Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°33

Unc: una catastrofe! Natale in bianco

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2022

Secondo i dati provvisori di novembre resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione annua resta dall’11,8% come a ottobre. “Una catastrofe! Una sciagura! Il fatto che l’inflazione tendenziale non salga ulteriormente, non deve trarre in inganno. E’ solo un’illusione ottica, un miraggio destinato a sparire esattamente domani mattina. L’inflazione è stazionaria, infatti, solo grazie al calo dei carburanti, ma dal 1° dicembre, grazie al Governo Meloni, scatterà il rialzo di 10 centesimi delle accise su benzina e gasolio, 12,2 considerando l’Iva, con effetti nefasti sui prezzi, come avevamo subito denunciato e viene oggi confermato dall’Istat, secondo la quale l’inflazione rimane stabile proprio grazie all’andamento prezzi dei Beni energetici non regolamentati. E’ evidente che in queste condizioni avremo un Natale in bianco, una gelata sui consumi, vista la stangata che stanno già pagando le famiglie per colpa dei rincari di novembre. Già nei dati Istat di oggi sui consumi del terzo trimestre ci sono i primi segnali negativi, con la spesa delle famiglie in beni non durevoli che cala dello 0,3% sul secondo trimestre e dell’1,8% sul terzo trimestre 2021, anche se poi l’effetto vacanze ha fatto decollare il dato dei servizi, determinando un aumento complessivo dei consumi. Ora però gli italiani risentiranno del caro bollette scattato a ottobre” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Per prodotti alimentari e bevande analcoliche, che segnano un +13,6%, maggiore rispetto al 13,5% di ottobre, una famiglia pagherà in media 767 euro in più su base annua. Una batosta che sale a 1046 euro per una coppia con 2 figli, 944 per una coppia con 1 figlio. Nel caso delle coppie con 3 figli, poi, si ha una mazzata record di 1249 euro nei dodici mesi” prosegue Dona.”Per quanto riguarda l’inflazione nel suo complesso, il +11,8% significa, per una coppia con due figli, un aumento del costo della vita pari a 3968 euro su base annua, di cui 2125 per abitazione, elettricità e combustibili, 1084 per il solo carrello della spesa. Per una coppia con 1 figlio, la spesa aggiuntiva annua è pari a 3682 euro. In media per una famiglia il rincaro è di 3243 euro, 1930 per l’abitazione, 797 per il solo carrello della spesa. Il primato spetta ancora una volta alle famiglie numerose con più di 3 figli con una scoppola pari a 4459 euro, 1287 per i beni alimentari e per la cura della casa e della persona” conclude Dona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: