Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Covid-19, qual è il rischio da infezioni asintomatiche?

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 giugno 2022

Secondo una revisione della letteratura pubblicata su PLOS Medicine, le infezioni asintomatiche da SARS-CoV-2 sono relativamente poche, e sono meno infettive di quelle sintomatiche. Il dibattito sul livello e sui rischi delle infezioni asintomatiche da SARS-CoV-2 è sempre molto attuale. «Gli studi che valutano le persone in un solo momento possono sovrastimare la proporzione di vere infezioni asintomatiche perché coloro che in seguito sviluppano sintomi sono classificati erroneamente come asintomatici piuttosto che come pre-sintomatici. Altri studi invece possono sottovalutare le infezioni asintomatiche con progetti di ricerca che hanno maggiori probabilità di includere partecipanti sintomatici» esordisce Diana Buitrago-Garcia dell’Università di Berna, Svizzera, che ha diretto il gruppo di lavoro. «Questo documento è un aggiornamento di una revisione sistematica regolarmente aggiornata pubblicata per la prima volta nell’aprile 2020. L’aggiornamento include studi aggiuntivi e più recenti fino a luglio 2021» prosegue l’esperta. I ricercatori hanno incluso 130 studi, con dati su 28.426 persone con SARS-CoV-2 in 42 paesi, tra cui 11.923 individui definiti come asintomatici. A causa dell’estrema variabilità tra gli studi inclusi, la metanalisi non ha calcolato una singola stima del tasso di infezione asintomatica, ma ha stimato che questo si attesti tra il 14% e il 50% delle infezioni. Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che il tasso di attacco secondario, una misura del rischio di trasmissione di SARS-CoV-2, era di circa due terzi inferiore nelle persone senza sintomi rispetto a quelle con sintomi. «Se sia la percentuale di infezioni asintomatiche che la loro trasmissibilità sono relativamente basse, le persone con infezione da SARS-CoV-2 asintomatica dovrebbero rappresentare una percentuale minore della trasmissione complessiva rispetto agli individui pre-sintomatici» sostengono gli autori. Gli esperti sottolineano che quando i livelli di trasmissione in comunità di SARS-CoV-2 sono elevati, tuttavia, le misure di distanziamento fisico e l’uso di mascherine devono essere mantenuti per prevenire la trasmissione da stretto contatto con persone sia con infezione asintomatica che pre-sintomatica. (fonte Doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: