Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

Concerti per mandolino di Vivaldi

Posted by fidest press agency su domenica, 10 novembre 2019

Roma mercoledì 13 novembre 2019 alle 18.00 nell’Auditorium “E. Morricone” (Università di Roma “Tor Vergata”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) per la stagione di Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Ne sono protagonisti l’orchestra Barocca Musica Antiqua Latina, con il direttore e violoncello solista Giordano Antonelli, il violino solista Luca Giardini e il mandolino barocco Emanuele Buzi.Così il direttore Giordano Antonelli presenta questo concerto: “Il cosmopolitismo della città lagunare fluisce nelle opere di Vivaldi in un vocabolario stilistico che dalle forme nord-europee si tinge di colori esotici e levantini. Nato e vissuto vita natural durante nel quartiere diremmo oggi multietnico della Riva degli Schiavoni, nei pressi di San Giovanni in Bragora, in mezzo al viavai di Greci, Dalmati, Valacchi, Turchi, giocoforza ne trae una inventiva immaginifica ai limiti del visionario. Nella infinita varietà delle innumerevoli composizioni e degli organici più stravaganti si può evidenziare l’utilizzo di un contrappunto scarno ma sapientissimo, a favore di melodie rusticane, di giochi ritmici irregolari, di atmosfere rarefatte, di virtuosismi zigani”. Il programma Vivaldi Project-Concertanti – continua Giordano Antonelli – delinea “un percorso alternativo, tra inediti come la Sinfonia RV125 Anh.56, conservata nell’Archivio storico di Berlino, mancante della parte dei bassi (ricostruita ‘filologicamente’ dal nostro ensemble) ed opere in cui possiamo apprezzare lo sguardo verso il linguaggio germanico, o splendide passacaglie di sapore seicentesco con influssi napoletani. Il violino, strumento elettivo del Prete Rosso, cuspide di un magistero tecnico insuperato, in questo programma ‘concerta’ con lo strumentario vivaldiano più onirico, come il mandolino lombardo, il flauto dritto, il fagotto, il colascione, la tiorba”. In programma rarità come il Concerto RV 425 per mandolino, il Concerto da camera RV 96 per flauto, violino, fagotto e basso continuo, i due Concerti Rv 413 e 405 per violoncello, le Sinfonie RV 125 Anh. 156 e 168, ma anche il notissimo Concerto “L’estate” dalle “Quattro stagioni”.Giordano Antonelli ha ricoperto il ruolo di primo violoncello solista presso Il Giardino Armonico, l’Orchestra del Theatre Royale La Monnaie di Bruxellesl’Orchestra Barocca di Sevilla, la Camerata Rousseau di Basilea, la Prague Mozart Orchestra, la Gustav Mahler Jugend Orchester. È fondatore e direttore dell’ensemble barocco Musica Antiqua Latina.Il romano Emanuele Buzi è tra i migliori mandolinisti della sua generazione. Ha iniziato lo studio del mandolino con il nonno Giuseppe Anedda, il primo a riscoprire il repertorio di musica classica per mandolino. Vanta collaborazioni con i più importanti enti lirici quali La Scala di Milano, ed è stato diretto dai maestri Riccardo Muti, Mstislav Rostropovich, Georges Prêtre e Antonio Pappano. All’estero si è esibito in Turchia, Albania, Germania, Francia, Spagna, Portogallo e Giappone.Luca Giardini è uno dei più richiesti violinisti specializzati nella prassi esecutiva barocca ed èha collaborato con i migliori ensemble in quel campo, come Europa Galante, Accademia Bizantina, Giardino Armonico, Ensemble Zefiro, Modo Antiquo, Ensemble Concerto, Il RossignoloMusica Antiqua Latina, la Venexiana, Orchestra of the Age of Enlightenement, Al Ayre Espanol. Musica Antiqua Latina, ensemble barocco su strumenti originali internazionalmente riconosciuto, è stato creato nel 2000 da Giordano Antonelli e promuove la riscoperta e la diffusione del grande repertorio barocco italiano, di cui Roma, dove il gruppo è residente, è stato uno dei centri di massima creatività. Ha ricevuto recensioni entusiastiche da diverse riviste specializzate ed è stato premiato con 5 stelle dal Magazine Amadeus.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via “Sapienza Year”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 novembre 2019

Roma Sapienza conferma la sua vocazione all’internazionalizzazione con l’istituzione per l’anno accademico 2019-2020 del primo “Sapienza Foundation Year, un percorso formativo di preparazione destinato a consolidare le competenze delle aspiranti matricole straniere per consentire il raggiungimento dei requisiti minimi previsti dal sistema universitario italiano. La platea interessata è quella degli studenti dei Paesi in cui si arriva al diploma con meno di 12 anni di studio e che quindi, per iscriversi alle università italiane, necessitano di un anno integrativo durante il quale ripercorreranno i programmi dell’ultimo anno del liceo e impareranno l’italiano.
Ll’edificio Marco Polo è la nuova moderna struttura della Sapienza nel quartiere San Lorenzo che ospita le aule, i laboratori, le biblioteche per le attività di didattica e ricerca delle lingue e culture straniere, sono ufficialmente iniziate le lezioni per i primi venti studenti provenienti da nove Paesi del mondo (Russia, Brasile, Stati Uniti, Kazakistan, Uzbekistan, Hong Kong, Bielorussia, Qatar, Ucraina).“Per il primo anno di attivazione abbiamo raggiunto un ottimo risultato, formando una classe con studenti che provengono da tutte le parti del mondo” – spiega Federico Masini, direttore del Corso e docente di Lingue e letterature della Cina e dell’Asia sud-orientale – “Ciò consentirà di svolgere un attività formativa davvero ricca e stimolante”.Il corso del Foundation Year è costituito da 400 ore di lezioni erogate in lingua inglese che prevedono una parte comune di lingua e cultura italiana (200 ore) e due percorsi dedicati rispettivamente agli Studi umanistici (Storia, Arte e Archeologia) e alle Scienze (Chimica, Fisica, Biologia, Matematica) per un totale di 150 ore ciascuno.I partecipanti riceveranno una preparazione utile anche per il superamento delle prove di ingresso per i corsi universitari di base in Medicina, Architettura, Ingegneria, Design, Lettere, Economia, Scienze.“Come Sapienza stiamo raccogliendo i frutti di un lavoro lungo e complesso che ha come obiettivo l’internazionalizzazione, per il quale in questi anni abbiamo moltiplicato gli accordi di collaborazione e attivato un numero sempre maggiore di corsi in lingua inglese” spiega il Rettore Eugenio Gaudio” e gli indicatori diffusi nell’ultimo Rapporto di Alma Laurea confermano tra i nostri iscritti la presenza del 5,8 % di cittadini esteri, con un picco per le lauree magistrali del 7,1%, cioè ben al di sopra della media nazionale che è del 3,5”.L’avvio del Foundation Year costituisce una delle numerose attività che la Sapienza promuove per favorire lo scambio culturale e linguistico a tutti i livelli nel percorso scolastico non solo tra gli studenti stranieri ma anche tra quelli italiani. In questa direzione si inserisce il progetto di studio della lingua cinese nelle scuole promosso dall’Istituto Confucio Sapienza che dieci anni fa ha attivato il primo corso di lingua cinese presso il Convitto nazionale di Roma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno a Gerusalemme sulle nuove sfide antropologiche

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 novembre 2019

Gerusalemme. L’11 e il 12 dicembre 2019, nel Pontificio Istituto Notre Dame di Gerusalemme, dalle 9.00 alle 19.00, si terrà il convegno internazionale “Le nuove sfide antropologiche: tra memoria e visione del futuro”, organizzato nell’ambito delle attività di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma.L’obiettivo è quello di tracciare un’immagine, quanto più precisa, della realtà sociale ed etica contemporanea in relazione alle nuove sfide antropologiche, frutto degli sviluppi teorici e pratici della scienza e della tecnologia.Particolare attenzione sarà dedicata all’esperienza della memoria collettiva e individuale, offerta dalla ricerca archeologica, e alle prospettive etiche rivolte al futuro.L’incontro sarà aperto dai saluti di Padre Pedro Barrajón LC, Rettore dell’Università Europea di Roma, e di Padre Juan Solana LC, del Pontificio Istituto Notre Dame di Gerusalemme.Seguirà l’intervento introduttivo del Prof. Guido Traversa, Delegato per la Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma.Le sezioni tematiche tratteranno questi argomenti: “Intelligenza artificiale. Problematiche etiche, filosofiche e giuridiche”; “Postumanesimo. Confini possibili e legittimi. Limiti etici del miglioramento tecnologico della conoscenza”; “Ricerca scientifica in archeologia come esperienza di vita, storia e memoria”; “Relazione uomo-ambiente. Il potenziamento delle aree interne per la coesione economica e sociale. Il bene comune come un universale concreto”; “Dialogo interreligioso e teologico. Il corpo e l’esperienza sociale”. L’incontro si concluderà con l’intervento di Padre Gonzalo Monzón LC, Direttore dell’Ufficio Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I neolaureati italiani, quando trovano un lavoro, sono tra i meno pagati d’Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 novembre 2019

Lo rivela il rapporto Starting Salaries di Willis Towers Watson, una multinazionale angloamericana, che analizza le retribuzioni offerte ai neolaureati in 31 Paesi di tutto il mondo. Lo studio sulle condizioni dei neolaureati in Europa, tratteggia un quadro avvilente circa la situazione salariale vissuta da tanti giovani italiani, appena conclusi gli studi. Infatti si posizionano al quattordicesimo posto nella classifica che considera il valore del primo stipendio, alle spalle di Paesi come Irlanda e Slovenia. Non possono aspirare a un mensile che superi i 28.827 euro, contro i 36.809 euro dei coetanei francesi o i 49.341 euro di quelli tedeschi, fino ad arrivare ai 73.370 euro dei neolaureati svizzeri, i più pagati d’Europa. Il mercato del lavoro italiano non premia chi investe negli studi, che è ricompensato poco più che un diplomato, ovvero il 12% in più. Divario minimo, al 13%, anche fra chi ha una laurea e chi un titolo post-universitario. Situazione del tutto diversa in Germania, dove il titolo universitario è premiato con una retribuzione superiore del 32% rispetto al diploma, o in Francia, dove il titolo post-universitario è valorizzato per il 43% in più rispetto alla laurea. “Le prospettive remunerative dei neolaureati in Italia si confermano non molto entusiasmanti”, ha commentato Rodolfo Monni, responsabile indagini retributive di Willis Towers Watson Italia. “Rispetto agli altri paesi europei con un’economia comparabile, come Francia e Germania, la laurea In Italia non garantisce un primo stipendio sostanzialmente superiore a quello offerto da un diploma. Anche le prospettive di crescita a breve termine non sono incoraggianti. Dopo due anni di lavoro, un laureato italiano vede aumentare la sua retribuzione fissa di circa il 10%, rispetto al 22% di Francia e Germania e al 25% di Spagna e Regno Unito: una progressione che un neolaureato italiano riesce a raggiungere dopo 4 o 5 anni dall’ingresso nel mondo del lavoro”. Le prospettive di crescita per i neolaureati sono altrettanto poco entusiasmanti. Sarà per questa ragione che, secondo una recente inchiesta di Randstad Workmotor, 2 italiani su 3 sono disposti a trasferirsi per una carriera migliore. I lavoratori italiani non hanno paura di lasciare il loro Paese per trovare condizioni lavorative migliori. Sono, infatti, i primi in Europa per propensione a spostarsi in maniera stabile altrove. Nello specifico, si tratta di oltre 2 italiani su 3. In questo scenario, però, si inserisce un dato meno felice. Gli italiani non hanno fiducia nelle opportunità professionali del mercato del loro Paese. Quasi un italiano su due, infatti, preferisce emigrare piuttosto che cambiare carriera, cinque punti in meno della media globale, ma ben sette in più della media europea. L’elevata propensione degli italiani a trasferirsi all’estero, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, tuttavia rappresenta una spia di allarme sulle opportunità offerte dal mercato del lavoro italiano. Una eccessiva emigrazione dei neolaureati, quindi dei profili migliori, però rischia di tradursi in un impoverimento sociale ed economico del nostro paese. La laurea non paga, è il caso di dirlo.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Seminari di Europa” giornata di studi sulla tolleranza

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 novembre 2019

Parma Martedì 12 novembre, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30 presso l’Auditorium di Palazzo del Governatore (Piazza Garibaldi) ospiterà la giornata di studi sul tema della tolleranza, resa possibile dalla collaborazione tra Università di Parma, ISMEO – Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente (Progetto MIUR Studi e ricerche sulle culture dell’Asia e dell’Africa), IPOCAN – Istituto per l’Oriente Carlo Alfonso Nallino e GCSS – Giunta Centrale per gli Studi Storici.La giornata sarà aperta dai saluti del Rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei, dall’Assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra, del Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC Diego Saglia e della Coordinatrice dell’Unità di Storia del Dipartimento DUSIC Elena Bonora. L’apertura dei lavori sarà affidata ad Alessandro Pagliara, docente di Storia romana all’Università di Parma e responsabile organizzativo dei Seminari di Europa.Il convegno, a cura di Alessandro Pagliara (Università di Parma) e Adriano Valerio Rossi (ISMEO), sarà articolato in due sessioni: quella mattutina sarà dedicata al tema della tolleranza nel mondo greco e romano tra antico e tardoantico (con uno sguardo alla ricezione di tematiche antiche in epoca moderna); la sessione pomeridiana sarà invece incentrata sull’Oriente, con relazioni che indagheranno le nozioni di tolleranza e intolleranza nel mondo islamico, nella Cina antica, in Georgia e Iran.La sessione mattutina, presieduta da Domenico Vera (Università di Parma), sarà caratterizzata dagli interventi di Maria Teresa Schettino (Universités de Haute-Alsace et de Strasbourg, UMR Archimède, “Carthago delenda est”: l’intolleranza estrema in guerra?), di Tommaso Gnoli (Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, L’intolleranza di un grande intellettuale: il pagano Libanio e il Cristianesimo), di Fabrizio Oppedisano (Scuola Normale Superiore, Pisa, Il laboratorio di un re visionario: Teoderico e l’Italia romano-ostrogota), di Luca Iori (Università di Parma, Democrazia e tolleranza: l’Epitafio di Pericle e i suoi interpreti ottocenteschi).Nella sessione pomeridiana, presieduta da Tommaso Gnoli (Alma Mater Studiorum, Università di Bologna), si succederanno le relazioni di Claudio Lo Jacono (IPOCAN – Istituto per l’Oriente Carlo Alfonso Nallino, Roma, Tolleranza e intolleranza islamica verso il Cristianesimo), di Maurizio Scarpari (Università Ca’ Foscari, Venezia, Intolleranza etnica e assimilazione nella Cina antica), di Gaga Shurgaia (L’Orientale, Università degli Studi di Napoli, I volti della tolleranza nel regno di Davit IV il Ricostruttore 1089-1125).Dopo la discussione generale, le conclusioni saranno affidate ad Adriano Valerio Rossi, docente di Filologia Iranica all’Orientale, Università degli Studi di Napoli e Presidente di ISMEO – Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente.I Seminari di Europa sono organizzati dall’Università di Parma (Dipartimento DUSIC – Unità di Storia e CUCI – Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale ) con il Comune di Parma (Assessorato alla Cultura), in collaborazione con la Giunta Centrale per gli Studi Storici di Roma, l’Ufficio Scolastico provinciale di Parma e Piacenza, la Fondazione Collegio Europeo, la Scuola per l’Europa, il Liceo Scientifico “Marconi” e il Polo Scolastico Agro-Industriale di Parma, e sono realizzati con il contributo della Fondazione Cariparma.
Il secondo ciclo dei “Seminari di Europa”, intitolato “Variazioni sul tema della Tolleranza”, è parte di Facciamo Conoscenza – L’Università per Parma 2020, la rassegna delle attività con cui l’Università di Parma contribuisce alle celebrazioni per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conference on multilateral diplomacy and future warfare

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 novembre 2019

Roma 22-23 novembre 2019 H15:00 and 23/11 H11:00 Via Liguria 20 to commemorate the 70th anniversary of the 1949 Geneva Conventions, the Istituto Svizzero and the Swiss Embassy in Italy invite, in collaboration with the University Roma Tre and The University of Geneva, the Roman public to a discussion about both the achievements and the challenges in current international humanitarian law (IHL). The DISPUTE series provides a platform for citizen engagement relating to the globalization and the future of contemporary societies. Proposing a new topic every year, the forum aims to strengthen civic participation and public debate.This year’s edition puts the role and relevance of the IHL up for debate. Featuring politicians, scholars, representatives of states, armed forces, the Red Cross Movement and non-governmental activist groups, interested citizens have the chance to participate in an informed discussion with experienced specialists who can give a clear idea of what IHL is, what it does, and what its challenges for the future are. The conference will be accompanied by two commentators (already confirmed is Yves Daccord, general director, ICRC) whose role is to highlight important themes and arguments in wrap-up sessions following each panel.The conference will focus on three different fields of interest:
Multilateral diplomacy and IHL: does it still work? During the last decades, multilateral diplomacy has not always been effective despite sustained efforts of the international community to develop new international instruments in order to face current and upcoming challenges in IHL. The trend in favor of unilateral solutions and the shifting of priority from international concerns to national interests is noticeable in a number of States.Inherent features of IHL render law-making in this domain particularly difficult. For instance, various actors are involved in contemporary armed conflicts, such as organized armed groups or international organizations and accommodating their perspectives in a State-centric international system remains a challenge.Against this backdrop, the DISPUTE series will offer the opportunity to panelists and the audience to reflect on possible venues to enhance and continuously ensure effective protection to victims of armed conflicts. Furthermore, the session will explore the continued relevance of the Geneva Conventions and other multilateral IHL treaties highlighting best practice examples from armed conflict situations.
Lights and shadows: how is IHL interpreted and applied? Two panels will focus on selected challenges that have arisen in recent armed conflicts. Particular attention will be paid to non-international armed conflicts and related issues pertaining to non-state actors as well as to the protection of cultural heritage in armed conflicts. Discussions will not only demonstrate the complexity of IHL application and humanitarian action in armed conflicts but also give a picture of the global community’s handling of these complexities.
The future of warfare: what set of rules do we need? The third session concerns new technologies and their potential impact on the future of warfare. The rapid development of technologies and artificial intelligence with potential military applications may radically change the face of armed conflicts. Drones are increasingly used, cyberspace has emerged as a new battlefield, and automated weapons systems such as combat robots may be defining future wars. At the same time, modern technologies can improve the application of IHL and the enforcement of such rules in case of violations. These changes have not only ethical implications but also pose legal and practical problems to IHL.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conference in Jerusalem on New Anthropological Challenges

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Jerusalem. The international conference “The new anthropological challenges: between memory and vision of the future” will be held December 11-12, 2019 at the Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center, from 9 a.m. to 7.00 p.m. The event is organized within the activities promoted by the Integral Formation at the European University of Rome. The goal of the conference is to offer a vision, as precise as possible, of the contemporary social and ethical reality in relation to new anthropological challenges, as the result of theoretical and practical developments in science and technology. Particular attention will be given to the experience of collective and individual memory, offered by archaeological research, and to the ethical perspectives for the future. Opening remarks will be given by Rev Fr Pedro Barrajón LC, Rector of the European University of Rome, and Rev Fr Juan Solana LC, director of ​​the Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center. The introductory address, by Prof Guido Traversa, Delegate for Integral Formation at the European University of Rome, will lay out the aim and methodology of the conference. The Thematic Sections will discuss the following topics: “Artificial intelligence. Ethical, philosophical and juridical problems ”; “Posthumanism. Possible and legitimate borders. Ethical limits of technological improvement of knowledge “; “Scientific research in archaeology as an experience of life, history and memory”; “Man-environment relationship. The strengthening of internal areas for economic and social cohesion. The common good as a concrete universal ”; ” Inter-religious and theological dialogue. The body and the social experience “. The concluding address will be given by Rev Fr Gonzalo Monzón LC, Director of the Integral Formation Department at the European University of Rome.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università di Parma e Hiroshima University più vicine

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Parma. Nei giorni scorsi una delegazione dell’Ateneo giapponese è infatti stata a Parma per la firma di un importante accordo di collaborazione internazionale.La delegazione della Hiroshima University era formata dal Rettore Mitsuo Ochi, dal Pro Rettore per l’Internazionalizzazione Toshiyuki Sato e dalla Responsabile dell’Ufficio Relazioni Internazionali Yuriko Kawakubo.Durante l’incontro Istituzionale, presieduto dal Rettore Paolo Andrei e dalla Pro Rettrice all’Internazionalizzazione Simonetta Anna Valenti, sono state approfondite le opportunità di scambio e ricerca tra le due Università con l’intensificazione dei rapporti di scambio tra docenti. Si è discussa inoltre la possibilità di ospitare un docente giapponese per l’attivazione di un corso di lingua e cultura nipponica all’interno del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC già dal prossimo a.a. 2020-2021. All’incontro hanno partecipato anche il Delegato per i Programmi Overworld e Erasmus+ Roberto Montanari, il Responsabile della U.O. Internazionalizzazione Alessandro Bernazzoli e Giovanna Colangelo della U.O. Internazionalizzazione.La visita si è conclusa con il saluto agli ospiti stranieri anche da parte dei Pro Rettori Sara Rainieri, Roberto Fornari e Fabrizio Storti.La sottoscrizione dell’accordo è stata facilitata dalla presenza di Yoshinaka Nobuhito, Visiting Professor al Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali, dove ha tenuto il corso di “Recent Development of Japanese Criminal Law” nell’anno accademico 2018-2019.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Delegazione ateneo del Kosovo in visita ad Unicam

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Camerino. Una delegazione dell’Università di Prizren “Ukshin Hoti” in Kosovo, guidata dal vice rettore prof. Shemsi Morina e dal responsabile delle relazioni internazionali prof. Faruk Bojaxhi, ha incontrato ieri in Ateneo il Rettore prof. Claudio Pettinari e il delegato ai Programmi di cooperazione e mobilità con Paesi extra-Europei prof. Emanuele Tondi. Nel corso dell’incontro sono stati definiti gli obiettivi per rafforzare gli accordi di collaborazione già attivi tra Unicam e le università kosovare. Hanno partecipato all’incontro gli studenti kosovari iscritti già iscritti a diversi corsi di laurea Unicam sia nella sede di Camerino che in quella di Ascoli Piceno.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al rettore della Sapienza Eugenio Gaudio lo “Honorary Doctoral Degree”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

E’ stato assegnato dal Governo della Repubblica popolare cinese. Il riconoscimento accademico è stato conferito per l’impegno profuso nella promozione della cooperazione internazionale tra la Cina e l’Italia. A ricevere in passato questo titolo onorifico sono stati Kofi Annan, Boutros-Ghali e Gerhard Schröder. La cerimonia si è svolta presso la Zhongnan University of Economics and Law, dove il rettore della Sapienza Eugenio Gaudio ha ricevuto il prestigioso riconoscimento. Il titolo di Honorary Doctoral Degree in Economics and law è stato conferito dal Comitato per i titoli accademici del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese, su proposta della Zhongnan University of Economics and Law di Wuhan, con la seguente motivazione: “ll Governo della Repubblica Popolare Cinese è onorato di riconoscere ed attestare l’importante ruolo da Lei rivestito nella promozione della cooperazione internazionale ad altissimi livelli in ambito accademico tra la Cina e l’Italia”. “Ricevere questo riconoscimento costituisce un’attestazione di stima anche nei confronti dell’Ateneo che mi onoro di guidare dal 2014 – dichiara il Rettore – La dimensione internazionale ha contraddistinto questi anni di rettorato e il potenziamento dei rapporti con la Cina è uno dei punti fondamentali di tale percorso. Come ha evidenziato il Presidente Xi Jinping nella recente visita in Italia, uno dei motivi che rendono i nostri Paesi simili tra loro è che entrambi guardano al futuro ma al tempo stesso sono ricchi di un glorioso passato e incarnano stili di vita che integrano antico e moderno, classicità e innovazione”.Il conferimento di tale onorificenza testimonia il prestigio di cui gode la Sapienza in Cina e giunge a coronamento dei successi già raggiunti dall’Ateneo nell’ambito del rapporto di cooperazione tra i due Paesi. Uno scambio dei saperi che si è consolidato anche grazie alla crescente mobilità di docenti e studenti: in quasi dieci anni la Sapienza ha accolto più di 2.200 studenti cinesi iscritti ai diversi corsi di studio. Lo scorso anno inoltre, in occasione della adesione italiana alla Nuova via della seta, è stato inaugurato a Wuhan presso la Zhongnan University of Economics and Law, l’Istituto italo-cinese presieduto da Oliviero Diliberto, docente di Diritto romano e preside della Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza. Presso l’Istituto a settembre è partito il primo corso di laurea magistrale in European Studies, Private comparative Law in Cina. Al corso, che rilascerà il titolo di studio Sapienza, sono attualmente iscritti 26 studenti cinesi. Il Doctoral Degree è riservato a personalità riconosciute a livello internazionale che promuovano la dimensione globale della cooperazione della Cina e con la Cina.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parma vola nello spazio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 ottobre 2019

Lo fa con il progetto “Topdess” finanziato da ESA, l’Agenzia Spaziale Europea: “Topdess” che coinvolge infatti il Gruppo di fisica tecnica dell’Università di Parma, coordinato dal docente Fabio Bozzoli e composto anche dai docenti Luca Cattani, Giorgio Pagliarini, Sara Rainieri e Pamela Vocale, e l’azienda parmigiana Mbs, del gruppo Csf Inox.La ricerca riguarderà principalmente i “Pulsating Heat Pipes”, chiamati anche PHP, che sono dispostivi passivi per lo scambio termico. Un PHP consiste fondamentalmente in un tubo di piccolo diametro, curvato a formare più spire, parzialmente riempito con un fluido. I principali vantaggi di questi dispositivi sono la compattezza, la flessibilità, la capacità di funzionare senza apporto di energia elettrica e in assenza di gravità.In particolare, nel progetto “Topdess” si cercherà di applicare i PHP ai sistemi “deployable”, o “pieghevoli”, ossia strutture in grado di apportare in modo autonomo grandi cambiamenti alla propria configurazione geometrica.La progettazione di questi sistemi rappresenta una vera e propria sfida ingegneristica a causa delle loro intrinseche problematicità di tipo termico: particolare attenzione va riservata alle temperature proibitive raggiunte nelle fasi di apertura e chiusura. L’impiego dei PHP vuole proprio superare queste criticità, permettendo di realizzare applicazioni fino a oggi impensabili.Al progetto “Topdess”, del valore totale di 1,7 milioni di euro, partecipano anche prestigiosi partner quali l’Università di Brighton (UK), l’Università di Liverpool (UK), l’istituto ISAE-ENSMA e CEA. Vi sono coinvolti anche altri importanti partner industriali mondiali come Airbus France e Kayser Space UK. La prima riunione per l’inizio del progetto si è tenuta il 4 ottobre all’European Space Research and Technology Centre di Noordwijk (Olanda); per l’Università di Parma vi hanno partecipato i docenti Fabio Bozzoli e Luca Cattani e per MBS Gianluca Bertoluzzi. Nei prossimi mesi inizierà anche la parte sperimentale, che porterà in assenza di gravità i dispositivi sviluppati e i ricercatori.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno La prospettiva della Collaborative Governance

Posted by fidest press agency su martedì, 29 ottobre 2019

Parma. Si terrà mercoledì 30 ottobre, a partire dalle 15, nell’Aula C del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali (via Kennedy 6), il convegno La prospettiva della Collaborative Governance.Interverranno al convegno il Rettore Paolo Andrei, il Direttore dell’Unione Parmense degli Industriali Cesare Azzali, il Presidente di “Parma, io ci sto!” Alessandro Chiesi, il Direttore di Forum Solidarietà Arnaldo Conforti, il Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali Luca Di Nella, Marco Ferretti, docente dell’Ateneo e Assessore al Bilancio del Comune di Parma, Antonello Zangrandi, docente di Economia delle aziende pubbliche dell’Ateneo e Carmine Bianchi, docente dell’Università di Palermo e punto di riferimento a livello internazionale di Collaborative Governance.Collaborative Governance significa coinvolgere all’interno di un territorio il governo, la comunità e i settori privati che comunicano tra loro e lavorano insieme per ottenere più di quanto qualsiasi settore possa raggiungere da solo. Obiettivo dell’incontro è quindi comprendere, da un lato, come generare le condizioni di successo a livello locale per promuovere azioni e progetti che vedano i vari attori (enti pubblici, imprese, non profit) partecipare attivamente e, dall’altro, riflettere sui fattori che permettano, alle molte esperienze che si sono realizzate, di acquisirne metodo e valori fondanti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario “Bacchylides’ Homer” di Christopher Carey

Posted by fidest press agency su domenica, 27 ottobre 2019

Parma Mercoledì 30 ottobre, con inizio alle ore 16.30 nell’Aula B del plesso D’Azeglio dell’Università di Parma (via Massimo D’Azeglio 85), avrà inizio il seminario “Bacchylides’ Homer” di Christopher Carey dell’University College London – UCL. Il seminario, organizzato dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Ateneo di Parma con il patrocinio della Delegazione di Parma dell’Associazione Italiana di Cultura Classica, fa parte di un ciclo di incontri sulla poesia greca arcaica.
Chris Carey, membro della British Academy (FBA), è attualmente Professor Emeritus of Greek presso lo University College London. Ha pubblicato saggi sulla poesia greca arcaica (su Pindaro in particolare), su Omero e sull’oratoria attica. Ha di recente curato l’edizione Oxoniense (2007) di tutte le orazioni di Lisia e sta ultimando l’edizione del VII libro delle Storie di Erodoto per la Cambridge University Press. Il professor Carey è inoltre conosciuto e apprezzato per la sua attività di diffusione della conoscenza dei testi classici. Nell’aprile 2000 la rivista The Indipendent lo ha definito una delle “stars of modern classical scholarship”. Referente scientifico del ciclo di incontri: Anika Nicolosi

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I Rettori italiani per la salute e l’ambiente: presentato il Manifesto SIMA

Posted by fidest press agency su sabato, 26 ottobre 2019

Dalle colonne di “The Lancet”, la Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA) chiama a raccolta i Rettori delle università italiane e chiede loro pieno l’impegno di aderire al Manifesto “University Rectors for All” (U4ALL), pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica[1]. Il documento porta la prima firma del professore Alessandro Miani, presidente SIMA ed è stato presentato questa mattina a Roma, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, alla presenza, tra gli altri, di Gaetano Manfredi, Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), Mario Turco, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Pierpaolo Sileri, Vice Ministro della Salute. L’evento è stato realizzato sotto l’egida della CRUI e della Cattedra Unesco “Educazione alla Salute e Sviluppo Sostenibile”.La call for action al mondo accademico ha un obiettivo chiaro e risponde alla richiesta inoltrata da “The Lancet” stesso in occasione delle giornate di protesta globale dei Fridays for Future guidati da Greta Thunberg: “E’ necessario – spiega Alessandro Miani – promuovere l’applicazione dell’Accordo di Parigi e le raccomandazioni dell’IPCC (Inter-governmental Panel on Climate Change delle Nazioni Unite) contenendo l’aumento della temperatura del pianeta al di sotto degli 1,5 °C. È per questo che chiediamo a tutti i Magnifici Rettori della CRUI di siglare l’iniziativa, impegnandosi a seguire nelle proprie università un impegno concreto su questa strada, affrontando il tema del cambiamento climatico in ogni corso”.
“La salvaguardia dei cambiamenti climatici e la tutela dell’ambiente e della salute richiedono un’urgente transizione da una modello economico di crescita lineare a una economia di tipo circolare. Affinché quest’ultima non diventi una mera propaganda ambientalista occorre che si traduca in convenienza economica. Per il raggiungimento di questo importante obiettivo è necessario che si sviluppi, oltre a un radicale cambiamento culturale delle imprese e dei consumatori, un idoneo processo innovativo dei materiali da utilizzare nei processi produttivi. Importante, pertanto, per l’affermazione di questo nuovo modello economico è il ruolo delle istituzioni scolastiche e universitarie che dovranno aggiornare e sviluppare nuovi percorsi formativi”, sostiene Mario Turco, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno Quantum Computers: the vision is becoming reality

Posted by fidest press agency su sabato, 26 ottobre 2019

Parma lunedì 28 ottobre, a partire dalle 14.30, nel Centro Congressi Aule delle Scienze (Campus Scienze e Tecnologie), il convegno Quantum Computers: the vision is becoming reality, giornata di studi sulla Computazione Quantistica organizzata da Stefano Carretta e Paolo Santini del Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma.
La realizzazione di un computer quantistico costituisce una delle sfide più affascinanti di questo secolo e rappresenta una rivoluzione nelle tecnologie dell’informazione. Infatti questo dispositivo permetterà di risolvere problemi impossibili per qualunque super-computer tradizionale. La ricerca in questo ambito è oggetto di enormi finanziamenti sia da parte dell’Unione Europea che di stati nazionali e di grandi multinazionali come IBM e Google. C’è grande fermento nella comunità scientifica mondiale, perché questo ambizioso obiettivo sembra finalmente a portata di mano e sono disponibili i primi prototipi di chip quantistici.L’Università di Parma è da anni attiva in questo campo, nell’ambito di progetti nazionali ed europei, e ha recentemente instaurato una proficua collaborazione con IBM, formalizzata da una convenzione. Nell’ambito di quest’ultima, l’Ateneo e IBM hanno organizzato la giornata di studi per illustrare a studenti e docenti lo stato dell’arte del campo e alcune possibili applicazioni di questa tecnologia in Fisica, Chimica, Informatica e Machine Learning.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo inclusivo e sviluppo locale: uno sguardo oltre le barriere

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 ottobre 2019

Roma Martedì 29 ottobre 2019, alle 10.00, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà il convegno “Sviluppo locale e turismo. Una lettura attraverso il paradigma della sostenibilità e accessibilità”.L’incontro sarà aperto da un saluto del Rettore Padre Pedro Barrajón LC e dall’introduzione di Gianluca Casagrande, vicecoordinatore del corso di laurea in Turismo e Valorizzazione del territorio e Direttore del GREAL – Università Europea di Roma.Il dibattito ha l’obiettivo di riflettere sui criteri per lo sviluppo del turismo nei prossimi decenni. Il turismo da una attività antropica “smokeless”, senza effetti inquinanti, si sta modificando ad una attività con diversificati impatti sia per il crescente numero di turisti, che di anno in anno viaggiano per tutto il nostro pianeta, sia per il gravoso impatto ambientale conseguente. Così il turismo rischia di divenire, se non giustamente pianificato a livello locale – “pensa globalmente e agisci localmente” -, una minaccia dei cambiamenti climatici e di ostacolare la convivenza sociale.“Per limitare tali possibili pericoli – spiega la Prof.ssa Carmen Bizzarri, docente nel Corso di Turismo dell’Università Europea di Roma – è necessario agire immediatamente con politiche volte alla diminuzione dell’uso delle risorse naturali, attivando le tecnologie appropriate e innovative per i territori, ma soprattutto declinando il turismo verso una equità sociale intergenerazionale e intra-generazionale.Nel turismo la sostenibilità sociale, infatti, sarà in grado di realizzarsi quando il turismo diventa inclusivo grazie ad una nuova modalità di progettare il prodotto turistico, che sarà pianificato con attività non solo accessibili, ma inclusive, ovvero offrendo a tutti gli ospiti potenziali ed effettivi di vivere l’esperienza turistica nella sua totalità con attenzione alla persona, alle sue esigenze e ai suoi bisogni.Il turismo inclusivo è, d’altronde, un turismo che va oltre le barriere sociali, di genere, di pelle o di età, consolidando la prospettiva etica di un mondo che potenzialmente è per tutti e dove ognuno può trovare un proprio altrove per stare in armonia con sé stesso e con il creato”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università degli Studi di Milano si apre alle nuove tecnologie

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Milano 25 e 26 ottobre 2019, Università degli Studi di Milano, Sala Napoleonica, via Sant’Antonio, 12. Quali sono le sfide che le nuove tecnologie stanno portando agli istituti tradizionali del diritto, dell’economia e del sociale? Se ne parlerà nel Convegno organizzato dal Dipartimento di diritto pubblico italiano e sovranazionale dell’Università degli Studi di Milano con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Milano rivolto ad accademici, studenti, professionisti e mondo dell’industria.
I panel che si succederanno nel corso dei due giorni saranno dedicati a tematiche specifiche: dopo l’introduzione da parte delle Istituzioni, CONSOB, Banca d’Italia ed esperti internazionali si interrogheranno sulle questioni più di sistema che derivano dall’espansione di blockchain. Seguiranno poi panel in cui si tratterà di questioni economiche, dei riflessi delle cripto-monete sul mondo della finanza; parallelamente si indagherà sui presunti nuovi modelli contrattuali, i cosiddetti smart (legal) contracts, che hanno sempre maggiore diffusione.La mattina del 26 si riuniranno esperti per discutere sul come blockchain possa essere messa al servizio di uno sviluppo sostenibile, nonché essa possa modificare i procedimenti di risoluzione delle controversie. Si tratterà infine di GDPR e privacy rispetto ai quali la blockhain sembra porsi come ostacolo. I lavori saranno chiusi da un esperto di CODEX, The Stanford Center for Legal Informatics.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il piano di Giuseppe Albanese in fantasie e danze al chiaro di luna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 ottobre 2019

Roma sabato 26 ottobre alle 17.30 per la IUC nell’Aula Magna della Sapienza (Piazzale Aldo Moro 5) recital di Giuseppe Albanese.
Giuseppe Albanese, uno dei migliori e più affermati pianisti italiani di questi anni, eseguirà capolavori dell’Ottocento (Beethoven e Schumann) e del Novecento (Stravinskij, Debussy, Ravel), alcuni dei quali sono stai da lui incisi nel concept album intitolato “Fantasia”, pubblicato dall’etichetta discografica più prestigiosa in ambito classico, Deutsche Grammophon. Di Ludwig van Beethoven eseguirà la famosissima Sonata “Quasi una fantasia” op. 27 n. 2, più nota col titolo apocrifo “Al chiaro di luna”. Di Robert Schumann la Fantasia op. 17, che, come l’opera di Beethoven che la precede, è in realtà un ibrido tra una Fantasia e una Sonata. La seconda parte del concerto flirta invece con la musica di balletto e la danza. Prima una suite dal balletto “L’uccello di fuoco” di Igor Stravinskij nella trascrizione per pianoforte di Guido Agosti. Poi la “Suite Bergamasque” di Claude Debussy e in chiusura “La Valse”, uno dei brani più famosi e travolgenti di Maurice Ravel. Il compositore stesso descrisse quel suo “poema coreografico” con queste parole: «Nubi tempestose lasciano intravedere, a sprazzi, delle coppie che danzano il valzer: quando lentamente si diradano, si distingue un’immensa sala popolata da una folla volteggiante. La scena s’illumina progressivamente, finché, raggiunto il fortissimo, si accendono i grandi lampadari. La scena si svolge alla corte imperiale, verso il 1855».Dopo aver vinto giovanissimo il “Premio Venezia” 1997 e il Premio speciale per la miglior esecuzione dell’opera contemporanea al “Busoni” di Bolzano, Giuseppe Albanese si aggiudica nel 2003 il primo premio al “Vendome Prize”, un evento definito da Le Figaro “il concorso più prestigioso del mondo attuale”. Ora ha quarant’anni ed è tra i più richiesti pianisti della sua generazione, invitato per recital e concerti con orchestra da autorevolissime ribalte internazionali, quali – tra gli altri – il Metropolitan Museum e la Rockefeller University di New York, l’Auditorium Amijai di Buenos Aires, il Cenart di Mexico City, la Konzerthaus di Berlino, la Laeisz Halle di Amburgo, il Mozarteum di Salisburgo, St.Martin in-the-fields e la Steinway Hall di Londra, la Salle Cortot di Parigi, la Filarmonica di San Pietroburgo,la Filarmonica Nazionale di Varsavia, la Gulbenkian di Lisbona. In Italia ha suonato con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e in ben undici delle le principali fondazioni lirico-sinfoniche. Albanese è un pianista-filosofo: si è laureato in Filosofia col massimo dei voti e la lode ed è stato docente di “Metodologia della comunicazione musicale” presso l’Università di Messina.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XIX edizione del Convegno dell’Osservatorio Fedeltà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 ottobre 2019

Parma Giovedì 24 ottobre, a partire dalle 10, nell’Auditorium Carlo Gabbi di GreenLife Crédit Agricole (via Spezia 138), è in programma la XIX edizione del Convegno dell’Osservatorio Fedeltà del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma dedicato al tema Dati, valore e fedeltà.Il Convegno, realizzato grazie al sostegno di Advice, Amilon, Catalina, Comarch, Kettydo+ e Promotion Magazine, analizzerà i percorsi volti a creare valore e fedeltà nella clientela partendo dai dati a disposizione delle imprese, con l’intervento di esperti e la presentazione di casi eccellenti.Scopriremo come gli investitori riescono a vedere il potenziale di fidelizzazione nelle proposte di start up e nei nuovi business model attraverso la testimonianza di Carlo Gotta, Fund Manager di HAT – Orizzonte SGR. Giacomo Lovati, Direttore Insurance e Telematic Services di UnipolSai, mostrerà come i dati di mobilità degli automobilisti permettono di analizzare come mai prima d’ora i bisogni e le potenzialità di stazioni di benzina, negozi, altri servizi di trasporto, pubblicità outdoor e molto altro.Carla Leveratto, Creative Partnership Manager di Google, illustrerà come, in un contesto dominato dai Big Data, la fantasia e la creatività possano ricevere nutrimento dall’analisi dei dati per realizzare campagne di marketing e advertising affascinanti ed efficaci.Il futuro delle automobili è nei servizi in abbonamento? A questa domanda provocatoria risponderà Chiara Angeli, Director Sales e Marketing di Volvo, commentando un trend di gran moda di questi tempi, quello delle “subscription”.Passando alla realtà del largo consumo, avremo le testimonianze di tre big della GDO quali Coop Alleanza 3.0, Carrefour e Selex (Cedi Marche) sull’uso innovativo dei dati nel retail. Flora Leoni, responsabile B2B Development di Carrefour Italia, mostrerà come l’acquisto di una gift card digitale diventa una variabile che fa prevedere un acquisto futuro e un media per raggiungere al contempo il cliente intenzionato a tale acquisto. Sauro Sasso, Direttore Vendite e Marketing di CEDI Marche, tratterà il tema della personalizzazione di premi ed esperienze, in aggiunta alle tradizionali offerte, per fidelizzare il cliente. Il responsabile della comunicazione commerciale di Coop Alleanza 3.0 Alessandro Medici mostrerà l’evoluzione digitale e personalizzata del volantino promozionale per ingaggiare il cliente.Dai prodotti ai servizi con Daniele Carraro, Delivery Manager Italy di Chubb, che declinerà il tema della fedeltà digitale e della personalizzazione delle relazioni con i clienti B2B nell’ambito assicurativo. Per la prima volta Alitalia Loyalty, con Giuseppe Belvisi, Head of Data Analytics, presenterà la valorizzazione del dato dei programmi frequent flyer, attraverso la case history della compagnia aerea di bandiera.Come ogni anno Nielsen è vicina all’Osservatorio Fedeltà: sarà Stefano Cini, Director of Marketing Analytics, a illustrare le nuove opportunità di analisi della clientela a disposizione delle aziende che non dispongono di un database clienti.Chiuderà la giornata Cristina Ziliani, docente del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma e responsabile scientifico dell’Osservatorio Fedeltà, con la ricerca 2019 dell’Osservatorio Dati, valore e fedeltà nelle aziende italiane, per fare il punto sulla capacità delle aziende italiane di creare valore con i dati.Il programma completo dell’evento è disponibile sul sito dell’Osservatorio http://www.osservatoriofedelta.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Competitività e investimenti esteri: più o meno regole di mercato in Europa?

Posted by fidest press agency su martedì, 22 ottobre 2019

Milano Politecnico di Milano – 28 ottobre ore 17.15 Aula Magna Carassa e Dadda (edificio BL.28) via Lambruschini 4 “Competitività, crescita e investimenti esteri: più o meno regole di mercato in Europa?” è il tema della Lectio magistralis che il professor Sergio Mariotti, docente di Economia e Politica industriale al Politecnico di Milano. La Lectio, ispirata a una ricerca svolta presso la School of Management del Politecnico di Milano, argomenta come la normativa antitrust a tutela della concorrenza sia un importante fattore di attrazione degli investimenti esteri e di crescita per i Paesi che la applicano con maggiore efficacia e rigore.
Da qui, un ulteriore interrogativo: nel prefigurarsi di un nuovo ordine economico mondiale, sono necessari interventi che rafforzino e rilassino le regole di mercato al fine di un rafforzamento competitivo dell’industria europea? Il dibattito politico sollevato dalla recente bocciatura della fusione Alstom-Siemens da parte della Commissione Europea, infatti, ha posto il problema con grande evidenza. Ne discuteranno studiosi e rappresentanti delle istituzioni. I lavori seguono questo percorso:
17.15 – Introducono i lavori Alessandro Perego, Direttore Dipartimento di Ingegneria Gestionale, Politecnico di Milano
Paola Garrone, Professore ordinario di Business and industrial economics, Politecnico di Milanomeaza
Lectio Magistralis, Sergio Mariotti
18.15 – Tavola Rotonda
Umberto Bertelé, Professore emerito di Strategia di impresa, Politecnico di Milano
Andrea Bianchi, Direttore Area Politiche industriali, Confindustria
Fabrizio Onida, Professore emerito di Economia internazionale, Università Bocconi; già Presidente ICE (Istituto Commercio Estero)
Pippo Ranci Ortigosa, Professore fuori ruolo di Politica economica, Università Cattolica; già Presidente Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas Tommaso Valletti, Professore di economia, Imperial College Business School; Capo economista uscente DG Concorrenza, Commissione Europea
19.15 – Conclusioni Luca Grilli, Professore ordinario di Business and industrial economics, Politecnico di Milano.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »