Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°178

Meteorologia e comunicazione

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Campobasso. l’Associazione MeteoinMolise e l’I.I.S S. Pertini hanno organizzano il convegno “Meteorologia e comunicazione: dai modelli matematici alla previsione”, che si è tenuto presso l’Auditorium di Campobasso, con autorevoli partecipazioni di nomi noti della meteorologia italiana, tra i quali il Presidente MeteoNetwork Marco Giazzi.Proprio Giazzi, in apertura di convegno, ha effettuato un excursus sull’evoluzione della comunicazione in meteorologia, dagli albori pre-internet, quando le informazioni erano limitate e comunque erogate da canali istituzionali con un linguaggio semplice e diretto, fino all’odierna sovrabbondanza di dati e previsioni, spesso non autorevoli e riportate in modo poco o per nulla scientifico, con modalità atte più alla ricerca di introiti commerciali che altro. Una pratica infausta, con persone e/o aziende che utilizzano illegalmente termini quale “allerta meteo” o “allarme meteo”, che dovrebbero essere invece riservati alle istituzioni a questo preposte.
Marco Giazzi, nel riportare il virtuoso esempio di MeteoNetwork, ha elencato gli sforzi fatti negli anni per creare protocolli di comunicazione, controllo dei processi e verifica delle attività, che ancora oggi rappresentano per MeteoNetwork un investimento culturale e scientifico, utile a favorire una sempre maggiore collaborazione con Enti, Istituzioni, Aziende, Associazioni. Fin dalla sua fondazione MeteoNetwork ha infatti siglato numerose collaborazioni con diverse realtà professionali e non della meteorologia italiana ed estera, come nel caso dell’appena siglato accordo di scambio dati con il National Observatory of Athens/Institute for Environmental Research.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arundo Analytics Unites with DNV GL’s Veracity Platform to Stream Data Analytics for Maritime

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Arundo Analytics, a software company enabling advanced analytics in heavy industry, today announced that it is providing Arundo Enterprise analytics software on the Veracity platform. This enables owners and operators of vessels and floating installations to deploy and manage enterprise-scale machine learning applications and integrate advanced analytics into business decision systems and processes.”Ships and marine installations are highly-engineered, capital-intensive environments with significant opportunities to reap the benefits of digitalization,” said Mogens Mathiesen, Co-founder and Commercial Lead, Arundo Analytics. “Arundo is very excited to work with Veracity to support companies in this area as they transform operations through advanced analytics. Potential applications include real-time equipment anomaly detection and predictions to improve fuel performance, safety and other factors across a wide variety of scenarios.”A critical component of such advanced analytical solutions is the deployment of Arundo Edge Agent, software for streaming data and performing local computations and analytics in intermittently-connected environments such as marine vessels or remote sites. With Arundo Edge Agent, Veracity users are able to ingest data from ship control systems, or run analytics autonomously on local systems.Customers are then able to deploy machine learning applications and other advanced analytical models within Arundo Enterprise in Veracity. This enables work on a variety of operational issues such as equipment maintenance, energy consumption or logistics and scheduling. “Our platform is designed to help companies unlock, qualify, combine and prepare data for analytics and benchmarking,” said BT Markussen, EVP of Veracity by DNV GL. “Together, with solutions like Arundo Enterprise, we have the capability to securely deploy advanced analytical applications against live data and integrate outputs into business decisions. This is a core goal for our customers.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Essent Group Ltd. CEO to Participate in the KBW Mortgage Finance & Asset Management Conference

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

New York City Thursday, May 31, 2018 Westin Grand Central Hotel, 212 East 42nd Street. Essent Group Ltd. (NYSE: ESNT) today announced that Mark A. Casale, Chairman and Chief Executive Officer, will participate in the KBW Mortgage Finance & Asset Management Conference. The discussion is scheduled to begin at 8:00 am Eastern Time on.
Essent Group Ltd. (NYSE: ESNT) is a Bermuda-based holding company (collectively with its subsidiaries, “Essent”) which, through its wholly-owned subsidiary Essent Guaranty, Inc., offers private mortgage insurance for single-family mortgage loans in the United States. Essent provides private capital to mitigate mortgage credit risk, allowing lenders to make additional mortgage financing available to prospective homeowners. Headquartered in Radnor, Pennsylvania, Essent Guaranty, Inc. is licensed to write mortgage insurance in all 50 states and the District of Columbia, and is approved by Fannie Mae and Freddie Mac. Essent also offers mortgage-related insurance, reinsurance and advisory services through its Bermuda-based subsidiary, Essent Reinsurance http://www.essentgroup.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Politica italiana: In Savona “veritas”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Per quanto ci è dato di sapere il “peccato che non prevede assoluzioni” del prof. Paolo Savona già ministro ed economista di valore è quello di aver scritto un libro dove tra le altre cose si dicono “verità” forse spiacevoli (veritas odium parit) sulla leadership tedesca, in ambito comunitario, che sono, per altro, riposte nei pensieri di molti italiani per non parlare del comune sentire mondiale. D’altra parte non si può costruire una comunità di popoli senza annettervi quella identità di vedute e di appartenenza che non richiedono necessariamente dei distingui o dei primati, semmai si può essere “primus inter pares” ma per questa funzione vi è già una “commissione europea” che dovrebbe coprire tale ruolo. A questo punto la posizione del Presidente Mattarella diventa insostenibile. Non dimentichiamo che da alcuni anni a questa parte abbiamo demonizzato non poche istituzioni a partire da quelle rappresentative del parlamento e persino della Corte costituzionale e ora ci manca solo che dentro questo primato ci vada a finire proprio il massimo organo di rappresentatività istituzionale. Nello stesso tempo andiamo a risvegliare negli italiani sentimenti anti-tedeschi che pensavamo appartenessero solo al passato. D’altra parte cosa si dice di tanto esecrabile se non il fatto che il sistema di governo della Comunità europea è da rivedere perché non si può andare avanti in questo modo in un contesto di politica internazionale dove le decisioni vanno prese con forza e determinazione e non a tante voci come accade oggi e lo costatiamo con le sanzioni contro la Russia, la guerra dei dazi degli statunitensi e le nostre ambiguità sulle guerre regionali nel vicino oriente e alla stessa difesa dei confini europei da politiche migratorie che hanno trasformato l’Italia nel più grande campo profughi d’Europa. All’inerzia delle istituzioni europee forse ci vuole un elettrochoc, una cura da cavallo e forse ci giunge provvidenziale l’anatema di Savona per scuotere i più tentennanti. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Prerogative presidente della Repubblica

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

“Costituzione italiana Articolo 92: “Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei Ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri. Il Presidente della Repubblica NOMINA (NON SCEGLIE) il Presidente del Consiglio dei Ministri e, SU PROPOSTA DI QUESTO NOMINA (NON SCEGLIE), i Ministri”. Scusi Presidente Mattarella ma dove avrebbe letto che spetterebbe a lei scegliere i ministri?”  Lo scrive su Facebook il deputato di Fratelli d’Italia Federico Mollicone. Un argomento che è stato già reso noto da Giorgia Meloni quando dichiara: “«Su Paolo Savona, una nuova inaccettabile ingerenza di Mattarella, dopo l’ostinazione a non conferire l’incarico di governo al centrodestra. Ho comunicato a Salvini che Fratelli d’Italia, pur senza aver cambiato idea sul governo giallo-verde, offre il suo convinto aiuto per rivendicare il diritto di un governo a scegliere un ministro dell’economia non indicato da Bruxelles. L’Italia è ancora una nazione sovrana, Juncker e la Merkel se ne facciano una ragione».

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Molise sulla “via della seta”, passando per Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

L’associazione Forche Caudine, dopo gli incontri con i vertici di Associna e della Chiesa evangelica cinese delle scorse settimane, sta potenziando gli interscambi con il mondo asiatico, venendo incontro alle crescenti richieste in tal senso che giungono anche dalle imprese molisane.
Gli imprenditori cinesi, specie quelli di nuova generazione, possono sicuramente costituire un’opportunità per il territorio molisano affamato di investimenti. E’ noto come la presenza cinese sia ormai endemica in quasi tutti i settori produttivi italiani, dal mondo bancario e finanziario al mercato energetico, dai beni di lusso alle proprietà immobiliari. Gli investimenti totali sfiorano i dodici miliardi di dollari.Nel contempo il mercato cinese si apre sempre più alle aziende italiane e lo fa anche attraverso importanti appuntamenti fieristici.L’associazione dei molisani a Roma, che è stata invitata ad una serie di eventi che la comunità cinese realizzerà a breve nella Capitale (tra cui uno al Circo Massimo), avrà propri rappresentanti al prossimo “XXI Century maritime silk road international expo” a Guangdong (ex Canton) dal 25 al 28 ottobre 2018. Si tratta di un’importante fiera, giunta alla quinta edizione, collegata alla strategia cinese di rilancio di quella comunemente chiamata “Via della seta”, cioè l’interscambio commerciale e culturale tra un mondo asiatico più coeso nello spirito dell’Asean, l’Associazione di undici nazioni del Sud-est asiatico, e gli altri continenti, Europa compresa.L’iniziativa “Maritime silk road” è stata proposta per la prima volta dal leader cinese Xi Jinping durante un discorso al parlamento indonesiano nell’ottobre 2013. Altri assi si sono concretizzati nei corridoi economici Cina-Pakistan e Bangladesh-Cina-India-Myanmar, mentre la costruzione del collegamento ferroviario tra Nairobi e Mombasa in Kenya, realizzato dai cinesi e inaugurato nel maggio 2017, va in questa direzione. Da allora a questo programma, che mira a sviluppare partenariati economici con tutto il mondo, sono stati associati ingenti investimenti pubblici.
La “via della seta marittima” mira ad espandere gli interessi comuni tra la Cina e i Paesi situati lungo il percorso marino che arriva fino al Golfo Persico, al Mar Rosso e al Golfo di Aden, lambendo il continente europeo (la Grecia, ad esempio, ha annunciato l’adesione). La fiera rappresenta quindi un’opportunità strategica per acquisire contatti e attivare interscambi internazionali.Attraverso il Comitato imprese di Forche Caudine c’è la possibilità, per le aziende molisane, di prendere parte alla fiera come espositori. “I posti a disposizione rimasti sono davvero pochi e sarebbe costruttivo per l’immagine del Molise e per la sua economia avere proprie aziende presenti alla Maritime silk road international expo, tanto più che c’è la possibilità di avere parte dei costi abbattuti dall’organizzazione – spiega Mauro Bonello, manager del Comitato.“Il Comitato Imprese di Forche Caudine – aggiunge Francesco Caterina, general manager di Av Sistemi Integrati – si propone di promuovere le infrastrutture, lo sviluppo economico e commerciale, il turismo e i progetti di cooperazione tra il Molise e i Paesi lungo la via della seta marittima in particolare, attraverso l’esposizione di prodotti tipici di qualità in fiere di settore e attraverso il canale web e app. Per le imprese molisane si tratta di un’opportunità unica per esporre e commercializzare i propri servizi e prodotti, aumentare il valore di importazione ed esportazione, relazionandosi con un mercato internazionale fortemente produttivo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli effetti dell’attuale situazione politica italiana sui mercati

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Commento a cura di Adrian Hilton, Responsabile tassi e valute di Columbia Threadneedle Investments. I recenti sviluppi dello scenario politico italiano rappresentano inevitabilmente un rischio per gli attivi italiani e potenzialmente anche per l’Europa. Ma l’intera portata del danno sarà riscontrabile solo quando il fragile contratto tra gli alleati di coalizione di sinistra e di destra si convertirà in politica. Nel caso in cui il nuovo governo si mobilitasse per garantire le sue varie promesse fiscali – tagli fiscali aggressivi, una flat-tax a doppia aliquota ed il reddito di cittadinanza – l’Italia si troverebbe a dover potenzialmente affrontare un marcato deterioramento della sua posizione fiscale, situazione che a sua volta accenderebbe l’ira sia delle autorità della zona euro sia delle agenzie di rating. Mentre il paese attualmente gode di un surplus primario, i mercati temono che l’ambizioso pacchetto proposto, che finora non porta indicazioni sulle fonti di finanziamento, possa erodere rapidamente tale cuscinetto, mettendo a repentaglio la stabilità del rapporto debito / PIL. Al di là dell’incertezza fiscale, i mercati si sono spaventati per alcune delle proposte più allettanti della coalizione, come ad esempio la cancellazione di parte del debito italiano e l’emissione di passività governative trasferibili a breve termine (viste da alcuni come una valuta parallela). Mentre la proposta di cancellazione del debito è stata abbandonata, i mercati penalizzano questo approccio poco ortodosso aumentando il premio richiesto per mantenere il debito italiano.Un’altra fonte di nervosismo è data dal fatto che la terza economia della zona euro potrebbe presto finire nelle mani di partiti ostili ad una permanenza dell’Italia nella moneta unica, e che sembrano avviati in rotta di collisione con Bruxelles: i prezzi degli attivi europei rimangono infatti molto sensibili a qualsiasi aumento del rischio di una rottura.Nel nostro posizionamento obbligazionario, sull’Italia rimaniamo neutrali. Il recente aumento dello Spread è comprensibile e probabilmente continuerà ad aumentare fino a quando la politica non diventerà più ortodossa e prevedibile. Ma l’Italia beneficia di una migliore situazione finanziaria corrente e di una molto minore partecipazione estera al proprio debito pubblico, il che la rende meno vulnerabile alla fuga di capitali rispetto alla crisi del 2012. Rimaniamo comunque meno convinti – per il momento – che esista un rischio esistenziale per l’Eurozona stessa, soprattutto nel momento in cui i controlli costituzionali impedirebbero un’uscita italiana dall’Euro anche se l’opinione pubblica ne fosse favorevole.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli italiani credono nella Scuola, ma il contratto non tutela docenti e Ata

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Attraverso un’intervista video rilasciata ad Orizzonte Scuola, il presidente nazionale del giovane sindacato annuncia gli obiettivi da centrare, ad un mese dal rinnovo delle Rsu d’istituto che ha portato il sindacato della scuola ad entrare nei tavoli della contrattazione nazionale. Come prima cosa, Anief chiederà la revisione totale nel nuovo contratto nazionale per quanto riguarda tutte le norme pattizie siglate fino a ora. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Attraverso la rappresentatività ottenuta, intendiamo mettere mano alle contrattazioni d’istituto; ci impegneremo a riformulare e a vigilare sull’uso dei fondi scolastici. La nostra intenzione è quella di cambiare le regole organizzative all’interno delle scuole, ma anche quelle sulle responsabilità del personale e sui diritti e doveri. Il diritto è il riconoscimento della professionalità nel rispetto delle norme costituzionali: questo, non può esulare da tutti gli incontri formali e informali che faremo con l’amministrazione a livello centrale e a livello periferico per andare a ridefinire gli organici, con un adeguamento dell’organico di fatto all’organico di diritto, con una trasformazione dei posti in deroga di sostegno a posti in organico di diritto e con una battaglia culturale che preveda l’assegnazione degli organici alle scuole in base ai bisogni delle scuole nel territorio non a meri criteri numerici. Appena l’Aran certificherà la nostra rappresentatività, la prima cosa che faremo sarà quella di nominare dei terminali associativi sindacali in ogni istituzione scolastica, i quali si affiancheranno alle 1.300 Rsu che sono state elette con Anief nelle ultime elezioni e che ci hanno portato a superare il 6% della rappresentatività.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Usa-Cina: in Asia Pacifico timori per la guerra dei dazi

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

La guerra dei dazi tra Usa e Cina fa temere cali di fatturato alle aziende esportatrici asiatiche, mentre le aziende che riforniscono soprattutto il mercato interno vedono le barriere commerciali internazionali come una opportunità di crescita. E’ quanto emerge dal sondaggio realizzato per l’edizione 2018 del Barometro Atradius sui comportamenti di pagamento in Asia Pacifico. Il 45% degli esportatori asiatici, intervistati da Atradius, prevede cali di fatturato tra il 10 e il 20% a causa delle vicende legate alla guerra dei dazi ed alla revisione della geografia commerciale mondiale. In particolare, prevedono cali di fatturato per le restrizioni all’export il 52% delle aziende in Cina, il 65% in Indonesia, il 48% a Taiwan e il 47% a Hong Kong, tutte economie con relazioni commerciali profondamente intrecciate con la Cina. Al contrario, le aziende asiatiche focalizzate sul commercio interno considerano il protezionismo un’opportunità per la crescita del business sul mercato domestico, come nel caso del 29% degli intervistati indonesiani. Inoltre questi paesi stringono sempre di più legami commerciali con il resto del mondo, in particolare con l’Austrialia e con il Giappone le cui aziende infatti, rispettivamente per il 54% e il 51%, non prevedono impatti negativi sul loro fatturato nei prossimi mesi. Secondo Andreas Tesch, Cmo di Atradius, la situazione di incertezza politica internazionale “può abbassare la fiducia delle imprese e innescare il deterioramento del contesto di insolvenza nella regione, è quindi essenziale che i fornitori adottino un approccio lungimirante per proteggere il loro flusso di cassa “. (fonte: Sondaggio Atradius)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indagine FPA sulle competenze nel lavoro pubblico presentata a FORUM PA 2018

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Roma. Alla PA servono competenze organizzative, manageriali e tecnologiche per gestire i cambiamenti in atto, pianificare, programmare, lavorare per progetti, utilizzare le opportunità d’innovazione offerte dal digitale. Tuttavia, i dipendenti pubblici che nell’ultimo anno hanno ricevuto formazione (6 su 10) dichiarano di essere stati aggiornati prevalentemente su temi giuridico-normativi (32,2%), informatica e telematica (12%), materie tecnico-specialistiche (11,8%), quasi nulla sulle lingue straniere (4%), i temi manageriali (5,3%), la comunicazione (8,4%), l’organizzazione (9,4%). Sono i risultati dell’indagine condotta da FPA, società del gruppo Digital360, sulle competenze dei dipendenti pubblici che ha coinvolto un panel di circa 1350 persone (di cui l’81,5%% dipendenti pubblici), presentata a FORUM PA 2018, in apertura dell’ultimo giorno di manifestazione in corso al Roma Convention Center “La Nuvola”. “L’indagine sulle competenze dei lavoratori pubblici rivela che siamo sulla strada sbagliata per cambiare la PA – commenta Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA -: con una formazione scarsa, per lo più su materie o specialistiche o giuridiche, il settore pubblico può al massimo fare un po’ meno errori nei compiti che già svolge e migliorare l’efficienza di procedure spesso inutili o assurdamente complicate. La formazione invece dovrebbe trasferire ai lavoratori le competenze in grado di accelerare l’evoluzione della PA per consentirle di aprirsi ai cittadini, alle imprese, al contesto internazionale”. Ma cosa ne pensano i dipendenti pubblici? Il 43,6% dei lavoratori dei diversi comparti della PA dichiara di avere “molte più competenze” di quelle che servono nel proprio lavoro quotidiano e il 34,5% ritiene le sue competenze, comunque, “adeguate”. La formazione ricevuta nell’ultimo anno, è giudicata utile dall’80% di chi ne ha beneficiato, anche se i lavoratori sostengono che il principale motivo di crescita delle proprie competenze siano stati l’autoformazione (48,5%) e l’esercizio stesso del proprio ruolo (31,2%) piuttosto che la formazione ricevuta (9,5%).
In sostanza, chi lavora nel pubblico oggi non sente alcun bisogno di acquisire competenze manageriali o abilità relazionali, comunicative e gestionali. E questo per un semplice motivo: non le usa. Quasi il 50% degli intervistati fa lo stesso lavoro da oltre 10 anni e, rispetto alle mansioni da svolgere nel quotidiano, l’aggiornamento sentito come necessario è prevalentemente legato a conoscenze specialistiche riferite al proprio settore professionale (29,4%), conoscenze normative (27,2%) e competenze tecnologiche (20,5%). Solo il 12,8% reclama competenze relazionali e l’8,6% di competenze manageriali.“Non siamo di fronte a personale iper-qualificato, ma a lavori semplici, svolti per anni, senza alcun meccanismo di job rotation, in cui le uniche variazioni su cui c’è da aggiornarsi riguardano norme, procedure e aspetti tecnici – sottolinea Gianni Dominici, Direttore generale di FPA -. Se la PA resta ripiegata sui suoi stessi processi, piuttosto che formare i propri dipendenti ai nuovi compiti che le spettano, andiamo nel futuro con una PA del passato”.Questa situazione, che non sembra essere percepita come critica dai dipendenti pubblici, appare invece chiara a chi si trova a interagire con la PA: secondo cittadini e imprese coinvolti nel Panel di FPA i gap da colmare prioritariamente nella Pubblica Amministrazione sono proprio le competenze organizzative (30,6%) e manageriali (23,4), quelle su cui i dipendenti pubblici non credono di avere bisogno di aggiornamento e quelle su cui minore è la formazione erogata.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva in libreria “I guerrieri dell’arcobaleno in Italia”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Roma giovedì 31 maggio 2018, alle 18.30 presso la Libreria Notebook – Auditorium Parco della Musica (viale Pietro De Coubertin, 30) Il presidente Andrea Purgatori e la corporate campaigner Chiara Campione ne parleranno con Antonio Cianciullo e Sveva Sagramola, conduttrice della trasmissione GEO “GREENPEACE verrà presentato il libro: I GUERRIERI DELL’ARCOBALENO IN ITALIA” (Edizioni Minerva), che racconta la storia di Greenpeace Italia e i suoi oltre trent’anni di campagne in difesa dell’ambiente nel nostro Paese.Il libro, curato da Ivan Novelli, è ricco di foto di qualità (più di ottanta), accompagnate dai contributi di una quarantina di protagonisti di ieri e di oggi, che raccontano i temi, i fatti, le azioni. Aperto dalle riflessioni del presidente Andrea Purgatori e del giornalista de “La Repubblica” Antonio Cianciullo, si conclude con un saggio dell’antropologo Franco La Cecla.Interverranno alcuni degli autori: Fulvio Abbate, Massimo Catalani, Francesco Martone, Emilia Romano, Domitilla Senni e Gianni Squitieri. Saranno presenti il curatore del volume e l’editore.Per dirla con uno dei grandi fotografi della Magnum, Josef Koudelka: «Se una foto è buona racconta molte storie diverse». Infatti, c’è tutto il mondo di Greenpeace in questo libro. Ci sono i volti degli attivisti arrampicati sulle ciminiere, dei volontari e i sostenitori che marciano in piazza per un futuro migliore, ma anche delle persone insieme alle quali e per le quali conduciamo le nostre battaglie, come gli apicoltori in difficoltà per i pesticidi immessi nell’ambiente o le vittime dell’inquinamento industriale.
Tante fotografie per raccontare le diverse campagne che si sono susseguite per oltre trent’anni, compendiate da brevi testi scritti dai protagonisti che raccontano i temi, i fatti, le azioni. Dall’inquinamento della laguna di Venezia alle centrali a carbone di Porto Tolle e Brindisi, dalla pesca distruttiva delle spadare nel Mediterraneo alle proteste contro i test nucleari francesi a Mururoa, dai referendum contro il nucleare alla campagna contro i gas buca-ozono, alle azioni contro le trivelle petrolifere e tante altre ancora.Una storia fatta da centinaia di attivisti, dal loro coraggio e determinazione per difendere l’ambiente. Una storia che continua ancora oggi.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Semantica preghiera. Dall’eidos alla poiesis” è il nuovo libro di Fabio Siciliani

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

E’ edito dal nuovo polo editoriale I Libri di Icaro e I Quaderni del Bardo di Stefano Donno. Dopo il successo ottenuto con “Officina del corpo”, dedicato al mondo della Muay Thai, arte marziale di cui è campione mondiale, Siciliani ritorna sulla scena editoriale con un testo inedito e originale, diverso per tanti aspetti dal precedente.Come si legge nella prefazione firmata da Stefano Donno: “Ora il Maestro, propone un viaggio, che chi avrà la pazienza di seguire risparmiando il fiato, centellinando l’ossigeno, sopportando la vertigine della forza generata da una prosa poetica dermicamente abrasiva, si vedrà introdotto in un percorso mistico e magico-alchemico, ovvero iniziatico che si chiama «SEMANTICA PREGHIERA dall’eidos alla poiesis». La suddivisione in tre libri ha un senso se inteso come visione di un percorso per stadi di coscienza e consapevolezza dove a farla da padrona è una vera e propria Volontà di Alchimia Spirituale in grado di rendere il lettore, l’allievo, l’iniziato un puro, ovvero slegato in essenza e in materia di impurità. L’autore è consapevole che questo suo cammino è impervio perché nel suo rappresentare un salto di paradigma assume sulle sue spalle il peso della Grande Opera, che va dalla trasmutazione dei metalli per farli arrivare all’Oro nel mondo materiale, alla perfezione e il perfezionamento dell’Uomo Morale nel microcosmo, sino ad arrivare nel mondo Divino alla contemplazione della Divinità nel Suo Splendore.”
Marta Siciliano, nella seconda prefazione del libro, invece, afferma che “Semantica Preghiera è una richiesta di appartenenza. É un riconoscimento, come un attimo che calma il dolore nella sfera dell’umano sentire, che si manifesta come una luce nella memoria, dove simboli e archetipi si intrecciano agli esempi che la vita presenta e alle verità che i miti suggeriscono. Quel riconoscersi sviluppa il pensiero e quindi la domanda del bambino che dentro dimora…L’idolo del bambino-eroe in cerca del drago da uccidere, la rappresentazione dell’uomo padre di se stesso che fa della sua volontà un dovere etico, un’arma intrisa di magia per combattere il buio dell’anima.”
Fabio Siciliani, noto per la sua personalità profonda, viene così descritto da Maria Teresa Stampi: “Padre, marito, figlio, fratello, guerriero, insaziabile studioso, creatore d’arte. Eroe di se stesso … Maestro. Un uomo che tenta di racchiudere con le parole le fibre del cuore. Egli sostanzia i suoi scritti con la propria anima, opere che cercano di sfiorare le profondità dell’uomo. Questo artigiano della vita in primis ha saputo vivere e riconoscersi non solo nell’anima, ma inevitabilmente nel tutto che comprende il corpo ed il suo linguaggio. Ogni giorno vive e vivifica in sé, con se stesso e nel mondo con consapevolezza e cerca di tramutare tutto questo in arte, in parole, è un movimento dell’anima compiuto con grazia ed umiltà infinita da quest’uomo con occhi sensibili e il sorriso, ancora bambino, che dischiude la meraviglia.” (fonte: I LIBRI DI ICARO Edizioni  http://www.icarolibri.com )

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Applicazione della direttiva Bolkestein

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Fratelli d’Italia ha depositato alla Camera una proposta di legge per risolvere definitivamente l’annosa questione delle concessioni demaniali ad uso turistico-ricreativo che negli ultimi anni, sotto la scure di una errata applicazione della direttiva Bolkestein, ha generato allarme e bloccato gli investimenti in un settore che conta più di 30mila aziende balneari con il loro indotto nonché un numero significativo di imprese di altro genere, dai porticcioli turistici ai cantieri navali che spesso operano su aree demaniali.”Con questa proposta – spiegano i deputati Riccardo Zucconi e Carlo Fidanza, primi firmatari insieme alla Presidente del partito Giorgia Meloni e al Capogruppo Fabio Rampelli – intendiamo fare né più né meno di quello che hanno fatto altre nazioni europee, che hanno tutelato le loro imprese senza incorrere in sanzioni comunitarie. Proponiamo quindi di estendere la durata delle concessioni in essere di 75 anni, proprio come hanno fatto in Spagna. Prevediamo inoltre un regime di evidenza pubblica soltanto per le nuove concessioni, che potranno avere una durata tra i 20 e i 30 anni determinata dai comuni”. “Fratelli d’Italia – concludono gli esponenti di FdI – è al fianco delle imprese e del lavoro italiano, che devono essere difesi dagli appetiti di multinazionali e capitali poco trasparenti. Se c’è la volontà politica questo testo può essere approvato in poche settimane senza particolari problemi ed essere successivamente difeso in sede Ue dal governo che verrà, ponendo così fine ad una annosa questione che sta minando un settore trainante del nostro turismo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Zuckerberg grilled by EU parliament, but provides few answers

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

By Mathew Ingram. Members of the European Parliament finally got the chance on Tuesday to quiz Facebook CEO Mark Zuckerberg about everything from the Cambridge Analytica data scandal to the network’s alleged downranking of content posted by conservatives. What they didn’t get, however, was anything approaching substantive answers to those questions. In part, that was because of the unusual format of the meeting: Each of the 17 attendees—heads of the EU parliament’s main groups and committees—got to ask a question, and then in the remaining time, Zuckerberg got to answer some of them.As more than one observer pointed out going into the meeting, this format more or less ensured that Zuckerberg would cherry-pick the questions he was either most interested in or most prepared to answer, and avoid the difficult ones. And that is exactly what happened. The meeting began with a statement by Zuckerberg, similar to the one he made in front of the US Congress, about how he regretted not taking action sooner to stop Russian trolls and data leaks. That was followed by more than an hour of questions, ranging from whether Facebook should be broken up because of its monopoly power to when the company expects to be compliant with the new General Data Protection Regulation rules.Nigel Farage, the former head of the UK’s right-wing Independence Party, asked the Facebook co-founder about the impact of recent algorithm changes, which the company says it introduced to focus on interpersonal engagement and remove clickbait and other forms of low-quality news. “Since January this year, you’ve changed your algorithms, and it’s led to a substantial drop to views and engagements for those who’ve got right-of-centre political opinions,” said Farage. “On average, we’re down about 25 percent over the course of this year. What interests me is, who decides what is acceptable? Why is there no transparency?” EU Member of Parliament Guy Verhofstadt noted that the Facebook CEO had “apologized three times already this year” for the behavior of his company. “Are you capable to fix it? There has to be clearly a problem,” he said. “The only way I can see to fix it is to have public regulation. It’s a bit like the banks in ’07, ’08: They said, ‘Oh, we’ll regulate ourselves,’ but they didn’t.” Verhofstadt also said he thought Facebook downplayed its market monopoly, and argued that pointing to Apple and Google as competitors was like a car manufacturer saying, “We don’t have a monopoly, you can take a train or a plane!”When it came time to answer, however, Zuckerberg simply reiterated his opening statement about how the network is trying hard to improve its ability to detect bad behavior, and that he now believes the company’s automated systems can flag close to 99 percent of the terrorist-related content before users notice it. A number of European Parliament members shouted additional questions at the Facebook CEO after the official time had run out, but Zuckerberg dodged them by saying he would have his staff respond later via email, much the same way he did in Congress. (font: CJR Editors)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stronger rules on data protection by EU institutions agreed with Council

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

New rules to strengthen data protection in EU institutions, bodies and agencies were informally agreed by Parliament and Council negotiators on Wednesday.The aim of the update of the existing rules from 2001 is to bring them in to line with the General Data Protection Regulation (GDPR) as well as the proposed e-privacy rules to uphold citizens’ right to personal data protection.
The new rules will cover EU institutions, bodies, offices and agencies to ensure a strong and coherent framework for data processing. Contrary to the past, the rules will also apply to Eurojust as soon as the reform of the agency will be agreed by the Parliament and the Council. Furthermore, in 2022 the rules should be extended to Europol and the European Public Prosecutor’s Office following to a review by the Commission.Parliament and Council negotiators agreed to strengthen the role of the European Data Protection Supervisor (EDPS), the independent supervisory authority that ensures the application of the rules across all the EU institutions and bodies. The European Data Protection Supervisor will also be able to fine EU institutions or bodies that do not live up to the data protection rules.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manca un anno alle prossime elezioni europee

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

A un anno da oggi, dal 23 al 26 maggio 2019, i cittadini UE in 27 Paesi voteranno per eleggere i propri rappresentanti al Parlamento e aiuteranno a decidere chi guiderà la Commissione.In un incontro con la stampa ad un anno dalle elezioni europee, il Presidente Antonio Tajani ha annunciato l’avvio del conto alla rovescia per le elezioni europee del maggio 2019 per eleggere i 705 deputati del prossimo Parlamento europeo a suffragio universale diretto e, indirettamente, il Presidente della Commissione europea.Nel corso dei prossimi dodici mesi, il dibattito sul futuro dell’Europa coinvolgerà i cittadini a livello nazionale e locale in tutta l’Unione. Il Parlamento europeo è al centro del dibattito per scegliere l’Europa che desideriamo. Dal gennaio di quest’anno, i leader degli Stati membri dell’UE sono stati invitati a discutere con i deputati la loro visione dell’Europa.Nel frattempo, all’inizio di giugno, il Parlamento ospiterà a Strasburgo più di 8.000 giovani (in rappresentanza della prossima generazione) per raccogliere le loro speranze e i loro timori sull’Europa e discutere le prospettive future.Per la prima volta dal 2007, il 60% degli europei ritiene che l’appartenenza all’UE sia un fattore positivo per il proprio paese e il 67% ritiene che il proprio paese abbia tratto beneficio dall’adesione all’UE, la percentuale più elevata dal 1983.”Secondo l’ultimo sondaggio Eurobarometro, sebbene il 50% degli europei si sia detto interessato alle elezioni europee, solo uno su tre è a conoscenza della data alla quale si svolgeranno. Entro maggio del prossimo anno, nessuno dovrebbe ignorare la data o le scelte principali da intraprendere per la futura direzione del nostro continente”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Costruire un’Europa più forte: nuove iniziative per rafforzare ulteriormente il ruolo delle politiche per i giovani, l’istruzione e la cultura

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Le nuove iniziative mirano ad aumentare la mobilità per l’apprendimento e le possibilità di istruzione nell’UE, a fornire ai giovani i mezzi per agire in autonomia e responsabilità, in particolare incoraggiandoli a partecipare alla vita civica e democratica, e a sfruttare la cultura come strumento di progresso sociale e crescita economica in Europa.La Commissione presenta oggi un pacchetto comprendente:
una comunicazione di carattere generale, sul tema “Costruire un’Europa più forte: il ruolo delle politiche per i giovani, l’istruzione e la cultura”, che delinea il modo in cui la Commissione sta portando avanti l’agenda di Göteborg e il mandato conferitole dal Consiglio europeo;
una strategia per i giovani per il periodo 2019-2027 volta a fornire i mezzi per rendere i giovani europei autonomi e responsabili e a dare loro maggior voce in capitolo nell’elaborazione delle politiche dell’UE, a riprova di quanto la Commissione ritenga importante investire nei giovani e nel loro futuro;
proposte di raccomandazioni del Consiglio sui seguenti temi: sistemi di educazione e cura della prima infanzia di alta qualità, per gettare le basi di una vita di successo; riconoscimento reciproco dei diplomi e dei periodi di apprendimento all’estero per agevolare la mobilità per l’apprendimento in Europa; migliore insegnamento e apprendimento delle lingue per garantire che la conoscenza approfondita delle lingue straniere sia più diffusa tra i giovani;
una nuova agenda per la cultura, che mira a sensibilizzare i cittadini sul patrimonio culturale europeo condiviso nella sua diversità. L’agenda mira a sfruttare appieno la forza della cultura sia nella costruzione di un’Unione più giusta e più inclusiva, sostenendo l’innovazione, la creatività, la crescita e posti di lavoro sostenibili, sia nel rafforzare le relazioni esterne dell’UE.
La comunicazione generale “Costruire un’Europa più forte” delinea il progetto di una carta europea dello studente intesa a promuovere la mobilità per l’apprendimento, riducendo gli oneri amministrativi e i costi per gli studenti e gli istituti di istruzione e formazione. La Commissione prevede di introdurla entro il 2021 come simbolo visibile dell’identità degli studenti europei. La comunicazione sottolinea inoltre il lavoro che viene svolto con gli Stati membri e il settore dell’istruzione per dare vita alle università europee. Tali università europee, costituite da reti ascendenti di università già in essere, contribuiranno a rafforzare la cooperazione transfrontaliera mediante strategie istituzionali a lungo termine. Promuoveranno l’innovazione e l’eccellenza, incrementeranno la mobilità di studenti e insegnanti e faciliteranno l’apprendimento delle lingue. In tal modo si potrebbe contribuire anche a rendere l’istruzione superiore europea più competitiva. La Commissione intende avviare progetti pilota nel 2019 e nel 2020 nell’ambito del programma Erasmus+ prima della piena attuazione dell’iniziativa nel 2021.
Saranno elaborate inoltre altre azioni per sostenere un approccio all’istruzione e alla formazione basato sull’apprendimento permanente e l’innovazione. La Commissione, ad esempio, propone di sostenere l’istituzione di centri di istruzione e formazione professionale di eccellenza, al fine di promuovere un ruolo attivo dell’istruzione e della formazione professionale nello sviluppo economico regionale e locale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Commissione propone nuove norme per l’OLAF quale importante partner della Procura europea

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

La Commissione europea ha proposto oggi di modificare il regolamento (UE, Euratom) n. 883/2013 relativo alle indagini svolte dall’Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF). La modifica intende garantire che l’OLAF disponga dei mezzi necessari per operare in stretta collaborazione con la Procura europea al fine di individuare le frodi perpetrate in tutta l’Unione europea e di svolgere indagini al riguardo. Le modifiche proposte chiariranno inoltre gli strumenti di cui l’OLAF dispone per svolgere indagini amministrative al fine di garantirne l’efficacia. Ciò riguarda in particolare i controlli e le verifiche, l’accesso alle informazioni sui conti bancari e gli strumenti per combattere le frodi nel settore dell’IVA.
La Procura europea avrà il potere di svolgere indagini e di perseguire i reati a danno del bilancio dell’UE, quali la corruzione o le frodi perpetrate con fondi dell’UE, oppure le frodi transfrontaliere nel settore dell’IVA. La proposta odierna di modificare il regolamento n. 883/2013 vuole garantire che l’OLAF diventi un partner prossimo e affidabile della Procura europea e che continui a svolgere indagini amministrative per integrare l’operato di quest’ultima. L’OLAF continuerà così a svolgere un ruolo essenziale nella tutela degli interessi finanziari dell’Unione. La Procura europea e l’OLAF lavoreranno in stretta collaborazione per garantire, attraverso i loro mandati distinti ma complementari, che tutti i mezzi disponibili siano utilizzati per contrastare la frode e proteggere il denaro dei contribuenti.Negli Stati membri che partecipano alla Procura europea, le indagini dell’OLAF saranno tese in primo luogo ad agevolare il recupero amministrativo e a evitare un ulteriore pregiudizio alle finanze dell’UE attraverso misure amministrative. Verrà integrata in tal modo l’impostazione della Procura fondata sul diritto penale, se del caso in stretta consultazione con la Procura stessa. Quando scoprirà eventuali reati, l’OLAF li comunicherà senza indugio alla Procura europea e ne sosterrà le indagini su sua richiesta.
A tal fine, la proposta introduce nel quadro giuridico dell’OLAF le disposizioni necessarie per disciplinare lo scambio di informazioni con la Procura europea, offrire sostegno alle indagini di quest’ultima, garantire la complementarità delle azioni ed evitare la sovrapposizione delle attività d’indagine. La modifica prevede inoltre alcuni chiarimenti, limitati ma importanti, che rafforzeranno l’efficacia delle indagini amministrative dell’OLAF, sulla base della recente valutazione effettuata dalla Commissione. Viene posto l’accento su settori concreti nei quali, attualmente, la mancanza di chiarezza del regolamento in vigore crea ostacoli all’efficacia delle indagini dell’Ufficio.
La proposta odierna rappresenta un’altra tappa dell’impegno della Commissione a rafforzare la tutela degli interessi finanziari dell’Unione, dopo l’adozione di due importanti atti legislativi nel 2017: il regolamento relativo all’attuazione di una cooperazione rafforzata sull’istituzione della Procura europea (EPPO) e la direttiva relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EU funds for migration, asylum and integration policies

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

This study provides an overview, analysis and evaluation of how EU funds for migration, asylum and integration policies have been used. Using publicly available information, insights from interviews with various stakeholders and a survey of non-governmental organisations (NGOs), the authors evaluate the allocation, implementation and oversight of EU funds.
The European Union significantly increased its funding for migration, asylum and integration policies in the wake of the increased inflow of asylum seekers in 2015. This study provides an overview, an analysis and an evaluation of the use of these funds, based on publicly available information, insights from interviews with various stakeholders and a survey of non-governmental organisations.The paper also offers recommendations on how to improve the use of funds and allocation keys to Member States. The authors argue for an increase in funding in support of member states as well as for EU agencies such as Frontex and EASO and for a more strategic coordination of various migration related initiatives.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Demand pressure in European commercial residential markets – yield decreases aren’t measured

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Catella Research examined the commercial residential markets of 59 cities in 19 European countries: the lowest yield in Stockholm, the highest in Krakow. The highest rents in London, the lowest in Vilnius. The average purchase price for owner-occupied flats is at 4,616 €/sqm. Highest transaction volume in Germany.In the 19 countries analyzed by Catella, a total transaction volume of EUR 48.1 billion was achieved in 2017. 32% of this was achieved in Germany alone, followed by UK with a share of 15%. The taillight in this ranking is Belgium with merely EUR 55.8 million.Further single results of this analysis:
– The lowest yield of all European residential markets can be found in Stockholm with 1.50%, followed by Zurich with 2.20%. The highest yield can be found in Krakow with 7.44%, followed by Warsaw with 6.15%. The average European yield is at 3.97%.
– The lowest average rent is in Vilnius with 8.75 €/sqm, closely followed by Riga with 9.25 €/sqm. The most expensive rental flats by far are found in London with average prices of 40.78 €/sqm. Behind that, the continental city of Bern follows with 34.10 €/sqm. The average price of the 54 presented rental prices in Europe is at 15.21 €/sqm.
– The city of Vilnius has the lowest purchase prices for owner-occupied flats with an average of 1,470 €/sqm. The second lowest city is Wroclaw with 1,520 €/sqm. The most expensive prices per square meter for owner-occupied flats are also paid in London with 16,935 €/sqm. Zurich is in second place with 1,007 €/sqm and therefore ahead of Paris, where the average price is 10,030 €/sqm.“The demand pressure in the European commercial residential markets will sustain. In 31 of 59 cities, a slight decline of yields is expected by the end of the year, while increasing yields aren’t expected in any European city”, explains Dr. Thomas Beyerle, Head of Group Research at Catella. “For investors, the Polish cities seem to have the most attractive yields”, Beyerle continues.The full analysis is available at catella.com/research.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »