Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 5 giugno 2022

Ucraina: Rojc (Pd), difendere nave Cosulich da esproprio russo

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

“Pur comprendendo il difficilissimo periodo e la situazione di guerra in cui l’Ucraina purtroppo ancora è trascinata, auspico sia possibile da parte della Farnesina porre in atto qualche forma di intervento a difesa di una nave di proprietà italiana, ancorché battente bandiera maltese, e per difendere allo stesso tempo il lavoro e le aspettative di coloro, lavoratori della nostra nazione e del Friuli, che dipendono dal trasporto delle bramme di ferro, elemento quanto mai significativo dell’economia di San Giorgio di Nogaro e di tutto l’indotto che produce”. Lo scrive la senatrice Tatjana Rojc (Pd) in una lettera al ministro degli Affari esteri Luigi Di Maio, a proposito della situazione della nave Tzarevna, proprietà della Vulcania società controllata dalla Fratelli Cosulich Group, che è ancorata a Mariupol e rischia di essere nazionalizzata dalla filorussa autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk.“Allo scoppio della guerra – ricorda la senatrice – non è più potuta uscire dal porto, pur essendo ormai pronta a lasciare gli ormeggi e dirigersi verso il porto di Monfalcone, con a bordo il carico di bramme di ferro destinate ai laminatoi di San Giorgio di Nogaro”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Corsi di sostegno per 25mila docenti

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Con il mese di giugno entrano nel vivo le prove di accesso al VII ciclo del TFA Sostegno con 25.874 posti da assegnare per specializzarsi in didattica speciale nelle classi con alunni disabili: nei giorni scorsi sono terminate le prove preselettive (anche se alcuni sono stati esentati, soprattutto nell’infanzia e primaria) in tutti i gradi scolastici e, come prevede il Decreto ministeriale 33 del 31 marzo scorso, a breve in questo mese si svolgeranno le prove scritte e quella conclusiva orale, con date che variano a seconda degli indirizzi della specializzazione. I corsi, salvo indicazioni di ogni singolo ateneo, torneranno a svolgersi in presenza all’interno dei locali predisposti delle Università organizzatrici: a stabilirlo, qualche settimana fa, sono stati direttamente i responsabili dei corsi specializzanti in accordo con il ministero dell’Istruzione.Il problema rimane quello dell’esagerato numero di cattedre vacanti di sostegno presenti in tutte le Regioni, anche al Sud: solo in Calabria risultano oltre 7mila posti vacanti; anche in Puglia si conteggiano altri 6.501 posti senza titolare La verità è che servirebbero posti aggiuntivi in molte regioni. “Rimaniamo sconcertati per l’esiguità dei posti banditi rispetto alle effettive necessità – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ancora di più perché le norme in vigore prevedono di allestire corsi di specializzazione con una quantità di corsisti equivalente alle cattedre di cui hanno bisogno le nostre scuole”.“Quando tutto questo lo abbiamo fatto presente nelle edizioni passate dei Tfa, sempre organizzati con pochi posti e pure maldistribuiti (clamoroso il caso del Piemonte ed in generale del Nord Italia), i giudici ci hanno dato ragione. Per questo motivo, rimaniamo convinti che chiunque sarà escluso dalle prove preselettive potrà presentare ricorso con il nostro sindacato e così inserirsi per frequentare il Tfa specializzante”, conclude il sindacalista Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Si allarga l’asse contro il decreto di riforma del reclutamento

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

L’azione del sindacato comincia a fare breccia in Parlamento: è di oggi l’appello dell’on. Luigi Gallo, vice presidente del Gruppo parlamentare M5S della Camera, perché le Camere fermino l’approvazione del Decreto Legge n. 36, nella parte relativa alla scuola, con cui il Governo intende cambiare in peggio il reclutamento e la formazione permanente degli insegnanti. La stessa presentazione di oltre 300 richieste di modifica del testo, pervenute alla 1ª commissione (Affari Costituzionali) e 7ª (Istruzione pubblica, beni culturali) del Senato, sono sinonimo del malessere generalizzato verso una riforma inutile e dannosa. L’on. Gallo, subito dopo avere incontrato una delegazione dei sindacati che l’altro ieri hanno scioperato e manifestato contro il D.L. n. 36, stamane si è rivolto al Partito democratico chiedendo di non fare “tagli nella scuola”, ma di continuare la politica del taglio delle classi pollaio, perchè “gli studenti hanno già pagato un prezzo troppo alto”. “Prendiamo atto – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – che le nostre richieste sono state recepite da una parte dei politici che reggono anche la maggioranza parlamentare. Approvare questo decreto legge sul nuovo reclutamento allontanerebbe ancora più l’Italia dalle indicazioni che arrivano da Bruxelles e dalle sentenze di Lussemburgo sul precariato da combattere, non di certo da conservare come invece continua a fare il nostro Paese. Inoltre, se si vogliono premiare i docenti perché insegnano, allora si cominci a dare loro una retribuzione degna di questo nome, senza dimenticare di assegnare la Carta docente ai precari e come ha stabilito di recente la Corte di Giustizia Europea. La verità è che la formazione deve essere garantita a tutti precari e di ruolo, docenti, educatori e Ata, ovviamente retribuita e svolta in orario di servizio: approvando i nostri emendamenti, tutto questo si potrebbe realizzare fornendo così – conclude Pacifico – le risposte alla scuola che il nostro Governo continua ad eludere”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale scolastico: Le norme che regolano l’accesso alla pensione vanno cambiate

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Su questo tema, ANIEF afferma che “da quota 96 in vigore fino a qualche anno fa si sta andando verso quota 120 e forse più. È inammissibile, ancora oggi in Germania si ha diritto all’assegno di quiescenza con soli 27 anni di contributi e senza riduzioni”. Nella maggior parte dei Paesi europei i requisiti richiesti sono decisamente più bassi: in Francia, ad esempio, l’età minima di pensionamento pur essendo stata innalzata è comunque stata fissata a 62 anni, mentre ci sono altri Paesi – come Polonia e Cipro – dove l’età minima per lasciare il lavoro in cambio di una pensione piena al completamento del numero di anni di servizio svolti, senza decurtazione, è fissata a 55 anni. In molti altri paesi, come Belgio, Danimarca, Irlanda, Grecia, Spagna e Lussemburgo, allo stesso modo, è possibile ottenere una pensione piena al completamento del numero di anni di servizio richiesti.Sul fronte degli organici abbiamo assistito alla riduzione di 15 posti a seguito della previsione di collocamento a riposo, a decorrere dal 1° settembre 2022, di un pari numero di assistenti amministrativi facenti parte della dotazione organica aggiuntiva di 110 posti ed al decremento di 31 posti registrato nel profilo di Dsga.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Consulenti del Lavoro firmano il Patto per l’Export

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Le competenze dei Consulenti del Lavoro a supporto del Patto per l’Export grazie alla firma del protocollo da parte del Consiglio nazionale dell’Ordine. La strategia per il rilancio delle esportazioni, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale insieme a numerosi altri Dicasteri, la Cabina di Regia per l’Italia internazionale e rappresentanti del mondo imprenditoriale italiano, ha già portato a investire 7,2 miliardi di euro, facendo superare i 500 miliardi di euro al volume generato dall’export italiano. «In questa fase di transizione per il mondo del lavoro, abbiamo ritenuto fondamentale aderire a questo progetto sinergico di supporto alla ripartenza delle imprese, di cui condividiamo principi ispiratori e pilastri attuativi» ha affermato la Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone a margine della firma. La Categoria rappresenterà un elemento di connessione della strategia verso quel milione e mezzo di aziende clienti per le quali potrà operare tanto nell’informazione delle opportunità messe a disposizione dal Patto per l’Export quanto nell’affiancamento di imprese e lavoratori attraverso la formazione. «Con la firma di oggi – ha continuato la Presidente ‒ garantiamo al progetto le competenze dei Consulenti del Lavoro per aumentarne ancora l’efficacia e la pervasività, soprattutto verso le piccole e medie imprese che assistiamo quotidianamente».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumatori e imprese: il rapporto con l’assistenza clienti nel settore energia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

“Parlare di centralità del consumatore vuol dire ridurre il gap tra aziende e desideri dei consumatori, non basta affidarsi ai big data ma i brand devono ricominciare a dialogare con i consumatori in carne e ossa in un ascolto aumentato, arricchito cioè da onestà, proattività ed etica dei dati”, è quanto dichiara Massimiliano Dona, Presidente di Unione Nazionale Consumatori, presentando alcuni dati sul rapporto tra consumatori e imprese emersi da una survey lanciata tra i membri della sua community Instagram. Cosa fare per migliorare? Completezza delle informazioni, gentilezza, call center gratuito, ma anche bollette più trasparenti e modalità di comunicazione smart: sono alcune delle risposte dei consumatori che hanno partecipato al sondaggio. Non riuscire a parlare con il proprio operatore o non avere una risposta esaustiva è l’aspetto che più innervosisce gli utenti del mercato di luce e gas, settore sicuramente più complicato di altri, ma su cui si riscontrano sempre numerose lamentele. Secondo l’instant survey sui social di Massimiliano Dona, per contattare il servizio clienti: il 42 per cento dei consumatori predilige il telefono, staccato il 27% che preferisce mandare un’email e il 16% scrive attraverso la chat, quasi a pari merito con il negozio fisico. “Il digitale ci mette a disposizione molti strumenti di dialogo e ascolto, ma è fondamentale leggere small data, cioè i reclami inespressi, le informazione sopite attraverso i quali le aziende possono davvero mettere il consumatore al centro e rispondere ai suoi desideri, anche quelli ancora inespressi”, conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Stenosi aortica

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

L’intervento di sostituzione della valvola aortica dovrebbe essere eseguito prima di quanto abitualmente si faccia nelle persone che presentano una stenosi di tale valvola, secondo una nuova ricerca pubblicata su Open Heart. «Stiamo parlando di una delle valvulopatie più comuni e gravi, causata da un restringimento dell’apertura della valvola aortica. Una volta che i pazienti sviluppano sintomi come affanno o dolore toracico, le linee guida raccomandano di sostituire la valvola ristretta. Ma molti pazienti con stenosi aortica non hanno sintomi anche quando hanno un grave restringimento della valvola e quindi non sono teoricamente ancora idonei alla sostituzione» spiega Vassilios Vassiliou, del Norfolk and Norwich University Hospital, e della Norwich Medical School, University of East Anglia (Regno Unito), autore senior dello studio. I ricercatori hanno cercato di comprendere se fosse meglio eseguire un intervento chirurgico per sostituire la valvola prima dello sviluppo dei sintomi, e per questo hanno effettuato una revisione sistematica e una metanalisi, confrontando l’intervento precoce con la gestione conservativa nei pazienti con stenosi aortica grave asintomatica. Hanno analizzato i dati di tutti gli studi disponibili, per un totale di 3.798 pazienti coinvolti. Ebbene, gli esperti hanno scoperto che un intervento precoce, effettuato quindi prima che i pazienti manifestino sintomi, è associato a un minor rischio di decesso e di ricovero in ospedale per insufficienza cardiaca. Gli autori ritengono che quando i pazienti sviluppano i sintomi è probabile che ci sia stato ormai un danno irreversibile al muscolo cardiaco. Questo fatto a sua volta può causare una prognosi peggiore ed esiti avversi anche dopo un intervento effettuato con successo, e quindi il tempismo nell’intervento sulla valvola aortica è cruciale. «Ci auguriamo che i nostri risultati possano annunciare l’inizio di un cambiamento nella gestione dei pazienti con stenosi aortica, consentendo un maggior numero di interventi su persone ancora asintomatiche» concludono i ricercatori. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Concorso nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Roma. Si terrà mercoledì 8 giugno, alle ore 11.00, presso l’Aula Magna “Bruno Zevi” della Facoltà di Architettura di Valle Giulia (via Antonio Gramsci – 53), la cerimonia di premiazione della decima edizione del concorso nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”. Il concorso è promosso da FIABA Onlus e dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. L’iniziativa, patrocinata dal Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, dall’ANCI, dalla Cassa Geometri, dall’UNI – Ente Italiano di Normazione, è stata realizzata grazie al sostegno di GEOWEB SpA, KONE, Topcon Positioning Italy Srl e Vittorio Martini 1866.Nelle dieci edizioni del concorso “I futuri geometri progettano l’accessibilità” sono stati presentati 240 progetti di abbattimento barriere architettoniche su tutto il territorio nazionale, con oltre 400 istituti coinvolti nell’iniziativa e più di 6000 studenti e studentesse che hanno imparato a progettare in maniera accessibile.La cerimonia di premiazione sarà aperta da un videomessaggio del Ministro per le disabilità Erika Stefani e di Giusy Versace, deputata e componente della XII Commissione Affari Sociali. A seguire interverranno: Giuseppe Trieste, Presidente di FIABA Onlus; Maurizio Savoncelli, Presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati; Marco Nardini, Presidente GEOWEB SpA; Giorgio Fermanelli, Accessibility Segment Manager KONE; Lorenza Rabuffo e Riccardo Rabuffo, Vittorio Martini 1866.Protagonisti della giornata saranno gli studenti e le studentesse degli istituti tecnici, settore Tecnologico, indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio che, nell’intento di migliorarne la fruibilità, hanno individuato un’area della loro città e ne hanno curato gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche o di riqualificazione urbana.Sarà possibile seguire la diretta sul canale YouTube di FIABA Onlus.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jewels Online: The London Edit

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

LONDON – Christie’s presents Jewels Online: The London Edit, open for bidding from 6 to 16 June. The auction features a beautiful array of jewellery ranging from the early 19th century to present day, including a spectacular antique natural pearl and diamond brooch, alongside signed jewels from notable houses such as Garrard, Cartier, Van Cleef & Arpels, Harry Winston, Hemmerle and Bulgari. A pair of Graff diamond earrings, donated by J.K. Rowling, will be offered to benefit her children’s charity Lumos. The jewels will be on view at Christie’s King Street from the 7 to 15 June. The auction opens with a pair of impressive Graff diamond ‘Waterfall’ earrings (estimate: £30,000 – 50,000), offered on behalf of J.K. Rowling to benefit her children’s charity Lumos. The earrings will be presented with a signed edition of J.K. Rowling’s 2021 bestseller The Christmas Pig, in which a pair of diamond earrings feature, and a sealed personal message from the author to the successful buyer. Lumos is an international charity fighting for every child’s right to a family by transforming care systems around the world, working to end institutionalisation. Founded by J.K. Rowling in 2005 and named after the light giving spell in Harry Potter, Lumos sheds light on the root causes of family separation — poverty, conflict and discrimination — and demonstrates that children can safely be reunited with families.Further highlights of the auction include a late 19th century pearl and diamond brooch (estimate: £70,000 – 90,000) dating to the 1880s, alongside a striking Art Deco ruby and diamond bracelet (estimate: £40,000 – 60,000), demonstrating the bold geometric designs of this defining era in jewellery.A beautiful offering of signed jewels feature a Van Cleef & Arpels diamond ‘Ludo Hexagone’ bracelet (estimate: £30,000 – 40,000), circa 1940, alongside a diamond necklace by Garrard showcasing a pear-shaped diamond of 4.78 carats (estimate: £170,000 – 220,000). A fancy intense yellow diamond ring of 12.56 carats by Ritz (estimate: £120,000 – 150,000) will also be presented.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Annie Ernaux: Le jeune homme

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Collection Blanche, Gallimard. En quelques pages, à la première personne, Annie Ernaux raconte une relation vécue avec un homme de trente ans de moins qu’elle. Une expérience qui la fit redevenir, l’espace de plusieurs mois, la « fille scandaleuse » de sa jeunesse. Un voyage dans le temps qui lui permit de franchir une étape décisive dans son écriture. Ce texte est une clé pour lire l’œuvre d’Annie Ernaux — son rapport au temps et à l’écriture. 48 pages, 118 x 185 mm Genre: Romans et récits Catégorie > Sous-catégorie : Littérature française > Mémoires et autobiographies Époque : XXe-XXIe siècle

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Louis-Ferdinand Céline: Guerre

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Édition de Pascal Fouché. Avant-propos de François Gibault Collection Blanche, Gallimard. Parmi les manuscrits de Louis-Ferdinand Céline récemment retrouvés figurait une liasse de deux cent cinquante feuillets révélant un roman dont l’action se situe dans les Flandres durant la Grande Guerre. Avec la transcription de ce manuscrit de premier jet, écrit quelque deux ans après la parution de Voyage au bout de la nuit (1932), une pièce capitale de l’œuvre de l’écrivain est mise au jour. Car Céline, entre récit autobiographique et œuvre d’imagination, y lève le voile sur l’expérience centrale de son existence : le traumatisme physique et moral du front, dans l’« abattoir international en folie ». On y suit la convalescence du brigadier Ferdinand depuis le moment où, gravement blessé, il reprend conscience sur le champ de bataille jusqu’à son départ pour Londres. À l’hôpital de Peurdu-sur-la-lys, objet de toutes les attentions d’une infirmière entreprenante, Ferdinand, s’étant lié d’amitié au souteneur Bébert, trompe la mort et s’affranchit du destin qui lui était jusqu’alors promis. Ce temps brutal de la désillusion et de la prise de conscience, que l’auteur n’avait jamais abordé sous la forme d’un récit littéraire autonome, apparaît ici dans sa lumière la plus crue. Vingt ans après 14, le passé, « toujours saoul d’oubli », prend des « petites mélodies en route qu’on lui demandait pas ». Mais il reste vivant, à jamais inoubliable, et Guerre en témoigne tout autant que la suite de l’œuvre de Céline. 192 pages, ill., 140 x 205 mm Genre : Romans et récits Catégorie > Sous-catégorie : Littérature française > Romans et récits Époque : XXe siècle

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Less overfishing, but further efforts to protect marine resources needed

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

The Commission published its Communication “Towards more sustainable fishing in the EU: state of play and orientations for 2023” giving an annual review of EU’s fisheries management and outlining priorities ahead for 2023. The figures, as assessed by independent scientific agencies, show that conservation efforts are further bearing fruit and the EU fisheries policy has been delivering in reducing overfishing in European waters. At the same time, further efforts are still needed to protect marine resources, both through maintaining high levels of ambition within the EU and by striving to achieve the same high standard in the work with non-EU countries, like Norway, UK and the Coastal States. The stocks in northeast Atlantic areas are, on average, within levels that deliver the highest sustainable yields into the future (called ‘maximum sustainable yield’, or MSY). For the Mediterranean, the situation has further improved but there is still a long way to go. In the Baltic Sea, due to eutrophication, low oxygen levels in the water are hindering the normal growth and reproduction of fish and protective measures have been put in place.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Why the war in Ukraine has raised the risk of nuclear conflict

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Vladimir Putin launched his invasion of Ukraine 102 days ago by threatening countries tempted to interfere with consequences “such as you have never seen in your entire history”. Russian television has since tantalised viewers with chit-chat about nuclear Armageddon. The moral revulsion that restrains the use of nuclear weapons has been weakening. Weapons are proliferating. As memories of Hiroshima and Nagasaki fade, there is insufficient alarm at the prospect of how hard it will be to keep the peace if many states have a bomb. The invasion of Ukraine adds to this malaise. Russia is unlikely to use a nuclear weapon in Ukraine. But Mr Putin’s threat has prompted NATO to limit the support it is prepared to offer the government in Kyiv. Some have warned that inflicting a defeat on Russia could back its president into a corner with devastating consequences.One implication of this is that vulnerable states that see the world through Ukraine’s eyes may feel that the best defence against a nuclear-armed aggressor is to have weapons of their own. The other is that nuclear-armed states may believe that they can gain by copying Mr Putin’s tactics. One day someone somewhere will surely turn their threat into reality. That must not be this war’s devastating legacy. By Zanny Minton Beddoes Editor-in-chief The Economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Robeco: Anche i titoli di stato possono dare soddisfazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

A cura di Bob Stoutjesdijk, Strategist e Portfolio Manager Global Macro Fixed Income di Robeco. Al 10 maggio, il benchmark Global Aggregate fixed income registrava un rendimento annuo del -12,1%, con molti mercati sottostanti del reddito fisso che hanno subito perdite ancora più significative. Nemmeno le asset class con copertura della duration si sono rivelate, come molti sostenevano, la panacea all’inasprimento della politica della Federal Reserve, con rendimenti dell’investment grade in euro (rispetto ai titoli di stato) da inizio anno pari a -3,25% e dell’high yield in euro a -5,78%. Evidentemente cicli di inasprimento della politica monetaria rapidi, inattesi dal consenso e che per di più comportano una riduzione dei bilanci delle banche centrali, sono generalmente meno favorevoli per i prodotti a spread rispetto ai periodi di bassa volatilità dei tassi d’interesse e di quantitative easing. I titoli di Stato, nonostante la loro performance storicamente negativa, sono quindi i migliori tra i settori meno performanti nel panorama del reddito fisso. Tuttavia, tutto ciò è relativo.Oggi sul mercato ci sono opinioni divergenti ben articolate sulla questione secolare, e l’esito del dibattito è tutt’altro che scontato: i fattori demografici e i flussi di capitale internazionalizzati prevalenti negli ultimi decenni, a partire dagli anni ’80, continueranno a offrire un vento di coda benevolo? Oppure potremmo entrare in un regime di inflazione più impegnativo, simile a quello del periodo 1965-1981? Con i rendimenti obbligazionari vicini alla parte superiore del loro canale quarantennale di tendenza al ribasso – e vicini ai picchi di rendimento del 2018 dell’ultimo ciclo – la domanda è pertinente, ma potrebbe essere utile essere aperti a ogni possibile esito. Per quanto riguarda la seconda domanda, relativa alle prospettive cicliche, riteniamo che la risposta stia iniziando a diventare più chiara.Un numero sostanziale di rialzi è ora prezzato nelle estremità anteriori di molte curve dei titoli di Stato globali. In alcuni mercati sono stati prezzati quasi 250 punti base, se includiamo i rialzi appena comunicati (Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda e Ungheria, ad esempio), altri oltre 150-200 punti base (Corea del Sud, Norvegia, Svezia e persino l’Eurozona).Con queste premesse, la domanda sorge spontanea: fino a che punto l’aumento dei costi di prestito crea la massima sofferenza per l’economia? Se Summers e Domash avessero ragione, bisogna considerare il verificarsi di una recessione entro la fine del 2024. Per analizzare al meglio questa possibilità ci concentriamo su quattro fattori: la performance dei rendimenti della parte anteriore della curva quando le curve dei rendimenti si invertono e i tassi di policy raggiungono il picco, la relazione tra i picchi di inflazione su base annua e i picchi dei rendimenti obbligazionari, la struttura del debito delle economie, in particolare alla luce della crescente “intensità dei tassi d’interesse”, l’andamento dei mercati obbligazionari dopo il penultimo rialzo di ogni ciclo.Per quanto riguarda il primo aspetto, con la curva spot nominale USA 2/10 che si è temporaneamente invertita all’inizio di aprile, la nostra analisi mostra che i rendimenti a 2 anni hanno molte più probabilità di finire al di sotto dei loro forward a 12 mesi tra un anno. In altre parole, un’inversione della curva è un segnale a medio-lungo termine per acquistare la parte anteriore.In secondo luogo, mentre l’inflazione ha continuato a sorprendere il consenso raggiungendo un picco più tardi del previsto e a livelli più elevati, gli effetti base suggeriscono una certa moderazione nella seconda metà di quest’anno, almeno negli Stati Uniti. Se gli effetti base superano le evidenti pressioni al rialzo dei salari e gli effetti secondari, questa metrica suggerisce un potenziale picco dei rendimenti nel corso dell’estateIn terzo luogo, la maggior parte delle economie sviluppate si è indebitata ancora di più negli ultimi anni. Nel 1970 il debito delle famiglie e delle imprese statunitensi ammontava a circa il 45% del PIL. Oggi sono circa l’80% del PIL. Anche il debito pubblico era di poco inferiore al 40% del PIL nel 1970, mentre ora è triplicato fino a raggiungere il 120%. Questo è importante per il calcolo del momento in cui i cicli di rialzo della Federal Reserve si concluderanno, perché l’ammontare del debito fruttifero che deve essere ripagato diventa sostanzialmente più alto.Infine, i rendimenti obbligazionari statunitensi tendono a raggiungere il picco in prossimità del penultimo rialzo dei tassi di ogni ciclo. L’incertezza ex ante offusca la visione attuale, ma l’interazione tra le prospettive di crescita e i progressi sul fronte dell’inflazione sarà probabilmente fondamentale. (abstract by http://www.verinieassociati.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione: il tasso su base annua raggiunge quota +6,9%

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

A maggio l’inflazione accelera al 6,9%: il valore più alto dal 1986. Da ben 36 anni i prezzi non conoscevano una crescita così elevata, che peserà in maniera determinante sulle famiglie e sull’intero sistema economico.Con il tasso di inflazione a questi livelli le ricadute per ogni famiglia, in termini annui, saranno di 2.056 Euro.Una cifra insostenibile, specialmente per i redditi medio bassi, che già da mesi sono costretti a tagliare i propri consumi, persino quelli di energia e nel settore alimentare. Secondo le rilevazioni dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, diminuisce di oltre il 16% il consumo di carne e pesce (visti i forti rincari soprattutto della carne, dovuti ai maggiori costi sostenuti per l’allevamento), si scelgono verdure e ortaggi più convenienti, si evita sempre più spesso di mangiare fuori casa. Anche le spese per la cura della persona e la salute sono fortemente intaccate dalla crisi. Alla luce di tale andamento sono sempre di più le famiglie che sceglieranno di rinunciare alle vacanze estive, o di optare per soluzioni low cost presso amici e parenti.“Da mesi non ci stanchiamo di dare l’allarme su una situazione che peggiora di giorno in giorno, sollecitando il Governo ad intervenire in maniera più determinata e incisiva a favore delle famiglie, specialmente quelle che si trovano in maggiore difficoltà.” – afferma Michele Carrus Presidente di Federconsumatori. “Ora non c’è più tempo da perdere: è urgente correre ai ripari e adottare misure utili a ridurre povertà, anche in campo alimentare ed energetico, nonché le gravi disuguaglianze che aumentano nel Paese.”Per questo, come annunciato ieri, il 10 giugno le Associazioni dei Consumatori scenderanno in piazza con la protesta delle Pentole vuote, contro il caro vita, per denunciare l’insostenibilità dell’attuale situazione e per rivendicare a gran voce un intervento teso a calmierare gli aumenti, specialmente nel settore energetico, insieme ad una seria azione di contrasto alle inaccettabili speculazioni in atto.Rinnoviamo l’invito ai cittadini ad aderire numerosi alle iniziative che si terranno nelle principali piazze italiane il 10 giugno: sulla pagina dell’evento https://fb.me/e/b5NiEHZ6G è possibile consultare la mappa dei presidi. A Roma l’appuntamento è alle 11:00 a Piazza SS. Apostoli.In tale occasione ribadiremo al Governo e ai Prefetti le nostre proposte per arginare gli aumenti e rendere sostenibile per le famiglie la complessa fase economica che stiamo attraversando.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »