Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘abitativo’

Roma Capitale per superare il disagio abitativo

Posted by fidest press agency su sabato, 29 luglio 2017

casaAffrontare il disagio abitativo presente nella Capitale, offrendo sostegno alloggiativo a circa 6.000 famiglie in tre anni. Potenziare lo scorrimento delle graduatorie per dare risposta a quanti attendono da troppo tempo di vedersi assegnato un alloggio di Edilizia residenziale pubblica (Erp). Chiudere i Centri di assistenza alloggiativa temporanea (Caat) entro il 2018 mettendo fino allo spreco di risorse pubbliche per potenziare le forme di sostegno economico ai nuclei familiari. Svuotare le occupazioni abusive ripristinando la legalità senza penalizzare coloro che hanno diritto all’assistenza. Predisporre strumenti per tutelare sempre i soggetti in condizione di fragilità sociale. Sono i contenuti della strategia #CasaRoma, messa a punto dall’amministrazione capitolina mediante due delibere presentate dall’assessore al Bilancio, Patrimonio e Politiche abitative Andrea Mazzillo e dall’assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Laura Baldassarre, approvate ieri dalla Giunta: le Linee guida per un Piano di azione per il disagio abitativo e il nuovo Servizio di assistenza e sostegno socio alloggiativo temporaneo (Sassat) per il diritto all’abitare delle persone in condizione di fragilità sociale.Con CasaRoma il Campidoglio punta a dare assistenza abitativa a circa 6.000 famiglie entro il 2019. Tale risultato è raggiungibile con una serie di strumenti diversificati, che prevedono un sostegno economico per la locazione sul mercato privato o l’assegnazione di nuove abitazioni:
Buono casa e sostegno fragilità: 1.400 famiglie
Scorrimento graduatorie Erp: 1.200 assegnazioni
Frazionamenti immobili Erp: 1.200 alloggi
Contributo all’affitto: 1.000 nuclei familiari
Nuove abitazioni: acquisizione di 600 unità
Autorecupero: 400 alloggi
Beni sequestrati e confiscati alla criminalità: 300 abitazioni
I soggetti destinatari delle azioni previste dalle linee guida appartengono a due categorie: coloro che hanno presentato domanda per un alloggio Erp, avendone i requisiti, sia che si trovino in graduatoria o meno; i soggetti in condizioni di fragilità o precarietà economica (famiglie in condizioni di povertà, famiglie con disoccupati o a basso reddito, ceto medio impoverito). Per reperire le risorse necessarie all’implementazione del Piano di azione si farà affidamento su tutti i finanziamenti nazionali e comunitari attivabili, sulla valorizzazione e cessione di immobili e aree di proprietà comunale, sulla riduzione degli affitti passivi ora pagati dall’amministrazione per le sedi istituzionali, gli alloggi Erp e i Caat. Attualmente sono a disposizione circa 35 milioni di euro l’anno che il Campidoglio eroga per il Buono Casa, la locazione dei Caat e il Contributo all’affitto. A questi si aggiungono i 40 milioni di euro recentemente stanziati dalla Giunta regionale del Lazio in attuazione del Programma straordinario per l’emergenza abitativa: 30 milioni sono destinati al reperimento di nuove abitazioni e 10 milioni per interventi di autorecupero edilizio nel complesso dell’ex Ipab San Michele.
Il Piano di azione dovrà prevedere un censimento puntuale degli alloggi non utilizzati o abbandonati, dei beni confiscati e sequestrati alla criminalità accessibili e degli immobili inseriti nei Piani di Zona.
Una Cabina di regia con i Dipartimenti coinvolti e i Municipi interessati si occuperà dell’attuazione e del monitoraggio del Piano. Grande attenzione sarà rivolta alla possibilità di utilizzare immobili del patrimonio disponibile e indisponibile di Roma Capitale e beni confiscati alla criminalità: entro il 30 ottobre 2017 si dovrà predisporre una mappatura degli immobili, con le stime economiche degli interventi manutentivi necessari a renderli abitabili.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migliorare il benessere abitativo

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 settembre 2010

Lugo 9 settembre p.v. alle ore 12, presso la Sala Giunta del Comune di Lugo, 7 imprese del territorio, presenteranno il loro progetto in Conferenza Stampa e saranno disponibili ad incontrare i consumatori e a dialogare con loro sui temi del risparmio energetico relativo alle abitazioni durante la Fiera biennale dell’artigianato di Lugo, dall’11 al 19 settembre, all’interno di uno stand dedicato, che verrà costruito proprio per “far toccare con mano” cosa significa realizzare edifici capaci di migliorare il benessere abitativo e la qualità della vita.
Nasce in Romagna il progetto di 7 aziende che hanno maturato negli anni un’ampia esperienza sul campo e un nuovo modo di fare edilizia, con l’obiettivo comune di riuscire a costruire spazi abitativi di qualità, attraverso l’utilizzo di tecnologie e particolari tecnici studiati nei minimi dettagli – come la scelta dei materiali, le soluzioni ingegneristiche ed impiantistiche più all’avanguardia – per ottenere una riduzione dei costi legati alla dispersione energetica, spazi abitativi e lavorativi sicuri.  Le 7 imprese hanno deciso di lavorare insieme per comunicare ai consumatori che il recupero energetico ed il benessere abitativo sono possibili, dipendono anche dall’uso intelligente delle risorse e dei materiali. Una sfida importante questa, poiché il concetto di risparmio energetico e della qualità  abitativa non appartengono ancora pienamente al nostro patrimonio culturale. 7 imprese guidate dal desiderio comune di un lavoro altamente professionale e per realizzare un’intera abitazione senza sprechi: dal tetto agli infissi, dalle installazioni elettriche alle pitture e agli impianti termoidraulici, dal cartongesso alle mura.
Le sette imprese sono: Home per le costruzioni a secco in cartongesso, Lectron per le installazioni elettriche, SL Venturini per la bioedilizia, Martini Legnami per le strutture in legno, Rustichelli Color per le pitture naturali e i materiali isolanti, GZ Gentilini e Zappi per gli impianti termoidraulici, TBT2 per gli infissi, Compagnia delle Opere di Ravenna e Ferrara come coordinamento dell’iniziativa.
Il 15 settembre p.v. alle ore 16 presso il Teatro Rossini di Lugo ci sarà un Convegno dal titolo Energia e Habitat: più del semplice abitare, al quale sono invitati a relazionare il Dott. Peter Erlacher, Certificatore per il Sistema di Qualità Sudtiroler Holzhaus dell’APA di Bolzano e l’Arch Monica Cesari, Urbanista e Dirigente del Settore Territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Aprirà il convegno il Dott. Raffaele Cortesi, Sindaco di Lugo e concluderà l’Ing. Antonio Pezzi, Sindaco di Cotignola e referente per lo sviluppo del territorio dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna. L’Ing. Alberto Pezzi professionista nel settore delle costruzioni e vice Presidente della Compagnia delle Opere di Ravenna e Ferrara modererà l’iniziativa. http://www.energiaehabitat.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: disagio abitativo

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2010

Lettera al direttore. Abbiamo appena appreso, dal TG Regionale, con molto piacere che oggi Alemanno insieme a Corsini e Antoniozzi hanno dato il via a due appalti per la costruzione di un totale di circa 3000 e rotti nuovi alloggi – che verranno affittati a circa 6,… euro mq – da destinare a chi non percepisce alcun reddito, ai precari, alle giovani coppie, alle famigle con portatori di handicap etc. etc. A conti fatti una casa di circa 60 mq, ha detto la giornalista del TG regionale, costerà all’inquilino intorno ai 400/500 euro; il tutto per un impiego ha detto Alemanno di circa un miliardo di euro; dice Alemanno che questo fantastico progetto sarà senz’altro ripreso da molte altre amministraziopni e allora perché Sig. Primo Cittadino di Roma questi poveracci degli  inquilini degli Enti, Casse e Fondazioni con la Sua consapevolezza e con il Suo placet vengono perseguitati da mesi? Sta dando il via alla costruzione di 3000 nuovi alloggi, una goccia nel mare del disastro abitativo di Roma, con tanto clamore e a noi “INVISIBILI” che oggi stiamo perdendo la casa l’unica certezza per gente che rientra a tutti gli effetti in quelle stesse categorie che sta decidendo di proteggere quando saremo sfrattati dove ci metterà? (lettera firmata)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »