Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 20 settembre 2022

Non solo Covid. Anche l’influenza è un pericolo

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Alla vigilia della nuova stagione influenzale, il professor Massimo Volpe, presidente della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare (SIPREC), lancia un appello alla vaccinazione antinfluenzale insieme al professor Massimo Andreoni, uno dei protagonisti della battaglia contro il Covid-19 Ogni anno si registrano in Italia 5.000-15.000 decessi per influenza, molti dei quali per complicanze cardiovascolari, quali infarti, ictus e scompenso cardiaco. Il vaccino antinfluenzale può proteggere il cuore e risultare un salva-vita. Questo fa prevedere che anche da noi la stagione 2022-23 sarà impegnativa. Per questo come SIPREC, rinnoviamo l’appello alla vaccinazione. Non c’è solo il Covid. Anche l’influenza può uccidere”.“L’influenza – ricorda il professor Volpe – ogni anno provoca 5.000-15.000 morti in Italia, che possono sembrare pochi se confrontati con quelli causati dal Covid-19, ma non lo sono affatto. Prima di tutto, si tratta di morti evitabili; inoltre, questi decessi si verificano nell’arco dei 3-4 mesi di circolazione del virus influenzale, quindi in un lasso di tempo molto contenuto”. “Che il vaccino anti-Covid stia funzionando lo dimostrano i numeri – ricorda il professor Andreoni – siamo passati dai 120.000 morti in eccesso nel 2020, ai 60.000 morti nel 2021, ai 17.000 decessi per Covid nei primi 6 mesi del 2022. Non ci stancheremo mai dunque di invitare la popolazione, in particolare i fragili e gli anziani, a vaccinarsi, anche contemporaneamente, sia contro il Covid che contro l’influenza”. “È necessario dunque – sottolinea il professor Volpe – continuare a fare informazione sull’importanza delle vaccinazioni, anche sul classico vaccino antinfluenzale, finito un po’ nel dimenticatoio negli ultimi anni, perché messo in ombra dalla minaccia del Covid. È molto preoccupante il calo delle vaccinazioni antinfluenzali al quale stiamo assistendo, che è dovuto sia ad una certa ‘stanchezza’ delle vaccinazioni, ma anche al grande classico della ‘elegia’ dell’influenza, cioè all’idea che questa malattia significhi farsi tre giorni a letto e di riposarsi. Non è così purtroppo; l’influenza può complicarsi in modo grave nell’anziano e nei fragili, per questo non va sottovalutata”. “Non esistono vaccini per malattie banali – sottolinea il professor Andreoni – Il solo fatto che esista il vaccino per una certa malattia, dovrebbe far riflettere sulla potenziale gravità della stessa. Quella che ci attende sarà una stagione complicata. L’anno scorso è stata la paura di essere ‘scambiato’ per un caso di Covid ad aver motivato il ricorso alla vaccinazione antinfluenzale. Quest’anno, ci auguriamo che l’aumentata consapevolezza dei rischi comportati da entrambi i virus, quello influenzale e il SARS CoV-2, induca a lasciare da parte le ‘esitazioni’ e a vaccinarsi contro entrambi. Anche insieme”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elogio delle minoranze coraggiose

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Che siano proprio PD e Fratelli d’Italia a condurre la battaglia per il “voto utile” nella commedia da teatro dell’assurdo che è questa campagna elettorale, ha dell’incredibile. E giova, al riguardo, ricordare alcune cose che riguardano questi due partiti. In primo luogo: da trenta anni, entrambi, hanno svolto, ininterrottamente, ruoli decisivi alternandosi, ora al governo, ora all’opposizione. In secondo luogo: sono entrambi i soli partiti che hanno traversato indenni il drammatico passaggio dalla “prima” alla “seconda” repubblica. Ci sono riusciti mimetizzandosi con cambio di nomi, invettive contro la “prima” repubblica di cui a giusto titolo facevano parte, e, decisivi, strabismi e amnesie di una magistratura in altri casi feroce e determinata. In terzo luogo: entrambi vorrebbero persino lucrare su ciò che sono stati e che ancora, in parte, mantengono al loro interno. Infatti, invocano, a beneficio della platea, il voto utile: quello contro le tendenze ancora fascistoidi degli uni e quelle ancora comunistoidi degli altri. Il che (e lo sanno bene) va a beneficio di entrambi. Ovvero, “diciamolo sottovoce, ma per il solo esistere, noi facciamo guadagnare voti a voi e voi a noi.” Insomma, nessuno tra PD e Fratelli d’Italia ha i titoli per indicare agli elettori cosa sia meglio. Quando sono stati al governo, non si sono coperti di gloria e nemmeno possono vantare una qualsiasi riforma per essere ricordati. Coraggio: qualcuno dica per quale merito già acquisito intende dare il voto all’uno o all’altro, se non quello di affermare, entrambi, di non essere più ciò che sono stati. Il prof Aldo Mola, al quale siamo profondamente grati per arricchire con i suoi articoli grondanti di cultura il nostro Pensalibero e che è solito accompagnarli, privatamente, quando li invia, con considerazioni intelligenti, mi ha recentemente ricordato che “senza la scissione di Palazzo Barberini l’Italia sarebbe andata diritta filata alla rovina”. Per i giovani, Mola ha ricordato ciò che avvenne nel 1947, quando Giuseppe Saragat, con la sua scissione dal partito socialista fondò il partito socialdemocratico che, con il suo 7% di voti alle elezioni del 1948 consentì la sconfitta del fronte popolare (PCI-PSI) e garantì all’Italia il saldo ancoraggio al mondo Occidentale e all’Europa. Una scelta fondamentale per il successivo “miracolo economico” che trasformò l’Italia da paese agricolo a grande potenza industriale. Non è il caso di fare analogie in un contesto storico assai diverso. Ma quell’episodio consente di affermare che anche un piccolo partito può essere decisivo per compiere grandi scelte. E che la teoria del cosiddetto “voto utile” è priva di senso in Italia che non ha un sistema bipolare. Tanto più che la partita del 25 settembre è aperta. Gli alleati di Giorgia Meloni sembrano in deciso calo. E non è detto che i loro voti persi vadano tutti a Fratelli d’Italia. La crescita del Terzo Polo e, al sud, anche dei 5Stelle potrebbero mettere a rischio la vittoria del centrodestra. Tanto per ribadire che la teoria del voto inutile non regge. Tanto più che la partita non finirà il 25 settembre, a maggior ragione senza una maggioranza ampia che le urne potrebbero non decretare. In tal caso i partiti intermedi avrebbero un importante ruolo. Come lo ebbero, del resto, nella “prima” repubblica. È vero che, allora, erano guidati da grandi leader: Saragat, La Malfa, Einaudi. Ma oggi nemmeno i partiti più grossi sono guidati da giganti. (È l’ultimo articolo di Nicola Cariglia direttore del quotidiano Pensalibero.it, morto oggi e riproposto in sua memoria da Vincenzo Donvito Maxia di ADUC – Associazione Diritti Utenti e Consumatori http://www.aduc.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Skills Evolution” LinkedIn: per una carriera a prova di futuro

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

LinkedIn, il più grande network professionale al mondo, presenta la sua Skills Evolution che evidenzia recenti dati e analisi su come sono cambiate le competenze dei professionisti del marketing a livello globale dal 2015 e quali sono gli skill necessari per avere successo oggi. Lo scenario del mercato del lavoro è cambiato radicalmente alla luce di un clima di incertezza globale. Inflazione, possibile recessione e licenziamenti, che iniziano a verificarsi, rendono le persone sempre meno fiduciose nel futuro. Nel complesso, l’analisi effettuata da LinkedIn mostra che, in Italia dal 2015, le competenze in ambito marketing sono cambiate in media del 50% e, nella maggior parte dei casi, il ritmo del cambiamento è accelerato durante la pandemia COVID-19.Per chi cerca un impiego, questo significa che essere in grado di adattarsi e di mettere in luce gli skill richiesti dai datori di lavoro è oggi più importante che mai. La buona notizia è che, grazie a LinkedIn, è possibile sia identificare le competenze che aiutano a rendere le carriere delle persone a prova di futuro, sia avvalersi delle risorse e strumenti per supportare questo processo. Obiettivo finale della Skills Evolution è proprio quello di restituire un po’ di ottimismo rispetto al futuro e ritrovare un senso di fiducia per andare avanti nelle proprie carriere. Proprio per supportare l’apprendimento degli skill più richiesti, LinkedIn renderà disponibili i corsi di LinkedIn Learning relativi a tali competenze, che saranno accessibili gratuitamente fino al 30 settembre 2022. A livello globale, i nuovi dati di LinkedIn rivelano che le competenze di marketing sono cambiate del 50% dal 2015. Digital Marketing, Social Media Marketing e Search Engine Optimisation sono ora citati come i principali skill richiesti ai professionisti del marketing. Scendendo nel dettaglio dei dati di LinkedIn relativi all’Italia, di seguito la tabella che mette in evidenza le 10 principali competenze di marketing presenti nei profili degli utenti della piattaforma nel 2015 e quelle del 2021, mostrando l’effettivo cambiamento nel corso degli anni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Ciak si suona” si conclude con altri tre concerti gratuiti

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Roma da venerdì 23 a domenica 25 settembre Teatro Ciak di via Cassia 692. Protagonista del concerto di venerdì 23 alle 21 (alle 18.30 si potrà assistere anche ad una prova aperta al pubblico) è il duo formato da Fabiola Gaudio (violino) e Marco Simonacci (violoncello) che spazieranno nel ‘700 – ‘800 – ‘900 proponendo la grande musica dei secoli passati (Haendel, Dvoark, Massenet, Ravel) e dei nostri anni (Astor Piazzolla, Ennio Morricone) per concludere con Frank Sinatra e i Beatles. Il giorno seguente, sabato 24 sempre alle 21, è di scena il Virtutis Brass Ensemble, un quintetto dalle sonorità spettacolari, formato da due trombe, trombone, corno e tuba, che si esibisce in un programma altrettanto spettacolare: le visioni sonore dell’America di America Images, la Marcia trionfale dell’Aida di Verdi, il tango, un medley delle musiche per il cinema di Ennio Morricone e altro ancora. “Ciak si suona” si conclude domenica 25 settembre alle 21 (anche in questo caso alle 18.30 si potrà assistere anche ad una prova aperta al pubblico). Il Luca Velotti Trio – formato da Luca Velotti al clarinetto e al sax, Michele Ariodante alla chitarra e Gerardo Bartoccini al contrabbasso – presenta un programma intitolato “Woody Alen movie music”, dedicato al grande attore e regista americano e più precisamente newyorchese doc: si ascolteranno musiche di grandi autori americani come Cole Porter, Sidney Bechet e Jean Schwartz ma anche brasiliani come Jobim, tedeschi come Kurt Weill e italiani, come lo stesso Luca Velotti, il cui Swing Tropical conclude il concerto e l’intero “Ciak si suona”. Il progetto, a cura della Associazione Socio Culturale Ponte Milvio e promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022, curato dal Dipartimento Attività Culturali, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C’è un siciliano dietro le musiche di una delle produzioni indipendenti che è stata proiettata in un cinema di Venezia

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Il ventenne Alberto Gennuso è l’anima dei suoni di “Laudato creato”, l’ultimo lavoro della regista e attrice Virginia Barrett, ispirato all’enciclica di Papa Francesco “Laudato sì”, girato in varie regioni d’Italia, tra cui la Sicilia. Studente del Corso di produzione di musica elettronica a Milano, Gennuso è considerato tra le eccellenze del futuro del nostro cinema «Musicare una pellicola basata su un messaggio papale – dice Alberto – è stato impegnativo, ma il risultato è stato naturale, perché è bastato trovare le melodie appropriate con l’importanza del messaggio. Come sempre mi sono ispirato al mio mito Hans Zimmer» Da siciliano, Gennuso dice di essersi affidato alla «sensazione, ma anche attraverso l’arte di arrangiarsi, che mi ha permesso di trovare un equilibrio tra le mie esigenze e quelle della regista, con cui ho lavorato a stretto contatto» Proprio la regista Virginia Barrett, presentando questo suo lavoro numero 12, racconta che «il progetto del film è nato durante la pandemia per raccogliere il grido dei giovani artisti impossibilitati a esprimersi in quei mesi. Ne abbiamo coinvolti da tutti le regioni, che sono stati pagati grazie al progetto “Noi mecenati”. Il film è stato girato con tablet e smartphone e Alberto ha saputo dargli la giusta veste musicale». Laudato creato, girato anche ad Aci Castello in Sicilia, parteciperà prossimamente a numerosi festival cinematografici nazionali e internazionali.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chi votare? Come al supermercato: Metodo per scegliere e partecipare

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

E’ come il consumatore. Decide rispetto a pubblicità, consigli, simpatia, umore del momento, abitudini, stanchezza oppure dopo aver letto l’etichetta? Esiste l’elettore razionale o c’è prevalenza di quello passionale? Considerando che, a parte le “tifoserie” (tali a vario titolo, anche economico e clientelare), non esiste una base diffusa e attiva di cittadini che si dedichi alla vita di partito. Andiamo a votare perché da sempre lo abbiamo fatto per questa o quell’altra lista (o l’area in cui questa lista si identifica), per umore del momento, convinti da una frase pro o contro qualcosa che amiamo o ci turba. E lo stesso accade anche per chi decide di non andare al seggio o di rendere non valido il voto con annullamento o scheda bianca. Cerchiamo, proprio come facciamo al supermercato – soprattutto per un acquisto importante che potrebbe condizionare molto consumi, gusti e piaceri – di capire come leggere l’etichetta per l’elettore. Nessuna lista soddisfa. Se non partecipo al voto o annullo o voto scheda bianca, essendo forse soddisfatto con me stesso, mi sentirei assente e, soprattutto, responsabile di chi – eletto – mi rappresenterà comunque (gli eletti rappresentano il Paese non i propri elettori) e deciderà per me. E anche se peserà, per esempio, un 50-60% di non espressioni di voto, le decisioni le prenderà lo stesso, condizionando la mia vita individuale e civica. Qui ognuno dovrebbe fare un elenco sintetico e schematico, magari discutendone anche con amici, mettendo dei punti fermi inderogabili. E molto probabile che alla fine ci si renda conto che non esista una lista che possa soddisfare le proprie aspettative. Qui dovrebbe scattare la selezione sulle esistenti, cercando i propri interessi a destra e manca *, valutando anche chi parla e scrive e poi ha l’abitudine di fare il contrario /o di non farlo. Chi meglio vi corrisponde, ha il mio voto. Foss’anche con meno del 50% di similitudine sugli interessi che ho sciorinato. I blocchi fascisti o antifascisti sono, di per sé, irrazionali e antistorici. La storia ha già deciso e con queste elezioni non si cambia la storia. Occorre fare attenzione, invece, ai “blocchi” di incapaci o promettenti. Aggiustando ognuno a proprio piacimento il paragrafo “Propri interessi”, è probabile che serva per non arrivare ancora col dubbio all’ingresso del seggio o alla partenza domenica 25 verso il Mare. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’astrusità di un’elezione

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

di Vincenzo Olita. L’Umanità ha conosciuto il metodo e lo strumento elettorale da circa 27/26 secoli. Un lungo cammino riservato a minoranze ed esigui strati sociali che ha visto il completo riconoscimento del diritto di voto, almeno in Italia, solo con la fine del secondo conflitto mondiale. Nel 1948, con il suffragio universale, all’elezione politiche votò il 92,19% degli aventi diritto. Altri tempi rispetto al 72,93% del 2018. quando circa 12 milioni, in uno stato di afasia, non ritennero di partecipare non riconoscendosi nel panorama e nella liturgia della politica, nella sua concretezza e nelle sue verità. L’implementazione del fenomeno è evidente, con il disappunto che in ogni tornata elettorale coinvolge il mondo politico, per poi inabissarsi il giorno dopo i risultati. Di fatto, per tutti è di assoluta marginalità comprendere ed immedesimarsi nella condizione anomica di una consistente frazione di popolo. L’esito in larga parte è scontato. L’affermazione della Destra produrrà sostanziali cambiamenti rispetto alla legislatura che si chiude, al governo dei migliori, ad un improbabile vittoria del PD e i suoi alleati? Crediamo di NO! Qualche maggiore impegno per limitare l’arrivo di migranti e il rimando sine die di alcuni cavalli di battaglia del PD quali lo Ius Scholae e il Disegno di legge Zan sull’omofobia, sostanzialmente il Paese nella sua quotidianità non avvertirà nessun processo di mutamento e modernizzazione. L’informazione internazionale dal New York Times ai tedeschi Sueddeutsche Zeitung, Frankfurter Allgemeine Zeitung, dal francese Le Monde, allo spagnolo El Pais paventano per la coalizione di centrodestra un difficile governo. Da quel piccolo superbo saggio del 1914 di Giovanni Papini: “Chiudiamo le Scuole” riportiamo“ Diffidiamode’ casamenti di grande superfice, dove molti uomini si rinchiudono o vengono rinchiusi. Prigioni, Chiese, Ospedali, Caserme, Manicomi, Scuole, Ministeri”. Sono gli stessi casamenti che a distanza di 108 anni necessitano che, in primis, una Politica non politicante se ne prenda cura nell’interesse del proprio popolo. Succederà dopo il 25 settembre? Crediamo di NO! I Pronto Soccorsi degli ospedali diventeranno luoghi di serena e celere accoglienza, anche psicologica, per chi vi si rivolge e non un ambiente in cui dimorare soffrendo ore per ottenere una prima valutazione? Avremo un sistema sanitario in cui per usufruire di visite ed esami diagnostici non occorra attendere mesi? Crediamo di NO! Con l’avvio di una moderna edilizia penitenziaria avremo degli Istituti non luoghi di patimento aggiuntivo agli anni di detenzione? Anche per ridurre la popolazione detenuta si potrebbe iniziare dalla scarcerazione degli anziani malati specialmente di quelli non deambulanti? Crediamo di NO! Avremo delle scuole in cui l’unico obiettivo non sia la Promozione ad ogni costo, dove merito e competenza sono ormai vuoti slogan che incensano solo il Ministro dell’Istruzione di turno? Crediamo di NO! Avremo, immediatamente, una legge che consenta alla Pubblica Sicurezza di sgombrare, appena a conoscenza, gli appartamenti in particolare degli anziani, occupati con la forza? Crediamo di NO! Ministero dell’Interno e Magistratura avvieranno mai un intervento sulle case di riposo e di degenza per anziani su tutto il territorio nazionale, senza attendere l’emergere del diffuso malaffare nel settore, foglia dopo foglia? Crediamo di NO! Arriveremo alla convinzione che occorre legalizzare il consumo di stupefacenti se vogliamo avviare un efficace contrasto al crimine organizzato e liberare uomini e mezzi per la sicurezza? Crediamo di NO! Noi, ancora una volta, abbiamo compreso che la contemporanea vocazione per la politica, per chi vive di politica, è quella di servire una causa per la propria vita. L’informazione, al solito, ha svolto un’operazione d’incensamento reciproco con politici ed apparati dello Stato in un clima di assenza di autorevolezza per tutti. Il nostro interesse? Solo dare un senso compiuto, se si vuole, di servizio, alla nostra avventura intellettuale ed esistenziale. Vincenzo Olita Direttore Società Libera (abstract) http://www.societalibera.org)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vogliamo essere guidati: È questa la ragione del nostro assenteismo elettorale?

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Il destino dell’essere umano non sembra quello di agire da solo ma di farlo in comunità sotto la guida di un leader carismatico, a prescindere, che a un certo punto riconosciamo per tale. Se ci limitiamo al solo caso italiano, ma non siamo soli nel mondo, ovviamente, e limitiamo la riflessione agli eventi più recenti possiamo dire che Mussolini ha rappresentato tutto questo, nel bene e nel male, ma anche il coevo Hitler nella colta Germania non è stato da meno e Franco in Spagna e Stalin nell’URSS. Nel nostro paese è seguita, negli anni post-bellici, una ricerca spasmodica del leader. La stessa democrazia cristiana e il partito comunista ci hanno mostrato vari campioni da De Gasperi ad Andreotti, Moro e Fanfani, da Togliatti a Berlinguer. Na non ne avevano il carisma ma, ad eccezione di Andreotti, erano una specie di scirocco che durava tre giorni e poi spariva. Ci volle negli anni novanta lo choc imposto dai giudici di mani pulite per far emergere una figura di leader e l’impressione che fosse incrollabile sotto la scure dei processi che furono intentati a suo carico e degli intrighi di palazzo. Divenne per molti italiani l’uomo del destino e se ne fecero carico a dispetto di tutto e di tutti. Ma avere nel sangue la leadership non significa, necessariamente, essere un dittatore o un popolano del taglio di Masaniello. Significa rappresentare un disagio esistenziale reale e declamarlo con forza e convinzione. Ci volle negli anni successivi un comico di professione per richiamare noi italiani ad una consapevolezza che credevamo aver smarrito dietro le cocenti delusioni del passato. Fondò un movimento chiamandolo Cinque stelle. E una parte degli elettori italiani credette in lui e il consenso fu ampio, ma non determinante per un governo retto da un solo partito. Ora è in crisi perché l’aspettativa s’infranse sotto il peso degli interessi corporativi, dei poteri forti e della scelta sbagliata delle candidature rendendole di fatto “fasulle” e disgreganti. (Riccardo Alfonso)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mancano pochi giorni alle elezioni del 25 settembre

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

La settimana di campagna elettorale ha avuto al centro il confronto tra Enrico Letta e Giorgia Meloni. Il rapporto USA sulle interferenze russe è stato fonte di tensione al centrodestra. L’appello al “voto utile” del segretario del PD Enrico Letta è uno scudo contro i rischi per la democrazia nel caso di una vittoria della destra.La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni prova a rassicurare, proponendo una bicamerale per fare le riforme costituzionali anche con l’opposizione. In mezzo i Cinque Stelle cercano i voti a sinistra e al Sud. Mentre dal Terzo Polo Renzi e Calenda puntano al 10% per cambiare gli equilibri e riportare Draghi a Palazzo Chigi. Gli ultimi sondaggi prima dello stop imposto dalla par condicio vedono Fratelli d’Italia crescere ancora nelle preferenze di voto, inseguito dal Partito democratico.La coalizione di centrodestra è stabilmente in testa e dal centrosinistra sperano ancora sugli indecisi. Significativa la crescita dei Cinque Stelle, che superano la Lega. Intanto la Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen – con camicia blu e giacca gialla con coccarda – ha aperto il suo discorso sullo stato dell’Unione a Strasburgo definendo l’Ucraina una «nazione di eroi» e ricordando che «mai prima d’ora questo Parlamento si è trovato a discutere lo stato della nostra Unione mentre sul suolo europeo infuriava la guerra».Tra promesse e slogan, disaccordi e stoccate, quello che l’elettore può fare è provare a inserire alla fine di ogni affermazione un punto di domanda. L’esercizio del dubbio non toglie credibilità ma anzi consente di trovare proprie risposte a tematiche generiche e generalizzate, dando a quel percorso di conoscenza una gratificazione insperata.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nel 2021 il mercato della cybersecurity ha raggiunto il valore di 1,55 miliardi di euro

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

+13% rispetto al 2020. Un ritmo di crescita mai così elevato, con il 60% di grandi aziende che ha previsto un aumento del budget destinato alle attività di sicurezza informatica. Continua a crescere, dunque, la domanda di professionisti specializzati nel prevenire, riconoscere e reagire agli attacchi informatici e – con essa – la necessità di ogni azienda di dotarsi di esperti preparati capaci di assicurare standard di sicurezza elevati ed un monitoraggio costante.All’interno di questo scenario, Aruba S.p.A, il principale cloud provider italiano leader nei servizi di data center, web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini, prosegue con l’Aruba Academy l’obiettivo di incentivare la formazione di profili specializzati e colmare lo skill gap esistente. La scuola del Gruppo Aruba, specializzata nella formazione in campo IT, mira infatti ad offrire ai giovani talenti una formazione specialistica STEM ed il conseguente inserimento nel mondo del lavoro. È in partenza il 3 ottobre il corso per SOC Analyst in partnership con Experis Academy – il Training Provider di Experis specializzato nella formazione tecnica sul segmento IT & Technology – e Security Mind – il Programma di Cybersecurity Awareness – con l’obiettivo di formare e creare professionisti esperti nell’ambito della cybersecurity e dell’analisi delle vulnerabilità dei sistemi informatici e delle reti.Otto i posti disponibili per apprendere i compiti fondamentali, obiettivi e responsabilità, della funzione del SOC Analyst: una figura professionale specializzata in Security Intelligence, in grado di utilizzare strumenti SOAR e tecnologie di raccolta dati e di segnalazioni relative alle minacce, capace di eseguire operazioni di threat hunting e dotato delle conoscenze e delle competenze necessarie per operare all’interno di un SOC (Security Operation Center). Il corso è aperto alla partecipazione di giovani neolaureati STEM o in possesso di un diploma di perito informatico, con forte propensione al ruolo e passione per il settore, che desiderino acquisire skill tecnologiche sempre più specifiche ma anche competenze gestionali per affrontare un percorso di carriera in questo ambito. La durata della formazione sarà di 6 settimane (dal 3 ottobre al 15 novembre), con lezioni dal lunedì al venerdì in modalità aula virtuale, per una durata di 240 ore. Il primo giorno di lezione si terrà presso il Global Cloud Data Center di Ponte San Pietro (BG), dove i partecipanti conosceranno i responsabili di Aruba Academy, comprenderanno la mission e i valori dell’azienda, scopriranno il ruolo chiave del SOC e avranno l’opportunità di visitare il prestigioso data center campus di Aruba.Per quanti porteranno a termine con profitto il percorso formativo sarà previsto un ulteriore iter di colloqui per valutare i profili da inserire in azienda, così da proseguire la formazione professionale nel team di sicurezza informatica di Aruba con un programma di training on the job. Il percorso formativo, a numero chiuso, sarà interamente finanziato da Aruba e quindi gratuito per i partecipanti. “I corsi di laurea tradizionali coltivano ancora pochi talenti in ambito cybersecurity, un numero troppo lontano rispetto a quello che servirebbe davvero alle aziende italiane – ha commentato Italo Piroddi, Head of Aruba Academy – Ogni singolo dato rubato rappresenta un costo elevato per le imprese italiane. Uno scenario considerevole che ci porta a muoverci con ancora maggiore velocità e attenzione, con l’obiettivo di avvicinare al mondo della cybersicurezza i giovani talenti IT appassionati e interessati a sfruttare le proprie skills per raggiungere concreti obiettivi di lavoro.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European Destination of Excellence 2023 shortlist announced

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

The European Commission announced the four shortlisted destinations for the European Destination of Excellence (EDEN) 2023 award. The EDEN initiative rewards the best achievements in sustainable tourism and green transition practices in smaller destinations across Europe. Grevena (Greece), Kranj (Slovenia), Larnaka (Cyprus), and Trikala (Greece) convinced the panel of independent sustainability experts with their applications and were chosen among 20 applicant destinations. The shortlist for the 2023 finalists includes four destinations instead of three, as initially mentioned, because two destinations were awarded the same scores by the independent panel of sustainability experts. Find out more about each of the shortlisted destinations here.The European Destinations of Excellence is an EU initiative, implemented by the European Commission. Its aim is to recognise and reward smaller destinations that have in place successful strategies to boost sustainable tourism through green transition practices. The competition is founded upon the principle of promoting the development of sustainable tourism which brings value to the economy, the planet, and the people. The initiative covers the EU and the non-EU countries participating in the COSME programme. To compete for the 2023 European Destination of Excellence award, destinations were asked to demonstrate their best practices in sustainable tourism and green transition. In the next step, the four shortlisted destinations will be asked to present their candidature in front of the European Jury. The European Jury will select one winner, the European Destination of Excellence 2023, which will be awarded in November 2022. The winning destination will be positioned as a tourism sustainability pioneer committed to the European Green Deal objectives and will receive expert communication and branding support at the EU level throughout 2023.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parlamento: l’Ungheria non può più essere considerata pienamente una democrazia

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

l Parlamento condanna “i tentativi deliberati e sistematici del governo ungherese” volti a minare i valori europei e chiede di avanzare con la procedura dell’articolo 7. La mancanza di un’azione decisiva da parte dell’UE ha contribuito all’emergere di un “regime ibrido di autocrazia elettorale”, ovvero un sistema costituzionale in cui si svolgono le elezioni ma manca il rispetto di norme e standard democratici. Nel testo della relazione adottata giovedì si afferma che i valori sanciti dall’articolo 2 del Trattato sull’Unione europea (tra cui la democrazia e i diritti fondamentali) si sono ulteriormente deteriorati grazie ai “tentativi deliberati e sistematici del governo ungherese”, aggravati dall’inazione dell’UE. Nel 2018, il Parlamento ha adottato una relazione per delineare 12 aree di preoccupazione e avviare la procedura di attivazione dell’articolo 7 del Trattato sull’Unione europea per determinare l’esistenza di un chiaro rischio di grave violazione dei valori dell’UE in Ungheria. Il testo non legislativo è stato approvato con 433 voti favorevoli, 123 contrari e 28 astensioni. Il Parlamento deplora l’incapacità del Consiglio di compiere progressi significativi per contrastare l’arretramento democratico e sottolinea come l’articolo 7, paragrafo 1 non richieda l’unanimità degli Stati membri per identificare un chiaro rischio di grave violazione dei valori UE né per formulare raccomandazioni e scadenze precise. Secondo i deputati, qualsiasi ulteriore ritardo equivarrebbe a una violazione del principio dello Stato di diritto da parte del Consiglio stesso.Inoltre, i deputati esortano la Commissione a utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione, in particolare il Regolamento sulla condizionalità di bilancio.In un momento in cui i valori UE sono particolarmente minacciati dalla guerra russa contro l’Ucraina e dalle sue azioni anti-UE, i deputati chiedono alla Commissione di: – astenersi dall’approvare il PNRR ungherese fino a quando l’Ungheria non si sarà pienamente conformata a tutte le raccomandazioni del Semestre europeo e a tutte le sentenze pertinenti della Corte di giustizia dell’UE e della Corte europea dei diritti dell’uomo; – escludere dal finanziamento i programmi di coesione che contribuiscono all’uso improprio dei fondi UE o alle violazioni dello Stato di diritto; e – applicare in modo più rigoroso il Regolamento sulle disposizioni comuni e il Regolamento finanziario per contrastare qualsiasi abuso dei fondi UE per motivi politici. Indipendenza della magistratura, corruzione e libertà umane Quattro anni dopo la relazione che ha dato il via al processo dell’articolo 7, diverse aree politiche riguardanti la democrazia e i diritti fondamentali in Ungheria continuano a destare preoccupazione: il funzionamento del sistema costituzionale ed elettorale, l’indipendenza della magistratura, la corruzione e i conflitti di interesse e la libertà di espressione, compreso il pluralismo dei media. Altre aree che destano preoccupazione sono la libertà accademica, la libertà di religione, la libertà di associazione, il diritto alla parità di trattamento, i diritti delle persone LGBTIQ, i diritti delle minoranze, dei migranti, dei richiedenti asilo e dei rifugiati.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Grande mostra di Olafur Eliasson

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Firenze. Dal 22 settembre 2022 Palazzo Strozzi presenta Nel tuo tempo, la più grande mostra di Olafur Eliasson mai realizzata in Italia fino a oggi. Con luci e ombre, riflessi e colori l’artista coinvolge l’architettura rinascimentale in un suggestivo percorso di installazioni che pongono al centro il dialogo tra spazio e visitatore, esaltando i temi della percezione soggettiva e dell’esperienza condivisa. Curata da Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, la mostra è il risultato del lavoro diretto di Olafur Eliasson sugli spazi di Palazzo Strozzi. L’artista lavora su tutti gli ambienti rinascimentali, dal cortile al Piano Nobile alla Strozzina, creando un percorso coinvolgente tra nuove installazioni e opere storiche che utilizzano elementi come il colore, l’acqua e la luce per creare un’interazione con nostri sensi e lo spazio rinascimentale. Il contesto architettonico, storico e simbolico del palazzo viene così ripensato esaltando il ruolo del pubblico come parte integrante delle opere.La mostra è ideata da Olafur Eliasson e promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Studio Olafur Eliasson. Main Supporter: Fondazione CR Firenze. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi, Intesa Sanpaolo. Con il sostegno di Fondazione Hillary Merkus Recordati, Maria Manetti Shrem, Città Metropolitana di Firenze.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Premio internazionale della fisarmonica

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Più di 200 musicisti da tutto il mondo sono attesi a Castelfidardo (Ancona) dal 28 al settembre al 2 ottobre per la 47° edizione del Premio Internazionale della Fisarmonica (PIF), il più ambito concorso per fisarmonicisti a livello internazionale e trampolino di lancio per i talenti dello strumento a mantice. Nei cinque giorni la città marchigiana, capitale mondiale del popolare strumento, si trasformerà in un villaggio globale della musica grazie a un cartellone con più di 80 eventi, tra concerti, audizioni, premiazioni, presentazioni, seminari, incontri e mostre. Attesi grandi nomi e astri nascenti del panorama musicale con progetti inediti, prime assolute e spettacoli ricchi di contaminazioni artistiche. Oltre a Mario Biondi, tra i concerti si segnalano l’esibizione di Didier Laloy, acclamato interprete della fisarmonica diatonica, insieme a Fabrizio Meloni, primo clarinetto solista della Scala di Milano, il live di Stefano Di Battista, sassofonista di fama internazionale, e il concerto di Vincent Peirani, straordinario fisarmonicista francese considerato l’erede di Richard Galliano.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra fotografica “Le Strade di Casa. Anatomia di una comunità”

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Roma. Dal 22 settembre (al 6 novembre 2022) alle ore 18.30, sarà inaugurata nella sala dei “Sette Colli” del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma la mostra fotografica intitolata “LE STRADE DI CASA. ANATOMIA DI UNA COMUNITA’. La ricerca di un Paese attraverso il tempo e i continenti”. La mostra, patrocinata dalla Regione Calabria e dal Comune di San Nicola da Crissa e curata da Alfredo Corrao in collaborazione con la FullMind Lab, raccoglie la ricerca. condotta nell’arco di quasi trent’anni dal fotografo Salvatore Piermarini (1949- 2019) con l’antropologo Vito Teti su una comunità calabrese divisa tra San Nicola da Crissa (VV) e Toronto. Le immagini, che rimarranno esposte fino al 6 novembre, mostrano la dimensione quotidiana, rituale, festiva, comunitaria di un paese calabrese a inizio anni Ottanta del Novecento e il suo dilatarsi, trasferirsi, risorgere in Canada. Ne vengono documentati i caratteri e le mutazioni antropologiche di un paese doppio. Riti, feste, volti, dimensione religiosa, socialità di un paese unito nelle tradizioni, anche se diviso da un oceano, che viene splendidamente ritratto da un fotografo esterno e un antropologo interno al mondo osservato. L’evento sarà preceduto, nella sala della “Fortuna”, dalla presentazione del libro Homeland (Rubbettino editore, 2021) di Vito Teti alle ore 17.00 con introduzione del Direttore del Museo Dr. Valentino Nizzo e interventi dell’Autore, del Prof. Maurizio Serio (Rubbettino ed.), dei curatori Alfredo Corrao e Silvana Bonfili e del semiologo Alberto Gangemi., Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia inaugurazione della mostra fotografica “LE STRADE DI CASA. ANATOMIA DI UNA COMUNITA’. La ricerca di un Paese attraverso il tempo e i continenti”, fotografie di Salvatore Piermarini e Vito Teti. È richiesta la prenotazione all’indirizzo mail info@associazioneculturalelunarosa.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stati generali della finanza alternativa sostenibile

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Milano giovedì 27 ottobre 2022, a partire dalle ore 17, presso la sede «Le Village» di Crédit Agricole, in corso di Porta Romana 6, ed è pensato come un momento di incontro tra i vari stakeholder che possono potenziare e beneficiare della transizione energetica sostenibile, grazie alla finanza alternativa green lanciata in Italia proprio dalla piattaforma Ener2Crowd.com. «Imprenditori, manager, investitori, osservatori ed esperti del settore dell’energia e del fintech si confronteranno in una serie di panel che hanno lo scopo di avvicinare le persone alle imprese ed i capitali alle opportunità, creando e condividendo ricchezza economica, ambientale e sociale» spiega Giorgio Mottironi, cso e co-fondatore di Ener2Crowd nonché chief analyst del GreenVesting Forum, il forum della finanza alternativa verde. Si parlerà poi della nuova APP di Ener2Crowd e delle successive implementazioni tecnologiche che permetteranno ad ogni persona di attivare un portafoglio di risparmio o di investimento sostenibile in modo ancora più semplice ed efficace. L’evento proseguirà con un panel dedicato al dialogo con le società proponenti, in cui si svolgerà una sessione con i responsabili delle più importanti multinazionali che hanno scelto il crowdfunding come strada per coinvolgere le comunità locali in relazione allo sviluppo di grandi impianti per la generazione di energia da fonti rinnovabili.Poi ancora vi sarà un panel dedicato al comitato etico, per parlare del suo ruolo, di come abbia contribuito allo sviluppo della piattaforma e di come continuerà a farlo nel futuro.Quindi un panel dedicato all’educazione ed al lancio in anteprima del secondo episodio del format artistico-educativo “Notizie dal 2050”, la cui produzione è finanziata da Ener2Crowd. Ed infine una sessione conclusiva dedicata alle domande degli investitori: i GreenVestor.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prima Giornata Nazionale della Neurologia

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Il 22 settembre si celebra la prima Giornata Nazionale della Neurologia, istituita dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) con l’obiettivo di aumentare la conoscenza sulle patologie neurologiche e sulla figura del neurologo in modo da sensibilizzare la popolazione ad affidarsi alle cure di questo specialista nel momento in cui compaiono i primi sintomi. Ancora oggi la figura del neurologo e le sue competenze, così come i sintomi che caratterizzano le singole patologie neurologiche, sono poco chiari alla maggior parte delle persone.Lo conferma un’indagine nazionale promossa dalla SIN da cui emerge come la conoscenza della neurologia risulti piuttosto vaga tra la popolazione: pur riconoscendo che il neurologo tratta patologie legate al cervello, spesso il suo ruolo viene confuso con quello di altri specialisti.I risultati della Survey dimostrano, inoltre, che 1 italiano su 3 ritiene di conoscere le principali patologie neurologiche, pur non sapendo indicarne i disturbi correttamente: solo il 13% degli intervistati conosce tutti i sintomi dell’Ictus, il 12% quelli dell’Alzheimer, il 5% quelli relativi all’Epilessia, mentre la percentuale scende al 2% quando si parla di Malattia di Parkinson (MP) e Sclerosi Multipla (SM). Il 22 settembre, la Società Italiana di Neurologia lancerà una campagna di sensibilizzazione sui propri canali social (Facebook, Instagram e Twitter) dal titolo “Proteggi il tuo cervello, affidati al neurologo” in cui verranno diffusi contenuti informativi su chi è il neurologo e di cosa si occupa, sulle caratteristiche delle principali malattie neurologiche, sui sintomi che possono essere campanelli di allarme, sulle caratteristiche dei centri di riferimento per la cura.Le malattie neurologiche sono al primo posto fra le condizioni, acute o croniche, responsabili di perdita dell’autonomia.“Secondo l’OMS un terzo della popolazione mondiale soffre di malattie del sistema nervoso –sottolinea il Prof. Leandro Provinciali dell’Università Politecnica delle Marche – Oltre a ciò, la metà di tutte le cause di disabilità sono di natura neurologica e il carico di malattia dei pazienti neurologici è di gran lunga maggiore di quello sostenuto da chi è affetto da malattie cardiache o neoplastiche”In Italia oltre 7 milioni di persone soffrono di emicrania, 12 milioni soffrono di disturbi del sonno e sono oltre 1.200.000 le persone affette da demenza, di cui 720.000 da Alzheimer; 800.000 sono i pazienti con conseguenze invalidanti dell’Ictus, patologia che ogni anno fa registrare 180.000 nuovi casi, e 400.000 coloro che sono colpiti dal Morbo di Parkinson. La neurologia italiana rappresenta un fiore all’occhiello del nostro Paese: la piattaforma Scival/Elsevier indica per il triennio 2019/22 che la ricerca neurologica italiana è in quinta posizione dopo USA, Cina, Germania e Gran Bretagna con ricerche condotte soprattutto su disturbi del movimento (malattia di Parkinson), Sclerosi Multipla, Epilessia, Ictus, Covid e demenze.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il mistero della cattedrale, da Lucio Gatto

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Quale terribile mistero si cela sotto le navate della magnifica cattedrale di San Martino a Lucca? Un segreto sepolto sotto la polvere dei secoli, racchiuso in antiche pergamene e inciso su una effige lignea, la cui rivelazione consentirebbe di riscrivere la storia dell’umanità. Intorno a questo inquietante mistero e alla catena di omicidi collegati gravita “Il mistero della cattedrale”, il thriller dello scrittore lucchese Lucio Gatto (pseudonimo di Luciano Giovannetti) pubblicato da Youcanprint. L’autore di romanzi come “Omicidi nella città delle Mura” (2005), “L’enigma del Volto Santo” (2012), “L’alba del giorno dopo” (2019), “La pergamena scomparsa” (2021) e “Viola. Il destino di un amore” (2022), ambienta il suo nuovo libro nella città dove è nato (1951) e dove vive. Ma non c’è solo Lucca, con le sue vie, piazze e quartieri nell’ultima fatica letteraria di Gatto.L’autore, com’è nel suo stile, crea un puzzle in cui si inseriscono piani narrativi diversi, personaggi storicamente esistiti e altri inventati, vicende accadute in tempi e luoghi tra loro distanti. Bisogna arrivare alle ultime pagine del libro per avere chiaro il quadro d’insieme e i fili sottili che legano uomini e avvenimenti di tempi remoti e recenti. Il libro si articola in tre parti, la prima ambientata negli Stati Uniti, tra New York e Baltimora, nei nostri giorni. La seconda, a Betlemme (33 d. C.), Alessandria d’Egitto (638 d. C.) e Gerusalemme (742 d. C.). La terza, prevalentemente a Lucca, che conosce una inusitata escalation di omicidi efferati, tutti collegati tra loro.Tutto inizia a New York nel 2018. Carl Payton, docente alla Stanford University, antropologo di fama internazionale, ingaggia l’investigatrice privata Claire Freelander della Fox Investigation per far luce sulla scomparsa di un anziano professore di storia e di una giovane ricercatrice. Quella che, a tutta prima, potrebbe essere scambiata per una fuga romantica, dopo il macabro ritrovamento del cadavere del professore, si rivela l’inizio di un “caso” dagli inquietanti risvolti. L’investigatrice privata e un aitante poliziotto, Clay Fergusson, volano in Italia sulle tracce della ricercatrice scomparsa, allieva del professore ucciso e depositaria dei suoi segreti. Le indagini, condotte in collaborazione con gli inquirenti del luogo – il commissario D’Ambrosio, l’ispettore Furlan, il procuratore della Repubblica – portano alla scoperta di una setta segreta, dalle origini millenarie e con potenti ramificazioni, pronta a uccidere chiunque si avvicini al segreto che essa custodisce tra Lucca e Gerusalemme. La risoluzione del caso non porterà gli investigatori, almeno per ora, alla rivelazione del segreto. Il finale prelude a un possibile sequel. Con “Il mistero della cattedrale” Lucio Gatto si conferma scrittore dalla penna scorrevole e dalla avvincente tecnica narrativa, capace di creare personaggi dalle spiccate singolarità, ben raffigurati nel modo di essere e agire, nei loro drammi sentimentali, nelle rispettive visioni del mondo; personaggi che si muovono entro scenari dove storia e fantasia trovano un perfetto equilibrio.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Parlamento Europeo sostiene il risparmio energetico e l’incremento delle rinnovabili

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

I deputati hanno votato la revisione della direttiva sulle energie rinnovabili per aumentare al 45% (dal 32% attualmente previsto) la quota di rinnovabili nel consumo finale di energia dell’UE entro il 2030, obiettivo sostenuto anche dalla Commissione nell’ambito del pacchetto “RepowerEU”.La legge definisce anche degli obiettivi per il settore dei trasporti e il teleriscaldamento e raffreddamento degli edifici. Nel settore dei trasporti, l’impiego delle energie rinnovabili dovrebbe portare a una riduzione del 16% delle emissioni di gas serra, grazie all’utilizzo di quote più elevate di biocarburanti avanzati e di carburanti rinnovabili di origine non biologica, come l’idrogeno. L’industria sarebbe chiamata a incrementare l’uso delle rinnovabili dell’1,9% all’anno e le reti di teleriscaldamento del 2,3%.Ogni Paese UE dovrà sviluppare due progetti transfrontalieri per l’espansione dell’elettricità verde. I paesi con un consumo annuo di elettricità superiore a 100 TWh dovranno svilupparne un terzo entro il 2030.I deputati hanno anche adottato degli emendamenti in cui si chiede una riduzione graduale della quota di legno primario considerato come energia rinnovabile.Il testo legislativo è stato approvato con 418 voti favorevoli, 109 contrari e 111 astensioni.In una votazione separata, i deputati hanno sostenuto la revisione della direttiva sull’efficienza energetica, legge che fissa gli obiettivi di risparmio energetico nel consumo di energia primaria e finale nell’UE.I deputati hanno aumentato l’obiettivo UE per la riduzione del consumo di energia finale e primaria. Nel testo, si chiede ai Paesi UE di garantire collettivamente, entro il 2030, una riduzione del consumo di energia finale di almeno il 40% e di almeno il 42,5% del consumo di energia primaria, rispetto ai dati del 2007. Ciò corrisponde rispettivamente a 740 e 960 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) per il consumo finale e primario di energia. Per raggiungere questi obiettivi, gli Stati membri dovranno stabilire i contributi nazionali vincolanti. Gli obiettivi saranno raggiunti attraverso misure a livello locale, regionale, nazionale ed europeo e in diversi settori come ad esempio la pubblica amministrazione, gli edifici, le imprese, e i centri di dati.Il testo legislativo è stato approvato con 469 voti favorevoli, 93 contrari e 82 astensioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stato dell’Unione: Ucraina, energia, economia, cambiamento climatico

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2022

Bruxelles. Parlamento europeo. In apertura di dibattito, la Presidente del PE Roberta Metsola ha dichiarato: “In questa giornata importante, è un onore speciale avere con noi Olena Zelenska. Ci troviamo davanti a uno scenario allarmante: l’invasione illegale e ingiustificata dell’Ucraina, l’inflazione elevata, gli aumenti dei prezzi di energia ed elettricità, la catastrofe climatica, una maggiore insicurezza alimentare e l’aumento del costo della vita. Oggi, il nostro messaggio deve essere: ‘l’Europa risponderà’”. In merito alla guerra contro l’Ucraina, la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha affermato che “Putin fallirà e l’Europa prevarrà”. Le sanzioni contro la Russia “sono qui per restare”. Ha poi annunciato l’inclusione dell’Ucraina nel roaming gratuito e nel mercato unico UE, oltre a 100 milioni di euro per ripristinare le scuole ucraine danneggiate.Per quanto riguarda l’impennata dei prezzi dell’energia, la Commissione proporrà ai Paesi UE delle misure per ridurre il consumo di elettricità e un tetto alle entrate delle aziende che producono elettricità a basso costo, per ottenere più di 140 miliardi di euro e alleviare il contraccolpo per i cittadini. Ha inoltre annunciato una riforma del mercato dell’elettricità. Von der Leyen ha poi chiarito che la colpa dell’attuale crisi energetica e dell’aumento dei prezzi ricade “esclusivamente su Putin”.Per quanto riguarda la Conferenza sul futuro dell’Europa, la Presidente von der Leyen ha dichiarato che i panel dei cittadini diventeranno un appuntamento fisso e che è arrivato il momento per una Convenzione europea.Tra gli altri temi toccati figurano la lotta alle interferenze straniere per proteggere le nostre democrazie, una più stretta cooperazione con alcuni paesi come Cile, Messico, Nuova Zelanda, Australia e India, e delle proposte su un Fondo europeo per la sovranità, una legge europea sulle materie prime critiche, una Banca europea dell’idrogeno e un pacchetto di aiuti alle PMI.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »