Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Luce mercato libero +858 euro, contro +362 del tutelato

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 settembre 2022

Secondo i dati definitivi di agosto resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione annua passa dal +7,9% di luglio al +8,4%. “Uno tsunami! L’inflazione sta svenando gli italiani! Un’emergenza nazionale che va risolta rimuovendo la causa originaria e principale che l’ha originata, ossia i prezzi folli delle bollette che oramai le imprese hanno trasferito sui prezzi finali dei loro prodotti, come attesta la corsa dei prezzi. Troppe le cose che non sono state ancora fatte: tetto al prezzo del gas, disaccoppiamento tra prezzo della luce e quello del gas, abbandono del Ttf come indice di riferimento, sospensione delle aste di Co2, tassazione al 100% degli extraprofitti delle società energetiche. Il fatto poi che per l’Istat sia l’energia elettrica e il gas del mercato libero a produrre l’accelerazione dei prezzi, dimostra che il Governo Draghi, nel prossimo provvedimento in discussione, deve rinviare la scadenza del mercato tutelato del gas prevista tra poco più di 3 mesi, per il 1° gennaio 2023. Mentre la luce del mercato tutelato rincara del 57,3% su agosto 2021, quella del libero decolla del 135,9%, 2,37 volte in più, +20,5% su luglio 2022. Tradotto in euro significa una stangata a famiglia pari a 858 euro su base annua per il mercato libero contro un rincaro di 362 euro per il tutelato” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Solo per mangiare e bere una famiglia pagherà in media 592 euro in più su base annua. Una stangata che sale a 807 euro per una coppia con 2 figli, 729 per una coppia con 1 figlio. Il record spetta alle coppie con 3 figli che per cibo e bevande avranno una batosta pari a 964 euro” prosegue Dona. “Per quanto riguarda l’inflazione nel suo complesso, il +8,4% si traduce, in termini di aumento del costo della vita, in una spesa aggiuntiva pari a 2797 euro su base annua per una coppia con due figli, 1189 solo per abitazione, elettricità e combustibili, 835 per il carrello della spesa. Per una coppia con 1 figlio, la mazzata annua è pari a 2596 euro. In media per una famiglia il rincaro è di 2218 euro, 614 per il solo carrello della spesa. Il primato spetta ancora una volta alle famiglie numerose con più di 3 figli con una scoppola pari a 3141 euro, 992 solo per i beni alimentari e per la cura della casa e della persona” conclude Dona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: