Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Scuola: Sostegno, superata la soglia storica dei 300mila alunni disabili

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 ottobre 2022

Anche il ministero dell’Istruzione conferma la poca attenzione dell’amministrazione scolastica nei riguardi del sostegno agli alunni disabili: da un nuovo focus del Ministero dell’Istruzione, pubblicato in queste ore, incentrato sui dati sugli alunni disabilità frequentanti le scuole italiane di ogni grado di istruzione – statali, paritarie e non paritarie iscritte in albo – per gli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021, conferma la tendenza di crescita registrata da tempo: la percentuale degli alunni con disabilità sul totale dei frequentanti è salita dall’1,9% dell’a.s.2004/2005 al 3,6% dell’a.s.2020/2021. In totale, il numero di alunni con disabilità è passato da circa 167.000 unità ad oltre 304.000 unità: una percentuale che diventa ancora più importante se si pensa che nello stesso periodo quella degli alunni complessivamente frequentanti le scuole italiane si è ridotta di ben 6 punti. il focus ministeriale ha però anche tracciato l’andamento del rapporto tra alunni e posti per il sostegno, di fonte organico di fatto, e del contingente dei docenti per il sostegno, di fonte Fascicolo del personale. I numeri dei posti di sostegno – suddivisi tra i diversi gradi di istruzione e a livello territoriale italiano e d della tipologia di contratto – ci dicono che dall’a.s. 2009/2010 la dinamica è stata di progressiva decrescita: nell’a.s.2020/2021 tale rapporto si è attestato sul valore di 1,50 alunni con disabilità per posto di sostegno mentre nell’a.s.2009/2010 si era attestato a 2,09. Inoltre, dal focus risulta che aumenta la precarietà tra i docenti di sostegno: nel 2020/2021 dei 184.405 docenti per il sostegno, 80.672 hanno sottoscritto un contratto a tempo indeterminato e 103.733 un contratto a tempo determinato. Si tratta di numeri altissimi e in crescita: sempre il Ministero dell’Istruzione ha conteggiato che gli insegnanti per il sostegno a tempo indeterminato sul totale dei docenti per il sostegno è pari al 43,7%, mentre nell’anno scolastico 2001/2002 tale rapporto è arrivato al 60,8%.“È evidente – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – che ci troviamo di fronte ad una contraddizione gravissima, peraltro anticipata la scorsa settimana dal dossier della Fondazione Agnelli – su dati della Ragioneria dello Stato, del Ministero dell’Istruzione, di Eurostat e di Ocse – nel quale si evidenziava già che in dieci anni la percentuale di docenti di sostegno a tempo determinato sul totale del sostegno è passata da un terzo a quasi due terzi. Il problema è che all’incremento di alunni disabili, passati in pochi anni dal 2% al 4% rispetto al totale, lo Stato non ha organizzato una risposta adeguata di didattica speciale specializzando sul sostegno sempre pochi docenti. Come pure le immissioni in ruolo sono state inadeguate. E nello stesso tempo sono aumentati i posti in deroga, con scadenza 30 giugno, che non portano in ruolo ma aumentano il precariato”.“A rendere drammatica la situazione sul sostegno agli alunni disabili – conclude Pacifico – sono state le restrizioni imposte alle scuole dagli Uffici scolastici, che danno agli istituti un numero ridotto di ore di didattica speciale, costringendo famiglie, docenti e dirigenti scolastici a presentare ricorsi gratuiti con il nostro sindacato, tutti sistematicamente vinti ma che non possono essere la soluzione al problema”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: