Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Next week in the committee on foreign interference

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2020

Brussels Wednesday, 2 December 2020, 9:00-12:00 and Brussels Thursday, 3 December 2020, 13:45-15:45 Both meetings are held with physical and remote participation (Members are able to view and listen to the proceedings, ask for the floor and intervene in the meeting, and vote).Following Thursday’s meeting, at 16:00 the chair of the committee, Raphaël Glucksmann (S&D, FR) holds a press conference. Venue: Anna Politkovskaya press room, SPAAK 0A50. The press conference will be accessible remotely. On political funding by legal or illegal entities and straw donors from third countries, with freelance journalist Stefano Vergine, Falter chief reporter Nina Horaczek, openDemocracy investigations editor Peter Geoghegan, and Josh Rudolph of the Alliance for Securing Democracy. (Wednesday) With Commission Vice-Presidents Věra Jourová, in charge of Values and Transparency, presenting the European Democracy Action Plan unveiled the previous day, and Margaritis Schinas, discussing, among others, the EU’s response to foreign interference through the EU Security Strategy and ways to make European societies more resilient to hybrid threats. (Thursday) Next meeting on 11 January 2021.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Covid-19 e le ricadute su donne e bambini

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2020

Mentre la pandemia da coronavirus si prolunga, un mix letale di isolamento, povertà crescente e ristrettezze economiche sta scatenando una nuova ondata di violenze nei confronti di donne e bambine rifugiate, sfollate e apolidi, ha avvertito oggi l’UNHCR, Agenzia ONU per i Rifugiati. Il Global Protection Cluster guidato dall’UNHCR, una rete di agenzie ONU e ONG che assicura protezione alle persone colpite dalle crisi umanitarie, ha registrato un incremento dei casi di violenza di genere in almeno 27 Paesi. In almeno 20 Paesi sono stati riferiti casi di vendita o scambio di prestazioni sessuali come risposta per la sopravvivenza economica.Nel Camerun nord-occidentale e sud-occidentale, dove la situazione sul piano della sicurezza continua a essere instabile, una sconcertante percentuale del 26 per cento di casi di violenza di genere registrati dall’inizio della pandemia riguarda minori. Nella Repubblica Centrafricana, dove un quarto della popolazione è sfollato, si registra un caso di violenza di genere ogni ora, una stima basata sui dati raccolti dal sistema di allerta umanitario, che copre il 42 per cento del Paese.I casi di violenza di genere che riguardano rifugiati e migranti venezuelani in Colombia sono cresciuti del 40 per cento nel corso dei primi tre trimestri dell’anno, rispetto a quelli registrati nello stesso periodo nel 2019. Le chiamate ai numeri di assistenza per le vittime di violenza domestica, inoltre, hanno registrato un aumento del 153 per cento in Colombia e del 56 per cento in Zimbabwe.A Cox’s Bazar, in Bangladesh, il 42 per cento di rifugiati rohingya di entrambi i sessi intervistati nell’ambito di un’attività di valutazione umanitaria ha dichiarato che la sicurezza di donne e bambine è esposta a rischi maggiori ‘all’interno delle mura domestiche’ da quando è scoppiata la crisi da COVID-19. I rifugiati consultati hanno descritto come vi sia un incremento, in particolare, di casi di violenza nei rapporti di coppia, derivanti dalle tensioni causate dalle misure di isolamento, dalle restrizioni al movimento e dalle difficoltà finanziarie. L’UNHCR, inoltre, esprime apprensione in merito all’aumento dei rischi di matrimoni precoci o forzati quali meccanismi di risposta a cui fanno ricorso le famiglie sfollate sopraffatte da pressioni socioeconomiche. Numerosi Paesi teatro di conflitti o esodi fanno già registrare alcuni tra i tassi più elevati al mondo in relazione a tali casi. Rilanciando il tema di quest’anno delle Nazioni Unite per i 16 Giorni di Attivismo dedicati alla promozione di attività volte a finanziare, rispondere, prevenire e raccogliere dati per porre fine alla violenza di genere, l’UNHCR esorta i donatori ad assicurare sostegno per preservare e rafforzare i servizi essenziali di prevenzione e risposta.I servizi di risposta alla violenza di genere, tra cui sostegno psicosociale, servizi sanitari specializzati e case rifugio, costituiscono misure salvavita e devono essere considerati essenziali durante i periodi di isolamento imposti dal COVID-19.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I contagi nelle carceri italiane sono nuovamente in aumento”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2020

Secondo gli ultimi dati rilasciati poche ore fa dal DAP sono 758 i detenuti e 936 gli operatori risultati positivi al COVID19. Numeri che aumentano in mondo esponenziale, basti pensare che solo venerdì 638 detenuti e 885 operatori avevano contratto la malattia. Questi numeri meritano un’attenzione immediata affinché le carceri italiane non diventino un luogo collettivo di contagio”. E’ il commento di Luigi Iorio coordinatore della segreteria nazionale del Psi. “Secondo quanto riportato dalla UILPA (sindacato di polizia penitenziaria della UIL) – continua il dirigente socialista – a differenza di quanto accaduto a marzo, l’amministrazione penitenziaria si sta adoperando per fornire dispositivi di protezione individuale in numero adeguato e ha diramato importanti direttive per prevenire e isolare il contagio; tuttavia non basta per azzerare il rischio di un contagio totale della popolazione penitenziaria. Servono risposte immediate e strutturarli da parte del Governo nazionale in merito al sistema carcere. Come sempre affermato dai socialisti in questi mesi occorre: diminuire sensibilmente il numero dei detenuti per reati meno gravi, assunzioni seppur temporanee di agenti penitenziari e rafforzamento dei servizi sanitari in carcere (assunzioni di medici e aumento di terapie intensive). Il pianeta carcere costituito da detenuti, volontari, agenti penitenziari e dipendenti non può essere lasciato al suo destino” – conclude Iorio.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chiudere temporaneamente le scuole nelle zone rosse

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2020

L’analisi di Tuttoscuola. “Non siamo epidemiologi. Non disponiamo dei dati analitici esaminati dagli esperti del Cts e dal Ministero dell’istruzione. Però dopo un mese e mezzo dall’inizio delle lezioni una cosa sembra chiara, ed è confermata da tante testimonianze dirette dalle scuole: se è verosimile che il virus non si diffonde particolarmente all’interno delle aule scolastiche (anche se non si può escludere, come dimostrano recenti studi sulla propagazione tramite aerosol negli ambienti chiusi), le scuole sono comunque pesantemente toccate dalla circolazione del virus. Direttamente o indirettamente. Docenti, personale ATA, studenti, genitori. L’ambito scolastico rappresentava al 30 ottobre il 3,8% di tutti i contagi, secondo il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. Dati in rapida crescita, purtroppo, e dati medi nazionali: ci sono zone dove la percentuale è molto più alta. Un articolo del corriere.it approfondisce il tema citando diversi studi e fonti. La tenuta del sistema di prevenzione e gestione delle emergenze è a rischio. E poi le assenze forzate del personale, che si vanno ad aggiungere ai vuoti di organico che ancora sussistono in molte scuole, le assenze degli studenti in quarantena o in isolamento fiduciario. Ogni giorno insomma è un bollettino di guerra al quale dover fare fronte e che sta mettendo a dura prova la resistenza dell’organizzazione scolastica, in particolare dove ci sono i picchi di contagi. Secondo una ricerca condotta dal matematico Alberto Gandolfi, della New York University di Abu Dhabi, e pubblicata sulla rivista Physica D: Nonlinear Phenomena, “non vi sono al momento le condizioni di sicurezza sufficienti per mantenere le scuole aperte in tutto il Paese, nemmeno in modalità mista”. In base al modello matematico messo a punto dallo studioso “purtroppo la situazione al 20 ottobre 2020 è completamente compromessa. La prevalenza dei casi attivi di circa 2.5 per mille abitanti indica che l’insegnamento in presenza non è sostenibile, ma non lo è neppure una soluzione mista” osserva Gandolfi sul sito della rivista Madd Maths! diretta dal matematico Roberto Natalini, del Cnr. Intanto si stima che tra 20 giorni si raggiungerà il 40% di occupazione dei posti letto negli ospedali da parte di malati Covid. Che fare? Prima di tutto bisogna distinguere gli interventi tra aree ad alto e basso contagio: le soluzioni non possono essere indifferenziate. Per le “zone rosse”, c’è bisogno di un “reset” per tentare una frenata alla corsa del virus e per consentire di riprendere in mano il tracciamento dei contagi. Insomma la scuola in quelle aree potrebbe fare l’ennesimo sacrificio, quello di una chiusura forzata per un breve periodo, incluse scuole dell’infanzia e primo ciclo: ma ciò ha senso solo se questo periodo venga utilizzato per recuperare il filo delle tre “T”: trasporti, tamponi e tracciamento. Un intervento concertato per fare quello che non si è fatto nei mesi estivi, mentre le scuole tra mille difficoltà si organizzavano per il distanziamento: rafforzare il sistema dei trasporti con soluzioni radicali, come l’utilizzo di pullman privati, car sharing, mezzi NCC, taxi (tutti operatori privati che per inciso sono sono in piena crisi: hanno necessità di essere ristorati, ma piuttosto che con contributi a fondo perduto potrebbero essere ingaggiati per rafforzare il sistema di trasporto legato alla mobilità per le scuole), etc; e poi ricorso a tamponi rapidi a tappeto; far funzionare gli ATS, incrementandone il personale o adeguandone l’operatività. Sta avvenendo questo in Campania e in Puglia, dove la chiusura delle scuole è già stata disposta? Se non lo si sta facendo, sarebbe come tamponare un’emorragia senza somministrare coagulanti. Come intervenire su un’emergenza senza una valutazione sistemica. Che si arrivi dunque pure alla dolorosa, temporanea chiusura delle scuole nelle aree più critiche per dare tempo agli altri ecosistemi che interagiscono con esse – in buona parte indirizzati dalle Regioni – di recuperare il tempo perduto. Se, e solo se, si sistemassero queste falle che stanno mettendo a rischio il sistema di protezione organizzato dal sistema scolastico, potrebbe avere senso e prospettiva un breve stop delle lezioni a scuola, per il tempo minore possibile a sistemare le tre “T” (due settimane?). Per scongiurare una altrimenti inevitabile chiusura più lunga e drammatica.”

Posted in scuola/school, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cisco delinea le 4 tendenze della cybersecurity nella nuova normalità

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 ottobre 2020

Ecco le 4 tendenze principali della cybersecurity per i mesi a venire: È tempo di pensare al passwordless. Un futuro senza password è possibile: la tecnologia è in continua evoluzione e ha reso la biometria quasi onnipresente nei processi di identificazione, ma servirà ancora del tempo per poter vedere in azione soluzioni passwordless su larga scala. Collaborazione, non controllo. L’approccio tradizionale alla sicurezza aziendale era principalmente quello di comunicare istruzioni e policy. Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un importante cambiamento culturale: i professionisti della sicurezza collaborano sempre di più con gli altri dipartimenti aziendali e, con l’adozione dello smart working, i CISO devono poter mettere in atto una strategia di cybersecurity che sia semplice da usare e facile da comprendere. La collaborazione, piuttosto che il controllo, può avere un impatto significativo e positivo sull’azienda e i suoi dipendenti: porre più vincoli può significare più rischi. Smart working più sicuro. Il lavoro a distanza non è certo una novità. Tuttavia, negli ultimi mesi lo smart working è stato adottato anche dalle aziende più conservatrici. Durante il periodo di emergenza, Duo Security, l’azienda di Cisco che si occupa di servizi di autenticazione multi-factor e di accesso sicuro, ha rilevato una crescita delle autenticazioni da 600 ad 800 milioni. Secondo la recente ricerca Cisco Workforce of The Future, l’87% degli intervistati vuole poter scegliere se lavorare da casa o dall’ufficio, mentre il 65% vuole mantenere l’autonomia guadagnata durante il periodo di lockdown. Intelligenza artificiale, machine learning e approccio zero-trust. La User and Entity Behaviour Analytics (UEBA) è un esempio di come l’intelligenza artificiale e il machine learning possano essere usati per abilitare un modello zero-trust, permettendo l’analisi automatica di attività e riducendo i tempi di intervento in caso di attacco.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cassazione e condomini molesti

Posted by fidest press agency su domenica, 25 ottobre 2020

Stretta di non poco conto contro gli stalker condominiali. Scatta lo sfratto all’inquilino che molesta i vicini. E ciò perché il conduttore dell’alloggio deve osservare la diligenza del buon padre di famiglia nel servirsi dell’immobile, mentre gli insulti e le condotte aggressive serbate confronti dei residenti nel condominio costituiscono abuso del bene locato ex articolo 1587 Cc. L’inadempimento, poi, ben può essere integrato da un solo episodio, quando risulta grave. A stabilirlo, la Corte di Cassazione con un nuova ordinanza che va a riscrivere le sanzioni di cui si deve preoccupare l’imputato per disturbo della quiete condominiale. Nell’ultima pronuncia di piazza Cavour, infatti, con l’ordinanza 22860/20, pubblicata il 20 ottobre dalla terza sezione civile della Cassazione, viene sancito come, la normativa anti stalking vada applicata in caso di vicini rumorosi. Diventa definitiva la sentenza che condanna la stalker condominiale a rilasciare l’alloggio di edilizia residenziale pubblica che occupava. Il contratto è sciolto per inadempimento dell’inquilina: si configura infatti l’inosservanza dell’articolo 1587 Cc sugli obblighi principali del conduttore oltre che di una norma che contratto che lega l’inquilino all’ente pubblico e vieta al primo di «compiere atti e tenere comportamenti che possano recare molestia agli altri abitanti dello stabile», mentre risulta invalida la clausola risolutiva espressa che prevede in modo generico la risoluzione di diritto per ogni violazione del contratto. Nessun dubbio sulla sussistenza delle condotte addebitate alla donna, che prende di mira una coppia di residenti nello stabile al punto da imbrattarne la porta di casa con la vernice bianca. E gli insulti contro i vicini fanno bella mostra di sé in un cartello che la stalker affigge stavolta sul proprio uscio; la vicenda, peraltro, ha inevitabili strascichi penali. Inutile tentare di strumentalizzare un passaggio della decisione impugnata laddove la Corte d’appello rileva l’inadempimento contrattuale per abuso della cosa locata osservando che se il locatore tollerasse le molestie potrebbe essere chiamato a rispondere verso gli altri residenti come di fatto proprio. Né giova lamentare un’omessa pronuncia del primo giudice sull’acquisizione della sentenza penale. Alla quale la Corte territoriale non attribuisce alcun valore di giudicato: se ne avvale soltanto in base al principio del libero convincimento, tenendo conto anche che sono sufficienti le testimonianze raccolte in sede civile. La Cassazione, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, con questa ordinanza ha stabilito che, come il marito che perseguita la moglie possa essere allontanato dall’abitazione secondo la normativa antistalking, la medesima disposizione si deve applicare per via analogica anche alla condizione di rumore creata da un inquilino indifferente alle proteste dei vicini. Moltissimi residenti in condomini e unità abitative confinanti con altre,infatti, si trovano spesso ad avere a che fare con vicini di casa e di pianerottolo troppo rumorosi. Alle volte, il rumore diventa così forte e insopportabile da suscitare gravi liti tra dirimpettai, al punto che, spesso e volentieri, si finisce in tribunale. La causa di mancato riposto e di disturbo della quiete dei vicini, infatti, può essere sufficiente a portare la vicenda di fronte al giudice, per capire se gli inquilini più confusionari si siano macchiati di qualche reato ed, eventualmente, cercare di capire i giusti provvedimenti da prendere.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

The evolutionary financial product

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

After the completion of the first very successful phase, in which CROWDLITOKEN AG was able to issue digital real estate bonds worth over CHF 16 million, the Liechtenstein Fintech company is once again strengthening itself with well-known names from the business world during the preparations for its next round of financing. At the beginning of this year, Remo Weibel was already announced as Chairman of the parent company CROWDLI AG and is now also involved in the evolutionary financial product of CROWDLITOKEN AG. With Michael Escher, an experienced and highly qualified manager has joined the company, who will also accompany the management in his role as delegate of the board of directors.With the election of the new Board members, the Board of Directors of CROWDLITOKEN AG and its parent company CROWDLI AG have been unified. This streamlining of structures will allow the Board of Directors to make future decisions even faster and more agile and to accelerate the implementation of the strategic orientation. The Board of Directors now consists of Ernst Sutter (Chairman), Martin Züger (Vice Chairman), Michael Escher (Delegate of the Board of Directors), Roger Bigger, Toni Caradonna, Hans Eggenberger, Hans Kuhn and Remo Weibel. The members of the Board of Directors Bruno Benaglio, Renato Fassbind, Stephan Gauer and Felix Helling are stepping down in order to streamline the Board of Directors and will continue to serve as advisors. In addition, members of the Board of Directors and the Advisory Board are underlining their confidence in CROWDLITOKEN’s forward-looking product by making further investments in the company. With the imminent publication of the online investor portal, where investors can put together their own real estate portfolio using digital real estate bonds, the next milestone is already planned for this year. CROWDLITOKEN AG is proud to be the first company in Europe to publish an investor portal of this kind and to be able to count on the confidence of the Board of Directors. “We are pleased to work with the new Board of Directors. We can also proudly look back on what we have achieved so far and would like to express our sincere thanks to the current and departing Board members”, says Domenic Kurt, CEO CROWDLITOKEN AG.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

African Heads of State call on world leaders to increase investment in IFAD to end rural hunger and poverty

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2020

Ten African Heads of State have issued a strong call to other world leaders to increase their funding to the International Fund for Agricultural Development (IFAD) or risk jeopardizing Sustainable Development Goal targets for eradicating poverty and hunger, particularly in Africa.“We share IFAD’s vision of vibrant rural communities where people live free from poverty and hunger,” wrote the leaders of of Angola, Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Ethiopia, the Gambia, Kenya, Senegal, Sierra Leone and Togo in letters to their counterparts in Europe, North America, the Middle East, Asia and Oceania. “Investing in building the resilience of rural people is now more important than ever in order to secure food supplies, safeguard rural livelihoods, ensure that progress made over the years is not lost and prevent more rural people from falling into poverty and hunger”. Right now, Africa is addressing conflict, changing weather patterns, pests and the socioeconomic impacts of COVID-19. Hunger levels on the continent are twice the world average. IFAD is the only multilateral development organization soley dedicated to eradicating rural poverty and hunger. In the letters, the African leaders called for a significant increase in contributions to IFAD’s Twelfth Replenishment (IFAD12) – a year-long consultative process during which Member States come together to agree on strategic directions and mobilize funds for IFAD to provide as concessional loans and grants to developing countries.“This support from the African Heads of State is a testimony to the real impact IFAD is having on the lives and livelihoods of rural people in these countries,” said Marie Haga, IFAD’s Associate Vice President for External Relations and Governance. “Their support demonstrates the importance of investing in rural areas to achieve national food security, environmental sustainability and economic development which has a monumental impact on global stability and resilience.”About 75 per cent of the world’s poorest people live in rural areas and depend on agriculture and related activities for their livelihoods. In the letters, the African leaders highlight the immense potential of African agriculture and the strong evidence that investing in agriculture is one of the most effective ways of reducing poverty.IFAD aims to deliver an overall programme of work of US$10 billion for the IFAD12 period (2022–2024), with over half of investments allocated to Africa. This would help more than 140 million small-scale producers increase their production and raise their incomes through better market access and resilience, contributing to creating jobs and improving food security and nutrition for those most at risk of being left behind.“A successful replenishment has the potential to unlock billions of dollars in financing to transform rural economies and food systems around the world, as well as enable IFAD to double its impact by 2030 and contribute to ending poverty and hunger,” wrote the leaders.As the pandemic sweeps across the world, the poor and the vulnerable are those who suffer most, among them rural women, young people and small-scale farmers. Faced with the socio-economic repercussions of the pandemic and the impact of prolonged drought and locust infestation, the African leaders called to collectively reaffirm the world’s commitment to end hunger.

Posted in Estero/world news, Uncategorized, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al lavoro per sostenere l’economia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2020

Roma. “Solo uniti, e rispettando tutte le misure anti-Covid, riusciremo a sconfiggere il Coronavirus! È il momento dell’unità e di mettere da parte ogni divisione, soprattutto quelle strumentali che creano disorientamento nei cittadini. Abbiamo dimostrato grande responsabilità, come Paese, adesso è l’ora di correre assieme quest’ultimo miglio. Con il Parlamento, stiamo lavorando per non lasciare nessuno indietro. Per sostenere l’economia, i cittadini, le imprese. Per garantire alle ragazze ed ai ragazzi di poter andare a scuola, e ai lavoratori di prestare la propria opera in totale sicurezza. Continueremo a mettere in campo, anche con la prossima Legge di Bilancio, tutte le risorse necessarie per fronteggiare gli effetti della crisi e consentire all’Italia di proseguire nella ripresa.Ma serve un grande lavoro di squadra, tra le Istituzioni, ad ogni livello, e tra lo Stato e i cittadini. Proteggendo noi, proteggiamo il Paese! I dati a livello globale sono preoccupanti, ma come Italia abbiamo un po’ di vantaggio su molti altri Paesi europei. Non dobbiamo sprecarlo, e dobbiamo fare di tutto per interrompere immediatamente la catena del contagio. Possiamo farcela, insieme!” Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in un post sui social.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Studenti fragili e protocollo sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Gianmauro Nonnis ha illustrato il protocollo di sicurezza nelle scuole Anief, partendo dai contenuti del protocollo, il punto di vista del sindacato, il punto di vista del Ministero e i lavoratori fragili. Parlando poi della Circolare interministeriale (Ministero del Lavoro e Ministero della Salute) n° 13 del 4 settembre 2020, è stato sottolineato come contenga tre elementi qualificanti e faccia sorgere diverse criticità: concetto di «fragilità», indicazioni operative, contenuti del giudizio medico-legale. La criticità viene dal fatto che viene meno il criterio di specifica pericolosità del Covid-19: la sua pericolosità viene infatti legata alla comorbilità, e secondo questo punto di solo Covid non si muore. Inoltre non viene definito un congedo Covid relegando i periodi di esonero dal servizio a un periodo di malattia. Alcune categorie di lavoratori a tempo determinato (ad esempio i supplenti brevi) rischiano di essere licenziati per superamento del periodo di comporto massimo previsto dal CCNL per malattia (30 giorni per i docenti con supplenza breve). Marcello Pacifico, durante la diretta on line, ha ricordato “come il sindacato sia in prima linea nelle battaglie nei tribunali e al Parlamento. I temi più caldi di questo momento saranno discussi nelle 7mila assemblee a distanza che partiranno a breve e termineranno a maggio: DDi, lavoratori fragili, lavoro agile, rischio biologico, aumenti stipendiali, stabilizzazione precari, sicurezza post Covid-19, pensionamenti anticipati, trasferimento senza vincoli, le tavole della giurisprudenza, piattaforma contrattuale Anief 2019-21, la nuova contrattazione integrativa d’istituto”.Il sindacalista autonomo ha sottolineato quanto sia “necessario pensare ai lavoratori fragili, prevedere una nuova legge per loro. Bisogna, ovviamente, migliorare la sicurezza dentro le scuole, così da svolgere al meglio il proprio lavoro, perché una cosa è certa: l’Italia non si può fermare. Bisogna monitorare continuamente e indicare soluzioni per garantire la sicurezza. Necessario costruire il nuovo contratto: ricordiamo che abbiamo chiesto un aumento dello stipendio di 450 euro, inclusa un’indennità per rischio biologico. Indispensabile poi portare avanti la crociata contro il precariato: l’Europa ci dice di stabilizzare i precari dopo 36 mesi di lavoro, bene, facciamolo. Noi, in attesa del giudizio del Consiglio d’Europa sul reclamo collettivo presentato dal giovane sindacato, non possiamo fare altro che chiedere di riaprire il doppio canale per le assunzioni, riformulare il punteggio delle graduatorie attraverso nuove tabelle titoli, evitare i licenziamenti. In ultimo, come sindacato, siamo fermamente convinti dell’importanza dell’informazione e della consultazione dei lavoratori: insieme possiamo cambiare il sindacato italiano, tutelando un’intera categoria per il bene del Paese”.

Posted in scuola/school, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obesità: In Italia un trend in continua crescita

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2020

In Italia, la prevalenza di persone in sovrappeso e con obesità cresce al crescere dell’età, tanto che se l’eccesso di peso riguarda 1 minore su 4, la quota quasi raddoppia tra gli adulti, raggiungendo il 46,1 per cento tra le persone di 18 anni e oltre. La prevalenza maggiore si riscontra in entrambi i generi nella classe 65-74 anni (61,1 per cento) e, mentre la maggioranza degli uomini presenta un eccesso ponderale già a partire dai 45 anni, per le donne ciò si verifica dopo i 65 anni. Negli ultimi 30 anni, inoltre, è stato registrato un aumento di incidenza dell’eccesso di peso pari al 30 per cento ed emerge prepotentemente il ruolo del territorio di origine. Questi sono alcuni degli aspetti evidenziati dal rapporto Istat realizzato per il secondo Italian Obesity Barometer Report che verrà presentato oggi in occasione del 2nd Italian Obesity summit – Changing ObesityTM meeting. Organizzato dall’Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) con l’Intergruppo parlamentare “Obesità e Diabete” e OPEN Italia – Obesity Policy Engagement Network, l’evento ha il patrocinio di Ministero della Salute, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, Istituto Superiore di Sanità, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e il contributo non condizionato di Novo Nordisk nell’ambito del progetto internazionale Changing Obesity. Analizzando i fattori socio-culturali, il rapporto mette in luce un elemento sin qui poco sottolineato: la relazione tra l’eccesso di peso e il luogo di origine dell’individuo. Esiste infatti un legame con aspetti influenti, come, ad esempio, il rapporto con il cibo o l’adozione di modelli alimentari e stili di vita acquisiti e radicati nella zona di nascita prima di diventare adulti, tanto che nelle regioni del Centro-Nord le prevalenze dell’eccesso di peso delle persone nate nel Mezzogiorno sono superiori al dato medio regionale. Per esempio, in Piemonte dove oltre il 15 per cento degli adulti residenti ha dichiarato di essere nato in una regione del Mezzogiorno, l’eccesso ponderale delle persone che sono migrate è più elevato del 30 per cento rispetto al dato medio piemontese. Viceversa, nelle regioni del Mezzogiorno, sebbene le prevalenze siano riferite a un campione molto più ristretto per la minore consistenza delle migrazioni da Nord a Sud, le prevalenze delle persone nate al Centro-Nord si collocano sempre al di sotto della media regionale. L’obesità è una patologia cronica multifattoriale che richiede una gestione di lungo termine che però spesso viene considerata come responsabilità del singolo, una scelta di stile di vita dovuta a una scarsa auto-disciplina e a una mancanza di motivazione. Parlare di obesità oggi assume un significato ancora più importante in quanto, come sottolinea la World Obesity Federation (WOF), “Il coronavirus può causare sintomi e complicazioni più gravi nelle persone con condizioni legate all’obesità”. Per questo motivo, lo scorso maggio è stata inviata al Ministro della Salute Speranza e a tutti i rappresentanti delle Istituzioni coinvolte, per il tramite dell’On. Roberto Pella, Presidente Intergruppo Parlamentare Obesità e Diabete e Vicepresidente vicario ANCI, una Lettera Aperta. Il documento, sottoscritto da tutte le società scientifiche e associazioni di pazienti e cittadinanza, ha inteso sottolineare l’urgenza di atti a tutela delle persone con obesità, ancor più fragili durante la pandemia per ragioni legate a difficoltà di convivenza con un ambiente obesogeno e all’interruzione delle cure o delle visite.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dl Agosto. Calandrini (FdI): approvato odg FdI per rendere strutturale sisma bonus

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 ottobre 2020

“Estendere oltre il 31 dicembre 2021 i benefici del sisma bonus, redendo così strutturale una misura strategica e che può risultare fondamentale nell’ottica delle ripresa dell’intero comparto e più in generale della domanda globale di beni”. A dirlo è il senatore di Fratelli d’Italia, Nicola Calandrini, capogruppo in Commissione Bilancio, illustrando l’ordine del giorno al dl Agosto approvato con parere favorevole del governo in Commissione.“Il giudizio di Fratelli d’Italia nei confronti di questo decreto rimane negativo. La chiusura alle proposte dell’opposizione conferma che da parte di questa maggioranza non c’è una reale volontà di collaborazione, ma semplicemente quella di muoversi nella logica del ‘prendere o lasciare’. Nonostante tutto ciò Fratelli d’Italia è riuscita ad ottenere un importante risultato e cioè l’approvazione di un nostro ordine del giorno, che riprende il testo di un emendamento presentato al decreto legge, che punta a rendere strutturali e non più temporanei i benefici del sisma bonus. Stabilizzazione di una misura che è richiesta con forza da tutto il settore edile e che potrà produrre effetti positivi sul piano della crescita e del rilancio dell’economia”, conclude il senatore Calandrini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

We should strive for greater strategic autonomy and a speedy recovery, say MEPs

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2020

Bruxelles.Commission Vice-President Maroš Šefčovič, replacing Commission President Ursula von der Leyen, insisted that investing in digitalisation and decarbonisation and preparing the EU for any scenario with regard to the UK’s withdrawal from the EU should top the agenda of the 15-16 October summit. When closing the debate, he mentioned that the Commission will soon table a proposal on a minimum wage and will do everything it can to foster a speedy agreement between Parliament and Council on both the recovery plan and the long-term budget.Manfred Weber (EPP, DE) wants EU leaders to focus on jobs, investment in recovery, exports and digital transformation. He wondered why Belarus president Alyaksandr Lukashenka is not on the list of those to be sanctioned and why accession talks with Turkey have not been stopped.Iraxte García Pérez (S&D; ES) reminded MEPs that social fairness must be at the heart of economic recovery in the single market, even more so given that the cuts in health and education during the 2008 crisis have left many unprotected in the current sanitary crisis.For the EU to become a credible international actor, member states need to take geopolitical decisions by qualified majority and agree on strictly respecting common values and rule of law within the EU, said Dacian Cioloş (Renews, RO).EU funds will probably arrive too late and be insufficient to drive economic recovery, said Marco Zanni (ID, IT) while warning that new taxes might come. Philippe Lamberts (Greens/EFA, BE) pointed out that the lack of energy, digital etc. independence weakens the EU on the international stage and called for simple and efficient instruments to ensure common rules and values are respected within the EU. Derk Jan Eppink (ECR, NL) called for more “Trumpism” and stronger cooperation with the US in EU foreign policies to put third countries under pressure. Giorgos Georgiou (GUE/NGL, CY) called upon EU member states to stop Turkish settlements in Famagusta, which are threatening peace in the Eastern Mediterranean.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival della Scienza Medica: Rezza invita a non abbassare la guardia

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2020

Si è aperta con le parole di Giovanni Rezza, Direttore Generale del Dipartimento Prevenzione presso il Ministero della Salute, la seconda giornata del Festival della Scienza Medica di Bologna, in programma – per la prima volta interamente on line – fino al prossimo 17 ottobre. Il Professor Rezza – da diversi anni la figura di riferimento per gli studi epidemiologici sull’influenza in Italia, sulle vaccinazioni e i risvolti etico-sociali del controllo delle malattie infettive attraverso farmaci e vaccini – ha ripercorso l’andamento dell’epidemia in Italia e rivendicato la necessità delle misure restrittive messe in atto per evitare un balzo drammatico dei contagi. Si è concentrata invece sugli aspetti clinici la relazione del Professor Pierluigi Viale, a capo del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna, che ha sottolineato il ruolo fondamentale che l’Italia ha avuto nel tracciare le basi della risposta mondiale a Covid-19, per resistere a quella che ha definito “una vera e propria invasione aliena” e come anche oggi il nostro Paese sia in prima linea su un tema che riguarda le conseguenze future della malattia. “Eravamo in guerra – ha detto Viale – e abbiamo dovuto rinunciare alla medicina dell’evidenza e far riferimento alla medicina dell’intuizione, perché eravamo soli e senza conoscenze. Sul tema dei secondi tamponi Viale ha anche ipotizzato la possibilità di una nuova regolamentazione, spiegando che “veniamo da mesi in cui abbiamo tenuto in casa persone fino a che il tampone non risultava negativo, ma un test positivo non sempre è espressione di una malattia in atto, ma potrebbe essere dato dalla presenza di residui virali. “Non è più necessario tenere il paziente in isolamento per tempi prolungati fino a che non si negativizzano i test, quando sappiamo che dopo 12 giorni dall’insorgenza dei sintomi – nei 14 gg classici della quarantena – il paziente perde infettività. Adesso abbiamo ancora una regolamentazione che ci impone il doppio tampone per riammettere il paziente alla vita di comunità, ma contiamo sul fatto che presto queste nozioni entreranno a far parte della gestione corrente e non sarà più necessario isolare i pazienti per lungo tempo”. Nell’attesa del vaccino per il Covid però, ricorda Viale, c’è già un’arma potente a disposizione: la vaccinazione antinfluenzale. “Vaccinarsi significa creare una popolazione più forte, in attesa del vaccino anti Covid-19 – ha detto– oltre a non mettere sotto stress il sistema ospedaliero: quest’anno chi avrà febbre e tosse, dovrà fare un tampone e non solo mettersi a letto in attesa che passi. In conclusione un appello alla coscienza civica collettiva: “Nei primi 100 giorni la gestione è stata nelle mani del personale medico. Nei prossimi 1000 giorni la gestione è nelle mani di tutti noi, è un affare di coscienza civile, di educazione civica: lavarsi le mani e indossare la mascherina è davvero fondamentale. Un positivo senza febbre che indossa la mascherina non infetta nessuno: se il senso civico entrerà nel Dna della vita di tutti i giorni probabilmente potremo convivere con SARS-CoV-2, in attesa del vaccino”.La seconda giornata di Festival si è chiusa con l’incontro sulla prevenzione, diagnosi e cura delle apnee ostruttive del sonno, disturbo largamente sottodiagnosticato, in grado di compromettere la qualità e l’aspettativa di vita associandosi a diverse malattie, e che richiede per le sue caratteristiche un approccio multispecialistico per garantire un intervento terapeutico ottimale. All’incontro, moderato da Luigi Ferini Strambi, primario del Centro di Medicina del Sonno dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, hanno preso parte il Professor Giuseppe Plazzi, Direttore del Centro per lo Studio e la Cura dei Disturbi del Sonno dell’Università di Bologna, lo pneumologo Giuseppe Insalaco, la Dottoressa Francesca Milano, esperta in Ortodonzia e Disturbi Respiratori del Sonno, Claudio Vicini, Professore di Otorinolaringoiatria dell’Università di Bologna e, in rappresentanza della Regione Emilia-Romagna, Kyriakoula Petropulacos, Responsabile della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare.Gli eventi live accessibili da piattaforma saranno resi disponibili 24 ore dopo la messa in onda. Il Festival torna live l’8 ottobre alle 17, mentre il 5, 6 e 7 ottobre sarà possibile rivedere i contributi di alcune delle più autorevoli voci intervenute nelle passate edizioni del Festival: Eric Kandel, Tim Hunt, Louis Ignarro e Robert Lefkowitz, disponibili on demand.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Binding legislation needed to stop EU-driven global deforestation, say MEPs

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2020

MEPs call on the Commission to put forward rules to stop EU-driven global deforestation through mandatory due diligence for companies placing products on the EU market. Currently, there is no EU legislation prohibiting products that contribute to the destruction of forests from being placed on the European market and consumers do not know whether or not the products they buy contribute to deforestation. Therefore, the Environment, Public Health and Food Safety Committee adopted a report today with 45 votes to 11 and 25 abstentions calling on the Commission to present an EU legal framework to halt and reverse EU-driven global deforestation. This is the first time the committee will make use of the possibility in the Treaty for Parliament to ask the Commission to come forward with binding legislation.MEPs say that voluntary initiatives, third-party certification and labels have so far failed to halt deforestation worldwide. They therefore call for a new EU legal framework based on mandatory due diligence, reporting, disclosure and third party participation requirements. Penalties should be introduced for companies that place products on the EU market derived from commodities that endanger forests and ecosystems. All operators on the EU market must ensure that their products can be traced to be able to identify their origin and ensure the rules are enforced.The report refers to several studies showing that prohibiting the entry into the EU of products linked to deforestation will have no impact on volume and price and that any extra costs incurred by operators would be minimal. It would also benefit businesses, as it would level the playing field by holding competitors to the same standards.MEPs state that such an EU legal framework should also be extended to include high-carbon stock and biodiversity-rich ecosystems other than forests, such as marine and coastal ecosystems, wetlands, peatlands or savannahs, to avoid pressure being shifted onto these landscapes. The Commission should also provide binding definitions of what constitutes deforestation and forest degradation.Members finally underlined how EU trade and investment policy should include binding and enforceable sustainable development chapters that fully respect international commitments.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I privilegi della Chiesa e non solo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

Le parrocchie devono pagare l’imposta municipale (IMU) anche se svolgono le attività ricettive e scolastiche con finalità solidaristiche. Quello che i giudici tributari devono accertare è se le attività sono rivolte a un pubblico indifferenziato o a categorie predefinite di soggetti, se vengono svolte per tutto l’anno e quali tariffe e compensi vengono applicate. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (ordinanza 18831 del 10 settembre 2020), che ha annullato con rinvio la pronuncia dei giudici d’appello. Un ulteriore passo contro gli smisurati privilegi che la Chiesa cattolica ha in sede fiscale, pur svolgendo lo stesso servizio di altri suoi concorrenti (scuole private essenzialmente) e, di conseguenza, svolgendo concorrenza sleale. La collezione di sentenze in merito è smisurata, anche per i cosiddetti alberghi religiosi che, godendo di esenzioni fiscali, non pagano come fanno i loro concorrenti che – alcuni – nelle stanze per gli ospiti hanno solo la Bibbia in un cassetto e non anche un crocifisso appeso ad un muro.Tutto nasce dal Concordato che lo Stato italiano ha siglato con la Chiesa cattolica romana e, andando “più in alto” dall’art 7 della Costituzione che ha inserito i Patti Lateranensi nella nostra Carta principale. É bene ricordare che la Chiesa cattolica (e non solo) ha forme di finanziamento da parte dello Stato anche con l’8 per mille che viene devoluto alle confessioni religiose, e questo rende le esenzioni come quelle bocciate dalla Cassazione ancora più assurde e inique. Soprattutto se consideriamo il meccanismo di distribuzione di questo finanziamento: lo Stato comunque devolve alle chiese questo 8 per mille delle tasse che i contribuenti pagano, anche se questi ultimi non hanno indicato nella denuncia dei redditi la confessione a cui intendono devolverla: le percentuali di chi indica la confessione a cui versare il proprio 8 per mille vengono estese al totale dei contribuenti, anche quelli che non hanno dato indicazioni.La stessa logica, per esempio, che viene utilizzata per finanziare la tv di Stato: ognuno finanzia l’informazione e il divertimento di Stato con una imposta per il possesso di un tv (il cosiddetto canone)… ma la tv di Stato è in concorrenza nel mercato pubblicitario con altre tv che non hanno finanziamenti di Stato ma vivono solo di introiti pubblicitari.L’elenco dei privilegi dello Stato e dei suoi “fedeli” è sterminato. Questi sono solo due esempi venuti alla luce con l’attualità della sentenza di Cassazione dello scorso 10 settembre (il famoso “giudice a Berlino”?) Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Due riconoscimenti internazionali per Gabriele Tebaldi

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2020

Parma. Gabriele Tebaldi, docente di Costruzione di strade, ferrovie ed aeroporti al Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma, ha ricevuto nei giorni scorsi due riconoscimenti a livello internazionale per la sua attività scientifica. Il Consiglio Generale del Rilem (International Union of Laboratories and Experts in Construction Materials, Systems and Structures) gli ha conferito il titolo di Rilem Fellow, un titolo onorifico creato nel 1993 dal Consiglio Generale del Rilem che viene assegnato a coloro che hanno dato un contributo eccezionale con le loro capacità di ricercatore, ingegnere, leader tecnico o educatore nell’ambito dei materiali e delle strutture da costruzione. Il titolo è stato in passato conferito a personalità del livello di Zdenek P. Bazant e Surendra P. Shah.Il Consiglio Direttivo della AAPT (Association Asphalt Paving Technologists) ha invece conferito a Gabriele Tebaldi il President’s Award, che premia coloro che si sono particolarmente distinti nell’attività scientifica e divulgativa nel campo della tecnologia delle pavimentazioni stradali.I riconoscimenti, conferiti dalle due associazioni di ricercatori più prestigiose a livello mondiale nel campo dei materiali da costruzione, evidenziano l’alto livello dell’attività di ricerca svolta dal gruppo di costruzione di strade dell’Università di Parma.

Posted in Recensioni/Reviews, Uncategorized, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo percorso in “Physics for Technologies and Innovation”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2020

Travagliato (BS)Antares Vision, multinazionale italiana leader mondiale nei sistemi d’ispezione, nelle soluzioni di tracciatura e nella gestione intelligente dei dati, rinnova il proprio sostegno alle future generazioni di professionisti attraverso la promozione, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, dell’insegnamento in Machine Learning (fortemente voluto per l’anno accademico 2019/2020 e riproposto nel secondo trimestre di quest’anno) nel corso di laurea triennale in Matematica (curriculum di Informatica) e attraverso il sostegno al nuovo percorso in “Physics for Technologies and Innovation” della laurea magistrale in Fisica, attivo nella facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali.Il supporto alla formazione qualificata è coerente con l’investimento di tutto il gruppo Antares Vision nelle competenze di intelligenza Artificiale, anche grazie al recente accordo di partecipazione con l’azienda bergamasca Orobix, leader nei servizi di questa innovativa tecnologia.In particolare, il percorso di studi di Fisica per la Tecnologia e l’innovazione è erogato in lingua inglese ed è costruito su solide conoscenze di tipo scientifico/tecnologico nel campo della fisica e un’ampia scelta di corsi nelle discipline di Innovation Management e Data Science. “Il corso – come ricordano i Prof. Claudio Giannetti, Fausto Borgonovi e Luigi Sangaletti – è sostenuto da un network di aziende e società, coinvolte nel programma e che offriranno spunti formativi, nonché daranno la possibilità di svolgere stage e tesi di laurea su argomenti di ricerca, ma calati nella realtà produttiva. Le competenze di questi professionisti sono, infatti, preziose per le imprese: fisici e matematici rappresentano figure imprescindibili per lo sviluppo dei futuri sistemi che governeranno i processi produttivi e che già oggi incidono in maniera forte sulle scelte aziendali”. “In un’epoca di profonda trasformazione digitale dove l’intelligenza artificiale gioca un ruolo fondamentale, si può provare a riassumere un termine così abusato in una formula: il risultato di Big Data + Machine Learning – dichiara Alberto Albertini, Technology Scouting & Innovation Center Director di Antares Vision –. L’effetto combinato dell’apprendimento automatico tipico delle macchine per l’analisi di dati, immagini, esempi, testi, ecc., unito all’elevata capacità di calcolo, ha offerto negli ultimi anni grandi opportunità di progresso. Questa quantità impressionante di dati, oggi raccolti e disponibili, deve però essere compresa, gestita e trasformata per migliorare e automatizzare, ove possibile, i processi produttivi e aziendali. Unificare e gestire enormi quantità di dati con la massima sicurezza e flessibilità sarà la chiave per alimentare la prossima generazione di applicazioni, con una vera e propria rivoluzione che digitalizzerà e automatizzerà una straordinaria serie di operazioni”. http://www.antaresvision.com,

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Ermanno Cavazzoni “La madre assassina”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2020

Collana Oceani, pp. 176, 18 euro La Nave di Teseo. Accadono cose su questa terra che escono da ogni ragionevole spiegazione, ma che un giorno saranno capite. Il nuovo romanzo del vincitore del premio Campiello-Selezione Giuria dei Letterati e del recentissimo premio Boccaccio con La galassia dei dementi. Con il suo ultimo libro, la raccolta di racconti Storie vere e verissime, è finalista al Premio Chiara. È un poliziesco? Sì, di genere nuovo. C’è il morto, ed è il morto che conduce le indagini per scoprire chi lo ha assassinato. È stata sua madre? Che lo ha assassinato e sostituito con un altro identico a lui, ma artificiale? Gli indizi sono molteplici e ambigui. Il morto che indaga è un giovane di 22 anni, Pacini André, angosciato, spaventato, assediato dagli incubi, che abita con la madre in un rapporto malsano. A poco a poco si scoprono cose inaudite, a prima vista impossibili. Tutto si svolge in un normale condominio di Milano: i segreti stanno nella cantina, dove gira un gatto spellato. Il sospetto è che i condomini siano complici dell’assassinio, capeggiati dalla madre coi suoi modi zuccherosi da piovra. In correità con l’amante, il ragioniere Olivi, l’amministratore dello stabile. E se invece l’assassinato fosse in preda a un delirio di sospetti e di gelosie? La soluzione è inaspettata come un terremoto. Sembra che il caso sia accaduto davvero nel 2010, a quanto assicura l’autore. Ermanno Cavazzoni ci fa entrare in una mente forse paranoide, ma in cui tutto è perfettamente coerente. Un romanzo pieno di ironia e colpi di scena, tra Kafka e Philip Dick.

Posted in Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2020

Roma Venerdì 2 ottobre MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo Via Guido Reni n 4/A Orario: dalle 15:00 alle 18:00 Format per insegnanti, educatori e operatori culturali. Un incontro di formazione per esplorare il MAXXI che con la sua architettura contemporanea ha ridefinito il tessuto urbano e sociale di un’intera area della città di Roma. A partire dall’intervento di Marta Morelli, Responsabile MAXXI Educazione, si rifletterà sulle metodologie della didattica dell’arte contemporanea, sulla funzione aggregante del museo in relazione alla città; si proseguirà con sperimentazioni pratiche e narrazioni partecipate condotte dai formatori specializzati di “Senza titolo” per coinvolgere i partecipanti in attività laboratoriali direttamente davanti alle opere in relazione ai temi trattati durante la giornata.
Tutti gli incontri saranno gratuiti per il pubblico e avverranno nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid in ottemperanza alla normativa vigente. Gli eventi sono gratuiti e comprendono il biglietto d’ingresso al museo qualora previsto.Prenotazione obbligatoria solo via mail: eduroma@senzatitolo.net fino ad esaurimento postiPrenotazioni da lunedì a giovedì entro le ore 18.00 http://www.senzatitolo.net

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »