Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for the ‘Recensioni/Reviews’ Category

Reviews

Profilo di un attore: Andrea Carpinteri

Posted by fidest press agency su martedì, 10 dicembre 2019

carpinteri1Andrea Carpinteri è un attore italiano di cinema e teatro, oltre che influencer, opinionista e autore di alcuni programmi tv. di successo. Nasce in Svizzera da genitori italiani e già in tenera età partecipa alla realizzazione di diversi spot televisivi. Si laurea in Scienze della Comunicazione e successivamente frequenta l’Accademia di Beatrice Bracco a Roma per studiare recitazione. Nella stessa città partecipa anche al corso di arti performative al Teatro Brancaccio sotto la guida del maestro Nicola Donno. Impegnato nel teatro con le opere di Luigi Pirandello (2011), e nel cinema con i registi Pupi Avati (2011) e Federico Moccia (2013), Andrea Carpinteri ha altresì all’attivo numerose partecipazioni a serie Tv come Il Commissario Rex, Affari di famiglia, Che Dio Ci Aiuti 2 e molti altri. Nel 2017 inizia una nuova avventura, per tre edizioni è il conduttore di Vite da copertina, programma Tv nel quale si racconta la vita delle star che si sono allontanate dal mondo dello spettacolo. Ha voluto poi sperimentare anche altre realtà, iniziando a lavorare come autore in alcuni format tv, ma non ha mai abbandonato la sua più grande passione, il cinema: “Se dovessi tornare sul grande schermo – rivela l’attore – mi piacerebbe lavorare nuovamente con Moccia”. Oggi dopo il successo ottenuto con il programma “Vite da Copertine”, condotto insieme ad Alda D’Eusanio, l’attore e conduttore Andrea Carpinteri torna sul piccolo schermo tra i protagonisti de “Il Boss delle Pizze”, in onda da gennaio su Alice Tv. Ne è nato un sodalizio tanto che ha scritto: “Grazie ad Alda ho ricominciato a credere in me stesso. Mi ha dato fiducia ed affetto, mi ha reso un ragazzo strutturato e consapevole delle mie qualità. Adesso non mi pongo più limiti!”. Andrea è ora pronto ad affrontare una nuova sfida, stavolta ai fornelli contro un famoso chef stellato. Sarà infatti uno dei concorrenti della nuova edizione del Boss delle pizze Vip, un talent divertente e innovativo con al centro il nostro più celebre e apprezzato prodotto culinario. Quest’anno il programma prevede la sfida tra personaggi del mondo dello spettacolo e pizzaioli stellati per la preparazione della migliore pizza gourmet. (foto copyright Hollywood Communication)

Posted in Recensioni/Reviews | Leave a Comment »

David Nicholls: “Un dolore così dolce”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 dicembre 2019

Milano 14 dicembre – Torna a Milano David Nicholls e incontra i suoi lettori al Mondadori Megastore di piazza Duomo. David Nicholls ha lavorato a lungo con la BBC realizzando adattamenti shakespeariani e numerose serie di successo, premiate con due nomination per i BAFTA Awards. Tra i suoi romanzi Le domande di Brian (BEAT 2011), Il sostituto (BEAT 2012) e Un giorno (Neri Pozza 2010), da cui è stato tratto un celebre film diretto da Lone Scherfig, con Anne Hathaway e Jim Sturgess.
È l’estate del 1997 a Londra, l’estate del New Labour, della morte di Lady Diana e della fine della scuola per Charlie Lewis. Cinque anni terminati in un batter d’occhio e suggellati dall’immancabile ballo nella palestra della scuola, coi professori alla consolle che azzardano persino Relax dei Frankie Goes to Hollywood o Girls and Boys dei Blur, i ragazzi che si dimenano selvaggiamente e le ragazze che ancheggiano con malizia. Cinque anni in cui Charlie Lewis si è distinto per non essersi mai distinto in nulla. Né bullo né mansueto, né secchione né ribelle, né amato né odiato, insomma uno di quei ragazzi che, a guardarli nella foto di fine scuola, si stenta a ricordarli, poiché non sono associati ad alcun aneddoto, scandalo o grande impresa.
Ora, però, per Charlie è giunta l’ora di definire la propria personalità, il che alla sua età è come cambiare il modo di vestire e il taglio dei capelli. Un’impresa di non poco conto, visto che, dopo aver cominciato a lavorare in nero alla cassa di una stazione di servizio per circa dodici ore la settimana, Charlie non sa che farsene di quella lunga estate. Per giunta, a casa le cose non vanno per niente bene. Sua madre se ne è andata e suo padre, un uomo mite, cade spesso preda della malinconia.
Un giorno, il giovane Lewis afferra Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut, scelto giusto perché c’è la parola mattatoio nel titolo, e se ne va a leggere su un prato vicino casa. Qualche pagina letta e poi si addormenta all’aria aperta, per svegliarsi qualche tempo dopo intontito dal sole e dalla meravigliosa visione di una ragazza dalla carnagione pallida e i capelli neri. È Frances Fisher, detta Fran. Viene dalla Chatsborne, una scuola per ricchi che se la tirano da artisti e indossano vestiti a fiori vintage e magliette che si stampano da soli. Fran fa parte della cooperativa del Bardo, un gruppo teatrale di ragazzi come lei che vogliono mettere in scena «una storia di bande rivali e di violenza, di pregiudizio e amore»: Romeo e Giulietta di Shakespeare.
Charlie non è felice né indaffarato, e dunque si innamora perdutamente di Fran. Per stare con lei, tuttavia, deve affrontare una sfida improba: entrare a far parte della compagnia diretta da un tipo paffuto e con gli occhioni da King Charles Spaniel.
Commovente, incantevole e struggente, insieme, Un dolore cosí dolce è una commedia amara sull’impervio passaggio all’età adulta, sul potere vivificante dell’amicizia e sulla fulminea, bruciante esperienza del primo amore.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dialoghi Riflessioni sulla democrazia / Diálogos Reflexiones sobre la democracia

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 dicembre 2019

DSCN2194Roma Martedì, 10 dicembre ore 18:30 Martes 10 de diciembre a las 18:30 h. Sala Dalí Piazza Navona, 91. Donatella Di Cesare e Daniel Innerarity hanno analizzato nei loro saggi l’incertezza contemporanea e i grandi problemi filosofico-politici dei nostri tempi: il ruolo politico della filosofia, l’immigrazione e l’attuale crisi dell’Unione Europea. L’evento fa parte del programma «La Cultura è Capitale», organizzato dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Spagna e dalla Fondazione con il Sud, per celebrare Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Ingresso gratuito.
Donatella Di Cesare y Daniel Innerarity han analizado en sus ensayos la incertidumbre contemporánea y los grandes problemas filosóficos y políticos de la actualidad: el papel político de la filosofía, la inmigración y la actual crisis de la Unión Europea. El evento forma parte del programa «La Cultura è Capitale», organizado por la Oficina Cultural de la Embajada de España y la Fondazione con il Sud para celebrar Matera Capitale Europea della Cultura. Entrada libre.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Ristoranti Buon Ricordo: Nuova guida 2020

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 dicembre 2019

Nove nuovi ristoranti sono entrati nell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, la prima associazione di ristoratori nata in Italia. Sono quindi 103 i locali (di cui 10 all’estero fra Europa e Giappone) che fanno parte del sodalizio, fondato nel 1964 per salvaguardare e valorizzare le tante tradizioni e culture gastronomiche italiane, che allora correvano il rischio di perdersi sotto la spinta dell’omologazione del gusto e la moda della cosiddetta cucina internazionale, mentre la cucina tipica delle regioni era, come scrisse Vincenzo Bonassi, “sconosciuta o negletta”. A una felice e puntuale idea di Dino Villani, uomo di cultura e maestro di comunicazione (a cui si devono, fra l’altro, il primo concorso di Miss Italia, il Premio Suzzara ideato con Zavattini, l’idea di far diventare il 14 febbraio la Festa degli Innamorati), si associò un gruppo di ristoranti di qualità con l’obiettivo di ridare notorietà e prestigio alle tante espressioni locali della tradizione gastronomica italiana, a quell’epoca poco valorizzata. A caratterizzare ciascun ristorante, e a creare fra loro un trait d’union, è oggi come un tempo il piatto-simbolo dipinto a mano dagli artigiani della Ceramica Artistica Solimene di Vietri sul Mare su cui è effigiata la specialità del locale, che viene donato agli ospiti in memoria di una piacevole esperienza gastronomica da ricordare. Per conoscere da vicino i Ristoranti del Buon Ricordo e le loro specialità, si può consultare il sito http://www.buonricordo.com o sfogliare la Guida 2020 appena pubblicata, in distribuzione gratuita nei ristoranti associati e scaricabile dal sito.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La filosofia di Baba Bedi

Posted by fidest press agency su domenica, 8 dicembre 2019

Torino. Si chiude lunedì 9 dicembre, con inizio alle ore 17, la lunga programmazione di incontri organizzati nel 2019 dall’associazione Amici della cultura a Palazzo Cisterna, sede aulica di Città metropolitana di Torino (via Maria Vittoria 12).
Per l’occasione si abbandonano le tematiche storiche, molto apprezzate dall’affezionato pubblico dell’associazione, e ci si immerge in un affascinante viaggio: la filosofia di Baba Bedi.Ad intrattenere il pubblico sarà la professoressa Albania Tomassini con un incontro dal titolo “La filosofia di Baba Bedi. Un incontro armonico tra uomo e natura”.Albania Tomassini, si è laureata in pedagogia e specializzata in psicologia presso l’Università degli studi di Torino ed ha insegnato per molti anni. Dal 1976 ha seguito l’insegnamento di Baba Bedi fino al 1993. È autrice di tre libri sulla filosofia del Maestro, in cui racconta la sua esperienza come allieva, delineando gli aspetti teorici e le applicazioni pratiche, del sistema filosofico e terapeutico del Maestro. Si parlerà anche di simbologia: l’interpretazione dei sogni, la simbologia dei numeri, la terapia vibrazionale. Un’occasione insomma per conoscere i principi filosofici e l’intento educativo di Baba Bedi.
L’ingresso alla conferenza è libero e gratuito.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentato il libro di Emiliano Arrigo “Il coraggio tra le mani”

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 dicembre 2019

Storia degli invisibili che hanno sconfitto le Brigate Rosse”. Alla presentazione sono intervenuti il coautore ed ex operativo della Sezione Speciale Anticrimine Enzo Magrì, il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa, la senatrice Roberta Pinotti e l’ex generale dell’Arma dei carabinieri Mario Mori. A moderare il dibattito il direttore dell’Adnkronos Gian Marco Chiocci.”Questo libro – ha sottolineato Arrigo – è stato scritto per raccontare la storia delle Br vista dagli ‘invisibili’, gli uomini della sezione speciale anticrimine dell’Arma dei Carabinieri che si sono battuti in prima linea contro il terrorismo brigatista e le cui vicende non sono mai state narrate. Uomini che hanno pagato un altro tributo, se si pensa che fra le loro fila si contano negli anni di piombo 600 morti e 3mila feriti e i cui nomi sono sempre rimasti sconosciuti. Dei tanti libri scritti su fenomeno delle Brigate Rosse questo è il primo che racconta la loro storia”.Nel dibattito che ne è seguito i senatori Ignazio La Russa di Fratelli d’Italia e Roberta Pinotti del Pd hanno avuto scambi di opinioni sul clima di quegli anni. La Russa ha osservato che “da parte del Pci vi fu sicuramente una presa di distanza e la condanna del fenomeno brigatista, ma che tale deferenza non vi fu però allo stesso modo da parte di tutto il mondo della cultura della sinistra che per molto tempo considerò quello delle Br come l’ambiente dei ‘compagni che sbagliano’, senza che vi fosse una presa di posizione definitiva nei loro confronti”. Il generale Mario Mori ha rimarcato che “la lotta al terrorismo brigatista ha consentito quel salto di qualità da parte delle nostre forze dell’Ordine che le ha rese oggi le migliori in tutta Europa”, mentre il coautore Enzo Magrì, ufficiale di quei reparti dei Carabinieri rimasti ‘invisibili’, soprannominato ‘il Nero’, ha sottolineato che “quello che facemmo, lo facemmo con passione e dedizione al servizio, sempre nel rispetto della legalità per garantire la libertà di cittadini e istituzioni”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Grande Vecchio delle sardine

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 dicembre 2019

Piacenza Sabato 7 Dicembre alle ore 18 si inaugura presso lo Studio Baldini art gallery in via Scalabrini 122 la mostra “Sardine 2000” (7 dicembre 2019-8 febbraio 2020). Tutti sanno (più o meno) chi sono i grandi giovani che hanno promosso, secondo la vulgata mediatica, l’attuale movimento delle Sardine ma fino ad ora non si sapeva chi ne era o ne sarebbe il “Grande Vecchio”. L’attuale mostra “Sardine 2000“ oggi ci disvela che il grande vecchio altri non sarebbe che Lino Baldini storico gallerista piacentino (fondatore e gestore per anni della Galleria Placentia Arte che ha promosso molti giovani talenti).E’ lui infatti che in tempi non sospetti ha prodotto e realizzato nel 1995 la mostra “Mille e non più Mille” ad Arte Fiera di Bologna (Bologna, si badi bene, città dove è nato l’attuale movimento… tutto ritorna… tutto si tiene…) in cui l’artista Corrado Bonomi ha esposto 1000 scatolette di sardine semiaperte dal cui fondo occhieggiava il simpatico pesce (multicolore nella finzione creativa di ieri e di oggi).A conferma che l’opera d’arte ha spesso un carattere polisemico, cioè assume significati anche diversi soggettivamente nello sguardo del fruitore ed oggettivamente nel suo interagire con la realtà e con lo sviluppo temporale, questo lavoro che nel 1995 ci parlava della imminente soglia del nuovo secolo e delle speranze riposte in un radioso progresso che questa scadenza portava con sé (speranze in gran parte frustrate) e contemporaneamente delle paure di un futuro incognito (paure poi concretizzatesi anche più dell’immaginabile) oggi immergersi nella Wunderkammer allestita nello spazio di via Scalabrini si hanno sensazioni simili ed al tempo diverse.In un primo momento si è piacevolmente colpiti dal fatto di essere circondati-accolti nell’insieme di queste allegre creature che finalmente possono emergere dalla loro scatoletta-prigione che qualcuno ha aperto a metà. Ma contemporaneamente si è colti dal pensiero-incubo che quelle stesse scatolette possano presto rinchiudersi, anche su di noi.
Chi ha in mano le redini di quella Società Liquida magistralmente teorizzata da Zygmunt Bauman ha imparato che si possono tollerare (fino a che rimangono liquidi) anche movimenti di opposizioni agli interessi consolidati purché siano controllabili con l’uso manipolatorio degli strumenti mass media e social media e purché la chiave della scatoletta sia in mano a LORO e possano usarla quando lo ritengano necessario. Forse l’attuale mostra ci parla anche di questo: della speranza che noi fruitori-attori coltiviamo. University of Camberradi potere aprire completamente le scatolette esposte e della nostra paura che siano invece LORO ad avere il potere di richiuderle. (Professor Benjamin Walker)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La ragazza di Roma Nord è il titolo del nuovo romanzo di Federico Moccia

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2019

Edito da SEM, uscirà nelle librerie di tutta Italia dal 5 dicembre 2019. Federico Moccia e verrà presentato a Roma venerdì 6 dicembre alle ore 18,30 nella libreria Notebook Auditorium Parco della Musica Viale Pietro De Coubertin, 30.Con oltre dieci milioni di copie dei suoi libri, tradotti in quindici lingue e venduti in tutto il mondo, Federico Moccia è uno degli autori italiani di maggior successo. Affascinato dalle reazioni dei suoi lettori che trasformano i libri in veri oggetti di culto, Moccia cerca da tempo un modo per coinvolgerli più direttamente nella scrittura dei suoi romanzi. Il 25 luglio 2019 insieme alla casa editrice SEM ha lanciato un nuovo progetto molto innovativo, vero e proprio esperimento narrativo, denominato il Cantiere delle storie, nel quale ha chiesto ai suoi lettori di contribuire direttamente alla scrittura del suo nuovo romanzo. Attraverso il sito http://www.semlibri.com/cantieredellestorie ha dato loro le indicazioni per collaborare alla realizzazione dell’opera, proponendo un proprio testo creativo. Sono arrivati oltre 1000 contributi, fra racconti, poesie e testi dei lettori. Le otto storie vincitrici, scelte dallo stesso Moccia e dalla squadra di SEM, fanno parte di questo libro e i loro autori firmano insieme a Federico questo nuovo romanzo, contribuendo con un totale di 32 pagine sulle 350 dell’opera: Antonietta Cantiello, Fabio Castano, Federica Costabile, Loredana Costantini, Giacomo Carlo Lisi, Rebecca Puliti, Noemi Scagliarini, Michela Zanarella.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del romanzo Exitus di Salvatore Enrico Anselmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 dicembre 2019

Roma Venerdì 6 dicembre 2019 ore 17.00 Sede GBEditoriA Vicolo Savelli 9 presentazione del romanzo Exitus di Salvatore Enrico Anselmi (GBEditoriA).L’evento è organizzato nell’ambito delle iniziative a cura dell’Associazione RinascimentiAmo: un Futuro per il Passato.Interverranno Francesca Ceci archeologa, Musei Capitolini Roma e Daniela Gallavotti Cavallero, storica dell’arte, Istituto Nazionale di Studi Romani. Saranno presenti l’autore e l’editore. In Exitus la repentina svolta degli eventi, la via d’uscita, la virata che segna la vicenda dei protagonisti, costringe il lettore a seguire il tenace filo di continuità, ora sotteso, ora macroscopico e dirompente. I capitoli – La stagione agra, Bovary, Sebastien prima di Valmont – costituiscono una trilogia, raccontano tre storie autonome, tuttavia strettamente connesse le une alle altre dalla struttura di riferimento e dall’articolata architettura di sostegno. Questa si avvale di continui rimandi, di corrispondenze, di richiami. La narrazione diretta e contemporanea, secondo la contemporaneità cronologica del racconto, si mescola e si fonde con la narrazione indiretta, interna ed evocata quasi come se Exitus fosse un romanzo costruito come una storia di storie. La svolta felice o drammatica, la rinuncia alla vita, l’innamoramento, il rovello della creazione artistica, il voler conoscere se stessi e dare alla propria esistenza un assetto definitivo, dopo lungo vagabondare, sono alcuni dei temi centrali. Il ritmo serrato e, allo stesso tempo che rispecchia un atteggiamento introspettivo, attraversa un ampio lasso di tempo, dal Settecento, periodo nel quale si svolge il terzo e conclusivo capitolo, fino all’inizio del XXI secolo. La scansione diacronica, pertanto, è frazionata e volutamente discontinua. Lo stile persegue in forma costante l’intento della bella scrittura; è duttile, versatile, coniugato con l’intento di rispondere al contesto di civiltà al quale si riferisce. La svolta si compie attraverso virate repentine e inattese che coinvolgono il protagonisti.
Salvatore Enrico Anselmi è storico e critico d’arte, autore di monografie dedicate alla storia della pittura italiana in età moderna, alla committenze nobiliari, in particolar modo dei Farnese, alla diffusione del linguaggio gesuita e pozziano in Tuscia, alle vicende di committenza giubilare in età rinascimentale a Viterbo. Suoi contributi sono apparsi in atti di convegno e riviste specialistiche («Bollettino d’Arte», «Storia dell’arte», «Rivista dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’arte», «Studi Romani»). Alle attività di docenza e ricerca affianca la scrittura, con particolare dedizione per la narrativa d’introspezione. Alcuni dei suoi racconti e testi poetici sono pubblicati in «Rapsodia. A magazine of art and literature», e «Critica Impura. Letteratura. Filosofia, arte e critica globale». Cura inoltre la rubrica Marginalia – cascami d’arte e letteratura per «Yawp: giornale di letterature e filosofie». Pubblica racconti e poesie sul suo sito: enricoanselmivt.wixsite.com/mysite.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I doveri del giornalista. Etica professionale & servizio alla società”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 dicembre 2019

E’ il titolo del volume a cura di Antonino Piccione e Giovanni Tridente, edito da Amazon e in distribuzione in questi giorni, sia cartaceo che eBook.”Continuare a studiare con umiltà e operare con onestà e accuratezza per contribuire, da giornalisti, a costruire una società più rispettosa e più libera”, si legge nell’incipit della pubblicazione.Il testo raccoglie i frutti della Giornata I doveri del giornalista per una società migliore del 29 ottobre 2019, promossa dalla Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce e dall’Associazione ISCOM – Promozione della Comunicazione Istituzionale.Si tratta di una iniziativa di studio e di formazione professionale che ha voluto riflettere sul ruolo e la responsabilità dei giornalisti e degli operatori dell’informazione e della comunicazione, in una fase attraversata da vorticosi cambiamenti nella professione e segnata dalla polverizzazione dell’offerta editoriale e informativa.Tre le chiavi di lettura – sociologica, etica e giuridica – e indicazioni pratiche, con particolare riferimento all’ambito ecclesiale anche alla luce del Magistero di Papa Francesco e delle più recenti iniziative per un’informazione volta al bene comune e al rispetto della persona, tra cui la Carta di Assisi, primo manifesto internazionale contro i muri mediatici e l’uso delle parole come pietre.Vengono pubblicati i contributi dei Relatori, con il proposito di condividerli con chiunque abbia a cuore il ruolo e la funzione del giornalismo, chiamato oggi a riscoprire i propri fondamenti etici, deontologici e professionali per rintuzzare la crisi di credibilità oltre che economica che ne minaccia la stessa esistenza, e per restituire smalto, dignità e orgoglio a un “mestiere” essenziale per la realizzazione di una democrazia compiuta.Testi di Norberto González Giatano, Massimiliano Padula, Angel Rodríguez Luño, Anna Masera, Ruben Razzante, Assunta Corbo, Raffaele Buscemi, Paola Springhetti, Andrea Tornielli, Giovanni Tridente, Hans Zollner, Uriel Perugia, Enzo Fortunato. Antonino Piccione – Giovanni Tridente (eds.) I DOVERI DEL GIORNALISTA Etica professionale & servizio alla società pp. 172, Amazon 2019
ISBN: 978 1710821482 € 12,50.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro N0-RES, La Minoranza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 dicembre 2019

Roma 14 Dicembre Ora: 17.30 Luogo: Caffè Letterario Via: Ostiense 95 ospiterà la presentazione del libro N0-RES, La Minoranza dell’autrice Liliana B.V. Roses, edito dalla casa Editrice AltroMondo.Condurrà Gabriele Cantando Pascali, con la presenza del team N0-RES, Liliana Eritrei e Alexandra Busiri Vici e durante l’evento gli ospiti interverranno e leggeranno alcuni passi del libro.Nell’ambito della presentazione verrà ospitata una mostra delle opere fotografiche di Silvia Di Stefano e Olga Han Questa la sinossi dell’opera:In un futuro prossimo che prevede catastrofi ecologiche e decimazione dell’umanità a causa di fame ed epidemie, vivono i nostri protagonisti, adolescenti nati in un pianeta già malato gravemente, oppresso da una nube tossica e permanente, cresciuti con una maschera antivirus sulla bocca e la morte dappertutto.Con l’appoggio legale dell’OSEM – Organizzazione Sanitaria Emergenza Mondiale, e con quello privo di scrupoli di alcuni soci fondatori della Cittadella della Scienza, tra cui il geniale costruttori di bunker a cinque stelle Ingegner Sebastien senior, la Clinica, capeggiata dalla giovane genetista Katia Angelis, non si fermerà di fronte a nulla, neppure al blackout totale e alla pioggia acida che ancora devasta le macerie per trovare un vaccino, finché alla fine lo troveranno.Questi sono loro, i N0-RES, con la loro storia di una fuga e di una ricerca, e la sfida del diventare adulti, sempre più consapevoli, sempre più speciali, e sempre più soli.
Liliana Eritrei vive e lavora a Roma come autrice e sceneggiatrice (https://it.wikipedia.org/wiki/Liliana_Eritrei).Ha già pubblicato per Minerva Edizioni: “The Dancer; storia d’amore e di pugni in 12 round” da cui un film per Rai Uno “Il coraggio di vincere”.Alexandra Busiri Vici D’Arcevia, creative collaborator, video maker, e insieme a Liliana, con il nome d’arte di Lilian B.V. Roses, desiderano presentare questa storia.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro bianco “Dalla Medicina di genere alla Medicina di precisione”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 dicembre 2019

Il volume fa un quadro sull’evoluzione e l’applicazione della Medicina di Genere contemplando diversi ambiti – clinico, farmacologico, accademico, sanitario – ed è pubblicato nell’anno di emanazione del Piano nazionale per l’applicazione e diffusione della Medicina di genere, primo in Europa. L’evoluzione verso la medicina di precisione è fondamentale per garantire le migliori cure al singolo paziente e la sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale.L’approfondimento clinico conferma che le donne soffrono di depressione da 2 a 3 volte più degli uomini, ma meno di malattie cardiovascolari (3,5 vs 4,9%) che però rappresentano la loro prima causa di morte. Quanto ai tumori il loro sistema immunitario più reattivo le predispone a migliori outcome terapeutici. Una speciale attenzione è rivolta alla medicina del lavoro: con la riduzione del gap lavorativo, è importante considerare le differenze genere specifiche rispetto al rapporto ambiente di lavoro e salute. Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro riguardano maggiormente gli uomini (72,1 vs 27,9% e 67,1 vs 32,9% rispettivamente) anche se gli infortuni in itinere, durante il tragitto, coinvolgono più spesso il genere femminile (22,7 vs 10,4%).
La diversità tra uomo e donna si può riflettere in diverse condizioni di salute. Le donne, ad esempio, soffrono di depressione da 2 a 3 volte più degli uomini, non solo per fattori biologici, quali il ciclo ormonale e l’effetto degli estrogeni, ma anche sociali, come il multitasking femminile e il conseguente stress e la violenza di genere. Al contrario, le malattie cardiovascolari, considerate quasi esclusivamente appannaggio del sesso maschile, che in effetti ne è più colpito rispetto alle donne (4,9 vs 3,5%), rappresentano la prima causa di morte delle donne (48 vs 38% per gli uomini). Alla base, c’è innanzitutto un impatto maggiore di alcuni fattori di rischio, quali fumo e diabete che ne causa una prognosi peggiore. Seppur le donne fumino in media meno degli uomini (14,9 vs 24,8%), a loro basta fumare un terzo delle sigarette dell’uomo per avere lo stesso rischio cardiovascolare; inoltre, la donna con diabete ha un rischio cardiovascolare superiore del 44% rispetto all’uomo con pari compenso glicemico. Anche la maggior prevalenza femminile di malattie autoimmuni ed endocrine (da 2 a 50 volte più frequenti nelle donne), depressione e stress associato al nuovo ruolo sociale della donna concorrono al maggior impatto delle malattie cardiovascolari.Questi alcuni dei dati che emergono dal Libro bianco “Dalla Medicina di genere alla Medicina di precisione”, realizzato da Fondazione Onda grazie al supporto di Farmindustria, presentato oggi a Roma. “La Medicina di genere si basa sulle diverse caratteristiche biologiche, ma anche fattori ambientali, socio-relazionali, economici e culturali, che influenzano lo stato di salute, la diagnosi, la cura oltre che l’attitudine alla prevenzione di uomini e donne. La Medicina di genere non va intesa come una branca della Medicina, ma come un approccio da applicare a tutte le discipline mediche, tra le quali anche la Medicina del lavoro” afferma Francesca Merzagora, presidente Fondazione Onda.
Nel nostro Paese l’approccio della Medicina di genere è ormai consolidato. È presente, infatti, la rete italiana per la Medicina di genere, nata dall’alleanza del Centro Studi Nazionale su Salute e Medicina di genere con il Centro di Riferimento sulla Medicina di genere dell’Istituto Superiore di Sanità e il Gruppo Italiano Salute e Genere (GISeG), che promuove grazie al coinvolgimento di Società Scientifiche, Istituzioni, Medicina Generale e Collegi Professionali programmi attività informative e formative sulla Medicina di genere rendendo l’Italia uno dei Paesi con una maggiore sensibilità al tema. Un ulteriore elemento che pone il nostro Paese all’avanguardia in Europa, è l’adozione del Piano per l’applicazione e la diffusione della Medicina di genere, nato dall’impegno congiunto del Ministero della Salute e del Centro di riferimento per la Medicina di genere dell’Istituto Superiore di Sanità, con l’obiettivo di promuoverne la diffusione basandosi su 4 principi (approccio interdisciplinare, ricerca, formazione e aggiornamento professionale, informazione).
“La Medicina di precisione è nata e si sta sviluppando insieme al numero di informazioni genetiche e molecolari via via disponibili – dice Alessandra Carè, responsabile Centro di riferimento per la medicina di genere, Istituto Superiore di Sanità. L’identificazione di molecole che, quando deregolate, possono predisporre e/o causare l’insorgenza di una patologia, rappresenta infatti uno step indispensabile per sviluppare farmaci in grado di colpire in modo specifico ed efficiente le proteine bersaglio, con maggiore efficacia, minori effetti avversi e, di conseguenza, una riduzione dei costi. Da non trascurare per un approccio terapeutico veramente ‘su misura’, sono le possibili differenze di sesso e genere presenti in molte malattie. Sebbene siano già stati ottenuti risultati importanti, in particolare in oncologia, la strada da percorrere per individuare la terapia giusta per ciascun paziente sarà ancora lunga e richiederà un grande impegno da parte di tutti noi”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario: Machiavelli, oggi

Posted by fidest press agency su martedì, 3 dicembre 2019

Firenze 13-14 dicembre 2019 Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento Palazzo Strozzi. L’evento è promosso dall’INSR (www.insr.it), in collaborazione con la Scuola Normale Superiore (www.sns.it). La figura e le opere di Niccolò Machiavelli continuano ad attirare l’attenzione della comunità scientifica internazionale: nonostante la copiosa messe di studi a lui dedicati, Machiavelli resta infatti un “problema aperto”. Avvalendosi del contributo dei massimi esperti di Machiavelli, il seminario Machiavelli, si propone di mettere a fuoco i termini delle più recenti discussioni sul pensiero e l’opera del Segretario fiorentino, e di capire cosa Machiavelli abbia oggi da dirci sulla politica moderna e sul futuro dell’Europa.
I lavori si apriranno venerdì 13 dicembre, alle ore 9:30, con un’introduzione del presidente dell’Istituto, il prof. Michele Ciliberto (Scuola Normale Superiore); si chiuderanno, nel tardo pomeriggio di sabato 14 dicembre, con un intervento del prof. Roberto Esposito (Scuola Normale Superiore).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Aurelio Regina festeggia il titolo di Cavaliere del Lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 30 novembre 2019

Una sede prestigiosa, quella di Palazzo Braschi con gli scenografici affacci su piazza Navona illuminata. Un ospite d’onore: il genio di Canova e il contesto che lo scultore trovò nella Roma del 1779. E poi i tanti invitati, un parterre di ospiti prestigiosi dell’economia, del giornalismo e dell’impresa. Così Aurelio Regina, azionista e vice presidente di Manifatture Sigaro Toscano, ha festeggiato ieri sera il recentissimo titolo di Cavaliere del Lavoro. La serata è cominciata con un giro esclusivo tra le oltre 170 opere di Canova e degli artisti a lui contemporanei, esposte in uno spettacolare gioco di luci e ombre, di movenze eleganti e apparizioni di mitiche divinità. La serata si è poi conclusa al terzo piano del museo dove una cena privata ha accolto i tanti amici di Regina.Tra i presenti, tra gli altri, il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il Presidente dell’ABI Antonio Patuelli, alcuni banchieri tra cui Giampietro Nattino, presidente di FINNAT.
Si sono visti anche Gianni Letta, Paolo Astaldi e la moglie Marina, Ugo Brachetti Peretti, Valter Mainetti, Franco Bernabè e Franco Bassanini accompagnato dalla moglie, l’ex Vicepresidente del Senato Linda Lanzillotta. Nel parterre anche tanti manager come gli Amministratori Delegati di Ferrovie, Gianfranco Battisti; di Snam, Marco Alverà; di Italgas Paolo Gallo; di Acea, Stefano Donnarumma; di Trenitalia e di RFI, Orazio Iacono e Maurizio Gentile e ancora, l’ex ministro Piero Gnudi, il Presidente di Philip Morris Italia, Eugenio Sidoli, l’ex ad di Ferrovie e Leonardo Mauro Moretti.Ricca la pattuglia delle Istituzioni a cominciare dal Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli e il Direttore Generale del DIS, Gennaro Vecchione e il Vice Comandante Generale della Guardia di Finanza, Edoardo Valente. E molto ampia anche la partecipazione del mondo diplomatico, tra gli altri, l’Ambasciatrice dell’India, Reenat Sandhu e il Viceambasciatore USA, Thomas D. Smitham.Per il brindisi e la mostra sono arrivati anche il Presidente dell’Istituto Commercio Estero, Carlo Ferro e della SACE, Beniamino Quintieri, i Consiglieri della Presidenza della Repubblica Emanuela D’Alessandro, Giovanni Grasso e Simone Guerrini e per la Corte dei Conti il Presidente Angelo Buscema. Inoltre, i Capi di Gabinetto del MISE e del MEF, Vito Cozzoli e Luigi Carbone.
Tanti gli amici stretti, a cominciare dal Presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’AD di Medusa Giampaolo Letta, lo showman Renzo Arbore e il Presidente dell’APT, Giancarlo Leone.Presenti anche molti parlamentari, dal Questore del Senato, Francesco Giro, alla Capogruppo Maria Elena Boschi, al Sottosegretario ai Beni Culturali Lorenza Bonaccorsi. Inoltre, gli Onorevoli Andrea Ruggieri, Emilio Carelli, Maurizio Gasparri. Infine, in rappresentanza del mondo giornalistico, tantissimi ospiti, a cominciare da Michele Renzulli caporedattore del Tg1, il Direttore di Avvenire Marco Tarquinio, Myrta Merlino (La7) accompagnata da Marco Tardelli, Annalisa Bruchi e tanti altri. Saluto e brindisi finale con Vittorio Sgarbi.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A New York nasce l’Italian Academic Center

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

È stato inaugurato a New York City l’Italian Academic Center, un nuovo spazio nel cuore del campus della Cornell Tech che ospiterà progetti di innovazione e iniziative di formazione e ricerca promossi da tre tra i più conosciuti e prestigiosi atenei italiani: Sapienza Università di Roma, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e Università degli Studi di Napoli Federico II. L’Italian Academic Center è stato aperto ufficialmente dai rettori Francesco Ubertini (Università di Bologna), Eugenio Gaudio (Sapienza Università di Roma) e Gaetano Manfredi (Università degli Studi di Napoli Federico II) insieme al Dean di Cornell Tech Greg Morrisett.
Il nuovo spazio è ospitato all’interno del Tata Innovation Center, struttura disegnata e costruita secondo principi e tecnologie sostenibili che fa parte del campus della Cornell Tech, la “Silicon Valley verticale” sulla Roosvelt Island nata dalla collaborazione tra Cornell University di New York (USA) e Technion – Israel Institute of Technology di Haifa (Israele).Sviluppo di startup innovative e iniziative imprenditoriali legate alla ricerca accademica, oltre che nuove attività formative congiunte saranno le azioni che animeranno il centro. Il ricco ecosistema accademico americano e i sistemi industriali coinvolti permetteranno ai tre atenei italiani di dare vita a nuove modalità di collaborazione, stimolando la nascita di progetti multidisciplinari e promuovendo partenariati pubblici e privati, anche grazie alla collaborazione con le comunità locali, con un’attenzione particolare per innovazione e sostenibilità.
L’impulso per arrivare a questo traguardo è arrivato dal Centro Interuniversitario di Formazione Internazionale H2CU – Honers Center for Italian Universities, associazione che da tempo contribuisce alla collaborazione accademica tra Italia e Stati Uniti organizzando a New York una serie di summer school che coinvolgono atenei italiani e statunitensi.
L’Italian Academic Center è il passo successivo di questo percorso: un’opportunità senza precedenti per la comunità accademica italiana, che permetterà di divulgare e promuovere le attività, le idee e le proposte degli atenei coinvolti, aprendosi allo stesso tempo al ricco contesto accademico, sociale e industriale degli Stati Uniti.La Sapienza arricchisce la sua presenza nel panorama statunitense, dove è presente da circa 10 anni con il College Italia, e rafforza ulteriormente la sua dimensione internazionale, anche grazie ai 48 corsi di studio erogati in lingua inglese. Al V piano del Tata Innovation Center, l’area di 250 mq costituisce ora per studenti, ricercatori e docenti un ulteriore trampolino di lancio per progetti a vocazione informatica e ingegneristica, a partire dalla robotica e dall’intelligenza artificiale, un campo nel quale l’Ateneo capitolino offre un percorso di studio in inglese a partire dal 2009; dalla cyber science alla ingegneria meccanica, e in particolare all’automazione e alla gestione della produzione industriale che rappresentano una eccellenza tutta italiana.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bando XIX edizione Premio InediTO – Colline di Torino 2020

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

Il Premio InediTO – Colline di Torino compie diciannove anni e la nuova edizione sarà graficamente ispirata alla questione ambientale e all’emergenza climatica che hanno sensibilizzato le nuove generazioni, accogliendo per la prima volta le opere per l’infanzia. Il concorso letterario, punto di riferimento in Italia tra quelli dedicati alle opere inedite (il cui bando consultabile sul sito http://www.premioinedito.it scadrà il 31 gennaio 2020), ha l’obiettivo di premiare autori più o meno affermati ed esordienti, di ogni età e nazionalità, accompagnandoli nel mondo dell’editoria e dello spettacolo. Ed è l’unico nel suo genere a rivolgersi a tutte le forme di scrittura (poesia, narrativa, saggistica, teatro, cinema e musica), in lingua italiana e a tema libero. Grazie al montepremi di 7.000 euro i vincitori delle sezioni Poesia, Narrativa-Romanzo, Narrativa-Racconto e Saggistica ricevono un contributo destinato alla pubblicazione e/o alla promozione con editori qualificati, mentre i vincitori delle sezioni Testo Teatrale, Cinematografico e Canzone un contributo per la messa in scena, lo sviluppo della produzione, la diffusione radiofonica e sul web. Inoltre, vengono assegnate menzioni agli autori promettenti, segnalazioni e i premi speciali “InediTO Young”, “Borgate Dal Vivo”, “Alexander Langer”, “Giovanni Arpino”, “European Land” e “InediTO RitrovaTO”. Con InediTO gli autori premiati non vengono abbandonati al loro destino: attraverso il premio si partecipa a rassegne, festival, fiere e si può ambire a vincere altri concorsi, come testimoniato dai tanti autori lanciati in queste edizioni.Il concorso talent scout, organizzato dall’associazione culturale Il Camaleonte di Chieri (TO) e diretto dallo scrittore e cantante jazz Valerio Vigliaturo, ha coinvolto in questi anni migliaia di iscritti da tutta Italia e dall’estero (Usa, Europa, Australia, Asia), a conferma anche della dimensione internazionale acquisita. Il prestigio è caratterizzato dalla qualità delle opere premiate, dal riscontro dei media e dalle personalità che hanno formato il Comitato d’Onore e che hanno ricoperto il ruolo di presidenti e di giurati (tra i quali Paola Mastrocola, Umberto Piersanti, Luca Bianchini, Andrea Bajani, Aurelio Picca, Davide Ferrario, Paolo Di Paolo, Davide Rondoni, Cristiano Godano e Morgan). La Giuria, caratterizzata sempre di più dalla presenza femminile, sarà presieduta anche per questa edizione dalla scrittrice Margherita Oggero e formata da: Maurizio Cucchi, Maria Grazia Calandrone, Enrica Tesio, Raffaele Riba, Marco Lupo, Gaia Rayneri, Michela Marzano, Leonardo Caffo, Tindaro Granata, Emiliano Bronzino, Lisa Nur Sultan, Fabio Natale, Dario Salvatori, Teresa De Sio, nonché dai vincitori della passata edizione. La presentazione dei finalisti e delle ultime opere pubblicate attraverso il concorso si terrà nuovamente a maggio all’Arena Piemonte del Salone del Libro di Torino, e sarà seguita dalla premiazione che si svolgerà a fine maggio attraverso la consegna dei premi e un reading dedicato alle opere dei vincitori, con il coinvolgimento di ospiti illustri (tra i quali hanno partecipato alle scorse edizioni Giorgio Conte, Franco Branciaroli, Eugenio Finardi, David Riondino, Francesco Baccini, Alessandro Haber, Laura Curino, Gipo Farassino, Arturo Brachetti, David Riondino, Red Ronnie e Lella Costa).Il premio è inserito da diverse edizioni nella manifestazione Il Maggio dei libri promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e ottiene il contributo della Regione Piemonte, del Consiglio regionale del Piemonte e delle città di Chieri e Moncalieri, il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, delle città di Torino, Rivoli, Chivasso, e da questa edizione dell’ANCI Piemonte, il sostegno della Camera di commercio di Torino, la sponsorizzazione di Amiat Gruppo Iren e Aurora Penne. I partner sono il Premio Lunezia, il Festival di Poesia “Parole Spalancate” di Genova, il M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, il Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, Film Commission Torino Piemonte, il Festival di Letteratura “I luoghi delle parole” di Chivasso (TO), il Festival “Borgate dal Vivo”, l’Officina della Scrittura di Torino, l’agenzia L’Altoparlante, l’associazione Tedacà, l’UJCE (Unione Giornalisti e Comunicatori Europei), il concorso Incipit Offresi, nonché da questa edizione la casa di produzione Indyca, l’associazione Piemonte Movie, l’Etnabook Festival di Catania, il Festival delle Colline Torinesi e il Festival della Cultura Mediterranea di Imperia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Post-War and Contemporary Art, Amsterdam

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

Elvira Jansen, Head of Sale, Christie’s Amsterdam: “The autumn season of Post-War and Contemporary Art continued in Amsterdam on 25 and 26 November with a total of €8,355,625, selling 85% by lot and 86% by value. The auctions were highlighted by works with exceptional provenance from the Matthys-Colle Collection, which achieved a running total of €892,000 as well as ‘Art for Future: Selected Works from the UniCredit Group’, which was 100% sold and to date has totalled €1,841,400. Raoul De Keyser’s Kalklijn (Chalk Line), from the Matthys-Colle Collection, set a world auction record for the artist (€237,500) while Kiki Kogelnik’s Superserpent, from the ‘Art for Future: Selected Works from the UniCredit Group’ sold for €162,500, more than eight times its high estimate of €20,000, also achieving a world auction record for the artist. Coinciding with Amsterdam Art Weekend, the global collecting community was evident in the participation with registered bidders from 43 countries across 6 continents. The sale was led by Günther Uecker’s Untitled and Karel Appel’s Sortilège which both achieved €346,000 with further notable results for Marlene Dumas’s The Edge (€237,500) and five additional artist records.”The Matthys-Colle Collection Total to Date: €892,000 / £766,982 / $984,805.Art for Future: Selected Works from the UniCredit Group Total to Date: €1,841,400 / £1,583,319 / $2,032,98 ahead of further works being offered in 2019 and 2020.
The proceeds will be primarily used to support the further roll-out of the group’s Social Impact Banking, which has since its launch successfully disbursed more than €100 million in support of social and micro companies and entrepreneurs in Italy. The proceeds will also be used to support other relevant initiatives including those focused on young and emerging artists. In addition, UniCredit will look to replace the masterpieces sold with works of young and emerging artists.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si presenta a Marsala il saggio «Irredimibile Sicilia?»

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 novembre 2019

Marsala venerdì 29 novembre 2019 (Ore 18.00) presso Palazzo Fici a cura dell’«Associazione EmisFero del Vento», presentazione del volume «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale» di Fabrizio Fonte (Presidente Centro Studi Dino Grammatico). Porteranno i saluti Gaspare Stabile (Presidente EmisFero del Vento) e Pierluigi Spanò (V.Presidente EmisFero del Vento). Modererà l’incontro il giornalista Daniele Ienna. «La Sicilia ed il suo Statuto sono al centro del volume di Fabrizio Fonte, che prosegue instancabilmente le presentazioni in giro per l’Isola. L’analisi prende spunto fin dalle origini dell’autonomismo cosiddetto “riparazionista”, con l’esperienza delle prime legislature (ovvero la stagione più positiva, a detta di molti, dell’Istituto regionale) degli anni Cinquanta. La Sicilia veniva, addirittura, rappresentata come un modello a cui far riferimento. Il nazionalismo basco, ad esempio, vedeva nell’Autonomia siciliana perfino un modello virtuoso ed un esempio di autogoverno di successo. In quegli anni, infatti, l’Isola viveva una fase di grandi trasformazioni economiche e sociali, che attraverso una narrazione efficientista, anche grazie ai tanti documentari prodotti, consentiva di guardare con ottimismo al superamento dell’annosa «questione siciliana». Ed è paradossale che nonostante quei primi timidi risultati, in termini di miglioramento delle condizioni economiche e sociali, la Sicilia rimarrà, e purtroppo rimane, un’area arretrata. La gravissima crisi, infatti, che attanaglia, oggi più che mai, l’economia regionale, le difficoltà economiche dei Comuni, la desertificazione imprenditoriale, il crescente divario Nord-Sud e le tendenze demografiche (invecchiamento, deflusso di capitale umano e spopolamento a causa dell’emigrazione intellettuale e giovanile) hanno raggiunto, se non s’invertirà, quanto prima, il senso di marcia, punti di non ritorno. Nel 2060, infatti, l’Isola avrà (dati Fondazione Curella-Svimez) una riduzione del 25% della popolazione, del 30% del Pil e l’età media dei suoi abitanti sfiorerà i sessant’anni. Un’amara prospettiva chiaramente figlia di politiche miopi e clientelari, che hanno portato la Sicilia a divenire l’area più povera del Paese. Tuttavia non tutto è perduto ed una Sicilia che inizi seriamente a guardare, con nuovi assetti sociali, culturali ed economici, al bacino mediterraneo potrebbe ancora vincere, come avanguardia del vecchio continente europeo, la sfida del prossimo futuro».
Fabrizio Fonte, giornalista, è laureato in «Scienze della Comunicazione». È autore di diversi saggi e di numerosi articoli di natura politica, economica e culturale per diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione di «Craxi, le riforme e la governabilità (1976 – 1993)»

Posted by fidest press agency su martedì, 26 novembre 2019

Milano sabato 30 novembre alle ore 11 Circolo Edmondo De Amicis di Milano, in via De Amicis 17 presentazione di «Craxi, le riforme e la governabilità (1976 – 1993)». Il libro è un’antologia di scritti e discorsi di Craxi opportunamente inquadrati attraverso un saggio introduttivo di ampio respiro e in puntuali contestualizzazioni individuali. Costituisce la terza uscita della Piccola Biblioteca del Riformismo socialista, iniziativa editoriale promossa dalla Fondazione Filippo Turati. Intervengono Carlo Tognoli, Ugo Finetti e Maurizio Punzo, oltre a Nicola Cariglia (presidente Fondazione Turati Onlus) e ai due autori, Edoardo Tabasso e Zeffiro Ciuffoletti. Presiede il dibattito Mario Artali, presidente del Circolo E. De Amicis. Questa Antologia di scritti e discorsi di Bettino Craxi offre un’accurata analisi dei cambiamenti sociali e culturali che dopo il ’68 trovarono nel leader socialista uno degli interpreti più coerenti.Craxi cercò di superare il sistema consociativo che costituiva oramai un ostacolo al ricambio politico e un peso crescente per le finanze pubbliche.Tutto questo in un contesto internazionale di progressivo sfaldamento degli equilibri della Guerra Fredda e l’ emergere delle tensioni degli “ani di piombo” in un Paese cerniera come l’Italia.Il disegno riformista di Craxi trovò un ostacolo insormontabile nel PCI e anche nell’aggregare le forze dei partiti laici, andando incontro alla crisi del sistema politico al momento del crollo del Muro di Berlino. Crisi culminata con l’esplosione di Tangentopoli che travolse il sistema dei partiti di governo e il PSI che ne era uno dei pilastri.Da quegli anni cominciarono anche il declino della politica, dell’economia e delle istituzioni repubblicane.”La storicizzazione di Mani Pulite non sarà facile – scrive lo storico Zeffiro Ciuffoletti nel saggio introduttivo all’Antologia – Il peso del giustizialismo è ancora più forte che mai. Per questo bisognerà ripensare la figura e il ruolo di Bettino Craxi con la serietà e l’obiettività che merita….Il terrore all’italiana non fu molto diverso da quello francese del 1789, se non nella grandezza della Rivoluzione che il crescendo giacobino del 1793 stravolse in Dittatura dei Virtuosi. Il paragone con il 1793 può sembrare una forzatura”, prosegue Ciuffoletti. Anche se “sulla scena italiana – precisa – gli ingredienti del terrore c’erano tutti: le folle fanatizzate, le piazze che applauduvano ad ogni arresto, persino i procuratori-persecutori e l’uso smisurato e intimidatorio della carcerazione preventiva.”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cina: Le Radici Profonde di Fernando Fidanza e Luca Fidanza

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 novembre 2019

Roma sabato 14 dicembre 2019 alle 19.30 presso Bibliothè, via Celsa 5 presentazione del libro “Cina: Le Radici Profonde” (edizioni Gattomerlino 2019), il racconto di un paese incredibile attraverso poesie musicate e illustrazioni fotografiche degli incontri che gli autori hanno fatto lungo il cammino. Il rispetto per gli anziani in Cina ha radici profonde. Uno dei cardini nella filosofia confuciana è quello della pietà filiale, il “孝经”(Xiao Jing). Muovendo dall’importanza che ancora oggi ha questo sentimento fondamentale della società cinese, il libro vuole essere un omaggio alle persone che sono state al centro di quegli incontri.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »