Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°30

Archive for 20 ottobre 2022

Premio Sacharov 2022 del Parlamento europeo al popolo ucraino

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

I deputati europei hanno assegnato al coraggioso popolo ucraino, rappresentato dal suo Presidente, dai leader eletti e dalla società civile, il Premio Sacharov 2022 per la libertà di pensiero.Mercoledì pomeriggio, la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola ha annunciato il vincitore dell’edizione 2022 del Premio in plenaria a Strasburgo, in seguito alla decisione della Conferenza dei Presidenti del Parlamento (la Presidente e i leader dei gruppi politici).La Presidente Metsola ha dichiarato: “Questo premio è per gli ucraini che combattono sul campo. Per quelli che sono stati costretti a fuggire. Per quelli che hanno perso parenti e amici. Per tutti quelli che si alzano e combattono per ciò in cui credono. So che il coraggioso popolo ucraino non si arrenderà, e non lo faremo nemmeno noi.”La guerra di aggressione ingiustificata della Russia contro l’Ucraina sta infliggendo costi enormi al popolo ucraino, che non sta combattendo solo per proteggere le proprie case, la sovranità, l’indipendenza e l’integrità territoriale, ma anche per difendere la libertà, la democrazia, lo Stato di diritto e i valori europei “contro un regime brutale che cerca di minare la nostra democrazia, indebolire e dividere la nostra Unione”.Con la nomina al Premio, vengono evidenziati gli sforzi del Presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy, insieme al ruolo di singoli individui, di rappresentanti della società civile e di istituzioni statali e pubbliche, tra cui i servizi di emergenza dello Stato ucraino, Yulia Pajevska, fondatrice dell’unità medica di evacuazione Angeli di Taira, Oleksandra Matviychuk, avvocatessa per i diritti umani e Presidente dell’organizzazione Centro per le libertà civili, il Movimento di resistenza civile Nastro giallo e Ivan Fedorov, sindaco della città ucraina di Melitopol, attualmente sotto occupazione russa.La consegna del Premio Sacharov avverrà il 14 dicembre a Strasburgo.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Premio del giornalismo del PE 2022

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

I giornalisti Clément Di Roma e Carol Valade hanno ricevuto il Premio Daphne Caruana Galizia 2022 per il documentario “The Central African Republic under Russian influence”. Il documentario è una coproduzione Découpages/Arte G.E.I.E ed è stato inizialmente trasmesso su Arte Reportage in francese, tedesco e inglese, e successivamente su France 24 e pubblicato sul quotidiano francese Le Monde. La cerimonia di premiazione si è tenuta nella sala stampa Daphne Caruana Galizia del Parlamento europeo a Strasburgo. Ad aprirla, la Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, la Vicepresidente responsabile del Premio, Pina Picierno, e Anthony Bellanger, Segretario generale della Federazione Internazionale dei Giornalisti nonché rappresentante dei 29 membri della giuria europea indipendente. La Presidente Metsola ha dichiarato: “Il Premio Daphne Caruana Galizia per il giornalismo manda un messaggio forte: il Parlamento europeo sta dalla parte della verità, della giustizia e del giornalismo indipendente (…) Una democrazia forte ha bisogno di una stampa forte. E non c’è democrazia senza libertà di stampa. In Europa, diritti e libertà rappresentano degli obiettivi per i quali ci battiamo, non degli ostacoli”. Dal 3 maggio al 1° agosto 2022, oltre 200 giornalisti provenienti dai 27 paesi dell’Unione hanno presentato le loro storie alla giuria. La giuria ne ha selezionate 11, prima di decretare il vincitore assoluto.Si tratta del primo documentario di Clément Di Roma e Carol Valade, e rappresenta il punto d’arrivo del loro lavoro in qualità di corrispondenti nella Repubblica Centrafricana nel 2020. Il paese stava attraversando un’ondata di violenze e abusi scatenata da una nuova ribellione, in parte combattuta dai battaglioni Wagner, esercito ombra al servizio degli interessi del Cremlino. I due reporter hanno svolto indagini, filmato e lavorato come corrispondenti di diversi media internazionali, malgrado la sorveglianza dei mercenari russi e una predominante ostilità nei confronti dei media francesi. Hanno inoltre portato avanti il lavoro di tre colleghi russi, Orhan Djemal, Kirill Radchenko e Alexander Rasstorguyev, assassinati nella Repubblica Centrafricana mentre indagavano sui battaglioni Wagner nel 2018.Il Premio Daphne Caruana Galizia è stato istituito nel dicembre 2019 su decisione dell’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, in riconoscimento a Daphne Caruana Galizia, giornalista investigativa e blogger maltese anticorruzione assassinata nel 2017 in un attentato con autobomba. Il Premio è assegnato ogni anno (in occasione dell’anniversario dell’assassinio di Daphne Caruana Galizia) per riconoscere i meriti di un giornalismo che promuove e/o difende i principi e i valori fondamentali dell’Unione europea come la dignità umana, la libertà, la democrazia, l’uguaglianza, lo Stato di diritto e i diritti umani. Il premio, e il relativo importo di 20.000 euro, sono una testimonianza del forte sostegno del Parlamento europeo al giornalismo investigativo e alla libertà di stampa.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Elisabetta Sirani. Pittrice nella Bologna del ‘600

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Spilamberto (MO) ospita, sabato 22 ottobre alle ore 17.00 Ossimoro Galleria d’Arte, a cura di Sergio Bianchi, conferenza di Massimo Pulini, storico dell’arte e docente di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, sul tema “Giovanni Andrea Sirani all’ombra di Elisabetta”.L’intervento di Massimo Pulini si concentrerà sulla scarsa fortuna postuma di Giovanni Andrea Sirani, legata alla fulminea fama della giovane figlia pittrice, la cui breve e intensissima parabola luminosa mise in controluce i risultati più lenti e metodici del padre. Elisabetta, ancora adolescente, era apprezzata e richiesta in tutte le corti europee, sicché la sua misteriosa morte, avvenuta a soli ventisette anni, nel 1665, finì per avvolgerne la figura di un’aura prossima a quella del mito. Nel racconto che derivò, di quella clamorosa vicenda artistica femminile, la figura di Giovanni Andrea, pur essendo stato suo maestro, si sfuma in passaggi poco edificanti, che lo stigmatizzano come il padre despota, colui che impedì alla giovane pittrice di completare la propria formazione, vietandole i desiderati viaggi a Firenze e a Roma. Quella posizione, che forse stava a metà strada tra la protezione genitoriale e l’ottusità misogina, contribuì a relegarlo tra le figure più grigie dell’epoca barocca, andando a confermare la ricostruzione di una personalità sbiadita che già le pagine del Malvasia facevano trapelare. Ossimoro Galleria d’Arte è aperta la pubblico dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30. L’Ufficio del Sindaco presso il Comune di Vignola è accessibile di sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30 previa prenotazione all’indirizzo segreteriasindaco@comune.vignola.mo.it. Per informazioni: M. +39 347 5630449, info@ossimoro.com, http://www.ossimoro.com. L’accesso alla conferenza di Massimo Pulini è libero e gratuito, non è richiesta la prenotazione.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“La Trinacria è Femmina”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Roma Da giovedì 20 a domenica 23 ottobre 2022 a Teatrosophia, via della Vetrina 7 A due passi da Piazza Navona, nel cuore di Roma, arriva la Sicilia in tutta la sua femminilità, con annesso aperitivo offerto dalla casa e vino rosso siculo.Partita nel 2013 dalla Città del Gusto del Gambero Rosso, in cui Ilenia Costanza e Lorena Vetro raccontavano la loro terra preparando cazzilli e caponata, nel 2016 “La Trinacria è Femmina”, con un’orchestra tutta al femminile, debutta nella straordinaria cornice della Valle dei Templi di Agrigento, davanti al Tempio di Giunone, per proseguire in varie regioni, presentando anche il CD Live contenente i brani più significativi dello spettacolo. Un divertente e poetico concerto reading che racconta la Sicilia partendo dal lessico femminile delle parole che la caratterizzano…“Siccità è femmina…- dice la Costanza – Santa Rosalia e Sant’Agata sono femmine. Imprenditoria è femmina… selvaggia e disonorata però. L’emigrazione è femmina; la mafia lo è; la maschera di Pirandello e la roba di Verga. Ma anche la vigna, la mandorla e l’arancia. E il pistacchio. Sì, perché da noi il pistacchio si chiama ‘a fastuca! E diventa femmina… come la bellezza!”. Ilenia Costanza cunta (racconta) la sua terra con le parole dei più grandi scrittori, da Pirandello a Quasimodo, da Buttitta a Bufalino e Sciascia; mentre Lorena Vetro, l’ultima Cantastorie, voce portentosa e coinvolgente, con la sua chitarra canta le leggende: Rosa Balistreri, Otello Profazio, Nonò Salamone; senza tralasciare contaminazioni da Domenico Modugno a Mercedes Sosa e Marlene Dietrich… La Leggenda di Colapesce, Barbablù, Amara Terra mia, Lili Marleen, Malarazza, Qua si campa d’aria e tante altre, fino al tripudio del pubblico che si commuove e ride nel contempo, mentre le note dell’isola bella vibrano grazie al flauto traverso, all’ottavino e al bandoneon di Monica Tenev. “Bastano una donna e un tamburo, per fare scoppiare una rivoluzione” , e sarà vero, vista l’energia delle tre artiste, che spinge il pubblico a “dimenarsi” sulle poltrone; in uno show che sazia anche, perché non tralascia la cucina (femmina anche lei!), dal cannolo e la sua simbologia all’invidiosa astuzia che generò la sarda a beccafico; svelando trucchi, ricette e origine di una cucina povera di materia prima e ricca di sapore… il sapore di quella primordiale ricchezza che è l’amore. Concerto reading di Ilenia Costanza Giovedì 20 ottobre h 21:00, Venerdì 21 ottobre h 21:00, Sabato 22 ottobre h 21:00, Domenica 23 ottobre h 18:00, Intero: Euro 14,00+4,00 per tessera associativa, Ridotto: Euro 11,00+4,00 per tessera associativa Prenotazioni Tel: 06 68801089 /353.39.25.682

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pensiero lento pensiero veloce

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Pieve di Cento (BO)28 ottobre 2022 – 5 marzo 2023 Inaugurazione: 28 ottobre, ore 18.00 Pinacoteca Civica “Graziano Campanini” Polo culturale “Le Scuole” Via Marco Rizzoli 4/6. mostra collettiva a cura di Guido Molinari, che sancisce l’inizio di una collaborazione tra l’Accademia di Belle Arti di Bologna e la Pinacoteca, inserita all’interno del polo culturale “Le Scuole” di Pieve di Cento. Le due Istituzioni, infatti, hanno siglato una convenzione triennale che prevede una proficua condivisione di attività e progetti.L’esposizione, promossa e organizzata dal Comune di Pieve di Cento e dall’Unione Reno Galliera, coinvolge studentesse e studenti iscritti all’Accademia di Belle Arti di Bologna, che propongono opere realizzate con tecniche differenti: fotografia, ready made, installazione, scultura, dipinti ed elaborati grafici.I giovani talenti provengono, in particolare, dal Biennio di Pittura (Petkov Aleksandar, Samuele Bartolini, Riccardo Bellelli, Luca Campestri, Gabriele Ermini, Federico Falanga, Francesco Levoni, Chiara Mecenero, Chiara Vitofrancesco), dal Biennio di Grafica d’arte (Francesco De Conno, Elisa Negroni, Matteo Ruggieri, Alfonsina Sica) e dal Triennio di Grafica d’arte (Sofia Bini, Chiara Cappellini, Alessia Cincotto, Aurora Deambrosi, Iris Fontana, Nives Frangi, Serena Gamberini, Sarah Martinoli, Giulia Quagliana, Andrea Riccobono, Maria Ludovica Russo).Il titolo focalizza l’attenzione sulle potenzialità creative di artiste e artisti che concepiscono le opere secondo queste due modalità. L’accento è dunque posto sulla fase ideativa dell’opera che a volte è caratterizzata da una sorta di intuizione immediata e improvvisa, altre volte è frutto di un lento progredire consequenziale. Queste due dimensioni della creatività in certi casi si possono cogliere anche in una successione che conduce al risultato finale. Ma molto spesso è anche il pubblico che fruisce l’opera d’arte facendosi guidare dall’intuito oppure prediligendo un’analisi più razionale: spesso la prima impressione conduce a un giudizio e a un’emozione estetica che può essere confermata o contraddetta da una valutazione successiva più approfondita, meditata e analitica. Ingresso libero Orari: sabato e domenica, ore 10-18.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“PETS – Storie di un amore incondizionato”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Roma Giovedì 20 Ottobre – ore 11:00 presso Euroma2 – 2° Piano area Food (Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell’Oceano Pacifico. Tra gli ospiti che interverranno: – Dott. Davide Maria Zanchi, Presidente del Consorzio SCCI, – Dott. Giovanni Fossati, Presidente Nazionale del Servizio Cani Guida dei Lions, – Dott.ssa Daniela Fazzi, Responsabile Unità Cinofile Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma, – Dott. Ugo Gentile, Responsabile ProCiv Camelot-HIM di Roma Dott.ssa Maria Luisa Cocozza, Giornalista della rubrica del TG5 dedicata agli animali, “L’Arca di Noè” – Dott.ssa Titti Di Salvo, Presidente del IX Municipio di Roma Capitale – Dott.ssa Cristina Matranga, Direttore Generale Asl Roma 4. In occasione della Conferenza Stampa inaugurale dell’evento verrà donato, da Euroma2, un cane guida addestrato presso il Centro Lions di Limbiate ad una persona di Roma non vedente.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CACEIS e Royal Bank of Canada firmano un memorandum d’intesa sulla proposta di acquisizione delle attività di RBC Investor Services in Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Paris / Toronto, CACEIS, the asset servicing banking group of Crédit Agricole S.A. and Santander, and Royal Bank of Canada (RBC) announced that they have signed a Memorandum of Understanding with a view for CACEIS to acquire the European asset servicing activities of RBC Investor Services and its associated Malaysian centre of excellence. This would include custody, global custody FX, fund administration, transfer agency, middle office and securities lending. RBC Investor Services is a leading provider of asset services and holds Assets under Administration (AuA) in Europe of around €1.2 trillion and Assets under Custody (AuC) in Europe of around €0.5 trillion.Together, the combined entity of RBC Investor Services and CACEIS would have around €4.8 trillion in AuC and €3.5 trillion in AuA (all figures as at 31/03/2022). The transaction would combine two strong asset servicers in Europe and would strengthen CACEIS’ position as a global leader in asset servicing with access to a broader and complementary client base and service offering. The integration of the RBC Investor Services business into CACEIS would deliver scale and stronger competitive positioning as CACEIS would benefit from a larger geographical presence, full coverage of the value chain and an expanded offering for both existing and new clients. The execution of the final agreements between CACEIS and RBC requires prior consultation with the relevant works councils of CACEIS. The completion of the contemplated transaction will be subject to customary closing conditions, including regulatory and antitrust approvals, and is expected to take place by the end of the third quarter of the 2023 calendar year.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acquisizione di Deutsche Bank Financial Advisors da parte di Zurich

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Deutsche Bank e Zurich Italia hanno perfezionato l’operazione di acquisizione del ramo d’azienda dei Consulenti Finanziari di Deutsche Bank Financial Advisors da parte di Zurich. Come da termini dell’accordo siglato nell’agosto 2021, 1.085 Consulenti Finanziari, 96 dipendenti, e oltre €16 mld di masse in gestione passano a Zurich Bank.Prosegue, inoltre, la partnership tra i due Istituti in Italia: Deutsche Bank fornirà alcuni prodotti e servizi bancari a Zurich Bank, a vantaggio di clienti e consulenti finanziari e, contestualmente, Zurich Italia continuerà a distribuire la propria offerta assicurativa anche attraverso le filiali di Deutsche Bank.Giovanni Giuliani, Country CEO di Zurich in Italia, ha dichiarato “la nascita di Zurich Bank permette a Zurich di rafforzare ulteriormente la propria presenza sul mercato italiano, che si riconferma un paese chiave per il Gruppo. La nuova rete dei consulenti finanziari di Zurich Bank contribuirà in modo sostanziale ad un ulteriore sviluppo dei canali distributivi di Zurich, che potrà contare da ora su due realtà di eccellenza che lavoreranno in sinergia: i consulenti per la parte finanziaria e gli agenti per quella assicurativa”.Roberto Parazzini, Chief Country Officer di Deutsche Bank in Italia, ha aggiunto: “la chiusura di questa operazione rappresenta una nuova importante tappa del percorso di trasformazione e ri-focalizzazione strategica delle attività di Deutsche Bank in Italia, in particolare della divisione International Private Bank, che sta concentrando gli investimenti per diventare banca di riferimento per gli imprenditori e le loro famiglie e premium bank per la clientela affluent, valorizzando al contempo la già forte presenza nei settori del credito al consumo e dei servizi B2B”.Zurich Italia presenterà la nuova Zurich Bank nel corso di una conferenza stampa che si terrà il 27 ottobre 2022.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scongiurare la crisi economica: “Servono interventi urgenti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Lo scrivono il Prof. Marco Mele (Unicusano) e Cosimo Magazzino (Roma Tre). Avevano previsto l’arrivo di una recessione economica già all’inizio del mese di agosto quando, i , riportarono sui principali quotidiani italiani i risultati di un loro studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Energy Reports.Ed ora, ad appena due mesi di distanza prima Ficht, poi Moody’s ed adesso il FMI avvertono di una recessione tecnica per l’Italia in atto. In particolare, Il Fondo Monetario Internazionale prevede un forte rallentamento per l’economia italiana tagliando di 0,9 punti la stima sul PIL italiano per il 2023 al – 0,2% o -0,3%.Tuttavia, le analisi di breve – medio termine non portano con sé aspettative positive sull’economia globale e su quella italiana. Di fatto, gli economisti del FMI hanno stimato una probabilità del 25% che la crescita globale scivoli sotto il 2% influenzando negativamente i più importanti paesi economici del globo. In Italia la situazione, quindi, non si delinea rosea per il nuovo governo che si appresta a configurare la compagine governativa di una nazione in forte stress economico. Sull’andamento della crisi il Prof. Marco Mele disegna un quadro allarmante affermando che senza interventi mirati di politica economica ben strutturati la recessione tecnica diverrà economica e strutturale in meno di 100 giorni.Di fatto, afferma l’economista, ci troviamo in una situazione particolarmente preoccupante: il prezzo del gas in Europa è molto più alto dei massimi di marzo; ci sono state ripetute riduzioni nelle forniture di gas dalla Russia che stanno alterando l’offerta del bene energetico; l’inflazione viaggia a ritmi tra l’8 e il 9% andando ad erodere il potere d’acquisto delle famiglie; la BCE continua con una politica monetaria restrittiva danneggiando gli investimenti in una fase di recessione economica; e le imprese, oramai, sono alle corde con margini di profitto ridotti.Che fare quindi. Il Prof. Mele non ha dubbi “di fronte ad una inflazione che tenderà a rimanere tale per tutto il 2023 la BCE non avrà margini di intervento dal momento che le cause inflattive dipendono da fattori esogeni. Se il nostro modello di Wavelet Analisys sarà corretto, la riduzione delle forniture di gas porterà una recessione che durerà per almeno 2.61 anni. Ed allora, il nuovo Governo, che necessiterà di una struttura tecnica altamente qualificata al MEF e al MISE, dovrà utilizzare la politica economica delle regole riformando il mercato elettrico sganciandolo da quello del gas, destinando la maggior parte dell’energia prodotta delle rinnovabili alle imprese, al fine di abbatterne i costi, e applicando una spending review volta ad utilizzare il risparmio prodotto verso interventi compensativi a famiglie ed imprese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italiani e caro prezzo

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Il 76% degli italiani è molto preoccupato rispetto all’aumento dei prezzi nell’attuale contesto di crisi economica emersa anche in seguito alla pandemia di Covid-19 e alla guerra in Ucraina, tuttavia il 62% adotta un atteggiamento attivo mettendo in pratica delle misure concrete per contrastare l’inflazione. Sono questi alcuni dei dati emersi da un’indagine che è stata sviluppata dall’istituto Bilendi, tra i leader europei nell’analisi dei dati a scopo di ricerche di mercato, in collaborazione con i ricercatori dell’Università Cattolica su un campione rappresentante la popolazione italiana formato da 800 persone. Lo studio che analizza la tematica dell’aumento dei prezzi di beni e servizi e come le persone si informano in tale ambito, è al centro della quarta newsletter per l’informazione consapevole (link) del progetto Opinion Leader 4 Future, un programma triennale nato dalla collaborazione tra Almed (Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica) e Gruppo Credem, tra i principali gruppi bancari italiani e tra i più solidi a livello europeo.Dalla ricerca emerge che fra gli intervistati vi è grande preoccupazione sull’aumento dei costi di beni e servizi (76%) e un costante aggiornamento sull’argomento (70%), molti ritengono di trovarsi in un momento di difficoltà economica maggiore rispetto al passato (45%) e il caro prezzi è un tema quotidiano di conversazione (40%). Tuttavia, permane un atteggiamento propositivo, infatti, il campione preso in considerazione sta attuando una serie di provvedimenti per fronteggiare la situazione di crisi economica (62%). A livello informativo, invece, gli intervistati dichiarano che le notizie sull’aumento dei prezzi sono poco chiare (44%) e in un contesto nel quale i contenuti sono considerati maggiormente utili, queste devono possedere le seguenti caratteristiche: attendibilità (63%), comprensibilità (49%) e capacità di indicare soluzioni (44%). Risulta essenziale anche la completezza delle informazioni, infatti il campione intervistato predilige comunicazioni capaci di offrire una panoramica completa e veritiera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vendemmia, Consorzio Chianti

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Più quantità, miglior qualità e vino particolarmente ‘green’ per la vendemmia 2022 del Vino Chianti. Da un primo bilancio della raccolta appena conclusa emerge che, oltre a una qualità ottima, la quantità del raccolto è superiore alla vendemmia 2021 di circa il 5-10%, mentre la resa è leggermente inferiore al 70%. “Complessivamente abbiamo una produzione superiore di quella del 2021 e una qualità veramente buona – spiega Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti .- Dal punto di vista della quantità abbiamo dati a macchia di leopardo, perché in alcune aree la siccità indubbiamente si è fatta sentire e nonostante la pioggia di agosto la produzione è stata minore. Ma nella stragrande maggioranza dei territori del Chianti la produzione è stata abbondante”. Tra le particolarità della vendemmia 2022 spicca anche la coltivazione particolarmente ‘green’. “Abbiamo raggiunto un’altissima qualità con un sistema di coltivazione green quasi al 100% – aggiunge Busi – perché i trattamenti per difendere le nostre colture sono stati veramente ai minimi storici, mai fatti così pochi in tutta la campagna, sarà un vino buono, bello e sano”. Sul fronte delle vendite i prezzi allo scaffale dovranno fare i conti con il caro energia e con i rialzi dei costi per le materie prime che pesano sul comparto. “I prezzi aumenteranno – spiega Busi – e questo è dovuto sostanzialmente ai problemi dei costi: oltre a quelli energetici che ci assillano quotidianamente, anche materiali come vetro, carta, cartoni ed etichette sono aumentati. In alcuni casi gli aumenti si vedono già sullo scaffale, mentre in altri casi le aziende si stanno accollando i costi per mantenere gli accordi già presi. Complessivamente è chiaro che nel 2023 ci saranno degli aumenti di prezzo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rendimenti più stabili nell’obbligazionario e attesa sul mercato azionario

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

A cura di Fabrizio Santin, Senior Investment Manager di Pictet Asset Management. Assistiamo a un’evoluzione molto negativa sui mercati finanziari: a settembre, gli indici azionari USA hanno chiuso in correzione di quasi 10%, portando le perdite da inizio anno, in media, tra il 20 e il 25%. Non va meglio sul mercato del reddito fisso, dove i rendimenti sul bund tedesco si attestano sopra il 2%, il BTP decennale vicino al 5% e i Treasury a 10 anni quasi al 4%. Da inizio anno, gli indici obbligazionari registrano anch’essi perdite, spesso oltre il 15%. Le strategie risk parity – che danno lo stesso peso ai fattori di rischio azionari e obbligazionari – registrano i peggiori ritorni annuali osservati nell’arco degli ultimi 100 anni, ad eccezione di un paio di circostanze negli anni 30’ e 70’. L’ultimo crash sui bond a settembre ha coinvolto soprattutto la parte lunga della curva e ha avuto epicentro in Gran Bretagna, dove ci sono state fortissime vendite da parte dei fondi pensioni per far fronte ai “margin call”. La Bank Of England, infatti, è stata costretta ad intervenire per mantenere la stabilità finanziaria e il governo ha fatto parziale retromarcia rispetto al piano fiscale annunciato a metà settembre, rinunciando al taglio delle tasse per i più ricchi. L’evoluzione in ambito macro, invece, registra una continua solidità del mercato del lavoro USA, testimoniata dai dati di inizio ottobre con nuovi impieghi tra i 250,000 e i 300,000 posti di lavoro creati e crescita media dei salari intorno al 5%. In questa fase, però, la reazione dei mercati è contraria: dati forti inducono a pensare che la Fed prosegua ancora più speditamente con l’inasprimento monetario rispetto a quanto fatto fino ad ora. La FED ha ribadito che proseguirà la politica di rialzi fino a che l’inflazione non tornerà stabilmente verso il target del 2%. I dati sull’inflazione continueranno pertanto a essere cruciali per il mercato. Negli USA, la componente energia sta rientrando dopo la correzione dei prezzi del petrolio. Trend simili si assistono anche sulla componente beni, dove i “colli di bottiglia” nei processi di produzione stanno migliorando. Permangono, tuttavia, i problemi relativi alla componente dei servizi dove i salari e l’inflazione causata dagli affitti delle case rimangono ancora elevati. Nei prossimi mesi – o al massimo nel giro dei prossimi trimestri – la componente immobiliare sarà destinata a rientrare, considerati i tassi fissi sui mutui a 30 anni prossimi al 7%. La nostra lettura sull’inflazione è che ci troviamo nelle fasi finali di una tempesta perfetta sulle obbligazioni, anche perché i mercati monetari già proiettano tassi a breve sopra il 4,5% entro la fine del prossimo inverno. L’intera curva reale, depurata dalle aspettative di inflazione, è in territorio ampiamente positivo, con i bond decennali che hanno rendimenti reali sopra l’1,6%. Stiamo incrementando la duration sui nostri portafogli a partire dalla parte lunga: crediamo che la determinazione e la credibilità della Fed, testimoniata dal fatto che le aspettative di inflazione sono rimaste ancorate nonostante un’inflazione realizzata sopra l’8%, possano mantenere rendimenti più stabili sulla parte lunga. In Europa, è evidente il rischio geopolitico. Ci limitiamo a interventi su bond con scadenza intorno ai 5 anni. Il compito della BCE rimane complicato per via del conflitto tra obiettivo di inflazione e rischi sullo spread. Sul Btp pensiamo che l’area di intervento potrebbe essere attorno ai 300 punti base, anche alla luce dei rischi macroeconomici rappresentati dalla crisi energetica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Economia: L’inverno e la recessione incombono sull’Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

La maggior parte dei rischi menzionati nei nostri precedenti barometri si sono concretizzati: crisi energetica in Europa, forte inflazione, e stretta monetaria aggressiva. Questo ha portato Coface a rivedere significativamente al ribasso le previsioni di crescita globali per il 2023, con un’aspettativa inferiore al 2% come nel 2001, 2008, 2009 e 2020.Inoltre, mentre le previsioni di crescita sono state riviste al ribasso un po’ in tutte le regioni del mondo, l’Europa è quella con le prospettive più cupe, con una recessione che sembra ormai inevitabile per quest’inverno in tutte le principali economie. In effetti, la crisi energetica si è intensificata e il vecchio continente si prepara a una “sobrietà imposta”. Sia nel caso in cui prenda la forma di una riduzione «volontaria» (sospensione delle attività non redditizie dovuta al costo dell’energia) o di un razionamento decretato dai governi, la riduzione dei consumi di energia si tradurrà necessariamente con una minor produzione e un calo del PIL. L’entità del fenomeno dipenderà in gran parte dalla rigidità dell’inverno e la Germania, principale potenza industriale del continente, sarà in prima linea.Per questo trimestre, la maggior parte dei declassamenti delle valutazioni rischio paese interessa le economie europee. Coface ha stabilito 6 ulteriori declassamenti per tre paesi in cui il rischio era ancora considerato molto basso: Danimarca, Svizzera e Lussemburgo. Solo la Norvegia, paese produttore di gas, beneficia della miglior valutazione di rischio.Di fronte alla prospettiva del prezzo dell’energia costantemente elevato a livello mondiale, circa la metà dei 49 declassamenti delle valutazioni settoriali interessa le industrie energivore come la chimica, la carta e i metalli. Contrariamente al trimestre precedente, in cui la maggior parte delle riclassificazioni in negativo interessavano il continente europeo, questo trimestre Coface ha declassato questi settori anche nella maggior parte delle economie asiatiche e in Sudafrica.Questi ultimi mesi hanno confermato la concretizzazione di un’inflazione costantemente elevata e sempre più generalizzata nelle economie avanzate ed emergenti.Tre banche centrali emergenti perseguono politiche monetarie contro corrente: Russia, Turchia e Cina. Le autorità monetarie cinesi hanno ridotto alcuni tassi di interesse di riferimento con l’obiettivo di sostenere l’attività, in risposta al forte rallentamento dell’economia. Quest’ultima continua a risentire della strategia «zero-COVID», della grave siccità registrata quest’estate e della crisi del settore immobiliare. In particolare, le problematiche del settore immobiliare, che si stima rappresenti il 30% del PIL, contribuiranno a una crescita del Paese ben al di sotto degli standard degli ultimi dieci anni nel 2022 (3,2%) e nel 2023 (4,0%), facendo registrare un netto rallentamento a livello mondiale.L’ inasprimento monetario diffuso offusca inevitabilmente le prospettive per il settore delle costruzioni a livello globale. In questi ultimi mesi, i prezzi dei metalli industriali e del legname si sono ridotti, con un calo rispettivamente del 20% e del 60% da inizio anno, portando Coface a declassare questi settori nella maggior parte delle aree geografiche. (abstract da Coface http://www.hkstrategies.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Inflazione: Unc, la classifica delle città e delle regioni più care d’Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

L’Istat ha resi noti oggi i dati dell’inflazione di settembre delle regioni e dei capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti, in base ai quali l’Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica delle città e delle regioni più care d’Italia, in termini di aumento del costo della vita.In testa alla classifica dei capoluoghi e delle città con più di 150 mila abitanti più care, Bolzano dove l’inflazione pari a +10,8%, la seconda più alta d’Italia, ex aequo con Palermo, si traduce nella maggior spesa aggiuntiva equivalente, in media, a 2870 euro su base annua. Al secondo posto Trento, dove il rialzo dei prezzi del 10,4%, la terza maggiore inflazione, ex aequo con Ravenna, determina un incremento di spesa annuo pari a 2722 euro per una famiglia media. Sul gradino più basso del podio Ravenna, prima per il Centro, dove il +10,4% genera una spesa supplementare pari a 2513 euro annui per una famiglia tipo. Al quarto posto Milano (+9,2%, +2498 euro), poi Bologna (+10%, 2495 euro), Brescia (+8,8%, 2320 euro), al settimo posto Verona (+9,9%, +2304 euro). Seguono Venezia (+9,5%, +2285 euro) e Padova (+9,8% +2281 euro). Chiude la top ten Firenze, +9,5%, pari a 2216 euro.Catania, con l’11% è prima in Italia per inflazione e prima tra le città del Sud come stangata annua, in 12° posizione con 2184 euro.La città più virtuosa è Campobasso, con un’inflazione del 7,7% e una spesa aggiuntiva per una famiglia tipo pari a “solo” 1410 euro. Segue Catanzaro (+7,6%, +1419 euro) e Reggio Calabria (+7,8%, +1457 euro).In testa alla classifica delle regioni più “costose”, con un’inflazione annua a +10,5%, il Trentino che registra a famiglia un aggravio medio pari a 2728 euro su base annua. Segue l’Emilia Romagna, dove la crescita dei prezzi del 9,2% implica un’impennata del costo della vita pari a 2188 euro, terza la Lombardia, +8,4%, con un rincaro annuo di 2183 euro. La regione più risparmiosa è il Molise, +7,7%, pari a 1410 euro, seguita dalla Puglia (+9,1%, +1473 euro). Medaglia di Bronzo per la Basilicata (+7,8%, +1510 euro).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Younited raggiunge 200 milioni di euro di ricavi annui

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Questo obiettivo centrato consolida la crescita continua dell’azienda, dopo un incremento del +119% del GMV e del +81% dei ricavi netti nell’anno 2021.“L’eccezionale ritmo del nostro sviluppo testimonia la perfetta corrispondenza tra la nostra offerta di credito istantaneo e le crescenti esigenze della e-economy in Europa. I consumatori di oggi vogliono più immediatezza, più semplicità, sia che stiano facendo un acquisto presso un negozio sia che stiano ottenendo credito direttamente sulla nostra piattaforma. Si tratta di un cambiamento comportamentale importante. Oggi siamo orgogliosi di essere leader nel soddisfare questa domanda in rapida crescita e di veder infittirsi ogni giorno la nostra comunità di clienti, il cui livello di soddisfazione e di fedeltà è crescente”, ha dichiarato Charles Egly, CEO and co-founder of Younited.Il GMV derivante dai Partners è quadruplicato nel 2021 e si prevede che raddoppierà quasi nel 2022.“Il 2022 segna un cambiamento importante nella crescita del nostro canale di partnership. Abbiamo dimostrato che il nostro modello di distribuzione per paese e per settore verticale offre eccezionali opportunità di accelerazione in Europa. Siamo diventati il principale partner per il credito istantaneo nei settori dell’elettronica, delle telecomunicazioni e del neo-banking grazie alla nostra tecnologia plug and play completamente integrata nelle piattaforme dei nostri partner, come Apple Premium Reseller, Microsoft, Bouygues Telecom e Orange. Intendiamo replicare questi successi in altri settori verticali ad alto potenziale per continuare ad accelerare il nostro ritmo di crescita”, ha commentato Geoffroy Guigou, COO and co-founder of Younited.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Disabili, il nuovo PEI serve a cancellare 5mila docenti di sostegno

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

“La definizione del nuovo Pei è stato voluta dall’amministrazione scolastica per ridurre almeno 5.000 insegnanti di sostegno annui, ma non è così che si garantisce il diritto all’inclusione: noi lo possiamo dire, perché da anni facciamo una battaglia sul diritto all’inclusione” con l’iniziativa “Sostegno, non un’ora di meno!”, attraverso il quale le famiglie degli alunni disabili possono ricorrere gratuitamente contro l’assegnazione di un monte ore inferiore a quello previsto per i figli: a dichiararlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, commentando ai microfoni di Italia Stampa la carenza di insegnanti di sostegno e la riduzione di ore rispetto a quelle previste dal Piano educativo individualizzato. Ancora di più perché a 5 anni dalla riforma del sostegno continuamo ad avere decine di migliaia di posti in deroga, mancano le linee guida sulle nuove certificazioni e solo 20mila degli 80mila supplenti annuali sono specializzati.Il sindacalista autonomo ha quindi detto che “sul sostegno agli alunni disabili continuiamo ad essere critici”. Il 24 ottobre l’Anief organizzerà un convegno con una diretta live: “Daremo ai lavoratori della scuola – ha annunciato Pacifico – la possibilità di registrarsi da tutta Italia per parlare con esperti, con avvocati, con membri dell’osservatorio sulla disabilità su queste nuove regole e su cosa bisognerà cambiare per fare per rispettare il diritto allo studio di tutti i nostri alunni e alunne” più bisognosi di attenzione e formazione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’anafilassi è ancora causa di morte in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

L’iniezione di adrenalina rappresenta il trattamento di prima scelta nel caso di una reazione di anafilassi. Eppure, nel nostro Paese, ancora oggi si registra un elevato numero di morti per mancata somministrazione tempestiva di adrenalina auto-iniettabile. L’auto-iniettore è un dispositivo in grado di erogare una quantità predosata di adrenalina, che rappresenta un vero e proprio salvavita in caso di shock anafilattico. Il quadro d’accesso a questi dispositivi nelle diverse regioni italiane, però, non è omogeneo e molti pazienti allergici, a rischio di shock anafilattico, sono spesso sprovvisti degli auto-iniettori di adrenalina. Per questa ragione Food Allergy Italia APS ha lanciato Shock, una campagna di informazione e sensibilizzazione sull’anafilassi, realizzata con il patrocinio di Cittadinanzattiva e AIITO, Associazione Allergologi ed Immunologi Italiani Territoriali ed Ospedalieri e con il supporto non condizionato di Viatris. “L’anafilassi è una emergenza medica assoluta. I sintomi che si manifestano in caso di anafilassi comprendono prurito, eritemi e orticaria, asma, rigonfiamento della lingua e della laringe e interessamento dell’apparato cardiocircolatorio (abbassamento della pressione sanguigna e tachicardia). I sintomi possono presentarsi in combinazioni diverse. Ostruzione delle vie respiratorie e insufficienza cardiovascolare dovute a shock anafilattico possono essere fatali – afferma Riccardo Asero, Presidente AAIITO.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studio globale di Storia Naturale della Fibrodisplasia Ossificante Progressiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Ipsen (Euronext: IPN; ADR: IPSEY) annuncia la pubblicazione dello Studio di Storia Naturale (Natural History Study – NHS) della Fibrodisplasia Ossificante Progressiva (FOP) su Genetics in Medicine, la rivista ufficiale dell’American College of Medical Genetics and Genomics (ACMG). È la prima volta che viene effettuata una valutazione globale, prospettica e longitudinale della FOP, con un periodo di osservazione di 36 mesi. I risultati hanno dimostrato l’impatto debilitante e la natura progressiva della malattia, con la maggior incidenza di nuove ossificazioni eterotopiche (HO; o crescita ossea che ha luogo al di fuori del normale sistema scheletrico nelle articolazioni e nei tessuti connettivi molli) durante l’infanzia e la prima età adulta. I risultati dello Studio di Storia Naturale hanno dimostrato che al mese 36, nell’intera popolazione oggetto di studio, in media 2,6 aree del corpo sono interessate dall’insorgenza di una nuova HO; il valore risulta più elevato (3,9) nell’età compresa tra i 2 e gli 8 anni ed inferiore (1,5) tra i 25 e i 65 anni. Tuttavia, nonostante le persone tra i 25 e i 65 anni presentino volumi più bassi di nuove HO alla visita annuale, circa il 70% ha continuato ad accumulare nuove HO per tutta la durata dello studio. Questi dati confermano la natura progressiva della FOP secondo un modello di evoluzione caratteristico: un accumulo di HO nelle persone più giovani, a partire dalla zona superiore del corpo (spalle e busto) con successivo interessamento delle zone inferiori (anche e gambe). Inoltre, lo studio ha valutato la compromissione funzionale, i cambiamenti nella funzione articolare in associazione con HO, la necessità di assistenza, dispositivi di assistenza e adattamenti (AADA), e le condizioni mediche. Nella popolazione analizzata, il volume totale di HO e i nuovi AADA sono aumentati durante lo studio, con più di 9 persone su 10 che hanno utilizzato almeno un nuovo AADA durante lo studio, suggerendo che l’utilizzo di AADA potrebbe essere un indicatore di real-world della compromissione della mobilità nella FOP. Al contrario i pazienti hanno riferito cambiamenti non significativi negli esiti funzionali, probabilmente a causa della durata dello studio troppo breve per rilevare variazioni sostanziali nella funzione articolare. Lo studio è stato condotto in otto centri internazionali. L’età media era 15 anni ed era composto da un numero maggiore di uomini. Il tempo mediano dall’ultima riacutizzazione prima dell’arruolamento era 0,5 anni. Due terzi dei partecipanti (66,7%) hanno riportato ≥1 riacutizzazione, con una media globale di 2,5 riacutizzazioni nei 12 mesi precedenti l’arruolamento. Tutti i partecipanti presentavano malformazioni dell’alluce e circa la metà aveva malformazioni del pollice. (abstract https://doi.org/10.1016/j.gim.2022.08.013 by ipsen.com)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corretta informazione sul tema degli integratori alimentari

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Ad aprire questo percorso all’insegna della corretta informazione è il Professor Giovanni Scapagnini, Ordinario di Nutrizione Clinica del Dipartimento di Medicina e Scienze per la Salute presso l’Università degli Studi del Molise, il quale chiarisce fin dal primo podcast cosa sono e a cosa servono gli integratori alimentari. Il viaggio continua con il Professor Andrea Poli, Presidente NFI (Nutrition Foundation of Italy). Attraverso alcune semplici domande, il Prof. Poli mette in luce alcune notizie false che vedono protagonisti gli integratori alimentari e offre al consumatore suggerimenti concreti per potersi districare tra le varie informazioni presenti online. L’appuntamento continua con altri due episodi. Il primo relativo alla normativa e alle buone pratiche che garantiscono la qualità e la sicurezza degli integratori alimentari in Italia; il secondo dedicato ai termini che più spesso ricorrono quando di parla di microbioma. Insieme al Professor Fabio Pace, direttore della Unità operativa complessa di Gastroenterologia dell’Ospedale “Bolognini” di Seriate (BG), infatti, i consumatori scoprono la differenza tra due parole simili tra loro, eppure dal significato così diverso: probiotici e prebiotici. Gli episodi che hanno riscosso maggior interesse sono stati i primi due (“Cosa sono gli integratori alimentari?” e “Le fake news sugli integratori alimentari”), segno di una generale poco conoscenza sul tema e della volontà degli utenti di scoprire sempre di più questo mondo.Tutti i podcast sono stati divulgati attraverso i canali social e la Newsletter di UNC, che conta oltre 180.000 iscritti, e rimangono sempre disponibili sulle maggiori piattaforme di hosting di podcast.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libri per l’infanzia e per l’adolescenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2022

Aboca Edizioni è nata con l’intento di portare attenzione sui temi che da quasi 45 anni contraddistinguono il lavoro del Gruppo Aboca – salute, ecologia, scienza, ambiente – fino a diventare un riconosciuto punto di riferimento in Italia per la riflessione sul rapporto tra uomo e ambiente.A partire da questo autunno, l’impegno divulgativo della casa editrice nata dalla healthcare company toscana si estende anche all’editoria per l’infanzia, grazie al progetto Aboca Kids. Attraverso una serie di pubblicazioni illustrate, Aboca offrirà ai più piccoli dei volumi affascinanti, tutti da scoprire.In un’epoca contrassegnata dai grandi cambiamenti climatici e dalle emergenze ambientali, conoscere il mondo che ci circonda è la strada primaria da percorrere per comprendere la realtà. Tutti gli esseri viventi sono collegati: uomini, animali e piante condividono lo stesso pianeta, e conoscerne la complessità è una sfida affascinante adatta a tutti.Grazie alla competenza e alla credibilità di Aboca, forte di un impegno ultraventennale nella didattica e divulgazione ambientale, sarà possibile portare questi temi cruciali all’attenzione di bambine e bambini, di ragazzi e ragazze. Aboca Kids propone infatti opere per un pubblico giovane, dall’età prescolare fino ai young adults. Attraverso disegni e illustrazioni, e grazie alla curatela di autori dalla consolidata formazione scientifica, i libri Aboca Kids offrono una prospettiva affidabile, capace di incuriosire rinunciando alle semplificazioni. Con i primi 5 titoli, in uscita tra ottobre e novembre 2022, Aboca Kids porterà i giovani lettori alla scoperta della vita dei boschi, all’incontro con l’origine della vita vegetale attraverso il viaggio dei semi, condurrà attraverso un tuffo nel mare nel mondo delle balene; e ancora, guiderà le menti curiose alla scoperta delle affascinanti storie dell’evoluzione, e porterà – attraverso l’edizione per ragazzi del capolavoro di Micheal Pollan, Il dilemma dell’onnivoro – a riflettere sull’origine e sul futuro del cibo che mangiamo.https://abocaedizioni.it/

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »