Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Auto: Mobilità elettrica

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2021

In Italia ci sono più di 19.300 punti di ricarica elettrica in 9.700 stazioni aperte al pubblico. Di queste, 8 su 10 sono in aree pubbliche (nelle strade, per esempio) e il restante 20% su terreni privati con accesso pubblico (parcheggi, supermercati, centri commerciali…). Nel 2020 è stato installato il 40% in più di questi sistemi, numeri che continueranno a crescere nel 2021. Oltre la metà di questi punti di ricarica si trova nel Nord del Paese. Il Lazio è una delle regioni più impegnate con 1.700 punti ricarica; solo dietro alla Lombardia che ne ha 3.300, Piemonte con duemila, Emilia-Romagna con oltre 1.800. Anche Veneto e Toscana ne hanno 1700.Tra i migliori posti per ricaricare i veicoli elettrici ci sono sicuramente i parcheggi. Quando si passeggia in città, si fa shopping, si va in centro per un appuntamento, ci si sposta per lavoro o per incontrare gli amici si parcheggia la macchina e allo stesso tempo si ricarica. Una volta ripresa l’auto, la sua autonomia sarà di nuovo al massimo. Secondo i dati forniti da https://parclick.it azienda leader in Europa per la prenotazione di parcheggi online, il 32% dei parcheggi italiani ha già dei sistemi di ricarica per auto elettriche. Le regioni con più punti sono Lazio, Lombardia, Campania, Toscana, Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte. E le singole città con più punti sono Roma, Milano, Firenze e Napoli.Ci sono diversi tipi di veicoli elettrici:
Ibridi Funzionano con due motori: uno a combustione principale (benzina o diesel) e uno elettrico. In questo caso la batteria si ricarica quando l’auto rallenta, quindi queste auto non hanno bisogno di stazioni di ricarica.
Ibridi plug-in Anche questi veicoli hanno un motore a combustione e un motore elettrico. La differenza con le auto ibride è che il motore elettrico ha la priorità. La batteria si ricarica quando l’auto rallenta ma può anche essere collegata a una fonte esterna di energia elettrica e questo rende più facile guidare il 100% del tempo con il motore elettrico rispetto a un’auto ibrida tradizionale.
100% elettrico.Sono veicoli che funzionano solo con l’elettricità. Hanno uno o più motori elettrici, quindi batterie ricaricabili con più capacità. Per queste auto le stazioni di ricarica sono essenziali e indispensabili, anche se le batterie durano più a lungo visto che non c’è un motore a combustione per supplire nel caso in cui il motore elettrico si scarichi. Le auto elettriche rappresentano un mercato in crescita. Secondo i dati dell’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri (UNRAE), i veicoli elettrici rappresentano già lo 0,7% delle nuove immatricolazioni in Italia, una cifra che sembra piccola ma è superiore a quella del 2019. Inoltre, da gennaio a novembre 2020 gli acquisti di ibridi plug-in sono aumentati di 20 volte nonostante con la pandemia sia stato un anno difficile per i produttori di auto. Infatti, gli ibridi (ibridi plug-in e non plug-in) sono stati gli unici veicoli che hanno registrato vendite maggiori nel 2020 rispetto all’anno precedente. A livello europeo, nell’ultimo anno, delle auto vendute una su cinque era ibrida o elettrica.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo, Melilli: “Auguri al Presidente Draghi e al governo: pronti a dare nostro contributo”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2021

“Oggi con il giuramento si insedierà il nuovo Governo guidato dal presidente professor Mario Draghi. La squadra dei ministri è un giusto mix di tecnici e di rappresentanza politica, con il compito di affrontare sfide rilevantissime per il nostro paese. Auguro buon lavoro al Presidente del Consiglio ed a tutti i Ministri. Rivolgo un augurio particolare al nuovo Ministro dell’Economia dott. Daniele Franco e ringrazio il Ministro uscente Roberto Gualtieri per il grande impegno profuso in questi mesi. In commissione Bilancio non abbiamo mai smesso di lavorare, neppure in queste settimane più critiche, e siamo pronti a dare il nostro contributo per l’uscita del paese dalla crisi. Sarà indispensabile costruire fin da subito un rapporto positivo con il Parlamento che in questi mesi, anche nel pieno dell’incertezza politica, ha saputo superare spesso i contrasti tra maggioranza e opposizione. La strada del confronto serio e rigoroso, ma leale ed aperto con il Parlamento è quello che auguro al nuovo presidente del Consiglio e ai nuovi Ministri ”. Così il presidente della commissione Bilancio alla Camera, Fabio Melilli

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento Europeo: Via libera al Recovery Resilience

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2021

Bruxelles. Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo a seguito della votazione sullo Strumento di Ripresa e Resilienza: “L’Unione europea non si ferma e il via libera oggi del Parlamento europeo al Recovery Resilience Facility (Rrf) – il regolamento sugli obiettivi, il finanziamento e le regole di accesso ai fondi europei – è un’altra decisione storica per guidare la ripresa. Questa è l’Europa che corre nella direzione giusta, con soluzioni in forte discontinuità col passato e capace di sostenere i cittadini e la loro vita consentendo agli Stati di avere risorse per programmare il loro futuro”. “Ora la parola passa agli Stati membri per far partire il Next Generation UE. Ci attendiamo che i parlamenti nazionali accelerino la ratifica dell’aumento delle risorse proprie dell’Unione, essenziale per emettere bond e finanziare la ripresa. Non c’è tempo da perdere e ogni ritardo sarebbe un danno enorme a cittadini e imprese”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Servizio civile: Candidature aperte fino al 15 febbraio 2021

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 febbraio 2021

Sono 172 i progetti Caritas inseriti nel bando del servizio civile universale per il quale si può presentare domanda di partecipazione entro le ore 14.00 di lunedì 15 febbraio.Di essi, 7 sono all’estero, in otto paesi (Albania, Bosnia-Erzegovina, Etiopia, Gibuti, Guatemala, Senegal, Sierra Leone e Rwanda) per un totale di 28 posti.Dei 165 progetti in Italia, l’80% appartiene al settore Assistenza, il 19% al settore Educazione e l’1% al settore Agricoltura sociale.Tra i progetti dedicati all’Assistenza, 72 si occuperanno di soggetti in condizione di disagio o di esclusione sociale (soprattutto adulti e anziani), 17 di minori e giovani in condizioni di disagio o di esclusione sociale, 19 di migranti e richiedenti asilo, 9 di disabili, 8 di donne con minori a carico e donne in difficoltà, 4 di persone affette da Hiv, con problemi di salute mentale e ludopatici, 2 di persone vittime di violenza e infine un progetto sarà dedicato a detenuti.Nei progetti dedicati all’Educazione, 18 sono volti all’animazione culturale di minori e giovani, 8 all’educazione e promozione della pace e dei diritti umani, 3 alla lotta all’evasione e all’abbandono scolastici, 2 all’educazione alimentare.Sono 478 le sedi fisiche inserite in questi progetti, in 14 regioni ecclesiastiche e in 98 Caritas diocesane, oltre ai partner all’estero.Tutti i progetti hanno la durata di 12 mesi. I progetti infine vedranno coinvolti 536 olp, operatore locale di progetto, le persone cioè che accompagneranno i giovani volontari nello svolgimento del loro servizio.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’altro volto dell’Alzheimer

Posted by fidest press agency su martedì, 9 febbraio 2021

Avere una demenza, essere una persona. (FrancoAngeli/Self-help). Il volume, a cura di Pietro Vigorelli, si avvale della collaborazione con esperti di diversi settori: Emanuela Botticchio, Elena Colombetti, Vittore Mariani, Giuseppina Massi, Leo Nahon, Susana Gonzalez Ramirez, Ilaria Vigorelli. Introduzione di Carlo Cristini.Ha per obiettivo di arricchire l’immagine corrente dell’essere persona, facendo in modo che possa comprendere i malati con demenza, inclusi quelli in fase avanzata.Descrive le proposte dell’ApproccioCapacitante® per realizzare una cura centrata sulla persona nella realtà quotidiana delle Case per anziani.Si rivolge a chi è coinvolto nella cura, operatori e familiari, ma anche a chi vuole interrogarsi sulla possibilità di riconoscere nell’Altro una Persona, anche se molto diversa e quasi eclissata.www.gruppoanchise.itDisponibile nelle principali librerie e online, sia il libro che l’ebook (IBS, Amazon, FrancoAngeli…)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sfide ambiziose per il nostro Paese per la crescita e lo sviluppo

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 febbraio 2021

In particolare, digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo, transizione ecologica, infrastrutture e mobilità, istruzione e formazione, ricerca e cultura, per avere successo devono necessariamente prevedere specifiche azioni mirate al trasporto marittimo nel suo complesso”. Lo ha affermato Mario Mattioli, Presidente di Confitarma, nel corso dell’audizione di fronte alla IX Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, nell’ambito dell’esame in sede consultiva della proposta di PNRR – Recovery Plan.
“Purtroppo – ha aggiunto Mattioli – le dichiarazioni d’intenti del PNRR non trovano riscontro in azioni concrete, per quanto attiene al trasporto marittimo, al quale, sebbene rappresenti uno dei settori più rilevanti per la transizione ecologica e sia notoriamente capital intensive, non vengono dedicate misure di sostegno. Gli unici interventi concreti per il settore marittimo contenuti nel PNRR riguardano il TPL e la portualità che, seppur importanti segmenti del comparto marittimo, rappresentano solo una parte del sistema”. “Inoltre, c’è il rischio concreto che per alcuni settori gli effetti auspicati del Piano si manifesteranno troppo tardi in quanto per le diverse misure di primo sostegno previste dalla manovra straordinaria adottata nel corso del 2020 mancano ancora i decreti attuativi relativi all’estensione degli sgravi contributivi alle navi iscritte nel primo registro navale e al fondo per il ristoro delle perdite sofferte dalle navi passeggeri”.
“È necessario – ha affermato il presidente Mattioli – dare urgente attuazione ai provvedimenti già adottati nonché prevedere azioni di sostegno economico a ristoro delle ingenti perdite che altri settori, in primis il comparto cisterniero, stanno subendo a causa del devastante calo della domanda”. “Dato che la sfida della decarbonizzazione interessa tutto il trasporto, sia pubblico che privato, occorre
definire un piano di intervento che faciliti e acceleri il processo di sviluppo/rinnovamento ed adeguamento della flotta di bandiera, coinvolgendo la cantieristica italiana maggiore, già leader mondiale in alcuni comparti ad alto valore, ed anche quella minore in crisi da anni, individuando strumenti finanziari necessari anche attraverso il coinvolgimento di Cassa Depositi e Prestiti e del settore privato. Inoltre, occorre attuare una strategia che garantisca l’identificazione di solide filiere di approvvigionamento che consentano il ricorso a carburanti avanzati e lo sviluppo delle infrastrutture necessarie alla distribuzione e bunkeraggio del GNL. “Last but not the least – ha affermato il Presidente Mattioli – il processo di estensione dei benefici della bandiera italiana alle bandiere comunitarie che si concluderà a breve dovrà naturalmente essere rivolto a quei soggetti utilizzatori delle navi stabilmente radicati sul territorio italiano, che contribuiscono a generare PIL per la nostra economia. Al fine di evitare quanto purtroppo già accaduto nella logistica italiana, dove è venuta a determinarsi l’egemonia dei grandi operatori internazionali che decidono se, come, cosa e quanto trasportare, occorre difendere l’impresa italiana creando le condizioni di crescita e sviluppo delle tante realtà eccellenti del nostro settore. Il miglior modo per farlo è attraverso la semplificazione e l’aggiornamento di norme e procedure che risalgono anche all’Ottocento”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccino anti-covid e situazione nelle basi militari

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2021

Il Sindacato Aeronautica Militare (SIAM) scrive al Ministro Guerini denunciando una grave situazione in Aeronautica in quanto risulterebbe che il personale sanitario non abbia ancora oggi avuto nemmeno la prima vaccinazione anti-covid nonostante le atitvità ambulatoriali in tutta Italia siano aumentate considerevolmente per ragioni istituzionali.Un rischio di esposizione enorme, dichiara il SIAM, che può tuttavia essere ridotto attraverso la campagna vaccinazioni anti-covid che però ancora non è partita nonostante la sanità militare abbia chiesto il numero dei sanitari militari, presumibilmente per predisporre i vaccini. Un ritardo inaccettabile dichiara perentorio il SIAM scrivendo al Ministro delle Difesa il SIAM, che nonostante tale vaccinazione rientri ormai a pieno titolo nella prevenzione primaria da effettuare, il nostro personale sanitario ancora non sia entrato nemmeno della “priorità 1” mentre nel resto del Paese si sta già iniziando a vaccinare le “priorità 2”.Inoltre è scandaloso, conclude il SIAM, che alcuni medici ed infermieri militari, abbandonati a loro stessi, con un aumento del rischio di esposizione al contagio COVID e nessuna indicazione sulle vaccinazioni da parte delle autorità sanitarie deputate a fare questo, hanno dovuto chiedere privatamente, a titolo di CORTESIA, ai loro contatti presso alcune ASL di essere vaccinati e quindi protetti per lavorare in sicurezza.E’ urgente un intervento del Ministro al fine di predisporre subito disposizioni operative che consentano al personale sanitario di operare in tutta sicurezza.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comunicare la sostenibilità

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2021

Numeri da record quelli registrati in termini di partecipazione al primo dei tre incontri organizzati da ASviS e FERPI sul tema della comunicazione della sostenibilità. Oltre 700 persone hanno seguito l’incontro che ha visto relatori del mondo accademico, della ricerca e dell’impresa dare vita ad un evento formativo focalizzato sulla conoscenza, realizzazione e narrazione delle strategie di sostenibilità. L’obiettivo del ciclo di incontri, i prossimi si terranno il 23 marzo e il 26 maggio 2021, è arricchire le competenze dei professionisti della comunicazione e dei manager della sostenibilità, offrire conoscenze, esperienze e strumenti utili a promuovere strategie sempre più efficaci. Il primo appuntamento è stato dedicato alla sostenibilità ambientale con un focus sulla policy, uno strumento che non è solo una modalità per valorizzare la brand sustainability identity o una buona pratica di reputation performance: è una scelta consapevole che sottolinea anche l’impegno dell’impresa a contribuire al raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.
L’evento formativo ASviS e FERPI ha provato a fornire alcune risposte con gli interventi di Enrico Giovannini, portavoce ASviS, e Fabio Iraldo, docente di Management della Scuola Superiore Sant’Anna. Laura Cantoni, partner di Astarea, ha illustrato i risultati della ricerca “La sostenibilità nella comunicazione d’impresa” da cui emerge quanto sia necessario affrontare le nuove sfide della sostenibilità con un cambio di linguaggio e di tecnica narrativa. Sono state presentate anche le esperienze di Poste Italiane, con l’intervento di Paolo Gencarelli, Head of Group Real Estate, e ABS Acciaierie Bertoli Safau con il racconto della Communication Manager, Federica Maion. Buone pratiche utili come “sparring partner” per l’ultima parte dell’evento formativo dedicato alla costruzione di una policy ambientale efficace. Rossella Sobrero e Sergio Vazzoler, consigliere nazionale FERPI esperto di comunicazione ambientale, hanno condiviso con i partecipanti alcune indicazioni su come scrivere una policy ambientale e su come promuoverla presso i principali stakeholder.
I prossimi due appuntamenti sempre online si terranno il 23 marzo 2021 sulla policy sui diritti umani, mentre il 26 maggio 2021 il focus sarà sulla policy Diversity&Inclusion.ASviS – Alleanza Italiana per Lo Sviluppo Sostenibile – riunisce 300 tra le più importanti istituzioni e reti della società civile per diffondere la cultura della sostenibilità e far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.FERPI – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana – rappresenta da 50 anni in Italia i professionisti della Comunicazione e delle Relazioni Pubbliche, persone che ogni giorno fanno della comunicazione un mestiere, tema di ricerche, studio e insegnamento. FERPI è impegnata per valorizzare la professione dei comunicatori presso i pubblici di riferimento, supportare la crescita professionale dei soci con la formazione, offrire un aggiornamento costante grazie anche al confronto internazionale, promuovere la cultura della sostenibilità.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo. Bonafede, la relazione sullo stato della giustizia e l’abolizione della prescrizione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Dobbiamo evitare che i colpevoli siano agevolati dai tempi lunghi dei processi e quindi siano assolti per decorrenza dei tempi. Così il M5S propose, e il governo Conte 1 (M5S-Lega) approvò, la legge sulla abolizione della prescrizione dopo il primo grado di giudizio.Sarà utile? No. E’ utile solo a soffiare fumo sugli occhi dei creduloni di turno.La prescrizione significa che un reato non è più perseguibile dopo un determinato periodo. Dopo quanto tempo scattava la prescrizione?Vediamo, prendendo ad esempio alcuni reati:
a) Corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio: 15 anni;
b) Rapina: 25 anni;
c) Furto in abitazione: 12 anni;
d) Inquinamento ambientale: 25 anni.
La domanda, che qualsiasi persona di buon senso pone, è la seguente: sono sufficienti 25 anni per svolgere un processo a una persona accusata di rapina? E 12 anni per corruzione e 25 anni per inquinamento ambientale?
La risposta è semplice: sì, sono più che sufficienti e, se in tale periodo non si arriva a sentenza definitiva, significa che c’è un problema che riguarda l’amministrazione giudiziaria.Invece, il governo Conte 1, con l’abolizione della prescrizione, non ha posto limite alla durata di un processo. Insomma, fine processo mai. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, depositerà una relazione al Parlamento sullo stato della giustizia. Se fosse un ministro della Giustizia dovrebbe annunciare la cancellazione della legge sulla abolizione della prescrizione. Purtroppo, abbiamo un Bonafede e un premier che, subito dopo il crollo del ponte Morandi, aveva dichiarato che non si potevano attendere i tempi della giustizia. Già, ma con l’abolizione della prescrizione i tempi della giustizia li ha dilatati all’infinito. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Torino il premio “Cresco Award – Città Sostenibili”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

E’ stato ufficialmente consegnato alla Città metropolitana di Torino il Premio Cresco Award Città Sostenibili, vinto grazie al Progetto “Economia circolare: nuovi strumenti per i cittadini – Ecosistemi circolari”. Il premio, alla sua quinta edizione,è stato promosso da Fondazione Sodalitas, in collaborazione con Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e con il patrocinio della Commissione Europea e del ministero dell’Ambiente, che vuole premiare e mettere in risalto l’impegno degli Enti locali italiani per lo sviluppo sostenibile dei territori.Il progetto presentato dalla Città metropolitana consiste nella realizzazione e rilascio di una PWA (Progressive Web App), dedicata alla corretta gestione dei rifiuti, a partire dalla prevenzione e via via fino alla raccolta differenziata. Realizzata in stretta collaborazione con i soggetti gestori dei rifiuti del nostro territorio, si distingue da una normale App per una serie di caratteristiche tecniche e funzionali che la rendono più agevole da gestire e da consultare. Oltre alle sezioni già presenti nella precedente App realizzata nell’ormai lontano 2012 (che sono state comunque aggiornate e implementate), questa versione conterrà una serie di dati tarati sulle singole realtà territoriali, dai giorni di raccolta dei rifiuti alle “news” specifiche del singolo Consorzio. Inoltre, un altro punto di forza, grande enfasi è stata data alle sezioni informative e di sensibilizzazione di tutti gli utenti (domestici e non) per condurli, si spera, sempre più verso comportamenti “virtuosi” di riduzione dei rifiuti.
“La targa assegnata al nostro Ente, che sarà conservata nella sede di corso Inghilterra – ha commentato la consigliera metropolitana con delega all’Ambiente, Barbara Azzarà – è la conferma del grande impegno e delle forze progettuali messe in campo a favore della tutela del territorio anche attraverso una buona gestione della raccolta rifiuti”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tar: Ritiro ricorso regione Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

“L’ennesima azzardo giuridico della Lombardia di centrodestra è finito nel nulla: il Tar ha archiviato tutto perché i proponenti hanno chiesto di ritirare l’urgenza del ricorso.Questa mossa nasconde esclusivamente la volontà di evitare una figuraccia ben maggiore ovvero che il tribunale amministrativo possa rigettare nel merito il ricorso perché privo di qualunque fondamento.L’avvocato che rappresenta Fontana e la sua giunta ha dichiarato che l’iter va avanti perché deve essere ricostruita la ‘verità storica degli eventi’. Peccato che un Tribunale amministrativo non è chiamato ad una mera ricostruzione dei fatti o a dipanare beghe politiche: il tribunale entra esclusivamente nel merito degli atti amministrativi stabilendo se sono o meno in contrasto con le norme vigenti”, così Dino Alberti, consigliere regionale del M5S Lombardia. “Se Fontana, e il suo avvocato, vogliono la ricostruzione dei fatti si rivolgano a un tribunale ordinario e non intasino inutilmente il tribunale amministrativo. In ogni caso il ricorso al TAR è l’ennesimo grave errore della Lombardia che non sa più come nascondere il fallimento del centrodestra”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covid-19: ecco l’impatto sulla cura dei pazienti con malattie cardiovascolari

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 gennaio 2021

I notiziari di tutto il modo riportano le ultime notizie sul bilancio diretto della pandemia da Covid-19, ma i suoi effetti indiretti richiederanno anni per essere misurati. Un tentativo in questa direzione viene da due articoli pubblicati su JACC, il Journal of the American College of Cardiology, in cui i autori hanno cercato di quantificare l’impatto della pandemia sulla cura dei pazienti con malattie cardiovascolari (Cvd).Nel primo studio, Rishi Wadhera e i colleghi del Beth Israel Deaconess Medical Center e della Harvard Medical School di Boston, Massachusetts, hanno analizzato i dati di popolazione per verificare eventuali modifiche della mortalità da cause cardiovascolari durante i primi mesi di pandemia. Usando i dati del National Center for Health Statistics, i ricercatori hanno confrontato i tassi di mortalità cardiovascolare negli Stati Uniti dal 18 marzo 2020 al 2 giugno 2020 (la prima ondata della pandemia) e dal 1 gennaio 2020 al 17 marzo 2020 (il periodo immediatamente prima dell’inizio della pandemia) confrontandoli con gli stessi periodi del 2019. «A livello nazionale c’è stato un aumento dei decessi causati sia da cardiopatia ischemica sia da malattia ipertensiva rispetto al 2019» concludono gli autori. Nel secondo articolo, Andrew Einstein del Columbia University Irving Medical Center di New York e colleghi hanno esaminato l’impatto della pandemia sulla diagnosi delle malattie cardiache in 108 paesi del mondo. «I volumi delle procedure sono diminuiti del 42% da marzo 2019 a marzo 2020 e del 64% da marzo 2019 ad aprile 2020. In particolare, l’ecocardiografia transtoracica è diminuita del 59%, quella transesofagea del 76%, gli stress test del 78% e l’angiografia coronarica del 55%, con cali particolarmente evidenti nei paesi a basso e reddito» conclude il ricercatore. E in un editoriale di accompagnamento Michael Young della Geisel School of Medicine di Dartmouth, New Hampshire, scrive: «Questi dati aiutano a spiegare l’eccesso di mortalità cardiovascolare nell’era della pandemia da Covid-19». (fonte doctor33)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La diversità del team di Biden: la sinistra sorride poco

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2021

By Domenico Maceri. Il giorno dopo le vittorie dei candidati democratici Raphael Warnock e Jon Ossoff nel ballottaggio in Georgia, garantendo la maggioranza democratica al Senato, Joe Biden ha nominato Merrick Garland a procuratore generale degli Stati Uniti. Si tratta di una scelta accettabile ma poco coraggiosa considerando il fatto che con il controllo del Senato a cominciare dal 20 gennaio 2021, i democratici avranno ampi spazi per approvare facilmente le nomine di Biden per la sua amministrazione. La scelta di Garland suggerisce da una parte una rivincita della giustizia poiché era stato nominato da Barack Obama per sostituire Antonin Scalia alla Corte Suprema nel 2016. Va ricordato che Mitch McConnell, senatore repubblicano del Kentucky e presidente uscente della Camera Alta, bloccò la nomina e poi con l’elezione di Donald Trump, il seggio andò a Neil Gorsuch. Garland, dunque, ritorna alla ribalta, accomunando Obama e Biden a una scelta moderata. Infatti, Garland è emblematico della squadra del nuovo presidente che in grande misura riflette professionalismo ma anche una visione di governo che rispecchia il centrismo del 46esimo presidente.Dopo i quattro anni disastrosi di Trump ci vuole stabilità e normalità e gli individui dell’amministrazione scelti finora da Biden le promettono entrambe. L’ala sinistra del suo partito, però, che lo ha aiutato notevolmente a prevalere nell’elezione, non è entusiasta. Biden ha dichiarato che la sua amministrazione rifletterà la diversità dell’America. Su questo punto ha ragione. La lista delle nomine include una varietà di razza, etnia, genere e anche di orientamento sessuale. Quasi la metà degli incarichi più importanti saranno occupati da donne fra le quali spiccano la vicepresidente Kamala Harris, scelta dopo le elezioni primarie, Janet Yellen (Tesoro), e Deb Haaland (Interni), la prima nativa americana a formare parte del Cabinet di un presidente. Harris e Haaland rappresentano anche i gruppi minoritari, afro-americani e indiani per la prima e nativi americani per la seconda. La Yellen è anche la prima donna ad occupare il ruolo di segretario del Tesoro.Altri afro-americani di rilievo includono al primo posto Lloyd Austin, (Difesa) e Marcia Fudge (Edilizia e Sviluppo Urbano). Parecchi nomi di latinos di rilievo includono Alejandro Mayorkas (Homeland Security), Xavier Becerra (Salute e Servizi Sociali) e Miguel Cardona (Pubblica Istruzione). Spicca anche Pete Buttigieg (Trasporti), il primo segretario apertamente gay.La sinistra ha preventivamente obiettato e fino adesso è riuscita a bloccare Rahm Emanuel, capo di gabinetto durante l’amministrazione di Obama. Da sindaco di Chicago, Emanuel è stato criticato aspramente per la sua gestione dell’uccisione di un giovane afro-americano da parte della polizia. La sinistra ha fallito nel caso di Gina Raimondo, governatrice del Rhode Island, nominata da Biden come segretario del Commercio. La Raimondo ha avuto scontri feroci con i sindacati delle pensioni pubbliche del suo Stato. Biden ha anche deluso la sinistra con la nomina di Tom Vilsack (Agricoltura). Vilsack aveva ricoperto lo stesso ruolo nell’amministrazione di Obama ed è stato criticato per la sua politica poco favorevole agli agricoltori afro-americani. Fudge sarebbe stata preferita ma Biden l’ha scelta per l’edilizia.A differenza di Obama nel 2008 Biden ha fatto poco uso nell’incorporare i suoi avversari alle primarie democratiche. Obama, va ricordato, incluse Hillary Clinton, la sua grande rivale per la nomination nel 2008, come segretario di Stato. L’eccezione per Biden è il citato caso di Buttigieg, l’ex sindaco di South Bend, il quale nelle primarie diede filo da torcere al nuovo inquilino della Casa Bianca. Il presidente entrante avrebbe anche offerto l’incarico di segretario del Lavoro a Bernie Sanders, ottima scelta, ma il senatore del Vermont ha declinato poiché non era sicuro che il suo sostituto al Senato sarebbe stato un democratico. La perdita di un seggio al Senato potrebbe essere di somma importanza per spianare il terreno non solo alle conferme dei nominati da Biden ma anche per disegni di legge introdotti dai democratici alla Camera. Con la maggioranza in ambedue le Camere a conclusione del ballottaggio in Georgia, Biden può sorridere poiché ridurrà il potere di Mitch McConnell che sarebbe stato abilissimo ostruzionista.Biden, come si sapeva, è un centrista e la squadra scelta lo riflette, anche se la sua politica non consisterà di un ritorno ai tempi di Obama. I quattro anni di Trump hanno cambiato il Paese e il partito del presidente entrante è anche cambiato. La squadra di Biden, formata da professionisti con notevole esperienza, sarà indispensabile per risolvere i problemi del paese. A differenza di Trump che ricevette da Obama una situazione facile da gestire, Biden dovrà fare fronte alla pandemia nella quale il presidente uscente ha completamente fallito. Dovrà anche cercare di unificare il Paese come riflette “America Unita”, il tema annunciato del suo insediamento. Ecco perché non si è dimostrato entusiasta né all’invocazione del 25esimo per rimuovere Trump né al secondo impeachment del presidente uscente. Le mani di Biden e della sua squadra sono già occupate con i seri problemi del Paese e i processi a Trump passano in secondo piano. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione primo Circular Economy Report

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2021

Milano Giovedì 28 gennaio alle 9.30 verrà presentata in diretta streaming l’edizione 2020 del Circular Economy Report, redatta dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano e incentrata su alcuni dei principali trend che stanno ridisegnando il mondo delle imprese verso la cosiddetta transizione circolare, oltre che sul ruolo del legislatore e di tutti gli stakeholder interessati.In particolare, il Report analizza i vantaggi dell’economia circolare rispetto al tradizionale modello di consumo lineare, le principali normative in materia sia in Italia che all’estero, i driver e le barriere all’adozione di questo tipo di economia in alcuni settori industriali particolarmente interessanti e il suo potenziale di mercato, oltre a indicare un’agenda politica. Temi che saranno anche al centro del convegno di presentazione, in cui come sempre saranno chiamate a discutere le imprese Partner della ricerca.Al momento dell’iscrizione (https://www.energystrategy.it/eventi/circular-economy-report-2020.html) sarà inviata una mail di conferma con il link per accedere al convegno.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dopo la fiducia, ora il Governo pensi a provvedimenti sensati in grado di ridare fiato agli italiani

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2021

Archiviata la due giorni parlamentare segnata dalla ricerca della fiducia, per il Governo è tempo di tornare al lavoro e pensare a provvedimenti in grado finalmente di dare quelle risposte che gli italiani chiedono e attendono da tempo. È la posizione dell’associazione Codici, che segue con crescente preoccupazione la situazione.“La pandemia ha messo in ginocchio l’Italia – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – e su questo non c’è alcun dubbio, ma dal Governo non stanno arrivando interventi in grado di rimettere in piedi il Paese. La questione dei Dpcm è emblematica. I provvedimenti varati si stanno rivelando insensati ed inadeguati. Pensiamo alla chiusura di bar e ristoranti. Una decisione drastica, che sta causando la fine di attività che invece potrebbero restare aperte garantendo il distanziamento. Prima si impongono dei protocolli rigidi da seguire e poi, una volta che i ristoranti così come le palestre, per citare un altro esempio, si adeguano, peraltro con sforzi economici non indifferenti, si cambia strada. Non ha senso. Anche perché questa rigidità si scontra poi con la realtà, che ci dice che da una parte si chiudono attività per cercare di contenere i contagi, ma dall’altra si fa poco, o nulla, per evitare gli assembramenti sui mezzi pubblici. Gli italiani sono stremati, è arrivato il momento di adottare provvedimenti ragionati e ragionevoli, perché altrimenti sarà difficile uscire dalla crisi in cui stiamo sprofondando, con il rischio inoltre di alimentare la disobbedienza, portando il Paese sull’orlo del baratro”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vanessa Springora: Il consenso

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2021

Collana Oceani, pp. 192, 18 euro. Il libro che ha scosso il mondo culturale francese e ha dato l’avvio a un’indagine nei confronti dello scrittore Gabriel Matzneff. A distanza di trent’anni dai fatti che le hanno sconvolto la vita, Springora racconta senza ambiguità la storia di una bambina vittima di un mondo più grande di lei. Una testimonianza letteraria sui confini pericolosi dei sentimenti, e sul dovere di proteggere chi non può difendersi. Cresciuta da una madre divorziata che lavora in una casa editrice, V. colma con la lettura il vuoto lasciato dalla figura assente del padre. A tredici anni, durante una cena, incontra G., un celebre scrittore cinquantenne che, sin dal primo sguardo, la colpisce per il suo carisma e le attenzioni che le rivolge. Nei giorni successivi, G. comincia a scriverle lettere appassionate in cui dichiara l’attrazione che prova per lei, V. si sente per la prima volta al centro dell’interesse di un uomo. Iniziano a frequentarsi, lei si offre a lui, corpo e anima, rassicurata dai suoi modi gentili e galanti e dallo sguardo clemente della madre, incapace di sostenere il suo ruolo e affascinata dalla disinvolta vicinanza con uno scrittore così raffinato. Il loro rapporto non è un segreto eppure nessuno fa nulla, persino le inchieste della polizia sono superficiali e rendono agli occhi di V. la loro storia più romantica e travagliata, proprio come in un romanzo. Ma, quando la ragazza inizia a leggere alcuni libri dello scrittore che lui le aveva vietato, tra quelle pagine scopre la verità sulla vita di G.: l’uomo che crede di amare è, in realtà, un predatore alla continua ricerca di ragazze adolescenti, protetto dalle convenzioni del mondo letterario dell’epoca. V. decide di lasciarlo, sostenuta da alcuni amici e dal nuovo amore per un coetaneo, ma liberarsi di lui non sarà facile perché quella che le sembrava una storia da favola era in realtà un incubo di manipolazione e violenza psicologica: G. non la lascia andare, riscrive a modo suo la loro storia nei libri che pubblica, e le impedisce di lasciarsi tutto alle spalle. Finché, proprio nella scrittura, troverà la chiave per riconquistare davvero la sua libertà. (Editore La nave di Teseo)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cancro del polmone non a piccole cellule

Posted by fidest press agency su martedì, 19 gennaio 2021

Takeda Italia annuncia la disponibilità anche per i pazienti italiani di brigatinib in monoterapia per il trattamento di pazienti adulti con cancro del polmone non a piccole cellule (NSCLC), avanzato ALK positivo (chinasi del linfoma anaplastico) non trattati precedentemente con inibitori ALK che affianca l’indicazione al trattamento in monoterapia di pazienti adulti con NSCLC positivo per ALK, in stadio avanzato, precedentemente trattati con crizotinib ottenuta il 26 ottobre 2020.Brigatinib è un inibitore della tirosin-chinasi di nuova generazione studiato per colpire selettivamente e inibire le alterazioni genetiche ALK.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rette RSA e normativa ISEE

Posted by fidest press agency su martedì, 19 gennaio 2021

Con la recente sentenza pubblicata il 10 dicembre 2020, la terza sezione del Consiglio di Stato torna a ribadire concetti chiari e semplici in materia di ISEE: il calcolo della situazione economica di una persona disabile o non autosufficiente non può ricomprendere, né direttamente né indirettamente (attraverso artifici) gli emolumenti esclusi dalla tassazione IRPEF, quali pensioni di invalidità o indennità di accompagnamento.I Comuni, si legge, non hanno poteri discrezionali e normativi su come applicare l’ ISEE, che è a tutti gli effetti un Livello Essenziale di Assistenza e pertanto inderogabile, disciplinato dal DPCM 159 del 2013 come riformato nel 2016.Accade invece, che dopo anni di denunce, i Comuni continuano a fare un po’ quel che vogliono, affiancando allo strumento voluto e creato dal legislatore nazionale per valutare le sostanze di una persona, ulteriori, paralleli ed aggiuntivi criteri con cui selezionare chi ha diritto o meno ai benefici socio-assistenziali richiesti.D’esempio fra tutti il Comune di Firenze e di molti altri Comuni toscani, che, non potendo disconoscere la normativa ISEE, prevede che, a prescindere dall’ISEE stesso, coloro che godono del cd accompagnamento, versino circa 15 euro al giorno in più per il proprio ricovero. Che guarda caso, corrisponde proprio all’importo giornaliero dell’indennità di accompagnamento di un cittadino non autosufficiente. Insomma, si fa rientrare dalla finestra quel che è escito dalla porta.Tutto ciò e’ illegittimo, ed è stato più volte oggetto di censura del Consiglio di Stato, ma i Comuni preferiscono continuare a violare la legge, e sono per lo più impuniti. Perché? Perché nel nostro Paese, il sistema della perdurante violazione, da un lato conviene alle casse comunali, dall’altro è blindato da una giustizia settaria e drammaticamente lenta. Ed il cittadino, ma anche molte delle sue formazioni sociali ed appendici quali le libere associazioni e i comitati, non ha lo strumento per reagire prontamente alle illegalità, che, dunque, si perpetua ai danni dei più fragili.E se è pur vero che durante l’inerzia del Tar e delle istituzioni coinvolte (compreso il Difensore Civico, la Regione e i Comuni) gli organi superiori della magistratura amministrativa (Consiglio di Stato) si pronunciano, ciò non basta. Non è, infatti, sufficiente recapitare negli uffici comunali le sentenze in questione, o gridare allo scandalo (come stiamo facendo ogni volta che scriviamo del tema). Le sentenze hanno effetti solo sul cittadino che ha sfidato costi e tempi della giustizia. E così passano gli anni. I regolamenti illegali rimangono lì, i cittadini sono costretti a pagare anche quello che non devono, e questo è quanto. “La collettività è salva, il bilancio non ci consente altro”, si difende l’Ente, che per tutta evidenza ha la coda di paglia. Lo stato di diritto invece langue, dietro ad Amministrazioni pubbliche, coperte ed avallate dall’inerzia di altre Amministrazioni pubbliche.Claudia Moretti, legale, consulente Aduc

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La fitoterapia nella disassuefazione da benzodiazepine

Posted by fidest press agency su martedì, 19 gennaio 2021

Ansia ed insonnia sono i disturbi psichici più diffusi nella popolazione generale. Chi ne soffre spesso utilizza benzodiazepine, tra i farmaci più utilizzati al mondo. Esiste tuttavia un alto rischio di sconfinare in un uso cronico e in abuso: l’utilizzo a lungo termine comporta frequentemente dipendenza e tolleranza (e quindi uso di dosi sempre più elevate). In soggetti anziani può inoltre aggravare il declino cognitivo. Una review del 2017 riporta che sono numerosi gli studi preclinici ma ancora pochi quelli clinici; l’unica pianta con un’evidenza solida per l’ansia è il Piper methysticum, non prescrivibile in Europa; segnalata inoltre una buona quantità di evidenze per Valeriana, Centella, Ginkgo, Passiflora e Withania. È importante conoscere le peculiarità di ogni pianta per calibrare la scelta sul singolo paziente prescrivendo il giusto dosaggio; è fondamentale inoltre conoscere quali farmaci siano assunti, la presenza di eventuali patologie o di condizioni che possono beneficiare o meno degli effetti “pleiotropici” che spesso le piante presentano. Ad esempio, ricordiamo l’effetto positivo sulle funzioni cognitive di estratti di Bacopa monnieri e di Ginkgo biloba (di quest’ultima è bene non dimenticare l’effetto antiaggregante e quindi le possibili interazioni con farmaci in uso) oppure il fatto che Whitania somnifera può determinare un aumento degli ormoni tiroidei mentre la Melissa, utilizzata preferibilmente in forme di ansia con sintomatologia gastrointestinale, potrebbe ridurre l’attività della tiroide. Con queste premesse abbiamo analizzato la letteratura presente su PubMed con chiavi di ricerca che valutassero i clinical trials relativi all’efficacia di estratti di singole piante. I dati che si ricavano sono i seguenti:
– Alcune piante che hanno una lunga tradizione d’uso non hanno (o non ne hanno sufficienti) prove di efficacia, come Eschscholtzia (nessuno studio presente come pianta singola), Luppolo (due soli studi), Biancospino (un solo studio).
– Altre piante utilizzate primariamente per altri disturbi hanno dimostrato una buona efficacia su ansia e/o insonnia: Iperico (10 studi, fra il 1999 e il 2010 per un totale di 2317 soggetti valutati), Ginkgo (7 studi fra il 2005 e il 2018, campione di 966 persone in totale), lo Zafferano (6 studi fra il 2015 e il 2018, 400 soggetti in totale), il Panax ginseng (7 studi fra il 1999 e il 2017, campione complessivo di 271 soggetti), la Bacopa (5 studi fra il 2001 e il 2014, 266 soggetti in totale) e la Rodiola (3 studi, fra il 2007 e il 2015, 191 soggetti in totale).
– Per alcune piante utilizzate tradizionalmente ci sono sufficienti prove di efficacia basate su studi clinici: Camomilla (5 studi dal 2009 al 2020, 514 soggetti in totale), Passiflora (5 studi dal 2001 al 2020, campione di 306 soggetti totali) e soprattutto Valeriana (17 studi fra il 1982 e il 2019, su un campione totale di 1525 soggetti, ha dimostrato di determinare un miglioramento della qualità del sonno senza i tipici effetti collaterali delle benzodiazepine).
– L’unica sostanza presa in considerazione come singolo componente, la L-Teanina, ha dimostrato in 8 studi, pubblicati fra il 2004 e il 2019, su un totale di circa 200 soggetti, una buona efficacia nella riduzione di ansia e stress. Una buona conoscenza della letteratura è quindi imprescindibile per orientare la scelta in pazienti così delicati proprio per la natura del loro disturbo, tendenti alla sfiducia e all’abbandono di terapie ritenute inefficaci. (Fonte Fitoterapia33)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’importanza del coordinamento internazionale contro la corruzione

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 gennaio 2021

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi. Prima di fine anno l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ha organizzato l’International Anti-Corruption Day per mettere la lotta contro la corruzione al centro delle varie iniziative dei governi. E’un problema spinoso e importante. E’ una delle grandi priorità, perché la corruzione per tutti i Paesi rappresenta una delle maggiori minacce alla crescita economica, mina i valori della democrazia, ed è una delle cause non secondarie delle disuguaglianze sociali. Il tutto è stato oggetto della conferenza internazionale organizzata online dal Global Forum on Trasparency and Exchange of Information for Tax Purposes, durante la quale è stato presentato il rapporto 2020 pubblicato dal Forum. Si ricordi che il Forum Globale sulla trasparenza e lo scambio di informazioni a fini fiscali fu creato dall’Ocse nel 2000 e successivamente ripreso e promosso dal G20 nel 2009, quando affermò “la fine dell’era del segreto bancario”. Oggi esso coinvolge ben 161 giurisdizioni statali, tra membri dell’Ocse e altri partecipanti. Anche la pandemia del Covid1-19 ha fatto emergere l’urgenza di affrontare la “piaga globale” della corruzione. Al riguardo è partito un nuovo programma di lavori mirato a fronteggiare le situazioni di crisi e di emergenze, chiamato “Global Law Enforcement Response to Corruption in Crisis Situation”. Contemporaneamente l’Ocse interviene a sostegno delle attività dei governi con delle Raccomandazioni per l’Integrità Pubblica, con lo scopo di trasformare eventuali azioni isolate in una strategia globale. E’ certamente positivo che il Forum abbia realizzato un training specializzato sulla materia per parecchie migliaia di dirigenti pubblici. In verità, l’Ocse è sempre stata in prima fila in questa battaglia, fin dal 1999, quando diede inizio alla Anti-Bribery Convention, cioè al lavoro congiunto contro le frodi. Un lavoro importante, anche se, bisogna ammetterlo, ancora troppo lento: 615 individui e 203 entità legali sono stati finora scoperti e condannati per frode. Attualmente sono in corso 528 indagini in 28 Paesi. Uno degli interventi di crescente importanza mira a disciplinare le attività di lobbying e promuoverne la trasparenza e la correttezza. Negli anni recenti le lobby hanno assunto un potere enorme. Operano con grandi mezzi finanziari, e anche con grandi competenze, per conto di interessi privati, spesso in contrapposizione con l’interesse pubblico degli Stati e delle comunità. Già prima della Grande Crisi si stimava che per ogni membro del Congresso americano vi fossero almeno tre agguerriti, e spesso molto preparati, lobbysti che lavoravano per far approvare progetti, programmi e riforme legislative fortemente desiderati dal mondo bancario, assicurativo e in generale dalla finanza. E non solo.
Più recentemente l’Ocse ha opportunamente elaborato delle linee guida per aiutare i governi nella lotta contro la corruzione che, non lo si dimentichi, da tempo sta penetrando le imprese controllate dallo Stato. I danni e i rischi sono enormi quando la corruzione e il crimine cercano di penetrare e controllare persino certe strutture pubbliche. Si metterebbe in discussione il concetto stesso di Stato e di autorità pubblica.
L’Ocse, per fortuna, è diventata particolarmente attiva anche nella lotta contro i crimini di carattere fiscale. Secondo il Global Forum report, 100 giurisdizioni statali nel 2019 si sono scambiate in modo automatico informazioni relative a 84 milioni di conti finanziari che rappresentavano asset per circa 10.000 miliardi di euro. Questo impegno dell’Ocse e del Global Forum, nel periodo 2009 -2020, ha reso possibile la “raccolta aggiuntiva” di oltre 107 miliardi di euro per il fisco, attraverso programmi di emersione volontaria, di indagini sui centri offshore e altre misure. Si noti che, di tale cifra, 29 miliardi sono stati raccolti nei Paesi in via di sviluppo.
L’Ocse ha favorito la creazione dell’Anti Corruption Working Group all’interno del G20 per promuovere la convergenza d’azione tra gli Stati membri e per sostenere l’applicazione di standard di comportamento e d’intervento. E’ un fatto importante. Lo è ancor di più perché nel 2021 la presidenza italiana del G20 intenderebbe porre come priorità la lotta internazionale contro la corruzione.
L’impegno del Global Forum e dell’Ocse per il 2021è di mantenere alto e puntuale lo scambio di informazioni tra i Paesi partecipanti, nonostante le restrizioni imposte dalla crisi sanitaria globale. Saranno apportati aggiustamenti se la pandemia dovesse creare delle situazioni difficili, perché la cooperazione internazionale nel campo fiscale non subisca rallentamenti. Allo scopo si è decisa la costituzione di una nuova Task Force on Risk per identificare preventivamente l’insorgere di rischi rispetto all’attuazione e al rispetto degli standard relativi agli scambi di informazioni. Tutti provvedimenti opportuni che vanno nella giusta direzione. Tuttavia non si può dimenticare che la lotta alla corruzione potrà avere successo soltanto se la reputazione delle aziende, degli amministratori delegati, dei manager, dei governati pubblici sarà davvero elevata. Mario Lettieri sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »