Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for the ‘Economia/Economy/finance/business/technology’ Category

Economy – Finance – Business – Technology

Più attenzione per i BRICS che corrono

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

pechinoPechino. In Europa, purtroppo, si è talmente concentrati a osservare il proprio ombelico che, quando i Paesi BRICS s’incontrano, a malapena si riesce a ricordare il luogo e il numero dei partecipanti all’evento. Del contenuto e degli obiettivi strategici, poco o niente. Eppure il loro peso, rappresentato dal 40% della popolazione mondiale e dal 25% del Pil mondiale, esigerebbe un’attenzione maggiore.
Mentre l’economia occidentale arranca da 10 anni, si ricordi che nello stesso periodo il Pil aggregato di Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa è cresciuto del 179% e i loro scambi commerciali sono aumentati del 94%.
Ecco perché il loro nono summit d’inizio settembre a Xiamen, in Cina, segna un rilevante passo avanti nell’attuazione della strategia di sviluppo economico e di coordinamento istituzionale.
Prima di tutto si è passati al “BRICS Plus”, cioè ai preparativi verso un progressivo allargamento dell’alleanza originaria. A Xiamen c’erano anche i capi dei governi di Messico, Egitto, Tailandia, Tagikistan e Guinea che hanno partecipato al “Dialogo dei Paesi Emergenti e in Via di Sviluppo”. E in precedenza era stato coinvolto il cosiddetto gruppo MINT, costituito dal Messico, dall’Indonesia, dalla Nigeria e dalla Turchia. La dichiarazione finale del summit pone l’accento sull’intenzione di scambiare le migliori esperienze di sviluppo e d’integrazione infrastrutturale e finanziaria con i paesi emergenti. Il fine ultimo dovrebbe essere quello di creare una più “inclusiva e bilanciata globalizzazione economica”, correggendo gli attuali ingiusti squilibri tra il nord e il sud del mondo.
In secondo luogo la Nuova Via della Seta, la Belt and Road Initiative, naturalmente è stata oggetto di molte riflessioni. Com’è noto, essa vorrebbe e potrebbe coinvolgere oltre 60 Paesi asiatici ed Europei, oltre ad una forma di estensione anche all’intero continente africano.
Si sono perciò avviate iniziative per il miglioramento del commercio, con l’utilizzo anche delle monete locali e di swap (aperture di credito urgente tra i paesi membri), e progetti di partenariato pubblico-privato. In concreto, è stato creato un centro Regionale Africano all’interno della Nuova Banca di Sviluppo dei BRICS, e un Piano d’Azione per l’Innovazione e la Cooperazione. Inoltre, si evidenzia che la Cina investirà ben 500 milioni di dollari nel Fondo di Assistenza per la Cooperazione Sud- Sud recentemente creato.
C’è un’evidente strategia basata su contatti “people to people” per un sostegno popolare al progetto dei BRICS, promuovendo così anche la crescita culturale e una maggiore comprensione delle varie civiltà.
Pertanto la “Strategy for BRICS Economic Partnership” è entrata nella fase operativa in tutti i settori: dalle infrastrutture alle nuove tecnologie, ai minerali d’importanza strategica, alla scienza, alla ricerca spaziale e all’innovazione. Si è costruito a tal fine uno specifico Fondo per la Preparazione dei Progetti di Partenariato Pubblico e Privato che intende individuare investimenti che seguano le linee guida delle best practice. Nel settore finanziario i BRICS stanno creando dei mercati di titoli obbligazionari denominati in monete locali e anche uno specifico Fondo Obbligazionario. Lo scopo di tali iniziative è evidente: rendere i BRICS più indipendenti dai mercati dominati dal dollaro e attrarre capitali internazionali privati a sostegno dei loro grandi progetti. Ci sembrano passi positivi nella direzione di un nuovo e più stabile sistema finanziario internazionale al fine anche di superare i tanti rischi derivanti dagli attuali eccessivi flussi di capitali e dalle pericolose fluttuazioni delle monete. Come si può intuire, in molti campi, dall’industrializzazione alle tecnologie, i BRICS sono più avanti di quanto si possa pensare. Al riguardo hanno creato un “Istituto del Futuro” che lavora, tra l’altro, nelle ricerche concernenti l’Internet of Things, le nanotecnologie, i Big Data e il 5 G.
Si punta, evidentemente, non solo alla crescita ma allo sviluppo globale con intenti probabilmente anche di natura geopolitica che l’occidente e l’Europa farebbero bene a considerare nella loro giusta portata.
(Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enhancements to McAfee’s Consumer Security Lineup Help Users Protect Their Data, Devices and Privacy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

Family On Sofa With Laptop And Digital Tablet Watching TVMcAfee launched its newest consumer security lineup with additional features designed to better address the threats today’s connected users face. Building on the recently announced next-generation anti-malware engine, McAfee’s core security suite – which includes McAfee AntiVirus Plus, McAfee Internet Security, McAfee Total Protection and McAfee LiveSafe – now delivers even more efficient and effective protection from digital threats as the engine’s cloud-based behavioral analytics and machine learning capabilities expand.
Additionally, McAfee is advancing its capabilities to deliver on the vision of protecting what matters most to its customers in three key areas: connected devices in the home, online safety for kids, and online privacy. In the wake of recent consumer breaches, these new innovations now available within McAfee Secure Home Platform, McAfee Safe Family and McAfee Safe Connect are needed more than ever to help protect consumers. Savvy cybercriminals continue to seek new ways to intercept consumers’ sensitive data for their personal gain. Per the McAfee Labs Threat Report: June 2017, total ransomware has grown 59% in the past four quarters to 9.6 million samples, and total mobile malware has grown 79% in the same time to 16.7 million samples. This rise underscores the need for consumers to use security solutions that keep pace with the latest threats including protection from zero-day malware and ransomware. (Photo: Business Wire)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Power Integrations Launches InnoSwitch3, a 94%-Efficient Offline Flyback Switcher IC Family

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

New InnoSwitchPower Integrations (Nasdaq: POWI), the leader in high-voltage integrated circuits for energy-efficient power conversion, today announced the release of its InnoSwitch™3 family of offline CV/CC flyback switcher ICs. The new devices achieve up to 94% efficiency across line and load conditions, slashing power supply losses by a further 25% and enabling the development of compact power supplies up to 65 W without heatsinks. InnoSwitch3 devices are ideal for power supplies with challenging energy consumption, footprint or thermal constraints, particularly those targeting mandatory Total Energy Consumption (TEC) specifications.These newest flyback switcher ICs employ Power Integrations’ innovative isolated digital communications technology, FluxLink™, plus synchronous rectification, quasi-resonant switching and a precise secondary-side feedback sensing and control circuit. This results in highly efficient, accurate, reliable power supply circuits without the need for optocouplers. InnoSwitch3 devices are CCC, UL and VDE safety-certified to bridge the isolation barrier, and the InSOP™-24 package provides a low-profile, thermally efficient solution with extended 11.5 mm creepage and clearance between primary and secondary sides for high reliability, surge and ESD robustness. The new devices also incorporate a host of protection features, including lossless line overvoltage and under-voltage, output overvoltage, over-power, over-current and over-temperature protection, as well as output rectifier short-circuit protection. Device sub-families are provided with either latching or auto-recovery capability, according to the typical demands of each target application space. All InnoSwitch3 ICs feature on-board high-voltage MOSFETs (rated at 650 V for the CP and CE series and 725 V for the EP series).Comments Mike Matthews, VP of product development at Power Integrations: “InnoSwitch3 ICs represent a new state of the art in flyback power supply design. These new devices surpass the previously unrivaled efficiency of our InnoSwitch products, reducing losses by a further 25% and delivering the highest available efficiency across all line and load conditions. With unmatched system simplicity and low component count, InnoSwitch3 ICs enable exceptionally compact, reliable power supplies for a vast range of applications.”InnoSwitch3 ICs target adapters and open-frame power supplies for consumer, computer, communication and industrial applications. InnoSwitch3-CP and InnoSwitch3-CE IC samples are available now, priced at $1.11 (CE) and $1.15 (CP), in 10,000-piece quantities. InnoSwitch3-EP parts will be available in November 2017 at $1.18 per 10,000-pieces. An online selection tool, Build Your Own InnoSwitch, is available to help designers customize device features for their particular design specifications. Technical support for InnoSwitch3 ICs, including the PI ExpertTM Online design tool, is available from the Power Integrations website at http://www.power.com/products/innoswitch/. (photo: New InnoSwitch)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Report dell’Osservatorio Immobiliare Digitale

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

borsaL’Osservatorio Immobiliare Digitale (OID) presenta il Report sul mercato residenziale degli USA, realizzato in collaborazione con Opisas, società internazionale specializzata nella vendita ed intermediazione di investimenti immobiliari all’estero. Le vendite di giugno 2017 hanno fatto registrare un incremento dell’1.7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Degno di nota anche l’aumento del prezzo mediano di vendita degli immobili: +7.5% (sempre giugno 2017 su stesso mese 2016). Il Report, oltre a presentare un novero di dati interessanti e inediti, analizza anche la portata degli investimenti stranieri negli USA, in fortissima crescita, trainati dalla Cina. Presente anche l’Italia, al decimo posto.
“L’analisi del mercato residenziale statunitense – dichiara Diego Caponigro, Presidente OID e CEO di ReGold.it – è un importante insight per la valutazione e lo studio della situazione economica globale. Il Report si focalizza infatti anche sul costante e crescente interesse da parte degli investitori internazionali per questo mercato”. “Siamo molto orgogliosi – aggiunge Christian Calusa, CEO e Founder di Opisas – che OID ci abbia chiesto di collaborare a questo Report. La certificazione riconosciuta ad OPISAS (e attribuita da OID) sul processo di acquisto sul mercato immobiliare americano è un riconoscimento che ci riempie di soddisfazione. Sono molto orgoglioso dei traguardi che OPISAS ha raggiunto negli ultimi anni all’estero, dove ormai collaboriamo con diverse associazioni di categoria che ci considerano un partner serio ed affidabile per i propri associati.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bankitalia: nuovo record debito, sale a 2.299,968 miliardi

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

Banca d'ItaliaNuovo record storico del debito pubblico italiano, che a luglio sale a 2.299,968 miliardi, battendo il precedente primato di giugno di 2.281,417 mld, che aveva battuto il record di maggio di 2.279,264 miliardi, che aveva battuto il record di aprile (2.270,977) e che a sua volta aveva battuto il record di marzo (2.260,551). “Un debito equivalente a 91 mila euro a famiglia. Se una famiglia avesse un debito così elevato avrebbe già la casa all’asta. La cosa più grave è che mentre lo scorso anno i dati erano altalenanti, si passava da record a discese, da aprile il debito si è impennato. Il lieve rialzo del Pil non può consentire di trascurare l’abbassamento del debito in valore assoluto, altrimenti il loro rapporto non si abbasserà mai” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Tutti continuano a mettere in guardia dal pericolo debito pubblico, che lascia esposta e vulnerabile l’Italia a possibile speculazioni dei mercati. Ma il Governo evidentemente non se ne cura” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Formazione manageriale: le migliori esperienze di online

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

School of Management del Politecnico di MilanoMilano 19 settembre, ore 8.30 Campus Bovisa, via Lambruschini 4C (building 26A) la School of Management del Politecnico di Milano ospiterà martedì 19 settembre nel proprio Campus in Bovisa La School of Management del Politecnico di Milano organizzato in collaborazione con EMFD Global Network. Si tratta infatti del primo convegno internazionale sui sistemi di certificazione dei corsi online e sugli standard a cui devono attenersi i percorsi internazionali, anche quelli dedicati alle imprese, aspetto non banale in un momento in cui in internet proliferano proposte tra cui non è facile orientarsi.
Il symposium rappresenterà appunto un’occasione di incontro e di scambio delle migliori esperienze sull’online learning da parte delle business school che possono vantare corsi certificati EFMD, una delle istituzioni più prestigiose a livello europeo nella promozione e nella valutazione della formazione e dello sviluppo manageriale.
“Per la School of Management del Politecnico di Milano – che per prima in Italia ha erogato un EMBA in digital learning, il Flex EMBA, premiato da AMBA tra i 6 più innovativi al mondo e che permette di acquisire le stesse competenze e relazioni di un master tradizionale beneficiando però dei vantaggio offerti dalle più moderne tecnologie – essere scelti da EFMD per ospitare questo convegno è un riconoscimento importante e uno stimolo a proseguire su questa strada”, commenta Federico Frattini, Direttore dei programmi MBA ed Executive MBA e della Divisione Digital learning della School of Management del Politecnico di Milano. “Non a caso, l’online learning è ormai centrale in tutta la nostra offerta di master e corsi, anche per aziende”. Una delle sessioni del symposium, che è riservato a esperti del settore, sarà appunto dedicata al tema “Learning in the Corporate World”: tra gli ospiti, top manager di importanti aziende che racconteranno il loro punto di vista su come l’online learning possa essere adottato in un contesto corporate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vendita a domicilio nel primo semestre 2017

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

Vorwerk FollettoIn occasione di HOMI, Univendita rende noti i dati del settore nel canale della vendita a domicilio. Dalle aziende novità di prodotto in linea con gli ultimi trend di consumo: piacciono i dispositivi tecnologici e smart e in cucina cresce l’attenzione al benessere e alla salute. Sugli articoli per la casa e la cucina gli italiani continuano a investire, scegliendo prodotti di alta qualità e con un occhio alle ultime novità tecnologiche, per cucinare e prendersi cura dell’ambiente domestico in modo sempre più “smart” e automatizzato. In occasione di HOMI, il Salone degli stili di vita che sarà a Milano dal 15 al 18 settembre, Univendita, Unione italiana vendita diretta, fa il punto sul settore merceologico “beni durevoli casa”, il segmento economico di maggiore rilievo della vendita a domicilio (che vale il 58% delle vendite delle aziende associate). I beni durevoli casa hanno fatturato 479 milioni 96mila euro nel primo semestre 2017, facendo registrare una crescita del 1,8% rispetto allo stesso periodo del 2016. «Nella prima parte dell’anno –commenta il presidente di Univendita Ciro Sinatra– l’incremento delle vendite dei casalinghi nel porta a porta è il segno che, anche in un periodo in cui i consumi stentano a decollare, gli italiani sono propensi a investire quando si tratta di beni per la casa di qualità e che durano nel tempo. I prodotti delle aziende associate Univendita presentano proprio queste caratteristiche, unite al punto di forza della vendita a domicilio: venditori preparati che sanno presentare e valorizzare i prodotti, offrendo ai clienti un servizio personalizzato». Fra le aziende associate Univendita che propongono beni durevoli per la casa figurano AMC Italia (sistemi di cottura ad alta tecnologia), Tupperware (contenitori per alimenti e utensili per la cucina), Vorwerk Contempora (che commercializza il robot da cucina Bimby) e Vorwerk Folletto (produttrice dell’omonimo sistema di pulizia): tutte sempre attente a captare le tendenze emergenti in fatto di stili di vita e a portare sul mercato prodotti innovativi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Olio d’oliva in India

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

olio olivaCon il supporto di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, la PMI calabrese Oleifici Sità ha assicurato per 150mila euro le forniture di olio d’oliva in India.L’intervento di SACE, presente in India con un ufficio a Mumbai, ha consentito a Oleifici Sità di offrire ai suoi clienti indiani dilazioni di pagamento competitive, assicurandosi contro il rischio di mancato pagamento per cause di natura commerciale e politica. L’operazione conferma l’impegno di SACE e SIMEST per le PMI del Sud Italia. Si tratta di un supporto che continua nel tempo, aspetto fondamentale per le aziende di taglia piccola e media. Oleifici Sità, infatti, negli ultimi due anni ha assicurato quattro contratti di fornitura con SACE, tutti per esportazioni verso l’India: operazioni che hanno permesso alla PMI calabrese di allargare il suo raggio d’azione verso un nuovo mercato ricco di opportunità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: La micro ricettività cresce

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

affittiIn Italia questa è stata un’estate d’oro per Airbnb, il più celebre fra i portali per affittare a breve termine una casa o una stanza. Airbnb ha fatto sapere che fra il 1° giugno e il 31 agosto il nostro Paese è stato la terza meta più gettonata fra gli utenti: oltre tre milioni hanno soggiornato in Italia, in uno degli oltre 200mila alloggi disponibili sul portale. Poi, da sempre, ci sono coloro che intraprendono una vera e propria attività: nel 2016 l’Istat ha censito oltre centomila strutture tra appartamenti in affitto e bed and breakfast. «La micro ricettività è sempre più sotto i riflettori, un volano per il turismo nel nostro paese e un’importante opportunità per mettere a reddito immobili fermi sul mercato. È ora di esserne consapevoli e di portare professionalità nel settore» affermano Fosca de Luca e Michela Galletti, presidente e vicepresidente dell’associazione nazionale Home Staging affitti1Lovers, che riunisce un centinaio di esperti di home staging, o valorizzazione immobiliare: ossia quell’insieme di tecniche per presentare al meglio un immobile sul mercato.
Rispetto all’home staging classico per le case in vendita, dove l’allestimento è temporaneo, tempi e costi di intervento diventano più importanti, ma comunque contenuti: «Nel caso di immobili destinati alla micro ricettività interventi e arredi sono permanenti, quindi il lavoro dell’home stager è quello di ricercare e proporre ai proprietari gli elementi che poi installerà» precisano de Luca e Galletti.La giusta illuminazione, un colore nuovo per una parete, un mobile che acquista nuova vita se ridipinto, tanti accorgimenti che aumentano il senso di relax e accoglienza, ricordano de Luca e Galletti: «Sono i piccoli dettagli che fanno la differenza e che solo un occhio esperto sa cogliere». (foto. affitti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Technicis acquisisce il gruppo Arancho Doc

Posted by fidest press agency su domenica, 17 settembre 2017

Parigi torre-eiffel1Parigi. Arancho Doc, società italiana che opera nel campo della traduzione a livello internazionale, conta oggi 100 dipendenti e ha uffici in cinque paesi: Italia, Spagna, Svizzera, Finlandia e Repubblica Ceca. Con un fatturato di 12 milioni di euro nel 2016, la società è un’acquisizione strategica per Technicis sul piano geografico, in quanto consente al gruppo di rispondere meglio alle esigenze dei suoi clienti affiancandoli nella loro espansione internazionale. Dal 2012, data della realizzazione della prima acquisizione da parte del gruppo, Technicis porta avanti due assi di sviluppo: da un lato la crescita organica e dall’altro la crescita esterna. Il fondo di private equity NAXICAP Partners, entrato a fare parte del capitale di Technicis nel 2015, ha sicuramente aperto nuove prospettive di sviluppo per il gruppo in un contesto in cui l’Europa rappresenta il 50% del mercato mondiale e l’America del Nord circa il 35%. “Siamo fieri di accogliere Arancho Doc e la sua identità europea nel gruppo Technicis. Al servizio di grandi gruppi, il team di Arancho Doc si distingue per l’eccellente qualità dei servizi forniti e le tecnologie di punta, che vanno così ad aggiungersi al nostro potenziale. Lo sviluppo internazionale che perseguiamo da cinque anni finalmente si materializza con l’acquisizione di Arancho Doc, permettendoci di essere presenti non solo in Europa ma anche in America del Nord”, spiega Benjamin du Fraysseix, CEO del gruppo Technicis.
Dal 2012 Technicis persegue un piano di crescita accelerata, con l’acquisizione di VO Paris (Francia) nel 2012, di Cogen (Belgio) nel 2015, di Translation Probst (Svizzera) nel 2016 e di Arancho Doc (Italia) nel 2017. Grazie a queste quattro acquisizioni e a una crescita organica annuale a due cifre, il gruppo è passato da attore locale francese a PMI su scala internazionale nel 2017, quadruplicando le sue dimensioni negli ultimi cinque anni. Il gruppo Technicis ha realizzato un fatturato di 30 milioni di euro nel 2016 e punta a 45 milioni di euro nel 2017 grazie ai suoi 320 dipendenti negli uffici in Francia, Svizzera, Belgio, Italia, Spagna, Finlandia, Repubblica Ceca e Canada. Con un portafoglio di oltre 2.500 clienti, il gruppo collabora con la maggior parte delle aziende del CAC 40, nonché con grandi gruppi europei e americani. Oggi Technicis si classifica tra le prime 10 aziende di traduzione professionale a livello internazionale e ambisce a entrare a far parte della Top 5 mondiale nell’arco di tre anni, tramite una nuova acquisizione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le donne imprenditrici aumentano nel mondo ma non in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 17 settembre 2017

mondo-multi-polareSecondo il Global Business Entrepreneurship Monitor (GEM) 2016/17 Women’s Report: “Questo non solo mostra la grandezza degli impatti che le donne imprenditrici hanno in tutto il mondo, ma sottolinea il contributo che forniscono verso la crescita e il benessere delle loro società”, ha dichiarato la professoressa del Babson College e co-autrice del rapporto, Donna Kelley. “Le donne imprenditrici offrono redditi per le loro famiglie, occupazione per coloro che vivono nelle loro comunità e prodotti e servizi che portano nuovo valore al mondo che li circonda”.
Tra le 63 economie sondate, sia nella presente che nell’ultima relazione prodotta nel 2015, GEM ha rilevato che l’attività totale imprenditoriale (TEA) tra le donne è aumentata del 10% e il divario di genere (rapporto tra donne e uomini partecipanti all’imprenditorialità) è diminuito del 5% . Queste stesse economie mostrano un aumento dell’8% della proprietà delle donne nelle imprese consolidate.
GEM classifica le economie in cinque livelli di sviluppo economico (utilizzando criteri identificati dal Forum Economico Mondiale) e sei regioni geografiche: l’Asia orientale e meridionale e il Pacifico, l’Europa e l’Asia Centrale, l’America Latina ei Caraibi, il Medio Oriente e il Nord Africa, Nord America , e dell’Africa sub-sahariana.I tassi femminili di TEA variano dal 3% in Germania, Giordania, Italia e Francia al 37% in Senegal. In sole cinque economie in due regioni (Indonesia, Filippine e Vietnam in Asia e Messico e Brasile in America Latina), le donne hanno partecipato all’imprenditorialità a tassi uguali o superiori agli uomini. Nonostante i tassi di TEA bassi, l’Europa brilla per avere donne più educate rispetto agli uomini imprenditori, il 22% in media. Il 10% di tutte le donne imprenditrici intervistate gestiscono le proprie attività per conto proprio e non hanno intenzione di aggiungere dipendenti nei prossimi cinque anni. L’Europa ha la più alta frequenza di un’attività imprenditoriale gestita da una sola persona.GEM, nel suo 18esimo anno di attività, ha acquisito un riconoscimento diffuso come lo studio longitudinale più autorevole dell’imprenditorialità nel mondo e, in quanto tale, offre preziosi dati per guidare la ricerca futura e il processo decisionale, nonché la progettazione di interventi che possano migliorare l’imprenditoria delle donne, ha dichiarato il direttore esecutivo GEM Mike Herrington. Innanzitutto si può notare che la differenza di genere fra donne e uomini è più accentuata, in Italia, nell’intenzione imprenditoriale piuttosto che nel TEA. Questo significa che vi è un minore interesse da parte delle donne per la carriera imprenditoriale, che viene evidentemente ancora vista come un’attività tipicamente maschile. E la tendenza non è incoraggiante, poiché fra il 2104 e il 2016 vi è stata una significativa riduzione nell’intenzione imprenditoriale della popolazione femminile, dal 10,7% al 7,6 (-29%).
Per le donne come per gli uomini è inoltre molto elevata in Italia la differenza fra l’intenzione imprenditoriale e l’effettiva realizzazione. Su questa differenza pesano alcuni ritardi del sistema paese, che non facilitano la realizzazione delle aspirazioni imprenditoriali.
I dati di questa ultima relazione evidenziano alcune tendenze chiave e paradossi, ha aggiunto:”Aumenta lo sviluppo economico e il livello di istruzione. Diminuisce la partecipazione imprenditoriale tra le donne, ma anche la discontinuità delle imprese si rallenta. Mentre il tasso di discontinuità femminile supera quello dei maschi nei primi tre livelli di sviluppo, anche se solo di circa il 10%”.
Da notare anche, per i responsabili politici, è la constatazione che, in media, le donne presentano una probabilità del 20% o superiore di citare la necessità come motivo per avviare una nuova attività rispetto agli uomini, specialmente nelle economie meno sviluppate. Un risultato positivo è che le donne imprenditrici hanno una probabilità di innovazione superiore al 5% rispetto agli uomini.
Sebbene non ci siano risposte chiare nel rapporto, i dati forniscono una base importante per il sostegno della crescita delle imprese femminili e la creazione di valore economico e sociale in tutto il mondo, ha commentato Mike Herrington.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Per Ocse Italia maglia nera per spesa pubblica istruzione e Neet

Posted by fidest press agency su domenica, 17 settembre 2017

pilL’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha fatto sapere che sul fronte dei soldi investiti per la Conoscenza tra il 2000 e il 2014 c’è stato addirittura un calo di spesa del 9%. Inoltre, nello stesso periodo l’Italia ha dedicato il 4% del suo Pil all’istruzione (contro il 5,2% della media Ocse), con una riduzione del 7%. Come se non bastasse, il nostro Paese registra appena il 18% di laureati, contro il 37% della media nella zona Ocse: il dato più basso dopo quello del Messico. Come “ciliegina sulla torta”, abbiamo pure il record di giovani che non studiano né lavorano. L’Anief aggiunge che l’Italia è l’unico Paese dell’Ocse che dal 1995 non ha potenziato la spesa per studente nella scuola primaria e secondaria a dispetto di un aumento in media del 62% degli altri. La tendenza al risparmio è storia vecchia: l’Italia già nel 2000 spendeva il 2,8% in meno della sua spesa pubblica rispetto alla media OCSE (Italia 9,8% – Ocse 12,6%). Dieci anni fa, la nostra Penisola era sempre all’ultimo posto.Marcello Pacifico (Cisal-Anief): In Italia ci sono province dove più del 40% di giovani abbandona la scuola prima del tempo, perché si continua a pensare che gli incrementi per la formazione giovanile rappresentano un costo e non un investimento. Addirittura, siamo arrivati ad alzare le barriere nelle Università pubbliche. Bene ha fatto il Tar del Lazio a bocciare il numero chiuso per le facoltà umanistiche alla Statale di Milano. Ora, invece di accrescere di almeno un punto percentuale la spesa per l’istruzione, come ha da tempo chiesto il sindacato assieme a tutta l’opinione, scopriamo addirittura che la spesa per tutto il ciclo formativo fino all’Università è scesa del 9% in pochi anni. È inutile ricordare ai nostri governanti che formare il capitale umano significa credere nella capacità evolutiva e lavorativa umana: lo sanno bene, ma remare contro questo obiettivo è una precisa scelta, che va oltre il risparmio dei soldi pubblici, sposandosi evidentemente con la necessità di tenere basso il livello culturale di quello che una volta chiamavano il Bel Paese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

NPLs RE_Solutions: Astasy entra nel capitale sociale al 33%

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Astasy Srl – società specializzata nella consulenza in esecuzioni immobiliari, acquisisce il 33% delle quote di NPLs RE_Solutions, società specializzata nel settore degli NPL’s del Gruppo Gabetti.La società sarà guidata da Giuseppe Gabriele Mazzetta, nominato Presidente e Amministratore delegato. Mazzetta si occuperà del coordinamento dei Partner Industriali nell’erogazione dei vari servizi e sarà il responsabile nell’attività di Business Development. Siglato inoltre un accordo con AxiA RE per le valutazioni complesse nell’ambito dei crediti non performing con sottostante immobiliare che vengono svolte da quest’ultima anche utilizzando in esclusiva il portale specialistico di Astasy. La collaborazione fra i tre partners consente a NPLs RE_Solutions di diventare uno dei principali operatori specializzati ed indipendenti del mercato dei servizi per i “non performing loans” in grado di accompagnare gli Istituti di Credito ed i Servicers nel recupero dei crediti in sofferenza.“Gabetti Property Solutions, in qualità di Socio industriale di maggioranza mette a fattor comune tutte le competenze e l’organizzazione di quello che è oggi il primo Full Service Provider esistente sul mercato: esperienza e track record esclusivi nei servizi di Agency, Advisory, Due Diligence, Property e Facility management attraverso le controllate Gabetti Agency, Patrigest e AbacoTeam.
Il punto di forza della società, specialmente nel nuovo assetto, è basato su un efficiente ed unico approccio raggiunto attraverso l’integrazione Industriale delle tre realtà in un unico soggetto specializzato e focalizzato nel settore, con a capo Giuseppe Gabriele Mazzetta; una figura professionale che costituisce una guida riconosciuta per esperienza dai principali Clienti del Settore. ”, dichiara Roberto Busso, CEO Gabetti Property Solutions.
Astasy mette a disposizione della nuova società la propria specifica esperienza di valorizzazione e recupero dei crediti deteriorati. Caratteristiche distintive di Astasy il possesso del «Big Data: Auction System Astasy» e la preparazione dei suoi 50 esperti in esecuzioni immobiliari, che assistono gli agenti immobiliari nella vendita degli immobili in sofferenza.“Con l’ingresso nel capitale di NPLs RE_Solutions e la sinergia con il gruppo Gabetti, Astasy mette a frutto l’esperienza maturata negli anni e le competenze del management nell’attività di Intelligence Real Estate e formazione dei suoi esperti in esecuzioni immobiliari.
Per garantire un vantaggio competitivo unico ad NPLs RE_Solutions abbiamo messo a disposizione anche il nostro data base “Auction System Astasy”, ad oggi l’unico strumento in Italia che gestisce automaticamente l’arricchimento dei dati di tutte le procedure esecutive e concorsuali in tempo reale, permettendoci di essere in anticipo sulla gestione delle procedure stesse”, dichiara Mirko Frigerio, Presidente di Astasy.
Giuseppe Gabriele Mazzetta vanta una esperienza di oltre 15 anni nel settore fino a ricoprire l’incarico di Chief Operating Officer di Italfondiario RE. Ha supervisionato l’intero processo di partecipazione ad oltre 1.200 aste giudiziarie, acquistando, gestendo e rivendendo beni di proprietà di più di 15 Reoco, con un GBV pari a 28 mld di euro.Nella sua esperienza ha inoltre partecipato, in qualità di advisor dì Fortress, alle principali operazioni di acquisizione e dismissione di pacchetti di sofferenze valutando oltre 60.000 garanzie immobiliari con un GBV di oltre 50mld di euro. Ha creato e definito le basi del processo di Auction Facilitation, arrivando a gestire annualmente oltre 10.000 aste immobiliari per oltre 1,5 mld di prezzo base.
È stato di recente coinvolto in ABI (tramite Assoimmobiliare, come Responsabile NPL), dove ha collaborato alla stesura del patto Marciano e dove sta lavorando assieme al tavolo tecnico sul documento di valutazione degli immobili sottoposti a procedura esecutiva.“Ognuno dei Partner Industriali apporta al Progetto contenuti innovativi di interesse per il mercato di settore e specifico track record. NPLs RE_Solutions si pone l’obiettivo di accompagnare gli Istituti di Credito in tutte le Fasi dalla Valutazione alla Gestione ed alla Valorizzazione e Dismissione degli Asset NPLs senza necessariamente dover sempre ed in ogni caso pensare ad un cessione in blocco ad Investitori Specializzati e Speculativi. Una nuova figura di cui il mercato non può più fare a meno” afferma Giuseppe Gabriele Mazzetta, nuovo Amministratore Delegato della Società. AxiaRE è il Partner specialistico per le Valutazioni. AxiA.RE è un Esperto Indipendente primario con 75 Fondi Immobiliari (25 SGR clienti), per un patrimonio valutato semestralmente di circa 2.400 Asset e con un valore di circa 14 miliardi di euro.
AxiA.RE è l’unico operatore del settore cui Astasy ha concesso di poter disporre della Piattaforma Web per le valutazioni degli NPL integrata al Big Data Auction Astasy con i dati dei Tribunali aggiornati in tempo reale e con la georeferenziazione di tutte le garanzie. La società è in grado di effettuare valutazioni sia in OMV (Original Market Value) sia in JV (Judicial Value) ma soprattutto è in grado di seguire le analisi retrospettive disponendo dei dati delle 260.000 procedure esecutive in corso e dello storico delle aste aggiudicate. AxiARE dispone, inoltre, di una elevata capacità di analisi del Valore sia ordinario (OMV) che giudiziale (JV) di Asset Class Specialistiche attraverso la Discounted Cash Flow Analisys come, peraltro, richiesto da Normativa Linee Guida BCE

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Serve revisione fiscalità urbana per rilancio investimenti Comuni”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

roberto morassut‎”Negli ultimi dieci anni il livello della spesa pubblica per investimenti in opere e servizi da parte dei comuni italiani è sceso notevolmente, quasi il 40 per cento in meno. Questo ha avuto un effetto negativo sulle periferie e in quelle zone della città dove il degrado urbano e le situazioni di marginalità sono più accentuate, come a Genova”. Lo ha detto Roberto Morassut, deputato del Pd e vicepresidente della commissione parlamentare di inchiesta sulle periferie, durante la conferenza stampa al termine delle tre giorni a Genova della commissione.”Ciò è avvenuto certamente per i vincoli generali di finanza pubblica legati al fiscal compact ‎ma anche per due fattori combinati: la possibilità di utilizzare gli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente e non solo per gli investimenti e la cancellazione dell’Ici che ha tolto ai entrate comuni” ha spiegato.”Per questo, dopo dieci anni dall’approvazione del dl 42 del 2009, è venuto il momento di riflettere su una ricalibratura degli indirizzi del federalismo fiscale e della fiscalità urbana e di farlo in modo organico, per rilanciare gli investimenti dei comuni e favorire processi di recupero e riqualificazione delle periferie urbane” ha concluso Morassut.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New Exhibition in Birmingham at The Pen Museum – Black Country: The Pit to the Pen

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

BIRMINGHAM, England/PRNewswire/A brand new, temporary exhibition opens in the heart of Birmingham’s Jewellery Quarter at the Pen Museum. The Pen Museum aims to preserve and promote the legacy of Birmingham’s steel pen trade which at one time provided 7Birmingham5% of the world’s pens. As part of a recent launch of new facilities and exhibition space, the museum has teamed up with local poet, Elinor Cole and Dudley Museums Service to create a new exhibition, ‘Black Country: The Pit to the Pen’. Visitors will be able to see Elinor’s poetry alongside the etchings of Solihull-born Richard Samuel Chattock whose contemporary works depicted the harsh industrial life in the 1870s Black Country, in stark contrast with many other artists of the time.Elinor Cole is a local poet whose main inspiration comes from the rich heritage of the Black Country, where she lives. Her portfolio of work focuses on the industry of the region, but the poems also touch upon the cultural aspects of the area – popular pastimes, local folklore, and the unique dialect of its people. She said of the new exhibition:”My poetry found new resonance when it was displayed beside the wonderful etchings of R. S. Chattock, whose scenes of the industrial Black Country gave a backdrop to the stories I was trying to tell. In the Pen Museum, themes of industry and art go hand-in-hand, making it the perfect place to host this exhibition.”
Anthony Hayes, Operations Manager of the Pen Museum said:”This exhibition is the perfect way to launch our new gallery space. Elinor’s poetry and the Victorian etchings really encapsulate the spirit of the Black Country and will give our visitors the chance to experience more of the Midlands’ industrial heritage.”The exhibition is on until 31/01/2018

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teva Names Kåre Schultz as President and Chief Executive Officer

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Teva_PharmaceuticalTeva Pharmaceutical Industries Ltd. (NYSE and TASE: TEVA) today announced that its Board of Directors has named Kåre Schultz to become the Company’s President and Chief Executive Officer. Mr. Schultz will succeed Dr. Yitzhak Peterburg, who will continue to serve as Interim Chief Executive Officer until Mr. Schultz joins the Company. Today’s leadership announcement represents the successful completion of the global search process to identify the best leader for the Company and was executed by the Teva Board of Directors, with the assistance of Heidrick & Struggles. Mr. Schultz will be relocating to Israel and based out of the Company’s Petah Tikva headquarters.Mr. Schultz is a seasoned veteran in the healthcare industry with a distinguished, nearly thirty year career in global pharmaceutical and healthcare companies. Over the course of his career, Mr. Schultz has developed a unique perspective overseeing generic and specialty drug portfolios, while managing complex business operations around the world. He most recently served as the President and Chief Executive Officer of H. Lundbeck A/S, where he is credited with leading significant restructuring initiatives and launching a robust turnaround strategy focused on driving a sustainable global cost structure and operational model. As a result of his leadership, the company is on track to achieve all-time high revenue and earnings. Prior to his role as President and CEO of H. Lundbeck A/S, Mr. Shultz served as Chief Operating Officer of Novo Nordisk, where he had a key role in building the company into one of the world’s best-performing drugmakers and implementing a metrics-focused approach to the company’s operations.“With extensive global pharmaceutical experience, a strong track record executing corporate turnaround strategies, driving growth and international expansion at low incremental cost and delivering on promises to shareholders, as well as a commitment to a culture of compliance, Kåre is the right leader to take Teva to the next level,” said Dr. Sol J. Barer, Chairman of Teva’s Board of Directors. “Kåre has deep insight into the global pharmaceutical industry and a keen knowledge of the generic and specialty drug markets. His proven strategic, financial and operational capabilities and his strong commitment to growth will enhance value for all stakeholders and position Teva for long-term success. He brings a strong sense of corporate citizenship, and his disciplined commitment to excellence makes him a clear professional and cultural fit with our company. We are pleased to welcome a world-class leader of Kåre’s stature to Teva and look forward to working closely with him to build the Teva of the future for shareholders, employees and patients around the world.”Mr. Schultz said, “I am honored to join Teva, an iconic company that I have long admired during my career. What drew me to Teva, and what makes Teva different from its peers, is its unique commitment to growing an extensive global reach while continuing to provide new and high-quality treatments for patients and an innovative culture for its employees. I am proud to be joining a company that helps millions of patients around the world on a daily basis with its broad range of generic and specialty drugs and solutions. I look forward to working closely with the entire team at Teva to build a future of success for the Company and its stakeholders.”Dr. Barer continued, “On behalf of the Board, I want to thank Yitzhak for taking on the role of interim CEO during this critical period. Yitzhak’s leadership and insight have greatly helped the Company remain focused on the execution of its key strategic priorities.”Dr. Yitzhak Peterburg said, “We are delivering on the commitments we have made over the last several months. We are optimizing our operations and geographical footprint while focusing our resources on the specialty and generics pipeline assets that offer the most attractive return on investment. In addition, we are on course to hit our target of generating at least $2 billion from the sale of non-core assets, which we will use to strengthen Teva’s balance sheet. It is a privilege to lead Teva and I look forward to continuing to do so during this time, and will work with Kåre to ensure a seamless transition once he joins.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TSYS Signs PRIME(SM) Agreement with Mashreq Bank in Dubai

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

dubai-franchise-expo-uaeDubai. SYS (NYSE: TSS) announced today that it has signed a software licensing and services agreement with UAE leading financial institution, Mashreq Bank. TSYS will provide Mashreq with its core PRIME Issuer and Acquirer payments platform — and surrounding modules and services — to enhance the bank’s customer-centric experiences for its cardholders and merchants.Mashreq is an award winning bank recognised for its retail and digital banking experiences. The bank also has broad product portfolios that include multi-brand credit, debit, and prepaid cards, as well as Sharia-compliant cards.“We are one of UAE’s leading financial institutions with a growing retail presence in Egypt, Qatar, Kuwait and Bahrain. Our key focus is providing customers with access to a wide range of innovative products and services, and this is what led us to TSYS,” said Sandeep Chouhan, Head of Operations and Technology at Mashreq. “As one of the largest payment solution providers in the world, TSYS has the scale and power of PRIME, along with the visionary TSYS InterActivSM technology framework to help us keep our customers and merchants at the forefront of innovation.”Mashreq will leverage TSYS support for omni-channel and digital enablement, including Web APIs and Customer Alerts. The agreement also includes innovative loyalty solutions at the issuer and merchant level. These are supported by real-time fraud and risk solutions covering mobile and e-commerce, along with a range of acquiring propositions for merchant portal, acquirer dashboard, DCC, interactive interchange pricing and more.“We look forward to partnering with Mashreq as they continue to grow and develop their consumer payment offerings and innovative merchant experiences in the region. Our presence in the Middle East dates back to 1989, and we are very proud to support our clients as they drive the market forward in this progressive region of the payments world,” said Rene Kruse, group executive and managing director of PRIME Business Solutions, TSYS.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP) per le Pmi: la padovana FuturaSun esporta moduli fotovoltaici in Uganda

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

nairobiGrazie al supporto assicurativo di SACE, la Pmi del distretto veneto del fotovoltaico vende i propri prodotti nel Paese africano proteggendosi dai rischi di mancato pagamento L’Africa si conferma un mercato con un forte potenziale per le PMI italiane. Con il supporto di SACE, presente nel Continente con uffici a Johannesburg e Nairobi, FuturaSun ha infatti esportato moduli fotovoltaici in Uganda del valore di 120.000 euro. L’intervento di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha consentito a FuturaSun di offrire al cliente ugandese dilazioni di pagamento competitive, assicurandosi contro il rischio di mancato pagamento per cause di natura commerciale e politica. L’azienda di Cittadella (PD) opera nel cuore del distretto fotovoltaico veneto dal 2008 ed è specializzata nella produzione di pannelli fotovoltaici altamente performanti, che vende in Italia e all’estero (America Latina, Asia e altri Paesi dell’Africa). FuturaSun è stato il primo produttore di moduli fotovoltaici ad aver conseguito in Europa la certificazione per i nuovi standard internazionali IEC 61215:2016, emanati a marzo 2016.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toccano i 763 miliardi di Euro le masse servite da Private Banking

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

graficoÈ di 763 miliardi di euro il valore delle masse servite da Private Banking, un volume in crescita del 5% rispetto ai 726 miliardi di euro del 2015: il dato è stato rilevato da AIPB – l’Associazione degli operatori del Private Banking, che dal 2004 riunisce i principali player del settore – nell’analisi annuale dedicata al “Mercato Servito dal Private Banking in Italia”.La ricerca – che si pone come obiettivo quello di analizzare le dimensioni, la distribuzione, la segmentazione e l’evoluzione del mercato servito dal Private Banking in Italia – studia la gamma di offerta che le banche hanno pensato e dedicato esclusivamente a un target di clientela individuato come Private (tendenzialmente con patrimoni superiori ai 500 mila euro) e il profilo del cliente finale con le sue preferenze di investimento.Il 5% di aumento delle masse registrato da AIPB al 31 dicembre 2016 (763 mld di euro vs 726 miliardi di euro) è il frutto della raccolta sviluppata dalle reti commerciali al netto di masse in uscita (raccolta netta +1,5%) e dell’andamento dei mercati che ha prodotto un effetto negativo pari a -1,9%. La complessiva crescita del sistema Private è frutto di ulteriori flussi in entrata (5,4%) che sono confluiti nel mondo Private grazie ad una migliore identificazione della clientela Private alla quale le banche offrono un modello di servizio dedicato. Nel corso del 2016 è cresciuto di conseguenza anche il numero di professionisti che banche e istituti hanno dedicato esclusivamente al segmento “private”, con 14.856 private banker rispetto ai 13.433 del 2015 (+10,6%).
Dalla ricerca emerge che il 49% delle masse Private sono gestite attraverso un servizio di consulenza non a pagamento, a cui si aggiungono il 18% degli asset affidati a servizi di gestione patrimoniale e l’12% al servizio di consulenza a pagamento; di contro solo il 10% delle masse sono destinate a servizi di execution only, con una iniziativa diretta del cliente senza servizio di consulenza. Il restante 11% è destinato al servizio di deposito e custodia.
Un ultimo dato della ricerca, infine, riguarda la “collocazione geografica” delle masse.Da questo punto di vista, la regione che detiene la maggior quota di asset sul totale si conferma la Lombardia con il 33,2% (in crescita rispetto al dato 2015), seguita da Emilia Romagna (12,2%), Piemonte (10,9%), Lazio (10,4%), Veneto (8,8%), mentre chiudono la classifica Sardegna e Trentino Alto Adige (0,6%), Calabria (0,5%), Valle d’Aosta (0,2%), Molise e Basilicata (0,1%) (foto: grafico)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Asia comes to Paris and is ready to buy

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 settembre 2017

Paris-antenne-vue-eiffel-tourParis. The next Business Beyond Borders matchmaking event will take place in Paris at Texworld, the leading textile, clothing and apparel trade fair, September 2017 After two successful matchmaking sessions at Genera (Madrid) and African Utility Week (Cape Town), the next Business Beyond Borders (BBB) matchmaking event turns its attention to one of the most renowned European trade fairs – Texworld – the leading textile, clothing and apparel trade fair. Twice a year Texworld Paris welcomes exhibitors and professional buyers from all over the world a rich variety of products from basic textiles to creative high-end fabrics of excellent quality. Hosting thousands of visitors, Texworld Paris is famous as the must-attend market for textile companies, especially from the EU and Asian side. Business Beyond Borders supports businesses, especially Small and Medium Enterprises (SMEs) and Clusters, to operate internationally. During the fair, BBB facilitates the participation and meetings between relevant potential trading partners from Europe and abroad with the aim of assisting them in the conclusion of business deals.
Business Beyond Borders (BBB): BBB is a European Commission initiative to help EU businesses, especially Small and Medium Enterprises (SMEs) and Clusters, operate internationally with the ultimate goal of increasing economic growth within and outside Europe. A series of matchmaking events are being organised at Texworld to bring together SMEs and representatives from relevant clusters, with potential trading partners from Europe and abroad with the aim of assisting businesses to access new international markets.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »