Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Due giorni di convegno sulla Marcia su Roma all’Università di Padova

Posted by fidest press agency su sabato, 1 ottobre 2022

Padova.Giovedì 29 ottobre dalle ore 9.00 in Sala delle Edicole di piazza Capitaniato con entrata da Arco Vallaresso a Padova, dopo i saluti di Filippo Focardi, Gianluigi Baldo, direttore del Dipartimento di Scienze storiche, geografiche e dell’Antichità, e Elena Pariotti, direttrice Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali, verrà aperta prima delle due giornate di lavori che si occuperà di dopoguerra e fascismo e dei riflessi sull’Europa e nel mondo della marcia su Roma. Interverranno, tra gli altri, John Horne, Trinity College Dublin, Marco Mondini, Giulia Albanese e Matteo Millan, Università di Padova, Blasco Sciarrino, Central European University, Budapest/Vienna, Derek Hastings, Oakland University, Stefan Laffin, Leibniz University Hannover, e Sven Reichardt, University of Konstanz. Il convegno prosegue nella giornata di venerdì 30 ottobre dalle ore 9.30 nella stessa sede. Il movimento politico dei Fasci italiani di combattimento fu fondato il 23 marzo del 1919 e il 9 novembre 1921 si trasformò nel Partito Nazionale Fascista. Tuttavia è un’altra data che viene iconicamente citata nella storiografia: il 28 ottobre 1922, data della Marcia su Roma. Tutto inizia a Perugia, il 26 ottobre, dove i quadrumviri fascisti – il generale De Bono, Italo Balbo, Cesare De Vecchi e Michele Bianchi – istallarono il loro quartiere generale. Il 27 ottobre circa ventimila camicie nere partono da Santa Marinella, Tivoli, Monterotondo e dal Volturno, requisendo convogli ferroviari, per dirigersi verso la capitale. Roma è difesa in quel momento da oltre 28.000 soldati ben armati. Luigi Facta, capo del Governo in carica, dichiara alle 6 del mattino del 28 ottobre lo stato di assedio, alle 8.30 il re Vittorio Emanuele III si rifiuta di controfirmarlo. Le camicie nere entrano in città, non contrastate da nessuno, minacciando di occupare i ministeri. Il Governo si dimette. Vittorio Emanuele III, sempre il 28 ottobre, convoca Mussolini nella capitale. Aspetterà due giorni: il duce arriverà solo il 30 ottobre, in treno da Milano. Lo stesso giorno il re gli conferirà ufficialmente l’incarico di formare un nuovo governo. Il 28 ottobre diventa centrale nella narrazione del Ventennio: è l’ab Urbe condita del ventennio fascista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: