che ha portato al sequestro in diverse regioni di 105 tonnellate di grano duro rafforza la necessità di dare finalmente avvio a ‘Granaio Italia’. Il sistema di monitoraggio di frumento, mais, granaglie e farine che circolano sul territorio nazionale, introdotto da una nostra norma, attende solo la circolare operativa di Agea, l’Ente per le erogazioni in Agricoltura del Mipaaf, per entrare pienamente in funzione. L’Italia sarà il primo Paese a dotarsi del registro telematico di carico e scarico del settore cerealicolo, dando un quadro trasparente, chiaro e oggettivo dei quantitativi e delle tipologie di cereali e granelle che vengono movimentate”. Lo dichiara il deputato Luciano Cillis, esponente M5S in commissione Agricoltura e ideatore di ‘Granaio Italia’, il quale commenta l’operazione dei Nuclei di Polizia Economico-Finanziaria che ha condotto anche alla denuncia di cinque persone per varie ipotesi illecite.“Lo scenario globale – aggiunge – rende lo strumento di monitoraggio ancor più determinante e strategico, viste le difficoltà nell’approvvigionamento delle materie prime che impone ai singoli Stati di essere a conoscenza dei fabbisogni e delle necessità in maniera chiara e oggettiva. Al contempo, potremo conoscere gli spostamenti di quantità e tipologia di cereali così come avviene già ora con vino, olio e prodotti lattiero-caseari, presto anche bovini, prevenendo truffe e illeciti. Una norma a tutela del vero made in Italy agroalimentare”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Curare gli anziani non autosufficienti a casa”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Martedì 7 giugno alle ore 21, l’Accademia di Medicina di Torino organizza una riunione scientifica, sia in presenza, sia in modalità webinar, dal titolo “Curare gli anziani non autosufficienti a casa”. L’incontro verrà introdotto da Luigi Maria Pernigotti, Primario Emerito di Geriatria e socio dell’Accademia di Medicina. Alessandro Bombaci, medico neurologo, e la dottoressa Margherita Marchetti dell’Associazione Amiche e Amici dell’Accademia (AAA) di Medicina di Torino ne discutono con i geriatri Renata Marinello e Gianluca Isaia e con il Direttore del Dipartimento di Neuroscienze e Salute Mentale, Vincenzo Villari. Le conclusioni saranno a cura di Giulio Fornero, Direttore sanitario di “Camminare insieme”. L’Accademia di Medicina di Torino, a fronte delle inaccettabili carenze nell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria al malato cronico non autosufficiente, accentuate dai devastanti effetti della pandemia, ha prodotto un documento (link), messo a punto, sulla base di documentate evidenze scientifiche, da un gruppo di lavoro coordinato dal Presidente Giancarlo Isaia e composto dai Soci Giulio Fornero, Luigi Maria Pernigotti e Vincenzo Villari e dai Geriatri Gianluca Isaia e Renata Marinello: in esso, sottoscritto e condiviso da numerosi Soci e Amici dell’Accademia, vengono anzitutto richiamate le principali criticità nella gestione di questi malati, consistenti nella carenza di chiari obiettivi riabilitativi, in costi elevati, in risultati clinici insufficienti e soprattutto in conseguenze drammatiche sulla salute di una fascia debole di cittadini che, dopo decenni di lavoro, sono di fatto condannati all’emarginazione e ad una pessima qualità di vita, senza peraltro concrete possibilità di reagire a questa iniqua situazione. Vengono avanzate dieci proposte (link) che, se adeguatamente recepite, potrebbero condurre ad un più efficace approccio a cittadini affetti da patologie croniche non autosufficienti, ad un contenimento dei costi sanitari e ad una sostanziale soddisfazione dei pazienti e delle loro famiglie, spesso eccessivamente penalizzate. Con esse, ispirate dalla necessità che gli operatori sanitari assumano un diverso atteggiamento culturale nella gestione del paziente cronico non autosufficiente, che non può essere in alcun modo discriminato rispetto al malato affetto da patologie acute, si intende suggerire una condotta atta a promuovere una riorganizzazione delle cure per complessità clinica e funzionale, piuttosto che articolata in strutture specializzate per singole patologie, incentivando le cure domiciliari che, integrate dall’uso di moderne tecnologie come la telemedicina, costituiscono un’eccellente ed efficace metodologia di assistenza; si auspica infine una più efficace integrazione fra le cure ospedaliere e quelle territoriali, pianificando per ciascun malato un progetto individualizzato di cura e provvedendo anche all’erogazione di sostegni economici ai familiari, se disponibili ad assistere i propri congiunti. Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina di Torino (via Po 18, Torino), sia collegandosi da remoto al sito http://www.accademiadimedicina.unito.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’anomalia di un Paese che esporta molto e importa poco. Il caso Russia

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Come è possibile che il surplus commerciale di una nazione sia indice di debolezza, anziché di forza? E’ la domanda che ci viene rivolta perché la chiarezza, con i media, fa sempre difetto. Vediamo il caso della Russia che dichiara un surplus commerciale, cioè la differenza tra il valore delle esportazioni e quello delle importazioni, positivo.In una normale economia questo è che un segnale positivo, ma non lo è per la Russia odierna. Perché mai? Vediamo. E’ vero che la Russia incassa circa un miliardo di dollari al giorno dalla esportazione di gas e petrolio, ma non può utilizzarli per acquisti all’estero in virtù delle sanzioni; così si crea l’avanzo commerciale russo, ma è un segnale negativo. La Russia ha una forte dipendenza dalle tecnologie esterne che però non può acquistare. Un esempio serve a chiarire: la Russia ha circa 1300 aerei commerciali, dei quali 400 circa di produzione nazionale e 900 esteri. Se non è possibile acquistare i pezzi di ricambio degli aerei esteri, questi non potranno più volare. Si può estendere l’esempio ad altri settori per comprendere come, nel tempo, l’economia russa si affosserà. Perché facciamo queste annotazioni? Perché i media non fanno informazione, ma si limitano alle notizie, che sono sparate nei titoli, generando confusione tra gli utenti. E’ successo anche in altri settori e per argomenti diversi.Il consiglio è quello di non prendere per oro colato ciò che ci viene raccontato: della serie “l’ha detto la tv, o, l’ho letto sul giornale o sui social”. Calma e gesso, si diceva una volta e attivare i neuroni. http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Obesità: combattere un problema di salute sempre più diffuso

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

A cura di Neil Robson, responsabile azionario globale di Columbia Threadneedle Investments. Si stima che l’obesità contribuisca a una morte su 13 in Europa. Tutto questo è accompagnato da un enorme onere finanziario per la società. Secondo le stime dell’OMS, la spesa sanitaria associata all’obesità assomma a 1.200 miliardi di dollari a livello globale. Negli Stati Uniti, stando al CDC, il costo complessivo è pari a 147 miliardi di dollari all’anno e mediamente i costi sanitari per una persona obesa superano di 1.429 dollari all’anno quelli sostenuti per una persona normopeso. La scienza può offrire una speranza? Due società sotto la lente del nostro desk azionario globale, Novo Nordisk e Eli Lilly, ne sono convinte. Entrambe le aziende hanno sviluppato in passato trattamenti per il diabete, uno dei quali inizia ad essere usato anche nella cura dell’obesità. Questo trattamento è basato su agonisti del GLP-1, che imitano l’ormone glucagon-like peptide 1 rilasciato nel corpo dopo aver mangiato, riducendo così l’appetito. Questo induce un senso di sazietà e riduce il consumo di calorie. Originariamente ideati per l’uso da parte dei prediabetici allo scopo di rallentare il progresso verso la dipendenza dall’insulina, oggi si cerca di sfruttare il potenziale di questi farmaci nell’affrontare il più ampio problema dell’obesità. Vi sono anche indicazioni che, per ripristinare correttamente l’organismo e impedire al paziente di riacquistare peso, il periodo di trattamento dovrebbe essere portato a due anni, quindi ci aspettiamo che vengano prodotte evidenze sulla durata ottimale della cura. Benché gli americani paghino un prezzo più alto per i farmaci, secondo una stima approssimativa il mercato globale dovrebbe essere pari al doppio di quello statunitense; le potenziali cifre sono dunque molto elevate e servirà un decennio perché diventino realtà. Ad entusiasmarci è il fatto che, in un mercato in crescita e potenzialmente molto grande, il bisogno sarà inizialmente soddisfatto con un farmaco per il diabete già esistente, per cui è probabile che le efficienze di produzione favoriscano un miglioramento dei margini di profitto. Nel mio caso, tuttavia, si pone una domanda difficile: con un BMI che si aggira intorno a 30, devo tornare alla dieta Keto o aspettare che la scienza medica venga in mio soccorso? Una perdita di peso del 15-20% è qualcosa a cui molti di noi aspirano, come dimostrano i cinque milioni di libri a tema dieta venduti ogni anno negli Stati Uniti. Fonte: http://www.columbiathreadneedle.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recruiting day dedicato alla selezione del personale nel settore della ristorazione

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Milano. Lunedì 30 maggio 2022 e martedì 31 maggio 2022 presso la Filiale di via Benigno Crespi, 57 di Milano un Recruiting Day dedicato alla ricerca di personale per il settore della ristorazione.La selezione si focalizza sulla ricerca di addetti alla cucina, come Chef, Chef de partie, commis di cucina e lavapiatti, e personale di sala, come commis di sala, Chef de rang e Restaurant manager.Gli interessati possono presentarsi portando il proprio curriculum vitae presso la filiale di Milano di via Benigno Crespi 57, nelle giornate di lunedì 30 maggio dalle 14.00 alle 18.00 e di martedì 31 maggio dalle 09.00 alle 13.00. Per maggiori informazioni sulla giornata è possibile scrivere all’indirizzo e-mail: info.milano@etjca.it oppure visionare la pagina dedicata al seguente link: https://bit.ly/3L57CvN. Non è richiesta la pre-iscrizione. ETJCA, attraverso queste iniziative è vicina a chi è alla ricerca di una posizione lavorativa, consentendogli di entrare in contatto con nuove opportunità professionali.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Falcone: Fp Cgil, onoriamo gli eroi investendo nella Giustizia

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

“Per rendere onore agli eroi di questa giornata serve un forte impegno perché la Giustizia nel nostro Paese abbia gambe solide sulle quali camminare. Serve, come da tempo chiediamo, stabilizzare i precari, un piano straordinario di assunzioni e una più funzionale riorganizzazione del Ministero della Giustizia”. È quanto afferma il segretario nazionale della Fp Cgil, Florindo Oliverio.“A trent’anni dalla strage di Capaci – continua il dirigente sindacale – abbiamo sentito il dovere di partecipare con una nostra delegazione, rappresentativa di tutto il mondo dell’amministrazione della Giustizia, alle celebrazioni in memoria di Giovanni Falcone e della sua scorta. Le recenti rivelazioni ci dicono che da allora anche le mafie sono cambiate. Se lo Stato ha vinto militarmente la lotta alla mafia, non così si può dire per quanto riguarda la capacità invasiva nell’economia del Paese da parte delle nuove e vecchie mafie. Sono spariti i morti ammazzati ma la mafia imprenditrice cerca di stare nel sistema e fare affari.Il giudice Falcone, osserva Oliverio, “sapeva che l’azione della Magistratura deve poter contare anche su una amministrazione della Giustizia efficace ed efficiente. Ed è per questo importante, proprio in questo periodo in cui ingenti quantità di risorse sono messe a disposizione del nostro Paese anche dall’Unione Europea per ammodernare le pubbliche amministrazioni e rendere più efficace la Giustizia, che si risolva il grave gap ancora esistente per la mancata digitalizzazione e informatizzazione di ogni ambito del Ministero della Giustizia e si valorizzino le donne e gli uomini che pure hanno fatto vivere in qualche modo l’amministrazione in presenza di pesanti e annosi disinvestimenti”. Da tempo, aggiunge il segretario nazionale della Fp Cgil, “chiediamo di stabilizzare i lavoratori precari della Giustizia, un piano straordinario di nuove assunzioni e una riorganizzazione del Ministero più funzionale alla integrazione delle varie componenti, fermo restando il riconoscimento delle tante specificità in chiave collaborativa e non competitiva. Perché per migliorare la Giustizia nel nostro paese non basta l’ennesima riforma dei codici ma serve non perdere di vista che la Giustizia ha anche bisogno di gambe solide su cui camminare. Il giudice Giovanni Falcone ci ha lasciato, tra gli altri, l’insegnamento che per una causa giusta serve l’impegno e il valore di tutte e tutti, nessuno escluso”, conclude Oliverio. By Giorgio Saccoia

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Selectra lancia il Bollettometro

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Il funzionamento del Bollettometro (bollettometro.it) è semplice: basta compilare l’apposito form, online, con alcuni dati fondamentali estratti dalla propria bolletta elettrica e lo strumento di Selectra restituirà il costo dell’energia che è stato addebitato dal fornitore in €cts/kWh (un dato spesso complesso da estrapolare dalla bolletta) valutando quindi l’offerta da “ottima” a “troppo alta”. Grazie a questa valutazione l’utente potrà rendersi conto se la propria tariffa sia conveniente o meno rispetto alla media delle proposte commerciali del momento e, se risulterà troppo salata, potrà decidere di cercare un’offerta più adeguata.Lo strumento, infatti, non mette a confronto le offerte disponibili sul mercato come un comparatore di tariffe, ma valuta in un modo personalizzato l’offerta attualmente in essere del cliente, rispetto alla media dei prezzi sul mercato libero in quell’esatto momento.I dati utili per usare il Bollettometro sono facili da individuare: generalmente si trovano tutti tra la prima e la seconda pagina delle bollette inviate dai principali fornitori di energia elettrica in Italia.I dati necessari sono tre: 1 – La spesa per la materia energia (il costo in euro dell’energia acquistata e commercializzata dal fornitore); 2 – I consumi totali fatturati (la somma della quantità di energia consumata dal cliente nel periodo di fatturazione, espressa in kWh); 3 – L’inizio e la fine del periodo di fatturazione (che indica anche se i consumi calcolati nel periodo di riferimento sono stimati o effettivamente rilevati). Inseriti questi dati, il Bollettometro di Selectra li analizzerà fornendo risultati precisi e personalizzati, calcolati sulle specifiche abitudini di consumo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giovanni Comisso: Un gatto attraversa la strada

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Collana Oceani, pp. 224, 18 euro. Prosegue la ripubblicazione dell’opera di Giovanni Comisso con il libro vincitore del premio Strega 1955. Prefazione e curatela di Paolo Di Paolo. In questo volume di trentuno racconti brevi, che prende il titolo dal ventiduesimo scritto della raccolta, Giovanni Comisso ha saputo narrare gli aspetti pi la smania per uomini e donne di scuotersi di dosso i vincoli di una vita dura. La malinconia emerge dalle situazioni raccontate e dalle parole scelte, eleganti le similitudini naturalistiche per rappresentare le sfumature dell’animo umano. In evidenza lo scorrere implacabile del tempo che non si cura degli affanni, di vittorie e sconfitte, di obiettivi raggiunti.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ludmila Ulitskaya: Era solo la peste

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Collana Oceani, trad. Margherita De Michiel, pp. 176, 18 euro. Basato su eventi reali nella Russia stalinista degli anni ’30, questo avvincente e attualissimo romanzo racconta con lucidità il rapporto tra politica, autoritarismo, pandemia. L’autrice sarà in Italia il 22 giugno, ospite della Milanesiana, dove le verrà consegnato il premio Rosa d’Oro della Milanesiana. A seguire un dialogo tra Ludmila Ulitskaya e Elena Kostioukovitch. Interviene Piergaetano Marchetti. Chiude il concerto di Giuseppina Torre, Viaggio nel labirinto della mente/2 (Milano, Santuario di San Giuseppe, ore 12). Il giorno dopo, Ulitskaya sarà protagonista di un’altra serata della Milanesiana, questa volta a Pavia, insieme a Slimani e Elizabeth Day, a seguire un concerto di Paolo Fresu (Almo Collegio Borromeo, ore 21). Nella Russia degli anni Trenta, sotto Stalin, un medico sta studiando un vaccino contro la peste e viene invitato a relazionare con urgenza il Comitato per la salute pubblica, a Mosca. Così, nella fretta di rispondere al telefono, si distrae e lascia che la maschera protettiva che usa in laboratorio si abbassi quel tanto che basta a farlo contagiare. Senza rendersene conto, però, va a casa dalla moglie Anna, poi sale su un treno per Mosca, poi all’albergo e infine, il giorno dopo, a una conferenza, dopo una breve sosta dal barbiere. Dopo l’incontro al Comitato, si rende conto di non stare bene. Chiama il dottore che, insospettito, lo porta in ospedale e avvia le procedure di isolamento e quarantena. Scatta allora una corsa a individuare tutte le 83 persone che sono entrate in contatto con il paziente zero. Per evitare il panico, si decide di non divulgare la vera ragione di quello che sta succedendo. Il clima di terrore politico e di reticenza che già aleggia nel Paese fa sì che tutti – sia le persone portate via dalla polizia senza spiegazioni, sia i loro cari – pensino immediatamente a una rappresaglia politica. In libreria dal 24 giugno

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Noam Chomsky – Andrea Moro: I segreti delle parole

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2022

Collana le Onde, pp. , 15 euro. Due illustri linguisti dialogano sulla lingua, la storia della linguistica, i fatti sorprendenti e i misteri potenzialmente irrisolvibili del linguaggio umano. Gli autori si incontreranno il 24 giugno a Pavia, ospiti della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi. Letture di Noam Chomsky e Andrea Moro. Saluti istituzionali del Rettore Alberto Lolli. A seguire Il quaderno di Sonia, concerto spettacolo di Sonia Bergamasco (Almo Collegio Borromeo, ore 21). Una conversazione ad ampio raggio, che tocca argomenti come la lingua e la linguistica, la storia della scienza e la relazione tra la lingua e il cervello. In questo dialogo serrato si passa dall’euforia fuori luogo riposta oggi sull’intelligenza artificiale (Chomsky vede “molto clamore e propaganda” provenienti dalla Silicon Valley), allo studio del cervello, all’acquisizione del linguaggio da parte dei bambini, agli esperimenti di Moro, che hanno dimostrato che esistono linguaggi impossibili per il cervello, linguaggi che mostrano proprietà sorprendenti e rivelano segreti inaspettati della mente umana. Chomsky una volta disse: “È importante imparare a essere sorpresi da fatti semplici”, una frase di cui Moro ha fatto manifesto e che rappresenta un filo rosso metodologico per tutti gli argomenti toccati in questo libro. Per arrivare infine a quelli che probabilmente resteranno misteri permanenti, sulla lingua e altre questioni. Non tutte le parole rinunceranno ai loro segreti.

Posted in Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »