Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°33

Archive for 27 novembre 2022

“Caregiver familiare: L’assistenza dettata dal cuore”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Roma Lunedì 28 novembre 2022, alle ore 10.30 Biblioteca della Camera dei Deputati – Sala del Refettorio – Via del Seminario, 76. In Italia l’Assistenza familiare, per le persone non autosufficienti, è nella maggioranza dei casi affidata alle famiglie, ed in particolare alle donne e alle casalinghe. La stessa norma che definisce la figura del Caregiver prende a prestito le parole con cui la Legge 493/99 definisce la figura della casalinga. Ma un vulnus legislativo discriminante, che si è consolidato con l’applicazione delle agevolazioni previste a favore di “Caregiver familiare”, esclude proprio chi dedica a tempo pieno la propria attività all’assistenza familiare delle persone con disabilità: le casalinghe ed i casalinghi. Una assurda discriminazione, che ancora non siamo riuscite a sconfiggere. Dopo la Sentenza ONU che condanna l’Italia per la legislazione inadeguata e discriminante, il Parlamento ed il Governo sono chiamati a correggere, a breve, questa ingiustizia. Federcasalinghe la più rappresentativa Associazione delle persone che si dedicano a tempo pieno, gratuitamente, alla cura della famiglia ribadisce la richiesta di modifica legislativa. Intervengono: Federica Rossi Gasparrini Presidente Nazionale – Obiettivo Famiglia / Federcasalinghe, Maria Teresa Bellucci Viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Claudio Durigon Sottosegretario al Lavoro, Valeria Ciarambino Vice-Presidente Consiglio Regionale Campania, Carmen Di Lauro Commissione Affari Sociali – Camera dei Deputati, Antonio Magi Segretario Generale SUMAI Assoprof, Dino Barlaam Presidente Agenzia per la Vita Indipendente, Referente Punto DOMINA.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Weekend dell’Immacolata di fuoco in Molise

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Agnone (Is) Per la prima volta, il 3 dicembre 2022 si terrà la Festa dei Fuochi rituali, con la partecipazione di tutte le comunità dei riti del fuoco del Molise: la faglia di Oratino, le farchie di Montefalcone e Salcito, le ‘ndocce di Agnone, Civitanova, Pietrabbondante e Belmonte del Sannio, le quali si sono unite per un percorso finalizzato a ottenere il riconoscimento di Patrimonio Immateriale Unesco. Un’occasione speciale per conoscere questi riti ancestrali e i caratteristici paesi del Molise da cui hanno origine. Al calare del sole e al suono delle campane migliaia di persone attendono che i portatori delle torce infuocate delle 5 contrade agnonesi vestiti con cappe e cappelli neri e abiti contadini sfilino in città, sfoggiando sulle spalle le ‘ndocce, costruite a mano con legno d’abete e composte a raggiera. Musica ed eventi collaterali riempiono di magia il weekend dell’Immacolata. Castel del Giudice con l’albergo diffuso Borgotufi è in una posizione strategica per visitare i luoghi più affascinanti del territorio, vivendo un’esperienza in un borgo ritrovato: un tempo qui c’erano antiche stalle e fienili in stato di abbandono, trasformati in un luogo di ospitalità diffusa, fulcro di turismo esperienziale, con 32 case spaziose e indipendenti, alcune su due livelli, concepite come camere e suite con i confort e i servizi di un hotel di livello, ideali per coppie, famiglie o amici, il ristorante e il centro benessere. In occasione della manifestazione del 10 dicembre, al mattino si può partecipare ad un’escursione guidata nei boschi e tra le cime dell’Alto Molise, con la guida AIGAE Michele Permanente, a partire da Borgotufi, per poi recarsi ad Agnone nel pomeriggio e vivere la magia della ‘Ndocciata. https://bit.ly/DicembreBorgoTufi

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Naturalis historia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Napoli Sabato 3 dicembre alle ore 11 presso la vetrina dello Studio Trisorio, in via Carlo Poerio 116, si inaugura la mostra Naturalis historia. Il corallo è il tema centrale del progetto espositivo e fa da trait d’union tra le opere di Francesco Arena, Marisa Albanese, Gregorio Botta, Elisabetta Di Maggio, Jan Fabre, Rebecca Horn, Alessandro Piangiamore. L’origine del corallo è stata per secoli avvolta nella leggenda: Ovidio nelle Metamorfosi e Plinio il Vecchio nella Naturalis historia riconoscono a questo elemento la stessa genesi mitica raccontando che si sarebbe generato dal contatto fra le gocce di sangue della Gorgone Medusa e le alghe marine. Molti trattati magici, medici e astrologici, dall’antichità greca all’epoca barocca, attribuiscono al corallo un valore terapeutico e apotropaico e questo organismo marino, anche definito “oro rosso”, continua ad affascinare gli artisti contemporanei.Nelle opere della serie Storia naturale di Francesco Arena un ramo di corallo grezzo interrompe la perfetta geometria solida di una cornice di metallo di un metro quadrato, simboleggiando l’irruzione del tempo della natura in quello della cultura.In Paesaggio di Marisa Albanese il corallo si integra in un ramo di bronzo sottolineando la capacità di metamorfosi e coesistenza degli organismi viventi.Gregorio Botta, nelle opere della serie Breath, incastona piccoli pezzi di corallo in lastre di alabastro evocando l’affiorare di una nuova forma.Nei lavori intitolati Vuoti d’aria Elisabetta Di Maggio inserisce coralli bianchi del Madagascar e interviene in modo delicatissimo con il bisturi su materiali fragili come le foglie, evidenziando la trama nascosta della materia e ricordandoci la precarietà delle relazioni e la costante ricerca di equilibrio. In The Dagger of an Angel Jan Fabre riveste un pugnale di numerosi piccoli corni, petali e rose di corallo, trasformando un simbolo atavico di potere e violenza in un’arma al servizio della bellezza, veicolo di vita e rigenerazione.Nella scultura di Rebecca Horn Die Rosenheit in der Schwebe, due rami di corallo sono animati da un congegno meccanico che li avvicina e li allontana lentamente evocando lo sfioramento di una danza amorosa.Alessandro Piangiamore crea paradossi poetici e suggerisce associazioni visive fra il corallo e la lava del vulcano, tra la potenza distruttiva di un’eruzione e il tempo lungo che richiede la formazione di un corallo marino. La mostra si potrà visitare fino al 30 gennaio 2023. Fonte: Studio Trisorio #InVetrina | “Naturalis historia”

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra a cura di Vittorio Sgarbi e Michele Danieli

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Ferrara giovedì 16 febbraio 2023, ore 12 E’ stata Organizzata da Fondazione Ferrara Arte (direttore Pietro Di Natale) e Servizio Musei d’Arte del Comune di Ferrara, in collaborazione con Direzione generale archeologia, belle Arti e paesaggio del Ministero della Cultura, con il patrocinio del Ministero della Cultura. Palazzo dei Diamanti il 18 febbraio 2023 riaprirà i battenti accogliendo la mostra dedicata a due grandi maestri ferraresi del Rinascimento: Ercole de’ Roberti e Lorenzo Costa. L’esposizione costituisce la prima tappa di un progetto più ampio e ambizioso intitolato Rinascimento a Ferrara 1471-1598 da Borso ad Alfonso II d’Este, che indagherà la vicenda storico-artistica del periodo compreso tra l’elevazione della città a ducato e il suo passaggio dalla dinastia estense al diretto controllo dello Stato Pontificio. Gli altri momenti del percorso – idealmente inaugurato dalla rassegna Cosmè Tura e Francesco del Cossa. L’arte a Ferrara nell’età di Borso d’Este, tenutasi a Palazzo dei Diamanti nel 2007 – saranno dedicati ai grandi protagonisti di quella stagione: Mazzolino e Ortolano, Dosso e Garofalo, Girolamo da Carpi e Bastianino. Le oltre cento opere esposte, provenienti da musei e collezioni di tutto il mondo, offriranno al pubblico un’occasione unica, e forse irripetibile, per scoprire (o riscoprire) l’arte di due grandi interpreti del Rinascimento italiano: Ercole de’ Roberti e Lorenzo Costa. Dotato di un incredibile talento compositivo, straordinario per qualità ed espressività emotiva, Ercole de’ Roberti (Ferrara c. 1450 – 1496) era l’erede dell’Officina ferrarese, il più giovane e intelligente tra quanti parteciparono al clima culturale di Palazzo Schifanoia, negli ultimi anni del governo di Borso che proprio allora riceveva il titolo di duca (1471). Operò a più riprese a Bologna, dove lasciò una impronta profondissima, ma non vi è dubbio che a Ferrara trovò l’ambiente più adatto in cui esprimersi durante l’ultimo decennio della sua vita, trascorso alle dipendenze della corte. Fu Lorenzo Costa (Ferrara 1460 – Mantova 1535), di dieci anni più giovane, a raccoglierne l’eredità e a continuarne lo stile nelle opere giovanili. Ma durante un lungo soggiorno a Bologna la sua pittura mutò in direzione di una maggiore morbidezza, di una classicità calma e distesa. Il mondo stava cambiando, Leonardo e Perugino stavano imponendo una nuova “maniera”, che Costa comprese subito e della quale fu tra i maggiori interpreti, anche dopo il trasferimento a Mantova alla corte dei Gonzaga. I visitatori potranno seguire la carriera di Ercole attraverso oltre venti opere (di gran lunga il numero maggiore mai riunito), dagli esordi alla compiuta maturità. Tra le prove giovanili saranno presenti gli scomparti del polittico Griffoni, eseguito a fianco di Francesco del Cossa, e i luminosi Ritratti di Giovanni II e Ginevra Bentivoglio che giungeranno da Washington, una commissione che sancisce il prestigio raggiunto nella vicina Bologna. Le sale dedicate agli ultimi anni, quando Ercole dopo il rientro in patria era divenuto pittore di corte degli Este, saranno impreziosite da quattro dipinti di rara raffinatezza, grazie al prestito eccezionale concesso dalla National Gallery di Londra: oltre al dittico che appartenne alla duchessa Eleonora d’Aragona, la Raccolta della manna e l’Istituzione dell’Eucarestia, forse provenienti da una chiesa ferrarese. Dal Kimbell Art Museum di Forth Worth arriva la tavola con Porzia e Bruto che sarà ricongiunta alla compagna con Lucrezia, Bruto e Collatino della Galleria Estense di Modena. Non meno ricca la selezione di lavori di Costa, che prende avvio dal periodo giovanile, durante il quale il pittore è impegnato in un fruttuoso confronto con Ercole, come dimostrano le Storie degli Argonauti qui riunite per la prima volta. Questa fase, che passa attraverso capolavori come la Natività del Musée des Beaux-Arts di Lione, trova un termine e una sintesi in una serrata successione di straordinarie pale d’altare degli anni Novanta del Quattrocento. Per illustrare il Costa più classicheggiante e pacato sarà in mostra una serena Sacra Famiglia dal Museo di Toledo in Ohio; mentre per documentare il periodo mantovano, finora meno frequentato dagli studi, interverranno la Santa Veronica del Louvre, il Ritratto di cardinale del Minneapolis Institute of Art, sino all’ultima opera nota, la Madonna e santi della chiesa di Sant’Andrea a Mantova, datata 1525.I due protagonisti saranno affiancati da maestri nobili e da compagni di viaggio contemporanei: Mantegna, Cosmè Tura, Nicolò dell’Arca, Marco Zoppo costituiranno il punto di partenza, mentre Antonio da Crevalcore, Guido Mazzoni, Boccaccio Boccaccino, Francesco Francia e Perugino offriranno una sponda di dialogo lungo il percorso espositivo. La mostra avrà il suo prologo ideale a Palazzo Schifanoia, dove il giovane Ercole de’ Roberti esordì nel Salone dei Mesi realizzando il mese di Settembre. http://www.palazzodiamanti.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ischia: l’ennesimo drammatico evento

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

La splendida Ischia, notoriamente terra fragile dal punto di vista geologico, è stata investita da un sistema temporalesco che ha provocato nuove vittime e danni incalcolabili. Sull’isola sono caduti in 6 ore, tra i 120 ed i 155 mm di pioggia, con un valore orario di oltre 50 mm tra le 4 e le 5 AM. Ed ancora sono in atto precipitazioni fortunatamente più irregolari, che vanno pero a cadere su un suolo e su litologie sature. C’è da rammentare che nell’ultimo mese, la Campania è stata colpita da tre episodi alluvionali, con tipologie di precipitazioni ed effetti sull’ambiente fisico e paragonabili tra di loro in intensità e solo per buona sorte le vittime non sono state più numerose. E dal mese di luglio ad oggi, il dissesto idrogeologico che oramai caratterizza tutti gli ambienti morfoclimatici della penisola, ha mietuto quaranta vittime. Non si può più pensare di proseguire su questa drammatica rotta sulla quale si susseguono situazioni devastanti” . Lo ha dichiarato poco fa il geologo Massimiliano Fazzini, climatologo, docente universitario e Referente del Team sul Rischio Climatico della Società Italiana di Geologia Ambientale, intervenendo sugli eventi di Ischia. In questo anno horribilis 2022, peraltro come previsto già in Estate, il rischio climatico ha continuato ad imperversare sull’intero territorio nazionale. Dopo un inverno eccezionalmente siccitoso, un accenno di riequilibrio termodinamico in primavera, un estata calda quasi come quella del 2003, con un mare termicamente paragonabile e quello tropicale, non poteva che verificarsi un autunno ricco di fenomenologie meteorologiche aventi magnitudo molto elevate ma spesso statisticamente non eccezionali”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Franco Arminio a Bari per il festival “Le Terre di dentro”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Bari. Giovedì 1 dicembre Apertura: 18.30 al teatro Purgatorio di Bari in Via Pietrocola, 19 per il festival multidisciplinare “Le Terre di Dentro”, promosso dall’associazione Vitainmoto e realizzato con il contributo Patrocinio della Regione Puglia del Comune di Bari – Assessorato alle Culture, interverrà il poeta, scrittore e paesologo Franco Arminio. Il Festival, giunto alla quarta edizione, attraverso la formula che coniuga Arte, Scienza, Filosofia, Multimedialità, la Bellezza, racconta complessità del nostro tempo. La manifestazione si articola in 3 sezioni che intercettano e contribuiscono ad alimentare le nuove frontiere dell’immaginario: “Visioni di futuro”, ovvero lezioni magistrali su visionari scenari del possibile e nuove frontiere dell’Umano; “Hybrid paths”, progetto multimediale d’arte visiva e performativa; “Mediterraneo Europa Futuro” per raccontare il Mare nostrum come luogo delle trasformazioni alla ricerca di nuove inclusive e sostenibili possibilità. “Attraverso diversi linguaggi – afferma Pasquale Leone, presidente dell’associazione – poniamo interrogativi riguardo alle sfide del contemporaneo, nel campo della politica, della filosofia, della cultura e della società nel suo complesso, provando a definire parole impegnative come Futuro, identità, responsabilità. Per questo abbiamo voluto la presenza di grandi Maestri del pensiero contemporaneo come Franco Arminio”. L’incontro-spettacolo con il poeta, scrittore e paesologo Franco Arminio sarà incentrato sul tema della guerra e sul suo lavoro editoriale “Quest’anno poche rose in Ucraina”, una riflessione grazie all’utilizzo di poesie e sonetti, in maniera cruda ma tremendamente reale. Noto per raver accontato i piccoli paesi d’Italia descrivendo con estrema realtà la situazione soprattutto del Mezzogiorno d’Italia, l’autore qui parla di una guerra che fa morti e feriti e produce uno sfinimento sempre più grande. È come se il mondo fosse soffocato in un abito di piombo, fatto di armi e norme. L’appuntamento sarà preceduto, alle 18.30, dall’intervento del fotografo e scrittore Luigi Ottani, con il progetto “Shooting in Sarajevo”, diario personale di un conflitto nel cuore dell’Europa, realizzato sul campo dal giornalista e fotografo, che da questo tragica storia parte per parlare di Kiev e di quanti questa guerra sono costretti a subirla.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

GAM: Perché investire in titoli MBS garantiti da ipoteca?

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Commento a cura di Tom Mansley, Investment Director per le strategie MBS e ABS di GAM. I titoli garantiti da ipoteca (MBS) hanno subito una profonda trasformazione dopo la crisi finanziaria globale, oggi rappresentano quasi il 25% del mercato del reddito fisso negli Stati Uniti e sono una fonte di rendimento meno volatile. Le nuove norme e le condizioni di credito più rigorose introdotte a seguito della crisi finanziaria globale hanno migliorato la qualità di credito dei mutui ipotecari.Per gli investitori che vogliono costruire un portafoglio veramente diversificato nel reddito fisso globale, ci sono alcuni aspetti dei titoli MBS garantiti da ipoteca statunitensi che potrebbero renderli appetibili agli occhi degli investitori non americani. Può sembrare sorprendente che gli MBS siano in effetti il secondo segmento del mercato obbligazionario statunitense dopo i titoli del Tesoro. Infatti, rappresentano circa il 25% del mercato del reddito fisso negli Stati Uniti. A nostro giudizio, ci sono numerose ragioni per prendere in considerazione i titoli MBS USA. Considerato che i mutui ipotecari rappresentano una componente così ampia del mercato obbligazionario statunitense, è difficile avere una presenza rilevante in questo mercato se si escludono i mutui ipotecari. Gli MBS possono offrire rendimenti più alti dei titoli del Tesoro con scadenza analoga. E questo vale per i titoli agency di più alta qualità, ma anche per le emissioni non agency. Una delle ragioni del rendimento più alto è il rischio di estinzione anticipata e il rischio di reinvestimento correlato all’MBS. Nel caso di Ginnie Mae, Freddie Mac e Fannie Mae, tale rendimento maggiorato è correlato a un rischio di credito minimo o nullo. La qualità di credito elevata abbinata alle dimensioni ampie e alla gamma eterogenea di investitori fa sì che il mercato MBS statunitense sia generalmente molto liquido. Nonostante le preoccupazioni per l’inflazione e la prospettiva di una recessione, crediamo che i titoli MBS abbiano le potenzialità di superare la tempesta. Questo perché crediamo che i consumatori americani siano in grado di resistere bene grazie alla domanda robusta nel mercato del lavoro e al tasso di risparmio elevato durante la pandemia. Il tasso di disoccupazione ad agosto era del 3,5%, secondo noi, ciò dovrebbe consentire alla Federal Reserve di intervenire con decisione senza mettere in grande difficoltà il mercato del lavoro e il credito al consumo. Inoltre, il mercato MBS continua a essere favorito dalla domanda robusta di abitazioni e dai bassi indici di disponibilità che, a nostro giudizio, difficilmente diminuiranno mentre c’è carenza di abitazioni. (abstract by http://www.verinieassociati.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GAM: Quali sono stati i principali insegnamenti della COP 27?

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

A cura di Stephanie Maier, Global Head of Sustainable and Impact Investment di GAM Investments. Le aspettative sulla COP 27 non sono state così elevate rispetto a quelle della COP 26 di Glasgow. Le ragioni sono molteplici e includono il conflitto tra Ucraina e Russia e la crisi energetica che ne è derivata, nonché il contesto più generale dell’inflazione. Una delle maggiori preoccupazioni in vista dei negoziati implicava che il clima sarebbe stato messo in secondo piano dai leader globali. Affrontare il cambiamento climatico dipende in modo significativo dagli impegni e dalle politiche dei governi. Alla COP 26 era stato indicato che i Paesi avrebbero dovuto ripresentarsi con obiettivi più solidi e ambiziosi. I Contributi determinati a livello nazionale (Nationally determined contribution, NDC) prima della COP 26 stimavano un riscaldamento di 2,4 gradi Celsius. Gli obiettivi rafforzati o migliorati prima della COP 27 sono stati pochissimi e gli obiettivi aggiuntivi che sono stati raggiunti sono stati minimi e non hanno cambiato il quadro di valutazione di 2,4 gradi, come indicato dal Climate Action Tracker.Tuttavia, è positiva la posizione secondo cui l’accelerazione della decarbonizzazione è fondamentale per affrontare gli attuali problemi di sicurezza e di costo dell’energia. L’Unione Europea ha assunto un forte impegno ad accelerare la transizione verde per ridurre la dipendenza dal gas russo nel suo piano REPowerEU di maggio. Il primo ministro del Regno Unito, Rishi Sunak, ha dichiarato che “la sicurezza climatica va di pari passo con la sicurezza energetica” nel suo discorso alla COP 27. Il discorso del Presidente degli Stati Uniti Biden dell’11 novembre, sulla scia di risultati delle elezioni di mid-term migliori del previsto, ha lanciato un forte grido d’allarme sul clima. Sotto l’ex presidente Trump, gli Stati Uniti erano in gran parte assenti dal dibattito sul clima, ma stiamo assistendo ad un loro ritorno in una posizione di leadership. Durante l’estate, gli Stati Uniti hanno anche approvato l’Inflation Reduction Act, finora sottovalutato. La normativa avvalora la tesi che gli Stati Uniti considerano la decarbonizzazione un’opportunità economica e di mercato. Riteniamo che gli Stati Uniti debbano fare molto di più in termini di clima. Dopo il cambio di governo, anche l’Australia è tornata a parlare di clima. Riteniamo che l’attuale crisi dovrebbe portare a un’accelerazione della transizione energetica e a un’azione da parte di più settori in relazione alla decarbonizzazione.Una delle grandi questioni sollevate alla COP 26 era stata la mancata erogazione dei 100 miliardi di dollari di finanziamenti per il clima promessi dai Paesi sviluppati. I finanziamenti per il clima sono importanti perché sono necessari investimenti su larga scala da parte del settore pubblico e privato per affrontare sia la riduzione delle emissioni sia l’adattamento all’impatto negativo che stiamo già sperimentando.Alla COP 26 erano stati fatti diversi annunci relativi al metano, alla cessazione della deforestazione e ad alcune iniziative specifiche sull’agricoltura e sull’approvvigionamento di veicoli elettrici. In generale, il profilo del settore privato alla COP 27 è stato più basso. Tuttavia, la COP 27 è servita come pietra miliare per fornire aggiornamenti sullo stato di avanzamento di una serie di importanti iniziative, come l’iniziativa Net Zero Asset Manager (NZAM) sulla prossima serie di obiettivi intermedi per il 2030 e la Net Zero Banking Alliance. Queste iniziative vengono esaminate da una società civile più ampia e stiamo assistendo alla traduzione di alcuni di questi impegni in obiettivi e piani più specifici.Complessivamente, non c’erano grandi aspettative sulle decisioni a seguito della COP 27; ora, vi sono invece timori sulla mancanza di ambizione del documento finale della conferenza; il tutto è servito a porre l’accento sui finanziamenti al riscaldamento globale, sulle perdite e i danni del cambiamento climatico. A dicembre si terrà a Montreal il vertice sulla biodiversità della COP 15 e si spera che questo possa rappresentare un “momento di Parigi” per la biodiversità, in cui si vedranno molti dei quadri regolamentari e delle iniziative che abbiamo osservato per il cambiamento climatico anche per la biodiversità. Si riconosce molto di più la necessità di concentrarsi sui sistemi alimentari, che sono chiaramente molto dipendenti sia dal cambiamento climatico sia dalla natura e dalla biodiversità. L’alimentazione e l’agricoltura stanno già subendo l’impatto di un clima più rigido, ad esempio le alte temperature e la siccità in Europa durante l’estate hanno avuto un impatto sui raccolti.L’ultima cosa da notare sulla COP 27 è che c’è stato un annuncio da parte del gruppo di lavoro delle Nazioni Unite con l’Organizzazione internazionale delle commissioni sui valori mobiliari (International Organisation of Securities Commission, IOSCO) di istituire un organismo che verifichi la credibilità degli obiettivi Net Zero in risposta a una più ampia preoccupazione sul greenwashing e sulla possibilità di vedere l’attuazione degli impegni. Non sono stati forniti molti dettagli su come ciò potrebbe avvenire, ma ciò sottolinea la necessità e la volontà di un maggiore controllo sul modo in cui sia i Paesi che le aziende stanno attuando i propri impegni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove sfide per lo sviluppo socioeconomico dei territori

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Da Ustica riparte la volontà di tutti i sindaci delle piccole isole della Sicilia di unirsi per affrontare in sinergia le nuove sfide per lo sviluppo socioeconomico dei territori. E’ questo, in sintesi, il messaggio lanciato dai primi cittadini delle piccole isole, nel corso di una riunione che si è svolta ieri nella sala del Consiglio comunale di Ustica, a cui hanno partecipato, oltre al primo cittadino dell’isola Salvatore Militello, i sindaci Vincenzo Campo (Pantelleria), Domenico Arabia (Santa Marina Salina), Riccardo Gullo (Lipari) e Vito Vaccaro (vice sindaco Isole Egadi); collegati da remoto Clara Rametta (sindaco di Malfa), Giacomo Montecristo (Leni) e Filippo Mannino (Lampedusa e Linosa).I sindaci hanno espresso la volontà di costituire in sinergia un’Associazione per superare i gap legati all’insularità: scuola, sistema socio sanitari, infrastrutture e trasporti; bypassare la prassi di uno sviluppo incentrato quasi esclusivamente sul turismo attraverso la valorizzazione delle tradizioni socio culturali e dei prodotti tipici di qualità ma soprattutto superare le azioni di sviluppo frazionate nelle 8 realtà comunali per ricuperare la forza di un agire comune e di un agire integrato. In prospettiva futura, i sindaci non intendono agire in un’ottica “individualista” ma in sinergia per cogliere nel migliore dei modi le opportunità e le risorse finanziarie offerte dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) 2021-2027. Nel contesto contemporaneo, le 14 piccole isole della Sicilia, comprese in arcipelaghi e gli 8 comuni, rappresentano un’eccellenza del territorio siciliano, ambite mete turistiche in virtù di un inestimabile patrimonio naturale, marino, culturale ed archeologico. Il prossimo incontro dei sindaci delle isole siciliane avrà luogo a Favignana.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli studenti universitari promuovono la mobilità gentile

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

È risaputo che muovendosi per le strade delle grandi città ci si possa imbattere in sempre più maggiori pericoli: traffico privato, mezzi pubblici, sharing mobility e migliaia di pedoni si muovono in una “giungla urbana” dove, alle violazioni del codice della strada e allo stato precario delle vie di comunicazione, si aggiunge un fenomeno più subdolo e recente, la “mobilità maleducata”, causata da stress, noncuranza e poco rispetto per sé e per gli altri. Ecco perché c’è sempre più bisogno di promuovere la “gentle mobility”: un trend globale che, alla luce dei dati emersi all’interno delle principali metropoli mondiali, consenta di potersi spostare in città in sicurezza, garantendo la cosiddetta “mobilità gentile” tra pedoni e guidatori dei diversi mezzi privati e pubblici, con tutti i vantaggi che ne conseguono sia a livello sociale sia dal punto di vista ambientale. Da Parigi a Bogotà, da San Francisco a Londra, sono decine infatti le iniziative che in giro per il mondo stanno promuovendo questo nuovo trend globale, in grado d’impattare positivamente sul tessuto urbano delle più grandi metropoli in tutto il mondo fino alle grandi città in Italia. Così a Milano, grazie all’agenzia creativa internazionale Dentsu Creative, è nato un contest tra oltre 150 studenti per promuovere la mobilità gentile attraverso una campagna di comunicazione d’impatto ad hoc.Per una mobilità più sicura e consapevole, in queste settimane si è svolta a Milano un’iniziativa virtuosa: il contest “Dentsu Creative Comes to Town” aperto agli studenti delle scuole di comunicazione e dei master nelle discipline dell’advertising di tutta Italia e promosso in collaborazione con Accademia di Comunicazione, IED Milano, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, POLI.design, ALMED – Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano e il magazine online Perimetro. Per l’occasione oltre 150 studenti sono scesi in campo con l’obiettivo d’ideare e realizzare una campagna di comunicazione dedicata alla promozione della mobilità gentile e dello spazio urbano in quanto luogo d’inclusione e rispetto. La “gentle mobility” è promossa anche da un panel di esperti che hanno stilato il galateo della mobilità gentile con 10 semplici regole da seguire per vivere più serenamente la città in sella o al volante: 1) Mettersi alla guida in condizioni psicofisiche ottimali: serenità e tranquillità sono indispensabili per salire alla guida di un mezzo. 2) Avere conoscenza e senso di responsabilità: quando si guida qualsiasi mezzo, occorre essere consapevoli di ciò che si fa, agendo nel pieno rispetto degli altri guidatori o pedoni. 3) Guidare il proprio mezzo con attenzione e prudenza: conoscere e rispettare le regole del codice stradale è fondamentale per muoversi per strada in sicurezza. 4) Preferire mezzi sostenibili: quando si viaggia, è possibile fare scelte rispettose dell’ambiente, come preferire viaggiare sui mezzi pubblici o scegliere di muoversi a piedi o in bicicletta, contribuendo così ad abbassare le emissioni nocive nell’aria. 5) Parcheggiare solo negli spazi consentiti: Non lasciare mai il proprio mezzo nelle aree non consentite; oltre a violare il codice della strada, è possibile che si intralci il cammino anche degli altri. 6) Evitare di transitare con il proprio mezzo dove non è consentito: evitare di pedalare in bicicletta sul marciapiede o passare con la macchina nelle aree pedonali; oltre a rischiare sanzioni si può incorrere in incidenti con altri pedoni o guidatori. 7) Segnalare spostamenti/cambio di corsia: la strada non è di nostra proprietà; occorre sempre segnalare agli altri quando si decide di cambiare corsia o di entrare/uscire da un posto. 8) Dare la precedenza sui mezzi pubblici: se si viaggia sui mezzi, garantire sempre la seduta alle fasce d’età più deboli come anziani, donne incinta e bambini. 9) Lasciare il mezzo in condivisione in un’area che non ostacoli la viabilità: quando si abbandona un mezzo di sharing, occorre lasciarlo in un luogo che non intralci la viabilità e che sia facilmente reperibile da un altro utente. 10) Non sporcare e non fumare se si viaggia in compagnia: sui mezzi pubblici come in auto, quando si viaggia con altri occorre fare attenzione agli spazi condivisi e non recare fastidio agli altri con le proprie azioni.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: “Quota 103, riscatto gratuito degli anni universitari”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ha rilasciato una dichiarazione all’agenzia Italia stampa sul tema pensioni: “C’è la quota 103 per andare in pensione ma noi siamo convinti che si debba raggiungere tale quota con il riscatto gratuito degli anni di formazione. Nella scuola è fondamentale questo titolo di studio e deve essere riconosciuto il riscatto gratuito per poter aderire anche a quota 103, così da poter andare in pensione senza penalizzazioni”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici, Pacifico (Udir): “Urgente nuovo concorso riservato

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Udir, ha affermato che “dopo 7 anni, serve un concorso riservato bis per dirigente scolastico, la scuola ha bisogno di altri presidi. Pensiamo alle reggenze: bisogna dire basta. E ancora, troppi contenziosi ancora pendenti e presidi licenziati: dopo che superi l’anno di prova, e lo decide anche un organo collegiale che ti valuta, è normale che si inneschi un contenzioso. Andiamo anche a toccare un altro tipo di contenzioso, quello scaturito dai concorsi 2017 e 2011. Potremmo parlare anche delle graduatorie quasi esaurite: bisogna pensare a nuovi concorsi, con urgenza”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Precariato, otto anni dalla storica sentenza Mascolo delle Corte UE

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Sono passati otto anni dalla storica sentenza Mascolo della Corte di Giustizia europea che cambiato i rapporti di lavoro nelle scuole pubbliche dell’Unione europea e condannato la mancata stabilizzazione dei docenti e Ata precari, ma anche di tutto il pubblico impiego. A seguito di quella storica sentenza, contro la reiterazione immotivata dei contratti a termine, chiarizzima espressione dei giudici europei, i tribunali del lavoro italiani hanno iniziato a condannare con costanza lo Stato a cospicue spese risarcitorie.È lunga la lista degli obiettivi centrati da Anief nel corso degli ultimi anni: riconoscimento dell’abuso dei contratti a termine fino a ulteriori 12 mensilità; gli scatti di anzianità; le mensilità estive di luglio ed agosto; il salario accessorio (RPD e CIA) per le supplenze breve e saltuarie; le ferie non godute; la carta docenti; l’ex gradone stipendiale per i neo-assunti dopo il 2011 ma con sevizio antecedente; la ricostruzione per intero del servizio pre-ruolo; la ricostruzione per intero nei passaggi di ruolo contro la “temporizzazione”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Rinnovo contratto, organico aggiuntivo, graduatorie allargate concorso Straordinario bis

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Risorse per rinnovare il contratto 2022-24 dando al personale gli aumenti promessi e valorizzarne le prestazioni, organico aggiuntivo di almeno 40mila docenti e Ata, inserire in graduatoria tutti i partecipanti al concorso Straordinario bis, bandire un corso-concorsi per dirigenti scolastici, confermare in ruolo tutti i lavoratori della scuola che hanno terminato con esito positivo l’anno di prova e sono stati poi defenestrati, a partire dai maestri con diploma magistrale: sono i primi emendamenti al decreto legge n. 176 Aiuti quater che il sindacato Anief ha predisposto e farà presentare in Parlamento per chiederne l’approvazione in fase di conversione in legge prevista a partire dal 3 dicembre, il giorno successivo alla scadenza delle istanze emendative.“Stiamo raccogliendo, anche tra il personale, le urgenze più impellenti per il bene della scuola e i suoi operatori – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – , ed una volta definite le porteremo all’attenzione dei parlamentari attraverso richieste di modifica del decreto legge 176 sulle misure urgenti di sostegno nel settore energetico e di finanza pubblica. Ai nuovi andranno aggiunti gli emendamenti già pronti, che faremo pervenire alla V Commissione Bilancio del Senato, per risolvere alcune questioni che se non affrontate porterebbero le nostre scuole pubbliche alla deriva: lo stanziamenti di risorse per la contrattazione con effetti diretti sul personale docente, Ata e Dsga, che sinora non ha avuto alcun riscontro perché anche nella Legge di Bilancio non vi sono investimenti; il ripristino dell’organico aggiuntivo per il triennio; integrare le graduatorie del Concorso straordinario bis; ridefinire un corso-concorso bis per dirigenti scolastici; confermare o reintegrare nei ruoli del personale dirigente e docente che ha superato l’anno di prova”. Il sindacato ritiene che occorrono risorse per valorizzare i Dsga, i profili professionali del personale ATA e per istituirne dei nuovi, come pure risposte per l’organico aggiuntivo e a tutti quei precari che hanno partecipato al concorso straordinario ed oggi sono esclusi dal reclutamento. Ma c’è anche dell’altro. “Con il DL 176/2022 – continua Pacifico – si sta profilando anche un nuovo bonus da 80 euro per l’anno 2022, di cui beneficeranno anche 1,2 milioni di lavoratori della scuola: pure in questo caso, però, i supplenti ‘brevi’ saranno esclusi. Per Anief questo non è logico, né legittimo e siamo pronti a dimostrarlo dinanzi al giudice: docenti e Ata, possono presentare ricorso con Anief per ottenere gli assegni mensili negati. Lo scopo è salvaguardare il diritto alla riscossione mensile della Retribuzione professionale docenti (per gli insegnanti) e il Compenso individuale accessorio (per il personale Ata)”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Valditara vuole dare autorevolezza ai docenti, ma la strada immediata non è quella del docente tutor

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Ridare autorevolezza e rispetto alla figura dell’insegnante, di pari passo con il merito. È questo uno degli obiettivi prefissati dal ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, che punta forte sul rilancio della docenza, anche attraverso la creazione di un gruppo di lavoro nominato “Autorevolezza e Rispetto” con l’obiettivo di mettere in campo strategie per ridare centralità al ruolo del docente. Il ministro, in queste ore ha detto di pensare alla figura di un docente tutor, consigliere delle famiglie, che sia formato e pagato di più, “che non lavori in ordine gerarchico. Il docente tutor in un team si prende carico di quei ragazzi che hanno difficoltà, ovviamente un docente preparato, che abbia determinate competenze”. Anief si è sempre detta aperta e possibilista ad una carriera della docenza. Prima, però, le risorse vanno tutte convogliate sull’allineamento stipendiale dei nostri insegnanti rispetto almeno alla media europea. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “occorre da subito rilanciare la professione andando a risollevare gli stipendi e chiudere definitamente l’ipotesi di rinnovo del contratto nazionale sottoscritta lo scorso 11 novembre, con arretrati tra i 1.500 e i 2.500 euro e aumenti medi superiori ai 120 euro. Sono cifre che consideriamo l’inizio di un percorso, come anche concordato il giorno prima con lo stesso ministro Valditara. Inoltre occorre valorizzare i profili professionali del personale ATA ed i Dsga. E ripristinare l’organico aggiuntivo, come pure introdurre deroghe sulla mobilità, la revisione del sistema di formazione e reclutamento, che deve portare subito e con il doppio canale alle 70mila immissioni in ruolo che ci chiede l’Europa. Sono modifiche da apportare con emendamenti al DL 176 Aiuti quater, come pure alla Legge di Bilancio”, conclude Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge Bilancio: Riparte la politica dei tagli a partire da Presidi e Dsga

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Altro che investimenti nella scuola, la nuova bozza della manovra 2023, predisposta dal Governo Meloni, all’articolo 99 del testo provvisorio sacrifica centinaia di presidenze e di posti da direttore amministrativo per aumentare il Fondo unico nazionale e pagare le reggenze. Udir, il giovane sindacato dei dirigenti scolastici, e Anief, sindacato rappresentativo del personale scolastico, reputano tutto questo inaccettabile. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir e Anief, “per valorizzare dirigenti e direttori servono risorse aggiuntive e non riduzione del personale. Pensare che reggere 4 o 20 sedi o plessi scolastici sia la stessa cosa, con plessi spesso a decine di chilometri di distanza, significa non conoscere il lavoro svolto con dignità e difficoltà da chi dirige le nostre scuole, né la complessità della gestione amministrativa, al tempo del PNRR”. Le sedi di presidenza oggi sono circa 8 mila: “Erano ben 12 mila nel 2008 prima dell’emanazione del regolamento sul dimensionamento scolastico Tremonti-Gelmini (DPR 81/09), attuativo della Legge 133/2008 e degli ulteriori tagli disposti dalla Legge 111/11 – ricorda il presidente Pacifico – , in questi anni sono stati chiusi già ben 10 mila plessi nel territorio con grave negazione del diritto allo studio e a dispetto di Comuni lasciati aperti. Nel frattempo, il carico di lavoro delle scuole dell’autonomia è notevolmente accresciuto, non in ultimo con la progettualità legata al PNRR”. Anief e Udir chiedono lo stralcio e la conferma dei 400 dirigenti scolastici e Dsga nelle scuole normo-dimensionate. Nel frattempo, nel prossimo mese di marzo si svolgerà l’udienza pubblica al Tar Lazio sul ricorso presentato dai presidi iscritti a Udir sul recupero del FUN decurtato dal 2016 ad oggi. “Si tratta di recuperare 5mila euro annui in media a dirigente scolastico: lo stesso Ragioniere generale dello Stato è stato convocato dal tribunale amministrativo per spiegare il motivo del mancato ripristino delle risorse tagliate dopo l’intervento cautelare del Consiglio di Stato”, conclude Pacifico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno sulle nuove sfide dell’oncologia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Roma martedì 29 novembre, alle ore 11, presso il Palazzo della Regione Lazio (Sala Tevere, Via Cristoforo Colombo 212, ulteriori info su planhealth.it). Un convegnodal titolo “Dalla prevenzione dei tumori all’importanza della diagnosi e del trattamento precoce”, i cui lavori, moderati da Carla Bruschelli (Specialista in Medicina Interna, Ricercatrice clinica, Docente di Metodologia Clinica presso l’Università La Sapienza di Roma), si avvieranno con l’introduzione di Roberto Ieraci (Responsabile scientifico Campagna di Vaccinazione Regione Lazio). A seguire, previsti gli interventi di Alessio D’Amato (Assessore alla Sanità Regione Lazio), Walter Ricciardi (Board Cancer Europeo), Alessandra Barca (Dirigente Area Prevenzione Direzione Sanità Regione Lazio), Francesco Cognetti (Presidente FOCE e Coordinatore del Forum delle Società Scientifiche dei Clinici Ospedalieri e Universitari Italiani FoSSC), Marco Marchetti (Responsabile Health Technology Assessment), Marina Panfilo (Policy & Communication Director, MSD Italia),Marina Cerimele (Direttore Generale IFO Regina Elena). I progressi della scienza stanno fortemente modificando il paradigma della prevenzione oncologica, oltre che della presa in carico e del trattamento precoce del paziente. Previsti, tra gli altri, gli interventi di Alessio D’Amato (Assessore alla Sanità della Regione Lazio), Walter Ricciardi (Board Cancer Europeo) e Francesco Cognetti (Presidente FOCE)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

II Lectura Catulli Parmensis

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Parma. E’ stata organizzata dal Laboratorio “Centro Studi Catulliani” dell’Università di Parma, che si terrà martedì 29 novembre alle 14.30 nell’Aula Ferrari del Plesso D’Azeglio. E’ stata organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC, Unità di Antichistica. L’iniziativa avrà per protagonista Alfredo Mario Morelli, docente di Lingua e letteratura latina all’Università di Ferrara, studioso di Catullo noto a livello nazionale e internazionale, referee ordinario del Laboratorio «Centro Studi Catulliani». L’edizione di quest’anno fa seguito alla prima, del dicembre 2021, nella quale Giuseppe Gilberto Biondi, Professore emerito dell’Università di Parma, direttore della rivista «Paideia» e del Laboratorio «Centro Studi Catulliani» dell’Ateneo, parlò di Catullo elegiaco, un archetipo della cultura europea. La Lectura è rivolta anche a docenti, studentesse e studenti delle Scuole secondarie di secondo grado e a tutte le persone interessate. La Lectura rientra fra le iniziative valide per la formazione e l’aggiornamento docenti della piattaforma S.O.F.I.A.: ID iniziativa formativa 77567 – ID edizione formativa 114463. Le iscrizioni sono aperte fino al 28 novembre 2022.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19 identificato un bersaglio e un potenziale farmaco per bloccare la diffusione del virus

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

Uno studio pubblicato su Nature Communications indica che una proteina “chaperone” nota come GRP78, svolge un ruolo essenziale nella diffusione di SARS-CoV-2. I ricercatori avevano già dimostrato che quando avviene l’infezione da SARS-CoV-2, GRP78, che normalmente aiuta a regolare il ripiegamento di altre proteine cellulari, viene dirottata in modo da lavorare con altri recettori cellulari per portare il virus all’interno delle cellule, dove può quindi riprodursi e diffondersi. «Rimanevano tuttavia dubbi sul fatto che GRP78 fosse necessario ed essenziale per la replicazione di SARS-CoV-2 all’interno delle cellule polmonari umane» spiega Amy Lee, della Keck School of Medicine della University of Southern California, Los Angeles, autrice senior dello studio. Esaminando le cellule epiteliali polmonari umane infettate da SARS-CoV-2, il gruppo di ricerca ha osservato che, man mano l’infezione virale si intensifica, le cellule infette producono livelli più elevati di GRP78. Quindi gli esperti hanno utilizzato RNA messaggero per sopprimere la produzione della proteina GRP78 nelle cellule epiteliali polmonari umane in coltura cellulare, senza interrompere altri processi cellulari. Le cellule sono state successivamente infettate con SARS-CoV-2, e hanno prodotto una quantità inferiore della proteina spike virale e rilasciato molto meno materiale in grado di infettare altre cellule, dimostrando che GRP78 è necessaria ed essenziale per la replicazione e la produzione virale. Per capire meglio se GRP78 potesse essere un buon target per trattare COVID-19, i ricercatori hanno testato sulle cellule polmonari infette il farmaco a piccola molecola recentemente identificato HA15, che lega in modo specifico GRP78 e ne inibisce l’attività, e che è stato sviluppato per l’uso contro le cellule tumorali. Ebbene, il medicinale è stato molto efficace nel ridurre il numero e le dimensioni di SARS-CoV-2 prodotto nelle cellule infette, e non ha avuto effetti dannosi sulle cellule normali. I ricercatori hanno quindi testato HA15 in topi geneticamente modificati per esprimere un recettore SARS-CoV-2 umano e infettati con il virus, scoprendo che il farmaco ha ridotto notevolmente la carica virale nei polmoni. «Questi e altri inibitori di GRP78 verranno testati come trattamenti per COVID-19, e potranno anche rivelarsi utili per il trattamento di futuri coronavirus che dipendono da GRP78 per l’ingresso e la replicazione» concludono gli autori. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gian Domenico Sebastiani è il nuovo Presidente Nazionale della Società Italiana di Reumatologia (SIR)

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2022

L’elezione è avvenuta durante il 59° Congresso Nazionale della Società Scientifica che si chiude oggi a Rimini e che ha visto la partecipazione di oltre 1.500 specialisti da tutto il nostro Paese. Nel biennio 2020/22 ha ricoperto la carica di Presidente Eletto della SIR e subentra al perugino Roberto Gerli. Il Prof. Sebastiani è nato a Ascoli Piceno nel 1958. Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università “La Sapienza” di Roma nel 1983, ha conseguito la specializzazione in Reumatologia (e poi in Medicina Interna) presso lo stesso Ateneo. Successivamente ha avviato una lunga carriera all’interno dell’Ospedale San Camillo della Capitale. Ha anche insegnato all’Università di Roma “Tor Vergata”. Attualmente è Direttore della UOC Reumatologia, Azienda Ospedaliera S. Camillo Forlanini di Roma. “Sono onorato di poter guidare la SIR per i prossimi due anni – afferma il Presidente Sebastiani -. Eredito una Società Scientifica estremamente solida e in forte crescita sia in termini di numero di iscritti che di produzione scientifica. Per il prossimo futuro vogliamo continuare a promuovere la reumatologia italiana e per questo dobbiamo affrontare grandi sfide. La prima è incrementare le diagnosi precoci delle patologie e ridurre le liste d’attesa per i pazienti. La seconda, strettamente collegata alla prima, è aumentare il numero di medici specialisti in reumatologia che ad oggi risultano carenti, soprattutto in alcune Regioni del centro-sud della Penisola. Come SIR siamo già impegnati e da diversi anni finanziamo borse di studio per studenti, ricercatori e dirigenti medici. Stiamo poi supportando attività formative in tutta Italia dedicate ai giovani colleghi. Infine, per rilanciare l’importanza del reumatologo all’interno del sistema sanitario nazionale, proseguiremo con le campagne di sensibilizzazione indirizzate a pazienti, caregiver e Istituzioni, anche attraverso Sirweb tv. Avvieremo nuovi progetti dedicati esclusivamente al pubblico laico”. “Questo è il programma che i rinnovati vertici della SIR intendono realizzare nel biennio 2022-24 – prosegue il prof. Sebastiani -. Per ottenere risultati concreti sarà indispensabile potenziare il dialogo e le collaborazioni con le Istituzioni, le associazioni di pazienti e le altre Società Scientifiche, sia italiane che straniere. Tutto questo verrà affiancato dalla consueta attività a sostegno della ricerca medico-scientifica, che da sempre contraddistingue la SIR. Dal 2014 ad oggi abbiamo avviato 8 progetti strategici di ricerca clinica ed epidemiologica, e sostenuto l’attività di 20 Gruppi di Studio che hanno ottenuto ottimi risultati e che hanno reso la SIR un punto di riferimento anche per i colleghi europei”. Sebastiani avrà al suo fianco, ai vertici della SIR, Ennio Lubrano Di Scorpaniello (Vice-Presidente), Andrea Doria (Presidente Eletto), Giuseppe Provenzano (Segretario Generale) e Roberto Gerli (Past President). I nuovi consiglieri sono: Laura Bogliolo, Roberto Bortolotti, Paola Cipriani, Fabrizio Conti, Maria Antonietta D’Agostino, Lucia Dardani, Marcello Govoni, Claudia Lomater, Angela Anna Padula,Sabrina Paolino e Enrico Tirri. Segretario alla Presidenza sarà la dottoressa Immacolata Prevete.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »