Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°33

Archive for 11 novembre 2022

A Lonato del Garda il Villaggio di Natale per far vivere ai bambini la magia di Babbo Natale

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Domenica 4 dicembre, l’incantevole centro storico di Lonato del Garda sarà avvolto da colori, musiche profumi natalizi ed ospiterà uno sfavillante e animato Villaggio di Natale dedicato ai bambini e alle loro famiglie. Un’occasione per far vivere ai bimbi tutta la magia dell’atmosfera natalizia e per far trascorrere alle famiglie una piacevole giornata all’aperto nella cornice di questa suggestiva cittadina dell’immediato entroterra gardesano, dominata dalla possente sagoma della Rocca visconteo veneta (Monumento Nazionale), che sarà aperta alle visite con la vicina Casa Museo del Podestà. Cuore del Villaggio sarà la Casa di Babbo Natale, dove l’amatissimo vegliardo dalla barba bianca seduto sul Trono gigante si intratterrà con i bambini che gli faranno visita. Con lui ci saranno elfi e folletti, con splendidi e coloratissimi costumi sartoriali. In dieci capanne, i bimbi si divertiranno a giocare con i folletti, dopo aver deposto in una grande Cassetta la loro letterina per Babbo Natale con la richiesta dei doni e i buoni propositi. In altre dieci, poi, potranno partecipare a divertenti e istruttivi laboratori in compagnia degli gnomi.Ci saranno inoltre le giostre in legno azionate dagli elfi e la grande Slitta di Babbo Natale davanti alla quale farsi fotografare. Il tutto sarà animato dal passaggio di personaggi in costume, che coinvolgeranno i bambini con racconti, giochi, canti e li avvolgeranno in un’atmosfera fiabesca: ed ecco così che si imbatteranno in elfi, folletti, alberi di Natale, renne, biscotti e altro ancora.Babbo Natale non poteva non pensare anche ai più piccini: per i bambini dai 2 ai 4 anni sarà allestita la Magic Box, un’area protetta riservata solo a loro. http://www.lonatoturismo.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Scatti di anzianità per i periodi di precariato

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Ancora una sentenza che riconosce gli scatti di anzianità anche per il periodo di precariato. Stavolta ad emetterla è stato il Tribunale di Verona, sezione Lavoro, che ha trattato il ricorso di un docente di scuola secondaria “già assunto a tempo indeterminato, nel ruolo della scuola secondaria di I° grado con decorrenza giuridica ed economica 1.9.17, e con passaggio di ruolo nella scuola secondaria di II° grado con decorrenza 1.9.19” e “che ha svolto sin dall’a.s. 2006/07 vari incarichi di supplenza a tempo determinato con contratti annuali o fino al termine delle attività didattiche”. Il docente ha lamentato, in particolare, “dopo l’assunzione a tempo indeterminato” l’assegnazione dello “scatto 3/8 anni”. Esaminata la legge, il Ministero è stato condannato “al pagamento delle differenze retributive derivanti dal riconoscimento della progressione stipendiale”, specificando che si tratta “evidentemente di somme di natura retributiva e non risarcitoria, che maturano mese per mese”. Inoltre, ha detto il giudice “sulle differenze retributive dovute andrà riconosciuta la maggior somma tra gli interessi legali e la rivalutazione monetaria dal dì del dovuto fino al saldo”. Alla base della decisione, che ha prodotto l’assegnazione al docente di quasi 2.500 euro più interessi, il Tribunale veronese ha ricordato “i principi di diritto” che sono stati “precisati e ribaditi dalla Suprema Corte nella sentenza n.20918/19”, nella quale è stata esplicitata “l’affermazione del principio di diritto, richiamato in numerose pronunce successive (cfr. fra le più recenti Cass. nn. 28635, 26356, 26353, 6323 del 2018)”, in base al quale “la Corte è pervenuta sulla base delle indicazioni fornite dalla Corte di Giustizia, la quale da tempo ha affermato che: a) la clausola 4 dell’Accordo esclude in generale ed in termini non equivoci qualsiasi disparità di trattamento non obiettivamente giustificata nei confronti dei lavoratori a tempo determinato, sicché la stessa ha carattere incondizionato e può essere fatta valere dal singolo dinanzi al giudice nazionale, che ha l’obbligo di applicare il diritto dell’Unione e di tutelare i diritti che quest’ultimo attribuisce, disapplicando, se necessario, qualsiasi contraria disposizione del diritto interno”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ultimi giorni per iscriversi al nuovo corso di latino

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Parma Ultimi giorni per iscriversi al nuovo corso di lingua latina del Progetto CORDA, al debutto quest’anno e al via il 15 novembre. Il progetto CORDA (Cooperazione per l’Orientamento e la Riduzione delle Difficoltà di Accesso) è nato come iniziativa di orientamento per studentesse e studenti delle scuole secondarie di II grado che intendono intraprendere uno dei corsi di studio dell’Università di Parma. Dall’a.a. 2017-2018 il progetto, inizialmente nato all’interno dell’ex Dipartimento di Matematica, è stato esteso all’area umanistica con corsi di lingua inglese. A questi si aggiunge dall’a.a. 2022-2023 anche quello di lingua latina, organizzato dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese culturali – DUSIC dell’Università di Parma in collaborazione con il Liceo Classico-Linguistico “Romagnosi” di Parma. Responsabile del corso di latino per l’Ateneo è Simone Gibertini, docente di Lingua e letteratura latina. Il corso CORDA di latino prenderà il via martedì 15 novembre. È rivolto alle studentesse e agli studenti del IV o V anno delle scuole secondarie di II grado della provincia di Parma, che nel proprio percorso di studi non abbiano mai affrontato lo studio del latino ma che vogliano eventualmente iscriversi a corsi di laurea in materie umanistiche. Dall’anno scolastico 2018-19 il progetto CORDA può essere fatto valere anche come Percorso per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento: l’Università di Parma, infatti, è un ente abilitato alla certificazione del PCTO per le scuole convenzionate.

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Rinnovo contratto, a Valditara piace la proposta Anief: firmare subito e nel 2023 gli altri fondi

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Firmare subito il contratto scaduto da quattro anni, con gli aumenti già previsti, compresi gli arretrati. Ma anche prevedere un secondo step per il prossimo anno, che porterà nuove risorse per aumentare gli stipendi degli insegnanti: è l’ipotesi a cui starebbe pensando Giuseppe Valditara, il nuovo Ministro dell’Istruzione e Merito., per tutelare l’interesse dei lavoratori di ottenere immediatamente gli aumenti già calcolati. Secondo la stampa specializzata, il ministro già nei prossimi giorni potrebbe convocare i sindacati per illustrare la proposta.L’idea di Valditara sarebbe quella di inserire una nota sul contratto, ovvero entro il 2023 rimpinguare i fondi con nuove risorse aggiuntive. Se si optasse per la sequenza contrattuale, almeno gli incrementi già stanziati e gli arretrati potrebbero arrivare subito. Non sarebbe la prima volta per una soluzione del genere: già nel 2007 il Governo Prodi aveva agito in questo senso. Se invece si dovesse attendere lo stanziamento delle risorse aggiuntive in manovra, si dovrebbe modificare l’atto di indirizzo e far partire una lunga trafila burocratica. Adesso, resta da capire cosa ne sarà del piccolo tesoretto di 300 milioni provenienti dal salario accessorio, quello destinato alla valorizzazione degli insegnanti e sul quale negli ultimi giorni del Governo Draghi era stata trova un’intesa con i sindacati per riversare una parte del fondo proveniente dal MOF sul contratto.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “l’opzione sull’allungamento dei tempi per modificare l’atto di indirizzo del contratto non andrebbe presa nemmeno in considerazione. È da prima dell’estate che chiediamo un contratto ‘ponte’, con gli ulteriori aumenti da trattare subito dopo: per questo, concordiamo con il ministro Valditara quando dice che si dovrà fare di tutto per sottoscrivere il Ccnl 2019-21 prima di Natale e fare avere nel contempo alla scuola ‘soldi freschi’. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: facciamo avere fino a 4mila euro di arretrati al personale, più oltre 100 euro medi di aumento, grazie anche ai circa 300 milioni inizialmente destinati al Mof: non torniamo sugli accordi presi. È questa la nostra linea e la comunicheremo al ministro quando ci convocherà al Ministero, speriamo davvero il prima possibile”, conclude il sindacalista autonomo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

20° edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI)

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

L’Aquila giovedì 1 dicembre (ore 09:30/18:00) e venerdì 2 dicembre (ore 09:30/13:30 Palazzo dell’Emiciclo, Consiglio della Regione Abruzzo ospiterà la business plan competition più importante d’Italia, in cui si sfidano i 67 progetti innovativi che hanno superato la selezione delle StartCup, le competizioni regionali collegate alle Università italiane e agli Enti di Ricerca Pubblici associati a PNICube. Alla Finale nazionale accedono infatti i migliori progetti di impresa hi-tech nati dalla ricerca di 53 atenei e incubatori universitari in 16 regioni d’Italia. E quest’anno, oltre al titolo di vincitore assoluto e ai 4 premi settoriali, i finalisti si contenderanno il Premio Green&Blue per i progetti imprenditoriali che provano a contrastare l’emergenza climatica. Il PNI 2022 è promosso dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNICube e organizzato dall’Università degli Studi dell’Aquila in collaborazione con il Gran Sasso Science Institute e l’Associazione Innovalley. Main Partner: Gruppo Iren. Main Sponsor: Gruppo Intesa Sanpaolo, GEDI, Prysmian Group. Sponsor: Persico Group, Unicredit Start Lab, Babylon Cloud, Cariplo Factory, Apio, Indaco Venture Partners SGR, LIFTT, Mito Technology, Sanofi, Polihub Encubator, A11 venture, EIT Health Innostars, Frentauto. In collaborazione con: Search On, Social Innovation Monitor, EIT Manufacturing, Virgolacom. Con il Patrocinio di: Città dell’Aquila, Consiglio Regionale dell’Abruzzo, Regione Abruzzo, Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, Camera di Commercio Chieti Pescara.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La rappresentanza e i Comitati degli Italiani all’Estero (Comites)

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Lo Speciale del Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes 2022 è dedicato allo studio dei Comitati degli Italiani all’Estero (Comites) e del loro ultimo rinnovo avvenuto a dicembre 2021. I Comites sono organi elettivi senza fini di lucro ed apolitici che raccolgono e rappresentano le esigenze dei cittadini italiani residenti all’estero. Questi organi (i cui membri non percepiscono remunerazione per la loro attività di volontariato) si interfacciano nei rapporti con le istituzioni italiane insieme alle quali promuovono, nell’interesse della collettività italiana residente nella circoscrizione, tutte quelle iniziative ritenute opportune in materia di vita sociale e culturale, assistenza sociale e scolastica, formazione professionale, settore ricreativo e tempo libero. Il Comites diventa in queste pagine occasione di analisi e di riflessione sulla mobilità italiana che ha abitato e abita quel luogo – inteso nel duplice significato di nazione e città – e sulla capacità che ha avuto e che ha di intessere relazioni con la comunità italiana lì residente. La presenza di un Comites operativo significa avere una comunità organizzata che accompagna i nuovi arrivi e supporta i lungoresidenti dialogando e confrontandosi per le naturali difficoltà intergenerazionali che si vengono a presentare. Un cammino del fare, quindi, irto di difficoltà dovute al costante mutamento dei protagonisti della mobilità, delle loro necessità e delle condizioni storiche, sociali, politiche, economiche e culturali in cui avviene la migrazione. Vi sono, d’altra parte, Comitati in crisi per gli stessi motivi perché non ritenuti rappresentativi della realtà, ma ancorati a un passato che non ha più senso di esistere se non riletto alla luce dei cambiamenti nel frattempo occorsi. I Comites possono a ragione essere tacciati di scarsa – o nessuna – rappresentanza quantitativa della comunità, vista la platea estremamente esigua che li ha eletti. Una parte degli elettori italiani, residenti in Italia e fuori dei confini nazionali, resta contraria al voto all’estero così come è stato riformato: permangono, cioè, ancora irrisolte alcune criticità note come la difficoltà di garantire la personalità, la libertà e la segretezza del voto. Sfiducia e opposizione al voto possono trovare nell’astensionismo una forma legittima di protesta. Ma ciò che i dati sull’affluenza suggeriscono è che con il passar degli anni è venuta meno la spinta propulsiva che ha riformato il voto degli italiani all’estero, e la generazione che l’ha promossa. Una parte sempre maggiore di elettori, e tra questi segnaliamo gli italodiscendenti e i neo-immigrati dall’Italia, non ha fatto parte di quella “battaglia” per il voto all’estero e potrebbe sentirsi in qualche maniera slegata dal diritto-dovere di votare. Portare (o riportare) questi elettori alle urne è senz’altro una delle sfide più urgenti per contrastare l’astensionismo crescente.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia fuori dall’Italia: Gli italiani che emigrano

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes.È da tempo che i giovani italiani non si sentono ben voluti dal proprio Paese e dai propri territori di origine, sempre più spinti a cercar fortuna altrove. La via per l’estero si presenta loro quale unica scelta da adottare per la risoluzione di tutti i problemi esistenziali (autonomia, serenità, lavoro, genitorialità, ecc.). E così ci si trova di fronte a una Italia demograficamente in caduta libera se risiede e opera all’interno dei confini nazionali e un’altra Italia, sempre più attiva e dinamica, che però guarda quegli stessi confini da lontano. È quanto emerge dalla XVII edizione del Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes, presentato questa mattina a Roma. Al 1° gennaio 2022 i cittadini italiani iscritti all’AIRE sono 5.806.068, il 9,8% degli oltre 58,9 milioni di italiani residenti in Italia. Non c’è nessuna eccezione: tutte le regioni italiane – si legge nel testo – perdono residenti aumentando, però, la loro presenza all’estero. La crescita, in generale, dell’Italia residente nel mondo è stata, nell’ultimo anno, più contenuta, sia in valore assoluto che in termini percentuali, rispetto agli anni precedenti. Dal 2006 al 2022 la presenza degli italiani all’estero è cresciuta del 87% passando da 3,1 milioni a oltre 5,8 milioni.L’Italia è irrimediabilmente legata alla mobilità e inevitabilmente chiamata, oggi, a fare i conti con le difficoltà degli spostamenti dovuti alla pandemia. Molti probabilmente lo hanno fatto ricorrendo all’irregolarità, non ottemperando, cioè, all’obbligo di legge di iscriversi all’AIRE poiché, in tempi di emergenza sanitaria, suona forte – e non potrebbe essere altrimenti – il campanello di allarme relativo alla perdita di assistenza sanitaria che rappresenta, da sempre, il principale motivo che trattiene chi parte per l’estero a iscriversi all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero. Le partenze per “espatrio” avvenute lungo il corso del 2021 – sottolinea il Rapporto – sono state 83.781, la cifra più bassa rilevata dal 2014, quando erano più di 94 mila. Chi è partito per espatrio da gennaio a dicembre 2021 è prevalentemente maschio (il 54,7% del totale), giovane tra i 18 e i 34 anni (41,6%) o giovane adulto (23,9% tra i 35 e i 49 anni), celibe/nubile (66,8%). I minori scendono al 19,5%. I coniugati si attestano al 28,1%. A partire sono stati sempre più i giovani e sempre meno gli anziani (-19,6%) e le famiglie. In drastica riduzione anche il numero dei minori. Il 78,6% di chi ha lasciato l’Italia per espatrio nel corso del 2021 è andato in Europa, il 53,7% (poco più di 45 mila) è partito dal Settentrione d’Italia, il 46,4% (38.757), invece, dal Centro-Sud. La Lombardia (incidenza del 19,0% sul totale) e il Veneto (11,7%) continuano ad essere, come da ormai diversi anni, le regioni da cui si parte di più. Seguono: la Sicilia (9,3%), l’Emilia-Romagna (8,3%) e la Campania (7,1%). Tuttavia, dei quasi 16 mila lombardi, dei circa 10 mila veneti o dei 7 mila emiliano-romagnoli molti sono, in realtà, i protagonisti di un secondo percorso migratorio che li ha portati dapprima dal Sud al Nord del Paese e poi dal Settentrione all’oltreconfine.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Crisi energetica: come orientarsi?

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

E’ il webinar organizzato da Confindustria Toscana Sud per i prossimi 15 e 16 novembre, durante il quale verranno affrontati gli aspetti tecnici, finanziari, legali contrattualistici e amministrativi legati ai contratti di fornitura di energia elettrica e gas. “L’incontro sarà l’occasione per approfondire le attuali criticità relative al settore energetico e per fornire alle imprese preziose indicazioni che le aiutino a superare questa nuova emergenza, che sembra purtroppo destinata a perdurare – dice Alessandro Tarquini, Responsabile Confindustria Toscana Sud Delegazione di Arezzo e Amministratore Delegato del Consorzio Energia Toscana Sud – L’aumento del prezzo del gas sta avendo diversi effetti tutti negativi e in generale, così come previsto dal Rapporto di previsione del Centro Studi Confindustria dei primi di ottobre, i costi energetici delle aziende italiane sono stimati aumentare di 110 miliardi di euro rispetto ai valori pre-pandemia. Una situazione molto difficile, che le nostre imprese stanno ancora una volta affrontando con coraggio e determinazione, riducendo drasticamente i loro margini e mettendo in atto strategie di riprogrammazione del ciclo produttivo per ridurre i costi energetici – continua Tarquini – durante il webinar, che abbiamo concepito con un taglio pratico, potremmo ascoltare l’intervento dell’Avv. Stefania Gorgoglione, che tratterà gli aspetti legali contrattualistici, dalle conseguenze della crisi energetica sui contratti di fornitura di energia elettrica e gas alle garanzie per il pagamento della fornitura, al recesso dal contratto da parte del fornitore. Il punto di vista dei fornitori sarà illustrato da Massimo Pagano (Key Account Manager grandi clienti Edison Energia Spa), che ci fornirà un aggiornamento del mercato energetico e delle sue criticità. Ascolteremo poi la testimonianza diretta di Andrea Fabianelli (Presidente del Pastificio Fabianelli spa e del Consorzio Energia Toscana Sud), su come ridurre la dipendenza dal metano diversificando le commodities”. All’evento, la cui partecipazione è riservata agli imprenditori ed ai responsabili dei settori energia ed amministrazione delle aziende associate, interverranno inoltre: Andrea Brocchi (Area Sviluppo e Innovazione Confindustria Toscana Sud) sugli aiuti alle imprese per il caro energia e Francesco Pierini (Area Ambiente ed Energia Confindustria Toscana Sud), che parlerà degli aspetti amministrativi del fotovoltaico, extra-profitti, scambio sul posto e ritiro dedicato. I lavori saranno moderati da Carolina Gattuso e Simona Terziani (Area Ambiente ed Energia Confindustria Toscana Sud). Ampio spazio verrà dedicato a domande e quesiti dei partecipanti. fonte: http://www.confindustriatoscanasud.it/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Industria e sostenibilità ecologica. Il governo ragiona al contrario?

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Siamo prosssimi al soffocamento e, con l’aggiunta che il 15 novembre sul Pianeta saremo 8 miliardi. Aggiungiamo l’emergenza energetica e la necessità di mantenere/riattivare, pur temporalmente, alcuni sistemi fossili… siamo prossimi alla “canna del gas”. E il neo-ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, sembra proprio che ragioni al contrario: “E’ necessario rendere la transizione ecologica compatibile con le pesanti ricadute sul tessuto riproduttivo”, dice in un’intervista al quotidiano La Stampa. Sembra quasi che le politiche europee (e gli stanziamenti) non siano esistiti. Anzi, gli stanziamenti si intende utilizzarli al contrario di come dovrebbe essere. Non è la conversione ecologica che si deve adeguare all’industria (inquinante!), ma è quest’ultima che si deve adeguare al necessario cambiamento ecologico. Comprese le linee da seguire, occorre modificare l’indudtria, costi quel che costi, il prezzo in gioco è talmente alto che ogni “strategia” come quella del nostro ministro, serve al contrario. Comprendiamo che il ministro cerca di far fede al suo dicastero e al nuovo nome che gli è stato assegnato, ma non c’è “made in Italy” o “imprese nazionali” che reggano di fronte all’urgenza del cambiamento. Quello che rileviamo non è un mero gioco linguistico, ma un’impostazione senza la quale si gioca al contrario. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Richieste di prestiti dalle famiglie in crescita del +10%

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Secondo l’ultima analisi del Barometro CRIF su fonte EURISC, nel mese di ottobre le richieste di prestiti da parte delle famiglie si caratterizzano per una crescita del +10% rispetto al corrispondente periodo 2021. Il trend positivo influenza anche l’importo medio richiesto, che dopo 9 mesi consecutivi di variazioni negative, fa segnare un incremento del +1,6% per attestarsi a 8.127 Euro. Entrando nel dettaglio, i prestiti personali crescono del +19,5%, mentre l’importo medio risulta pari a 12.041 Euro (-5,8% rispetto al corrispondente periodo del 2021). Dinamica positiva anche per i prestiti finalizzati, che segnano un +5,4% e vedono l’importo medio attestarsi a 5.950 Euro (+5,3 rispetto a ottobre 2021). Per quanto riguarda le richieste di mutui immobiliari e surroghe, invece, si registra una contrazione complessivamente pari a -24,5% rispetto a ottobre 2021. Va però sottolineato come il dato sia influenzato dall’assottigliarsi delle surroghe, che nel periodo di osservazione sono diminuite del -58,3%, seppur in progressiva ripresa a fronte del recente rialzo dei tassi di riferimento. Relativamente ai nuovi mutui erogati, la contrazione si limita ad un modesto -1,5%. In compenso, ad ottobre l’importo medio dei mutui richiesti sì è mantenuto pressoché stabile, con una variazione del +0,2% e un valore pari a 142.660 Euro.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricerca: dalla schizofrenia ai tumori del sangue

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Milano Lunedì 14 novembre alle 11.30 (Via Fabio Filzi, 29), si terrà un evento in occasione dell’anniversario dei 100 anni di Otsuka. Interverranno, fra gli altri, il Console giapponese in Italia Yuji AMAMIYA, Bernardo M. Dell’Osso (Professore Ordinario di Psichiatria all’Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’ASST Fatebenefratelli-Sacco Milano), Stefano Cascinu (Direttore del Dipartimento Oncologia IRCCS Ospedale San Raffele di Milano e Professore di Oncologia Medica all’Università Vita-Salute San Raffaele), Piergiorgio Messa (già Direttore dell’UOC di Nefrologia, Dialisi e Trapianto Renale – Policlinico di Milano e Professore Ordinario di Nefrologia all’Università Statale degli studi di Milano), Alessandro Lattuada (Managing Director Otsuka Italia) ed Enrica Giorgetti (Direttore Generale Farmindustria). È prevista anche la diffusione in streaming dell’evento. La registrazione è obbligatoria e va effettuata prima dell’inizio dell’evento. La schizofrenia è una grave malattia psichiatrica caratterizzata da un forte stigma sociale. Sono importanti le ricadute negative per i pazienti e i familiari in termini di costi e di perdita di produttività. Ma, grazie ai progressi della ricerca, una percentuale significativa di pazienti oggi può lasciarsi la malattia alle spalle. A questi passi avanti ha contribuito l’impegno di Otsuka, azienda farmaceutica giapponese. Nel 2021 Otsuka ha compiuto 100 anni, durante i quali ha vissuto un’evoluzione straordinaria, focalizzando la ricerca nelle neuroscienze, in nefrologia, oncoematologia ed endocrinologia e sviluppando molecole innovative in grado di cambiare la vita dei pazienti. Solo nel 2021 l’azienda ha investito 1,8 miliardi di euro in Ricerca e Sviluppo.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In anteprima mondiale l’evento espositivo “Lost Hangar, dinosauri rivelati”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Padova Padiglione 1 fiera di Padova, dall’8 Dicembre 2022, sarà allestito dalla società Venice Exhibition negli spazi espositivi della Fiera di Padova La mostra scientifica su 5000 mq presenta oltre 100 resti fossili provenienti dagli Stati Uniti e da collezioni private europee di ere dal Triassico al Cretaceo Dedicato alle famiglie ed alle scolaresche, il percorso espositivo contempla anche un’ampia area sulla paleoarte e una sala hi-tech con la realtà virtuale.Si potrà ammirare anche lo scheletro fossile Henry, il dinosauro di 75 milioni di anni fa che a fine novembre 2021 è stato venduto come un’opera d’arte all’asta Cambi di Milano per 300.000 euro, alla prima tappa in Italia della mostra per famiglie e scolaresche, “Lost Hangar, dinosauri rivelati”, visitabile dall’8 dicembre nel Padiglione 1 della Fiera di Padova.”Lost Hangar, dinosauri rivelati” è stata pensata per un target di famiglie e di ragazzi di tutte le età, ma potrà interessare a livello didattico-scientifico un pubblico molto più ampio, comprese le comitive scolastiche di ogni ordine e grado, collocandosi tra le esperienze espositive e di realtà virtuale più ricche e complesse degli ultimi anni.”Contrariamente all’immaginario collettivo che dipinge i dinosauri come mostri violenti e voraci” aggiunge il curatore Ilario de Biase “il loro comportamento, confermato dai più recenti studi scientifici, era invece più simile agli attuali mammiferi. Per questi motivi la mostra ‘Lost Hangar, dinosauri rivelati’ cambierà nel visitatore l’immagine di queste ‘terribili lucertole’ grazie ad una superba e inedita collezione di fossili originali di dinosauri riuniti insieme per la prima volta, supportata visivamente da ricostruzioni animate, Animatronics in scala 1:1, talmente realistiche per dettagli e movimenti, da venire impiegate nelle riprese cinematografiche”. Un’area del padiglione 1 della Fiera di Padova sarà inoltre dedicata alla paleoarte. Sempre nell’ottica educational, la mostra farà anche largo impiego della realtà virtuale per rendere immersivi alcuni contenuti soprattutto riferiti ai vari stadi di sviluppo della vita di questi grandi animali del passato remoto terrestre. Già aperta la prevendita degli ingressi sul portale on line http://www.italmostre.com. Accesso: INTERO 16€ Incredibili esperienze virtuali Incluse nel prezzo RIDOTTO (dai 5 ai 12 anni e over 65) 12€ Studenti, docenti, militari, forze dell’ordine, invalidi. È necessaria l’esibizione in biglietteria del tesserino personale. GRUPPI (SU PRENOTAZIONE) 12€

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Anemia la malattia silenziosa che colpisce i giovani

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

L’anemia aplastica (AA) è una malattia rara che colpisce principalmente adolescenti e giovani adulti (20-25 anni) in egual misura uomini e donne. L’80% delle forme di anemia aplastica sono di tipo acquisito da cause ignote e solo il 20% riguarda forme congenite, si manifesta con sintomi comuni come stanchezza, difficoltà di concentrazione ed attenzione, riduzione dell’appetito e calo di peso, pallore, febbre, comparsa inspiegabile di lividi, gengive sanguinanti tutti sintomi che possono essere interpretati diversamente.Solitamente non é possible alcun tipo di prevenzione per la forma acquisita che nel 70-80% dei casi viene definita idiopatica non essendo note le cause che la scatenano. Si caratterizza dalla incapacità del midollo osseo di produrre un numero sufficiente di cellule del sangue comportando una riduzione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.I principali trattamenti di cura in base alla gravità si distinguono in trasfusioni di sangue (globuli rossi e piastrine), farmaci immunosoppressori, antibiotici e antivirali ma in prima linea rimane il trapianto di cellule staminali cordonali o da midollo osseo.In caso di trapianto da midollo osseo, oltre a trattarsi di una procedura invasiva e dolorosa, ad oggi la vera difficoltà riguarda la compatibilità con il donatore riducendo così il numero di trapianti. Numerose evidenze cliniche hanno indicato che la distruzione immuno-mediata dei linfociti T delle cellule staminali ematopoietiche (HSC) è coinvolta nella patogenesi dell’anemia aplastica. Studi recenti hanno dimostrato che le cellule staminali mesenchimali MSC, una tipologia di cellule staminali contenute nel cordone ombelicale, sono in grado di modulare l’attività delle cellule immunitarie come le cellule T e di tutte le cellule del sangue ripristinando il normale microcircolo sanguigno.Grazie alla conservazione delle cellule staminali contenute nel sangue cordonale permette di avere un campione proprio e compatibile immediatamente disponibile. La conservazione di cellule staminali cordonali consiste nella raccolta alla nascita, attraverso un processo indolore di cellule staminali mesenchimali che grazie alla loro abbondanza e grande capacità di espansione si sono rivelate il trattamento migliore in caso di AA.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Christie’s Magnificent Jewels

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

GENEVA – Christie’s Magnificent Jewels auction on 8 November 2022 achieved a total of CHF56,589,040 / $57,340,888, led by The Fortune Pink, which sold for CHF28,438,500. Weighing an auspicious 18.18 carats, The Fortune Pink is the largest pear-shaped fancy vivid pink diamond ever to be sold at auction. Another highlight lot of the auction was the 101.27 carat unmounted diamond, which realised CHF2,934,000. The auction was 96% sold by value and 87% sold by lot, and witnessed global participation with registrants from 20 countries, across 4 continents. Rahul Kadakia, International Head of Christie’s Jewellery: “A historic week of auctions kicked off in Geneva where Christie’s Luxury auctions totalled CHF113,482,763 / $114,244,370, highlighted by the Fortune Pink, Legendary and Unique Watches, as well as the Domaine Ponsot 150th anniversary auction. Geneva Luxury sales offered 572 lots, with collectors from 50 countries active across the live sales. The second half of this momentous week will continue at Rockefeller Plaza in New York, where 150 masterworks from the Paul G. Allen Collection will be offered on Wednesday and Thursday, expected to realise US$1 billion, all of the estate’s proceeds from the sale will be dedicated to philanthropy, pursuant to Mr. Allen’s wishes.” Further notable results in the Geneva Magnificent Jewels auction included an extraordinary Graff diamond ring weighing 41.36 carats, which realised CHF3,654,000, and the important diamond rivière necklace from the collection of Lord and Lady Weinstock, which achieved CHF869,400. Four exceptional jewels from a European Princely Family sold for a combined total of CHF 1,354,500, highlighted by Bulgari Art Deco natural and cultured pearl necklace, selling for CHF 504,000.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

HEIDELBERG continues growth, with significant improvement in sales and result for first half-year

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2022

Partly due to the exchange rate situation, for instance, sales climbed to EUR590 million in the second quarter (previous year: EUR542 million). At EUR1,120 million, sales for the first half-year are around 14 percent up on the previous year. The Packaging Solutions segment enjoyed particularly strong growth, from a modest EUR415 million in the previous year to EUR535 million. Due to the higher sales, EBITDA improved to EUR68 million in the second quarter. This far exceeded the previous year’s figure of EUR38 million, which was adjusted for non-recurring income (unadjusted figure: EUR60 million). A better price quality of sales that countered the substantial increases in the costs of raw materials and intermediate products also contributed to the higher EBITDA, which reached EUR104 million for the half-year (previous year’s (unadjusted) figure: EUR75 million). The net result after taxes after six months climbed from EUR13 million to EUR 44 million, increasing from EUR 27 million to EUR 39 million in the second quarter. Just six months into the year, this exceeds the level for the whole of the previous year. In the second quarter, incoming orders also continued rising, to some EUR622 million (up 5 percent). This was supported by currency effects, and by high demand from Central Europe and North America. The full report for the second quarter of 2022/23 , image material, and further information about the company are available in the Investor Relations (https://www.heidelberg.com/global/de/about_heidel berg/investor_relations/overview_1.jsp)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »