Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°158

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

Inaugurazione installazione scultorea dell’artista Alberto Timossi

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 maggio 2018

Roma venerdì 18 maggio 2018 alle ore 11.00 presso la Fontana della Minerva della Sapienza Università di Roma, sarà inaugurata l’installazione scultorea dell’artista Alberto Timossi “Fata Morgana/La fonte sospesa”, un’iniziativa curata dal direttore del Museo di Arte Classica, Marcello Barbanera.”Fata Morgana /La fonte sospesa“ pone l’attenzione su di un tema di grande attualità: l’acqua. La linea di galleggiamento/equilibrio dell’installazione, che equivale alla quota 2722 del precedente intervento sul laghetto del Rock Glacier del Col d’Olen, rimane fissa a mezz’aria, segnalata da una sottile linea nera. Il valore simbolico della Fontana, che rappresenta il desiderio di conoscenza, alimentato da Atena/Minerva, coincide qui con la necessità di studio e di indagine dei fenomeni che indicano il cambiamento.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Domenica a Roma la seconda edizione delle Olimpiadi degli Angeli, con i volontari di Angeli per un giorno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 maggio 2018

Roma Domenica 20 maggio 2018 i volontari di Angeli per un giorno, attività del Movimento Regnum Christi sostenuta dall’Università Europea di Roma, organizzano la seconda edizione delle “Olimpiadi degli Angeli”.Sarà una giornata di sport e solidarietà dedicata a bambini in situazioni di difficoltà, ospiti di case famiglia e d’accoglienza.Si terrà nel caratteristico quartiere di Montespaccato, presso il campo sportivo Virtus Boccea, via Stefano Vaj 73. I bambini arriveranno alle 10.00, e insieme agli Angeli formeranno delle squadre organizzate in una mini olimpiade per nazioni. Partecipando così a giochi, gare, prove sportive e di abilità, cercheranno di aggiudicarsi un posto sul podio! Inoltre sono previste molte sorprese e regali. Tutta la giornata si svolgerà all’aperto, in un contesto di sole, spazi verdi e natura e sarà presente il vescovo Mons. Joseph Clemens. Si concluderà alle 17.00 con la premiazione e una merenda offerta dalle famiglie dell’Università Europea di Roma e dai responsabili delle installazioni sportive. Gli Angeli volontari sono principalmente studenti dell’Università Europea di Roma ed amici, membri del Rotaract club (Roma Eur e Roma Mediterraneo) e tanti altri giovani provenienti da tutta la città.
Già da molti anni, grazie ad Angeli per un giorno e al contributo di Anastasi Volkswagen, riescono a regalare momenti di allegria ai bambini, organizzando incontri di giochi e di sport. Molti di questi volontari non si limitano ad essere “Angeli per un giorno”, ma portano avanti il loro impegno in modo continuativo. Chi lo desidera, infatti, può prolungare la propria collaborazione con le case famiglia, scegliendo liberamente quanto tempo dedicare ai bambini.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

La School of Management del Politecnico di Milano tra le migliori scuole di business del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 15 maggio 2018

Milano. L’offerta formativa della School of Management del Politecnico di Milano rivolta agli executive compare ormai stabilmente tra le migliori del mondo. Il ranking 2018 del Financial Times relativo all’Executive education, pubblicato oggi, vede infatti ancora una volta in classifica la SoM, che conferma la sua vocazione fortemente internazionale e innovativa. Sono due i ranking stilati dal prestigioso quotidiano inglese. Il primo riguarda i programmi ‘custom’, cioè l’offerta formativa tagliata ‘su misura’ sulle specifiche esigenze delle aziende clienti ed erogata a manager, quadri e impiegati ad alto potenziale delle imprese stesse: la School of Management del Politecnico di Milano vi compare per l’ottavo anno consecutivo, in una “rosa” di 90 Scuole in tutto il mondo. Il secondo invece è relativo ai programmi ‘open’, cioè quelli rivolti a manager e professionisti che scelgono autonomamente il proprio percorso formativo e di crescita, costruendolo in base all’offerta Management Academy di MIP. Entrata in classifica per la prima volta lo scorso anno, la SoM compare anche nel ranking 2018 tra le migliori del mondo, cioè 80 business school selezionate. Ogni anno il Financial Times redige questi ranking utilizzando numerosi parametri, molti dei quali basati sul giudizio stesso degli executive che hanno partecipato ai corsi, oltre che dei CEO e dei Direttori HR delle aziende che hanno fruito della formazione. La collaborazione con le imprese nella progettazione delle lezioni e la capacità di supportarle anche a conclusione del percorso formativo, la preparazione del corpo docente, l’aula e la faculty fortemente internazionali, la partnership con altre scuole di business di alto livello, i metodi di insegnamento innovativi, il ritorno economico in termini di avanzamento di carriera e livello di stipendio: questi alcune delle caratteristiche più apprezzate della School of Management, che le hanno permesso nuovamente di distinguersi. “La concretezza legata alla conoscenza anche delle procedure industriali, la stretta collaborazione con le imprese, l’attenzione ai temi dell’imprenditorialità sono alcuni degli aspetti che ci caratterizzano a livello internazionale e che ci hanno fatto guadagnare la stima e l’apprezzamento sia delle aziende che dei manager – dichiarano Andrea Sianesi, Dean di MIP Politecnico di Milano, e Alessandro Perego, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale -. A questo crediamo si debba aggiungere la scelta, effettuata ormai alcuni anni fa, di permettere la fruizione dei corsi a distanza secondo il modello dello smart learning, così da consentire una migliore gestione del tempo, sentita da tutti come un problema cruciale”.“Essere in graduatoria anche con l’offerta ‘open’ dimostra inoltre come i nostri programmi Executive siano allineati alle aspettative del mercato, sempre alla ricerca di elementi formativi capaci di aprire la mente sulle nuove potenzialità date dall’evoluzione delle tecnologie e dei modelli di business. La nostra offerta ‘open’- concludono Sianesi e Perego – si concentra infatti sulla frontiera tecnologica e manageriale, arricchita di esperienza concreta e pratica”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Parma celebra l’International Day of Light

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 maggio 2018

Parma mercoledì 16 maggio all’Università di Parma in occasione della Giornata Internazionale della Luce si celebra l’International Day of Light.
L’evento, organizzato dal gruppo “ParmaPhotonics” e in programma nell’Aula 5 della Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie), vedrà il coinvolgimento, come relatori, di tre attuali visiting professor presso l’Ateneo (Stavros Pissadakis, Foundation for Research and Technology – Hellas (FORTH), Franco Cacialli, London Centre for Nanotechnology, CoDirector del London Institute for Advanced Light Technologies, e Jesper Lægsgaard, Technical University of Denmark, Department of Photonics Engineering) e di Marco Mongillo dell’Università di Padova.
L’International Day of Light è un’iniziativa globale dedicata alla luce e al ruolo che questa ha nella scienza, nella cultura e nell’arte, nell’istruzione, nello sviluppo sostenibile e in campi diversi come la medicina, la comunicazione e l’energia. Il grande tema della luce permette a diversi settori della società, in tutto il mondo, di partecipare ad attività che dimostrano come la scienza, la tecnologia, l’arte e la cultura possano contribuire a raggiungere gli obiettivi dell’UNESCO – istruzione, uguaglianza e pace.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno internazionale su Filosofia trascendentale e Naturalismo

Posted by fidest press agency su sabato, 12 maggio 2018

Parma dal 15 al 18 maggio al Centro S. Elisabetta del Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma Convegno internazionale su Filosofia trascendentale e Naturalismo. organizzato da Andrea Staiti, docente del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (DUSIC). Fanno parte del comitato scientifico, oltre al prof. Staiti, Sebastian Luft, Marquette University, e Konstantin Pollok, University of South Carolina.Nel corso della tre giorni studiosi di fama internazionale esploreranno le connessioni e le tensioni tra due posizioni filosofiche apparentemente antitetiche: naturalismo e filosofia trascendentale. Il primo è spesso descritto come il punto di vista secondo cui solo la natura, come oggetto delle scienze naturali, esiste e/o secondo cui il metodo delle scienze naturali è il solo metodo accettabile di indagine razionale. I filosofi trascendentali, all’opposto, sostengono che non tutto ciò che esiste nel mondo può essere spiegato in termini naturalistici: in particolare, che alcuni aspetti chiave della cognizione e della coscienza sono presupposti, piuttosto che spiegati, dalle scienze naturali. Recentemente, tuttavia, la distanza tra i due punti di vista è stata riesaminata e la possibilità o impossibilità di integrare le prospettive naturalistiche e trascendentali è una questione centrale della filosofia contemporanea.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto del Trio Renaissance in ricordo di Elio Rinaldi “Rigoletto per tre”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 maggio 2018

Parma Lunedì 14 maggio, alle ore 20.30, nell’Aula Magna della Sede Centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il concerto del Trio Renaissance in ricordo del prof. Elio Rinaldi Rigoletto per tre, adattamento dell’opera “Rigoletto” di Giuseppe Verdi per pianoforte, violino e violoncello nella trascrizione del M° Viktor Derevianko. Il concerto sarà aperto dai saluti del Rettore dell’Ateneo Paolo Andrei.Il Trio Renaissance è composto da Viktor Derevianko (pianoforte), Mihaela Costea (violino) e Diana Cahanescu (violoncello).L’iniziativa benefica è organizzata in ricordo del prof. Rinaldi, già docente di Ortopedia all’Università di Parma e Direttore della Clinica Ortopedica, con il patrocinio della Sezione di Parma dell’Associazione Mogli Medici Italiani e di Ciramus – Circolo Amici della Musica: i fondi raccolti in occasione della serata serviranno a istituire un Premio di Studio per uno studente specializzando in Ortopedia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Shlomo Mintz è ospite della IUC

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 maggio 2018

Roma sabato 12 maggio alle 17.30 all’Aula Magna della Sapienza Shlomo Mintz, uno dei più famosi violinisti di oggi, è ospite della IUC. Con lui suonano i Solisti Aquilani, che festeggiano nel 2018 i cinquant’anni di attività, durante i quali si sono affermati come uno dei più popolari ensemble a livello non solo italiano ma mondiale, non limitandosi alla musica barocca – particolarmente indicata per il loro organico di archi e clavicembalo – ma estendendo la loro attenzione alla musica di ogni tempo. Nato a Mosca sessantuno anni fa e trasferitosi ad appena due anni in Israele, Shlomo Mintz è ormai un mito. Debuttò giovanissimo con la Filarmonica d’Israele e poco dopo fu chiamato da Zubin Mehta a sostituire il grande Itzhak Perlman. A sedici anni suonò alla Carnegie Hall di New York e da allora si può dire che, finite le esibizioni da bambino prodigio, sia iniziata la sua vera grande carriera concertistica, che lo ha portato in tutto il mondo. Impossibile elencare le sale prestigiose, le grandi orchestre e gli illustri musicisti che figurano nel suo carnet. Da quando ha diciotto anni si dedica anche alla direzione d’orchestra ed è nella duplice veste di violinista e direttore dei Solisti Aquilani che viene ora a Roma.Una gran parte del suo concerto romano sarà dedicata da Mintz a Felix Mendelssohn, che, come lui stesso, fu uno straordinario fanciullo prodigio. Suonerà e dirigerà infatti il Concerto in re minore per violino e archi, scritto da Mendelssohn nel 1822 a soli tredici anni e dedicato al suo insegnante di composizione. Riscoperto e pubblicato soltanto nel 1952, unisce un’invenzione fresca e spontanea ad un’incredibile maturità artistica. Un altro esempio della prodigiosa precocità musicale di Mendelssohn, paragonabile solamente a Mozart, è la Sinfonia n. 10 in si minore per archi, composta anch’essa intorno al 1822. Mintz suonerà anche il Concerto in re minore per due violini, archi e basso continuo di Bach, uno dei soli due giunti fino a noi tra i tanti composti dal grande Johann Sebastian per lo strumento che egli stesso suonava. A chiudere il concerto saranno le Visions fugitives op. 22 di Sergej Prokof’ev, nella trascrizione di Rudolf Barshai. Composte nel 1915-1917, nel periodo della prima guerra mondiale e della rivoluzione d’ottobre, sono delle miniature che non lasciano trapelare nulla di quei tempi tempestosi e tragici.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il cachemire si certifica grazie a ricerca dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 maggio 2018

Parma La spinta è arrivata dalle aziende leader del settore tessile che, a garanzia della qualità dei loro prodotti e a tutela del consumatore, avevano la necessità di disporre di una metodologia analitica oggettiva e precisa in grado di identificare e quantificare fibre di lana, cashmere e yak, sia pure che in mista, presenti all’interno di manufatti tessili.Il lavoro di ricerca e messa a punto del metodo di autenticazione è iniziato nel 2011 da una collaborazione tra il gruppo di lavoro della Dott.ssa Claudia Vineis, del CNR-ISMAC Biella e quello del Prof. Stefano Sforza del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell’Università di Parma, grazie al finanziamento del Cashmere and Camel hair Manufacturers Institute (CCMI) di Boston.Per rispondere a questo problema, l’approccio utilizzato è stato il medesimo già applicato in precedenza con successo dal gruppo dell’Università di Parma per l’autenticazione di specie in prodotti alimentari, quali formaggi e ragù di carne, che prevede il riconoscimento e la quantificazione di peptidi specie-specifici mediante LC/ESI-MS. Il metodo proteomico basato sulla cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa (LC-ESI/MS) per l’analisi quali-quantitativa delle fibre animali pregiate quali lana, cashmere e yak, sviluppato in maniera congiunta dall’Istituto per lo Studio delle Macromolecole (ISMAC) di Biella e dall’Università di Parma, è quindi diventato norma di riferimento internazionale: ISO 20418-1 Textiles – Qualitative and quantitative proteomic analysis of some animal hair fibres Part 1: Peptide detection using LC-ESI-MS with protein reduction.Dopo la messa a punto del metodo e la sua pubblicazione su riviste internazionali, nel 2014 il metodo proteomico è diventato norma interna dell’Istituto del CNR ed è stato avviato il percorso di trasformazione in norma internazionale che si è concluso a marzo 2018 con la sua pubblicazione.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superconduttività: su “Nature Physics” uno studio firmato da due docenti dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2018

Parma È stato pubblicato su “Nature Physics” un importante studio sulla superconduttività cui hanno contribuito due docenti dell’Università di Parma. Tra gli autori di “Pressure tuning of light-induced superconductivity in K3C60” (questo il titolo del lavoro) figurano infatti Mauro Riccò e Daniele Pontiroli, docenti del Dipartimento di Scienze matematiche, fisiche e informatiche e coordinatori del Laboratorio di Nanostrutture di Carbonio.La superconduttività è quello stato della materia che permette il passaggio di corrente elettrica senza alcuna resistenza. L’utilizzo dei superconduttori al posto dei conduttori tradizionali, sia per il trasporto di energia, sia per la generazione di campi magnetici intensi, sia ancora per la costruzione di nuovi supercomputer, porterebbe a una rivoluzione tecnologica pari a quella portata dall’industria dei semiconduttori. Purtroppo questo fenomeno si osserva solo a temperature molto basse, cosa che ne impedisce un utilizzo su larga scala.Nel lavoro pubblicato su “Nature Physics” viene mostrata per la prima volta l’osservazione di un comportamento superconduttivo a temperatura ambiente in un sistema a base di carbonio nanostrutturato (fullereni) fuori dal suo equilibrio termodinamico. È stato possibile indurre questo stato transiente utilizzando un impulso laser ad altissima energia di durata inferiore al picosecondo.I materiali che mostrano queste proprietà sono prodotti in pochi laboratori al mondo; in particolare, quelli che hanno reso possibile questo lavoro sono stati sintetizzati nel Laboratorio di Nanostrutture di Carbonio del Dipartimento di Scienze matematiche, fisiche e informatiche dell’Università di Parma, coordinato dai proff. Riccò e Pontiroli.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studio osservazionale dell’Università di Parma sulla calcolosi renale pubblicato sulla rivista internazionale “Gut”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2018

Parma Sulla prestigiosa rivista internazionale “Gut” (impact factor 16.658), organo ufficiale della British Society of Gastroenterology, edita dal gruppo del British Medical Journal, è stato pubblicato il lavoro scientifico “Understanding the gut-kidney axis in nephrolithiasis: an analysis of the gut microbiota composition and functionality of stone formers”. Primo autore è Andrea Ticinesi, docente del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, che presta servizio nell’Unità Operativa di Medicina Interna e Lungodegenza Critica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, diretta dalla prof.ssa Tiziana Meschi. Questo studio è stato reso possibile grazie alla collaborazione di tre gruppi di ricerca dell’Università di Parma, tutti appartenenti al Centro Interdipartimentale “Microbiome Research Hub”, di recente costituzione. Oltre all’Unità Operativa di Medicina Interna e Lungodegenza Critica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, sono stati coinvolti, per l’analisi microbiologica dei campioni fecali, il Laboratorio di Probiogenomica, coordinato dal prof. Marco Ventura, del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, e il gruppo del prof. Daniele Del Rio, del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie, per quanto riguarda l’analisi delle abitudini alimentari dei soggetti che hanno partecipato allo studio. È da sottolineare l’apporto fondamentale di numerosi giovani ricercatori dell’Università di Parma, in particolare del dott. Christian Milani, assegnista del Laboratorio di Probiogenomica, che condivide con Andrea Ticinesi la first authorship del manoscritto. Il lavoro è uno studio osservazionale in cui, per la prima volta nella letteratura internazionale, sono state confrontate, con tecniche di sequenziamento di ultima generazione (16S rRNA microbial profiling e shotgun metagenomics), la composizione e la funzione del microbiota intestinale di un gruppo di 52 pazienti affetti da calcolosi renale calcica recidivante e di un gruppo di 48 controlli non calcolotici. Da molti anni nel campo della calcolosi renale c’è attenzione sul possibile ruolo dei batteri intestinali nel determinare la formazione dei calcoli renali. Tutte le precedenti ricerche si sono tuttavia focalizzate su un’unica specie, Oxalobacter formigenes, a causa della sua capacità di degradare un costituente dei calcoli renali, ovvero l’acido ossalico. In questo studio, invece, è stata analizzata la composizione del microbiota intestinale nella sua globalità, dimostrando per la prima volta che chi soffre di calcolosi renale ha un minor numero di specie batteriche nelle feci, e presenta in particolare una carenza di alcune specie con capacità di degradazione dell’ossalato, precedentemente non nota. L’intestino potrebbe essere quindi coinvolto nella fisiopatologia della calcolosi renale non tanto per la carenza di Oxalobacter formigenes, ma a causa di un diverso profilo e di una diversa funzionalità del microbiota nella sua composizione globale.Va inoltre segnalato, come si legge nella sezione Acknowledgements del lavoro, che lo studio è stato dedicato alla memoria dell’ex Rettore dell’Università di Parma Loris Borghi, che ha rappresentato un fondamentale punto di riferimento per tutto il gruppo di ricerca. Gli studi di Borghi sulla calcolosi renale, condotti con grande rigore, passione e integrità dai primi anni Ottanta, costituiscono delle “pietre miliari” della letteratura medica internazionale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

RUFA volge lo sguardo al “formato” verticale

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2018

L’evoluzione è figlia del tempo, dello spazio e della tecnologia. Una propensione che RUFA ha fatto sua affermando, quale principio basico dei propri processi formativi, la contemporaneità. Arte e media, la storia lo insegna, camminano spesso di pari passo, affiancandosi alle idee e ai sistemi. Partendo da questo presupposto appare quasi naturale il partenariato siglato nei giorni scorsi tra il direttore dell’Accademia Fabio Mongelli ed il direttore artistico del “Vertical Movie Festival” Salvatore Marino. Si tratta, nello specifico, di un’esperienza quanto mai interessante, sia per gli aspetti connessi al mercato, sia per quelli legati al concetto stesso di cinema, inteso soprattutto dal punto di vista della fruizione.
Il “Vertical Movie Festival” che si terrà nel corso della prossima estate nel comune di Grottaferrata (Rm) è il primo festival dell’audiovisivo girato nel formato tipico degli “smartphone”, quello verticale. «L’intento del progetto – spiega Salvatore Marino – è definire e legittimare questa nuova tendenza e di rendere ufficiale quello che, a tutti gli effetti, è divenuto soprattutto tra i giovani, ma non solo, un così diffuso modo espressivo. L’idea è stata subito sposata da un gruppo di artisti dello spettacolo quali sceneggiatori, registi, film editor, produttori. C’è la necessità di un cambio di ottica e di mentalità: un nuovo mondo da esplorare con il supporto di coloro che vorranno vivere questa avventura».
«L’essere attuale – rimarca Fabio Mongelli – è parte integrante dello status di RUFA. Siamo convinti che questa nuova modalità di accesso andrà certamente a potenziarsi negli anni a venire e l’acquisizione di un know – how in questo settore farà la differenza. L’accordo di collaborazione siglato prevede il coinvolgimento di studenti e docenti dei corsi di cinema, fotografia e grafica che, di concerto con gli organizzatori del festival, daranno forma e sostanza a percorsi di ricerca e sviluppo. Lo scopo è dare seguito ad una “smart – RUFA – experience” quanto mai innovativa».

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Corso di laurea in Ostetricia di Milano-Bicocca confermato dall’UNICEF “Amico dell’allattamento”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 maggio 2018

Oggi, presso l’Università Milano – Bicocca ha avuto luogo la cerimonia di riconferma, da parte dell’UNICEF Italia, del Corso di laurea in Ostetricia a “Corso di laurea amico dell’allattamento materno”, il primo in Italia ad aver ricevuto questo riconoscimento. La riconferma del titolo è avvenuta in seguito ad un’attenta valutazione dell’offerta formativa, dei tirocini curriculari e di interviste con docenti e studenti per verificare la coerenza con gli standard previsti dall’UNICEF sulle competenze e le abilità necessarie a sostenere le madri che allattano e le famiglie nei percorsi di genitorialità. Da quando il Corso di Laura è iniziato al 2016 sono stati circa oltre 500 i laureati in Ostetricia all’Università di Milano-Bicocca. I Corsi di Laurea riconosciuti dall’UNICEF Amici dell’Allattamento raggiungono un ‘cambiamento culturale’ nel loro insegnamento, nell’apprendimento e nella valutazione degli studenti in relazione all’alimentazione infantile. Gli Standard dell’Iniziativa mantengono il focus sugli stili di comunicazione e un approccio centrato sulla madre, e rispondono anche alla necessità di colmare le disuguaglianze in salute fra i più ricchi e più poveri della società, individuando la prima infanzia come il momento ottimale per fare questi miglioramentiGli standard formativi previsti dall’UNICEF per ottenere il riconoscimento riguardano sei macro aree: 1. descrivere come funziona la lattazione umana e l’allattamento; 2. sostenere le madri nell’avvio e nel proseguimento dell’allattamento; 3. gestire le sfide che potranno insorgere nel corso dell’allattamento; 4. facilitare e proteggere la relazione madre-bambino; 5. diffondere la cultura dell’allattamento e di una corretta alimentazione per madre e bambino attraverso una comunicazione efficace; 6. descrivere l’Iniziativa UNICEF Insieme per l’Allattamento e il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno.Hanno preso parte alla cerimonia Prof.ssa Cristina Messa, Rettore Università degli Studi di Milano – Bicocca, Dott. Stefano Taravella – Presidente Comitato UNICEF Lombardia, Dott.ssa Anna Miccoli – Presidente Comitato UNICEF Monza Brianza, Dott.ssa Elisabetta Paganessi – Presidente Comitato UNICEF Bergamo, Prof.ssa Patrizia Vergani – Direttrice Area Ostetrica Fondazione MBBM, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Prof. Paolo Tagliabue – Direttore del Dipartimento Materno Infantile Fondazione MBBM, Dott.ssa Elise Chapin – Programma UNICEF Insieme per l’Allattamento, Dott.ssa Enrica Capitoni – Dirigente della Formazione Universitaria – ASST Papa Giovanni XXIII, Bergamo, Dott.ssa Nadia Rovelli – Presidente del Collegio Interprovinciale delle Ostetriche di Bergamo, Cremona, Lodi, Milano, Monza-Brianza, Prof.ssa Antonella Nespoli – Coordinatrice Generale Corso di Laurea in Ostetricia, Università degli Studi di Milano-Bicocca, ed una Rappresentanza Studentesca del Corso di Laurea In Ostetricia.Il corso di laurea in Ostetricia ha due sedi didattiche: a Bergamo, all’Ospedale Papa Giovanni XXIII, e a Monza, presso l’Ospedale San Gerardo-Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libia: missione archeologica italiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 maggio 2018

Nei giorni scorsi una delegazione di archeologi italiani si è recata a Tripoli (Libia) per valutare l’esito di un importante progetto di cooperazione culturale. L’operazione prevede la salvaguardia del ricco patrimonio artistico del sito romano di Villa Silin. La professoressa Luisa Musso (decano degli archeologi italiani in Libia) ha affermato: “Questo intervento di restauro della Villa di Silin, che ha consentito di salvare un monumento unico nel suo genere, rappresenta un efficace strumento di diplomazia e di dialogo mediterraneo, nel quadro delle relazioni bilaterali tra l’Italia e la Libia. Per tutti coloro che hanno fatto e continuano a fare dell’archeologia in Libia il baricentro dei propri interessi scientifici, ma anche per quanti credono che l’eredità culturale della propria terra rappresenti un valore ineludibile di identità e coesione sociale, oggi è una grande giornata” Fabian Baroni – Segretario della Fondazione che ha sostenuto l’iniziativa con un contributo di 230mila euro – ha aggiunto: “La Fondazione MedA – Mediterraneo Antico Onlus è orgogliosa di aver contributo alla messa in sicurezza della Villa di Silin. Siamo certi che l’impegno profuso dalle Istituzioni italiane e libiche, pubbliche e private, contribuirà a rafforzare i legami storici, culturali e sociali tra due paesi che condividono oltre allo stesso mare, gli stessi valori mediterranei. Ci auguriamo che a questo primo, emergenziale, intervento faccia seguito un programma concreto di restauro e valorizzazione del sito di Silin”.La direzione scientifica del cantiere è stata affidata alla Missione Archeologica, diretta dalla prof.ssa Luisa Musso mentre il Department of Antiquities libico si è fatto carico della direzione tecnica; il progetto delle nuove coperture è stato realizzato dall’ingegnere strutturista prof. Andrea Giannantoni dell’Università di Ferrara.La villa di Silin, scoperta il 13 dicembre 1974, è il miglior esempio conservato di villae extraurbana di età imperiale in Tripolitania. L’abitazione, situata sulla costa a pochi chilometri da Leptis Magna, si estende per circa 3600 mq e fu rinvenuta in uno stato di conservazione eccezionale. La maggior parte degli ambienti – per una superficie complessiva di 900 mq – è arricchita da pavimenti a mosaico a soggetto geometrico e figurato e da una ricca decorazione parietale costituita da pitture e stucchi per un’estensione complessiva di circa 300 mq.Tracce di un comune passato che vedono il nostro Paese (anche in altri difficili contesti) in prima linea per difendere il patrimonio dell’umanità minacciata da conflitti, incuria e terrorismo.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nell’olio d’oliva la molecola contro il diabete

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2018

Un gruppo di ricerca della Sapienza ha individuato nell’olio extravergine di oliva il componente responsabile della riduzione dei livelli di glucosio nel sangue post-prandiale. Lo studio, pubblicato su British Journal Clinical Pharmacology, apre nuove strade alla lotta contro il diabeteEat well, stay well. Questo il manifesto della dieta mediterranea, il modello nutrizionale che ha ricevuto l’onorificenza di “patrimonio orale e immateriale dell’umanità” per le ricadute positive che ha sulla salute. A oggi sempre più studi vanno nella direzione di verificare come alcune componenti alimentari siano in grado di prevenire determinate patologie e aumentare la qualità e la durata della vita.In un precedente studio il gruppo guidato da Francesco Violi del Dipartimento di Medicina interna e specialità mediche della Sapienza, ha dimostrato che l’assunzione di 10 g. di olio extravergine di oliva durante i pasti era in grado di ridurre di 20 mg la glicemia post-prandiale. Dalla ricerca era emerso che l’extravergine di oliva si comporta come un antidiabetico con un meccanismo simile ai farmaci di nuova generazione, cioè le incretine (ormoni naturali prodotti a livello gastrointestinale che riducono il livello della glicemia nel sangue). L’assunzione di olio extravergine di oliva si associa, infatti, a un aumento nel sangue delle incretine. Un nuovo passo in avanti arriva dallo stesso team di ricerca Sapienza, che ha individuato nell’oleuropeina il componente specifico dell’olio di oliva capace di ridurre la glicemia post-prandiale. Lo studio è pubblicato sulla rivista British Journal Clinical Pharmacology.“Il diabete – spiega Francesco Violi – è una delle principali cause di infarto del miocardio ed ictus. Nel 2016 i casi dichiarati di diabete in Italia hanno superato 3.000.000 e questo numero crescerà nei prossimi anni considerando la progressiva tendenza all’aumento della malattia nella nostra popolazione”.La prevenzione del diabete e dei suoi danni alle arterie si svolge soprattutto durante i pasti, in quanto l’aumento della glicemia post-prandiale stimola la produzione di insulina, cosa che, a lungo andare, facilita l’insorgenza del diabete, nei soggetti predisposti.Lo studio è stato effettuato su un campione di soggetti sani randomizzati, ai quali sono stati somministrati 20 mg di oleuropeina o placebo durante un pasto tipico della cucina italiana. La ricerca ha dimostrato una riduzione significativa della glicemia, a due ore dal pasto, solo quando i pazienti assumevano 20 mg di oleuropeina. Interessante era il fatto che, a due ore dal pasto, i pazienti presentavano gli stessi livelli glicemici che avevano prima di assumere il cibo. Questa ricerca apre nuove prospettive per combattere il diabete anche con sostanze naturali come l’oleuropeina, che è presente non solo nell’olio ma anche nelle foglie dell’ulivo.“Inoltre i dati sulle oscillazioni di glucosio e colesterolo – conclude Violi – permettono di comprendere come l’assunzione di olio di oliva nella dieta possa prevenire complicanze cardiovascolari e arteriosclerosi. Numerosi studi infatti, hanno dimostrato che i picchi post-prandiali di glucosio e colesterolo sono potenzialmente dannosi nei pazienti a rischio di complicanze aterosclerotiche; ridurne, pertanto, l’entità potrebbe apportare benefici nella cura dell’arteriosclerosi e delle sue complicanze come infarto e ictus”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Risoluzione di problemi complessi con il pensiero computazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2018

La Fondazione Mondo Digitale ha accettato la nuova sfida lanciata da Google per appassionare i docenti alla risoluzione di problemi complessi con il pensiero computazionale. Nei prossimi mesi la Fondazione è al lavoro nelle scuole italiane per diffondere la piattaforma gratuita Google Computer Science First, aiutare i docenti a formare altri colleghi, promuovere la nascita di “Club informatici” e organizzare un “Computer Science First Day” alla Palestra dell’Innovazione di Roma. Google sceglie la Fondazione Mondo Digitale come partner nazionale per diffondere nelle scuole italiane l’esperienza di Computer Science First, la piattaforma gratuita che sostiene i docenti che vogliono adottare una didattica più coinvolgente e personalizzata per sviluppare il pensiero computazionale degli studenti. L’azione si inserisce nel quadro degli interventi previsti dal protocollo d’intesa (MoU) che Google Italia ha siglato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nel nostro paese, nei prossimi mesi, 470 insegnanti sperimenteranno l’uso degli strumenti Google e attiveranno club informatici all’interno delle scuole per coinvolgere attivamente oltre 9.000 studenti. La community di Computer Science First nel mondo conta già un milione di studenti, 32mila classi e 75 paesi.Non più la tradizionale ora di informatica. Con Computer Science First i docenti possono applicare coding, problem solving e nuovi linguaggi in maniera trasversale e personalizzata a tutte le discipline curricolari per sviluppare in modo più creativo e coinvolgente il pensiero computazionale degli studenti, insieme a competenze digitali strategiche.Computer Science First fornisce materiali di approfondimento informatico e video tutorial gratuiti e facili da usare. Ogni docente, anche senza esperienza, può attivare club tematici e attrarre studenti meno motivati allo studio del linguaggio computazionale: dall’arte alla musica e alla moda, grazie al semplice codice di programmazione a blocchi i ragazzi creano progetti multimediali e inventano storie, imparando a risolvere problemi complessi e a conoscere nuovi modi di sperimentare la tecnologia con creatività e consapevolezza. Con il supporto dei coach della Fondazione Mondo Digitale, 60 insegnanti di scuole primarie e secondarie di primo grado di Milano, Roma e Napoli verranno formati all’uso di Computer Science First. Mettendo insieme il modello train the trainers e la formazione peer to peer, i docenti coinvolti avranno poi il compito di condividere le competenze acquisite con altri colleghi. Alla fine del percorso, che vedrà anche la realizzazione di un “Computer Science First Day” presso la Palestra dell’Innovazione di Roma della Fondazione Mondo Digitale, 470 docenti avranno appreso tutti i segreti della piattaforma e attivato club tematici nelle proprie scuole avvicinando all’acquisizione di competenze digitali strategiche oltre 9.000 studenti italiani“Siamo molto fieri di ricevere questo riconoscimento da Google e di rinnovare il nostro impegno a sostegno della formazione permanente e aggiornamento continuo dei docenti italiani. Siamo infatti convinti che la trasformazione della scuola debba necessariamente partire dalla lungimiranza di insegnanti e dirigenti innovatori, capaci di cogliere le sfide quotidiane del proprio lavoro, dalla personalizzazione dei contenuti alla creazione di una didattica inclusiva e trasversale”, dichiara Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La ricerca di Unicam per una visione nuova nel trattamento dei tumori

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2018

Camerino. Nuovo successo in ambito europeo per l’Università di Camerino ed in particolare per il gruppo di ricerca coordinato dalla prof.ssa Piera Di Martino della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, con la collaborazione della dott.ssa Roberta Censi.La Commissione europea ha recentemente annunciato l’assegnazione di 2.5 milioni di euro al progetto europeo denominato “CANCER”, inserito nell’ambito del programma Horizon 2020 Marie Skłodowska-Curie RISE Ricerca e Innovazione. Il progetto è stato presentato da un consorzio europeo di università e piccole imprese, che collaboreranno insieme alla realizzazione del progetto stesso ed in cui è inclusa l’Università di Camerino. Tra le altre Università presenti nel progetto, gli Atenei di Leiden, Maastricht, Sheffield, Delft, Amsterdam e Cracovia.Il progetto di ricerca, dal titolo “Immunotherapy Approaches To Improving Cancer Outcome and Quality of Life (QOL)”, si fonda sulla premessa che le terapie tradizionali per il trattamento dei tumori sono basate su strategie invasive quali radioterapia, chemioterapia, rimozione chirurgica del tumore. Queste terapie anche se si sono rilevate efficaci negli anni, al contempo hanno dimostrato di essere particolarmente invalidanti per il paziente, che rischia spesso di vedere una drastica riduzione della qualità di vita. Negli ultimi 5 anni, l’immunoterapia si è imposta come una valida strategia alternativa ai trattamenti più invasivi e l’approccio moderno ed innovativo che il progetto intende perseguire è quello di considerare un tumore come “una patologia curabile”, piuttosto che “una malattia cronica”. L’impatto che ci si attende dal progetto è quello di un miglioramento della qualità di vita dei pazienti sottoposti ad immunoterapia.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Future Makers

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2018

Milano Al via dal 14 maggio a Milano la nuova edizione di “The Future Makers”, l’iniziativa – organizzata da The Boston Consulting Group – rivolta a 100 fra i migliori studenti fra i 23 e i 26 anni, rappresentativi delle università più prestigiose d’Italia e d’Europa. Un progetto dal forte impatto: il 93% dei partecipanti delle prime due edizioni ha oggi un impiego.
100 studenti fra i 23 e i 26 anni, uomini e donne, provenienti dalle più prestigiose università: sono loro i protagonisti della terza edizione di “The Future Makers”, il percorso di formazione che vedrà la prima fase da lunedì 14 a giovedì 17 maggio negli uffici di BCG Milano. Quattro giorni di confronto e riflessione, guidati da oltre 30 esperti di BCG e autorevoli relatori, come il fondatore di Candy Crush Riccardo Zacconi, gli amministratori delegati di ENI e KIKO Claudio Descalzi e Cristina Scocchia, il direttore scientifico dell’Istituto Clinico Humanitas Alberto Mantovani, la campionessa olimpica di scherma Valentina Vezzali e molti altri.
Imparare, guidare, connettere. L’obiettivo di “The Future Makers” è contribuire alla formazione delle giovani generazioni, i leader del futuro, e offrire loro un’occasione di incontro e scambio con i rappresentanti della business e social community italiana e internazionale. Con il supporto dei Rettori, gli studenti sono stati selezionati da Nord a Sud non solo sulla base del loro curriculum scolastico, ma anche della loro passione, della capacità di introspezione e comprensione dei grandi fenomeni. Un roadshow durato 6 mesi nelle principali università ha portato BCG alla selezione dei 100 studenti, da una base di oltre 12.000 persone incontrate.
Nelle edizioni 2016 e 2017, i “Future Makers” si sono confrontati con decine di testimoni fra i quali il CEO di Enel, Francesco Starace, il Ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, il CEO di Eataly, Andrea Guerra, il presidente di Valore D, Sandra Mori, l’atleta paraolimpica Bebe Vio, il direttore innovazione del World Food Programme, Robert Opp. E ancora Francesco Caio, già amministratore delegato di Poste Italiane, il commissario straordinario per l’attuazione dell’agenda digitale, Diego Piacentini e molti altri. “The Future Makers è un’iniziativa formativa che continua ad avere un grande impatto sulla crescita professionale e personale dei giovani. Tra i partecipanti delle edizioni precedenti, che hanno terminato gli studi, oltre il 90% ha trovato lavoro. Anche quest’anno saranno quattro giorni intensi, in cui approfondiremo tematiche al cuore dello sviluppo della nostra società: dal digitale alla trasformazione del mondo industriale, dalle principali sfide dell’economia della cultura e della creatività fino alla ricerca scientifica. Un’occasione unica per restituire al Paese e investire nel futuro”, ha commentato Giuseppe Falco, Amministratore Delegato di The Boston Consulting Group Italia, Grecia e Turchia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enrico Fermi: uno dei più grandi fisici di tutti i tempi

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Roma dal 7 al 25 maggio 2018, celebra ottanta anni dal Nobel di Enrico Fermi, tra approfondimenti scientifici, incontri e letture, per raccontare la storia e le scoperte di uno dei più grandi fisici di tutti i tempi.Il luogo principale, dove si aprirà alla cittadinanza tutta la celebrazione di Fermi, sarà il Dipartimento di Fisica (già Istituto Fisico) dell’Università La Sapienza, dove Fermi si trasferì col suo gruppo dopo Via Panisperna, e dove oggi si svolgono ricerche tra le più avanzate al mondo. Ma tutto comincerà dal Liceo Ginnasio Statale Pilo Albertelli (già Liceo Umberto I), dove Fermi ottenne la maturità 100 anni fa.
I Mille Nomi di Fermi si svolge nell’ambito di EUREKA! Roma 2018, la manifestazione di divulgazione scientifica promossa da Roma Capitale con l’adesione delle istituzioni e delle competenze più alte, a livello cittadino, nazionale ed internazionale.
Dalla produzione scientifica del grande scienziato italiano I Mille Nomi di Fermi, con una serie di eventi a ingresso gratuito, porta all’attenzione di addetti ai lavori, ma anche pubblico generalisti, giovani e appassionati, quelle scoperte o teorie che hanno ancora oggi un grande impatto sullo sviluppo delle nostre conoscenze o sulle applicazioni tecnologiche più moderne e futuribili. Il progetto è un percorso pedagogico che valorizza l’inquadramento storico delle ricerche di Fermi nel contesto scientifico della prima metà del ‘900 ed enfatizza le caratteristiche della tecnologia e delle metodologie utilizzate nella ricerca scientifica del XX e del XXI secolo. Saranno inoltre analizzate e rese comprensibili le “profetiche intuizioni” di Fermi che hanno consentito i più importanti traguardi alla ricerca scientifica di oggi: il progresso dei calcolatori elettronici (i nostri computers!), gli acceleratori di particelle, i loro sviluppi attuali quali il Large Hadron Collider (LHC) del CERN, dove è stata scoperta la particella di Higgs, fino alla recente rivelazione delle onde gravitazionali che sta rivoluzionando le nostre conoscenze sull’Universo in cui viviamo.Enrico Fermi, uno degli scienziati più geniali di tutti i tempi, è anche il fisico a cui è intitolato il più grande numero di teorie o quantità fisiche rilevanti al mondo, tra le quali: il Fermio, l’elemento numero 100 della tavola degli elementi; il Fermi, l’unità di misura delle lunghezze (1 Fermi = 1 decimillesimo di miliardesimo di centimetro); la superficie di Fermi, i Fermioni, la statistica di Fermi (che determina le proprietà dei conduttori, ed è legata a fenomeni straordinari dalla superconduttività all’esistenza di stelle di neutroni); il modello atomico di Thomas-Fermi; la teoria di Fermi dei decadimenti deboli, che spiega sia i fenomeni di radioattività beta naturali, che le reazioni che producono l’energia delle stelle; le coordinate di Fermi per lo studio della relatività generale di Einstein; la regola d’oro di Fermi, legata al calcolo della vita media delle particelle instabili.Gli eventi consisteranno nella presentazione di alcune di queste scoperte e di alcune delle teorie elaborate da Fermi. Si cercherà di fornirne una “spiegazione” utilizzando ogni metodo divulgativo (la lezione, l’esperimento, la visita, intese come “dimostrazioni dal vivo” preparate da un team di docenti della Sapienza esperti in divulgazione scientifica) per consentire poi una discussione sulle conseguenze attuali nella fisica e nella tecnologia. Nel mese di maggio, ogni martedì e venerdì, si susseguiranno i contributi di scienziati ed esperti come Giovanni Battimelli, Luciano Maiani, Guido Martinelli, Giovanni Organtini, Federico Ricci-Tersenghi.
Una particolare novità sarà rappresentata da un originale percorso in cuffia che sarà ripetuto tutti i giorni prima degli eventi: un viaggio nel Dipartimento di Fisica, un evento speciale del format consolidato del “Teatro Mobile”. Gli strumenti originali usati da Fermi per gli esperimenti, saranno fruibili in un itinerario che condurrà all’aula dove si svolgerà l’evento, insieme a laboratori, studi ed aule legati a Fermi e agli sviluppi della sua ricerca. Un numero selezionato di visitatori muniti di audiocuffia, potrà percorrere e vedere spazi e attività del Dipartimento ascoltando, registrati e dal vivo, contributi audiofonici speciali in una visita emozionante ed intensa di “originale scoperta” dell’anima del luogo per eccellenza della ricerca fisica voluto da Enrico Fermi.L’iniziativa è parte del programma di Eureka! Roma 2018 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale e in collaborazione con Siae. La manifestazione, rivolta a tutti gli interessati, è ad ingresso libero previa prenotazione on line in http://www.teatromobile.eu

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Career & Open Day: “Appassionati al tuo futuro!”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Roma Mercoledì 9 maggio 2018, dalle ore 10.00 Università Europea di Roma in via degli Aldobrandeschi 190 si terrà un incontro sul tema “Appassionati al tuo futuro!” Durante questa giornata gli studenti, i laureandi e i laureati avranno la possibilità di entrare direttamente in contatto con prestigiose aziende al fine di approfondire la loro conoscenza del mondo del lavoro e ampliare il loro network professionale.“Grazie al Career & Open Day gli studenti, i laureandi e i laureati hanno la possibilità di orientare il proprio futuro professionale che si costruisce durante il percorso universitario”, spiega Liborio Desantis, Responsabile dell’Ufficio Orientamento e Job Placement dell’Università Europea di Roma. “L’incontro con le aziende e le associazioni aiuta a capire come stanno evolvendo alcune professioni tradizionali, ma anche per intercettare nuove opportunità di lavoro che si stanno delineando grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie. Il mondo del lavoro è in continua evoluzione. Conoscere le sue dinamiche nell’ambito del percorso universitario è utile per orientare le proprie scelte formative e professionali”.Il Career & Open Day dell’Università Europea di Roma si aprirà alle ore 10.00 con un intervento di Simone Sgueo, Responsabile risorse umane di S.O.S. Telefono Azzurro ONLUS.A seguire si terrà la premiazione dei finalisti del concorso “Made in UER – Raccontaci la tua storia”, un contest che valorizza le esperienze formative e professionali maturate dai laureati e dottorati UER con la finalità di consapevolizzare e trasmettere un messaggio di fiducia ai nostri attuali studenti.
A partire dalle ore 10.45 avrà inizio “The Voice Dev4”, un progetto che vede come protagonisti gli studenti dell’Eccellenza Accademica che presenteranno i project work su temi di estrema attualità svolti in collaborazione con S.O.S. Telefono Azzurro ONLUS, Bosch Spa e Dorna.
A seguire, alle 11.30, vi sarà la presentazione degli scenari occupazionali, al fine di illustrare le varie opportunità professionali legate ai corsi di laurea in Psicologia, Economia e Giurisprudenza.
Alle ore 13.00 si svolgerà l’Open Day dei corsi di laurea magistrale in Psicologia ed Economia e Management dell’innovazione e, a seguire, i colloqui di ammissione ai corsi di laurea.
L’evento si concluderà con l’apertura degli stand aziendali volto a dare la possibilità agli studenti, laureandi e laureati di entrare direttamente in contatto con le aziende per conoscerle ed effettuare dei colloqui di selezione.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Strategie di contrasto alla criminalità organizzata

Posted by fidest press agency su martedì, 1 maggio 2018

Parma Mercoledì 2 maggio, alle ore 9, nell’Aula dei Cavalieri del Palazzo Centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il secondo incontro del ciclo di seminari “Strategie di contrasto alla criminalità organizzata: prevenzione, repressione, tutela dei diritti”, organizzato da Giacomo Degli Antoni, Presidente del Corso di studi in Scienze politiche del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e internazionali e da Laura Pineschi, presidente del Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA).Programma:
Coordina Giacomo Degli Antoni Presidente dei Corsi di Studio in Scienze Politiche, Università di Parma
Ore 9.00 Armando Barani Professore a contratto di Diritto dell’Unione europea, Università di Parma La tutela degli interessi finanziari dell’Unione europea rispetto all’azione fraudolenta del crimine organizzato: l’istituzione della Procura europea
Ore 9.30 Giorgio Conti Professore aggregato di Diritto amministrativo, Università di Parma
La Legge 190/2012 – la normativa anticorruzione, e per la repressione della corruzione e della illegalità nella Pubblica Amministrazione
Ore 10.00 Chiara Scivoletto Professore associato di Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale, Università di Parma Figli della ‘ndrangheta, ragazzi di mafia. Risorse della giurisdizione e delle comunità locali
Ore 10.30 Vincenza Pellegrino Professore associato di Sociologia dei processi culturali, Università di Parma La criminalità organizzata e le appartenenze culturali: che cosa ci insegna il carcere
Ore 11.15 Stefano Putinati Professore aggregato di Diritto penale dell’economia, Università di Parma Le misure di prevenzione patrimoniali come strumento di lotta alle mafie
Ore 11.45 Bruno Pierri Professore a contratto di Storia politica estera italiana, Università di Parma Criminalità telematica e sicurezza cibernetica: sistemi politici a confronto
Ore 12.15 Fausto Pagnotta Professore a contratto di Storia dei diritti umani e web society, Università di Parma
La dimensione digitale del web e le nuove sfide della criminalità organizzata alla cultura della legalità: una prospettiva europea.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »