Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 19

Al-Sumait Prize for African Development Announces Opening of Nominations in Health Category for 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

Adnan Shihab-EldinKuwait City, Kuwait. Kuwait’s Al-Sumait Prize for African Development today called for nominations for its 2018 award in the Health category. Nominations for the prize need to be received by Al-Sumait’s Prize office no later than June 30, 2018.“Al-Sumait’s 2018 Prize in the Health Category is open to individuals and organizations delivering pioneering contributions to solving Health challenges in Africa,” said Dr. Adnan Shihab-Eldin, Director General of the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS), which administers the prestigious prize.Dr. Adnan Shihab-Eldin said the aim of the 2018 prize is to recognize individuals or institutions who through their research projects or initiatives have made significant advancement within the field of Health that have produced seminal impact and tangible results in health-care systems on the continent, especially for the underprivileged.Key conditions for the prize include being able to demonstrate research work or projects that are innovative and have achieved high-impact in line with the international standards established for the prize.
“The winning Al-Sumait Prize Laureates of the last three years have demonstrated initiatives of paramount importance in promoting significant economic, social, human resources and infrastructure development in the African continent. We return to Health for 2018 and invite the Health and African Development community to nominate individuals or organizations who are furthering development in Health challengesHealth in Africa,” said Dr. Shihab-Eldin.Initiated in 2013 by the Amir of the State of Kuwait, His Highness Sheikh Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah, the Al-Sumait Prize for African Development is designed to reward innovative and inspiring initiatives and research by individuals and organizations that address the challenges facing the African continent. The award commemorates the legacy of Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwait physician who dedicated his life to helping less fortunate individuals and communities in Africa to face the challenges of development in the continent.Kuwait’s Al-Sumait Prizes are a set of annual awards designed to honor significant advances in the fields of food security, health and education in Africa. Administered by the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS) and a Board of Trustees, the awards celebrate the work and accomplishments of Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwaiti physician who spent his lifetime helping the poor in Africa in the field of health and education. The objective of the prizes is to recognize best studies, scientific projects, applied research, and innovative initiatives that have a significant impact and lasting influence on advancing progress to economic and social development in Africa. http://www.alsumaitprize.org (photo: Adnan Shihab-Eldin, Health challenges)

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il vino traina l’economia italiana con un volume d’affari di 5 miliardi di euro

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

vino 001Altavilla Vicentina (VI), Lunedì 22 gennaio, alle ore 17 nella sede di CUOA Business School, ad Altavilla Vicentina, si terrà l’evento promosso dalla business school e da UBI Banca dedicato al sistema vitivinicolo del Nordest e al suo indotto. In questa occasione, saranno presentati e commentati i risultati di una ricerca che documenta la leadership del primo polo vitivinicolo italiano, rappresentato dal Triveneto e dalla Provincia di Brescia, evidenziandone il valore, le potenzialità delle aree DOC/DOCG e i casi di successo più rilevanti.
Il volume d’affari legato alla viticoltura, alla vinificazione e alla vendita del vino sfiora, in Italia, i 5 miliardi di euro. Di questi, ben il 19% è prodotto dal solo Veneto, mentre Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Lombardia raggiungono insieme il 13%.
Non solo quantità, ma anche qualità e notorietà dei brand a livello nazionale e internazionale caratterizzano i vini delle Regioni del Nordest, che spaziano dagli spumanti (Prosecco, Franciacorta e distretto del Trentino), ai grandi vini bianchi dell’Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia, sino ai vini rossi di alta gamma della Valpolicella. L’analisi condotta delinea un potenziale produttivo e di crescita significativa degli ettari vitati e dimostra come le aziende del Nordest si nutrano della loro eccellenza per confermare una leadership di mercato a livello italiano, europeo e mondiale.
Il primato di questa meta-regione non riguarda solo l’ambito della produzione vitivinicola, ma anche i settori collegati, quali le aziende chimiche, metallurgiche, agrifarmaceutiche, agrimeccaniche, dei prodotti enologici, della logistica e dei trasporti, fino alla robotica e ai nuovi orizzonti offerti dall’agricoltura di precisione.L’evento sarà introdotto da Giuseppe Caldiera, Direttore Generale di CUOA Business School e da Stefano Vittorio Kuhn, Direttore Macro Area Territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca, a cui seguirà Diego Begalli, Professore Ordinario di Economia ed Estimo Rurale, Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona e Referente scientifico della Ricerca CUOA Business School, con un intervento sull’impatto intersettoriale del sistema vitivinicolo del Nordest. La discussione proseguirà con la valutazione di Pio De Gregorio, Head of Industry Trend & Benchmarking Analysis di UBI Banca sulla solidità economico-finanziaria delle imprese vitivinicole del territorio e si concluderà con il commento di Ugo Resconi, Direttore Territoriale Triveneto di UBI Banca.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CMR 2018 showcases advances in cardiovascular magnetic resonance improving patient care

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

barcellonaBarcelona, Spain 31 January to 3 February CMR 2018 will showcase the latest advances in cardiovascular magnetic resonance (CMR) and how they are improving patient care and outcomes. CMR 2018 is a joint EuroCMR and SCMR meeting organised by the European Association of Cardiovascular Imaging (EACVI), a registered branch of the European Society of Cardiology, and the Society for Cardiovascular Magnetic Resonance (SCMR).It will be held 31 January to 3 February in Barcelona, Spain, at the Centre Convencions Internacional de Barcelona (CCIB). The scientific programme is available hereThe congress theme ‘improving clinical value by technical advances’ emphasises how new developments in CMR benefit patients. Higher quality images increase understanding of disease and enable better diagnosis and treatment, while faster scan times help reduce waiting lists and provide a better patient experience.CMR has a major role to play in the prevention of sudden cardiac death and will be debated at CMR 2018 by leaders in the fields of imaging and arrhythmias. Professor Josep Brugada, a leading clinical cardiologist and arrhythmia expert based in Barcelona, will give a keynote lecture on the latest developments in ventricular arrhythmias. Other distinguished speakers include ESC President Professor Jeroen Bax.Dr Jose Palomares, CMR 2018 abstract co-chairperson (representing EuroCMR), said: “International clinical and CMR specialists will provide the most up-to-date information in different disease areas. They will also reveal what is on the horizon in terms of furthering our understanding of what causes diseases and how to best diagnosis and treat them.”
Heart disease causes many deaths in women but the way it develops is different to men. In women, heart disease mainly affects the microvessels, making it more difficult to detect. “CMR is particularly well suited to helping us understand heart attacks in women and how to better manage them,” said Dr Allison Hays, CMR 2018 abstract co-chairperson (representing SCMR).Artificial intelligence is a hot topic and will be the focus of a session on deep learning/machine learning. Professor Daniel Rueckert, a leader in machine learning development in magnetic resonance, will join other specialists to discuss how these areas are revolutionising CMR by boosting productivity and expanding the limits of what can be measured. Novel methods will be presented along with technological advances in this rapidly developing field.CMR is increasingly being used to detect metabolic changes in the heart. Specialists will show how imaging detects fat build up in the heart, which can predict who will develop heart failure and arrhythmias and indicate the impact of medications and lifestyle changes.Around 1–2% of adults in developed countries have heart failure but treatments are available and some cases can even be prevented. Novel CMR techniques like T1 mapping are being used for the early detection of fibrosis in the heart to identify patients at risk for heart failure. A number original scientific abstracts will show the latest findings in this field.
Ischaemia imaging is another focus in the abstracts, which show the value of CMR in diagnosing and risk stratifying patients with suspected coronary artery disease in a standardised way. Clinical trial results will be presented showing how CMR can be used cost effectively to improve patient outcomes. A workshop will be held in conjunction with the International Society for Magnetic Resonance in Medicine (ISMRM).Dr Palomares said: “Scientific information is growing exponentially. CMR 2018 brings together leading clinicians and imagers from across the globe to highlight the key developments in cardiovascular magnetic resonance and where the boundaries of science and medicine are being pushed.”Dr Hays said: “The important technical advances and large scale clinical trials in CMR will be presented, making CMR 2018 an event not to be missed. Patient outcomes are a big focus of the conference – we are not just taking pictures of the heart, we are applying it in a clinically meaningful way to improve healthcare.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: È di oltre il 15% il tasso di precarietà nella scuola

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

ministero-pubblica-istruzioneIl tasso di precarietà rilevabile dai dati pubblicati dalla Ragioneria Generale dello Stato per il 2014 era del 5,5%, mentre quello della scuola statale si attestava al 14,6%, quasi il triplo di quello degli altri comparti pubblici. Un tasso di precarietà, quello della scuola statale che, evidentemente, ha natura non congiunturale ma strutturale. Con l’emblema della “precarietà della scuola” che risiede proprio nel nodo irrisolto del “sostegno in deroga e degli spezzoni di cattedra”.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): un posto su tre sul sostegno rimane in deroga, non disponibile per le immissioni in ruolo a discapito della continuità didattica. E tutto ciò nonostante 200 mila posti siano stati cancellati negli ultimi dieci anni per via della riduzione del tempo scuola, del dimensionamento e del piano di razionalizzazione. Una maxi-manovra assurda che ha preso il via con la Legge Tremonti-Gelmini 133 del 2008 e che nessun governo successivo, nemmeno gli ultimi di sinistra, hanno saputo e voluto annullare. Anzi, sul sostegno agli alunni disabili si è riuscito a fare peggio, impostando, durante la gestione della Ministra Maria Chiara Carrozza, la copertura del 30% dei posti di sostegno liberi con supplenze al 30 giugno, dunque non disponibili per trasferimenti ed immissioni in ruolo. Il blocco, attuato ai giorni nostri, è il motivo per cui oggi abbiamo più di 40 mila posti di sostegno in deroga. E con effetti nefasti per la didattica e gli alunni con problemi di apprendimento. È una tendenza che con l’incremento di allievi disabili, confermato negli ultimi 20 anni, non potrà che acuire il problema. A meno che non si decida una vola per tutte, attraverso una apposita legge, di adeguare l’organico di fatto a quello di diritto, ovvero di disporre le assunzioni per ogni posto vacante e disponibile.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nearly 25% of chronic ischaemic heart disease patients dead or hospitalised in six months

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

Sophia Antipolis, Nearly a quarter of patients with chronic ischaemic cardiovascular disease are dead or hospitalised within six months, reports a European Society of Cardiology (ESC) study published today in the European Journal of Preventive Cardiology. “Coronary artery disease is the leading cause of death worldwide yet some patients appear to get lost in the system after their initial visit to a hospital or outpatient clinic,” said lead author Cardiology Professor Michel Komajda, of the University Pierre and Marie Curie and Pitié-Salpêtrière Hospital in Paris, France.
The Chronic Ischaemic Cardiovascular Disease (CICD) Pilot Registry was designed to learn what happens to these patients in the six months after being seen by a health professional. The observational study was conducted as part of the EURObservational Research Programme (EORP) of the ESC.
The study included 2,420 patients from 100 hospitals and outpatient clinics in ten European countries. Participants had stable coronary disease2 or peripheral artery disease, the most common conditions seen by a cardiologist. Risk factors and treatments were recorded at the start of the study and have been previously reported.3 Treatments and outcomes were recorded at six months.
Follow-up data were available for 2,203 patients, of whom 522 (24%) had died or been rehospitalised during the six months. Factors significantly associated with the risk of dying or being rehospitalised were older age, with a hazard ratio (HR) of 1.17 for every ten years, history of peripheral revascularisation (HR 1.45), chronic kidney disease (HR 1.31) and chronic obstructive pulmonary disease (HR 1.42) (all p<0.05). The majority of the causes of death and rehospitalisation were cardiovascular.Professor Komajda said: “These patients are at high risk of dying or being navigatore coronarierehospitalised in the short-term and should be carefully monitored by physicians. We identified clinical factors which are strongly associated with this high risk which can easily be assessed.”
The rate of prescription of angiotensin converting enzyme inhibitors, beta-blockers (both drugs reduce blood pressure) and aspirin was lower at six months compared to the start of the study (all p<0.02).Professor Komajda said: “In absolute numbers the reductions were modest but they did reach statistical significance. This shows that patients have a better chance of receiving recommended medications while in hospital or directly after an outpatient appointment. Six months later, drugs they should be taking to reduce the risk of death and rehospitalisation are prescribed less frequently.”He added: “It is likely that there is insufficient handover of these patients to a cardiologist or GP and so their prescriptions are not renewed.”While the study did not assess the reasons for the reduction in prescriptions, possible factors include: patients getting tired of taking pills or cannot afford them.Six month rates of death and rehospitalisation were significantly higher in eastern, western and northern European countries compared to those in the south. Given the relatively small number of patients, Professor Komajda said firm conclusions could not be drawn. But he said: “We anticipated that outcomes would be better in Mediterranean countries and this was correct, probably because of the diet and other lifestyle reasons.” Professor Komajda concluded: “The study shows that patients with chronic ischaemic cardiovascular disease have a high risk of poor short-term outcomes. Yet some are not receiving recommended preventive medications which could improve their outlook. More efforts are needed to ensure that these patients continue to be monitored and treated after they leave hospital or an outpatient appointment.”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Giovedì della Villa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

Véronique_OlmiRoma Accademia di Francia a Roma – Villa Medici viale Trinità dei Monti, 1 18 gennaio ore 19 The Old/Young Pope. Maurizio Cattelan/Paolo Sorrentino Incontro con Cyril Gerbron, storico dell’arte e borsista dell’Accademia di Francia a Roma ore 20 Destino di una donna Incontro con Véronique Olmi, scrittrice.
L’immaginario cristiano nella storia dell’arte, e la toccante vicenda di Bakhita, la schiava divenuta Santa, saranno oggetto degli appuntamenti in programma il 18 gennaio a Villa Medici, per il ciclo I Giovedì della Villa, ideato dalla direttrice Muriel Mayette-Holtz e a cura di Cristiano Leone. Si comincia alle ore 19 con l’incontro The Old/Young Pope. Maurizio Cattelan/Paolo Sorrentino che vedrà protagonista Cyril Gerbron, storico dell’arte attualmente in residenza all’Accademia di Francia a Roma; a seguire, alle 20.30, la scrittrice francese Véronique Olmi parlerà al pubblico del suo romanzo best seller Bakhita, durante l’incontro Destino di una donna.
Ore 19: The Old/Young Pope. Maurizio Cattelan/Paolo Sorrentino. Per questo incontro a Villa Medici, Cyril Gerbron propone un interessante raffronto tra La Nona Ora, l’opera di Maurizio Cattelan che rappresenta Giovanni Paolo II ucciso da un meteorite, e The Young Pope, la serie televisiva ideata e diretta da Paolo Sorrentino, che racconta la storia di un giovane papa americano, appariscente e rivoluzionario. La scultura realizzata da Cattelan appare in modo spettacolare alla fine dei titoli di testa della serie TV: l’immagine dell’anziano papa polacco contrasta con quella conturbante del papa ritratto da Sorrentino, tuttavia le due opere sono correlate da una profonda affinità poetica. La Nona Ora fa riferimento al pontificato di Giovanni Paolo II con straordinaria acuità, rappresentando una potente allegoria della Chiesa, cadente e oppressa dal male. The Young Pope è un audace ritratto di un papa Maurizio-Cattelanimmaginario, ma realistico, che traccia con precisione e obiettività i lati oscuri e gli splendori della Chiesa contemporanea.
Cyril Gerbron ha conseguito un dottorato in Storia dell’arte presso l’Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne nel 2012. È stato borsista presso la Villa I Tatti – The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies – nell’anno 2014-2015 e ha insegnato nelle università Paris 1 Panthéon-Sorbonne, Lyon 2 Lumière, Grenoble Alpes, e all’Institut National du Patrimoine. È autore di Fra Angelico. Liturgia e memoria (Turnhout, 2016) e di articoli riguardanti la pittura italiana del XV secolo, Callisto Piazza, Bronzino e Juan Sánchez Cotán. Ha co-diretto, con Francesca Alberti e Jérémie Koering, l’opera Pensare la stranezza. La storia dell’arte rinascimentale italiana tra bizzarria, stravaganza e singolarità (Rennes, 2012). Gerbron sta svolgendo, inoltre, uno studio sul ruolo della religione nella serie Orange Is the New Black. Il suo progetto per Villa Medici concerne alcuni personaggi marginali senza identità negli affreschi italiani del XIV e XV secolo.
20.30: Destino di una donnaVincitore del Prix Fnac 2017, Bakhita di Véronique Olmi racconta la storia meravigliosa di «Madre Moretta», schiava e poi santa, nata in Darfur nel 1869 e morta a Schio (Vicenza) dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Ingresso gratuito (nel limite dei posti disponibili) Incontri in italiano o francese con traduzione simultanea. (foto: Véronique_Olmi, Maurizio-Cattelan)

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Iscrizioni per l’anno solare di C.Re.S.Co.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

assembleaBassano del Grappa (VI). Si sono aperte, con scadenza il 30 marzo, le iscrizioni per l’anno solare di C.Re.S.Co. coordinamento delle realtà della scena contemporanea. Il Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea nasce a Bassano del Grappa (VI) nel settembre 2010, dopo un anno di lavoro da parte di un gruppo di operatori provenienti da ogni parte di Italia. Dal manifesto fondativo: “Siamo realtà che lavorano nella produzione e nella diffusione della scena contemporanea. Siamo compagnie di produzione, sale, teatri, residenze, festival, rassegne, artisti, critici e operatori dello spettacolo dal vivo diffusi e attivi su tutto il territorio nazionale”. Dopo 7 anni di lavoro in cui il coordinamento si è posto come interlocutore propositivo presso le istituzioni nazionali (MIBACT) e regionali, facendosi portavoce di istanze collettive – si segnala in particolare il contributo fornito per la nuova legge dello spettacolo dal vivo – il 16 dicembre 2017 C.Re.S.Co ha ottenuto il Premio speciale UBU 2017 “per la sua funzione di osservatorio critico sulle politiche teatrali del nostro Paese e di “pensatoio” intorno alle questioni teoriche suscitate dalla scena contemporanea, oltre che di propulsore di iniziative finalizzate a una più viva presenza delle differenti realtà artistiche nel contesto socio-politico-culturale italiano”.
Gli oltre 100 soci del coordinamento – artisti, professionisti, strutture e festival che utilizzano i nuovi linguaggi della scena – si suddividono in tavoli tematici – Idee, Finanziamenti, Etico, Internazionale, Formazione, Fondi Strutturali – gestiti ciascuno da un coordinatore, attivi durante tutto l’anno nell’elaborazione teorica e in azioni pratiche utili al raggiungimento degli scopi del Coordinamento. Il lavoro si svolge prevalentemente via skype, in modo da poter essere seguito facilmente dalle proprie sedi di lavoro e residenza.
Fra i progetti previsti per il 2018, il tavolo internazionale continua LIV.IN.G, il progetto sull’internazionalizzazione delle compagnie di spettacolo dal vivo, con il tavolo dei fondi strutturali europei proseguono gli workshop sui fondi strutturali – Pino in Tour – sull’intero territorio nazionale, mentre si sta lavorando ad una nuova ricerca per il tavolo delle idee, un progetto di indagine e approfondimento chiamato LO STATO DELL’ARTE, con lo scopo di far dialogare tra loro le voci più significative della creazione contemporanea italiana negli ambiti del teatro e della danza.
Per il 2018 continueranno anche i servizi speciali riservati solo ai nostri promotori come la newsletter settimanale dedicata alla ricerca di bandi su tutto il territorio nazionale.
Per diventare promotore C.Re.S.Co. è necessario compilare il form sul sito: http://www.progettocresco.it e versare la quota di iscrizione annua (50 € per i singoli operatori, 150 € per le strutture e 500 € per le reti). Ogni promotore è tenuto al rispetto dei nostri Codici Etici pubblicati sul sito.
La forza di C.Re.S.Co. è rappresentata dalla partecipazione attiva di tutti i promotori. Ciascuno, in prima persona, rappresenta il Comitato ed è invitato a prendere parte alle attività interne del Coordinamento secondo le proprie attitudini ed i propri interessi. (foto: assemblea)

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BloomNet® Announces November 2017 Winner of its “Send it Forward” Sweepstakes

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

north carolinaLocal retail businesses embody the heartbeat of towns large and small across America, in many cases serving generations of families. In addition to providing personalized service, among the reasons why local retailers are a vital part of the fabric of their communities is their commitment to giving back.BloomNet®, an international wire service and world-class business solutions provider, proudly celebrates local businesses…in particular retail florists. As a way of underscoring all that flower shops do for their communities and to embrace the spirit of giving, BloomNet created its “Send it Forward” Sweepstakes.When BloomNet Florists sent wire orders through BloomNet between November 1, 2017 and December 31, 2017, they were automatically entered in the Sweepstakes with an opportunity to win a $3,000 donation made by BloomNet to the local charity of the winning florist’s choice. The more orders florists sent the more entries they received into the Sweepstakes.Capturing the Grand Prize as the November 2017 winner of the “Send it Forward” Sweepstakes was Suzanne’s Flowers & Gifts of Granite Falls, North Carolina, owned by Theresa Kiziah. Ms. Kiziah has chosen Whitnel Pentecostal Holiness Church of Lenior, NC to receive the $3,000 donation. BloomNet has also donated floral bouquets valued at up to $500 to be used for local donation to a local rest home. Suzanne’s Flowers & Gifts and their “Cupid Squad” will help share the love within their community by handing out Valentine’s Day Bouquets to residents of the local rest home on February 12, 2018.
“All of us at BloomNet are excited to congratulate Theresa Kiziah as the November Grand Prize winner in our Send It Forward Sweepstakes and we thank all the florists who participated in the Sweepstakes,” said Mark Nance, AAF, President of BloomNet. “Complementing their extraordinary gift for floral artistry and their unwavering dedication to satisfying their customers, BloomNet Florists are among the most caring people to be found anywhere…always eager to give back to the communities they serve.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alpine Investors Partners with EcoInteractive, Appoints Jessie Yu CEO

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

new yorkNew York. Alpine Investors VI, LP and two affiliated funds (collectively, “Alpine”) announced that it has partnered with EcoInteractive, a leading provider of software as a service (SaaS) solution in funding, budget and project management for government transportation and environmental management organizations. Headquartered in Davis, CA, EcoInteractive’s leading edge solution supports diverse government needs and efficiently manages scheduling, documents, maps, environmental risk and regulatory processes by linking regional staff, local agencies, and both state and federal databases. With a strong focus on ease-of-use and increased productivity, EcoInteractive provides real-time, interactive management reports and customizable service packages to guarantee that agencies can reliably access up-to-date project data as their needs change. EcoInteractive has nearly 100% lifetime customer retention and proudly delivers best-in-class customer support, streamlined business processes, and innovative solutions that transform data into integrated quality information.Since 1994, EcoInteractive has achieved success by building a talented team committed to supplying cost-effective and scalable solutions with industry leading performance. “When we decided to bring in a partner to help us accelerate the growth of the business, we knew we’d found something special in Alpine Investors,” said EcoInteractive’s Co-Founder, Michael Legg. “They share our belief that success is founded on working with great people. This partnership enhances our ability to capture the opportunity in front of us and will ensure that we will continue to exceed the high expectations of our customers,” said EcoInteractive’s Co-Founder, Anne Happel.With this partnership, Jessie Yu, part of Alpine’s PeopleFirst program, has joined EcoInteractive as CEO. “I am thrilled and honored to join EcoInteractive and lead us into the next chapter,” said Jessie Yu, CEO at EcoInteractive. “The exceptional team at EcoInteractive has built a strong foundation for growth and together, with Alpine’s support, we will capitalize on the opportunities ahead of us and further enhance the value we deliver to the market and our customers. The future potential for the company is remarkable and the prospect of supporting even more customers in their quest to achieve success is incredibly energizing. This is just the first step into an exciting future.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leslie Gibbs Joins Western Dental as Chief Marketing Officer

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

Los Angeles. Western Dental & Orthodontics, one of the nation’s leaders in accessible, affordable, los angeleshigh-quality oral health care, today announced the appointment of Leslie Gibbs as Chief Marketing Officer.
Ms. Gibbs joins Western Dental with more than 20 years of global brand management success, generating growth for iconic brands in health and beauty, retail optical, non-profit, consumer electronics, and consumer packaged goods, with a proven ability to lead departments and create positive, measurable results. Most recently, she was chief marketing officer for Intoxalock, a national leader in ignition interlock breathalyzer devices based in Iowa. She previously held positions with Digital Branding Partners, Bonne Bell, LensCrafters, and Proctor & Gamble.“Leslie brings extensive knowledge, experience, and leadership skills for our marketing team at a time of rapid growth for our Company,” said Daniel D. Crowley, Chairman and Chief Executive Officer of Western Dental and its affiliate, Brident Dental & Orthodontics. “We have recently completed several acquisitions as part of our growth strategy, becoming a leader in pediatric dentistry in the process, so it’s an exciting time to be here. Leslie will have a great opportunity to define and promote Western Dental as we continue to grow, and we welcome her to our team.”“I’m very pleased to be joining the team at Western Dental and Brident,” said Ms. Gibbs. “It’s exciting to be working with talented people who share a vision of building an integrated dental company – a Dental Home – that provides convenient and affordable access to the best dental care possible.”Ms. Gibbs has a Master of Business Administration from Northwestern University – Kellogg School of Management; a Bachelor of Science in Marketing from Ohio University; and she attended the University of California, Los Angeles, where she studied Digital Marketing and Advertising.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto Lea: cambiano regole per molte esenzioni, disagi per i pazienti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

ministero saluteIl ministero della Salute fa luce sui nuovi livelli essenziali di assistenza con una nota del 7 novembre 2017, esplicativa del decreto Lea, che attiene i compiti dei medici e le nuove esenzioni. Nei pacchetti per i malati cronici, il decreto espunge esami prima esenti quali complemento e clearance della creatinina ma ne aggiunge nuovi (es. densitometria ossea nelle patologie reumatiche). Arriverà un nuovo decreto per fissare la durata minima dell’attestato di cronicità, ma per le nuove patologie inserite nei Lea l’esenzione avrà durata illimitata. Un altro decreto dovrà definire le nuove tariffe degli esami in gravidanza. Le regioni stanno recependo ma segnalano disagi.
L’ipertensione è differenziata in base al danno d’organo. Se c’è, il codice è 0031, se non c’è è 0A31, le Asl dovranno dire agli assistiti di presentare documentazione clinica di danno d’organo. Poi dovranno informare i pazienti con favismo che la patologia, che ha manifestazioni solo acute, è stata esclusa dal gruppo delle anemie ereditarie e non dà più diritto a esenzione. Tra le “esenti” entrano sei nuove cronicità: sindrome da talidomide, osteomielite cronica, patologie renali croniche, rene policistico autosomico dominante, endometriosi moderata e grave, broncopneumopatia cronico ostruttiva moderata, grave e molto grave. Passano da malattie rare a croniche sindrome di Down, celiachia, sindrome Klinefelder e connettiviti indifferenziate; chi è esente mostrerà l’esenzione vecchia finché le Asl non aggiorneranno gli elenchi. Passano da malattie croniche a rare sclerosi sistemica progressiva e miastenia grave. La sindrome di Kawasaki è fatta rientrare nelle affezioni del sistema circolatorio 0A02-0B02-0C02. Per quattro sindromi (Riley Day, Moebius, Schinzel Gladion e Reifenstein) scompare il codice di esenzione e rientrano in nuovo gruppo: le Asl devono convocare gli assistiti e attribuire il codice. Le regioni che hanno attribuito propri codici d’esenzione per malattia rara dovranno uniformarsi ai codici fissati a livello nazionale. In protesica molti dispositivi da “su misura” (elenco 1) passano a “industriali” (elenco 2) e in tal caso si distinguono fra attivabili da tecnico (2° da carrozzine ad apparecchi acustici) o pronti per l’uso (2b, respiratori, passeggini, seggioloni). Gli accertamenti medico legali di invalidità, cecità, sordità civili e della condizione di handicap restano non soggetti a ticket.
Le condizioni di erogazione ora sono limitate a poche prestazioni. Il medico deve inserire il numero di nota specifico e il quesito diagnostico per esteso se prescrive densitometria ossea, laser ad eccimeri per la miopia, radio e adroterapia, indagini genetiche sui tumori (fenotipizzazioni e seno), sulle mutazioni e in vista di trapianti d’organo. Negli altri casi restano le indicazioni di appropriatezza, semplici suggerimenti per i quali le note associate, che sono pure cambiate di numero, non vanno più inserite. Anche lo specialista deve esplicitare il quesito diagnostico e, se servano, nota e condizione di erogabilità; se è libero professionista lo deve fare su ricetta bianca inserendo codice fiscale, numero di iscrizione all’ordine e provincia di riferimento. Nel trascrivere, mmg o pediatra barreranno la casella S di “suggerito”.(Mauro Miserendino in abstract fonte Doctor33) (ministero salute)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I farmaci del 2018: ecco le quattro aree terapeutiche di massimo sviluppo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

Interno farmacia

472659764

Nel 2018 diabete, malattie autoimmuni e oncologiche continueranno a essere grandi aree di interesse da gestire per i dirigenti sanitari, secondo un’analisi pubblicata su “Managed healthcare executive”. Con una varietà di nuovi farmaci ad alto costo, la broncopneumopatia cronico ostruttiva (Bpco) si unirà a formare il gruppo delle prime quattro categorie terapeutiche su cui prestare la massima attenzione. La tendenza prevista per specialità biotecnologie è del 17,7% nel 2018, in calo rispetto al 18,7% del 2017 secondo Segal Consulting. Nonostante il trend sia inferiore, le specialità farmaceutiche hanno comunque consumato un terzo del costo totale dei farmaci nel 2016, con una crescita attesa del 50% entro il 2020. Ecco alcuni degli ultimi sviluppi nelle prime quattro aree terapeutiche per il 2018.
Riguardo al diabete è prevista una futura approvazione (in tutto l’articolo si fa riferimento all’Fda) di Lusduna Nexvue, insulina glargine di Merck, così come della glargine di Mylan, denominata Basalog: in entrambi i casi tutto è subordinato alla risoluzione di controversie brevettuali rispetto a Lantus di Sanofi, già approvata. Quest’ultima azienda ha già ricevuto l’approvazione per Admelog (insulina lispro) che sarà probabilmente disponibile l’anno prossimo. Folta anche la scheda degli agonisti Glp-1. Semaglutide (Ozempic) di Novo Nordisk, con monosomministrazione settimanale, ha appena ricevuto l’approvazione e si affianca nel portafoglio del produttore a liraglutide (Victoza), unum/die. Da ricordare Byetta (exenatide) di AstraZeneca e Trulicity (dulaglutide) di Eli Lilly. È previsto che Pfizer e Merck riceveranno il nulla osta a breve per un nuovo inibitore Sglt-2, ertugliflozin. Poi sono previste le approvazioni per combinazioni atte a ottimizzare sinergicamente l’efficacia: ertugliflozin con metformna o sitagliptin (Januvia) e di Vicotza con insuline basali long-acting come Lantus o Levemir, al fine diridurre l’iperglicemia post-prandiale e l’aumento di peso. Ciò potrebbe aumentare i costi, ma al contempo vi sarebbe un migliore controllo glicemico e una più efficace prevenzione dell’infarto.
L’oncologia è una categoria terapeutica fertile, con 15 farmaci approvati nel 2017. Molte terapie breakthrough per il cancro – in primis le immunoterapie come gli inibitori del Pd-1 e la strategia CAR T – sono in continuo arrivo sul mercato. Aumenteranno le approvazioni per farmaci assunti per os (il 40% di quelli in pipeline). Inoltre, facendosi largo la medicina personalizzata in questo settore, molti farmaci saranno corredati da test farmacogenetici per identificare i candidati appropriati al la terapia. Va aggiunto che se finora l’immunoterapia si è focalizzata esclusivamente sul cancro, è certo che vi sanno estensioni di indicazione con questo approccio per patologie non oncologiche. A novembre l’Fda ha introdotto una policy globale per lo sviluppo e la supervisione di prodotti di medicina rigenerativa che potrebbe contribuire a stimolare lo sviluppo di trattamenti che coinvolge le cellule e tessuti umani, compresa la terapia genica, per ora molto costose. Nell’agosto 2017, la Fda ha approvato la prima terapia genica, Kymriah (tisagenlecleucel), una terapia CAR T di Novartis per il trattamento di alcuni pazienti pediatrici e giovani adulti con una forma di leucemia linfoblastica acuta che hanno recidivato almeno due volte o non rispondono più ai trattamenti standard, ma anche se uno studio multicentrico indica un tasso di remissione complessivo dell’83% entro tre mesi di trattamento, il prezzo è per ora molto elevato. Una seconda terapia CAR T, Yescarta (axicabtagene ciloleucel) da Kite/Gilead, ha seguito le orme di Kymriah, con l’approvazione nel mese di ottobre 2017. È indicato per pazienti adulti con forme recidivate o refrattarie di linfoma non-Hodgkin con un’unica infusione. Un terzo farmaco CAR T che potrebbe essere approvato nella seconda metà del 2018 come trattamento di seconda linea per una forma di linfoma non-Hodgkin. Ci si aspetta che Kymriah acquisisca questa estensione nella seconda metà del 2018. Cemiplimab di Sanofi e Regeneron , una terapia breakthrough nello sviluppo per il trattamento di adulti con carcinoma cutaneo a cellule squamose localmente avanzato, non resecabile o metastatico (CSCC), dovrebbe essere il prossimo inibitore PD-1 inibitore a essere approvato nel seconda metà del 2018.
Passando alle patologie autoimmuni, Tremfya (guselkumab) di Janssen è un biologico di una nuova classe di farmaci che inibisce l’interleuchina-23 (IL-23), approvato nel luglio 2017 per gli adulti con psoriasi a placche da moderata a grave. Tremfya potrebbe essere approvato per un’estensione di indicazione nell’artrite psoriasica. Altri inibitori di IL-23 nella pipeline includono il tildrakizumab di Sun Pharmaceuticals, che dovrebbe essere disponibile entro il marzo 2018, e il risankizumab di AbbVie e Boehringer Ingelheim, che potrebbe essere approvato nel 2019. Baricitinib è il nuovo inibitore della chinasi Janus (Jak) di Incyte/Eli Lilly. Il trial controllato RAa-Beam ha dimostrato che baricitinib, che richiede solo una dose giornaliera, è superiore a Humira nel migliorare segni e sintomi nei pazienti con artrite reumatoide (Ar). Anche AbbVie ha un inibitore della JAK, upadacitinib, che può essere approvato per Ar nel 2019.Infine, circa la Bpco, è prevista l’imminente approvazione di Sun-101 di Sunovion (soluzione nebulizzata di glicopirrolato), è un antagonista muscarinico a lunga durata d’azione (Lama), che consente una rapida somministrazione del prodotto. AstraZeneca/Pearl stanno inoltre progettando un nuovo prodotto per la Bpco, un Lama inalato due volte al giorno. Si ipotizza che il maggiore impatto sul mercato nel 2018 potrebbe venire dall’introduzione del primo generico di Advair Discus, un corticosteroide a lunga durata d’azione, beta-agonista inalatorio. Il prodotto Sandoz è attualmente in fase di revisione Fda insieme ai generici di Advair di Mylan e Hikma/ Vectura, attesi dalla metà del 2018 in poi. AstraZeneca inoltre è in attesa di approvazione di Daxas (roflumilast), che contrasta l’effetto di un enzima che contribuisce all’infiammazione. Nel novembre 2017, la società ha anche ricevuto l’approvazione per Fasenra (benralizumab), contro l’asma grave eosinofilo. (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Non c’è pace per la sanità del Lazio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

regione lazio“Nonostante Zingaretti come Pinocchio Renzi continui a dire che tutto va bene e migliora. I cittadini fanno i conti con liste d’attesa infinite ma soprattutto un livello di insicurezza preoccupante. Abbiamo più volte denunciato in passato la presenza di sbandati, a volte anche tossicodipendenti che usano le zone più recondite degli ospedali per i propri comodi. Le situazioni di emergenza la mancanza di sicurezza dipendono fondamentalmente dalla carenza di personale e da un mancato controllo. Tantissimi medici e infermieri soprattutto del pronto soccorso sono degli eroi perché in pochi riescono a gestire, con turni massacranti, interi reparti. Sono spesso abbandonati al loro destino dall’azienda ospedaliera o dall’Asl senza mai premiare la loro grande professionalità. Abbiamo inoltre segnalazioni di cittadini e operatori sanitari di intere aree degradate, dall’ospedale Sandro Pertini fino al San Camillo. Abbiamo anche presentato diverse interrogazioni su questa situazione diffusa e pericolosa per cittadini e personale che sempre più spesso denunciano aggressioni e violenze. Per non parlare dei posti letto insufficienti rispetto alle necessità, e addirittura dei problemi strutturali, come le infiltrazioni d’acqua nei locali degli ospedali nonostante i fondi del giubileo. Questa è la Sanità di Zingaretti che una volta conquistata la Regione Lazio ci impegneremo a risanare”. Lo dichiara Fabrizio Santori consigliere regionale di fratelli d’Italia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jazz On Movie… & Altro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

zabriskie-pointPalermo giovedì 18 gennaio alle ore 20.30 al Real Teatro Santa Cecilia Piazza Santa Cecilia n. 5 il mito della rivoluzione e dell’amore libero che divampò nell’America degli anni Settanta, visto dagli occhi poetici e sofisticamtamente europei dell’indimenticabile regista Michelangelo Antonioni è Zabriskie Point. Ancora un importante appuntamento  per la rassegna cinematografica realizzata dalla Fondazione The Brass Group, Jazz On Movie …& Altrocon la direzione artistica di Mario Bellonecon ospite Dario Oliveri e presentazione,  interventi e clip a cura di Gigi Razete. Con Paul FixRod TaylorMark FrechetteDaria Halprin e Bill GarawayZabriskie Point si inserisce nel filone dei cult-road movies degli anni 70; gli anni della contestazione di unintera generazione ai valori portanti di quelle società: carriera, denaro, affermazione sociale. E’ a pieno titolo un film che ha fatto epoca, come lo furono Easy Rider, Un uomo da marciapede, Punto Zero,  ed altri film che esaltano i valori che più contraddistinguevano la generazione post bellica: la libertà‘, l’amicizia ed il vero amore. In tutti questi film il ruolo del contatto con la natura è determinante. In tutti questi film i protagonisti sognano e si realizzano pienamente in un contesto extra-urbano, simbolo del condizionamento e dell’oppressione dei valori di una società volta al profitto ed al denaro, profondamente lontana dall’etica giovanile di quel periodo. I valori che trasmettono sono contemporaneamente positivi ed utopistici, impossibili da realizzare, circoscritti in un contesto irreale. Accolto con pareri discordanti (la critica statunitense non gradì l’allegoria della ribellione al sistema capitalistico), il film si è comunque radicato nell’immaginario cinematografico grazie a scene memorabili come quella dell’amore collettivo nel deserto della Valle della Morte in Arizona (dove è realmente ubicato lo Zabriskie Point) e dell’esplosione al rallentatore della villa e, in particolare, alla colonna sonora commissionata ai Pink Floyd e Jerry Garcia dei Greatful Dead e contenente anche canzoni dei Rolling Stones, John Fahey, Kaleidoscope, Patti Page e Roy Orbison.    
Biglietti da euro 5 per la platea a 4,00 per la galleria incluso i diritti di prevendita. Sconti particolari verranno effettuati per gli studenti. (foto: Zabriskie Point)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I principali rischi aziendali a livello globale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

allianzPuntano alla spina dorsale dell’economia connessa e, quando colpiscono, possono mettere a repentaglio il successo, o addirittura l’esistenza, di aziende di ogni dimensione e settore. Secondo l’Allianz Risk Barometer 2018 realizzato da Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS), i principali rischi aziendali a livello globale sono rappresentati dalla Interruzione di attività (n°1 con il 42% delle risposte / n°1 nel 2017) e dai Rischi informatici (n°2 con il 40% delle risposte, in aumento rispetto al 3° posto nel 2017). Anche le maggiori perdite dovute alle Catastrofi naturali (n°3 con il 30% delle risposte, in aumento rispetto al 4° posto del 2017) sono una preoccupazione crescente per le aziende, con il 2017 che si è distinto come anno peggiore; questo ha anche fatto sì che il Cambiamento climatico/aumentata instabilità metereologica (n°10) si collochi per la prima volta tra i primi 10 rischi più importanti. Mentre, l’impatto del rischio delle Nuove tecnologie (n°7 nel 2018 / n°10 nel 2017) è uno di quelli in maggior crescita, in quanto le aziende riconoscono che innovazioni come l’intelligenza artificiale o la mobilità autonoma potrebbero creare in futuro nuove responsabilità e perdite su larga scala, così come le opportunità. Al contrario, le imprese sono meno preoccupate degli Sviluppi del mercato (n°4 nel 2018 / n°2 nel 2017) rispetto a 12 mesi fa.Sono questi i principali risultati del settimo Allianz Risk Barometer, pubblicato ogni anno da Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS), che per il 2018 si basa sull’analisi di ben 1.911 esperti di rischio provenienti da 80 Paesi.“Per la prima volta, l’interruzione di attività e il cyber risk hanno la stessa importanza secondo quanto emerge dall’Allianz Risk Barometer, e questi rischi sono sempre più interconnessi”, afferma Chris Fischer Hirs, CEO di AGCS. “Che si tratti di attacchi come WannaCry, o più frequentemente di guasti di sistema, gli incidenti informatici sono oggi una delle principali cause di interruzione di attività per le aziende collegate in rete, i cui principali asset sono spesso i dati, le piattaforme di servizio o i loro gruppi di clienti e fornitori. Tuttavia, i gravi disastri naturali dello scorso anno ci ricordano che l’impatto dei pericoli dell’ambiente o del clima non dovrebbe essere sottovalutato. I risk manager dovranno affrontare in futuro un ambiente estremamente complesso e imprevedibile, caratterizzato sia dai rischi aziendali tradizionali che dalle nuove sfide tecnologiche”.
Anche in Italia il rischio più temuto dalle aziende si conferma l’Interruzione di attività, indicato dal 51% (in crescita rispetto al 36% della precedente rilevazione). Al secondo posto troviamo i Rischi informatici, che con il 38% guadagnano ben due posizioni, seguiti dalle Catastrofi naturali (30%). Il Danno reputazionale o d’immagine, che passa dalla 10a alla 4a posizione nel 2018, è invece il rischio in maggior crescita.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un’opera unica di Aldo Turchiaro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

aldo turchiaro1Roma Mercoledì 17 gennaio 2018, ore 19.00 Bibliothè Contemporary Art per la rassegna “UNUM” di Francesco Gallo Mazzeo – Un’opera unica di Aldo Turchiaro che Roma Capitale renderà omaggio alla storia, alla cultura e alle opere di un calabrese illustre che sarà presente all’attesa iniziativa. Autori dei testi: Francesco Gallo Mazzeo, storico dell’arte e Marcia Theophilo, “la Poetessa dell’Amazzonia”, nota per aver ricevuto ben due nomination al premio Nobel per la Letteratura.
Aldo Turchiaro è nato nel 1929 a Celico (Cosenza), ai margini del bosco Silano, a pochi metri dalla casa natia dell’Abate Gioacchino da Fiore.
Inizia a dipingere nel 1942/43 con gli acquerelli e i colori ad olio e si ispira alle opere di Carrà e De Chirico. Dall’anno ’49 si avvicina all’espressionismo Guttusiano. Lo stesso anno segna l’inizio dell’esposizione delle proprie opere. Nel 1950 a Roma conosce Renato Guttuso, con il quale instaura un rapporto fraterno di amicizia e di stima reciproca. Dall’anno ’51 frequenta attivamente il suo studio aldo turchiarodi Villa Massimo ove, ha modo di conoscere i principali artisti e i personaggi più influenti della cultura. Nel 1953 è coinvolto direttamente, insieme al personale della Galleria Nazionale, all’allestimento della mostra di Pablo Picasso. Nel ’54 illustra una pregevole raccolta di poesie: “E’ fatto giorno” di Rocco Scotellaro con prefazione di Carlo Levi. Nel’55 è alla VII Quadriennale di Roma. Nel ’60 espone alla Galleria Elmo. Espone nel 62 e nel 74 a “La Nuova Pesa” di Roma. Nel 71 Turchiaro e Alberto Moravia arricchiscono il secondo album discografico del cantautore livornese Piero Ciampi. Nel ’75 ad Aldo Turchiaro, in quel di Firenze, viene attribuito il prestigioso premio “Il Fiorino”. Nel ’80 espone alla rinomata Galleria Ca D’oro in via del Babuino a Roma. E’ premio Sulmona nel 2003. Turchiaro è stato docente presso le Accademie delle belle Arti prima nella città di Firenze, poi a Brera Milano e infine a via di Ripetta a Roma. (foto: aldo turchiaro)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I carabinieri possono iscriversi all’associazione Unforced

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

carabinieriCon la sentenza n. 409 del 2018 la sezione I bis del TAR Lazio ha annullato il provvedimento del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri con il quale era stata negata l’autorizzazione all’Associazione UNFORCED costituita in larga parte da carabinieri ex forestali. Ficiesse accoglie con profonda soddisfazione la decisione del TAR Lazio ed esprime le più vive congratulazioni agli esponenti ed ai soci di UNFORCED, con l’augurio che questa nuova realtà associativa possa divenire presto un forte ed autorevole soggetto nel panorama delle organizzazioni civiche del comparto, sempre illuminato dall’obiettivo di aprire al pieno diritto di associazione e negoziazione nel mondo delle polizie militari e delle forze armate in generale.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione della Nuova Dichiarazione di Intenti del CISP

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

AnsaRoma 18 GENNAIO 2018 (ore 10,00-12,30) Sala Stampa Estera, Via dell’Umiltà 83/c. In occasione della presentazione della Nuova Dichiarazione di Intenti del CISP- Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli, è stato organizzato un incontro stampa per confrontarsi con alcuni dei protagonisti del CISP, provenienti da Colombia, Libano, Bosnia Erzegovina, Italia, Etiopia, Niger e Somalia. Saranno loro araccontare le storie delle persone, dei progetti e dei contesti nei quali operano. La conferenza stampa è in programma giovedì 18 gennaio 2018 alla Sala Stampa Estera, Via dell’Umiltà 83/c, dalle ore 10. L’incontro stampa – moderato dalla giornalista del Tg2 Daniela de Robert – sarà l’occasione per confrontarsi con alcuni dei protagonisti del CISP. Media partner dell’iniziativa è l’agenzia di stampa ANSA. Interverranno all’incontro:
Paolo Dieci – Presidente CISP
Melvyn Teni Cu – Rappresentante Paese Guatemala
Ciro d’Acunzo – Area Manager Sud Libano
Jasmina Ovčina – Rappresentante Paese Bosnia-Erzegovina
Giordana Francia- Direttrice Unione Europea e Italia
Tewodros Hailu – Program Manager CISP Etiopia
Marta Abbado – Rappresentante Paese Niger
Francesco Kaburu – CISP Somalia Oggi il CISP è operativo in più di 25 paesi. Trenta rappresentanti del CISP si ritroveranno a Roma dal 17 al 19 gennaio 2018 nella Conferenza organizzativa dell’associazione durante la quale sarà approvata la Nuova Dichiarazione di intenti, scritta tramite un lungo confronto “a 500 mani”. Le mani degli operatori che si preparano ad una nuova fase di attività con alle spalle un ricco patrimonio di esperienze. La Nuova Dichiarazione di intenti del CISP ha come quadro di riferimento l’Agenda 2030 sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorso di selezione dei borsisti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

Villa Medicis, Rome.L’Accademia di Francia a Roma lancia il concorso di selezione per i borsisti per l’anno 2018-2019. Le residenze avranno una durata di 12 mesi, a partire da settembre 2018. Il concorso è rivolto ad artisti e ricercatori maggiorenni di tutte le nazionalità, che abbiano un’ottima conoscenza della lingua francese. Per questa selezione, l’Accademia di Francia a Roma offre un massimo di 16 borse comprendenti un assegno mensile, un alloggio e un atelier o uno spazio di lavoro. Le candidature possono essere presentate fino alle ore 12 del 5 febbraio 2018 iscrivendosi sulla pagina dedicata al concorso: https://villamedici. achatpublic.com.
La giuria per la selezione dei borsisti 2018-2019, i cui membri sono nominati dalla ministra della Cultura francese, è composta da: Muriel Mayette-Holtz, direttrice dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici; Thierry Tuot, presidente del consiglio di amministrazione dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici; Régine Hatchondo, direttrice generale per le arti visive presso il ministero della Cultura (DGCA); Valérie da Costa, storica dell’arte e critica d’arte; Yannick Haenel, scrittore; Michaël Levinas, pianista e compositore; India Mahdavi, architetto e designer; Mathilde Monnier, coreografa; Fabrice Hyber, artista visivo.
I candidati possono postulare per tutte le discipline della creazione artistica e dei mestieri d’arte, oltre che in storia dell’arte e restauro. I candidati devono aver compiuto 18 anni entro il 5 febbraio 2018.I candidati devono potersi esprimere in francese, non ci sono criteri di nazionalità.
La selezione è rivolta a persone inserite nella vita professionale.
I candidati devono necessariamente presentare un progetto dettagliato indicando le motivazioni del soggiorno, i temi di ricerca e la natura dei lavori che desiderano realizzare durante la residenza. Il progetto deve essere dattilografato in lingua francese, PDF, e non superare le 10 pagine e 2Mb.
I candidati possono presentare un progetto collettivo. In tal caso, ad ognuno verrà aggiudicata una borsa di studio erogata mensilmente dall’Accademia di Francia a Roma -Villa Medici.
Per maggiori informazioni sulle domande di candidatura: http://www.villamedici.it (Residenze > Borsisti > Il concorso) (foto: Villa Medici_Loggia)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arte, storia, memoria 1938-2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

de caninoROMA, giovedì 25 gennaio 2018, ore 17.30 (25 gennaio – 1 febbraio 2018) Galleria d’arte La Nica – Viale Mazzini 1 si inaugurerà la mostra del maestro Georges de Canino dal titolo Kaddish – Arte, storia, memoria – 1938-2018 presso la Galleria d’arte La Nica nello spazio espositivo dell’Associazione Plus Arte Puls di Viale Mazzini 1. In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio, la direttrice Maria Vittoria Marchetta e le curatrici Cristina Liscaio e Francesca V. Scazzocchio hanno voluto realizzare una mostra volta a commemorare la Shoah. Il progetto iniziale si è concretizzato in una personale dell’artista Georges de Canino, nella quale vengono presentate al pubblico 30 opere inedite. Trattasi in particolare di riporti fotografici su tela con interventi di acrilico e matita, che voluti fortemente senza telaio dall’artista saranno esposti direttamente sulle pareti dello spazio espositivo. Il catalogo della mostra a cura di Cristina Liscaio e Francesca V. Scazzocchio ed edito da Grafiche Turato Edizioni, con testi di importanti esponenti istituzionali del mondo ebraico e della società civile, sarà disponibile in galleria. (foto: de canino)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »