Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘abbonamento’

Uscita in edicola del nuovo Sole 24 Ore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Martedì 5 giugno, nonostante che il prezzo è stato aumentato di 0,50€. il nuovo sole 24 ore ha riscosso un grande interesse conquistando nuovi lettori, che hanno incrementato le vendite edicola Italia del + 40% rispetto a martedì della settimana precedente. Vendite che si sono assestate ad un +12% medio nei giorni successivi.Ottimi risultati anche sul fronte abbonamenti, la promozione “blocca il prezzo”, ad un mese dal lancio, ha generato oltre 7.000 abbonamenti singoli tra le tre formule di abbonamento carta, digitale, carta+digitale, di cui oltre 1.700 nuovi.La campagna promozionale che aveva già registrato significativi risultati nelle settimane antecedenti il lancio, tanto da far decidere per il prolungamento fino al 14 giugno, nella settimana successiva al lancio ha registrato risultati ancor più significativi.“Siamo davvero molto soddisfatti che i lettori abbiano apprezzato il gran lavoro di tutta la redazione – tra giornalisti, grafici e area di preparazione – per cambiare e innovare il quotidiano e farlo diventare ancora di più strumento di lavoro per tutte le categorie professionali e insieme offrire una bussola autorevole nel mare delle fake news. E’ risultato molto gradito il dorso unico e il giornale ricompattato su Economia&Imprese e Finanza&Mercati. Apprezzata anche la nuova formula del weekend che propone una lettura diversa fatta di analisi, curiosità e passioni con le nuove pagine .lifestyle” dichiara Guido Gentili, Direttore del Sole 24 Ore e Direttore Editoriale del Gruppo 24 ORE e aggiunge: “Con l’edizione del Lunedì totalmente rinnovata, con L’esperto risponde in formato tabloid e la nuova Guida Pratica, chiudiamo il ciclo delle novità. Abbiamo creato anche nuove pagine settoriali con cadenza settimanale e nuovi contenuti redazionali per continuare a stare al fianco dell’economia italiana in maniera puntuale e utile alle esigenze degli imprenditori e dei manager di oggi”.“Questi numeri sono motivo di grande soddisfazione e dimostrano che quando si fanno le cose per bene, pensando alle esigenze dei lettori, i lettori rispondono. Questa settimana stiamo pianificando diverse attività volte a far provare il nuovo Sole 24 ORE e nelle prossime inizieremo a comunicare le nuove verticalità che caratterizzano il nuovo ed esclusivo palinsesto editoriale settimanale”, afferma Massimo Colombo, Direttore Generale Commerciale del Gruppo 24 ORE. “Voglio approfittarne per ringraziare la forza vendite insieme al marketing e alla produzione per il grande gioco di squadra di questi ultimi mesi e soprattutto i lettori e i clienti pubblicitari che ci hanno scelto dandoci la loro fiducia.” (foto: direttore gentili)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cosa fare per “recedere dal contratto”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2010

“Sono sempre più numerosi gli utenti che si stanno rivolgendo alla nostra Unione chiedendoci aiuto perché tempestati da e-mail di sollecito di pagamento provenienti dal sito ‘easy download’”. E’ quanto rende noto Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC). “Al semplice inserimento del proprio nome e del proprio indirizzo e-mail sul sito http://www.easy-download.com -spiega Dona- iniziano ad arrivare all’utente una serie di mail dove si dichiara che si è concluso un contratto di servizio per un abbonamento di 24 mesi a pagamento anticipato anno per anno. Il passo successivo è la richiesta di pagamento, seguita da intimidazioni, basando la pretesa sulla ormai decorrenza del termine di legge di dieci giorni per il recesso”.
“In realtà -incalza Dona- la normativa vigente in materia di contratti a distanza obbliga la società ad inviare idonea informativa per iscritto al consumatore per metterlo a conoscenza dei dati dell’imprenditore, degli estremi del contratto ed, in particolare,  di termini e modalità per l’esercizio del diritto di recesso. Inoltre, per ‘recedere’ dal (presunto) contratto basta inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede legale della società (Easy Download – Euro Content Ltd. – Quirinsstr. 8 – D-60599 Frankfurt am Main p.c.) e per conoscenza alla nostra Unione Consumatori.  Infatti il termine legale di dieci giorni si riferisce alla situazione in cui il professionista abbia adempiuto agli obblighi informativi  previsti dalla legge, ma dalle molte segnalazioni che sono pervenute ai nostri sportelli pare evidente che questo onere non è stato rispettato”. “Da parte nostra -conclude il Segretario generale- abbiamo depositato una segnalazione all’Autorità Antitrust e alla Polizia Postale. Per avere maggiori informazioni e seguire gli sviluppi della vicenda invitiamo gli utenti a visitare il sito http://www.consumatori.it, ricordando ad ogni modo che  qualora si voglia effettuare un download di un programma open source (cioè gratuito), è bene avvalersi esclusivamente dei siti ufficiali”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizio europeo unico di pedaggio stradale

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2009

La Commissione europea ha adottato una decisione che stabilisce le specifiche e i requisiti tecnici essenziali necessari per il lancio di un Servizio europeo di telepedaggio (EETS) che consentirà agli utenti della strada di pagare facilmente i pedaggi in tutta l’Unione europea (UE) grazie ad un abbonamento stipulato con un prestatore di servizi e un’apparecchiatura di bordo unica. Lo EETS sarà disponibile su tutte le infrastrutture nell’intera Comunità come autostrade, gallerie e ponti dove il pedaggio può essere pagato utilizzando un’apparecchiatura di bordo. Lo EETS ridurrà quindi le operazioni di pagamento in contanti ai caselli dei pedaggi, migliorando il flusso di traffico e riducendo la congestione.  Il Vice presidente della Commissione europea, Antonio Tajani, responsabile dei trasporti, giudica questa decisione il miglioramento più importante per i conducenti dopo la soppressione dei controlli alle frontiere, dichiarando che “il Servizio europeo di telepedaggio consentirà agli utenti della strada di pagare facilmente i pedaggi in tutta l’Unione europea grazie ad un unico abbonamento stipulato con un prestatore di servizi e un’apparecchiatura di bordo unica”.  La decisione della Commissione adottata oggi stabilisce inoltre i diritti e gli obblighi dei gestori che impongono i pedaggi, dei prestatori di servizi e degli utenti. Gli utenti potranno sottoscrivere un abbonamento con il prestatore di servizi di loro scelta. I gestori dei pedaggi comunicheranno gli importi dovuti ai prestatori di servizi, che li fattureranno agli utenti. I pedaggi pagati tramite il sistema EETS non possono essere superiori ai corrispondenti pedaggi nazionali o locali.  Lo EETS sarà disponibile entro tre anni per tutti i veicoli stradali di peso superiore a 3,5 tonnellate o che possono trasportare più di nove passeggeri, incluso il conducente. Esso sarà inoltre disponibile per tutti i tipi di autoveicoli entro cinque anni.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

RAI: canali criptati

Posted by fidest press agency su sabato, 29 agosto 2009

Adiconsum in una lettera al presidente dell’Agcom, Corrado Calabrò, sollecita un intervento dell’Autorità per rispondere ai numerosi reclami dei consumatori impossibilitati a vedere i canali televisivi della Rai e degli altri operatori nazionali. Il problema è esploso con l’uscita della Rai dalla piattaforma Sky. Numerosissime erano, infatti, le famiglie che potevano seguire tutti i programmi Rai, anche quelli criptati, attraverso la piattaforma di Sky. Oggi queste famiglie che hanno pagato un canone alla Rai e un abbonamento a Sky si vedono costrette a spendere ulteriori 100 euro per un nuovo decoder che ancora non è in commercio. Ma a Calabrò Adiconsum pone un secondo problema ancora più grave. Una delibera della stessa Autorità garantiva ai cittadini la visione con un solo decoder di tutti i canali in chiaro e criptati (216/00/Cons). Resta incomprensibile perché questa direttiva sia disattesa, o meglio, venga applicata solo per la piattaforma terrestre, ma non per quella satellitare. La direttiva sullo switch-off rende il problema ancora più grave, poiché l’alternativa di vedere le trasmissioni sul tradizionale analogico non sarà più possibile. Per Adiconsum il consumatore deve continuare a poter vedere tutti i canali televisivi con il decoder già in possesso senza essere costretto a comprare nuovi decoder e ciò è possibile se l’Autorità attua la sua stessa delibera. Oscurare i programmi del servizio pubblico significa venir meno al vincolo del servizio universale. Pertanto Adiconsum nella lettera inviata a Calabrò chiede il ripristino della situazione antecedente al 31 luglio u.s., prima cioè dell’inizio delle trasmissioni della nuova piattaforma TivùSat e la convocazione del tavolo con le associazioni consumatori.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »