Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

35esimo Congresso Internazionale di Storia dell’Arte

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Firenze, dal 1 al 6 Settembre 2019 Fiera, Villa Vittoria Palazzo Vecchio, Teatro dell’Opera Dopo oltre quarant’anni, il Congresso Mondiale di Storia dell’Arte del CIHA (Comité International d’Histoire de l’Art) torna in Italia per svolgersi a Firenze.
“MOTION: Transformation” costituisce la prima parte del 35esimo Congresso Internazionale del CIHA che per la prima volta si terrà in due paesi diversi a distanza di un anno. La seconda parte dal titolo “MOTION: Migrations” avrà luogo infatti a San Paolo del Brasile nel settembre 2020.Il congresso MOTION intende dare avvio a uno straordinario dibattito trans-culturale riguardo a uno dei temi da sempre di maggior rilievo nella cultura globale: il Movimento, declinato su due dei suoi aspetti più importanti, Trasformazione e Migrazione. La prima parte del congresso, organizzato dal CIHA Italia in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, si svolgerà a Firenze Fiera, nei saloni di villa Vittoria, in grado di ospitare i circa mille partecipanti attesi, e in alcuni dei più prestigiosi edifici storici della città, tra cui Palazzo Vecchio.L’evento, realizzato grazie al contributo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con il supporto della Getty Foundation di Los sandro botticelli allegoria primaveraAngeles e del Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, ha ottenuto i patrocini di: MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), Comune di Firenze, Città Metropolitana, Università di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Regione Toscana.Al ricco programma delle giornate di studio, che contemplano circa centoventi interventi di studiosi di ogni parte del mondo, si aggiungono eventi aperti al pubblico e lectiones magistrales, come quella che vedrà protagonista la storica dell’arte indiana Kavita Singh a Palazzo Vecchio. Sono previste anche visite a musei e collezioni fiorentine noti e meno noti, secondo percorsi legati tematicamente al congresso, grazie alla speciale collaborazione delle direzioni dei diversi musei e istituzioni coinvolti.In una prospettiva transculturale, interdisciplinare e innovativa, il congresso fiorentino prende avvio da una riflessione rivolta sia al ruolo dell’artista inteso come “colui che agisce e fa”, in quanto dotato della capacità divina di plasmare la materia e di creare forme nuove, sia alla natura dell’oggetto d’arte a sua volta dotato di “anima”.Tra i relatori saranno presenti studiosi provenienti dalle più importanti università e istituzioni a livello mondiale, tra cui l’École des Hautes Études en Sciences Sociales (Parigi), il Courtauld Institute (Londra), la Humboldt-Universität zu Berlin, la Columbia University (New York), la Jawaharlal Nehru University (New Delhi), l’Universidade Federal de São Paulo, la Scuola Normale Superiore (Pisa), l’University of Hong Kong.Le nove sessioni del congresso
Sessione 1: L’arte come visione
La sessione si focalizza sulle relazioni fra arte e ispirazione divina, in una prospettiva comparata e transculturale. Prendendo in esame alcune figure di artisti e di mistici capaci di creare immagini mentali che dialogano con quelle reali, saranno indagati i rapporti fra realtà osservabile, spiritualità, visione e creatività e messi in luce i legami complessi che intercorrono fra vedere con gli occhi, immaginare e ricordare.
Sessione 2: L’arte e la materia nel corso del tempo
Argomento chiave della sessione è l’importanza della materia nell’arte, non solo in relazione alla scelta del materiale compiuta dall’artista nel momento in cui crea un’opera, ma anche rispetto ai modi in cui i materiali cambiano nel corso del tempo, mettendo a rischio di deperibilità gli oggetti d’arte, che non sono fatti di materia inerte ma viva.
Sessione 3: L’arte e la natura
La sessione affronta il tema dei rapporti multiformi fra arte e natura, concetti a cui ci si riferisce in maniera separata solo a partire dalla prima età moderna. In tempi più lontani, infatti, non esisteva separazione netta fra le due, essendo entrambe, Natura e Arte, frutto di un disegno di origine divina. Nel corso degli interventi verranno messi a fuoco i momenti cruciali di questo processo di distinzione.
Sessione 4: L’arte e le religioni
In questa sessione si ragionerà, da un punto di vista storico-artistico e antropologico, sul potere delle immagini nelle religioni di culture diverse. Perché adoriamo le immagini? Cosa ci porta a fidarci di loro?Si parlerà di oggetti dotati di anima, di idoli, avatar, apparizioni e di violenza contro le immagini religiose, in una prospettiva il più possibile transculturale.
Sessione 5: L’arte fra disegno e scrittura
La sessione propone una riflessione su affinità e divergenze tra disegno e scrittura. Come fanno le linee a produrre forme? Dritte o curve, spezzate o continue, le linee sono la prova tangibile del processo attraverso cui le opere d’arte vengono create e i testi vengono scritti. Muovendosi tra figura e linguaggio, esse sono al contempo traccia di un percorso creativo e mezzo di comunicazione.
Sessione 6: Iconicità e processo di produzione in architettura
Nella cultura contemporanea cresce la tendenza a trasformare anche i grandi capolavori dell’architettura in pure immagini, in icone. Questa visibilità, mai così grande, sta producendo cambiamenti sostanziali anche nel modo di guardare all’architettura come esperienza fisica, a più dimensioni. A partire da qui, la Sessione propone di adottare un approccio all’icona architettonica che sia orientato allo studio dei processi creativi e produttivi.
Sessione 7: Arte, potere e pubblico
Il lavoro di artisti e architetti è sempre stato utilizzato da singoli o da gruppi appartenenti ai più svariati contesti politici e religiosi per acquisire e mantenere potere. La sessione si concentra su alcuni momenti di crisi e cambiamento in cui le opere d’arte hanno contribuito a trasformare sistemi obsoleti, schemi tradizionali e relazioni di potere fra gruppi sociali diversi, mettendo la società di fronte a nuove idee o persino utopie.
Sessione 8: L’arte, i critici e gli spettatori
La storia dell’arte insegna come i percorsi degli artisti prendano forma anche in relazione al lavoro dei critici. La sessione mira a esaminare il ruolo degli artisti, dei critici e degli spettatori dal dopoguerra a oggi, osservando il tema dalla prospettiva della “scomparsa” (di limiti, di contenuti, di memoria) e discutendo di morte, censura e nuove tecnologie.
Sessione 9: Voyage
Concepita come sezione di raccordo tra le due parti del congresso che si svolgeranno a Firenze e a San Paolo del Brasile, la sessione intende invitare gli studiosi a scambiare idee sul tema del “Viaggio”. Saranno affrontati gli scambi artistici e culturali tra Brasile e Italia, ma non solo: il viaggio, infatti, può essere declinato secondo diverse prospettive, dalla migrazione di persone alla circolazione di oggetti e documenti. E ancora: il viaggio dell’artista, dell’uomo di cultura, dell’esploratore scientifico, del pellegrino, nonché i viaggi determinati da intenti coloniali, militari, diplomatici, o legati a scorribande piratesche e a fenomeni di banditismo. (foto: sandro botticelli allegoria primavera)
http://www.ciha-italia.it/florence2019/2018/04/07/tickets-booking/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva in Italia, a Cremona Musica, l’esposizione “Violins of Hope”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Cremona dal 27 al 29 settembre la “Città del violino” ospiterà alcuni strumenti suonati prima e durante la persecuzione degli ebrei da parte del regime nazista, anche durante la reclusione nei campi di concentramento. Il 28 settembre, inoltre, quegli stessi strumenti verranno suonati in concerto dal violinista turco Cihat Askin.A Cremona Musica arriverà anche Amnon Weinstein, ideatore e fondatore di “Violins of Hope”, che ritirerà anche il Cremona Musica Award per il miglior progetto. I Cremona Musica Award sono il riconoscimento istituito da CremonaFiere per premiare ogni anno i protagonisti della musica internazionale che si distinguono per il loro contributo alla diffusione dei valori della grande musica. I premi vengono consegnati ogni anno a Cremona durante Cremona Musica.Al progetto “Violins of Hope” è stata riconosciuta la capacità di raccontare la grande storia, ma soprattutto le storie individuali delle vittime dell’olocausto, attraverso l’originale lente della musica e dei violini. In questo modo lo spettatore è portato a comprendere l’orrore di quegli anni, a riflettere sulle singole storie, ma anche sul valore della musica e degli strumenti musicali per l’uomo, soprattutto in un momento così drammatico. Gli strumenti sono stati raccolti e restaurati dallo stesso Amnon Weinstein, liutaio israeliano che si è diplomato alla Scuola di Liuteria di Cremona. “Violins of Hope” ha fatto negli ultimi anni il giro del mondo: i violini della raccolta sono stati esposti e suonati in molte città degli Stati Uniti, ma anche in Europa.
A Cremona Musica Amnon Weinstein sarà anche protagonista di una seconda esposizione, dove verranno messi in mostra alcuni strumenti realizzati da lui e dagli altri allievi che hanno frequentato la Scuola di Liuteria di Cremona nel suo stesso periodo. Cremona Musica è infatti sempre aperta a nuove collaborazioni e connessioni con le altre istituzioni legate alla musica presenti in città, che rendono Cremona una città dal fascino unico per gli appassionati.
Cremona Musica è la principale fiera al mondo per gli strumenti musicali d’alta qualità, un appuntamento capace di conciliare il lato business e il lato artistico della musica, rivolgendosi a professionisti, appassionati, produttori e a chiunque sia coinvolto nel mondo della musica. Nell’edizione 2018 Cremona Musica ha ospitato 320 espositori, di cui oltre la metà dall’estero, e oltre 160 eventi, per un programma a tutto tondo capace di richiamare nella “Città del violino” oltre 18.000 visitatori. Cremona Musica si articola in cinque aree tematiche, Mondomusica (archi) e che accoglie anche le Edizioni Musicali, Piano Experience (pianoforte), Acoustic Guitar Village (chitarre), Cremona Winds (fiati), Accordion Show (fisarmoniche).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo saggio di Vincenzo Vita in presentazione all’AAMOD

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Roma Mercoledì 19 giugno 2019 – ore 18 Sala Zavattini FONDAZIONE AAMOD Via Ostiense 106 Presentazione del libro Rosso Digitale di Vincenzo Vita (manifestolibri) Ne discutono con l’autore Gianrico Carofiglio (saggista e scrittore) Nicola D’Angelo (giurista e magistrato amministrativo) Giuseppe Giulietti (presidente FNSI) Norma Rangeri (direttrice de “il manifesto”) Dall’invasione degli spot alla dittatura degli algoritmi, un’analisi dettagliata sul rapporto politica e comunicazione dalla televisione sul modello Berlusconi ai social media delle campagne politiche e delle fake news attuali. Il berlusconismo, da non intendere come semplice descrizione delle alterne fortune del Cavaliere di Arcore, bensì come sintomo clamoroso del mutato rapporto tra rappresentanza e rappresentazione, è alla base di una ricerca che analizza il processo di globalizzazione mediatica come uno strumento non risolutivo nello sviluppo dei media. Nel saggio viene anche messa a fuoco la figura di un Politico in crisi, in quanto frutto della parabola discendente dei grandi partiti di massa, che si manifesta in modo esplicito con l’epifania della società dell’informazione. Ingresso libero fino ad esaurimento posti con prenotazione consigliata.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Audition: the Final Show”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 giugno 2019

Roma, Ieri sera al teatro Ghione di Roma si è svolta una serata speciale, un talent show dal titolo “Audition: the Final Show” organizzata e prodotta da Chaplin Accademy e dalla Problem Solving, condotta da una madrina di eccezione, l’affascinante Milena Miconi. La regia e la direzione artistica della serata sono state curate da Luca di Nicolantonio.
Una sfida fra artisti della Chaplin Accademy: ballerini, cantanti, attori e performer completi, cresciuti nella fucina di questa Accademia.
Luca Di Nicolantonio ha coinvolto in questa serata Mauro Atturo, imprenditore illuminato, CEO della Problem Solving e produttore teatrale e cinematografico. Atturo così come Di Nicolantonio credono nel talento, artistico e professionale. Atturo ha messo, per questo a disposizione dei vincitori tre borse di studio da 300 €, per ognuna delle categorie in gara ed una borsa di studio da 800 €, per il vincitore di “Audition” il miglior performer. I tre giudici hanno decretato ognuno il vincitore di ogni singola categoria ed Angelo Perrone ha premiato il miglior Performer il vincitore.
Mauro Atturo è noto per l’importanza e le attenzioni che riserva a tutti coloro che collaborano con lui. Lo human value, nelle sue aziende, è al centro delle sue strategie imprenditoriali. Fra le sue produzioni: per il teatro “Call Center 3.0” campione di presenze degli ultimi cinque anni, superando ogni record di botteghino al Teatro de Servi di Roma. Per il cinema invece fra le sue ultime produzioni: ha coprodotto “SCONNESSI” di Christian Marazziti e “COMPROMESSI SPOSI” con Abatantuono e Salemme.
Chaplin Academy of Performing Arts, nasce 5 anni fa ed è il risultato di tante idee ed esperienze, racchiuse assieme dal fondatore e Direttore Artistico Luca di Nicolantonio, performer e danzatore dei più famosi Musical, contenitori televisivi e shows messi in scena in Italia e non solo. Nasce per tramandare le nozioni basilari delle arti del Musical e per formare le figure ormai richieste in tutti gli ambiti dello spettacolo: i performers. A giudicare i ragazzi una giuria di eccezione composta da importanti professionisti ha decretato i vincitori. Presidente di giuria il noto press agent Angelo Perrone. Hanno fatto parte della giuria: il cantautore Roberto Casalino (cantautore, paroliere e compositore italiano. Vanta una dozzina di numeri uno in classifica, Giusy Ferreri, Emma Marrone, Francesca Michelin, Magnifico per Fedez, Marco Mengoni, Alessandra Amoroso, Annalisa, Nina Zilli, Francesco Renga, Dear Jack e Antonello Venditti) il regista tv – teatro e coreografo Roberto Croce (coreografo dei musical italiani più famosi, “Evita” con Malika Ayane, “My Fair Lady” e “Tutti insieme appassionatamente” con Luca Ward, in tv nell’ultima stagione ha guidato la regia di Domenica in), e Fabio Grossi Regista attore e drammaturgo
Il giovane Alessandro Carradori è stato decretato miglior cantante ed anche miglior danzatore, una grande preparazione tecnica insieme ad altrettanta intensità e passione lo contraddistinguono. Il settore recitazione ha visto trionfare Ginevra Tonti ed infine Cristiano Vicembrini, ha ricevuto il premio Audicion come miglior performer a tutto tondo, le fisique du role, un forte carisma ed una grande grinta sono alcuni dei suoi punti di forza, che lo hanno portato ad emergere. Una giuria tecnica, composta da professionisti del mondo dello spettacolo e della comunicazione, all’interno della quale anche Mauro Atturo, hanno supportato i giudici, commentando le varie performance, ognuno dal suo punto di vista professionale.
Roberto Croce, Roberto Casalino, Fabio Grossi e Angelo Perrone si sono miscelati benissimo fra di loro, in questa totale diversità di back ground di competenze e di personalità, è stato un punto di forza della serata.
Roberto Casalino si è poi esibito, seduto in proscenio, con la chitarra in acustico, non microfonato con il pubblico che cantava insieme a lui, è riuscito a creare un momento di stretta connessione con il pubblico e di alta poesia musicale.
Ha cantato alcuni dei suoi pezzi più noti: “Non ti scordar mai di me”, che lo ha portato al successo, scritto per Giusy Ferreri, “L’essenziale” scritto per Marco Mengoni, che gli ha fatto vincere il Festival di San remo e “Mi parli piano” singolo scritto per Emma e andato in vetta alle classifiche nel 2018.
Sul palco anche la presenza dell’esilarante Vincenzo De Lucia, attore di prosa e grande imitatore, che ha coinvolto magistralmente il pubblico con tre personaggi Barbara Durso, Maria De filippi e Mara Venier.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Carlo Zanda: Quando Primo Levi diventò il Signor Malabaila

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 giugno 2019

Nel 1966 Primo Levi divenne il signor Damiano Malabaila. Pubblicò Storie naturali, la sua terza opera dopo Se questo è un uomo e La tregua, firmandola con il nome che campeggiava sull’insegna di un’officina di Corso Giulio Cesare a Torino: l’elettrauto Malabaila.
Le ragioni dell’uso di questo pseudonimo sono state finora trascurate da biografi e critici, come un capitolo irrilevante nella vita del chimico scrittore.
Numerosi documenti scritti e le testimonianze degli amici mostrano, invece, che si tratta di una delle pagine più sofferte della carriera letteraria di Primo Levi. Benché Levi abbia sostenuto in pubblico di aver personalmente deciso di firmare le Storie naturali con uno pseudonimo – uno «sbaglio», dichiarò, fatto di suo pugno – sappiamo oggi che le cose non stanno così. Quella raccolta di racconti, cui affidava con convinzione la sua definitiva consacrazione letteraria, apparve come una sorta di giochino letterario, una semplice lettura-passatempo nelle stanze di via Umberto Biancamano 1, a Torino. Pagine troppo leggere per il Testimone della Shoah. Di qui, il suggerimento di uno pseudonimo.
Servendosi di documenti e dichiarazioni, Carlo Zanda ricostruisce questa singolare vicenda per la quale uno dei più influenti scrittori italiani del Novecento si ritrovò a dover firmare con un nome fasullo dei racconti di indiscusso valore letterario che, come ebbe a scrivere Élemire Zolla, facevano del suo autore «un profeta della realtà virtuale».
Carlo Zanda (Cagliari, 1949) abita a Genova. Giornalista, ha lavorato a Paese Sera e alla Stampa, ha diretto lo Specchio della Stampa, il Diario della settimana e altre testate. Ha pubblicato con Marcos y Marcos Un bel posticino. La Spoon River di Hermann Hesse e Una misteriosa devozione. Storie di scrittori e di cani molto amati. Euro 12,50 160 pagine

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Papa Francesco: pellegrino nelle periferie di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

“Francesco è in senso tecnico un rivoluzionario, uno che rovescia i paradigmi, cambia le prospettive, ribalta le mentalità e tra le tante rivoluzioni una è proprio questa: per lui la periferia è il centro, centro e periferia coincidono”. È quanto scrive Andrea Monda, direttore de L’Osservatore Romano, nella Prefazione al libro di Giovanni Tridente, Pellegrino di periferia. Le visite di Papa Francesco alle parrocchie romane, in uscita in questi giorni per le edizioni Amazon.“Il cuore di un popolo lo s’incontra, lo si tocca andando in periferia, frequentando il margine del territorio, l’area degli ‘scarti’ – aggiunge Monda –. Il suo è lo stesso approccio del medico che la prima cosa che fa incontrando il paziente per conoscere le sue condizioni è sentire il polso, cioè la periferia, per capire come va il cuore”.
L’ultimo lavoro realizzato da Giovanni Tridente – che insegna giornalismo d’opinione presso la Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce ed è corrispondente in Italia della rivista spagnola PALABRA –, prende spunto dalle prime parole pronunciate da Papa Francesco sei anni fa, dalla Loggia della Basilica Vaticana la sera del 13 marzo 2013. In quell’occasione, il Pontefice appena eletto irruppe con quel poco canonico “buonasera” rivolgendosi alla “comunità diocesana di Roma”, che finalmente ri-aveva il suo Vescovo. E chiese al “popolo” di benedirlo, per incominciare insieme il cammino.Un cammino che si è poi concretizzato negli anni attraverso le visite alle parrocchie della Diocesi, una ventina quelle realizzate finora, che Tridente ha in parte analizzato nei dettagli, tracciando quello che a suo dire può essere definito un vero e proprio “apostolato della periferia”. Infatti, soffermandosi su quelle compiute a partire dal 2017 – subito dopo il Giubileo della Misericordia –, partendo dalla periferia nord di Guidonia, passando per Ponte di Nona, Ottavia, Casal Bernocchi, Ponte Mammolo, Corviale, Tor de’ Schiavi, Labaro e fino all’ultima di pochi giorni fa a San Giulio a Monteverde, Tridente evidenzia come il Papa abbia voluto portarsi in territori dove molta gente vive spesso ai margini e le parrocchie sono l’unica realtà che prova a far fronte nei limiti del possibile a tante esigenze.L’idea del pellegrinaggio è data poi dalla frequenza con cui il Vescovo di Roma penetra nei territori più periferici della sua Diocesi; se si rappresentasse graficamente su una mappa il tragitto compiuto dal Papa ipoteticamente a piedi partendo dalla Città del Vaticano, verrebbe fuori – considerando le ultime 9 visite analizzate – un percorso di ben 178 chilometri, per una durata calcolata da Google Maps di 37 ore di cammino.Il libro di Tridente mette quindi in evidenza, soprattutto nelle conclusioni, i temi forti di questo apostolato cittadino e periferico del Vescovo di Roma, che è stato possibile trarre dai discorsi che il Papa ha pronunciato nei diversi incontri con le specifiche realtà di ciascuna comunità – bambini, ragazzi, famiglie, anziani, malati, poveri, volontari. Su tutti risaltano la condanna delle “chiacchiere” – un vero e proprio “atto terroristico” secondo Francesco, che ha stigmatizzato quasi in ogni visita –, l’esigenza della “preghiera vicendevole”, l’urgenza della “testimonianza esemplare” e della “gioia” che porta “pace”, ma anche un amore testimoniale fatto di “ascolto”, l’apprezzamento della vita in ogni sua fase e la predilezione per la “mamma di tutti”, Maria, la Madonna.“Il Papa sa che il dialogo, altro suo tema forte, non si fa tanto con le parole, ma facendo qualcosa insieme, condividendo un’esperienza operosa, concreta. È quello che il Vescovo Francesco sta facendo dal 13 marzo 2013 camminando insieme al suo popolo, il popolo della Diocesi di Roma”, conclude Andrea Monda nella sua Prefazione.
Pellegrino di periferia. Le visite di Papa Francesco alle parrocchie romane Autore: Giovanni Tridente Editore: Amazon Pagine: 96 Prezzo: 10,30 € (Ebook 3,99 €)

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Johann Rossi Mason Cervello senza limiti (Codice)

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

Torino Mercoledì 12 giugno, ore 18 Circolo dei lettori, via Bogino, 9 Johann Rossi Mason Cervello senza limiti (Codice) Con Danilo Zagaria.
Studenti e professori universitari, ma anche manager, piloti e chirurghi. Negli ultimi anni l’uso dei nootropici (farmaci in grado di migliorare le capacità cognitive e permettere di sostenere i ritmi imposti da un mondo sempre più competitivo), ha subito un impressionante aumento, al punto che negli Stati Uniti il Ritalin è diventato un vero e proprio blockbuster da oltre tre milioni di ricette al mese. C’è chi condanna l’uso di queste sostanze, chi avverte sui pericoli e chi invece sostiene che la società dovrebbe accettarne i benefici, purché sostenuti da ricerche in grado di dimostrarne la sicurezza. Johann Rossi Mason con Cervello senza limiti (Codice) ci introduce all’argomento mercoledì 12 giugno alle ore 18 al Circolo dei lettori, insieme a Danilo Zagaria.
Dai laboratori e dalle università più prestigiose, la cultura del brain enhancement si sta diffondendo come un virus. Tra vent’anni assumeremo le nostre “pillole cerebrali” assieme al primo caffè della mattina? Johann Rossi Mason firma la prima inchiesta giornalistica italiana sul potenziamento cerebrale, tra storie e aneddoti ma anche tanta ricerca scientifica.Johann Rossi Mason, classe 1969, è specializzata in neuroscienze, psichiatria, psicologia sociale, etologia umana, antropologia culturale e bioetica e ha iniziato nel 1990 la carriera giornalistica collaborando per 18 anni con La Repubblica e il Gruppo L’Espresso. È stata conduttrice tv in Rai dal 2005 al 2007; ad oggi ha un suo blog sull’Huffington Post e ha scritto diversi libri e saggi scientifici di cui Cervello senza limiti (Codice) è l’ultimo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo Ruffini: La sindrome di Up (Mondadori)

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

Torino Giovedì 13 giugno, ore 18.30 Circolo dei lettori, via Bogino, 9 La sindrome di Up. La felicità insegnata da persone con la sindrome di Down (Mondadori) è la forma scritta dello spettacolo Up & Down, performance teatrale di Paolo Ruffini. Con il suo nuovo libro, l’autore chiede ai lettori di interrogarsi sul senso della felicità: quanto tempo passano le persone a lamentarsi della propria condizione invece di sorridere alla vita? Ruffini ci propone di prendere nota degli insegnamenti che le persone affette dalla sindrome di Down possono donarci in tema di emozioni. Appuntamento al Circolo dei lettori, giovedì 13 giugno ore 18.30.
«Quando vado in giro vedo tanta gente musona, lamentosa, polemica, gente che sembra contenta di essere infelice. Allora mi sono chiesto: e se essere infelici fosse normale? Ma poi cos’è la normalità? C’è qualcuno più normale o più diverso? E rispetto a chi? La verità è che la vita è fatta di up e down: siamo tutti up quando le cose vanno come vogliamo e siamo down quando invece non rispettano le nostre aspettative. La cosa curiosa è che essere up è la condizione che caratterizza maggiormente le persone che hanno la sindrome di Down. Non so perché, sarà nel DNA, in quel cromosoma in più, ma è così. Per loro è più facile essere felici. Hanno una fiducia, una confidenza con la felicità che a me spesso manca. Forse perché per un’anomalia genetica hanno scoperto tesori inestimabili: la manifestazione dell’affettività, la risata contagiosa, la predisposizione al sorriso, il piacere di stare insieme, la meraviglia per le piccole cose. Sono i miei super-eroi, perché hanno il potere inconsapevole non solo di compiere l’impossibile, ma anche di insegnarti a fare altrettanto. Io ho capito come essere felice stando con persone con sindrome di Down.» Paolo Ruffini è un attore, comico, scrittore e regista livornese. Ha debuttato nel mondo dello spettacolo con il film Ovosodo di Paolo Virzì. Da quel momento ha condotto programmi comici televisivi e partecipato ai cast di alcuni cinepanettoni. Ha pubblicato diversi libri e nel marzo 2018 ha debuttato a teatro con l’happening comico UP & Down, accompagnato da attori disabili.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Post-War and Contemporary Art Evening Auction

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

London – Christie’s Post-War and Contemporary Art Evening Auction, will be held on 25 June, part of ‘20th Century at Christie’s’, a series of auctions taking place from 17 to 26 June 2019. The auction will be led by Jean-Michel Basquiat’s Sabado por la Noche (Saturday Night) (1984, estimate: £7,500,000-11,000,000, illustrated above). Further highlights include Jean Dubuffet’s Cérémonie (Ceremony) (1961, estimate: £7,000,000-10,000,000), one of only nine paintings by Dubuffet from his ‘Paris Circus’ series over two meters in scale, of which three are in museum collections, and Francis Bacon’s ‘Man at a Washbasin’ (1954, estimate: £5,000,000-7,000,000) from the height of his existential blue period. Representing those at the cutting edge of contemporary art practice, works by Cecily Brown, René Daniëls, Dana Schutz, Tschabalala Self, Amy Sillman, Kara Walker, Jonas Wood and Rose Wylie will also be offered. The works will be on view in London from 21 to 25 June 2019. The Post-War and Contemporary Art Day Auction will take place on 26 June 2019, featuring 138 works. It will be led by Alex Katz’s Ada with White Dress (1958, estimate: £450,000-550,000), a seminal early portrait of Katz’s wife and muse, which was painted the year after the couple met and held in the artist’s personal collection for over two decades. These works will be shown alongside the Post-War and Contemporary Art Evening Auction from 21 to 25 June 2019. The Post-War and Contemporary Art June Season will also include Xhibition, an exhibition in association with Galería Javier López & Fer Francés, that explores the relevance and versatility of the sign `X´ – or cross, in the work of Antoni Tàpies, highlighted by Gran creu negra (1990). The exhibition will be displayed in the St James’s galleries at Christie’s, King Street from 21 June to 19 July 2019.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La spensieratezza glamour della stile di attilio.carota design

Posted by fidest press agency su domenica, 9 giugno 2019

attiliocarotadesign005.jpgattiliocarotadesign009.jpgPop and Shine: sono queste le parole chiave che definiscono lo stile ricercato e di tendenzaproposto dal brand attilio.carota design per la nuova Capsule Collection SS19. La ricercatezza sartoriale del Made in Italy incontra questa volta il glamour scintillante delle IT Girls della Upper Class per creare starlook dai tratti iconici; i gioielli fluo, lepochette ricamate, i foulard stampati e lo scintillio delle paillettes sono solo alcuni deglielementi che pervadono di allure l’intera collezione. Un’estate all’insegna del pop rivisitato in chiave couture, spaziando dalla freschezza del dailywear fino allo sparkling style dei party più elitari: la street attitude del denim cede inesorabilmente al fascino di uno stile più sofisticato grazie a tubini stretch e long dress che osano con spacchi e schiene scoperte. Ogni capo è pensato per trasformare in una spensierata socialitè ogni ragazza che ama giocare con i propri outfit attraverso uno studiatomix&match di tessuti e accessori.I mini dress in pailettes si confermano anche per questa stagione i must-have della Spring/Summer Collection, proposti nelle nuove nuances metalliche del magenta, dell’indaco e del light gold. Elemento di tendenza diventano anche le handbag e i visor hats, accessori di design che impreziosiscono di unicità ogni abito, creando così uno stile ben definito che racchiude tutti gli elementi dell’eleganza sartoriale italiana ma strizza l’occhio, con ironia, ad uno streetstyle dal mood totalmente chic. (foto e copyright attiliocarotadesign)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il marketing digitale per l’impresa BtoB.

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Un’azienda chimica che produce estratti naturali può avere la stessa strategia di marketing digitale di una che produce cosmetici? Un e-commerce di profilati di alluminio può seguire le stesse logiche di un e-commerce di arredamento?Le necessità delle imprese BtoB (o “imprese complesse”) sono molto diverse da quelle delle aziende rivolte al consumatore, in particolare negli aspetti commerciali e nelle scelte di marketing.
Ma basta tenere conto di questa diversità per creare campagne digitali efficaci, come dimostrano vari casi di successo.Il libro di Manuela Cuadrado Il marketing digitale per l’impresa BtoB. Impostare una strategia digitale efficace nel Business to Business (goWare, 2019) ha l’obiettivo di avvicinare chi lavora nel BtoB al linguaggio e alle dinamiche del Digital Marketing: un percorso verso la creazione di un Digital Plan di successo, con casi di studio ed esercizi pratici da condividere in azienda.
Manuela Cuadrado è nata a Milano nel 1980. Ha collaborato per anni con diverse agenzie di comunicazione milanesi occupandosi prevalentemente di progetti digitali e multimediali, fino a quando, nel 2014, ha fondato BrevaWeb, specializzata nel BtoB. Fa parte del braintrust Naìma per l’innovazione d’impresa. Svolge anche attività di formazione in collaborazione con diversi enti, tra cui Fondazione IDI e la Palestra delle Professioni Digitali.
Il marketing digitale per l’impresa BtoB. Impostare una strategia digitale efficace nel Business to Business, Manuela Cuadrado, goWare, 2019 | pp. 256 | Edizione digitale € 8,99 Edizione a stampa € 16,99

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Iniziativa MasterADV-Informiamici

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Roma Martedì 11 giugno alle ore 10,00 nello Spazio Eventi del Palazzo dell’Arte di Piazzale Marconi 15, sarà proclamato e premiato il progetto vincitore dell’edizione 2018/19 dell’iniziativa MasterADV-Informiamici. L’iniziativa della Società Medica SMIC, realizzata in partnership con l’Associazione Culturale LaScelta, che si occupa di promuovere giovani talenti, è volta a sensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori su temi importanti come prevenzione delle infezioni a trasmissione sessuale e delle gravidanze indesiderate.
L’iniziativa, giunta alla sua terza edizione, ha visto la partecipazione di 8 scuole sul territorio nazionale e il coinvolgimento di oltre 250 studenti, mentre il sito web ufficiale, dove sono stati presentati ben 55 progetti (http://www.informiamici.it/), ha superato le 900.000 visite in 3 mesi.
Quest’anno, come già negli anni precedenti i temi principali sono stati il preservativo e la pillola del giorno dopo; il primo come unico mezzo di prevenzione per le infezioni a trasmissione sessuale, la seconda come “uscita di emergenza”, per citare uno dei progetti presentati, quando qualcosa non va per il verso giusto con il contraccettivo o quando ci si dimentica di usarlo. La scelta dei ragazzi, com’era prevedibile, è caduta sulla pillola del giorno dopo più efficace – denominata in commercio ellaOne – perché i ragazzi non vogliono rischiare: “prevenire è meglio che cullare” per citare un altro bel progetto di quest’anno.
“Votare il progetto vincitore è stato complesso perché molti avrebbero meritato il primo premio”, hanno detto i giurati. Il gruppo vincitore si aggiudicherà una borsa di studio del valore di €1000 per ogni partecipante, da spendere in parte per la formazione e in parte liberamente. E anche quest’anno sono previsti anche altri due premi speciali per due gruppi veramente meritevoli: il premio speciale della giuria e il premio speciale per la creatività.Il prof. Emilio Arisi presidente della Società Medica SMIC e la dott.ssa Maria Luisa Barbarulo coordinatrice dell’iniziativa del MasterADV Informiamici, che saranno presenti in sede di premiazione, sono entusiasti degli studenti con cui hanno collaborato perché hanno dimostrato dedizione, impegno, fantasia, senso dello humor e una straordinaria capacità di rappresentare con pochi segni, concetti tanti complessi.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Umanesimo Industriale. Antologia di pensieri, parole, immagini e innovazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

E’ un’antologia che raccoglie il meglio dei testi pubblicati dalla Rivista Pirelli tra il 1948 e il 1972. Ci sono tutti i grandi, Dino Buzzati, Camilla Cederna, Gillo Dorfles, Umberto Eco, Carlo Emilio Gadda, Eugenio Montale, Umberto Saba, Leonardo Sciascia, Salvatore Quasimodo, Giuseppe Ungaretti e Umberto Veronesi. A impreziosire le pagine della Rivista splendidi reportage di maestri della fotografia come Arno Hammacher, Pepi Merisio, Ugo Mulas, Federico Patellani, Fulvio Roiter, Enzo Sellerio e illustrazioni firmate da artisti come Renato Guttuso, Riccardo Manzi o Alessandro Mendini.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Jonathan Lethem: Il detective selvaggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Lethem torna al noir per la prima volta dopo il bestseller Brooklyn senza madre, vincitore del National Book Critics Circle Award. L’autore sarà in Italia per la promozione del libro. Uscita prevista: 27 giugno
Phoebe Siegler incontra il Detective Selvaggio, ovvero Charles Heist, per la prima volta in una roulotte trasandata all’estrema periferia est di Los Angeles. Lei sta cercando Arabella, la figlia di una sua amica, che è scomparsa e ingaggia Heist per aiutarla. Heist, un solitario di poche parole che tiene il suo animale da compagnia – un opossum – nel cassetto della scrivania, conquista subito la esuberante, sarcastica e logorroica Phoebe. Controvoglia, Heist decide di aiutarla. Questa strana coppia inizia così un viaggio tra i vagabondi che abitano nel deserto per scoprire che Arabella si trova in guai seri intrappolata in una situazione di stallo e potenzialmente violenta cui solo Heist, incredibilmente, può mettere fine. Il viaggio di Phoebe nel deserto si prospettava bizzarro sin dall’inizio, ma nessuno poteva immaginare che fosse anche pericoloso…“Il Detective Selvaggio indaga la nostra America infestata in tutte le sue forme contemporanee – al confine della città, nelle profondità del deserto, quella della porta accanto. È una esibizione agile e incredibile questa, che trabocca di verve e acume, marchio di fabbrica di Lethem.”– Colson Whitehead, Premio Pulitzer 2017 “Il Detective Selvaggio è un libro irriverente e incredibilmente spiritoso, su cosa significa vivere nel bel mezzo di un trauma postelettorale. Come al solito, Lethem scrive di un’America grottesca, anticonformista e spietata con sapienza e acume straordinari.” – Dana Spiotta (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bernard Minier: Sorelle

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Il nuovo polar dei uno dei maestri del genere. Oltre 300.000 copie vendute solo in Francia. Dai romanzi con protagonista Martin Servaz è stata tratta una serie tv, vincitrice del premio come migliore serie al Festival di La Rochelle ed è ora disponibile anche su Netflix. Il suo precedente romanzo, Notte, ha occupato per settimane il primo posto nelle classifiche francesi. I suoi libri sono tradotti in 20 paesi. Uscita prevista: 20 giugno.
Maggio 1993. I corpi di Alice e Ambre, due sorelle poco più che ventenni, vengono ritrovati senza vita sulle rive della Garonna. Vestite come due comunicande, e legate al tronco di due alberi, sembrano guardare l’una negli occhi dell’altra. Il giovane Martin Servaz, che ha appena finito il suo apprendistato presso la polizia giudiziaria di Tolosa, partecipa alla sua prima indagine che conduce a Erik Lang, celebre scrittore di gialli dai toni foschi e inquietanti. Le due sorelle non erano forse sue fan? Uno dei suoi libri più di successo non si intitola La Comunicanda? Ma l’indagine viene chiusa grazie a una svolta inattesa: mentre le indagini si concentrano sulla vita dello scrittore e sul rapporto che le due ragazze uccise avevano con lui, un compagno di scuola di Alice e Ambre viene trovato impiccato, suicida, con una lettera in cui rivendica l’omicidio delle due sorelle. Febbraio 2018. In una notte glaciale, la moglie di Erik Lang viene assassinata in modo spietato. Anche il suo cadavere è vestito da comunicanda. Venticinque anni dopo il doppio omicidio, Martin Servaz è di nuovo coinvolto nella vita dello scrittore. E questo nuovo caso riapre l’omicidio di Alice e Ambre del 1993. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giorgio Faletti: la ragazza che guardava l’acqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Nel quinto anniversario della scomparsa, continua la pubblicazione dei racconti di Faletti, dopo il successo de La ricetta della mamma. In appendice anche il racconto inedito Joystick.Uscita prevista: 13 giugno. In un lago vive un essere misterioso, che conduce la sua esistenza nella completa solitudine di una caverna subacquea. Spia gli esseri umani, ma se ne tiene lontano. Invidia i colori sgargianti del mondo esterno, ma si rifugia nelle profondità buie del lago. Percepisce le sensazioni degli esseri umani che irradiano i loro sentimenti, ma capisce che mostrarsi a loro metterebbe in pericolo la sua vita. Ma quando un giorno arriva al lago una ragazza dai capelli rossi, tutto cambia. Il misterioso abitante del lago capisce subito che la ragazza è diversa dagli altri esseri umani e ne rimane incantato, fino al punto di rischiare la propria vita per osservarla da vicino. O addirittura per salvarla. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Petros Markaris: Il tempo dell’ipocrisia

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Torna il mitico commissario Kostas Charitos nel nuovo romanzo del maestro del noir mediterraneo. L’autore sarà in Italia per il lancio del libro.Uscita prevista: 13 giugno
Il proprietario di una catena di alberghi viene ritrovato morto nei dintorni di Atene. Chi rivendica la paternità dell’omicidio lo accusa di ipocrisia. A partire da questo primo delitto, molte altre persone vengono assassinate e l’accusa, rivolta alle vittime, è sempre la stessa – ipocrisia – che sembra l’unico elemento in comune tra di esse. La polizia brancola nel buio ma Kostas Charitos, anche se è appena diventato nonno, non riesce a stare alla larga dalle indagini. E non riesce a smettere di farsi un’unica domanda: perché l’ipocrisia sembra essere il comune denominatore di questi omicidi? E perché, si chiede, i responsabili di queste morti si firmano col titolo di “Armata degli Idioti Nazionali”? (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giorgio Scerbanenco: Appuntamento a Trieste

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Continua la pubblicazione degli inediti e il recupero dei libri dimenticati del padre del giallo italiano. Una storia sulla seduzione e sull’inganno, avvolgente come una stretta fatale. Uscita prevista: 6 giugno. Trieste, immediato dopoguerra. La città è sotto il controllo del governo militare alleato, ma il confine orientale è a pochi chilometri e nella regione spie e soldati si fronteggiano in un grande gioco ad alta tensione.
Un agente americano sotto copertura, Kirk Mesana, sta indagando su una cellula nemica quando viene gravemente ferito in un agguato. Per depistare i nemici, e salvargli la vita, viene diramata la falsa notizia della sua morte, mentre l’uomo viene nascosto nel più profondo anonimato. Diana, la bellissima ragazza triestina con cui Kirk aveva una relazione, è sconvolta dalla tragedia, ma una serie di fatti misteriosi insinua in lei il sospetto che la verità possa essere un’altra.
Inizia così una vorticosa avventura che vedrà i due amanti inseguirsi a perdifiato, mentre attorno a loro si scatena una guerra silenziosa di ricatti e tradimenti, e nessuno nelle vie di Trieste potrà più dirsi al sicuro. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Premio “Giuseppe De Carli”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

È fissato al 30 giugno 2019 il termine ultimo per partecipare al Premio “Giuseppe De Carli”, dedicato all’informazione religiosa e promosso dall’Associazione fondata nel 2012 dai giornalisti Elisabetta Lo Iacono e Giovanni Tridente per ricordare il collega vaticanista, scomparso nel 2010, e per promuovere iniziative finalizzate a riflettere e premiare il “buon” giornalismo basato sulla professionalità.La quinta edizione del Premio propone l’attesa novità di una nuova categoria riservata ai fotografi che va così ad aggiungersi alle sezioni della carta stampata, dell’emittenza radiofonica, televisiva e dei nuovi media. Possono partecipare al Premio giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti o corrispondenti esteri) che si occupano di informazione religiosa, in testate sia nazionali che estere.I lavori partecipanti dovranno avere come tema centrale l’informazione religiosa nei sui molteplici aspetti ed essere stati pubblicati o trasmessi (su testate “ufficiali”) nel periodo temporale compreso tra l’1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2018.Il Premio sarà attribuito a quegli operatori dell’informazione che si saranno distinti per qualità e professionalità, a insindacabile giudizio di una Giuria composta da giornalisti, docenti universitari, operatori della comunicazione, religiosi e persone che hanno lavorato a stretto contatto con Giuseppe De Carli.L’Associazione promotrice, intendendo mantenere viva la particolare attenzione che Giuseppe De Carli riservava ai giovani che si affacciano alla professione, conferma anche per la nuova edizione una categoria “Giovani”, riservata a quanti, alla data del 31 dicembre 2018, non abbiano superato il 30º anno di età.“L’introduzione della sezione fotografica – spiegano Elisabetta Lo Iacono e Giovanni Tridente, promotori del Premio -, permette di completare la panoramica sull’informazione, nella fattispecie religiosa. Un modo per dare visibilità a tutte le tipologie di comunicazione, mantenendo sempre centrale l’importanza della professionalità e dell’etica, elementi imprescindibili per una informazione che sia davvero credibile” La cerimonia di premiazione, in programma a Roma entro il mese di dicembre, proporrà come da tradizione una giornata di studi sulla professione e sulle attuali sfide, con la partecipazione di professionisti del settore dell’informazione.Il Premio, che rappresenta ormai un atteso appuntamento per il mondo dell’informazione religiosa, è stato assegnato dalla prima edizione del 2013 a oggi a una trentina di professionisti del settore, vede la collaborazione della Pontificia Università della Santa Croce e della Pontificia Facoltà teologica “San Bonaventura” – Seraphicum e gode del patrocinio di numerose realtà del mondo dell’informazione, oltre alla sponsorizzazione di BPER Banca.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Guillaume Musso: La vita segreta degli scrittori

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Uscita prevista: 6 giugno. Nel 1999, dopo aver pubblicato tre romanzi di culto, il celebre scrittore Nathan Fawles annuncia la sua decisione di smettere di scrivere e ritirarsi a vita privata a Beaumont, un’isola selvaggia e sublime al largo delle coste mediterranee. Autunno 2018. Fawles non rilascia interviste da più di vent’anni, mentre i suoi romanzi continuano ad attirare i lettori. Mathilde Monney, una giovane giornalista svizzera, sbarca sull’isola, assolutamente decisa a svelare il segreto del celebre scrittore. Lo stesso giorno, viene ritrovato il cadavere di una donna sulla spiaggia e le autorità mettono sotto sequestro tutta l’isola, bloccandone ogni accesso e ogni entrata. Comincia allora un pericoloso faccia a faccia tra Mathilde e Nathan, nel quale i due protagonisti affronteranno verità occulte e insospettabili menzogne mescolando l’amore e la paura…
(by La Nave di Teseo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »