Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 6 giugno 2022

RFI: al via le attività di ripristino della linea AV Roma – Napoli

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Sono iniziate le prime attività di ripristino della funzionalità del tratto di linea ad alta velocità Roma – Napoli, nei pressi di Roma Prenestina, dove venerdì 3 giugno la locomotiva di coda di un treno AV è sviata, restando in posizione verticale, ma arrestando la corsa del convoglio e arrecando alcuni danni all’infrastruttura.Le attività prendono il via dopo la comunicazione di dissequestro dell’area da parte dell’Autorità giudiziaria. Si stima che in circa tre giorni sarà possibile riavviare la circolazione ferroviaria su entrambi i binari di questo tratto interessato.I treni AV continuano a percorrere gli itinerari alternativi via Formia e via Cassino con allungamento dei relativi tempi di viaggio. È in corso la riprogrammazione del Trasporto Regionale, il cui programma di dettaglio sarà pubblicato nelle prossime ore su tutti i canali di informazione di Trenitalia.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nigeria: Rojc (Pd), strage cristiani è stillicidio tragico

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

“Un dolore che si rinnova quando abbiamo smesso di pensarci, è uno stillicidio tragico. La strage dei cristiani nigeriani mentre erano raccolti in preghiera è l’espressione di una violenza assurda che ci trascina in guerre di religione e di civiltà la cui logica va rifiutata e fermata con ogni mezzo. L’intolleranza religiosa oggi è uno strumento di aggressione che serve ad altri fini, e là bisogna incidere”. Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc (Pd) a proposito dell’attacco, portato da uomini armati, che in Nigeria avrebbe causato la morte di 50 persone in una chiesa.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ucraina: Serracchiani, Salvini alimenta brame Putin

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

“Salvini fa il doppio gioco tra Occidente e Putin: è lui che allontana la pace alimentando le brame russe di conquista in Ucraina. Si guardi allo specchio e scoprirà chi sta con chi bombarda gli innocenti, toglie lavoro agli italiani e cibo al mondo. Non certo il Pd, che sta lavorando con Draghi e tutti gli alleati per costringere Putin a trattare e arrivare alla pace. Un politico italiano che lancia messaggi agli Stati Uniti davanti alla base di Aviano si è già schierato per la guerra di Putin e quelle sulla pace sono chiacchiere da campagna elettorale. Il nostro campo è quello dei Paesi liberi, quelli che accolgono i profughi bombardati dai missili russi e difendono le democrazie aggredite. Il campo di Salvini è quello di ‘Russia unita’, dei rubli misteriosi e di quelli da dare a Gazprom”. Lo afferma la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, rispondendo alle accuse del leader della Lega Matteo Salvini, secondo cui “per loro se non bombardi sei uno sfigato”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pubblica amministrazione e innovazione digitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

“Quando abbiamo fatto nascere PagoPa, a crederci eravamo veramente in pochi. Oggi, però PagoPa e l’App Io sono la porta d’accesso dei cittadini alla pubblica amministrazione, strumenti che semplificano la quotidianità dei rapporti tra cittadino e Stato.Sono contenta che le istituzioni continuino a credere ed investire in questi strumenti decisamente innovativi”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, commenta i dati sulle transazioni digitali tramite PagoPa resi noti dal Ministro l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Colao. On. Laura Castelli Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Leave a Comment »

Taormina palcoscenico e capitale delle arti

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Taormina Sabato 18 giugno al Teatro Antico lo spettacolo di gala con la consegna dei Taobuk Award. La serata di gala andrà in onda su Rai Uno il 25 giugno. Una serata di gala e di grande spettacolo al Teatro Antico per premiare le eccellenze: nella letteratura, nella scienza, nel teatro, nel cinema, nell’arte. E fare di Taormina – e della Sicilia – il palcoscenico del Mediterraneo, restituendo alla città il secolare ruolo di capitale della cultura e della bellezza. Una serata-evento che riassume lo spirito dell’intero programma del Taobuk-Taormina International Book Festival (16-20 giugno). Una vocazione al dialogo e una centralità geopolitica che Taobuk promuove allargando il dialogo attraverso un più ampio osservatorio europeo e internazionale in cui trovano spazio le voci più autorevoli del presente. Un confronto corale di arte e pensiero che caratterizza la cinque giorni della manifestazione e trova nel gala la perfetta sintesi. La XII edizione, che in base al tema scelto vuole essere una finestra aperta sulle sfaccettate verità del mondo, culminerà sabato 18 giugno alle 21.30, nella suggestiva cornice della cavea millenaria che ospiterà la cerimonia di consegna dei prestigiosi Taobuk Award, arricchita dagli interventi di artisti di fama mondiale. Durante una serata-evento presentata dal conduttore televisivo e scrittore Massimiliano Ossini e da Antonella Ferrara, ideatrice e direttrice artistica di Taobuk. Nel corso del gala si alterneranno sul palco la cantante Malika Ayane, la soprano Olga Peretyatko, il violinista Alessandro Quarta e Jacopo Tissi, già primo ballerino del Teatro Bolshoi di Mosca, al momento artista ospite del Teatro alla Scala. La colonna sonora sarà affidata all’Orchestra Sinfonica del Teatro Massimo Bellini di Catania, co-produttore musicale dell’evento. Sul podio Gianna Fratta. A ricevere i Taobuk Awards 2022 per l’Eccellenza letteraria saranno due giganti della letteratura, grandi protagonisti di questa edizione del festival: Paul Auster, l’ultimo dei classici americani, autore della celebre Trilogia di New York e di 4321, romanzi che dietro a una quotidianità minimalista aprono squarci metafisici e abissi esistenziali. E Michel Houellebecq, il romanziere, poeta e saggista francese simbolo di un’Europa in cerca di sé stessa, autore capace di tratteggiare scenari cupi e preveggenti, come nel recente Annientare (La Nave di Teseo, 2022). Il Taobuk Award sarà consegnato a Roberto Andò: attore, regista dalla formazione letteraria – fu Leonardo Sciascia, suo mentore, a incoraggiarlo a scrivere –, nella sua lunga carriera ha alternato lavori cinematografici a regie d’opera e teatrali. Durante la serata di gala sarà premiato anche l’attore culto e regista teatrale Toni Servillo: personaggio indimenticabile del film da Oscar di Paolo Sorrentino La grande bellezza e dell’ultimo È stata la mano di Dio, nel corso della sua carriera ha vinto due European Film Awards, quattro David di Donatello, quattro Nastri d’argento, due Globi d’oro, tre Ciak d’oro e del Marc’Aurelio d’Argento per il miglior attore al Festival internazionale del film di Roma.Sarà premiato anche l’astronauta catanese Luca Parmitano, il primo italiano in assoluto al comando della Stazione spaziale internazionale a effettuare sei ore e sette minuti di passeggiata spaziale, nel luglio 2013. E ancora il duo comico Ficarra e Picone: volti noti del cinema e di Striscia la Notizia, proprio al Teatro greco di Siracusa avevano debuttato con Le Rane di Aristofane. Il format Taobuk Gala, nato da un’idea di Antonella Ferrara vede la partecipazione di Gida Salvino, Rossella Rizzi, Paola Miletich, Valerio Callieri e Paola Rosmini. La direzione della fotografia è affidata a Marco Lucarelli, la regia è di Marco Brigliadori, la co-produzione musicale è a cura del Teatro Massimo Bellini di Catania.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’analisi di James Galbraith

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi.“Riusciranno gli Stati Uniti a sopravvivere all’ascesa di un mondo multipolare?” Questa domanda d’importanza strategica non è posta da qualche oppositore della politica Usa, bensì da un importante economista americano, James K. Galbraith. Riflette un dibattito molto ampio in corso negli Usa. E non solo. Galbraith è l’economista dell’Università di Austin in Texas, noto per aver redatto il primo piano legislativo per salvare New York City dalla bancarotta nel 1975. E’ il figlio di John Kenneth Galbraith, stretto collaboratore di molti presidenti americani, a cominciare da F. D. Roosevelt, per il quale durante la seconda guerra mondiale realizzò la politica del controllo dei prezzi. Argomento di cui tanto si discute anche oggi! Alla domanda, formulata in un suo articolo pubblicato dall’Institute for New Economic Thinking, James Galbraith risponde positivamente ma aggiunge, “non senza uno sconvolgimento politico, stimolato da inflazione e recessione e da un mercato azionario in calo nel breve termine e, infine, da richieste di una strategia realistica in sintonia con l’attuale equilibrio di potere globale”. Egli afferma che “finora l’ordine basato sul dollaro è stato sostenuto principalmente dall’instabilità altrove e dalla mancanza di un’alternativa credibile.” Ecco perché i titoli del Tesoro americano sono sempre rimasti il bene rifugio primario, anche nella crisi dei mutui subprime. Oggi il motore economico cinese, sempre più legato alla Russia e all’attrazione gravitazionale della più grande regione demografica, produttiva e commerciale del mondo, rappresentata dall’Unione economica eurasiatica e dall’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, potrebbe diventare la sfida all’ordine internazionale basato sul dollaro. Per Galbraith non è ancora così. Nonostante la Cina sia la più grande nazione commerciale, essa “non svolge né il ruolo finanziario globale né quello di sicurezza e non ha evidenti ambizioni in tal senso”. Egli si aspetta che la Cina lavori per “predisporre meccanismi di pagamento bilaterali o multilaterali, con partner disponibili, che aggirino il mezzo convenzionale del dollaro”. Sarà, però, inevitabile che verrà posta la questione di un’alternativa alla riserva in dollari. Oltre al ruolo dell’oro, emergerà “un asset finanziario internazionale, composto di un insieme ponderato di titoli dei Paesi partecipanti, come per l’Eurobond… Nella realtà dell’Eurasia, ciò significa un’obbligazione basata prevalentemente sulla moneta cinese.” Secondo Galbraith gli esperti Usa hanno una visione della Russia non corretta, ancorata ai tempi di Yeltsin. Egli afferma, con una certa ironia, che “con il sostegno di Cina, Iran, Bielorussia, Kazakistan e la studiata neutralità dell’India, è in fase di creazione un nuovo sistema finanziario internazionale. È la creazione in un certo senso, non della Russia stessa, ma dei principali responsabili politici e dei pensatoi strategici negli Stati Uniti.”. La sua previsione è che “il sistema finanziario basato sul dollaro, con l’euro che funge da junior partner, è probabile che per ora sopravviva. Ma ci sarà una rilevante zona no dollaro, no euro, ritagliata per quei Paesi, che Usa e Ue considerano avversari, in primis la Russia, e per i loro partner commerciali. La Cina fungerà da ponte tra i due sistemi: sarà il punto fermo della multipolarità.“. Se dovessero essere prese dure decisioni nei confronti della Cina, allora una vera e propria divisione del mondo in blocchi isolati, come nella Guerra Fredda, diventerebbe una possibilità. Galbratih conclude la sua analisi avvertendo che “la prossima svolta della stretta finanziaria globale avverrà in Europa, in particolare in Germania, quando le implicazioni degli alti prezzi dell’energia e delle forniture perennemente scarse diventeranno evidenti. La competitività della Germania è legata alle materie prime russe e ai mercati cinesi; i suoi legami politici e finanziari sono con l’Alleanza atlantica. E’ difficile credere che la Germania subordini in modo permanente la sua industria, la sua tecnologia, il suo commercio e il suo benessere generale a Washington e Wall Street. La tensione tra le forze economiche e politiche non può che crescere nel tempo, portandola o verso la deindustrializzazione o verso un nuovo rapporto con l’Est eurasiatico: una nuova Ostpolitik.” Riteniamo che le questioni poste da Galbraith dovrebbero, in verità, sollecitare anzitutto l’Onu in quanto rappresentante di ben 192 Paesi nell’affrontare i problemi, non solo finanziari, che riguardano un nuovo assetto complessivo multipolare.Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Comgest: l’India corre grazie a food e logistica”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

A cura di Bhuvnesh Singh, Gestore azionario Asia ex Japan e India di Comgest. L’India continua a registrare un’inflazione elevata, con l’indice dei prezzi al consumo al 7,0% (6,4% il consensus) a marzo rispetto al 6,1% di febbraio. Il forte aumento dei prezzi globali delle materie prime manterrà probabilmente l’inflazione al di sopra della zona di comfort della Reserve Bank of India (RBI) del 4-6% nei prossimi mesi. Mentre la banca centrale ha mantenuto il tasso repo al 4% in occasione della riunione di aprile, altre misure di liquidità per contenere l’inflazione sono state inasprite, indicando una posizione meno accomodante.Varun Beverages e Adani Ports sono stati tra i titoli più performanti. Varun Beverages ha registrato ottimi risultati, con volumi in crescita del 19% nel trimestre di marzo, grazie all’inizio dell’estate e a una forte richiesta. I nuovi prodotti lanciati dall’azienda negli ultimi anni rappresentano circa il 10% dei volumi totali in India. Nel marzo 2022 Adani Ports ha registrato il più alto carico mensile di sempre (29,16 milioni di tonnellate metriche), con una crescita del 12% su base annua. Nell’anno fiscale 2022, la società ha movimentato il suo carico più alto di sempre, pari a 312 milioni di tonnellate metriche, con una crescita del 26% su base annua. L’azienda ha recentemente concluso l’acquisizione del 100% del terzo porto privato più grande dell’India e ci si aspetta che i miglioramenti in termini di efficienza che ne deriveranno si concretizzino nei prossimi anni.CMS Info Systems è un importante fornitore di servizi di gestione del contante per il settore bancario indiano. La crescita è trainata dall’aumento dell’outsourcing da parte dei partner bancari e da una quota di mercato in crescita per l’azienda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Reddito fisso: il rialzo dei tassi supporta i portafogli bilanciati conservativi

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

A cura di Michele Morra, Portfolio Manager Moneyfarm. Il 2022 è iniziato all’insegna della volatilità, con un’inflazione galoppante e i prezzi dell’energia in aumento. Nei primi tre mesi dell’anno il Pil italiano è cresciuto dello 0,2% annualizzato, meno delle attese e con un deciso rallentamento rispetto ai numeri del 2021. Lato Stati Uniti la situazione non migliora. Stando agli ultimi dati pubblicati dal Dipartimento del Commercio, nel 1° trimestre del 2022, il Pil Usa ha registrato una contrazione dell’1,4%, anche se un segnale positivo arriva dal rafforzamento dei consumi, che segnano un +3,1% dal +2,5% registrato nel quarto trimestre 2021. Per quanto riguarda l’inflazione, la situazione rimane difficile. Secondo le stime degli analisti, l’inflazione complessiva prevista sarà ancora molto elevata nei prossimi mesi, per poi imboccare una strada di discesa lenta verso l’obiettivo, risultando mediamente pari al 6,5% nel 2022, al 3,1% nel 2023 e all’1,9% nel 2024. Il Consiglio direttivo della Bce ritiene infatti probabile che l’inflazione si stabilizzi al suo obiettivo del 2% nel medio termine (temi che saranno approfonditi in vista del meeting di giugno). Da inizio anno le performance registrate su tutti i maggiori indici sono state negative.Concludendo, possiamo notare come i movimenti visti sui tassi d’interesse rappresentino una transizione strutturale: in Europa dopo circa 10 anni di tassi di interesse depressi e politiche monetarie accomodanti, ora vediamo un ritorno dei tassi al rialzo e di politiche monetarie restrittive. A regime, questo consentirà di interpretare il ruolo del reddito fisso governativo europeo in maniera più completa all’interno della costruzione del corretto profilo rischio/rendimento del portafoglio. (abstract) Fonte: http://www.moneyfarm.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Rome Chamber festival”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Roma. Dal 26 Giugno 2022 al 29 Giugno 2022 quattro imperdibili appuntamenti al Teatro Argentina per il “Rome Chamber festival” giunto alla sua XIX edizione. Un programma ogni sera diverso, eseguito da 42 musicisti di cui 35 giovanissimi provenienti da tutto il mondo, che spazierà dal barocco al contemporaneo, passando per Respighi, Stravinsky, Philip Glass, le canzoni di Broadway e di David Bowie. Gli artisti arrivano da: Canada, Cina, Corea del Sud, Germania, Francia, Italia, Malesia, Polonia, Regno Unito, Slovacchia e Stati Uniti d’America. Si cimenteranno a fianco di maestri del calibro di Robert McDuffie (ideatore e direttore artistico del Festival), Sara Mingardo, Nicholas Mann, Elena Matteucci, Ivano Zanenghi, Michael Barrett, Guglielmo Pellarin, Giorgio Fava, Luca Sanzò e molti altri. Numerosi anche gli arrangiamenti originali come quello commissionato per “I pini e le fontane di Roma” di Respighi, un doveroso omaggio all’infinita bellezza di Roma, brani di rara esecuzione come “Dumbarton Oaks” di Stravinsky, le arie di Haendel dedicate al Marchese Ruspoli, composte a Roma agli inizi del ‘700. Molta attesa per la Suite dedicata a David Bowie e l’ormai classico Philip Glass con il concerto “Le quattro stagioni americane” da lui composto per Robert McDuffie e il suo magico violino Guarneri del Gesù. L’obiettivo del Festival, appuntamento ormai tradizionale nel panorama musicale italiano e internazionale, è di dimostrare come la distinzione tra musica colta, tradizionale e pop possa essere superata, grazie a innumerevoli punti di contatto.Tutto questo a partire dall’incontro tra le diverse generazioni, dai maestri già affermati, ai solisti alle prese con le sfide del mondo moderno, fino ai giovani talenti vincitori delle selezioni. Una formula che quest’anno vede aumentata la compagine “giovane”, grazie alla presenza di numerosi vincitori dello Young Professional Program, un programma che promuove i giovani professionisti della musica classica e del crossover.Il programma del Festival accosta senza inibizioni Schubert, Brahms e David Bowie, perché questo festival non ha mai inteso la musica da camera come ambito culturale riservato a soli raffinati intenditori, ma da sempre il Rome Chamber mescola i generi, senza snobismi e con uno spirito tipicamente americano. Uno spirito che McDuffie stesso sintetizza al meglio quando con le sue scelte artistiche ribadisce, anno dopo anno, la necessità di “abbattere l’idea che la musica classica sia un oggetto d’antiquariato”. La trasmissione del sapere classico, così, nel serrato dialogo tra Europa e Stati Uniti, entra nel terzo millennio.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Molise: riconoscimento del Distretto del cibo “Olio Evo Molisano”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

By Pasquale Di Lena. Il recente riconoscimento del Distretto del cibo “Olio Evo Molisano” è, per il Molise, la grande occasione per rimettere l’agricoltura al centro dello sviluppo economico, sociale e culturale, e, con essa, il suo comparto primario l’olivicoltura. A partire da Larino, che, nel corso dei millenni, deve la sua grandezza e la sua fama all’agricoltura, ai suoi olivi e al suo “Olio Gentile”. Alla fine del secondo millennio, 17 dicembre 1994, culla dell’Associazione Nazionale delle Città dell’Olio e, dal 2017, grazie alla lungimiranza dell’allora sindaco, Vincenzo Notarangelo, sede del 1° Distretto biologico “Laghi Frentani”, in seguito rinominato “BioMolise”. Sede, anche, del secondo panel test aperto e operativo in Italia; del prestigioso premio “Goccia d’Oro”, che tanto impulso ha dato alla crescita della qualità e dell’immagine dell’olio molisano. Il luogo di nascita e di formazione di ben quattro campioni italiani di potatura. La città che ha, con le sue tre varietà (Gentile di Larino, Salegna o Saligna e san Pardo), il primato mondiale della biodiversità olivicola, e che, se scendono in campo i giovani, ha ancora la possibilità di recuperare il tempo perso, soprattutto in questi ultimi 4 anni, per pensare a un: – Parco agricolo e della biodiversità olivicola italiana, con l’impianto di un oliveto dedicato alle oltre 550 varietà di olivo autoctone italiane. Un primato mondiale che nessun altro paese al mondo può raggiungere. Una straordinaria risorsa che guarda alla qualità e alla diversità, le armi vincenti sul mercato di oggi e di domani. – Università dell’olivo e dell’olio del Mediterraneo, da affiancare all’Istituto Tecnico Agrario Statale “San Pardo”, quale centro di formazione di giovani provenienti dai paesi segnati da millenni dall’olivo e dall’olio, fonti, con la vite e il vino, della civiltà mediterranea e di uno stile di vita e un modo di mangiare. la Dieta Mediterranea, la più amata e ricercata al mondo. – Biennio post diploma dedicato al biologico, con particolare riferimento all’olivo ed al suo olio. – Un centro regionale di comunicazione, promozione e valorizzazione che elabora quella strategia di marketing di cui ha bisogno un piano di sviluppo regionale, con il recupero di villa Petteruti. – Un museo dell’olivo e dell’olio nell’ex convento che affianca la Chiesa di san Francesco, con annesso un bar-ristorante. – Il pieno utilizzo del centro fieristico con la plurisecolare Fiera d’Ottobre (quest’anno la 279a edizione) da trasformare in Fiera regionale “Bio Molise”, tutta dedicata alla sostenibilità e al rispetto della Terra, oggi maltrattata dalla ricerca della quantità ad ogni costo. Un centro fieristico che ospita tutte le altre fiere, quelle mensili, oggi semplici continuazioni dei mercati settimanali, dando alle stesse un pari carattere per renderle punti di riferimento del consumatore molisano e non solo. Opportunità di richiamo turistico con la possibilità di una visita a una città bella con il suo centro storico, attrattiva con il suo Anfiteatro e la Villa Zappone, piacevole con i suoi paesaggi argentati dai venti che arrivano da ogni parte. – Procedura per l’inserimento di Larino, con i suoi oliveti sparsi da ogni parte, nel Registro Nazionale dei Paesaggi rurali storici, che, per quanto riguarda, il Molise e l’olivo, ad oggi, vede presente solo il Parco Regionale storico dell’olivo di Venafro. – Procedura, anche, per il riconoscimento Dop della “Gentile di Larino”, la varietà rappresentativa di un terzo dell’olivicoltura molisana, per rendere Larino, grazie a questa sua varietà autoctona, immagine della qualità dell’olio italiano nel mondo., – Rendere Larino snodo delle strade dell’olio, in particolare di quelle segnate di olivi secolari, che da Venafro partono per raggiungere Portocannone e il Basso Molise. Denominare “l’Olio del Tempo” quello ricavato dalle olive di queste piante che sono storia, cultura, paesaggio, ambiente, e, soprattutto, continuità di un passato con l’oggi e il domani. Continuità interrotta dalla prepotenza del neoliberismo – il sistema che, con le banche e le multinazionali, governa il mondo – per dare spazio a un nuovo dio, il denaro, che, non avendo il senso del limite e del finito, sa solo depredare e distruggere. Il clima malato, che sta per raggiungere la fase del non ritorno, è solo un esempio della sua voracità e della guerra dichiarata alla natura. Idee che hanno, anche nell’attualità del momento che viviamo, il seme della speranza in un nuovo domani, sapendo che solo il sogno, l’amore per la propria terra e la propria identità, la voglia di fare, può modificare e trasformare tutto quello che uno ha in opportunità. Hanno la possibilità di essere realizzate, solo se chi governerà Larino avrà la consapevolezza del significato e valore del territorio e di tutti i suoi tesori sparsi. Importante questa consapevolezza per preservarlo e valorizzarlo e non per regalarlo a chi lo distrugge con cemento e asfalto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prezzi: Unc, la top ten dei rialzi di vacanze e alimentari

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

L’Unione Nazionale Consumatori ha elaborato i dati Istat resi noti ieri per stilare la classifica dei prodotti che hanno registrato i maggiori rialzi annui, sia dei prodotti alimentari che di quelli relativi alle vacanze.L’inflazione dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche è letteralmente decollata, passando dal +6,4% tendenziale di aprile al +7,5% di maggio, con una variazione mensile dell’1,3%. Tradotto in termini di aumento del costo della vita significa, per una coppia con due figli, una stangata su base annua pari a 561,50 euro solo per mangiare e bere, 505 euro per una coppia con 1 figlio, la famiglia attualmente più diffusa, 418 per una famiglia media, 615 euro per una coppia con 3 figli o più. Ma quali prodotti sono saliti maggiormente? Il record dei rincari spetta all’Olio diverso da quello di oliva che si impenna del 70,2% rispetto a maggio 2021 e che certo risente dell’effetto Ucraina e del blocco dell’import dell’olio di girasole e che segna un balzo del 5,7% in appena un mese. Al secondo posto della top 20 il Burro che svetta del 22,6% e che è al 1° posto per i rialzi alimentari mensili con +6,7% Sul gradino più basso del podio la Farina che sale del 18,6% in un anno.Al quarto posto il cibo simbolo dell’Italia, la Pasta (fresca, secca e preparati di pasta) che lievita del 16,6%. Seguono il Pollame, che costa il 13,8% in più su base annua, la Margarina (+12,6%), le Uova (+12,3%), all’ottavo posto i Frutti di mare freschi (+11,5%). Pur essendo ancora lontani dall’estate, speculazione sui Gelati che salgono dell’11,2%. Chiudono la top ten i Vegetali freschi con +11%.Nella top 20, in 11° posizione, Patatine fritte (+10,4%), Riso e Pane (fresco e confezionato) entrambi +9,6%, seguito da Latte conservato (+9,1%), Pesce fresco (+8,6%). Dopo il pollame, la carne più rincarata, in 16° posizione, è quella di wurstel, carne macinata e salsicce che aumenta dell’8%, poi Acque minerali e Succhi di frutta e di verdura (ambedue a +7,9%). In 19° posizione lo Zucchero con +7,7%, mentre chiude la top 20 l’Olio di oliva con +7,6%.Non va meglio per chi a maggio ha trascorso dei giorni di vacanza. Nonostante non ci fossero ponti, i rincari sono stati molto consistenti e questo è preoccupante in vista di domani, 2 giugno e, soprattutto, delle prossime ferie.In testa alla top ten delle vacanze, il raddoppio dei prezzi dei Voli internazionali che decollano del 103,3% su maggio 2021. Medaglia d’argento per il Trasporto marittimo, +22,7%, al 3° posto il Noleggio di mezzi di trasporto e l’affitto di garage e posti auto con +22,1%.Seguono i Voli nazionali che si alzano del 21,4%. Il rialzo più allarmante, però, in prospettiva estate, è quello degli Alberghi, motel e pensioni che pur collocandosi al quinto posto con +14,1%, hanno il primato dei rialzi mensili tra tutte le voci del paniere con +7,2% su aprile.Al sesto posto i Pacchetti vacanza internazionali con +8,6%, poi Musei parchi e giardini con +5,3%. Non ci si salva neanche al Ristorante, +4,6% o andando al Cinema o ad un concerto, +2,3%. Meglio per il momento, ma si sa che questi aumenti scattano da giugno e svettano a luglio e agosto, i Servizi ricreativi e sportivi, con quelli fruiti come spettatori che salgono del 2% e quelli fruiti come praticanti, come piscine e stabilimenti balneari, che segnano, per ora, un contenuto +1,7 per cento. Insomma, per avere dei dati statistici sul caro spiagge bisogna ancora attendere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma presentazione di “Religious Diplomacy”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Parma. Martedì 7 giugno alle 15, nell’Aula K15 del Polo didattico di via Kennedy – vicolo Santa Maria, si svolgerà la conferenza di presentazione del nuovo insegnamento “Religious Diplomacy” dell’Università di Parma.Dopo i saluti del Rettore Paolo Andrei interverranno Arijana Aganovic dell’Ufficio per le Istituzioni democratiche e i Diritti umani dell’OCSE (ODIHR), Kyfork Aghobjian, Programme Manager del KAICIID International Fellows Programme, Philip McDonagh, Direttore del Centro per la Religione, i valori umani e le relazioni internazionali della Dublin City University, Raffaele Santoro, professore di Attività concordataria alla Pontificia Università Urbaniana della Città del Vaticano, Chris Trott, Ambasciatore Britannico presso la Santa Sede. L’incontro sarà presieduto da Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma.La proposta di un nuovo insegnamento dedicato al ruolo svolto dalle religioni nella diplomazia globale è stata approvata dall’Università di Parma per l’anno accademico 2022-2023. Nello scenario internazionale globalizzato, l’insegnamento di “Religious Diplomacy” ha l’obiettivo di analizzare le religioni come dimensioni politiche, giuridiche e culturali della sovranità statale, presentare le metodologie di interpretazione più recenti e riqualilficarne il ruolo nei processi di dialogo, mediazione, negoziazione e prevenzione dei conflitti. Essendo l’insegnamento annoverato tra le “soft skills”, le lezioni di “Religious Diplomacy” saranno aperte a tutti gli studenti e le studentesse dell’Università di Parma e i crediti potranno essere inseriti nei singoli percorsi didattici sia come crediti formativi curriculari tra gli insegnamenti a scelta sia come crediti formativi soprannumerari.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi energetica e fonti alternative. Qualcosa non funziona

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

In attesa di definire meglio tempi e modi della rinuncia al gas russo, per ora, con la decisione di ieri della Commissione Ue, ci accontentiamo di una riduzione del 90% del petrolio del Paese di Putin che sta invadendo l’Ucraina. Guerra che si somma ad una crisi delle fonti energetiche che si è manifestata sin dagli ultimi mesi dell’anno scorso e che ha fatto diventare urgenza un nuovo sistema di approvvigionamento basato su fonti alternative… come del resto l’Italia dice da tempo e l’Ue incentiva anche tanto.Ma com’è la situazione, ce la possiamo fare o siamo il solito Paese che parla e poco agisce?Ha ragione, per esempio, l’amministratore delegato di Enel quando sostiene che sulle rinnovabili c’è un tale ingorgo per i progetti in attesa di autorizzazione che la pubblica amministrazione non è in grado di farvi fronte per le autorizzazioni? E’ probabile. Ma non solo. Sembra che il nostro Paese non sia adeguato per carenza di progetti (quantità e qualità) e autorizzazioni della pubblica amministrazione. Vediamo alcuni esempi. L’asta del Gse (Gestore Servizi Energetici) per l’assegnazione degli incentivi alle energie alternative, ha registrato un flop: 309 progetti su 324 avevano le carte in regola ma solo il 13% della potenza elettrica rinnovabile incentivata è stato assegnato. Molte aziende preferiscono giocare direttamente la partita del mercato aperto con altri contratti che non i macchinosi meccanismi di incentivazione. La maggior parte dei casi di abbandono delle aste riguarda progetti solari su terreno agricolo o agrivoltaico, ancora esclusi dalle gare. Gli uffici tecnici della Regione Puglia hanno dato due pareri negativi alla realizzazione di due grandi impianti di energia rinnovabile. Un impianto eolico della potenza pari a 42 Mwp e un altro di 66MW.Regione Puglia che non è nuova a queste bocciature, avendo fatto altrettanto anche nel 2019 con giudizio negativo sulla compatibilità ambientale.E sempre la stessa Regione, che si era arrogata il diritto di decidere in proprio, è stata bocciata dalla Corte Costituzionale: le regioni non possono indicare i luoghi in cui non è possibile costruire gli impianti eolici perché il loro “corretto inserimento” deve avvenire secondo linee guida nazionali. E’ evidente che c’è qualcosa che non funziona. Le Regioni (Puglia nello specifico) o sono troppo brave nell’individuare chi non è in regola, aggiudicandosi anche poteri che non hanno, o il contrario. Le aziende, società di profitto, hanno pochi stimoli a seguire le necessità impellenti. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commemorazione di Matteotti sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

“La concessione di questo importantissimo patrocinio si inserisce nel solco già tracciato dal compianto Presidente Sassoli, dimostrando grande attenzione da parte della massima Istituzione europea, e della Presidente Metsola in particolare, dando continuità ai rapporti tra il nostro Circolo Culturale Saragat Matteotti ed il Parlamento di Strasburgo, e confermando l’importanza culturale della figura di Giacomo Matteotti, europeista ante litteram, fervente oppositore dei totalitarismi e della guerra! Non a caso proprio quest’anno, che vede l’Europa scossa dal conflitto Russo Ucraino nonché il mondo intero ancora flagellato da molteplici guerre, il tema della commemorazione sarà la figura di Matteotti obiettore di coscienza. Anche per questo motivo il Patrocinio del Parlamento Europeo assume una valenza molto particolare, spingendoci a continuare sempre più nell’attività di memoria e di difesa di quei sacri ed inviolabili valori di giustizia e libertà, nel più profondo rispetto della condizione di tutti gli esseri umani.”“Credo convintamente che questo Atto sia un importante segnale per i giovani e per le generazioni future, sia in ambito nazionale nel quale la figura di Matteotti viene così riconosciuta come patrimonio europeo, sia in ambito comunitario dove il sacrificio del martire antifascista può essere meglio conosciuto e diventare simbolo di coraggio, dedizione e sacrificio per un ideale più alto! Pertanto –conclude Enzo Pirillo- desidero esprimere nuovamente il più vivo e sincero ringraziamento all’Ill.ma Presidente del Parlamento europeo, On. Metsola, per questo gesto di attenzione, apprezzamento e grande sensibilità; grazie davvero, ne siamo onorati!” Vincenzo Pirillo, Presidente del Circolo Culturale “Saragat-Matteotti” Roma

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Harley-Davidson® 120th Anniversary Event”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Harley-Davidson® festeggerà il suo 120° anno in grande stile in occasione dell’evento europeo “Harley-Davidson® 120th Anniversary Event”, un festival di quattro giorni di moto-culture, spettacoli e musica. Questo evento speciale che avrà luogo nel centro di Budapest, in Ungheria, dal 22 al 25 giugno 2023, e invita motociclisti, appassionati e fan a incontrarsi in Europa per una grande celebrazione.L’evento europeo è uno dei tanti modi in cui l’azienda celebrerà il suo 120° anniversario in tutto il mondo nel 2023. Questo include l’Homecoming festival a Milwaukee che si svolgerà dal 13 al 16 luglio 2023, come annunciato il mese scorso. Maggiori dettagli verranno rilasciati nei prossimi mesi. In una selezione di paesi europei, Harley-Davidson ha recentemente lanciato “The Road to Harley-Davidson Homecoming™ Challenge” in cui motociclisti e non motociclisti possono avere la possibilità di guadagnare badge virtuali, vincere premi giornalieri e mensili, e partecipare a estrazioni per vincere un viaggio premio a Milwaukee per prendere parte all’evento Homecoming. Il concorso non è valido in Italia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripartono all’Università per Stranieri di Perugia i corsi di Alta Cultura

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Domenico Arcangeli, primo rettore dei corsi estivi, proprio nel 1921 sottolineava la missione di tale proposta formativa, nata per “distribuire la luce dell’alta cultura attorno e fuori la […] cerchia accademica”, ovvero fare della Stranieri un luogo elaborazione e trasmissione del sapere non solo destinato agli studenti iscritti, ma aperto a tutti. Pertanto sarà sul tema de “La tradizione culturale italiana e l’’altro’, fra passato e presente” che dall’11 al 15 luglio prossimi intellettuali e studiosi di spicco si succederanno in una lectio magistralis mattutina, cui farà seguito un dibattito pomeridiano seminariale, aperto a tutti gli iscritti al corso. La riflessione sul tema della tradizione culturale italiana muove dalla consapevolezza del declino del paradigma umanistico, a cui la nostra tradizione culturale è connaturata, e dalla necessità di interrogarsi su quanto questa possa essere coniugata con l’alterità che emerge da un mondo globalizzato. Sarà Roberto Esposito ad aprire il corso approfondendo l’idea della storia del pensiero italiano come processo cosmopoliticamente aperto verso l’altro. Il giorno successivo Alessandro Portelli si occuperà di porre a confronto le memorie ufficiali e quelle alternative, fra Risorgimento e Resistenza. Sarà poi il turno di Mario Alberto Banti, il quale si occuperà di indagare le matrici culturali del sovranismo e del neonazionalismo italiano. La quarta giornata di corso sarà dedicata all’interculturalità e alla traduttologia, con Donatella Di Cesare, cui seguirà Giulio Ferroni con una lezione sul “tema” ecologico nella letteratura italiana del secondo Novecento, fra Calvino, Pasolini e Zanzotto. Per iscriversi al corso c’è tempo sino al 5 luglio, secondo le modalità consultabili in http://www.unistrapg.it/antiquam-exquirite-matrem

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La guerra non fa crollare l’appeal di una carriera in divisa

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

L’annuale Osservatorio sulle Professioni in Divisa, realizzato da Skuola.net in collaborazione con Nissolino Corsi, ha evidenziato come, dopo il boom del periodo pandemico, l’interesse verso le carriere in divisa abbia subito una flessione ma non un tracollo: il 29% dei giovani si dichiara interessato a valutare un percorso di questo tipo. Grazie alla partecipazione di oltre 30mila studenti di scuole medie, superiori e università, la ricerca ha evidenziato come la motivazione del calo di interesse sia la guerra in Ucraina, il primo conflitto “alle porte di casa” vissuto da questa generazione. Ben 1 su 5 scarta questa opzione a causa dell’allargamento del conflitto e per le preoccupazioni verso la stagione di instabilità internazionale. I più determinati alla carriera militare, rispetto allo scorso anno, preferiscono corpi più orientati all’interno dei confini nazionali rispetto alle Forze Armate.L’Esercito si conferma la divisa preferita dai ragazzi, ma è anche il corpo che perde più preferenze da un anno all’altro, ormai praticamente affiancato dalla Polizia di Stato. L’Osservatorio ha chiesto un parere anche a 2.500 genitori i quali, nella maggior parte dei casi appoggerebbero la scelta del figlio o della figlia di intraprendere una carriera del genere, a cui si aggiunge un ulteriore 10% che sposerebbe la causa solo se andasse a ricoprire ruoli a basso rischio: in questo “contingente”, oltre la metà dichiara che la guerra ha fortemente condizionato tale opinione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gilbert Sinoue: Le Bec de Canard

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Collection Blanche, Gallimard « Berlin, novembre 1911. Voilà près d’une heure que les diplomates français défendaient leur position, sans vraiment parvenir à convaincre leurs interlocuteurs allemands. C’est alors que Caillaux, le président du Conseil, décida d’abattre ses cartes. — Une partie du Congo français est à vous. Soit 295 000 km2. Alfred von Kiderlen-Waechter esquissa un sourire. — Intéressant. Mais encore? — Pour que cela ait l’air d’un échange territorial classique, et afin de préserver notre opinion, vous nous céderez la partie orientale du “Bec de Canard”. Guère plus de 15 000 km&2sup;. — Le Bec de Canard? — Oui, Excellence, le Bec de Canard. C’est en raison de sa forme que l’on surnomme ainsi ce territoire au nord du Cameroun prochedu lac Tchad. — Et que souhaitez-vous en échange de ce… troc ? — Pas grand-chose. Le champ libre au Maroc… » Dans ce roman qui fait suite à L’île du Couchant, naviguant de la prise d’Alger à la funeste bataille d’Isly, de la chute d’Abd el-… 320 pages, 140 x 205 mm Achevé d’imprimer : 01-04-2022 Genre : Romans et récits Catégorie > Sous-catégorie : Littérature française > Romans et récits

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fabrice Caro: Samouraï

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Collection Sygne, Gallimard « TU VEUX PAS ÉCRIRE UN ROMAN SÉRIEUX ? » a conseillé Lisa à Alan, avant de le quitter pour un universitaire spécialiste de Ronsard. Depuis, Alan cherche un sujet de « roman sérieux ». Il veut profiter de l’été qui commence pour se plonger avec la discipline d’un guerrier samouraï dans l’écriture d’un livre profond et poignant. Ça et aussi s’occuper de la piscine des voisins partis en vacances. Or bientôt l’eau du bassin se met à verdir, de drôles d’insectes appelés notonectes se multiplient à la surface… Il y a chez Fabrice Caro une grâce douce-amère, une façon unique et désopilante de raconter l’absurde de nos vies. 224 pages, sous couverture illustrée, 140 x 205 mm Genre : Romans et récits Catégorie > Sous-catégorie : Littérature française > Romans et récits Époque : XXIe siècle

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »