Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

L’arte della scrittura, il manualetto tutoriale per chi ama scrivere il nuovo ebook di Mauro Ragosta

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 agosto 2018

L’arte della scrittura: manualetto pret à porter per l’anima e la penna è l’ultima produzione di Mauro Ragosta, un autore ufficialmente attivo dal 2003, anche se i suoi esordi come scrittore risalgono alla metà degli anni ’90 come ghost writer. Il manualetto si struttura in varie “tavole” riflessive, dove vengono messe in luce tutte le pratiche e le problematiche della scrittore, in una prospettiva accessibile a tutti. Ragosta, tuttavia, rifugge dai tutti i consigli tecnici e stilistici che reputa inutili perché legati alla morfologia dell’animo di chi scrive e alla sua maturità sul piano esistenziale e di scrittore. Mette in luce, invece, tutte le tecniche per l’espansione e l’organizzazione del pensiero, in quanto ritiene che è proprio dal pensiero e dalla sua organizzazione che dipendono le sorti di qualsiasi elaborato. Non mancano, quindi anche le indicazioni per le pratiche meditative e di contemplazione, che egli sottolinea come di grande rilievo per chi ama scrivere. Infine, una parte specifica è legata alla psicologia dello scrittore e ai suoi cicli produttivi, mettendo in luce tutte le principali dinamiche di ogni fase, di ogni tempo.Insomma, un lavoro, quello di Ragosta, innovativo sul mercato. Si distanzia da tutti gli altri manuali di scrittura perché, infatti, il suo si pone a monte di questi, mettendosi al fianco dello scrittore in maniera dialogica e condividendone tutte le questioni rilevanti all’arte della penna. E dunque, su una scia per nulla professorale, Ragosta propone il suo elaborato come consolatorio e di supporto per chi scrive, ma anche di spunto per perfezionare il proprio incedere da scrittore, con una verbalità semplice e, allo stesso tempo, profonda, non banale, capace di stimolare riflessioni decisive per chi ama esercitarsi nell’arte dello scrivere.“L’arte della scrittura si sostanzia nella stesura di un testo, sia esso un haiku, sia esso un corposo manuale o saggio. Ciò detto, va subito sottolineato che, il processo di produzione di un elaborato letterario si avvia col pensiero, il quale, poi, si riverbera, nero su bianco, sulla pagina. E qui v’è quindi da mettere in luce una circostanza, e cioè che esiste un rapporto dialogico, circolare tra il pensiero e lo scritto. Una volta che il pensiero ha dato il primo impulso, questo si traduce, quindi, sulla carta, ma, a sua volta, questa dà stimoli al pensiero. Pertanto, nel pensare, nello scrivere, rileggere, correggere, integrare, ripensare e rileggere ancora, scritto e pensiero si influenzano reciprocamente. In ultima analisi, si potrebbe facilmente arguire che, mediante l’arte della scrittura, il pensiero dialoga con se stesso, portando ad un processo rivelatore e di scoperta, che appare sulla carta. Eppure tra pensiero e scritto definitivo esiste sempre una frattura, una distanza. Lo scritto non sarà mai in grado di riprodurre in pieno il pensiero: ci dice molto di questo, ma non tutto” (Mauro Ragosta)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libri nel Borgo Antico: “Passaggi” di Adriana Ostuni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

Passaggi, (Wip Edizioni, 2018 – http://www.wipedizioni.it/it/otw-portfolio/passaggi/) è il titolo della prima raccolta poetica di Adriana Ostuni, mediante la quale l’autrice dei romanzi “Apollo nel Caos” e “Le verità apparenti” ci consegna un’opera letteraria ricca di suggestioni, di musicalità e sensorialità, corredata di prefazione e materiale iconografico di Fedele Eugenio Boffoli. L’opera, inserita nella collana di Narrativa e Poesia “Spazio – Tempo”, curata da Alessandro Lattarulo, sarà presente e disponibile presso lo stand di Wip Edizioni, in occasione della rassegna di incontri culturali “Libri nel Borgo Antico” (www.librinelborgoantico.it), edizione 2018, a Bisceglie, il 24-25-26 agosto prossimi. Una produzione in versi finalizzata a veicolare riflessioni sul senso della vita, nello snodarsi delle sue cicliche fasi trasformative, e mirata a rispecchiare l’amore per la natura e per i suoi elementi, che divengono metafora dell’esperienza umana, considerata nelle sue molteplici forme ed espressioni, dalle meno felici alle più gioiose. Un lavoro per esprimere un messaggio del mondo interiore, che si avvale della poesia quale tramite e mezzo di comunicazione, per disvelare ancestrali corrispondenze e manifestare desideri, sogni, nostalgie, letizie, speranze: sentimenti che accomunano tutti gli esseri umani; così ne scrive Boffoli che ha collaborato all’opera: <> Adriana Ostuni è nata a Bari, interprete-traduttrice, laureata in Scienze Politiche, è attualmente impegnata nel sociale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Silvia Grossi: “Ecco come il populismo ideologico si è impossessato degli Italiani”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

Padova.Il populismo ideologico ha preso pieno possesso della scena politica del nostro Paese. A denunciarlo l’antropologa Silvia Grossi, esponente del Partito Democratico di Padova, che ha elaborato uno studio sul tema del populismo ideologico e della attuale situazione politica nazionale, dal dopo elezioni ai primi atti del Governo Conte.Studio che analizza il fenomeno del populismo ideologico che ha influenzato il pensiero politico degli italiani nel corso delle ultime elezioni, e le cui conclusioni sono state raccolte nel saggio dal titolo “La strategia del gambero verde. Dissertazione attorno al concetto di populismo ideologico”.”Il populismo che oggi pervade la società italiana è fortemente ideologico”, afferma Silvia Grossi in una recente intervista realizzata per il lancio del volume, che ha un taglio taglio scientifico ma che risulta molto scorrevole e adatto alla lettura da parte di un ampio pubblico, “Non è un populismo di lotta e non è un populismo che scende in piazza per sovvertire il potere sovranista. E’ un ‘populismo senza popolo’, che nasce nelle stanze del potere di un Movimento, come i 5 Stelle, che lo hanno creato in vitro, per poterlo rivendere. Ed è un populismo che poggia sull’ideologia di destra estrema alla quale la Lega ha strizzato l’occhio a lungo e che ora lo veste di pulsioni razziste ed omofobe, costruendo categorie di alterità come i rom, i migranti o i gay, utili esclusivamente a fare da contraltare al proprio progetto politico, nel tentativo di legittimarlo” prosegue l’autrice.”Non è, dunque una proposta populista che sorge dallo spirito critico della massa, nelle piazze, nelle associazioni, sostenuta nella comunità intellettuale e scientifica delle università e dei luoghi di confronto culturale, dove si ragiona e si decide di sollevare una politica antigovernativa. E’ un populismo calato dall’alto, e come tale subìto ed introiettato senza una vera presa di coscienza collettiva. E, come tale, finisce per essere complice del mantenimento del potere stesso, peraltro di un potere che toglie la parola al popolo” conclude l’antropologa.Il saggio riporta, inoltre, alcuni fatti di attualità che hanno portato alla nascita del Governo guidato da Giuseppe Conte, analizzati con la lente dell’antropologia e riporta l’introduzione di Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali, salute e diritti del Comune di Milano. Il volume verrà presentato in numerosi appuntamenti estivi di dibattito politico alla presenza dell’autrice ed è possibile acquistarlo anche online sul sito dell’editore Primiceri all’indirizzo http://www.primicerieditore.it.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al Gamescom lancio del nuovo Ford performance vehicle

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Colonia, in Germania dal 21 al 25 agosto a , ospiterà, per la prima volta, il lancio di un nuovo veicolo mettendo al centro performance e fun to drive, non solo on the road ma anche sui circuiti virtuali, all’interno dei quali sarà presto protagonista insieme agli altri modelli di Ford Performance car.Presso lo stand Ford, nel padiglione 8, i visitatori potranno testare le proprie capacità di guida su otto postazioni da competizione e sfidarsi con lo speciale simulatore di corse in4D, realizzato appositamente per l’evento, che offrirà un’esperienza di gioco tanto intensa da avvicinarsi alla reale experience di guida al volante di un performance vehicle. Durante l’evento, inoltre, il migliore della giornata tra coloro che si cimenteranno nelle sfide al simulatore in 4D, potrà aggiudicarsi un viaggio in U.K per trascorrere una giornata con il team M-Sport Ford World Rally.
Con gli oltre 355.000 visitatori e 919 espositori, Gamescom rappresenta la piattaforma più importate per l’industria europea di videogame e computer. Nelle edizioni passate, Ford ha partecipato presentando una Focus RS con una speciale livrea dedicata al videogame Forza e, grazie all’impegno di cinque incredibili gamer, ha portato a termine una titanica impresa di 2 giorni entrando nel GUINNESS DEI PRIMATI con il record per la più lunga maratona di un gioco di corse, ma anche dato l’opportunità ad alcuni fortunati di vincere un’esperienza di guida reale in pista al volante di una Focus RS, con le lezioni del pilota Ford, Harry Tincknell.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva BIGA, la prima birra Italian Grape Ale totalmente biologica

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Orsogna. Nata dal felice incontro tra la Cantina Orsogna 1964 e il Birrificio artigianale Mezzopasso, la referenza si propone come novità dell’estate 2018.L’eccellenza della birra artigianale sposata alla inconfondibile tipicità di un vitigno autoctono. Si chiama Biga la grande novità di questa estate ed è la prima birra artigianale italiana, in stile Italian Grape Ale (Iga), completamente biologica,frutto dell’esperienza e del guizzo creativo di Cantina Orsogna 1964 e del Birrificio artigianale Mezzopasso.Nata da due emblematici esempi del saper fare abruzzese, Biga è frutto del felice incontro tra la Birra Crevette Blanche Mezzopasso, speziata con coriandolo in semi, fiori di camomilla e scorze di limone, e mosto d’uva Malvasia d’Abruzzo, varietà aromatica dal tipico profumo di muschio e albicocca.Gli ingredienti, tutti rigorosamente biologici, sono malto d’orzo, fiocchi di frumento, malto di frumento, luppolo tedesco SAAZ, coriandolo, fiori di camomilla, scorza di limone, mosto d’uva malvasia; mentre i lieviti scelti sono quelli destinati allo stile blanche.Ne deriva quindi una birra immediatamente riconoscibile, dal colore opalescente, con schiuma bianca, abbastanza persistente, che racchiude una combinazione di sapori freschi e agrumati, conferiti dalle bucce di limone e dal coriandolo; la leggera nota maltata iniziale scivola in fretta verso un dissetante gusto citrico e speziato, con un finale secco e pulito, mitigato dai sentori floreali e di frutta a pasta gialla, regalati dalla Malvasia.Un prodotto innovativo, sul quale Cantina Orsogna 1964 e il Birrificio Artigianale Mezzopasso hanno deciso di scommettere. Quella delle IGA è infatti una tipologia di birre che sta prendendo sempre più piede in Italia. Non a caso, recentemente, il BJCP (Beer Judge Certification Program) – l’organizzazione nata nel 1985 per promuovere la cultura birraria e sviluppare strumenti e metodologie per la valutazione della birra – nello stilare l’aggiornamento dello “Style Guidelines”, ha ufficialmente codificato l’Italian Grape Ale, a testimonianza di come l’Italia, pur non essendo un paese di lunga tradizione brassicola, stia gradualmente affermandosi nel settore a livello internazionale. Secondo quanto previsto dall’organizzazione “le caratteristiche aromatiche delle varie uve devono essere riconoscibili, ma non devono prevaricare gli altri aromi”.Si tratta di un’importante apertura da parte del mondo della birra allo stile di produzione italiano che, impiegando per le IGA mosti derivanti da vitigni autoctoni, lega così a doppio filo la birra che ne deriva con un preciso territorio d’origine.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Jean Pierre Mustier spopola sui media

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Nell’ultimo mese Jean Pierre Mustier, amministratore delegato di Unicredit, è stato il manager bancario con maggiore copertura mediatica, ricevendo oltre 141 citazioni sui mezzi di informazione italiani, quasi il 50% in più rispetto a Paolo Fiorentino (98), amministratore delegato di Banca Carige, e Carlo Messina (84), amministratore delegato di Intesa San Paolo. A mettere in evidenza questo risultato è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato. Mediamonitor.it ha rilevato le citazioni avute dal 9 luglio all’8 agosto sui media nazionali dagli amministratori delegati delle società bancarie in occasione della presentazione delle relazioni semestrali.A ‘spingere’ sui media l’amministratore delegato di Unicredit hanno contribuito anche le dichiarazioni, rilasciate, durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati finanziari del I semestre, sull’interruzione di qualsiasi tipo di rapporto con Facebook per ragioni etiche. A sostenere la visibilità dell’amministratore delegato di Banca Carige, Paolo Fiorentino, hanno contribuito l’andamento positivo della gestione ordinaria della banca e le dimissioni anticipate del vicepresidente Malacalza.Al quarto posto della classifica elaborata da Mediamonitor.it, l’amministratore delegato di Banca MPS, Marco Morelli, che nell’ultimo mese sui mezzi di informazione italiani è stato nominato 77 volte, soprattutto in relazione alla diminuzione dei crediti “deteriorati” della banca e al miglioramento dei ‘conti’, in utile per il secondo trimestre consecutivo. Segue, con 54 citazioni sui media, Alessandro Vandelli, ad di Bper Banca, che nel primo semestre di quest’anno ha riportato un utile di 308 milioni di euro, il triplo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.Il consigliere delegato di Ubi Banca, Victor Massiah, ha raccolto sui mezzi di informazione 26 citazioni mentre sono state 24 ciascuno quelle rilevate da Mediamonitor.it per gli amministratori delegati di Banco BPM, Giuseppe Castagna e di Deutsche Bank, Christian Sewing. Chiudono la top ten dei manager bancari più citati Massimo Doris (19 menzioni) e Alessandro Foti (10), amministratori delegati rispettivamente di Banca Mediolanum e Fineco.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rassegna di piante, fiori, frutti dimenticati, prodotti di alto artigianato e dell’agricoltura

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Piacenza. Sabato 6 e domenica 7 ottobre 2018 (Orario: sabato 6 e domenica 7 ottobre, dalle ore 9 alle 18.30) il Castello di Paderna a Pontenure (PC) ospita la ventitreesima edizione di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato e agricoltura promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza. Le protagoniste sono le piante a fioritura autunnale, esposte con i loro straordinari colori nel parco del castello, mentre nella grande corte agricola gli ortolani mostrano il raccolto dell’annata e vendono prelibatezze di stagione. Gli espositori arrivano da diverse regioni italiane; con loro anche talentuosi artigiani che valorizzano antichi mestieri, per far conoscere le loro opere uniche, e agricoltori che coltivano e si prendono cura della terra con metodi sostenibili.Durante le due giornate della manifestazione, i visitatori possono partecipare a un ricco programma di eventi collaterali, tra laboratori creativi per grandi e piccoli, incontri con ricercatori e operatori del settore all’insegna della promozione di stili di vita più vicini alla natura, conversazioni su tematiche ambientali ed alimentari.I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati alla valorizzazione e al recupero dell’Orto delle Monache sul Colle dell’Infinito a Recanati (MC).
Prezzi: Ingresso a contributo minimo di 7 euro; 5 euro per gli iscritti FAI e per i possessori della Card del Ducato. Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ad agosto, malghe e caseifici invitano a conoscere da vicino la produzione di Asiago DOP

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Asiago. Ad agosto, i caseifici e le malghe produttrici di Asiago DOP Prodotto della Montagna dell’Altopiano di Asiago e dei territori montani del Trentino aprono le porte a turisti ed escursionisti per far vivere l’esperienza del lavoro del casaro e contribuire a preservare questo patrimonio unico di biodiversità, prototipo virtuoso del rispetto dell’ecosistema e della salvaguardia dell’ambiente.
Sono 17 le malghe e i caseifici di montagna che producono Asiago DOP Prodotto della Montagna, specialità che, per le sue specifiche caratteristiche, rappresenta l’essenza più tipica del territorio montano. Patrimonio riconosciuto dalla UE fin dal 2006 e garantito da un apposito e restrittivo disciplinare dalla mungitura alla trasformazione in formaggio fino alla stagionatura, Asiago DOP Prodotto della Montagna prevede l’impiego di solo latte di montagna prodotto oltre i 600 metri nelle zone incluse nella DOP veneto-trentina.
Nel mese di agosto, i produttori di Asiago DOP Prodotto della Montagna aprono le porte a chi vuole avvicinarsi a questo incredibile scrigno di biodiversità. Su prenotazione, è possibile conoscere da vicino questa antica tradizione, partecipare agli eventi, imparare come si fa il formaggio, ma anche degustarlo in tanti piatti sani e nutrienti.
Il formaggio Asiago deve il suo nome all’Altopiano di Asiago e a un’antica tradizione che questa DOP preserva e diffonde in tutto il mondo. L’Asiago DOP Prodotto della Montagna, nelle due tipologie Fresco e Stagionato, è un prodotto esclusivo, a carattere limitato in sole 61.000 forme all’anno ed esprime un’altissima qualità caratterizzata da un profumo intenso dovuto alle erbe dei pascoli alpini e al fieno dei prati montani. Proprio questo patrimonio unico di biodiversità, vede le malghe e i caseifici del più vasto sistema di monticazione dell’arco alpino impegnati nel garantire la corretta manutenzione dei pascoli dei boschi e dei prati e preservare per le future generazioni una produzione d’eccellenza. Un lavoro che, nello spirito della Carta di Milano, sottoscritta dal Consorzio di Tutela in occasione di EXPO 2015, interpreta l’impegno di tutti a considerare il cibo un patrimonio culturale da valorizzare nella sua origine e originalità riconoscendo all’attività agricola “un ruolo fondamentale non solo per la produzione di beni alimentari ma anche per il suo contributo a disegnare il paesaggio, proteggere l’ambiente e il territorio e conservare la biodiversità.”

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ford Mustang: un’icona da 10.000.000 di esemplari

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Colonia, Germania. L’Ovale Blu celebra la produzione del 10milionesimo esemplare dell’iconica Ford Mustang, da 50 anni l’auto sportiva più venduta negli Stati Uniti, e, per il terzo anno consecutivo, incoronata come la vettura sportiva più venduta al mondo.
L’esemplare numero 10.000.000, costruita presso il Flat Rock Assembly Plant di Ford, in Michigan è una Ford Mustang GT convertible Wimbledon White equipaggiata con motore V8 da 450 CV e cambio manuale a sei rapporti, così come la prima Mustang di produzione (VIN 001), del 1964, dello stesso colore e modello, ma equipaggiata con motore V8 da 164CV e trasmissione manuale a tre rapporti.“Mustang è il cuore e l’anima di questa azienda, oltre a essere una delle auto più amate al mondo”, ha dichiarato Jim Farley, President of Global Markets, Ford Motor Company. “Quando vedo una Mustang sfrecciare per le strade di Detroit, Londra o Pechino, provo la stessa emozione di quando acquistai la mia prima auto: una Mustang del 1966 che mi ha accompagnato ovunque per tutta la mia adolescenza. Mustang è un simbolo universale di buon umore”.
Le celebrazioni, oltre al Flat Rock Assembly Plant, coinvolgeranno anche l’Headquarter di Ford a Dearborn, con la presenza di tre aerei da combattimento P-51 Mustang della seconda guerra mondiale e la parata di esemplari della hero car realizzati nei cinque decenni da Dearborn al Flat Rock, dove la Mustang è attualmente prodotta.Durante i suoi 54 anni di produzione, la Mustang è stata costruita anche a San Jose, in California, a Metuchen, nel New Jersey, e, inizialmente, a Dearborn, in Michigan.L’iconica Mustang, da 50 anni è l’auto sportiva più venduta negli Stati Uniti, secondo i dati elaborati per Ford da IHS Markit sulle immatricolazioni nel segmento delle coupè sportive nel periodo compreso dal 1966 al 2018.In Europa, dal lancio avvenuto nel 2015, Ford ha venduto oltre 38.000 esemplari di Mustang.L’anno scorso, la hero car dell’Ovale Blu, ha superato la Porsche 911 in 13 mercati europei, tra cui il Regno Unito e la Spagna, mentre i primi cinque mercati europei per le vendite di Mustang nel 2017 sono stati Germania, Regno Unito, Francia, Belgio e Svezia.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primissima edizione di Piace.Eat

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Presso PiacenzaExpo, a fine ottobre, per fare il grande salto. L’ultimo weekend di Ottobre 2018 (27-29) si aprirà la primissima edizione di Piace.Eat. Piacenza avrà finalmente una fiera agroalimentare di alto livello che, con la sua tematica innovativa, potrà davvero distinguersi nel panorama food. Lo slogan sarà “mangiare bene per vivere meglio” e, nonostante il focus verrà puntato sui prodotti tipici del territorio, essi saranno trattati soprattutto in chiave salutistica, per un’alimentazione sana ed equilibrata. L’ultimo tema di riguardo sarà l’energia con sottinteso l’ambiente, a completare la scritta EAT: energia, alimentazione, territorio. La fiera avrà un Mercato della Salute in cui i produttori del territorio proporranno le loro eccellenze e in cui il filo conduttore sarà il legame “Food & Longevity”, tematica di grande attualità in cui il Made in Italy è protagonista. Ma non mancheranno incontri scientifico – culturali con esperti del settore, pronti a dare importanti consigli per mangiare meglio nella nostra quotidianità. Infine, per uno sguardo più concreto e di sicuro impatto vari chef si cimenteranno in showcooking a tema, per conciliare gli argomenti sopra trattati senza dimenticare il gusto e l’arte culinaria. Non mancate all’evento che darà il giusto peso alla tradizione gastronomica piacentina…. Infine uno spazio international, pensato per incontri professionali, buyers e produttori da tutto il mondo, per avere uno sguardo più ampio e sempre aperto al mondo intero. Se siete interessati ad esserci, ad aderire con uno stand o semplicemente ad avere più informazioni non esitate a contattarci commerciale@piacenzaexpo.it
Tra gli enti che hanno aderito alla manifestazione anche Coldiretti sposa la causa Piace-eat. Infatti l’ente fieristico piacentino si fregia del marchio Coldiretti per valorizzare le manifestazioni dedicate alla promozione delle produzioni agroalimentari piacentine e in generale, di tutto il nostro territorio. Su tutte spicca appunto “Piace.Eat, Mangiare bene per vivere meglio”. http://www.piace-eat.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sono iniziate le riprese di “Non Mentire”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

E’la nuova serie prossimamente in onda su Canale 5, che vede protagonisti Alessandro Preziosi e Greta Scarano. La fiction, prodotta da Indigo Film, e diretta da Gianluca Maria Tavarelli (già regista di Borsellino, Maria Montessori, Il giovane Montalbano e Il commissario Maltese), vanta nel cast anche Fiorenza Pieri, Paolo Briguglia, Claudia Potenza, Duccio Camerini, Simone Colombari e Matteo Martari. La vicenda si svolge a Torino che con le sue atmosfere d’altri tempi, i sontuosi edifici barocchi, le caffetterie, i grandi viali e le piazze, ben si presta a fare da sfondo a questo avvincente thriller relazionale che, sin dall’inizio, terrà incollati allo schermo i telespettatori. La storia comincia nel momento in cui Laura, insegnante di un liceo di Torino, accetta di uscire con Andrea, stimato e affascinante chirurgo, e padre di uno dei suoi studenti. La serata scorre in modo piacevole, tra loro c’è complicità e attrazione.
Sembrerebbe l’appuntamento perfetto… Ma il giorno dopo, mentre Andrea confida a un amico che spera di rivedere presto la donna, Laura lo denuncia per stupro.
Cosa è successo davvero quella notte? Non ci sono prove, solo le loro testimonianze a confronto. Ed entrambi sembrano sconvolti e in buona fede.Ma allora cosa è successo davvero? Cosa nasconde il passato di entrambi? E’ questa la sfida che la polizia dovrà affrontare, tra pregiudizi, bugie e colpi di scena. Di certo c’è solo che il loro incontro cambierà per sempre le loro vite, e avrà terribili conseguenze sulle rispettive famiglie.La serie, prodotta da Nicola Giuliano, Francesca Cima e Carlotta Calori, è tratta da una produzione originale di Two Brothers Pictures per ITV – scritta da Jack e Harry Williams, distribuita da All3Media International Limited. Sceneggiatura di Lisa Nur Sultan in collaborazione con Gianluca Maria Tavarelli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I colori di Orsogna” nei quadri di 18 artisti

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Orsogna (Chieti) Il pittore Antonio Mazziale di Campobasso ha vinto la XVII edizione del concorso di pittura estemporanea “I colori di Orsogna”, organizzata dal locale Circolo artistico e dall’Amministrazione comunale. Un appuntamento che ogni anno consente agli orsognesi di guardare il loro paese attraverso gli occhi di artisti che mettono su tela e reinterpretano gli angoli e i panorami più belli e interessanti. Al vincitore è andato il primo premio mentre il secondo e il  terzo sono andati rispettivamente  ad Antonio Civitarese di Canosa Sannita e a Gianni Mastrantoni di Priverno (Latina). Quarto classificato è stato Francesco Costanzo di Torre Cajetani (Frosinone). I riconoscimenti sono stati consegnati dal sindaco, Fabrizio Montepara. Erano diciotto i partecipanti, giunti da diverse regioni. Una sezione è stata dedicata ai ragazzi, premiati tutti ex-aequo con materiali scolastici. La giuria ha evidenziato la qualità delle opere realizzate e ha auspicato la crescita dell’iniziativa. Della giuria hanno fatto parte Antonietta Orsatti, Angelo Adorante, Angelo Catano, Gabriele Vitacolonna, Giampietro Verna, Giuseppe Liberati e Serafina Cipollone. Presidente del Circolo artistico di Orsogna è Giustino Bartoletti.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guerra in Afghanistan: un libro e un reportage grazie al crowdfunding

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Cosa sta succedendo in Afghanistan? Cosa si è lasciata dietro la guerra “più lunga” per l’Occidente? Per rispondere a queste domande Nico Piro, inviato della Rai e giornalista italiano esperto di Afghanistan, ha dato il via ad una campagna di crowdfunding su Ulule per produrre un nuovo libro sull’Afghanistan. La campagna, lanciata in collaborazione con il nuovo progetto Minatori Digitali basato sul rapporto diretto con le community dei lettori, ha raggiunto e superato l’obiettivo preposto con una settimana d’anticipo (110%), registrando 549 prevendite del libro “Afghanistan Missione Incompiuta 2”, che intende proseguire il racconto del primo “Afghanistan Missione Incompiuta” che si fermava alla prima metà del 2015, uscito nel 2016 grazie ad un primo crowdfunding di Ulule e distribuito per un totale di oltre 2.000 copie nelle librerie italiane.
“Con questo secondo volume l’intento è dare voce alla situazione attuale in Afghanistan: la guerra non è finita e vogliamo colmare un vuoto di informazione e di memoria che in questi ultimi anni si è aggravato”, spiega Nico Piro. “Dopo il ritiro del grosso delle truppe occidentali conclusosi alla fine del 2014, il Paese è precipitato nel caos con record di vittime civili e un numero di soldati afghani uccisi talmente alto da essere secretato”. In più: produzione di oppio pari al doppio della domanda mondiale; crollo delle condizioni di sicurezza; la fuga degli afghani dal proprio Paese che non si ferma; attentati continui nel cuore della capitale.Grazie ai fondi ottenuti con il crowdfunding su Ulule, Nico Piro avrà l’opportunità di finanziare una spedizione indipendente in Afghanistan ad ottobre e novembre, quando si voterà per le elezioni, per svolgere ricerche e raccogliere materiale sul campo, vedere con i propri occhi la situazione e raccontarla nel volume che sarà distribuito a partire da febbraio 2019. Inoltre le prevendite serviranno ad impaginare, stampare, spedire, distribuire il libro. “Non ci sarà per me alcun ricavo”, sottolinea il progettista. “I partecipanti al crowdfunding avranno realmente pagato il prezzo della libertà”.
La campagna di crowdfunding terminerà il 9 agosto e c’è ancora possibilità di pre-acquistare il libro e sostenere il progetto: “Possiamo trasformare la campagna per l’uscita di un libro nell’occasione per dimostrare che le persone si interessano di guerre lontane, di chi lavora in quei posti, di luoghi remoti, di crisi lontane. Possiamo dimostrare che è sbagliato continuare ad ignorare questi temi, escludendoli dall’agenda mediatica”.Quello in Afghanistan sarà un viaggio molto costoso e non facile per muoversi in sicurezza, dormire in luoghi protetti, avere l’aiuto di un interprete, incontrare persone con le dovute cautele. “Non mi servirò tuttavia di scorte, non l’ho mai fatto perché – come sempre – voglio stare dalla parte della gente, del popolo afghano, raccontarne il punto di vista. Le elezioni presidenziali del 2019 potrebbero essere il punto di non ritorno verso una guerra civile”, spiega Nico Piro. “Ma ci sono anche dei segnali diversi: nei mesi scorsi dalla tormentata Kandahar è partita una marcia della pace cominciata come l’iniziativa di un pugno di visionari e arrivata a Kabul in un trionfo di folla; alla fine dell’ultimo ramadan, governo e talebani hanno dichiarato la prima tregua che si ricordi da decenni, con scene mai viste di talebani e soldati a fraternizzare ai posti di blocco”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il razzismo italiano e il nazionalismo banale

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Il classico di Michael Billig per la prima volta tradotto in Italiano da Rubbettino. Michael Billig, Nazionalismo banale, pp. 352, € 20,00. Esce in questi giorni in libreria, tradotto per la prima volta in italiano per Rubbettino, nella collana “Spazi Politici” diretta da Maurizio Serio,“Nazionalismo Banale” di Michael Billig, un saggio considerato da molti una pietra miliare del pensiero sul nazionalismo.
Il volume offre un interessante supporto teorico per capire cosa stia succedendo in questi giorni in Italia e come spiegare l’avanzare di questa ondata di nazionalismo all’interno della cultura politica italiana che gli sembrava sostanzialmente estranea, considerando la nostra storia repubblicana e i suoi valori costituzionali.Il campo di osservazione del libro è lo spazio politico degli Stati nazione democratici occidentali, in cui il nazionalismo, lungi dall’essere un umore intermittente, ne costituisce invece la condizione endemica. La tesi di fondo di questa ricerca, tradotta in diverse lingue, è che, nelle nazioni consolidate, abbia luogo un continuo “sbandieramento”, come lo chiama Billig, o richiamo mentale, della nazione. Donde la sua “banalizzazione”, ovvero la sua riduzione ad elemento invisibile e rassicurante della nostra vita quotidiana nelle bandiere esposte negli uffici pubblici, nei riferimenti culturali diffusi dai mass media, nella simbologia più o meno esplicita delle ritualità sportive.Ma attenzione – ci ricorda Billig – “banale” non vuol dire “benevolo”.
Accade così che in momenti particolarmente difficili, come quello che stiamo vivendo, i meccanismi di costruzione dell’identità nazionale, costruita anche per opposizione, definendo cioè un “noi” da una parte e “gli altri” dall’altra, tornino prepotentemente a galla. Il bene comune finisce così per cedere il passo al “nostro” bene, al bene di un “noi” che diventa sempre più ridotto ed esclusivo. Così, alla fine, sessant’anni di chiarezza concettuale sul fatto che i diritti umani siano diritti universali finiscono per essere cancellati. Il privato si espande fino ad occupare lo spazio del pubblico. È la tracimazione delle nostre idiosincrasie in spazi di espressione che un tempo erano camere di compensazione dell’opinione pubblica e oggi sono diventati altoparlanti e megafoni di questi umori aggressivi. È una profonda rivoluzione del senso comune democratico, una sua atrofizzazione. Come scrive Billig: “l’identità nazionale è qualcosa di più di uno stato psicologico interiore o di una definizione di sé dell’individuo: è una forma della vita sociale, quotidianamente vissuta nel mondo degli Stati nazionali. […] l’identità nazionale è un modo di parlare e di ascoltare sistematico nella sua abitudinarietà; è una forma della vita sociale che abitualmente chiude la porta di casa e sigilla le frontiere”.
Michael Billig ha insegnato Scienze sociali all’Università di Loughborough (Gran Bretagna) dal 1985 al 2017, dedicando le sue ricerche alle grandi questioni della psicologia sociale: il potere, l’estremismo politico e l’ideologia. Allievo di Henry Tajfel e autore di numerosi libri e articoli scientifici, ha spesso battuto sentieri inesplorati dall’ortodossia accademica e disciplinare, giungendo a risultati inediti e illuminanti sui temi del pregiudizio e degli stereotipi nelle relazioni sociali (Social Psychology and Intergroup Relations, 1976); sul rapporto tra ideologia e senso comune nelle pratiche sociali quotidiane (Ideological Dilemmas, 1988; Ideologia e opinioni, Roma-Bari 1995); sulla rappresentazione ideologica della famiglia reale inglese (Talking of the Royal Family, 1998); sull’uso del pensiero retorico classico nel contesto delle questioni sociali (Discutere e Pensare, Milano 1999); sul concetto di rimozione in psicologia (L’inconscio freudiano, Torino 2002). http://www.rubbettinoeditore.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nomina di Marco Meloni a Head of New Mobility per l’Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Europcar Mobility Group, uno dei principali player nel mercato della mobilità, annuncia la nomina di Marco Meloni a Head of New Mobility per l’Italia. Nel suo nuovo ruolo Meloni sarà responsabile della gestione della Business Unit New Mobility e coordinerà le attività e il team di Ubeeqo – il brand di carsharing del Gruppo attivo sia nel mercato business che consumer.
Marco Meloni, classe 1986, ha un solido background nel settore della mobilità e delle flotte.
A seguito della Laurea in Scienze della Pubblica Amministrazione presso “La Sapienza” di Roma, ha iniziato la sua carriera in Daimler-Mercedes Benz prima nella divisione Servizi e Contratti e poi nell’After Sales. È poi approdato in Car2Go con l’incarico di curarne il lancio nelle città di Roma, Firenze e Torino ottenendo subito dopo il ruolo di Fleet Manager South Europe Italia e Spagna. In seguito è stato Responsabile Marketing e Business Development Manager in Arval.
La nomima di Meloni a Head of New Mobility per l’Italia testimonia ancora una volta l’ambizione del Gruppo di diventare Preferred Mobility Service Company.La Business Unit New Mobility infatti, ha proprio l’obiettivo di sviluppare e lanciare sul mercato servizi di mobilità innovativi- come il Carsharing e il Driver service – che siano un’alternativa alla proprietà dell’auto e rispondano all’esigenza dei Clienti di spostarsi da un punto A ad un punto B.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carl F. Bucherer in “The Meg”

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Pechino. Nel film, Li Bingbing interpreta l’oceanografa cinese Zhang Suyin e indossa un orologio Carl F. Bucherer in ogni scena. Lo sportivo ed elegante orologio subacqueo Patravi ScubaTec si distingue per la sua raffinatezza tecnica e l’elevato grado di affidabilità anche in condizioni estreme, ed è il compagno ideale per il suo personaggio in questo film ricco di azione.Con la sua capacità di affrontare nuove sfide che la portano ad uscire dalla sua comfort zone, l’attrice internazionale dimostra una vera professionalità. È una delle attrici protagoniste di The Meg e il suo personaggio, Suyin, collabora con Jonas Taylor (interpretato da Jason Statham) per salvare un gruppo di scienziati intrappolati nelle profondità dell’oceano e proteggerli da un megalodonte, uno squalo preistorico di più di 20 metri.Parlando del suo ruolo nel film, Li Bingbing ha dichiarato: «È stato molto emozionante e stimolante. Il mio personaggio è una scienziata che si ritrova a dover affrontare molte sfide in acque profonde. Durante le riprese, abbiamo dovuto sfruttare appieno la nostra immaginazione per rappresentare scenicamente ogni reazione ed essere al top della nostra forma fisica per realizzare le scene migliori. Per me è stato un grande onore indossare un orologio Carl F. Bucherer in ambientazioni in cui sono stata in grado di fare cose che non avrei mai pensato di realizzare. Quando guardo il mio Patravi ScubaTec, provo sempre una sensazione di estrema soddisfazione.» Sascha Moeri, CEO di Carl F. Bucherer, è orgoglioso di protrarre il positivo coinvolgimento nell’industria cinematografica del produttore di orologi con sede a Lucerna: «In questo splendido film Li Bingbing, ambasciatrice globale del nostro marchio, interpreta il suo ruolo con il più alto grado di passione e dedizione. Siamo entusiasti del fatto che, indossando il Patravi ScubaTec, anche uno dei nostri orologi abbia un ruolo da protagonista nel film.»
In qualità di sponsor esclusivo della prima, Carl F. Bucherer partecipa anche al debutto internazionale del film a Pechino. Sul tappeto rosso, Li Bingbing indossava un altro straordinario orologio Carl F. Bucherer che conferiva al suo aspetto raffinato un ulteriore tocco di glamour. The Meg uscirà nelle sale cinesi il 10 agosto 2018.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VI edizione del Premio Omar

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

Sono ufficialmente aperti i termini per candidarsi al Premio Omar, concorso annuale che premia la comunicazione sui temi delle malattie e tumori rari che, fin dalla prima edizione, ha incontrato l’appoggio dei più importanti stakeholder delle malattie rare: UNIAMO FIMR Onlus, il Centro Nazionale Malattie Rare dell’ISS, Orphanet, Fondazione Telethon, che anche quest’anno confermano il loro ruolo di co-organizzatori. Tra le novità del Premio, ormai giunto alla VI edizione, la collaborazione con nuove associazioni professionali e di categoria. Infatti, a partire da quest’anno, il Festival cinematografico ‘Uno sguardo raro’ contribuirà ad assegnare il premio per la migliore divulgazione attraverso video. Tra le novità anche il patrocinio di Whin (Web Health Information Network), importante rete di giornalisti scientifici, che sarà al fianco di questa edizione.“Siamo orgogliosi del fatto che, di anno in anno, il Premio cresca in patrocini e collaborazioni di così alto livello, ottenendo nuovi consensi da parte di professionisti, istituzioni e associazioni di pazienti – dichiara il direttore dell’Osservatorio Malattie Rare, Ilaria Ciancaleoni Bartoli – Dopo aver esteso il concorso a tutti i linguaggi della comunicazione e non solo al giornalismo, quest’anno abbiamo aperto a nuove collaborazioni con partner di rilievo. Crediamo molto nel fare squadra perché solo insieme, attraverso nuovi amici e alleati, si possono fare cose più grandi e più incisive per i malati rari e per la crescita della consapevolezza in questo ambito.” Dallo scorso anno, infatti, il Premio non è più riservato solo ai giornalisti, ma è un concorso aperto al più ampio mondo della comunicazione che include gli autori di campagne social, pubblicitari, autori di fotografie, fumetti e filmaker.
La proclamazione dei vincitori e l’assegnazione dei premi avverranno in prossimità della Giornata delle Malattie Rare, che si celebra il 28 febbraio 2019, all’interno di un evento serale che si terrà a Roma e che vedrà presenti i partner del Premio, i membri della Giuria, importanti rappresentati delle Istituzioni, le Associazioni pazienti, la stampa e numerosi stakeholder del mondo delle malattie e dei tumori rari.
I premi in palio in questa VI edizione, per un montepremi di circa 20mila euro, sono i seguenti: premio giornalistico categoria stampa e web; premio giornalistico categoria audio video; premio per la migliore campagna di comunicazione; premio per la migliore divulgazione attraverso foto, illustrazioni o fumetti; premio per la migliore divulgazione attraverso video. Oltre a questi la giuria si riserva il diritto di attribuire un proprio premio aggiuntivo.Il termine stabilito per l’iscrizione alla VI edizione del Premio Omar per la comunicazione sulle malattie e i tumori rari e l’invio dei materiali è fissato alla mezzanotte del 10 gennaio 2019. Sul sito http://www.premiomalattierare.it è possibile leggere il regolamento e scaricare i moduli per iscriversi al concorso. Sono ammessi a partecipare a questa edizione tutti i lavori pubblicati, diffusi o aperti al pubblico nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018; i lavori candidati alle categorie ‘Premio giornalistico stampa e web” e “Premio giornalistico audio/video” dovranno essere stati pubblicati su una testata regolarmente registrata presso il tribunale per la stampa.Per questa nuova edizione sono confermati diversi sponsor che seguono e sostengono il Premio da anni, come Alnylam, Amicus Therapeutics, Biogen, Kyowa Kirin, Roche, PTC Therapeutics, Sanofi Genzyme, Shire, Sobi, Vertex, e nuovi sponsor come APR – Applied Pharma Research e Sarepta Therapeutics.Ulteriori novità saranno comunicate nelle prossime settimane attraverso Osservatorio Malattie Rare e nel sito dedicato http://www.premiomalattierare.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio “Natale Ucsi 2018”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 agosto 2018

E’ promosso dall’Unione Cattolica della Stampa Italiana (U.C.S.I.) – sezione di Verona, con il sostegno di Fondazione Cattolica Assicurazioni, la partecipazione di Banco BPM e il patrocinio dell’ U.C.S.I., Comune di Verona, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti del Veneto. Cui si aggiunge l’apporto della società editrice Athesis e dell’Ufficio Regionale Comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale del Triveneto. Partner dell’iniziativa sono: Cantina Valpolicella di Negrar che, con il marchio di eccellenza DOMINI VENETI è pregiata espressione della tradizione enologica della Valpolicella e del settore vitivinicolo veronese e, da questa edizione Tipografia La Grafica Editrice.
Il concorso è rivolto a giornalisti e reporter della carta stampata e online, delle TV e delle radio, autori degli articoli pubblicati ovvero dei servizi televisivi/radiofonici andati in onda dal 1 novembre 2017 al 31 ottobre 2018, che raccontino testimonianze, problemi, storie e fatti inerenti ai valori della solidarietà, dell’integrazione sociale, della convivenza civile, della fratellanza, dell’attenzione verso il prossimo e della difesa dei diritti e della dignità umana.
La giuria del premio, presieduta da don Bruno Cescon, assegnerà tre riconoscimenti principali (uno per ogni categoria giornalistica in concorso), consistenti in una scultura in argento del maestro veronese Alberto Zucchetta e un assegno del valore di 2mila euro:
1. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Stampa, al giornalista autore del migliore articolo/inchiesta/reportage pubblicato su quotidiani e/o periodici (incluse testate giornalistiche online regolarmente registrate);
2. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Televisione, al giornalista autore del migliore servizio giornalistico televisivo (TG) e/o reportage televisivo sui temi del concorso trasmesso su canali televisivi nazionali, locali e regionali, in chiaro, digitale terrestre, satellitari, web (solo se testate giornalistiche);
3. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Radio, al giornalista autore del miglior servizio giornalistico radiofonico trasmesso dalle emittenti nazionali, locali, regionali e web-radio (solo se testate giornalistiche).l bando prevede anche i premi speciali:
– Targa Athesis del Gruppo Editoriale “Athesis”, per il miglior servizio (stampa/web, televisivo o radiofonico) sui temi del premio, realizzato da un giornalista o collaboratore under 30 alla data della scadenza del bando (non è richiesta iscrizione all’ordine professionale);
– “Il genio della donna” Banco BPM – Banca Popolare di Verona, assegnato al giornalista autore del servizio giornalistico più significativo (stampa/web, televisivo o radiofonico) che racconta storie al femminile in cui le donne diventano testimoni della difesa dei valori della convivenza civile;
Previsto, infine, un riconoscimento speciale della giuria: il Premio “Giornalisti e società: la professione giornalistica al servizio dell’uomo” della Conferenza Episcopale del Triveneto, consistente in un assegno di 2mila euro, attribuito ad un giornalista o ad una iniziativa editoriale impegnati nella valorizzazione e nel supporto del volontariato sociale a sostegno di situazioni di emarginazione e fragilità sociale. Gli elaborati in concorso dovranno essere inviati in via Raccomandata con ricevuta di ritorno alla Segreteria organizzativa del Premio (UCSI Verona, presso Fondazione Toniolo, via Seminario, 8 – 37129, Verona), entro e non oltre venerdì 2 novembre 2018 (farà fede il timbro postale 2.11.2018)
La cerimonia di premiazione si terrà sabato 15 dicembre 2018, ore 11, nella Sala Arazzi di Palazzo Barbieri, sede del Municipio di Verona. http://www.premioucsi.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torino capitale mondiale di Climathon 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 agosto 2018

Sarà la città di Torino il main stage 2018 di Climathon, la maratona mondiale di 24 ore organizzata da Climate-KIC, che si terrà il 26 ottobre prossimo con l’obiettivo di attivare i cittadini per raccogliere proposte per contrastare i cambiamenti climatici e rendere le nostre città sempre più sostenibili.L’appuntamento promosso da Climate-KIC, la più importante partnership europea pubblico-privata di imprese, Università e Centri di ricerca che raccoglie idee per contrastare i cambiamenti climatici attraverso l’innovazione, ha già raccolto l’adesione di molti centri urbani. L’edizione del 2018 è di particolare rilievo per il nostro Paese, che avrà per la prima volta l’onore di ospitare la sede principale dell’evento a livello mondiale, a Torino.
Per tutte le città che vogliano realizzare un Climathon c’è tempo fino al 15 agosto per formalizzare l’iscrizione. Possono candidarsi amministrazioni locali, università, centri di ricerca, enti privati, associazioni, fondazioni: è sufficiente accedere al sito ufficiale e compilare la scheda d’iscrizione.Climathon è il più grande hackathon dedicato alla creazione di soluzioni innovative per arginare gli effetti del clima che cambia. Le città, grandi o piccole, distribuite in tutti i continenti, lanciano la sfida che sta loro particolarmente a cuore, come per esempio ridurre il traffico, aumentare gli spazi verdi, migliorare l’efficienza energetica e ridurre lo spreco di risorse. Sta ai cittadini, agli innovatori, agli studenti, agli imprenditori, ai ricercatori, agli sviluppatori, ai policy maker, ai professionisti e ai semplici appassionati raccoglierla e proporre una soluzione, nelle 24 ore di durata della manifestazione.Un team di esperti aiuterà le diverse squadre a rendere fattibile l’idea iniziale che, allo scoccare della 24esima ora, dovrà essere presentata alla giuria, che selezionerà la vincitrice.
Ad oggi le città già iscritte sono 75, e rappresentano tutti e cinque i continenti. Ci sono le maggiori metropoli europee: Londra, Parigi, Amsterdam, Atene, Monaco, Stoccolma, Lisbona, Dublino, Riga, ma si segnalano anche Montreal, San Francisco, Indianapolis, Huancayo (Perù), Puebla (Messico). In crescita le adesioni dall’Africa e dall’Asia con Abuja (Nigeria), Khartoum (Sudan), Rabat (Marocco), Nuova Delhi (India), Suzhou (Cina), Karachi (Pakistan); folta anche la rappresentanza di Australia e Nuova Zelanda, con Sidney, Melbourne, Perth, Adelaide, Wellington.
In Italia hanno già aderito a Climathon, tra le altre, le città di Torino, Ferrara, Genova, Lecce, Matera, Pesaro, Salerno e Carpi (Modena).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: «Il cielo comincia dal basso»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 agosto 2018

E’ il nuovo romanzo di Sonia Serazzi finalista al Premio Sila 49. Sull’onda del grande successo di critica e di pubblico, il nuovo libro di Sonia Serazzi “Il cielo comincia dal basso” è stato selezionato tra i dieci finalisti del Premio Sila ’49. La decina è composta da titoli di grande qualità e annovera tra gli altri anche due titoli già presenti nella cinquina del Premio Strega. «Sono onorata – ha dichiarato Sonia Serazzi appena venuta a conoscenza della notizia – di scoprire che il mio lavoro sia stato preso in considerazione da un premio tanto prestigioso. Anche perché scrivendo ho cercato di gettare luce su vite minime, che sono capaci però di tendere costantemente verso il cielo». Il Premio Sila ha alle spalle una storia di grande prestigio. Nato nel 1949 per rispondere alla necessità di ricostruzione culturale, di rinascita materiale e intellettuale di una Italia e di una Calabria uscite dalla guerra e dal ventennio fascista, è tra i più antichi premi letterari italiani. Collocò, sin dalle sue prime edizioni, la Calabria nei circuiti culturali nazionali e nel vivo del dibattito tra correnti letterarie, scoprendo talenti e coinvolgendo nelle Giurie personalità del calibro di Giuseppe Ungaretti, Carlo Bo, Luigi Russo, Leonida Répaci. Carlo Levi, Geno Pampaloni, Rosario Villari, Enzo Siciliano, Angelo Guglielmi. Dopo la battuta d’arresto negli anni Novanta è rinato nel 2012 grazie al lavoro e all’impulso dato dalla Fondazione Premio Sila.
Il libro di Sonia Serazzi ha per protagonista una giovane donna, Rosa Sirace, che scrive la sua vita di cose piccole su un’agenda: fogli con sopra il numero del giorno, la cui carta, che tiene il conto, le ricorda quotidianamente che una storia non ha tutto lo spazio e il tempo che vuole. Così Rosa Sirace disciplina fatti, incontri e volti costringendoli sulle righe, e sceglie di essere sincera su quello che c’è intorno: la verità resiste a ogni poco. Allora la figlia di un Visconte operaio e di una Baronessa casalinga si porta in casa il lettore offrendogli un mondo senza imbrogli. Ma nell’offerta qualcosa brucia e qualcosa profuma, poi c’è il cielo, un azzurro modesto che Rosa Sirace insegue sul messale e impara da sua nonna: Antonia Cristallo. E Rosa tutto il cielo che scava lo appende in alto, a cominciare ogni pagina, e spera che bastino le Scritture a far scintillare la terra rivoltata. Il cielo comincia dal basso è un libro che mastica duro cercando il bene, e lo trova. http://www.rubbettinoeditore.it (foto copertina: copyright dell’editore: Il cielo comincia dal basso)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »