Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 4 giugno 2022

Romacereali: le aspettative produttive e i mercati internazionali

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

La XV edizione di Romacereali è stata l’occasione per discutere di un tema di grande attualità: la produzione mondiale dei cereali, le aspettative per il prossimo anno e l’andamento dei prezzi internazionali.Le relazioni presentate hanno mostrato uno scenario di incertezza con una proiezione di riduzione della produzione mondiale di frumento dell’1.6%, che determina una diminuzione complessiva degli stock disponibili a fine campagna del 4%. Anche la produzione maidicola mondiale registra un decremento del 2.5%, con una conseguente calo degli stock del 5%. Queste evoluzioni hanno portato un aumento dei prezzi più che proporzionale sui mercati internazionali con valori, nell’ultimo periodo, superiori al 24%.In questo ambito, il CREA ha messo in evidenza la situazione nazionale e la forte incidenza economica e sociale della filiera cerealicola. Basti pensare che a fronte di 3 miliardi di importazione di cereali, esportiamo 6,5 miliardi di euro di trasformati e derivati dei cereali.La guerra in Ucraina ha determinato un’impennata dei costi di produzione, dagli energetici ai fertilizzanti e i dati della RICA (Rete d’Informazione Contabile Agricola, gestita dal CREA Politiche e Bioeconomia, fonte ufficiale UE, che monitora il reddito e le attività delle imprese) mostrano un incremento medio aziendale del 60%, con il rischio di far uscire un’azienda su 10 dal circuito produttivo. In particolare, per il settore cerealicolo, c’è stato un incremento dei costi di produzioni tra 17.000-20.000 €, aggravando un quadro di struttura dei costi di produzioni aziendali pari o leggermente superiori alle remunerazioni dei prodotti. Il sostegno del I pilastro della PAC aiuta a compensare questo squilibrio, ma le riforme degli aiuti accoppiati attualmente in discussione, potrebbero compromettere le rendite attese. Gli effetti della guerra e della crisi energetica sul comparto, quindi, si traduce nelle stime in un valore aggiunto negativo per la maggior parte delle imprese. In UE si è varato un primo pacchetto di aiuti alle imprese più in difficoltà, ma con un budget molto limitato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Cia, mancano 100 mila stagionali nei campi. A rischio raccolta estiva

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Alla vigilia delle grandi campagne, dalla frutta estiva alla vendemmia, è già allarme nei campi italiani per la carenza di manodopera. All’appello potrebbero mancare tra 90 e 110 mila addetti, senza i quali la raccolta stagionale è a forte rischio. Così Cia-Agricoltori Italiani, sottolineando i tanti problemi che stanno riscontrando le aziende agricole nel reperire risorse da impiegare nelle aree rurali.Preoccupano, prima di tutto, i ritardi del Decreto flussi, sia rispetto allo sblocco delle pratiche relative al 2021 sia rispetto all’emanazione del decreto per il 2022 -sottolinea Cia- in un Paese in cui la manodopera straniera rappresenta ormai stabilmente un terzo (29,3%) della forza lavoro complessiva in agricoltura.Restano, poi, i problemi legati a costi, burocrazia e rigidità degli strumenti -ribadisce Cia-. Il fabbisogno delle aziende agricole, infatti, è legato a determinati periodi dell’anno, per cui vanno necessariamente messe in campo politiche per una maggiore semplificazione e flessibilità del lavoro, come sperimentato con i voucher, per consentire anche a giovani, pensionati e percettori di reddito di cittadinanza di integrare il loro reddito attraverso il lavoro occasionale in agricoltura, e senza oneri eccessivi per le imprese. Inoltre, bisogna sottoscrivere accordi con agenzie interinali fortemente radicate sul territorio, in grado di avviare percorsi virtuosi anche nelle aree interne. “Chiediamo al Governo di intervenire quanto prima -dichiara il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini- per andare incontro alle esigenze delle imprese agricole, la cui sostenibilità economica è già fortemente destabilizzata dai costi di produzione alle stelle, con i rincari eccezionali di materie prime ed energia, e dall’instabilità dei mercati. L’agricoltura non può smettere di produrre, ma le istituzioni devono comprendere che gli agricoltori non possono continuare a lavorare in perdita”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione: Cia, da “boom” di maggio effetti drammatici su imprese e famiglie

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Torna a salire l’inflazione, che a maggio accelera al +6,9% annuo, il dato più alto dal 1986, con effetti drammatici sul portafoglio delle famiglie e sui budget delle imprese agricole. I beni energetici trascinano la crescita dei prezzi, registrando un +42,2% sullo stesso periodo del 2021, che significa costi di produzione pressoché insostenibili per serre, stalle, agriturismi e aziende, nonostante il “bonus energia” del governo. Così Cia-Agricoltori Italiani, in merito ai dati diffusi oggi dall’Istat. I prezzi dei beni alimentari aumentano del +7,1% rispetto a maggio di un anno fa, rendendo subito più pesante il carrello della spesa degli italiani -osserva Cia-. Rialzi eccezionali ci sono soprattutto per i prezzi di oli alimentari (+70,2%), burro (+22,6%), pasta (+16,6%) e, in generale, per gli alimentari non lavorati (+7,9%). Su cui incidono i listini “caldi” del gasolio per mezzi di trasporto (+25% a maggio), in un Paese in cui l’80% dei trasporti commerciali avviene su gomma, percentuale che supera addirittura il 90% nel caso dei prodotti freschi. Ecco perché, ora più che mai, è necessario tenere alta l’attenzione lungo la catena del valore e della distribuzione, prevedendo più risorse e misure strutturali sui campi e lungo la filiera, per alleggerire i costi e scongiurare le speculazioni -evidenzia Cia- nonché prevedere incentivi ai consumi agroalimentari, a partire dalle fasce più deboli della popolazione, e introdurre strumenti di gestione del rischio in grado di calmierare la volatilità dei prezzi e di garantire la stabilità dei redditi degli agricoltori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione cresce perché i modelli di benessere non possono essere solo economici

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Stime provvisorie di Istat, inflazione in crescita: 0,9% su base mensile e 6,9% su base annua (6% mese precedente) (1). I prezzi crescono un po’ ovunque, soprattutto recuperando sui prodotti energetici, la cui onda lunga delle agevolazioni di Stato viene meno. La cosa “interessante” è che non c’è una peculiarità italiana a queste percentuali inflative che non subivamo da decenni. Europa, Paesi cosiddetti ricchi e, ovviamente quelli poveri, hanno numeri, nelle loro specificità, simili. E’ quindi crisi mondiale, crisi di un “modello economico” che non aveva fatto i conti con la politica. Sopravvalutando diplomazia e sottovalutando ricchezza politica, culturale ed economica… soprattutto di Paesi come il nostro: la non considerazione di quando negli ultimi anni faceva e disfaceva la Russia di Putin (Cecenia, Georgia, Crimea, etc) è stata tale che, come se nulla fosse, abbiamo sottomesso (soprattutto noi e la Germania) la nostra politica energetica a quel regime. Non solo. Ma anche se per il momento non c’è esplosione al pari del putinismo, dobbiamo aggiungere cosa potrebbe accadere per le forniture di prodotti lavorati da Paesi come Cina e altri del sud-est asiatico che, a parte il ping pong quotidiano su Taiwan con gli Usa (che i distratti potrebbero credere non ci riguardi), non sono proprio un modello di civiltà e diritti individuali (Hong Kong e Uiguri, solo alcuni esempi); i nostri (“occidentali”) modelli politici ed economici hanno come base rispetto ed affermazione di questi diritti… e continuare ad utilizzare prodotti “made in China” facendo finta di come e dove sono prodotti, è una questione che prima o poi esplode.Oggi ci teniamo questa inflazione. Domani è probabile sarà peggio. I consumatori e gli utenti continuano ad essere punto di approdo di scelte politiche ed economiche che non hanno tenuto conto di queste considerazioni di base, e pagano un prezzo sempre più alto.Non siamo, come alcuni catastrofisti sovranisti o putiniani cercano di comunicare, alla fine di un modello economico che finora ha fatto crescere la nostra ricchezza e felicità. Capitalismo e/o mondializzazione non sono in crisi, ma è in crisi il dilagare “a prescindere” di chi sia l’interlocutore. E’ in crisi il primato dell’economia: coi soldi non si compra e governa tutto. Per muoversi e interloquire ci vogliono anche buone idee e buona comunicazione delle stesse, nonché condivisione (contrario di autarchia) con tutti i popoli del Pianeta, soprattutto quelli le cui gole e tasche e desideri oggi sono tagliate dal dispotismo tipo putiniano. E’ il primato della politica.Qualche scettico potrebbe dire: “con la politica non si mangia”. Questo motto di moda tra i cosiddetti realisti dei nostri regimi democratici, oggi sono smentiti: l’inflazione che cresce è dovuta all’aver messo la politica in secondo piano. Senza politica non si mangia e – in questo modello economico, sociale e politico che abbiamo creduto fosse giusto, sottovalutando la potenza dell’unità europea – i prezzi non possono che crescere. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Presentazione del Digital Energy Efficiency Report

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Milano Mercoledì 8 giugno ore 9.30-13, Campus Bovisa Aula Magna Carassa e Dadda, via Lambruschini 4/Edificio BL28. Verranno presentati i risultati della ricerca. Analizzare il mercato dell’efficienza energetica industriale in Italia, con particolare focus sulle conseguenze della volatilità dei prezzi delle commodities energetiche, sulla valorizzazione dei dati e sullo stato attuale del quadro normativo regolatorio: è l’obiettivo del Digital Energy Efficiency Report 2022, redatto dall’Energy&Strategy della School of Management del Politecnico di Milano, che dedica particolare attenzione anche alle misure incluse nel PNRR, alla situazione relativa al mercato dei Certificati Bianchi e alle opportunità derivanti dalle Comunità Energetiche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

2024 “Anno delle Radici”: la mozione Nissoli-Formentini

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

“Il turismo è, storicamente, una delle risorse più importanti per la nostra economia; un motivo che ci ha spinto, in forma bipartisan (la mozione e’ stata sottoscritta da oltre cento Colleghi di tutti i gruppi politici) a presentare una Mozione parlamentare concernente il tema del Turismo delle radici. Tra i firmatari della Mozione anche gli eletti all’estero: Billi, Di San Martino Lorenzato di Ivrea, San Gregorio, Siragusa e Ungaro. La Mozione impegna il Governo a proclamare il 2024 quale “Anno delle Radici “e a sensibilizzare i vertici istituzionali, gli enti territoriali e tutti i soggetti attivi nel Paese, sulla rilevanza di tale evento, richiedendo il sostegno alle iniziative che in tale contesto verranno realizzate. Nella stessa Mozione abbiamo chiesto al Governo che si impegni e si prodighi affinché venga riconosciuta la professionalità degli operatori del Turismo delle Radici. Competenze sviluppate nel corso del progetto e che dobbiamo considerare un “patrimonio” professionale da utilizzare nel futuro. Siamo certi che il Turismo delle radici aprirà nuove possibilità di sviluppo – soprattutto in quei borghi che affrontano un graduale e costante spopolamento – proprio avviando nuove relazioni e rilanciando i legami con le comunità che si trovano all’estero. Si tratta di una opportunità da non perdere che collega l’Italia all’estero con quella che vive dentro i confini nazionali.”Lo hanno dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America e l’on. Formentini, deputato della Lega e Vice Presidente della Commissione Affari Esteri della Camera.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Audipress 2022/I: tutti dati positivi e cresce la digital edition (+11,6%)

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

“L’edizione Audipress 2022/I, approvata dal Consiglio di Amministrazione, mostra segnali di crescita nelle letture e nel dato dei lettori dei vari comparti editoriali (Quotidiani +0.8%, Settimanali +0,5%, Mensili +2,1% e Stampa nel complesso +0,7% per testate omogenee, rispetto alla precedente edizione), con una decisa e ulteriore estensione nella fruizione di digital edition, che tocca quota 6 milioni di lettori (+11,6%). Dallo scenario del consumo dei brand editoriali in rilevazione, così come pubblicato dai dati Audipress 2022/I, emerge che circa 32 milioni di italiani hanno letto almeno uno dei principali titoli stampa su carta o digitale replica negli ultimi 30 giorni. In un giorno medio 11,4 milioni di italiani scelgono per informarsi uno dei principali quotidiani su carta o in digital edition (con circa 16,3 milioni di letture), mentre la lettura dei periodici genera ogni settimana circa 14 milioni di letture per le più importanti testate settimanali (per 9,4 milioni di lettori) e ogni mese si raggiungono 15,3 milioni di letture per le maggiori testate mensili (per 9,7 milioni di lettori). Si conferma l’accesso alla copia letta in prevalenza attraverso un atto di acquisto personale o familiare, con quote in crescita per le formule in abbonamento (complessivamente la copia letta comprata rappresenta il 64,5% per i Quotidiani, il 76,8% per i Settimanali e il 76,3% per i Mensili), mentre l’allentamento delle restrizioni sociali si riflette in un cenno di ripresa della quota di lettura di copia condivisa. I dati Audipress 2022/I sono il risultato della survey ufficiale che monitora in maniera continuativa le abitudini di lettura e la fruizione delle principali testate italiane. Per questa pubblicazione sono state realizzate 33.642 interviste con il sistema misto CAPI Doppio Schermo/CAWI, lungo un calendario di rilevazione di 35 settimane complessive dal 19 aprile 2021 al 10 aprile 2022, su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 14 anni e oltre. Gli Istituti esecutori del field sono Doxa e Ipsos; il disegno del campione e l’elaborazione dei dati sono stati effettuati da Doxa; i controlli sono a cura di Reply. Ulteriori elaborazioni da nastro di pianificazione sono effettuate da Media Consultants, MediaSoft, Memis e Nielsen. Per ulteriori dettagli metodologici si rimanda al sito http://www.audipress.it.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

All’Università di Parma il primo “PhD Day” dal 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Dopo due anni di stop forzato imposto dalla pandemia (l’ultima edizione era stata nel 2019) l’Università di Parma ha celebrato in questi giorni al Campus Scienze e Tecnologie il “PhD Day”, la cerimonia di consegna dei “tocchi” e delle pergamene ai Dottori e alle Dottoresse di Ricerca che hanno concluso questa importante fase del loro percorso di formazione. Nell’Auditorium del Plesso Polifunzionale autorità cittadine e accademiche, famigliari, accompagnatori e naturalmente i protagonisti e le protagoniste: nel complesso erano presenti oltre 200 Dottori e Dottoresse di ricerca, visto che la cerimonia ha riunito tre diverse annualità. 45 i Dottori e le Dottoresse nel 2020, 54 nel 2021 e 104 nel 2022. L’appuntamento è stato aperto dal Rettore Paolo Andrei ed è poi proseguito con gli interventi di Paola Salomoni, Assessora alla Scuola, Università, Ricerca, Agenda digitale della Regione Emilia-Romagna, Gianluca Calestani, Delegato del Rettore ai Dottorati di ricerca e Apprendistato di alta formazione e ricerca, Franco Magnani, Presidente della Fondazione Cariparma, e Andrea Zappettini, Direttore di Imem CNR. Hanno portato quindi la loro testimonianza due Dottori di ricerca: Bianca Papotti, che ha concluso il percorso di Scienze del Farmaco, delle Biomolecole e dei Prodotti per la Salute, e Roman Sajapin, che si è dottorato in Scienza e Tecnologia dei materiali. La cerimonia si è conclusa con la proclamazione collettiva da parte del Rettore e il tradizionale lancio dei tocchi. Un gesto che dopo oltre due anni di pandemia ha assunto un valore anche simbolico estremamente significativo, guardando al passato recente ma anche al futuro prossimo, per i Dottori e le Dottoresse di ricerca e per l’Università stessa.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno su Prospettive giuridico-pedagogiche per la scuola inclusiva

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Si è concluso il convegno “Prospettive giuridico-pedagogiche per la scuola inclusiva, a cinque anni dall’entrata in vigore del D.Lgs 66/2017” organizzato dall’Università degli studi della Basilicata – Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Formazione Primaria e Corso di specializzazione per insegnanti di sostegno – ed Eurosofia – ente accreditato dal Ministero dell’Istruzione per la formazione del personale scolastico -.L’incontro, svoltosi presso l’Aula Magna dell’Università della Basilicata a Potenza, ha visto la partecipazione di illustri componenti del mondo della scuola e dell’università.Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e presidente Accademia Cesi, durante il suo intervento ha affermato che “è importante vedere oggi ministero dell’istruzione e ministero dell’università di nuovo riuniti. Il tema di oggi, la formazione iniziale degli insegnanti sul sostegno, è particolarmente importante e lega le competenze di entrambi i ministeri. C’è sicuramente necessità di risorse, ma c’è anche il problema di avere molti insenanti di sostegno senza specializzazione. L’argomento oggi ha messo a confronto pedagogisti e giuristi. Certamente i nuovi insegnanti devono accompagnare gli alunni in un percorso che dovrebbe essere di vita; ci si interroga, sempre più, infatti sul rapporto tra scuola e società più in generale”. Rispetto al fatto che, come ci dicono i dati Istat, ogni anno aumentano gli studenti con certificazione di disabilità, “lo stato dovrebbe garantire la copertura – ha continuato il prof Pacifico – ma invece cambia le regole della certificazione ma senza cambiarle. Se non è inclusiva non è scuola, siamo nella non scuola? il legislatore deve ascoltare i pedagogisti, i giuristi e la parte sociale. Il ruolo del docente di sostegno deve essere valorizzato. Ci deve essere dialogo tra la ricerca e l’amministrazione, che non può ignorare i dati”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario, chi lo supera fa sua anche l’abilitazione all’insegnamento

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

L’idoneità ottenuta a seguito della partecipazione al concorso straordinario della scuola secondaria comporta l’abilitazione all’insegnamento: ad ufficializzarlo è stato il capo dipartimento del ministero dell’Istruzione Stefano Versari, attraverso una Nota, la n. 1139, inviata oggi a tutti gli Uffici scolastici regionali: nella comunicazione si spiega che a seguito di “talune richieste di parere”, si fa presente ai direttori degli Usr che la “procedura straordinaria finalizzata all’immissione in ruolo del personale docente nella scuola secondaria di I e II grado di cui al D.D. 23 aprile 2020 n. 510” comporta il riconoscimento dell’abilitazione all’esercizio della professione docente. La posizione del ministero fa però anche riferimento alle “modifiche introdotte dall’art. 59 del D.L. 25 maggio 2021 n. 73 convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106” e “introdotto dalla legge 30 dicembre 2021, n. 234” che nell’attuale formulazione prevede che i posti comuni e di sostegno, residuati all’esito delle immissioni in ruolo disposte per effetto della procedura di cui al comma 4 della medesima disposizione, vengano destinati, sino al 15 marzo 2022, alle immissioni in ruolo, con decorrenza giuridica ed economica al 1 settembre 2022, dei soggetti inseriti nelle graduatorie di merito di cui all’articolo 1, comma 9, lettera b) del D.L. n. 126/2019, pubblicate dopo il 31 agosto 2021 ed entro il 31 gennaio 2022”.Alla luce del mutato quadro normativo, pertanto, il ministero ora ritiene di dover “riconoscere l’abilitazione all’insegnamento al ricorrere di una serie di ulteriori condizioni: inserimento nelle graduatorie di merito, di cui all’articolo 1, comma 9, lettera b), del D.L. n. 126/2019, come integrate secondo quanto disposto dall’art. 59, comma 3, del D.L. 73/2021, pubblicate nell’anno scolastico 2020/21 e titolarità, nel corrente anno scolastico 2021/2022, di un contratto di docenza a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche presso una istituzione scolastica del sistema nazionale di istruzione, ferma restando la regolarità contributiva”.Una secondo condizione è quella dell’inserimento “nelle graduatorie di merito, di cui all’articolo 1, comma 9, lettera b), del D.L. n. 126/2019, come integrate secondo quanto disposto dall’art. 59, comma 3, del D.L. 73/2021, pubblicate nel corrente anno scolastico 2021/2022 e titolarità, nell’anno scolastico 2020/2021, di un contratto di docenza a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche presso una istituzione scolastica del sistema nazionale di istruzione, ferma restando la regolarità contributiva”. Infine, il ministero dell’Istruzione ha dato il via libera all’inserimento nelle “graduatorie di merito di cui all’articolo 1, comma 9, lettera b) del D.L. n. 126/2019, come integrate secondo quanto disposto dall’art. 59, comma 3, del D.L. 73/2021, pubblicate nel corrente anno scolastico 2021/2022 e titolarità, nel corrente anno scolastico 2021/2022, di un contratto di docenza a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche presso una istituzione scolastica del sistema nazionale di istruzione, ferma restando la regolarità contributiva”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore del polmone

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

E’ ancora la principale causa di morte per cancro nel mondo. Circa l’85% dei casi sono classificati come tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC), di cui l’adenocarcinoma è il sottotipo istologico più comune. L’introduzione dei moderni approcci di immunoterapia, che mirano a riattivare le cellule del sistema immunitario contro le cellule neoplastiche, ha iniziato a cambiare il panorama terapeutico per diversi tipi di tumore. Tuttavia, il tasso di risposta è ancora basso e solo il 20-30% dei pazienti beneficiano dei trattamenti di immunoterapia. Il risultato ancora modesto è dovuto a meccanismi di resistenza in parte dipendenti dalle caratteristiche intrinseche delle cellule tumorali, in parte legate al microambiente che circonda il tumore stesso. Nell’importante studio dell’Università Sapienza e dell’Istituto Regina Elena, i ricercatori hanno esplorato proprio il microambiente tumorale e le sue componenti essenziali, per identificare nuovi bersagli terapeutici e sviluppare terapie di combinazione. In quest’ ottica i versamenti che nella routine clinica vengono drenati dai pazienti a scopo terapeutico-palliativo, contengono lesioni metastatiche facilmente accessibili con metodi non troppo invasivi. Sono inoltre utili per studiare in laboratorio le interazioni tra cellule all’interno del microambiente tumorale, assai più difficili da osservare in altri tipi di contesti metastatici. L’arruolamento dei pazienti è stato possibile grazie ad uno studio multicentrico e alla preziosa collaborazione delle Divisioni di Chirurgia Toracica e la Pneumologia presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria Sant’Andrea ed il Policlinico Umberto I (Sapienza Università di Roma), dirette rispettivamente da Erino Angelo Rendina, Alberto Ricci e Federico Venuta, e dell’Unità di Chirurgia Toracica dell’IRE, diretta da Francesco Facciolo. Grazie a Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro, che ha sostenuto lo studio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Inquinamento e salute

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Roma domenica 5 giugno, il prof. Aldo Ferrara, docente all’Università di Siena presenta il “Trattato Italiano di Medicina d’Ambiente”, un’opera che vede la collaborazione di Docenti di 14 Università italiane e straniere (tra cui Londra e Ottawa) e di esperti di Enti di Ricerca come l’ISPRA e l’ACoS, Agenzia di Roma. L’opera, edita da SEU-Società Editrice Universo di Roma, offre una trattazione sistematica della “Questione Ambientale” in tutti suoi aspetti e traccia le possibili soluzioni; attraverso una chiave di lettura multidisciplinare – Chimica, Clinica, Urbanistica, Mobilità Urbana e Giurisprudenza – il Trattato cerca di individuare le cause del dissesto ambientale dell’aria, del suolo, delle acque; indirizzare la public policy verso misure di prevenzione delle malattie delle Comunità; accertare le eventuali responsabilità e applicare le sanzioni con stretto allineamento agli ordinamenti Europei, regolati dal TUE e dal TFUE. Il Trattato è articolato in due Tomi. Il primo, di 800 pagine corredato di 50 Capitoli, è già sugli scaffali, mentre il secondo è in fase di editing e se ne prevede l’uscita a fine anno. L’opera consta dell’apporto di Esperti che da anni si occupano di questione ambientale, con metodologia interdisciplinare fondata sull’obiettività scientifica, talvolta anche oltre miti e false certezze. Un esempio per tutti: l’idea, consolidata nella pubblica opinione, che le città più inquinate siano le metropoli e che lo smog leda solo l’Apparato Respiratorio. Spiega il curatore, Professor Ferrara: «La verità è che le aree più inquinante sono i piccoli centri, laddove un trasporto pubblico locale insufficiente porta a un uso più intensivo dei mezzi privati evocando alti livelli di smog, una delle principali cause di ictus o infarto». Per non parlare dell’inquinamento nascosto nella nostra quotidianità, dietro a prodotti spesso patinati grazie all’immagine offerta dal marketing: «Ogni giorno si acquistano merci che contengono additivi nelle materie plastiche, come ad esempio gli ftalati, che rappresentano dei potenti inquinanti ambientali in grado di procurare danni clinici significativi».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pulmonary embolism in an emergency patient with cardiorespiratory manifestations”

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Pavia. 9 giugno (12:00-13:00) in Cascina Cravino AULA B Sede del master: Via Bassi, 21. Sarà tenuto dal Dott. Luciani. Il seminario tratterà il tema dello sviluppo di una rete bayesiana per eseguire la diagnosi di 129 disturbi cardiopolmonari acuti di pazienti ricoverati in pronto soccorso, in un campione di dati raccolti dall’ ospedale di Bergamo. Nello studio la struttura causale è stata perfezionata per ottenere previsioni diagnostiche precise. Dal punto di vista medico, il metodo permette la valutazione sistematica di diagnosi remote, possibilmente trascurate mentre da un punto di vista metodologico, viene affrontato il trattamento dei valori mancanti molto spesso presenti quando si analizzano dati da cartelle cliniche. Per quanto riguarda le sfide IT, queste erano legate all’onere dell’acquisizione di conoscenze da parte di esperti, nonché al conflitto derivante dalle diverse fonti di informazioni sfruttate.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Don’t Steal our Sunlight

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

Milano 07-12.06.2022 H10:00-20:00 Casa degli Artisti Via Tommaso da Cazzaniga angolo Corso Garibaldi 89/. L’obiettivo dell’opera consiste nel decostruire e ricostruire il processo creativo, mostrando la possibilità di dare vita a una nuova narrativa enfatizzando le conseguenze dei cambiamenti climatici. Queste nuove visioni avvengono tramite la personificazione dei cambiamenti climatici, tra cui lo scioglimento dei ghiacciai e la desertificazione, attraverso due tecniche di produzione tessile differenti e l’inserimento di effetti speciali nel video – nel quale i dati su questi cambiamenti vengono tradotti in elementi visivi. Anche le/i partecipanti a loro volta diventano attivi nel processo di produzione, nel valore e nel raggiungimento di un risultato. Rafael Kouto terrà un workshop durante il quale la tecnica del ‘Melt and dye’ permetterà alle/ai partecipanti di tingere i tessuti e i propri capi d’abbigliamento attraverso lo scioglimento di sculture di ghiaccio contenenti colorante tessile. Partecipazione gratuita in qualsiasi momento durante la durata del workshop. Si prega di portare i propri vestiti da tingere. Rafael Kouto (1990, Lucerna) è un fashion & textile designer e ricercatore, di origini svizzero-togolesi, in metodi di upcycling e strategie sostenibili con una particolare attenzione all’open source ed all’artigianato. Ha studiato Fashion Design presso FHNW di Basilea, conseguendo un MA in Fashion Matters presso il Sandberg Institut di Amsterdam. Ha svolto diverse esperienze lavorative da Alexander McQueen, Maison Margiela, Carven ed Ethical Fashion Initiative.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

European shipowners and T&E warn proposed EU shipping law could do more harm than good

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2022

ECSA e il gruppo verde Transport & Environment (T&E) hanno unito le forze per invitare i paesi dell’UE e i membri del Parlamento europeo a introdurre le modifiche necessarie alla proposta di regolamento marittimo FuelEU, con l’obiettivo di allinearlo alla legge sul clima dell’UE e agli obiettivi dell’accordo di Parigi. ECSA e T&E avvertono che la proposta della Commissione non è all’altezza degli ambiziosi obiettivi che si vogliono raggiungere e non tiene conto delle responsabilità di altre parti interessate, come i fornitori di carburante. Se adottata nella sua forma attuale, la proposta potrebbe fare più male che bene alle ambizioni climatiche del trasporto marittimo. ECSA e T&E sostengono obiettivi più ambiziosi per l’adozione di carburanti più puliti da parte delle compagnie di navigazione e dei fornitori di carburante. Le responsabilità dei fornitori di carburante sono essenziali per raggiungere questi ambiziosi obiettivi normativi. ECSA e T&E chiedono pertanto l’introduzione di severi requisiti per gli Stati membri nell’ambito della FuelEU Maritime per garantire che i fornitori di carburante nei porti europei forniscano carburanti conformi alle navi in ​​quantità sufficienti per soddisfare gli obiettivi normativi. Le due organizzazioni sostengono anche che i proventi generati dal sistema ETS dell’UE e dal FuelEU Maritime vengano destinati per facilitare la transizione energetica del settore e contribuire a colmare il differenziale di prezzo tra i combustibili convenzionali e quelli alternativi sostenibili e scalabili, anche attraverso i contratti per differenza sul prezzo del carbonio.Gli armatori europei e T&E chiedono anche l’introduzione di un moltiplicatore elevato per l’uso di combustibili marini sostenibili e scalabili ai sensi del regolamento marittimo FuelEU, al fine di renderli competitivi in ​​termini di costi rispetto ad altre alternative. “La proposta dell’UE sui carburanti per lo shipping ha il potenziale per portare la rivoluzione delle energie rinnovabili nel settore marittimo. Ma l’attuale proposta della Commissione rischia di fare più danni che benefici. Per cogliere questa opportunità storica, il Parlamento europeo e gli Stati membri dovrebbero allineare gli obiettivi normativi di FuelEU con l’accordo di Parigi, la legge sul clima dell’UE e altri impegni internazionali e incorporare nella legge incentivi che promuovono combustibili sostenibili e scalabili come l’idrogeno verde”, ha affermato Faig Abbasov, T&E’s Direttore del programma di spedizione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »