Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 151

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

Tempo di Libri: l’editoria italiana è sempre più internazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

Più libri più liberi 2010_Foto di Jacopo Pergameno_Courtesy AIE_Associazione Italiana Editori_PANORAMICA_L’editoria italiana è sempre più internazionale, soprattutto nel settore Bambini e Ragazzi e nella Narrativa che assieme sono i più esportati con il 71,3% delle vendite. E questo mentre nel 2016 si è ridotto il numero di titoli per cui sono stati acquistati i diritti da case editrici straniere.È quanto emerge dalla presentazione del Rapporto sull’import/export di diritti 2017, realizzata dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e presentata oggi, sabato 22 aprile, nell’incontro La geografia dei diritti 2016. Da dove compriamo, a quali paesi vendiamo a Tempo di Libri, la Fiera dell’Editoria italiana in programma fino al 23 aprile a Fiera Milano Rho. La fotografia su come le case editrici italiane si muovono in ambito internazionale evidenzia che nel 2016 hanno venduto all’estero i diritti di 6.565 titoli (+11% sul 2015) mentre ne hanno acquistati 9.552 (-10,6% sul 2015).
Per dimostrare l’influenza dell’export basti pensare che i titoli venduti nel 2016 rappresentano il 10% delle novità pubblicate, mentre nel 2011 erano appena il 3,2%.
Quali sono i generi più venduti? L’export dei diritti italiani si basa soprattutto sui libri per Bambini (46,9%, +44% sul 2015) e sulla Narrativa (24,4%). Assieme fanno il 71,3% di tutto l’export di diritti della nostra editoria.
E quelli più acquistati? L’attenzione degli editori italiani si concentra sulla Narrativa che occupa il 35,9% (-1,3% sul 2015) degli acquisti dei diritti. La crescita maggiore è degli Illustrati che rappresentano il 5,7%, +76% rispetto al 2015.
Dove? L’Europa si conferma il mercato tradizionale delle vendite con il 63,2% (+35,7% sul 2015), a crescere maggiormente sono il Nord America (8,4%, +45,8% sul 2015) e il Medio Oriente (3,8%, +14,2% sul 2015), area verso cui sono state sviluppate negli ultimi anni missioni e partecipazioni dell’editoria italiana come Paese ospite d’onore in collaborazione con ICE-Agenzia.
E da dove? L’Europa continua a essere il principale paese da cui si acquistano i diritti: rappresenta il 62,2% dei titoli acquistati ed è in leggero calo rispetto all’anno precedente (-6% sul 2015).
libriIl secondo è il Nord America con il 33% di quota e una crescita del 3,4% sul 2015. Si nota anche un interesse verso il Pacifico: rappresentano appena il 4% ma con un +352,9% sul 2015.In generale l’indagine realizzata da AIE e ICE Agenzia conferma la capacità degli editori italiani di offrire autori, generi diversi ai loro colleghi stranieri e di esplorare letterature e mercati nuovi rispetto a quelli europei, più tradizionali.
E i piccoli? Comprano più diritti all’estero di quelli che vendono, anche per la naturale necessità in fase di avvio di crearsi un catalogo importante. E forse anche per rispondere alle curiosità di un lettore che vuole conoscere autori, letterature e culture di Paesi diversi. Cresce però (e più della media) la loro capacità di vendere all’estero (anche come probabile effetto traino che negli anni scorso hanno fatto alcuni marchi editoriali; anche se i numeri in termini assoluti rimangono piccoli). L’export dei diritti raggiunge il 12,5% (+31,9% sul 2015) mentre l’acquisto dei diritti è il 46,2% (+4,5% sul 2015).
Le coedizioni sono un altro tassello importante dei processi di internazionalizzazione dell’editoria italiana. Nel 2016 sono state 1.102 le coedizioni realizzate con gli editori stranieri. Due i generi che si impongono: quello dei Bambini e Ragazzi (57,7%) e quello degli gli Illustrati (18,5%). Due settori i cui costi di produzione possono essere abbattuti quando uno stesso titolo (o una collana) viene realizzato da più partner internazionali in modo da contenere i prezzi di copertina di prodotti in cui il «colore» e la qualità della carta incide in maniera significativa sui costi di produzione.
“I risultati – ha commentato Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio studi AIE e curatore del programma professionale di Tempo di Libri – confermano le tendenze dell’editoria italiana: sempre più internazionale nell’affermate autori e titoli, capace di proporsi a paesi e mercati diversi, non solo quelli tradizionali. Per questo ICE-Agenzia ha sviluppatole iniziative all’estero che sostengono il ruolo protagonista dell’Italia”.“L’indagine sulla vendita dei diritti all’estero – ha commentato Marinella Loddo, Direttore dell’ufficio ICE Agenzia di Milano – è ormai diventato uno strumento non solo utile ma indispensabile, che aiuta l’ICE Agenzia e l’AIE ad elaborare le strategie vincenti per le case editrici italiane sui mercati internazionali”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival Internazionale di Poesia, Letteratura ed Arte Visiva “Appendere… ad Arte”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

Roma 28 aprile 9,30 – 18,30 Casa delle letterature Piazza dell’orologio 3 ingresso gratuito si terrà la giornata conclusiva del Festival Internazionale di Poesia, Letteratura ed Arte Visiva “Appendere… ad Arte”, organizzato da APAI, l’Associazione per la Promozione delle Arti in Italia, con il patrocinio di: Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale, Biblioteche di Roma e Casa delle Letterature nell’ambito del loro programma “Doppio Passo. Incontri di Arte e Letteratura”. A chiusura del Festival, dopo la presentazione del volume da parte della Presidente di APAI Laura Lucibello, insieme alla moderatrice Maria Ida Gaeta, curatrice e direttrice del ciclo “Doppio passo. Incontri di Arte e Letteratura”, con lettura di alcune poesie e la partecipazione straordinaria dell’attrice Federica De Benedittis, seguirà l’intervento della scrittrice Angela Braghin con “Om Shanti”. Contemporaneamente, saranno esposte le opere realizzate da vari artisti che hanno aderito al progetto, e raccolte nel volume dedicato, insieme alle poesie inedite ad esse ispirate.Tema portante della presente edizione “Nonostante il buio”: nella condivisione del viaggio, la vita dimostra, con la sua dolce pazienza, che può avvenire tutto e il contrario di tutto contro ogni scettico pensare, entrando nella stasi, nel silenzio o iniziando il suo cammino l’essere umano esprime i valori del proprio interiore, lontano dal rumore delle menti e della loro vacuità.
Come in un Mandala, granello di sabbia dopo granello, azione dopo azione, pensiero dopo pensiero, intenzione dopo intenzione, abbiamo creato la nostra immagine attraverso la quale interpretiamo la realtà.E’ sufficiente avere il desiderio di conoscersi e rafforzarsi, quando la mente comincia il suo monologo assolo, per apprendere qualcosa di nuovo e pensare che basta poco per creare benessere e sperimentare la via della consapevolezza del sé, saper fare tacere la mente e il suo estenuante flusso di pensieri, ricordi, rancori, speranze, desideri, per accedere alla verità del cuore.
Un invito, quello rivolto a poeti ed artisti con “Nonostante il buio”, a favorire la comprensione della possibilità di distruggere il modello interpretativo e sostituirlo con un altro, o semplicemente lasciare che l’esistenza fluisca tra uno e l’altro, esattamente rappresentato nella cerimonia di distruzione del Mandala stesso.
Un percorso forse difficile, spesso accidentato, buio e pieno di ombre, ma la bellezza sta proprio nel disvelamento del cadere delle tenebre e nell’apparizione della luce che ne scaturisce.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

«Il Front National da Jean-Marie a Marine Le Pen. La destra nazional-populista in Francia» di Nicola Genga

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

gengafLa campagna elettorale delle presidenziali francesi è oramai praticamente finita. Fra pochi giorni il voto. Da tempo i sondaggi indicano Marine Le Pen come probabile front runner del primo turno. Gli ampi consensi che la leader del Front national sembra raccogliere non sono l’effetto di una improvvisa protesta antisistema del popolo francese, né solo una ripercussione della crisi economica e della tensione sprigionata dalla minaccia terroristica. Quello dei Le Pen è un percorso che parte da lontano, iniziato in sordina negli anni ’70 per poi conoscere un’impennata negli anni ’80, un consolidamento negli anni ’90 e una ulteriore ascesa nell’ultimo quindicennio. L’arrivo di Marine alla guida del partito coincide con una rottura in termini di immagine, ma nella sostanza gli elementi di continuità con l’epoca del patriarca Jean-Marie sono molteplici, dall’idea della preferenza nazionale a quella della contrapposizione con l’Ue.
Se ne parla nel libro di Nicola Genga “Il Front national da Jean Marie a Marine Le Pen. La destra nazional-populista in Francia”, appena uscita in libreria nella sua seconda edizione per i tipi Rubbettino. Il volume aggiorna l’analisi del fenomeno Le Pen approfondendo gli ultimi anni del quinquennato Hollande, che hanno visto il FN assumere un ruolo di primo piano sull’onda di ripetuti successi elettorali. In tre elezioni (europee, regionali e dipartimentali) il partito di Le Pen è infatti risultato essere la forza politica di maggioranza relativa nel Paese, rivendicando la funzione di tribuno del popolo contro l’élite corrotta, di rappresentante dei patrioti contro i mondialisti. E nel frattempo si è affermata una nuova generazione di dirigenti politici, Florian Philippot e Marion Maréchal-Le Pen su tutti, che nella rilettura dell’eredità repubblicana ripropongono la dialettica interna tra conservatori e liberali, tra statalisti e liberisti. Lo sforzo di normalizzazione (dédiabolisation) prosegue e il partito si prepara a cambiare nome e simbolo, come la campagna presidenziale di Marine pare annunciare con la scelta di omettere il proprio cognome, i riferimenti al Front national e il logo della fiamma. Questi e molti altri i temi toccati nelle pagine del libro di Genga, presto in libreria.
Nicola Genga è direttore del CRS-Centro per la Riforma dello Stato e collabora con il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma. Ha svolto attività di ricerca nell’università “Paris-Est Créteil”. Tra le sue pubblicazioni: Le parole dell’Eliseo. I discorsi dei presidenti francesi da Giscard d’Estaing a Sarkozy (Roma, 2012) e (curato con F. Marchianò), Miti e realtà della Seconda Repubblica. (foto: genga)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Noche de los Libros

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

La Noche de los LibrosMadrid 21 de abril a las 20.30 – Entrada gratuita hasta completar el aforo Calle del Correo S/N, Puerta del Sol. En el ámbito de La Noche de los Libros de Madrid, organizada por la Comunidad de Madrid el próximo 21 de abril, el Instituto Italiano de Cultura de Madrid participa en la lectura de textos que tendrá lugar en la Real Casa de Correos a las 20,30 horas y tendrá como protagonista al escritor, dramaturgo y periodista italiano Alessandro Baricco, acompañado por la actriz española Assumpta Serna.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

4º “Meeting nazionale dei giornalisti cattolici e non”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

viganòTaquinioGrottammare (Marche) dal 22 al 25 giugno. il 4º “Meeting nazionale dei giornalisti cattolici e non”, si terrà nella “Riviera delle Palme” dal 22 al 25 giugno”. “Le zone terremotate hanno bisogno dei tuoi preziosi talenti, perché la bellezza abbia visibilità e possa dare conforto ad ogni persona. Per questo intendiamo vivere con te in maniera speciale questo meeting.” Con queste parole, Padre Andrea Dall’Asta, presidente di Giuria, invita gli artisti di tutta Italia a partecipare alla mostra d’arte “Terremoto, connessi alla speranza” che verrà inaugurata in occasione del prossimo Meeting che si terrà nelle Marche. Il comitato scientifico del Meeting dei giornalisti – che nasce dalla collaborazione tra l’Ufficio Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana, la FISC, l’UCSI, TV2000, Radio InBlu, Agenzia SIR, Avvenire, e Ordine Dei Giornalisti -, desidera infatti coinvolgere gli artisti a partecipare in maniera speciale al prossimo appuntamento di giugno chiedendo di donare una loro opera artistica affinché tutti possano trovare conforto e aiuto dalla bellezza dell’arte.“Pur nella piena e totale libertà che ogni artista deve esercitare nel suo operato – spiegano gli organizzatori -, è chiesto di realizzare opere nello spirito della biblia pauperum: opere didascaliche che sappiano descrivere il tema scelto, evitando, per quanto possibile, intellettualismi esasperati, registri polemici, provocatori o scandalistici, considerato che le opere verranno esposte anche in luoghi sacri. Ogni artista maggiorenne potrà presentare una sola opera”.
RuffiniCorradoLe opere dovranno avere le dimensioni di 50 x 70 cm, realizzate su tela o carta/cartone o altro supporto piano a scelta (compensato etc.). La tecnica è libera, disegno come pittura, escludendo le tecniche scultoree, bassorilievo e affini di qualunque materiale. Le opere dovranno essere fornite di cornice con attaccaglia, la larghezza massima, cornice compresa, non deve superare i 70 cm e dovranno essere consegnate entro il 15 giugno 2017 per permetterne la collocazione presso la struttura collegata con il “Meeting nazionale dei giornalisti cattolici e non”.La consegna andrà fatta presso la Curia Vescovile di San Benedetto del Tronto, Piazza Sacconi, 1
Per partecipare alla mostra non è richiesto il versamento di alcuna quota d’iscrizione.
“Le opere saranno esposte – afferma Simone Incicco, responsabile organizzativo del Meeting – prima nella “Riviera delle Palme” e poi seguiranno un percorso che le porterà nei luoghi del terremoto, in particolare ad Arquata del Tronto, Accumoli, Amatrice, Norcia, Camerino e nei vari comuni colpiti dall’ultimo sisma. Al termine dell’esposizione itinerante saranno vendute pubblicamente e il ricavato andrà a sostegno delle opere della Caritas Italiana nei luoghi del terremoto”.
Ad aprire i lavori della quarta edizione del Meeting dei giornalisti, giovedì 22 giugno, sarà Mons. Dario E. Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. Alla prima giornata prenderanno parte come relatori anche il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, il direttore di Tv2000, Paolo Ruffini, il direttore dell’Agenzia SIR, Vincenzo Corrado. Il meeting inoltre riconoscerà 16 crediti formativi a tutti i giornalisti che parteciperanno ai lavoriIl programma completo sarà presentato nei prossimi giorni.Sito: http://www.giornalisticattolici.it (foto: viganò, Taquinio, Ruffini, Corrado)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tempo di Libri: i non lettori sono il 57,6% degli italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

libriIn Italia oggi ci sono oltre 4 milioni di non lettori di libri in più rispetto al 2010 (4 milioni e 300 mila per la precisione). Nel 2016 sono circa 33 milioni le persone con più di 6 anni che non hanno letto nemmeno un libro di carta in un anno, cioè il 57,6% della popolazione ovvero la stessa quota che era stata toccata nel 2000 e in aumento del + 6,8% rispetto al 2010.
Questi sono i primi dati della sintesi che Istat ha presentato nell’incontro Chi ci ha abbandonato? Identikit degli italiani che hanno smesso di leggere presentato oggi, 20 aprile, a Tempo di Libri, alla Fiera dell’Editoria Italiana in programma fino al 23 aprile a Fiera Milano Rho.
L’elemento di maggior interesse e di riflessione riguarda la necessità di approfondire chi è un non lettore.
Chi sono? Soprattutto i maschi (sono il 64,5% rispetto al 51,1% delle femmine). I non lettori si attestano sul 62-66% tra gli uomini tra 25-74 anni e fino al 72,9% che si raggiunge nella fascia 75 anni e più. Al contrario le donne non lettrici superano il 50% solo nella fascia oltre i 65 anni. Tra 11-24 anni le non lettrici sono il 38-42% e dai 25 anni la quota inizia a crescere, ma si mantiene sotto il 50% fino ai 64 anni.
L’aumento dei non lettori di libri è stato più forte tra i bambini di 6-10 anni (+9,3%), tra gli 11-14 anni (+13,9%.) e tra i 15-17 anni (11,7%).
Da sempre tra gli anziani ci sono più non lettori e fino ai 59 anni l’aumento è trasversale in tutte le età mentre la quota rimane stabile dai 60 anni e più.
I non lettori aumentano con l’età: sono il 46,8% nella fascia 11-14 anni, diventano il 61% tra 65-74 anni e il 73,5% tra 75 anni e più. Anche perché il titolo di studio risulta essere più basso.
La cultura come limite. Un basso livello di istruzione è spesso legato alla non lettura. In particolare sono non lettori il 77,1% tra coloro che possiedono al massimo la licenza media, mentre tra i laureati la percentuale scende al 25%.
La distribuzione geografica dei non lettori. Nel Sud ci sono il 69,2% dei non lettori con una punta del 73% in Calabria, il +13% rispetto al Centro (55,8%) e il +19% rispetto al Nord (49,7%). L’eccezione è rappresentata dalla Sardegna dove i non lettori sono il 51,8%, cioè a livelli inferiori alla media nazionale. Le percentuali più basse di non lettori sono a Trento (43,7%), in Friuli (44,6%) e Bolzano (46%).
La lettura e gli altri consumi culturali. L’elemento interessante che emerge da questa indagine è che i non lettori non sono aumentati solo tra le categorie culturalmente più “disagiate”. I non lettori sono aumentati, invece, tra le persone con i consumi culturali affluenti: tra coloro che vanno al cinema o a teatro, frequentano i musei, le mostre, i concerti, leggono i quotidiani, usano Internet e le nuove tecnologie. Ad esempio tra chi ha seguito tre o più tipi di spettacoli fuori casa (tra cinema, teatro, musei, mostre e monumenti) i non lettori sono il 28,2% nel 2016 (nel 2010 era il 21,7%).
Tra chi usa Internet tutti i giorni i non lettori sono 45,6%, mentre erano il 30,9% nel 2010 e tra chi svolge attività di comunicazione e socializzazione su Internet i non lettori sono il 47,7%, (erano il 33,2% nel 2010).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Esce in libreria per Rubbettino “Exeunt. La Brexit e la fine dell’Europa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Exeunt“Exeunt”, se ne vanno. È emblematico il titolo del nuovo libro di Roberto Caporale, un monito e allo stesso tempo una constatazione. Un volume che affronta la svolta europea del post-Brexit in una chiave certamente originale, una sorta di terza via tra i cori benpensanti del “Serve più Europa” e i ringhi dei nuovi demagoghi che scoprono (in ritardo) le deficienze del progetto europeo. Un libro che esce in concomitanza con un momento di accelerazione dello strappo della Gran Bretagna alla bandiera stellata su campo azzurro, strappo che già molti mettevano in dubbio e che ora invece dà nuova linfa ai movimenti antieuropei. Per Roberto Caporale, economista e manager con un bagaglio di importanti esperienze internazionali, si è entrati ora in una fase complicatissima durante la quale si farebbe bene ad “abbassare la voce” e depoliticizzare il negoziato.
Una scelta, quella della Gran Bretagna, che non apre così facilmente la stura agli antieuropeisti del Bel Paese. Sempre Caporale mette in guardia dall’associare la Gran Bretagna agli altri paesi UE. La prima ha una proiezione globale di gran lunga superiore a quella degli altri paesi membri. È una potenza nucleare, è membro del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Per la Gran Bretagna l’Unione Europea è più un canale commerciale attraverso il quale vendere merci e servizi. Le uscite di altri Paesi dall’Eurozona sono da considerarsi catastrofiche e irrealistiche.
Come se ne esce allora? Riformando l’Europa con granelli di sabbia non con le martellate: rivedendo il principio di sussidiarietà, dando maggiore importanza ai parlamenti nazionali e riducendo al contempo il potere della Commissione, semplificando drasticamente la normative comunitaria, considerando le cooperazioni rafforzate come “regola” e non come eccezione, ma soprattutto recuperando una dimensione diplomatica che probabilmente qualcuno aveva erroneamente giudicato superflua.
Quella dell’Unione europea è la storia di due piani che si sovrappongono, si confondono e si inseguono nella cronaca e nella storia. Il primo, pragmatico e tutto da salvare, consiste nello spazio di libertà creato dal Mercato unico, dalla pace e dal dialogo voluti dai suoi fondatori, dal viaggiare senza controlli, dal lavorare, comprare ed esportare ovunque. Il secondo è quello del “credo europeista” che non ammette eresie ma solo abiure finanziarie, officiato da una sovrastruttura autocratica che nulla ha a che vedere con le ragioni dell’efficienza economica, che mette a rischio i nostri rapporti atlantici, che vuole creare un Mondo Nuovo. Grazie alla Brexit si può finalmente parlare d’Europa in modo desacralizzato, in un percorso tra passato e futuro, lontano dal confronto ormai stereotipato tra europeisti ed euroscettici. Roberto Caporale, economista e manager, ha lavorato in istituzioni bancarie internazionali e ricoperto posizioni di vertice in diverse aziende pubbliche. Ha svolto attività di Consigliere per il Ministro dell’Economia e delle Finanze e per la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ha scritto di economia e politica per numerosi quotidiani nazionali. (foto: Exeunt)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “Moliseskine” di Giuseppe Tabasso

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

moliseskineRoma venerdì 21 aprile, dalle ore 18.30, presso la Libreria del Viaggiatore, in via del Pellegrino 165 a Roma (centro storico) sarà presentato il libro “Moliseskine” del giornalista campobassano Giuseppe Tabasso, già inviato della Rai, oggi in pensione. Introdurrà Giampiero Castellotti, giornalista, presidente dell’associazione “Forche Caudine”, circolo dei Romani d’origine molisana.
Ne parleranno: Antonio Ruggieri, direttore de “Il Bene Comune” di Campobasso e Giovanni Germano, coordinatore di “Cammina Molise”, padre dell’attore Elio Germano. Sarà presente l’autore.
A seguire degustazione di prelibatezze molisane offerte da “Capracotta in città”, punto vendita di Campobasso (piazza Savoia 5 / via IV Novembre 107). Ingresso libero. (foto: moliseskine)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chiara Taigi incanta la Russia

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Chiara TaigiDopo lo straordinario successo riscosso nel ruolo di Tosca, a grande richiesta, il soprano di fama internazionale Chiara Taigi ritorna in Russia, indossando stavolta i panni di Liza e misurandosi con una delle più grandi opere di Pëtr Il’iĉ Čajkovskij: “La Dama di Picche”. Accompagnata dall’orchestra Tchajkowsky, che quest’anno festeggia il Jubileum dalla nascita, l’opera, andata in scena nel mese di aprile, ha conquistato il plauso di pubblico e critica. La Dama di Picche, un capolavoro russo della prosa di Aleksandr Sergeevič Puskin, è tra le opere più rappresentate al mondo. Nel 1890, il musicista Pëtr Il’iĉ Čajkovskij rappresentò a Pietroburgo l’opera in tre atti, ispirata al racconto di Puskin. Tutti i personaggi si saldano con l’invenzione musicale, adeguandosi al supremo testo puskiniano. La storia è ambientata in una Russia post-rivoluzione che, da un lato, vuole mostrarsi ancora sfarzosa, con numerosi servitori che attorniano la Contessa e le dame di compagnia che affollano la stanza di Liza, dall’altro non può impedire alle ristrettezze di insidiarsi nelle dimore nobiliari, lasciate all’incuria e poverissime di mobilia. Chiara Taigi ha ammaliato il pubblico con la sua Liza, regalando una voce potente, particolarmente comunicativa e ricca di acuti penetranti. Assolutamente emozionanti i momenti che ricorrono di fronte alla nonna morta, gli attimi del primo duetto d’amore e del suicidio. Il racconto focalizza l’attenzione sui valori che gli intellettuali del tempo vissero con consapevolezza, illustrando gli atteggiamenti idonei per mezzo dei quali si poteva far fronte alle problematiche emergenti dell’epoca. Il personaggio di Liza può esser inteso come una figura allegorica, simile ad un angelo pronto a guidare il demone Hermann sulla scala della vita. Senza dubbio, Chiara Taigi ha rivestito egregiamente questo ruolo.Chiara Taigi ha dichiarato: “Le peculiarità di Liza sono la non temperamentalità e la dolcezza estrema. E’ stato difficile rivestire i panni di questo personaggio proprio per questa sua compostezza. Per la Chiara Taigi1preparazione di questo ruolo, ho studiato ore ed ore al giorno, eludendo ogni tipo di distrazione e rinunciando alla vita sociale. Mi sono, ancora una volta, innamorata nello studiare nuove culture e nuove tradizioni. Ho iniziato, come avvenne per il Brasile, a mangiare solo piatti tipici ed uniformarmi alla letteratura di Puskin fino a commuovermi. La lingua Russa mi ha stupito per lo stretto rapporto con il significato di ogni parola. Ad esempio, respiro, la cui traduzione è dusha, significa anche anima. La Russia finora è la terra che si è dimostrata più generosa e madre nei miei confronti.”
Gli appassionati della musica potranno apprezzare il soprano in un appuntamento imperdibile che si terrà venerdì 21 aprile (ore 21:00), presso il Duomo di Messina. Chiara Taigi sarà la protagonista di questo importante evento, insieme al mezzosoprano messinese Emy Spadaro ed interpreterà lo “Stabat Mater”. Un cammeo di musica di Luigi Cherubini che Chiara Taigi regalerà all’Arcivescovo Accolla di Messina per i 40 anni di Sacerdozio. http://www.chiarataigi.com /wordpress/ (foto: Chiara Taigi)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Distinguished composer casts light on prisoner’s poems

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 aprile 2017

osloOSLO, Norway — At a recent major international music festival, one composition stood out in particular for its portrayal of faith and spiritual transformation under great oppression.Well-known Norwegian composer Lasse Thoresen was inspired by the poetry of Mahvash Sabet, a Baha’i imprisoned in Iran for her faith. His musical composition, Prison Poems, shares the title of the volume of Mrs. Sabet’s poetry, adapted into English from Persian.For Mr. Thoresen, what inspired him most about the poems is the story of transformation brought about through suffering and the potential of the human spirit to transcend external conditions and meet hatred with love.”Mahvash Sabet has been held in prison under terrible conditions for nearly ten years. She has endured torture and abuse,” Mr. Thoresen said. “We often think of those who are subjected to such treatment as victims. But there is nothing in Mahvash Sabet’s poetry indicating that she sees herself as a victim.””We are dealing with spiritual resources that first unfold in critical situations,” he continued. “We get to follow Mahvash Sabet on her journey into the darkness and suffering of prison, through the shattering of her identity, and finally to her ascent into a state of luminous love.”

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo singolo “Just One Lie”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 aprile 2017

Matteo Markus BokUscirà in tutto il mondo, a partire dal 12 maggio in Germania, il nuovo singolo “Just One Lie” (Music Television / Sony Music) con il b-side “Miracle”, e verrà presentato con uno show all’Arena di Colonia. Il tour promozionale prenderà il via dalla Germania e toccherà numerosi store e scuole di danza a partire da Amburgo e Monaco. Uscirà in tutto il mondo, a partire dal 12 maggio in Germania (e a fine maggio in Italia), “Just one lie”, su etichetta discografica Music Television e distribuzione Sony Music, il nuovo brano pop del giovane cantautore italo-tedesco Matteo Markus Bok, scritto da Richard Hamersma e Seann Bowe. Il singolo, che sarà accompagnato dal videoclip in uscita in contemporanea e che verrà presentato lo stesso giorno con uno show all’Arena di Colonia (i dettagli verranno comunicati a breve), ha un B-side dal titolo “Miracle”, scritto dagli autori americani Mike “G” Guerriero (autore di brani che sono stati in vetta alla classifica Billboard americana) e Arty Skye (già al lavoro con Will Smith, Pink, Santana, Madonna e Alicia Keys). L’1 maggio sarà tra i protagonisti del Bildrenntag 2017 in Gelsenkirchen (Germania). Toccherà le principali città della Germania, a partire da Amburgo e Monaco, il tour promozionale di Matteo Markus Bok, che farà tappa in numerosi store e scuole di danza tedesche. L’anteprima della tour si è svolta in occasione della nota manifestazione dedicata alla danza che si tiene ogni anno in Germania presso il MARITIM HOTEL di Düsseldorf in cui Matteo ha presentato, la scorsa domenica 9 e lunedì 10 aprile, il Tutorial in cui balla sulle note del suo nuovo pezzo, “Just on lie”, insegnando a 900 maestri di ballo la coreografia ideata dall’italiana CATERINA BURATTI (Pirelli 50esimo anniversario con Kevin Spacey e Vittorio Grigolo, Trussardi – Pinacoteca di Brera e Vogue Fashion Night), e che verrà replicata dagli allievi di tutte le scuole in Germania facenti parte della INTAKO, grande organizzazione nazionale tedesca che da anni organizza questa manifestazione. Nel frattempo è andata in onda la semifinale di Italia’s Got Talent, dove Matteo si è reso nuovamente protagonista, questa volta con la versione unplugged di “È diventata primavera”: Nina Zilli si è “innamorata”, Luciana Litizzetto ha detto che è “molto cresciuto” e Frank Matano gli ha rivolto il più bello dei complimenti, dicendo che “la versione unplugged ha emozionato molto di più rispetto alla precedente”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cous Cous Fest

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 aprile 2017

gabbani©_ANGELO_TRANISan Vito Lo Capo (Trapani) venerdì 15 a domenica 24 settembre 2017, sarà da ricordare con un programma di dieci giorni di eventi che unisce gastronomia, cultura, musica, spettacolo e un forte messaggio di pace e integrazione tra i popoli. La rassegna è stata ideata nel 1997 ed organizzata dall’agenzia di comunicazione Feedback in partnership con il Comune di San Vito Lo Capo. “San Vito Lo Capo e il Cous Cous Fest – spiega il sindaco della cittadina, Matteo Rizzo – sono cresciuti insieme e questa edizione celebrerà questo importante anniversario con un programma memorabile. Venti anni di storia sono un traguardo importante, raggiunto con impegno, sacrifici e tanto lavoro che oggi portano i loro frutti con un evento che si autofinanzia e attira, alla fine dell’estate, oltre 250 mila visitatori con le conseguenti ricadute positive sull’indotto e sull’occupazione”.
Ecco le prime anticipazioni sul programma della prossima edizione che anche quest’anno offrirà ai suoi visitatori un ampio calendario di concerti di grande livello, tutti gratuiti, in piazza Santuario. Si comincia già alla grande venerdì 15 settembre con un concerto internazionale, quello degli Jarabe De Palo, il gruppo spagnolo che festeggerà, insieme al Cous Cous Fest, il ventennale della sua carriera facendo tappa a San Vito Lo Capo con il loro tour mondiale dal titolo “20 anos”. La band approderà a San Vito Lo Capo – dopo tappe dagli Usa all’Europa passando per Messico, Argentina, Perù, Cile, Uruguay, Ecuador, Colombia, Venezuela, Porto Rico e Repubblica Dominicana- per la seconda tappa italiana del loro tour dopo Napoli. Sarà una festa speciale che celebrerà anche i 50 anni del suo leader, Pau Dones, cantautore e chitarrista, con un concerto unico che vedrà sul palco una band di 6 elementi che ripercorrerà i più grandi successi della carriera contenuti nell’ultimo doppio album dal titolo 50 Palos, reinterpretati in una nuova veste piano, archi e voce: dalla prima grande hit, La Flaca, tormentone dell’estate 1997, a Depende, Aqua, Grito, Somos, Bonito, Mi piace come sei. Quest’ultimo lavoro discografico consolida il rapporto speciale degli Jarabe de Paolo con l’Italia dove Kekko dei Modà, Francesco Renga, Noemi e Jovanotti sono ospiti in 4 bellissime featuring. I nuovi arrangiamenti nascono dalla voglia di mostrare i brani nella loro essenza, per lasciare spazio alle sottigliezze e all’immaginazione, per presentarle al pubblico nel loro stato più puro. L’album contiene anche inediti ed è accompagnato anche da un libro scritto da Pau Dones dove vengono raccontati aneddoti legati all’attività del gruppo, esperienze personali e anche riflessioni legate alla malattia appena affrontata.
Venerdì 22 settembre arriva sul palco di piazza Santuario Francesco Gabbani, reduce dal doppio successo del Festival di Sanremo: l’anno scorso vinse infatti nella categoria Nuove proposte con il singolo Amen. Il cantautore toscano presenterà dal vivo l’ultimo album, Magellano, che contiene anche il brano vincitore tra i Big del 67^ Festival, Occidentali’s Karma, certificato triplo platino per gli oltre 150mila download e streaming, con oltre 81 milioni di visualizzazioni su youtube e il record di video di un artista italiano più visto in un solo giorno con 4.353.802 visualizzazioni realizzate domenica 12 febbraio. Una scimmia ballerina, tanta ironia, tanta voglia di giocare, far ballare ma anche far pensare che ha conquistato grandi e bambini, complice anche il balletto del video diventato ormai virale.
Jarabe de PaloCon la vittoria del premio TIMmusic per essere stato il brano più ascoltato sull’omonima piattaforma per la musica in streaming Gabbani si è aggiudicato un posto tra i partecipanti dell’EuroVision Song Contest 2017 che si terrà a Kiev in Ucraina a maggio.
Tra i grandi ospiti del ventennale del Cous Cous Fest arriva Joe Bastianich, l’imprenditore statunitense di origini italiane partner e fondatore di Eataly Usa, il risto-negozio di prodotti italiani di qualità che conta 6 milioni di visitatori l’anno solo nella “Grande Mela”.
Proprietario insieme allo chef Mario Batali di diversi ristoranti a New York tra cui “Del Posto”, l’unico ristorante italiano a guadagnarsi 4 stelle dal New York Times e di altri locali tra Las Vegas, Los Angeles e Singapore, Bastianich è diventato un volto noto in Italia grazie alla partecipazione come presenza fissa tra i giudici di Masterchef Italia. Sarà proprio il vulcanico Bastianich il presidente della giuria di esperti del Campionato del mondo del cous cous, momento centrale dell’evento che vedrà in campo 10 chef internazionali nella tradizionale sfida al piatto di cous cous più buono, un pretesto per parlare di pace ed integrazione culturale. Ma al cibo Bastianich unisce la passione per il vino (i vigneti di famiglia si trovano in Italia, sui Colli Orientali, a Cividale del Friuli) e per la musica con un’attività parallela di musicista professionista. E’, infatti, frontman del gruppo The Ramps, che salirà sul palco del Cous Cous Fest sabato 23 settembre per proporre il loro sound folk-blues-rock.Jarabe de Palo, Gabbani e Joe Bastianich and The Ramps sono i primi annunci dei grandi concerti gratuiti che andranno in scena durante le serate del festival e il cui calendario, con molti big della musica italiana, sarà annunciato prossimamente. (foto: gabbani,Joe Bastianich, Jarabe de Palo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo scrittore albanese Ylljet Aliçka per presentare «Il sogno italiano»

Posted by fidest press agency su domenica, 16 aprile 2017

Ylljet Aliçka Il sogno italiano_OKRoma 20 aprile, alle 18,00, in collaborazione con la rivista Confronti e l’associazione «Occhio Blu – Anna Cenerini Bova», presso la sala della Chiesa Valdese di via Marianna Dionigi 59, Ylljet Aliçka incontrerà i lettori italiani, per presentare il libro e dialogare con loro, raccontando l’Albania a cavallo della caduta del regime e le speranze infrante di una famiglia albanese che ebbe il coraggio di sfidare la dittatura, sognando l’Italia. L’incontro si aprirà con i saluti di Luigi Franco, direttore editoriale della Casa Editrice Rubbettino e di Claudio Paravati, direttore della rivista Confronti. Interverranno nel dibattito, insieme all’autore, il giornalista e scrittore Oliviero La Stella, il sociologo Rando Devole e l’antropologo, docente a Messina, Mauro Geraci.
L’incontro sarà moderato dall’Ambasciatore Mario Bova, presidente dell’Associazione «Occhio Blu – Anna Cenerini Bova» (foto: sogno italiano)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Donne latine hanno reso omaggio a Minerva

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 aprile 2017

donne latinedonne latine1Roma. E’ stata un’emozione grandissima e profonda per i partecipanti all’edizione 2017 del Corteo “Le donne latine rendono omaggio a Minerva”. Si tratta di una toccante manifestazione che il Gruppo Storico Lavinium dell’Ass. Tyrrhenum promuove ogni anno in occasione del compleanno del Museo. Un corteo di donne, con i costumi dell’Antico Lazio, ha portato una serie di offerte davanti alla Minerva Tritonia, la splendida statua di culto esposta al Museo Archeologico “Lavinium”, a Pratica di Mare. La musica ha accompagnato il corteo mentre veniva recitato in latino il brano di Virgilio che descrive quando la Regina Amata, durante la guerra tra Latini e Troiani, si reca con le donne di Laurentum presso il Santuario di Minerva. Il corteo quest’anno purtroppo è dovuto partire dal cancello di Pratica di Mare e non dall’interno del Borgo, come era tradizione ogni anno, per un collegamento simbolico tra la storia antica e il nostro presente, a causa dei lavori in corso. La speranza è che iI Borgo, dove sorgeva l’acropoli della città di Lavinium, ritorni al più presto fruibile dalla cittadinanza. Il pubblico è stato coinvolto, partecipando attivamente con fronde di alloro e lanciando petali al passaggio delle donne. La manifestazione ha avuto il patrocinio gratuito del Comune di Pomezia. Si ringraziano la Direttrice, i funzionari e i responsabili del Museo Archeologico “Lavinium” per la collaborazione. Il successo dell’iniziativa è un trampolino di lancio per le nuove attività che attendono il Gruppo Storico Lavinium: il Corteo del Natale di Roma, le Feriae Latinae, lo Sbarco di Enea, etc. (foto: donne latine)

Posted in Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Christie’s: Photographs, London

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 aprile 2017

Erwin BlumenfeldLondon. Christie’s Photographs auction on 18 May 2017 will showcase the broad spectrum of those practising in the medium from icons of 20th century photography such as Richard Avedon, Guy Bourdin and Erwin Blumenfeld, to the fashion photographers Steven Meisel and Patrick Demarchelier as well as contemporary artists Richard Mosse, Taryn Simon and Julie Cockburn. Highlights include Helmut Newton’s Private Property Suites I, II and III, the complete set from his personal collection, that capture familiar faces from the worlds of art and fashion – Andy Warhol and David Hockney and the models Charlotte Rampling and Raquel Welch (1984, estimate: £200,000-300,000). A contact sheet by Brian Duffy documents David Bowie evolving into the character Aladdin Sane for the album of the same title (1973, estimate: £10,000-15,000) while Miles Davis is immortalised by Irving Penn as he makes the note C with his hand (1986, estimate: £70,000-90,000). A group of works by the Japanese contemporary artist Nobuyoshi Araki is presented alongside the unmistakable vision of William Eggleston seen in Untitled, (1971-2012, estimate: £80,000-120,000) and to coincide with the retrospective at Tate Britain the sale offers photographs by David Hockney. Prices in the auction range from £2,000 to £200,000, providing opportunities for collectors at every level. The works will be on view in London from 13 to 17 May 2017. (photo: Erwin Blumenfeld)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ordine di Malta: Nomina

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 aprile 2017

bettiolL’avvocato padovano Francesco Giuseppe Bettiol, nipote dell’insigne Giuseppe giurista e uomo politico, già Capo Raggruppamento Veneto Orientale, è stato nominato Capo Area Nord dal Consiglio Direttivo del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM), Fondazione Melitense la cui sede operativa è in Piazza del Grillo a Roma e che è inserita nell’elenco delle organizzazioni di Protezione Civile di rilevanza nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile.
Bettiol, 41 anni, volontario del Gruppo di Padova dal 2003 per rispondere ad una personale esigenza di una fede concretamente vissuta nell’aiuto agli altri, tra gli ultimi interventi ha coordinato, per il tramite della Sala Operativa di Raggruppamento, l’invio di numerose squadre di soccorritori in occasione del recente sisma di Amatrice. “Ringrazio il Consiglio per la fiducia – così commenta l’incarico nazionale – questa nomina testimonia la dedizione di tutti i volontari del Raggruppamento Veneto Orientale”.
Dirigente della società Tenaris Dalmine Spa (leader mondiale nella produzione di tubi in acciaio), l’Avv. Bettiol è Cavaliere di Grazia Magistrale del Sovrano Militare Ordine di Malta e Cavaliere dell’Ordine di San Silvestro Papa. Abilitato alla professione anche in Inghilterra e nelle Isole Vergini Britanniche, ha conseguito un master in diritto tributario presso l’Università di Bologna e uno in diritto finanziario internazionale presso il King’s College di Londra.
Nel corso degli anni il CISOM, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, il cui atto di istituzione risale al 24 giugno 1970, è intervenuto in tutte le calamità naturali che hanno colpito l’Italia, dal terremoto in Irpinia, a quelli dell’Abruzzo, dell’Emilia Romagna e dell’alto Lazio ed anche all’estero come ad Haiti nel 2010, potendo sempre contare sul generoso impegno e sulle diverse specializzazioni dei suoi più di 4.000 volontari. (foto: bettiol)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT nomina Simon Nowroz quale Chief Marketing Officer

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

Carlson Wagonlit TravelCarlson Wagonlit Travel, leader globale nella gestione dei viaggi d’affari, annuncia la nomina di Simon Nowroz quale Chief Marketing Officer, con effetto immediato. Riporterà a Patrick Andersen, Chief Strategy & Commerce Officer, e sarà basato a Minneapolis.«Simon unisce una profonda esperienza nel settore dei viaggi con una personale conoscenza in aree chiave quali innovazione, marketing, sviluppo del brand e business development – dichiara Patrick Andersen -. Abbiamo davanti a noi tempi stimolanti, in termini di sviluppo sia di prodotti sia del marchio, e sono perciò lieto di dargli il benvenuto nella squadra».Simon proviene da Anderson Capital Advisors, una società di consulenza specializzata che ha co-fondato, focalizzata su come massimizzare i rendimenti per i clienti grazie a strategie digitali creative, indipendenti dall’andamento del mercato. In precedenza è stato Head New Ventures di Travelport per due anni e mezzo e, prima ancora, è stato Presidente e Amministratore Delegato APAC della stessa società per nove anni.Ha oltre 25 anni di esperienza nel settore viaggi dove si è occupato di consulenza, distribuzione, autonoleggio e trasporto aereo. Simon ha vissuto e lavorato in Francia, Hong Kong, Regno Unito e Stati Uniti ed è laureato alla Insead, a Stanford e presso la Thames Valley University.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mauro Del Rio nominato Presidente del Board di DOCOMO Digital Limited, con base a Londra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

mauro del rioMilano. Mauro Del Rio lascia la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Buongiorno S.p.A. per dedicarsi interamente alla carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di DOCOMO Digital Limited, la filiale londinese del colosso della telefonia giapponese NTT DOCOMO.Nel suo nuovo ruolo, assunto da ieri 10 aprile 2017, Del Rio darà impulso a livello internazionale al profilo di DOCOMO Digital fuori dal Giappone nonché nel mercato in rapida crescita dei mobile payment e del mobile commerce. “Sono molto felice di questo nuovo incarico attraverso cui potrò supportare ancora meglio il CEO Hiroyuki Sato nell’ affrontare le nuove sfide di DOCOMO Digital – ha commentato Mauro Del Rio – Il mobile payment sta assistendo a uno sviluppo senza precedenti e la società, forte dell’esperienza giapponese in questo campo, intende portare sulla propria piattaforma di pagamenti oltre 5 miliardi di persone entro il 2020”. Del Rio è inoltre membro del board di DigiTouch S.p.A. (quotata sul Mercato AIM Italia) e di OnLine Sim S.p.A. (gruppo Ersel). Tra le attività non-business, nel 2016 ha avviato con la moglie Lucia Bonanni la BDC-Bonanni Del Rio Catalog, iniziativa di produzione e valorizzazione di attività artistiche con quartier generale presso BDC28, una chiesa sconsacrata nel centro di Parma.“Con questa confluenza in DOCOMO Digital si completa per me l’avventura di Buongiorno, iniziata come esperimento a Bologna nel 1995 e divenuta società a Parma nel 1999 – ha concluso Mauro Del Rio – Non nascondo che fa un certo effetto chiudere anche simbolicamente la mia casella email @buongiorno. Ma allo stesso tempo mi elettrizza la sfida di DOCOMO Digital Ltd. L’arrivederci è quindi su @docomodigital.com”. Dopo la nomina di Lucia Predolin a nuovo Direttore Globale del Corporate Marketing, si consolida quindi con la nuova Presidenza Del Rio la presenza italiana nel nuovo riassetto di DOCOMO Digital, parte di NTT DOCOMO. La casa madre giapponese ha acquisito e delistato Buongiorno S.p.A. circa 4 anni fa e ha altresì acquisito e integrato la società tedesca Net-mobile (2014) nonché la società austriaca fine trade gmbh (2013), consolidando il proprio processo di espansione globale. (foto: Mauro Del Rio)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IX edizione del premio sartoriale Manichino d’Oro 27

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

ManichinoD'OroNapoli giovedì 13 e venerdì 14 aprile 2017, presso la Sala delle Contrattazioni della Camera di Commercio di Napoli, la IX edizione del premio sartoriale Manichino d’Oro. Promossa da Confartigianato Napoli, in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Sartori di Roma, l’iniziativa gode del Patrocinio Morale del Comune di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli e del Consiglio Regionale della Campania. Previsto l’intervento del Sindaco Luigi De Magistris alla premiazione finale del venerdì.
Il concorso, a cadenza biennale è il principale riconoscimento che l’Accademia Nazionale dei Sartori, fondata a Roma nel 1575 da Papa Gregorio XIII come Università degli Studi e ancora oggi rappresenta la principale istituzione del settore, attribuisce al sarto artigiano che sappia mettere meglio in risalto lo stile, la capacità tecnica, l’estro creativo e il rigore formale della sartoria femminile su misura e si alterna alle Forbici d’Oro, l’omologa competizione in ambito maschile. Si tratta di una rassegna senza scopo di lucro che vede impegnati i giovani diplomati e laureati nel campo della Moda, fino a un massimo di trentacinque anni d’eta, che lavorano presso botteghe artigiane della Regione Campania i quali si sfideranno nella realizzazione, seguendo indicazioni su modello e misure fornite la momento, di un tracciato e di un capo finito e indossato da una mannequin. Una giuria di qualità, composta da Maestri valuterà il lavoro e decreterà il vincitore, il quale rappresenterà la Campania nel concorso nazionale che si terrà a Roma, in data da definire, durante una sessione di quattro giorni. Il Premio ha l’obiettivo di mantenere alto il prestigio del Sarto Italiano e del Made in Italy nel mondo e di richiamare l’attenzione del pubblico sulla qualità della creazione artigiana e l’interesse dei giovani in cerca di lavoro. Sei i trofei in palio: il Manichino d’Oro, opera dell’artista Sara Lubrano, associata di Confartigianato Napoli e iscritta al gruppo Donne Impresa, le targhe Miglior Disegno e Miglior Lavoro, le menzioni speciali Ago d’Oro e Ditale d’Oro e il Premio Napoli assegnato da una giuria eterogenea. Le ultime edizioni nazionali, femminile e maschile hanno visto per la prima volta nella storia, l’affermazione di sarti campani che verranno premiati durante l’ultima delle due giornate napoletane. Si tratta di Angela Barone, Premio Nazionale Manichino d’Oro 2015 e dei Premi Nazionali Forbici d’Oro 2016 Milena La Montagna e Giancarlo Del Prete rispettivamente nelle categorie, junior e senior.
Giuria Tecnica: Raffaele Antonelli, Luigi Di Domenico, Susy Esposito, Vincenzo Pepe, Angela Esposito, Angela Barone, Giancarlo del Prete. Presidente: Raffaele Antonelli
Giuria Premio Napoli: Enrico Inferrera, Stefania Moretti, Antonio Popolla, Roberto De Laureantiis, Danilo Iervolino, Francesco Fimmanò, Maria Mazza, Lucio Pierri. Presidente: Girolamo Pettrone
Programma di giovedì 13 aprile, 2017
Ore 9.00-13.00 Concorso sartoriale
Programma di venerdì 14 aprile, 2017
Ore 9.00 Premiazione con interventi di:
Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli, Luigi Bosco, Consigliere Regionale, Enrico Panini, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Napoli, Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Napoli, Raffaele Antonelli, Delegato Regionale dell’Accademia dei Sartori, Ilario Piscionieri, Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori
Ore 11.30 Intervento di Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli
Modera Stefania Moretti, Gruppo Sole 24 Ore Regione Campania

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Moda e Musica a “Trama Aurunca”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

concerto mostra4concerto mostraNel prestigioso Salone d’Onore del Museo della Civiltà di Roma, circa trecento ospiti hanno assistito ad un magistrale connubio di musica e moda voluto dalla stilista Lisa Tibaldi per celebrare il successo della sua mostra “Trama Aurunca … Emozioni e Creatività di un Territorio”, che sarà possibile ammirare sino al 30 aprile nello storico Museo dell’Eur.Tre splendide creazioni sartoriali “black&white” realizzate con tessuti preziosi hanno fatto da cornice al concerto “Intrecci di Note” organizzato grazie alla collaborazione dell’Orchestra sinfonica del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, che con i concerto mostra3concerto mostra2suoi 45 anni di storia, gli oltre 130 docenti e i 1.200 alunni che affollano i corsi di musica, è da anni uno dei principali poli culturali della Terra Aurunca.I 35 elementi dell’Orchestra, diretta magistralmente dal Maestro Giorgio Proietti, Direttore Stabile della Accademia Internazionale di Roma, nonché Professore Ordinario di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio“Licinio Refice”, hanno eseguito brani sinfonici composti da W.A. Mozart, L.V. Beethoven e F. Mendelssohn.“Voglio rivolgere – ha dichiarato Lisa Tibaldi – un sentito e doveroso ringraziamento al Direttore del Museo della Civiltà Leandro Ventura, al Presidente del Parco Naturale dei Monti Aurunci Michele Moschetta, al concerto mostra1Presidente del Conservatorio “Licinio Refice” Dott. Domenico Celenza, al Direttore del Conservatorio “Licinio Refice” M° Alberto Giraldi ed infine al M° Giorgio Proietti, che oltre a patrocinare e collaborare all’organizzazione della manifestazione, hanno colto l’importanza e le finalità dell’iniziativa. La Musica e la moda sono reali e concrete risorse culturali del nostro paese e grazie al loro sostegno credo d’aver vissuto una delle pagine più belle della mia vita professionale”.
Si ringraziano per l’immagine delle modelle: Giovanni Grieco che ha realizzato le acconciature personalizzandole con intrecci di stramma e Mauri Menga per il prezioso, intenso ed elegante make up. (foto: concerto mostra)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »