Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Progress Tech Transfer

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 agosto 2022

E’ il fondo lanciato da MITO Technology e dedicato alla valorizzazione delle tecnologie nel campo della sostenibilità – ha guidato un round di investimento da 1,2 milioni di euro nella società di portafoglio Finapp – spin off dell’Università di Padova – che ha sviluppato una soluzione per misurare la quantità di acqua immagazzinata nel suolo su un’ampia superficie per un monitoraggio continuo. Al round hanno partecipato anche Crédit Agricole Italia e Tech4Planet, il Polo di Trasferimento Tecnologico sulla sostenibilità ambientale promosso da CDP Venture Capital SGR. Nel 2020 Progress Tech Transfer aveva investito 200.000 euro in Finapp per finanziare la Proof-of-Concept della tecnologia. Finapp utilizza i raggi cosmici per misurare l’umidità del suolo. In particolare, l’idea sfrutta i neutroni ambientali, sottoprodotti dei raggi cosmici, che investono il nostro pianeta 24 ore su 24. I processi di interazione dei neutroni sono descritti da modelli matematici che permettono di risalire alla quantità media di acqua presente attorno alla sonda, non solo nel suolo ma anche fuori suolo sottoforma di neve o di biomassa. Grazie a nuove metodologie e nuovi materiali Finapp è riuscita a innovare la misurazione dei neutroni ambientali.Progress Tech Transfer è un fondo di investimento specializzato in tecnologie sostenibili provenienti dalla ricerca di università ed enti pubblici di ricerca italiani, start-up, spin-off e imprenditori visionari. Progress Tech Transfer è sostenuto da InnovFin Equity, con il supporto finanziario dell’Unione Europea nell’ambito degli strumenti finanziari di Horizon 2020 e del Fondo europeo per gli investimenti strategici (EFSI), istituito nell’ambito del Piano di investimenti per l’Europa. Per maggiori informazioni, http://www.progressttfund.it. Finapp è una startup innovativa, spin-off dell’università di padova fondata nel 2018 dall’imprenditore padovano Luca Stevanato con Angelo Amicarelli e altri due ricercatori, Marcello Lunardon e Sandra Moretto.L’azienda ha sviluppato un sensore di ultima generazione per misurare il contenuto idrico del suolo, della biomassa e della neve, basato sulla misura dei neutroni ambientali prodotti dai raggi cosmici (Cosmic-Ray Neutron Sensing).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: