Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

La black list contro Israele del Consiglio ONU per i diritti umani

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

By David Elber. L’ultima tappa della guerra del Consiglio ONU per diritti umani contro Israele si è compiuta con la pubblicazione di una autentica “lista di proscrizione” contro oltre 100 aziende che operano in Giudea, Samaria, Gerusalemme e nelle alture del Golan.Prima di entrare in merito alla vicenda e all’autentica ossessione che il Consiglio ONU dei diritti umani di Ginevra ha nei confronto dello Stato di Israele, è opportuno sottolineare che nessuna norma del diritto internazionale prevede l’illegalità di attività economiche, commerciali o industriali in territori contesi o occupati (con l’eccezione dello sfruttamento coatto della popolazione o l’esproprio di beni privati come ad esempio nel caso di Cipro nord) da parte della potenza occupante. Infatti nessuna obiezione ad esempio, è mai stata fatta alla Turchia per l’occupazione di Cipro Nord o al Marocco per l’occupazione del Sahara Occidentale. Ma neanche è mai stata fatta ad imprese economiche francesi operanti nella Saar durante l’occupazione francese, o nel caso di imprese USA a Berlino – occupata dagli americani fino al 1990 – o in Giappone. Questa “non regola” è, solamente, applicata a Israele senza che se ne conoscano le basi giuridiche. Oltre a questo, la stessa definizione di “territori palestinesi occupati” utilizzata dal Consiglio ONU per i Diritti Umani non ha nessuna base legale nel diritto internazionale, in quanto Israele non ha mai occupato nessun territorio palestinese ne tanto meno si può definire la situazione di Giudea e Samaria come di territori in “stato di belligeranza” visto che l’attuale situazione è disciplinata nei minimi dettagli – dal 1995 – da accordi sottoscritti tra le parti (Israele e Autorità Nazionale Palestinese) e che ha come garanti gli USA, la UE, l’Egitto, la Giordania, la Norvegia e la Russia. Bisogna anche sapere che questo organismo onusiano, negli ultimi anni ha addirittura istituito un’agenda di lavori permanente, la famigerata Agenda 7, che si occupa –unico caso al mondo – solo dei “crimini” di Israele durante una sessione speciale convocata oppostamente tutti gli anni. Basta leggere gli Stati che fanno parte di questo Consiglio per rendersi conto che si fa fatica a trovare uno Stato che rispetti i più elementari diritti umani. Però Israele ha ricevuto più risoluzioni di condanna, “motivate” peraltro solo politicamente, di tutti gli altri paesi del mondo messi insieme.Entrando in merito alla “blacklist” pubblicata Consiglio ONU per diritti umani, si scopre che il tono utilizzato è più “mafioso” che giuridico: infatti non c’è nessun implicito riferimento a violazioni del diritto – non essendocene le basi – ma si fanno velate allusioni che le attività di queste 112 aziende impegnate in attività economiche nei “territori occupati” potrebbero incorrere in procedimenti legali se si evidenziassero violazioni del diritto internazionale. Come sempre, in questi casi, non vi è nessuna menzione a nessuna norma del diritto internazionale che sarebbe, eventualmente, violato. Il vero intento è chiaro: spaventare le aziende per indurle a cessare ogni tipo di attività economica.
Anche la tempistica della pubblicazione di questa lista non è casuale e ha una sua valenza squisitamente politica: è stata fatta a pochi giorni di distanza dalla pubblicazione del piano di pace dell’amministrazione Trump. E’ da rimarcare che la lista era pronta dal 2016.
Cosa può aspettarsi Israele, in futuro, da questo ennesimo atto discriminatorio? La prima mossa sarà effettuata alla prossima sessione del Consiglio ONU per diritti umani che si aprirà il 24 febbraio, dove la lista sarà diffusa e dibattuta per mettere pressione alle aziende interessate. Poi la palla passerà nel campo di altre organizzazioni internazionali per prendere altre decisioni in merito. E’ tutt’altro che infondata l’ipotesi che la lista finirà sul tavolo di qualche giudice della Corte Penale Internazionale per aprire un ulteriore procedimento contro lo Stato ebraico. E’ davvero auspicabile che Israele e gli USA alzino la voce per difendere, in tutte le sedi opportune, quel che rimane del diritto internazionale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

World Jewish Congress President Ronald S. Lauder disavows release of antisemitism report conducted by former NYPD chief Ray Kelly

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

NEW YORK – World Jewish Congress President Ronald S. Lauder has unequivocally distanced himself and the WJC from the unauthorized release of an unpublished two-year report conducted by former New York Police Department Commissioner Raymond Kelly, which, among its conclusions, allegedly cites France as the most dangerous place to be a Jew in Europe. The purported findings were published on Monday by the New York Post.
“Neither the World Jewish Congress nor I, personally, approved the public release of the recent report on antisemitism in Europe conducted by former NYPD Commissioner Raymond Kelly, which I commissioned, but have not yet reviewed. The findings of this report, which I cannot in any way confirm, were prepared on a strictly confidential basis, to be shared first and foremost with our affiliated communities. The report was intended for internal purposes only, so as to grant the leadership of our communities full discretion in how and whether to proceed with its conclusions,” said WJC President Lauder.“At a time of unquestionably rising antisemitism, we must be extremely vigilant and cautious in both our proactive and reactive strategies, looking at all of the facts on the ground and their full implications. The irresponsible release of such information inevitably foments anxiety and fear among Jews. It is extremely disappointing, and moreover, disconcerting, that this report has been released without my authorization,” Lauder said. “The World Jewish Congress is committed to working on behalf of, and in full coordination with, each of our more than 100 affiliated Jewish communities across the globe. Our primary interest is their best interest, and we will not allow this process to be exploited further.”
The World Jewish Congress (WJC) is the international organization representing Jewish communities in 100 countries to governments, parliaments and international organizations.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sassoli sul bilancio Ue 2021-2027: “Ci dividono ancora 230 miliardi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

Il Parlamento europeo ha una posizione unanime sulla proposta per il Qfp, il Quadro finanziario pluriennale, dell’Unione europea: c’è ancora molto da fare.“Al momento ci dividono 230 miliardi”, ha dichiarato David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo al termine di una giornata di incontri sul bilancio pluriennale della UE, in vista del Consiglio Europeo di giovedì prossimo.“Nei due incontri avuti con il Presidente Charles Michel – continua Sassoli – abbiamo confermato la posizione unanime del Parlamento sulla proposta di bilancio presentata sabato scorso. Siamo ancora lontani – conclude il Presidente del Parlamento europeo – da una proposta accettabile, speriamo che il Consiglio ritorni con una versione più ambiziosa in grado di avviare i negoziati”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Chair’s statement: the situation in Syria

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

“The situation is north-west Syria is alarming and worsening each day. Over 500 000 people have been displaced since December alone and civilian populations are enduring continual attacks, bombings and indiscriminate killings. Bombs are targeting densely populated areas, medical facilities and settlements for internally displaced people, resulting in hundreds of civilian deaths and worsening humanitarian conditions. Idlib is the last opposition-held enclave and is home to hundreds of thousands of internally displaced people who have fled other battle zones in the country – many having been forced to move several times. There is nowhere left for these people to run.The Syrian government and its backers are failing in their obligations under international humanitarian law to ensure the protection of civilians. Further, the targeting of civilian areas makes the provision of humanitarian assistance difficult or even impossible. The international community cannot stand by and leave half a million people to live without safety and without access to shelter, water, food and medical services.The European Union has long held that there can be no military solution to the Syrian conflict and that the only path to stability is a credible and inclusive UN-facilitated political solution pursuant to UN Security Council Resolution 2254 (2015). As Chair of the Delegation for relations with the Mashreq countries, I now call on the relevant EU institutions, the EU Member States and the International Community to deploy all political and diplomatic means to bring an end to the bombing campaign and attacks on civilians in north-west Syria, and to ensure that humanitarian assistance can reach the people who need it. I intend to write to High Representative/Vice-President of the Commission, Josep Borrell, to thank him for his recent speech in the European Parliament on the situation in Syria, to ask him to engage with international partners as a matter of urgency to facilitate the opening of humanitarian corridors to Idlib and other affected communities in north-west Syria, and to report back to Parliament on the actions taken to achieve this.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Human rights in Turkey: the acquittal of the Gezi Park protesters and Osman Kavala

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

Statement by leading MEPs on EU-Turkey relations following Tuesday’s acquittal by a Turkish court of nine of Istanbul’s detained Gezi Park protesters, including cultural patron Osman Kavala.“We welcome today’s important and positive decision by a Turkish court to acquit the defendants of the 2013 Gezi Park protests in Istanbul, including cultural patron and philanthropist Osman Kavala. We also welcome the announcement that arrest warrants will be lifted for seven other defendants being tried. However, difficult issues remain. This decisive moment must now be followed up by meaningful steps in restoring the rule of law and the further credibility of the Turkish justice system”.The statement was co-signed by the Chair of the European Parliament’s Subcommittee on Human Rights Maria Arena (S&D, BE), the Chair of the European Parliament’s Delegation to the EU-Turkey Joint Parliamentary Committee Sergey Lagodinsky (Greens/EFA, DE) and the European Parliament’s Standing Rapporteur on Turkey Nacho Sánchez Amor (S&D, ES).
Members of the European Parliament Subcommittee on Human Rights also discussed the worsening situation of artists, journalists, academics and lawyers in Turkey, on Tuesday morning. During the meeting, they took stock of the latest developments with regard to the human rights situation in the country, including of the notorious Büyükada trial, which will have its final trial hearing at the Istanbul Palace of Justice on Wednesday morning. This case concerns eleven Turkish lawyers who have been detained for allegedly assisting a terrorist organisation and for being members of such an organisation.During the debate, MEPs also restated that they strongly condemn the use of the Turkish justice system for political purposes, discussed the situation of academia and journalists, and addressed the ongoing repression against several of the members of the famous Turkish Yorum music group, known for their political song writing, which have had terrorism-related charges brought forward against them.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs to look into Artificial Intelligence in criminal law

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

Bruxelles Thursday, 20 February, from 14.00 to 17.30 European Parliament, Antall building, room 4Q2 The use of Artificial Intelligence by the police and judicial authorities, including facial recognition, will be discussed by the Civil Liberties Committee on Thursday.
The hearing will focus on the benefits and risks of Artificial Intelligence (AI) in the criminal law framework, predictive policing, facial recognition, as well as the ethical and fundamental rights implications. The list of speakers includes representatives from the Council of Europe, the United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute (UNICRI), the European Union Agency for Fundamental Rights (FRA) and the European Data Protection Supervisor (EDPS). Experts from academia, think tanks and civil society will also speak at the hearing.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European Shipping Week 2020 opens with the latest figures on European shipping

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

According to the latest information from 2018, European shipping directly contributed €54 billion to the Gross Domestic Product (GDP) of the EU. Taking into account the spill over effects to other sectors of the EU economy, the total contribution stands at €149 billion.The European shipping industry directly employs 685,000 people. In total, taking into account the effects on other sectors of the EU economy, the European shipping industry is supporting 2 million jobs.A direct comparison with the previous 2015 figures is difficult, due to changes in methodology and data sources. However, the trends are clear. The European shipping industry, with a few exceptions, is still under severe pressure from difficult market conditions, leading to a decline of the contribution to the EU’s GDP. As a result also the number of jobs created by the European shipping industry remains under pressure.“Shipping is and should always remain one of the most valuable assets of Europe, economically, socially and culturally. There are many opportunities as well as challenges facing the sector. Especially the continued depressed market conditions for many EU shipowners pose extra challenges for the industry that wants to decarbonise as quickly as possible and to contribute to safe and highly skilled jobs in Europe. For European shipping to stay in business, regulators have to adopt a global perspective and ensure a global level playing field,” concluded Mr Dorsman.“The current tensions between the global trading powers, the rise of piracy in the Gulf of Guinea and the insecurity along the Gulf of Hormuz all contribute to difficult and uncertain market conditions,” commented Martin Dorsman, ECSA’s Secretary General.
Mr Dorsman also added that Brexit is a contributing factor to the uncertainties faced by the European shipping industry.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Energy: EU priority projects should be aligned with 2050 climate objectives

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

• Legislation on Trans-European Energy networks to be revised this year
• MEPs give early input, can amend the proposal later
• Vote follows plenary debate on 4th PCI list
The Commission should update its guidelines to select priority energy projects so that the next EU list is in line with its climate policy, said the Energy Committee.The revision of the TEN-E guidelines, to be proposed by the European Commission later this year, should be consistent with EU energy and climate targets for 2030, its long-term commitment on decarbonisation and the energy efficiency first principle, say MEPs from the Industry, Research and Energy Committee, in a resolution adopted on Tuesday.In order to ensure that the projects selected for the next PCI (projects of common interest) list are in line with the EU’s climate commitments, MEPs call on the Commission to also propose transitional guidance before the end of 2020. To be granted PCI status, projects must contribute to keep the energy supply affordable – one of the five dimensions of the Energy union, with which projects must be aligned, they say.The TEN-E regulation was set up in 2013, before the Paris Agreement was adopted, and several developments have since significantly changed the landscape for energy policy, MEPs recall.The non-binding resolution was adopted with 55 votes to 15. It will be put to a vote in the full House in March. The plenary already held a debate on an oral question on this topic.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chair’s statement: MEP denied right to monitor a trial in Turkey

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 febbraio 2020

Statement by the Chair of the European Parliament’s Delegation to the EU-Turkey Joint Parliamentary Committee.
Turkish authorities denied Member of the European Parliament Özlem Demirel (GUE/NGL, DE) the right to monitor a court hearing in Ankara. Sergey Lagodinsky (Greens/EFA, DE), the Chair of the European Parliament’s Delegation to the EU-Turkey Joint Parliamentary Committee, made the following statement:“It is unacceptable that my colleague Özlem Demirel was denied the right to monitor the court hearing. So far, such observation visits have been common practice in our bilateral cooperation. I consider the order to my second deputy in the EU-Turkey delegation, Ms Demirel, to leave the court building, a crude departure from our common practice, a provocation and a covert personal threat. I strongly condemn my colleague being treated in this way.Such incidents could further strain our bilateral parliamentary relations and ultimately destroy any remaining confidence in democratic culture in Turkey. The European Parliament and the German Federal Government must request a comprehensive clarification of the incident.”Özlem Demirel travelled to Turkey in her capacity as a Member of the European Parliament and as an international observer in order to support the families of the victims and to monitor the trial following the bombing of a peaceful demonstration on 10 October 2015.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo giudica inaccettabile la proposta di Michel sul prossimo bilancio pluriennale della UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Alla vigilia del vertice straordinario del 20 febbraio, la squadra negoziale del PE esprime la sua opposizione alla proposta del presidente Michel per il Quadro finanziario pluriennale (QFP) 2021-2027.“Pur apprezzando i contatti che abbiamo avuto con il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, nelle ultime settimane, la sua proposta per il prossimo Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 è molto al di sotto delle aspettative del Parlamento europeo e dei cittadini.Il Presidente Michel prende come punto di partenza la dannosa proposta preparata a livello tecnico dalla Presidenza finlandese del Consiglio nel dicembre 2019. Dove ci aspettavamo investimenti significativi per realizzare il Green Deal e la transizione digitale e rafforzare l’Europa, il Presidente Michel conferma, anzi, accentua, i tagli all’agricoltura, alla coesione, alla ricerca, agli investimenti in infrastrutture, digitalizzazione, PMI, Erasmus, occupazione giovanile, migrazione, difesa e in molti altri settori.Per quanto riguarda le entrate e le risorse proprie, il Parlamento europeo rileva un’apertura nella proposta, ma individua al tempo stesso due importanti carenze: in primo luogo, dobbiamo evitare un meccanismo di correzione del contributo legato alla plastica, che ne comprometterebbe l’effetto di incentivazione. Quindi, l’accordo definitivo deve includere un impegno chiaro e vincolante in merito all’introduzione di nuove risorse proprie aggiuntive durante il QFP 2021-2027.
La squadra negoziale del Parlamento europeo si oppone pertanto a questa proposta e si aspetta che il Consiglio europeo non adotti conclusioni da questa base”.L’analisi del team di negoziazione si basa sul seguente documento:
· Un’analisi preliminare delle cifre contenute nel progetto di conclusioni del Consiglio europeo, nonché una tabella comparativa delle cifre.
Il gruppo di negoziazione del QFP/risorse proprie del Parlamento europeo è composto da:Johan Van Overtveldt (ECR, BE), Presidente commissione Bilancio Jan Olbrycht (PPE, PL), correlatore QFP Margarida Marques (S&D, PT), correlatore QFP,
José Manuel Fernandes (PPE, PT), correlatore risorse proprie,Valérie Hayer (RENEW, FR), correlatore risorse proprie e Rasmus Andresen (Greens/EFA, DE)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo: “Canzoni alla Spina”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Palermo Continua anche il 23 febbraio alle 21,30 da Spina a Palermo in piazzetta della Messinese 6 il ciclo di concerti “Canzoni alla Spina” con l’aperitivo servito al tavolo a base di salumi, formaggi, pizza, mandorle, olive e non solo.Seguirà il concerto del Roberta Sava duo, ovvero Roberta Sava alla voce. Il progetto ripercorre la strada dei piuÌ grandi jazzisti del mondo che hanno segnato l’evoluzione del jazz, da Duke Ellington a Cole Porter, da Horace Silver a Miles Davis. L’idea è quella di reinterpretare i più famosi standard jazz in chiave moderna. Inoltre, verranno presentati dei brani inediti che si inspirano facilmente al jazz, soul, al funk o al gospel, dando vita ad un interessante incastro musicale molto interessante. Ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto incontri illuminanti con l’arte contemporanea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Torino giovedì 20 febbraio, alle ore 11.30, nelle Officine Caos, in piazza Montale 18a (Le Vallette), si terrà la conferenza stampa ‘Progetto incontri illuminanti con l’arte contemporanea – Public program della XXII^ edizione di Luci d’Artista’.Al termine della conferenza, in piazza Montale, sarà presentata l’opera collettiva ‘Segnali dal Mondo’ a cura del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea in collaborazione con Stalker Teatro.Saranno presenti:Francesca Leon, Assessora alla Cultura del Comune di Torino; Marco Novello, Presidente della Circoscrizione 5; Luca Pannoli, artista; Anna Pironti, Responsabile Capo del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea;
Gabriele Boccacini, Direttore Artistico di Stalker Teatro|Officine CAOS; Antonella Angeloro, Coordinamento Dipartimento Educazione della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea;
Orietta Brombin, Curatore delle Attività Educative e Formative del PAV – Parco Arte Vivente, Centro sperimentale d’arte contemporanea.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Mei con la rete dei festival al Mir di Rimini insieme al Silb

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Rimini dall’8 al 10 marzo, la fiera del mondo della notte, il MEI e la Rete dei Festival saranno ospiti nello stand del Silb e domenica 8 marzo daranno vita a un incontro intitolato: Festival e Club: quale rapporto per la crescita della musica emergente dal vivo? Nel quale interverranno Maurizio Pasca, Presidente del SILB, Giordano Sangiorgi, patron del MEI e portavoce della Rete dei Festival, Gianni Indino del Silb Romagna e Roberto Grossi della Rete dei Festival della Liguria e altri ospiti e protagonisti. Durante l’incontro saranno premiati il progetto forlivese Big Fun No Trip che porta nel mondo delle discoteche feste no alcool per i minorenni e il cantautore Leo Pari, gia’ musicista dei Thegiornalisti, ideatore del progetto di successo nei club con i Lato B, insieme a Gianluca De Rubertis e altri musicisti indipendenti, dell’Omaggio indipendente a Lucio Battisti.
Nella serata di lunedì 9 marzo in occasione degli “Oscar del SILB” sempre al MIR di Rimini il MEI e la Rete dei Festival con il SILB premieranno gli Eugenio in Via di Gioia, premiati come nuovi talenti al MEI 2016 e vincitori del Premio Critica Mia Martini al Sanremo 2020, quale miglior artista live dell’anno nei club per il 2019 mentre il progetto Big Fun NO Trip fara’ ascoltare per la prima volta il suo singolo per il mondo dance.Si rafforza così il progetto di incontro tra mondo della musica dal vivo dei giovani artisti emergenti con il mondo dei club e della notte per dare vita a nuovi progetti che valorizzino giovani artisti emergenti e i club come sviluppatori e propulsori di nuova musica italiana.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Adabra chiude il 2019 con un fatturato in crescita a due cifre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Si chiude con un fatturato in significativa crescita il 2019 di Adabra e l’azienda aretina conferma, così, la sua posizione di leadership nel mercato delle piattaforme di marketing automation omnichannel italiane.E se il 2019 ha rappresentato per Adabra un anno di consolidamento, il 2020, seppur cominciato da pochi mesi, si prospetta come un anno ricco di novità e di ambiziosi traguardi.Già da qualche mese Adabra ha, infatti, inaugurato la nuova sede e ha ampliato il proprio organico: marketer e UX designer hanno introdotto nuove professionalità in azienda e anche il team di software developer si è arricchito con nuove figure.“Ma la novità più grande è ancora tutta da scoprire – dichiara Gian Mario Infelici CEO di Adabra – Presto Adabra si presenterà rinnovata nel design, più semplice ed intuitiva, con nuove sezioni: una customer experience più coinvolgente per realizzare strategie di marketing automation omnichannel ancora più efficaci.”Nuova veste grafica, nuove funzionalità, un’infrastruttura più performante ma non solo: la nuova release della piattaforma è accompagnata anche da una più ricca offerta di servizi che trova nella soluzione tecnologica la componente più “operativa”. Adabra ha, infatti, scelto di affiancare alla piattaforma anche un servizio di supporto proattivo, finalizzato a coadiuvare il cliente nell’ideazione delle proprie strategie marketing, oltre che percorsi di training per tutto ciò che concerne gli aspetti più pratici inerenti l’utilizzo stesso della piattaforma e la realizzazione delle diverse attività.La scelta di ampliare la propria proposta commerciale si sta rivelando per l’azienda una scelta vincente, che le ha consentito di affacciarsi su nuovi segmenti di mercato, come ad esempio quello del turismo, costituiti sì da grandi player e brand, ma anche da tante piccole e medie realtà che, spesso, hanno necessità non solo di avere efficaci strumenti operativi, ma anche servizi di consulenza per efficaci strategie di marketing.Abbattere le barriere tra on-line e off-line, mettendo al centro il cliente ed offrendogli un’esperienza personalizzata, è ciò che consentirà alle aziende di vincere le nuove sfide di mercato nel prossimo futuro.Adabra si sta affermando con successo come il partner giusto per vincere questa sfida: un’azienda in crescita, dedita all’innovazione e sempre alla ricerca di nuovi talenti! (:https://www.adabra.com/jobs-careers-lavora-con-noi/)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In azienda mancano le competenze? Ci pensa l’intelligenza artificiale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

In azienda mancano le competenze? Nessun problema, da oggi ti viene in aiuto l’intelligenza artificiale. Grazie ad una giovane startup di Milano, Beyond the box, trovare le competenze specifiche per una impresa sarà più facile che mai.
La startup infatti nasce per aiutare e supportare manager e imprenditori nelle loro decisioni e sfide quotidiane.Ben il 30% del tempo passato in ufficio viene usato per cercare su internet “come si fa” un certo tipo di attività per un’azienda: un importante costo sommerso, che comporta una grande inefficienza.Chi lavora nelle oltre 5 milioni di Piccole Medie Imprese (PMI) in Italia è costretto infatti ad affrontare ogni giorno nuove attività per le quali c’è bisogno di competenze sempre più specifiche.BeyondTheBox, una giovane startup nata nel 2019 a Milano, ha però trovato la soluzione a questo problema creando il primo servizio che utilizza l’intelligenza artificiale per mettere in contatto manager e imprenditori con le competenze specifiche delle persone, con l’obiettivo di aiutare le imprese nelle loro sfide quotidiane.Come? Basta cercare nel sistema una frase specifica, che identifica l’attività che si ha bisogno di portare a termine, e ci pensa l’intelligenza artificiale a fare i match tra l’impresa e le competenze dei professionisti disponibili.L’impresa e il professionista prescelto poi si incontreranno in una videochiamata di 20 o 40 minuti ospitata dalla piattaforma per la massima confidenzialità, durante la quale il manager potrà rivolgere tutte le domande e dubbi a cui non trova risposta, per poter poi continuare a svolgere la sua attività focalizzandosi sulle sue competenze chiave. L’idea del servizio nasce da due manager che le PMI le conoscono bene: Aleksandra Maravic, di origini croate ma cresciuta in Italia che ha avuto una brillante carriera come export manager viaggiando per il mondo. Ogni volta però che Aleksandra cambiava azienda le venivano fatte domande private e discriminatorie come “Ha intenzione di avere figli nei prossimi due anni?” o “Come mai ha cambiato azienda così spesso? È decisamente sintomo di inaffidabilità”.“Nessuno sembrava considerare le mie vere competenze, il fatto che parlassi 6 lingue o avessi diverse lettere di referenze. Non riuscivo a spiegare che io non avevo mai cambiato lavoro negli ultimi 10 anni, avevo solo cambiato azienda” ci racconta Aleksandra.“I manager affrontano nuove attività per le quali non hanno le competenze, si demotivano e il risultato è sempre mediocre. In quel momento si passa a chiedere consulenze esterne che, anche a causa dell’urgenza, costano tanto e non sempre portano i risultati sperati” dice Massimo Ciccarone, che essendo dirigente, amministratore e CFO nelle PMI, ha potuto misurarne le tipiche inefficienze.A pochi mesi dal lancio la piattaforma conta già più di 400 utenti che condividono e accedono alle competenze della rete.Ed è già possibile trovare risposte su tematiche legali, amministrative, marketing, software e molto altro: tutte competenze di alto livello capaci dj soddisfare al meglio le esigenze dei manager.La società sta per lanciare una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma BackToWork24 aprendo così agli investitori che potranno offrire il proprio supporto per rendere il modello di condivisione competenze – sharing competencies – disponibile a tutti.Ulteriori informazioni sul servizio si possono trovare sul sito della società http://www.beyondthebox.it. (fonte: ComunicatiStampa.net)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I ‘miracoli’ del Telemarketing: Come vengono in possesso dei nostri numeri di telefono?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

In tutti questi anni, da quando ho il telefonino, grossomodo ero riuscito a salvarmi dal Telemarketing, non avendo mai fornito il numero a qualcuno che in qualche modo avesse a che fare coi venditori di prodotti di telecomunicazioni ed energetici. Ovviamente il mio gestore aveva il numero, ma a parte i venditori dello stesso ogni tanto che cercavano di convincermi della bontà di altri contratti rispetto a quello che avevo, niente di particolarmente intrusivo. Ma da un annetto a questa parte è cambiato tutto. Cosa ho fatto o cosa è accaduto?
Telefono. Ho cambiato casa. Ho chiuso il vecchio contratto (tutto come legge comanda) e ne ho attivato uno diverso nella casa nuova, sempre con lo stesso gestore. Come spesso accade, purtroppo, il mio gestore non ha considerato la mia disdetta e, per il vecchio numero, ha continuato ad inviarmi bollette per più di un anno, bollette che io non ho mai visto perché le inviava sempre al vecchio indirizzo. Dopo un anno il gestore si è accorto che io, che secondo loro ero debitore nei loro confronti, ero lo stesso (nome, cognome e codice fiscale) che abitava altrove e che aveva un contratto diverso con loro. A quel punto, sulla bolletta del contratto della nuova abitazione mi hanno intimato di pagare anche le bollette della vecchia abitazione. Ovviamente li ho diffidati da questa pretesa, non mi hanno risposto e quindi ho fatto domanda di conciliazione al Corecom. Per legge la loro pretesa economica è bloccata fino alla definizione della vicenda. Dopo diversi mesi il gestore mi ha scritto che avevo ragione e nient’altro, ma siccome la legge prevede anche degli indennizzi in questi casi, nelle prossime settimane avrò udienza al Corecom dove il mio gestore non potrà che darmi questi indennizzi. In questa vicenda del telefono, il mo numero di cellulare è finito nelle “grinfie” dei loro uffici (esterni) di recupero credito. E da quel momento un paio di volte al giorno, ignaro di tutta la vicenda, mi telefona qualcuno da varie parti d’Italia e dell’Europa, dicendomi che se non pago la cifra xxx mi portano davanti a non so quale tribunale. Nel contempo giungono anche altre telefonate di gestori diversi dal mio, che mi propongono le bellezze dei loro servizi.
Energia-gas. Non ho fatto la domiciliazione bancaria delle bollette, ché non vorrei trovarmi ad aver già pagato cifre iperboliche per conguagli non dovuti, anche se puntualmente faccio l’autolettura e comunico i dati. Visto che il mio gestore ha la pessima abitudine di inviarmi le bollette quando le stesse sono già scadute, mi sono registrato online e, quando il gestore emette la bolletta, mi arriva una mail che mi consente di andare online e scaricarmi la stessa e pagarla prima della scadenza. Per fare questa registrazione ho dovuto fornire anche il numero del mio telefonino. Anche in questa vicenda, da quel giorno mi arrivano (tre/quattro volte la settimana) richieste non solo del mio gestore che mi propone sempre contratti che a suo dire sarebbero molto migliori di quello che già ho, ma anche le proposte di gestori concorrenti del mio. Il mio telefonino, per deliberata scelta dei mie gestori telefonico ed energetico, è finito nei circuiti illegali del Telemarketing. Questi gestori, ovviamente, anche sotto tortura negherebbero di aver mai fatto un tale mercimonio…. Ma chissà perché tutti questi altri, e gli stessi miei gestori, mi chiamano per offrirmi le loro meraviglie o minacciarmi di pagare insoluti che non esistono o sono in via di definizione legale (quindi sospesi). (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Pavia la robotica è (anche) al femminile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Cinisello Balsamo. Due ingegneri donna e un docente di intelligenza artificiale uomo: le quote rosa raggiungono i due terzi nel team dell’Università di Pavia che si è aggiudicato, con un progetto innovativo e ambizioso, il concorso internazionale di robotica organizzato da Epson, così per questa volta STEM si coniuga al femminile.Si tratta di Antonella Ferrara (Professore Ordinario di Automatica e docente di Robot Control) e Bianca Sangiovanni (Dottoranda in Ing. Elettronica, Informatica ed Elettrica, XXXIII Ciclo) che, insieme a Marco Piastra (Docente di Artificial Intelligence), hanno sviluppato e presentato un progetto che presenta un approccio molto innovativo nell’ambito della cooperazione uomo-robot o robot-robot perché prevede che il robot apprenda “in autonomia” dai propri errori sino a capire in che modo muoversi in un ambiente circoscritto per non entrare in collisione con uomini o altre macchine.
Spiega la professoressa Ferrara: “Ho deciso di proporre come capogruppo la mia dottoranda Bianca Sangiovanni perché è molto competente e volevo permetterle di cimentarsi con la conduzione di un progetto importante e innovativo, con tante difficoltà da risolvere.”Non a caso la professoressa Ferrara ha scelto un giovane ingegnere donna per guidare e coordinare lo sviluppo del progetto. “Le donne hanno caratteristiche che ritengo particolarmente adatte per l’ambito scientifico: sono di solito molto precise, tenaci, attente allo svolgimento della ricerca”. La difficoltà per loro è spesso l’eccessiva umiltà. “La mia pluriennale esperienza con ricercatori di entrambi i sessi mi porta a dire che spesso le donne sembrano meno sicure di sé per una forma atavica di umiltà, molto presente fra le giovanissime ricercatrici, anche quando hanno le stesse capacità dei loro colleghi uomini.””Ciò che colpisce – conclude Ferrara – è che, in tutti gli ambiti di studio inclusa l’area STEM, la percentuale di laureati rispetto al numero di iscritti è maggiore fra le donne, che quindi completano con maggior successo la formazione universitaria, ma poi non riescono – o non possono – continuare a crescere.”
Il titolo esatto del progetto è “Deep Learning for Safe Physical Human-Robot Interaction” e l’obiettivo finale è di far convivere robot e umani, un’esigenza sempre più sentita nel mondo industriale, ma che ha appena iniziato la sua strada. L’idea innovativa portata avanti all’Università di Pavia è stata di coniugare tecniche di machine learning basate sull’intelligenza artificiale con tecniche classiche di controllo dei robot. L’altro elemento caratterizzante è che il team ha deciso di utilizzare un robot industriale, che per natura non nasce per operare a stretto contatto con gli umani, ma viene anzi confinato all’interno di zone appositamente predisposte, circondate da gabbie dotate di molti sensori, necessari a garantire la sicurezza dei lavoratori.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Valerio Verbano nel 40° anniversario della morte. Ricordi e testimonianze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

Roma, Il 22 febbraio del 1980 viene ucciso nella sua abitazione davanti ai genitori Valerio Verbano, giovane militante di Autonomia Operaia. Siamo nei cosiddetti “ anni di piombo” e Roma vive in quell’epoca una conflittualità sociale molto marcata. Gruppi di militanti extraparlamentari di destra e di sinistra sono sparsi in tutta la città in modo disomogeneo. L’omicidio è ascrivibile fin da subito dalla formazione neofascista dei Nar. Valerio prima di morire aveva creato un dossier, che non fu mai ritrovato, pieno di nomi indirizzi e collegamenti neofascisti con apparati dello Stato documentando tutto anche con molte foto. A 40 anni dalla morte del giovane attivista l’Istituzione delle Biblioteche di Roma ha organizzato e promosso due incontri per confrontarsi su una vicenda rimasta impressa nella memoria collettiva e sulla violenza degli anni di piombo. Gli appuntamenti si svolgeranno in due luoghi “simbolo”. Il primo è previsto per oggi presso la biblioteca Ennio Flaiano, nel quartiere Montesacro, dove Valerio viveva con la famiglia; l’altro si svolgerà, il 24 febbraio ore 17, presso la biblioteca Casa della Memoria e della Storia, Via San Francesco di Sales 5 luogo da sempre dedicato alla riflessione sui temi della memoria e all’approfondimento di momenti cruciali della nostra storia anche recente. Intervengono Alessandro Capponi, autore con Carla Verbano, madre di Valerio, del libro Sia folgorante la fine, Paolo Fallai, presidente delle Biblioteche di Roma e Marco Lucentini, legale della Famiglia Verbano.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La guerra civile in Camerun si intensifica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) è preoccupata per l’intensificarsi della guerra civile in Camerun e chiede una maggiore e più efficace tutela della popolazione civile nel paese. Negli scorsi sei giorni almeno 33 persone sono state uccise durante attacchi a villaggi nella regione anglofona. L’APM è particolarmente preoccupata per la violenza, la mancanza di diritto e l’arbitrarietà imperante nella regione della minoranza anglofona. Tutte le parti in causa, dichiara il direttore dell’APM Ulrich Delius, devono assumersi la responsabilità della tutela della popolazione civile e affinché ciò accada è importante che i responsabili delle violenze vengano perseguiti legalmente. I conflitti scoppiati nel 2017 nelle regione anglofona del paese che invece è a maggioranza francofona, hanno già causato la morte violenta di ca. 3.000 civili. Circa 680.000 persone sono in fuga di cui quasi 60.000 si sono rifugiati nella vicina Nigeria. In seguito agli attacchi armati della scorsa settimana, altre 8.000 persone hanno cercato riparo in Nigeria. Durante l’attacco al villaggio di Ntumbo, avvenuto lo scorso 14 febbraio, sono state uccise 22 persone, di cui 14 erano donne e bambini. In gennaio 2020 il governo del Camerun ha annunciato lo spostamento nella regione di ulteriori 1.000 uomini delle forze di sicurezza con il compito di sedare le rivolte dei movimenti anglofoni. Ancora non è chiaro chi siano i responsabili delle recenti violenze ma secondo l’APM è evidente che l’aumento delle forze di sicurezza non ha comportato maggiore sicurezza per la popolazione. Per l’APM, il conflitto nella
regione abitata dalla minoranza della popolazione anglofona difficilmente potrà essere risolto con la violenza ma necessita di una soluzione politica.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Arriva nel Lazio il progetto di sensibilizzazione di Fondazione Onda per combattere la depressione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

La depressione, malattia riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come prima causa di disabilità a livello mondiale, riguarda circa 3 milioni di italiani, di cui circa 1 milione di persone soffrono della forma più grave, la depressione maggiore. Considerando solo il Lazio, dai dati Istat si stima che circa 112.000 laziali soffrano di depressione maggiore, di cui circa 11.000 non rispondono ai trattamenti, secondo la rielaborazione su base regionale dei dati dello studio epidemiologico italiano Dory, volto a identificare, attraverso un’analisi di database amministrativi, i pazienti affetti da depressione resistente.“In generale, la depressione riguarda in misura maggiore le donne e i disoccupati. Guardando i dati per genere, il tasso di depressione femminile è quasi doppio rispetto a quello maschile (9,1% contro 4,8%). Una malattia quindi in aumento che va adeguatamente considerata”, spiega Roberta Di Turi, Commissione Regionale Farmaci della Regione Lazio. “Dai dati OsMed emerge peraltro che tra i trattati è frequente riscontrare una bassa aderenza (40,1 % dei trattati) e bassa persistenza (a 96 giorni il 50% dei soggetti mediamente interrompe il trattamento). La mancata aderenza e persistenza rendono il trattamento inefficace con gravi ripercussioni sulla qualità della vita dei pazienti stessi e dei loro familiari. Basti pensare alla depressione post-partum per immaginare le gravi conseguenze che possano derivarne. Occorre quindi porre in campo tutte le iniziative possibili per ovviare al problema sia di tipo sociale-culturale che clinico-farmacologico”. In tale contesto, Istituzioni e rappresentati locali a livello medico, assistenziale e sociale si sono incontrati a Roma al Campidoglio per confrontarsi su come affrontare più efficacemente la malattia, superare lo stigma associato alla depressione, facilitare l’accesso alla diagnosi e alle cure più appropriate. Questa rappresenta una delle otto tavole rotonde organizzate da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, che fanno parte del percorso di sensibilizzazione “Uscire dall’ombra della depressione”, patrocinata dalla Regione, dalle società scientifiche SIP – Società Italiana di Psichiatria e SINPF – Società Italiana di Neuropsicofarmacologia, di Cittadinanzattiva e Progetto Itaca, e grazie al contributo incondizionato di Janssen Italia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »