Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 87

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Valerio Perinelli nuovo direttore generale di SACE BT

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 marzo 2017

perinelliDal 1° aprile Valerio Perinelli sarà il nuovo Direttore Generale di SACE BT, società interamente controllata da SACE (Gruppo CDP) specializzata nell’assicurazione dei crediti commerciali a breve termine, nelle cauzioni e nella protezione dei rischi della costruzione. La nomina è stata approvata oggi dal Consiglio di Amministrazione di SACE BT.
Perinelli, 46 anni, ha conseguito la laurea in Economia e Commercio presso l’Università La Sapienza di Roma e vanta un’esperienza ventennale con crescenti e diversificate responsabilità all’interno di Euler Hermes, primo operatore mondiale dell’assicurazione del credito, sia in Italia che all’estero. Nell’ultimo biennio ha ricoperto la carica di Amministratore Delegato di Euler Hermes UK & Ireland, dopo essere stato di base in Francia per otto anni alla guida della direzione Commerciale e Marketing a livello mondiale della World Agency, l’unità di Euler Hermes responsabile per gli affari multinazionali, facendo parte del Comitato Direttivo della società.Con questa nomina, che fa seguito a quella di Michele Capitani a Chief Financial Officer di SACE, si completa la squadra del Polo dell’Export e dell’Internazionalizzazione del Gruppo CDP, a cui è affidato il compito di implementare il Piano Industriale 2016-2020 recentemente approvato.Un piano che ha confermato la strategicità delle attività di SACE BT e assegnato alla compagnia – che ha chiuso il 2016 con un ROE dell’8,7% – l’obiettivo di mobilitare 27 miliardi di euro di risorse entro il 2020, il 20% in più del precedente quinquennio, rifocalizzando la propria offerta commerciale su export e internazionalizzazione, con nuove soluzioni digitali e una maggiore integrazione e sinergia con l’offerta delle altre società del Gruppo CDP. (foto. perinelli)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si può riformare l’Unione Europea? Per la crescita e l’occupazione

Posted by fidest press agency su martedì, 21 marzo 2017

Roma Giovedì 23 Marzo 2017, ore 15:30 Dipartimento di Economia, Sala delle Lauree Via Silvio D’Amico 77. In occasione del 60° annivarsario della firma dei trattati di Roma, presso il Dipartimento di Economia si terrà il seminario di studio Si può riformare l’Unione Europea? Per la crescita e l’occupazione. Introduce il prof. Sebastiano Fadda.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school, Uncategorized, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Coding for Kids!

Posted by fidest press agency su domenica, 19 marzo 2017

serviziRoma dal 20 al 25 marzo, dalle 9,00 alle 12,00 presso il secondo piano, ingresso nord, Via Collatina, 858 si svolge l’iniziativa nel segno dell’innovazione digitale promossa dal Centro Commerciale Romaest, che coinvolgerà alcune scuole elementari del VI Municipio (IC Marco Polo, Scuola Acquaroni, Scuola Nino Manfredi), in un progetto che prevede corsi specifici per i bambini delle elementari, volti ad insegnare i fondamenti della programmazione; acquisire capacità deduttive e di problem solving; saper trasformare un’idea in una storia digitale; applicare matematica, geometria e scienza allo sviluppo software.
I docenti aiuteranno i giovani sviluppatori a muovere i primi passi nel coding, con un approccio didattico, ma divertente, senza mai dimenticare la dimensione ludica e creativa, saranno utilizzati linguaggi di programmazione più conosciuti per bambini e ragazzi.
Dal 20 al 25 marzo le classi saranno accolte all’interno di uno spazio dedicato per la lezione di Coding: i bambini, guidati da un esperto insegnante, avranno a disposizione dei tablet per iniziare a familiarizzare con la programmazione, attraverso un linguaggio semplice, idoneo al target di età e supportato da ulteriore materiale didattico. Al termine della lezione, ogni classe riceverà una dispensa finale per proseguire a scuola quanto appreso con percorsi di programmazione a difficoltà crescente, con esercizi di Scratch junior, che oltre ad essere un linguaggio di programmazione è anche una vera e propria comunità online dove i bambini/ragazzi possono programmare e condividere con altri provenienti da qualunque parte del mondo i loro oggetti multimediali interattivi come ad esempio storie, giochi e animazioni.
Sabato 25 marzo alle ore 17,00 grande festa finale per tutti gli alunni delle classi che hanno partecipato all’attività. I bambini riceveranno l’attestato di partecipazione e premi. Seguirà un momento di animazione con il mago-presentatore che intratterrà il pubblico con giochi divertenti. (foto: servizi)

Posted in Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce una nuova forza politica

Posted by fidest press agency su domenica, 19 marzo 2017

alfano“Oggi nasce una forza politica in grado di attirare, come una calamita, il frastagliato mondo dei moderati e liberali che sono la maggioranza del Paese. Per riaggregare quest’area serve una iniziativa vasta, aperta e partecipata come quella che abbiamo avviato noi con Alternativa Popolare. Un progetto chiaro, deciso e determinato”. A dirlo è Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa e deputato di Alternativa Popolare. E aggiunge: “Tra un centrodestra imploso, il populismo dei grillini che ha iniziato la sua fase decadente, costruiamo la nostra identità che sarà un punto fermo e solido in uno scenario liquido. Noi vogliamo modernizzare il paese e questo è possibile solo se siamo lontani dai localismi, dai populismi, dai sovranismi”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Atac Rimarrà pubblica. Nessuna ipotesi privatizzazione

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

atac-romaRoma. “Atac è e rimarrà pubblica. È uno dei punti fondanti delle linee programmatiche della nostra amministrazione e lo ribadiamo anche oggi, a seguito di quanto apparso sulla stampa in merito a voci secondo cui l’azienda starebbe valutando di affidare ad altri soggetti alcune linee di trasporto in superficie”. Lo dichiara in una nota l’assessora alla Città in movimento di Roma Capitale, Linda Meleo. “Il nostro modello di rilancio di Atac, portato avanti fin dal nostro insediamento, non prevede ipotesi di privatizzazione né di esternalizzazione dei servizi. Vogliamo migliorarne efficienza e qualità mantenendone la proprietà pubblica. L’Atac è dei romani. E rimarrà di tutti noi cittadini”, conclude. La precisazione si è resa necessario in quanto da un comunicato sindacale è stato emesso il seguente comunicato: “USB è venuta a conoscenza, tramite notizie diffuse a mezzo stampa (Repubblica del 17/03/2017), di una cessione del 15% del servizio affidato ad ATAC, L’ipotesi di esternalizzazione sembrerebbe essere contenuta nel documento di sintesi delle “linee guida del piano industriale 2017-2019”.
“La notizia ci lascia comunque sgomenti” – dichiara Michele Frullo dell’Usb lavoro privato – “perché l’azienda nel tavolo di presentazione del piano industriale il 27/02/2017 non ha in alcun modo rivelato alle parti sociali questa possibilità. Aggiungiamo, che tale notizia è in netto contrasto con l’impegno di reinternalizzazione di servizi e manodopera, allo scopo di far ripartire il trasporto pubblico locale.” “La situazione annosa della Roma TPL – prosegue Frullo – ha già ampiamente dimostrato il fallimento delle esternalizzazioni del servizio, con gravi disagi a lavoratori e utenti. USB chiede che venga immediatamente bloccata qualsiasi ipotesi di cessione del servizio a terzi.” (n.r. queste forme di informazioni non suffragate dai fatti recano solo allarmismo tra i lavoratori e preoccupazione tra i romani e ci sentiamo, pertanto, in dovere di deplorare fermamente.)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasimeno Music Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 marzo 2017

Angela HewittAnne SofiePerugia. Dal 28 giugno al 4 luglio 2017 si svolgerà la tredicesima edizione del Trasimeno Music Festival organizzato dall’omonima associazione e con la direzione artistica della pianista canadese Angela Hewitt. Il Castello del Sovrano Militare Ordine di Malta a Magione – la Basilica di San Pietro, il Teatro Morlacchi, la Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia – la Chiesa di San Francesco a Trevi e il Teatro Signorelli a Cortona, accoglieranno grandi interpreti della musica classica di fama internazionale che nell’arco di una settimana si avvicenderanno sul palcoscenico in un’atmosfera serena, apprezzata dagli attenti spettatori provenienti da tutto il mondo.Oltre Angela Hewitt, si esibiranno al TMF 2017: la Zurich Chamber Orchestra diretta da Sir Roger Norrington – la mezzo-soprano Anne Sofie von Otter – il quartetto d’archi Brooklyn Rider – i pianisti Janina Fialkowska, Jon Kimura Parker, Charles Richard-Hamelin – The Orlando Consort – il quartetto d’archi Gringolts Quartet – il clarinettista Calogero Palermo.Da sottolineare il “GRANDE EVENTO” previsto per il 1° luglio, data in cui si festeggerà il 150° compleanno ufficiale del Canada. Il Teatro Morlacchi di Perugia ospiterà un concerto con quattro pianisti canadesi di fama internazionale: Janina Fialkowska, Angela Hewitt, Jon Kimura Parker, Charles Richard-Hamelin.Soli, duetti e brani trascritti per quattro pianoforti renderanno il programma molto interessante.Il festival propone al pubblico eventi musicali unici, concepiti appositamente per l’occasione ed altre iniziative collaterali.
Il Trasimeno Music Festival è annoverato dalla stampa estera e nazionale come ”uno dei più prestigiosi festival in Europa” e come “uno dei migliori festival musicali in Italia”. Poiché moltissimi stranieri che frequentano il festival rimangono 8-9 giorni in Umbria, la manifestazione artistica riveste anche un ruolo di primo piano per la promozione e valorizzazione delle città e dei borghi in cui si tengono i concerti, dal punto di vista culturale, turistico e sociale.
Zurich Chamber OrchestraIl Trasimeno Music Festival offre in dettaglio il seguente calendario degli eventi:
8 concerti nei sette giorni di svolgimento della tredicesima edizione;
un incontro con il direttore d’orchestra, Sir Roger Norrington intervistato dal giornalista canadese Eric Friesen. L’appuntamento è per il 29 giugno, ore 18, al Castello dei Cavalieri di Malta a Magione, ingresso libero per tutti i possessori di un biglietto per il concerto serale. Sir Norrington racconterà della sua vita in musica. Pioniere dell’approccio filologico alla musica antica, è uno dei musicisti più singolari ed entusiasmanti del panorama internazionale;
un incontro con Madeleine Thien, autrice di romanzi e racconti brevi incentrati sulla memoria e sulla ricostruzione di momenti storici cruciali, pubblicati in tutto il mondo e vincitori di prestigiosi premi letterari. In Italia le sue opere sono edite da 66thand2nd, che il prossimo settembre pubblicherà il suo ultimo romanzo, Do not say we have nothing, finalista del Man Booker Prize, vincitore dello Scotiabank Giller Prize e del Governor General’s Award for English – language fiction. Leggendo il suo primo libro, Simple Recipes, Alice Munro ha dichiarato: “Senza dubbio l’esordio di una splendida scrittrice. Sono rimasta meravigliata dalla chiarezza, dalla confidenza Gringolts Quartetdella sua scrittura, e dalla sua purezza emotiva”. Il 1° luglio, al Teatro Morlacchi di Perugia (ore 16.30), la scrittrice dialogherà con Eric Friesen, raccontando il suo rapporto con la musica e il modo in cui esso viene declinato all’interno della sua opera. Madeleine Thien è nata a Vancouver nel 1974, anno in cui i suoi genitori si sono trasferiti in Canada dall’Estremo Oriente. Nel 2001 esce il suo primo libro, Simple Recipes, una raccolta di racconti che le vale l’inserimento nella short list del Commonwealth Writers’ Prize. Il successo internazionale arriva con Certezze (2006), uscito in Italia per Mondadori e tradotto in sedici lingue. L’eco delle città vuote, è stato pubblicato in Italia da 66thand2nd, che nel settembre 2017 pubblicherà l’ultimo romanzo della Thien, Do not say we have nothing, finalista del prestigioso Man Booker Prize.
un “dibattito pre-concerto” con il quartetto d’archi Brooklyn Rider e Angela Hewitt che si terrà il 30 giugno (ore 20.30) al Castello dei Cavalieri di Malta a Magione;
un concerto “Anteprima festival” che si terrà il 27 giugno, presso la Piazzetta del borgo di San Savino, frazione di Magione, che si affaccia su Lago Trasimeno. Lì, si esibiranno giovani musicisti di talento che Angela Hewitt ha selezionato personalmente per le loro notevoli doti tecniche e la grande maturità musicale. (foto: Angela Hewitt, Anne Sofie, Zurich Chamber Orchestra, Gringolts Quartet)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vigili del fuoco volontari, più finanziamenti grazie al M5S Lombardia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 marzo 2017

regione lombardia“E’ fondamentale sostenere i corpi di volontari dei vigili del fuoco sia nella formazione che con mezzi tecnici. La valorizzazione di questi corpi è un obiettivo ambizioso che una regione all’avanguardia deve perseguire senza indugi.Questa legge regionale, inizialmente poco finanziata, ora avrà una dotazione finanziaria di 500 mila euro grazie al nostro lavoro in Commissione.Certo i corpi di volontari, un centinaio di associazioni in Lombardia, meritavano di più, almeno un milione di euro, per acquistare in Regione Lombardia almeno dieci dotazioni base secondo le stime della giunta regionale, composte da autopompa, jeep e altre dotazioni tecniche, per i volontari. Sarebbero stati 10 presidi operativi in più sul territorio per prevenire e intervenire in caso di emergenza. Ragionando su questi dati, le somme investite da questa legge, al momento, non soddisfano appieno i bisogni dei corpi di volontari e in questo campo, anche considerati i tagli del Governo sulla sicurezza dei cittadini, gli investimenti non sono mai abbastanza”, così Andrea Fiasconato, consigliere regionale del M5S Lombardia sull’approvazione delle Norme per il sostegno e la valorizzazione del personale dei distaccamenti dei vigili del fuoco volontari con il voto favorevole del M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primavera a Parigi

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 marzo 2017

corsettoParigi 23-26 marzo (Da Mercoledì 22 a Lunedì 27 Marzo 2017 Orari: 12-20 : Giovedì 23 Marzo 12-22 Ingressi: 18 € – catalogo omaggio) Place de la Bourse, fra shopping e mostre nella capitale dell’arte. A Parigi per comprare uno schizzo di Picasso o disegno di Duchamp? E’ possibile all’interno del Palazzo della Borsa, in occasione del Salon du Dessin.
La giovane donna che indossa un corsetto disegnata da Marcel Duchamp nel 1912 è una delle proposte della Galleria Helene BAILLY. Nello stesso anno, prima di passare a nuove forme d’arte (e ai suoi amati scacchi!) Duchamp dipinge “Nudo che scende le scale n°2” scomponendo il corpo in più punti di vista. Se invece cercate un disegno di Picasso la Galleria Reginart Collections -fondata da Danielle G. Cazeau a Ginevra nel 2009- ne metterà in vendita uno del 1971 intitolato Woman with Flowers (1971).
In realtà saranno più di 1.000 le opere su carta (e non solo) che vi permetteranno di spaziare dal segno grafico più antico a quello contemporaneo per un acquisto che potrà andare da poche centinaia di Euro a cifre più importanti (il Duchamp si aggira intorno ai 150mila €) ma sempre garantito da 39 fra i più importanti galleristi europei specializzati in disegno. (Immagine: Marcel Duchamp – Young Woman Wearing a Corset with a Blue Ribbon (1912) Galleria Helene BAILLY)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il mistero della creazione artistica”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 marzo 2017

copertinaMilano dal 24 al 26 marzo 2017 a Bookpride, la fiera della piccola editoria sarà presentato “Il mistero della creazione artistica”. “Il mistero della creazione artistica” di Stefan Zweig è la nuova proposta editoriale di Pagine d’Arte, piccola ma raffinata casa editrice con un catalogo che si contraddistingue per l’attenzione con cui unisce testi ricercati e originali a immagini di qualità.Il libro, che è arricchito da riproduzioni di Dürer, Rembrandt e manoscritti di opere musicali, si può considerare il prolungamento ideale della novella “La collezione invisibile” già pubblicata da Pagine d’Arte: due scritti intensi e brevi si sfogliano nella collana Sintomi, sul filo autobiografico che lega Zweig all’appassionata raccolta di carte d’arte. Collezionare per tentare di capire.
“Il mistero della creazione artistica” riproduce il testo della conferenza che Zweig tenne a New York nel 1939 e che viene proposta per la prima volta in italiano.
Insieme ad esso verrà illustrato anche il nuovo catalogo di Pagine d’Arte e saranno presenti anche le altre più recenti pubblicazioni: “Emilio Tadini testo&immagine”, un collage ideale e inedito dei fogli tratti dall’insieme dei raccoglitori rossi degli anni Settanta conservati allo Spazio Tadini di Milano fra le carte d’archivio di Emilio Tadini, “Sig. Bovary e altri personaggi” di Alberto Manguel, e due opere che, per impostazione e contenuti, si prestano per una lettura abbinata: “L’Apocalisse secondo Dürer”, sempre di Alberto Manguel, e “La mente nera di Piranesi” di Marguerite Yourcenar.
Il libro, che è arricchito da riproduzioni di Dürer, Rembrandt e manoscritti di opere musicali, si può considerare il prolungamento ideale della novella “La collezione invisibile” già pubblicata da Pagine d’Arte: due scritti intensi e brevi si sfogliano nella collana Sintomi, sul filo autobiografico che lega Zweig all’appassionata raccolta di carte d’arte. Collezionare per tentare di capire. (foto: copertina)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Empagliflozin: il primo farmaco che protegge il cuore delle persone con diabete di tipo 2

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 marzo 2017

diabeteRiccione. Nel mondo una persona su due con diabete di tipo 2 muore per un evento cardiovascolare. Nei diabetici, infatti, il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare è da 2 a 4 volte superiore rispetto a chi non è affetto da questa patologia 1-2. Oggi, tuttavia, la comunità medico-scientifica ha a disposizione per le persone con diabete di tipo 2 un’opzione terapeutica in grado di coniugare l’azione antidiabetica con i benefici dimostrati sulla riduzione della mortalità e morbilità cardiovascolare.Recentemente, infatti, l’Autorità Regolatoria Europea EMA ha approvato un aggiornamento dell’indicazione per l’antidiabetico orale empagliflozin (inibitore del co-trasportatore sodio-glucosio di tipo 2 -SGLT2) e per la sua associazione con metformina. Per la prima volta nella scheda tecnica di un farmaco antidiabetico viene riportata la possibilità di riduzione del rischio di mortalità cardiovascolare in adulti con diabete di tipo 2, come obiettivo di trattamento.L’aggiornamento è fondato sulle evidenze ottenute nello studio EMPA-REG OUTCOME® in cui empagliflozin ha dimostrato di ridurre il rischio di mortalità cardiovascolare del 38% rispetto a placebo in adulti con diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare accertata, quando aggiunto a terapia standard. Il farmaco ha dimostrato, inoltre, di ridurre il rischio sull’endpoint composito primario (3P-MACE: decesso per causa cardiovascolare, infarto del miocardio non fatale o ictus non fatale) del 14% rispetto a placebo3.
Alla luce di queste importanti evidenze scientifiche Boehringer Ingelheim Italia ed Eli Lilly Italia, hanno deciso di supportare un innovativo progetto di formazione, rivolto alla classe medica, chiamato “Andiamo al cuore del Diabete”, finalizzato a divulgare l’importanza della correlazione tra diabete e rischio cardiovascolare.
Il progetto prevede un tour itinerante di 15 tappe, che partirà da Roma il 25 marzo prossimo, per terminare a Napoli il 17 giugno 2017, transitando in diverse Regioni italiane: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.In alcune delle tappe verrà utilizzato un mezzo mobile “Cell Explorer” posizionato in punti strategici delle città che ospiterà al proprio interno aule didattiche preposte a sessioni formative rivolte a medici specialisti. Nelle diverse tappe del progetto vi sarà anche il coinvolgimento delle associazioni pazienti locali.Il progetto “Andiamo al cuore del Diabete” rientra nell’ambito dell’incessante impegno di Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly nei confronti delle persone con diabete, attraverso un’attività educativa e formativa sul legame che esiste tra diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari. Le sessioni formative rivolte ai medici hanno la finalità di fornire loro gli elementi per conoscere e gestire al meglio queste complicanze del diabete, a beneficio dei soggetti affetti da questa patologia.Senza tralasciare, poi, il fatto che la riduzione degli eventi cardiovascolari (infarto miocardico acuto, rivascolarizzazione coronarica, ictus ischemico acuto e ospedalizzazione per insufficienza cardiaca), comporta un impatto positivo anche sulla sostenibilità del sistema sanitario nazionale
Empagliflozin è un inibitore del co-trasportatore sodio-glucosio di tipo 2 (SGLT2) orale, altamente selettivo, in monosomministrazione giornaliera, approvato in Europa, Stati Uniti e altri paesi del mondo come terapia per adulti con diabete di tipo 2.Empagliflozin riduce la glicemia in soggetti con diabete di tipo 2, inibendo il riassorbimento renale del glucosio, con conseguente eliminazione del glucosio nelle urine. L’inibizione del co-trasportatore sodio-glucosio di tipo 2 agisce indipendentemente dalla funzionalità delle cellule beta pancreatiche e dal rilascio di insulina.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Ritmi e suoni dall’America Latina”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 marzo 2017

MAESTRO DOS SANTOSTRIO CARDOSORoma è programmato per le ore 18.00 di domenica 19 marzo presso il Teatro Italia – via Bari 18, ed è patrocinato dal Municipio Roma II, dall’Istituto di Cultura Latino Americana e dall’Ambasciata del Paraguay. La serata, interamente dedicata alla musica dell’America Latina, prevede tra gli altri brani, l’esecuzione del Concerto Mbarakapù per 3 Chitarre e Orchestra di Jorge Cardoso e la prima esecuzione assoluta in Europa della Cordofonia Esicastica di Saul Gaona. Particolarmente interessante l’esecuzione della Cordofonia, poiché il brano si ispira alla meditazione ascetica dei monaci “esicasti” del Monte Athos, in Grecia, alla ricerca della pace interiore, in contrapposizione con il Concerto Mbarakapù di Cardoso, ispirato alle danze tipiche del folklore sudamericano.
Protagonisti saranno l’Orchestra Internazionale d Roma e il Trio di Chitarre Cardoso. Direttore ospite del concerto è Juan Carlos Dos Santos, direttore stabile dell’Orchestra nazionale del Paraguay. (foto: MAESTRO DOS SANTOS,TRIO CARDOSO)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Clear about psoriasis”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 marzo 2017

psoriasiE’ la recente indagine che Novartis ha condotto su un campione di 8.300 pazienti provenienti da 31 Paesi in tutto il mondo, tra cui l’Italia, con 639 intervistati. Dal sondaggio è emerso che il 33% dei pazienti ritiene di non sopportare lo sguardo degli altri e 1 paziente su 3 si sente inadeguato come partner. Anche per il campione italiano, la qualità di vita è fortemente influenzata dalla patologia, confermando il dato mondiale. L’84% dei pazienti ha infatti risposto di essere stato vittima di umiliazioni e discriminazioni, il 43% si sente osservato in pubblico e al 41% è stato chiesto se la malattia fosse contagiosa. Gli intervistati italiani hanno inoltre raccontato le proprie sensazioni associate alla patologia: circa il 40% si sente in imbarazzo; 1 paziente su 3 si vede poco attraente e si vergogna della propria pelle. Più di ogni cosa, colpisce il dato secondo cui meno della metà degli intervistati (solo il 45%) crede che la clear skin, cioè la pelle libera o quasi libera da lesioni, sia un obiettivo possibile.
La campagna ‘Chiedi al tuo dermatologo’ nasce dalla volontà di ridurre il disagio e la sfiducia denunciati dai pazienti. E’ qualcosa di più di una campagna di informazione: è un ‘appello’ che incoraggia le persone con psoriasi a rivolgersi al proprio dermatologo per ricevere nuove risposte per la propria pelle. Il nome della campagna ‘Chiedi al tuo dermatologo’ richiama fortemente l’alleanza tra medico e paziente. In uno scenario in cui il peso della malattia spesso porta a consultare ‘falsi profeti’ o a curarsi da soli, rivolgersi al proprio dermatologo è il primo passo da compiere.
L’iniziativa, già avviata in altri Paesi europei, tra cui Austria, Germania, Grecia, Svezia e Svizzera, sbarca ora in Italia attraverso la radio, il web e i social network. Il sito http://www.lapelleconta.it è a disposizione degli utenti per offrire maggiori informazioni sulla campagna, sulla clear skin, sul Pasi e per individuare i centri specializzati. Inoltre i pazienti, se lo desiderano, possono scaricare una ‘traccia di colloquio’ con indicazioni utili per gestire l’incontro con il dermatologo.
“Oggi con le cure specialistiche che abbiamo possiamo arrivare al ‘clear skin’ e risolvere la psoriasi nella stragrande maggioranza dei casi, vorrei dire con percentuali oltre il 90%”. A dirlo è il docente ordinario di Dermatologia all’Università di Verona, Giampiero Girolomoni, in occasione della presentazione della campagna ‘Chiedi al tuo dermatologo’, incentrata sulla psoriasi e sui mille limiti, soprattutto psicologici, che questa patologia comporta.La campagna è frutto di un progetto ideato da Novartis: “L’obiettivo della cura di oggi è ottenere una remissione completa o quasi completa della malattia ed esistono farmaci adatti a tutte le esigenze a seconda delle caratteristiche del paziente e della malattia- prosegue Girolomoni- e se un paziente ha la psoriasi e soffre per questa malattia si deve rivolgere al dermatologo che più gli dà fiducia e che cerchi con competenza di eliminare la malattia dalla pelle”.
“Il rischio che il paziente affetto da psoriasi si rivolga a cure alternative pur di non affrontare il dermatologo è alto, anche perché questo comporta un ritardo nella diagnosi e un ritardo anche nell’inizio della terapia, per cui spesso quando si rivolgono al dermatologo arrivano già in uno stadio avanzato di patologia. Questo però comporta dei problemi: un incontro precoce invece permette una diagnosi precoce e soprattutto la terapia più idonea”. Il presidente Adoi (Associazione dermatologi italiani), Antonio Cristaudo, ascoltato a margine della conferenza stampa allestita per la presentazione della campagna ‘Chiedi al tuo dermatologo’, lanciata da Novartis, spiega così quali siano i rischi che potrebbero derivare dalla ricerca di cure alternative da parte dei pazienti affetti da psoriasi. A detta di Cristaudo è infatti “fondamentale instaurare col paziente un dialogo continuo, perché è solo col dialogo che si crea un rapporto di fiducia”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civil Liberties MEPs back deal with Council on Ukraine visa waiver

Posted by fidest press agency su sabato, 11 marzo 2017

ucrainaThe informal deal between Parliament and Council negotiators exempting Ukrainians of visa requirements to enter the EU received on Thursday the backing of the Civil Liberties Committee.The agreement was supported by 39 MEPs, 4 rejected it and 1 abstained. It will now be put to a vote in a next plenary. Afterwards, it will have to be formally adopted by the Council and signed into law. The visa exemption will enter into force 20 days after publication in the Official Journal.Once the visa waiver is in place, Ukrainian citizens who have a biometric passport will be able to travel to the EU for up to 90 days in any 180-day-period for business, tourist or family purposes.Before giving Ukrainians visa-free access to the EU, member states wanted to strengthen the visa waiver suspension mechanism to allow visas to be reintroduced more easily in exceptional cases. The review of this emergency tool has already been completed.The EU and Ukraine started visa liberalisation negotiations in 2008. At the end of 2015, the European Commission concluded that Ukraine had made the necessary progress and had met all the benchmarks. It presented the proposal to grant its citizens visa-free access to the EU in April 2016.
The visa waiver will apply to all EU member states, except Ireland and the United Kingdom.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Plautilla Nelli: Arte e devozione in convento sulle orme di Savon

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 marzo 2017

plautillaFirenze fino al 4 giugno 2017 Uffizi, Galleria delle Statue e delle Pitture. Alle donne artiste, e in particolare alle donne che coltivarono il loro talento creativo tra le mura conventuali, gli studi hanno dedicato crescente attenzione, specie negli ultimi vent’anni.
Anche la figura di Plautilla Nelli (Firenze 1524-1588), la “prima pittrice fiorentina” le cui opere ai tempi di Giorgio Vasari erano disseminate nei conventi e nelle dimore dei gentiluomini fiorentini, è stata investita dall’impulso dei nuovi studi. Per tale motivo le Gallerie degli Uffizi hanno voluto inaugurare la serie di mostre dedicate alle donne artista con una monografica sulla suora pittrice.
Entrata a quattordici anni nel convento domenicano di Santa Caterina in Cafaggio – a Firenze, in piazza San Marco -, Plautilla, imbevuta della mistica savonaroliana, fu interprete appassionata della poetica figurativa ispirata al magistero di Girolamo Savonarola nel campo delle arti e al nuovo modello disciplinato di santità femminile della riforma tridentina.
Nel monastero fiorentino ricoprì la carica di priora e fu a capo di una fiorente bottega artistica grazie alla quale numerose consorelle sue discepole contribuirono alla diffusione di immagini sacre, avvalendosi di una tecnica pittorica da vere professioniste. Intesa come parte integrante del lavoro quotidiano delle suore e approvato come regola di tutte le terziarie domenicane, la creazione di immagini sacre era valutata essenzialmente per la loro efficacia devozionale e non certo dal punto di vista dell’originalità dello stile o della composizione. Il gusto “conservatore” nel campo artistico delle suore – e di Plautilla Nelli in particolare – rifletteva la scala dei valori maggiormente stimati, tra cui al sommo grado quelli che rappresentavano la continuità della illustre tradizione artistica domenicana.
L’attività artistica del convento di Santa Caterina in Cafaggio fu destinata a soddisfare principalmente la richiesta del mercato dei “parenti e clienti”, ovvero di coloro i quali erano legati alla vasta rete dei conventi toscani dell’Ordine dei Predicatori. La richiesta era diffusa a tal segno da implicare la serialità, come nel caso dei quattro dipinti raffiguranti l’immagine di una santa domenicana ritratta di profilo che costituiscono il fulcro di tutta la mostra.
La vendita di tali opere divenne poi fondamentale per la vita del convento di Santa Caterina all’indomani della riforma dei monasteri femminili emanata dai decreti tridentini (1566), riforma che sanciva la proibizione di ricercare beneficenze fuori delle mura conventuali. Le modifiche apportate alle iscrizioni che riportano il nome di santa Caterina da Siena distinguibili nella serie dei quattro dipinti tramandano il nome di “un’altra Caterina”: suor Caterina de’ Ricci, coetanea di Plautilla e anch’ella fervente savonaroliana, suggerendo la possibilità che in tali ritratti la Nelli volesse rappresentare la “monaca santa” di Prato, uguagliandola alla santa senese.Finalmente è giunto il tempo che a Plautilla si dedichi una mostra, il tempo di riscattare la sua memoria storica e le sue opere d’arte spesso, ingiustamente, assegnate a uomini artisti: una mostra questa di Plautilla che apre la serie delle iniziative che le Gallerie degli Uffizi hanno in programma di realizzare ogni anno dedicate all’altra metà del cielo, alle donne che seppero distinguersi anche nel campo delle arti.
La mostra a cura, come il catalogo edito da Sillabe, di Fausta Navarro, è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con le Gallerie degli Uffizi e Firenze Musei, ed è stata realizzata con il generoso contributo di Advancing Women Artists Foundation e con la collaborazione del Museo del Tessuto di Prato.Il catalogo Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola e l’omonimo breve video documentario in mostra sono stati infatti realizzati con il contributo della Advancing Women Artists Foundation, che ha anche finanziato il restauro di 5 opere e 2 manoscritti esposti, alcuni dei quali sono di nuova attribuzione.
La fondazione statunitense (www.advancingwomenartists.org), operativa a Firenze dal 2006, si dedica al restauro e all’esibizione dell’arte al femminile conservata nei musei e nelle chiese della città. Nell’ultima decade ha restaurato 21 opere di Plautilla Nelli, contribuendo notevolmente alla riscoperta dell’artista e diffondendo la sua storia a Firenze e in tutto il mondo.“Pochi sanno che da ben più di cinque secoli Firenze è un vero e proprio centro per l’arte al femminile” spiega Jane Fortune, fondatore e presidente di AWA. “Le opere di artiste donne che abbiamo ritracciato e censito nei musei e chiese di Firenze sono più di 2.000. Sono una parte ‘invisibile’ della storia dell’arte, che necessita di essere restituita al pubblico. Plautilla Nelli ha aperto la strada ad altre donne della sua epoca e ha goduto di un successo senza precedenti. È l’ispirazione il vero stimolo della nostra missione: dare voce alle donne artiste del passato. Grazie a questa mostra, Nelli non sarà più tra le artiste ‘invisibili’”.«Con la mostra dedicata a Plautilla Nelli non vengono soltanto posti i riflettori su una protagonista della pittura fiorentina del Cinquecento e della riforma e spiritualità savonaroliana» afferma Eike D. Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, «ma, insieme alla monografica dedicata a Maria Lassnig, che aprirà il 25 marzo, instituiremo per gli anni a venire una serie di esposizioni dedicate alle donne artiste.» (foto: plautilla)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella acquires office property in Dublin for sustainable fund

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 marzo 2017

dublinMunich-based investment manager Catella Real Estate has acquired an office property in the Irish capital, Dublin, for its Sarasin Sustainable Properties – European Cities fund. The building, which is fully occupied and measures around 4,100 m2, is leased to investment bank J.P. Morgan. “The Irish market for office property has regained its strength after the financial crisis. We have taken advantage of Ireland’s current economic prosperity by acquiring a modern, long-term leased office property for our investors. It meets the sustainability criteria specified for the fund, and the acquisition will ensure broader diversification of the portfolio,” says Henrik Fillibeck, member of the Managing Board of Catella Real Estate.The property, called One George’s Dock, was built in 1996 and stands on land measuring 1,000 m2in the heart of Dublin. This district is home to more than 430 companies, including KPMG, Wells Fargo, AIG and Citibank.“After years of economic difficulties, the recovery of the Irish economy is in full swing. In 2015 alone, Ireland’s GDP rose by 26.3%. Economic experts expect the Irish economy to remain on a growth path, forecasting another 3.8% increase in GDP for 2017. Also, Ireland’s population is expected to grow by 7.6% by 2026,” says Thomas Beyerle, Head of Group Research at Catella.The Sarasin Sustainable Properties – European Cities fund is a product of Catella Real Estate AG in cooperation with Bank J. Safra Sarasin AG. The fund, which invests at least 75% of its capital in commercial property, focusing on office and retail, aims specifically to meet the needs of institutional investors in Switzerland, Austria and Germany. Each building has to meet the sustainability standards of Bank Sarasin.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: Effimera – Suoni, luci, visioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 marzo 2017

Minolta DSCRoberto PuglieseModena via della Manifattura dei Tabacchi 83, Mata dal 18 marzo al 7 maggio 2017 inaugurazione 18 marzo ore 18 nuova edizione di Effimera – Suoni, luci, visioni, a cura di Fulvio Chimento e Luca Panaro e in collaborazione con la Galleria Civica di Modena, che quest’anno propone opere di Carlo Bernardini (1966), Sarah Ciracì (1972) e Roberto Pugliese (1982). La mostra è realizzata con il supporto di Coptip e del Gruppo Fotografico Grandangolo BFI.
Effimera giunge dunque alla sua seconda edizione, con l’intento di individuare e valorizzare artisti che fanno dell’utilizzo avanzato della tecnologia la cifra stilistica del proprio lavoro. Nel 2016 Effimera aveva individuato il suo punto focale nel web, inteso come strumento di conoscenza artistica e relazionale grazie alla presenza degli artisti Eva e Franco Mattes, Carlo Zanni e Diego Zuelli. La nuova edizione si concentra sull’analisi della componente immateriale che è caratteristica della ricerca artistica dei nostri giorni, che trova trasposizione (e sintesi) all’interno di un percorso espositivo che prevede la creazione di un viaggio sensoriale interno alle tendenze artistiche recenti.
Sarah CiraciNel 2017 i curatori hanno strutturato i 500 mq del MATA in tre ambienti distinti. Punto di partenza di questo “attraversamento” è costituito dalla ricerca sonora del sound artist Roberto Pugliese, mentre l’approdo si identifica nelle installazioni luminose in fibra ottica di Carlo Bernardini, dipanando il percorso fra le immagini fluttuanti degli affreschi digitali di Sarah Ciracì. Effimera – Suoni, luci, visioni è costruita intorno a un percorso spiccatamente immersivo, ideato e strutturato appositamente sul MATA: tre imponenti installazioni ambientali, separate ma contigue, marcano una distinzione linguistica e temporale, e al tempo stesso suggeriscono una linea di continuità all’interno del percorso evolutivo dell’arte. Fa da corredo ad Effimera un ricco calendario di incontri collaterali che prevede la presenza degli artisti coinvolti, ma anche di filosofi ed esperti del settore “arte e tecnologia”. (foto: Carlo Bernardini, Roberto Pugliese, Sarah Ciraci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Gender equality boosts economic growth

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 marzo 2017

europeIf the EU stepped up its efforts to improve gender equality, more jobs would be created, GDP per capita would increase and society would be able to adjust better to the challenges related to the ageing population. These are the main results of a new study by the European Institute for Gender Equality (EIGE), launched on the occasion of international women’s day on 8 March 2017.
“Equality between women and men is one of the EU’s fundamental values. It is about fairness. Now numbers talk: equality is a driver for economic growth. Gender equality will bring more growth to Europe”, said Vera Jourová, Commissioner for Justice, Consumers and Gender Equality.
“Our study proves that gender equality is good for the economy and it cannot be disregarded if the EU wants to achieve sustainable and inclusive growth. For far too long, gender inequalities have been limiting women’s economic opportunities and we now have proof that gender equality is crucial for the entire economy”, said Virginija Langbakk, EIGE’s director.
The evidence confirms that improvements to gender equality would generate up to 10.5 million additional jobs by 2050 and the EU employment rate would reach almost 80%. EU Gross Domestic Product (GDP) per capita would also be positively affected and could increase up to nearly 10% by 2050.
The level of economic benefits varies considerably across Member States, with some individual countries seeing around a 4% GDP increase and others exceeding 10%. Countries with more room to improve their current level of gender equality have much to gain.
Improved gender equality measures could also help address demographic challenges for the EU, such as the ageing population. Previous research suggests that gender equality is linked to higher fertility rates, which would lead to a larger population and an increase in long-term labour supply. This is important in light of current EU demographic projections, which predict a rise in the number of older people out of the labour force.
The study on the ‘economic benefits of gender equality’ looked at what the economic impacts would be if gender inequalities were reduced in STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) education, labour market activity and pay. It also considered the demographic changes when these gender gaps are reduced.
No previous study has attempted econometric modelling of such a broad range of macroeconomic benefits of gender equality in the EU.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Clinical trial rules should protect patients and results not operational details

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 marzo 2017

Sophia Antipolis. Rules governing the conduct of clinical trials are failing to produce the intended benefits for patients and should be rewritten through a transparent process that involves academic clinical trialists and patient advocates as well as regulators and industry representatives, according to recommendations published today in European Heart Journal. The call comes from the Cardiovascular Round Table (CRT), an independent forum of the European Society of Cardiology (ESC), which convened regulators, drug companies, academic clinical trialists and patients to discuss the International Council for Harmonisation (ICH) Good Clinical Practice (GCP) guidelines. “Well conducted randomised clinical trials are the bedrock of safe and effective, evidence-based treatment of cardiovascular disease. However, the cost and complexity of clinical trials has risen out of all proportion,” said lead author Professor Martin Landray, Professor of Medicine and Epidemiology, Clinical Trial Service Unit, University of Oxford, UK. “It means that many potential new treatments are abandoned before their efficacy has been thoroughly assessed. Furthermore, some ineffective or harmful treatments may continue to be used widely because of a lack of robust clinical trial data.” The paper argues that GCP requirements for randomised clinical trials should be based on the overarching principle of minimising issues that may materially impact the well-being of trial participants or the reliability of the results.Professor Landray said: “The emphasis on reliable results is not just for academic reasons. It’s the results that impact on the care of future patients. If a treatment really works but your trial fails to prove it then you’ve missed an opportunity. If a treatment is not safe and you miss that because your trial is too small or is badly conducted then that’s also bad for patients.” “The rules should be based on the principles, not on the operational details which will, and should change over time,” said Professor Barbara Casadei, ESC President-Elect and co-chair of the CRT. “We have no idea what technology and healthcare systems will look like in ten years. What we do know is that protecting patients and obtaining reliable results will remain a priority.” “Even today, innovative approaches to trial design, such as randomisation within the context of a large cardiovascular registry, are often thwarted by concerns about how to adhere to current GCP requirements that were written before the advent of smartphones or the widespread use of electronic healthcare records,” said Professor Landray.The current rules are determined by the ICH (www.ich.org) which includes a select group of regulators, for instance, the US Food and Drug Administration (FDA) and the European Medicines Agency (EMA), and pharmaceutical companies. It does not involve patients, scientific organisations, or academic clinical trialists. The CRT asserts that these groups have a major role to play in improving clinical trial guidelines. Indeed, previous experience, particularly in the US but also in Europe, has demonstrated the importance of effective engagement of all those involved in clinical trials, including academic and patient communities. The CRT meeting was the catalyst for MoreTrials, a public campaign “for more, better, randomised trials”, of which the ESC is an active supporter. These efforts have had some success, including signs of positive engagement from the ICH. For example, ICH has already made some helpful changes to GCP. In June 2016, Professor Landray and colleagues were invited to present the CRT’s concerns to the ICH meeting and as a result, in January 2017, the ICH launched a consultation on a proposal for more widespread revisions to its key guidelines.Professor Landray said: “We are delighted that the ICH is starting to listen but there is still a way to go. The ICH has proposed only limited academic engagement in the development of new GCP guidelines (largely confining our input to studies that are observational or based on existing databases).”Professor Casadei concluded: “The ESC will continue to campaign for much greater engagement between regulators, pharmaceutical companies, patients, scientific organisations and academic organisations in the development and application of clinical trials regulations. Such work is critical to advances in care and improvements in outcomes for patients with cardiovascular disease”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Reform of the EU asylum rules – creating a new Dublin system that works

Posted by fidest press agency su martedì, 7 marzo 2017

european-parliamentOn Thursday, 9 March 2017, Parliament’s lead MEP on the reform of the Dublin system, Swedish liberal Cecilia Wikström, will present her draft report to the Civil Liberties Committee.The draft report is a first response to the Commission’s proposal, presented in May 2016, for reform of the Dublin regulation. This regulation, which determines which member state is responsible for processing an asylum application, constitutes the cornerstone of the EU asylum system, which is currently undergoing a major revamp.
In the report, Ms Wikström proposes ways to remedy the weaknesses of the current EU asylum rules, which became obvious in 2015 when more than one million people fled war, conflicts and persecution and applied for international protection in the EU, resulting in the near-total collapse of the system. To ensure that the new asylum system will work in practice, the rapporteur sets out three key priorities:
· all member states must share responsibility for asylum seekers,
· accelerating procedures: people needing international protection should get it much faster while those who do not have the right to asylum should be returned to their home countries in a swift and dignified manner, and
· all asylum seekers should be registered upon arrival in the EU and member states with EU external borders must protect and maintain them.
The aim is to ensure that member states on the southern borders are no longer left to shoulder a disproportionate share of the EU’s obligations to applicants for international protection. The system should not encourage member states to turn a blind eye or apply “wave-through” policies, and asylum seekers should be certain that their applications will be treated swiftly and fairly in all countries.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ecocardiografia e risonanza magnetica per diagnosticare le malattie del cuore

Posted by fidest press agency su martedì, 7 marzo 2017

risonanza magneticaPadova eccellenza mondiale nelle tecniche di imaging per la diagnosi di patologie cardiache. Se ne è parlato durante un simposio dedicato esclusivamente alla parte destra del cuore e alle patologie associate. In primo piano l’insufficienza cardiaca ma soprattutto le cardiomiopatie, responsabili di numerosi morti giovanili, e l’ipertensione polmonare, malattia spesso fatale in giovane età ma che oggi può essere tenuta sotto controllo con nuove terapie. Il simposio, dal titolo “The right heart. The new frontier” è stato organizzato dal Dipartimento di Scienze Cardiache, Toraciche e Vascolari dell’Università di Padova e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.
«Abbiamo superato l’errata convinzione del passato che la parte destra del cuore giocasse un ruolo meno importante nella genesi delle malattie e che fosse più difficile da studiare» spiega Sabino Iliceto, Presidente del simposio e Direttore della Clinica cardiologica dell’Università di di Padova. «Molto spesso sono patologie che presentano un riflesso di ciò che avviene nel cuore sinistro, per esempio importanti patologie della valvola mitrale, oppure malattie che colpiscono il circolo polmonare, come l’ipertensione polmonare. Oppure sono malattie che possono colpire elettivamente il cuore destro, come le endocarditi o i traumi. Oggi disponiamo di strumenti di indagine, come l’ecocardiografia tridimensionale e la risonanza magnetica cardiaca, che ci consentono una ricerca accurata, dettagliata e totalmente non invasiva delle patologie che colpirono il cuore, compresa la parte destra. Sono metodiche nelle quali Padova è tra i primi in Italia».
Un primato ribadito anche da Luigi Badano, Docente di Cardiologia dell’Università di di Padova: «Abbiamo una tradizione molto forte nell’ecocardiografia tridimensionale e negli ultimi anni sono stati compiuti notevoli progressi nella diagnosi delle cardiomiopatie. Agli strumenti di imaging si è affiancata l’indagine genetica. Abbiamo imparato, anche dalla storia naturale di questi pazienti, come fare una migliore stratificazione prognostica. Dopo un evento, per esempio un infarto, eseguiamo una ricerca genetica del paziente e dei familiari, perché molte patologie del cuore destro sono geneticamente determinate. Possiamo identificare tra i parenti quelli che sono portatori della modificazione genica e che potrebbero evolvere verso il fenotipo della malattia. In questo modo riusciamo a suddividere i pazienti a seconda del tipo di patologia e della sua gravità, per utilizzare trattamenti mirati e personalizzati, e quindi più efficaci».
Progressi significativi sono sono stati raggiunti anche nella chirurgia cardiaca. «I pazienti che più frequentemente devono essere sottoposti a un intervento chirurgico sono quelli che hanno subìto un precedente intervento della valvola del cuore sinistro e che dopo tempo sviluppano un’insufficienza tricuspidale, oppure sono pazienti anziani che hanno sviluppano fibrillazione atriale e ingrandimento dell’atrio destro, e che sviluppano un’insufficienza della valvola tricuspidale del lato destro. In queste patologie abbiamo osservato che i pazienti operati presentano una migliore prognosi rispetto ai pazienti che vengono trattati medicalmente e che non dobbiamo aspettare che i pazienti si aggravino altrimenti la chirurgia non è ugualmente efficace» avverte Badano. «Altri progressi che stanno avvenendo proprio in questi mesi riguardano lo sviluppo di device per il trattamento percutaneo e transcatetere per i pazienti che presentano un aumentato rischio chirurgico».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »