Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°108

Archive for the ‘Cronaca/News’ Category

News

Rossella Isoldi, stilista al femminile

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Pertosa (Salerno) La stilista Rossella Isoldi, astro nascente della moda italiana ha un proprio laboratorio nella splendida città di Pertosa, meta turistica famosa per le sue grotte e per essere stata utilizzata dai registi più importanti del panorama artistico nazionale. Rossella ha avviato un percorso artistico – culturale per consentire ai centri periferici di “stare” sul mercato, attraverso l’artigianalità, dando così un significato ancora più autentico alla filosofia del “glocal”. Il ragionamento è noto: è possibile generare moda nei centri periferici evitando la banalità ed il ricorso al conosciuto? La globalizzazione dice di sì, ma la realtà è sembra più ostica nell’accettare i cambiamenti e accentra l’attenzione su quelle che restano come le capitali di questo settore: da Milano a Parigi, senza dimenticare New York. Ma se la moda deve essere sinonimo di unicità allora bisogna avere la forza di andare oltre il comune sentire: artisti, pittori, scultori o cantanti che siano, preferiscono molte volte sfuggire alle metropoli, per non assimilarsi agli standard, per non essere soggiogati dalle logiche di mercato, per il semplice piacere di creare. Il tratto della matita è così del tutto simile allo scalpello che plasma il marmo o al pennello che colora il paesaggio. Lavorando nella sua Pertosa in provincia di Salerno, Rossella Isoldi ha voluto ricreare le stesse atmosfere. Le stoffe, i materiali e gli accessori sembrano parti confuse di un puzzle che s’incastrano poi alla perfezione per dare forma e sostanza non solo all’abito unico ed elegante, ma ad un progetto che genera stupore: un perfetto prodotto finale da artista autentico.Rossella Isoldi, sia come stylist, ma soprattutto come donna, è perfettamente cosciente di come un abito sia una sorta di specchio dell’anima. Uno “stargate” dell’essere più profondo. La perfezione del taglio e l’originalità dell’idea si uniscono quasi in simbiosi alla femminilità nella sua essenza più autentica. L’unicità dello stare bene, del sentirsi perfettamente a proprio agio sono i meccanismi che regolano il movimento, per fare in modo che pensiero ed azione non siano divergenti.Nel laboratorio, aperto ventiquattro ore su ventiquattro grazie al sito http://www.rossellaisoldi.it, la giovane stilista disegna e realizza abiti esclusivi con l’obiettivo di valorizzare la persona, i gusti e la fisicità, nel valore supremo dell’eleganza. Ogni donna è così in grado di esprimere ciò che è senza omologarsi, lasciando trasparire la propria personalità, non seguendo ma anticipando le tendenze nella semplice intuizione dell’evidenziare il proprio io. È il rinnovamento dello stile che si materializza ascoltandone le esigenze. Nel processo creativo ritorna dunque lo spazio per la riflessione e per lo studio: la moda è così personale e personalizzabile.www.rossellaisoldi.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Robert Capa Retrospective”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Palermo, Real Albergo dei Poveri 25 aprile – 9 settembre 2018 mostra “Robert Capa Retrospective” dedicata alla figura di spicco del fotogiornalismo del XX secolo, in occasione delle celebrazioni dei 70 anni dalla fondazione di Magnum Photos. Robert Capa (Budapest, 22 ottobre 1913-Thai Binh, Indocina, 25 maggio 1954), è lo pseudonimo di Endre Friedmann, inventato nel 1936 insieme alla compagna Gerda Taro.
La rassegna è promossa dall’Assessorato Regionale ai beni culturali e all’identità siciliana in occasione di Palermo Capitale della Cultura 2018 ed è organizzata da Civita in collaborazione con Magnum Photos, e la Casa dei Tre Oci.
Il progetto curatoriale di Denis Curti, fa fede alla mostra originariamente curata da Richard Whelan. La rassegna, presenta 107 fotografie in bianco e nero, che il fotografo, fondatore di Magnum Photos nel 1947 insieme a Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David “Chim” Seymour e William Vandivert, ha scattato dal 1936 al 1954, anno della sua morte in Indocina, per una mina anti-uomo. Eliminando le barriere tra fotografo e soggetto, le sue opere raccontano la sofferenza, la miseria, il caos e la crudeltà della guerra. Gli scatti, divenuti iconici – basti pensare alle uniche fotografie (professionali) dello sbarco in Normandia delle truppe americane, il 6 giugno 1944 – ritraggono cinque grandi conflitti mondiali del XX secolo, di cui Capa è stato testimone oculare. «Se la tendenza della guerra – osserva Richard Whelan, biografo e studioso di Capa – è quella di disumanizzare, la strategia di Capa fu quella di ri-personalizzare la guerra regi­strando singoli gesti ed espressioni del viso. Come scrisse il suo amico John Steinbeck, Capa “sapeva di non poter fotografare la guerra, perché è soprattutto un’emozione. Ma è riuscito a fotografare quell’emozione conoscendola da vicino, mostrando l’orrore di un intero popolo attraverso un bambino».L’esposizione si articola in 12 sezioni: Copenhagen 1932, Francia 1936-1939, Spagna 1936-1939, Cina 1938, Gran Bretagna e Nord Africa 1941 – 1943, Italia 1943 – 1944, Francia 1944, Germania 1945, Europa orientale 1947, Israele 1948-1950, Indocina 1954. La mostra si conclude con una sezione dedicata ai Ritratti di amici e artisti: Gary Cooper, Ernest Hemingway, Ingrid Bergman, Pablo Picasso, Henri Matisse, Truman Capote, John Huston, William Faulkner, Capa stesso insieme a John Steinbeck, e infine un ritratto del fotografo scattato da Ruth Orkin nel 1951.La mostra comprende una sezione speciale dedicata alle fotografie scattate da Capa in Sicilia. Il fotografo era giunto qui nel luglio del 1943 imbarcato su una nave che portava rifornimenti e fungeva da copertura per l’avanzata della Settima Armata del generale George D. Patton. Le truppe americane spingevano verso Palermo, dove trovarono ad accoglierle la popolazione esultante per la fine dell’occupazione tedesca. Infine sarà messa a disposizione di tutti i visitatori, inclusa nel biglietto di ingresso, una audioguida in italiano e in inglese, con cui seguire tutto il percorso espositivo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European dermatologists discuss the newest therapies and innovations on skin health

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Barcelona More than 800 dermatologists and professionals related to skin health from all around Europe have gather in the 11th Skin Academy, organized by Almirall in Barcelona (Spain), a highly regarded and established medical dermatology forum focused on the Science of the skin. Attendees discussed about the newest skin health therapies and the latest innovations for psoriasis, skin cancer, infectious and inflammatory skin diseases as well as the most recent studies and their relevance to clinical practice.
Prof. Dr. Diamant Thaçi, M.D., Professor of Dermatology and Venereology at Comprehensive Center for Inflammation Medicine (CCIM) from University Medical Center Schleswig-Holstein in Lubeck (Germany), Chairman of the 11th Skin Academy, pointed out the importance of this sort of medical meeting where renowned experts share their expertise about the challenges and innovations related to the Science of the skin.
Scientific innovations in different skin health diseases were evaluated, whereas psoriasis was remarked including the news about fumaric acid esters (FAE) or how to apply translational medicine strategies to treat psoriasis.
The meeting provided perspectives on conventional systemic treatments that still represent a mainstay for the treatment of psoriasis. In this class of substances, FAEs are an established treatment, with long-term clinical experience in Germany. FAEs are currently an option as a first line therapy in the EU psoriasis guidelines. In 2017, the European Commission gave its positive opinion on dimethyl fumarate (DMF), which is being launched throughout Europe.
Concerning biologic treatments for this disease, different classes were presented in the sessions of the Forum, including the novel class of IL-23 inhibitors. Experts insisted on the importance of a better understanding of the pathogenesis of psoriasis, and researching treatments with an improved safety profile to reach unmet needs in the long-term management of patients.
This medical meeting also aimed to introduce new useful tools under evaluation for assessing actinic keratosis (AK) severity like the “Actinic Keratosis Area and Severity Index” (AKASI). Recent evidence on AK therapies was also presented and experts assessed the available evidence of comparative efficacy of topical and ablative treatments, the use of combination therapies, and potential future treatments in development.A faculty of international experts also reviewed the international guidelines, which vary in their recommendations as to whether all lesions require treatment, beyond advice on photoprotection, as there is clear evidence that AKs are markers for skin cancer.
Other hot topics were discussed such as dermoscopy in nail conditions, challenges in diagnosis of onychomycosis, new therapies for hair loss, latest news on acne vulgaris and rosacea, immunopathogenesis in atopic dermatitis and cosmetic procedures for dermatologic conditions.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Developer conference internazionale sullo sviluppo dei video games

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Roma 4-6 maggio – Cinecittà Studios Via Tuscolana, 1055 dalle ore 9:30 alle ore 18:30 – 4 lectio magistralis, 13 talk e 5 workshop sui temi più interessanti nel campo della creazione videoludica, fra i quali machine learning, AI, VR, algoritmi, networking, game design, level design, lavoro di squadra, grafica 3D, programmazione. I Cinecittà Studios, all’interno del Rome VideoGameLab, ospiteranno l’evento interamente dedicato alla creazione dei videogiochi.
Così AIV – Accademia Italiana Videogiochi, ha chiamato a raccolta oltre 25 tra i più prestigiosi nomi del settore provenienti da 3 continenti e 11 paesi, oltre 35 tra i migliori titoli del momento, con l’obiettivo di promuovere creatività e conoscenza nell’anno europeo del Patrimonio Culturale.I maggiori esponenti della gaming industry – provenienti da 15 studi di sviluppo fra i quali Blizzard, Ubisoft ed Electronic Arts – metteranno la loro esperienza al servizio di sviluppatori emergenti, rendendosi disponibili per delle portfolio review.
Tra gli ospiti Andrea Pessino (Ready At Dawn), Réka Sugar (Electronic Arts), Craig Morrison (Blizzard), Tom Isaksen (Ubisoft), Ayi Sanchez (MachineGames), Arno Schmitz (Guerrilla Games). E dal panorama italiano Maurizio Gabrieli (Conservatorio di Santa Cecilia), Fabio Polimeni (Play2Speak), Diego Ricchiuti (Techland, Affinity Project), Tommaso Bonanni (Caracal Games), Daniele Angelozzi (ZBrush Evangelist) insieme a molti altri professionisti dal mondo della grafica 3D e della programmazione.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“1000 Beats: European Drum & Percussion Academy”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Selinunte dal 28 al 30 aprile 2018 al Parco Archeologico “Ben 1000 artisti di fama mondiale ma anche studenti e professori di Conservatori di tutto il mondo in arrivo a Selinunte per il “1000 BEATS, EUROPEAN DRUM & PERCUSSION ACADEMY” , evento unico nel panorama mondiale. Tutti insieme, provenienti da Paesi e culture diverse, suoneranno nel cuore della Civiltà Antica. Lo scenario serale sarà quello dei Templi. Percussionisti e batteristi saranno a Selinunte per lezioni e laboratori musicali e non mancheranno numerosi eventi collaterali con il coinvolgimento di tutta Selinunte. L’ultima sera il Gran Concerto tutti insieme in un’unica grande orchestra per il Canto alla Pace ”.
“Per gli amanti del ritmo: studenti e professori dei Conservatori, artisti di fama mondiale o anche semplici appassionati disposti a lasciarsi emozionare dal tamtam dei tamburi e dalle melodie della marimba si tratta di un evento molto atteso – ha proseguito Emanuel Patrigno – ed infatti trasformeremo il piccolo borgo di marinai di Selinunte in un “Villaggio Globale”, uno scambio interculturale tra i musicisti nella veste di turisti e la gente del posto, una grande cerimonia laica come già avveniva ai tempi dei greci che usavano accompagnare con strumenti percussivi i raduni religiosi sulla collina orientale dei templi. Il 28 al Tempio di Hera, poi il 29 ed il 30 al Baglio Florio per gli eventi che inizieranno già dalle ore 18, ma anche Jam sessions nei pub della borgata marinara sino a notte tarda. Dunque i musicisti che arriveranno da vari paesi africani, asiatici, del mondo occidentale, suoneranno nei pub della borgata marinara sino a notte tarda, ma saranno protagonisti di meravigliose esibizioni nel Parco Archeologico di Selinunte”.
“Per ben tre giorni lezioni accademiche tenute dal percussionista indiano TrilokGurtu, cinque volte vincitore del Downbeat Critics Poll come miglior percussionista al mondo e candidato per i BBC World Music Awards, dal marimbista greco Thedor Milkov, dal batterista tedesco Benny Greb e dall’italiano Simone Rubino per il set percussion – ha continuato Partigno ma anche laboratori di perfezionamento in Body Percussion con Marzia Grazia Armaleo del Conservatorio di Messina ed in Rullante classico con Gert Mortensen della Royal Academy of Music di Copenmaghen. Poi tutte le sere, alle ore 18 i concerti aperti al pubblico in programma al Baglio Florio. Il 30 suoneranno insieme tutti i musicisti. Di notevole spessore è il Comitato Accademico. Tra i membri Bernhard Wulff del Conservatorio di Friburgo in Germania, lo stesso Mortensen e due direttori artistici siciliani quali Luca Bruno e Nino Errera”.
Un grande evento Patrocinato dal Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani e dal Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano e dalla Royal Danish Conservatory of Music di Copenaghen.
A Selinunte arriverà anche la Batucada per le vie della borgata marinara, guidata dal gruppo di percussionisti Trinatakùm di Mazara del Vallo. Si tratta di una sfilata di tamburi tipica della samba del carnevale brasiliano e fa riferimento ad uno stile percussivo influenzato dalla musica e cultura africana.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra di Ileana Florescu dal titolo Le stanze del Giardino

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Roma Giovedì 26 aprile ore 19 Accademia di Francia a Roma Villa Medici presentazione e dialogo sulla mostra di Achille Bonito Oliva, Roberto Mancini, Lucia Tomasi Tongiorgi, Cristiano Leone ore 20 inaugurazione, ingresso libero.
Le stanze del Giardino si inserisce nel progetto di Muriel Mayette-Holtz, direttrice dell’Accademia di Francia a Roma-Villa Medici, di valorizzare e raccontare il patrimonio artistico e culturale dell’istituzione attraverso lo sguardo attento e la sensibilità degli artisti contemporanei.A cura di Cristiano Leone, l’esposizione presenta diciassette light-box, strutture quadrangolari nelle quali l’artista mescola arte e natura, muovendo da una serie di fotografie legate alla vita del cardinale Ferdinando de’ Medici durante la sua permanenza a Roma, dal 1577 al 1588. Fil rouge delle opere, tutte concepite appositamente per l’occasione, è il tema del giardino: Ileana Florescu ha infatti riprodotto diciassette planimetrie reali di aiuole, tratte dal Libro di compartimenti di giardini della fine del XVI secolo di Giuseppe Casabona, botanico al servizio del granduca Francesco I de’ Medici e, successivamente, di Ferdinando.
Nel complesso, per la composizione delle light-box sono state impiegate trecentonovantasette fotografie, scattate dall’artista non solo a Roma – a Villa Medici, a Palazzo Margherita, a Palazzo Barberini, a Palazzo Rospigliosi Pallavicini e nel Giardino Segreto di Villa Borghese – ma anche, come spiega Cristiano Leone “a Pisa all’Orto Botanico e al Duomo; a Firenze in Piazza Santissima Annunziata, ai Giardini di Boboli, alla Loggia dei Lanzi e nel Museo del Bargello; in Sardegna, nel Maine, a Roccantica, a Migliarino Pisano, alla Torre di Bellosguardo, i luoghi delle peregrinazioni più personali di Ileana Florescu”.
Il percorso espositivo si snoda negli storici appartamenti di Villa Medici, includendo l’atelier Balthus, lo Studiolo e la Gipsoteca. Come in un racconto visuale, in ogni light box, dietro le griglie dei progetti dei giardini rinascimentali, si scoprono personaggi e scenari legati alla storia della Villa, metafore, simboli e miti che stuzzicano la curiosità dello spettatore. Figura chiave è il porporato Ferdinando de’ Medici, mecenate che contribuì a rendere Villa Medici un gioiello dell’architettura rinascimentale e che scelse l’artista fiorentino Jacopo Zucchi, tra i più grandi rappresentanti del tardo manierismo, per dare un nuovo volto all’istituzione.
In uno dei suoi tableaux-giardino, Ileana Florescu rielabora proprio il ritratto che Zucchi fece al cardinale, mentre in altri l’artista esplora i temi, a lui connessi, del collezionismo, della passione per le scienze naturali e per l’artigianato di lusso, dell’amore proibito, degli inganni di potere.Nei lavori in mostra si individuano il botanico Giuseppe Casabona; l’avvenente figlia del “gran cardinale” Alessandro Farnese, Clelia Farnese, ritenuta l’amante del cardinal Ferdinando e protagonista della rivalità tra le due famiglie per la supremazia sociale delle casate; Maometto II, conquistatore di Costantinopoli, e Cristoforo Colombo, due personaggi che influenzarono la cultura rinascimentale europea ispirando artisti e scrittori, i cui ritratti erano originariamente collocati nel Grand Salon di Villa Medici. Diversi i riferimenti alle opere d’arte della collezione di Ferdinando de’ Medici, trasferite a Firenze in seguito alla sua ascensione al trono di granduca di Toscana: tra queste, l’originale della famosa statua di Mercurio del Giambologna, le statue delle Sabine, Atena, Bacco, alcuni dipinti che si trovavano nel Grand Salon, tessuti preziosi del XVI secolo, piante ornamentali e medicinali dell’epoca, utilizzate ancora oggi.
Accompagna la mostra un catalogo realizzato in collaborazione con la casa editrice Electa-Mondadori, che contiene un ampio apparato iconografico e testi di Achille Bonito Oliva (critico d’arte e curatore), Roberto Mancini (docente di Storia moderna), Lucia Tongiorgi Tomasi (storica dell’arte) e Cristiano Leone, curatore dell’esposizione.Per la prima volta nella storia dell’istituzione, il pubblico sarà accompagnato nel percorso della mostra da un’applicazione multimediale con la voce narrante di Remo Girone. L’allestimento è realizzato da Mekane su progetto di Massimo d’Alessandro.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto di Manuel Barrueco

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Roma sabato 21 aprile alle 17.30 per la stagione della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti Manuel Barrueco, il principe della chitarra, torna all’Aula Magna dell’Università “Sapienza”.
Barrueco è considerato uno dei più grandi virtuosi della chitarra di oggi in ambito classico, forse il più grande. “Un musicista superiore” (New York Times), “magico” (Los Angeles Times), “un musicista raffinato, un aristocratico della chitarra” (Dallas Times) sono solo alcune definizioni coniate per lui dalla stampa internazionale.
La sua intensa attività lo porta nelle più importanti capitali della musica, da New York a Los Angeles, da Londra a Berlino, da Hong Kong a Tokyo. Torna con regolarità a Roma, atteso da un pubblico affezionato che aumenta ogni anno. Suona con grandi orchestre sinfoniche e con illustri direttori (Seiji Ozawa, Esa-Pekka Salonen, Franz Welser-Möst) così come con musicisti jazz (il celebre chitarrista Al Di Meola) e rock (Steve Morse dei Deep Purple e Andy Summers dei Police). Il suo disco “Cuba!” è stato definito “uno straordinario risultato musicale” dal San Francisco Chronicle, mentre l’incisione del “Concierto de Aranjuez” di Rodrigo con Placido Domingo come direttore è stata definita “la migliore registrazione di quest’opera” da Classic CD Magazine. Ha vinto più volte il Grammy e il Latin Grammy.Nato a Santiago de Cuba, Barrueco iniziò a suonare ad orecchio la chitarra a otto anni e frequentò poi il Conservatorio della sua città natale. Trasferitosi negli USA nel 1967, continuò gli studi a Miami e a New York e li concluse al prestigioso Peabody Conservatory di Baltimora, dove oggi insegna a sua volta. In tale sua duplice formazione sta forse il segreto di questo musicista colto e popolare allo stesso tempo, che si fa amare per la naturalezza e l’immediata e spontanea comunicativa ma anche ammirare per il gusto, l’eleganza, lo stile.Tutte le sue qualità avranno modo di rifulgere in un programma che spazia attraverso cinque secoli, dal Cinquecento al primo Novecento – da Milán ad Albèniz passando per Sor e Bach – e si presenta dunque come una vetrina della più bella musica per chitarra, in originale o in trascrizioni dello stesso Barrueco. Mediapartner Instituto Cervantes di Roma

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra dell’artista bielorusso Andrei Shchurok “Il dono della tenerezza”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Mantova. Dal 21 aprile al 10 maggio 2018 la Galleria Arianna Sartori di Mantova, nella sede di Via Cappello 17, ospiterà la mostra dell’artista bielorusso Andrei Shchurok “Il dono della tenerezza”. La mostra, promossa dall’Associazione Forum per i diritti dei bambini di Chernobyl onlus di Mantova, si inaugurerà Sabato 21 aprile alle ore 18.00 alla presenza dell’artista.
Questa è la seconda esposizione per Andrei Shchurok nella città di Mantova, che segue la personale “Jazz&Paint” realizzata alla Casa di Rigoletto nel 2010.Andrei concepisce la pittura come un’arte aperta, la tecnica per lui deve limitarsi a soddisfare un primissimo interesse estetico ma un artista deve esprimersi “rompendo” ciò che vede per ricostruirlo attraverso l’anima.«L’arte di Andrei Shchurok offusca gli spigoli della percezione, catturando i processi di trasformazione delle forme di questo mondo ai livelli di materia ed energia sottili. La loro interpretazione, inconsapevole della solita “prima” attenzione, forma un’immagine della realtà umana, ma l’artista rende cosciente l’inconscio, diventando un co-autore dei processi stabili invisibili che hanno luogo nell’universo planetario. Allo stesso tempo, il pittore non invade la realtà con il bisturi della ragione, vediamo in sostanza un’arte contemplativa che rappresenta un’interazione armoniosa con la realtà. Guidato dalla spontaneità creativa, l’artista appare co-creatore degli elementi dell’universo, poiché la sua attività osservativa è in armonia con il mondo.Allo stesso tempo, la maggior parte dei dipinti non possono essere definiti paesaggi nel senso abituale di un pubblico di massa. La creatività di Andrei Shchurok collega lo stato della realtà naturale con lo stato dell’anima dell’artista, e viaggia attraverso i luoghi del mondo fisico diventando vagabondaggi concomitanti attraverso i mondi della coscienza individuale. È così che si realizza la realizzazione dell’espressione per l’unità dell’uomo e dell’universo cercata da molti.In piena conformità con la sua natura del viaggiatore, la cui massima espressione archetipica è l’immagine del Viaggiatore, Andrei Shchurok ammette prontamente che la sua arte è definita “strana”, sottolineando che anche questo è un complimento. È nelle immagini “strane” che mostrano le peculiarità del percorso spirituale e la singola gnosi del loro creatore che si può scoprire costantemente qualcosa di nuovo per se stesso, tale arte ha un valore reale e, secondo l’artista, non si annoia mai. Una caratteristica distintiva del processo creativo di Andrei Shchurok è che, confondendo i confini della percezione condizionata, non è in conflitto con la realtà e non si sforza di ricrearla intenzionalmente, esistendone armoniosamente: “Non sono un artista manifesto. L’arte è organica per la mia vita. Mi piace la lotta con la tela o, al contrario, quando il processo creativo procede facilmente”».

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

67° Congresso Nazionale Fuci

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Reggio Calabria. Si svolgerà da giovedì 3 maggio a domenica 6 maggio 2018, nella città di Reggio Calabria, il 67° Congresso Nazionale della F.U.C.I. – Federazione Universitaria Cattolica Italiana, dal titolo “RigenerAZIONE – Universitari confusi, connessi, innovativi”. A quindici giorni dall’inizio dei lavori, la FUCI presenta il programma del prossimo Congresso Nazionale, occasione unica per confrontarsi tra giovani studenti universitari, provenienti dai maggiori Atenei italiani, per discutere e riflettere insieme su una tematica che sta accompagnando in questo anno sinodale la riflessione della Chiesa, i giovani e il rapporto con la fede, e approfondire maggiormente una categoria che vede la FUCI interessata da vicino: gli Universitari. Dopo l’apertura dei lavori tramite le voci dei Presidenti Nazionali, Gabriella Serra eGianmarco Mancini, ad accompagnare i giovani studenti nella sessione inaugurale di giovedì 3 maggiopresso l’Aula Magna “Antonio Quistelli”nell’Università Mediterranea, ci sarà la prolusione a cura di S.E. Rev.ma Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Seguiranno gli approfondimenti del Prof. Dario Eugenio Nicoli, Professore a contratto di Sociologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.
La giornata di venerdì 4 maggio presso l’Aula Magna “Antonio Quistelli”sarà, invece, dedicata ad una Tavola rotonda, in cui ci si confronterà sugli tre aspetti fondamentali della tematica, identità-alterità, tecnologia e vocazione, tramite gli interventi di tagli differenti a cura del Prof. Franco Garelli, Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e Sociologia della religione presso l’Università degli Studi di Torino, di Don Armando Matteo, Professore straordinario di Teologia fondamentale presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma, e di Prof. Adriano Fabris, Professore ordinario di Etica della Comunicazione e di Filosofia morale presso l’Università di Pisa. Modererà la Tavola rotonda la Dott.ssa Ilaria Meli, Dottoranda di Scienze Sociali. A seguire nel pomeriggio i ragazzi saranno impegnati presso le aule del Castello Ruffo di Scillanei gruppi di lavoro sui temi proposti, per poter portare attraverso le tesi congressuali il contributo dei lavori della Federazione all’esterno, nella Chiesa, in Università e in Società.Il tutto culminerà, sabato 5 maggioe domenica 6 maggionell’Università Mediterranea presso l’Aula Magna “Ludovico Quaroni”,nel momento più importante per la vita democratica della FUCI, quello dell’Assemblea Federale,che vedrà coinvolti tutti i fucini a confrontarsi e lavorare per arricchire la proposta della Federazione. Per maggiori dettagli sull’evento, sui temi e sui relatori che vi prenderanno parte, visitate il nostro sito ww.fuci.net e la pagina facebook ufficiale della Federazione Universitaria Cattolica Italiana.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cristiani e Musulmani in cammino nel carisma dell’unità

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Castel Gandolfo (RM) dal 19 al 22 aprile 2018. Se ne parlerà sabato 21 aprile dalle ore 16 alle ore 19, nel corso dell’evento “Insieme per dare speranza. Cristiani e Musulmani in cammino nel carisma dell’unità”, promosso dal Movimento dei Focolari, che vedrà la partecipazione di circa 600 persone da 23 nazioni, di fede cristiana e musulmana.
In un contesto sociale segnato, soprattutto in Occidente, dalla paura del diverso, dal pregiudizio e dalla diffidenza che erige muri e da una narrativa che alimenta lo scontro e la separazione, la testimonianza di un impegno condiviso fra cristiani e musulmani uniti per la pace, la solidarietà, lo sviluppo, l’armonia fra persone di fedi, culture e tradizioni diverse, lancia un messaggio controcorrente e getta semi di speranza.
Vivere insieme nella concordia, nel rispetto, nella solidarietà e nella pace si può. E anche lavorare insieme è possibile, condividere obiettivi comuni e cooperare per raggiungerli, senza indebolire la propria identità e il proprio patrimonio di valori, ma nel confronto leale e schietto rafforzando la conoscenza reciproca e il rispetto, privilegiando ciò che unisce rispetto a ciò che divide.
Un cammino che viene sollecitato dal carisma dell’unità di Chiara Lubich, fondatrice dei Focolari, e che in esso trova la sua spinta propulsiva. Nel suo discorso nella Moschea Malcolm X di Harlem (New York), il 18 maggio 1997, Chiara, che stringeva con l’Imam Wallace Deen Mohammed e con la comunità mussulmana presente un patto per lavorare insieme per la pace e l’unità, disse: “Ho sperimentato qui una profonda fraternità. È qualcosa di straordinariamente bello che non può essere che opera di Dio. Egli ci ha fatto veramente una sola famiglia per i suoi piani”. E sui fondamenti di questo cammino di comunione spiegò: “La benevolenza, la compassione, o almeno la non violenza, sono presenti in varie religioni. È comune a quasi tutte, anche se con versioni diverse, la cosiddetta Regola d’oro: “Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”. Basta questa Regola d’oro per garantire il nostro legame d’amore con ogni prossimo, e basterebbe quest’amore per comporre l’umanità in una sola famiglia”.
Nel solco di quella esperienza e delle iniziative per il dialogo islamo-cristiano che nacquero in vari Paesi, l’incontro prossimo a Castel Gandolfo vuole essere un nuovo passo nel cammino verso la fraternità universale, un segno di speranza per l’umanità.
“L’educazione religiosa è attenzione alla pace”, afferma Adnane Mokrani, docente alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Istituto di studi arabi e d’islamistica (PISAI) e presidente del Cipax, che sarà presente al convegno. “In questa prospettiva non ci deve essere separazione ma solidarietà, collaborazione, unità tra gli uomini di diverse fedi che sono chiamati a lavorare insieme per il bene comune dell’umanità, a servire tutti senza distinzione”.
Per il teologo Piero Coda, Preside dell’Istituto universitario Sophia di Loppiano (FI): “Il disegno di Dio sull’umanità è un disegno di pace, di amore e di unità” e “in tutte le religioni è insita una vocazione alla pace”. E ancora: “questa via del dialogo è la via maestra per essere fedeli al messaggio di Gesù e per contribuire all’unità della famiglia umana”.
In questo spazio aperto interverranno tra gli altri Maria Voce, Presidente del Movimento dei Focolari, il Cardinal Jean-Louis Pierre Tauran, Presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, Abdullah el Radwan, Responsabile del Centro Islamico Culturale d’Italia, Izzedin Elzir, Imam di Firenze e presidente UCOII, Piero Coda, Preside dell’Istituto Universitario Sophia, Mohammad Shomali, direttore del Centro islamico di Londra. Numerose le esperienze di dialogo e collaborazione feconda che saranno raccontate in questo spazio, come frammenti di unità da moltiplicare.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World Jewish Congress presents Israeli President Reuven Rivlin

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

'Declaration of the Jewish Diaspora_sJERUSALEM – The World Jewish Congress (WJC) on Tuesday hand-delivered to Israeli President Reuven Rivlin its official “Declaration of the Jewish Diaspora’s Commitment to the State of Israel on the Occasion of the 70th Anniversary of the Establishment of the State of Israel,” signed by the leaders of 83 Jewish communities around the world and members of the WJC Steering Committee.
The World Jewish Congress initiated and adopted this unprecedented declaration on behalf of its affiliated communities on six continents, as a manifesto of Diaspora Jewry’s “immense pride and admiration for Israel’s remarkable and inspiring achievements over the course of the past seven decades” and as a pledge of its “steadfast and unwavering support for Israel as the nation state of the Jewish people and its centrality to the Jewish people.”
World Jewish Congress President Ronald S. Lauder said: “The World Jewish Congress, representing 100 Jewish communities on six continents, is deeply committed to the State of Israel and its citizens. This manifesto is a declaration of our promise to continue to defend and promote the Jewish state, and to stand by and assist in ensuring its bright and secure future”. The declaration, designed in the format of Israel’s original Declaration of Independence, was delivered to Israeli President Reuven Rivlin by a World Jewish Congress delegation led by WJC CEO Robert Singer and representatives of the WJC’s flagship program, the WJC-Jewish Diplomatic Corps – the future leaders of Jewish communities worldwide. Upon accepting the declaration, Israeli President Reuven Rivlin said: “At the root of our relationship as the Jewish people there is one simple, absolute understanding that must prevail: our mutual responsibility for one another; our commitment to the security, liberty, and welfare of every member of our people. This commitment must be stronger than any disagreement. We have the challenge of cementing the ties between us as a value that stands beyond any debate. Our relationship must always stand at the heart of Jewish existence, a mission that is part of the State of Israel’s commitment to the Jewish people. I am pleased to accept this moving declaration, a simple proof of this mutual responsibility that we must never forgo.”
The full Declaration will be issued to the public on Wednesday, the eve of Israel’s 70th Independence Day.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musica 4.0 Al teatro Olimpico Shine on! The Pink Floyd Opera

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Roma 22 aprile 2018 Teatro Olimpico ore 21.00 Piazza Gentile da Fabriano, 17 al teatro Olimpico arriva Shine on! Pink Floyd, passione senza tempo. Un mito percorso da intere generazioni. Gli Animals Pink Floyd sono una tribute band speciale che ripercorre la stessa filosofia della band britannica e si accosta quasi perfettamente al loro modo di stupire il pubblico con perfomance memorabili. A premiarli l’affetto del pubblico che li segue ovunque e dopo il grande successo dello scorso anno con Obscured by Clouds, gli Animals Pink Floyd, in collaborazione con Momento Danza, mettono in scena uno spettacolo unico il 22 aprile ore 21 al teatro Olimpico:Shine on! The Pink Floyd Opera, che racconta l’evoluzione dei Pink Floyd dal 1967 ad oggi.
L’epopea di una band che ha cambiato per sempre la storia del rock ed ha segnato i tempi, verrà ripercorsa dagli Animals Pink Floyd in un’indimenticabile esperienza di rock-art, che coniuga musica live, performance teatrali della compagnia Teatranti tra tanti, coreografie danzanti a cura di Fabio Massimo Casavecchia, il tutto sotto l’attenta regia di Stefano Viezzoli.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caccia al tesoro automobilistica “Passito Reis”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Torino. La Pro Loco di Caluso e quelle di quattordici centri vicini ripropongono per domenica 22 aprile la caccia al tesoro automobilistica “Passito Reis”, alla scoperta dei luoghi del Canavese, patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino. Sarà una giornata dedicata al divertimento, alla risoluzione di indizi e alla conquista del tesoro, che si concluderà alle 19 con una serata enogastronomica organizzata dalle Pro Loco del territorio nell’area mercatale di Caluso. Durante la giornata, nell’ambito della manifestazione “L’oro è in Campagna”, si terranno anche esibizioni del gruppo di ballo “Danseur del Pilon” accompagnati da un organetto di Barberia e da musicisti folk. L’associazione “La Cà Granda” proporrà gli antichi mestieri del tempo che fu. Alle 12 ci sarà il “Pranzo del contadino”. Per l’intera giornata, alle 10 alle 18, sarà possibile partecipare a laboratori didattici ispirati alla cultura materiale contadina con le aziende del territorio e con gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto Ubertini. Adulti e bambini potranno partecipare al battesimo del cavallo con la scuderia “Lo Sperone” di Gassino Torinese e a dimostrazioni di falconeria proposte da “Il mondo nelle ali”.
La caccia al tesoro vedrà occupati i soci e i volontari delle Pro Loco di Caluso, Barone, Candia, Cuceglio, Foglizzo, Mazzè, Montalenghe, Orio Canavese, Romano Canavese, San Giorgio Canavese, San Giusto Canavese, Strambino, Vialfrè e Vische. I vari equipaggi, composti da un massimo di cinque persone dovranno affrontare varie prove e scoprire vari indizi per arrivare al tesoro. Al termine ci sarà una premiazione per tutti, con un premio di consolazione per ogni equipaggio, 100 euro al terzo equipaggio in classifica, 200 al secondo e 300 all’equipaggio vincitore. I premi saranno buoni acquisto da spendere nei negozi calusiesi. L’iscrizione costa 40 euro per ogni equipaggio.
fonte: http://passitoreis.altervista.org/

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Divorce and low socioeconomic status carry higher risk of second heart attack or stroke

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Sophia Antipolis. Heart attack survivors who are divorced or have low socioeconomic status have a higher risk of a second attack, according to research from Karolinska Institutet, Stockholm, Sweden, published today in the European Journal of Preventive Cardiology, a European Society of Cardiology journal. Previous studies have shown that low socioeconomic status is associated with a first heart attack, but these findings could not be extended to heart attack survivors to calculate their risk of a second event.This study enrolled 29,226 one-year survivors of a first heart attack from the SWEDEHEART-registry and cross-referenced data from other national registries. Socioeconomic status was assessed by disposable household income (categorised by quintiles) and education level (nine years or less, 10–12 years, more than 12 years). Marital status (married, unmarried, divorced, widowed) was also recorded in the study.Patients were followed up for an average of four years for the first recurrent event, which was defined as non-fatal heart attack, death from coronary heart disease, fatal stroke, or non-fatal stroke.The study found that divorce and low socioeconomic status were significantly associated with a higher risk of a recurrent event. Each indicator was linked with recurrent events.
After adjusting for age, sex, and year of first heart attack, patients with more than 12 years of education had a 14% lower risk of a recurrent event than those with nine or fewer years of education. Patients in the highest household income quintile had a 35% lower risk than those in the lowest quintile.
Unmarried and widowed patients had higher rates of recurrent events than married patients, but the associations were not significant. Study author Dr Joel Ohm, a PhD student at Karolinska Institutet, said the proportions of unmarried and widowed patients in the study may have been too small for the link to be statistically significant. However, he said: “Marriage appears to be protective against recurrent events and aligns with traditional indicators of higher socioeconomic status, but conclusions on the underlying mechanisms cannot be drawn from this study.” In a subgroup analysis by sex, unmarried men were at higher risk of recurrence and unmarried women were at lower risk. “These findings should be interpreted cautiously,” Dr Ohm warned, “This was a subgroup analysis and we cannot conclude that women are better off being single and that men should marry and not divorce. Unmarried women had a higher level of education compared to unmarried men, and this difference in socioeconomic status may be the underlying cause.”
The subgroup analysis by sex also found that higher household income was associated with a lower risk of recurrent events in men, but there was no association in women. Dr Ohm said this could be due to the lower proportion of women in the study (27%), since the age cutoff for inclusion was 76 years and women are generally older than men when they have a first heart attack. In addition, the difference between the lowest and highest quintiles of household income is likely to be greater when men have a first heart attack because they and their spouse are still of working age.The study did not investigate reasons for the association between socioeconomic status and recurrent events. Numerous factors that are difficult to measure may be involved, such as diet and exercise habits throughout life and even genetic factors. In theory, unequal access to healthcare and compliance with treatment regimes could play a role. Of these two, compliance appears to be a bigger issue, since most treatments were prescribed equally to all income groups and adjusting for treatment did not change the association between socioeconomic status and recurrent events.“The take-home message from this study is that socioeconomic status is associated with recurrent events,” said Dr Ohm, “No matter the reasons why, doctors should include marital and socioeconomic status when assessing a heart attack survivor’s risk of a recurrent event. More intense treatment could then be targeted to high risk groups.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Two 17th Century Bronze Masterpieces from ‘The Court of the Sun King’ Louis XIV of France

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

London – From the Court of King Louis XIV of France, the ‘Sun King’, Christie’s announces two of the most significant sculptures to come to the market in recent years. A unique rediscovered masterpiece by Louis XIV’s Royal sculptor François Girardon, Louis XIV on Horseback, Paris, circa 1690-1699, is believed to be the lost sculpture from the artist’s own collection, depicted in the famous engraving of the Galerie de Girardon (estimate: £7-10 million, illustrated right). Hercules Overcoming Acheloüs, circa 1640-50 by Florentine sculptor Ferdinando Tacca (1619-1686), was a gift from Louis XIV to his son, the Grand Dauphin, in 1681, remaining in the Royal collection until the Revolution (estimate on request: in the region of £5 million, illustrated left). Both works attest to the significance of Louis XIV as a connoisseur collector, celebrating the very best art from France and beyond. The works will go on view at Christie’s New York in April (the Girardon now until 20 April and both works together from 28 April to 9 May); Hong Kong (24 to 28 May) and London (30 June to 4 July), ahead of being sold in the London Exceptional Sale on 5 July during Classic Week, in July 2018.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Parigi i ferrovieri francesi contro il neoliberismo di Macron

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

“Convergence des luttes” è la parola d’ordine con la quale la CGT ha organizzato una giornata di scioperi, proteste e cortei in tutta la Francia contro le politiche e le strategie neoliberiste di Macron, con ben 133 manifestazioni che hanno punteggiato il paese dal Nord al Sud. A trascinare la lotta sono i ferrovieri della SNCF – i primi entrati nel mirino degli ardori privatizzatori dell’Eliseo – giunti già all’ottavo giorno di sciopero dei 36 indetti da tutte le sigle sindacali contro le riforme di Macron, ma la giornata della rabbia ha portato in piazza tra gli altri anche i dipendenti della Sanità e delle Poste. L’Unione Sindacale di Base su invito della CGT è presente oggi alla manifestazione partita alle 14 dalla stazione di Montparnasse con destinazione Place d’Italie, per portare la solidarietà in prima persona ai lavoratori francesi esposti ai diktat neoliberisti di Macron e dei suoi sodali.
Altissima è stata l’adesione allo sciopero degli “cheminots”: viaggiano un solo Tgv su tre e due soli convogli regionali su cinque. Alla giornata di mobilitazione si sono aggiunti anche gli studenti, mentre i lavoratori del comparto energetico stanno pianificanzo azioni di appoggio allo sciopero dei ferrovieri.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Unión de Periodistas Árabes condena la triple agresión contra Siria

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

La Unión de Periodistas Árabes condenó la triple agresión contra Siria, y manifestó su solidaridad con Siria.En un comunicado, dijo que la Unión siguió muy preocupada la triple agresión occidental contra el territorio sirio la madrugada del sábado pasado, que atacó centros científicos, y de investigación, y posiciones militares, exigió iniciar una investigación internacional al respecto.La Unión expresó su solidaridad con el pueblo sirio contra la agresión que tuvo lugar antes de esperar el resultado de la visita de los expertos de la OPAQ a la ciudad de Douma. La Unión de Periodistas Árabes exigió a la comunidad internacional asumir sus responsabilidades para alcanzar una solución política a la crisis, con el fin de detener el derrame de la sangre siria, y garantizar la soberanía del territorio sirio. (font: Sana la Agencia Arabe Siria de noticias)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma la finale regionale dei Giochi della Chimica

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Parma sabato 21 aprile, alle ore 9.30, al Nuovo Polo Didattico dell’Università di Parma in via Kennedy (angolo vicolo Santa Maria) si svolgerà la finale regionale dei “Giochi della Chimica”.
Alla gara, valida per la selezione della rappresentativa italiana che parteciperà alla cinquantesima edizione delle Olimpiadi internazionali della Chimica (in programma a Bratislava e Praga dal 19 al 29 luglio), parteciperanno 167 allievi provenienti da più di 10 istituti di istruzione superiore.Quest’anno la regione Emilia-Romagna guadagna il primo posto in Italia come numero di partecipanti, con un totale di 809 allievi provenienti da 50 scuole.I Giochi della Chimica, patrocinati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), sono stati inseriti dal MIUR tra le iniziative di valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie superiori.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le collezioni di Daniela Moretti a “Fucina Madre”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Matera dal 21 al 25 aprile. Il suo laboratorio è la sua terra, le mura entro le quali forgia sono rappresentate dal vento, dalla forza dell’acqua e dal sole. La creatrice di gioielli contemporanei Daniela Moretti è figlia della Basilicata, patria di cultura e di arte, ma anche di fatiche e sacrifici. Elementi che si riscoprono in ogni opera e che non sfuggono all’occhio attento dell’osservatore che, nella simbologia, ritrova i significati della genesi.
Ed è esattamente nel compimento di questo percorso che la designer originaria di Rionero in Vulture (Pz), parteciperà all’edizione 2018 di “Fucina Madre”. Si tratta, nello specifico, di un progetto turistico integrato, nato per far conoscere e promuovere la grande tradizione artigiana della Basilicata, che affonda le sue radici nella pratica millenaria del “saper fare”. Nello splendido paesaggio lucano, tra borghi arroccati e città d’arte, l’inventiva e l’ingegno entrano in contatto non solo con chi ha desiderio di conoscenza, ma anche con lo scenario incantato di Matera, dichiarata “Patrimonio dell’Umanità”. È la Capitale Europea della Cultura 2019, infatti, ad accogliere le ramificazioni di questo evento così particolare. Daniela Moretti sarà presente dal 21 al 25 aprile con una propria collezione nell’area dedicata all’”Expò dell’artigianato e del design”, declinando a suo modo le sfumature di una regione che vive nell’abbraccio di due mari un rapporto quasi simbiotico con la natura.«È innegabile – evidenzia la Moretti – che l’artigianato, inteso nel senso più nobile del termine, è una contaminazione perfetta tra ideazione e manualità: con il saper inventare e il saper produrre si contribuisce ad impreziosire il luogo in cui si opera e la comunità in cui si sviluppato il singolo essere artista. Ed è esattamente da questo punto di vista che il lavoro diventa sinonimo di offerta turistica, considerato la modalità in cui l’arte trasforma il territorio in destinazione. Nel corso di questi anni – il mio brand è stato lanciato ufficialmente sul mercato solo due anni addietro – ho tenuto sempre bene in mente cosa significa nascere e crescere in Basilicata e partecipando a “Fucina Madre” sono pronta a rendere la mia testimonianza: i gioielli che presento a Matera sono un atto d’amore verso la terra della luce».

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro Palladium: dalla ‘Fedra’ di Seneca

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Roma Venerdì 20 aprile 2018 – Ore 21 Teatro Palladium – Università Roma Tre Piazza Bartolomeo Romano 8, spettacolo liberamente tratto da Fedra di Seneca di e con Maria Elena Curzi e Alessandra De Luca videoarte e foto Adriano Pucciarelli musiche originali Roberto Ribuoli costumi Arianna Pioppi e Medea Labate disegno luci Francesco Ciccone voce fuori campo Daniele Di Matteo foto di scena Matteo Nardone. Prezzi spettacoli: intero € 15 / ridotto € 10 / studenti € 5.
Uno spettacolo che mette in campo una riflessione su qualcosa di primitivo ma che ci appartiene tuttora: il tema della perdita, dell’abbandono, della mancanza, degli affetti scomparsi e poi ritrovati in altra forma, distrutti in frammenti e poi ricuciti nei ricordi, della violenza, della solitudine, della paura. Questo è Klamata kardìa liberamente ispirato alla Fedra di Seneca. Lo spettacolo, in programma il 20 aprile al Teatro Palladium nella sezione “Laboratori in scena”, è risultato dell’impegno che la Fondazione Roma Tre Teatro Palladium sta mettendo in campo in progetti sperimentali presentati da giovani autori ed interpreti.
“Si tratta di qualcosa che appartiene all’uomo primitivo, alla tragedia classica, al canto delle prefiche che ha un sapore antico e primigenio, ma anche a noi – affermano le curatrici. “Il ritmico risuonare del battito dei nostri cuori dentro e fuori di noi fa da continua base di sostegno, e dà il tempo alla vita: la materia prima con cui il teatro si confronta.
Eména mu dispiàcesse, kéccia-mu, ma satti icusa i sperazziuna (A me dispiacque, piccola mia, quando ho sentito le campane a morto). Così inizia una delle nenie che intonavano in griko le prefiche salentine non troppi anni fa, ripresa poi dal documentario Stendalì – Suonano ancora di Cecilia Mangini, con testi di Pierpaolo Pasolini. Partendo da questa nenia e dal racconto mitologico della morte di Ippolito, Klamata kardìa – Il pianto del cuore ci mette davanti a un dolore da accettare. Senza sconti, senza cedere al consolatorio. Ce ‘nna clàssome na clàssome /na mi’ pposéssome macata (dobbiamo piangere e piangere/ senza mai riposo), continuano a dirci le prefiche, nella consapevolezza che solo l’essere attraversati fino in fondo da questo dolore ne può permettere il superamento. Ippolito lotta contro un mostro, così come fece suo padre Teseo. Ma questa volta il mostro vince. Il suo corpo viene fatto a brandelli, impossibili da ricucire insieme. Forse però qualcosa resta intatto in chi rimane, il ricordo d’un gesto d’una sillaba”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »