Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Archive for the ‘Estero/world news’ Category

world news

VI edición del Foro Hotusa Explora

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Durante su intervención, Reyes Maroto ha destacado que el turismo “es un pilar clave sobre el que construir el modelo de país que queremos y será, sin duda, una prioridad de nuestra agenda política”.El presidente de Grupo Hotusa, Amancio López, ha remarcado la educación, la ciencia y la tecnología como puntos fuertes del turismo y como “retos y objetivos de nuestro sector para elevar el nivel competitivo”.El alcalde de Madrid, José Luis Martínez-Almeida, ha hablado del fuerte compromiso de Madrid con el turismo gracias a las diferentes fortalezas que la tiene la ciudad: “la oferta turística y los hoteles en Madrid sigan creciendo”.La ministra de Industria, Comercio y Turismo del Gobierno de España, Reyes Maroto ha sido la encargada de inaugurar oficialmente la sexta edición de Hotusa Explora, el Foro de Innovación Turística organizado por Grupo Hotusa, que hoy tiene previsto reunir a más de 1.000 personas a lo largo de la jornada celebrada en el Auditorio Norte de IFEMA. La vicepresidenta segunda del Congreso de los Diputados, Ana Pastor, será la encargada de clausurar esta edición de Hotusa Explora, un encuentro que se ha consolidado como una cita de referencia en el calendario de eventos de FITUR.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Regional security in the Middle East: exchange of views with Adel Al Jubeir

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Bruxelles Tuesday 21 January, 17.45 – 18.30 CET European Parliament’s Antall building, room 2Q2. Saudi Arabia’s Minister of State for Foreign Relations Adel Al Jubeir will address MEPs in the Foreign Affairs Committee.His intervention will be followed by an exchange of views with Members of the Committee. The discussions are expected to focus on the latest political developments in the Middle East, sparked by increased tensions between Iran and the US, as well as other current challenges in the region.Mr Al-Jubeir, a career diplomat, assumed his current office in December 2018 and has previously served as his country’s foreign minister and ambassador to the United States.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Internal Market and Consumer Protection Committee

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Bruxelles. Wednesday 22 January 2020, 9.00 – 12.30 and 14.30 – 17.30 Thursday 23 January 2020, 9.00 – 11.00 Antall building, room 4Q1. The Internal Market and Consumer Protection (IMCO) Committee will vote on a resolution addressing several challenges arising from the rapid development of Artificial Intelligence (AI) technology and automated decision-making, in particular those related with consumer choice. Services and goods using AI bring with them the risk of consumers being misled, discriminated against or even harmed, for example in relation to differentiated pricing or to automated professional services carried out without human oversight.
MEPs want to ensure that only non-biased data is used in automated decision-making processes.The committee will also assess whether the existing EU product safety and liability rules need to be adapted to cover new AI-enabled products and services, in order to ensure free movement in the single market and that consumers are protected and receive compensation if harm occurs.- Competition policy – annual report 2019 – rapporteur from the lead Economic and Monetary Affairs Committee: Stéphanie Yon-Courtin (Renew, FR) – adoption of a draft opinion by the Internal Market Committee in letter form
The aim of the hearing is to hear the views of stakeholders (business and consumers associations) and academia on the need to review the Product Liability Directive and on related challenges in the new digital age. It would allow participants to present their views on whether the overall liability regime is adequate to facilitate the uptake of the new technologies, and to address the matter from different perspectives.It will also offer the opportunity to hear the Commission’s conclusions of its evaluation work and results achieved in the expert group on liability and new technologies together with a presentation of further plans in this regard.The implications and new challenges for liability legislation brought by digitisation, the Internet of Things (IoT), Artificial Intelligence (AI) and cybersecurity are among the issues to be addressed in the hearing. The Product Liability Directive, adopted in 1985, gives consumers the right to claim compensation for damage caused by defective products.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caso di Huma Younus

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Svolta storica per il caso di Huma Younus e per tutte le ragazze cristiane rapite e convertite forzatamente all’Islam in Pakistan. Come riferisce ad Aiuto alla Chiesa che Soffre l’avvocato della 14enne cattolica, Tabassum Yousaf, questa mattina i due giudici dell’Alta Corte del Sindh, Muhammad Iqbal Kalhoro e Irshad Ali Shah, hanno chiesto al poliziotto incaricato delle indagini di condurre in aula Huma nel corso della prossima udienza che è stata fissata per il 3 febbraio. Se ciò dovesse accadere, sarà la prima volta che una vittima di conversione forzata testimonierà in tribunale. La vicenda della giovane rapita il 10 ottobre scorso ha già visto altri due importanti primati: si tratta di un primo caso di conversione e matrimonio forzato che giunge dinanzi ad un’Alta Corte pachistana e della prima volta in cui si chiede l’applicazione del Child marriage restraint act, legge che vieta i matrimoni con minori entrata in vigore nel 2014 in Sindh e finora mai applicata.«Fino ad oggi nessuna famiglia era riuscita a chiedere giustizia – spiega l’avvocato Yousaf – perché i cristiani sono poveri e poco istruiti e non hanno i mezzi necessari per l’assistenza legale. Nel loro dramma i genitori di Huma sono stati fortunati, perché Aiuto alla Chiesa che Soffre si è fatta carico di tutte le spese legali. Altrimenti non saremmo potuti arrivare a questo punto». Il sostegno di ACS ha inoltre permesso di affiancare alla Yousaf, che segue il caso pro bono, anche un avvocato musulmano della Corte Suprema, Mujahhid Hussein. La sua esperienza, unita alla sua fede islamica, può fare la differenza.Tuttavia non sarà facile riportare a casa Huma, anche a causa della corruzione e della connivenza delle forze di polizia con i rapitori. «Stamattina in aula – riferisce l’avvocatessa – il funzionario incaricato delle indagini Akhtar Hussain ha riferito che lo scorso 9 gennaio Huma è stata convocata al tribunale di primo grado per firmare una dichiarazione in cui afferma di essere maggiorenne. Né io, né i genitori ne eravamo al corrente, e simili procedure non potrebbero avvenire in assenza di entrambe le parti. È chiaro come la polizia stia aiutando il sequestratore».Se il rapitore, il musulmano Abdul Jabbar, sostiene soltanto a parole che la ragazza sia maggiorenne, i genitori di Huma hanno fornito in aula altri due documenti che ne attestano la minore età: un attestato della scuola e il certificato di battesimo della parrocchia cattolica St. James di Karachi. Entrambi i documenti portano la data di nascita di Huma: 22 maggio 2005.
In attesa della prossima udienza, i genitori di Huma lanciano attraverso ACS l’ennesimo accorato appello: «Faccio appello alla comunità internazionale e ai grandi mezzi di comunicazione. Vi chiedo di alzare la voce in difesa di Huma. Mia figlia ha 14 anni, se vostra figlia di 14 anni stesse subendo tutto questo, voi che cosa fareste, quanto soffrireste? Considerate la nostra bambina come se fosse vostra figlia. Aiutateci per favore!».

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dahua Technology Unveils Core Product Launch for 2020

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Dahua Technology, a world leading video-centric smart IoT solution and service provider, unveils its 2020 core product launch at Intersec Dubai including the over-coax technology advancement HDCVI 6.0, AI (WizSense/WizMind) and Full-color technology which enables outstanding performance under extreme low light conditions, enabling and accelerating the AIoT transformation.
A longtime leader in HDCVI realm that offers great convenience, unparalleled quality and least cost, Dahua Technology launches HDCVI 6.0. Featuring 4K real-time (30fps live view), AI coding, two-way talk and enhanced AI, HDCVI 6.0 provides a superior visual experience where tiny details are captured with better clarity in a large monitoring coverage. Focused on human and vehicle, it significantly improves the streaming quality compared with H.265. Real-time communication allows users to warn off intruders and verify actual situations. Moreover, enhanced AI brings new possibilities to HDCVI 6.0.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terrorismo in Germania

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 gennaio 2020

Dopo l’attentato del dicembre 2016 in un mercatino di Berlino, il livello di allerta si è alzato senza più riabbassarsi. Sono numerose, infatti, le operazioni antiterrorismo ordinate dalle autorità tedesche per tentare di arginare quella che appare come una vera e propria deriva.Ultima in ordine di tempo, quella effettuata nei distretti berlinesi di Hellersdorf, Hohenschönhausen, Spandau e Köpenick, a Ludwigsfelde nel Brandeburgo, a Hagen nella Renania settentrionale-Vestfalia e ad Arnstadt in Turingia.Il blitz della polizia tedesca ha portato all’arrestato di cinque ceceni, di età compresa dai 23 ai 28 anni, che secondo le indagini stavano preparando attentati, uno nei quali alla Nuova Sinagoga di Berlino: l’edificio si trova sull’Oranienburger Strasse, una strada del centro città. Venne costruita nel XIX e fu distrutta durante la Seconda guerra mondiale, per poi esser ricostruita – anche se solo parzialmente – negli Anni 90.La presunta cellula terroristica, sotto osservazione delle autorità tedesche dal settembre 2019, aveva girato numerosi filmati attorno al luogo di preghiera ebraico.Secondo le prime ricostruzioni, la polizia tedesca è intervenuta solo dopo che i presunti terroristi pensavano di esser riusciti ad aggirare i controlli. La sensazione di poter agire in sicurezza e passare quindi alla fase operativa del piano si è ritorto contro ai cinque ceceni, che sono stati arrestati dalle forze dell’ordine di Berlino.Il blitz, avvenuto martedì scorso, è l’ennesima conferma della penetrazione del terrorismo islamico in Germania e del pericolo che corrono gli ebrei del paese, stretti nella morsa dell’antisemitismo sia di natura islamica che di natura relativa all’estrema destra.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pelosi rallenta l’impeachment: guai per McConnell e Trump?

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 gennaio 2020

By Domenico Maceri. “Non c’è nessuna possibilità che il presidente sarà rimosso dalla sua carica”. Queste le parole di Mitch McConnell, senatore del Kentucky e presidente della Camera Alta. McConnell si riferiva agli articoli di impeachment approvati dalla Camera che alla fine sono stati consegnati al Senato come richiede la Costituzione.Non è la prima volta che McConnell esprime una simile posizione esplicitamente di parte. In precedenza aveva addirittura dichiarato che stava preparando il processo con la “piena coordinazione” dei legali della Casa Bianca. McConnell, da senatore e adesso giurato nel processo, ha già deciso che il presidente Donald Trump è innocente e per questo stava programmando un processo sbrigativo per mettere la spinosissima questione da parte.Avendo sentito le dichiarazioni di McConnell, Nancy Pelosi, speaker della Camera, si era rifiutata inizialmente di mandare immediatamente gli articoli di abuso di ufficio e ostruzione approvati dalla Camera. Si credeva che la speaker avesse deciso di non mandare gli articoli al Senato per togliere a Trump la possibilità di assoluzione, mantenendo la macchia dell’impeachment sulle spalle del 45esimo presidente. Alla fine, però, sotto pressione di senatori democratici, la Pelosi ha ceduto e ha mandato gli articoli al Senato, includendo, come si richiede, i cosiddetti “manager” dell’impeachment, ossia gli avvocati che presenteranno il caso al Senato. Come si prevedeva, il ruolo di leadership in questo processo per la Camera sarà coperto da Adam Schiff, parlamentare della California, e Jeff Nadler, parlamentare di New York, presidenti rispettivamente della Commissione Intelligence e Giudiziaria. Altri cinque parlamentari democratici li assisteranno. Dall’altro lato per la difesa di Trump ci saranno Pat Cipollone, legale alla Casa Bianca, Jay Sekulow, avvocato personale del presidente, Ken Starr, già procuratore nell’impeachment di Bill Clinton, e Alan Dershowitz, ex avvocato di Jeffrey Epstein. Il presidente della Corte Suprema John Roberts, ha preso il ruolo di leader al Senato nel processo, prestando il proprio giuramento e facendolo fare anche ai 100 senatori, come richiede la costituzione.Il processo sarebbe dovuto iniziare tre settimane fa, pochi giorni dopo il voto di impeachment alla Camera, ma la Pelosi ha tentato di capire il modo in cui McConnell avrebbe organizzato le regole delle procedure che fanno parte del Senato. La speaker temeva giustamente un processo sbrigativo e quindi ha temporeggiato, ottenendo buoni risultati. Le tre settimane di ritardo hanno fatto venire a galla alcuni senatori moderati che non sono d’accordo con un processo lampo per assolvere Trump. Alcuni di questi senatori non volevano dare l’impressione di confermare quanto suggerito da McConnell, ossia un processo fasullo che equivale a un insabbiamento. Il senatore Mitt Romney, repubblicano dell’Utah, ha persino dichiarato che “le accuse fatte sono serie e meritano la considerazione con tutte le argomentazioni a favore e contrarie”. La senatrice Susan Collins, del Maine, ha anche lei espresso preoccupazioni sul processo lampo di assoluzione. Alcuni altri senatori si sono uniti a questi due togliendo la maggioranza a McConnell di un processo sbrigativo di assoluzione immediata. Vi sarà dunque con processo regolare anche se i legali di Trump continueranno ad insistere su una procedura brevissima, sperando che non oltrepassi due settimane. Va ricordato che il processo di impeachment di Andrew Johnson nel 1868 durò 11 settimane e quello di Bill Clinton nel 1999 durò più di un mese..
McConnell però ha già fissato procedure che non richiedono testimoni anche se durante il processo la richiesta di testimoni potrà essere fatta e approvata dalla semplice maggioranza dei senatori. Chuck Schumer, leader della minoranza democratica al Senato, ha già indicato che vuole richiedere le testimonianze di Mick Mulvaney, chief of staff pro tempore di Trump, John Bolton, ex consigliere di sicurezza nazionale alla Casa Bianca, Michael Duffey e Robert Blair, ambedue funzionari del presidente. Le testimonianze di Bolton potrebbero essere esplosive poiché nel caso di Ucrainagate l’ex consigliere avrebbe dichiarato di non volere nulla a che fare con il quid pro quo di Trump con il presidente ucraino Volodimir Zelensky etichettandolo di “spaccio di droga”. Trump, da parte sua, in un’intervista televisiva ha affermato che invocherebbe il privilegio presidenziale per impedire a Bolton di offrire testimonianze.A mettere legna al fuoco nell’imminente processo le ultimissime notizie dovrebbero causare ulteriori grattacapi ai legali difensori di Trump. Il Washington Post ci informa che messaggi telefonici fra Rudy Giuliani, ex legale di Trump, e due dei suoi collaboratori avevano scambiato informazioni che parlano di sorveglianza e possibili minacce a Marie Yovanovitch, ex ambasciatrice in Ucraina. Lev Parnas, uno di questi due, ha concesso interviste ai media in cui dichiara che Trump sapeva tutto sugli imbrogli del quid pro quo con Zelensky. Il New York Times da parte sua riporta che il servizio segreto russo ha hackerato il sito della compagnia ucraina di gas Burisma per la quale Hunter Biden aveva servito nel consiglio di amministrazione. Sembra che i russi stessero cercando informazioni negative sul figlio dell’ex presidente americano Joe Biden, continuando la loro interferenza nelle elezioni americane per aiutare Trump.Il ritardo di Pelosi di inviare gli articoli di impeachment al Senato ha legato le mani a McConnell, costringendolo a mettere in atto un vero processo. Il mancato insabbiamento progettato dal Presidente del Senato potrebbe però produrre frutti politici a quei senatori repubblicani in situazioni difficili di rielezioni questo novembre. Non toglie però una piccola vittoria a Pelosi che ha orchestrato l’impeachment alla Camera e ha influenzato dall’esterno la condotta di McConnell al Senato. Trump da parte sua è rimasto praticamente silenzioso sul processo delegando a McConnell l’iniziativa. Quanto tempo rimarranno silenziosi i suoi tweet velenosi contro quei senatori repubblicani che gli hanno tolto l’assoluzione in tempi rapidissimi? Lo sapremo fra breve. (Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Europa potrà guidare il mondo verso la sostenibilità?

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Il programma di investimenti “verdi” presentato dalla Commissione von der Leyen conferma il grande impegno per il prossimo decennio. Ma per una leadership globale serve un’Europa più coesa e determinata. 17/1/20 Al riguardo Donato Speroni scrive:
“Non sono stato originale nei miei doni di Natale: ho regalato libri. Visitando alcune librerie mi ha colpito la quantità di volumi ben esposti, soprattutto nelle sezioni internazionali, che parlavano del futuro. Insomma, il futuro vende: sembra aumentata la voglia di guardare avanti e di interrogarsi sui possibili scenari, forse alimentata anche dalle crescenti preoccupazioni sul clima e sulle sorti del Pianeta. O meglio, sulle sorti dell’umanità, visto che il Pianeta se la caverà comunque ancora per qualche miliardo di anni.La preoccupazione può davvero trasformarsi in azione? Mira proprio a questo la “Decade of action”, che le Nazioni unite avvieranno il 22 gennaio. Si tratta di un piano che prevede tre livelli, in vista dell’attuazione dell’Agenda 2030: un’azione globale per soluzioni più efficienti nell’uso delle risorse; un’azione locale che incorpori transizioni significative nelle politiche, nelle istituzioni e nei quadri normativi di governi, città e autorità locali; un’azione individuale da parte di giovani, società civile, media, settore privato, sindacati, università e altre parti interessate. Amina Mohammed, vicesegretaria generale delle Nazioni Unite, presentando l’iniziativa ha sottolineato che “il Decade of action è un’opportunità per correggere la rotta”.In questo contesto, l’Europa può davvero assumere una funzione di leadership, ben delineata dallo “European green deal”. Una parte importante di questo piano, lo “European green deal’s investment plan”, è stato presentato martedì 14 dalla Commissione von der Leyen al Parlamento europeo: un piano da mille miliardi di investimenti in dieci anni. Come spiega il sito della Commissione. La normativa europea sul clima sancirà per la prima volta nella legge l’obiettivo della neutralità climatica dell’Ue entro il 2050. Ciò significa emettere meno biossido di carbonio ed eliminare dall’atmosfera quello emesso. Per farlo è necessario estendere ad altri settori il sistema di scambio di quote di emissione che già aiuta l’Ue a ridurre le emissioni dei settori energetico e industriale. Lo sviluppo di fonti di energia più pulite e di tecnologie verdi ci consentirebbe di produrre, viaggiare, consumare e vivere rispettando di più l’ambiente. Occorre sviluppare un’economia realmente circolare e proteggere la biodiversità. In particolare, il Green deal europeo prevede un percorso per una transizione giusta e socialmente equa. È concepito in modo da non lasciare indietro nessun individuo e nessuna regione in questa grande trasformazione.Più in dettaglio, il Piano si basa su tre dimensioni:
Il finanziamento: ci si propone di mobilitare almeno mille miliardi di investimenti sostenibili nel prossimo decennio, con una spesa sulle azioni climatiche ed ambientali senza precedenti nel budget dell’Unione, ma con un contributo importante anche di fondi privati e un ruolo fondamentale della Banca europea degli investimenti.
L’abilitazione: fornire incentivi per liberare e reindirizzare investimenti pubblici e privati. La Ue metterà a disposizione degli investitori nuovi strumenti che mettano la finanza sostenibile al centro del sistema finanziario; faciliterà investimenti sostenibili da parte delle autorità pubbliche, attraverso forme di incoraggiamento ad acquisti e bilanci verdi; verranno delineate procedure per facilitare l’aiuto di Stato nelle regioni più colpite dalle esigenze di giusta transizione.Il supporto pratico: la Commissione aiuterà le autorità pubbliche nella programmazione, messa a punto ed esecuzione di progetti sostenibili.Particolare attenzione verrà dedicata alla Giusta transizione, con un meccanismo ad hoc, il Just transition mechanism (Jtm), finanziato con 100 miliardi di euro dal 2021 al 2027, per aiutare i territori maggiormente esposti sul piano socioeconomico. Si precisa che il Jtm non riguarda soltanto il finanziamento, ma:sulla base di una piattaforma per la giusta transizione, la Commissione fornirà assistenza tecnica agli Stati membri e agli investitori e si assicurerà che le comunità, le autorità locali, i partner della società civile e le Ong vengano coinvolti nella gestione. Il Jtm includerà un forte contesto di governance basato su piani territoriali di giusta transizione. (fonte: ASviS)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo regolamento CPC sulla cooperazione tra le autorità nazionali

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

E’ entrato in vigore il regolamento (UE) 2017/2394 sulla cooperazione tra le autorità nazionali per l’esecuzione della normativa che tutela i consumatori. Il nuovo regolamento abroga e sostituisce il regolamento (CE) n. 2006/2004, con il quale la Comunità Europea ha istituito una rete di autorità nazionali, comunemente identificata con l’acronimo CPC (Consumer Protection Cooperation Network), avente lo scopo di realizzare una cooperazione tra gli Stati membri della Comunità e dello Spazio Economico Europeo, al fine di affrontare congiuntamente le violazioni del diritto in materia di tutela dei consumatori.L’entrata in vigore della nuova normativa comporta un indiscutibile rafforzamento dei poteri delle autorità nazionali responsabili individuate (la lista completa è disponibile qui) , che potranno, nel caso di violazioni delle normative menzionate del regolamento,
– richiedere informazioni a qualsiasi ente privato e pubblico per individuare l’identità dell’operatore responsabile dell’infrazione, nel rispetto della legislazione in materia di protezione dei dati
– effettuare degli acquisti campione (cd. mystery shopping) per verificare le condizioni post-vendita applicate e l’eventuale perpetrazione di discriminazioni geografiche
– ordinare, se necessario, la rimozione di contenuti online
– comminare multe o sanzioni periodiche per le violazioni commesse
– intraprendere azioni in coordinamento con la Commissione Europea nell’ipotesi di infrazioni su larga scala, che coinvolgano cioè almeno 2/3 dei cittadini europei.
Il regolamento istituisce inoltre un nuovo sistema di allerta per lo scambio efficace d’informazioni in caso di infrazione; le autorità nazionali potranno avvalersi del contributo di meccanismi di segnalazioni esterne da parte di organismi appositamente designati, quali associazioni di consumatori e i Centri Europei dei Consumatori della rete ECC-Net. Il Centro Europeo Consumatori Italia, anche prima di tale designazione, ha sempre proficuamente collaborato con il Ministero dello Sviluppo Economico, che ai sensi del regolamento CPC, funge da unico ufficio di collegamento (soggetto incaricato di coordinare le attività d’indagine ed esecutive), fornendo puntualmente informazioni e dati al fine di soddisfare richieste o esigenze specifiche dell’autorità. Il regolamento (UE) 2017/2394, nell’allegato, menziona espressamente, quali “norme dell’Unione a tutela degli interessi dei consumatori” ventisei specifiche normative, tra le quali si ricordano quelle relative alle clausole abusive, alla vendita e alle garanzie dei beni di consumo, ai diritti dei passeggeri nel trasporto aereo e ferroviario, alla multiproprietà, ai pacchetti turistici. Tale elenco potrà essere aggiornato in futuro al fine di estendere l’ambito di applicazione del regolamento a nuovi settori legislativi.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Committee on Foreign Affairs

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Brussels, Tuesday 21 January in József Antall, 2Q2 The Eastern Partnership – vision of development after 2020 09.15 – 11.15 The objective of the hearing is to discuss the achievements and shortcomings of the EU’s Eastern Partnership both at the regional and multilateral level. MEPs and invited experts will also analyse the possible evolution of the EU’s relations with its six Eastern Partners and a way forward for the Eastern Partnership in the next decade. The hearing will constitute the Foreign Affairs Committees’ contribution to the next Eastern Partnership summit, which is scheduled to take place in the spring of 2020. Full programme.
Exchange of views with the Minister of Foreign Affairs of the Republic of Paraguay (Pro Tempore Presidency of Mercosur), Ambassador Antonio Rivas, on EU-Mercosur relations (in association with the Delegation for relations with Mercosur)
14.30-15.00 Parliament’s Foreign Affairs Committee will discuss EU-Mercosur relations (Argentina, Brazil, Paraguay and Uruguay) with Paraguayan Foreign Affairs Minister Antonio Rivas. On 28 June 2019, an “agreement in principle” was reached between the EU and the four Mercosur countries on the trade pillar (free trade agreement (FTA)) as part of a wider Association Agreement (AA) including political dialogue and cooperation. This agreement still requires ratification at EU and Member State levels.
Exchange of views with Gordan Grlić Radman, Minister of Foreign and European Affairs of the Republic of Croatia, on the priorities of the Croatian Presidency 15:30 – 16.30 MEPs will discuss the political priorities of the new Croatian Presidency in the field of EU external relations with Gordan Grlić Radman, Croatia’s Minister of Foreign and European Affairs.
Exchange of views with Jens Stoltenberg, NATO Secretary General (Jointly with the Subcommittee on Security and Defence and in association with the Delegation for relations with the NATO Parliamentary Assembly)
16:30-17.30NATO Secretary General Jens Stoltenberg will address the AFET MEPs just a week after the European Parliament adopted resolutions on state of play of CFSP/CCSDP (Common Foreign and Security Policy / Common security and defence Policy) calling for close cooperation with NATO, but also stressing the need of ensuring EU-s strategic autonomy.
Exchange of views with Adel Al Jubeir, Minister of State for Foreign relations of the Kingdom of Saudi Arabia
17:45 – 18.30The committee will take stock of the latest political developments in the Middle East, in particular with regard to the recent increased tensions between Iran and the US, together with Saudi Arabia’s Minister of State for Foreign Relations Adel Al Jubeir.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

3rd EU Action Plan on Human Rights and Democracy

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Bruxelles. Subcommittee on Security and Defence Wednesday, 22 January 2020, 09.00-18.30 in meeting room Altiero Spinelli 3G-3 (Brussels)
Debates 9.00 – 11.30 Exchange of views on the military challenges in Sahel
14.30 – 18.30
• Exchange of views on the security and defence challenges of 5G
• Exchange of views on the security situation in Iraq and EUAM Iraq
Thursday, 23 January 2020, 09.00-12:00 in meeting room Altiero Spinelli 3E-2 (Brussels)Debate
Exchange of views on the 3rd EU Action Plan on Human Rights and Democracy with Lotte Knudsen, Managing Director Global – Human Rights, Global and Multilateral Issues, EEAS (tbc), Chiara Adamo, Head of Unit, Directorate General for International Development and Cooperation, European Commission, and Gaelle Dusepulchre on behalf of Human Rights and Democracy Network (HRDN)
Thursday, 23 January 2020, 09.00-18.30 in meeting room Altiero Spinelli 3G-3 (Brussels) Debates. Consideration of draft report: Recommendation to the High Representative and to the Council under Rule 118 in preparation of the 2020 Non-Proliferation of Nuclear Weapons Treaty (NPT) review process, nuclear arms control and nuclear disarmament options. Rapporteur: Sven MIKSER (S&D, ET). Exchange of views with Narcisa VLADULESCU, Chair of CONOP, Division for Disarmament, Non-Proliferation and Arms Export Control, EEAS NATO’s 70th anniversary: future challenges for the Alliance.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Next week in Trade Committee

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

The Trade Committee will meet Monday afternoon and all day Tuesday next week. Here are the highlights.Vote on EU-Vietnam free trade and investment protection agreements. Trade MEPs will vote on a consent file and a resolution to each of the two agreements at 10:00 Tue morning .The trade agreement will eliminate virtually all tariffs on goods traded between the two sides. The investment protection agreement makes investment protection enforceable through the new Investment Court System. Rapporteur: Geert Bourgeois (ECR, BE) Presentation of report on intellectual property rigths in third countries
On Mon afternoon, Trade MEPs discuss the Commission’s latest bi-annual report on how third countries regard IPR issues. Published on 20 December last year, the report gives a detailed analysis on China.Croatian presidency trade prioritiesTuesday morning at 9:00 Croatian foreign and EU affairs minister Gordan Grlić Radman presents the priorities of his country’s presidency.
A separate hearing takes place between 15:00 and 18:00 Tuesday on trade policy in turbulent times, and how trade policy can be squared wtih sustainable development goals. More information here.
Time of meeting: Monday, 20 January 15:00-17:30, and Tuesday, 21 January 9:00-12:30 and 15:00-18:00

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

European Parliament: Subcommittee on Human Rights

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Bruxelles Wednesday, 22 January 2020, 09.00-18.30 in meeting room Altiero Spinelli 3E-2 (Brussels) Debates
• Exchange of views with Eamon Gilmore, EU Special Representative for Human Rights
• Exchange of views on the human rights situation in Myanmar. With Nicholas Koumjian, Head of the United Nations Independent Investigative Mechanism for Myanmar (via webmeeting), and Yasmin Ullah, Free Rohingya Coalition (FRC)
In association with the Delegation for relations with the countries of Southeast Asia and the Association of Southeast Asian Nations (ASEAN) (tbc)
• Exchange of views on the future of the EU-Tunisia partnership: a Tunisian vision with Kamel Jendoubi, Honorary Chairman of EuroMed Rights, first President of the Independent Higher Authority for the elections and former Minister for relations with Constitutional Institutions and Civil Society, and Ouided Bouchamaoui, co-laureate of the Nobel Peace Prize 2015 and former President of the Tunisian Confederacy of Industry, Trade and Handicrafts (UTICA)
In association with the Delegation for relations with Maghreb countries

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European Parliament:The week ahead 20 – 26 January 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Brussels Committees’ meetings. Brexit. The Constitutional Affairs Committee will vote on their recommendation to Parliament on whether it should grant its consent to the EU-UK Withdrawal Agreement. The final vote in plenary, scheduled for 29 January in Brussels, will take place if the UK has ratified fully the Agreement by then (Thursday).
EU-Vietnam free trade deal. The EU-Vietnam free trade and investment protection agreements are up for a vote in the International Trade Committee. If approved, the deal would remove all export tariffs from the EU and protect 196 GIs (products with geographical indication), while Vietnam would open its public procurement market to EU firms. The contentious issues are Vietnam’s human rights record and its labour laws (Tuesday).
Public Health. The Environment and Public Health Committee will vote on whether to veto a proposal from the Commission to promote the recycling of PVC waste containing lead. According to the draft decision, this may prolong and enhance consumers’ exposure to lead (Tuesday).
Illegal trade in pets. Members of the Environment and Public Health Committee are expected to demand immediate action against illegal trade in pets to protect animal welfare, consumers and public health (Tuesday).
Artificial Intelligence. The Internal Market and Consumer Protection Committee will vote on a resolution addressing several challenges arising from the rapid development of Artificial Intelligence (AI) technology, in particular those related to consumer choice, the problematic use of bias data and the need to adapt EU liability rules to cover new AI-enabled products (Thursday).
NATO/EU. NATO Secretary General Jens Stoltenberg will address the Foreign Affairs Committee, Subcommittee on Security and Defence and the Parliamentary Delegation to NATO just a week after Parliament adopted resolutions on the state of play of the Common Foreign and Security Policy as well as Common Security and Defence Policy. MEPs called for close cooperation with NATO, while stressing that the EU needs to have strategic autonomy (Wednesday).
Croatian Presidency. Croatian Ministers will present the rotating Council Presidency’s priorities to the relevant parliamentary committees. Croatia holds the Presidency of the Council until July (Monday to Wednesday).
President’s diary. EP President David Sassoli will attend the World Economic Forum of Davos, on Tuesday and Wednesday. On Thursday, EP President will be in Jerusalem at the World Holocaust Remembrance Centre (Yad Vashem) and will meet Yuli-Yoel Edelstein, Speaker of Knesset. On Friday, President Sassoli will deliver a speech at the Conference on the New Green Deal, in Assisi, Italy.
Press briefing. The EP Press Service will hold a press briefing on the week’s activities at 11.00 a.m. on Monday, in the “Anna Politkovskaya” EP press conference room.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impressionist and Modern Art Evening Sale

Posted by fidest press agency su sabato, 18 gennaio 2020

London – Christie’s Impressionist and Modern Art Evening Sale will be followed by The Art of the Surreal Evening Sale, together launching ‘20th Century at Christie’s’ on 5 February 2020. Tamara de Lempicka’s Portrait de Marjorie Ferry (1932, estimate: £8,000,000-12,000,000) and Alberto Giacometti’s Trois hommes qui marchent (Grand plateau) (1948, estimate: £8,000,000-12,0000,000, illustrated above, right) will both lead the Impressionist and Modern Art Evening Sale. Further highlights include George Grosz’s politically charged Gefährliche Straße (1918, estimate: £4,500,000-6,500,000), which has remained in a private collection for 50 years and will appear at auction for the first time. A group of three still lifes by Pablo Picasso demonstrate his career-long dedication to evolving the genre with exceptional examples from the 1940s, 50s and 60s: La cafetière (1943, estimate; £1,000,000-1,500,000); Intérieur au pot de fleurs (1953, estimate: £7,000,000-10,000,000, illustrated above, left) and Nature morte au chien (1962, estimate: £4,000,000-6,000,000). Works on paper by Gino Severini, Egon Schiele, Paul Klee, Picasso and Max Ernst provide intimate insight into key artists of the 20th century. The Day and Works on Paper sales will follow on 6 February together with the online-only sale dedicated to Picasso Ceramics, which is open for bidding from 30 January to 7 February 2020. The works will be on view in the King Street galleries from 30 January to 5 February 2020.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Art of the Surreal Evening Auction

Posted by fidest press agency su sabato, 18 gennaio 2020

London – Christie’s The Art of the Surreal Evening Sale will directly follow the Impressionist and Modern Art Evening Sale, launching ‘20th Century at Christie’s’ on 5 February 2020. The Surreal season is highlighted by René Magritte’s poetic masterpiece A la rencontre du plaisir (Towards Pleasure) (1962, estimate: £8,000,000-12,000,000, illustrated above, left), which has remained in a private collection for over 50 years and has never been offered on the market until now. A total of seven paintings by Magritte are presented, spanning his oeuvre from 1928-62 with estimates ranging from £350,000 to £8,000,000. Further highlights include a new discovery, Salvador Dalí’s Sans titre, bateau à voiles dans la baie de Port Lligat (1960, estimate: £1,500,000-2,500,000), as well as Max Ernst’s Paysage-effet d’attouchement (1934-35, estimate: £1,500,000-2,500,000), and Francis Picabia’s Ligustri (1929, estimate: £2,200,000-2,800,000).The Day and Works on Paper sales will follow on 6 February together with the online-only sale dedicated to Picasso Ceramics, which is open for bidding from 30 January to 7 February 2020. The works will be on view in the King Street galleries from 30 January to 5 February 2020.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Halo commences formal EU GACP Certification Process for cannabis grown at Bophelo in Lesotho, Africa

Posted by fidest press agency su sabato, 18 gennaio 2020

Halo Labs Inc. (“Halo” or the “Company”) (NEO: HALO, OTCQX: AGEEF, Germany: A9KN) is pleased to announce Bophelo Bioscience & Wellness (“Bophelo”) has formally commenced the certification process required to achieve European Good Agricultural and Collection Practices (“EU GACP”) accreditation for cannabis grown at the Company’s 205-hectare cultivation site at Bophelo in Lesotho, Africa.Obtaining EU GACP certification would allow Halo to export medicinal cannabis and Cannabis-Based Products for Medicinal use (“CBPMs”) to the United Kingdom as well as countries in the European Union. According to Prohibition Partners, the CBPM market in the UK is comprised of 1.4 million consumers who use CBPMs for health treatments with an additional 4.7 million recreational cannabis users. This translate to a medical cannabis market that is predicted to be worth roughly $1.3 billion by 2024.
To achieve EU GACP accreditation, Halo has engaged Pharmaconsulta Limited (“Pharmaconsulta”), an independent firm based out of Malta in Europe, that specializes in pharmaceutical regulatory affairs.Pharmaconsulta will implement a comprehensive quality control program to ensure that cannabis grown at Bophelo may be exported to various legal international markets. The firm will ensure the following milestones are completed:
Obtain an EU GACP certificate for Bophelo, as well as meet the requirements and standards for starting materials of Herbal Origin, as published by the European Medicines Agency (“EMEA”) and World Health Organization (“WHO”) guidelines on GACP for medicinal plants
Provide full audits on the agricultural and cultivation sites in Lesotho, Africa
Draft and implement a quality control system compliant with EU GACP standards
Provide all necessary training to the Bophelo staff
Kiran Sidhu, CEO and Co-Founder of Halo, commented, “We are excited to finalize the steps required to export medical cannabis products from Lesotho into Europe. Becoming GACP certified and meeting all necessary standards is critical in our execution internationally. Pharmaconsulta will ensure that the Bophelo facilities receive all permits for exporting medicinal cannabis to the United Kingdom through Halo’s planned acquisition target Canmart Limited.”
Indeed 1,000 flowering plants in 8 hoop houses are under production at Bophelo which Halo expects will be harvested in Q2 2020. Moreover, cloning processes with DNA Genetics are underway for February with an anticipated harvest date in Q3 of 2020.
Mr. Sidhu continues, “We are extremely pleased at the speed at which we are realizing our strategic vision for Bophelo. By the time the maiden harvest is complete the facility is expected to be fully certified and ready to export legal cannabis. International exportation is currently an untapped opportunity for Halo and will add sizeable, incremental topline revenue.We also look forward to delivering innovative strains with the DNA genetics partnership to future harvests. With three grow seasons a year anticipated at Bophelo, we expect to establish ourselves quickly as one of the leading suppliers of consistently high-quality cannabis to regulated international markets.” Halo is a global cannabis extraction company that develops and manufactures quality cannabis oils and concentrates, which are the fastest growing segments in the cannabis industry. Halo is a global leader in cannabis oil and concentrates, having produced over 4.5 million grams of oils and concentrates since inception. The Company has expertise across all major cannabis manufacturing processes, leveraging a variety of proprietary processes and products. The forward-thinking company is led by a strong management team with deep industry knowledge and blue-chip experience. The Company is currently operating in California and Oregon, as well as in Nevada with our partner Just Quality, LLC, and in Lesotho with the 205-hectare Bophelo cultivation zone.With a consumer-centric focus, Halo will continue to market innovative, branded, and private label products across multiple product categories. Halo recently acquired Dispensary Track platform which will alleviate customer flow constraints experienced by dispensaries and enable direct consumer interaction. http://www.sedar.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I roghi che hanno devastato l’Australia

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Passerà tristemente alla storia come un’estate nefasta per l’ambiente, sono un’indicazione di quanto accadrà se permettiamo alle temperature di continuare a salire. È questo il pensiero di molti scienziati, tra i quali Richard Betts, professore di Geografia alla Exeter University: “stiamo sperimentando quelle che potrebbero essere le condizioni normali in un mondo dove la temperatura media è più alta di 3 gradi Celsius, è esattamente questo che significa cambiamento climatico”.Uno scenario poco incoraggiante, considerando che gli sforzi dei singoli paesi per limitare l’emissione di gas serra, secondo l’accordo di Parigi, saranno appena sufficienti per limitare il surriscaldamento a tre gradi Celsius. Gli scienziati dell’organizzazione no-profit Climate Central stimano che circa 275 milioni di persone al mondo vivono attualmente in zone che saranno inondate o sommerse a seguito di un tale e repentino riscaldamento. Un quadro desolante, ma di cui è assolutamente necessario parlare.È vitale un cambio radicale, anche e soprattutto nella percezione del problema, affinché chiunque possa essere informato circa la gravità della situazione ambientale e agire di conseguenza. Le università, in quanto centri di conoscenza, stanno cominciando a riconoscere l’importanza della formazione di figure manageriali in grado di comprendere e affrontare le implicazioni economiche e gestionali del cambiamento climatico e di sostenere le imprese moderne nel fronteggiare i rischi determinati dal cambiamento climatico, principale sfida sociale ed economica del XXI secolo.In questo contesto la UNINT, l’Università degli Studi Internazionali di Roma, ha introdotto nella propria offerta formativa il corso di laurea triennale in Economia e management d’impresa – curriculum in Green management, che sarà attivato in seno alla Facoltà di Economia a partire dall’anno accademico 2020/2021 al fine di contribuire alla formazione di professionisti in possesso di una forte sensibilità ambientale e degli strumenti operativi idonei a coniugare l’efficienza della gestione aziendale con il rispetto del pianeta, dei suoi abitanti e delle sue risorse naturali.Sono oggetto di approfondimento i concetti di sviluppo sostenibile e di responsabilità sociale d’impresa, nonché i più recenti modelli economici e gestionali alla base delle cosiddette “green practices”, quali l’economia circolare, l’innovazione sostenibile, la comunicazione sociale, la gestione dei rischi ambientali e la finanza etica. Particolare attenzione è inoltre dedicata alle normative e alle politiche economiche in atto a livello nazionale e internazionale per conformare i modelli di business all’esigenza di garantire la tutela dell’ambiente, l’utilizzo efficiente delle risorse naturali, l’adozione di fonti energetiche rinnovabili e l’ottimizzazione dei cicli di produzione mediante il riciclo degli scarti e l’impiego di tecnologie “verdi”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Conference on the Future of Europe

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

“We are pleased to see the European Parliament take the lead in setting the agenda for the Conference on the Future of Europe, finally opening the door for long-needed Treaty changes with yesterday ‘s vote. Europe cannot win back the trust of its citizens with another so-called “listening exercise”. Instead we need to be courageous and give citizens a real say over the future of the European project. Only a Conference on the Future of Europe that puts all options of deep policy and institutional change on the table can now deliver on citizens’ expectations. If Commission President von der Leyen and the European Council are genuine about bringing Europe closer to the people, we invite the Commission and the Council to support the proposals and the level of ambition indicated by the European Parliament”, says Sandro GOZI, President of the Union of European Federalists (UEF).The Union of European Federalists (UEF) and the Young European Federalists (JEF Europe) welcome the resolution adopted yesterday by the European Parliament stating its position regarding the Conference on the Future of Europe. Both UEF and JEF have long advocated for the renewal of our European Union and put forward detailed proposals for the setup of the Conference. The Conference is a golden opportunity for European citizens to walk the path towards an “ever closer union”, as stated in the Treaties. The Conference should not shy away from proposing to expand the Union’s powers and resources and renew its institution to make Europe really sovereign, including through an overhaul of the current Treaties.The Conference on the Future of Europe must send a clear message to the Union’s citizens that their voices will be heard. For this reasons, the European federalists call on the European Commission and the Council, to engage fully and genuinely with this exercise in participatory democracy. The Conference on the Future of Europe shall not be a new dialogue exercise as seen in the past, but a democratic and participative process where citizens have a real say on the Future of the Union. Therefore, in line with the proposal of the Parliament, UEF and JEF welcome an inclusive model that allows citizens to discuss the most pressing policies and institutional reforms, both necessary to rebuild trust in the European project. UEF and JEF are however concerned that there is no credible feedback loop between the decisions ultimately taken by political representatives and the proposals put forward by the citizen agora.
“We couldn’t agree more with the European Parliament: the increase in voter turnout at the 2019 European elections showed that citizens engage with Europe when they are offered the opportunity. For too long we, European citizens, have been sidelined or only cosmetically “consulted” in discussions over the future of European integration. Those times are over. Citizens and civil society are determined to continue pushing for change. The EU’s 60-years-long record of ensuring peace on the continent is at risk if it keeps muddling through the current intergovernmental status quo. The Conference on the Future of Europe is the opportunity to address the concerns of citizens about the future of European democracy and to provide the EU with the tools – institutional and financial – to deliver on its promise”, concludes Leonie MARTIN, President of JEF Europe.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biodiversità: il PE chiede obiettivi vincolanti a livello UE e globale

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Il Parlamento ha adottato, per alzata di mano, la sua posizione in vista della Conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità del 2020 (COP 15), che si terrà a ottobre a Kunming (Cina).Per arrestare l’attuale tendenza alla perdita globale di biodiversità, la conferenza dovrebbe portare a un accordo su obiettivi giuridicamente vincolanti con scadenze ben precise, chiari indicatori di prestazione e meccanismi di revisione inter pares o di segnalazione sulla base di norme comuni.Il Parlamento vuole che la prossima strategia sulla biodiversità per il 2030 garantisca all’UE un ruolo centrale, ad esempio:
assicurando che almeno il 30% del territorio dell’UE sia costituito da aree naturali
ripristinando almeno il 30 % degli ecosistemi danneggiati
integrando maggiormente la biodiversità in tutte le politiche
istituendo un obiettivo di spesa chiaro per l’integrazione della biodiversità nel bilancio a lungo termine 2021-2027 di un minimo del 10%
Infine, i deputati sottolineano il bisogno di assumere degli impegni forti a favore di sistemi alimentari e di agricoltura sostenibili, compresi obiettivi di riduzione vincolanti a livello dell’UE sull’uso di pesticidi.
Per il Parlamento, la tutela della biodiversità è sempre stata una priorità. La Convenzione delle Nazioni Unite sulla biodiversità è stata istituita il 29 dicembre 1993. Una delegazione del Parlamento europeo parteciperà alla sua quindicesima riunione a Kunming, in Cina, dal 19 ottobre al 1 novembre 2020.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »