Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 1 settembre 2022

Economia russa in ginocchio. La balla delle sanzioni che non funzionano

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Dall’inizio della guerra all’Ucraina, la Russia ha perso più di mille società globali che rappresentano circa il 40% del suo Prodotto interno lordo, cioè della ricchezza che è in grado di produrre in un anno. Queste imprese costituiscono il 12% della forza lavoro russa (5 milioni di persone). L’Associazione russa per le comunicazioni elettroniche, in una relazione alla Camera bassa del Parlamento russo, ha rilevato che, fino a maggio scorso, da 50mila a 70mila lavoratori tecnologici erano fuggiti dal Paese. Un massiccio esodo di cervelli, difficilmente rimpiazzabili. Dovrebbero bastare questi dati per confutare le tesi di noti cultori di geopolitica, di politici in cerca di voti e di giornalisti che hanno qualche difficoltà di comprensione dell’economia che sostengono l’inefficacia delle sanzioni alla Russia e ne chiedono la revisione. Circola perfino la notizia che la Russia è in una fase di prosperità. Ricordiamo, allora, ciò che ha detto la governatrice della Banca centrale russa, Elvira Nabiullina: “L’attività economica è in declino. La cessazione delle relazioni economiche a lungo termine avrà un impatto negativo”.Le sanzioni occidentali hanno inserito nella lista nera la maggior parte delle grandi banche russe e tagliato i legami della Russia con le reti logistiche internazionali. E’ bloccato il sistema per le transazioni internazionali bancarie Swift e congelati all’estero 300 miliardi di dollari della Banca centrale russa. L’apparato industriale è in forte sofferenza per il blocco delle importazioni, in particolare di tecnologia occidentale, indispensabile per il settore manifatturiero: dall’inizio dell’invasione le importazioni in Russia sono crollate del 50%.Le notizie, false, che provengono dal Cremlino sono dovute ad una accurata selezione degli indicatori economici favorevoli, omettendo quelli sfavorevoli. I dati favorevoli sono diffusi con grande risalto e trovano ampia eco sui media occidentali, inducendo la sensazione che è in atto una guerra di logoramento economico che sta mettendo a dura prova l’Occidente. Il governo russo ha progressivamente trattenuto un numero crescente di statistiche chiave che, prima della guerra, venivano aggiornate su base mensile, compresi tutti i dati del commercio estero. I fatti sono che la Russia sta perdendo i mercati principali come esportatrice di materie prime, tra i quali il gas, i cui afflussi all’Europa rappresentavano l’83% delle destinazioni mondiali. Per quanto veritieri, dati pubblicati dalla compagnia energetica statale russa Gazprom mostrano che la produzione è già diminuita di oltre il 35%. Non c’è dubbio che la Russia sta perdendo il suo status di superpotenza energetica, con un deterioramento irrevocabile del suo posizionamento economico-strategico come fornitore affidabile di materie prime. Inoltre, la Russia è sostanzialmente tagliata fuori dai mercati finanziari internazionali, il che limita la sua capacità di attingere ai bacini di capitali necessari per rivitalizzare la sua economia paralizzata (“Foreign Policy”).Per l’Occidente non è proprio il tempo di mollare. (Articolo pubblicato sul quotidiano LaRagione del 1 settembre 2022) Primo Mastrantoni, Aduc http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il capolavoro pucciniano Turandot va in onda

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Arena di Verona Opera Festival. 3 settembre, alle ore 20:30, sul canale tematico Mezzo, l’unica offerta televisiva al mondo totalmente dedicata alla musica classica, al jazz e alla danza visibile solo sulla piattaforma satellitare gratuita Tivusat al numero 49. Nell’allestimento da fiaba di Franco Zeffirelli, con i costumi del premio Oscar Emi Wada, i movimenti coreografici di Maria Grazia Garofoli e il lighting design di Paolo Mazzon, il dramma lirico in tre atti e cinque quadri ,libretto di Giuseppe Adami e Renato Simon, si inserisce nel contesto del più popolare Festival d’Opera al mondo, iniziato il 17 giugno in un’Arena finalmente restituita ai suoi allestimenti unici che hanno richiamato ogni sera un pubblico di oltre 13.000 spettatori, sempre più ricca dei maggiori artisti del panorama internazionale sul palcoscenico con Orchestra Coro, Ballo e Tecnici.Il cast, guidato dalle bacchette di Marco Armiliato, ha schierato grandi voci internazionali a partire dall’atteso ritorno di Anna Netrebko e Yusif Eyvazov come Turandot e Calaf.Nei panni della dolce ancella Liù, Ruth Iniesta; accanto a lei, l’anziano padre Timur interpretato da Riccardo Fassi, con le tre maschere di Gëzim Myshketa come Ping, Pong di Matteo Mezzaro e Pang di Riccardo Rados.Completano il cast l’Imperatore Altoum di Carlo Bosi, il Mandarino di Youngjun Park e il Principe di Persia di Carlo Bosi. Accedere a tivùsat è semplice e non richiede alcun tipo di abbonamento. Sono sufficienti un dispositivo certificato tivùsat (decoder o televisore con CAM), una parabola satellitare orientata su Eutelsat Hotbird 13° Est (lo stesso di Sky) e la smartcard inclusa nella confezione del decoder o della CAM. Tivùsat È la prima piattaforma satellitare gratuita italiana, con la quale accedere ai canali generalisti, ai nuovi canali digitali e alle principali emittenti internazionali. Tivùsat è l’unica piattaforma gratuita dove è possibile vedere più di 180 canali radio e TV, 60 dei quali in HD e 7 in 4K Ultra.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il Palio di Asti

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

domenica 4 settembre, torna il Palio di Asti, una delle feste popolari più suggestive del territorio nazionale che da sempre unisce la città e i borghi circostanti e raccoglie migliaia di turisti, appassionati e curiosi che arrivano ad Asti per vivere un weekend di storia e tradizione. Media partner Rai TGR. Speciale Palio di Asti, dalle 18.00 alle 19.00 sarà in diretta nazionale su Rai Tre a cura della Testata Giornalistica Regionale, redazione di Torino. In diretta anche sul sito della TGR, attraverso l’app di RaiNews. GRP Televisione, canale 15, seguirà l’intera giornata a partire dal corteo storico delle ore 14, con replica mercoledì 7 settembre dalle ore 19.30. Con il Palio di Asti per un intero weekend in città e nei dintorni si respira un’aria magica, capace di catapultare indietro nel tempo di quasi 750 anni e raccontare una storia fatta da uomini, nobili, banchieri, vescovi, prelati, oppure artigiani e popolani, una tradizione che si rinnova ormai da oltre sette secoli, riportando la città ai suoi fasti medievali. Una festa che coinvolge 21 tra Comuni, Borghi e Rioni di Asti e dintorni.Festa, colori, cultura e gastronomia: la giornata del Palio è solo il culmine di una quattro giorni ricca di appuntamenti diffusi in tutta la città.Per maggiori info consultare il sito https://visit.asti.it/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Corleone: Festa del santissimo crocifisso della catena

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Corleone Al via sabato 3 settembre, la festa in onore del Santissimo Crocifisso della Catena con un nutrito programma di eventi dedicati all’arte e alla cultura. I festeggiamenti rappresentano un’antica tradizione per la città, un appuntamento ricco di significati religiosi e segno di forte appartenenza alla comunità corleonese.Tra gli eventi più attesi, nel corso dei festeggiamenti, si annoverano: la mostra “Per crucem tuam redemisti mundum, arte e liturgia a Corleone dal XVI al XIX secolo”, il convegno “La Sindone specchio del Vangelo e provocazione all’intelligenza” con la Lectio Magistralis del Prof. Bruno Barberis, la XII° Sagra del pane e degustazioni eno-gastronomiche con spettacoli musica, cabaret, la rievocazione storica di Echi Medievali (III edizione), il torneo nazionale di tiro con l’arco storico, il corteo storico e il Galà equestre con la partecipazione delle antiche contrade di Corleone, il pellegrinaggio del SS. Crocifisso al pozzo il 14 Settembre e la processione congiunta del SS. Crocifisso della Catena con Maria SS. Addolorata per le vie della Città il 15 Settembre. Quest’anno, con la ripresa delle manifestazioni religiose, la comunità corleonese vedrà nuovamente condividere in maniera corale le celebrazioni tra le due Confraternite del SS. Crocifisso della Catena e di Maria SS. Addolorata con grande partecipazione e spirito di collaborazione fraterna, celebrazioni che toccheranno il culmine giorno 15 settembre con la processione congiunta tra i due simulacri.La città si sveglierà con lo sparo dell’alborata, durante l’arco della giornata si svolgeranno le sante messe. Nel pomeriggio, alle ore 18,30, si svolgerà alla presenza di tutti i fedeli l’ultima Santa messa al termine della quale seguirà la solenne processione. Il Crocifisso e la Vergine Addolorata usciranno dalla Chiesa Madre.La festa si concluderà con i giochi pirotecnici.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oggi si rende omaggio ovunque alla figura di questo straordinario uomo: Michail Gorbaciov

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

E’ stato l’ultimo Presidente della grande Russia. Storici, opinionisti, analisti, economisti, lo ricordano per aver dato una nuova imponente storia alla Russia e all’Europa.Ha pagato per aver fatto una scelta di libertà, trasparenza, nel cercare di svecchiare la potente nomenclatura fortemente ideologica. Le zone di luce e di ombra ci sono tutte e la storia ci ha già detto quanti errori sono stati commessi anche da Paesi ed organizzazioni internazionali che, in quel momento, dovevano mantenere fede alle promesse e sostenere questo processo di democratizzazione.Alle generazioni attuali credo che l’immagine più forte sia sempre quella dell’abbattimento del muro di Berlino. Tutti questi momenti immagino che lui li abbia vissuti nella più assoluta solitudine e paura, con un sistema che cominciava ad essere intollerante e perfino pronto a costruire un tradimento di Gorbaciov.Gorbaciov a Giffoni nel 1997. Cinque anni dopo essere stato estromesso e aver lasciato il potere a Boris Eltsin, che lo umiliò duramente in Parlamento. Immaginate adesso uno degli uomini più potenti del mondo da noi, a Giffoni. E immaginate il nostro festival nel 1997. Oggi racconto questo grande evento storico come se fosse stato semplice. Tantissimi rimasero stupiti della presenza di questo grande statista, in effetti, posso dirlo, per me è stato semplice. Già nel 1993 gli scrissi una prima lettera invitandolo a Giffoni. Nessuna risposta. E così gli anni successivi. Ero consapevole di dover dare ai nostri giffoner la storia, attraverso un uomo che ha fatto la storia. Non mi sono mai stancato di scrivere e così, nel 1997, mi arriva la famosa lettera in russo del suo segretario che mi confermava la presenza a Giffoni con la moglie Raissa Gorbaciova. A questo mio primo intervento seguiranno altri mie ricordi di un uomo che, indubbiamente, ha fatto anche la nostra storia. A Giffoni ha rilasciato tantissime dichiarazioni, interventi fiume, sempre con il desiderio di comunicare, spiegare, farsi capire. Tra le sue dichiarazioni cito questa: “Non ho mai pensato a un film ispirato ai miei libri, ma se dovesse succedere sarei felice di essere premiato dai ragazzi di Giffoni. Qui c’è la gioia e la spontaneità del mondo”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Robeco nomina Kees Verbaas Global Head of Fundamental Equity

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Rotterdam. Kees Verbaas è stato nominato Global Head of Fundamental Equity. In questo nuovo ruolo, si occuperà della supervisione dei team Global Equity, Emerging Markets, Chinese Equity e Asia-Pacific Equity. Verbaas entra in Robeco a partire da oggi e risponde a Mark van der Kroft, CIO Fundamental and Quant Equity. Lavorerà dagli uffici di Rotterdam. Kees Verbaas vanta oltre 30 anni di esperienza nel settore dei servizi finanziari. Arriva da Altis Investment Management (Gruppo di gestione fiduciaria di NNIP), dove ha ricoperto il ruolo di Chief Investment Officer dal 2017. Prima di allora, era in Blue Sky Group come Head of Fund Management, responsabile delle performance di investimento di oltre 40 fondi comuni di diverse classi di asset. Oltre ad aver lavorato per Robeco nel 2011 come Client Portfolio Manager per il team Emerging Markets Equity, Verbaas è stato CEO of Global Emerging Markets per Hermes Fund Managers a Londra e Head of Global Emerging Markets per ABN Amro Asset Management. Si è laureato all’Università Erasmus di Rotterdam, ha conseguito la laurea magistrale all’Università di Leida e ha ottenuto numerose ulteriori qualifiche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo al lavoro per contrastare crisi energetica

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

“Con il premier Draghi e tutti i ministri competenti, in questi mesi si è lavorato per essere molto più autonomi e quindi abbiamo raggiunto dei livelli molto buoni”. Lo ha detto, intervenendo a Radio 24 Mattino, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli. “Il Governo – aggiunge – sta lavorando a diverse cose, tra le quali, come si sa, come abbiamo raccontato in questi giorni, la separazione del prezzo del gas rispetto alla materia che lo produce se è una materia prima di fonte fossile o rinnovabile. Questo aiuta moltissimo a conservarne il prezzo e cercare di ridurlo. L’altra la cosa che interessa ai cittadini, ovviamente, è la tutela delle imprese e dei cittadini stessi. E questo lo si sta facendo con misure che, voglio ricordare, non nascono adesso. È da più di sei-otto mesi che il Governo interviene e abbiamo anche raggiunto livelli molto elevati. Siamo il secondo Paese in Europa che ha sostenuto maggiormente le imprese, dopodiché c’è il grande tema del tetto massimo al prezzo del gas a livello europeo, che è una meta molto più vicina di qualche giorno fa, che stiamo raggiungendo con lo scopo di essere un’Europa compatta che determina insieme un prezzo e questo dà ordine anche alla concorrenza”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sarà un autunno difficile, pieno di rincari e rinunce per le famiglie

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

E’ uno dei fronti “più caldi” sarà proprio il riscaldamento. Gas, gasolio riscaldamento, pellet: qualunque sia la tipologia di alimentazione della caldaia utilizzata, gli aumenti saranno salatissimi. Federconsumatori ha effettuato uno studio sui costi che le famiglie dovranno sostenere per il riscaldamento nell’autunno-inverno 2022-2023. Gli aumenti variano dal +49% per il gasolio riscaldamento, al +62% per il gas in regime di maggior tutela, al +99% per il pellet. Nel dettaglio, per scaldare un appartamento di 100 metri quadri:Gas metano Stando all’ultimo aggiornamento delle tariffe del gas da parte di Arera, ad oggi (III trimestre 2022 su III trimestre 2021) l’incremento del costo del gas è pari al +46%. Prevediamo, visto l’andamento dei mercati, che sulla bolletta relativa al riscaldamento, vi sarà un incremento complessivo del +62%, con una spesa di 1.479 Euro nel 2022-2023, rispetto ai 912 Euro del 2021-2022.Nel caso il proprio impianto sia alimentato a gasolio (questa è la tipologia più diffusa di caldaie condominiali) la spesa ammonterà, quest’anno, a 2.309 Euro, il +49% rispetto al 2021-2022 (1.545 Euro annui).Nel caso, invece, il proprio impianto sia alimentato da una caldaia a pellet, il rincaro sarà ancora più rilevante: il costo di un sacco da 15 kg di pellet è infatti raddoppiato rispetto allo scorso anno, passando da 5 Euro a 10 Euro. Per riscaldare la tipologia di appartamento preso in esame una famiglia spenderà, quindi, 1.333 Euro nel 2022-2023, il 99% in più rispetto ai 670 Euro del 2021-2022. Aumenti che si riverberano sui beni di largo consumo e che solo in parte sono giustificati dall’andamento inflattivo e dal conflitto in Ucraina: ecco perché chiediamo interventi immediati del Governo per sostenere famiglie e imprese e un piano capace di ridurre strutturalmente l’impatto delle attività finanziarie sui mercati all’ingrosso dell’energia, insieme con il rafforzamento dei poteri e del raggio di azione di Mr. Prezzi, anche attraverso appositi comitati territoriali di vigilanza, per contrastare ogni fenomeno speculativo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I ristoratori di TNI Italia scendono di nuovo in piazza

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Roma martedì 13 settembre, dalle 13, in piazza Mattei, in zona Eur, sotto la sede di Eni. I ristoratori di TNI Italia tornano a Roma per far sentire la loro voce e a ricevere risposte alla politica e alle autorità competenti. “Un luogo simbolico, visto che, mentre ci stanno arrivando le bollette stratosferiche, nel primo semestre 2022 la società ha fatto 7,3 miliardi di utili. Ora basta. Basta chiacchiere. E’ ora di agire. A Roma – spiega il presidente di TNI Italia, Raffaele Madeo – porteremo le 110 mila firme della nostra petizione contro il caro energia, l’esposto contro le speculazioni che la nostra legale Barbara Gualtieri sta depositando nelle Procure di tutta Italia e le centinaia di bollette che abbiamo ricevuto da ristoratori e albergatori e che nessuno ha intenzione di pagare fino a quando la magistratura non avrà chiarito come mai ci sono questi rincari, che non possono certo essere giustificati con la guerra in Ucraina e che sono infatti iniziati già a fine 2021”. Queste le proposte contro il caro bollette avanzate da TNI Italia e contenute nella petizione su change.org: pagare le stesse tariffe per l’energia che vengono pagate negli altri Paesi europei tassare (seriamente!) gli extra profitti che le grosse multinazionali produttrici e distributrici di energia e gas stanno realizzando sulle nostre spalle pagare solo il consumo effettivo: no imposte, no oneri di sistema intervento dello Stato per calmierare le tariffe e far applicare quella più bassa come misura eccezionale in questo difficile momento storico credito d’imposta del 20% sulle bollette pagate esteso anche alle piccole e medie imprese applicazione del meccanismo del ‘reverse charge’ Iva. Le imprese non hanno liquidità per pagare Iva oggi che porteranno in deduzione domani.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Sul no allo scostamento di bilancio Mario Draghi ha ragione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Come ha detto il responsabile Economia di FDI Maurizio Leo. “Evocherebbe gli appetiti da parte dei fondi speculativi, la misura di maggiore debito è ultima ratio della nostra visione di politica economica. Bisogna prolungare e incrementare il credito d’imposta per le imprese che hanno subito consistenti rincari e introdurre un immediato tetto europea al prezzo dell’energia frenando la speculazione e alleggerendo le bollette. Va sbloccato il PITESAI per aumentare la produzione nazionale di gas. Soffrono famiglie e imprese. Penso a teatri, cinema, scuole di danza, piscine e centri sportivi, come denunciato anche dalle associazioni di categoria come l’AGIS, che sono stati penalizzati durante la crisi pandemica per via delle chiusure e restrizioni e il costo della luce e del gas potrebbe essere un colpo definitivo. Vanno eliminate IVA e accise sulle bollette. Una delle filiere che più è colpita dal caroenergia è quella editoriale, insieme a quella cartiera – ha dichiarato il deputato responsabile Cultura e Innovazione di Fratelli d’Italia, Federico Mollicone, a Rainews24 – Dal PNRR si possono trovare risorse per contenere i costi delle imprese e delle famiglie. Per questo riteniamo che il nuovo governo debba rinegoziare il PNRR. La sicurezza energetica è quanto di più affine a un piano di resilienza come è il PNRR. Nel PNRR possiamo trovare le risorse per sgravare direttamente le bollette, non producendo un extra debito come nel caso del Price Cap nazionale ma attingendo a risorse che fortunatamente abbiamo a disposizione. Ci sono soluzioni strutturali che hanno bisogno di un medio-lungo periodo ed altre che sono di pura emergenza. Sul medio lungo periodo è chiaro che va aumentata la produzione interna. Dall’altra, bisogna incentivare interventi ancora più radicali per sburocratizzare le procedure attualmente previste per gli impianti delle rinnovabili, come da nostri emendamenti in questa legislatura, nel rispetto dei vincoli ambientali. Siamo convinti si debba scindere il prezzo dell’energia elettrica dal prezzo del gas perché questo è qualcosa che chiaramente sta condizionando anche in termini inflattivi l’intero sistema energetico ed economico – ha continuato Mollicone rispondendo nel corso del dibattito al vicepresidente del M5S Michele Gubitosa – Se il PNRR è a rischio dipende soprattutto dal governo dei sedicenti “migliori”. Vi dico alcuni numeri dei ministri del M5S.Il ministero delle Politiche Agricole di Patuanelli non ha mai raggiunto i target per il PNRR per la pubblicazione dei decreti attuativi, con il 30% ancora mancante, la Transizione Ecologica il 65%. Quando Conte ha lasciato l’incarico ha lasciato al governo Draghi lo smaltimento di circa il 60% dei decreti attuativi, quelli stessi decreti che servivano per sbloccare le risorse per sostenere famiglie e imprese dalla crisi economica. Il M5S è causa principale del blocco del PNRR.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ottava edizione del Cortile di Francesco

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Assisi dal 2 al 4 settembre 2022 Personalità della società civile, del mondo religioso e della cultura si confronteranno, sul tema dell’ottava edizione: “Eterno e il tempo presente”. Oltre 30 incontri, visite guidate speciali, eventi musicali, esibizione artistica di danza verticale della compagnia “il Posto” sulla parete del campanile della Basilica di san Francesco, laboratori creativi per bambini e la performance teatrale di Monica Guerritore. Il Cortile di Francesco 2022 si svilupperà in due sezioni: l’Eterno dove i relatori si occuperanno delle grandi e differenti visioni spirituali e culturali; e il Tempo presente dove si analizzeranno le maggiori criticità che contrassegnano la contemporaneità: cambiamento climatico, conflitti bellici, migrazioni, lavoro, crisi economiche ed energetiche. Presenti tra gli altri: Card. Matteo Zuppi, Presidente della CEI, Pasquale Tridico, Presidente INPS, Fabrizio Barca, economista, Luigi Sbarra, segretario generale CISL, Flavio Caroli, storico d’arte, Roberto Battiston, già presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, la filosofa Donatella Di Cesare, lo storico Franco Cardini, Riccardo Clerici, Responsabile UNHCR, e il teologo Vito Mancuso.L’apertura del Cortile di Francesco si terrà il 2 settembre alle 15.30 nella Sala Stampa del Sacro Convento con fra Marco Moroni, Custode del Sacro Convento, fra Giulio Cesareo, Direttore Ufficio comunicazione Sacro Convento, fra Riccardo Giacon, Direttore Rivista San Francesco, e Paolo Ansideri, fondatore di Oicos riflessioni. Quattro sono gli appuntamenti della prima giornata del Cortile che si concluderà alle 21 con la presentazione del libro “Filosofia della carta” di Massimo Donà preceduta da una rievocazione medievale a cura dei mastri cartai del mercato delle gaite di Bevagna, nel chiostro Sisto IV, dove sarà possibile assistere e partecipare alla creazione della carta con metodi antichi. Il 3 settembre si avvicenderanno tra gli altri: Mons. Felice Accrocca (ore 10 Sala Stampa) con una lectio dal titolo “Francesco, l’Onnipotente, sora morte…”; il Cardinale Matteo Zuppi (ore 11 Sala della Pace) in un incontro sui conflitti e le guerre nel XXI secolo moderato dal giornalista Nello Scavo; la lectio del fisico Roberto Battiston (ore 12 Sala Stampa) dal titolo “Dai giorni della Genesi agli orologi di Dalì: riflessioni sul tempo nel terzo millennio”; e alle 18 nella piazza inferiore di San Francesco fra Riccardo Giacon dialogherà con i migranti provenienti da Eritrea, Ucraina, Siria e Palestina che porteranno le loro drammatiche testimonianze.Il 4 settembre sarà una giornata ricca di appuntamenti: “Confini: migranti, rifugiati, respinti” (ore 15 Sala Stampa) con Laurence Hart, Direttore Ufficio coordinamento Mediterraneo di OIM, Riccardo Clerici, di UNHCR, Sarah Martelli, di UNICEF e il giornalista Stefano Leszczynski; Franco Cardini “Quel che muove la storia” (ore 17 Sala Stampa); “Lavoro: occupazione e dignità” (ore 18 Sala della Pace) con don Marco Pagniello, Direttore Caritas Italiana, Pasquale Tridico, Presidente INPS, e Luigi Sbarra, Segretario Generale Cisl.Il Cortile di Francesco si concluderà, come tutti gli anni, nella straordinaria cornice della Chiesa Superiore della Basilica di San Francesco. Musica, letteratura e spiritualità si fonderanno offrendo un’interpretazione originale del tema dell’ottava edizione. Alle 21.15 l’evento finale, dal titolo “E mi sovvien l’eterno”, intreccerà le note della Sinfonia n° 64 di Haydn, eseguita dall’orchestra della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco diretta da fra Peter Hrdy, con i versi di alcuni dei padri fondatori della nostra cultura: Giacomo Leopardi, Lucrezio, William Shakespeare, Dante Alighieri e san Francesco recitati da Monica Guerritore tra le più importanti interpreti del teatro italiano contemporaneo. Tutti gli eventi saranno in presenza e ad ingresso libero per maggiori informazioni e il programma completo http://www.cortiledifrancesco.it Il Cortile di Francesco è organizzato dal Sacro Convento di Assisi e dall’Associazione Oicos riflessioni, con il patrocinio della Provincia di Perugia e con il contributo di Regione Umbria e Comune di Assisi. Media partner rivista San Francesco.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un libro su una leggenda del pallone, Maradona, campione del mondo e icona del calcio

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Olivier Guez: Nella terra dell’agone cosmico. Traduzione dal francese di Margherita Botto Euro 13,50 / 112 pagine 10.5 x 17,5 cm / Brossura. Piccola biblioteca Neri Pozza. Un libro imprescindibile per ogni appassionato di calcio. Per Olivier Guez, Maradona è un genio nella sua arte, allo stesso livello di Caravaggio e di Shakespeare… Il 29 giugno 1986 Diego Armando Maradona, capitano e giocatore simbolo dell’Argentina, alzava al cielo di Città del Messico la Coppa del Mondo, toccando il punto più alto della sua luminosissima carriera. E vi arrivava dopo aver scritto, in quel Mondiale, alcune delle pagine più belle della storia del calcio. «Lo scrittore Olivier Guez ripercorre la vita di Maradona, un personaggio pieno di contraddizioni».

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Flop concorsi dall’infanzia alle superiori

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Un flop clamoroso. Non può descriversi in altro modo l’esito dei concorsi predisposti dal ministero dell’Istruzione per selezionare e assumere in ruolo nuovi docenti nella scuola. Le sette procedure attivate non hanno ridotto il numero di supplenti e anche quest’anno almeno la metà delle immissioni in ruolo autorizzate dal Ministero dell’Economia andranno perse. Sui singoli concorsi il resoconto è a dir poco fallimentare: in quello per l’infanzia e la primaria, 4 posti di sostegno su 5 resteranno vacanti, ben 5.389 cattedre, pari al 78% dei 6.913 a concorso; per il concorso della scuola secondaria siamo al paradosso, perché a distanza di oltre due anni dal bando si è conclusa solo una sessione su tre (appena 592 su 1.453), oltre il 90% dei partecipanti è stato respinto e più di 6mila posti rimarranno vacanti. I dati, aggiornati a questi giorni, sono stati prodotti dalla rivista Tuttoscuola. Anief è sconcertata per la leggerezza con cui si è arrivati ad organizzare le procedure concorsuali e le conseguenti immissioni in ruolo: “Sarebbe bastato – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale del giovane sindacato – essere meno selettivi, riflettendo sul fatto che in molti casi questi docenti esclusi sono gli stessi che insegnano da anni, formano e giudicano i nostri alunni da tempo. Sono docenti che si sono formati sul campo, non possono essere dei professionisti a scuola e dei dilettanti al momento delle prove di concorso. Per evitare di trovarci in questa situazione, che anche quest’anno ci farà registrare un altro record di supplenze annuali, secondo le nostre previsioni vicino alle 200mila, bastava affiancare ai concorsi il canale delle assunzioni da Gps. Come pure inserire nelle graduatorie di merito tutti i partecipanti del concorso Straordinario bis, da utilizzare peraltro fino al loro completo esaurimento: sono delle ingiustizie, quest’ultime, per la quale abbiamo anche attivato un contenzioso.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Ritorno in classe senza 200mila docenti, 15mila Ata e 500 presidi

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Le lezioni a scuola stanno ripartendo così come si erano concluse: senza interventi nelle classi, che continuano ad essere vecchie, piccole e prive di aeratori, e senza personale stabilizzato. Mancano all’appello quasi 200mila insegnanti, oltre 15mila amministrativi e collaboratori scolastici, più di 500 presidi: gli uffici scolastici nei prossimi giorni inizieranno a nominare i supplenti per coprire i “buchi” e le procedure andranno avanti per settimane, se non per mesi, inficiando ancora una volta la didattica. “Sarebbe importante – ha detto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – che si prendano provvedimenti d’urgenza”.Sempre quella politica che promette tante belle cose per la scuola in vista delle prossime elezioni politiche, ma che invece deve dare delle risposte subito: a fine agosto, nei prossimi giorni, in sede di conversione del decreto legge Aiuti bis, quindi prima che inizino le lezioni. Perché la scuola ha bisogno di un organico aggiuntivo, ha bisogno di stabilizzare i precari, di assumere in ruolo” gli idonei dei concorsi ad iniziare dallo Straordinario bis. Invece, la scuola non ha bisogno di norme come quello del docente ‘esperto’ che – conclude Pacifico – si realizzeranno solo fra dieci anni”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consigli per risparmiare sugli acquisti libri

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

· Grande distribuzione. Anche presso gli ipermercati è possibile acquistare libri scolastici, risparmiando rispetto alla cartolibreria. Si può arrivare fino al 30% del prezzo di copertina, ma in buoni spesa e se si ha la tessera del supermercato. Il ribasso scende al 15% se lo sconto è immediato e non in buoni acquisto, come previsto dalla legge. · E-commerce. Acquistare i libri on line può convenire rispetto alla libreria tradizionale, fino al 15% sul prezzo di copertina, anche se spesso sono in buoni acquisto. · Usato. Acquistate libri usati. Preferibile farlo direttamente da altri studenti: si risparmia fino al 50% del prezzo di copertina. Altrimenti li trovate nelle bancarelle e in alcune librerie. · Nuove edizioni. I genitori verifichino, prima dell’acquisto, se l’edizione “nuova” è realmente tale. · E-book. Si ai libri in formato digitale, scaricati su tablet o computer. Leggere libri direttamente sul tablet alleggerisce sia la spesa che lo zaino dei ragazzi. Attenti, però, se decidete di stamparli in proprio: i costi potrebbero essere superiori al vecchio e tradizionale acquisto. Non tutte le scuole e gli insegnanti, poi, consentono di portare il tablet in classe. Quindi, verificate prima di procedere. · Scambi tra studenti. Si agli scambi di libri. Le scuole dovrebbero favorire lo scambio diretto tra studenti consentendo nelle bacheche l’affissione di annunci e organizzando specifiche iniziative. · Sharing economy. Oltre a scambiarsi libri, si può condividere lo stesso testo con altri. Oltre a risparmiare, si educano i giovani all’economia della condivisione. Si può, ad esempio, acquistare un solo libro e poi dividerlo con il compagno di banco o con il compagno di classe con il quale si fanno solitamente i compiti. · Biblioteche. Chiedete che nella biblioteca della scuola o del comune ci siano in abbondanza i libri di testo, in modo da poter ricorrere a prestiti a domicilio. Ideale è il comodato d’uso: gli studenti tengono il libro per tutto l’anno e si impegnano a restituirlo in buone condizioni. · Acquisti all’ingrosso. Alcune scuole acquistano i libri di testo per conto di tutti gli studenti, in modo da risparmiare sull’acquisto grazie al grande quantitativo e all’ordinativo all’ingrosso. · Libri a cura dei professori. In alcune scuole i professori fanno dispense gratuite per gli studenti. Iniziativa lodevole che si spera si diffonda.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Dal 1° gennaio in pensione a 67 anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Se dal 1° gennaio 2023 la Legge Fornero tornerà pienamente in vigore lo Stato avrà sulla coscienza, e dovrà farsene carico anche a livello sanitario, centinaia di migliaia di lavoratori costretti a rimanere in servizio fino a 67 anni convivendo con importanti patologie psico-fisiche: molti di loro appartengono al mondo della scuola. A ricordarlo, supportato da evidenze scientifiche e statistiche, è il sindacato Anief, che chiede ai partiti politici oggi impegnati nella campagna elettorale delle elezioni del 25 settembre di introdurre in cima ai loro programmi la possibilità di mandare in pensione i lavoratori italiani almeno cinque anni prima delle attuali soglie. A partire dalle categorie più esposte al burnout, che dal 2019 l’Ordine Mondiale della Sanità riconosce come sindrome, il cui significato – “bruciato” o “esaurito” – sta ad indicare una sindrome da esaurimento emotivo che può rivelarsi patologico, alla cui base c’è proprio lo stress da lavoro.“Con l’addio a Quota 100 e poi anche alla transitoria Quota 102, il ritorno alla Legge Fornero rappresenta per tantissimi docenti e Ata della scuola un vero incubo – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché costringe a rimanere in servizio dopo anche oltre 35 anni di contributi versati ed in presenza di una difficile condizione mentale e fisica: serve una deroga immediata per evitare di ritrovarci non solo con la categoria più vecchia al mondo, ma anche più malata. Occorre introdurre una deroga, che permette di lasciare il lavoro a 63 anni senza penalizzazioni sull’assegno di quiescenza. Non sarebbe, tra l’altro, nemmeno una concessione, perché a quell’età in pensione si va in tutti i Paesi dell’area Ocde”. Per concludere, Pacifico chiede “una ‘finestra’ ad hoc, assieme anche alla conversione gratuita in contributi della formazione universitaria, come pure rivendicato più volte di recente dal presidente dell’Inps Pasquale Tridico”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Caro scuola: Unc, stangata articoli di cartoleria, +7,3%

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Con la riapertura imminente dell’anno scolastico, l’Unione Nazionale Consumatori ha analizzato gli aumenti già registrati per quanto riguarda la scuola, elaborando gli ultimi dati Istat. Se i libri scolastici segnano un rialzo dell’1,5%, in linea con il tasso di inflazione programmata del Mef, si profila invece una vera e propria stangata per quanto riguarda gli Articoli di cartoleria. Rispetto allo scorso anno i quaderni, i quadernoni e gli altri articoli con la carta, che risentono particolarmente del caro bollette, spiccano il volo con un +7,3% rispetto allo scorso anno. Non va comunque molto meglio per gli Altri articoli di cartoleria e materiali da disegno, come matite evidenziatori, penne, matite, che segnano un rincaro del 6,5%.A settembre, però, con il rientro dalle ferie, potrebbero esserci ulteriori incrementi. “Anche se i libri segnano un rialzo contenuto, è incredibile che in una situazione così grave per le famiglie non sia stato abrogato, come chiedevamo, l’art. 8 della legge n. 15 del 13/2/2020, una legge che, in barba al libero mercato, impone alle grandi catene di supermercato e alle piattaforme digitali di non poter fare sconti sui libri scolastici superiori al 15% del prezzo di copertina. Una vergogna! Nel 2019, infatti, i ribassi arrivavano anche al 25%. Un aggravio occulto per le famiglie, quindi, pari al 10%, in un momento in cui gli italiani già faticano a pagare le bollette e a fare la spesa” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Fiona Mozley: Dernière nuit à Soho

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

[Hot Stew] Trad. de l’anglais par Laetitia Devaux. Collection Littérature étrangère/Joëlle Losfeld, Gallimard. Soho, quartier londonien populaire, se gentrifie à toute allure. Agatha, riche héritière, y possède des immeubles et projette de faire expulser ses locataires. Precious habite avec Tabitha les combles de l’un de ces immeubles, juste au-dessus du bordel où elle travaille. Il y a aussi Robert, ancien homme de main du père d’Agatha et client du bordel ; Lorenzo, cambridgien devenu acteur ; Cheryl alias Debbie McGee et Kevin alias Paul Daniels, un couple de SDF qui vivent dans les sous-sols ; Jackie Rose, policière qui enquête sur les personnes disparues et les réseaux de trafic sexuel. Ces trajectoires se croisent, formant un tissu cohérent : le récit de cette gentrification et des résistances qu’elle suscite. La bataille s’engage entre Agatha, décidée à faire évacuer l’immeuble pour y construire des restaurants et des appartements luxueux, et Precious, érigée en symbole des travailleuses du sexe qui perdraient tout si Soho perdait son âme pour devenir un… 352 pages, sous couverture illustrée, 150 x 220 mm

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rumena BUŽAROVSKA: Mon cher mari

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

Trad. du macédonien par Maria Bejanovska Collection Du monde entier, Gallimard À tour de rôle, onze femmes se livrent sans tabou au sujet de leur époux. Adultère ou machiste, prétentieux ou destructeur, l’homme de chaque couple est décrit par sa compagne dans une situation quotidienne qui dévoile l’étendue de ses défauts, mais également à quel point il est difficile de vivre à deux. Car parler de son conjoint, c’est forcément révéler autant sur soi que sur l’autre… Tableau à la fois désopilant et terrible des rôles attribués par la société, Mon cher mari renouvelle la fiction féministe en égratignant tout le monde. Sur un fil d’équilibriste entre ironie décapante et tragique de la banalité conjugale, Rumena Bužarovska pointe les limites sociales comme intimes de notre discours sur le couple et interroge de son irrésistible talent chaque rouage du vaste jeu de l’amour et du mariage. 176 pages, 140 x 205 mm

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Roy Jacobsen: Les vainqueurs

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2022

[Seierherrene] Trad. du norvégien par Alain Gnaedig Collection Du monde entier, Gallimard. «Alors oui, ici, il y a des histoires, un tas d’histoires, mais pas du genre qui s’entassent dans les livres et les bibliothèques, qui se lisent et qui durent, qui passent de génération en génération, non, ici, les mots sont arrachés par le vent à l’instant où ils sont prononcés. » Les vainqueurs suit la vie d’une famille emblématique de la Norvège, de la côte du Helgeland jusqu’à Oslo, de l’été 1927 au printemps 1990. La première partie raconte la vie de Marta et de son père Johan, petit paysan-pêcheur sur l’île de Herøy, contraint de placer sa fille comme domestique chez une riche famille d’Oslo qui choisira la collaboration à l’heure de la Seconde Guerre mondiale. Dans la seconde partie du roman, le narrateur est Rogern, un des fils de Marta. Le gamin, qui grandit dans la cité nouvelle d’Årvoll, pose un regard aussi vif que truculent sur le bond monumental fait par le pays au cours d’un demi-siècle.Parue en 1991, cette fresque romanesque a connu un immense…704 pages, 150 x 215 mm

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »