Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°33

Archive for 1 novembre 2022

Cinema: L’uomo sulla strada

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Arriverà al cinema il 7 dicembre distribuito da Eagle Pictures, dopo essere stato presentato con successo in anteprima nella sezione Panorama Italia di Alice nella Città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma. A vestire i panni dei protagonisti, Lorenzo Richelmy (Il talento del Calabrone, La ragazza nella nebbia, Marco Polo), che ha ottenuto una Menzione Speciale Premio RB Casting ad Alice per la sua interpretazione, e una delle attrici emergenti più promettenti del cinema italiano, Aurora Giovinazzo (Anni da cane, Freaks Out). Insieme a loro in questa intensa storia, l’interprete di America Latina Astrid Casali (Il vegetale, DOC – Nelle tue mani). Il film è l’opera prima di Gianluca Mangiasciutti, che dopo numerose esperienze come assistente alla regia in importanti progetti internazionali (tra gli altri, Mission: Impossible III), si cimenta in un drama thriller, il cui soggetto si è aggiudicato il Premio Solinas – Storie per il cinema. In L’uomo sulla strada, la fatalità della vita, l’inquietudine del senso di colpa e il desiderio di vendetta si intrecciano in un film raffinato in cui ritmo e suspence conducono ad emozioni e sentimenti, però, inaspettati. Realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e il patrocinio della Città di Torino, il film è prodotto da Roberto Proia per Eagle Pictures.Sinossi: Irene ha 8 anni quando assiste come unica testimone alla morte del padre per mano di un pirata della strada che scappa via. Perseguitata dal senso di colpa per non riuscire a ricordare il volto dell’assassino, Irene diventa una adolescente ribelle e introversa con l’unica ossessione di farsi giustizia. Abbandona la scuola e trova lavoro nella fabbrica di proprietà del glaciale e affascinante Michele che è proprio l’uomo che era al volante dell’auto. La ragazza sembra non riconoscerlo, lui invece non ha dubbi. Michele prova da subito un forte istinto di protezione verso la ragazza, che ben presto si trasforma in amore. Irene completamente all’oscuro inizia ad aprirsi e confidarsi proprio con l’uomo a cui sta dando la caccia. Mentre il cerchio si stringe attorno a Michele, qualcosa di inaspettato avviene…

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recessione imminente, come anticiparla

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Darrell Spence, Economista di Capital Group. È evidente che il rischio di recessione è cresciuto in tutto il mondo dopo la pandemia di COVID e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, soprattutto a causa del fatto che le banche centrali sono costrette ad aumentare i tassi di interesse per cercare di contenere la spirale inflazionistica.Innanzitutto, va detto che le recessioni sono una fase naturale e necessaria di ogni ciclo economico. Si verificano per svariati motivi, ma in genere sono il risultato di squilibri che si accumulano nell’economia e che devono essere corretti prima che inizi la successiva espansione.Anche se è difficile prevedere con precisione una recessione, ci sono alcuni segnali economici generalmente affidabili che vale la pena osservare con attenzione quando le economie si avvicinano alle fasi finali di un ciclo economico. Alcuni parametri standard, come l’aumento della disoccupazione e il calo della fiducia dei consumatori, cui si aggiunge l’andamento del settore edilizio, indicano che potrebbe verificarsi un rallentamento. Tuttavia, la cosiddetta curva dei rendimenti a 2-10 anni negli Stati Uniti si è dimostrata un indicatore più interessante e tradizionalmente più preciso.Quando questa relazione si inverte (creando quella che viene definita una curva dei rendimenti invertita, in cui i rendimenti a due anni sono più alti di quelli a 10 anni), in genere nei 12-18 mesi successivi (14,5 mesi in media) si verifica un periodo di recessione.Nei mesi recenti abbiamo assistito a una breve inversione della curva a 2 e 10 anni ad aprile e a giugno, per poi toccare nuovi minimi a luglio, rimanendo in seguito invertita a lungo. Non ci sorprenderebbe se lo scenario restasse questo, dal momento che la Fed continua ad aumentare i tassi e le prospettive economiche continuano a peggiorare. Naturalmente le condizioni sono diverse nelle varie parti del mondo: il Regno Unito sta lottando contro la crisi del costo della vita, mentre l’Europa è molto più esposta al rischio di approvvigionamento energetico a causa della sua dipendenza dal petrolio russo.Probabilmente il momento esatto in cui si avrà una recessione dipenderà dalla rapidità e dall’entità degli interventi delle banche centrali volti a riportare l’inflazione ai livelli target. Secondo noi, l’unico modo per interrompere l’escalation dei prezzi e dei salari, soprattutto negli Stati Uniti, è quello di rallentare il mercato del lavoro (il divario tra il volume di lavoro auspicato dai lavoratori e quello effettivamente disponibile). Tuttavia, a causa della crisi dovuta alla pandemia è possibile che la disoccupazione salirà al 5% o al 6%, prima che la crescita dei salari inizi a stabilizzarsi. Riteniamo che tutto ciò renda molto difficile evitare una recessione entro il 2023. Spesso è poco saggio cercare di anticipare le tempistiche del mercato, soprattutto nei periodi di volatilità. Tuttavia, questo non significa che gli investitori debbano restare a guardare. Anche se gli obiettivi variano da persona a persona, come prima cosa gli investitori con partecipazioni azionarie e obbligazionarie potrebbero cogliere l’occasione per rivedere la loro asset allocation complessiva, che potrebbe essere cambiata in modo significativo durante i recenti periodi di forti rendimenti azionari, e valutare se il loro portafoglio sia ancora ampiamente diversificato. Gli investitori non devono necessariamente aumentare la loro esposizione obbligazionaria in previsione di una recessione, ma è opportuno che valutino se il loro mix di asset allocation copra le quattro funzioni generalmente svolte dalle obbligazioni: diversificazione rispetto alle azioni, generazione di reddito, conservazione del capitale e protezione dall’inflazione. By http://www.verinieassociati.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo italiano e le prime mosse della neo-Presidente Meloni

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

By Kaspar Hense, Senior Portfolio Manager, BlueBay Asset Management. “La Presidente Meloni deve combattere su più fronti. L’inverno si avvicina e l’Europa sta entrando nell’occhio del ciclone della crisi energetica. La Germania si è comportata finora in modo egoistico e il sostegno europeo dipenderà da un piano di bilancio piuttosto rigido da parte degli italiani. Sul fronte interno, i partner più deboli della coalizione stanno cercando di mostrare i denti. Con, da un lato, Berlusconi che vaneggia del suo primo amore, Putin, e dell’altra, la Lega di Salvini che spinge per ulteriori tagli alle tasse per dimostrare la propria esistenza. Finora se l’è cavata piuttosto bene. Si è impegnata verso l’Europa e la Nato. Se i suoi piani fiscali venissero accompagnati da un’agenda economica interna che, da un lato, protegge le aziende italiane, ma dall’altro portasse a qualche problema con la legge europea sulla concorrenza e, a lungo termine, riducesse la competitività e la produttività, queste sarebbero comunque viste come conseguenze minori nell’attuale quadro macro. I mercati e la Commissione europea sarebbero piuttosto felici di trovare un terreno comune basato sulla disciplina fiscale, pur consentendo un certo comportamento protezionistico che potrebbe essere adatto al contesto straordinario in cui ci troviamo. Per ora continuiamo a concedere alla sua agenda il beneficio del dubbio.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Robeco: Le azioni dell’Asia-Pacifico in attesa di emergere dall’ombra del dollaro

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

A cura di Joshua Crabb, Head of Asia Pacific Equities di Robeco. Lo scenario per i mercati azionari globali rimane cupo, con l’aumento dell’inflazione che ha portato a forti rialzi dei tassi d’interesse negli Stati Uniti, la crisi energetica, la recessione in Europa e l’incertezza del mercato immobiliare nella Cina colpita dal Covid. A causa di questa combinazione di fattori e della generale avversione al rischio, il dollaro USA ha raggiunto all’inizio di settembre 2022 i massimi di due decenni. Il divario tra le valutazioni delle azioni dell’Asia-Pacifico e quelle degli Stati Uniti si è attestato su livelli estremi che non si vedevano dalla fine degli anni ’90, quando l’area attraversava una crisi debitoria. Riteniamo che i fondamentali non giustifichino questa divergenza nelle valutazioni e che ciò rappresenti un’opportunità per gli investitori che desiderano diversificare dall’Europa o dagli Stati Uniti, o impiegare un po’ di liquidità. La nostra convinzione a medio termine è che questo divario nelle valutazioni si ridurrà nei prossimi cinque anni e che i titoli value asiatici sovraperformeranno. La tempistica è complicata; tuttavia, da un punto di vista storico, l’opportunità appare chiara. Siamo costruttivi anche su alcuni titoli azionari del Giappone, dove le riforme di corporate governance stanno consentendo di sbloccare valore in un mercato che ha attraversato un lungo periodo di stagnazione. Dal 2016, le società giapponesi sono state indirizzate a puntare a un ROE (Return on Equity, l’indice di redditività del capitale proprio) dell’8%, con gli azionisti incoraggiati a votare contro il reintegro dei consigli di amministrazione che non riescono a raggiungere tale obiettivo per tre anni di fila. La conseguente attenzione alla redditività e all’efficienza dei bilanci ha visto un aumento dei margini di profitto.Con lo yen ai minimi storici rispetto al dollaro, le aspettative di inflazione ancorate, la politica monetaria giapponese completamente svincolata dalla Fed e il “self help” sopra descritto, potrebbe essere proprio questo il momento opportuno per un ingresso o un aumento dell’esposizione. Anche in Cina, che è rimasta bloccata dalla politica “zero-Covid”, riteniamo che le valutazioni riflettano già le prospettive negative. All’interno dell’ampio universo azionario dell’Asia-Pacifico, riteniamo che vi siano società i cui prezzi azionari non riflettono il reale potenziale dell’azienda e che si rivaluteranno a un livello più alto; è su queste società che si dovrebbe concentrare l’investimento, piuttosto che su aziende con valutazioni paragonabili a quelle dei competitor statunitensi. In questa categoria rientrano i titoli finanziari che beneficeranno dell’aumento dei tassi d’interesse, i marchi di prodotti hardware meno alla moda del settore tecnologico e alcune società impegnate a sostenere la transizione energetica. Navigare nell’attuale contesto è impegnativo, perciò il processo dovrebbe iniziare laddove si riscontri del valore in modo evidente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prevedere il futuro pone problemi esponenziali

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

A cura di Benjamin Kelly, Analista senior, Ricerca globale di Columbia Threadneedle Investments. Gli individui hanno sempre sottostimato il ritmo dei progressi tecnologici. Nel corso dei decenni la nostra capacità di adottare/consumare tecnologia è aumentata notevolmente. Tuttavia, come esseri umani, tendiamo a dimenticarcene, ragion per cui spesso non riusciamo a riconoscere fin da subito il potenziale delle tecnologie dirompenti.Un celebre esempio di sottovalutazione del ritmo dei progressi tecnologici risale agli anni ’80, quando l’azienda di telecomunicazioni AT&T commissionò a McKinsey uno studio prospettico sull’adozione della telefonia mobile negli Stati Uniti nel 2000. All’epoca i telefoni cellulari erano ingombranti, le chiamate disturbate da interferenze, i servizi di dati inesistenti e la copertura discontinua; nonostante ciò, i vantaggi pratici della tecnologia mobile erano già evidenti. McKinsey alla fine concluse che nel 2000 negli Stati Uniti gli utenti di telefonia mobile sarebbero stati 900.000; la cifra effettiva è stata di poco superiore a 100.000.000. McKinsey non aveva messo in conto le significative riduzioni dei costi dei principali componenti dei telefoni cellulari e le crescenti capacità delle reti, come l’introduzione dei servizi di dati. Così, un telefono che nel 1984 costava 3.000 euro, nel 2000 ne costava 200. La storia abbonda di esempi di previsori che non vi sono riusciti e con il senno del poi è fin troppo facile biasimarli. Tuttavia, viviamo in un periodo in cui i rischi sociali e ambientali per l’economia globale non sono mai stati così elevati, il che favorirà probabilmente una progressione tecnologica senza precedenti e offrirà opportunità d’investimento allettanti a chi sarà in grado di cavalcare l’onda. Nel 1903, l’anno in cui Henry Ford fondò la Ford Motor Company, furono vendute 11.235 automobili agli americani. Solo dieci anni dopo Ford azionò la prima catena di montaggio, riducendo il tempo necessario per costruire un’auto da 12 ore a 2,5 ore. Quell’anno il numero di vetture prodotte negli Stati Uniti schizzò a 3,6 milioni, ossia un aumento di 300 volte. Nel 1923 il paese produceva 20 milioni di automobili all’anno.Oggi, tutte le forme di energia rinnovabile (compresi l’energia idroelettrica e il nucleare) rappresentano poco meno del 40% dell’elettricità totale prodotta a livello globale. Ciò è ascrivibile ad una riduzione esponenziale dei costi delle energie rinnovabili, ottenuta inizialmente grazie al sostegno politico e alla necessità di ridurre le emissioni.Tuttavia, l’effetto palla di neve e l’entità di questo aumento delle energie rinnovabili non erano stati previsti. Del resto, l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) ha sistematicamente sottostimato la quantità di elettricità generata dall’energia solare negli ultimi 20 anni. Nel 2009 prevedeva che entro il 2015 sarebbero stati installati 5GW di energia solare a livello globale. Alla fine la capacità effettiva installata entro il 2015 è stata di 56GW. Questa tendenza a sottostimare i dati è proseguita e nel 2019 la previsione di crescita annuale per il 2020 era sbagliata del 100%.A differenza dei grandi modelli energetici, esistono già modelli empirici in grado di prevedere con maggiore accuratezza le flessioni dei costi associate alle nuove tecnologie. Un esempio è la legge di Wright, che dimostra come la produzione cumulativa determini un calo costante dei costi. In altre parole: la conoscenza aumenta con l’uso. Per questo motivo i grafici che mostrano una flessione dei costi vengono spesso definiti “curve di apprendimento”. Un ingegnere aeronautico statunitense di nome Paul Theodore Wright osservò questa relazione mentre costruiva aerei durante la seconda guerra mondiale. Nel 2016 gli accademici J Doyne Farmer e Francois Lafond hanno applicato la legge di Wright e l’analoga legge di Moore a diverse tecnologie, scoprendo che in molti casi il loro utilizzo migliorava l’accuratezza delle previsioni. Per quanto riguarda il solare fotovoltaico, la legge di Wright ha previsto con precisione la diminuzione dei costi dal 2016, nonostante i recenti aumenti dei prezzi del polisilicio.Questo scenario prevede una riduzione delle emissioni dell’80% entro il 2040, senza che sia necessario impiegare tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio (a differenza degli scenari IEA). Inoltre, si basa esclusivamente sull’economia della tecnologia e non tiene conto dei benefici derivanti dalla mitigazione dei cambiamenti climatici. Potremmo assistere in qualche misura a questo fenomeno con la transizione energetica. Dal momento che le tecnologie rinnovabili diventano sempre più competitive, è probabile che soddisfino parte della domanda che altrimenti sarebbe soddisfatta dalle fonti fossili. Nelle regioni dei mercati emergenti la nuova domanda viene soddisfatta passando direttamente alle rinnovabili. Infatti, secondo il think tank indipendente Carbon Tracker, nel 2019 l’87% della crescita dell’offerta di energia elettrica proveniva da fonti non fossili nei mercati emergenti (Cina esclusa). Storicamente, questi cicli interagiscono e si amplificano a vicenda, imprimendo slancio all’adozione di nuove tecnologie in un circolo virtuoso e accelerando l’abbandono di quelle vecchie in un circolo vizioso. Il rapporto tra i veicoli elettrici e le energie rinnovabili, evidenziato in precedenza, potrebbe esserne un esempio. (abstract by http://www.columbiathreadneedle.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intermonte annuncia l’ingresso di Massimo Armanini in qualità di Senior Advisor

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Intermonte – investment bank indipendente specializzata in intermediazione istituzionale, ricerca, capital markets, M&A e advisory sul mercato italiano – annuncia l’ingresso di Massimo Armanini in qualità di Senior Advisor, per contribuire allo sviluppo del business con un focus primario sulla divisione Investment Banking, nel quadro di un mandato più ampio che coprirà trasversalmente tutte le aree di attività e le divisioni del Gruppo. La nomina di Armanini rappresenta un ulteriore passo nel rafforzamento della divisione Investment Banking di Intermonte che, nonostante l’impatto che il contesto geopolitico e macroeconomico ha avuto sulle attività di Equity Capital Markets a livello globale, ha chiuso il primo semestre 2022 con una crescita dei ricavi a doppia cifra grazie ad un significativo aumento delle attività di M&A, contribuendo per circa il 35% ai ricavi totali netti del Gruppo. Massimo Armanini vanta oltre vent’anni di carriera nell’investment banking e nel settore finanziario all’estero e in Italia, con un solido track record nella gestione di grandi gruppi industriali e start-up innovative. Dopo un MBA alla Wharton Business School di Filadelfia, è stato Managing Director e membro dell’European Executive nelle divisioni Investment Banking di UBS e Deutsche Bank a Londra e Milano e, in seguito, ha ricoperto il ruolo di Chairman e CEO di alcune importanti società, tra cui Pacific Capital, Pliva Pharmaceuticals, Beatrice Food e Jumpy. È stato anche tra i soci fondatori della SPAC Crescita Holding. Attualmente è docente di Finanza presso l’Università Liuc – Carlo Cattaneo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione, energia e crisi: per il Prof. Mele: “Servono interventi non convenzionali”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

E’ stata un’ investitura lampo quella che ha portato alla formazione del nuovo governo di centro-destra guidato dalla Premier Meloni. Tuttavia, ora arriva il momento più delicato ossia quello delle scelte per affrontare gli innumerevoli problemi del paese. In questo momento, infatti, se da una parte la premier dovrà tentare di accelerare l’iter delle riforme programmate superando le varie fibrillazioni che potranno presentarsi nella coalizione stessa, dall’altra la compagine creata con i neo eletti ministri si troverà ad affrontare un percorso tutto in salita.Se per l’inflazione è intervenuta non tempestivamente la Banca Centrale Europea attraverso misure monetarie restrittive, per il problema dell’aumento dei prezzi legati alla crisi energetica gli ostacoli a livello Europeo continuano ad essere numerosi relativamente alla scelta di una politica comune sul price-cap dove gli interventi risultano essere, invece, somministrati a dosi omeopatiche. Secondo l’economista “il Governo dovrà trovare subito almeno 8 miliardi di euro per prorogare gli sconti sull’IVA e le accise per la benzina e, in aggiunta, per continuare a mantenere l’IVA al 5% sul Gas. A queste, poi, bisognerà recuperare altre risorse se si vorrà confermare il taglio al cuneo fiscale e continuare a sostenere famiglie ed imprese in gravi difficoltà. Le manovre che attuerà il nuovo governo, tuttavia, rappresentano misure cosiddette cuscinetto”. Continua il Professore, “bisognerà escogitare l’attuazione di una politica economica non-convenzionale per risolvere il problema dell’inflazione alla radice. Queste scelte non convenzionali potrebbero basarsi, come fece notare la Prof.ssa Weber nove mesi fa, implementando l’attuale politica economica con quella del controllo dei prezzi su alcuni beni e servizi strategici attraverso l’imposizione di un tetto massimo al quale affiancare una tassazione vera e mirata sugli extra-profitti. In tal modo sarebbe possibile generare un gettito di bilancio utilizzabile per aiuti alla famiglie ed imprese senza ulteriori scostamenti”. “Infine, e lo ripeto da tempo, sarebbe necessario un sistema di centralizzazione degli acquisti del gas da parte dell’Acquirente Unico SPA in grado di applicare un prezzo predeterminato a livello ministeriale. Una misura, questa, non discriminatoria che sulla base di un prezzo calmierato potrebbe garantire la copertura dei costi sostenuti per l’erogazione del servizio in maniera più equa.”, conclude il Prof. Mele.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ransomware rimane il principale rischio cyber per le aziende, ma emergono nuove minacce

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Monaco di Baviera. Il ransomware rimane il principale rischio informatico per le aziende a livello globale, mentre gli incidenti che compromettono le e-mail aziendali sono in aumento e cresceranno ulteriormente nell’era del “deep fake”. Allo stesso tempo, secondo un nuovo report di Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS), la guerra in Ucraina e le tensioni geopolitiche più ampie rappresentano una delle principali preoccupazioni, in quanto le ostilità potrebbero riversarsi nel cyber spazio e causare attacchi mirati contro aziende, infrastrutture o supply chain. L’analisi annuale di AGCS sul panorama del rischio informatico evidenzia anche le minacce emergenti poste dal crescente affidamento ai servizi cloud, da un panorama di responsabilità civile in evoluzione che comporta risarcimenti e sanzioni più elevati, nonché dall’impatto della carenza di professionisti della sicurezza informatica. Secondo il report, queste potenziali vulnerabilità fanno sì che oggi la resilienza della sicurezza informatica di un’azienda venga esaminata da un numero maggiore di soggetti rispetto al passato, compresi gli investitori globali, tanto che molte aziende la classificano come il loro principale rischio ambientale, sociale e di governance (ESG).In tutto il mondo, la frequenza degli attacchi ransomware rimane elevata, così come i relativi costi degli indennizzi. Nel 2021 si è registrato un record di 623 milioni di attacchi, il doppio rispetto al 2020. Sebbene la frequenza si sia ridotta del 23% a livello mondiale durante la prima metà del 2022, il totale ad oggi supera già quello degli interi anni 2017, 2018 e 2019, mentre in Europa gli attacchi hanno subito un’impennata in questo periodo. Dal punto di vista di AGCS, il valore delle richieste di risarcimento per ransomware in cui la compagnia è stata coinvolta insieme ad altri assicuratori, ha rappresentato ben oltre il 50% di tutti i costi dei sinistri cyber nel 2020 e 2021.Un numero sempre maggiore di piccole e medie imprese, che spesso non dispongono di controlli e risorse da destinare alla sicurezza informatica, viene preso di mira dai criminali, mentre le aziende più grandi investono maggiormente nella sicurezza. Gli estorsori utilizzano un’ampia gamma di tecniche di persecuzione, adattano le loro richieste di riscatto ad aziende specifiche e si avvalgono di negoziatori esperti per massimizzare i profitti.Gli attacchi stanno diventando sempre più sofisticati e mirati: i criminali ora utilizzano piattaforme di riunioni virtuali per ingannare i dipendenti e indurli a trasferire fondi o condividere informazioni sensibili. Sempre più spesso, questi attacchi sono consentiti dall’intelligenza artificiale che permette di creare audio o video “deep fake” che imitano i dirigenti. L’anno scorso, un dipendente di una banca degli Emirati Arabi Uniti ha effettuato un trasferimento di 35 milioni di dollari dopo essere stato ingannato dalla voce clonata di un direttore d’azienda.La guerra in Ucraina e le più ampie tensioni geopolitiche sono un fattore importante che sta ridisegnando il panorama delle minacce informatiche, in quanto aumentano il rischio di spionaggio, sabotaggio e attacchi cyber distruttivi contro le aziende legate alla Russia e all’Ucraina, oltre che agli alleati e ai paesi limitrofi. Atti cyber sponsorizzati dallo Stato potrebbero potenzialmente prendere di mira infrastrutture critiche, supply chain o aziende. “Per il momento la guerra tra Russia e Ucraina non ha portato a un notevole aumento delle richieste di risarcimento per la cyberassicurazione, ma indica un potenziale aumento del rischio da parte degli Stati nazionali”, spiega Sayce. Sebbene gli atti di guerra siano tipicamente esclusi dai prodotti assicurativi tradizionali, il rischio di una guerra cibernetica ibrida ha accelerato gli sforzi del mercato assicurativo per affrontare la questione della guerra e degli attacchi cyber sponsorizzati da uno Stato sia nella formulazione dei testi di polizza sia nel fornire chiarezza di copertura ai clienti. (abstract dal nuovo Report sul cyber risk di Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce Registroaziende.it: anagrafiche complete delle aziende italiane scaricabili gratis

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Conoscere il fatturato di un’azienda, il numero dei suoi dipendenti, la sua anagrafica, così come il settore merceologico o l’area geografica di appartenenza è importantissimo per i professionisti o per chi voglia fare affari in sicurezza. Tutto questo è oggi possibile in un semplice click grazie al portale https://registroaziende.it/, che offre tutte le principali informazioni aziendali e di bilancio di tutte le aziende d’Italia, senza più lunghe file o estenuanti ricerche presso la Camera di Commercio.Lanciato a fine settembre da BTOMAIL, azienda leader in Italia e Spagna nella generazione di database B2B orientati alle attività di e-mail marketing, il portale al momento permette di visionare già circa 1 milione di aziende (società di capitali), accedendo a molti dati, compreso fatturato e utile/perdita.All’interno della piattaforma, per ogni azienda è, inoltre, possibile consultare gratuitamente un report con le principali informazioni, come la classificazione merceologica (codice ATECO), la zona geografica, l’anno di fondazione, l’analisi dei fatturati, i dipendenti, etc.Si tratta del primo portale nazionale che offre report gratuiti in base ai trend del momento, oltre ad approfondimenti economici nella sezione Statistiche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

7 passi per combattere l’epidemia di fumo in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Oggi il più grande gruppo a difesa dei consumatori di sigarette elettroniche al mondo ha presentato al nuovo governo italiano una strategia in 7 fasi per ridurre il tasso di fumo. All’indomani della nomina del nuovo governo in Italia, World Vapers’ Alliance (WVA), insieme alla sua organizzazione partner italiana, ANPVU, ha consegnato ai rappresentanti della nuova maggioranza delle raccomandazioni per ridurre il tasso di fumatori e combattere le morti causate dal fumo. La “strategia in 7 fasi” è stata annunciata anche durante una conferenza stampa a Roma, mentre il nuovo governo riceveva il voto di fiducia del Parlamento. Alla conferenza stampa hanno partecipato il direttore della World Vapers’ Alliance Michael Landl, l’europarlamentare Gianna Gancia (Lega), Barbara Mennitti, caporedattore di SigMagazine, e la vicepresidente dell’Associazione Nazionale Vapers Uniti (ANPVU), Anna Corbosiero. Le raccomandazioni includono i seguenti punti: Abbracciare la riduzione dei danni del tabacco; Promuovere il vaping come strumento per smettere di fumare; Consentire il vaping nelle aree esterne non fumatori; Abbassare la tassazione sui prodotti del vaping e adeguarla al rischio relativo; Rifiutare i divieti sugli aromi; Mantenere il vaping disponibile, applicando al contempo norme intelligenti per prevenire il vaping tra i minorenni; Promuovere la riduzione del danno da tabacco nelle istituzioni e nelle legislazioni dell’UE. La strategia in 7 fasi per la riduzione del danno in Italia fa parte della campagna europea della World Vapers’ Alliance sulla riduzione del danno, presentata con lo slogan #BackVapingBeatSmoking.Il gruppo si è già recato in Francia, Polonia e Repubblica Ceca per presentare la Direttiva sui Prodotti del Vaping, una visione del gruppo della Direttiva sui Prodotti del Tabacco sulla riduzione del danno, a diversi membri del Parlamento europeo e ai responsabili politici locali. La campagna proseguirà in Portogallo il 10 novembre e a Bruxelles il 30 novembre.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LILT e FIGC: protocollo di intesa per la prevenzione e la lotta contro i tumori

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Incentivare la pratica sportiva, in particolar modo di bambini e adolescenti, con il fine di ridurre l’incidenza dei tumori e migliorare la qualità della vita. Con questo obiettivo, LILT– Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – e FIGC – Federazione Italiana Giuoco Calcio – hanno siglato un protocollo di intesa di durata biennale: attraverso l’attuazione dell’accordo, siglato nella Sala Paolo Rossi della sede della Federazione, FIGC e LILT contribuiranno alla realizzazione di programmi, progetti e iniziative finalizzate ad accrescere il benessere dei cittadini, con lo sviluppo di azioni comuni che possano promuovere l’importanza della prevenzione oncologica. Tra le missioni della LILT c’è quella di diffondere su tutto il territorio nazionale – in collaborazione con le principali istituzioni e le più importanti organizzazioni nazionali e internazionali operanti in campo oncologico – i vari aspetti della prevenzione. In particolare la prevenzione primaria (finalizzata a ridurre i fattori di rischio e le cause di insorgenza e sviluppo del cancro), la prevenzione secondaria (visite mediche specialistiche ed esami strumentali per la diagnosi precoce dei tumori) e quella terziaria (“prendersi cura” delle problematiche del percorso di vita della persona e dei suoi familiari che hanno vissuto l’esperienza cancro). E la FIGC, per la sua attività in tutto il territorio italiano, può essere strumento perfetto per la corretta informazione e sensibilizzazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

BNP Paribas Asset Management lancia un nuovo ETF sulla biodiversità

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Il fondo replica l’indice Euronext ESG Eurozone Biodiversity Leaders PAB, composto da circa 60 titoli dell’Eurozona selezionati in base al potenziale impatto degli emittenti sulla biodiversità, calcolato utilizzando il punteggio “Corporate Biodiversity Footprint” di Iceberg Data Lab. Le società in portafoglio, che sono incluse nell’Indice Euronext Eurozone 300, sono individuate in base a una metodologia “best in class” che seleziona il 30% delle società di ciascun settore. Le società soggette a controversie in relazione ai principi UN Global Compact ovvero operanti in settori come armi controverse, miniere di carbone, uranio, gas di scisto o produzione di tabacco sono automaticamente escluse. In risposta al crescente interesse degli investitori per l’obiettivo di sviluppo sostenibile numero 15 delle Nazioni Unite che mira a “proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre”, questo nuovo fondo arricchisce la gamma di ETF tematici di BNPP AM, che copre già emissioni a basso tenore di carbonio, economia circolare, blue economy, tecnologie mediche innovative, idrogeno verde e obbligazioni sostenibili. Esso rappresenta, inoltre, un complemento alle soluzioni di gestione attiva di BNPP AM, che comprendono il fondo BNP Paribas Ecosystem Restoration, investito in società impegnate a livello globale nel ripristino e nella conservazione del capitale naturale.Il lancio del fondo estende, inoltre, le recenti partnership di BNPP AM con Iceberg Data Lab, I Care & Consult e CDP, per sviluppare quadri di analisi e misurazione dei potenziali impatti negativi sulla biodiversità da parte delle società in portafoglio. Contribuisce alla BNPP AM biodiversity roadmap, una fase fondamentale della quale è stata la recente pubblicazione dell’impronta di biodiversità degli investimenti della casa. Più in generale, fa parte della politica di sviluppo sostenibile del Gruppo BNP Paribas, impegnata nella conservazione della biodiversità attraverso la sua adesione all’iniziativa Act4nature, la quale ha l’obiettivo di mobilitare le aziende in favore della natura.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francesca d’Aloja: Spiriti

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Collana Oceani, pp. 224, 18 euro Editore La Nave di Teseo. Dopo il sorprendente Corpi speciali, Francesca d’Aloja prosegue la sua ricerca di personaggi straordinari rivelati dal suo talento unico di narratrice. Vite nascoste o esibite, storie vere, avvincenti e incredibili come se fossero inventate. L’autrice presenta il suo libro il 3 novembre a Milano con Edoardo Albinati (spazio Marras, ore 18.30).“C’è stato un tempo in cui ho cominciato a interessarmi alle vite degli altri più che alla mia. Negli ultimi tre anni ho vissuto circondata da presenze, spiriti illuminati e illuminanti che mi hanno accompagnato, fatto riflettere, ispirato. Insieme a loro ho riso, per alcuni ho pianto, e con ciascuno ho percorso un tratto di strada. Il termine spiriti non tragga in inganno, non c’entrano tavolini traballanti o manifestazioni paranormali. Si tratta piuttosto di evocazioni sentimentali.Le persone qui raccontate, privilegiate o meno, fortunate o sventurate, hanno tutte cercato di dare un senso alla propria esistenza. E tutte hanno rivelato un caparbio desiderio di esistere. Ecco, forse è la loro spinta vitale ad avermi conquistata, quella formidabile fiamma che trasforma la vita in un’avventura e che viene alimentata dal più potente dei combustibili: la passione.” Francesca d’Aloja racconta vite che non sono le nostre ma che ugualmente ci appartengono. Da Nikola Tesla, l’uomo nato con l’elettricità nello sguardo, agli occhi magnetici di Jean Seberg, dalla donna che fece perdere la testa a Nietzsche, Rilke e Freud a Chet Baker che suona la tromba davanti casa, fino a uno scrittore geniale nascosto nel cappotto color cammello di un professore di liceo. Sono incontri – talvolta reali, talvolta immaginati, spesso sfiorati – che non sono mai fortuiti, ma seguono le inclinazioni imprevedibili e inevitabili dell’esistenza. E portano a scoperte straordinarie, con nuovi amici e compagni di viaggio “cinici, spietati, scorretti. Ma anche affascinanti, perché profondamente liberi”. FRANCESCA D’ALOJA è nata e vive a Roma.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Stati Generali delle Biblioteche

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Si sono tenuti a Milano sono stati una bella occasione per parlare del ruolo dei servizi bibliotecari nel quadro delle politiche di rigenerazione urbana e di sviluppo sostenibile delle città – ha dichiarato l’assessore alla Cultura di Roma Capitale, Miguel Gotor – Ho avuto modo di raccontare come Roma utilizzerà i fondi del Pnrr per riqualificare 22 delle 39 biblioteche di pubblica lettura esistenti e per realizzarne altre 10 ulteriori in contesti decentrati attraverso interventi di riqualificazione del patrimonio pubblico comunale con un investimento significativo di complessivi 50 milioni euro.” “Gli Stati Generali di Milano sono stati un’interessante occasione di discussione cui hanno partecipato alcuni dei massimi esperti in biblioteconomia, al termine dei quali abbiamo sottoscritto, con i colleghi assessori di altre amministrazioni, la ‘Carta di Milano delle Biblioteche’ – ha aggiunto Gotor – Un importante documento attraverso il quale vogliamo, con spirito costruttivo, accendere un riflettore sulle difficili condizioni gestionali dei sistemi bibliotecari delle città italiane e sull’importanza di modernizzare e rendere sempre più accessibile quello che deve essere riconosciuto come un servizio pubblico essenziale per il cittadino”, ha concluso.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Incontro Valditara-Sindacati su Pnrr

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Roma 3 novembre, alle ore 11.30: al centro dell’incontro con il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, che si svolgerà in modalità online, vi sarà l’attuazione del PNRR. “Il nuovo ministro dell’Istruzione – dice oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ha concentrato il primo incontro con i sindacati sull’unità di missione del Piano nazionale di ripresa e resilienza: una decisione saggia ma anche inevitabile, considerando che bisogna entrare nel vivo del progetto europeo sperando di potere attuare delle immediate modifiche, come pure indicato nei programmi dei partiti dell’attuale maggioranza, rispetto a quanto stabilito dal precedente Governo sul Pnrr”.Il giovane sindacato spera vivamente che si tratti del primo di tanti incontri Ministro-Sindacati di tipo costruttivo, che portino ad azioni normative e legiferanti concrete: “Noi, come Anief – prosegue Pacifico – avremo parecchio da dire, soprattutto su organici, formazione, reclutamento, mobilità e valorizzazione del personale. Pensare di portare avanti, ad esempio, il folle progetto di formazione incentivante previsto dall’Esecutivo uscente, che andrà a premiare tra dieci anni il 2% del personale docente di ruolo, non avrebbe alcun vantaggio. Bene, confrontiamoci per introdurre una formazione ragionata, ma anche un reclutamento in linea con l’Unione europea, che accoglie e non respinge i precari storici, senza più concorsi nozionistici e iperselettivi, una mobilità senza più i lacciuoli e vincoli”. “La filosofia che speriamo il nuovo Governo faccia propria è quella di chi deve agire per conciliare il merito con i diritti, che è anche il principio con cui è stato realizzato il Manifesto Anief sull’Istruzione. Allora, ben venga la possibilità di fare carriera nella scuola, ma senza pensare che questo possa precludere a stipendi di base in linea con quelli degli altri Paesi avanzati e agli investimenti per aumentare gli organici, le classi, le scuole e il tempo scuola. Sempre tenendo – conclude il sindacalista Anief – conto che ci sono due categorie, precari e personale Ata, che più di altre pagano le scelte sbagliate sui contratti sottoscritti negli ultimi anni quando Anief non era rappresentativa”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sono stati premiati i due vincitori della prima edizione del “Premio De Sanctis per i diritti umani”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Nella cerimonia svoltasi presso la sede della Corte Suprema di Cassazione a Palazzo di Giustizia (Roma) il professor Massimo Cacciari ha tenuto una lectio magistralis dal titolo Il problema dei “diritti umani”.In occasione del decennale, la Fondazione De Sanctis ha scelto di allargare la sua area di interesse dalla letteratura ad altre discipline: la salute sociale, le scienze economiche, l’Europa e, infine, i diritti umani. L’obiettivo del Premio De Sanctis per i diritti umani è riconoscere le figure autorevoli che si sono distinte per la difesa di tali diritti.Per la categoria “Le istituzioni” è stata proclamata vincitrice la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.Per la categoria “Le persone” il riconoscimento è andato a Suor Elvira Tutolo, che appartiene alla Congregazione delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida-Thouret e ha fondato la ONG (organizzazione non governativa) “Kizito” a sostegno dei giovani della Repubblica Centrafricana.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La capitale italiana e la seconda città d’Irlanda, tutta da scoprire

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Dalla fine di ottobre saranno collegate da nuovi voli diretti. E grazie ai nuovi voli Ryanair operati due volte a settimana dall’aeroporto di Fiumicino, Cork è una delle mete in evidenza di questo autunno-inverno: per collegare le due città, ricche di eventi culturali, un volo di poco più di due ore. Numerose le offerte disponibili sul sito http://www.irlanda.com/cork Porta dell’ovest irlandese e punto di partenza ideale per andare alla scoperta della Wild Atlantic Way, nonché dello spirito meravigliosamente atlantico della contea di Kerry, saprà riservare non poche sorprese sia a chi è “malato d’Irlanda” sia a chi sta pensando di fare il primo viaggio nell’isola di smeraldo. I motivi per dedicarle qualche giorno sono davvero moltissimi. https://www.irlanda.com/cork

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un tableau inédit de Paul Signac aux enchères

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

PARIS – Hôtel Drouot – Salle 9 Vendredi 18 novembre 2022 – 14h Exposition publique – Hôtel Drouot – Salle 9 Mardi 15 novembre 2022 – 11h/18h Mercredi 16 novembre 2022 – 11h/18h Jeudi 17 novembre 2022 – 11h/20h 9 rue Drouot prochain aura lieu la vente de la collection Edmond Sussfeld par la maison Drouot Estimations. Trois tableaux seront présentés: une toile de Léon Lhermitte, une de Pierre-Eugène Montezin et comme pièce de prestige; une huile sur toile de Paul Signac datant de 1924. Edmond Sussfeld (1872-1944) était un homme d’affaires prospère et un amateur d’art du début du siècle dernier. Il écumait les galeries parisiennes et les salles de vente où il achetait dessins, tableaux, sculptures et objets d’art pour nourrir sa passion et garnir son appartement du XVIème arr. de Paris. Les trois tableaux présentés lors de cette vente ont été cachés et protégés pendant l’Occupation pour éviter la spoliation organisée par les Allemands. Au décès de Mr. Sussfeld – qui succède à la Libération – les toiles ont retrouvé leur place dans la collection privée de sa descendance, qui les a conservées jusqu’à aujourd’hui.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Netflix’s Market Cap Jumped by $30B After Company Reported 2.4M New Subscribers

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

After two straight quarters of subscriber losses, which wiped billions of dollars of its market cap, Netflix bounced back in Q3. The streaming giant reported 2.4 million new paid subscribers between June and September, causing its shares to skyrocket more than 18%. According to data presented by AugustaFreePress.com, Netflix’s market cap jumped by more than $30bn after the last earnings report.Over the years, Netflix has grossed more than $143bn due to its ever-growing subscriber base. However, after constantly increasing its prices, the streaming giant lost 1.2 million subscribers in the first half of 2022, allowing its rivals to gain ground.Statista and the company’s data show that Netflix had 221.8 million paid subscribers in December last year. At that time, its market cap amounted to around $260bn. After the streaming giant reported the first shocking subscriber loss in April, its share price dipped to the lowest point in years, wiping more than $50bn off the market cap.By mid-2022, the number of people paying for Netflix services dropped to 220.6 million, while the combined value of shares of the streamer plunged to $77.9bn, a 70% plunge in eight months. The YCharts data show Netflix’s market cap stood at $95.3bn on October 11, down from $105bn a month before. But a week after the company reported subscriber growth, its market cap jumped to $126bn. However, that still shows a massive 52% year-over-year drop from $267.2bn in October last year.After a challenging first half of the year, Netflix might be back on a path to reaccelerate growth. Besides gaining new subscribers, the streaming giant also reported better-than-expected revenue in Q3. The company’s earnings report showed Netflix grossed $7.93bn between June and September, missing analysts’ expectations of $7.83bn.Also, this was the company’s second most successful quarter by earnings, following the $7.97bn reported in Q2 2022. Statistics show Netflix grossed $23.75bn in nine months of 2022, or 9% more than in the same period a year ago. The full story and statistics can be found here: https://augustafreepress.com/netflixs-market-cap-jumped-by-30b-after-company-reported-2-4m-new-subscribers/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Deutsche Bank reports profit before tax of € 1.6 billion, its highest third quarter since 2006

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2022

Post-tax profit rises more than threefold year on year to € 1.2 billion. Post-tax return on tangible equity (RoTE) of 8.2%, up from 1.5%. Cost/income ratio of 72%, down from 89% in the prior year quarter. “In the third quarter and first nine months of 2022, we delivered our best profits in more than a decade for both these periods. This underlines the success of our transformation efforts”, said Christian Sewing, Chief Executive Officer. “We have significantly improved Deutsche Bank’s earnings power and we are well on track to meet our 2022 goals. This reflects the outstanding efforts of our people. We have the strength to stand by our clients in a more challenging environment while growing returns to our shareholders.” “2022 is a landmark year for Deutsche Bank”, James von Moltke, Chief Financial Officer, said. “We have delivered revenue and profit growth and built operating strength across all four of our core businesses in the year to date. We also saw thebenefits of tight risk discipline, strong capital, and conservative balance sheet management. We have laid firm foundations for the next phase of our strategy through 2025.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »