Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

Presentazione del libro Cuore di Napoli di Ugo Cedrangolo

Posted by fidest press agency su martedì, 21 novembre 2017

cuore di napoliRoma Mercoledì 29 novembre 2017 ore 18.00 Associazione Civita – Piazza Venezia 11 presentazione: Ugo Cedrangolo “-Cuore di Napoli – miti e sogni ricordi e passioni”. Com’è Napoli? È sporca, disordinata, violenta o è un posto magico, una capitale culturale e della creatività, che trasuda storia da ogni pietra? È un inferno o un paradiso? Alla presentazione intervengono: Luigi Abete, Riccardo Canessa, Virman CusenzaSarà presente l’autore.
Una risposta valida per tutti non esiste, per il semplice motivo che Napoli è innanzitutto “fatica”, e chiunque voglia conoscerla deve fare la sua di fatica, deve spendersi, investire e pure rischiare.
Questo libro, insolito e sorprendente, può servire a rendere un po’ meno aspra la sfida di chi vuole capire davvero la città, quasi percorrerla strada per strada. Mescola, come un caleidoscopio, miti, storie di grandi eventi e di grandi personaggi (da Masaniello a Totò) che hanno segnato la città attraverso i secoli, e storie minute, di tutti i giorni, sprazzi di vita vissuta da chi Napoli l’ha camminata davvero.
Ugo Cedrangolo, napoletano, laurea in Ingegneria Meccanica e Master in Business Administration, è un consulente di management dalle passioni umanistiche. Lavora per gruppi imprenditoriali e grandi aziende sui temi della strategia, dell’organizzazione, dell’innovazione tecnologica. È stato membro di giunta della Federazione terziario avanzato, presidente dell’Assco e presidente di Cinecittà Entertainment. Attualmente è nel Consiglio di amministrazione di diverse aziende.
Ha condotto attività di docenza presso il Politecnico di Milano, la Sda, il Mip, l’Istud e lo Stoa. Ha pubblicato “Management, frattali e pensées. Strategia nella prassi” («Il Sole 24 Ore», 1993). (foto: cuore di napoli)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Amantea, la Grotta dei desideri in trasferta a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 21 novembre 2017

Ingresso RufaRoma 27 novembre alle ore 10.30, presso la Rome University of Fine Arts, il bando di selezione per il 2018. Nella stessa occasione verranno consegnati i premi da 250 euro cadauno agli studenti più meritevoli dell’accademia che hanno lavorato in qualità di stagisti durante le serate che hanno avuto luogo ad agosto. Oltre al direttore artistico Ernesto Pastore, saranno presenti i massimi dirigenti della Rufa, tra cui Fabio Mongelli che, nel recente passato, ha espresso il proprio apprezzamento per la kermesse nepetina.
«Siamo molto contenti – ha rimarcato Mongelli – di poter collaborare con la Grotta dei Desideri che è una vivace e dinamica rassegna capace di esprimere i giovani talenti della creatività nel mondo della Alfio e Fabio Mongellimoda. La Rome University of Fine Arts da anni persegue proprio l’obiettivo di formare e valorizzare la genialità creativa, per questo siamo certi che i nostri studenti realizzano una fantastica esperienza professionale in Calabria. In particolare essi sono impegnati in tirocini finalizzati al sostegno delle attività di direzione artistica, scenografia e documentazione audiovisiva».
Ma non è tutto. «Così come fatto a Cariati – ha dichiarato Ernesto Pastore – ufficializzeremo a livello nazionale il nuovo corso dell’evento. La Grotta dei desideri cambia nome: da adesso in poi si chiamerà “GDD Fashion Week”. Un’innovazione che consentirà al progetto di farsi apprezzare e conoscere ancora di più, confrontandosi con gli appuntamenti similari che si svolgono nelle capitali europee e mondiali. Presunzione? Assolutamente no, ma semplice consapevolezza derivante da un know – how che unisce in maniera sinergica esperienza, studio, competenza. La GDD Fashion Week non è solo un cambio di nome, ma una vera e propria start – up che consentirà ad Amantea e alle altre città legate alla Grotta dei desideri di declinare in maniera ancora più incisiva quel concetto di internazionalizzazione che è parte integrante delle attività connesse alla moda». (foto: ingresso rufa, Alfio e Fabio Mongelli)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Serata di beneficenza con Simone Di Pasquale e Debora Caprioglio

Posted by fidest press agency su martedì, 21 novembre 2017

PeterPanRoma venerdì 24 novembre alle ore 20.30 al Circolo Sottufficiali della Marina Militare, in via Tor di Quinto evento-charity organizzato da Giuliana Battisti e Valentina Longo. Le stelle non stanno a guardare: ballano! Lo fanno per sostenere l’Associazione Peter Pan onlus, che fornisce assistenza alle famiglie dei bambini affetti da leucemie, costretti a trasferirsi a Roma, per curarsi all’Ospedale Bambino Gesù o al Policlinico Umberto I. Protagonista della serata anche il pubblico in sala, grazie al contest “La stella sarai tu”: quattro coppie di ballerini non professionisti si sfideranno a colpi di cha-cha, salsa, tango e tanto altro ancora e saranno valutati da una giuria d’eccezione: guest star, oltre a Simone Di Pasquale, l’attrice Debora Caprioglio.
Per partecipare all’evento bisognerà versare 30 euro a persona, per spettacolo e cena a buffet. Anche quest’anno il ricavato sarà devoluto interamente all’associazione Peter Pan onlus (www.peterpanonlus.it), che con le sue case famiglia si prende cura dei piccoli malati e dei genitori che li assistono, durante tutto il periodo delle terapie negli ospedali di Roma. (foto: peter pan)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Tout est partout pareil”

Posted by fidest press agency su domenica, 19 novembre 2017

La Confrérie de VicÈ appena uscito il video del brano “Tout est partout pareil”, (Autore: Sara Cicognani realizzazione musicale Djiko Perez, Claire Gillet, Nicolas Derolin) il singolo che anticipa il lancio del nuovo album “Une italienne à Paris” di Sara Cicognani in arte La Confrèrie de Vic. Il video è stato girato nella pialassa di Marina Romea non lontano dai luoghi immortalati da Michelangelo Antonioni in “Deserto rosso”. Qui Sara è nata e ha lasciato il suo cuore.La canzone è un omaggio alle sue radici ma sopratutto, come afferma la cantautrice, “è un omaggio alle persone comuni che fanno girare il mondo tutti i giorni”. La Confrérie de Vic è infatti una cantautrice d’origine romagnola trasferitasi a Parigi quattro anni fa, che lavora con un collettivo artistico di musicisti. Il risultato è una La Confrérie de Vic1musica che s’ispira a stili differenti.Dopo l’uscita del suo primo singolo “La vie est belle”, realizzato in collaborazione con il produttore parigino Angelo Di Napoli, e un secondo nel 2015 “Le poète de la rose”, frutto della collaborazione con l’agenzia di promozione artistica Frimousse Prod, la cantautrice ha appena terminato il suo nuovo lavoro, in cui spazia tra l’italiano e il francese. L’uscita è prevista per la fine di novembre. L’album è composto da 12 canzoni ed è caratterizzato dalla voglia di sperimentare la fusione tra i generi musicali e tra le lingue. Un album dalle sonorità “old school”, anche grazie alla magia di vecchi microfoni come il Melodium 42 B o Le Neumann M7 capsule U47 e “Blue bell”. L’album raccoglie anche i pezzi “Lentamente muore”, “La vie est belle” e “Le poète de la rose”.
“Volevo ritrovare un suono autentico, registrare l’album alla vecchia suonando tutti insieme come fosse un live”. (foto: La Confrérie de Vic)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Storia dell’Italia mafiosa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 novembre 2017

MAFIAE’ il titolo di un interessante libro scritto da Isaia Sales ed edito da Rubbettino ma con un sottotitolo a mio avviso ancora più emblematico: “Perché le mafie hanno avuto successo”. E’ un argomento diventato d’attualità in questi giorni per la morte di un mafioso considerato nel suo ambiente “il capo dei capi”. Vi è stata anche una fiction televisiva in più puntate che ha ripercorso la vita e le “imprese” di Riina sino alla sua cattura. Oggi per merito del tam tam mediatico, che nelle ultime 48 ore dalla sua morte è stato martellante, abbiamo avuto l’opportunità di rinfrescarci la memoria sui tanti fattacci del passato e gli eccellenti delitti che hanno avuto la sua firma e che lo hanno trasformato un un supereroe del male. Si è voluto soprattutto insistere sul fatto che i tanti misteri sulle connivenze dei politici fossero stati sepolti con il personaggio. Niente di più falso, ovviamente. Dobbiamo convincerci che nessuna organizzazione criminale avrebbe potuto sopravvivere e prosperare così a lungo, come lo è la mafia, se non fosse stata essa stessa uno Stato con il suo teritorio, il suo esercito e le sue regole. Riina, quindi, come tutti i suoi precessori e quelli che lo seguiranno, pur essendo il capo di una simile congrega, è stato il collegamento naturale e il braccio armato per quella risma di politici e di uomini d’affari che sguazzavano nel marcio e nutrivano gli stessi interessi mafiosi nel mondo degli affari. Tutte persone che non si facevano scrupolo di disporre omicidi eccellenti e spedizioni punitive pur di liberarsi di avversari scomodi e che minacciavano i loro interessi criminali e la loro sete di potere. Per loro Riina era un uomo prezioso e che meritava la massima considerazione perché sapeva ben interpretare il ruolo omertoso del mafioso di “razza” e a tenere sotto il suo rigido controllo i suoi collaboratori e se sgarravano non si faceva scrupolo di eliminarli. Ora c’è chi si preoccupa sul nome del suo successore. E’ anche questo un non senso. Chiunque lo sarà avrà bisogno dello Stato per governare e prosperare e saprà ricambiare con i soliti mandanti i favori di sempre.

Posted in Confronti/Your opinions, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carmen Russo e la moda firmata di Cinzia Diddi

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

Carmen RussoVulcanica, prorompente, sexy, Carmen Russo al GF Vip ha stupito con i suoi abiti accesi, brillanti, ricchi di paillettes e caratterizzati da spacchi e scollature profonde che mettono in risalto il sensuale décolleté. Ma chi c’è dietro la seduzione sfoggiata in tv dalla bellissima Carmen? Si tratta di Cinzia Diddi che si racconta in questa bella chiacchierata. Raccontaci la moda firmata Cinzia Diddi.
Le collezioni, sia uomo che donna, vengono realizzate sempre all’insegna della qualità, senza rinunciare all’originalità, con costante attenzione al dettaglio e ricerca del pregio e della raffinatezza. Il mio motto è “Lusso Sempre”, la mia promessa è fare in modo che ogni donna e ogni uomo possa vestirsi bene sempre, senza dover necessariamente spendere cifre folli.
Quali sono gli aspetti a cui presti maggiore attenzione? Gli aspetti a cui faccio attenzione sono: la qualità del capo, l’esteriorità, la bellezza del capo e il prezzo di uscita. I capi Tentazioni devono essere accessibili alla moltitudine. Questa è la mia filosofia, questo è ciò che mi motiva.
Qual è la donna che vesti?Io vesto tutte le donne con lo scopo di slatentizzarne l’innata femminilità e raffinatezza. Gli abiti della mia collezione sono eleganti, raffinati, femminili, grintosi… Si pongono al servizio della donna per valorizzarla. La gamma di abiti ideati per la collezione donna autunno inverno è vasta, va dal sensuale allo sportivo, e la comodità nei capi sportivi incontra sempre l’eleganza. La donna Tentazioni è sicuramente una donna che ama curarsi ed è attenta al dettaglio.
Lo show room e la sede sono a Prato, territorio di antica tradizione tessile, pertanto i tessuti che vengono utilizzati nelle collezioni sono indiscutibilmente cotone, seta, lana, tessuti elasticizzati e tessuti fermi. Vivendo nella patria del tessuto per eccellenza, ho a disposizione un’infinità di materiali… sarebbe un sacrilegio non utilizzarli!Hai vestito personaggi per il Grande Fratello Vip?
Da anni il modus operandi del brand Tentazioni segue due filoni: quello della creazione e produzione dei capi per i nostri negozi, e quello della consulenza esclusiva di immagine, destinato agli eventi particolari, da cui segue una creazione e produzione di capi esclusivi. Potrei citare molti lavori fatti ma Carmen Russo1mi soffermo sulla ultimissima esperienza.Ho creato capi dietro consulenza per alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, in particolare dei kaftani in seta e stoffe pregiate dalle variegate fantasie per Serena Grandi, abiti che valorizzassero la prorompente femminilità di Carmen Di Pietro e Carmen Russo.Gli abiti sono stati indossati dalle dive al grande fratello vip. Si tratta di tre personalità totalmente diverse: Serena Grandi è pacata, raffinata e tondeggiante, io amo definirla pastosa e tanto tanto femminile; Carmen Di Pietro è genuina, verace e prorompente; Carmen Russo è una diva, è solare eccentrica e statuaria. Per loro ho creato abiti che rispecchiassero ed esaltassero queste caratteristiche. Quali sono i capi ideali per la donna dal fisico androgino ma al contempo prorompente come quello di Carmen Russo? Per Carmen Russo, diva per eccellenza, ho creato abiti lunghi con paillettes molto luminosi, con scollature che mettessero in evidenza il suo décolleté. Ho scelto per lei anche abiti corti aderenti in tessuto elasticizzato capaci di seguire e valorizzare il suo statuario corpo, un giubbotto in pelle borchiato da abbinare agli abiti per creare un contrasto agrodolce, e poi gonne corte con t-shirt scollate. Insomma un look completo da indossare in ogni occasione.I colori che ho privilegiato per gli abiti di Carmen sono il rosso, il verde acqua, l’argento e l’immancabile nero. La sera della sua eliminazione indossava un abito nero lungo con paillettes, stretto sui fianchi per esaltare il punto vita svasato infondo e con scollo profondo per valorizzare il suo perfetto décolleté. (Sonia Russo) (foto: Carmen Russo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stefano Labbia: Piccole vite infelici

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

piccole vite infeliciPiccole vite infelici Elison Publishing Euro 3,99. Aveva appena compiuto quarant’anni, e da tutti era soprannominato Caio Sano. Caio perché ricordava, seppur di origini toscane, un romano verace, sguaiato, contraddittorio e pigro. Sano perché si professava un ateo – che ce l’aveva col mondo intero– e dunque, secondo la sua coscienza, era uno dei pochi sani in un pianeta di pazzi. Caio aveva problemi di fiducia in se stesso, un po’ come tutti, direte voi. Ecco…
Giorni nostri. Quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si
perdono di vista, perdono opportunità, occasioni, fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Ne emotivamente, nè lavorativamente. Piccole vite infelici parla delle esistenze di Melina, Marco Marcello, Caio Sano e Maya in una Capitale d’Italia glaciale, non per il freddo ma per la nuda e gelida umanità che la anima. Una Roma multiculturale nel 2015 che fa da sfondo alle vicende dei protagonisti bramosi di essere finalmente valorizzati dall’altro e maledettamente insicuri e complessati nei loro confronti al contempo. Una città, Roma, che sa amarli per poi nascondersi tra le pieghe della sua imponente fragilità, raggomitolandosi su sé stessa per giocare al gatto con il topo con i suoi cittadini tutti. Che l’abitano, la visitano, la colorano. E poi la violentano brutalmente senza alcuna pietà.
Stefano Labbia è un giovane autore italo brasiliano classe 1984, nato nella Capitale d’Italia. Ha scrittoe pubblicato, nel 2016, “Gli orari del Cuore” per Leonida Edizioni, raccolta poetica che racchiudealcune liriche composte tra l’adolescenza e la maturità. Nel 2017 è tornato in libreria con “I GiardiniIncantati” (Talos Edizioni). Questo è il suo primo romanzo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scacchi: La nazionale italiana ottima terza nella kermesse continentale

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

Claudio_CasabonaAlberto_DosiLa massima rappresentativa italiana, composta da otto giocatori e dal capitano, nel 9° Campionato Europeo ha conseguito un ottimo terzo posto. Tale piazzamento è valso all’Italia la medaglia di bronzo. Questo risultato, ottenuto dopo la conquista del titolo di vice-Campione d’Europa nelle ultime due precedenti edizioni, conferma il momento d’oro della selezione azzurra.
L’evento, iniziato il 10 giugno 2014, si è svolto sul server della Federazione mondiale, l’International Chess Correspondence Federation (ICCF). Vi hanno partecipato le 13 nazioni qualificate dalle fasi Claudio_CesettiFabio_Finocchiaropreliminari. Pertanto, ogni nazionale ha disputato 12 match.Il responso è stato il seguente: medaglia d’oro e Campione d’Europa alla Russia; medaglia d’argento e Vice-Campione d’Europa alla Slovenia; medaglia di bronzo all’Italia; esclusi dal podio team, tradizionalmente più quotati dell’Italia, come Svezia, Germania, Slovacchia ed Olanda; tra queste squadre, le più deludenti sono state senz’altro la Slovacchia, Campione d’Europa nella 7ª edizione, e l’Olanda, di gran lunga ultima classificata.La nostra nazionale vedeva schierati nell’ordine: Fabio Finocchiaro, Eros Riccio, Claudio Cesetti, Claudio Casabona, Mauro Petrolo, Giuseppe Pezzica, Alberto Dosi e Giuseppe Poli; inoltre, da non dimenticare il lavoro oscuro ma prezioso del capitano Gianni Mastrojeni, neo eletto presidente dell’ASIGC.Cannoniere della squadra, con 8 punti, è stato Riccio; doveroso segnalare a 7 punti le prestazioni di Cesetti, Casabona, Pezzica e Dosi. (foto: claudio cesetti, fabio finocchiaro, claudio casabona, alberto dosi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Se ne va un importante testimone della Shoah”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

shoah-i“Ma anche una grande figura della cultura contemporanea”. Lo storico e fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, ricorda con queste parole la scomparsa dell’ex rabbino capo di Milano Giuseppe Laras: “È stato un profondo conoscitore della filosofia ebraica, ma anche uno studioso che ha saputo costruire una sapiente trama di dialogo e di rapporti con differenti culture. Lo ricordo presente a numerosi incontri per la pace, organizzati dalla Comunità di Sant’Egidio nello “spirito di Assisi”, a Milano, dove viveva un importante rapporto di amicizia e di stima con il cardinale Carlo Maria Martini, e in numerose altre città europee come Barcellona e Cracovia, dove partecipò ad un commosso pellegrinaggio ad Auschwitz insieme ai rappresentanti di tutte le religioni. Occorre celebrarlo come una figura di grande rilievo nel mondo della cultura europea e mondiale per le sue opere e per la sua capacità di mettersi in relazioni con mondi diversi”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Bonaventura a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

san BonaventuraRoma Venerdì 17 novembre alle ore 19,00 a Roma nella Basilica di Sant’Antonio (via Merulana, 124) monsignor Paolo Martinelli celebrerà la Santa Messa in occasione dell’ottavo centenario della nascita di san Bonaventura (1217-2017). In tale occasione sarà esposta la reliquia del braccio del Santo con cui scrisse la vita di san Francesco e molte altre opere teologiche a motivo delle quali è stato dichiarato da papa Sisto V dottore della Chiesa (cfr. BARBARA FAES, Bonaventura da Bagnoregio. Un itinerario tra edizioni, ristampe e traduzioni, Biblioteca Francescana, Milano 2017).
A questo proposito si narra che quando Tommaso d’Aquino, volendogli far visita, vide Bonaventura seduto al tavolo intento scrivere la vita di san Francesco, esclamò: “Lasciamo che un santo scriva di un altro santo!”. Certamente una delle opere di san Bonaventura da Bagnoregio che ebbe maggior influsso nella storia fu tale scritto meglio conosciuto come Leggenda maior. E non meraviglia che poco dopo la sua canonizzazione ad opera del papa francescano Sisto IV, quando nel 1490 si volle inviare da Lione a Bagnoregio una parte del suo corpo quale reliquia si scelse proprio un osso del braccio con cui scrisse la Vita di san Francesco. Se per sant’Antonio di Padova è la lingua la reliquia per eccellenza essendo stato un infaticabile predicatore del Vangelo, per san Bonaventura è il braccio. E il ministro generale dei frati Minori del tempo, ossia Francesco Sansone, offrì quale reliquiario nientemeno che una riproduzione del braccio destro. Essendo il corpo di san Bonaventura stato distrutto durante gli anni della guerra di religioni che insanguinò l’Europa, tale reliquia è l’unica parte del suo corpo giunta a noi; e proprio per questo motivo l’esposizione di tale reliquia a Roma acquista un significato particolare. (foto: san bonaventura)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Sessantotto al saio francescano

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

dunghetto casaliniIl Ministro provinciale dei frati Minori d’Assisi, p. Claudio Durighetto, con il settantenne p. Nello Casalini Nel 2018 ricorre il cinquantesimo anniversario di quel movimento culturale denominato appunto il Sessantotto. Ma in realtà esso ebbe inizio già nel 1967 e precisamente venerdì 17 novembre con l’occupazione dell’Università Cattolica di Milano ad opera degli studenti, tra cui Mario Capanna e Nello Casalini; rettore era Ezio Franceschini, membro dell’Istituto secolare dei missionari della regalità di Cristo fondato – come lo stesso ateneo milanese – dal francescano padre Agostino Gemelli.
Uno dei protagonisti di primo piano di quegli avvenimenti realmente storici, Nello Casalini – nato il 3 dicembre 1943 a Pissignano di Campello sul Clitunno –, ricorda e descrive dettagliatamene quanto accadde in quei giorni nel volumetto Preface al ’68, ora ristampato nel volume ottavo delle sue opere intitolato Per il bene comune. Un manuale per il governo (Editori internazionali riuniti, Roma 2014). Egli nella sua testimonianza ribadisce che furono certamente le novità del concilio Vaticano II a motivare quegli avvenimenti ma ricorda anche il suo viaggio a Roma, quale rappresentante degli studenti, dove incontrò il Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, monsignor Giovanni Benelli.Una svolta di quanto iniziato in Cattolica nel novembre 1967 è colto nel momento che gli stessi studenti dell’Ateneo milanese fecero una sorta di embargo al Corriere della Sera facendo in modo che i furgoni con le copie del giornale non potessero uscire dalla tipografia per distribuirle: infatti in quel momento secondo Casalini il movimento studentesco negava di fatto la libertà di parola da loro strenuamente difeso. Sempre Casalini – che ha vestito il saio francescano nel settembre 1976 ed è stato ordinato sacerdote nel 1980 – scrive che non c’è da meravigliarsi per l’attrazione verso il francescanesimo da parte di alcuni dei protagonisti di quell’avvenimento del 1967; infatti egli sostiene che i valori da essi sostenuti – ad esempio la libertà o la giustizia – si possono riconoscere in Francesco d’Assisi e nella sua posterità.Nel sito della Biblioteca della Pontificia Università Antonianum vi è il fondo Nello Casalini consistente in ben 442 libri; tra di essi figurano anche sue opere in cui appaiono studi sulla Bibbia, in quanto biblista, ma anche di poesie e memoriali. (foto: dunghetto casalini)

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

SACE (Gruppo CDP) e Unicredit per le PMI e l’innovazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

universita_degli_studi_di_trentoTrento. Unicredit e SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, hanno perfezionato un’operazione di finanziamento da 250mila euro per sostenere le attività di Ricerca e Sviluppo di LeMur Srl.
La linea di credito, erogata da Unicredit e garantita da SACE, è finalizzata a supportare l’innovazione della PMI trentina che utilizzerà le nuove risorse per analizzare le possibili applicazioni industriali dei filati siliconici con partner esteri. “Come risultato siamo stati i primi al mondo, e al momento anche gli unici, in grado di filare il silicone creando un prodotto straordinario – ha dichiarato Mario Dorighelli, Amministratore delegato di LeMur -. Le applicazioni escono dal solo campo tessile per aprirsi a quello medico, automobilistico, sensoristico, dei sistemi di monitoraggio, dei teli di copertura, dell’abbigliamento tecnico e protettivo, e molto altro”. Con questa operazione SACE e Unicredit confermano il proprio impegno in favore delle aziende italiane del settore tessile, un comparto dove il Made in Italy gioca, a livello globale, un ruolo di primaria importanza. Già cliente di SACE in altre occasioni, la LeMur è stata supportata anche da SIMEST attraverso finanziamenti per la patrimonializzazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via il premio “Rating di legalità nella Pubblica amministrazione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

rating di legalitàRoma martedì 21 novembre, alle ore 11,30, presso la sala stampa della Camera dei deputati in via della Missione 4 parte il premio nazionale “Rating di legalità nella Pubblica amministrazione”. La prima edizione dell’iniziativa, organizzata dall’associazione Italian Digital Revolution (www.aidr.it) in collaborazione con i propri partner, verrà illustrata nel dettaglio in una conferenza stampa.
Il riconoscimento, realizzato dagli studenti del liceo artistico “Silvio Lopiano” di Cetraro (Cosenza), ha l’obiettivo di stimolare le pubbliche amministrazioni a migliorare i propri processi attraverso l’utilizzo delle tecnologie per favorire la trasparenza, combattere la corruzione e coinvolgere sempre più i cittadini, e verrà assegnato annualmente alle prime quindici PA centrali e locali che, attraverso il controllo di un software dedicato e realizzato da un partner dell’Aidr, risponderanno ai requisiti richiesti dal regolamento del premio. Tale motore di ricerca infatti interrogherà i siti web delle pubbliche amministrazioni e incrociando i dati con quelli resi disponibili dall’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) assegnerà a ciascuna di esse un tasso percentuale di copertura informativa, ovvero quante delle informazioni previste dalle normative in termini di trasparenza le PA rendono pubbliche e accessibili ai cittadini.
All’incontro con la stampa, moderato dalla giornalista e conduttrice del Tg2 Rai Maria Antonietta Spadorcia, interverranno Cosimo Ferri, magistrato e sottosegretario alla Giustizia; Mauro Nicastri, presidente di Italian Digital Revolution; Massimo La Camera, ceo di Tecnoter; Gianluca Maria Esposito, direttore della Scuola in anticorruzione e appalti nella pubblica amministrazione dell’Università di Salerno; Francesco Verbaro, esperto PA e presidente di Formatemp; Laura Strano, responsabile Osservatorio anticorruzione e trasparenza dell’Aidr; Isabella Mori, componente della direzione nazionale di Cittadinanzattiva per le politiche nazionali su trasparenza e corruzione; Vincenzo Mongillo, professore di diritto penale presso l’Università di Roma Unitelma Sapienza; Carlo De Masi, presidente di Adiconsum e Roberto Morello, dirigente medico ospedaliero. (foto: rating di legalità)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Natale è la festa più attesa dell’anno: ma come è cambiato il modo di viverla con l’avvento dei social?

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

regalo-nataleUn’indagine Doxa, commissionata da Groupon, azienda leader nel settore degli acquisti online, rivela come gli italiani vivono il Natale al tempo dei social, tra scambi di auguri, preparativi, scelta dei regali e nuovi modi di condividere. 8 italiani su 10 vivranno il prossimo Natale sui social e dichiarano di sentirsi a proprio agio con questo nuovo modo digitale di festeggiare. In contro-tendenza solo un gruppo ristretto di social addicted, che è abituato a condividere online, ma afferma di non sopportare le classiche chat natalizie di auguri (8%). In occasione del Natale le chat whatsapp diventano utili strumenti per organizzare serate e festeggiamenti: per il 70% degli italiani infatti il Natale si decide in chat, soprattutto quando bisogna definire il menu del pranzo (60%), decidere i regali da fare (57%) e far sapere cosa si desidera ricevere (21%). La classica letterina a Babbo Natale è diventata ormai una chat whatsapp!
Le chat whatsapp, inoltre, rappresentano anche un nuovo mezzo per scambiarsi auguri natalizi: il giorno di Natale, 3/4 degli italiani sono infatti favorevoli all’idea di creare gruppi e chat dedicati allo scambio di foto e auguri, e solo il 25% si dichiara contrario o non le usa. Perché le amiamo così tanto? Perché sono comode e fare gli auguri diventa “meno sbattimento” (62%) e perché ci permettono di usare liberamente la nostra creatività (44%)! Le continue notifiche non sembrano infastidire i festeggiamenti in famiglia e anzi 2/3 circa degli italiani terrebbero la chat, attivata il giorno di Natale per lo scambio di foto e auguri, anche dopo il periodo natalizio, con un 28% che dichiara di non abbandonare la chat addirittura fino alla Befana. Solo un 4% abbandona immediatamente senza manco scrivere nulla, e un 7% lascia la conversazione con stile dopo aver augurato “Buon Natale a tutti!”. In ogni caso, il giorno di Natale il telefono sta sul tavolo durante il pranzo: siamo infatti abituati a mandare in media 20-30 messaggi di auguri, con un 14% di italiani che dichiara di inviarne fino a 50. Ma non inviamo solo frasi e messaggi: le immagini infatti sono tra le protagoniste di chat e profili social. L’81% degli italiani dichiara di condividere e postare foto e immagini il giorno di Natale e grande protagonista è l’atmosfera natalizia. Soggetto preferito è il classico albero di Natale di cui andiamo tanto fieri (49%), seguito poi dalla tavola imbandita (38%) e dai piatti prelibati preparati con amore (36%), a conferma dell’importanza che gli italiani danno al buon cibo in compagnia. Infine, immancabile anche a Natale, il trend dei selfie, che si classifica al quarto posto, e vede spesso coinvolta l’intera famiglia riunita intorno al tavolo (34%).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Geneva Luxury Auctions Full Results

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

JewelsGeneva – The Christie’s Geneva November series of sales achieved a total of CHF144,007,100 / $144,903,265, attracting over 4,600 visitors to the Four Seasons Hotel des Bergues. This brings the total for Christie’s Geneva auctions in 2017 to CHF256,012,620 / $258,588,868 with 27 lots sold for over $1 million. The Magnificent Jewels auction concluded Christie’s November Geneva sales, which was led by The Art of de GRISOGONO, Creation 1, an emerald and diamond necklace set with a rectangular cut, D-colour, flawless diamond of 163.41 carats. This was the largest flawless D-colour diamond ever to come to auction and sold for CHF33,500,000 / $33,705,994, setting a new world auction record. (photo: Jewels)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sta per essere inaugurato a Dubai il Global Grad Show 2017

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

dubaiDUBAI, UAE, /PRNewswire/Sta per inaugurare a Dubai il Global Grad Show 2017, dove saranno presentati 200 prototipi innovativi provenienti da 43 paesi diversi. Si apre così la terza edizione della popolare fiera annuale di invenzioni rivoluzionarie, progettate dai laureati delle principali università tecnologiche e di progettazione del mondo. La curatela è firmata dal famoso autore e progettista Brendan McGetrick e prevede per il Global Grad Show 200 progetti innovativi selezionati da oltre 470 domande di partecipazione provenienti da tutto il mondo. Le selezioni saranno presentate al Global Grad Show fino al 18 novembre 2017, nel corso della Dubai Design Week.
Un’iniziativa no-profit, il Global Grad Show accoglie a Dubai i laureati di 92 università offrendo loro la possibilità di presentare prototipi unici realizzati pensando a tematiche quali acquisizione, connessione e sostenibilità. I laureati giungono da ogni angolo del globo e da realtà prestigiose quali la Design Academy di Eindhoven (Paesi Bassi), il Massachusetts Institute of Technology, (USA), il Royal College of Arts (Regno Unito) e la National University of Singapore. Inoltre, saranno presentate opere di mercati emergenti raramente presenti in eventi di portata mondiale, realizzate da progettisti provenienti ad esempio da Serbia, Uganda, Peru, Malesia e Nuova Zelanda.McGetrick ha curato i progetti basandosi su una propria e personale interpretazione della progettazione, concentrandosi cioè su quattro categorie: innovazione oltre la tecnologia e indipendente dalla ricchezza economica; parità tra università, regioni e progettisti e assenza di gerarchie; progettazione universale aperta a tutti i tipi di progetto; impatto sul mondo, quale soluzione ai problemi più pressanti del globo.”Abbiamo inventato il Global Grad Show per celebrare le idee meravigliose” spiega McGetrick. “Ci sono progetti pensati per creare vantaggi immediati per la società e per l’ambiente. Questa selezione trasversale di progetti di tutto il mondo ci aiuta a mostrare il lavoro che hanno in serbo le giovani menti più brillanti. Ci aiuta inoltre a capire le svariate risposte fornite ai problemi e alle opportunità del nostro tempo da designer provenienti da molteplici realtà, budget, contesti culturali, e che hanno a disposizione strumenti completamente diversi.”Il Global Grad Show si terrà presso il Dubai Design District (d3). Per la prima volta quest’anno sarà presentato il Progress Prize, premio da assegnare a uno dei progetti presenti in fiera. Il prototipo vincente sarà selezionato da una giuria internazionale composta da esponenti dei settori di giornalismo, design, produzione, innovazione e investimento. Sarà premiato il progetto che si è distinto per originalità dell’idea, impatto sociale, rilevanza internazionale e fattibilità. (foto: dubai)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capodanno a Parigi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 novembre 2017

capodanno a parigiPer chi è alla ricerca di un Capodanno informale e festaiolo, dove fare il conto alla rovescia circondato dall’energia della città, il Comune di Parigi organizza un evento sugli Champs-Elysées. Il viale più bello del mondo, con i suoi quasi due chilometri tra Place de la Concorde e l’Arco di Trionfo, accoglie turisti e parigini con musica, proiezioni di luce sull’Arco di Trionfo e fuochi d’artificio.
Per chi ama i festeggiamenti in strada, ma preferisce un approccio più raccolto e lontano dalla grande folla, l’ideale è raggiungere il quartiere di Montmartre, con le sue piazzette e i suoi vicoli vestiti a festa e ancora più preziosi. Una miriade di locali e cabaret si dipana dalla zona del Sacré-Coeur fino a scendere a Pigalle: per proseguire i festeggiamenti fino all’alba, non c’è che l’imbarazzo della scelta.
A proposito di cabaret, per trascorrere l’ultima notte dell’anno assistendo a uno spettacolo squisitamente francese, la città offre un ventaglio sorprendente di proposte. Il primo nome da considerare, non vi è dubbio, è quello del mitico Moulin Rouge di Pigalle: si inizia con una cena curata dallo chef David Le Quellec e innaffiata da una bottiglia di champagne Roederer a persona, allietati dalla musica dal vivo dall’orchestra. E dopo la mezzanotte, è la volta dello spettacolo “Féerie”, seguito dalla serata con DJ e altre sorprese fino all’alba. Un altro nome storico è il Lido de Paris, al 116 bis di Avenue des Champs-Élysées: qui la notte di San Silvestro scorre al ritmo delle musiche suonate dall’orchestra internazionale di Dov Amiel. Dopo lo spettacolo “Paris Merveilles” si apre la serata danzante che dura fino all’alba. Il menù gastronomico e i migliori champagne promettono un réveillon gustoso, frizzante e sofisticato.Cena di gala con animazione dei camerieri, musica e balli con orchestra dal vivo, spettacolo del tipico Can-can francese “Paradis à la Folie” e una ricca colazione, sono, invece, gli ingredienti per un perfetto Capodanno da vivere fino all’alba al Paradis Latin (a due passi dall’Île Saint-Louis).
parigiGli appassionati degli anni ’60, ’70 e ’80 devono segnarsi il nome Happy Day’s, nel II arrondissement: il cabaret propone una “seratona” dedicata alla musica degli anni che ci fanno sognare – e scatenare – ancora oggi.Da segnalare infine il Cesar Palace, nel quartiere Montparnasse: cena animata da cabaret, spettacolo “OH! CESAR”, open bar, divertimento e balli sfrenati fino all’alba.Per chi preferisce una più tranquilla serata al ristorante, con un tocco di festa in più, le proposte sono davvero infinite. Ecco alcuni suggerimenti da segnalare.
Le Solférino: con la sua cucina francese, la brasserie situata nel cuore della città, sul celebre Boulevard Saint-Germain, offre per San Silvestro una serata divertente con menù fatto in casa e musica con DJ fino all’alba.
A Parigi è possibile addirittura festeggiare il Capodanno come ai tempi dei Galli. La proposta è quella di Nos Ancêtres les Gaulois, vera e propria istituzione nel panorama della ristorazione cittadina che, dal 1969, propone nel cuore dall’Île Saint-Louis un menù originale in un ambiente medievale autentico e festoso: esperienza storico-gastronomica assicurata. Se invece si cerca un’atmosfera da Belle Époque, l’ideale è il ristorante La Crémaillère 1900, a Montmartre. All’inizio del XX secolo questo locale ospitava una libreria, poi diventato una latteria, per trasformarsi, infine, in un ristorante dal fascino antico e aristocratico, con travi in legno, boiserie, specchi e quadri in stile liberty. Sul suo palco Parigihanno debuttato famosi artisti, ballerini, musicisti e cantanti come il cantautore Michel Polnareff. Godersi la città da un punto di vista privilegiato può essere un ottimo modo di iniziare il nuovo anno: a questo proposito è perfetto un cenone lungo la Senna.Gli storici Bateaux-Mouches offrono una crociera di gala con cena a bordo per aspettare i dodici rintocchi di mezzanotte cullati dal fiume, in un’atmosfera intima e romantica, circondati dalle luci cangianti della città. A bordo dei battelli di Marina de Paris si aspetta il 2018 gustando una cena gourmet con selezionati prodotti stagionali per un’esperienza gastronomica memorabile, di fronte alla maestosa Torre Eiffel illuminata. Serata danzante fino all’alba a bordo dei Bateaux Parisiens, dove la cena raffinata è accompagnata da orchestra dal vivo.

Posted in Recensioni/Reviews | Leave a Comment »

Artemis nomina il Responsabile delle vendite per i Paesi Nordici (Scandinavia)

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 novembre 2017

Jens Steen_ArtemisJames Young, Responsabile delle vendite europee di Artemis, afferma: “Jens Steen proviene da BNY Mellon, dove era Responsabile delle attività istituzionali per i Paesi Nordici, vanta oltre 17 anni di esperienza nelle vendite nei Paesi Nordici e un’eccellente reputazione. Ha una laurea (BA) in International Banking & Finance e una laurea magistrale (MSc) in International Securities.”
Aggiunge: “La nomina di Jens Steen è parte della nostra costante espansione nell’Europa continentale. Portando il nostro team di vendita e marketing a sette specialisti, ora Jens Steen svilupperà rapporti e vendite nei Paesi Nordici.” James Young conclude: “Abbiamo già registrato una raccolta di circa 1,5 miliardi di Euro nel Continente. Con l’aiuto di Jens Steen, ci aspettiamo un costante incremento degli attivi da amministrare nel corso degli anni.”
Artemis, uno dei principali gestori di investimenti con sede nel Regno Unito, offre una gamma di fondi che investono nel Regno Unito stesso, in Europa, negli USA e in tutto il mondo. La Società è specializzata nella gestione attiva degli investimenti per conto di investitori retail e istituzionali. La Società ha masse amministrate pari a circa GBP 27 miliardi (EUR 31,0 miliardi/USD 36,1 miliardi) distribuite fra una varietà di fondi, due fondi chiusi, un fondo di venture capital e mandati segregati e gestioni patrimoniali in fondi per investitori istituzionali. Alcuni di questi fondi sono disponibili per gli investitori dell’Europa continentale. (foto: Jens Steen)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Segretario Provinciale di Roma di LiberaItalia

Posted by fidest press agency su martedì, 14 novembre 2017

L’Avv. Fabrizio Valerio Bonanni Saraceno è stato eletto dal Segretario Nazionale del Partito LiberaItalia, Antonio Fiumefreddo, Segretario Provinciale di Roma di LiberaItalia.
L’esercizio della sua Professione si basa prevalentemente sull’attività stragiudiziale, come Consulente Giuridico ed esercita anche la professione di Mediatore Civile ed è docente di Economia e Diritto dei Mercati Finanziari presso l’Università Niccolò Cusano e ricopre il ruolo di Presidente dell’Associazione Culturale VERSOilFUTURO, che ha fondato e con cui promuove politiche a favore della Classe Media e delle Pmi, portando avanti una visione liberale e liberista della Società, recentemente è stato nominato anche Coordinatore del Comitato Scientifico della prestigiosa e storica Fondazione Luigi Einaudi.
Per l’attenzione verso il terzo settore, ha fondato il Rotary Club Roma Urbis, di cui è un Consigliere del Direttivo e Presidente delle Pubbliche Relazioni.
“Finalmente è arrivato il momento di preoccuparsi su cosa noi cittadini romani possiamo compiere per Roma e non solo su cosa Roma possa offrirci, questo è il momento dell’impegno e della responsabilità per riconsegnare a Roma quella dignità e quel prestigio che lei e la sua Provincia meritano per la loro Storia”, così conclude il nuovo Segretario Provinciale di Roma del Partito LiberaItalia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La nuova collezione orologi e occhiali Versace

Posted by fidest press agency su domenica, 12 novembre 2017

collezione versacecollezione versace1Versace presenta i nuovi valori in un cortometraggio realizzato in collaborazione con Luca Finotti. Love. Equality. Strength. Unity. Diversity. Power. Courage. Questo è il Manifesto di Versace.
“Non importa chi siamo o da dove veniamo, questo è quello che la società di oggi dovrebbe sapere. Dovremmo tutti vivere in armonia e rispetto. “Donatella Versace: Il breve film in bianco e nero è una celebrazione dell’amore nelle sue forme più diverse. Le immagini sono eleganti e profondamente evocative. Non c’è bisogno di parole, l’azione parla da sé: due mani che si cercano e due labbra che si incontrano in un bacio. I modelli danzano, si sfiorano, si abbracciano quasi a rievocare gli antichi rituali bucolici delle ninfe, potenze divine della natura. Le dita delle loro mani si intrecciano creando un segno, una V, sinonimo di forza e unità ma anche simbolo della V di Versace”.
Antico elemento decorativo dei templi greci, la Medusa scolpita nella pietra si staglia come simbolo di forza e potere, incarnando il Manifesto di Versace. (collezione versace)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »