Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for the ‘Roma/about Rome’ Category

about Rome

“Il Cybersecurity ACT: strategia europea e priorità dell’Italia”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

Roma 23 Ottobre, dalle 16 alle 20, al Museo di arte contemporanea MACRO (Via Nizza 136/A) a Roma, si terrà l’evento dal titolo “Il Cybersecurity ACT: strategia europea e priorità dell’Italia”, organizzato dalla rappresentanza in Italia della Commissione europea e da Cyber Affairs. I lavori saranno aperti da Beatrice Covassi, capo della rappresentanza, e da Angelo Tofalo, sottosegretario di Stato alla Difesa. Con un video messaggio, interverrà Roberto Viola, direttore generale della Dg Connect che si occupa di economia e società digitali. Poi, la prima tavola rotonda, moderata dal direttore di Cyber Affairs Michele Pierri, vedrà gli interventi del direttore del Servizio Polizia postale e delle Comunicazioni Nunzia Ciardi, del direttore generale di Iscom Rita Forsi, e del direttore Pa e vigilanza dell’Agid Franceso Tortorelli. Il secondo panel sarà invece moderato da Manuela Conte, capo Stampa della Rappresentanza Ue, e vedrà la partecipazione del presidente dell’Associazione italiana professionisti security aziendale (Aipsa) Andrea Chittaro, del presidente dell’Associazione italiana esperti infrastrutture critiche (Aiic) Luisa Franchina, del presidente del Centro studi internazionali (Cesi) Andrea Margelletti, del chairman del board dell’European Organization for Security (Eos) Giorgio Mosca, del presidente del Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica (Cini) Paolo Prinetto, e del vice presidente di Eni Alfio Rapisarda.Infine, con l’introduzione di Vittorio Calaprice, alcuni esperti offriranno la loro “testimonianza”. Saranno Gabriele Faggioli (presidente del Clusit), Davide Maniscalco (direttore della rubrica Cyber OFCS report), Mauro Nicastri (presidente dell’Associazione Italia digital revolution), Antonio Venece (direttore di Geeks Academy – Formazione junior cyber expert) e Andrea Zanini (portavoce del presidente dell’Agenzia spaziale italiana).

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assemblea della Caritas diocesana romana

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

Roma Sabato 20 ottobre alle 9.30 nell’Aula Magna della Pontificia Università Lateranense (piazza San Giovanni in Laterano, 4) si svolgerà l’assemblea di inizio anno della Caritas diocesana di Roma con la presentazione del programma pastorale 2018-2019 dal titolo “Questo povero grida e il Signore lo ascolta”. L’incontro si aprirà con la preghiera guidata dal direttore della Caritas don Benoni Ambarus. Seguiranno gli interventi del vescovo Gianpiero Palmieri, ausiliare per il settore Est, e di don Paolo Asolan, docente alla Pontificia Università Lateranense. I due relatori illustreranno il programma pastorale della diocesi di Roma soffermandosi in particolare su tre passaggi: il primo fino a Natale, imperniato sul “fare memoria”; il secondo nel periodo tra gennaio a Pasqua, che sarà dedicato alla “riconciliazione”; il terzo, da Pasqua a Pentecoste, sull’ascolto del “grido della città” e sulla missione.Don Benoni Ambarus illustrerà invece le iniziative che la Caritas propone alle comunità parrocchiali, alle associazioni e ai movimenti ecclesiali nell’ambito del cammino diocesano: le esperienze di “prossimità territoriale” tra le parrocchie e i centri di carità presenti nel quartiere; la conoscenza delle “solitudini domestiche” soprattutto nel caso degli anziani e il coinvolgimento dei volontari; le iniziative di accoglienza dei rifugiati con il progetto “Pro-Tetto”; un’indagine conoscitiva sul mondo giovanile realizzata insieme alle parrocchie e alle associazioni. Durante l’incontro interverranno anche i cinque incaricati per la carità nei settori pastorali della diocesi. Le conclusioni saranno affidate al cardinale Angelo De Donatis, vicario del Santo Padre per la diocesi di Roma.
“Questo povero grida e il Signore lo ascolta” (Sal 34,7) è la riflessione che Papa Francesco ha indicato per la seconda Giornata mondiale dei poveri che si celebrerà il prossimo 18 novembre. Un invito che la Caritas ha scelto come tema dell’anno. Il nostro vescovo ci chiede un’attenzione spirituale verso i poveri; non delle opere di carità o collette, bensì un nuovo approccio delle comunità affinché i poveri siano persone da cui imparare e da prendere a testimonianza. Essi sono i testimoni privilegiati, coloro che più di ogni altro ci aiutano a riconoscere la presenza di Dio e a dare testimonianza della sua vicinanza insegnandoci che anche nel buio della notte non fa mancare il calore del suo amore e della sua consolazione». Così, don Ambarus, introduce il percorso del nuovo anno della Caritas.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Direttore Spirituale dell’Istituto Samantabhadra di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

Roma Sabato 27 ottobre 2018 alle ore 11.00 presso la sede legale dell’Unione Buddhista Italiana (U.B.I.), in vicolo dei Serpenti n.4/a, si terrà la Conferenza di presentazione del Ven. Ghesce Dorji Wangchuk, nuovo Lama residente nella città di Roma, che ha sostituito il Ven. Ghesce Thubten Dargye, scomparso nel dicembre 2017, alla guida spirituale dell’Istituto Samantabhadra, storico centro buddhista della capitale di tradizione Mahayana. In occasione dell’incontro con la stampa e con il pubblico il Ghesce Lharampa introdurrà il tema della “Responsabilità universale come chiave della sopravvivenza umana secondo l’ottica del Buddhismo”. Il tema della responsabilità universale viene recepito nella sua urgente attualità anche dalla religione cristiana come testimoniano alcune delle recenti iniziative che hanno contribuito a creare un messaggio condiviso da inviare ai rappresentanti dei governi degli Stati di tutto il mondo che si riuniranno a Katowice in Polonia dal 3 al 14 dicembre 2018 per la Conferenza Mondiale sul clima delle Nazioni Unite; un messaggio già accolto e condiviso dalle diverse confessioni presenti in Italia (la Chiesa Valdese, la Federazione delle Chiese Evangeliche d’Italia, l’Unione Induista Italiana, l’Unione Buddhista, l’Assemblea dei rabbini d’Italia e due organizzazioni islamiche tra le più diffuse nel nostro Paese, l’Ucoii e la Coreis) che nel dicembre del 2015 in vista della Cop 21 hanno sottoscritto un appello di responsabilità nelle scelte politico-ambientali da intraprendere richiamando il rispetto del valore della vita in un’ottica di tutela delle popolazioni più deboli e delle future generazioni. Questo incontro intende porre l’attenzione e sensibilizzare i cittadini sul tema del rapporto tra l’essere umano e l’ambiente in cui vive ed opera, tra l’individuo e la società, in un momento storico come quello attuale contraddistinto da un individualismo esasperato, da odio sociale, chiusura e pregiudizio nei confronti della diversità a cui corrisponde, sul piano ecologico, un atteggiamento spesso predatorio dell’uomo sulla natura, soggiogata da una concezione antropocentrica sempre più assolutistica e spregiudicata.
L’Unione Buddhista Italiana (U.B.I.) è stata fondata a Milano nel 1985 da centri buddhisti di tutte le tradizioni presenti in Italia che sentivano la necessità di unirsi e cooperare, come era già accaduto in altri paesi europei (Francia, Germania, Austria, Olanda, Spagna, ecc.).

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola e bambini ad alto potenziale cognitivo

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

Roma 26 ottobre dalle 16 alle 18,30 nell’Aula Valori della Lumsa, in Via di Porta Castello 44 presentazione a Roma del Master, organizzato con l’Università Lumsa, dal titolo ‘Gifted. Didattica e psicopedagogia per gli alunni con alto potenziale cognitivo e plusdotazione’.
Molti bambini ad alto potenziale cognitivo (Apc) sono equilibrati, hanno trovato una loro via e canalizzano le loro capacità in modo adeguato senza sviluppare difficoltà comportamentali. Ma ci sono alcuni bambini ‘gifted’ in cui emergono difficoltà nella sfera emozionale e comportamentale. La loro fragilità emotiva si rintraccia spesso in una bassa tolleranza alla frustrazione, nella difficoltà a gestire qualsiasi tipo di ingiustizia o nel ricorrere a strategie emotivo relazionali che ci si aspetta da bambini più piccoli. Ad aiutare gli insegnanti a cogliere gli aspetti emotivi dei gifted sarà Laura Sartori, psicoterapeuta dell’età evolutiva e coordinatrice del Progetto Alto Potenziale dell’Istituto di Ortofonologia (IdO).
La nuova offerta formativa si propone di far acquisire ai corsisti un insieme strutturato di conoscenze, capacità e competenze in ambito didattico e psicopedagogico per l’alto potenziale cognitivo relativo alla Scuola dell’infanzia, alla Scuola primaria, alla Scuola secondaria di primo e di secondo grado. I destinatari sono i docenti, sia curriculari che di sostegno, delle scuole statali e paritarie; i referenti per la disabilità e coordinatori del sostegno presso scuole statali e paritarie; i dirigenti scolastici delle scuole statali e i coordinatori didattici delle scuole statali e paritarie. Potrà essere pagata interamente con la Carta docente entro il 31 ottobre, termine ultimo delle iscrizioni, e le lezioni partiranno il 15 novembre.
Alla base di tutto c’è l’individuazione precoce dell’elevato livello cognitivo. “Il rischio di un mancato riconoscimento è che i bambini dotati disinvestano sugli apprendimenti qualora percepiscano quello che fanno come poco stimolante o non ne comprendano l’utilità. In alcuni casi- avverte Sartori- vengono inquadrati in profili diagnostici parziali o errati, come Dsa, Adhd o Dop. Purtroppo l’insegnante non riesce sempre ad interpretare la loro apparente mancanza di concentrazione, di competenza e la loro scarsa voglia di lavorare”. L’obiettivo del master è garantire al soggetto plusdotato “il diritto ad essere individuato e ad avere una programmazione didattica volta a potenziare le sue capacità e a compensare le sue difficoltà, rendendolo di supporto al gruppo classe”.
L’IdO ha preparato un protocollo per la realizzazione di un piano didattico personalizzato (PDP) specifico per l’Apc, che include delle aree di solito assenti per gli altri tipi di Bisogni educativi speciali: l’ampliamento e approfondimento di alcune parti del programma e la compattazione dei contenuti già padroneggiati, le strategie di didattica inclusiva e di potenziamento, l’adozione di strumenti digitali più complicati sono solo alcuni esempi. Ogni PDP deve essere ovviamente gestito caso per caso, in base alle risorse del ragazzo e alle possibilità della scuola.
Al convegno prenderanno la parola anche Maria Cinque, professore di Didattica e pedagogia speciale dell’Università Lumsa e direttrice del Master; Raffaele Ciambrone, dirigente tecnico presso la Direzione Generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione del Miur; Simona De Stasio, docente di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione dell’Università Lumsa e direttrice del Master; Federico Bianchi di Castelbianco, psicoterapeuta dell’età evolutiva e direttore dell’IdO; Magda Di Renzo, psicoterapeuta dell’età evolutiva e responsabile del servizio di Psicoterapia dell’IdO; Rossella Sonnino, dirigente scolastico dell’IC Regina Elena.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Etica delle virtù e Psicologia: Verso una nuova scienza delle virtù?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 ottobre 2018

Roma. Dal 18 al 20 ottobre 2018, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà il convegno internazionale del Centro di Ricerca Interuniversitario ARETAI – Center on Virtues sul tema “Etica delle virtù e Psicologia. Verso una nuova scienza delle virtù?” (“Virtues Ethics and Psychology. Towards a new science of virtues?”)Lo scopo principale dell’incontro è un’analisi del legame tra le virtù e la ricerca psicologica corrente. Si parlerà delle connessioni tra l’etica delle virtù e le diverse branche della psicologia in prospettiva metodologica, concettuale e applicativa, con particolare attenzione alle implicazioni educative.Interverranno studiosi interessati al tema delle virtù da un punto di vista psicologico, filosofico e interdisciplinare in genere.Il Comitato scientifico del convegno è composto da Claudia Navarini (Università Europea di Roma), Angelo Campodonico (Università di Genoa), Kristjan Kristjánsson (Jubilee Center, Birmingham, Regno Unito), Natasza Szutta (Università di Gdansk, Polonia), Marco Innamorati (Università Europea di Roma) e Anna Contardi (Università Europea di Roma).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo rapporto 2018 AIDP – LABLAW su Robot e Intelligenza artificiale e lavoro in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 ottobre 2018

Roma 23 ottobre 2018 presso la sede del CNEL (Viale Davide Lubin, 2, Sala Parlamentino) alla presenza di numerosi direttori del personale e relatori istituzionali e associativi Presentazione primo rapporto 2018 AIDP – LABLAW su Robot e Intelligenza artificiale e lavoro in Italia. L’AIDP, la principale associazione italiana per la direzione del personale e LabLaw, tra i principali studi giuslavoristici italiani, hanno promosso il primo rapporto 2018 su Lavoro, Robot e Intelligenza artificiale in Italia a cura di Doxa.Inizio lavori ore 11.00 Saluti Tiziano Treu, Presidente CNEL Isabella Covili Faggioli, Presidente AIDP
Presentazione risultati rapporto AIDP-LABLAW DOXA 2018 Enrico Cazzulani, Segretario Generale AIDP
Il futuro delle relazioni industriali nell’epoca dei Robot Francesco Rotondi, Giuslavorista, Avvocato e Co-founder LabLaw
Robot e direzione del personale: la ricerca AIDP Umberto Frigelli, Coordinatore Nazionale Centro Ricerche AIDP
Intervento di Claudio Durigon, Sottosegretario al Ministro del lavoro (in attesa di conferma)
Dalle 11.45 alle 12.45
Tavola Rotonda: il l futuro del lavoro tra robot e intelligenza artificiale con:
Isabella Covili Faggioli, Presidente AIDP
Luca Failla, Giuslavorista, Avvocato e Co-Founder LabLaw
Marco Bentivogli, Segretario Generale Fim Cisl
Massimo Sumberesi, Head of Doxa Marketing Advice
Andrea Del Chicca, HR Director Ansaldo Energia
Chiusura lavori: ore 13.00

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Paolo VI

Posted by fidest press agency su martedì, 16 ottobre 2018

Papa Francesco ha reso ufficiale il riconoscimento della Santità che Papa Montini praticò in vita, dando inizio alla sociologia del Nuovo Umanesimo, che si svilupperà fino ai nostri giorni.Leggeremo fiumi di inchiostro scritti da vaticanisti veri o, anche, occasionali
In questa mia nota desidero ricordare alcun tratti della Sua Storia Personale dei quali ben pochi si occuperanno.Non potrei non cominciare da quella baracca trasformata in Chiesa dove l’Arcivescovo di Milano, mons. Montini, celebrò la Messa di Natale il 25 dicembre del 1955; quel giorno documentò al mondo che la Chiesa è nata tra i poveri ed è destinata ai poveri, ed è la sola voce che può e deve levarsi forte per sostenere i diritti dei più deboli e dei più fragili, di quelli che non hanno voce per farsi sentire.
Come Arcivescovo mons. Montini visitò l’America Latina e l’Africa, ma non si fermò ad ammirare i superbi reperti archeologici dei conquistadores, ma guardò la realtà dell’indio e del negro, come realtà di uomini sofferenti in mezzo ad altri uomini opulenti ed egoisti; lì dovette maturare la convinzione del nuovo peccato commesso ogni giorno da quanti non vedono nel prossimo bisognoso la presenza di quell’Uomo che porta una Croce non Sua in giro per il mondo, appesantita dall’egoismo di tanti uomini, in una nuova Via Crucis dove si rinnova, stazione dopo stazione, il peccato sociale.
Ricordando la pastorale del Natale 1955, in quel gelido tugurio dove il Cristo era presente nei derelitti di una Milano occupatissima a celebrare non il rinnovarsi del mistero della Natività, ma il rito del cenone, e la lettera Enciclica PP, ritroviamo tutto l’itinerario dell’uomo Montini e la dilatazione degli orizzonti operata dall’assunzione della paternità universale L’esigenza di toccare con mano la miseria che affligge una grande parte del mondo, condusse Paolo VI, , eletto al Pontificato, a visitare la Chiesa dei poveri in un pellegrinaggio che lo portò, innanzitutto, in Palestina nel 1964, in quella terra travagliata e contesa; era solo il 1964, ancora l’esercito israeliano non aveva scatenato quella che la storia ricorderà come ‘la guerra dei sei giorni’, quando con un’azione aggressiva quanto fulminea occupò i territori che l’ONU aveva assegnato ai palestinesi, dalla striscia di Gaza a Sud, alla Cisgiordania a Nord, alle alture del Golan, insediando i coloni e schierando l’esercito a difesa dei territori occupati. Furono oltre 2 milioni i palestinesi costretti a fuggire dalle loro case, dai loro villaggi, dalle loro cittadine, riparando nelle nazioni arabe vicine, come profughi non sempre ben tollerati. Un ulteriore viaggio fra i poveri portò Paolo VI fra gli orgogliosi grattacieli di New York, illuminati quotidianamente a festa, simboli tangibili di un’opulenza che mortifica tutta quella larga parte del mondo dei vinti, utilizzando la illusorietà del benessere, destinato, però, solo a pochi privilegiati. A New York il Santo Padre non si soffermò a compiacersi della esibizione di ricchezza, andò a cercare i più deboli in quei ghetti dove il colore della pelle marchia, ancora oggi, escludendoli dal consorzio del benessere, gli emarginati di Harlem. Queste esperienze ci indicano le profonde motivazioni che portarono Paolo VI a inserire nella Sua Enciclica Populorum Progressio gli esempi di uomini che nel silenzio della propria coscienza si erano adoperati con gli altri e per gli altri, come Charles de Foucauld, il martire della donazione al Terzo Mondo, padre Chenu, il grande teologo sostenitore dei preti-operai, che si ‘fracassarono le reni’ nei miserabili sobborghi fra algerini e italiani sfruttati dalla grande industria, e ancora padre Lebret, che consacrò il suo genio al servizio dei popoli del Vietnam, del Senegal e del Nord-Est del Brasile.
Venne citato più volte il profetico e terribile documento del Concilio ‘Gaudium et Spes’, Gioia e Speranza, lì dove assicura gioia e speranza a chi riconosce nel povero l’immagine di Cristo, escludendo coloro i quali, nazioni, popoli o singole persone, hanno privilegiato l’accaparramento delle ricchezze in contrapposizione alla distribuzione della solidarietà; fu una citazione profetica e apocalittica, con una promessa e una condanna. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Morricone e l’Organo: Un rapporto quasi sacrale

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 ottobre 2018

Roma Sabato 20 ottobre alle ore 19 nella Sala Accademica del Conservatorio “Santa Cecilia” in via dei Greci 18, il Festival “Un Organo per Roma 2018” organizzato da Camerata Italica, IUC (Istituzione Universitaria dei Concerti) e Conservatorio “Santa Cecilia” si concluderà con l’Omaggio ad Ennio Morricone per i suoi 90 anni.Il concerto “Morricone e l’organo: un rapporto quasi sacrale”, ovvero l’utilizzo dell’organo come ponte verso diversi “rituali” come quelli western, sarà preceduto da una conversazione su “Inseguendo quel suono. La mia musica, la mia vita”, libro di interviste del Maestro con Alessandro De Rosa, che interverrà in un brevissimo video.La serata, con la partecipazione del Maestro, sarà condotta da Giovanni D’Alò insieme a Carla Conti, Roberto Giuliani e Giorgio Carnini e vedrà la partecipazione di storici collaboratori che da anni affiancano il grande compositore nell’esecuzione della sua musica: Gilda Buttà, Bruno Battisti D’Amario, Gino Lanzillotta, Carlo Romano, Luca Pincini, Paolo Zampini, il soprano Susanna Rigacci, l’organista Alberto Pavoni ed il Coro “Claudio Casini” dell’Università di Roma Tor Vergata diretto da Stefano Cucci, presenza immancabile in ogni concerto del Maestro sia in Italia che all’estero.
Il concerto è pensato come se le musiche di Morricone scaturissero da musiche di Bach, Frescobaldi e Stravinsky: si parte infatti da questi tre autori per passare con una transizione – come se Morricone meditasse sulla musica di quei maestri del passato – alla musica di Morricone stesso ed in particolare alle sue più famose composizioni per il cinema, da Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto a Mission, da C’era una volta il West a Cinema Paradiso, da La Battaglia di Algeri a C’era una volta in America.Questo concerto è in collaborazione con “Alziamo il volume”, la serie di incontri con l’autore curata da Carla Conte e Roberto Giuliani.Il Festival, ideato da Giorgio Carnini e promosso dalla Camerata Italica in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia e l’Istituzione Universitaria dei Concerti (IUC) è parte di un progetto più ampio che tende a richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni sulla grave mancanza di un organo da concerto al Parco della Musica come previsto inizialmente da Renzo Piano. Il Festival si prefigge inoltre la messa in luce di giovani talenti presenti all’interno del Conservatorio “Santa Cecilia” e la diffusione, in prima esecuzione assoluta, di opere sia di giovani che di affermati compositori.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IX Festival della Diplomazia: Le Linee Rosse

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 ottobre 2018

Roma 18 ottobre, ore 21.00 Teatro Palladium, Piazza Bartolomeo Romano, 8. Sarà il giornalista e scrittore Federico Rampini uno degli ospiti della nona edizione del Festival Della Diplomazia con il suo spettacolo “Le Linee Rosse”. Federico Rampini, giornalista, scrittore, conferenziere e divulgatore di fama internazionale, porta sul palco la geopolitica, raccontando le trasformazioni dell’attualità mondiale seguendo il tracciato delle carte geografiche, sovrapponendole e interpretando numeri e linee di confine.Viaggiamo sempre di più. Capiamo sempre di meno. Mentre lo attraversiamo a gran velocità, il mondo attorno a noi ci disorienta. Eppure, tutto quello che il mondo vuole dirci è spiegato nei disegni. Il nostro destino è scritto nelle carte geografiche, e nella loro storia. Se impariamo a decifrarle.“Ogni crisi vicina e lontana ci costringe a capire la fisicità del mondo in cui viviamo – racconta Rampini -. La geografia e la storia come le abbiamo studiate non ci bastano più. Un po’ perché il mondo è stravolto rispetto alle fotografie già obsolete dei manuali scolastici. E poi nessuno ci ha insegnato a guardare ‘oltre’, a penetrare il significato nascosto delle carte, a incrociare il paesaggio terrestre con la storia delle civiltà, le leggi evolutive dei popoli e degli imperi”. Quella che porta in scena Rampini è allora la geografia in forma di conferenza teatrale, uno storytelling suggestivo accompagnato dalle grandi immagini che scorrono alle sue spalle.“Ci servono mappe intelligenti – conclude il giornalista – per orientarci e capire dove siamo ora, dove andremo domani”.Organizzato con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, della Cooperazione Internazionale, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e di Roma Capitale, il Festival della Diplomazia 2018, è una manifestazione diffusa nella città, l’unica al mondo dedicata alla Diplomazia e alle Relazioni Internazionali, con un ricco programma di seminari e incontri dislocati nella capitale, tra sedi istituzionali e luoghi “altri”, che rende per 9 giorni Roma protagonista assoluta del dibattito sulla geopolitica e sull’attività diplomatica.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enzo Romeo: Lui, Dio e Lei

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 ottobre 2018

Roma 16 ottobre alle 18,00 presso il Centro Russia Ecumenica Borgo Pio 141 verrà presentato il libro per Rubbettino del vaticanista Enzo Romeo sul celibato nella Chiesa. Intervengono Gianni Gennari, Giornalista, Armando Matteo, Teologo, Giuseppe Crea, Psicologo, Coordina Monica Mondo, Giornalista e conduttrice tv. Un tempo un sacerdote che si dimetteva dal sacro ministero era semplicemente uno «spretato». Ora la discussione sul celibato torna a irrompere nella Chiesa, con la possibile apertura del sacerdozio ai viri probati, uomini sposati di provata fede. Se ne parlerà nel prossimo Sinodo sull’Amazzonia convocato in Vaticano per l’ottobre 2019.Il libro di Enzo Romeo approfondisce la questione, esaminandola sotto l’aspetto storico e del magistero. Inoltre presenta una serie di storie e dà voce ad alcuni testimoni ed esperti che affrontano il tema con schiettezza e coraggio.
Parlano il religioso-psicologo specialista nella cura dei disagi di persone consacrate, la teologa che insegna ai futuri candidati all’episcopato, il rappresentante di diaconi italiani e il vescovo responsabile per la CEI della formazione del clero, che afferma: «Chi si prepara al sacerdozio deve educare lo sguardo e abituarsi al confronto con l’altro sesso».Soprattutto raccontano le loro vicende i protagonisti: dal sacerdote di rito latino che (caso forse finora unico nella storia) è riuscito ad ottenere dal papa la dispensa per continuare a esercitare il sacerdozio da sposato; all’ex prete che ha ricevuto in casa sua papa Francesco; alla moglie di un ex sacerdote; fino al monaco di clausura che ha ceduto all’amore per una donna e oggi è un marito e un padre felice. Ma ci sono anche le testimonianze di chi dopo tanti anni rimane fedele al celibato e lo considera un valore importante. «Il celibato è un’estrema forma di povertà, che mette chi lo pratica in unione con i più soli, i rifiutati» dice un anziano sacerdote ripensando alla propria vita. Tutte vicende cariche di dolore ma anche di gioia, raccontate in modo delicato ma con schiettezza.In effetti, se scelto in modo spontaneo e volontario, il celibato è un vasodilatatore dell’anima, consente di allargare il cuore e sentire tutti come il proprio “prossimo”. Se però si riduce a mera obbedienza, diviene una menomazione esistenziale e le conseguenze sono nefaste per sé e per l’intera comunità cristiana. Di qui la domanda se anche per i cattolici di rito latino il celibato dovrebbe tornare a essere una libera scelta e non più un obbligo. Di certo, occorre un nuovo percorso per i candidati al sacerdozio e alla vita consacrata, insieme a una formazione permanente e ad un approccio più sereno ed equilibrato sulle questioni che riguardano l’affettività.www.rubbettinoeditore.it

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le malattie neuromuscolari

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Roma, 17 ottobre 2018 ore 12.30 Eventi Fontana di Trevi (Piazza della Pilotta 4) Sala Ungaretti. Sono patologie rare ma in aumento nel nostro Paese. In particolare la Distrofia Muscolare di Duchenne (DMD) è causa di disabilità precoce e riduce fortemente la qualità e l’aspettativa di vita. Si manifesta nella prima infanzia con gravi problemi nella deambulazione che progrediscono fino alla perdita totale della stessa e ad una morte in giovanissima età. Oggi la ricerca medico-scientifica ha individuato strumenti, sia diagnostici che terapeutici, che offrono nuove prospettive di vita per i pazienti. Queste innovazioni però richiedono un intervento concertato multidisciplinare. Per ridurre l’impatto della malattia risulta fondamentale la diagnosi precoce e quindi il ruolo “primario” della pediatria di famiglia che deve imparare a riconoscerne i sintomi e indirizzare le famiglie verso centri specializzati nella presa in carico del paziente. Per questo la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), con il supporto incondizionato di PTC Therapeutics, ha deciso di lanciare un nuovo progetto nazionale. Si chiama PETER PaN (PEdiatria TEerritoriale e Riconoscimento Precoce Malattie Neuromuscolari) e per la prima volta a livello nazionale vedrà una serie di iniziative per promuovere una nuova cultura sulle patologie rare neuromuscolari. Verrà presentato con una conferenza stampa a Roma mercoledì 17 ottobre. Interverranno, tra gli altri, Paolo Biasci (Presidente Nazionale FIMP), Mattia Doria (Segretario Nazionale alle Attività Scientifiche della FIMP), Carlo Minetti (Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana di Miologia ed esperto di distrofie muscolari dell’Università di Genova), Filippo Buccella (rappresentante dell’associazione di pazienti Duchenne Parent Project). Sarà questa l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte della lotta alle malattie rare neuromuscolari nel nostro Paese e presentare le ultime novità emerse dalla ricerca medico-scientifico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Da Tar primo via libera a nuove regole per bus turistici

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Roma. Il Tar del Lazio ha respinto la richiesta di sospensione delle nuove regole per i bus turistici. Nessuno stop, quindi, per la delibera con cui la Giunta capitolina ha istituito la Ztl Bus A, B e C e il Regolamento per l’accesso e la circolazione degli autobus nelle Ztl Bus. I provvedimenti sono diretti a vietare l’accesso dei bus non di linea nel Centro storico a partire dal 1 gennaio 2019.In particolare, il Tar, nel respingere allo stato le richieste dei ricorrenti, ha ritenuto che “nel bilanciamento dei contrapposti interessi, prevalga l’interesse generale ad una riduzione dell’inquinamento e ad un’ordinata gestione del traffico sotteso all’adozione dell’impugnata delibera n. 55/2018″“Il Tar ci ha dato ragione. Si tratta di una decisione attesa e importante, che premia la bontà del nostro provvedimento e il lavoro svolto dall’Amministrazione. Abbiamo, per la prima volta, approvato regole serie e rigorose per proteggere i monumenti e le aree di pregio, per contrastare l’inquinamento, per incrementare la sicurezza stradale. Da gennaio parte la nostra rivoluzione: strade più sicure e città più vivibile”, dichiara la Sindaca Virginia Raggi.“Questa ordinanza sottolinea il valore della nostra azione: l’interesse generale deve prevalere. Abbiamo dato vita ad una regolamentazione efficace che introduce nuove aree di sosta brevi e lunghe, grazie alla tecnologia sistemi di regolazione per le fermate e gli accessi, e tariffe congrue. Ci aiuterà a promuovere la mobilità sostenibile e a ridurre l’impatto dell’overtourism sulla nostra città”, dichiara l’Assessore alla Città in movimento Linda Meleo. “Il Tar conferma l’ottimo lavoro di squadra fatto dagli uffici e dalla parte politica. Ora avanti decisi nell’attuazione di questa misura che è la prima parte di un piano più ampio che prevede un centro storico sempre più a misura di pedoni e di ciclisti e con un trasporto pubblico efficiente”, dichiara il Presidente della Commissione capitolina Mobilità Enrico Stefàno.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma Sinfonietta: i concerti a Univ. Roma Tor Vergata

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Roma mercoledì 17 ottobre alle 18 nell’Auditorium Ennio Morricone (Macroarea Lettere e Filosofia, via Columbia 1) Università Roma Tor Vergata. Protagonista di questo primo concerto è Maurizio Baglini, unanimemente considerato uno dei migliori pianisti della nuova generazione a livello internazionale. Si esibisce in sedi prestigiose quali l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Teatro alla Scala di Milano, la Salle Gaveau di Parigi, il Kennedy Center di Washington. Le sue incisioni per Decca/Universal, accolte sempre con favore dalla critica specializzata, comprendono musiche di Liszt, Brahms, Schubert, Domenico Scarlatti, Mussorgsky e Schumann: di quest’ultimo Baglini sta incidendo l’integrale della musica pianistica, di cui quest’anno è uscito il terzo cd.Insieme all’Orchestra Roma Sinfonietta, Baglini suonerà due Concerti per pianoforte e orchestra di Joseph Haydn, precisamente quelli in re maggiore e in sol maggiore, i più noti della dozzina di concerti per pianoforte dl grande compositore austriaco. Considerato il “padre” della sinfonia, Haydn ha lasciato il segno anche in tanti altri generi musicali, ma i suoi concerti per pianoforte sono rimasti nell’ombra fino a pochi anni fa: solo recentemente sono stati rivalutati e Baglini contribuisce a questa riscoperta eseguendoli in varie città.Roma Sinfonietta eseguirà poi – concertata, come si usava all’epoca, dal primo violino Marco Fiorini – la Sinfonia in la maggiore K 201 di Wolfgang Amadeus Mozart: composta nel 1774, a diciotto anni d’età, segna una svolta rispetto alle sue sinfonie precedenti e rivela un compositore già maturo, pronto a ricevere e sviluppare genialmente l’eredità di Haydn.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ostia: una serata di musica antica

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Ostia Martedì 16 ottobre (ore 21) al Teatro del Lido di Ostia una serata di musica antica con l’Ensemble Terra d’Otranto che propone HIERONIMUS MONTISARDUI – Le opere di Gerolamo Melcarne, un pugliese errante, concerto per tenore, violino barocco, chitarra spagnola e tiorba, in cui ci accompagneranno gli interpreti Alberto Allegrezza, Doriano Longo, Luca Tarantino e Pierluigi Ostuni. «Il progetto HIERONIMUS MONTISARDUI parte da lontano – racconta Doriano Longo – Siamo negli anni Novanta del secolo scorso, Civica Scuola di Musica di Milano, dipartimento di musica antica. Nella pausa tra una lezione e l’altra di musica d’insieme si chiacchierava con i colleghi della provenienza di ognuno di noi. Quando dicemmo di venire dal Salento, antica Terra d’Otranto, un liutista di Parigi ci fece notare che vi era un musicista di fine Cinquecento originario del Capo di Leuca molto importante per la diffusione della pratica della chitarra spagnola e per aver composto musica profana e musica sacra di pregevole fattura. Ovviamente si trattava di Gerolamo Melcarne detto “Il Montesardo” dal suo paese natio. Da lì partì l’impulso per approfondirne il percorso artistico e biografico; iniziò un periodo di ricerca e di recupero delle sue opere con relative trascrizioni ed esecuzioni. Nel frattempo, in collaborazione con la Città di Alessano, comune in cui venne inglobato il centro di Montesardo, si diede vita ad un festival di musica antica dedicato al Melcarne, giunto lo scorso anno alla XVIII edizione, che ha ospitato, fra l’altro, artisti e gruppi di livello internazionale. Nel corso degli anni divenne sempre più chiara l’importanza del nostro conterraneo. Egli fu uno dei primi musicisti del Regno di Napoli ad aver avuto contatti diretti con l’ambiente fiorentino dove, a partire dalla fine del Cinquecento, era stato intrapreso un percorso di innovazione delle idee musicali e del modo di comporre. Stava per nascere la monodia accompagnata che poi diede origine ad una incredibile varietà di forme, alla base della odierna concezione della musica. E il Montesardo fu uno dei fautori di questo rinnovamento nel Regno di Napoli, dove ancora si praticava lo stile polifonico. Dopo diciotto anni ci è sembrato giunto il momento di fissare quanto ricercato, studiato e analizzato, offrendo al pubblico una visione quanto più possibile eterogenea del lavoro del musicista di Terra d’Otranto, attraverso la realizzazione di un’opera discografica, convinti che, e in questo facciamo nostro un suo pensiero. Il tuo sapere è nulla se un altro non sa ciò che tu sai. Questa cosa vale in tutte le discipline, ma specialmente nella musica, della quale si celebra parimenti un altro adagio: nessuna considerazione per la musica che non è divulgata».

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno “Una casa da vivere”

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Roma 18 ottobre presso il Centro Carlo Azeglio Ciampi per l’educazione monetaria e finanziaria (via Nazionale, 190), dalle 9.00 alle 13.30 si terrà il convegno “Una casa da vivere – Offerte innovative per nuovi modi di abitare” organizzato da Sidief e Banca d’Italia.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Prospettive della professione giornalistica e qualità dell’informazione”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 ottobre 2018

Roma Giovedì 25 ottobre, alle ore 10, presso l’Ordine dei Giornalisti (via Sommacampagna 19), in un incontro dal titolo “Prospettive della professione giornalistica e qualità dell’informazione”, il prof. Razzante discuterà dei contenuti del libro con:
– Emilio Carelli (deputato Movimento Cinque Stelle)
– Pasquale D’Innella Capano (fondatore Telpress Italia srl)
– Antonello Giacomelli (deputato Pd e vicepresidente Commissione parlamentare di vigilanza Rai)
– Giorgio Mulè (deputato e portavoce Forza Italia)
– Sandro Neri (direttore de “Il Giorno”)
– Antonio Nicita (commissario Agcom)
– Carlo Verna (presidente Ordine nazionale giornalisti)
Ruben Razzante, docente di Diritto dell’informazione all’Università Cattolica di Milano e alla Lumsa di Roma, scrive così ne “L’informazione che vorrei. La Rete, le sfide attuali, le priorità future”, edito da FrancoAngeli, di cui ha curato la pubblicazione e che include scritti di: Marcello Cardani, Elio Catania, Maurizio Costa, Carlo D’Asaro Biondo, Pasquale D’Innella Capano, Luciano Fontana, Giovanni Pitruzzella, Lorenzo Sassoli de Bianchi, Franco Siddi, Antonello Soro e Carlo Verna. “L’informazione che vorrei” intende essere una sorta di manifesto programmatico che spieghi a un pubblico generalista, dal punto di vista degli addetti ai lavori (authority, motori di ricerca, editori, giornalisti, professionisti della comunicazione, manager del settore, esperti), quali saranno gli impegni che Parlamento e Governo dovranno prendere in questi ambiti e quali saranno le sfide più impegnative e avvincenti che attendono l’Europa multimediale e digitalizzata. Nel suo corposo saggio introduttivo e in quello conclusivo, Ruben Razzante analizza le prospettive e gli sviluppi possibili dei media tradizionali e affronta i temi della diffusione in Rete di disinformazione e fake news, della protezione dei diritti in Rete, della valorizzazione della professione giornalistica e della riforma della governance Rai.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stagione Iuc: con la grande musica di Vienna

Posted by fidest press agency su sabato, 13 ottobre 2018

Roma 16 ottobre alle 20.30 nell’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” si inaugura la stagione IUC con il Wiener Concert-Verein, prestigioso ensemble viennese. Il Wiener Concert-Verein, è stato fondato nel 1987 da alcuni membri dei Wiener Symphoniker e si è rapidamente guadagnato un posto di primissimo piano nell’eccezionalmente ricco e competitivo panorama musicale viennese. Il programma è dedicato a Vienna e in particolare ad alcuni dei compositori – Mozart, Brahms e Bruckner – che ne hanno fatto la capitale della musica strumentale per quasi due secoli. A loro sono accostate due composizioni che non appartengono alla scuola viennese, la Serenata di Čajkovskij e le Danze slave di Dvořák, e che tuttavia ribadiscono il primato di Vienna, poiché sono un esplicito omaggio rispettivamente a Mozart e a Brahms.
Il concerto inizia col Divertimento n. 1 in re maggiore K 136 di Wolfgang Amadeus Mozart, composto a soli quindici anni, che è tuttora tra le musiche preferite di Mozart per le sue luminose melodie, i ritmi vivacissimi e anche per l’impegno virtuosistico richiesto agli esecutori. Il secondo brano è l’Adagio del Quintetto in fa maggiore di Anton Bruckner, definito nei paesi di area tedesca la quarta grande B dopo Bach, Beethoven e Brahms: rispetto a Mozart questo è un mondo totalmente diverso, per il suo carattere tormentato e le sue armonie wagneriane. Nella seconda parte del concerto ritorna l’aspetto più leggero di Vienna, città amante del divertimento, della danza, della galanteria, della seduzione, della spensieratezza, una specie di Parigi in cui però si parla tedesco. Prima c’è la Serenata op. 48 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, che è un chiaro omaggio a Mozart, visto naturalmente con gli occhi (e le orecchie) di un compositore della fine dell’Ottocento, che nell’equilibrio e nella luminosità di quella musica vedeva un antidoto contro i suoi tormenti romantici. Seguono due delle Danze slave di Antonín Dvořák, che sono un esplicito omaggio a un altro dei compositori di scuola viennese, Johannes Brahms: furono infatti scritte poco dopo le sue Danze ungheresi, quattro delle quali sono state scelte per concludere questo irresistibile concerto.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come sconfiggere la crisi alimentare, sociale e climatica del mondo?

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 ottobre 2018

Conferenza stampa 16 Ottobre (World Food Day 2018) h 11 Sala stampa Camera dei Deputati via della Missione 4. Il 16 ottobre si celebra il World Food Day 2018, ma non c’è molto da festeggiare. La Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO) ci dice, infatti, che dal 2016 il numero delle persone che nel mondo ha fame è tornato ad aumentare: si stima che siano arrivate a 821 milioni – circa una persona al mondo su nove.
A Roma, in questi giorni, proprio presso la FAO, oltre 300 leader di organizzazioni contadine, donne, popoli indigeni, consumatori e associazioni, che rappresentano più di 12 milioni di abitanti del pianeta, provenienti da tutti i Paesi del mondo, stanno presentando il proprio Rapporto indipendente sull’applicazione delle Linee Guida volontarie per il diritto al cibo, lanciate nel 2004, e che avrebbero dovuto guidare i Governi nel combattere la fame nei propri territori.Ci sono sicuramente alcuni aspetti molto positivi favoriti dall’applicazione di queste Linee Guida: ad esempio negli anni successivi alla loro approvazione un numero significativo di Paesi (Kenya, Messico, Nepal, Bolivia, Egitto, Ecuador e altri) ha sancito il diritto al cibo e/o alla sovranità alimentare nelle proprie Costituzioni.D’altra parte però, esistono molte criticità ancora irrisolte: laddove ad esempio le Linee Guida riconoscono che i mercati integrati nei territori (a livello locale, nazionale e regionale) debbano essere sostenuti in quanto distribuiscono l’80% di tutto il cibo consumato nel mondo, ma nell’attuazione pratica accade ancora molto raramente, e quando accade viene considerato strategicamente complementare allo sviluppo industriale globale e intensivo.A questo si affianca poi la moltiplicazione da parte dell’Europa di trattati di liberalizzazione commerciale (come il CETA o gli EPA) con i propri principali partner economici, ricchi e poverissimi, che mettono la difesa della sovranità alimentare, dell’ambiente e dei diritti delle comunità in secondo piano rispetto agli interessi di poche grandi imprese a Nord e a Sud.
La conferenza stampa sarà l’occasione per ascoltare le voci dei rappresentanti delle organizzazioni italiane e internazionali, le loro denunce e proposte per sfamare il pianeta.
Tra gli invitati ci sono i gruppi politici che sostengono la campagna e i parlamentari di tutte le formazioni politiche.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: “Colore e dinamismo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma. E’ il nome della nuova mostra di Galleria SpazioCima, sita in via Ombrone 9, visitabile sino a mercoledì 31 ottobre. La mostra, curata e organizzata da Roberta Cima, è a ingresso libero, da lunedì a giovedì dalle 15 alle 19 e il venerdì dalle 10 alle 13. Circa trenta le opere in esposizione. Nino Attinà sembra voler attingere ai grandi della pittura del Novecento per la sua nuova mostra, al contempo intensa e inspirata. Tra figure intere e primi piani, tra soggetti femminili dalle procaci rotondità agli uomini più austeri, l’artista propone piccoli scorci di vita e di quotidianità, che esplodono, però, grazie alla ricchezza del colore e alla luce che il pittore infonde in maniera consapevole e attenta.
Il pittore riprende in mano la lezione del Cubismo Sintetico di Picasso e Georges Braque per proporre forme capaci di dare il senso del movimento a quella sorta di fotografia. I soggetti sembrano in posa quindi, ma mai immobili. Postura, angolazioni e ambientazioni suggeriscono una scena di vita che va oltre, dando profondità e carattere ai soggetti in mostra. Vanno in scena, in questi quadri, né drammi né amori, ma frammenti di vita quotidiana che diventano straordinari grazie alla forte e sapiente cromaticità acquisita negli anni da Attinà.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Virginia Reiter

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma Domenica 14 ottobre a partire dalle ore 21.30, il Teatro Argentina di Roma ospita il prestigioso appuntamento che da ventitrè anni omaggia la grande interprete modenese – vissuta tra fine Ottocento e Novecento e prima capocomica italiana – attraverso la premiazione della più apprezzata attrice italiana under 35 dell’ultima stagione teatrale. Il quartetto di finaliste è composto da Federica Rosellini, Alice Raffaelli, Marianna Fontana e Lucienne Perreca. Nel corso della serata sarà inoltre assegnato il VI Premio Giuseppe Bertolucci alla migliore attrice europea tra le nuove generazioni e il Premio Virginia Reiter alla carriera a Lucia Poli, che sabato 13 terrà una lectio magistralis preceduta da un contributo video di Emma Dante. Tra le finaliste del Bertolucci anche la giovanissima Laia Artigas, vista nel film “Estate 1993” Riconoscere e promuovere la migliore attrice under 35 del panorama teatrale italiano nella fase iniziale della sua carriera che si sia distinta nel corso della stagione: è questo lo scopo fondamentale che si prefigge il Premio Virginia Reiter. Laa giuria di esperti è presieduta da Ennio Chiodi e composta da Rodolfo di Giammarco (la Repubblica), Gianfranco Capitta (il Manifesto), Maria Grazia Gregori (l’Unità) e Maurizio Porro e la direttrice artistica della manifestazione Laura Marinoni. Grande attesa per il nome della vincitrice. Nel corso della serata avranno luogo anche le cerimonie di premiazione della sesta edizione del Premio Giuseppe Bertolucci – intitolato al regista che ha dato tanto impulso al Premio Reiter e ha ideato il Festival omonimo, e assegnato a un talento scelto tra le migliori attrici europee delle giovani generazioni – e del Premio Virginia Reiter alla carriera, il cui Padrinosarà Massimo De Francovich, alla grande interprete italiana Lucia Poli. Finaliste del Bertolucci sono quest’anno la giovanissima attrice spagnola Laia Artigas, di soli 10 anni, vista nel film Estate 1993, le due attrici Kaya Wilkins ed Elli Harboe, protagoniste del film franco danese Thelma e l’attrice francese Marine Vacth del film Doppio Amore. Mentre Padrini dei due Premi saranno Emanuele Turetta per il Reiter e Vinicio Marchioni per il Bertolucci.La manifestazione coinvolge anche il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma attraverso la realizzazione di video tributo a Virginia Reiter e Giuseppe Bertoluccied è realizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Virginia Reiter di Modena in collaborazione con il Teatro di Roma. Enti promotori e patrocinanti dell’iniziativa sono ilComune di Romae la Regione Lazio, BPER Banca,Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, il MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ERT- Emilia Romagna Teatro Fondazionee Amici dei Teatri modenesi, oltre al Comune di Modena e la Regione Emilia Romagna. Anche quest’annoSantella gioielli di Sperlonga ha realizzato, a cura della designer Daniela Izzi, i gioielli con cui verranno omaggiate le vincitrici del Premio Virginia Reiter e Giuseppe Bertolucci, mentre il manifesto del Festival è stato realizzato dal giovane creativo dello IED Andrea Marchi. Ma saranno tanti gli appuntamenti all’insegna del teatro nell’ambito del Premio Virginia Reiter e del Festival omonimo per celebrare la grande attrice del passato, coeva di Eleonora Duse e di Sarah Bernhardt, da cui era ammirata, interlocutrice di D’Annunzio e prima interprete della Lupa di Verga. Il Festival nasce nel 2007 da un’idea del regista e sceneggiatore Giuseppe Bertolucci e già sabato 13 ottobre Lucia Poli, premiata alla Carriera,terrà una lectio magistralis, sempre presso la Sala Squarzina del Teatro Argentina, anticipata da un contributo video di Emma Dante e delle giovani attrici Mariagiulia Colace e Francesca Laviosa.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »