Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘abolizioni’

Renata Polverini a “La Zanzara”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 gennaio 2012

English: Renata Polverini, italian trade union...

Image via Wikipedia

Renata Polverini alla Zanzara su Radio 24: “Cota, Zaia e Maroni molto diversi da parlamentari della Lega.” “Cosentino? Gravissime le cose che si leggono. Nel Pdl purtroppo c’è di tutto”- “Alemanno sbaglia sulla Lega, in politica mai dire mai.” “Vitalizi agli assessori? Ho fatto bene” “Io sono un po’ meno contenta della fine dell’alleanza con la Lega. Se guardo l’atteggiamento di alcuni parlamentari della Lega che hanno nei confronti di Roma, sono molto preoccupata e perplessa. Bossi dice tutto e il contrario di tutto. Abbiamo tentato di superare queste divisioni ma è chiaro che la Lega è cambiata. Il patto della pajata è durata poco. Alemanno non deve dire fine perché troppo spesso dobbiamo rimangiare le posizioni nette. Cota, Zaia e Maroni sono molto diversi dai parlamentari della Lega” Lo dice alla Zanzara su Radio 24 il Governatore del Lazio Renata Polverini. “La Lega che investe in Tanzania? – continua il Governatore a Radio 24 – Mi ha colpito soprattutto perché viene dalla Lega che rappresenta il partito del rigore, antispreco. Poi alla fine ha abitudini molto affini a partiti che ha contrastato. C’è molta ipocrisia nella Lega. Lo scandalo è sia sull’uso dei fondi pubblici che sull’investimento in uno stato africano, dopo che propina la Padania come centro del mondo. Maroni, bravo come ministro del lavoro e dell’interno, mi pare un po’ diverso a molti suoi colleghi della Lega. Potrebbe essere una persona che avvicina. E’ il leghista con il quale è più facile dialogare”. Su Cosentino, e se fosse in parlamento cosa voterebbe, Renata Polverini risponde alla Zanzara su Radio 24: “Cosentino? In questo momento sono contenta di non essere in parlamento, è una decisione molto forte e le cose che leggiamo sono molto pesanti e gravissime. Appartengo allo stesso partito che al suo interno ha dentro di tutto. C’è di tutto. Anche dentro al Pdl ci sono anime che si sono espresse in modo molto chiaro nei confronti di Cosentino. Non possiamo non considerarci tutti uguali davanti alla legge” Sui vitalizi agli Assessori, Renata Polverini conclude alla Zanzara su Radio 24: “Assessori esterni ci sono in tutte le regioni. Abbiamo fatto quello che hanno fatto anche gli altri con l’abolizione dei vitalizi. Sono persone che hanno responsabilità enormi che lavorano 24 ore al giorno. Non mi pento di aver appoggiato questa scelta perché conosco i miei assessori.” (Maria Luisa Chioda)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il futuro delle province

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 luglio 2011

Torino 22 luglio alle ore 18 presso la sede di via Stampatori 6. Il dibattito sul ruolo e l’utilità delle Province si è riacceso ed esasperato dopo che la Camera ha pochi giorni fa respinto la proposta di legge per abolirle. C’è il rischio che superficialità e demagogia possano distruggere l’equilibrato sistema di autonomie locali previsto dalla Costituzione, che assegna alla Provincia il fondamentale compito amministrativo di area vasta. I Popolari piemontesi – che credono nelle autonomie locali, in continuità con il pensiero di Luigi Sturzo – intendono ragionare con cittadini e amministratori locali su come rendere più efficiente ed economico il governo del territorio, senza regredire sul piano del controllo democratico. Come base di discussione si partirà dai due articoli pubblicati su Rinascita popolare on-line (www.associazionepopolari.it) dal direttore Alessandro Risso, che hanno indotto significativi commenti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforme istituzionali

Posted by fidest press agency su sabato, 10 aprile 2010

Si parla di riforme istituzionali per meglio adeguare gli organismi elettivi alle nuove esigenze. Diminuire il numero dei parlamentari, si chiede a gran voce. Fumo negli occhi. Mentre si vuole ridurre i componenti delle Camere si aumentano a dismisura quelli degli enti locali, considerati poco o per niente utili. Ci riferiamo alle Province che sono cresciute a dismisura. Nel 1861 erano 59 oggi sono 110, nonostante che la legge istitutiva delle Aree Metropolitane, approvata 20 anni fa per modernizzare l’apparato amministrativo italiano e ridurne i costi pubblici, ne prevedeva la riduzione con abolizioni e accorpamenti.  Niente Aree Metropolitane e aumento delle Province, dunque. Negli ultimi 15 anni ne sono state istituite altre 15 (statisticamente una all’anno): Monza e Brianza; Fermo; Barletta-Andria-Trani; Carbonia-Iglesias; Medio Campidano; Ogliastra; Olbia-Tempio; Verbano-Cusio-Ossola; Biella; Lecco; Lodi; Rimini; Prato; Crotone; Vibo Valentia. Nella sola Sardegna ce ne sono 8: Cagliari, Carbonia-Iglesias, Nuoro, Olbia-Tempio, Ogliastra, Oristano, Medio Campidano, Sassari, che ha una popolazione complessiva di appena 1.668.128 abitanti, che si ripartiscono, per abitanti, tra Cagliari (543.310 abitanti) e Ogliastra (58.389 abitanti!). Cosi’ avremo tanti, troppi, consiglieri provinciali. Il recente decreto milleproroghe proroga, appunto, il mantenimento delle risorse per l’istituzione degli uffici periferici dello Stato per le nuovissime Province di Monza e Brianza, Fermo, e Barletta-Andria-Trani. Le 110 province costano al cittadino contribuente qualcosa come 16,5 miliardi di euro. I partiti del centro-destra e centro-sinistra sono tutti d’accordo nell’abolirle, pardon, nel mantenerle. A spese del contribuente. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »