Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Archive for the ‘Economia/Economy/finance/business/technology’ Category

Economy – Finance – Business – Technology

Investire nelle tecnologie ambientali in Perù

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2020

Si terrà martedì 1 dicembre 2020 alle 16:00 (ora italiana) l’incontro online “Investire nelle tecnologie ambientali in Perù: guida per le piccole e medie imprese italiane”, organizzato da UNIDO ITPO Italy e promosso dalla Camera di Commercio Italiana del Perù.L’iniziativa è rivolta alle piccole e medie imprese italiane operative in ambito di tecnologie ambientali che sono interessate ad esplorare le varie opportunità di business in Perù, con l’obiettivo di promuovere soluzioni innovative ed ecosostenibili alle sfide nel settore locale.L’evento vedrà un’introduzione sul settore delle tecnologie ambientali in Perù, con un focus su trattamento di acque e gestione dei rifiuti solidi. Seguiranno presentazioni di casi di successo di investimenti e trasferimento di tecnologie italiane nel Paese ed interventi tecnici che forniranno una mappa di azione per le PMI italiane interessate all’entrata nel mercato peruviano.Al termine delle presentazioni è prevista inoltre un’ampia sessione di Q&A, durante la quale i partecipanti avranno l’opportunità di rivolgersi direttamente agli speaker dell’incontro per favorire uno scambio interattivo di conoscenze settoriali.L’iniziativa rientra nel progetto “Fostering international partnerships between companies and/or institutions operating in the energy and environment sectors”, finanziato dal Ministero Italiano dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed implementato da UNIDO ITPO Italy. L’evento si terrà in italiano e spagnolo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank sees rebound in trade finance volumes post Covid-19

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2020

Deutsche Bank sees global trade finance volumes rebounding by more than 7 percent in 2021.Daniel Schmand, Deutsche Bank’s Head of Trade Finance and Lending, forecasts that trade finance will be one of the winners in a post-Covid-19 environment. “The World Trade Organization has forecast a 9.2 percent decline in the volume of world merchandise trade for this year, but it considers a rebound by more than 7 percent to be more than likely next year”. “Since the news that a Covid-19 vaccine might be broadly available in the New Year, our global trade finance outlook has improved. We expect trade finance activity to return to pre-crisis levels around the middle of next year. Given the broad correlation of global trade and GDP growth, this is very encouraging.” Deutsche Bank has been providing trade finance services supporting importers and exporters for more than 150 years and is one of Deutsche Bank’s core businesses. During the COVID-19 crisis it has been working with the German government and KfW Bank to roll out a range of loans and guarantees to support businesses affected by the pandemic.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: scende a novembre la fiducia dei consumatori

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a novembre la fiducia dei consumatori scende da 101,7 a 98,1.”Dati disastrosi, anche se scontati, visto che l’Italia con il Dpcm del 3 novembre è tornata in lockdown. Senza fiducia non si fa da nessuna parte. Se si ha paura del futuro, infatti, non si investe e non si spende anche se si hanno i soldi. Bisogna che si esca al più presto dalla pandemia e che il vaccino diventi una speranza concreta, altrimenti il Paese non potrà risollevarsi e i dati sul clima della fiducia si tradurranno in un crollo reale dei consumi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Impressionante il dato relativo alle attese sulla situazione economica dell’Italia, che precipita da -26,8 di ottobre a -46,2 di novembre, con una caduta di quasi 20 punti, 19,4 punti. Anche l’opportunità all’acquisto di beni durevoli passa da -53,2 a -72,3, con una salto di 19,1 punti. Rispetto al clima di fiducia pre-Covid siamo in un’altra era geologica. A gennaio era pari a 111,2, cioè ben 13,1 punti percentuali in più rispetto ad ora” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bilancio, Melilli “Voto all’unanimità è passo in avanti per stagione di dialogo”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Roma. “Il voto unanime dell’assemblea fa registrare un significativo passo avanti nella costruzione di una stagione di dialogo tra maggioranza e opposizione che spero possa proseguire anche in sede di esame della legge di Bilancio.” E’ quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della Commissione Bilancio alla Camera che commenta così l’approvazione oggi alla Camera dell’autorizzazione al Governo ad un nuovo scostamento a valere sul 2020 di 8 miliardi di euro in termini di indebitamento netto e di fabbisogno.“Una scelta che ci consentirà di impegnare ulteriori risorse nel 2020, per estendere gli interventi di sostegno alle imprese ed ai cittadini danneggiati dalla recrudescenza della pandemia, anche attraverso l’utilizzo della leva fiscale.” Conclude Melilli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fisco. Ricchiuti (FdI): Isa vanno aboliti non solo sospesi per il 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

“Gli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA) non solo non vanno applicati per il 2020, ma vanno completamente aboliti. Gli studi di settore prima e gli ISA ora, rappresentano un ricatto bello e buono. In molti hanno chiuso con amarezza la propria attività, altri sono rimasti disoccupati, altri ancora sono ‘spariti’ nel sommerso, ma la maggioranza ha sborsato allo Stato soldi non dovuti, magari accendendo mutui o chiedendo prestiti. Chi ha fortuna di guadagnare di più, anche moltissimo rispetto a quanto la legge decide, sta tranquillo e paga molto volentieri, sapendo che tutto il maggior reddito lo può ‘evadere’ con facilità e totale tranquillità, una specie di condono permanente. Se poi gli onesti saranno costretti a chiudere, guadagnerà ancor di più. Queste sono leggi che vengono partorite da chi non ha la minima idea di cosa significhi portare avanti una piccola azienda. Se proprio si vogliono mantenere gli Isa che siano applicati solo al governo e poi vediamo quale grado di affidabilità riscuoterà nel Paese”. Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile nazionale Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento: Emendamenti per editoria

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Roma. “Siamo soddisfatti dell’approvazione dell’emendamento in commissione VII sul rifinanziamento per il 2021 e per il 2022 del credito d’imposta sulla carta. Il Parlamento risponde all’appello della FIEG. Abbiamo votato a favore e sottoscritto l’emendamento di maggioranza che prevede uno stanziamento di 24 milioni, per sostenere una categoria in crisi come quella dell’editoria. Il nostro emendamento, che abbiamo poi ritirato, prevedeva, piuttosto, uno stanziamento di 30 milioni. L’editoria è in profonda crisi e la mancanza di misure straordinarie rischia di impoverire la qualità dell’informazione nazionale, causare il rischio economico per molte imprese e colpire i lavoratori del settore e di tutto l’indotto. Auspichiamo, e per questo lanciamo un appello al sottosegretario Martella, che nell’approvazione finale del testo la misura possa essere garantita e ampliato lo stanziamento complessivo per il settore dell’informazione, grazie anche ai nostri emendamenti presentati in commissione Bilancio per la proroga per l’anno 2021 del regime straordinario di forfettizzazione delle rese dei giornali ai fini IVA.”Così il capogruppo in commissione Editoria, Responsabile nazionale Innovazione di Fratelli d’Italia, deputato Federico Mollicone. carloprosperi1991@gmail.com, senatofdi@gmail.com, stampa.meloni@fratelli-italia.it,

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Venti di sostenibilità”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2020

Giovedì 3 dicembre, a partire dalle ore 11:30, Pictet Asset Management presenta il suo digital show: “Venti di sostenibilità” per celebrare i suoi primi 20 anni in Italia. Un appuntamento innovativo e immersivo, che avrà un nuovo format, dinamico e sorprendente, che si ispira all’entertainment televisivo, disponibile in diretta streaming.Una ricorrenza concomitante ai 20 anni di storia del primo e più iconico fondo tematico ambientale di Pictet, il comparto Pictet – Water interamente dedicato al business delle risorse idriche. Lo spirito pionieristico che ha portato al lancio di un fondo sull’acqua è lo stesso che ha guidato la nostra attenzione al tema della sostenibilità negli investimenti e l’operato di Pictet AM a partire dal 1997. Oggi che gli investimenti ESG sono al centro dell’attività normativa, sono definitivamente considerati mainstream e spirano dunque forti “venti di sostenibilità”, Pictet vanta numerosi riconoscimenti, un chiaro posizionamento ed un’ampia gamma d’offerta per “navigare” su questi venti e cogliere le opportunità che la crescita di questa tipologia di investimenti vedrà negli anni futuri.Non un semplice evento digitale, dunque, ma un vero e proprio percorso esperienziale per scoprire come affrontare le sfide del futuro: più di 10 voci narranti, tra cui gestori, sociologi ed esperti, si alterneranno sul palco per accompagnare i partecipanti in questo viaggio virtuale. Prima dell’evento sarà possibile rispondere ad alcune domande volte a comprendere la visione dei partecipanti e la loro conoscenza sul concetto di sostenibilità e sugli investimenti sostenibili. A molti di coloro che avranno riposto correttamente sarà offerta la possibilità di partecipare gratuitamente al corso “ESG Analysis & Investing” organizzato dal Politecnico di Milano in collaborazione con CFA Society. Il corso è valido per 30 ore di crediti formativi MIFID e, previo superamento di un test finale, conferisce l’attestato di ESG Analysis & Investing Certificate.Per avere maggiori informazioni e per registrarsi all’evento: https://www.am.pictet/it/italy/articoli/il-mondo-pictet/2020/venti-di-sostenibilita-il-primo-digital-show-di-pictet

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Opere pubbliche e sblocco cantieri

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2020

“L’Italia è in attesa che questa maggioranza riesca a trovare al suo interno una quadra così da far ripartire i numerosi cantieri bloccati da mesi. Le opere strategiche promesse nello “Sblocca cantieri 2 e le nomine dei commissari decantate nelle numerose ospitate televisive da parte del ministro De Micheli, ad oggi non sono ancora avvenute. Sono più di 750 le opere pubbliche annunciate, alcune iniziate ma rimaste inconcluse e gran parte delle quali nella Regione Lazio a guida Zingaretti. Da 9 anni il Pd governa questa Nazione e dei 45 miliardi del Fas solo 9 sono stati spesi per le opere pubbliche. Questo governo non gode di alcuna fiducia e il ritardo infrastrutturale sta danneggiando lo sviluppo economico e produttivo nazionale”. Così i deputati di Fratelli d’Italia Marco Silvestroni e Mauro Rotelli nel corso del question time al ministro dei Trasporti Paola De Micheli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il PE chiede una nuova strategia industriale

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2020

Bruxelles. I deputati chiedono alla Commissione di rielaborare la strategia industriale poiché quella originale, pubblicata a marzo 2020, coincideva con i primi giorni della pandemia COVID-19 ed è uscita prima dell’istituzione del piano Next Generation EU senza poter tener conto dell’impatto della pandemia sulle industrie europee.La nuova strategia dovrebbe articolarsi in due fasi distinte, una incentrata sulla ripresa e l’altra sulla ricostruzione e la resilienza. La prima dovrebbe concentrarsi sul mantenimento del corretto funzionamento del mercato unico, principalmente favorendo la ricapitalizzazione delle imprese, salvando posti di lavoro e adattando la produzione ad una “nuova normalità” post-COVID.La seconda fase dovrebbe contribuire alla ricostruzione e alla trasformazione dell’industria europea, perseguendo gli obiettivi delle due transizioni (digitale e ambientale), e il rafforzamento della sovranità industriale dell’Unione e della sua autonomia strategica, che richiedono una base industriale autonoma e competitiva e massicci investimenti in ricerca e innovazione.La nuova strategia industriale dovrebbe quindi aiutare l’UE a raggiungere la neutralità climatica e a realizzare il Green deal, oltre a garantire la duplice transizione ambientale e digitale e creare posti di lavoro di qualità.Inoltre, dovrebbe basarsi su un solido pilastro sociale, affrontare le conseguenze di un cambiamento strutturale e aiutare le regioni più colpite a riprendersi economicamente e socialmente.I deputati sottolineano l’importanza di un’industria farmaceutica basata sulla ricerca, per tutelare la qualità della produzione e l’approvvigionamento di farmaci accessibili, in modo da raggiungere tutti i pazienti in stato di bisogno. Ribadiscono infine la necessità di mettere in atto un piano di riduzione del rischio di carenza di medicinali.Il testo, non legislativo, è stato adottato mercoledì con 486 voti favorevoli, 109 contrari, e 102 astensioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La manovra del governo e l’Ufficio parlamentare di bilancio

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“L’ufficio parlamentare di bilancio, con la neutralità che gli compete, dice ciò che dall’opposizione abbiamo sempre sostenuto. Non si può affrontare questa crisi e uscirne con provvedimenti ’tampone’ ed emergenziali. Vi sono contenute risposte parziali, appena utili ad arginare la crisi del momento e sostenere chi ha perso il lavoro. Ma l’obiettivo di trasformare questa terribile tragedia in opportunità per rifondare l’Italia e lanciare un nuovo miracolo economico è tanto necessario quanto fuori dalla portata del governo Conte. Una coalizione inventata dal nulla non si dimostra all’altezza del compito. Per questo, c’è bisogno di un governo politico eletto dal popolo su un preciso mandato e un chiaro programma elettorale. Basta improvvisatori”. E’ quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Competenze digitali e formazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Il mondo digitale corre più veloce della luce ed è difficile stare al passo con i tempi? Da oggi sviluppare e potenziare le competenze digitali (digital skills), e non solo, sarà più semplice grazie a “Job Digital Lab – La formazione che ti rimette in gioco”, il programma formativo innovativo nato dalla collaborazione tra ING Italia e Fondazione Mondo Digitale. Obiettivo: raggiungere 5.000 persone su tutto il territorio nazionale. Il percorso, che parte oggi e proseguirà fino a luglio 2021, prevede attività di training a cura dei professionisti di Fondazione Mondo Digitale dedicate a chi è in cerca di lavoro e vuole arricchire le opportunità di inserimento o reinserimento professionale. In particolare: Alfabetizzazione Digitale: per approfondire gli strumenti e l’uso consapevole delle piattaforme social più diffuse e dei servizi online; Digital Academy: sessioni di formazione specialistica pensate per i lavori del futuro, soprattutto negli ambiti in cui le competenze digitali sono fondamentali, quali comunicazione, marketing digitale, turismo, moda e design, robotica e domotica, gaming e virtual reality, rigenerazione urbana, salute, mobilità; Social Community Days: per dare ai partecipanti concrete occasioni di confronto con professionisti e con le loro esperienze di vita e di lavoro; StartLab al femminile: il percorso di accompagnamento all’impresa dedicato alle donne con idee imprenditoriali e alle loro startup. La formazione si rivolgerà a tutti coloro che vogliono rimettersi in gioco e darsi nuove opportunità, a NEET (Young people Neither in Employment or in Education or Training), over 50 disoccupati o inoccupati, donne con idee imprenditoriali. In Italia solo il 20% dei lavoratori partecipa infatti ad attività di formazione, la metà rispetto alla media Ocse, e la percentuale scende al 9,5% per gli adulti con competenze basse e al 5,4% per i disoccupati di lunga durata (dati OECD 2019). Il fatto che poche persone abbiano possibilità di formazione permanente incide quindi negativamente sul tasso di occupabilità e sulla competitività delle aziende. Spesso, infatti, si registra un divario (mismatch) tra competenze dei lavoratori, bisogni del mercato e processi di trasformazione digitale. “Job Digital Lab – La formazione che ti rimette in gioco” è stato presentato oggi con un evento digitale interattivo con la partecipazione di Enrico Pagliarini, giornalista di Radio 24, Mirta Michilli, Direttore Generale della Fondazione Mondo Digitale, e Alessio Miranda, Country Manager di ING Italia, che attraverso il role modelling ha raccontato in prima persona la propria esperienza e ha risposto, insieme ad un gruppo di professionisti ING, alle domande dei partecipanti su come rimettersi in gioco. “Le competenze digitali sono e saranno sempre più importati per ognuno di noi – commenta Alessio Miranda, Country Manager di ING in Italia – La situazione di emergenza che stiamo vivendo ha reso ancora più evidente la loro centralità nella vita quotidiana e in quella professionale, trasformando il nostro modo di vivere, lavorare e di relazionarci. In ING vogliamo giocare un ruolo in questa evoluzione sia nei confronti dei clienti, sia verso i colleghi interni e anche verso la società. Con questo progetto investiamo in quanto di più prezioso ci possa essere: la formazione e lo sviluppo delle persone. Vogliamo dare loro gli strumenti per essere un passo avanti e per rimettersi in gioco in un mondo che evolve e cambia rapidamente e in cui nessuno deve restare indietro”. “Lavoriamo da sempre con reti collaborative ibride che distinguono i processi di innovazione sociale, – ha commentato Mirta Michilli, Direttore Generale di FMD – ma è la prima volta che avviamo una collaborazione con una banca digitale innovativa per sperimentare nuove strategie formative sempre più inclusive. Con Job Digital Lab la formazione diventa un collante a presa rapida, comunitario e d’impresa, capace di aggregare, fare comunità e coinvolgere tutti nella catena di valore. Sperimenteremo anche la ‘formazione continua di vicinanza’, accessibile da uno smartphone. Una sfida cruciale in tempo di emergenza”. Al suo termine il programma prevede il coinvolgimento diretto dei Centri di Orientamento al lavoro, Centri per l’impiego e agenzie di recruiting per facilitare l’ingresso e il reinserimento dei partecipanti nel mondo del lavoro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biden: un vaccino per i mercati?

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

A cura di Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset di Pictet Asset Management e Tazio Storni, Senior Investment Manager dei comparti tematici Pictet-Biotech e Pictet-Health. Il neo-eletto Presidente statunitense Joe Biden si è presentato al mondo con la notizia di un potenziale vaccino contro il Coronavirus. Negli studi di Fase 3, infatti, i vaccini a mRNA sviluppati da Pfizer, in collaborazione con BioNTech, e Moderna hanno mostrato un livello di copertura molto alto, prossimo al 95%, un’efficacia che si riscontra molto raramente in questo genere di sperimentazioni. Non solo, questi vaccini paiono anche estremamente sicuri, considerato che solamente il 3-4% dei pazienti testati ha mostrato effetti collaterali (perlopiù, un senso di affaticamento, comune anche nei vaccini anti-influenzali). Resta da sciogliere il nodo riguardante la durata della copertura, ma i primi dati inducono a stimare che la protezione possa permanere almeno per 6 mesi (c’è anche chi, come la ricerca pubblicata sul New York Times, ipotizza che duri per 2-3 anni). L’attesa per il vaccino, in ogni caso, non dovrebbe rivelarsi eccessivamente lunga. Si tratta di un risultato straordinario, al quale abbiamo contribuito anche noi cittadini, cui le istituzioni hanno richiesto in questi mesi un enorme sacrificio. E, verosimilmente, dovremo fare ancora la nostra parte, visto che il distanziamento sociale (se imposto: lockdown) resterà la principale arma per contenere la diffusione del virus fino a quando non avremo a disposizione, e non solo in approvazione, un vaccino: il mercato attribuisce una probabilità del 98% allo scenario di un vaccino disponibile entro la prossima primavera e, in particolare, ne stima la distribuzione entro gennaio con una probabilità del 44%. Da questo punto di vista, quindi, le notizie positive possono migliorare solo marginalmente il quadro incorporato nei valori di mercato, mentre sarebbero mal tollerati sviluppi negativi su efficacia e/o tempi di produzione. L’Europa, nello specifico, pare la regione più vulnerabile, complici il ruolo dominante che il settore terziario riveste nell’economia della regione (i servizi sono il settore più colpito dalla pandemia) e gli scarsi margini di intervento fiscale e monetario ancora a disposizione (dando per assodato il programma Next Generaion EU, nonostante il fatto che i rallentamenti nell’approvazione definitiva provocati da Ungheria e Polonia faranno slittare ulteriormente nel tempo l’erogazione effettiva delle risorse previste).Al contrario, i “vincitori” in questo complicato 2020 sembrano essere i mercati emergenti, soprattutto i Paesi asiatici. Questi, infatti, non solo hanno beneficiato del fatto che i servizi pesano meno sull’economia (mediamente per il 54%, rispetto al 72% dei Paesi sviluppati), ma hanno goduto anche della domanda di beni dei consumatori del mondo sviluppato, che ha sospinto la produzione industriale dei mercati emergenti al di sopra dei livelli pre-pandemici.Dal punto di vista del commercio e per le prospettive dei Paesi emergenti, un’altra notizia positiva è arrivata dagli Stati Uniti. Il candidato democratico Joe Biden, infatti, è stato eletto con una maggioranza alquanto schiacciante, aggiudicandosi 306 Grandi Elettori contro i 232 ottenuti dal Presidente uscente Donald Trump. Con l’insediamento di Biden alla Casa Bianca la politica estera e quella commerciale vedranno probabilmente un ritorno al multilateralismo e una rinnovata adesione degli Stati Uniti alle organizzazioni internazionali, in primis al WTO.I mercati hanno accolto con condivisibile entusiasmo la notizia di un possibile imminente vaccino. Scongiurare il protrarsi di lockdown a intermittenza, infatti, eviterebbe di rivedere troppo spesso in futuro il crollo degli utili aziendali a cui abbiamo assistito nel corso del secondo trimestre di quest’anno, in particolare in Europa (-61% rispetto al secondo trimestre del 2019, oltre il doppio del -30% registrato negli Stati Uniti). Come anticipato nel secondo paragrafo, il Vecchio Continente si conferma un’altra volta la regione più esposta agli alti e bassi della pandemia, e di conseguenza il trade più reattivo rispetto all’evoluzione della situazione sanitaria sui mercati finanziari.Per concludere l’analisi degli effetti che il vaccino è destinato ad avere sui mercati finanziari, non possiamo non prendere in considerazione il settore farmaceutico. Le aziende di questo universo, che beneficiano della mancata onda blu alle elezioni statunitensi (una vittoria netta dei democratici avrebbe potuto portare a una maggiore regolamentazione, soprattutto in relazione ai prezzi dei farmaci), ma in modo forse controintuitivo, potrebbero non beneficiare invece a livello di profitti della realizzazione e della distribuzione dei vaccini. Infatti, dopo aver investito ingenti risorse nella ricerca, i governi hanno stipulato accordi per ricevere le dosi a prezzi contenuti, che vanno dai 2$ ad un massimo di 30$, con i prezzi più bassi garantiti ai Paesi emergenti in modo tale da raggiungere più facilmente una copertura sufficiente a livello globale (per arrivare alla famosa “immunità di gregge”, occorre immunizzare almeno il 60% della popolazione mondiale). Inoltre, risulterebbe poco etico per le aziende farmaceutica accrescere i propri profitti approfittando dell’emergenza, con potenziali danni reputazionali ora che gli occhi di tutto il mondo sono puntati, con speranza, verso di loro. Paradossalmente, quindi, il vaccino destinato a dare slancio agli utili aziendali a livello globale potrebbe risultare meno determinante proprio per le società che lo svilupperanno.Fonte: https://www.am.pictet/it/italy/articoli/2020/analisi-dei-mercati-e-asset-allocation/11/biden-un-vaccino-per-i-mercati

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno all’editoria italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“Con il decreto firmato oggi dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini il governo aggiunge un importante e indispensabile tassello nel disegno complessivo di sostegno all’editoria italiana, individuando, come avevamo segnalato, nella produzione di libri d’arte e per il turismo due settori particolarmente in sofferenza” dichiara il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi dopo l’approvazione di un intervento da 22 milioni a sostegno dell’editoria specializzata in arte e turismo e per i fornitori di servizi guida, audioguida o didattica nei musei. “Il governo sta agendo a tutto campo per il sostegno all’editoria libraria nel nostro Paese – conclude Levi – e come Associazione siamo fieri di aver contribuito a definire gli interventi più efficaci: dal sostegno alla domanda delle biblioteche e dei giovani, per arrivare fino agli aiuti diretti per i soggetti più in difficoltà della filiera, come piccoli editori e, adesso, editoria specializzata in arte e turismo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I dati sui prezzi dei terreni agricoli

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

L’andamento dei prezzi della terra nel 2019, dopo due anni positivi, segna una nuova battuta d’arresto (-0,4% rispetto al 2018) che si somma alla riduzione dell’attività di compravendita che si è verificata dopo quattro anni di continui aumenti. Veneto e Friuli-Venezia Giulia sono le regioni con le maggiori riduzioni (rispettivamente -2,8% e -4,5%), ma segno negativo anche per Lombardia, Emilia-Romagna, Molise e Sardegna. Questo è il quadro che emerge dall’indagine curata dalle sedi regionali del CREA Politiche e Bioeconomia. Le ragioni della contrazione vanno ricercate nell’aggiustamento delle quotazioni in Veneto (con oltre 50.000 euro/ha detiene il primato dei valori medi regionali), nella scarsa redditività del comparto dei seminativi e nella mancanza dell’effetto trainante del comparto viti-vinicolo. Le ricadute dell’emergenza COVID sul mercato fondiario, stando ai dati raccolti nei primi mesi del 2020, evidenziano una maggiore preoccupazione per le regioni meridionali rispetto alle settentrionali, sebbene bisognerà attendere il 2021 per avere una valutazione più oggettiva della situazione. Alcune tipologie aziendali, viticoltura e floricoltura in particolare, sono state particolarmente danneggiate dall’emergenza sanitaria. Si conferma alto l’interesse anche nel 2019 per l’affitto dei terreni in alternativa all’acquisto, con una generale tendenza alla diminuzione della durata dei contratti. Il mercato è stato particolarmente dinamico nelle regioni settentrionali, con una domanda tendenzialmente superiore all’offerta, soprattutto nel caso di terreni di pregio; mentre nel meridione il mercato è stato stagnante nelle aree più interne e più dinamico in prossimità delle coste.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescita del biologico e cultura del consumo

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

La crescita dell’agricoltura biologica italiana si deve allo sforzo di migliaia di piccoli produttori, ma anche a una nuova consapevolezza che si è ormai fatta strada tra i consumatori – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Come ha ricordato la ministra per le Politiche agricole Bellanova, il biologico ha guadagnato quote di mercato sempre più rilevanti, raggiungendo nel 2019 la cifra record di 3,3 miliardi di euro, equivalente al 4% della spesa agroalimentare complessiva. Ma è soprattutto l’andamento negli ultimi dieci anni a suscitare ottimismo: dal 2010 le superfici agricole coltivate a biologico sono infatti aumentate del 79%, arrivando a sfiorare oggi il 16% della superficie agricola utilizzata totale.L’Italia ha registrato grandi progressi su questo fronte, ma con i giusti incentivi può raggiungere traguardi ancora più ambiziosi – prosegue Tiso. Il messaggio lanciato dal mercato è chiaro: il biologico è una strada sostenibile non solo per l’ambiente ma anche per l’economia, e sempre più consumatori lo scelgono. Lo testimoniano le oltre 80mila aziende bio che collocano l’Italia al primo posto in Europa per numero di operatori.C’è una trasformazione in atto. Occorre tenere il passo di una domanda di prodotti biologici che cresce costantemente, promuovendo un’offerta sempre di più di qualità e alla portata di tutti. Il cambiamento non riguarda solo la filiera agricola e i metodi di produzione, ma è anche di tipo culturale perché interessa in senso più ampio il nostro stile di vita. Per proseguire su questa strada è essenziale garantire trasparenza e corretta informazione per la tutela del consumatore, così come l’indispensabile sostegno alle aziende.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acquisti verdi nella pubblica amministrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

Si terrà il prossimo 30 novembre il webinar “Acquisti verdi nella pubblica amministrazione; il GPP come opportunità per le imprese” di Unioncamere Lombardia con Fondazione Ecosistemi.Il codice dei contratti pubblici ha reso obbligatori gli acquisti verdi delle Pubbliche Amministrazioni (GPP Green Public Procurement) che devono programmare e svolgere procedure di gara che rispondano a principi di sostenibilità ambientale e che integrino i Criteri Ambientali Minimi (CAM) nelle procedure. Il webinar è dedicato in particolare ai CAM per l’edilizia e all’utilizzo dei criteri in tutte le fasi della procedura di gara. Si rivolge agli operatori pubblici (RUP) che devono sviluppare la documentazione di gara, a progettisti interni e esterni alla pubblica amministrazione e alle imprese fornitrici di beni e servizi per la pubblica amministrazione che devono attuare una progettazione ecocompatibile degli stessi secondo i CAM.Il webinar si inserisce tra le iniziative di Lombardia Circolare, avviata con il bando “Innovazione delle filiere di Economia circolare in Lombardia” promosso dal Sistema camerale lombardo e Regione Lombardia per favorire la transizione delle piccole e medie imprese del territorio verso un modello di economia circolare, il cui obiettivo è la riqualificazione e il riposizionamento competitivo delle imprese e delle filiere.Nell’ambito di Lombardia Circolare Unioncamere Lombardia propone un programma articolato di webinar sul tema dell’economia circolare, con le Camere di Commercio lombarde e la collaborazione tecnico-scientifica di Enea nell’ambito del progetto “Politiche ambientali: azioni per la promozione dell’economia circolare” a valere su Fondo di Perequazione di Unioncamere.Si tratta di un ciclo di appuntamenti, iniziato a ottobre e che proseguirà fino a dicembre.Nei prossimi incontri verranno trattati i temi della LCA e dell’impronta di carbonio, della gestione dei rifiuti in una logica di economia circolare e dell’ecoprogettazione.Alle imprese partecipanti ai webinar verrà messo a disposizione il questionario di autovalutazione 6Circolare? per identificare il percorso più idoneo per una transizione verso l’economia circolare. I risultati verranno elaborati per individuare future misure a sostegno delle imprese lombarde. http://www.lombardiacircolare.net

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maltempo: Cia, Governo intervenga su sistema idrico a partire dalle fiumare calabre

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

Le piogge di particolare intensità nel Crotonese con disastrose ripercussioni anche sull’agricoltura del territorio, allagamenti e semine compromesse, danni a strutture e reti viarie, riporti l’attenzione sulla necessità di un Piano nazionale di gestione anche del sistema idrico del Paese come già sollecitato da tempo e anche dopo l’ultima tragedia a ottobre nel Nord Ovest d’Italia. A intervenire di nuovo sul tema è Cia-Agricoltori Italiani che chiede al Governo di agire subito con una metodologia innovativa e più pragmatica, sotto la regia della Presidenza del Consiglio. Per Cia, lo stato emergenziale in cui si trova ora Crotone, a causa delle piogge abbondanti, mette sotto lente d’ingrandimento le criticità gestionali delle fiumare calabre così come delle bonifiche del sistema idrico locale. Si tratta dell’ennesimo caso che fa dell’Italia un Paese estremamente fragile e che per questo richiede con assoluta urgenza, interventi organici e investimenti in prevenzione. Dunque per Cia non è più rinviabile un Piano nazionale che metta seriamente mano alla gestione delle infrastrutture idriche e di bonifica, in grado di affrontare il dramma del rischio idrogeologico legato a fenomeni climatici sempre più frequenti. Secondo Cia, infatti, serve un nuovo approccio sistemico a tutte le aree del Paese, come l’organizzazione ampiamente sostiene da più di un anno con il progetto “Il Paese che Vogliamo”, rivolto alla tutela e rinascita delle aeree interne. “Se non si riparte da un dialogo costante con le strutture e i protagonisti che controllano capillarmente il territorio -commenta il presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino- non se ne esce. Occorre risalire i fiumi e indagare a monte, su quei versanti spopolati e caratterizzati da un sistema idrografico e demografico alterato ormai per sempre. E’ chiaro che non è sufficiente l’intervento di un singolo ministero -conclude Scanavino-. Il nuovo Piano di manutenzione deve seguire la regia centralizzata di Palazzo Chigi, attingendo anche dal Recovery Fund le risorse necessarie alla messa in sicurezza del territorio nazionale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Estremizzazione degli eventi atmosferici

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

“C’è un problema di evidente fragilità dei territori di fronte all’estremizzazione degli eventi atmosferici; in particolare, la crescente e non di rado incontrollata cementificazione accentua i rischi per le aree urbane, attraversate da corsi d’acqua, costretti all’interno di argini artificiali e bisognosi di una costante manutenzione, che raramente le amministrazioni locali sono in grado di garantire. Forti delle positive esperienze sul fiume Arno in Toscana e sui Navigli in Lombardia, nonché delle migliaia di convenzioni in essere con Comuni sparsi lungo l’intera penisola, i Consorzi di bonifica possono oggi porsi come enti attuatori per la sistemazione anche delle grandi aste fluviali, secondo quanto previsto dalle Autorità di Bacino Distrettuale, ad iniziare dalla città di Roma, attraversata da 700 chilometri di corsi d’acqua e più volte minacciata, in tempi recenti, da criticità idrauliche.”A lanciare la proposta è Massimo Gargano, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), che ha incontrato il Sottosegretario all’Ambiente, Roberto Morassut, in visita alla centrale idrovora di Focene, indispensabile per la sicurezza idraulica dell’aeroporto internazionale “Leonardo da Vinci”. “Gli abbiamo chiesto – prosegue il DG di ANBI – di valutare l’opportunità di inserire i progetti esecutivi, già elaborati dai Consorzi di bonifica, nel nuovo Decreto Legge contro il dissesto; per la Calabria, ad esempio, per la riduzione del rischio idrogeologico da tempo proponiamo 85 interventi urgenti per un importo complessivo di circa 128 milioni di euro. Il nuovo DL, che introduce importanti meccanismi di semplificazione, potrà essere lo strumento per garantire, grazie anche ai Consorzi di bonifica, la sicurezza idrogeologica, necessaria per contrastare i mutamenti climatici, che mettono a rischio l’economia, il lavoro e in alcuni casi l’incolumità dei cittadini.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

B.T.EXPO Biomedical Technologies

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

ModenaFiere, 5/6 10 2021. E’ l’evento che ospiterà il meglio del settore biomedicale. Si tratta di una manifestazione dal forte contenuto innovativo, nata dal confronto con tutte le realtà presenti nella zona di Mirandola dove è attivo il distretto industriale biomedicale più importante a livello nazionale e uno tra i primi al mondo. È previsto il coinvolgimento di realtà imprenditoriali che andranno a rappresentare l’intera filiera tecnologica e produttiva del settore biomedicale: in vetrina prodotti finiti, componenti, apparecchiature di produzione, di misura, e di controllo, apparecchi biomedicali, componenti elettronici ed elettrici, sensori, software e materiali. Tutti e sette i comparti in cui tradizionalmente viene suddiviso il comparto dei dispositivi medici – biomedicale, elettromedicale, diagnostica in vitro, biomedicale strumentale, servizi e software, attrezzature tecniche, borderline – saranno rappresentati ai massimi livelli.In Italia le imprese del settore dei dispositivi medici sono circa 4.500, il 52% manifatturiere, il 44% commerciali e il 4% di servizi. La maggiore concentrazione di aziende si trova in Lombardia (1.213), Veneto (472), Emilia-Romagna (457), Lazio (413), Toscana (229), Campania (215), Piemonte (210) e Sicilia (140). Complessivamente offrono lavoro a circa 70mila persone, con un fatturato di oltre 11miliardi di euro. L’export arriva a 5,1 miliardi di euro: il primo mercato di sbocco è quello americano seguito da Francia e Germania. Si tratta di realtà all’avanguardia, che mediamente investono l’8% del fatturato in ricerca e innovazione e che offrono lavoro particolarmente qualificato. Il ruolo strategico del settore è emerso in modo evidente in questi mesi in cui l’emergenza sanitaria ha determinato un’esponenziale richiesta di dispositivi medici.L’evento, ideato nel cuore del più importante distretto biomedicale italiano ed uno dei più avanzati ed innovativi tessuti industriali a livello europeo, nasce per offrire a tutte le aziende che operano nella catena di progettazione e di produzione l’opportunità di presentare agli operatori del settore le novità e le soluzioni più innovative. B.T.EXPO Biomedical Technologies Expo è organizzato da ModenaFiere, società del gruppo BolognaFiere, in stretta collaborazione con CNA, Confindustria Dispositivi Medici, Confindustria Emilia Area Centro e LAPAM Modena. Il Comitato organizzatore riunisce le rappresentanze delle associazioni industriali e artigianali, in questo modo è possibile assicurare la massima coerenza con le attese delle aziende e dei tanti professionisti del settore. La solidità e la qualità della scelta degli argomenti che saranno sviluppati durante i numerosi incontri e convegni è assicurata da un Comitato Scientifico formato da alcuni dei più insigni rappresentanti del mondo universitario e aziendale. I componenti sono Carlo Altomonte, professore associato presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università Bocconi, Fernanda Gellona, Direttore Generale di Confindustria Dispositivi Medici, Costantino Grana e Francesco Leali, professori ordinari presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – Università di Modena e Reggio Emilia, Paolo Locatelli, responsabile scientifico dell’Osservatorio Innovazione Digitale in sanità della School of Management del Politecnico di Milano e Michele Modesti, professore ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rotta, “Indispensabile investire sull’economia circolare”

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

“E’ indispensabile investire sull’economia circolare dei rifiuti. E per farlo serve un cambiamento prima di tutto culturale”, così Alessia Rotta, presidente della Commissione Ambiente alla Camera, è intervenuta oggi all’evento web “Circular Economy: quale strategia per imprese, Ue, Governo e Parlamento”. “Oggi, come ci dice REF Ricerche, ci sono 2,1 milioni di tonnellate di rifiuti da avviare a recupero energetico o smaltimento e 14 regioni in deficit, costrette a portare fuori confini regionali i rifiuti urbani per lo smaltimento. Numeri eccessivi che chiedono un nuova strategia nazionale per la loro gestione, cogliendo anche le opportunità legate ai nuovi fondi europei e al Programma nazionale che deve necessariamente dettagliare al meglio gli incentivi e le penalità per le regioni, anche monitorando fino ad esercitare poteri sostitutivi per gli enti inadempienti. Nei casi di conclamata carenza di competenze tecniche e organizzative, potrebbe anche essere messa a disposizione, in un’ottica di sussidiarietà, una apposita struttura con competenze mutuate da ISPRA” In particolare, ha aggiunto la presidente Rotta, “fondamentale per l’implementazione dell’economia circolare, è aumentare la qualità della raccolta differenziata con finalità di riciclo. Inoltre, la realizzazione dell’impiantistica, come definito dal Programma nazionale rifiuti a cui il ministero dell’Ambiente sta lavorando coinvolgendo Regioni, Comuni e Ispra. Necessario intervenire anche sull’accelerazione dell’iter per la cessazione della qualifica di rifiuto e per la creazione del mercato di sbocco con i Criteri Ambientali Minimi (CAM), citati a livello europeo come best practice dell’economia circolare italiana”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »