Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

Libro di Peter Schneider: Il saltatore del muro

Posted by fidest press agency su martedì, 15 ottobre 2019

Uscita prevista: 7 novembre. 1989 – 2019: 30 anni dalla caduta del Muro. Torna in libreria un classico che racconta la vita a Berlino quando il muro c’era ancora. La Berlino precedente alla caduta del muro è una città divisa, il sintomo stesso della Guerra Fredda. Ma i suoi cittadini sono persone comuni che cercano modi per vivere e sopravvivere da entrambi i lati di quel muro. C’è Robert, che racconta aneddoti al bancone di un bar mentre progetta una nuova vita in Occidente; Pommerer, che cerca modi per aggirare il sistema nella zona est; Lena, la donna che ama, seducente e lontana, in esilio; e il narratore, uno scrittore frustrato di vent’anni, non fa che passare attraverso i checkpoint per raccogliere le storie di coloro che hanno illegalmente passato il muro, in entrambe le direzioni: quando i personaggi di Schneider attraversano il muro, non lo fanno per manifestare malcontento ma per chiacchierare con la persona che amano, per vedere i film che arrivano da Hollywood, e a volte perché non ne possono fare a meno. Sono tutti, in qualche modo, dei saltatori del muro, che cercano di liberarsi delle catene ma, ovunque vadano, restano imprigionati. A dimostrazione che protagonista del romanzo non è solo Berlino, con il suo muro di cemento e filo spinato, ma anche quello, personale e inalienabile, che appartiene e fiacca il nostro spirito. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Guillaume Musso: L’Istante presente

Posted by fidest press agency su martedì, 15 ottobre 2019

Uscita prevista: 7 novembre. Un thriller psicologico e vertiginoso. Pubblicato in oltre 10 paesi. Uno dei libri più amati di Musso per la prima volta tradotto in Italia. Per pagarsi gli studi di arte drammatica, Lisa lavora in un bar di Manhattan. Una sera conosce Arthur Costello, un giovane medico del pronto soccorso di Boston. All’apparenza, Arthur ha tutte le carte in regola per piacere e Lisa non è affatto insensibile al suo fascino. Ma Arthur non è un uomo come gli altri. Due anni prima, ha ricevuto in eredità dal padre un vecchio faro, una torre battuta dai venti, in riva all’oceano, nelle cui acque suo nonno è misteriosamente scomparso alcuni decenni prima. Ma il dono comporta una condizione: Arthur non deve aprire la porta metallica della cantina. Malgrado la promessa fatta al padre, Arthur sceglie di aprire la porta, scoprendo così il terribile segreto del faro. La porta gli si richiude alle spalle, intrappolandolo nel buio totale di un lunghissimo tunnel e costringendolo a una corsa a perdifiato attraverso i misteri nascosti di New York. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “I mille giorni” di Aemilia di Aliberti

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Bologna Giovedì 24 ottobre ore 18:00 – Libreria Coop-Zanichelli Piazza Galvani, 1H.Il libro è firmato da Tiziano Soresina, giornalista che da oltre vent’anni segue le vicende di mafia – e della ‘ndrangheta in particolare – per la Gazzetta di Reggio. Esperienza professionale sul campo a cui ha aggiunto l’enorme sforzo fatto per documentare quanto è avvenuto nelle 195 udienze del maxiprocesso Aemilia tenutosi, in primo grado a Reggio Emilia.
Questa pubblicazione però non è solo il diario del più grande processo contro la ‘ndrangheta mai tenutosi al Nord Italia. Infatti, grazie al poderoso lavoro degli inquirenti, alle rivelazioni dei pentiti, al coraggio dimostrato da alcuni testimoni, narra come si siano evoluti trent’anni d’infiltrazione mafiosa nelle terre del Po. Un avanzare più o meno sottotraccia del clan Grande Aracri, affermatosi col tempo come vero e proprio radicamento dal fatturato spaventoso a danno dell’economia che opera nella legalità. Un cancro che mangia anche il cuore del Nord, divenuto tutt’altro che una retrovia della ‘ndrangheta calabrese. Ed ecco che sfogliando le oltre seicento pagine del volume esce un quadro finalmente preciso di violenze, omicidi, droga, roghi dolosi, riti d’affiliazione, affari illeciti milionari, maxi frodi fiscali, riciclaggio, il mondo del lavoro calpestato, pezzi di società che “dialogano” con la criminalità organizzata. Finalmente sotto i riflettori una “zona grigia” rivelatasi per nulla impermeabile.“Quando un’organizzazione mafiosa si fa sistema – scrive nella prefazione Giovanni Tizian, giornalista de L’Espresso da tempo sotto scorta perché minacciato di morte da boss calabresi – vuol dire che ha saputo costruire attorno alla cosca una rete di protezione estesa. Un network di personaggi insospettabili: professionisti, servitori dello Stato infedeli, politici, imprenditori, cittadini omertosi. Ma significa anche che il metodo proposto dall’organizzazione ha trovato cittadinanza in alcuni settori dell’economia e del mercato”. Nella pubblicazione troviamo anche il racconto di come si evolve, codice alla mano, un processo così complesso sul piano giuridico, con ricadute giurisprudenziali divenute di respiro nazionale. Insomma, uno strumento informativo per colmare ritardi, trascuratezza, scarsa conoscenza del radicamento ‘ndranghetistico in Emilia e non solo. In appendice una “bussola” fatta di centinaia di nomi di persone e luoghi citati nel testo, oltre ad una bibliografia ragionata.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alessandro Perissinotto con Il silenzio della collina (Mondadori) vince il Premio Lattes Grinzane 2019

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

È Alessandro Perissinotto con Il silenzio della collina (Mondadori) il vincitore del Premio Lattes Grinzane 2019 per la sezione Il Germoglio, dedicata ai migliori libri di narrativa italiana o straniera pubblicati nell’ultimo anno. Gli altri finalisti al Premio erano: Roberto Alajmo con L’estate del ’78 (Sellerio), Jean Echenoz (Francia) con Inviata speciale (Adelphi, traduzione di Federica e Lorenza Di Lella), Yewande Omotoso (Sud Africa) con La signora della porta accanto (66thand2nd, traduzione di Natalia Stabilini), e Christoph Ransmayr (Austria) con Cox o Il corso del tempo (Feltrinelli, traduzione di Margherita Carbonaro).
La cerimonia di premiazione si è svolta presso il Castello di Grinzane Cavour (Cn) ed è stata condotta da Loredana Lipperini, giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica. Protagonisti della giornata sono stati gli studenti rappresentanti delle 25 giurie scolastiche italiane i cui 400 voti hanno determinato il vincitore.
Lo scrittore giapponese Haruki Murakami è stato premiato venerdì 11 ottobre per la sezione La Quercia, riservata a un autore internazionale che abbia saputo raccogliere nel corso del tempo condivisi apprezzamenti di critica e di pubblico. La maggior parte dei suoi libri sono pubblicati in Italia da Einaudi. Al teatro sociale di Alba ha tenuto la lectio magistralis Un piccolo falò nella caverna.I romanzi finalisti del Premio, organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes, erano stati designati e annunciati ad aprile a Cuneo, alla sede della Fondazione CRC (che collabora e sostiene il Premio), dalla Giuria Tecnica formata da: Gian Luigi Beccaria (presidente), Valter Boggione, Vittorio Coletti, Rosario Esposito La Rossa, Giulio Ferroni, Bruno Luverà, Alessandro Mari, Romano Montroni, Laura Pariani, Marco Vallora, Bruno Ventavoli.Tra aprile e settembre 2019 i cinque libri sono stati letti e discussi dai 400 studenti delle 25 Giurie Scolastiche. Ventiquattro giurie sono scelte in modo da coprire tutto il territorio della Penisola: quattro in Piemonte (regione sede del Premio) e almeno una per ciascuna delle altre regioni. A queste si aggiunge la giuria estera a Madrid, presso il Liceo Scientifico “Enrico Fermi”. Le Giurie Scolastiche italiane sono: Istituto di Istruzione Superiore “G. Govone” di Alba (Cuneo); Liceo “A. Avogadro” di Biella; Istituto di Istruzione Superiore “Giordano Bruno” di Budrio (Bologna); Liceo “Galanti” di Campobasso; Istituto Omnicomprensivo “Rosselli-Rasetti” di Castiglione del Lago (Perugia); Liceo Classico “Pitagora” di Crotone; Liceo Scientifico Statale “V. Volterra” di Fabriano (Ancona); Liceo Classico “V. Lanza” di Foggia; Liceo Scientifico “Pacinotti” di La Spezia; Istituto di Istruzione Superiore “Duni-Levi” di Matera; Liceo Artistico Statale “Caravaggio” di Milano; Liceo Scientifico e Linguistico “E. Fermi” di Nuoro; Liceo Statale “G. Marconi” di Pescara; Liceo Classico Statale “G. F. Porporato” di Pinerolo (Torino); Liceo Scientifico “Amedeo di Savoia Duca d’Aosta” di Pistoia; Liceo Classico “M. T. Varrone” di Rieti; Liceo Scientifico “Michelangelo Grigoletti” di Pordenone; Liceo Scientifico Statale “C. Darwin” di Rivoli (Torino); Liceo “F. Filzi” di Rovereto (Trento); Liceo Statale “Francesco De Sanctis” di Salerno; Istituto di Istruzione Superiore “Fardella-Ximenes” di Trapani; Liceo Ginnasio Statale “A. Canova” di Treviso; Istituzione Scolastica di Istruzione Liceale, Tecnica e Professionale di Verrès (Aosta). A loro si aggiunge il Gruppo di Lettura “La Scugnizzeria” di Scampia a Napoli.
Il Premio Lattes Grinzane è intitolato a Mario Lattes (editore, pittore, scrittore, scomparso nel 2001) ed è organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes con il sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CRC (principale sostenitore per il triennio 2017-2019), Fondazione CRT, Banca D’Alba, Giulio Einaudi Editore, Cantina Giacomo Conterno, Banor; con il patrocinio di Mibac, Consolato Generale del Giappone a Milano, Istituto Giapponese di Cultura in Roma, Institut Français Milano, Città di Alba, Comune di Grinzane Cavour, Comune di Monforte d’Alba, Città di Cuneo, Unione di Comuni Colline di Langa e del Barolo, Polo del ‘900, Casa editrice Lattes; con il contributo di Enoteca Regionale Piemontese Cavour, Cantina Terre del Barolo, Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Felicin-Ristorante Albergo Dimora Storica, La Ribezza Boutique Hotel, Antica Torroneria Piemontese, GVA Gruppo Volontari Albesi; sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Nicola Porro: Le tasse invisibili. L’inganno di stato che toglie a tutti per dare a pochi

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Uscita prevista: fine ottobre. Un’inchiesta sulla più grande ingiustizia del nostro paese: le tasse invisibili. L’autore smonta i luoghi comuni con la forza delle idee e di dati inoppugnabili, attingendo agli insegnamenti degli economisti di ogni epoca per metterci sull’avviso: date a Cesare quel che è giusto dare.
Pagare le tasse è dovere di ogni onesto cittadino, ma uno stato che si rispetti ha il dovere ancora più imprescindibile di imporre tributi equi e trasparenti. E invece, guardando all’intrigo di tasse e balzelli italiani, si scopre che il contribuente di casa nostra è continuamente assillato da richieste di denaro che somigliano a una ingiustificata fregatura. Dalle tasse pensate a fin di bene che generano disastri, come la tobin tax sulle transazioni finanziarie, a quelle invisibili, come l’obbligo del seggiolino tecnologico o dell’auto ecologica, introdotti secondo principi apparentemente inattaccabili ma che colpiscono soprattutto i meno abbienti. O ancora, le tasse apparentemente basse, come quelle universitarie, che tuttavia rappresentano un costo per la collettività a favore di pochi privilegiati. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libro di Fulvio Abbate: I promessi sposini

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Con le illustrazioni di Carla Abbate uscita prevista: 21 novembre. Una favola patafisica, come già I fiori blu di Raymond Queneau, popolata da personaggi strampalati eppure esemplari di un tempo storico che ci riguarda tutti.
Leggiamo in queste pagine dell’amore tribolato tra il pappagallo Treica e il rinoceronte volante Maurilio, gay dichiarati; del temibile Gran Cognato, disk joker con la passione per gli ellepì di Mussolini e che organizza il rapimento del coleottero che si è rifiutato di fare da puntina per il suo giradischi; del Brigadiere Insanguinato, Maicol Giacson, Gion Elton, la Suora Lampeggiante, il gattino Faretto, gli amici della “bella gente” capitanati da Malena Togliatti, i furetti albini cui spetta il compito di trasformarsi in tappeto per la cerimonia nuziale, Don Citarda, il granduca di Ficarazzi: tutti in ordine di precipizio fino all’irruzione del pistolero Warren Oates. I promessi sposini è una favola illustrata, provocatoria e solo all’apparenza leggera che si serve della fantasia contro ogni deriva autoritaria. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libro di Pierluigi Battista: libri al rogo. La cultura e la guerra all’intolleranza

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Uscita prevista: 7 novembre. Negli ultimi decenni, ai roghi in piazza si è sostituita una pratica solo apparentemente meno feroce: una censura sottile eppure implacabile, ispirata ai più nobili motivi ma che rischia di sconfinare nel fanatismo più intollerante. Nel suo nome si mettono all’indice registi e scrittori, si coprono dipinti e si alterano i classici che offendono la sensibilità contemporanea.
I libri hanno sempre fatto paura, perché le loro pagine possono diffondere il seme della conoscenza, della scoperta, di una pericolosa libertà. Lo stesso è accaduto con quadri, canzoni, film e spettacoli teatrali capaci di conquistare l’emozione del pubblico con la stessa intensità con cui hanno attirato l’avversione di chi ne contestava i princìpi. Sicché dittatori e benpensanti si sono accaniti contro le opere accusate di turbare l’ordine costituito, impedendone la diffusione e perseguitando gli autori.
Pierluigi Battista, in un atto d’amore per i libri e il pensiero libero, risponde con un infuocato manifesto a favore della libertà d’espressione, in difesa di una tolleranza che non ammette deroghe. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival del Giornalismo Digitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Varese dal 7 al 10 novembre. L’ottava edizione dell’evento si prefigge di andare a delineare il futuro della professione giornalistica offrendo un’angolazione particolare: come il racconto può modificare un territorio. Tra turismo e valorizzazione turistica, protagonisti della scena giornalistica e testimonianze d’autore, musica, sport e laboratori, Glocal guarda al giornalismo del futuro con gli occhiali delle nuove tecnologie.
Sono almeno quattro i fili conduttori del Festival 2019 che si intersecano ripetutamente in una tensione costantemente sospesa tra locale e globale. Il primo riguarda il ciclo di incontri organizzati con Google per comprendere scenari e cambiamenti e culmina nell’appuntamento (previsto il 9 novembre) con il vice president News di Google, Richard Gingras, chiamato a dialogare con Mario Calabresi, già direttore de la Stampa e di Repubblica.Tra le “voci d’autore” spiccano le testimonianze di giornalisti quali Chiara Nielsen, vicedirettrice del settimanale Internazionale che da oltre dieci anni dirige il festival di Internazionale a Ferrara; Giuseppe Cruciani che insieme a Valerio Staffelli aprirà il Festival in un incontro organizzato dall’Ordine dei Giornalisti; Sandro Ruotolo che insieme alla direttrice di change.org Stephanie Brancaforte parlerà del circolo virtuoso tra giornalismo e attivismo.Il “racconto dei luoghi” è la parte del Festival più estesa. I nuovi linguaggi del giornalismo in materia di turismo sono al centro di una serie di incontri dedicati al settore. Giornalisti, scrittori, blogger ed esperti dell’informazione si confronteranno sulle nuove frontiere della narrazione di viaggi, territori, destinazioni e cammini. Innovazione digitale, social network, big data, turismo esperienziale, sono solo alcuni degli argomenti al centro degli appuntamenti organizzati con l’obiettivo di avviare una riflessione sui cambiamenti che hanno interessato il mondo della comunicazione turistica.Non certo ultima la musica: i rapper Tormento e Kaso saranno ospiti del Festival per raccontare di quando Varese era protagonista, negli anni Novanta, della scena hip hop italiana.Come ogni anno, le serate nei tre giorni del Festival offriranno occasioni di incontro, spunti di riflessione e momenti conviviali.
Sabato 9 novembre appuntamento con il grande basket. Lo sport che da sempre identifica la città di Varese sarà protagonista con alcuni dei suoi più illustri esponenti. A Ville Ponti verrà proiettato il documentario “Parigi 1999, vent’anni dopo”, una raccolta di testimonianze di chi c’era e di chi ha vissuto l’intera cavalcata azzurra in quell’estate del 1999 che portò l’Italia a diventare campione d’Europa. Gli ingressi alle serate sono liberi e gratuiti.Confermati laboratori e workshop: Google Search, fotografia, podcast, tool ed uffici stampa, dati per il giornalismo e molto altro. Una serie di lezioni aperte a tutti e gratuite, per conoscere i nuovi strumenti della comunicazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via il corso-concorso gratuito “Cinema e culture” sull’organizzazione di eventi in ambito cinematografico

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Milano Sabato 26 ottobre 2019, ore 10.00- 13.00 Fondazione ISMU, via Galvani 16. Fondazione ISMU è lieta di segnalare che Associazione COE offre ad associazioni e comunità straniere la possibilità di partecipare al corso gratuito “Cinema e Culture” a cui seguirà un concorso per selezionare e finanziare 3 iniziative che saranno inserite nel programma del 30° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (21-29 marzo 2020).La proposta rientra nell’ambito di “Nuovi pubblici dalla A alla Zebra”, progetto finanziato da Fondazione Cariplo e promosso da Associazione COE in partnership con Fondazione ISMU.L’obiettivo è quello di diffondere l’offerta culturale del Festival ad un pubblico sempre più ampio.
L’incontro di formazione avrà luogo sabato 26 ottobre dalle 10 alle 13 presso Fondazione ISMU, in via Galvani 16, Milano. Lo scopo è quello di invitare le comunità straniere a partecipare attivamente all’organizzazione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina e di fornire gli strumenti necessari per organizzare un evento nell’ambito di festival cinematografici.Durante l’incontro di formazione verrà presentato il Festival, la sua storia, la sua cinematografia e i legami con l’attualità, saranno condivisi gli strumenti e le procedure necessarie per organizzare un evento pertinente al Festival.
I partecipanti avranno inoltre l’occasione di acquisire conoscenze che permetteranno alle associazioni di prendere parte ad altre attività culturali e cinematografiche a Milano con una maggiore consapevolezza.Per le iscrizioni c’è tempo fino al 21 ottobre,basta compilare il form on-line al link http://www.ismu.org/corso-cinema-e-culture-iscrizione/www.coeweb.orghttp://www.ismu.org

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Mountain” spettacolare documentario dell’australiana Jennifer Peedom

Posted by fidest press agency su domenica, 13 ottobre 2019

Frignano (MO) Mercoledì prossimo 16 ottobre alle ore 21.00, ingresso 5 euro per tutti. Un viaggio mozzafiato sulle vette più alte del mondo raccontato dal noto e premiato attore Willem Dafoe si conclude la rassegna ‘MontagnAvventura’ con la proiezione del documentario “Mountain” girato nel 2017 dalla regista australiana Jennifer Peedom. La rassegna è realizzata dal Cinema Teatro Mac Mazzieri in collaborazione con il CAI Club Alpino Italiano – sezione di Pavullo. E’ possibile effettuare un abbonamento per cinque film a scelta valido per tutte le rassegne fino a marzo 2020 al costo complessivo di 20 euro.
“Mountain” è un documentario che, in chiave di sinfonia audiovisiva, racconta le scalate delle montagne più impervie, le imprese impossibili di climbers e altri acrobati delle vette più remote. Ma non lesina di suggerire anche gli aspetti controversi delle pratiche alpinistiche più estreme. Fino a tre secoli fa, le montagne erano luoghi di pericolo, non di bellezza. Quando a metà del XX secolo l’Everest venne conquistato, l’alpinismo era diventato una ricerca della perfezione e le montagne venivano viste come avversari da sconfiggere. Oggi, quando milioni di persone sono incantate dalla loro magia, le montagne diventano teatri di svago: gestite e mercificate come parchi giochi. Ma le montagne sono molto di più di una distrazione o un nemico da battere. Il loro valore risiede nel riconoscere i nostri limiti. “Mountain” è una visione adrenalinica, un film che è come un ottovolante, fatto di vertiginosi strapiombi, dislivelli mozzafiato, sospensioni sul vuoto, orli di precipizio; riprese impossibili e estremamente spettacolari, da elicotteri o da telecamerine portate dagli stessi scalatori. Un puro spettacolo che evita le parti didascaliche, visto che non sappiamo quali siano le montagne scalate né chi siano gli scalatori. Sembra essere azzerata la legge di gravità, sembra un film di supereroi senza effetti speciali. Con uomini-ragno capaci di arrampicarsi su pareti montuose verticali assolutamente piane, con dei superman che volano in cielo planando con la tuta alare, passando abilmente attraverso grandi montagne forate, con delle persone che passeggiano nel cielo, un funambolo che cammina su un cavo collegato a due altissimi pendii.
Jennifer Peedom costruisce un film che funziona come una sinfonia di immagini e musica, una sequenza di scene di imprese mozzafiato, selezionate da un girato di 2000 ore di riprese in 15 Paesi diversi, con la lettura di un testo dello scrittore inglese Robert Macfarlane a opera dell’attore Willem Dafoe. Il film ci regala inoltre la partitura musicale, più che un accompagnamento, della Australian Chamber Orchestra eseguita nella Sydney Opera House, composta da Richard Tognetti, con in aggiunta brani di Vivaldi, Beethoven e Arvo Pärt.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raccolta di poesie inedite: “L’Anima è un paese in guerra”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

Roma venerdì 18 ottobre 2019 alle 21, presso la suggestiva Basilica di San Luigi Battista dei Fiorentini piazza dell’oro 4 sede del Battesimo di Gesù, capolavoro di Ercole Antonio Raggi,si porrà al centro della scena l’autore poeta Vincenzo Lisciani Petrini che presenterà la sua raccolta di poesie inedite “L’Anima è un paese in guerra”. Una raccolta che abbraccia un insieme di stili: il prosimetro che richiama i bollettini di Radio Londra narranti le vicende di guerra e la elegia forma poetica più amata dall’autore scelta per dare eco ai volti dell’anima: i sentimenti.Le poesie si rivolgono idealmente ai nati “degli anni ‘80”, una generazione che fa i conti, come una middle generation, con le glorie di un passato ormai lontano, un presente in declino ed un futuro fatto di incertezze, paure, povertà interiori e di risorse, e desiderio di fuga. Il vero territorio di guerra però non è tanto il mondo esterno scenografia di un altro deserto più profondo, quello interiore: l’anima, le sue domande, la sua ricerca, il suo smarrimento e la luce.Non poteva che essere un percorso travagliato quello della raccolta di Vincenzo Lisciani Petrini. Non mancano, infatti, forti battute d’arresto. L’opera era pronta per il lancio già nel 2013 dopo tre anni di duro lavoro, ma a causa della morte dell’editore decade l’intero progetto.Lo sguardo di Vincenzo si posa sui suoi versi, come quello di chi guarda le rovine della sua casa, della sua città bombardata dalla vita. Egli lascia cadere la polvere sui suoi scritti e cerca allora rifugio e consolazione in un’altra forma d’arte: la prosa. Ma la voce della sua lirica non smette di cantare e di richiamarlo al suo primo amore. Così Vincenzo Lisciani Petrini oggi trova il coraggio di riprendere in mano le sue poesie e di raccontare il suo vissuto. Ad accompagnarlo nel debutto l’attore Simone Bobbini che leggerà alcune poesie tratte dalla raccolta, accompagnato da Joshua De Loa, noto musicista e organizzatore di eventi dell’undergound romano.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Livio Sacchi: Il futuro delle città

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

Uscita prevista: 28 novembre. La città contemporanea è spesso considerata la causa prima dei problemi dell’uomo. Potrebbe, invece, diventare il luogo in cui l’uomo realizza una migliore qualità della vita?
Livio Sacchi – con uno sguardo critico rivolto alle migliori, e alle peggiori, soluzioni adottate nelle metropoli di tutto il mondo – osserva il rapporto in continua evoluzione tra l’uomo e lo spazio urbano, provando a immaginarne gli sviluppi del prossimo futuro. A Parigi come a Tokyo, a Milano e Roma come a Nuova Delhi e New York, parlare oggi di patrimonio culturale e architettonico, di centro e periferia, significa affrontare i temi della comunità e della cittadinanza, delle infrastrutture fisiche e digitali, di una globalizzazione inarrestabile e delle sue conseguenze.
Questi cambiamenti sempre più veloci, solo apparentemente incontrollati, sono la grande occasione per costruire, letteralmente, un mondo a misura dell’uomo e delle sue potenzialità. Ma occorre che la politica, sia a livello centrale sia locale, operi pensando al bene comune, pianificando e progettando l’avvenire delle città in cui viviamo, e quindi il nostro stesso futuro. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo libro di Claudio Magris

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

Illustrato – uscita prevista: 21 novembre. Un piccolo gioiello di scrittura e inventiva: Claudio Magris torna con un libro che parla di mare, di donne, di navi e di letteratura. Con stile intenso e appassionante, ricco di un furore che si nutre di eros e desiderio, quella raccontata dall’autore triestino è solo apparentemente una storia degli oggetti: in realtà, vero oggetto della narrazione sono le donne, destinatarie principali dell’eros e del desiderio.
Le polene, collocate sulla prua estrema delle navi, diventano in queste pagine donne in carne ed ossa e popolano una galleria di ritratti femminili: sono sirene, sono dee, donne comuni o veggenti come Cassandra, seduttrici, madri, sono donne perverse, terribili, visionarie. Attraverso la loro forma e la loro struttura di legno, davanti agli occhi del lettore si svolge una storia colta e stravagante, documentata e luminosa: aneddoti, storie, racconti su musei e cimiteri di navi, una storia del mare e dei suoi piccoli, sconosciuti protagonisti. E anche in questo caso, è facile allontanarsi dai semplici oggetti: il mare, reale o fantasioso che sia, diventa occasione di riflettere sulla vita, le sue zone di luce e ombra, sull’infanzia e la sua spericolatezza, sulla necessità dell’approdo e, non ultima, sulla letteratura – da Octavio Prenz e Giuseppe Sgarbi a Karen Blixen e Hawthorne – come a continuare un percorso che dalla prua della nave conduce sempre in un altrove irraggiungibile. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Joby Warrick: La vera storia del più grande errore della Cia

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

Uscita prevista: 14 novembre. Dal giornalista due volte vincitore del Premio Pulitzer con Bandiere nere, il racconto inedito della guerra tra la CIA e Al-Qaeda, vista dal di dentro. Introduzione di Guido Olimpio.
Nel dicembre 2009 un gruppo formato dai migliori cacciatori di terroristi della CIA si riunisce in una base segreta in Afghanistan per dare il benvenuto a una stella nascente del superspionaggio: Humam Khalil al-Balawi, un giordano infiltratosi nei ranghi più elevati di Al-Qaeda. Per mesi, ha inviato rivelazioni shock provenienti dal nucleo più interno del network terroristico e ora promette di avere elementi per aiutare la CIA ad uccidere il braccio destro di Osama Bin Laden. Ma invece, nel momento in cui scende dalla sua macchina, al-Balawi fa saltare una bomba caricata con 13 kg di esplosivo, uccidendo sul colpo sette agenti operativi della CIA e infliggendo all’agenzia americana la perdita di vite umane peggiore della sua storia. Ora, con ritmo serrato e grazie a riservatissime informazioni di prima mano, il Premio Pulitzer Joby Warrick conduce il lettore all’interno della guerra tra la CIA e Al-Qaeda per un indimenticabile ritratto degli agenti veterani, vittime di un terribile errore di valutazione, e del responsabile di quanto è successo: l’enigmatico e pericolosissimo Humam Khalil al-Balawi. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Vittorio Sgarbi: Il genio dell’imperfezione

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 ottobre 2019

Uscita prevista: 14 novembre. Nel cinquecentesimo della morte di Leonardo, sulla scia di uno spettacolo che ha registrato i teatri di tutta Italia, Vittorio Sgarbi compone un ritratto inedito di Leonardo, raccontandone le imprese e le opere, il contesto artistico in cui è cresciuto e la straordinaria risonanza che ha avuto lungo i secoli, fino a Duchamp, fino a Dalì, fino a noi.
“Perché noi sentiamo Leonardo così vicino e così presente e vivo? È un artista che può determinare soggezione, perché nessuno dubita che Leonardo abbia un genio che lo rende diverso dagli altri uomini; però, quella di Leonardo è una diversità che non comporta lontananza e distacco. Questo accade, credo, perché Leonardo è un artista imperfetto. Leonardo assomiglia a noi uomini che non siamo geni assoluti. Ciò che caratterizza Leonardo è un continuo sforzo di capire il mondo, di sperimentare ma senza mai arrivare a compimento e senza mai scegliere una disciplina in cui manifestare o portare a compimento tutta la sua capacità. Il tentativo in lui è stato sempre più urgente che non la realizzazione. Il pensiero più forte e importante che non la realizzazione. Leonardo è il genio dell’imperfezione, un geniale dilettante. Forse è questo a rendercelo così vicino: sapere che in fondo ha sbagliato.” Vittorio Sgarbi. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Maurizio Molinari: Assedio all’Occidente

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 ottobre 2019

Uscita prevista: 7 novembre. La seconda guerra fredda vede dittature e regimi assediare i Paesi democratici: l’epicentro dello scontro è l’Europa, le armi preferite sono ingerenze politiche e ricatti strategici, i duelli più duri avvengono nel cyberspazio, e l’Italia è uno dei più vivaci campi di battaglia. Neanche il Papa è indenne da quanto sta avvenendo. È un conflitto ibrido: per prevalere, l’Occidente deve rafforzare i diritti dei propri cittadini.
La Russia di Putin e la Cina di Xi vogliono trasformare l’Europa in un terreno di conquiste, politiche ed economiche, al fine di far implodere Nato ed Ue, allontanando quanto più possibile gli Stati Uniti dai loro alleati. Gli interventi russi in Georgia e Crimea, le imponenti infrastrutture cinesi a cavallo dell’Eurasia, il mosaico di sovranisti e populisti sul Vecchio Continente descrivono i contorni della sfida più temibile e pericolosa che le democrazie si trovano ad affrontare dalla caduta del Muro di Berlino, avvenuta esattamente 30 anni fa.
Sulle rovine della globalizzazione, la seconda guerra fredda ha colto di sorpresa l’Occidente: è radicalmente diversa dalla prima perché gli attori principali non sono più due ma molteplici, le armi più temibili non sono più nucleari ma digitali e gli scontri ad alto rischio non sono frontali bensì asimmetrici. Ma in palio c’è, oggi come allora, la sopravvivenza delle democrazie chiamate a reagire non solo dotandosi di nuovi sistemi di sicurezza contro gli avversari e di alleanze più flessibili, ma soprattutto di un arsenale di diritti capace di restituire vitalità ed energia al legame fra i loro cittadini e le istituzioni dell’Occidente. La seconda Guerra Fredda non ha ancora una data di inizio ufficiale ma in pochi dubitano oramai che sia in pieno svolgimento e stia già cambiando il mondo in cui viviamo. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Musica Antiquaria” L’armonia dell’antico

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2019

Musica antiquaria.JPGCesena Sabato 19 e domenica 20 ottobre 2019 a Cesena Fiera risuonano le melodie degli strumenti antichi. Dopo l’ottimo esordio del 2017, torna in una terra patria di lirica e classica, Musica Antiquaria, la mostra mercato contraddistinta dall’essere l’unico evento dedicato all’universo dell’antiquariato di settore.Organizzata da Blu Nautilus con la direzione artistica del collezionista M° Artemio Versari, Musica Antiquaria non solo vanta il primato di essere l’unica in Italia nel suo genere, ma si caratterizza per la sua impostazione “scientifica”, con un’attenta selezione degli espositori coinvolti e degli oggetti messi in mostra. Protagonisti sono liutai restauratori, commercianti di alta liuteria e di strumenti musicali di vario tipo, scuole di musica e conservatori, librerie specializzate.Basterebbe questo a farne un’occasione di grande interesse nell’ambito specifico della cultura musicale e organologica locale, regionale e nazionale, ma “Musica Antiquaria” offre molto di più.Non solo tutto l’universo della musica d’epoca sarà rappresentato per una due giorni di grandi proposte espositive, ma ad affiancare la parte commerciale anche momenti di ascolto di altissima qualità, curati da musicisti concertisti di fama internazionale, per vivere pienamente l’atmosfera che solo una musica proveniente dalla viva “voce” di uno strumento del passato sa regalare.Due i nomi di spessore internazionale presenti a Cesena Fiera: il violinista Christian Joseph Saccon, solista di grande pregio e docente al Conservatorio di Torino, e il musicista e compositore Eliot Lawson, enfant prodige del violino, ormai cresciuto e ammirato in tutto il mondo.E le sorprese continuano: musicisti e allievi avranno la rara possibilità di provare a cimentarsi con preziosi strumenti d’epoca messi a disposizione dagli espositori.Inoltre, per i due giorni di manifestazione sarà possibile usufruire, per quanti posseggono uno strumento a corda, ma non ne conoscono il valore, di un servizio di perizia concesso del tutto gratuitamente dal maestro Artemio Versari. Tutti i protagonisti e il programma in via di definizione sul sito http://www.ceraunavoltantiquariato.it (foto: musica antiquaria copyright cesena fiera)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Tripla affermazione per l’innovazione Novartis all’edizione 2019 del Prix Galien Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2019

Il Prix comunemente noto come il ‘Nobel’ della farmacologia, ed è la prima volta che un’azienda raggiunge un simile traguardo in un’unica edizione.
Nato in Francia nel 1970 con l’obiettivo di valorizzare le più importanti innovazioni nel campo della ricerca farmacologica, il Prix Galien si svolge anche in Italia dal 1992 ed è diventato nel tempo uno degli appuntamenti più prestigiosi e attesi della comunità medico scientifica nazionale. Tra le aziende farmaceutiche attive nel nostro paese, Novartis è quella che ha ricevuto il maggior numero di riconoscimenti nel corso di questi anni.I vincitori dell’edizione 2019 sono stati selezionati all’interno di una short list di 14 candidati e la premiazione è avvenuta oggi a Milano.Le tre terapie che hanno ottenuto quest’anno il Prix Galien sono rappresentative dell’ampiezza di orizzonti e della versatilità della ricerca Novartis, impegnata su piattaforme terapeutiche d’avanguardia e in grado di offrire risposte altamente innovative alle esigenze dei pazienti.
Luxturna (voretigene neparvovec), rivoluzionaria terapia genica per il trattamento di malattie ereditarie della retina associate a mutazioni nel gene RPE65, ha ottenuto il Prix Galien nella categoria dei Medicinali per Terapie Avanzate.
Nella stessa categoria si è guadagnata una Menzione Speciale Kymriah (tisagenlecleucel), prima terapia cellulare CAR-T al mondo, indicata per leucemia linfoblastica acuta e per il linfoma diffuso a grandi cellule B. Kisqali (ribociclib), inibitore delle chinasi per il trattamento del tumore al seno avanzato, in grado di ottenere un significativo miglioramento nella sopravvivenza e nella qualità della vita delle donne con questa patologia, ha infine ottenuto il premio nella categoria dei Farmaci di Sintesi Chimica.
La terapia genica voretigene neparvovec è la prima opzione terapeutica per gravi malattie ereditarie della retina associate a mutazioni nel gene RPE65, come l’amaurosi congenita di tipo 2 di Leber (LCA2) e la retinite pigmentosa di tipo 20 (RP20). Sono patologie altamente invalidanti, che colpiscono soprattutto bambini e giovani adulti, il 50% dei quali è condannato alla cecità legale entro i 16 anni di età. Con un’unica somministrazione, fornisce al paziente una copia ‘funzionante’ del gene coinvolto nella genesi della malattia, che agisce al posto del gene mutato ed è potenzialmente in grado di ripristinare la visione e migliorare la vista. Approvata dall’Agenzia Europea dei Medicinali, la terapia è in attesa di introduzione in Italia nei prossimi mesi.
Tisagenlecleucel, prima terapia cellulare CAR-T (recettore chimerico per l’antigene delle cellule T) sviluppata al mondo, rappresenta una svolta storica nella lotta contro il cancro, oltre ad essere un esempio tangibile della frontiera della medicina di precisione. Utilizza infatti le cellule T del paziente, che vengono riprogrammate in laboratorio per riconoscere e distruggere le cellule tumorali e quindi reinserite nel paziente stesso. Tisagenlecleucel è il primo ed al momento unico CAR-T ad essere disponibile in Italia in grado di offrire una speranza di cura a pazienti italiani, sia ad adulti con Linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL), sia a bambini e ragazzi con Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA) a cellule B, che siano diventati resistenti alle altre terapie, o nei quali la malattia sia ricomparsa dopo una risposta ai trattamenti standard.
Ribociclib, inibitore selettivo delle chinasi ciclina-dipendenti 4 e 6, una nuova classe di farmaci in grado di rallentare la progressione del tumore, è una delle maggiori innovazioni degli ultimi anni nel trattamento del carcinoma mammario HR+/HER2-. Disponibile in Italia per il trattamento di prima linea delle donne in post-menopausa con un tumore al seno avanzato in associazione con l’inibitore dell’aromatasi, ribociclib è fino ad ora l’unico inibitore di CDK4/6 ad aver dimostrato una sopravvivenza globale positiva in due studi clinici di fase III, dimostrando una sopravvivenza globale provata con molteplici combinazioni sia in post-menopausa sia in donne giovani, in pre o peri-menopausa. Somministrabile per via orale il farmaco unisce all’aumento della sopravvivenza, la maneggevolezza del trattamento.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’editoria italiana si presenta alla 71ma edizione della Buchmesse con 252 editori

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2019

Francoforte (Germania) Si consolida la presenza dell’editoria italiana alla Buchmesse, la principale manifestazione del settore a livello internazionale, in programma a Francoforte dal 16 al 20 ottobre 2019.Saranno 252 gli editori e agenti letterari italiani presenti. Lo Spazio Italia, stand collettivo italiano, riunirà 134 editori in oltre 500 metri quadrati di spazio espositivo e sarà la vetrina tricolore alla 71ma edizione del più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti editoriali e per la promozione della cultura e dell’editoria italiana all’estero.Tra gli editori italiani presenti anche 4 aree regionali: Lazio, Piemonte, Sardegna e Veneto.La Buchmesse attende complessivamente più di 7.300 espositori da oltre 102 paesi, con la Norvegia paese ospite d’onore e un’offerta di circa 4.000 eventi.La tradizionale collettiva italiana – organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), dal Ministero dello Sviluppo Economico e ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – si troverà nella Hall 5.0, stand C37 e C38.
All’interno dello stand italiano è stata realizzata un’area incontri di circa 40 metri quadrati grazie al supporto dell’Agenzia Nazionale del Turismo Enit in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Colonia e Berlino. In questo spazio si svolgeranno incontri dedicati al pubblico professionale e istituzionale dal mercoledì al venerdì, mentre sarà aperto al pubblico generico nel weekend in un’ottica di avvicinamento al 2023, quando l’Italia sarà l’ospite d’onore.Sarà il Sottosegretario al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo Anna Laura Orrico – accompagnata dal presidente dell’AIE, Ricardo Franco Levi – a inaugurare il padiglione italiano nella giornata di apertura, il 16 ottobre alle 10.30, insieme a tutti gli editori italiani presenti. Seguirà alle 11.30 la presentazione alla stampa dei dati del Rapporto sullo stato dell’editoria italiana 2019.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ferdinand Von Schirach: Castigo

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2019

Cos’è la verità? Cos’è la realtà? Come siamo arrivati a diventare ciò che siamo? Ferdinand von Schirach racconta dodici destini. Dodici storie che mostrano quanto sia difficile rendere giustizia a una persona, e quanto prematuri siano spesso i nostri concetti di «buono» e «cattivo». Dodici storie interconnesse che svelano quanto la patina di civiltà di una società sia sottile, e quanto gli abissi dell’animo umano siano profondi. C’è un uomo che ordina una bambola gonfiabile per posta. Dieci giorni dopo, procura alla sua bambola vestiti, biancheria, scarpe, camicie da notte e una sciarpa; impara a cucinare per non dover andare al ristorante la sera, lasciandola sola; spesso guarda film d’amore con lei, sviluppando, giorno dopo giorno, una torbida ossessione destinata a consumarsi in tragedia. C’è una donna accusata di aver ucciso il marito, in un villaggio bavarese, a seguito di una pratica sessuale che prevedeva l’uso di una muta da sub. Oppure, ancora, c’è il caso del «piccolo» uomo, un tale che spera in una lunga pena detentiva a seguito di spaccio di cocaina, perché solo in carcere riesce a sentirsi grande e rispettato.Traduzione dal tedesco di Riccardo Cravero e Irene Salvatori Euro 17,00 192 pagine
Ferdinand Von Schirach (1964, Monaco di Baviera) è un penalista e scrittore tedesco. Celebre in Germania soprattutto come autore di thriller, nel corso della sua carriera Ferdinand von Schirach si è occupato di alcuni dei crimini che hanno coinvolto maggiormente l’opinione pubblica tedesca, fornendogli il materiale che avrebbe poi ispirato i suoi romanzi, tra cui si segnalano: Un colpo di vento, Il colpo Collini e Tabù, tutti editi da Longanesi. Per il teatro ha scritto l’opera Terror. Le sue opere sono state tradotte in più di 35 lingue. Attualmente vive a Berlino. Neri Pozza editore.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »