Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for the ‘Spazio aperto/open space’ Category

open space

Si fa sempre più intenso e concreto il lavoro di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Avviene, tra l’altro, sul territorio cittadino di Capaccio-Paestum. Dalle Elezioni Politiche del marzo 2018 e fino alle ultime consultazioni che hanno riguardato il rinnovo del Parlamento Europeo e del Consiglio Comunale, il partito di Giorgia Meloni in città ha guadagnato ulteriori consensi.
Alle Politiche del 2018 il consenso si era attestato al 4,89% fino a raggiungere, dopo poco più di un anno, l’8,6% alle Europee e il 9,36% alle Amministrative.
Il dato comunale ha confermato la lista di Fratelli d’Italia come la più votata tra le liste della coalizione di centrodestra, a riprova dell’ottima attività di riorganizzazione a livello territoriale avviata un anno e mezzo fa, e consolidatasi lo scorso aprile con l’inaugurazione della sede locale di Fratelli d’Italia, Capaccio-Paestum.Tale risultato evidenzia come il partito di Capaccio-Paestum sia un presidio di fondamentale rilevanza in un momento di forte crescita.«A nome del Partito intendo ringraziare tutti i candidati, i dirigenti, i simpatizzanti e gli elettori di Capaccio-Paestum che hanno condiviso il nostro progetto contribuendo all’ottimo risultato di Fratelli d’Italia in città. Ad Angelo Quaglia, consigliere eletto di FdI, gli auguri di un proficuo lavoro in consiglio comunale – ha dichiarato Imma Vietri, Commissario Cittadino di Fratelli d’Italia a Capaccio-Paestum e Portavoce Provinciale del Partito di Giorgia Meloni –. Partiamo da questi risultati per portare avanti un progetto di ulteriore crescita. Lavoriamo ora a un’opposizione sana e costruttiva nell’interesse dei cittadini e del territorio».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Addio a Franco Zeffirelli: regista della bellezza, grande artista e libero pensatore

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Zeffirelli sfidó l’egemonia culturale della sinistra e del politicamente corretto, da posizioni liberali e solidamente anticomuniste, insegnando proprio alla sinistra intellettuale come fare cinema, teatro e lirica.Fu un uomo non dedito ai compromessi. Mancherá al panorama culturale italiano e internazionale.” È quanto dichiara Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia capogruppo in commissione Cultura.
E di lui scrive Giorgia Melone su Twitter: “Addio a Franco Zeffirelli, artista visionario e genio italiano. Con lui perdiamo uno straordinario regista che ha reso grande il cinema italiano. Continueremo ad emozionarci e a ricordarlo attraverso i suoi film. Grazie maestro”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CSM, Meloni: Dopo tangentopoli è il turno di “togopoli”

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

“Sempre più desolante il quadro che emerge dall’indagine sul CSM tra scambi di poltrone e legami poco trasparenti con la politica. Dopo Tangentopoli, ora è il turno di ‘togopoli’. Gli italiani non meritano tutto questo ma una giustizia credibile e autorevole, nella quale siano premiati i magistrati che svolgono con serietà e dedizione il proprio lavoro, non quelli che fanno politica. Bisogna partire da una seria riforma del CSM, che restituisca a questo organo la dignità che merita. La posizione di Fratelli d’Italia è chiara: fuori la politica dalla magistratura, basta con le correnti politiche e i giochi di palazzo tra magistrati”. Lo scrive il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“In politica estera questo è un governo con troppi padroni e nessuna linea”

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

“Sul Venezuela abbiamo fatto una figuraccia mondiale, stando a favore del dittatore comunista Maduro e negando solidarietà a decine di migliaia di venezuelani di origine italiana perseguitati dal regime. In Libia abbiamo sbagliato interlocutore consegnando alla Francia un ruolo decisivo nella gestione della crisi e mettendo a repentaglio i pozzi gestiti da Eni. In Medio Oriente confusione totale. D’altra parte se, come i 5 Stelle, non si ha un’identità ben definita non si possono che fare danni”.Lo dice in una intervista ad Affari Italiani il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.
“Più vicina a Putin o Trump? Non faccio la tifosa di altri leader stranieri – spiega il presidente di FdI – Ho sostenuto Putin nella sua azione militare in Siria che è stata decisiva per distruggere l’Isis ma non ho esitato a schierarmi dalla parte del popolo venezuelano mentre i russi sostengono Maduro. Allo stesso modo mi piace Trump con la sua idea di patriottismo anche economico e per la sua politica di shock fiscale che vorremmo importare anche da noi ma abbiamo dubbi sulle sanzioni all’Iran e alla Russia, che danneggiano le nostre imprese. Entrambi mettono al centro delle loro politiche l’identità e l’orgoglio nazionale e per questo sono odiati dai sacerdoti del politicamente corretto. Via della Seta? Il governo italiano è stato troppo ingenuo e subalterno ai cinesi: chi controlla le reti oggi controlla tutto e non possiamo correre il rischio di lasciarle in mano a uno Stato in cui capitalismo aggressivo e comunismo si sono fusi in un mix micidiale. Siamo l’Italia, dobbiamo ambire ad essere rispettati da tutti e sudditi di nessuno”, continua Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vittorio Sgarbi ricorda Franco Zeffirelli

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

“Con Zeffirelli non muore un grande regista (e probabilmente i critici faticheranno a trovargli il posto giusto) ma un artista che ha interpretato il suo compito d’illustratore e narratore al centro e con l’orgoglio della grande tradizione italiana, felice di esserne epigono piuttosto che velleitario innovatore. Il suo peso nel cinema e nel teatro è esattamente come quello di un pittore eluso ed evitato, per quanto popolarissimo, come Pietro Annigoni.Entrambi hanno pagato di essere bravi, mentre le avanguardie ideologiche distruggevano le forme e la memoria della tradizione. Zeffirelli è stato il custode della storia e dell’arte italiana, preferendosi epigono che dissacratore.Ha preferito essere l’ultimo dei classici piuttosto che l’ultimo degli avanguardisti.Ha raccontato, semplicemente: come Giorgio Bassani, come Vasco Pratolini, come Tomasi di Lampedusa. Oggi senza di lui la storia è orfana, senza tutela”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Controllo biologico per la lotta alla cimice asiatica

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Approvata in Senato la risoluzione che impegna il Governo a dare la massima priorità alle misure legislative per valutare le potenzialità di Controllo biologico ed effettuare una corretta Valutazione dei rischi ambientali per l’introduzione della Vespa samurai (Trissolcus japonicus), allo scopo di contrastare il flagello della esotica Cimice asiatica, che tanti danni sta provocando all’agricoltura italiana.La Vespa samurai è un importante antagonista naturale della Cimice nella sua area di origine. Infatti, negli ecosistemi in cui è presente, la Vespa depone le sue uova in quelle della Cimice, contenendone in tal modo le popolazioni, senza ricorrere ad agenti chimici nocivi come pesticidi ed insetticidi. Il nome comune con cui è indicato l’antagonista naturale “Samurai Wasp” non deve preoccupare, in quanto questo minuscolo Insetto utile, poco più grande di 1 mm, non ha nulla a che vedere con le comuni e temute vere Vespe.Il CREA, il più importante ente di ricerca in Italia sull’agroalimentare, su richiesta del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, è impegnato con il suo Centro di Ricerca Difesa e Certificazione proprio per lo sviluppo di un programma di Lotta Biologica Classica contro la Cimice asiatica, per testare le potenzialità e fare una valutazione di impatto ambientale sull’uso di antagonisti naturali.
Le Istituzioni hanno compreso e sostenuto la posizione della ricerca di cui il CREA è capofila, in collaborazione con il Servizio Fitosanitario Centrale del MIPAAFT e questo permetterà a breve di completare le ricerche, non solo con riferimento alle indagini sull’efficacia della Vespa samurai, ma anche, come giustamente richiesto da più parti, di terminare una corretta Valutazione di Impatto Ambientale, basata sugli Standard Internazionali definiti dalla FAO e dalla European and Mediterranean Plant Protection Organization, per gli aspetti connessi alla tutela della biodiversità negli interventi di Lotta Biologica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontri letterari al San Domenico a cura di Marco Rizzo

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Trapani Chiostro Ovest Complesso Monumentale di San Domenico Piazzetta San Domenico. Ogni incontro si terrà a parire dalle ore 19,00.
Anche per il 2019 il Chiostro di San Domenico a Trapani ospita InChiostro d’Autore, la rassegna letteraria organizzata dall’Ente Luglio Musicale Trapanese con il patrocinio del Comune di Trapani e curata dal giornalista e scrittore Marco Rizzo. Ancora una volta verranno esplorate, insieme a richiestissimi intellettuali, tematiche di grande attualità attraverso opere letterarie variegate e di qualità, come il tema dei confini, le migrazioni di oggi e di ieri, le inquietudini e il conforto della famiglia, ma anche l’eredità della famiglia Florio e il glorioso passato di italiani illustri come Joe Petrosino.Quest’anno, per venire incontro alle tante richieste di lettori e appassionati, la rassegna inizierà già a luglio. Sabato 6 luglio apre InChiostro d’Autore 2019 lo storico Carlo Greppi, autore di saggi accessibili e amatissimi che per anni si è dedicato a ricostruire la Storia d’Italia. Il suo ultimo libro, L’età dei muri, offre un punto di vista inedito rispetto al “Secolo Breve”, indagando sul concetto di muro e confine attraverso le storie di quattro uomini illustri. Venerdì 19 luglio, non a caso anniversario della strage di via D’Amelio dove perse la vita Paolo Borsellino, il giornalista e scrittore palermitano Salvo Toscano ci racconta la vita di un grande poliziotto, colui che sfidò la mafia americana, in Joe Petrosino – Il mistero del cadavere nel barile, un romanzo documentato e appassionante. Sabato 27 luglio è la volta di Francesca Mannocchi, una delle giornaliste più apprezzate e premiate degli ultimi anni, già firma di L’Espresso, La7 e di numerose testate internazionali. Dopo numerosi viaggi in Libia per documentare l’instabilità del paese e il traffico di migranti, Mannocchi ha scritto un romanzo potente: Io Khaled vendo uomini e sono innocente. Giovedì 1 agosto Trapani ospita uno degli autori italiani più seguiti e apprezzati degli ultimi anni: Lorenzo Marone presenta Tutto sarà perfetto. Ennesimo successo annunciato, il romanzo segue il quarantenne immaturo Andrea sui passi della sua infanzia a Procida. Ancora una volta è la famiglia al centro del racconto in Addio Fantasmi di Nadia Terranova, libro candidato al Premio Strega e presentato giovedì 9 agosto. Forse l’autrice più amata del momento in Italia, Terranova racconta di Ida, cresciuta tra Messina e Roma nel ricordo di un padre sparito nel nulla. Chiude la rassegna il successo letterario degli ultimi mesi, I leoni di Sicilia – La saga dei Florio, straordinario romanzo scritto da un’autrice di origine trapanese, Stefania Auci, e incentrato sulla precisa e avvincente cronaca della famiglia Florio. La saga dei Florio è un caso editoriale già opzionato per numerose edizioni estere e per diventare una serie televisiva.Ogni incontro si svolgerà a partire dalle 19:00 presso il Chiostro Ovest del Complesso Monumentale di San Domenico, nella Piazzetta San Domenico a Trapani. L’ingresso è libero.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Panel sull’impiego delle armi non letali

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Roma Lunedì 17 giugno 2019 ore 19.00 Palazzo Guglielmi – Piazza Ss. Apostoli 73
Come colmare il gap tra l’impiego delle armi tradizionali (letali) e il mancato ricorso alle armi (intimazioni verbali, lotta a mani nude), ovvero quello che sta tra “shooting” (sparare) e “shouting” (gridare)? Cosa si intende per arma non letale? Quali sono le prospettive del futuro della pubblica sicurezza e quale la percezione di queste nuove tecnologie in Italia e all’estero? Questi gli argomenti che affronteremo nel corso del panel volto ad esaminare il dibattito relativo all’impiego delle armi non letali. Con il contributo di Rick Smith, autore del libro “The End of Killing” e CEO e fondatore di Axon, la multinazionale statunitense produttrice di TASER – il dispositivo elettrico ideato per la salvaguardia della vita degli agenti e dei cittadini – discuteremo sulla prospettiva del superamento dell’utilizzo delle armi da fuoco nell’ambito della sicurezza pubblica. Ne discutono: Massimo Annati, Chairman del Simposio europeo delle armi non letali Giuseppe Di Piazza, Giornalista
Domenico Giani, Comandante del Corpo della Gendarmeria dello Stato della Città del Vaticano
Stefano Paoloni, Segretario Generale SAP (Sindacato Autonomo Polizia)
Rick Smith, CEO e Founder di Axon.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aeroporti: potenziamento Fiumicino senza raddoppio

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

“Grande soddisfazione di Fratelli d’Italia per quanto emerso oggi nel corso di un incontro organizzato da Sky Tg24 sul sistema aeroportuale italiano. Il gruppo Atlantia, presente l’amministratore delegato Giovanni Castellucci, ha dichiarato di voler potenziare l’Aeroporto di Fiumicino all’interno dell’attuale sedime aeroportuale e non più con il raddoppio di ‘Fiumicino nord’, esattamente come richiesto da Fratelli d’Italia attraverso l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Senato della Repubblica a maggio del 2018. Molto bene anche le parole del nuovo presidente di Enac che ha affermato di condividere la posizione di FdI nel reputare necessaria la realizzazione del terzo aeroporto del Lazio. Finalmente si esce da una fase di opacità e di scelte incomprensibile e si ragiona su un razionale sistema aeroportuale italiano”. Lo dichiarano i senatori di Fratelli d’Italia, Daniela Santanche, componente della Commissione Industria e Giovanbattista Fazzolari, responsabile del programma di FdI

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I “Forzati della sanità a pagamento”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 giugno 2019

“Nel 2019, quasi 1 italiano su 2 (il 44% della popolazione), a prescindere dal proprio reddito, si è “Rassegnato” a pagare personalmente di tasca propria per ottenere una prestazione sanitaria senza neanche provare a prenotarla attraverso il SSN. E’ chiaro che cosi non si può continuare, i dati parlano chiaro – spiega Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RBM Assicurazione Salute, commentando i risultati del IX Rapporto RBM-CENSIS, una delle più grandi indagini mai condotta sulla sanità italiana, realizzata su un campione nazionale di 10.000 cittadini maggiorenni, presentata a Roma in occasione del “Welfare Day 2019.
Nella vita vissuta degli italiani la spesa sanitaria di tasca propria è una integrazione necessaria del Servizio Sanitario Nazionale: ”Ognuno di noi – prosegue Vecchietti – ha sperimentato senza dubbio la necessità di “surfare” tra pubblico e privato per completare, in tempi certi, un iter clinico o diagnostico, prescritto dal proprio medico. I dati parlano chiaro: considerando le visite specialistiche, su 100 tentativi di prenotazione nel Servizio Sanitario di visite ginecologiche sono 51,7 quelli che transitano nella sanità a pagamento, 45,7 le visite oculistiche, 38,2 quelle dermatologiche e 37,5 le visite ortopediche; tra gli accertamenti diagnostici, su 100 tentativi di prenotazione nel Servizio sanitario, transitano nel privato 30,1 ecografie, 27,4 elettrocardiogrammi, 26,3 risonanze magnetiche e 25,7 RX”.
Sono pagate di tasca propria nella quasi totalità dei casi, il 92%, delle cure odontoiatriche (che si caratterizzano anche per il costo medio più elevato, 575 euro). Nell’ambito dei beni sanitari di assoluta evidenza, i farmaci rappresentano la seconda voce di spesa pagata direttamente dai cittadini in termini di costo medio (380 euro) e la prima in termini di frequenza (38%), costi medi oltre i 220 euro per lenti e occhiali e di 185 per protesi e presidi, ma con frequenza decisamente più contenute (rispettivamente 18% e 9%). Più alto il presidio pubblico sugli esami diagnostici, che comunque vengono pagati privatamente nel 23% dei casi, e sulle prestazioni ospedaliere, dove comunque i cittadini sostengono direttamente i costi dell’acquisto in quasi il 10% dei casi. La necessità di ricorrere a prestiti e credito al consumo per finanziare le proprie cure passa dal 10,54% al 27, 14%”. Inoltre:”Per le visite specialistiche infatti, solo a titolo di esempio si hanno circa: 128 giorni medi di attesa per una visita endocrinologica, 114 per una visita diabetologica, 65 per una visita oncologica, 58 per una visita neurologica, 57 per quella gastroenterologica, 56 per una visita oculistica, 54 per una visita pneumologica, 49 giorni per una visita di chirurgia vascolare e 49 giorni per una visita cardiologica. È evidente che a fronte di queste lungaggini molti cittadini (il 44% degli intervistati) si rivolgono direttamente al privato anche per le cure che rientrano nei Livelli Essenziali di Assistenza del Servizio Sanitario Nazionale. L’evidenza è nei numeri: tra il 2013 ed il 2018 a fronte di una crescita del + 9,9% della Spesa sanitaria privata la Spesa sanitaria “intermediata” dalla Sanità Integrativa è cresciuta del + 0,5%. Appare evidente che nel lungo periodo solo un cambio di passo potrà consentire di risolvere il difficile rebus della sanità italiana: la soluzione è la prevenzione sanitaria intesa come una azione di lungo periodo in grado di prevenire l’insorgere delle patologie o almeno individuarle in fase iniziale, prima che diventino gravi o irreversibili, con relativa moltiplicazione dei costi sanitari. Oggi di prevenzione sanitaria si parla molto e si pratica troppo poco: la sfida è far entrare nella cultura sociale la priorità della prevenzione, dagli stili di vita al ricorso alle tante forme di screening”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Iniziativa per la riapertura del Consolato italiano di Newark

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 giugno 2019

“Sono molti i connazionali che vivono in New Jersey che chiedono la riapertura del Consolato italiano di Newark: una questione per la quale mi sono molto battuta in Parlamento sin dalla scorsa Legislatura.Questa settimana sono tornata di nuovo ad incalzare il Governo presentando un’altra interrogazione in cui chiedo risposte certe sulla riapertura di Newark, visto che il numero degli iscritti AIRE aumenta: per la precisione gli italiani residenti in New Jersey sono aumentati del 10% dal momento della chiusura del Consolato.Sarebbe proprio un controsenso non riaprire il Consolato visto l’aumento della presenza di italiani sul posto e la necessità di alleggerire la mole di lavoro che grava sul Consolato Generale d’Italia a New York. Pertanto, chiedo che il Governo si pronunci il prima possibile fissando una data ben precisa della riapertura del Consolato italiano a Newark, venendo incontro alle esigenze della comunità italiana del posto.” Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Nissoli Fitzgerald, eletta nella Circoscrizione estero – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ necessario porre un freno al fenomeno dell’evasione assicurativa RCA

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 giugno 2019

Il fenomeno favorito anche dalla diffusione delle assicurazioni false, soprattutto attraverso internet, ha raggiunto oggi livelli allarmanti” così il senatore di Fratelli d’Italia Andrea de Bertoldi membro della commissione permanente Finanze e Tesoro, presentando un’interrogazione sul tema al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli. “Sembra ormai appurato infatti, che il processo di dematerializzazione del contrassegno RC auto, (legge 24 marzo 2012, n.27) che consente di evitare l’obbligatorietà di esposizione del cosiddetto “tagliando assicurativo”, abbia rappresentato -come previsto dal sindacato nazionale agenti di assicurazione (SNA)- un’ ulteriore difficoltà da affrontare e un nuovo stimolo alla diffusione dell’evasione assicurativa invece che risolvere il problema dei veicoli circolanti sprovvisti di assicurazione obbligatoria, penalizzando anche il mercato del settore”.
“Anche il M.I.S.E. rispondendo alla mia interrogazione del 6 giugno scorso si prefiggeva di adottare immediatamente misure efficaci per far cessare tali pratiche abusive. Ritengo opportuno pertanto, introdurre un espresso divieto alla vendita online delle polizze assicurative in generale, reintroducendo anche l’obbligo di esposizione del tagliando cartaceo dell’assicurazione RCA, integrato da un apposito codice anti contraffazione (codice a barre o Q-R code)”.
“Mi auguro che il ministro Toninelli condivida tali criticità e preveda un intervento legislativo finalizzato alla reintroduzione dell’obbligo di esposizione del documento cartaceo e del possesso del certificato di assicurazione, anche per garantire un più efficace controllo da parte delle forze dell’ordine ” conclude il senatore de Bertoldi.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando il silenzio è d’oro!

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 giugno 2019

Ivrea giugno 2019: un tabaccaio, già vessato da numerosi furti, sventa l’ennesimo colpo ai suoi danni, spara e uccide uno dei ladri.
In tempi celerissimi le agenzie di stampa battono la notizia, trattandosi di uno dei primi casi in cui dovrebbe essere applicata la nuova legge sulla legittimità della difesa,, proposta e voluta dall’attuale ministro degli interni, vice-presidente del consiglio, capo indiscusso della Lega, Matteo Salvini.In concomitanza alla notizia diffusa dalle agenzie arriva l’autorevole messaggio di solidarietà che lo stesso Salvini esprime nei confronti del tabaccaio sparatore.
Salvini non ha imparato a tacere, specialmente quando parla in nome e per conto del popolo italiano, che subisce le stravaganze del ministro degli interni.Subito interrogato dalle forze dell’ordine, il tabaccaio ha dichiarato di avere sparato durante una colluttazione, temendo per la sua vita, e, quindi, legittimato dalla legge Salvini ad abbattare il ladro.Si perfeziona, così, un reato contro il patrimonio e non contro la persona, in quanto il ladro stava cercando di scappare, offrendo le spalle al tiro a bersaglio dello sparatore.
Gli esami predisposti dal magistrato di turno, però, smentiscono le dichiarazioni dello sparatore; secondo gli esami dei tecnici il colpo fatale sarebbe stato sparato , secondo la traiettoria esaminata dagli inquirenti, dall’alto verso il basso e non ad altezza d’uomo nel corso di una colluttazione. Inoltre lo sparo avrebbe colpito alle spalle, entrando all’altezza della scapola sinistra e fuoriuscendo dopo avere perforato, in maniera devastante, l’apparato cardiaco.Interrogato dal magistrato di turno, il tabaccaio si è avvalso per due volte della facoltà di non rispondere. Non entriamo nel merito della interpretazione della nuova legge proposta e voluta da Salvini circa la legittimità della difesa, in quanto una legge costituzionale già prevede la difesa legittima, che non deve potersi assimilare alla “giustizia fai da te”. La nuova legge di Salvini differisce da quella costituzionale per un “sempre” che identifica l’azione difensiva. Quel “sempre” si presterà, inoltre, alle interessate interpretazioni di azzeccagarbugli delle aule dei tribunali penali.C’è da augurarsi che la magistratura si rivolga alla Corte Costituzionale per correggere tale legge e per evitare gli eccessi che trasformerebbero le strade d’Italia in un “far west ” texano. (by Rosario Amico Roxas)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La Corte d’Appello ribadisce i limiti nella realizzazione delle rassegne stampa

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

“Esprimo soddisfazione per la sentenza della Corte d’appello di Roma sulle rassegne stampa che ribadisce i principi stabiliti dalla Cassazione già nel 2006 e conferma che le uniche rassegne stampa a poter essere realizzate – nel rispetto dei limiti imposti dalla legge sul diritto d’autore – sono solo quelle con articoli per i quali l’editore non si è riservato la riproduzione”. Così il Presidente della FIEG, Andrea Riffeser Monti, commenta la sentenza della Corte di appello di Roma pubblicata ieri, a conclusione del secondo grado di giudizio che vede contrapposti gli editori di giornali a due agenzie di rassegne stampa. “La riaffermazione di tale principio consentirà di proseguire verso una più efficace tutela del diritto d’autore – conclude Riffeser Monti – e verso forme di cooperazione tra titolari di diritti sui contenuti editoriali e operatori che riproducono ed elaborano i contenuti altrui protetti da tali diritti.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Panasonic Solar ed Enel X insieme per portare nelle case degli italiani efficienza energetica e risparmio

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

Panasonic Solar, la divisione dell’azienda nipponica dedicata allo sviluppo di pannelli solari ad alta efficienza, ed Enel X, la business line globale del Gruppo Enel dedicato alle soluzioni digitali e prodotti innovativi, hanno stretto una partnership per la commercializzazione di soluzioni di generazione domestica e aziendale da fonti rinnovabili ad alta efficienza e a un prezzo accessibile. Le due aziende propongono offerte per chi desidera contribuire autonomamente al proprio fabbisogno energetico attraverso l’installazione di impianti solari a basso impatto ambientale per le abitazioni o attività industriali. La partnership prevede nello specifico l’offerta di pannelli fotovoltaici Panasonic ad alta efficienza da parte di Enel X con pacchetti studiati in base alla necessità dei clienti, fino a un massimo di 19 moduli, che comprendono l’installazione, la garanzia per 25 anni, e le prime 449 installazioni, un’ulteriore assicurazione di 10 anni per eventi naturali e guasti alla macchina. “Questa partnership è un passo importante per Panasonic, perché ci permetterà di far conoscere maggiormente i nostri pannelli in un mercato estremamente sensibile come quello italiano, grazie a una rete di vendita così sviluppata e dalla grande competenza – ha commentato Mr. Shigeki Komatsu, General Manager Panasonic Eco Solutions Europe – ed è una opportunità importante per noi che ENEL abbia scelto la nostra offerta tecnologica, accordandoci così fiducia e presentandoci a tutti i suoi utenti come azienda di riferimento nel comparto del fotovoltaico.” “Questo accordo dimostra l’impegno continuo di Enel X per lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo dell’efficienza energetica – ha dichiarato Andrea Scognamiglio, responsabile global e-home di Enel X – Grazie al lavoro con Panasonic siamo in grado di offrire ai nostri clienti servizi tecnologicamente avanzati che permettono di consumare energia in modo intelligente riducendo allo stesso tempo l’impatto ambientale” La partnership tra le due aziende prevede inoltre un programma di formazione della forza vendite di Enel X per garantire ai clienti il supporto tecnico nelle diverse fasi dell’installazione dei pannelli solari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ridisegnare la collocazione dei sampietrini di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

Roma. E’ un provvedimento di buon senso di cui più volte si era discusso nel recente passato. Nuove esigenze di mobilità e tangibili variazioni nei flussi di traffico hanno reso necessario un ripensamento di quello che viene giustamente considerato un elemento urbano altamente identificativo della città. Il passo in più potrebbe essere quello di portare in periferia una parte consistente del materiale che verrà dismesso, sia come importante segnale di attenzione a zone di Roma troppo spesso lasciate ai margini sia per creare una sorta di ponte ideale tra il centro storico e i quartieri più esterni, compresi quelli che si sviluppano intorno al Grande Raccordo Anulare». Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, urbanista e direttore scientifico del Centro Studi Sogeea.
«Ciascun Municipio di Roma potrebbe lanciare progetti, concorsi di idee e confronti con i cittadini per proporre al Campidoglio la collocazione più idonea e suggestiva per i sampietrini dismessi. Sarebbe anche l’occasione per promuovere iniziative tese a individuare nuove aree pedonali all’interno dei singoli quartieri, così da innescare piccole ma significative rivoluzioni culturali in termini di mobilità, rispetto per l’ambiente e modi di vivere il proprio ambito di prossimità». (Giorgio Giuliani)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: “Via Nazionale è una strada monumentale e storica vincolata

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

I sampietrini in porfido rosso sono unici al mondo e ci furono regalati dall’Egitto come omaggio, su cui esiste un vincolo della Soprintendenza. All’epoca l’assessore Fabrizio Ghera dimostrò che si poteva restaurare mantenendola in manutenzione continua, cosa che avvenne fino a quando governammo noi. È vero: li togliemmo da San Gregorio per la pericolosità dovuta ai bus e alle loro perdite che li rendevano pericolosi. Abbiamo più volte dimostrato che un metro quadrato di sampietrini messi ad opera d’arte e manotenuti correttamente sul lungo periodo sono più economici dell’asfalto. Spostarli costa sicuramente di più che un piano di corretta manutenzione.”E’ quanto dichiara Federico Mollicone, deputato FDI per il Lazio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La retorica ambientalista

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

di Vincenzo Olita Riflettiamoci, al mondo è difficile individuare qualcuno che non si preoccupi per la salvaguardia del Pianeta, del suo ambiente naturale, della potabilità dell’acqua, dell’inquinamento, del consumo del territorio, del cambiamento climatico, insomma, lo spirito francescano sembra aver pervaso e coinvolto l’umanità tutta, d’altronde basta andare sul sito del Ministero dell’ambiente per rendersi conto che sono 77 le Associazioni di protezione ambientale riconosciute. Sommando anche enti, club, fondazioni, associazioni, tutte diramazioni di comuni, province e regioni, preposti alla medesima salvaguardia, il risultato è davvero corposo in termini di cittadini militanti e, ancor più, in termini di risorse economiche necessarie ad un vero e proprio esercito di volontari (?).Purtroppo le condizioni del pianeta, così amato ma contemporaneamente così tradito, non corrispondono alle aspettative, povero Francesco (quello originale) forse si augurava che la sua predicazione avesse maggior fortuna. Certo, se in occasione di ingorghi chilometrici sulle nostre autostrade in pochi avvertono il bisogno di spegnere il motore, se tanti apprensivi genitori in attesa dei pargoli in uscita dagli istituti scolastici, nell’indifferenza di vigili urbani, non avvertono la necessità di mostrare una buona pratica, se a milioni di automobilisti fermi ai semafori nessuno richiede il fermo dei motori qualcosa non torna nella strategia ambientalista. Ma, attenti, non tutto è perduto, con il fenomeno Greta Tintin Eleonora Ernman Thunberg, la Giovanna d’Arco della riscossa ambientalista, definito l’inconsapevole ruolo politico della pulzella svedese, il futuro ambientale del pianeta, affidato anche alla diserzione di massa del venerdì scolastico, incontrerà migliori auspici. Anche la Presidente del Senato, la forzista Elisabetta Alberti Casellati, ricevendola in Senato, con un artificioso ed ovvio discorso ha affidato a Greta le aspettative sul futuro del pianeta. Eppure ad un’autorità come la Casellati basterebbe poco per concretizzare un piccolo, ma significativo, gesto ambientalista. Circumnavighi il palazzo del Senato e gli altri innumerevoli adiacenti edifici di sua competenza e chieda alle decine di autisti di macchine di politici, furgoni e macchine civili delle forze di polizia di spegnere i motori, ininterrottamente in funzione per usufruire del caldo in inverno e del fresco in estate. In accordo con il Presidente della Repubblica avrebbe anche potuto chiedere, in occasione della sfilata militare del 2 giugno, di eliminare il passaggio delle Frecce tricolori, formidabili sperpero di danaro: circa 100mila € il costo per un’ora di volo dei nove vettori. La Rai si sarebbe risparmiata l’ilarità di chi, appena ascoltato il commento sull’impegno ambientalista di alcuni reparti militari, ha visto sfrecciare le frecce con il loro enorme carico d’inquinamento acustico ed ambientale. Ancora un suggerimento, la Rai, che si fregia dell’appellativo di servizio pubblico, d’intesa con l’esercito ambientalista mandi in onda efficaci spot su un più coretto utilizzo delle automobili; non risolveremo il problema ambientale del pianeta, avremo abbassato solo il livello fastidiosamente retorico della nostra dirigenza politica e non. (fonte: http://www.societalibera.org)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Monitoraggio e diagnostica strutturale applicata ai ponti

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

Torino. Ingegneri progettisti e ingegneri incaricati della direzione dei lavori, esperti di infrastrutture stradali e ferroviarie e amministratori locali a confronto sul monitoraggio e la diagnostica strutturale applicata ai ponti: è accaduto oggi nell’Aula Magna del Politecnico di Torino, che ha ospitato un convegno su di un tema molto sentito dall’opinione pubblica: la sicurezza delle infrastrutture stradali e le garanzie che un adeguato monitoraggio di tali infrastrutture può offrire all’utenza e agli Enti proprietari delle strade. L’iniziativa del Politecnico, del Centro Interdipartimentale per la Sicurezza di Infrastrutture e Costruzioni SISCON e dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Torino era patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino, che ha partecipato con un saluto istituzionale affidato al Consigliere delegato ai lavori pubblici e infrastrutture, Antonino Iaria. “Il nostro Ente di area vasta non è certamente all’anno zero in tema di monitoraggio dei ponti. – ha sottolineato il Consigliere Iaria – Un centinaio dei mille ponti che sono presenti negli oltre 3.000 Km della rete stradale di nostra competenza ha unaluce superiore ai 90 metri. (con il temine “luce” nelle costruzioni civili si identifica la dimensione maggiore degli elementi strutturali portanti orizzontali, o leggermente inclinati – Nd.R.) Stiamo investendo risorse nella progettazione di nuove opere e nella diagnosi visiva e strumentale delle infrastrutture esistenti, utilizzando anche nuove tecnologie come i droni. Investiamo sulla professionalità dei nostri tecnici, con corsi di formazione e momenti di approfondimento. Con il Politecnico abbiamo in corso di attuazione un protocollo d’intesa per la valutazione statica e sismica di manufatti realizzati alcuni decenni orsono, come il cavalcavia di corso Grosseto a Torino”.
La giornata di studio e approfondimento tecnico è stata organizzata per porre a confronto le esperienze americane e italiane in tema di procedimenti operativi per il controllo e la diagnostica delle opere d’arte. La riflessione si è soffermata su come si è operato sinora e su come procedere in futuro, riqualificando e valorizzando le competenze tecniche di diversi soggetti professionali e istituzionali e facendole dialogare sempre più tra di loro.È un tema che interessa soprattutto le pubbliche amministrazioni che realizzano e gestiscono opere infrastrutturali e hanno la responsabilità della qualità della progettazione ed esecuzione dei lavori, del monitoraggio, della manutenzione delle opere esistenti e del loro miglioramento dal punto di vista statico e sismico. Nel convegno si è parlato di una prevenzione da attuare in fasi successive e della modulazione degli interventi in base alla disponibilità di risorse.Come ha sottolineato il professor Francesco Bellino, docente al Politecnico di Torino, un corretto monitoraggio può allungare la vita tecnica delle strutture, perché la manutenzione ordinaria non è sufficiente a rallentare il degrado delle infrastrutture. Occorre investire nella formazione e nell’aggiornamento dei tecnici, perché non basta posizionare sensori sui ponti: occorre sapere dove e come usarli e come elaborare ed interpretare i dati raccolti. L’ingegner Bruno Ifrigerio, coordinatore della Commissione strutture dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Torino, ha ricordato a sua volta che il Ministero delle Infrastrutture ha dato vita ad un gruppo di lavoro che elaborerà linee guida per il monitoraggio dei ponti. L’elaborazione di procedure standard non potrà però escludere una certa discrezionalità, affidata alla sensibilità dei tecnici.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti dalla Libia e blocco navale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 giugno 2019

“Il blocco navale rappresenta un’opzione non più rinviabile anche perchè è la stessa Europa che lo vuole. Il Consiglio Europeo del giugno 2017 si concluse con l’ipotesi di attuare un blocco navale nelle acque libiche per fermare i flussi migratori sulla rotta del Mediterraneo centrale. L’Italia, allora, non colse questa opportunità e ad oggi il governo Lega-M5S, che si dipinge sovranista, fa molto meno rispetto alla cancelliera Merkel, visto che all’inizio di questo mese il Parlamento tedesco ha approvato il “Migration-paket”. Un provvedimento che prevede la detenzione per un massimo di 18 mesi in centri sorvegliati di chi entra illegalmente in uno Stato membro, per qualsiasi motivo lo faccia, anche se richiedente asilo, e l’immediata espulsione di chi non ha diritto ad essere accolto”. A dirlo il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, vicepresidente del Copasir nel corso del convegno organizzato da Lettera22 “La guerra civile in Libia, il blocco navale e la difesa dei confini di fronte al pericolo di una ripresa degli sbarchi”.
“In questo senso il decreto Sicurezza bis è stata un’occasione persa visto che su questo non c’è alcun riferimento. Fratelli d’Italia già in occasione del primo decreto criticò il limite dei 180 giorni per trattenere i migranti come un periodo insufficiente. Questo provvedimento poteva essere l’occasione per fare di più e creare quei Centri di sorveglianza che già esistono in Germania e che sono fondamentali per organizzare i rimpatri con i voli charter. Fratelli d’Italia ribadisce, perciò, la sua posizione: chi entra illegalmente va considerato clandestino fino a prova contraria, e va trattenuto come accade in Germania fino a 18 mesi, per avere il tempo necessario per valutare l’ipotesi di riconoscere al migrante lo status di rifugiato, oppure di rimpatriarlo” conclude il senatore Urso.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »