Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°108

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

Audrey Hepburn: The Personal Collection

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2018

London – Christie’s online sale Audrey Hepburn: The Personal Collection Part III will open for bidding on 2 May, closing on 9 May, 2018. Comprising 212 lots, the sale is now available to view online http://www.christies.com/audreyhepburn. Following the success of Part I and II in Autumn 2017, Part III continues Christie’s celebration of this globally renowned and adored film and stage actress, fashion legend and humanitarian, in what would have been her 90th year. Not to be missed, the sale will provide a further opportunity for fans, collectors and admirers to delve in to Audrey Hepburn’s personal world, both on and off screen, through the objects she collected, used and loved; from jewellery, fashion and accessories, to correspondence, film memorabilia and professional photography by leading photographers of the day.Luca Dotti and Sean Hepburn Ferrer commented: “Having taken 25 years to be ready to share our mother’s personal world, we were truly touched by the global response to Part I and II of her collection. It is with pleasure that we now present Part III; a further group of her belongings that we feel will be of interest to her ever-growing base of admirers.”Adrian Hume-Sayer: “We are pleased to present Part III of Audrey Hepburn’s Personal Collection as an online only sale from 2 to 9 May, 2018, to coincide with what would have been her birthday on 4 May. Providing Audrey’s global fan base, admirers and collectors with a further opportunity to obtain a memento from this great screen icon. The final planned instalment from her personal collection, this sale follows on from the success of Christie’s flagship auctions in Autumn 2017, with which we were proud to be entrusted.”

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

CREA vince premio della Royal Entomological Society

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2018

A vincere è stato lo studio A European monitoring protocol for the stag beetle, a saproxylic flagship species, pubblicato nel 2016 sulla rivista Insect Conservation and Diversity (https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/icad.12194) che vede tra gli autori i ricercatori CREA Alessandro Campanaro, Marco Bardiani, Ilaria Toni, Agnese Zauli, Stefano Chiari.
Protagonista della pubblicazione è il cervo volante, specie-bandiera fra gli insetti saproxilici, (cioè legati dal punto di vista biologico alla presenza di alberi vetusti e legno morto), perfetta sentinella verde in grado di indicare boschi con un elevato grado di naturalità, tanto da rientrare nelle specie di insetti protette ai sensi della Direttiva Habitat , il cuore della politica comunitaria in materia di tutela della biodiversità, che prevede ogni 6 anni un rapporto sullo stato di conservazione di habitat e specie protette in Europa.Per la prima volta, grazie ad una collaborazione con ricercatori di 8 paesi europei e ad una sperimentazione effettuata per 3 mesi su 29 siti di monitoraggio, viene proposto un metodo di monitoraggio condiviso su scala sovranazionale, in grado di fornire risultati confrontabili sulla stato di salute delle popolazioni di questo coleottero.L’articolo è frutto del lavoro di ricercatori impegnati da diversi anni nello sviluppo di protocolli di monitoraggio per le specie di insetti protette ai sensi della Direttiva Habitat, in collaborazione con il Centro Nazionale Biodiversità Forestale “Bosco Fontana” Carabinieri. “Si tratta di un importante risultato per la conoscenza approfondita di questa specie, ma soprattutto per la conservazione della natura – afferma Salvatore Parlato, presidente CREA – con importanti ricadute pratiche, visto che tale protocollo permetterà inoltre di adempiere al meglio le misure previste dalla Direttiva Habitat”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rossella Isoldi, stilista al femminile

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Pertosa (Salerno) La stilista Rossella Isoldi, astro nascente della moda italiana ha un proprio laboratorio nella splendida città di Pertosa, meta turistica famosa per le sue grotte e per essere stata utilizzata dai registi più importanti del panorama artistico nazionale. Rossella ha avviato un percorso artistico – culturale per consentire ai centri periferici di “stare” sul mercato, attraverso l’artigianalità, dando così un significato ancora più autentico alla filosofia del “glocal”. Il ragionamento è noto: è possibile generare moda nei centri periferici evitando la banalità ed il ricorso al conosciuto? La globalizzazione dice di sì, ma la realtà è sembra più ostica nell’accettare i cambiamenti e accentra l’attenzione su quelle che restano come le capitali di questo settore: da Milano a Parigi, senza dimenticare New York. Ma se la moda deve essere sinonimo di unicità allora bisogna avere la forza di andare oltre il comune sentire: artisti, pittori, scultori o cantanti che siano, preferiscono molte volte sfuggire alle metropoli, per non assimilarsi agli standard, per non essere soggiogati dalle logiche di mercato, per il semplice piacere di creare. Il tratto della matita è così del tutto simile allo scalpello che plasma il marmo o al pennello che colora il paesaggio. Lavorando nella sua Pertosa in provincia di Salerno, Rossella Isoldi ha voluto ricreare le stesse atmosfere. Le stoffe, i materiali e gli accessori sembrano parti confuse di un puzzle che s’incastrano poi alla perfezione per dare forma e sostanza non solo all’abito unico ed elegante, ma ad un progetto che genera stupore: un perfetto prodotto finale da artista autentico.Rossella Isoldi, sia come stylist, ma soprattutto come donna, è perfettamente cosciente di come un abito sia una sorta di specchio dell’anima. Uno “stargate” dell’essere più profondo. La perfezione del taglio e l’originalità dell’idea si uniscono quasi in simbiosi alla femminilità nella sua essenza più autentica. L’unicità dello stare bene, del sentirsi perfettamente a proprio agio sono i meccanismi che regolano il movimento, per fare in modo che pensiero ed azione non siano divergenti.Nel laboratorio, aperto ventiquattro ore su ventiquattro grazie al sito http://www.rossellaisoldi.it, la giovane stilista disegna e realizza abiti esclusivi con l’obiettivo di valorizzare la persona, i gusti e la fisicità, nel valore supremo dell’eleganza. Ogni donna è così in grado di esprimere ciò che è senza omologarsi, lasciando trasparire la propria personalità, non seguendo ma anticipando le tendenze nella semplice intuizione dell’evidenziare il proprio io. È il rinnovamento dello stile che si materializza ascoltandone le esigenze. Nel processo creativo ritorna dunque lo spazio per la riflessione e per lo studio: la moda è così personale e personalizzabile.www.rossellaisoldi.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Two 17th Century Bronze Masterpieces from ‘The Court of the Sun King’ Louis XIV of France

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

London – From the Court of King Louis XIV of France, the ‘Sun King’, Christie’s announces two of the most significant sculptures to come to the market in recent years. A unique rediscovered masterpiece by Louis XIV’s Royal sculptor François Girardon, Louis XIV on Horseback, Paris, circa 1690-1699, is believed to be the lost sculpture from the artist’s own collection, depicted in the famous engraving of the Galerie de Girardon (estimate: £7-10 million, illustrated right). Hercules Overcoming Acheloüs, circa 1640-50 by Florentine sculptor Ferdinando Tacca (1619-1686), was a gift from Louis XIV to his son, the Grand Dauphin, in 1681, remaining in the Royal collection until the Revolution (estimate on request: in the region of £5 million, illustrated left). Both works attest to the significance of Louis XIV as a connoisseur collector, celebrating the very best art from France and beyond. The works will go on view at Christie’s New York in April (the Girardon now until 20 April and both works together from 28 April to 9 May); Hong Kong (24 to 28 May) and London (30 June to 4 July), ahead of being sold in the London Exceptional Sale on 5 July during Classic Week, in July 2018.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Fra mani rifiutate di Pietro Romano

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Esce il secondo volume della collana diretta da Nicola Vacca nella collana Z per i Quaderni del Bardo Edizioni. “La poesia è la casa delle parole e il poeta cerca la porta per potere abitare le sue stanze. Fra mani rifiutate è il libro di Pietro Romano, un poeta che scava nelle stanze delle poesia con l’intenzione di stabilire un contatto con le parole. I suoi versi indicano attraversamenti, scorticano la realtà fino a cogliere della sua forma tutta la scarnificazione che è necessaria a stabilire un contatto con l’esistenza. La sua poesia, in questo senso, è coma di varianti infinite che esplorano l’esistenza e i suoi campi minati. Il poeta prende tra le mani la parola e con gli occhi vigili sul mondo, quasi a voler lasciare una testimonianza, si insinua tra le pagine di quel “sentimento dell’esserci”, perché quello che conta nell’insensatezza di tutto è lasciare una traccia. Fra mani rifiutate è il libro di un poeta consapevole dell’importanza delle parole e del fatto che non ci sono parole all’altezza del presente che ci inghiotte. Davanti alle ustioni del mondo il poeta ha il dovere di inventare una lingua che brucia. Pietro Romano nelle sue poesie incendia le parole, chiama lo spavento in cui siamo finiti con il suo nome e non fa sconti al disincanto che ci assedia.” (Nicola Vacca)
Pietro Romano (Palermo 1994) Appassionato di arte e letteratura, inizia fin dalla tenera età ad abbozzare brevi poesie e racconti. Dopo essersi diplomato al Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Palermo, frequenta il corso di Laurea in Lettere della sua città laureandosi con una tesi dal titolo “Le due anime di Giuliana Saladino: fra giornalismo e letteratura”. È autore di una raccolta di poesie, dal titolo “Il sentimento dell’esserci” (Rupe Mutevole, 2015). Suoi scritti compaiono in diverse antologie cartacee e riviste, fra cui Nel nome di Alda (Ursini Edizioni, 2015) e Repertorio di Arte e Poesia (Ursini Edizioni, 2016), In Verbis Lingue Letterature Culture anno VI, n 1, 2016 Ridersela della cultura. Comicità e sovversione delle idee dominanti tra XV e XVIII secolo (Carocci, 2016).
Nicola Vacca è nato a Gioia del Colle, nel 1963, laureato in giurisprudenza. È scrittore, opinionista, critico letterario, collabora alle pagine culturali di quotidiani e riviste. Svolge, inoltre, un’intensa attività di operatore culturale, organizzando presentazioni ed eventi legati al mondo della poesia contemporanea.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Con l’Orchidea dell’UNICEF fai rifiorire la vita”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Il prossimo fine settimana, 21 e 22 aprile, in oltre 2.200 piazze in tutta Italia torna l’Orchidea dell’UNICEF a sostegno dei “Bambini Sperduti”, colpiti da conflitti, violenze, calamità o povertà, alla ricerca di una vita migliore. Quest’anno circa 11.000 volontari UNICEF si mobiliteranno per promuovere l’iniziativa. A fronte di un contributo sarà possibile ricevere l‘Orchidea UNICEF e sostenere la campagna “Bambini Sperduti” per garantire aiuto, sostegno e protezione a tanti bambini. “Siamo orgogliosi di annunciare che anche quest’anno torna in piazza l’Orchidea dell’UNICEF, arrivata ormai al nono anno” – ha dichiarato Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia. “Grazie al sostegno di migliaia di volontari e di tutti coloro che hanno deciso di sostenere l’UNICEF in questa iniziativa, in otto edizioni, abbiamo raccolto più di 12 milioni di euro e salvato così le vite di milioni di bambini in tutto il mondo. Il nostro lavoro però non si ferma, perché insieme possiamo fare molto di più. Per cui invito tutti a scendere in piazza i prossimi 21 e 22 aprile per sostenere l’UNICEF e tutti quei bambini che hanno bisogno del nostro aiuto.” Grazie alla campagna “Bambini Sperduti”, nel 2017 in Italia nell’ambito di ONE UNICEF Response sono stati oltre 7.000 i minori stranieri non accompagnati raggiunti dall’UNICEF; 1.195 i kit d’emergenza distribuiti a bordo delle navi della Guardia Costiera; 1.600 gli operatori sociali formati; 2.100 gli adolescenti che hanno partecipato ad attività di supporto ai percorsi educativi e oltre 500 i minori ascoltati attraverso piattaforma digitale U-Report on the move, che permette un canale diretto con i minori con cui si è condotto un percorso volto all’empowerment e allo sviluppo delle competenze di vita.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Invito al matrimonio si aggiudica il Premio del Pubblico al Middle East Now

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Un altro grande successo di critica e di pubblico per Wajib – Invito al matrimonio. Già vincitore al Festival Internazionale del Cinema di Dubai come Miglior Film e Miglior Attore, ieri il film si è aggiudicato il Premio del Pubblico al Middle East Now Festival di Firenze, di cui è stato anche il film di apertura. Ambientato nella comunità cristiana di Nazareth, in Palestina, il film – diretto dalla pluripremiata regista palestinese di When I saw you, Annemarie Jacir, e interpretato da due straordinari attori, Mohammed e Saleh Bakri, padre e figlio sullo schermo e nella vita – evidenzia le criticità e le difficoltà del vivere in una terra martoriata, in cui pragmatismo e idealismo non sempre riescono a convivere. Il titolo Wajib, che tradotto in italiano significa “dovere”, fa riferimento alla tradizione palestinese secondo la quale il padre e i fratelli della sposa hanno il dovere sociale di consegnare personalmente gli inviti di matrimonio. Un gesto solenne e culturalmente importante che dà vita a un road-movie profondo ed emozionante, che esplora la complessità del rapporto padre-figlio nel confronto tra liberà e dovere, modernità e tradizione.Il film, che ha ottenuto anche il Premio ISPEC (Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo) al Festival di Locarno 2017, sarà distribuito da Satine Film a partire dal 24 aprile 2018.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Menarini sceglie Google Cloud per la trasformazione digitale

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Il Gruppo Menarini, azienda farmaceutica italiana leader nel mondo con una presenza in 136 paesi, annuncia una nuova collaborazione con Google per un progetto di trasformazione di digitale. Al centro di questo percorso d’innovazione è lo smart working, inteso come un nuovo approccio al lavoro, più facile e agile, che permetterà ai 17.000 dipendenti del gruppo di collaborare in tempo reale a livello globale, grazie a G Suite, la soluzione enterprise di Google Cloud per la collaborazione e la condivisione aziendale.
Menarini, che da sempre promuove l’innovazione tecnologica, ha deciso di puntare su Google Cloud per consentire alle persone di collaborare in modo sempre più veloce ed efficace. G Suite consiste, infatti, in una serie di strumenti accessibili ovunque da ogni dispositivo e permette di accedere a documenti o fogli di lavoro in tempo reale, lavorando contemporaneamente alle modifiche tramite un unico documento condiviso all’interno di un team. Completano la suite: Gmail per la posta elettronica aziendale, il Calendario per l’organizzazione delle agende e Hangouts/Meet per chat aziendali e videoconferenze.In circa sei mesi, l’azienda ha migrato su Google Cloud tutti gli utenti del gruppo, avviando un cambiamento culturale e organizzativo e supportando al meglio l’operatività dei singoli e dei team di lavoro. La transizione è stata coordinata dalla Direzione Information and Communications Technology e Sviluppo Organizzativo del Gruppo, tramite azioni mirate volte a facilitare il processo di adozione della nuova piattaforma. Attraverso G Suite è stato realizzato, inoltre, un portale multilingua finalizzato a supportare tutto il personale nel mondo, mediante: video tutorial, brevi manuali d’uso e risposte a domande frequenti.“Investire su un sistema di comunicazione efficiente, all’avanguardia e sicuro era fondamentale per un’azienda come Menarini” – ha detto Alberto Giovanni Aleotti, vicepresidente del Gruppo Menarini – “Con Google più di 17.000 dipendenti possono contare su una piattaforma innovativa, smart e protetta”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le collezioni di Daniela Moretti a “Fucina Madre”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Matera dal 21 al 25 aprile. Il suo laboratorio è la sua terra, le mura entro le quali forgia sono rappresentate dal vento, dalla forza dell’acqua e dal sole. La creatrice di gioielli contemporanei Daniela Moretti è figlia della Basilicata, patria di cultura e di arte, ma anche di fatiche e sacrifici. Elementi che si riscoprono in ogni opera e che non sfuggono all’occhio attento dell’osservatore che, nella simbologia, ritrova i significati della genesi.
Ed è esattamente nel compimento di questo percorso che la designer originaria di Rionero in Vulture (Pz), parteciperà all’edizione 2018 di “Fucina Madre”. Si tratta, nello specifico, di un progetto turistico integrato, nato per far conoscere e promuovere la grande tradizione artigiana della Basilicata, che affonda le sue radici nella pratica millenaria del “saper fare”. Nello splendido paesaggio lucano, tra borghi arroccati e città d’arte, l’inventiva e l’ingegno entrano in contatto non solo con chi ha desiderio di conoscenza, ma anche con lo scenario incantato di Matera, dichiarata “Patrimonio dell’Umanità”. È la Capitale Europea della Cultura 2019, infatti, ad accogliere le ramificazioni di questo evento così particolare. Daniela Moretti sarà presente dal 21 al 25 aprile con una propria collezione nell’area dedicata all’”Expò dell’artigianato e del design”, declinando a suo modo le sfumature di una regione che vive nell’abbraccio di due mari un rapporto quasi simbiotico con la natura.«È innegabile – evidenzia la Moretti – che l’artigianato, inteso nel senso più nobile del termine, è una contaminazione perfetta tra ideazione e manualità: con il saper inventare e il saper produrre si contribuisce ad impreziosire il luogo in cui si opera e la comunità in cui si sviluppato il singolo essere artista. Ed è esattamente da questo punto di vista che il lavoro diventa sinonimo di offerta turistica, considerato la modalità in cui l’arte trasforma il territorio in destinazione. Nel corso di questi anni – il mio brand è stato lanciato ufficialmente sul mercato solo due anni addietro – ho tenuto sempre bene in mente cosa significa nascere e crescere in Basilicata e partecipando a “Fucina Madre” sono pronta a rendere la mia testimonianza: i gioielli che presento a Matera sono un atto d’amore verso la terra della luce».

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Undicesima edizione del Premio Antonio Fogazzaro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2018

C’è tempo fino al 30 aprile per partecipare all’undicesima edizione del Premio letterario Antonio Fogazzaro.Forte del successo dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di ben 650 testi, il Premio Antonio Fogazzaro ripropone i suoi concorsi tradizionali, quello per il Racconto inedito e quello per la Poesia edita in italiano e in dialetto.Il Premio Antonio Fogazzaro nasce nel 2008 per promuovere e approfondire l’opera del grande scrittore vicentino e per valorizzare il territorio che dal lago di Como sale al lago di Lugano e alla sua punta italiana, l’incantevole Valsolda, amata e descritta da Fogazzaro in alcuni dei suoi romanzi più celebri.
La partecipazione ai concorsi del Premio Antonio Fogazzaro, entrambi in scadenza il 30 aprile 2018, è gratuita e i bandi sono consultabili sul sito http://www.premioantoniofogazzaro.it e sulla pagina Facebook del Premio.
La sezione è aperta a tutti i maggiorenni e potranno partecipare racconti inediti in lingua italiana e mai apparsi o pubblicati nel web che non superino le 3.000 parole. I racconti saranno selezionati da un comitato di lettori per poi essere valutati da un’autorevole giuria tecnica composta da Gianmarco Gaspari (Presidente), Giovanni Cocco, Andrea Fazioli e Linda Terziroli. Come sempre i racconti vincenti e finalisti saranno pubblicati nell’antologia “Premio Antonio Fogazzaro 2018 – XI edizione” edita da New Press Edizioni. Al primo classificato sarà assegnato un premio di 500 euro, al secondo un soggiorno per 3 notti presso lo storico Hotel di charme valsoldese “Stella d’Italia” e al terzo classificato un premio di 350 euro offerto da Allianz Assicurazioni di Porlezza. La scadenza per la consegna degli elaborati è fissata per il 30 aprile 2018.
Appuntamento molto atteso per chi scrive e pubblica versi in italiano e in dialetto è il concorso di Poesia edita. Il concorso dedicato alla poesia edita in lingua italiana e in dialetto (purché corredata dalla traduzione dei versi) è riservato alle raccolte pubblicate tra il 1°gennaio 2017 e fine aprile 2018 ed è aperto ad autori italiani e stranieri di lingua italiana, maggiorenni e fino ai cinquant’anni di età.Le raccolte poetiche verranno valutate da una prestigiosa giuria composta da Mario Santagostini (Presidente), Maurizio Cucchi, Laura Garavaglia, Tiziana Piras e Matteo Vercesi. La raccolta migliore vincerà un premio in denaro di 1.000 euro, mentre alla seconda classificata verrà offerto un soggiorno per 2 notti presso lo storico Hotel di charme valsoldese “Stella d’Italia”.Per il concorso di poesia edita le opere devono essere inviate entro il 30 aprile 2018.
I racconti vincitori e finalisti, e una selezione delle poesie premiate e di quelle segnalate dalla giuria, saranno pubblicati nell’antologia “Premio Antonio Fogazzaro 2018 – XI edizione” edita e offerta da New Press Edizioni. La cerimonia di premiazione si terrà a Villa Camozzi di Grandola ed Uniti (CO) sabato 15 settembre. http://www.premioantoniofogazzaro.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cenere e Polvere, il pop-rock di Juel che strizza l’occhio al fashion

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2018

Nuovo capitolo per la cantautrice, ballerina e modella Juel, che ancora una volta mescola le carte nel tavolo musicale pubblicando un singolo che ammicca a sonorità molto più pop-rock rispetto alle atmosfere urban alle quali aveva abituato il pubblico. Cenere e Polvere è il titolo del nuovo singolo dal 13 aprile in tutte le piattaforme digitali pubblicato da Limited Music Trade/Believe. Beat elettronici rincorrono una ritmica serrata e un ritornello melodico, dove l’artista ha modo di mostrare la sua grinta e la sua femminilità allo stesso tempo. Dal testo si capisce come il protagonista sia il tempo, che batte come il tintinnio di una lancetta di un orologio e le risuona nella testa, ricordando all’artista quello speso per amore (Tempo che non torna più, Il tempo perso dietro a lui). Passato e futuro sono rappresentati come cenere e polvere, in entrambi i casi granelli materici ma generati da eventi differenti. La cenere è il resto di una storia consumata nel tempo, il fuoco della passione è ormai spento (Di questo fuoco spento resta cenere, nel cuore arido sospesa è la polvere). I tentativi di salvare il ricordo bloccano la nascita di un nuovo amore che aspetta di essere vissuto, la polvere si posa per la lunga attesa su questo nuovo amore che viene rimandato e soffocato.Il video, diretto da Gabriele Remotti, si basa su una scenografia minimale e una fotografia luminosa che rendono Juel protagonista in tutto e per tutto. Cambi d’abito e coreografie attraversano le immagini rivelando la sua eclettica sensualità. Dal tailleur più elegante al jeans strappato, come dal soul al rock Juel attraversa con disinvoltura i generi musicali come i contesti estetici, sempre mantenendo il suo timone stilistico.Nel videoclip l’artista è anche impegnata a suonare la batteria, strumento che più incarna la sua essenza ritmica. Lo studio della batteria è una passione che coltiva da sempre, parallelamente al ballo, alla recitazione e al canto.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canon si congratula con Ronaldo Schemidt, vincitore del premio World Press Photo of the Year 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2018

La foto di Ronaldo ritrae un uomo avvolto dalle fiamme in mezzo ai violenti scontri con la polizia in assetto antisommossa durante una protesta contro il Presidente venezuelano Nicolás Maduro, a Caracas.Canon estende le congratulazioni agli altri otto vincitori nelle singole categorie, tra questi anche due Canon Ambassador: Magnus Wennman, vincitore nella categoria ‘People’ e Giulio Di Sturco, che si è aggiudicato il secondo posto nella categoria ‘Contemporary Issues’.World Press Photo Contest, che vede la collaborazione di Canon per il 26° anno consecutivo, è riconosciuto a livello internazionale come il più prestigioso concorso di fotogiornalismo al mondo. I giudici hanno selezionato l’immagine vincitrice del World Press Photo of the Year tra le 73.044 foto inviate da 4.548 fotografi da 125 paesi. Ronaldo Schemidt ha ricevuto un premio di 10.000 euro, oltre all’attrezzatura Canon, un Golden Eye Award e un attestato.In occasione di una recente ricerca condotta da Canon in collaborazione con World Press Photo, alla richiesta di stilare una classifica degli elementi più importanti per un visual storytelling di successo, il 55% dei fotografi intervistati ha messo al primo posto “provocare un cambiamento di prospettiva su un argomento o un problema”.A dimostrazione del proprio impegno nel campo del fotogiornalismo, Canon ha in programma una serie di attività per i prossimi 12 mesi:
· 20 festival della durata di un giorno organizzati in tutta Europa per mostrare le immagini vincitrici del World Press Photo Contest e scoprire le storie che si nascondono dietro a ogni scatto
· sostegno al Joop Swart Masterclass, il programma che offre una piattaforma pensata per incoraggiare i giovani fotografi del futuro con i preziosi consigli di famosi fotoreporter e importanti rappresentanti del mondo della fotografia
· in occasione del Festival Visa pour I’Image 2018, Canon sceglierà 200 studenti provenienti da tutta Europa che parteciperanno a un ricco programma formativo di tre giorni, destinato a promuovere lo sviluppo professionale. I workshop saranno condotti da Canon Ambassador e professionisti del settore.
Per conoscere le storie delle immagine premiate al World Press Photo e scoprire le interviste con i vincitori delle singole categorie, visita il sito: http://www.canon-europe.com/pro/events/world-press-photo/

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marina Gazzini Storie di vita e di malavita: Criminali, poveri e altri miserabili nelle carceri di Milano alla fine del medioevo

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 aprile 2018

Parma venerdì 20 aprile alle 16.30 Palazzo del Governatore terzo appuntamento della rassegna “Libri di Storia – Incontri con gli autori”, organizzata dall’Università di Parma – Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali con il Comune di Parma. L’appuntamento sarà aperto dal Delegato del Rettore alle Iniziative culturali di carattere storico Piergiovanni Genovesi, curatore della rassegna, e dal Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali Diego Saglia. Con l’autrice Marina Gazzini, docente di Storia medievale all’Università di Parma, dialogheranno Giuliana Albini e Nadia Covini dell’Università di Milano, e Giovanni Marcello Ceccarelli dell’Università di Parma.
Storie di vita e di malavita. Criminali, poveri e altri miserabili nelle carceri di Milano alla fine del medioevo (Firenze University Press, 2017) affronta un tema – le prigioni e i loro abitanti – poco praticato dalla storiografia medievistica italiana, e in generale poco frequentato anche dai moderni media che, al di là di eventi sensazionalistici, tendono a rimuovere quello che accade dentro le carceri. Indagare la condizione dei carcerati è invece importante non solo per ridare voce a individui messi ai margini della società, ma anche perché si rivela un modo per cogliere le dinamiche di esclusione e di inclusione sociale pertinenti al controllo della devianza. Si tratta anche di una via di accesso all’ideologia religiosa, di un mezzo per scavare nelle condizioni sociali ed economiche di una fetta di popolazione che viene facilmente confinata a rappresentazioni di maniera, e infine permette un’ulteriore verifica dei meccanismi di relazione tra governanti e governati negli stati del tardo medioevo.La ricerca che ha dato vita al volume si è basata su fonti di vario genere, ma in particolar modo sono state esaminate suppliche di carcerati, elenchi di detenuti, liste di condannati a morte, statuti cittadini. Il volume è disponibile sia in formato cartaceo sia in formato digitale, ed è scaricabile gratuitamente dal web al link http://www.ebook.retimedievali.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il «male inutile» della guerra

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

il male inutileIn libreria per Rubbettino «Il male inutile. Dal Kosovo a Timor Est, dal Chiapas a Bali le testimonianze di un reporter di guerra» di Marco Lupis.
Il mondo sembra prepararsi a un nuovo conflitto che finirà inevitabilmente per coinvolgere un numero molto alto di paesi. Se non sarà la Terza Guerra Mondiale, ci mancherà poco.
Sembra persino quasi scontato osservare che la situazione siriana è il frutto velenoso di tante altre guerre mai del tutto sopite ma che sono state semplicemente dimenticate dai media.
Ad aiutarci in un doloroso quanto necessario esercizio di memoria, esce ora in libreria per Rubbettino un libro di Marco Lupis, reporter di guerra per le principali testate italiane. Si intitola – non a caso – “Il male inutile” e reca la prefazione di una delle più importanti croniste di guerra internazionali, Janine di Giovanni.
Il Male Inutile raccoglie le testimonianze di guerra di un reporter “di lungo corso”, inviato speciale e corrispondente in molte aree difficili del Pianeta. Tragedie che troppo spesso, nel frenetico flusso mediatico dell’informazione, vengono rapidamente e colpevolmente archiviate, anche se si collocano dietro l’angolo dell’attualità e della Storia.
L’operazione fatta da Marco Lupis in questo libro non è soltanto “memoria” di fatti terribili, di guerre e massacri più o meno dimenticati, ma è anche un preciso atto di denuncia affinché quelle ingiustizie e quegli orrori non vengano affidati all’oblio. Per questo, scrive nella prefazione Janine di Giovanni – una delle più celebri corrispondenti di guerra dei nostri tempi con la quale Lupis ha vissuto fianco a fianco nell’inferno di Timor Est – “C’è bisogno di libri come questo. Di libri scritti da quelli che hanno fatto un lavoro come il nostro. Che non soltanto consiste nel raccontare– sui giornali, alla televisione o alla radio – le atrocità commesse dal lato più orribile della natura umana mentre queste accadono, ma anche nel non permettere che quegli orrori vengano dimenticati”.
Il Male Inutile è però al tempo stesso anche confessione di vita dell’autore, biografia “intima” delle difficoltà e dei drammi personali che – come testimone di quei fatti terribili – il reporter Lupis ha dovuto affrontare e- in qualche modo – risolvere con la sua coscienza in tanti anni di lavoro “sul campo”. Fino a quando, ormai smesso il giubbotto antiproiettile, si è trovato a dover fare i conti con una diagnosi di Sindrome da Stress Post-traumatico che rischiava di rendere la sua vita e la vita di quelli che gli stavano accanto, difficile da sopportare.
Di famiglia aristocratica Lupis, come è stato scritto di lui e del suo lavoro, “alle blasonate stanze sembra aver preferito i precari alloggi dell’inviato speciale; alle frequentazioni altolocate, gli incontri nella giungla messicana con il rivoluzionario Marcos o con le madri-coraggio cilene mai arrese nel voler sapere il destino dei loro figli desaparesidi all’epoca di Pinochet”.
Perché – come ha scritto Maurizio Blondet, un altro suo collega e compagno di reportage “difficili: Marco Lupis è uno che ho visto lavorare: sul campo. Spesso, per le rispettive testate per le quali lavoravamo, abbiamo raccontato di violenze tremende, dormito per terra, rischiato più volte la vita e – inevitabilmente direi – siamo diventati amici. Così mi sono reso conto molto presto che Marco Lupis sapeva quello che faceva. E quello che scriveva.”
Marco Lupis, giornalista, fotoreporter e scrittore, è stato corrispondente e inviato speciale dall’Estremo Oriente e soprattutto da Hong Kong, per le maggiori testate giornalistiche italiane (Panorama, Il Tempo, Corriere della Sera, L’Espresso e la Repubblica) e per la RAI (Mixer, Format, TG1 e TG2). Lavorando spesso in zona di guerra, è stato fra i pochi giornalisti a seguire i massacri a Timor Est, gli scontri sanguinosi tra cristiani e islamici nelle Molucche, la strage di Bali e l’epidemia di SARS. Con le sue corrispondenze ha coperto per oltre un decennio l’intera area Asia-Pacifico, spingendosi fino alle isole Hawaii e all’Antartide. Ha intervistato molti protagonisti della politica asiatica come Aung San Suu Kyi e Benazir Bhutto, denunciando nei suoi articoli le violazioni dei diritti umani in Asia. I suoi reportage sono stati pubblicati anche da quotidiani spagnoli e americani. (fonte: http://www.rubbettinoeditore.it)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

DentalPro continua a crescere e cerca 60 nuove risorse da inserire nei propri centri

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

DentalPro, il più grande Gruppo odontoiatrico privato italiano con 133 centri in Italia e oltre 700 odontoiatri professionisti iscritti all’Albo, continua la sua espansione sul territorio ed è alla ricerca di 60 tra Responsabili Pazienti e Responsabili di centro odontoiatrico da inserire nei suoi centri di proprietà in tutta Italia. Per trovarli, il gruppo ha organizzato 3 Recruiting Days il 16, 17 e 18 aprile a Milano, così da introdurre i candidati alla sua realtà aziendale.
Contestualmente alla ricerca di personale, DentalPro prevede l’apertura di 25 nuovi centri in Italia, confermando una crescita che prosegue inarrestabile dal 2010, anno di nascita del Gruppo. Se, infatti, nel 2014 i dipendenti e collaboratori DentalPro ammontavano a 375 persone, nel 2015 si è saliti a 551 persone. Nel 2016, poi, grazie a due importanti acquisizioni, il personale DentalPro è aumentato addirittura a 1335 (+142%), continuando a crescere fino ai 1739 del 2017, +23% rispetto all’anno precedente.
“Questa nuova ricerca di personale attesta ulteriormente la crescita del gruppo, una crescita dettata dalla soddisfazione degli oltre 300.000 pazienti che hanno scelto di affidarsi ai nostri professionisti per curare il proprio sorriso – dichiara Matteo Anzani, Direttore HR di DentalPro – Abbiamo organizzato i Recruiting Days per inserire altre eccellenze professionali nei nostri centri in tutta Italia e, al momento, abbiamo già ricevuto diverse candidature – nell’ordine delle centinaia. Siamo felici di incontrare i candidati in questi 3 giorni, poiché desideriamo che i nostri futuri collaboratori possano da subito toccare con mano la realtà di cui andiamo tanto orgogliosi”.
Entrambe le figure ricercate sono preposte alla gestione dei pazienti per tutti gli aspetti non clinici e non devono necessariamente provenire dal settore odontoiatrico; si richiede infatti esperienza nella gestione di team e di clienti in ambito B2C, nonché provenienza da ruoli commerciali e/o gestionali. Importante anche un’ottima capacità di relazionarsi con i clienti e la capacità di raggiungere obiettivi periodici. Per la lista completa delle posizioni e per inviare la propria candidatura, visitare il sito https://www.dentalpro.it/lavora-con-noi/recruiting-days.html.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il premio internazionale di fotografia dedicato al tema della sostenibilità

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Torino Camera Via delle Rosine, 18, dal 23 maggio al 26 agosto, saranno esposte le immagini selezionate per la settima edizione del Prix Pictet. CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia è stata scelta come sede ufficiale per la presentazione in Italia delle opere vincitrici e selezionate dal Prix Pictet, l’importante premio fotografico internazionale dedicato al tema della sostenibilità.
Il Premio è assegnato annualmente da una commissione di altissimo livello presieduta da Kofi Annan, già Segretario Generale delle Nazioni Unite. Dopo il grande successo della grande esposizione dedicata a Carlo Mollino, la nuova mostra rappresenta un’ulteriore dimostrazione della centralità conquistata da CAMERA, anche nel panorama espositivo internazionale, a soli due anni e mezzo dalla sua inaugurazione. L’opportunità di presentare a CAMERA le opere finaliste del prestigioso Prix Pictet è per noi motivo di orgoglio nella consapevolezza del prestigio e del grande valore culturale e sociale dell’iniziativa, da sempre molto attenta al tema della sostenibilità”, afferma il Presidente della Fondazione CAMERA Emanuele Chieli. Il Prix Pictet è stato fondato nel 2008 da Banque Pictet, con sede a Ginevra, in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra e il Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, con l’obiettivo di utilizzare la potenza della fotografia per comunicare messaggi sulla sostenibilità a un pubblico globale.
Le mostre collettive di CAMERA uniscono sempre la qualità delle immagini esposte con la capacità di raccontare momenti cruciali della società: in questo caso è proprio il mondo che ci circonda a essere protagonista, è l’attualità più flagrante che viene proposta al pubblico attraverso lo sguardo particolare di alcuni dei maggiori fotografi attivi oggi a livello mondiale”, ricorda il Direttore di CAMERA Walter Guadagnini.Il concetto di “sostenibilità” è stato declinato intorno al tema dello “spazio” inteso nelle sue varie accezioni, una visione volutamente ampia che ha portato i fotografi ad abbracciare i più diversi soggetti: la sovrappopolazione, la disputa territoriale, l’inquinamento atmosferico, lo spazio cibernetico, le malattie portate dal vento, gli uragani, così come la fragilità delle grandi aree selvagge del pianeta e la nostra tendenza a riempire lo spazio con spazzatura e molte altre cose.”I lavori presentati per questa edizione del Prix Pictet – ha affermato Sir David King, presidente della Giuria della più recente edizione del Premio – sono stati di uno standard eccezionalmente alto. La gamma di risposte creative dei circa 700 fotografi selezionati per il Premio è stata davvero notevole”. I finalisti sono 12: Mandy Barker (Regno Unito); Saskia Groneberg (Germania); Beate Gütschow (Germania); Rinko Kawauchi (Giappone); Benny Lam (Hong Kong); Richard Mosse (Irlanda); Wasif Munem (Bangladesh), Sohei Nishino (Giappone), Sergey Ponomarev (Russia), Thomas Ruff (Germania), Micheal Wolf (Germania), Pavel Wolberg (Russia).I 100 mila franchi svizzeri del Premio sono andati al vincitore, il fotografo irlandese Richard Mosse; con la serie “Heat Maps”, attraverso una termo camera militare in grado di rilevare la presenza del corpo umano a oltre trenta chilometri, ha documentato la situazione migratoria dei profughi in Europa, Medio Oriente e Africa.
Le opere di Richard Mosse saranno esposte a CAMERA insieme a quelle degli altri finalisti del Premio.
La mostra torinese è già stata ammirata a Londra, Zurigo, Tokyo, Stoccarda, Bruxelles, Mosca, New York, Città del Messico e San Diego. L’’attività di CAMERA è realizzata grazie a Intesa Sanpaolo, Eni, Reda, Lavazza, in particolare la programmazione espositiva e culturale è sostenuta dalla Compagnia di San Paolo. Ingresso Intero € 10 Ingresso Ridotto € 6, fino a 26 anni, oltre 70 anni.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rare watches sale in Geneva

Posted by fidest press agency su sabato, 14 aprile 2018

TOUR DATES: HONG KONG: 16 – 17 April, TAIPEI: 19 – 20 April, LONDON: 24 – 26 April, BERLIN: 25 – 29, Geneva 14 MAY 2018 Christie’s will hold its Rare Watches auction at the Four Seasons Hotel des Bergues in Geneva on 14 May 2018. Offering 221 timepieces spanning from 1875 to 2017, the majority consigned by private collectors mainly from Europe, with estimates ranging from CHF2,000 to CHF1,000,000, it is expected to fetch in the region of CHF 15 million.
The sale comprises three important private collections, the first, Rare Patek Philippe Timepieces from an Important Private Collection (lots 93-103), representing the most important single owner collection of modern Patek Philippe timepieces to come up for auction in recent years. The eclectic group of 11 watches comprises some of the firm’s most coveted and hard to find models, notably the “Grand Complication” reference 5208P, the highlight of the section and top lot of the auction. The Property of an Important Swiss Private Collector, lots 136-182, includes 47 mostly contemporary wristwatches compiled by the Swiss collector over the last decade. The collection consists of a variety of brands and styles, the majority preserved in like new condition and sold with the original certificates, warranties, manual and boxes. The third collection is from an Important Private Italian Collection, lots 199-208, exclusively Rolex wristwatches including rare models such as a Daytona “Paul Newman” ref. 6264 with original guarantee, est. CHF150,000-250,000.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La Politica non è una Professione” di P. Calamandrei

Posted by fidest press agency su sabato, 14 aprile 2018

Milano 16 aprile alle ore 18,30 Auditorium Piero Calamandrei via Correggio 43 presentazione dell’XI volume della collana Diritti • Società • Frontiere – Edizioni Henry Beyle, “La politica non è una professione” di Piero Calamandrei, interverranno Peter Gomez (direttore de “ilfattoquotidiano.it”), Giuseppe La Scala (avvocato), Sandro Neri (direttore de “Il Giorno”), Massimiliano Panarari (docente di Marketing politico Luiss School of Government) e parlamentari ed esponenti del Centrodestra, del Centrosinistra e del Movimento 5 Stelle. L’incontro sarà coordinato da Ruben Razzante, docente di diritto dell’informazione presso l’Università Cattolica di Milano e la Lumsa di Roma. Il volume “La politica non è una professione” di Piero Calamandrei offre considerazioni inedite, pubblicate per la prima volta dalla casa editrice Henry Beyle. Lo scritto del grande giurista, avvocato, politico, scrittore, docente universitario, oltre che uomo di grande cultura, nasceva sotto forma di breve articolo che sarebbe dovuto uscire sulla rivista Argomenti, nell’agosto del 1943, subito dopo la caduta del fascismo, ma non andò mai in stampa.
Partendo dalle acute riflessioni di Piero Calamandrei, uno dei principali artefici della rinascita morale dell’Italia del secondo dopoguerra, relative al senso della politica, ai suoi profili etici e al ruolo di chi occupa posizioni pubbliche, i relatori analizzeranno il fenomeno del declino delle storiche ideologie politiche, cercheranno di rappresentare i possibili scenari futuri e proveranno a rispondere a quesiti molto stimolanti, ad esempio: Possiamo affermare che attualmente chi fa politica oggi sia mosso da una vera passione e non la consideri una semplice professione? Come si può formare la nuova classe dirigente?
“La politica non è una professione” è l’XI libro della collana Diritti • Società • Frontiere, promossa dalla Toogood Society – istituita da La Scala Studio legale nel 2013 per avviare un progetto di formazione culturale – in collaborazione con le Edizioni Henry Beyle. Tale iniziativa unisce la riscoperta di testi dimenticati all’attenta cura tipografica. “La Politica non è una Professione” è stampato in 575 copie numerate su carta carta Cotton Fedrigoni con caratteri Garamond monotype.“Il testo di Calamandrei sembra predittivo di un tema che è stato alla fine centrale nel ricambio della classe politica italiana ma quanto ciò sia avvenuto a vantaggio, o a svantaggio, della qualità della politica lo dobbiamo ancora scoprire. Di sicuro il Paese ha bisogno di competenze e come esse vadano formate e selezionate è forse uno snodo decisivo nel sistema”, ha detto Giuseppe La Scala, senior partner di La Scala.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: “Dal tratto alle parole”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2018

Esce per i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno un piccolo gioiello editoriale di Nicola Vacca e Mario Pugliese “Dal tratto alle parole” Dal tratto alle parole è il tentativo riuscito di un confronto tra due artisti: il pittore e il poeta si sono incontrati e hanno dato vita non solo a un libro, ma anche a un principio: nella cultura e nella vita nessuno si salva da solo. Questo ci hanno insegnato i grandi della letteratura, che qui sono omaggiati dal tratto di Mario Pugliese e dalle parole di Nicola Vacca. “Dal tratto alle parole, il libro che vi apprestate a leggere, è il frutto della collaborazione tra Nicola Vacca, poeta, e Mario Pugliese, artista. È un omaggio ad alcuni giganti, quasi tutti vissuti nel Novecento, o comunque sofferenti testimoni della modernità, appartenenti a filoni letterari differenti e ad aree geografiche disparate, accomunati dal desiderio mai sopito del fare letteratura a partire da sé, da esperienze difficili, estreme, assurde o labirintiche. Tutti hanno scavato nel cuore malato dell’uomo: Emil Cioran, Federico Garcia Lorca, Fernando Pessoa, Cesare Pavese, Italo Calvino, Albert Camus, Edgar Allan Poe, Charles Bukowski, Virginia Woolf, Alda Merini, Wisława Szymborska, Simone Weil, Marcel Proust, Boris Pasternak, John Fante, Jorge Luis Borges. (…) Un viaggio rapido e incisivo tra i ritratti di scrittori e poeti che si sono opposti all’imperativo massificante del quieto vivere e si sono donati al demone della scrittura, spillando inchiostro dalle proprie vene”. Dalla prefazione di Alessandro Vergari “Sono orgoglioso di pubblicare questo lavoro – dichiara l’editore Stefano Donno – perché è un dono straordinario all’arte e alla letteratura in una perfetta simbiosi di linguaggi che si contaminano: quelli della poesia di Nicola Vacca e quelli del segno del maestro Mario Pugliese. Emil Cioran, Federico Garcia Lorca, Fernando Pessoa, Cesare Pavese, Italo Calvino, Albert Camus, Edgar Allan Poe, Charles Bukowski, Virginia Woolf, Alda Merini, Wisława Szymborska, Simone Weil, Marcel Proust, Boris Pasternak, John Fante, Jorge Luis Borges. Questi sono i grandi nomi da cui nasce la collaborazione tra Nicola Vacca e Mario Pugliese. Il risultato è un piccolo gioiello editoriale”
Nicola Vacca è nato a Gioia del Colle, nel 1963, laureato in giurisprudenza. È scrittore, opinionista, critico letterario, collabora alle pagine culturali di quotidiani e riviste. Svolge un’intensa attività di operatore culturale, organizzando presentazioni ed eventi legati al mondo della poesia contemporanea.Mario Pugliese, classe 1964, diplomato al liceo artistico di Bari si specializza a Udine in grafica pubblicitaria. Collabora con diversi artisti e musicisti alla divulgazione dell’arte e della musica come strumento di comunicazione. È presidente dell’associazione “Artensione” e direttore artistico di “Spaziounotre” a Gioia del Colle dove risiede e lavora.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Davide Maniscalco entra ‘of counsel’ in Studio Viola

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 aprile 2018

Roma.Cresce il team dello Studio Viola, specialisti in Commercio Internazionale (www.studioviola.com) con l’ingresso di Davide Maniscalco in qualità di of Counsel.
L’Avvocato Davide Maniscalco ha maturato una significativa esperienza in diritto commerciale e societario, principalmente nel settore Oil&Energy, area in cui ha assunto ruoli di alta direzione per diversi Gruppi. L’ingresso di Maniscalco va a potenziare il Dipartimento BID dello Studio Viola, studio di consulenza composto da un team di esperti e qualificati professionisti specializzati nell’assistere, favorire e supportare la propria clientela nei processi di internazionalizzazione. “Sono certo – ha commentato Pietro Viola, founding partner dello Studio – che il contributo professionale di Davide costituirà un valore aggiunto per lo sviluppo della nostra nuova linea di consulenza e servizi che si pone come obiettivo principale quello di fornire alle imprese un innovativo percorso di crescita internazionale attraverso il supporto offerto dal Business Innovation Developer.” (Cut/Mrp)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »