Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Aumento della lebbra nel mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 settembre 2022

AIFO desidera diffondere e richiamare l’attenzione sui dati pubblicati dall’OMS sulla situazione della lebbra nel mondo, il numero annuale delle persone diagnosticate è aumentato del 10,2% nel corso del 2021, passando da 128.405 nel 2020 a 140.594 persone. Aumenta anche la diagnosi tra i bambini e il numero di persone che presentano già gravi disabilità prima di ricevere diagnosi e cura. Questi sono alcuni dei dati e risultati che preoccupano AIFO emersi dall’ultimo rapporto annuale sull’andamento della lebbra nel mondo appena pubblicato dall’OMS (http://www.who.int/wer). I dati mostrano una inversione di tendenza rispetto alla forte diminuzione, osservata l’anno precedente, dovuta alla pandemia causata dal Covid-19, che ha reso difficile la ricerca e la diagnosi delle persone colpite dalla malattia. L’emergenza ha infatti comportato la riduzione del numero di servizi di trattamento della malattia e lo spostamento del personale sanitario in altri settori. Situazione che perdura ancora oggi e perciò AIFO stima che il numero delle persone colpite sia superiore a quanto riportato dall’OMS. Nel corso del 2021, complessivamente, nei progetti AIFO sono state diagnosticate 4.342 persone con la lebbra, di cui 4,6% bambini/e. L’azione di AIFO si fonda su tre obiettivi principali: interrompere la catena di trasmissione della malattia; prevenire le disabilità causate dalla malattia; promuovere e sostenere l’inclusione sociale delle persone colpite, eliminando le barriere politiche, sociali e culturali. Quindi, un’azione che non è focalizzata unicamente sugli aspetti epidemiologici e sanitari, ma che si basa su un approccio multisettoriale che include programmi di riabilitazione fisica e socioeconomica, utilizzando l’approccio dello Sviluppo Inclusivo su Base Comunitaria. Oggi la lebbra si trova nella lista delle Malattie Tropicali Neglette (MTN) dell’OMS ed è ancora un problema sanitario importante in vari Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina, dove persistono condizioni socioeconomiche precarie che favoriscono la trasmissione della malattia. La strategia globale dell’OMS (2021-2030) prevede la diminuzione significativa del numero di persone diagnosticate ogni anno, la riduzione drastica delle persone che presentano disabilità gravi e del numero di bambini/e al di sotto dei 15 anni. “Il prossimo 29 gennaio 2023, si celebrerà la 70^ Giornata Mondiale dei malati di Lebbra, con sempre maggiore convinzione AIFO si spenderà per non abbassare i riflettori su questa malattia curabile la cui catena di trasmissione nei paesi più vulnerabili è ancora attiva e va interrotta subito”. Conclude il Presidente AIFO. Per maggiori notizie sulla lebbra e le attività di AIFO si veda http://www.aifo.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: