Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°30

Archive for 14 ottobre 2022

La rivalità Usa-Cina analizzata da esperti internazionali

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Roma lunedì 17 ottobre, dalle 16.30 alle 20.30, presso l’Aula Magna Regina della John Cabot University, in via della Lungara 233, Trastevere. La rivalità tra i due principali attori della scena mondiale, Usa e Cina, sembra accelerare verso un punto di non ritorno. In questo scenario, capovolto rispetto a quello basato su dinamiche di buone relazioni, sviluppo e cooperazione inaugurato 50 anni fa, si inseriscono la guerra in Ucraina, col suo impatto sull’economia globale, e la crisi di Taiwan. Gli Stati Uniti e la Cina riusciranno a ristabilire un percorso pacifico di coesistenza? Oppure i toni roboanti dei discorsi interni – favoriti dalle imminenti elezioni di medio termine negli Usa e dal 20° Congresso del PCC – prevarranno sulla diplomazia, annullando ogni pacifica exit strategy? Come reagiranno e quale ruolo svolgeranno gli attori euromediterranei? L’evento, sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è co-organizzato dal ChinaMed Project e dal Dipartimento di Scienze Politiche e Affari Internazionali della JCU, in collaborazione col Guarini Institute for Public Affairs della JCU.Tre sono le sezioni in cui è suddiviso il workshop. Nella prima, 16.30-17.00, “Worse than the Cold War? A Diplomatic View from Italy”, daranno il loro saluto, introducendo i lavori, Franco Pavoncello, presidente della John Cabot University; Enrico Fardella, direttore del ChinaMed Project / John Cabot University; Giuliana Del Papa, capo dell’Unità di Analisi e Programmazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Nella seconda, 17.00-18.45, “Worse than the Cold War? Sino-American Rivalry on the Eve of the 20th National Congress of the CCP”, moderata da Enrico Fardella, interverranno Sarah Kirchberger, Kiel University; Veerle Nouwens, RUSI; Edward Luttwak, The Marathon Initiative; Francesco Sisci, Renmin University. Nella terza, 19.00-20.30, “Worse than the Cold War? Euro-Mediterranean Perspectives on Sino-American Rivalry”, moderata da Simone Tholens della JCU, interverranno Ruth Hanau Santini, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”; Pejman Abdolmohammadi, Università di Trento; Giovanni Andornino, Università di Torino / Torino World Affairs Institute; Brandon Friedman, Moshe Dayan Center / Tel Aviv University. By http://www.johncabot.edu/

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apertura della Galleria Eugenia Delfini

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Roma mercoledì 19 ottobre 2022 alle ore 18.00 in via Giulia 96, con l’inaugurazione della prima mostra personale di Roberta Mariani a Roma. La mostra, il cui titolo, La schiuma dei giorni, è stato preso in prestito dal romanzo di Boris Vian, è accompagnata da un testo critico di Gianni Garrera e presenta una serie di lavori pittorici e scultorei attraverso cui l’artista investiga la piega come concetto da cui partire per generare spazi tridimensionali. La serie pittorica, realizzata su carta con pigmenti, polvere di grafite e spray, presenta trame astratte, giochi di forza e matasse elastiche. Queste tessiture di percorsi irregolari si articolano su diversi piani e assomigliano a dei paesaggi o come direbbe Gilles Deleuze a uno “stagno di materia nel quale vi sono diversi flutti e onde.” Circondati da queste tele si ha la sensazione di essere di fronte a delle visioni organiche (e talvolta virtuali) in cui il segno germoglia e allo stesso tempo si espande e si contrae come un respiro. Le sculture, anch’esse lavorate con pigmenti e stratificazioni di pennellate, sono carte piegate le cui curvature e piegature danno forma a corpi, resti di pelli o di fossili primordiali. Quando Deleuze approfondisce la piega come tratto distintivo del barocco scrive che, secondo lo storico dell’arte Heinrich Wölfflin, uno dei suoi tratti materiali consiste nella “tendenza della materia a travalicare lo spazio”, il lavoro di Mariani tenta davvero di fare questo: di andare oltre lo spazio circoscritto dell’opera per generare mondi atemporali e visioni fantasmagoriche in cui tutto nasce e muore continuamente. Come sottolinea Gianni Garrera “Roberta Mariani ottiene l’equivalenza equivoca tra gli intrichi che dipinge e le pieghe di una corteccia e quelle di un broccato, tra i corrugamenti di un calcare e le grinze di un tessuto. Mariani insegna che tratti, segni, merlettature, schiume, tracciati filanti della pittura sono Natura, sono già in sé vegetazione, famiglia di erbe, mineralità, pertanto la pittura non ha il compito di imitare la Natura ma di essere essa stessa Natura e di seminarsi e gemmare sul terreno del dipinto.” http://www.galleriaeugeniadelfini.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da Oltreoceano gli Auguri per il neo Presidente del Senato Ignazio La Russa

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Dallas, Texas Apprendiamo da Oltreoceano con grande soddisfazione l’elezione di Ignazio La Russa a Presidente del Senato della Repubblica. Ignazio è stato sempre vicino ed interessato agli amici e compatrioti d’America e dei vari Continenti. Da Paternese, Siciliano di origine come Ignazio, e soprattutto da Italiano sono orgoglioso che il Sen. La Russa assumera’ la seconda carica piu’ alta della Repubblica Italiana. Circa 40 anni fa conoscevo personalmente presso l’hotel Excelsior di Catania il Sen. Nino La Russa, il quale da lassù ne sarà altrettanto orgoglioso della lunga attività professionale e parlamentare del figlio Ignazio, il quale oggi raggiunge meritatamente lo scranno più alto e prestigioso del Senato.” Sono certo che grazie alle competenze, qualifiche e alla grande esperienza politica, Ignazio La Russa nella sua nuova veste di alto profilo istituzionale saprà rappresentare tutti i Senatori, e la nostra Nazione. A nome mio personale, del Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo e della Confederazione Siciliani in Nord America rivolgiamo al Presidente La Russa le più vive congratulazioni, dichiara Vincenzo Arcobelli.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Così vicino, così lontano: L’importanza di guardare e vedere i diversi aspetti della realtà

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Roma dal 24 al 29 ottobre 2022 Curatore Cristina Madini Rossocinabro Via Raffaele Cadorna 28 Ricevimento: sabato 29 ottobre 17-19 Quante volte è capitato di vedere le cose da un solo punto di vista, una visione limitata dell’esistenza, chiusa e intrappolata dietro una lente, senza avere il coraggio di esplorare i nuovi significati di un quadro più ampio? La mostra collettiva “Così vicino, così lontano” esamina l’importanza di guardare e vedere da diversi aspetti della realtà, creando nuove comprensioni che solo uno spettatore attento può cogliere e apprezzare. Da lontano si può vedere e ammirare l’intera opera, come un paesaggio visto in tutta la sua maestosità e complessità. Avvicinandosi sempre di più si possono osservare e scoprire i dettagli ei segreti che l’immagine racchiude, come la corteccia degli alberi o la luce che filtra tra le foglie. La mostra accompagnerà il visitatore in un viaggio dove lo spazio diventa occasione per perdersi nei dettagli delle opere d’arte e il tempo è dilatato dalla percezione dello spettatore. Vicino e lontano sono due facce della stessa medaglia. Sebbene a volte estranei e distanti, entrambi svolgono ruoli ugualmente significativi nella realizzazione che un lato non è sufficiente. Artists: Kimberly Adamis (USA), Brian Avadka Colez (USA), Donia Baqaeen (Jordan), Helga Borbás (Austria), Car Act Air (France), Carol Carpenter (USA), Laura Casini (Switzerland), Karen Castilho (Hong Kong), Mia Civita (USA), André Colinet (Belgium), Nathanael Cox (USA), Johanna Elbe (Sweden), Ulf Enhörning (Sweden), Jasmin Genzel (France), GusColors (USA), Wiktoria Guzelf (Switzerland), Susumu Hasegawa (Japan), Tondi Hasibuan (Indonesia), Leena Holmström (Finland), Wioletta Jaskólska (Poland), Corina Karstenberg (The Netherlands), Monika Katterwe (Germany), Kirsten Kohrt (Germany), Chikara Komura (Japan), Agnieszka Konopka (Poland), Alexandra Kordas (Germany), Krista Korjus (Finland), Sybille Lampe (Germany), Fiona Livingstone (Australia), Ewa Martens (Germany), Francis Moreau (France), Frédérique Nolet (Belgium), Aristea Panagiotakopoulou (Greece), Catherine Pennington-Meyer (UK), Kim Piffy (UK), Sal Ponce Enrile (Philippines), Irena Procházková (Czech Republic), Taru Rouhiainen (Finland), Natalia Schäfer (Germany), Belinha Silva (Portugal), Jens Peter Sinding Jørgensen (Denmark), Luana Stebule (UK), Taka & Megu (Japan), Elina Tammiranta-Summa (Finland), Serina Haratoka Tara (Turqey)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The seventh edition of Rome Art Week

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Rome. Will take place from Monday 24 to Saturday 29 October 2022 So close, so far The importance of looking and seeing the different aspects of reality. Curator Cristina Madini Rossocinabro Via Raffaele Cadorna 28 00187 Roma Italia Meeting: Saturday 29 October hours 5-7 pm How many times has it happened to see things from just one point of view, a limited vision of existence, closed and trapped behind a lens, without having the courage to explore the new meanings of a wider picture? The collective exhibition “So close, so far” examines the importance of looking and seeing from different aspects of reality, creating new understandings that only a careful viewer can catch and appreciate. From afar, one can see and admire the entire picture, like a landscape seen in all its majesty and complexity. Going closer and deeper, one can observe and discover the details and secrets that the image contains, like the bark of trees or the light streaming through the leaves. The artists selected have developed a personal technique which has them leaping between the world of the abstract and the figurative, a representation of the microcosm and the macrocosm realized with different media but aiming at the same concept of these indivisible dualities. The exhibition will accompany the visitor on a journey where space becomes an opportunity to get lost in the details of the artworks and time is expanded by the perception of the viewer. Artists: Kimberly Adamis (USA), Brian Avadka Colez (USA), Donia Baqaeen (Jordan), Helga Borbás (Austria), Car Act Air (France), Carol Carpenter (USA), Laura Casini (Switzerland), Karen Castilho (Hong Kong), Mia Civita (USA), André Colinet (Belgium), Nathanael Cox (USA), Johanna Elbe (Sweden), Ulf Enhörning (Sweden), Jasmin Genzel (France), GusColors (USA), Wiktoria Guzelf (Switzerland), Susumu Hasegawa (Japan), Tondi Hasibuan (Indonesia), Leena Holmström (Finland), Wioletta Jaskólska (Poland), Corina Karstenberg (The Netherlands), Monika Katterwe (Germany), Kirsten Kohrt (Germany), Chikara Komura (Japan), Agnieszka Konopka (Poland), Alexandra Kordas (Germany), Krista Korjus (Finland), Sybille Lampe (Germany), Fiona Livingstone (Australia), Ewa Martens (Germany), Francis Moreau (France), Frédérique Nolet (Belgium), Aristea Panagiotakopoulou (Greece), Catherine Pennington-Meyer (UK), Kim Piffy (UK), Sal Ponce Enrile (Philippines), Irena Procházková (Czech Republic), Taru Rouhiainen (Finland), Natalia Schäfer (Germany), Belinha Silva (Portugal), Jens Peter Sinding Jørgensen (Denmark), Luana Stebule (UK), Taka & Megu (Japan), Elina Tammiranta-Summa (Finland), Serina Haratoka Tara (Turqey) Visit: rossocinabro.com Rome Art Week 2022 not only confirms the success of past editions but enters the Capitoline cultural landscape with its 730 participations in galleries and institutional spaces, artists and curators and with over 360 events spread throughout the metropolitan area.Rome Art Week avails itself of the patronage of: Lazio Region, Rome Capital Department of Culture, Sapienza University of Rome, International Union of Institutes of Archeology, History and History of Art in Rome, CIU Italian Confederation Union of Intellectual Professions; of the support of: Roma Capitale Department of Major Events, Sport, Tourism and Fashion. Partner: Menexa, Miami New Media Festival. Media partner: Ezine, Dimensione Suono Soft.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

China is becoming weaker but more dangerous

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

From October 16th the grandees of China’s Communist Party will gather in the Great Hall of the People in Beijing for their five-yearly congress. Not a teacup will be out of place; not a whisper of protest will be audible. The Communist Party has always been obsessed with control, but under President Xi Jinping that obsession has deepened. Such control-freakery has wider implications for China and the world. At home Mr Xi makes all the big calls, and a fierce machinery of repression enforces his will. Abroad, he seeks to fashion a global order more congenial for autocrats. Rightly, the West finds this alarming. No despotic regime in history has had resources to match modern China’s. This is why Western governments now treat Chinese innovation as a national-security issue. Many are boosting subsidies for industries such as chipmaking. Perhaps, though, they have it wrong. Mr Xi’s obsession with control may make the Communist Party stronger, but it also makes China weaker than it would otherwise be. Zanny Minton Beddoes Editor-in-chief The Economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ordine del Drago: cerimonia di benedizione e consegna delle insegne

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Cuggiono (Milano) Sabato 15 ottobre 2022, ore 11.00, presso la Chiesa Ortodossa di San Paisio, in Via Cavour 25 cerimonia di benedizione e consegna delle insegne. Ordine del Drago: storica confraternita cavalleresca cristiana ecumenica di legittima collazione della Casa Imperiale Cantacuzino (Despoti di Morea, Principi di Bisanzio, Gospodari di Valacchia, Voivodi di Moldavia e Pazniki di Transilvania), sotto l’alta protezione spirituale di Santa Margherita di Antiochia e della Chiesa Ortodossa, riconosciuto dalla Unione della Nobiltà Bizantina del Romano Impero d’Oriente. Celebrerà SE il Sevast Conte Reverendissimo Padre Claudio Ioan Cocan. Saranno presenti: SAI il Principe Ezra Foscari Widmann Rezzonico Tomassini Paternò Leopardi, Sua Grazia il Duca Don Gianluca Giadima di Maulo Errico dei Principi Paleologo, Suo Onore la Contessa Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri (delegata della Cristianissima Real Casa Bagrationi Imereti di Georgia). Elenco dei nuovi insigniti: SAI la Principessa Donna Maddalena Messina Foscari Widmann Rezzonico Tomassini Paternò Leopardi di Costantinopoli, barone Davide Baraldi, conte Michele Maria Biallo d’Avola Callattuvo e Serrano, baronessa donna Lucilla Bonacini Ciancio, nobile Mandilosani Maya Bubashvili Aznauri, conte Sandro Luigi Cantoni de Marco di Pozzuolo (barone di Mortegliano e Campoformido, signore di Cuccana), barone Antonio Ciancio, nobile dott. Claudia Elena Cocan, nobile dott. Raluca Alexandra Cocan, barone primo capitano Antonio Imperatore (di Pellizzara, Garescio e Bulfara, signore di Ficarazzi), signora Elena Grec, nobile maestro Rodolfo Knisel, marchesa donna Janneth Patricia Castillo Amortegui Lebano di Lustra, Ornella Mariani Forni (scrittrice), colonnello Alessandro Morelli, conte generale Raindi Domenti Panchulidze Aznauri Didebuli, nobile Stefano Rossi, nob avv prof Gaetano Scaravelli Volta.Delegato Imperiale e Priore è SE il Sevast Conte Rev. Padre Claudiu Ioan Cocan, sacerdote e parroco ortodosso romeno. Vice delegati sono: la Baronessa Lucia Chelcea di Baile Herculane e il Nobile Prof. Marco Matucci Cerinic di Brac.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toni Malco: Una vita in gioco

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Roma mercoledì 26 ottobre alle ore 18:30 presso il Circolo Canottieri Lazio (Lungotevere Flaminio, 25/A) l’autore “non famosissimo più conosciuto d’Italia” Toni Malco avrà il piacere di presentare il suo ultimo libro “Una vita in gioco” edizioni Terre Sommerse.Toni cresce artisticamente accanto al suo caro amico di quartiere, il cantautore Rino Gaetano, con il quale perfeziona la sua tecnica compositiva.Ed è proprio nel 1978 che arriva il suo primo grande riconoscimento ovvero il premio “Centocittà”, come vincitore nazionale, aggiudicandosi il “telegatto” di TV Sorrisi e Canzoni.Nei suoi primi anni di carriera è conosciuto, con il nome di Toni Pagano, ma dal 1985 decide di farsi chiamare con un nuovo pseudonimo, ovvero Toni Malco. Negli anni Malco non scriverà più soltanto per sé ma anche per altri importanti artisti italiani.Nel 1990 incide e pubblica il suo primo album, “Strade”, e compie il suo primo importante Live Tour che tocca tutte le principali città italiane. Cinque anni più tardi, dopo numerose apparizioni televisive, pubblica il suo secondo album dal titolo “Nuvole sugli angeli”, con la collaborazione di grandi artisti come Franco Califano, Giulio Todrani, Nino D’Angelo, Junior Marvin, Domenico Di Renzo, Mario Puccioni e tanti altri. Toni Malco è un cantautore, attore e conduttore radiofonico italiano, conosciuto anche per la sua fede “biancazzurra”, che lo porta a scrivere il brano dal titolo “Vola Lazio vola”, inno ufficiale della Lazio sua squadra del cuore, con grande successo sia in Italia che all’estero con più di 1.300.000 copie vendute.Nel 2000 la Sony Music pubblica un singolo ed un video-clip di un brano dal titolo “Fisico”, interamente dedicato al pilota di Formula 1 Giancarlo Fisichella prodotto da Micocci dischi Italia edizioni.La sua amicizia con Massimo Troisi lo porta ad abbinare la sua musica al cinema, e nel 1987 arriva la prima esperienza nelle vesti di attore recitando in due corti del regista Carlo Alberto Senise.La prima volta da coprotagonista è nel film per la televisione dal titolo “Palla al centro” per la regia di Federico Moccia. Ma la sua carriera di attore non termina di certo qui…interpreta fiction di successo come “Incantesimo” ed “I Cesaroni”, ed entra a far parte del cast di “Manuale d’amore 2 – Capitoli successivi” di Giovanni Veronesi. Ma Toni Malco è conosciuto anche come speaker radiofonico per la conduzione del programma “Confidenze notturne”, in diretta su Radio Centro Suono Sport e su Lazio Style Radio, radio ufficiale della sua squadra del cuore, conducendo il programma serale “Mi ritorni in mente” riportando questo stesso programma su Radio Italia Anni 60 con ospiti come Iva Zanicchi e tanti altri big della canzone italiana.Oggi, finalmente, arriva il momento di annotare tutte queste grandi tappe, aprire il cassetto dei ricordi e raccontarsi, non solo a livello artistico ma anche a livello personale, in quanto per Toni tutto questo è stato un “mettersi in gioco” quotidiano.Il libro contiene i racconti più belli di una vita dedicata alla musica, dall’amicizia con l’amico di quartiere Rino Gaetano, al tour radio italiano in viaggio con un Vasco Rossi ancora sconosciuto al grande pubblico, fino all’amicizia con il grande Massimo Troisi.Inoltre, l’autore narra racconti più intimi con tanti amici che hanno caratterizzato un percorso pieno di esperienze così diverse che hanno contribuito alla formazione umana e professionale di questo poliedrico artista.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La guerra dei suicidi in carcere

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Perché si continua a morire in carcere? Nel 2022 già 67 suicidi nelle carceri italiane, probabilmente perché i prigionieri hanno più paura di vivere che di morire. “La donna di 51 anni, detenuta nel carcere bresciano di Verziano, si è uccisa impiccandosi con un lenzuolo legato al collo.” (Corriere della Sera, 9 ottobre 2022) In questi giorni pensavo che i detenuti conducono la vita più “sicura” al mondo, forse anche perché è difficile che facciano un incidente stradale. Eppure i dati dicono che i detenuti si tolgono la vita e muoiono più delle persone libere. Nessuno però dice nulla del fatto che hanno buoni motivi per farlo perché il carcere in Italia non insegna molte cose, ma una cosa la sa fare molto bene, sa “convincerti” a toglierti la vita. I detenuti si domandano perché devono continuare a vivere anziché farla finita con una vita che tanto spesso è un inferno. E ammazzarsi non è affatto una domanda, ma una risposta perché per un detenuto a volte è più importante morire che vivere, per mettere fine allo schifo che ha intorno. Purtroppo spesso in prigione la vita è un lusso che non ti puoi permettere e per smettere di soffrire non puoi fare altro che arrenderti, perché in molti casi nelle nostre “Patrie Galere” vale più la morte che la vita. Spero che un giorno qualcuno finalmente si domandi perché molti detenuti in Italia preferiscono morire piuttosto che vivere. Spesso mi chiedo: ma il suicidio di un detenuto non rientra forse nella legittima difesa? Credo che sotto certi aspetti sia più “normale” e razionale chi si suicida, rispetto a chi continua a vivere nella sofferenza. Uccidersi non è facile, ma vivere nelle patrie galere italiane è ancora più difficile. Per questo nelle carceri italiane si continua a morire. I nostri politici dovrebbero sapere che in carcere si muore in tanti modi: di malattia, di solitudine, di sofferenza, di ottusa burocrazia e d’illegalità. Riuscire a vivere nelle galere italiane è diventato un lusso che alcuni detenuti non si possono permettere. Per questo a volte ammazzarsi diventa una vera e propria necessità. E questa non è una libera scelta, come alcuni cinici potrebbero pensare, ma è legittima difesa contro l’emarginazione e la disperazione. By Carmelo Musumeci

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Milano: PhotoVogue Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Milano. Dal 17 al 20 novembre 2022 torna a Milano PhotoVogue Festival, il festival di fotografia di moda consapevole che si concentra sugli elementi in comune a etica ed estetica.Sei le mostre esposte negli spazi di BASE Milano e un ricco programma di eventi nelle principali gallerie d’arte della città e di conversazioni online e offline.Per questa settima edizione Alessia Glaviano, Head of Global PhotoVogue e Direttrice del Festival si è chiesta cosa direbbe oggi la critica americana Susan Sontag sull’effetto ‘normalizzante’ prodotto dall’esposizione ripetuta al contenuto delle immagini, avviando un dibattito su quella che Glaviano ha definito la ‘Contraddizione della sovraesposizione’, per discutere su come l’ubiquità delle immagini plasmi la nostra capacità di percepire a livello emozionale, leggere e comprendere queste ultime, e il mondo che ci circonda.Accanto alle mostre dedicate a temi sociali e politici, in scena anche la fotografia di moda consapevole con artisti propulsori del cambiamento attraverso immagini e filmati per costruire un mondo culturalmente più inclusivo.Con la presenza di più di 50 degli artisti coinvolti, il programma comprende tanti appuntamenti tra cui una lectio magistralis di Alfredo Jaar, un talk con l’intellettuale David Rieff, i panel con Fred Ritchin, Yashica Olden, Yelena Yemchuk, Aïda Muluneh, Justin Aversano, Misan Harriman, Emanuele Coccia, Gabriele Galimberti, Maria Luisa Frisa e molto altro. Regarding the pain of others, presenta le immagini e i filmati più iconici di eventi catastrofici della nostra storia recente, senza esporli visivamente, ma presentandoli attraverso la loro descrizione scritta. Il pubblico è così invitato a visualizzare mentalmente le immagini, una sfida per mettere in discussione il nostro ruolo di consumatori di immagini ed essere spettatori attivi e responsabili e non voyeur passivi e distratti. Face Forward: Redefining the Vogue Cover: le copertine più potenti e diverse di tutte le edizioni internazionali di Vogue protagoniste di una mostra che evidenzia il lavoro svolto da Vogue nel corso dei decenni. The next great fashion image makers: la mostra, che presenta 40 artisti di 24 paesi diversi selezionati da una giuria internazionale, è il risultato della prima Global Multimedia Open Call, promossa da tutte le edizioni di Vogue nel mondo per individuare i creatori di immagini di moda più talentuosi. Italian Panorama: presenta 25 artisti provenienti dalla prima Local Open Call di PhotoVogue, dedicata all’Italia come omaggio al Paese di origine di PhotoVogue, aperta a tutti i generi – dalla moda al documentario, dall’arte al reportage – e a tutti i mezzi, dalla fotografia al video, dall’illustrazione, all’arte 3D o alle combinazioni di queste discipline. Visual Communication for Change: usare la creatività per affrontare le malattie tropicali neglette in Africa: PhotoVogue collabora con Aida Muluneh presentando The Crimson Echo, il progetto della fotografa etiope e imprenditrice culturale, che insieme ad altri sei fotografi africani sottolinea l’impatto delle malattie tropicali neglette (Neglected Tropical Diseases – NTD) sugli individui e sulle comunità. Voice per PhotoVogue: Residency e Collezione NFT: la prima incursione di PhotoVogue nel Web3 si è svolta in collaborazione con Voice. Durante una virtual residency estiva, ottantuno artisti di tutto il mondo hanno imparato come entrare con successo nel mondo del Web3 attraverso workshop digitali, mentorship e altre risorse. In mostra le collezioni prodotte dagli artisti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Goffredo Fofi: Per Pasolini

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Collana le Onde, pp. 192, 16 euro Prefazione di Alberto Anile In collaborazione con Cineteca Nazionale Nell’anno del centenario della nascita di Pasolini, un prezioso volume in cui l’autore cerca di fare i conti con l’eredità di Pasolini, con la sua grandezza ma anche con i suoi limiti. «Mi chiese perché non lo stimavo, e io spudoratamente gli risposi: “Perché sei diventato un mercante nel tempio.” » “È con Pasolini che ho ‘litigato’ di più”, scrive Goffredo Fofi, “è da lui che mi sono sentito più provocato, chiamato in causa su argomenti fondamentali della nostra storia civile, e dunque della mia stessa storia”. In questo libro Fofi ricapitola i suoi rapporti con Pier Paolo Pasolini attraverso un lungo saggio autobiografico e la riproposizione di tutti gli interventi scritti sull’argomento dal 1964 al 2022, testi spesso difficili da recuperare ma tuttora attuali per comprendere meglio la figura di Pasolini e il suo tempo. Da una parte l’iniziale convergenza sul meridionalismo di Danilo Dolci ed Ernesto De Martino, le critiche al Vangelo secondo Matteo e ai Racconti di Canterbury, dall’altra la comunità letteraria e cinematografica che ruotava intorno a lui, da Elsa Morante a Sergio Citti e Laura Betti, fino al trauma della morte violenta di Pasolini, alle riflessioni sulla sua eredità, alla verifica delle sue profezie. Ma è soprattutto nel testo iniziale che Fofi fa compiutamente i conti con il regista di Salò, rievocando incontri e scontri, collaborazioni e contrasti che si spinsero fino al litigio, sempre comunque nel segno di una fertile dialettica.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Salute e benessere: incontri aperti

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Bergamo. Dopo il successo dei primi due incontri tenuti a fine settembre alla Casa di Comunità di Sant’Omobono Terme, la ASST Papa Giovanni XXIII propone altri tre incontri gratuiti e aperti alla popolazione per approfondire, insieme agli specialisti dell’ospedale, alcune tematiche legate alla salute e al benessere. Martedì 18 ottobre dalle 15.30 alle 17, alla Casa di Comunità di Borgo Palazzo verrà replicato l’incontro del 29 settembre rivolto alle donne dai 40 anni di età, dedicato alle problematiche e ai disturbi che possono insorgere durante la menopausa. Interverranno la Responsabile per la DPSS del Dipartimento materno infantile e pediatrico, Patrizia Ghilardi, e la psicologa Ave Biffi. Anche in questo caso l’ingresso è con prenotazione, telefonando allo 035 267.6530 da lunedì a venerdì dalle 10 alle 12. Infine la Casa di Comunità di Sant’Omobono Terme ospiterà mercoledì 26 ottobre dalle 16 alle 18 un incontro rivolto alle ragazze e ai ragazzi dai 14 ai 21 anni, dedicato ai temi dell’affettività e della sessualità nell’adolescenza. Verranno affrontate le problematiche connesse a questa importante fase di cambiamenti biologici, fisici e psicologici, a partire dai dubbi e dalle insicurezze che possono insorgere e che solo in parte sono colmate dalla facilità di accesso alle informazioni in internet. Tra i temi trattati vi saranno la conoscenza dell’apparato sessuale maschile e femminile, le loro funzioni, specificità e differenze, le principali nozioni sulle malattie sessualmente trasmissibili, incidenza, conseguenze e diffusione e la spiegazione dell’utilizzo dei vari metodi contraccettivi e delle loro caratteristiche. L’incontro sarà tenuto da Patrizia Ghilardi e dall’ostetrica Jessica Sangaletti. Ingresso senza prenotazione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Desertificazione bancaria e chi opera in controtendenza

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate è l’unica banca presente in comuni come Dairago e Villa Cortese in provincia di Milano e Buguggiate e Bodio Lomnago in provincia di Varese. E, nonostante il periodo non facile, lo scorso giugno ha inoltre aperto una nuova filiale a Corbetta (MI). «È questo il risultato di precise scelte dettate dall’essere banca di territorio», spiega il presidente. «Il territorio è il nostro punto di riferimento: siamo una banca fatte da soci che vivono in un territorio e che rappresentano specifiche comunità. Il territorio è anche la nostra linfa: se cresce il territorio, anche la nostra Bcc cresce», prosegue Scazzosi. Inoltre, «al territorio destiniamo, per Statuto, parte dell’utile nel sostenere enti e realtà no profit e progetti dal valore aggiunto. Solamente l’anno scorso, come istituto, abbiamo destinato oltre 350 mila euro a piccole realtà per dare risposte a specifici bisogni e organizzare iniziative».È quindi ben chiaro in una Bcc il proprio ruolo sociale. «Non basta fare la banca, occorre essere banca in modo sostenibile, moderno e attento alle comunità. Anche quando le logiche di mercato potrebbero far intendere scelte diverse, guardiamo alle persone, alle famiglie e alle imprese, e da qui ripartiamo. I nostri 125 anni di storia lo testimoniano con una presenza costante e proattiva».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: a rischio povertà 25,4% popolazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Secondo l’Istat, nel 2021 poco più di un quarto della popolazione è a rischio di povertà o esclusione sociale (25,4%). “Dati drammatici! Vergognosi! Anche se il rischio di povertà resta stabile non vuol dire che i valori siano degni di un Paese civile” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Inoltre, nel 2022, con il caro bollette e il carovita, questa situazione già inquietante ed esplosiva è destinata a peggiorare. L’inflazione alle stelle, infatti, è una tassa invisibile che colpisce soprattutto i ceti meno abbienti. In questo caso, poi, riguardando spese obbligate come luce, benzina, gas e alimentari, impoverisce proprio chi è già a rischio povertà, trasformandolo in povero assoluto” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tra timori di recessione e “super” dollaro: cosa accadrà ora all’economia americana?”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

A firma di Jeffrey Cleveland, Chief Economist di Payden & Rygel. Nel difficile contesto economico-finanziario globale, gli occhi rimangono puntati sull’economica americana. Tra timori di recessione e un mercato del lavoro ancora in salute, i mercati continuano a prevedere uno scenario base in cui le prospettive macroeconomiche negli USA si deterioreranno a partire dall’anno prossimo e dove, di conseguenza, i tassi d’interesse verranno ridotti.Riteniamo, però, che questa eventualità sia sempre meno probabile: i dati sull’occupazione, infatti, restano solidi e non si vede, al momento, un aumento significativo del numero di licenziamenti. Questo scenario ci porta quindi a pensare che i tassi continueranno a salire con l’inizio dell’anno nuovo, per poi fare una pausa nel corso dell’anno, senza però essere tagliati. Le politiche della Fed creeranno comunque grattacapi all’Europa. Il problema principale per la BCE e la Bank of England (BoE) è che, se la Fed continua con il rialzo dei tassi, allora i policymaker dovranno cercare di adeguarsi per mantenere la forza relativa delle loro valute. Contrariamente, dovranno accettare un’inflazione importata più elevata e cercare di diminuire le pressioni inflattive nell’economia interna. Il risultato è che le Banche Centrali rischiano, in questo modo, di dover alzare i tassi in misura superiore al target perseguito. Infine, qualora l’economia globale si indebolisse ed entrasse in recessione, gli asset in dollari diventerebbero con molta probabilità un rifugio sicuro per gli investitori. Se BCE e BoE, ad esempio, intervenissero per rafforzare le valute con il rischio di innescare una recessione in Europa, il dollaro andrebbe comunque a rafforzarsi. Con oltre 135 miliardi di dollari in gestione, Payden & Rygel è leader nella gestione del risparmio gestito e annovera tra i suoi clienti banche centrali, fondi pensione, imprese di assicurazione, università, banche private e fondazioni di varia natura. Società di gestione indipendente e non quotata, Payden & Rygel ha sede a Los Angeles con uffici a Boston e hub di gestione a Londra e a Milano. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Schroders – Timori e opportunità nei mercati obbligazionari

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

A cura di Andrew Chorlton, Head of Fixed Income, Schroders. Due settimane fa il governo britannico ha presentato il cosiddetto “mini-budget”, cercando di aumentare il deficit del Regno Unito ma offrendo pochi dettagli a sostegno del suo piano. Si tratta di una serie di pacchetti, principalmente a sostegno della crisi energetica, che pone un price cap per l’energia per i consumatori e una serie di tagli alle tasse, misure che hanno portato a un aumento del deficit. Tra gli investitori obbligazionari serpeggiava il timore che il taglio delle tasse non finanziato e l’intervento sull’energia comportassero un aumento del prezzo che il mercato obbligazionario avrebbe richiesto per prestare denaro al governo britannico – che è essenzialmente ciò che un’obbligazione rappresenta. Ritengo che l’entità di questo aumento – visto che il governo non aveva prodotto ulteriori previsioni a sostegno del suo piano – sia stata molto più forte di quanto ci si aspettasse.Acquistando titoli di Stato britannici, la Bank of England, in questo caso, ha reagito a un pericolo molto chiaro e attuale che riguardava una particolare parte del mercato per un motivo molto specifico. È possibile che l’intervento della scorsa settimana sia stato sufficiente, anche perché un rialzo d’emergenza dei tassi avrebbe probabilmente dato un segnale sbagliato. Il mercato, tuttavia, ritiene che la BoE continuerà ad aumentare i tassi perché non credo sia cambiata la determinazione della Banca Centrale a battere l’inflazione.Sebbene la sterlina e i mercati obbligazionari britannici si siano per ora stabilizzati, i movimenti della scorsa settimana sono avvenuti in concomitanza con un nuovo calo dei mercati azionari di tutto il mondo e un ulteriore rafforzamento del dollaro. Più in generale, il mercato è alle prese con la lotta tra l’idea che l’inflazione sia radicata e destinata a perdurare, e quella di un suo rallentamento imminente. Gli investitori sono alla ricerca di segnali che indichino che l’inflazione non è consolidata: si buttano su qualsiasi indicatore che vada in questa direzione e poi, quando rimangono delusi, si verificano brusche inversioni di tendenza. È un mercato volatile, perché siamo in una zona in cui il punto di flesso è vicino, ma non sappiamo quanto vicino sia.Andando oltreoceano, i mercati hanno bisogno di un dollaro stabile per poter ottenere un’apertura, in particolare nei mercati emergenti, sia per l’azionario sia per il fixed income. Entrambi gli asset trarrebbero beneficio da un dollaro stabile, piuttosto che da un dollaro che sembra aumentare sempre di più. I differenziali dei tassi d’interesse tra i Paesi si stanno riducendo, e questo dovrebbe sostenere l’euro e la sterlina, ma la forza del dollaro è una tendenza che va avanti da molto tempo e non sembra destinata a esaurirsi.Gli Stati Uniti, ovviamente, sono il mercato più liquido e con la più ampia gamma di opportunità, e l’unica cosa che si nota in casi come questo è una maggiore dispersione tra i crediti. Dal punto di vista del credito, c’è molto interesse per il mercato americano, in particolare quello investment grade. Sarà necessario vedere un’ulteriore revisione degli utili prima di passare all’high yield.In Europa, probabilmente la BCE è in ritardo rispetto alla BoE e alla Fed in termini di rialzo dei tassi, ma anche in questo caso la cosa è ben nota. I mercati del credito stanno già valutando una lieve recessione. Penso che il problema sia la probabilità di una lieve recessione rispetto a una più grave, insieme a quanto si viene compensati in termini di rendimento per questa incertezza. Anche in questo caso, stiamo trovando interessanti opportunità nel credito a causa di tale dispersione.Non si tratta di comprare alla cieca l’intero indice, ma di iniziare a valutare la propria esposizione al credito e potenzialmente aumentarla, sia negli Stati Uniti sia in Europa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roberto Andò con Salvatore Ferlita: Il piacere di essere un altro

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Collana i Delfini, pp. 112, 15 euro. Roberto Andò si racconta per la prima volta: la scoperta del cinema, il legame con la Sicilia, l’amicizia con Sciascia e Consolo. Viaggio nella vita di un grande regista e scrittore. La vocazione di regista arrivò a quindici anni, quando riuscì ad assistere alle riprese di De Sica del Viaggio, film ispirato alla novella di Pirandello, frequentando regolarmente il set e conoscendo il regista. Tramite un’altra conoscenza, Elvira Sellerio, incontrò Leonardo Sciascia, con cui nacque una lunga amicizia e assidua frequentazione. Rispondendo alle domande di Salvatore Ferlita, Andò racconta l’infanzia e la genesi della sua poliedrica vocazione di scrittore e regista, l’influenza di Fellini e Rosi e l’amicizia con Sciascia e Consolo, il rapporto con Palermo e la Sicilia, descrivendo i temi portanti delle sue opere narrative e cinematografiche e spaziando brillantemente dalla politica alla pandemia. Editore: La nave di Teseo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giuseppe Antonio Borgese: La marcia del fascismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Collana i Grandi Delfini, pp. 672, 24 euro Introduzione di Francesco Merlo Postfazione di Gandolfo Librizzi, Direttore della Fondazione “G.A. Borgese”. Nel centenario della Marcia su Roma, una nuova edizione di un testo di riferimento, assente da molti anni e fondamentale per comprendere le origini del fascismo. “Sono gli italiani che in virtù della loro grandezza collettiva, acquistata attraverso i travagli e gli errori secolari, con i voli della fantasia, frutto di sette secoli di sogni, hanno creato questo incubo.” L’incubo cui si riferisce Giuseppe Antonio Borgese in Golia è il Fascismo di Benito Mussolini. Cesare era stato assassinato, tuttavia la tirannia continuò. Perché la tirannia non risiedeva in Cesare ma nel cuore dei Romani. Seguendo questo principio, tra pagine su Dante, Machiavelli, l’Italia medievale e il Risorgimento, l’importante lavoro di Borgese resta ad oggi attualissimo. Perché il Fascismo è visto come una peculiare “malattia italiana”: gli italiani, che non riescono a distinguere tra desiderio e realtà, sono un popolo rimasto allo stato infantile, nonostante il dovere proprio di ogni popolo di diventare maggiorenne. Torna in libreria, a distanza di decenni, un saggio importante, tanto ricco quanto necessario, di un grande autore del Novecento che, per il suo antifascismo, fu costretto all’esilio negli Stati Uniti. Un atto d’accusa contro la dittatura fascista, da chi ha vissuto quegli anni (da letterato, da giornalista, da diplomatico, da esule) e fatto le proprie scelte quando ancora del regime non se ne vedeva la fine. Editore: La nave di Teseo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Veronica Tomassini: L’Inganno

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Collana Oceani, pp. 206, 18 euro. Un romanzo orfico, mistico, esistenziale. Una donna, ancora giovane, ma non troppo per coltivare speranze, senza la penombra di un disincanto e qualche dubbio. Eppure una speranza le resta, l’amore. Una donna lascia la sua terra, la Sicilia, alla volta di Milano. Cerca il suo amore, incontrato una sola volta, durante un viaggio in taxi: un musicista francese di Tolosa. Un coup de foudre. Sceglie Milano perché pensa che proprio lì avverrà l’incontro. Il musicista le aveva promesso: “Ci vedremo a Milano.” Non era vero. Trascorre un mese nell’attesa e, durante quel mese, percorre la città in un vagabondaggio contemplativo, in solitudine, finché incontra una donna, Erminia, una persona volitiva e generosa, che la ospiterà nella sua casa di periferia. Si aprirà alla sua ospite, scoprirà il raccoglimento, la religione, Dio… Coltiverà l’illusione di rifarsi una vita ma, alla fine, scoprirà di non saper vivere nemmeno i sogni. Riprenderà il suo cammino con una sola certezza: il sentimento è un inganno, un vizio, un peso di cui liberarsi. L’amore è una verità che non appartiene alle cose del mondo.Veronica Tomassini, una delle più interessanti autrici contemporanee, in un continuo dialogo con il lettore e con uno stile unico e raffinato, racconta del perdersi e del ritrovarsi, di Milano e del viaggio che ognuno deve fare dentro se stesso.Editore: La nave di Teseo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Joyce Carolo Oates: Respira

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2022

Collana Oceani, trad. Carlo Prosperi, pp. 432, 22 euro In parte romanzo psicologico, in parte ghost story, Respira è un’esplorazione dell’ossessione – radicata nella domesticità coniugale – di essere fedeli all’amato e allo stesso tempo di sopravvivere al trauma della perdita. Michaela e Gerard, originari di Cambridge nel Massachusetts, si stabiliscono a Santa Tierra nel New Mexico, tra paesaggi bellissimi e inquietanti, perché lui ha ottenuto un’importante borsa di studio per le sue ricerche. Quando Gerard viene colpito da una misteriosa malattia, inizialmente mal diagnosticata, le loro vite vengono sconvolte. A trentasette anni, Michaela affronta la terrificante prospettiva del rimanere vedova e la perdita dell’amato marito e compagno, la cui identità ha notevolmente plasmato la sua. Michaela si prende disperatamente cura di Gerard nei suoi ultimi giorni. Si rende conto che l’amore per suo marito, per quanto feroce e disinteressato, non è abbastanza per salvarlo e che la sua morte va oltre la sua comprensione. Il lutto provoca un vero e proprio sdoppiamento in Michaela, con il suo alter ego disposto a tutto pur di ricongiungersi al marito, desideroso di seguirlo fino alla fine. Con un racconto vivido, doloroso e sentito Joyce Carolo Oates racconta la traiettoria di sofferenza di chi resta e deve resistere alla perdita e combattere per ritrovare il proprio posto nel mondo. Editore: La nave di Teseo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »