Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 16 settembre 2022

XXI Giornata Mondiale per il Cuore

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

29 settembre Giornata Mondiale “Usa il cuore per ogni cuore”: un gioco di squadra per proteggere la salute del cuore e l’ambiente “One Health”. In occasione della Giornata Mondiale per il Cuore, la Fondazione Italiana per il Cuore, in collaborazione con Conacuore – Coordinamento nazionale delle associazioni di volontariato dei cardiopatici, con il patrocinio di Federfarma, di numerosi enti e delle Società Scientifiche nazionali, promuove numerose iniziative in tutta Italia. L’elenco è disponibile su fondazionecuore.it, conacuore.it e sulla pagina Facebook fondazioneperilcuore.it. Ogni anno sono circa 19 milioni le vite che vengono perse nel mondo per le malattie cardiovascolari. La Giornata Mondiale per il Cuore è l’opportunità per sottolineare le azioni che ognuno di noi può fare per prevenire e gestire le malattie cardiovascolari. La Fondazione Italiana per il Cuore ha condotto un’ indagine qualitativa (dal 22 giugno al 21 luglio 2022 presso 171 Associazioni pazienti del territorio italiano dedicate alle malattie cardiovascolari). In totale, il 13% delle associazioni, con una buona rappresentativa geografica della realtà italiana, ha risposto in modo completo alle domande. Si conferma l’importanza del parere delle Associazioni territoriali di grande utilità per migliorare la qualità di vita dei pazienti, il loro rapporto con il medico e con i centri specializzati nella cura. Dai risultati della survey effettuata da Fondazione Italiana per il Cuore emerge che il 75% delle attività prevalenti delle Associazioni che hanno risposto riguarda la sensibilizzazione, la promozione e la formazione con un focus sui servizi di ascolto e assistenza a pazienti/caregiver. Gli interlocutori principali sono per lo più pazienti (57%) o caregiver/familiari/amici degli stessi (30%). Il motivo che spinge a contattare le Associazioni, oltre alle informazioni sulla malattia (27%) e il percorso di cura (20%), è quello per il supporto psicologico/sociale (27%) o fare attività fisica controllata (19%). Le malattie cardiovascolari rimangono tuttora la prima causa di morte nel mondo (19 milioni le vite perse). Anche in Italia gli ultimi dati ISTAT (2018) indicano che le morti causate dalle malattie del sistema cardiocircolatorio rappresentano il 34,8% delle cause totali, e sono la prima causa di morte sia per gli uomini (31,7%) che per le donne (37,7%). Le malattie cardiovascolari possono essere associate a stili di vita non corretti e a malattie più frequenti come ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa, diabete mellito e obesità, oppure a malattie più rare come l’ipercolesterolemia familiare e l’amiloidosi cardiaca. Inoltre, l’invecchiamento della popolazione favorisce l’emergere di molte malattie legate alla senescenza, come le malattie degenerative delle valvole cardiache. Risulta quindi evidente l’esigenza di lavorare sul tema della prevenzione a 360°, intervenendo sia sul rischio cardiovascolare evitabile, sia attivando una diagnosi quanto più precoce possibile per una presa in carico efficiente ed efficace del paziente. Questa iniziativa educazionale è stata realizzata grazie al contributo non condizionante di:Abbott, Daiichi-Sankyo, Edwards Lifesciences, Novartis, Pfizer, Sanofi, Servier, Olio Cuore, Parmalat.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omaggi agli eroi antimafia: proiezioni e tanta musica

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Palermo Il 19 settembre alle 18 al Giardino dei Giusti in via Alloro 90 si parla del tema “Il maxiprocesso”, dedicato ad Alfonso Giordano. Alle 10,30 concerto dell’ensemble di ottoni e percussioni diretto da Roberto Basile, a cura del Conservatorio Arturo Toscanini di Ribera. Il 20 settembre alle 18 presentazione del libro “La grande meretrice” di Enzo Ieracitano. Con l’autore si confronterà Vincenzo Crivello. Alle 20,30 proiezione di “Il futuro di una generazione” di Tony Morgan e Roberta Arnone. Il 21 settembre alle 18 presentazione del libro “L’essenziale” di Aurora Padalino. L’autrice ne parlerà con Costanza Amodeo. Seguirà il concerto di Marcello Mandreucci e Rosario Vella. Il 22 settembre per il ciclo “Turismo di prossimità” alle 10 si parlerà di “Percorsi madoniti” attraverso la mostra di Marina Di Stefano e Rosario Glorioso. In più la casa editrice Arianna presenterà “I libri che nascono sulle Madonie”. Ale 20,30 presentazione del disco di Arianna Attinasi “Sorriderò al tempo”. Il 23 settembre alle 20,30, concerto dei Pivirama in duo. Raffaella Daino, voce e chitarra elettrica, accompagnata alle tastiere da Renz, lo storico pianista romano del progetto Pivirama interpreteranno le canzoni del quarto album “Senza Rete”. Un disco dalla doppia anima, con i proventi destinati interamente a un progetto di beneficenza per bambini vittime della guerra. Canzoni reportage e canzoni sognanti che raccontano il dramma dei profughi o delle vittime di femminicidio e ogni tanto divagano nel più immaginario dei mondi. “Senza rete” è anche il disco in cui per la prima volta si incrociano le due vite di Raffaella Daino, quella della cantautrice e quella della inviata di Skytg24, che in questo ultimo album ha messo in musica le storie che la cronaca l’ha portata a raccontare negli ultimi anni. L’Alloro fest, la cui direzione artistica è di Giovanni Apprendi, continuerà fino al 30 settembre. L’ingresso è libero. Seguiranno altri appuntamenti nel corso del mese.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Omaggio degli Oberon alla band del rock progressivo

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Palermo Il 17 settembre nello spazio in via Messina Marine 40 il Dorian porta il tributo ai Genesis e la musica per ballare di dj Silvio Randazzo. La serata inizierà alle 20 con la possibilità di scegliere tra l’apericena a 25 euro o la cena. Entrambe le opzioni sono su prenotazione al 3807980615. Dalle 21,40 in poi ingresso con consumazione per chi vorrà accedere al concerto. Gli Oberon faranno rivivere quella che è definita la “Golden Era” dei Genesis, protagonisti indiscussi dell’esperienza progressive negli anni Settanta. Il repertorio abbraccia la discografia genesiana da “Trespass” fino a “Wind & Wuthering”. Seguirà il dj set di Silvio Randazzo. Per prenotare un tavolo telefonare o mandare un messaggio WhatsApp al 3807980615 (Alessio Ciriminna) o tramite la pagina Facebook del Dorian o https://www.facebook.com/dorianart.it.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto dei WeMan

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Palermo domenica 18 settembre nei giardini di Villa Lampedusa Lighea in via dei Quartieri 104 Palermo, in un evento organizzato da Dorian. La serata inizierà alle 20. I clienti del locale potranno scegliere l’apericena con drink a 20 euro. Alle 21,40 l’ingresso è con consumazione obbligatoria. Alle 22 saliranno sul palco i WeMan. La band capitanata da Paola Russo rivisita le canzoni pop nazionali ed internazionali in chiave irlandese, dandogli una nuova musicalità dance. Ingresso libero. Per prenotare un tavolo andare sul link http://www.facebook.com/dorianart.it o telefonare al 3807980615.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studio sulle cardiomiopatie ereditarie al convegno di cardiologia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Enrico Ammirati, cardiologo dell’Ospedale Niguarda di Milano, ha pubblicato -sulla rivista internazionale JACC Heart Failure uno studio sulla predisposizione genetica della miocardite. «Una cardiomiopatia ereditaria con rischio di aritmie ventricolari all’inizio può presentarsi come una miocardite, e può esordire con una banale infezione virale che innesca una miocardite come tante altre. Sta al cardiologo di riconoscere quali miocarditi invece potrebbero nascondere una cardiomiopatia più complessa di origine genetica conoscendo alcuni indizi emersi da questo studio» spiega Ammirati che illustrerà questo fenomeno al 56° convegno nazionale di cardiologia che si terrà a Milano dal 19 al 22 settembre e che è promosso dalla fondazione De Gasperis. Ammirati è un cardiologo e un ricercatore del Niguarda Cardio Center, sostenuto dalla la fondazione De Gasperis, promotore dello studio e attivo nel trattamento delle miocarditi. «Abbiamo visto che le persone in cui si è riscontrata una ricorrenza di queste infiammazioni piuttosto elevata – ogni due anni, ad esempio – avevano una storia familiare di cardiomiopatia e pensiamo che dipenda da una variante nel gene della desmoplachina (DSP) che potrebbe rendere questi soggetti più vulnerabili all’infiammazione miocardica». Di cardiopatie e genetica si parlerà a Milano mercoledì 21 settembre al NH Milano Congress Center di Milanofiori (Assago), sede del convegno nazionale di cardiologia. https://www.degasperis.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antipolitica: ragioni e limiti

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Per quanto da anni siamo costretti a digerire nella conduzione della politica in Italia, di certo ci resta solo il disgusto e sicuramente comprendiamo il malessere che da tutto ciò promana. Va, tuttavia, fatto un distinguo per meglio chiarire il concetto. La politica, come giustamente si osserva da più parti, fa parte della nostra vita. Ciò significa che la “nausea” non è nella parola e nel suo ruolo espresso nel sociale e civile, quanto nel comportamento di chi si avvale di questa bandiera per farne un vessillo per proprio uso e consumo. E il danno d’immagine e la percezione che ne ricaviamo rendono ancora odioso quest’andazzo poiché rischia di trasformarsi in una tendenza accettata come normale dai soliti opportunisti. E molti dei politici, che oggi rappresentano questa visione comportamentale, sia appartenenti all’attuale coalizione di governo che delle stesse opposizioni, assumono agli occhi dell’opinione pubblica qualcosa di incomprensibile e finiscono con l’identificarsi in una sorta di difesa ad oltranza della casta e con tutte le sue ambiguità e doppiezze. E ancor più grave appare la situazione poiché si ha la convinzione che non sia possibile un ricambio non tanto generazionale ma nel modo di fare politica. Ciò spiega la reazione di chi oggi afferma che non intende andare a votare (siamo già al 38% degli elettori) perché se ha perso la fiducia nel proprio riferimento politico, lo è altrettanto per il suo opposto. D’altra parte, sarebbe impensabile supporre che vi possa essere, sic et simpliciter, un azzeramento dell’attuale classe politica e la sua sostituzione con personaggi nuovi di zecca. Ciò potrebbe verificarsi a una sola condizione: se ci fosse una guerra civile e non è certo il caso in cui potrebbe imbattersi l’Italia. Non solo. Anche se ciò accadesse, non sarebbe detto che il “ricambio” fosse assicurato. La caduta delle stesse dittature dal fascismo al nazismo e al franchismo in Spagna dimostrarono che non pochi dirigenti legati al precedente regime rimasero a galla o furono regolarmente riciclati nel nuovo ordine istituzionale. A mio avviso ci sarebbe una sola risposta: la nascita di un partito fatto di persone in prevalenza legate al mondo del lavoro, se non altro per potervi riconoscere il loro modus vivendi per il vissuto e la loro non ingerenza nelle pastoie dell’attuale andazzo politico e relativo sistema lobbistico. Alla fine, dovremmo dire che non è la politica che va cambiata ma gli uomini che la rappresentano a condizione che siano dei fanatici della democrazia, della libertà e della giustizia. Senza dubbi e senza tentennamenti. Forse con ciò entriamo nel mondo delle utopie. Forse. (Riccardo Alfonso)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi: La trappola con e senza la pandemia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Scriveva Altero Matteoli: “Il governo deve dare risposte immediate a una situazione finanziaria, economica e sanitaria internazionale difficile che ha riflessi anche sull’Italia oltre che su tutta l’Europa. Auspichiamo che in particolare il Pd, i suoi alleati ma anche i partiti dell’opposizione assumano adesso un atteggiamento collaborativo come meriterebbe il Paese e come i cittadini si aspettano. È un modo, rifacendoci all’attualità, di rappresentare il caso Italia dove ci appare sempre più chiaro che il vero problema non sta nello spremere le esangui casse dei lavoratori e pensionati che hanno già dato ma di rivolgersi a quanti hanno già lucrato in passato e pensano che crisi o non crisi debbano continuare a tenere il loro tenore di vita e a incrementare i loro profitti. E se ai poveri italiani si dice loro che è una grave crisi e che tutti dobbiamo rimboccarci le maniche allora perché non incominciamo a debellare gli sprechi? Ricordo in proposito che la Corte dei conti ha quantificato gli sperperi intorno ai 70 miliardi di euro, le evasioni fiscali sui 300 miliardi di euro, gli scialacqui della politica con altri 14 miliardi di euro. Un tempo si diceva quando si parlava di guerra: armiamoci e partite. Tradotto nel linguaggio odierno, ora andrebbe detto: spennateci ma salvaguardate le ricchezze di chi ha e dei loro lacchè. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gruppo FS, AD Luigi Ferraris: “Da nostre fonti il 10% del fotovoltaico italiano”

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

La potenza degli impianti di autoproduzione energetica del Gruppo FS raggiungerà i 2 Gigawatt e accrescerà di circa il 10% quella complessiva degli impianti fotovoltaici installati oggi in Italia. Già nel 2024, con le prime attivazioni, la potenza toccherà i 300 MW. Così l’AD del Gruppo FS Luigi Ferraris al Festival della Comunicazione di Camogli torna ad affrontare il tema del momento, quello della crisi energetica. E delinea il ruolo del Gruppo FS nel diminuire la dipendenza del Paese da fonti estere, nel contribuire al successo del PNIEC (Piano Nazionale Integrato di Energia e Clima) e, quindi, alla transizione energetica ed ecologica. Obiettivi al raggiungimento dei quali concorre anche la crescita dell’offerta di mobilità collettiva, integrata e sostenibile, su cui punta il nuovo Piano Industriale del Gruppo FS.Intervistato da Ferruccio De Bortoli, Ferraris ha ricordato come l’attenzione al tema dell’energia preceda la crisi attuale. Era di primaria importanza, dal momento che il Gruppo FS consuma il 2% della domanda totale del Paese, individuare fonti di autoproduzione e rendersi più autonomi: “C’è un piano di investimenti da oltre 1,6 miliardi che ci consentirà di produrre energia da fonti rinnovabili – principalmente fotovoltaico ed eolico – in grado di soddisfare almeno il 40% del nostro fabbisogno”, ha detto. Altra linea d’azione riguarderà l’efficientamento energetico con interventi di breve e medio periodo: “Si va dal contributo offerto dal progressivo rinnovo della flotta dei treni – quelli di nuova generazione consumano il 30% in meno dei precedenti – all’introduzione di sistemi di guida intelligente per il trasporto passeggeri e merci – ha proseguito Luigi Ferraris – fino a misure di smart building per impianti industriali e stazioni”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Flop assunzioni docenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

“Le operazioni di immissione in ruolo effettuate ad agosto hanno consentito l’assunzione di 50.415 docenti”: ad annunciarlo è stato oggi il ministero dell’Istruzione pubblicando delle anticipazioni sui “principali dati della scuola – avvio anno Scolastico 2022/2023”: considerando che il Mef aveva autorizzato in estate 94.130 immissioni in ruolo, ben 43.715 cattedre destinate alle stabilizzazioni dovranno essere dirottate sulle supplenze annuali portando il precariato tra i docenti a sfiorare quota 200 mila. Secondo il sindacato Anief non vi sono dubbi: la responsabilità di questo ennesimo flop sul reclutamento è tutta di chi governa la scuola con miopia e senza visione reale. Diventa inevitabile opporsi a questa mala-gestione partecipando al reclamo collettivo gratuito rivolto al Comitato europeo dei diritti sociali contro l’abuso infinito dei contratti a termine sottoscritto per chi opera nella scuola italiana.“Questi numeri – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ci dicono che anche il Governo dei migliori ha clamorosamente fallito sul precariato scolastico: pure quest’anno un posto da insegnante su due autorizzato dal Mef rimarrà purtroppo vacante, sebbene siano state attivate nell’ultimo periodo ben sette procedure concorsuali. Siamo rammaricati, perché è un copione già visto e che si poteva benissimo evitare andando ad assumere da Gps su cattedra comune e tutti i precari con 36 mesi di servizio svolto, con il doppio canale di reclutamento e anno di formazione con verifica finale qualora i neo assunti non fossero forniti di abilitazione. Lo abbiamo scritto anche nel Manifesto Anief sostenendo che ‘per quanto riguarda il Precariato viene richiesto il doppio canale di reclutamento per assumere giovani, idonei dei concorsi e precari’.Secondo Pacifico quella del doppio canale rimane “l’unica soluzione da adottare, la stessa del resto che l’UE ha indicato da tempo ai Paesi membri. Solo che chi governa in Italia preferisce lasciare la scuola nello stallo e il personale supplente a vita, perché pure chi ha partecipato ai concorsi nel 90% dei casi è stato lasciato al palo. Noi, comunque, continuiamo per la nostra strada, che porterà alla lunga i precari in ruolo: in questi giorni abbiamo predisposto una nuova denuncia al Comitato europeo dei Diritti Sociali proprio per l’abuso reiterato di precariato in Italia”. Per questi motivi, il sindacato Anief offre la possibilità ai precari della scuola di partecipare al reclamo collettivo gratuito al Comitato europeo dei diritti sociali contro l’abuso di contratti a termine dello Stato italiano.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione Pacifico (Anief): La scuola italiana è precaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

“Siamo onorati – ha detto Pacifico – che la politica sia d’accordo con Anief sull’esigenza di far attuare delle azioni concrete al legislatore, che deve rilanciare la scuola e superare la sua precarietà. A partire dal doppio canale di reclutamento del personale: è emblematico che da oltre due anni si attendono invano i corsi di abilitazione. L’Europa, intanto, ha stanziato dei fondi straordinari anche per superare la precarietà: abbiamo un concorso Straordinario bis con pochissimi posti rispetti a quelli che andavano banditi, così il 90% dei candidati rimangono esclusi. Se il Senato non recepirà gli emendamenti siamo pronti a tornare in piazza, anche allo sciopero. Dobbiamo lottare per avere una scuola moderna oggi, con uguaglianza d’accesso, anche all’Università”. “L’obbligo scolastico – ha continuato il sindacalista autonomo – va portato a 18 anni, al completamento degli studenti della scuola italiana. Perché uno studente su tre non arriva al diploma”. Pacifico ha anche parlato di “libertà d’insegnamento, che con il Covid è stata svilita. Altro che lotta contro le diseguaglianze. Come pure va stipulato il prima possibile il contratto per cominciare ad allineare gli stipendi dei lavoratori della scuola alla media europea”. Pacifico ha aggiunto che “la scuola italiani ha bisogno di aiuto, progettualità, idee. E servono soldi: abbiamo quantificato che per coprire le priorità, a partire dall’adeguamento degli stipendi, occorrono 30 miliardi, praticamente una Legge Finanziaria”. Il leader dell’Anief ha concluso ricordando che “abbiamo un alunno ogni dieci alloglotto. Uno su dieci con sostegno. Un docente su cinque precario, un Ata su due supplente. Dobbiamo operare anche per loro, per non far venire meno i loro diritti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccini Covid aggiornati

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Il Ministero della Salute ha diramato una circolare sull’utilizzo nuovi vaccini bivalenti efficaci anche contro le varianti Omicron. La circolare prevede che per i nuovi vaccini anti Covid la priorità sia data agli over 60 e ai fragili «ancora in attesa di ricevere il secondo richiamo (quarta dose)» con l’aggiunta di operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza. Oltre a queste categorie un ulteriore somministrazione viene offerta in via prioritaria a tutta la popolazione sopra i 12 anni che non ha abbiano ricevuto il primo richiamo (terza dose) «indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario (prima e seconda dose). Quindi chi si è vaccinato con AstraZeneca, Janssen, Pfizer-Biontech o Moderna potrà sottoporsi alle dosi aggiornate, prodotte da Pfizer-Biontech e Moderna. L’ulteriore vaccinazione potrà essere fatta «secondo le tempistiche» previste dalle precedenti disposizioni vale a dire dopo un intervallo di almeno 120 giorni dall’ultima somministrazione. Il ministero della Salute ha inviato a Regioni e Asl la circolare con le modalità di utilizzo dei nuovi vaccini bivalenti approvati il 1 settembre dall’agenzia europea dei farmaci Ema e il 5 settembre da Aifa. Si tratta di composti aggiornati, contenenti due ceppi virali, quello originale del 2020 e la variante Omicron BA. 1 di novembre 2021 considerati più efficaci di quelli attuali per prevenire la forma grave di Covid e il ricovero in ospedale. Questi nuovi strumenti di immunizzazione saranno disponibili nei centri nei prossimi giorni. A metà della prossima settimana dovrebbero essere approvati composti aggiornati sulla base delle sottovarianti BA 4 e 3, ora più diffuse. Nella circolare il ministero ha messo in pratica le raccomandazioni di Ema e ECDC, l’agenzia europea per il controllo delle malattie infettive. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nick Cave con Seán O’Hagan: fede, speranza e carneficina

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Trad. Chiara Spaziani, pp. 416, 21 euro. Il libro-rivelazione sulla vita più intima di uno dei più grandi artisti e performer del nostro tempo. In oltre quaranta ore di conversazioni private con il giornalista Seán O’Hagan, Cave si immerge nel suo mondo interiore per riflettere su ciò che davvero muove la sua vita e la sua creatività. Affrontando temi come fede, arte, musica, libertà, lutto e amore, questo volume ripercorre con sincerità la vita di Cave, dall’infanzia a oggi: i rapporti sentimentali, l’etica del lavoro e la sua profonda trasformazione negli ultimi anni. Fede, speranza e carneficina è lo slancio di speranza e ispirazione di un artista visionario. «Ecco, il giovane Nick Cave poteva permettersi di nutrire un certo disprezzo per il mondo perché non aveva idea di ciò che lo aspettava. Riesco a vedere ora quel disprezzo o quello sdegno nei confronti del mondo come una sorta di lussuria o di appagamento, di vanità persino. Non aveva idea del prezioso valore della vita – della fragilità. Non aveva idea di quanto difficile, ma essenziale, sia amare il mondo e trattarlo con misericordia. E come ho detto, non aveva idea di quello che sarebbe successo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centro Pecci Books Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Prato. Da giovedì 6 a sabato 8 ottobre 2022, Centro Pecci Books, la rassegna che dal 2019 il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato dedica alle narrazioni del contemporaneo, diventa un Festival. Per tre giorni il museo ospita alcune delle voci del panorama editoriale italiano in un programma ampio di incontri, talk, lecture, reading e interviste, adatti a tutte le età, in cui gli autori e il pubblico si sentono accolti e ispirati dal dialogo con le opere, generando una piattaforma collettiva di confronto con autori e autrici.Inaugurazione ed anteprima, giovedì 29 settembre alle ore 18.00, una serata d’eccezione che celebra il lancio della sua prima edizione, con la presentazione de Il quaderno, esordio letterario della straordinaria attrice, autrice ed ora scrittrice Sonia Bergamasco, edito da La Nave di Teseo.Ogni giornata di Centro Pecci Books Festival viene aperta da un incontro dedicato alla letteratura per ragazzi, in stretta connessione con la storica Area Educational del museo fondata nel 1988 da Bruno Munari, e avrà come protagoniste le autrici Noemi Vola e i Premi Andersen Sabrina Giarratana e Nadia Terranova.A conclusione di ogni giornata, invece, la proiezione di un’anteprima cinematografica che sottolinea l’attività della Sala Cinema del Centro e lo stretto legame tra letteratura e settima arte: La Pantera delle Nevi di Marie Amiguet e Vincent Munier; Marcia su Roma di Mark Cousins; Going to the Dogs di Dominik Graf.Venerdì 7 ottobre, due incontri con altrettante giovani autrici dedicati all’evoluzione dei formati di scrittura ed al rapporto tra podcast e letteratura queer e di genere: Silvia Pelizzari con Tiresia (Emons 2022) e Valeria Montebello con Il sesso degli altri (Chora 2022).I temi della sostenibilità e del cambiamento climatico vengono affrontati nella giornata di sabato 8 ottobre: il professor Alberto Grandi con il suo L’incredibile storia della neve e della sua scomparsa (Aboca Edizioni, 2021), partendo dall’invenzione del frigorifero domestico e dell’aria condizionata, arriva al paradosso che per avere le nostre case sempre fresche stiamo contribuendo a rendere la Terra un pianeta torrido; mentre, a seguire, Gabriele Romagnoli presenta Sogno bianco (Rizzoli, 2022), un romanzo potente e visionario che racconta, attraverso una famiglia e tre generazioni, la scomparsa del più importante ghiacciaio italiano.Raccontano il nostro Paese, invece, due “antologie” atipiche: Paolo Armelli con L’arte di essere Raffaella Carrà (Blackie Edizioni 2022) che raccoglie scritti, tra gli altri, di Vladimir Luxuria, Vanessa Incontrada, Giovanni Benincasa e Daniela Collu, e Giacomo Papi con Italica – Il Novecento in trenta racconti (e tre profezie) (Rizzoli 2022).Infine, uno sguardo anche alla letteratura contemporanea con: Vincenzo Latronico e Le perfezioni (Bompiani 2022) Vincitore Premio Opera Italiana – 48° Premio Mondello; il grande ritorno di Rossana Campo con Conversazioni amorose (Bompiani 2022) e la rivelazione Espérance Hakuzwimana con Tutta intera (Einaudi 2022).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medici di famiglia, ecco come funzionerà la diagnostica in studio

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

A fine luglio 2022 il ministro Roberto Speranza ha firmato il decreto attuativo delle misure della Manovra 2020. Con una sorpresa: se nel 2019 la legge poneva in capo alle sole Asl acquisto e fornitura degli strumenti, stavolta si ammette che il singolo medico possa mettere a disposizione la propria apparecchiatura. Nel 2021 in piena emergenza Covid 19 nella normativa si è inserito il decreto-legge 23 che destina il 20% della somma all’acquisto a tappeto di pulsossimetri per i medici di famiglia. Il nuovo decreto realizza innanzi tutto il riparto dei fondi alle regioni. Alla Lombardia andranno 40 milioni, al Lazio 23, come alla Campania, al Veneto 19 come alla Sicilia, all’Emilia Romagna 17, alla Puglia 15 e di seguito a scendere. La norma fissa poi una scala di priorità nell’assegnare le apparecchiature: per prime, alle Case di comunità “hub” (quelle grandi, una-due a distretto previste nel Decreto ministeriale 77 in ottemperanza al Piano Nazionale di Ripresa e resilienza); quindi alle CdC “spoke”; quindi, ancora agli studi di medici di famiglia e pediatri identificati quali “spoke”, ed infine alle altre medicine di gruppo. Si dà priorità alle zone montane, alle aree spopolate, interne e rurali, alle piccole isole e alle periferie urbane. Gli strumenti diagnostici vanno collegati alla piattaforma nazionale di telemedicina e al fascicolo sanitario elettronico. Il medico li utilizzerà nell’ambito del suo rapporto con il Servizio sanitario nazionale. Un tavolo tecnico congiunto tra Ministero della Salute e Regioni entro ottobre definirà le specifiche dei referti, le modalità di rilevazione delle attività erogate, quelle di alimentazione del fascicolo e indicatori minimi di processo e di risultato. Ogni regione presenterà un piano dove dettaglia obiettivi di salute perseguiti, dispositivi richiesti con descrizione delle tecnologie e dei costi connessi, modi di acquisizione, tempi di messa in funzione, piano di manutenzione. Inoltre, spiegherà quale formazione porgere ai medici di famiglia, e specificherà gli indicatori di processo e risultato per misurare le attività svolte. Sulla base del piano di fabbisogni presentato, inoltre, stipulerà il nuovo accordo regionale con i medici di medicina generale. Medici e pediatri che mettessero a disposizione propri dispositivi dovranno certificare il proprio contributo con modalità ancora da verificare.Occorre un processo di formazione imponente per medici e sanitari». Ulteriore scommessa, dopo capillarità dell’offerta, acquisizione di personale e formazione, è sugli apparecchi «Accanto a holter ed altri strumenti già disponibili da tempo nelle farmacie (e che non si vede per quale motivo il medico di famiglia non sia incentivato ad usare già ora), c’è il capitolo della telemedicina ancora da disegnare ma ineludibile. Inoltre, una parte di dispositivi -ad esempio pulsossimetri e bilance, utilizzabili a casa del paziente nell’ambito dell’assistenza domiciliare- va resa disponibile ora in una sede ora in un’altra. In alcune Asl saranno le centrali ospedaliero-territoriali del distretto a curare la distribuzione, in altre potrebbero farsi avanti forme organizzative della medicina generale, come le cooperative di servizio. Serve un assetto legislativo in grado di regolare l’organizzazione privilegiando i canali più funzionali». In ogni caso, per Corti, «non si può pensare che finisca tutto installando strumenti e medico nelle sedi». (Abstract) By Mauro Miserendino Fonte Doctor33

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Flaminia Marinaro: L’ultima diva

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Collana:Le strade Numero collana: 516 Pagine:190 Prezzo cartaceo:€ 18 Prezzo eBook:€ 9.99. La biografia romanzata di Francesca Bertini, straordinaria diva del cinema muto. Dai primi, timidi passi in un teatro di Napoli durante la belle époque fino alla trionfante carriera che la portò a brillare sugli schermi cinematografici di tutto il mondo. Gli intrighi, le passioni e i retroscena della vita di un’attrice che ha segnato un’epoca. Sono i primi anni del Novecento quando la piccola Elena si trasferisce con la madre a Napoli, incerta su come inserirsi in una città del tutto nuova rispetto alla Firenze della sua infanzia. Nonostante la timidezza, viene notata dal padre della compagna di banco, Eduardo Scarpetta, che la introduce subito fra le comparse del suo teatro, ribattezzandola con il nome d’arte che entrerà nella storia: Francesca Bertini. Non ci vuole molto infatti perché la quieta ma ambiziosa Francesca emerga sulla scena, approdando a Roma per incantare con la sua espressività non solo registi e colleghi, ma anche la scintillante alta società dell’epoca, che tanto ammira, nonché gli intellettuali più in voga del periodo, fra cui D’Annunzio. Con una scrittura fluida e vivace, L’ultima diva ripercorre l’ascesa di Francesca Bertini nel mondo del cinema muto, svelando i segreti della sua fortunata carriera e gli intrighi della sua vita privata, ma soprattutto facendo emergere la figura di una donna determinata a lasciare il segno e a diventare l’icona di un’intera generazione, dimostrando un’incredibile forza di carattere oltre che un grandissimo talento.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva: “Il Gioco Riflesso vs3”

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Cosenza sabato 17 settembre alle ore 18:00 presso la Galleria Nazionale di Cosenza via Gian Vincenzo Gravina, Palazzo Arnone III a tappa della collettiva “Il Gioco Riflesso”. Artisti in mostra: Dario Agrimi, Blink, Stefano Bolcato, Simona Cavaglieri, Ninni Donato, EPVS, Marica Fasoli, Angelo Gallo, Cristina Mangini, Susy Manzo, Lorenzo Pacini, Salvo Rivolo, Massimo Sirelli, Marco Stefanelli. E’ la tappa di una collettiva che coinvolge una molteplicità di artisti dalle differenti formazioni, che si cimentano con la tematica del gioco attraverso una originale e costante sperimentazione. La mostra rappresenta la sintesi di entrambi gli aspetti e si configura come un percorso dove la stessa Arte diventa momento di stimolo per interagire e interpretare le opere in maniera sentita e coinvolgente.L’esplorazione, la manipolazione, la sperimentazione, sono alla base delle attività ludiche ma anche alla base di un’arte, intesa come creazione, espressione delle emozioni e sublimazione delle pulsioni. Ogni artista, pertanto, in mostra è chiamato a cimentarsi con tale tematica, interpretandola in base al suo sentire, alla sua esperienza e alla sua progettualità, passando da una varietà di tecniche che dimostrano quanteforme d’arte e di gioco possano esistere e insistere in un rapporto osmotico, personale, collettivo e sociale.” Questa terza tappa dell’esposizione itinerante vede il suo ingresso nel territorio della città di Cosenza, presso la Galleria Nazionale, condividendo il progetto con la Direzione che, desiderosi di portare avanti un percorso di inclusione e partecipazione esperienziale, ha accolto e promosso l’iniziativa, confermando la linea del dialogo e del confronto. Con la collaborazione del Direttore della Galleria Nazionale di Cosenza, architetto Rossana Baccari, nel ruolo di co-curatore della mostra, l’iniziativa avrà luogo dal 17 settembre fino a sabato 8 ottobre 2022 e ricadrà all’interno della programmazione prevista per le Giornate Europee del Patrimonio del 24 e 25 settembre, concludendosi nella data della Giornata del Contemporaneo AMACI (evento inserito in programma) l’8 ottobre 2022. La mostra sarà allestita presso le sale espositive della Galleria Nazionale dedicate all’Arte Contemporanea, al secondo piano di Palazzo Arnone. Curatela: Marilena Morabito, Aurelia Nicolos, Floriana Spanò, Co-curatela: arch. Rossana Baccari (direttore Galleria Nazionale Cosenza) Partners tecnici: Koart Gallery | PAD Palermo Art District Partner Artistici: ContinuityFluid Ufficio Stampa: Associazione ACAV

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Avventura sull’Orinoco»: una storia a fumetti

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Quando due autori come Gianni De Luca e Roberto Dal Prà si uniscono, il risultato non può che essere sorprendente. È il caso di «Avventura sull’Orinoco»: una storia a fumetti che vede ai testi uno dei più grandi sceneggiatori italiani, e ai disegni un maestro indiscusso della Nona Arte. Pubblicato originariamente a puntate su «Il Giornalino» nel 1988, e divenuto introvabile, il fumetto è ora disponibile in unico volume in edizione cartonata. Si tratta della quarta uscita della collana dedicata a Gianni De Luca.La storia si apre con la spedizione di Aristide Florescu, archeologo di fama mondiale, che parte alla volta di San Fernando, lungo il confine tra Colombia e Venezuela. Ad accoglierlo al suo arrivo troverà la banda di Fritz Losco, contrabbandiere di opere d’arte, che lo costringerà a condurli sul luogo di un antico tesoro. Tutti ignorano però che Billy, un ragazzino che il professore ha conosciuto durante un incontro in un orfanotrofio, li ha seguiti di nascosto. Sarà proprio l’amicizia tra questo e l’indio Tupay a dare un’incredibile svolta alla storia.Disponibile su edizioninpe.it con spedizione gratuita.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore del polmone

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

I risultati aggiornati dello studio di Fase III ADAURA hanno mostrato che osimertinib, farmaco di AstraZeneca, ha prodotto un miglioramento clinicamente significativo e sostenuto della sopravvivenza libera da malattia (DFS) rispetto a placebo, nel trattamento adiuvante dei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) in stadio precoce (IB, II e III A) che presentano mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR), a seguito di resezione radicale. Questi ultimi risultati sono stati presentati a Parigi in occasione del Congresso della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) Susan Galbraith, Executive Vice President, Oncology R&D, AstraZeneca dichiara: “E’ straordinario come solo due anni fa i pazienti con tumore del polmone in stadio precoce con mutazione di EGFR non avessero opzioni terapeutiche mirate dopo la chirurgia. Ora, in tutto il mondo, questa popolazione di pazienti ha la possibilità di accedere ad osimertinib e di poter inoltre beneficiare del suo valore aggiunto offerto in termini di protezione a livello encefalico. Siamo in attesa dei risultati maturi sulla sopravvivenza globale nello studio ADAURA nei tempi previsti, ma la ricerca e il nostro impegno nei confronti dei pazienti con tumore del polmone in stadio precoce continuano attraverso un più ampio programma di sviluppo di osimertinib, nel quale si sta valutando una durata maggiore del trattamento post-chirurgico e il ruolo potenziale di osimertinib come terapia adiuvante in stadi ancora più precoci di malattia”.Il tumore del polmone è la causa principale di morte per cancro tra gli uomini e le donne, e rappresenta circa un quinto di tutti i decessi per cancro.5 Il tumore del polmone si suddivide in NSCLC e tumore del polmone a piccole cellule (SCLC), con l’80-85% classificato come NSCLC.6 La maggior parte dei pazienti con NSCLC presenta una diagnosi di malattia avanzata, mentre circa il 25-30% presenta malattia resecabile alla diagnosi.1,2 La maggior parte dei pazienti con tumori resecabili (stadio IB-IIIA) sviluppa una recidiva nonostante la resezione completa del tumore e la chemioterapia adiuvante. In assenza di programmi strutturati di screening, le diagnosi di cancro al polmone in fase iniziale vengono spesso rilevate solo quando il cancro viene identificato mediante indagini radiologiche effettuate per altre condizioni non correlate.AstraZeneca sta conducendo una rivoluzione in oncologia con l’ambizione di offrire le cure per il cancro in ogni forma, grazie alla scienza per comprendere il cancro e tutte le sue complessità, per individuare, sviluppare e fornire farmaci in grado di cambiare la vita dei pazienti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Maschere facciali per la cura delle ustioni al viso

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

La stampa 3D al servizio della medicina per curare le ustioni gravi al viso nei bambini. Si tratta di un progetto pilota condotto dal centro di riabilitazione pediatrica Romans Ferrari di Lione in collaborazione con 3DZ. Azienda distributrice di stampanti 3D con sede centrale a Castelfranco Veneto (TV) ed altre sedi staccate a ad Alessandria, Brescia, Arezzo, Roma, oltre a 13 filiali estere. I bambini con ustioni al volto vengono trattati con l’applicazione di placchette su misura sul volto stesso, in pratica delle maschere. All’interno vengono aggiunti dispositivi in silicone che svolgono un massaggio sulla zona ustionata e consentono una migliore guarigione e cicatrizzazione, soprattutto sulla pelle innestata. Per poter realizzare l’ortesi facciale (ovvero questa placca da applicare al viso) è necessario prendere l’impronta del volto, con la quale poter poi creare una maschera, una replica perfetta e conforme del viso del bambino. Per riprodurre esattamente un volto, il metodo tradizionale consiste nel modellare il viso con strisce di gesso applicate direttamente sulla pelle. Un processo doloroso e fastidioso, che mette a dura prova una pelle già indebolita. Il bambino subisce un secondo trauma.È così che il centro Romans Ferrari, struttura di rieducazione pediatrica che si occupa da molti anni di bambini gravemente ustionati, cerebrolesi e politraumatizzati, ha interpellato e coinvolto gli studenti dell’Ecole Centrale de Lyon e la sede francese di 3DZ. Si è dunque arrivati a ideare un processo alternativo per realizzare le ortesi da applicare al volto. Invece del calco in gesso, si effettua una scansione 3D del viso. La protesi viene poi realizzata a partire dalla scansione attraverso una stampante 3D. Il tutto senza nemmeno toccare il volto del paziente, quindi in maniera non invasiva e al tempo stesso più precisa.Il progetto pilota è stato portato a termine nei primi mesi del 2022 con ottimi risultati, apprezzati dal personale medico e dai pazienti. Si tratta di nuovo sistema che il centro medico francese ha deciso dunque di utilizzare al posto del vecchio metodo con il calco in gesso. “Da diversi anni sognavamo di poter arrivare a realizzare lo stampo per le cure senza dover far subire al paziente un contatto diretto con la pelle ustionata”, racconta Christophe Debat, direttore del Centro Romans Ferrari. La collaborazione tra 3DZ e Romans Ferrari è stata anche premiata alla fiera Global Industrie, la manifestazione francese più importante per il settore industriale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Faire l’Europe par gros temps

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

Les avis de tempêtes s’accumulent en Europe. Il y a d’abord l’horrible guerre en Ukraine, qui dure et ne donne aucun signe d’apaisement immédiat. Une guerre hybride livrée par la Russie, dont les coupures subites de gaz servent, entre autres, d’arme contre nous. Les Vingt-Sept se réunissent d’urgence ce 9 septembre pour réagir à la flambée des prix. L’inflation engendrée par la brutale hausse du coût des hydrocarbures, consécutive au conflit, conduit la Banque centrale européenne à durcir sa politique monétaire mais au moment même où la récession guette, notamment en Allemagne. La hausse du coût de la vie nourrit une grogne sociale, avec un risque d’agitations durant ces mois critiques dont même le Secrétaire général de l’Otan, Jens Stoltenberg, s’inquiète publiquement. Le risque d’orages est aussi politique. Outre-Manche, l’arrivée au pouvoir de Liz Truss et son gouvernement des plus eurosceptiques augure de relations toujours tendues entre Londres et les Vingt-Sept, et singulièrement avec Paris. En Suède, où se tiennent des législatives ce 11 septembre, la formation d’une nouvelle coalition pourrait s’éterniser, comme en 2018, tant les sondages donnent au coude-à-coude la gauche et la droite, laquelle est prête à gouverner avec l’extrême-droite. Comme en Italie, où l’alliance des droites devrait mettre Giorgia Meloni à la tête du prochain gouvernement, à l’issue des législatives du 25 septembre. Les relations avec Bruxelles seront houleuses et singulièrement ici encore avec Paris. En cette période chahutée, la France et l’Allemagne doivent agir de concert pour tenir l’unité européenne, le meilleur front à opposer à Moscou. En six mois d’agression russe, cette unité jamais évidente a permis l’adoption de six trains de sanctions, dont les effets gagnent lentement mais sûrement l’économie russe. Entre Européens, sobriété et solidarité énergétiques sont les deux mots d’ordre pour affronter l’hiver qui approche et les suivants. Non seulement en réponse à la guerre mais aussi au changement climatique toujours plus palpable sur notre continent à chaque saison. Cette solidarité entre pays est au cœur du discours remarquable d’Olaf Scholz sur l’Europe, prononcé à Prague le 29 août. L’Allemagne, toute première économie de l’UE qu’elle est, a besoin de cette solidarité. La France, face aux incendies cet été, y a fait appel et, avec son parc nucléaire en partie à l’arrêt, mise aussi dessus. Plus largement, la solidarité européenne est requise ainsi que la coopération pour sortir des dépendances, que la guerre comme les crises précédentes mettent à nu. Elle est nécessaire aussi face aux demandes d’asile. Et la solidarité encore doit guider la répartition des efforts attendus de chaque acteur de la société, à tous niveaux, en ces temps exigeants. L’Institut Jacques Delors se définit comme un laboratoire d’idées opérationnelles pour faire avancer l’intégration européenne à l’aune des principes et réalisations de notre fondateur. « La solidarité qui unit », selon l’heureuse formule de Jacques Delors, doit prévaloir davantage encore en Europe par gros temps. Sans attendre le choc gazier, notre centre énergie plaide pour des stockages communs de gaz et des achats groupés. Il est investi dans des projets européens de recherche en sobriété énergétique (Fulfill), efficacité énergétique (Referee), citoyenneté énergétique (Prospect) et dans l’innovation énergétique (Innovation Hub), qui sont autant de leviers de transformation de notre modèle économique et social. Cet automne verra aussi notre think tank commencer un nouveau projet de recherche européen pour repenser la gouvernance économique de l’Union (Regroup). Et nous allons développer nos travaux sur l’élargissement, qui dessine l’Europe de demain. Alors que la guerre bouleverse notre continent, que la réalité sans cesse mouvante bouscule nos idées, nous devenons un laboratoire pour temps difficiles. Sébastien Maillard, Directeur de l’Institut Jacques Delors.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »