Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Archive for the ‘Estero/world news’ Category

world news

Il Paraguay adotta una nuova legge per la protezione e la naturalizzazione degli apolidi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) accoglie con favore l’adozione da parte del Paraguay di una nuova legge che contribuisce a identificare, proteggere e risolvere la situazione degli apolidi, ovvero di quelle persone che non sono considerate cittadine di nessuno Stato.Nella giornata di giovedì scorso, il 9 agosto, il Congresso bicamerale del Paraguay ha approvato un progetto di legge presentato a maggio 2017, che tutela i diritti degli apolidi, nonché di coloro che intendono richiedere il riconoscimento di tale status, e che prevede un percorso agevolato verso la naturalizzazione.La nuova legge assegna alla Commissione nazionale per i rifugiati (CONARE) la responsabilità della determinazione dell’apolidia e contribuisce a garantire che i figli dei cittadini paraguaiani nati in un Paese straniero, che altrimenti sarebbero apolidi, acquisiscano la cittadinanza paraguaiana senza doversi stabilire nel Paese.Nel 2012, il Paraguay ha aderito alla Convenzione del 1961 sulla riduzione dell’apolidia e nel 2014 alla Convenzione del 1954 relativa allo status degli apolidi. Con l’adozione di questa legge, il Paraguay stabilisce una procedura per la determinazione dell’apolidia e un quadro normativo per la protezione delle persone apolidi; la legge prevede anche percorsi per la naturalizzazione.Questa legge costituisce un’importante pietra miliare per la regione, che sta lavorando per sradicare l’apolidia entro dieci anni, come parte degli impegni assunti dai Paesi dell’America Latina e dei Caraibi nel Piano d’azione del Brasile del 2014.Nel novembre 2014, l’UNHCR ha lanciato la Campagna #IBelong per porre fine all’apolidia entro il 2024. La Campagna cerca di dar maggiore visibilità ai problemi specifici che l’apolidia causa a donne, uomini, ragazzi e ragazze e di rafforzare la risposta dei governi e della società civile. Le persone apolidi sono spesso private dei diritti fondamentali come andare a scuola, vedere un medico, trovare un lavoro, aprire un conto in banca, viaggiare o sposarsi.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le milizie sgomberano e disperdono 1.900 persone sfollate all’interno della Libia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime preoccupazione per lo sgombero forzato – da parte di alcune milizie – di 1.900 sfollati interni dall’insediamento di Triq Al Matar a Tripoli, in Libia. Triq Al Matar era il più grande insediamento di sfollati interni a Tripoli, dove sin dalla sua creazione nel 2011 vivevano 370 famiglie originarie della città di Tawergha.Secondo i residenti, la scorsa settimana una milizia locale ha costretto l’intera popolazione di Triq Al Matar a fuggire dalle proprie case, dopo tre notti di incursioni indiscriminate e l’arresto arbitrario di 94 residenti, 12 dei quali sono tutt’ora detenuti dalle milizie in condizioni terribili. Alcune donne e ragazze sono state minacciate di stupro. Tutti hanno dovuto abbandonare loro case con breve preavviso, portando con sé solo il minimo indispensabile.Queste persone sono ora disperse, vivono in diverse aree in cui hanno parenti o conoscenti, anche all’interno di altri insediamenti di sfollati interni. Alcune famiglie che possiedono un’automobile si trovano a dormire al suo interno.L’UNHCR esprime preoccupazione per il rischio a cui potrebbero essere esposte le persone che risiedono in altri insediamenti a Tripoli a causa di possibili ulteriori sgomberi. Alcune famiglie di Tawergha che vivono in altri insediamenti a Tripoli sono già fuggite dalle loro case per paura di essere attaccate. L’UNHCR chiede il rispetto dei diritti umani, la protezione dei civili e il diritto delle persone sfollate a decidere sul proprio futuro. L’Agenzia segue la situazione da vicino e collabora con tutte le parti per assicurare che vengano soddisfatte i bisogni essenziali degli sfollati interni e che vengano evitati altri eventuali sgomberi.La popolazione di Tawergha costituisce una minoranza etnica, circa 40mila persone che sono state costrette a fuggire dalle proprie case nel 2011. Nella maggior parte dei casi hanno cercato un luogo sicuro all’interno di insediamenti informali intorno all’area di Tripoli o Bengasi. Vivono lì da sette anni in attesa di poter tornare a casa, dopo un recente accordo tra le parti in causa.
In Libia, circa 192mila sfollati all’interno del Paese vivono da anni in condizioni terribili. L’UNHCR richiede soluzioni urgenti per porre fine alle loro sofferenze e per garantire il loro ritorno a casa in modo volontario, sicuro e dignitoso.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

24° Congresso Mondiale di Filosofia

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

E’ iniziato il 13 agosto nella Sala Grande del Popolo di Pechino. Il conclave di pensiero si riunisce sotto il motto “Imparare ad essere umani” e si svolgerà durante tutta la settimana, fino al 20.Gli interventi e i dibattiti previsti promettono un lunghissimo viaggio attraverso diversi sistemi di pensiero, approfondendo con particolare rilevanza le discipline filosofiche dell’Oriente, ma anche dando luogo a nuove proposte.Tra questi Vito Correddu, ricercatore presso il Centro Studi Umanisti Salvatore Puledda di Roma, sarà presente a nome del Centro Mondiale di Studi Umanisticon una dissertazione su “La Rivoluzione come modo per essere completamente umani” venerdì prossimo, 17 Agosto.Insieme a lui, Mehdi Parsakhanqah (Università Allameh Tabataba’i, Teheran), Anastasiya Kriman (Università Statale Lomonosov, Mosca), Mirko Garasic (Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani, Roma) e Youngmin Kim (Università Dongguk, Seul) interverranno alla tavola rotonda “Umanesimo e Post-Umanesimo”, moderata da Sigridur Thorgeirsdottir dell’Università d’Islanda. Il programma prevede centinaia di presentazioni, tavole rotonde, masterclass e sessioni plenarie, che riuniranno senza dubbio non solo le migliori intuizioni e analisi del passato, ma cercheranno anche di risolvere in una sintesi armoniosa le questioni del presente e le prospettive della vita umana nel futuro. (by Pressenza international press agency About The Author Centro Mundial de Estudios Humanistas)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The 24th World Congress of Philosophy began on August 13 at the Great Hall of the People in Beijing

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

The conclave of thought meets under the motto “Learning to be Human” and will take place throughout the week, to be closed on the 20th.The planned panels promise a very long journey through different systems of thought, deepening with special relevance into the philosophical disciplines of the East, but also giving rise to new proposals.Among these, Vito Correddu, a researcher at the Salvatore Puledda Centre of Humanist Studies in Rome, will be present on behalf of the World Centre for Humanist Studies. He will speak about “The Revolution as a way to be completely human” on Friday 17 February.Together with him, Mehdi Parsakhanqah (Allameh Tabataba’i University, Tehran), Anastasiya Kriman (Lomonosov State University, Moscow), Mirko Garasic (UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights, Rome) and Youngmin Kim (Dongguk University, Seoul) will be presenting at the “Humanism and Post-Humanism” table, moderated by Sigridur Thorgeirsdottir from the University of Iceland.The programme includes hundreds of presentations, round tables, master classes and plenary sessions, which will undoubtedly bring together not only the best intuitions and analyses of past times, but will also attempt to resolve in a harmonious synthesis questions of the present and perspectives of human life in the future. (by Pressenza international press agency About The Author Centro Mundial de Estudios Humanistas)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilitazione per fermare Ebola nella RD del Congo

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

Dopo il lancio, lo scorso 8 agosto, della campagna di vaccinazioni del governo della Repubblica Democratica del Congo contro il virus Ebola (EVD), l’UNICEF ha mobilitato operatori specialisti per informare e coinvolgere le comunità colpite dalla malattia sula campagna in corso.
“I nostri specialisti nella sensibilizzazione e comunicazione sono sul campo e stanno fornendo informazioni sulla campagna di vaccinazione alle comunità colpite” – ha dichiarato Gianfranco Rotigliano, Rappresentante UNICEF in Repubblica Democratica del Congo. “La precedente epidemia di Ebola ha dimostrato che sensibilizzare le comunità locali è fondamentale per prevenire la diffusione della malattia e garantire la partecipazione alle operazioni di vaccinazione.”
Insieme con i suoi partner l’UNICEF ha:
-fornito a 60 leader di comunità messaggi sulla prevenzione, nell’area sanitaria di Magina nella zona sanitaria di Mabalako;
– formato 100 operatori delle comunità locali nella zona sanitaria di Beni per organizzare ulteriori attività di sensibilizzazione nelle comunità locali;
– collaborato con 79 giornalisti locali e 9 stazioni radio a Beni e Goma coinvolgendoli nelle attività di sensibilizzazione;
– distribuito messaggi sulla prevenzione dell’Ebola in 241 chiese nella zona sanitaria di Beni;
Come parte del Piano di Risposta Congiunto del Governo della Repubblica Democratica del Congo in coordinamento con OMS e UNICEF, i vaccini sono forniti gratuitamente e su base volontaria a chiunque sia entrato in contatto con una persona contagiata dal virus.
L’UNICEF ha inviato 12 specialisti di sensibilizzazione nelle aree colpite nel Nord del Kivu e nelle provincie dell’Ituri per collaborare con gli operatori delle comunità locali. Stanno fornendo consulenza preventiva alle persone che potrebbero essere vaccinate e informazioni di base sul vaccino alle comunità colpite.Questi sforzi sono parte della mobilitazione sociale globale e della comunicazione nelle comunità che l’UNICEF sta portando avanti con i suoi partner per sensibilizzare la popolazione sull’Ebola, sui modi per proteggersi dalla malattia ed evitare un ulteriore diffusione del virus. Inoltre, l’UNICEF sta supportando l’impiego di ulteriori operatori di comunità nella regione colpita per incrementare gli sforzi utili a diffondere informazioni per promuovere pratiche igieniche e servizi igienico sanitari sicuri e supportare la campagna di vaccinazioni.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mali: nuova ondata di violenza oscura le elezioni presidenziali

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

A qualche giorno dal ballottaggio per le elezioni presidenziali in Mali si registra una nuova escalation di violenza tra la popolazione appartenente ai gruppi etnici dei Peul e dei Dogon nel centro del paese. Lo scorso 9 agosto sono stati trovati i corpi senza vita di 14 Peul che erano stati rapiti due giorni prima da un gruppo di miliziani. In molti accusano del crimine un gruppo di miliziani Dogon che già in passato aveva fatto parlare di sé per attacchi condotti contro persone appartenenti ai Peul. Il conflitto tra Peul e Dogon ha causato dall’inizio dell’anno ad oggi almeno 317 morti.L’assenza istituzionale e la mancanza di politiche di sviluppo per la regione del Mali centrale è causa di malcontento e rabbia in particolare tra la popolazione Dogon che accusa in toto la popolazione Peul si sostenere gruppi islamici radicali. Di fatto però, lo stesso conflitto e la mancanza di sicurezza finisce per avvantaggiare proprio i gruppi radicalizzati. Meno di un mese fa, lo scorso 24 luglio, nella regione sono stati trovati i corpi di 17 Peul disarmati, e a fine giugno 2018 sono stati uccisi 42 Peul a Koumaga. In entrambi i casi, molti hanno pensato che i fautori delle violenze potessero essere gruppi di miliziani Dogon. Le cause del conflitto tra Peul e Dogon in realtà sono molteplici e risiedono principalmente nelle diverse economie di sussistenza dei due gruppi. Mentre i Peul sono tradizionalmente pastori nomadi, i Dogon sono agricoltori stanziali. Il cambio climatico e la conseguente scarsità di risorse e disponibilità di terre adatte alla pastorizia e all’attività agricola ha innescato forti tensioni tra i due gruppi, rese ancora più forti a causa della generale povertà e della crescita demografica unita alla mancanza di prospettive per il futuro.L’assenza delle istituzioni e di politiche adatte contribuisce a far crescere il malcontento e lascia campo libero alle milizie islamiche che approfittano della situazione per reclutare nuovi combattenti in particolare tra i Peul. Il ballottaggio di domenica 12 agosto stabilirà il nuovo presidente del paese. Molti danno per favorito il presidente uscente Ibrahim Boubacar Keita. Ma chiunque vincerà le elezioni dovrà occuparsi velocemente e seriamente della situazione nelle regioni centrali del paese se non vuole che le attuali violenze si trasformino in veri e propri conflitti armati.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Yemen: dal 2015 quasi 2.400 bambini sono stati uccisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

“Il terribile attentato (ieri) ad un autobus di Sa’ada, nello Yemen, che, secondo quanto riferito, ha ucciso e mutilato decine di bambini, segna un livello davvero basso nella brutale guerra del paese. La questione ora è se sarà anche un punto di svolta – il momento che deve finalmente spingere le parti in conflitto, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e la comunità internazionale a fare ciò che è giusto per i bambini e porre fine a questo conflitto.
L’UNICEF e altri hanno ripetutamente chiesto la protezione dei bambini e il rispetto del diritto umanitario internazionale. Questi appelli sono stati accolti con totale disprezzo. Dal 2015, quasi 2.400 bambini sono stati uccisi, più di 3.600 feriti e migliaia di vite innocenti sono state danneggiate o distrutte. Gli attacchi contro ospedali, scuole e infrastrutture essenziali sono all’ordine del giorno.Il perdurare del conflitto, i ripetuti attacchi e le restrizioni di accesso dovute all’insicurezza e alla violenza ostacolano anche la nostra capacità di raggiungere i più bisognosi, tra cui 11 milioni di bambini che necessitano di assistenza umanitaria.Quanti altri bambini soffriranno o moriranno prima di coloro che possono agire, mettendo fine a questo flagello? Nelle ultime settimane, un impianto idrico e un centro igienico-sanitario a Hodeida, supportati dall’UNICEF, sono stati attaccati e gravemente danneggiati, mettendo a repentaglio la salute e il benessere di centinaia di migliaia di persone. È difficile credere che viviamo in un mondo in cui i bambini dovrebbero vivere nella paura di tali attacchi, eppure è così. Questa però non deve essere la loro realtà. Le parti in conflitto e coloro che esercitano su di esse un’influenza, compresi i membri del Consiglio di Sicurezza, possono e devono scegliere di porre fine a questa catastrofe per il bene dei bambini dello Yemen”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Yemen: Save the Children, decine di bambini uccisi nell’attacco a Saada

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Decine di bambini tra i 6 e i 14 anni sarebbero stati uccisi e molti altri sarebbero stati feriti quando un bus scolastico è stato colpito, probabilmente da un attacco aereo, nella città di Dhahyan, nel governatorato di Saada, nel nord dello Yemen. Gli operatori di Save the Children hanno riferito che, quando è avvenuto l’attacco, gli studenti stavano tornando a scuola dopo pranzo ed erano sul bus momentaneamente in sosta, anche se al momento è impossibile verificare i dettagli dell’accaduto. “Questa è un’altra palese evidenza delle violazioni della legge internazionale sui diritti umani a cui assistiamo in Yemen ormai da tre anni, dagli attacchi sproporzionati e indiscriminati sui civili al rifiuto dell’accesso per gli aiuti umanitari e all’utilizzo della fame come arma di ricatto, e sono le persone, non i combattenti, a pagare il prezzo più alto,” ha dichiarato Sylvia Ghaly, Direttore Advocay in Yemen di di Save the Children, l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro. Save the Children condanna questo attacco orrendo e chiede un’inchiesta indipendente immediata su questo ed altri recenti attacchi sui civili e su edifici pubblici come scuole e ospedali. Abbiamo assistito ad un crescendo di incidenti senza che alcuno venisse ritenuto responsabile. Anche nella capitale, Saada, ci sono stati duri combattimenti nelle ultime 24 ore, con attacchi aerei che hanno colpito anche in prossimità del nostro ufficio costringendoci a fuggire in cerca di un rifugio.“Non c’è alcuna soluzione militare possibile per questo conflitto. Solo una soluzione politica può porvi fine e ristabilire la pace in Yemen. Chiediamo a tutte le parti di sospendere immediatamente i combattimenti per tornare al tavolo e trattare un cessate il fuoco collaborando con l’Inviato Speciale delle Nazioni Unite Martin Griffiths. Risparmiamo altre morti e la miseria al popolo Yemenita.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indian Expat Workers Reveal Their Hardships In Qatar

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Qatar has been under a lot of pressure recently because of the rampant human rights abuses taking place inside the nation. Among the various nationalities stuck in the Middle East country, Indians number among the hundreds. Now, stories are coming out from the Indians stranded within Qatar about the horrific conditions that they have been living through.
In one shocking story, a wife has been unable to find any trace of her husband for years. Laxmi Reddy had last seen Ramesh Reddy, her husband, 4 years ago when he left for Qatar. Her husband contacted her a few times after reaching Qatar. Since then, there has been no trace of Ramesh. Laxmi’s journey to get her husband back is complicated by her illiteracy and the inability of even the authorities to help her. The Indian Embassy in Doha, Qatar has been informed but even they are unable to make any headway with the case.
Patkuri Basanth Reddy is one of those who have tried to help Laxmi Reddy and others like here. He is the head of the Gulf Migrant Workers’ Welfare Association based in Telangana. For years, he has been helping Indian laborers who are facing hardships in the Gulf region, drawing from his own experience of working in the region. He is currently compiling a list of Indians who have gone missing in Qatar to present to Sushma Swaraj, the foreign minister of India.
One of the lucky ones was Shravan Kumar. Speaking about his experience as a migrant laborer in Qatar, he is still unable to believe that he managed to survive 2 years. He stated that his ordeal stared right from the moment he got off the plane. His passport was taken away along with other documents. As for his living conditions, he had to share a small room with 16 other laborers like him. He had to work for 12 hours instead of 8 and suffered other hardships as well. He was treated poorly and did not even receive a proper salary. He barely managed to survive. (font: The Neo Life)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bond Portugal Telecom – Oi Brasil: disponibile il ‘Form of Acceptance Notice’

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Il “Form of Acceptance Notice” si deve presentare entro il 31 agosto. Venerdì 27 luglio è avvenuto il concambio dei titoli nell’ambito del “Recuperacao Judicial” del Gruppo Oi Brasil – Portugal Telecom.I creditori che hanno individualizzato il proprio credito entro l’8 marzo scorso, e soltanto loro, trovano il documento denominato “Form of Acceptance Notice” all’interno della propria area personale nel sito internet https://www.dfkingltdevents.com, precisamente nella sezione “My Entitlements”.
Il “Form of Acceptance Notice” è il documento che attesta il credito ammesso al passivo del concordato e il valore del nuovo credito che per i “Non Qualified”, vale a dire la maggioranza degli obbligazionisti, consiste in Loans denominati in Dollari USA ed emessi per il 50% del credito ammesso al passivo.
Alcuni istituti richiedono il documento in originale, ma trattandosi di un file da scaricare nel sito internet non esiste un originale, così come non esiste ulteriore documentazione da compilare, altra cosa che viene a volte richiesta.Ricordiamo anche l’ulteriore passo da compiere da parte degli aderenti alla “Non Qualified recovery” di cui ci occuperemo a breve, ossia accedere al sito internet dell’agent del titolo posseduto per compilare la “Individual onboarding form” oppure la “Corporate onboarding form”, a seconda se persone fisiche oppure giuridiche. (Anna D’Antuono, consulente legale Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Solidarité Identités in Siria prosegue con la visita all’Ospedale Italiano a Damasco

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Damasco. E’ la sua settima missione. La struttura, fondata nel 1913, fa riferimento all’Associazione medici cattolici italiani (ANSMI) ed è situata nel quartiere di Mazraa al centro della capitale siriana. L’Ospedale Italiano è una struttura di primo livello tra quelle siriane, attualmente ha una disponibilità di 55 posti letto, sei sale operatorie, locali per la radiologia e l’ecografia, un reparto per la MOC ed un reparto di pronto soccorso in funzione h24.
L’Ospedale è gestito dalle Suore salesiane “Figlie di Maria Ausiliatrice” ed è collegato all’oratorio salesiano frequentato da decine di bambini e giovani. Durante la visita, i nostri volontari hanno incontrato il dott. Joseph Fares, direttore medico dell’istituto, che ha meglio spiegato tutte le attività diagnostiche e di intervento chirurgico di cui si fa carico la struttura e il progetto “ospedali aperti”, lanciato dalla Nunziatura apostolica in #Siria, con l’obiettivo di assicurare le cure mediche ad un numero sempre più grande di bisognosi, sopratutto tra le fasce più deboli della popolazione siriana già gravate a causa della guerra. Al progetto partecipano l’Ospedale francese, sempre a #Damasco, e l’Ospedale St. Louis di Aleppo e prevede la cura di almeno quarantamila persone nei prossimi anni.
Sono attualmente al vaglio le modalità di intervento e partecipazione di #Solid a questo importante progetto e di supporto alla struttura ospedaliera, in uno degli ambiti, quello medico sanitario, più colpiti dalla guerra terroristica contro la Siria.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il parlamento va in vacanza: Un saluto da Fucsia Nissoli Fitzgerald

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

E’ la Deputata al Parlamento Italiano eletta nella Circoscrizione Estero – Ripartizione Nord e Centro America. Ella, rivolgendosi agli elettori scrive: “Con l’inoltrarsi dell’estate, il Parlamento ha fermato i lavori per riprenderli agli inizi di settembre.Siamo usciti da una campagna elettorale che ha avuto strascichi fino alla formazione del Governo che è stata molto difficile.Questo ha portato ad una inattività del Parlamento per mancanza dell’interlocutore di Governo e quindi anche ad una impossibilita’ di procedere a portare avanti i temi che ci stanno a cuore.Siamo arrivati ad agosto ed il Governo ha voluto approvare di fretta alcuni provvedimenti che invece andavano approfonditi e condivisi tra le forze politiche.In questo periodo non ho mai smesso di seguire le questioni importanti per gli italiani all’estero anche sollecitando, con gli strumenti parlamentari che ho a disposizione, il Governo e la Pubblica Amministrazione a risolvere le problematiche che di volta in volta si sono presentate.
A settembre, alla ripresa dei lavori parlamentari, ci aspettano molte sfide a cominciare dalla battaglia per assicurare risorse adeguate per gli italiani all’estero nella legge di stabilità e di bilancio. Qui vedremo se questo Governo sarà aperto o meno alle richieste che vengono dalla Comunità italiana nel mondo e che da troppo tempo non trovano risposte adeguate.Nel frattempo, passerò le vacanze tra la famiglia negli Stati Unite e le Comunità italiane della mia ripartizione elettorale all’insegna della riscoperta delle radici e dell’italianità e auguro a tutti voi un Buon Ferragosto e un sereno riposo estivo”. (n.r. L’abbiamo conosciuta al lavoro da più di una legislatura e la stimiamo per il costante impegno riversato nel suo ruolo di ambasciatrice degli italiani all’estero. Oggi costoro possono dire che la patria non li ha lasciati al loro destino ma facendoli vivere e valere all’interno delle istituzioni più rappresentative per la vita democratica di un Paese. Grazie on.le Nissoli.)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Sono urgenti progressi concreti per migliorare le condizioni nello Stato di Rakhine in Myanmar

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

A due mesi dalla firma del Memorandum d’Intesa tripartito tra l’UNHCR, l’UNDP e il governo del Myanmar, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e l’Agenzia per lo Sviluppo dell’ONU (UNDP) sollecitano le autorità birmane a compiere progressi tangibili per migliorare le condizioni nello Stato di Rakhine. La volontà del governo del Myanmar di assumere un ruolo guida nell’attuazione di questo accordo è fondamentale per creare condizioni favorevoli al ritorno volontario, sicuro, dignitoso e sostenibile dei rifugiati rohingya.Il governo ha adottato alcune misure incoraggianti da quando il 6 giugno è stato firmato il Memorandum d’Intesa, tra cui la formazione di un gruppo di lavoro tecnico tripartito per sostenere l’attuazione dello stesso Memorandum; l’accettazione di un’importante visita di alti funzionari dell’UNHCR e dell’UNDP nella parte settentrionale dello Stato di Rakhine all’inizio di luglio e la facilitazione di una prima visita congiunta sul campo nello Stato di Rakhine da parte del gruppo di lavoro tecnico a metà luglio. Tuttavia, sono urgentemente necessari progressi sostanziali in tre settori chiave, inclusi nel Memorandum d’Intesa: garantire un accesso effettivo nello Stato di Rakhine; assicurare a tutte le comunità la libertà di movimento e affrontare le cause profonde della crisi.In primo luogo, un accesso effettivo degli attori umanitari rappresenta la possibilità di realizzare consultazioni in modo libero, indipendente e su base giornaliera, con le comunità dello Stato di Rakhine sulle loro esigenze. E’ inoltre necessaria una procedura prevedibile, flessibile e semplificata per approvare le autorizzazioni di viaggio entro un ragionevole periodo di tempo affinché i funzionari dell’UNHCR e dell’UNDP possano recarsi nelle aree in cui risiedono queste comunità. Questi sono i criteri fondamentali che consentono alle Agenzie di svolgere il proprio lavoro nelle zone dello Stato di Rakhine coperte dal Memorandum d’Intesa. Il 14 giugno, l’UNHCR e l’UNDP hanno inoltrato richieste di autorizzazione di viaggio per il personale internazionale di stanza a Maungdaw e per avviare il loro lavoro nella parte settentrionale dello Stato di Rakhine, ma sono ancora in attesa di una risposta da parte del governo.In secondo luogo, la libertà di movimento e l’aumento dei servizi pubblici sono cruciali per tutte le comunità dello Stato di Rakhine, indipendentemente dalla religione, dall’etnia o dalla cittadinanza. Durante la visita di alti funzionari dell’UNHCR e dell’UNDP a inizio luglio, è risultato evidente che le comunità che ancora vivevano nella parte settentrionale dello Stato di Rakhine continuavano a vivere in una condizione di reciproco timore. Tutte le comunità sono state colpite dalla violenza, ma le comunità rohingya che vivono ancora lì sono esposte a maggior pericolo. In particolare, le autorità locali limitano fortemente la loro libertà di movimento. Queste restrizioni impediscono alle comunità rohingya di poter lavorare, andare a scuola e accedere all’assistenza sanitaria. Inoltre, impediscono loro di interagire con amici, familiari e altre comunità presenti nello Stato di Rakhine. La libertà di movimento è una delle richieste che è stata più frequentemente espressa dalle comunità rohingya durante la visita dell’UNHCR e dell’UNDP.In terzo luogo, è fondamentale affrontare le cause profonde della crisi. Oggi le aree settentrionali dello Stato di Rakhine sono caratterizzate da grandi spazi aperti laddove prima c’erano villaggi ora distrutti. Le risaie inutilizzate e vuote sono un severo promemoria della popolazione scomparsa che le coltivava. La firma del Memorandum tripartito con il governo di Myanmar non consentirà, di per sé, ai rifugiati rohingya di tornare a casa in Myanmar. Conformemente con quanto previsto dal Memorandum d’Intesa, è necessario affrontare le cause profonde, mettendo in atto le raccomandazioni della Commissione consultiva dello Stato di Rakhine, che prevede anche una chiara, volontaria ed equa possibilità di accesso alla cittadinanza per tutte le persone che ne hanno diritto.È necessario che siano avviate e implementate le misure volte a potenziare la fiducia tra le comunità, a partire dall’agevolare l’accesso dell’UNHCR e dell’UNDP e dall’avvio delle visite di valutazione dei bisogni per individuare progetti ad impatto rapido in quelle parti dei villaggi alle quali le Agenzie e il governo hanno concordato di assegnare priorità.L’UNHCR e l’UNDP sono pronti a sostenere il Myanmar nel miglioramento delle condizioni nello Stato di Rakhine e nel dare piena attuazione al Memorandum d’Intesa.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UNHCR – United Nations High Commissioner for Refugees

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Luxembourg Project/Consultancy title: Monitoring of reception conditions of unaccompanied and separated children (UASC) in Luxembourg.
Organizational context and General background of assignment:The United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR) is an intergovernmental organization with a mandate to protect refugees and stateless persons worldwide. UNHCR works with States, civil society organizations and other actors to address issues of concern which fall under its mandate.Children’s rights are enshrined in international law, including in the United Nations Convention on the Rights of the Child, and are at the heart of UNHCR’s protection mandate. Given the fact that asylum- seeking girls and boys face unique protection risks, responding to their specific needs is a key priority for the BELUX Unit. UNHCR’s commitment to protect children of its concern is not only a moral imperative, but will also contribute to ensuring a better future for children, their families and communities.Between 2015 and 2017, over 200 UASC have applied for asylum in Luxembourg, representing more than twice the number for the period between 2012 and 2014. While the largest increase was noticed in 2015, 2017 was marked by the particularly young age of UASC applying for asylum in Luxembourg (between 12-14 years old).In addition to the 2 already-existing mixed reception centres hosting UASC, 3 reception centres exclusively dedicated to UASC have opened their doors since 2016. The principle of the best interest of the child is embedded in Luxembourg legislation and policy, and should be implemented in the context of reception conditions. A mapping of the current situation for the identification of good practices and elaboration of recommendations in line with international protection standards and the best interest principle will serve as a basis for UNHCR to engage with and support different stakeholders in upholding these standards.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Coppa del Mondo sbarca in Canada per il Cross Country

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Conclusi i Campionati Europei di Glasgow, il circus mondiale delle due ruote è volato in Canada. Questo fine settimana i migliori rider del pianeta si sfideranno nella penultima tappa di Coppa del Mondo a Mont Sainte Anne, nel Quebec.L’impegnativo circuito canadese sarà fondamentale in vista dell’ultimo atto, in programma a fine mese a La Bresse, che assegnerà i titoli di vincitori della classifica generale di World Cup sia per il Cross Country che per la Downhill. Le gare scatteranno domani, con l’attesissimo e seguitissimo short track, al via del quale troveremo con le loro nuove maglie con le stelle di campioni continentali gli svizzeri Lars Foster e Jolanda Neff.
Oggi spazio alla DH con due sfide davvero incerte. Loris Vergier si presenta in rampa di lancio con il morale alto per il suo primo successo in Coppa, ma dovrà vedersela con il connazionale Amaury Pierron, favorito per la generale, e gli altri agguerriti rivali. Tra le donne Tahnée Seagrave, prima a Fort William, in Val di Sole e a Vallnord, dovrà battersi con Rachel Atherton e Tracey Hannah. L’Italia si aggrappa a Veronika Widmann, quinta nell’unica tappa italiana della stagione, e le compagne Eleonora Farina e Alia Marcellini.
Domenica sono in programma le prove XCO su un tracciato “selvaggio” che presenta intense salite brutali seguite da discese ripide e rocciose. In campo maschile occhi puntati sul campione d’Italia Gerhard Kerschbaumer, che a Vallnord ha colto una vittoria storica per il nostro movimento, mettendosi alle spalle l’iridato Nino Schurter, saldamente al comando della generale. In chiave azzurra ci aspettiamo molto anche dal giovane Luca Braidot, medaglia d’argento agli Europei in Scozia due giorni fa, e da Marco Aurelio Fontana, in ripresa dopo qualche guaio fisico. Nella gara femminile l’iridata Neff, fresca di titolo continentale, è da mettere tra le favorite, così come l’eterna Gunn Rita Dahle Flesjå, prima ad Andorra, e la campionessa di casa Emily Batty.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ford Mustang: un’icona da 10.000.000 di esemplari

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Colonia, Germania. L’Ovale Blu celebra la produzione del 10milionesimo esemplare dell’iconica Ford Mustang, da 50 anni l’auto sportiva più venduta negli Stati Uniti, e, per il terzo anno consecutivo, incoronata come la vettura sportiva più venduta al mondo.
L’esemplare numero 10.000.000, costruita presso il Flat Rock Assembly Plant di Ford, in Michigan è una Ford Mustang GT convertible Wimbledon White equipaggiata con motore V8 da 450 CV e cambio manuale a sei rapporti, così come la prima Mustang di produzione (VIN 001), del 1964, dello stesso colore e modello, ma equipaggiata con motore V8 da 164CV e trasmissione manuale a tre rapporti.“Mustang è il cuore e l’anima di questa azienda, oltre a essere una delle auto più amate al mondo”, ha dichiarato Jim Farley, President of Global Markets, Ford Motor Company. “Quando vedo una Mustang sfrecciare per le strade di Detroit, Londra o Pechino, provo la stessa emozione di quando acquistai la mia prima auto: una Mustang del 1966 che mi ha accompagnato ovunque per tutta la mia adolescenza. Mustang è un simbolo universale di buon umore”.
Le celebrazioni, oltre al Flat Rock Assembly Plant, coinvolgeranno anche l’Headquarter di Ford a Dearborn, con la presenza di tre aerei da combattimento P-51 Mustang della seconda guerra mondiale e la parata di esemplari della hero car realizzati nei cinque decenni da Dearborn al Flat Rock, dove la Mustang è attualmente prodotta.Durante i suoi 54 anni di produzione, la Mustang è stata costruita anche a San Jose, in California, a Metuchen, nel New Jersey, e, inizialmente, a Dearborn, in Michigan.L’iconica Mustang, da 50 anni è l’auto sportiva più venduta negli Stati Uniti, secondo i dati elaborati per Ford da IHS Markit sulle immatricolazioni nel segmento delle coupè sportive nel periodo compreso dal 1966 al 2018.In Europa, dal lancio avvenuto nel 2015, Ford ha venduto oltre 38.000 esemplari di Mustang.L’anno scorso, la hero car dell’Ovale Blu, ha superato la Porsche 911 in 13 mercati europei, tra cui il Regno Unito e la Spagna, mentre i primi cinque mercati europei per le vendite di Mustang nel 2017 sono stati Germania, Regno Unito, Francia, Belgio e Svezia.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia tra le prime 5 mete europee più popolari tra i viaggiatori cinesi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

L’Italia è tra le prime 5 mete europee più popolari tra i viaggiatori cinesi, mentre a livello mondiale si colloca al 14° posto guadagnando una posizione rispetto al 2017. Diversamente da quanto accade in altre nazioni europee come Regno Unito o Francia, i turisti cinesi una volta in Italia non visitano solo la capitale Roma (63%), ma fanno tappa anche e soprattutto a Milano (64%), Firenze (43%) e Venezia (34%). 8 viaggiatori cinesi su 10 vengono nel nostro Paese soprattutto per turismo privato (83%), mentre il 16% raggiunge l’Italia per affari. I Millennial cinesi vengono anche per visitare parenti e amici, 8% contro 2% dei non-millennial, mentre il 7% visita l’Italia in occasione di eventi sportivi e un 5% per sottoporsi a cure mediche.Circa metà dei millennial cinesi (48%) sono mossi da interesse verso la cucina italiana e postano sui social e fanno selfie con pietanze e cibi italiani che non si trovano facilmente tra i confini della Repubblica Popolare Cinese. L’Italia si colloca al 3° posto in Europa e 11° nel mondo per Paese più postato sui social dai viaggiatori cinesi. Si osserva un sorprendente aumento dell’80% delle spese rispetto allo scorso anno per finanziare i loro viaggi, fare straordinarie esperienze, soggiornare in alloggi altamente tecnologici, gustare prelibatezze esotiche, fare shopping. Nel 2017 i post sui social e selfie si sono rivelati elementi fondamentali nei viaggi dei millennials cinesi: il 63% usa la telecamera interna per ottenere like e rafforzare la propria immagine social, mentre il 15% dei millennials cinesi afferma sia indispensabile valorizzare tutto ciò che potrebbe migliorare la loro presenza social. L’indagine condotta rivela comunque che nessuna generazione è totalmente immune dall’innegabile attrazione dei social network. Il 52% dei viaggiatori totali cinesi è attratto dal potere della condivisione delle notizie, e un terzo della generazione più adulta afferma che le loro decisioni e i loro comportamenti in materia di viaggi sono influenzati dai loro figli digitali nativi o più digitalmente connessi.Al primo posto il divertimento, poi le emozioni forti e anche la cura dell’anima – Pronti a liberarsi da ogni freno e inibizione, più di un terzo dei viaggiatori cinesi è attratto dalle accondiscendenti atmosfere delle più famose mete del divertimento come Macao, Bangkok, Amsterdam e Las Vegas. Nel frattempo, i millennial più esperti in quanto a festival internazionali, hanno dato vita ad una nuova ondata di viaggi caratterizzati da prezzi inferiori e con una pianificazione più rapida rispetto agli anni passati. Quasi la metà di loro afferma di voler visitare la Porta dell’Inferno in Turkmenistan e più di un terzo vorrebbe esplorare le catacombe di Parigi. Nonostante la passione per il macabro, le maggiori ansie da viaggio per i millennials cinesi provengono da antiche superstizioni, sorprendentemente più importanti per i giovani che per gli adulti.
La passione per tutto ciò che è locale – Soggiornare in una struttura a-tipica è importante per più della metà dei viaggiatori che, piuttosto che scegliere alberghi ultra-stellati, optano sempre più per alberghi indipendenti, fuori dagli schemi e caratterizzati da gusto e foggia locali (55%). Il 33% sceglie hotel boutique, il 23 % hotel eco-friendly e il 21% hotel super tecnologici. Inoltre, inclini a immergersi in esperienze autentiche, i viaggiatori cinesi non si tirano indietro quando si tratta di spendere per soddisfare le proprie voglie come assaggiare esotiche leccornie locali (69%), esplorare le strade delle città alla ricerca di oggetti autentici del luogo (43%) o fare shopping di lusso (38%). Digitalmania – I millennials cinesi sembrano prendere il digitale molto sul serio. Connettività ed efficienza sono la chiave per chi è sempre in viaggio. Spazi di co-working (39%), tecnologia a commando vocale (38%), prenotazioni di realtà virtuali (38%), servizio clienti robotizzato (32%), accesso alle stanze tramite telefonino (31%) e postazioni social media live (26%), sono tutti servizi extra che desidererebbero trovare nelle strutture ricettive.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Whether in print or on the Web – Fraunhofer IGD thinks in 3D

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

The Fraunhofer Institute for Computer Graphics Research IGD will present three publications at SIGGRAPH 2018, which describe trend-setting developments in 3D printing, 3D web visualization, and optical material identification. The accepted publications confirm the institute has an international leading position in research relevant to computer graphics.
Two papers and a poster from the Fraunhofer IGD were accepted this year to SIGGRAPH 2018, which takes place from August 12 to 16 in Vancouver. As the world’s largest conference in computer graphics, SIGGRAPH is the most important international science forum for virtual reality, mixed reality, animation, gaming, and digital art.Professor Philipp Urban describes in his paper titled “3D Printing Spatially Varying Color and Translucency” a technology that opens up completely new possibilities in 3D printing. In essence, together with his colleagues Alan Brunton, Can Ates Arikan, and Tejas Madan Tanksale, he developed an algorithm that can be used to achieve and combine full color, translucencies, and transparencies. This results in a variety of application scenarios in the film and medical technology industries, for example. In his paper, Urban shows, among other things, how it is possible to realistically reproduce translucent materials such as skin. Engineers and designers can create the corresponding 3D models with conventional modeling tools and save them in standard file formats. It is also conceivable to copy objects made of different materials. Users and customers can now print millions of designs that are already available on the Internet. The technology is integrated into the 3D printer driver Cuttlefish developed by Fraunhofer IGD and customers are already using it.The second paper “Box Cutter: Atlas Refinement for Efficient Packing via Void Elimination” deals with a method for optimizing textured 3D models. Dr. Max Limper and his colleagues Nicholas Vining and Alla Sheffer of the University of British Columbia UBC show how the Box Cutter software is able to display surfaces of 3D models in more detail without requiring more storage capacity. What experts used to arrange manually in the so-called Atlas with great effort is now done with an algorithm. Limper describes 3D visualizations, computer games, VR applications, and 3D representations in the browser as conceivable areas of application. Overall, the potential applications for 3D models are significantly expanding due to the reduced loading time.
In addition to the two publications, a poster by the Fraunhofer IGD was also accepted. Under the title “Automated Acquisition and Real-time Rendering of Spatially Varying Optical Material Behavior”, Martin Ritz and Pedro Santos will present a new, fully automated method for the physically realistic acquisition and visualization of optical material behavior. Depending on the direction of light, object surfaces vary considerably – a major challenge in the production of realistic 3D models so far. The new method transports the light-dependent surface changes into the virtual space and, in contrast to previous approaches, enables rendering in real time. Due to the massive savings in storage requirements, the acquired data can be transferred to any 3D model. Application examples can be found in the automotive industry, where various interior materials can be tested virtually under realistic lighting conditions before prototype production, as well as in architecture.Fraunhofer IGD invites to a networking event on August 15 in Vancouver where guests can discuss these technologies and their applications with our experts. The software instant3Dhub, which is scalable on all devices and visualizes 3D objects, will also be demonstrated using augmented reality. The 3D CAD data is used directly for tracking without manual adjustments. The event will also feature software that enables computer-aided modeling of graded properties and multiple materials for 3D components and 3D print production. (By Fraunhofer Institute for Computer Graphics Research IGD)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sisma in Indonesia

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Save the Children è estremamente preoccupata circa l’impatto psicologico che il terremoto che ha colpito Lombok rischia di avere sui bambini, mentre il bilancio delle vittime continua ad aggravarsi. L’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro mette inoltre in guardia dai gravi rischi per la propria sicurezza e incolumità ai quali i minori potrebbero essere esposti quando, nei prossimi giorni, torneranno a scuola, a causa dei danni ingenti registrati nelle strutture scolastiche della zona colpita.
Gli operatori del partner locale di Save the Children in Indonesia (Yayasan Sayangi Tunas Cilik – YSTC) hanno raccontato della forte devastazione lungo la strada che dalla parte settentrionale dell’isola di Lombok porta verso la capitale Mataram, con una stima di 8 case su 10 gravemente danneggiate e migliaia di persone rimaste senzatetto. Le aree maggiormente colpite, inoltre, sono ancora prive di corrente elettriche.“Ci sono bisogni e necessità enormi in una zona molto ampia. Almeno 80.000 persone si trovano attualmente in alloggi informali o dormono all’aperto perché sono troppo spaventate per stare all’interno delle abitazioni”, ha affermato, parlando da un ufficio di fortuna allestito in conseguenza dei forti danni subiti dalla sede locale dell’organizzazione, Silverius Tasman, che lavora per il partner locale di Save the Children.Tasman ha anche annunciato che l’organizzazione ha lanciato un piano di risposta all’emergenza: “Nei prossimi giorni distribuiremo kit di prima necessità, zanzariere e taniche per l’acqua per permettere alle persone di poter soddisfare i propri bisogni primari. Per quanto riguarda i bambini, la nostra preoccupazione principale è il loro benessere psicologico. I nostri team forniranno un primo supporto psicologico ai minori e formeranno gli insegnanti per permettere loro di implementare attività di supporto psicosociale. Il nostro staff lavorerà inoltre con i genitori e con le figure di riferimento per i minori in modo che possano riconoscere segnali di sofferenza nei bambini e dare loro il supporto di cui hanno bisogno”, ha detto ancora Silverius Tasman.“Inoltre – ha proseguito – metteremo a disposizione dei minori spazi sicuri e protetti dove potranno giocare e vivere un momento di serenità in questa situazione complicata, e stiamo collaborando con il governo per garantire la sicurezza delle strutture scolastiche prima che i bambini possano tornare a studiare. Nel frattempo, supporteremo l’educazione dei minori, affinché possano ritrovare un senso di normalità e di routine, fornendo soluzioni educative alternative, come spazi temporanei per lo studio e distribuzioni di materiali scolastici agli insegnanti”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Conference: Quo Vadis Energy Union

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Berlin on 7 September 2018 08:45 to 15:30 Stiftung Wissenschaft und Politik Ludwigkirchplatz 3-4. The Juncker Commission declared the Energy Union – announced as a project to make energy more secure, affordable and sustainable – to be one of its political priorities for 2015-2019. A year before the end of this term, the College of Europe’s Energy Chair and Stiftung Wissenschaft und Politik Berlin will look ahead to the future of the Energy Union after its first years of implementation, in their high-level conference entitled “Quo Vadis Energy Union” in Berlin. The high-level rountable will consist of a keynote speech and three panel debates:
Keynote speech – The Energy Union: Where we are and where to go from here
The Energy Union’s Governance: Who’s managing the energy transition?
Beyond the Energy Union I: EU energy and climate policy for the future
Beyond the Energy Union II: EU energy relations and the changing international landscape
The conference is free to attend, but the amount of places is limited. We therefore ask you to register below; registration is only complete upon confirmation. Given the small amount of places, registration will be binding. We therefore ask you to notify us on the address below ahead of time, so that people on the waiting list can join.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »